Manuale NoiPA Gestione accessoria

Commenti

Transcript

Manuale NoiPA Gestione accessoria
Manuale NoiPA
Gestione accessoria
Versione 1.0 del 01/12/2012
Pagina 1 di 108
Indice
1
Accesso al Sistema e regole di autenticazione ................................................ 4
2
Aspetti generali ..................................................................................... 5
3
2.1
L’uso del Manuale ....................................................................................... 5
2.2
Interfaccia grafica ....................................................................................... 6
Applicazione “Gestione Accessoria” ............................................................ 8
3.1
Attività Uffici ............................................................................................. 8
3.1.1
Gestione Personale ............................................................................................... 9
3.1.1.1
Rubrica Amministrati ....................................................................................... 9
3.1.1.2
Esclusione certificazione CUD ............................................................................ 14
3.1.1.3
Assegnazione dipendenti ai Cdc ......................................................................... 17
3.1.2
Compensi Accessori .............................................................................................. 18
3.1.2.1
Accessori C.U. ............................................................................................... 19
3.1.2.1.1 Gestione ad Elenchi ..................................................................................... 19
3.1.2.1.1.1 Gestione ad Elenchi/Cerca ....................................................................... 19
3.1.2.1.1.2 Gestione ad Elenchi/Nuovo Elenco ............................................................. 22
3.1.2.1.1.3 Gestione ad Elenchi/Modifica Elenco .......................................................... 24
3.1.2.1.1.4 Gestione ad Elenchi/Elimina Elenco ............................................................ 28
3.1.2.1.1.5 Gestione ad Elenchi/Esegui Calcolo ............................................................ 28
3.1.2.1.1.6 Gestione ad Elenchi/Totalizza ................................................................... 31
3.1.2.1.1.7 Gestione ad Elenchi/Richiedi Autorizzazione ................................................. 32
3.1.2.1.1.8 Gestione ad Elenchi/Autorizza Pagamento .................................................... 33
3.1.2.1.1.9 Gestione ad Elenchi/Annulla Elenco Autorizzato ............................................ 33
3.1.2.1.1.10 Gestione ad Elenchi/Revoca Autorizzazione ................................................ 35
3.1.2.1.2 Elenchi Eliminati ........................................................................................ 36
3.1.2.1.3 Consultazione Piano di Riparto ....................................................................... 37
3.1.2.1.4 Gestione da file Locale ................................................................................. 39
3.1.2.1.4.1 Acquisizione ......................................................................................... 39
3.1.2.1.4.2 Esito .................................................................................................. 40
3.1.2.1.5 Gestione da file Centrale .............................................................................. 42
3.1.2.1.5.1 Esito .................................................................................................. 43
3.1.2.2
Accessori Fuori Sistema ................................................................................... 45
3.1.2.2.1 Gestione Singolo Beneficiario ......................................................................... 45
3.1.2.2.2 Gestione da File ......................................................................................... 52
3.1.2.2.2.1 Acquisizione ......................................................................................... 52
3.1.2.2.2.2 Esito .................................................................................................. 54
3.1.2.2.3 Consultazione ............................................................................................ 56
3.1.3
Compensi Vari .................................................................................................... 58
3.1.3.1
Gestione ad Elenchi ........................................................................................ 59
3.1.3.1.1 Gestione ad Elenchi / Cerca elenco ................................................................. 59
3.1.3.1.2 Gestione ad Elenchi / Nuovo elenco ................................................................. 64
3.1.3.1.3 Gestione ad Elenchi / Modifica elenco .............................................................. 66
3.1.3.1.4 Gestione ad Elenchi / Elimina elenco ............................................................... 69
3.1.3.1.5 Gestione ad Elenchi / Esegui calcolo ................................................................ 69
3.1.3.1.6 Gestione ad Elenchi / Richiedi Autorizzazione .................................................... 70
3.1.3.1.7 Gestione ad Elenchi / Rimetti in lavorazione ...................................................... 71
3.1.3.1.8 Gestione ad Elenchi / Approva ed invia a RGS ..................................................... 72
Pagina 2 di 108
3.1.3.1.9 Gestione ad Elenchi / Revoca Autorizzazione ..................................................... 73
3.1.3.1.10 Gestione ad Elenchi / Esporta elenco in excel ................................................... 73
3.1.3.2
Elenchi Eliminati ............................................................................................ 74
3.1.3.3
Gestione da File ............................................................................................ 76
3.1.3.3.1 Acquisizione .............................................................................................. 76
3.1.3.3.2 Esito ....................................................................................................... 77
3.1.4
Comunicazioni di Servizio ...................................................................................... 80
3.1.4.1
Richiesta Modifica Dati Ufficio ........................................................................... 80
3.2
Funzioni di Servizio ................................................................................... 82
3.2.1
Modello Operativo ............................................................................................... 82
3.2.1.1
Gestione del ProcessoAutorizzativo ..................................................................... 82
3.2.1.1.1 Gestione del Processo Autorizzativo/Gestione Destinatari delle notifiche ................... 84
3.2.1.2
Gestione Punti ordinanti di Spesa ....................................................................... 86
3.2.1.3
Gestione Utenze e Ruoli ................................................................................... 88
3.2.1.4
Attribuzione Delega ........................................................................................ 91
3.2.1.5
Abbinamento centri di responsabilità................................................................... 93
3.2.1.6
Gestione Anagrafica – Centri di costo\Cerca........................................................... 94
3.2.1.7
Gestione Anagrafica Centri di Costo/Nuovo ........................................................... 95
3.2.1.8
Gestione Anagrafica Conti Economici/Cerca .......................................................... 96
3.2.1.9
Gestione Anagrafica Conti Economici/Nuovo .......................................................... 97
3.2.1.10 Associazione Voci di Cedolino - Classe di Costo – Conto Economico/Cerca ...................... 98
3.2.1.11 Associazione Voci di Cedolino – Classe di Costo – Conto Economico/Nuovo ..................... 99
3.2.2
Compensi Accessori ............................................................................................ 100
3.2.2.1
Gestione sottocompensi accessori ..................................................................... 100
3.2.2.2
Gestione importi tabellari .............................................................................. 102
3.2.2.3
Visualizzazione compensi ............................................................................... 103
3.2.3
Parametri di calcolo ........................................................................................... 104
3.2.3.1
Gestione delle eccezioni/Cerca ....................................................................... 104
3.2.3.2
Gestione delle eccezioni /Nuovo ...................................................................... 105
3.3
Identificazione Dipendente ......................................................................... 106
3.3.1
Identifica ed invia Pin ......................................................................................... 106
Pagina 3 di 108
1 Accesso al Sistema e regole di autenticazione
I requisiti minimi richiesti per accedere al Sistema per la Gestione Accessoria (ex-Gestione Accessoria) sono
l’utilizzo di browser MS Internet Explorer 5.5 (o superiore) o Netscape 7.2 (o superiore).
Una volta avuto accesso al sistema, gli utenti devono autenticarsi, attraverso un Sistema di Riconoscimento
che individua l’operatore e la modalità con la quale è autorizzato a operare sul sistema.
La modalità di autenticazione prevede che, una volta avuto accesso all’applicazione, l’utente inserisca il
proprio username e la password.
Alla fase di autenticazione, segue quella di riconoscimento dell’utente autenticato da parte del sistema.
L’applicazione controlla che i dati digitati dall’Utente siano presenti sul sistema di autenticazione del MEF e,
in caso positivo, verifica a quali aree dell’applicazione (Attività Uffici, Sistema di Accettazione,
Identificazione Dipendente) l’Utente risulta abilitato.
In particolare se l’Utente risulta abilitato ad almeno due delle aree, viene prospettata la “home page” del
sistema, contenente, sulla sinistra, l’elenco delle aree all’interno delle quali l’Utente può operare.
Selezionando una delle voci presenti potrebbe comparire la pagina che consente di scegliere le modalità con
cui effettuare l’accesso. In quest’ultimo caso l’utente ha la possibilità di operare con più ruoli (profilo
dell’operatore) e/o per più Uffici Responsabili, in caso contrario sarà direttamente indirizzato nel menu del
sistema.
Nello specifico i nuovi enti avranno la possibilità di accedere:
•
all’area “Attività Uffici” con i seguenti ruoli:
 RCE (Responsabile Centrale)
 OCE (Operatore Centrale)
 RCA (responsabile Competenze accessorie)
 OCA (Operatore competenze accessorie)
•
all’area “Funzioni di Servizio” con esclusivo ruolo di:
 RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
•
all’area “Identificazione Dipendente” con i seguenti ruoli:
 RID (Responsabile Identificazione)
Pagina 4 di 108
 RIA (Responsabile Identificazione Assistenza).
Dopo aver selezionato l’area tematica (Attività Uffici, Funzioni di Servizio, Identificazione Dipendente) ed
effettuata la verifica dei livelli di abilitazione del ruolo, sarà possibile scegliere la sotto-area all’interno della
quale l’utente desidera operare.
La sotto-area aprirà l’accesso a tutte funzionalità disponibili, tramite un menu variabile nelle sue componenti
in base al ruolo dell’utente connesso e all’area prescelta.
2 Aspetti generali
Il Manuale Utente intende offrire una guida completa ed efficace per la navigazione e l’uso del Sistema a tutti
gli utilizzatori (qualunque sia il loro profilo d’uso).
La scelta operata nel presentare le viste, i contenuti, le azioni presenti nel sistema è stata quella di
organizzare la descrizione in modo da favorire l’approccio al sistema dal punto di vista degli utenti
utilizzatori.
Il manuale è stato quindi organizzato a partire dalla vista d’ingresso al sistema, identificando le scelte
proposte dalle schermate secondo un percorso funzionale top/down. Pertanto il percorso descritto nel
Manuale identifica modularmente:
 le Aree Tematiche, con l’indicazione delle Sottoaree in esse contenute;
 le Sottoaree, che aprono l’accesso alle funzionalità disponibili;
 le Funzioni, che costituiscono il livello di abilitazione all’accesso e alla visualizzazione/utilizzazione
dei contenuti del Sistema.
(Tali funzioni possono essere selezionate direttamente dal menu della specifica sotto-area,
visualizzato nel pannello verticale di sinistra dell’applicazione, oppure mediante appositi pulsanti
che vengono attivati attraverso l’utilizzo delle funzioni stesse).
Per ciascuna Funzione vengono presentati:
 Obiettivo;
 Tipologia funzione (Visualizzazione/Ricerca, Inserimento/Modifica/Annullamento, Elaborazione/
Calcolo/Validazione, Report/Stampe);
 Percorso per l’accesso;
 Processo di riferimento;
 Ruolo abilitato
Seguono, per ciascuna Funzione, le sezioni:
“Come si accede alla funzione?”, che descrive in dettaglio la schermata offerta all’utente e le operazioni
necessarie ad utilizzare la funzione stessa.
“Che cosa fa la funzione?”, che descrive analiticamente i contenuti delle sezioni interne alla funzione e
consente all’utente di avere una visione organizzata e d’insieme delle informazioni presenti in ciascuna
sezione e di trovare le indicazioni sulle operatività (pulsanti, selezioni, ecc.) richieste per navigare
eventualmente all’ interno dei sottomenu.
2.1 L’uso del Manuale
Allo scopo di migliorare la leggibilità e l’uso del manuale da parte degli utenti, sono stati curati i seguenti
ulteriori interventi, considerando per quanto possibile l’applicabilità anche alla eventuale versione cartacea.
Pagina 5 di 108
Accesso rapido alle aree tematiche
Per agevolare la navigazione all’interno del Manuale sono state inserite, nelle descrizioni delle schermate di
accesso alle Aree Tematiche, in corrispondenza di ogni selezione di percorso, collegamenti diretti (hyperlink)
che condurranno immediatamente l’utente alla relativa pagina descrittiva.
Identificazione visiva delle funzionalità/azioni
Una ulteriore agevolazione all’utilizzazione del Manuale è offerta dalla scelta di visualizzare, nel testo della
descrizione delle funzionalità, i campi in azzurro, i pulsanti azione in verde e le denominazioni delle diverse
sezioni e cartelle in nero.
2.2 Interfaccia grafica
Tra gli elementi grafici del sistema stipendiale per le competenze fisse ed accessorie, particolare importanza,
per il ruolo svolto, hanno le Schermate progettate in modo tale da avere una dimensione adattabile alla
risoluzione del computer dell’utente. Le schermate sono composte da:
 Campi
 Liste o tabelle
 Cartelle
I campi si distinguono in:
 Campi di ricerca, dove inserire i dati per attivare ricerche/schermate di visualizzazione
 Campi di output, che riportano le informazioni risultanti dal processo di ricerca
Le tabelle o elenchi possono contenere un numero molto elevato di record già presenti in banca dati e
consentono la visualizzazione da parte dell’utente mediante una barra di scorrimento laterale.
Esistono due tipologie di schermate che, in alcuni casi specifici vengono visualizzate attivando dei pulsanti
presenti nelle schermate principali. Queste schermate sono:
 Schermata di conferma: serve per confermare un’operazione richiesta all’applicazione.
L’applicazione può limitarsi a richiedere la conferma del salvataggio dei dati inseriti, oppure associare
alla richiesta di conferma anche la richiesta di imputazione di un dato necessario per portare a
termine l’operazione (ad es. la data da cui far partire la ricerca dei dati, la modalità di pagamento
richiesta prima di chiudere il lotto, ecc.). Questo tipo di schermata non ha né menu né barra degli
strumenti.
 Schermata di visualizzazione dati: serve a visualizzare dati di riepilogo o tabelle che, per motivi di
spazio, non possono essere inserite nella schermata principale. L’utente può aprirle cliccando su un
apposito pulsante e richiuderle tornando al menu precedente mediante il tasti specifici (ad. Es. torna
alla lista, home page, ecc.)
Ogni schermata, inoltre, ha degli elementi grafici:
 il logo di NoiPA, presente in alto a sinistra sulla barra del menu, che consente di ritornare all’Home
page di progetto;
 le immagini che simulano la linguetta di una scheda (o “tab”), utilizzate per dividere i dati di una
schermata in più viste che nel presente documento sono state denominate “cartelle”;
 i pulsanti operativi, ispirati ai pulsanti delle applicazioni Windows, in cui un’icona rappresenta
l’operazione attivata dal pulsante stesso e all’icona è sempre associata la descrizione dell’operazione
(es. Apri, Conferma, Cancella, ecc.). Si trovano, per la maggior parte, sulla barra degli strumenti ad
eccezione:
o dei pulsanti Cerca e Annulla ricerca, che si trovano all’interno dell’area di filtro;
o dei pulsanti per la visualizzazione di schermate sovrapposte, con soli dati di output (es.
Compensi Accessori fuori sistema, Storico Elenco), che si trovano all’interno della schermata,
accanto al campo o ai campi di cui sono il dettaglio;
Pagina 6 di 108
o
dei pulsanti per l’attivazione di “sotto-funzioni”, che permettono, come sopra indicato,
l’attivazione di ulteriori funzionalità e per questo descritte nel presente manuale nelle sezioni
appositamente dedicate alle funzioni (es. Nuovo Elenco, Modifica Elenco, Esegui Calcolo).
Di seguito sono elencati i più importanti pulsanti/link presenti nell’applicazione:
Visualizzata nella home page del sistema, la sezione riporta le
informazioni sulla prossima rata da emettere per la componente
stipendiale accessoria e sulle tempistiche delle eventuali segnalazioni
della rata in corso.
accessibile in ogni momento dall’utente nella barra di navigazione
generica, permette di uscire dall’applicazione
accessibile in ogni momento dall’utente nella barra di navigazione
generica, permette l’accesso alla webform per formulare richieste da
inoltrare ai gruppi di competenza;
accessibile in ogni momento dall’utente nella barra di navigazione
generica, permette l’accesso alla guida on-line dell’applicazione.
accessibile in ogni momento dall’utente nella barra di navigazione
generica,
permette
l’accesso
agli
eventuali
messaggi
dell’applicazione.
accessibile in ogni momento dall’utente nella barra di navigazione
generica,
permette
di
tornare
alla
pagina
principale
dell’applicazione.
Percorso di navigazione: indica a quale livello si trova la funzione
attivata
logo di NoiPA.
Area notifiche: (“to do list”), ovvero la lista delle operazioni nello
stato “in attesa” legate al ruolo dell’utente
annulla i parametri di ricerca impostati
Consente di tornare alla schermata precedente cui dove è stato
visualizzato l’output della ricerca.
cancella i dati digitati nel settore variazioni
effettua la stampa
apre dettaglio scheda
Pagina 7 di 108
3 Applicazione “Gestione Accessoria”
Nella Home page della Gestione Accessoria,
l’utente può scegliere, nel menù di sinistra, le
tre aree tematiche seguenti:
 Attività uffici: consente di gestire le
Attività degli uffici attraverso il Sistema di
accettazione.
 Funzioni
di
servizio:
consente
la
rilevazione e la gestione di alcuni parametri
di sistema ed informazioni di dettaglio
indispensabili per una configurazione della
struttura operativa e finanziaria e dei
compensi accessori.
 Identificazione
Dipendente:
consente
l’identificazione
del
dipendente
e
l’assegnazione
di
un
codice
di
identificazione personale (PIN) utile per
accedere ad alcuni servizi del sistema.
3.1 Attività Uffici
L’Area tematica Attività Uffici raggruppa tutte le funzionalità che permettono di visualizzare e comunicare i
dati relativi alle attività degli Uffici delle Amministrazioni servite dalla Gestione Accessoria e necessari per
procedere al pagamento unificato delle competenze fisse e accessorie.
Selezionando l’area tematica Attività Uffici
dell’applicazione Gestione Accessoria, dal
menù di sinistra, l’utente accede a una
ulteriore maschera dove può selezionare:
 Gestione Personale: contenente le
informazioni inerenti il personale
beneficiario dei pagamenti e delle
competenze fisse o accessorie.
 Compensi Accessori: contenente le
informazioni relative alla gestione e
l’acquisizione di compensi accessori.
 Compensi
vari:
contenente
le
informazioni
relative
alla
comunicazione
e
successiva
liquidazione
delle
retribuzioni
spettanti a tipologie particolari di
personale come, ad esempio, i
supplenti brevi del comparto Scuola e
i volontari del VVFF.
 Comunicazioni
di
Servizio:
contenente le informazioni relative ai
Pagina 8 di 108
dati di dettaglio
Servizio.
3.1.1
degli
Uffici
di
Gestione Personale
Nella sezione “Gestione Personale” è possibile accedere a tutte le informazioni inerenti la gestione del
personale beneficiario dei pagamenti e delle competenze fisse o accessorie.
All’interno della Rubrica Amministrati sono
presenti tre funzioni:
 Rubrica Amministrati
 Esclusione certificazione CUD
 Assegnazione dipendenti ai CDC
3.1.1.1
Rubrica Amministrati
Tipologia funzione
La funzione permette di:
- effettuare ricerche per visualizzare i dati sintetici di qualsiasi soggetto
beneficiario di pagamenti delle competenze fisse, o accessorie, presente in
banca dati;
- accedere in visualizzazione o in modifica al dettaglio dei dati anagrafici,
personali e contabili dei soggetti individuati dalla ricerca, limitatamente alle
operazioni consentite in funzione del cono di visibilità dell’utente;
- inserire in banca dati un nuovo soggetto allo scopo di renderlo beneficiario
del pagamento di compensi accessori.
Visualizzazione\Ricerca\Inserimento\Modifica
Percorso
Gestione Accessoria\Attività uffici\Gestione Personale\Rubrica Amministrati
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione anagrafica persona>Immatricolazioni
RCE (Responsabile centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore centrale), OCA (Operatore competenze accessorie).
Obiettivo
Ruolo abilitato
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati di
amministrati già presenti in banca dati
l’utente deve specificare nella finestra
Criteri di ricerca il Codice fiscale, il
Cognome e il Nome, il numero di
Iscrizione.
Per inserire i dati di un nuovo amministrato
Pagina 9 di 108
in rubrica, invece, è necessario indicare nel
relativo campo il codice fiscale del nuovo
soggetto e selezionare il pulsante Nuovo.
In caso di nuovo inserimento il sistema esegue i seguenti controlli:
- controlli formali sul codice fiscale;
- codice fiscale non presente in base dati: viene attivata la funzione di inserimento;
- codice fiscale presente in base dati: inserimento non consentito: viene inviato il diagnostico “Codice
fiscale già presente in base dati”;
- codice fiscale presente in anagrafica ma non attivato per le competenze fisse: viene inviato il
diagnostico “Codice fiscale presente solo in rubrica. Si vuole procedere con l’attivazione?”. Con la
conferma al messaggio, viene eseguita la funzione di inserimento con i campi anagrafici valorizzati in
base ai dati già acquisiti.
Che cosa fa la funzione?
Nel caso di ricerca di un soggetto già presente in banca dati, la schermata che compare contiene l’elenco dei
nominativi che rispondono ai criteri di ricerca impostati e presenta i seguenti campi:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: anagrafica del soggetto;
 Data di Nascita: data di nascita;
 Iscrizione: codice numerico di iscrizione;
 Ufficio responsabile: codice descrizione dell’ufficio che ha in carico l’iscrizione;
 Stato Partita: indica se l’iscrizione è in pagamento, in scadenza, annullata, o cessata per le causali
previste nella Gestione Accessoria (per es. per dimissioni, per collocamento a riposo ecc.).
Attraverso l’utilizzo del pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di
ingrandimento, l’utente può visualizzare i dati di dettaglio dell’iscrizione del singolo dipendente e in
particolare può:
- consultare il dettaglio dei dati anagrafici, personali e contabili dei soggetti individuati dalla ricerca,
limitatamente alle informazioni visualizzabili in funzione del cono di visibilità dell’utente;
- modificare il dettaglio dei dati anagrafici, personali e contabili dei soggetti individuati dalla ricerca,
limitatamente alle informazioni modificabili in funzione del cono di visibilità dell’utente.
La schermata di dettaglio è suddivisa in tre cartelle visualizzabili sia nel caso di ricerca di dati esistenti che in
caso di nuovo inserimento.
La cartella Dati anagrafici riporta i seguenti campi:
 Cognome e Nome: anagrafica del soggetto;
 Codice fiscale: codice fiscale del soggetto;
 Iscrizione: numero di iscrizione (non presente nel caso di nuovo inserimento),
 Data di Nascita: (valorizzato dal sistema in caso di nuovo inserimento);
 Sesso: Maschile o Femminile (M/F): (valorizzato dal sistema in caso di nuovo inserimento);
 Provincia: provincia (valorizzato dal sistema in caso di nuovo inserimento);
 Comune di nascita: comune di nascita (valorizzato dal sistema in caso di nuovo inserimento);
Pagina 10 di 108

Stato partita: indica se l’iscrizione è in pagamento, in scadenza, annullata, o cessata per le causali
previste nella Gestione Accessoria ad es. per dimissioni, per collocamento a riposo ecc. (non presente
in caso di nuovo inserimento);
 Data cessazione: eventuale data di cessazione della partita (non presente in caso di nuovo
inserimento);
 Ente: ente di appartenenza del dipendente;
 Ufficio responsabile: codice descrizione dell’ufficio che ha in carico l’iscrizione (selezionabile dalla
lista in caso di modifica o nuovo inserimento);
 Ufficio di Servizio: codice e descrizione dell’Ufficio di servizio. (selezionabile dalla lista in caso di
modifica o nuovo inserimento).
In caso di nuovo inserimento l’utente deve cliccare il pulsante Avanti per visualizzare la successiva cartella.
La cartella Dati Personali riporta le informazioni relative alla residenza e ai dati di pagamento del
beneficiario. Tali informazioni sono modificabili e visibili solo agli utenti abilitati all’ufficio a cui appartiene
l’iscrizione, ovvero abilitati all’ufficio che ha acquisito il nuovo beneficiario (con l’eccezione dei supplenti,
visibili da tutti gli utenti abilitati al MIUR).
I dati non sono modificabili nel caso di partite vigenti appartenenti ad uffici centrali (la cui modifica è
effettuabile solo dai relativi uffici responsabili sul sistema Noi PA).Nel caso di personale supplente della
scuola in scadenza contratto, la modifica dei dati pagamento è consentita a tutti gli utenti.
La cartella contiene i seguenti campi:
 Data residenza dal (gg/mm/aaaa): data di registrazione della residenza (selezionabile dall’icona
calendario in caso di modifica o nuovo inserimento);
 Provincia: provincia (selezionabile dalla lista in caso di modifica o nuovo inserimento);
 Comune: comune (selezionabile dalla lista in caso di modifica o nuovo inserimento);
 Indirizzo: indirizzo di residenza (obbligatorio in caso di modifica o nuovo inserimento);
 Cap: codice di avviamento postale (impostato automaticamente attraverso la scelta del comune in
caso di modifica o nuovo inserimento);
 Modalità di pagamento: Tipologia di canale di pagamento utilizzato (selezionabile dalla lista in caso
di modifica o nuovo inserimento);
 IBAN: codice IBAN (il campo è valorizzato solo in caso di Modalità pagamento “Conto Corrente
Bancario o postale”;
 Codice nazione/Check digit /CIN/ABI/ CAB/ Numero C/C: (visualizzati solo per le vecchie acquisizioni
presenti in banca dati che possono risultare prive del codice IBAN completo);
In caso di modifica dei dati l’utente deve selezionare il pulsante Salva che attiva i controlli previsti nel caso
di inserimento.
La cartella Dati Contabili contiene le informazioni relative a Dati fiscali e previdenziali ed alla qualifica del
beneficiario.
I dati sono visibili solo agli utenti abilitati all’ufficio a cui appartiene l’iscrizione, ovvero abilitati all’ufficio
che ha acquisito il nuovo beneficiario (con l’eccezione dei supplenti, visibili da tutti gli utenti abilitati al
MIUR); i dati sono modificabili da parte degli utenti appartenenti all’ufficio che ha in carico l’iscrizione,
ovvero appartenenti all’ufficio che ha acquisito il nuovo beneficiario, solo nei seguenti casi: partite cessate
(limitatamente alle aliquote) e partite gestite solo per le accessorie (nuovi beneficiari).
La schermata che appare contiene i seguenti campi:
 Aliquota media: valore dell’aliquota media;
 Aliquota massima: valore dell’aliquota massima (selezionabile dalla lista in caso di modifica o nuovo
inserimento);
 Trattamento pensionistico: Descrizione sintetica del trattamento pensionistico (visibile e
obbligatorio solo in caso nuovo inserimento);
 Tipo di cassa: Denominazione cassa (ad es. INPDAP, INPS);
 Comparto: Denominazione tipologia comparto;
 Qualifica: descrizione sintetica della tipologia qualifica (in caso di modifica o nuovo inserimento
selezionabile dalla lista caricata in funzione del contratto);
Pagina 11 di 108
 Livello: numero che identifica il livello d’inquadramento.
In caso di modifica dei dati l’utente deve selezionare il pulsante Salva che attiva i seguenti controlli previsti
nel caso di inserimento:
• l’aliquota media digitata deve essere compresa tra il valore minimo ed il valore massimo delle
aliquote presenti nella lista di valori dell’Aliquota massima;
• tipo cassa e trattamento pensionistico devono essere valorizzati entrambi;
• se valorizzato il contratto, deve essere valorizzata anche la qualifica; inoltre il livello deve essere tra
quelli ammessi per la qualifica selezionata.
Inoltre, attraverso l’utilizzo del pulsante di dettaglio Compensi accessori C.U. è possibile visualizzare la lista
delle comunicazioni di compensi accessori effettuate nell’ambito del sistema di accettazione.
Vengono mostrate le comunicazioni effettuate da uffici che rientrano nel cono di visibilità dell’utente
connesso, ovvero tutte le comunicazioni effettuate se il beneficiario appartiene ad un ufficio rientrante nel
cono di visibilità dell’utente connesso.
La schermata che appare contiene i seguenti campi già valorizzati:

Cognome e nome: Anagrafica del soggetto;

Codice fiscale: codice fiscale del soggetto;

Iscrizione: numero di iscrizione;

Compenso: compenso selezionabile da una lista di valori;

Sotto-compenso (selezionabile da una lista di valori che viene caricata in funzione del compenso
selezionato);

Periodo competenza dal-al: compare ed è selezionabile nel momento in cui si sceglie il compenso;

Rata emissione mese e anno della rata di emissione;
con il pulsante Cerca viene caricata una lista con le seguenti colonne;
 Compenso: codice e descrizione compenso;
 Sotto-compenso: codice e descrizione sotto-compenso;
 Periodo di competenza: periodo di competenza;
 Quantità/importo: quantità/importo del compenso;
 Importo (nel caso di compenso di tipo Q è dato dal prodotto tra quantità comunicata ed importo
unitario);
 Rata emissione: rata emissione;
 Esito pagamento: stato dell’emissione
 Ente: descrizione dell’ente
 Codice Uff. resp: codice dell’ufficio
 Codice Uff. serv: codice dell’ufficio di servizio
Selezionando il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è
possibile visualizzare ulteriori dettagli dell’accessorio selezionato quali:
 Codice elenco: identificativo dell’elenco attraverso il quale si è richiesto il pagamento;
 Nome elenco: nome assegnato all’elenco;
 Stato elenco: indica se è avvenuto o meno il pagamento;
 Capitolo/P.G.: capitolo di spesa;
 Ente: descrizione ente;
 Uff. serv: descrizione ufficio di servizio;
 POS: codice punto ordinante di spesa.
Attraverso l’utilizzo del pulsante di dettaglio Compensi accessori fuori sistema viene visualizzata la lista
delle comunicazioni di compensi accessori (ex “Pre1996”) effettuate nell’ambito del sistema di accettazione.
In particolare vengono mostrate le comunicazioni effettuate da uffici che rientrano nel cono di visibilità
dell’utente connesso, ovvero tutte le comunicazioni effettuate se il beneficiario appartiene ad un ufficio
rientrante nel cono di visibilità dell’utente connesso.
La schermata che appare contiene i seguenti campi già valorizzati:

Cognome e nome: anagrafica del soggetto;
Pagina 12 di 108

Codice fiscale: codice fiscale del soggetto;

Iscrizione: numero di iscrizione.
Come criteri di ricerca sono presenti i seguenti campi:
 Anno liquidazione: anno di liquidazione del compenso;
 Mese liquidazione: mese di liquidazione del compenso;
 Anno competenza: Anno di competenza;
 Tipo compenso: tipologia di compenso (Buoni pasto o compensi vari).
Con il pulsante Cerca viene caricata una lista con le seguenti colonne:
 Anno liquidazione: anno di liquidazione del compenso;
 Mese liquidazione: mese di liquidazione del compenso;
 Anno competenza: anno di competenza;
 Mese competenza: mese di competenza;
 Tipo compenso: tipo di compenso;
 Tipo tassazione: tipo di tassazione (corrente o separata);
 Imponibile previdenziale: imponibile previdenziale;
 Imponibile IRPEF: imponibile IRPEF;
 Ritenuta IRPEF: ritenuta IRPEF.
Con il pulsante Chiudi si torna al dettaglio amministrato.
Completata questa procedura, premendo il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di
lente di ingrandimento, si accede alla schermata di dettaglio accessori fuori sistema contenente tutti i dati
del compenso accessorio comunicato per il beneficiario selezionato.
Nella testata della schermata sono presenti i dati identificativi del dipendente:
 Cognome: Cognome del soggetto;
 Nome: Nome del soggetto;
 Data di nascita: Data di nascita;
 Codice fiscale: Codice fiscale del soggetto;
 Iscrizione: numero di Iscrizione;
 Stato partita: Stato partita;
 Data decorrenza ( "Data cessazione" nel caso di dipendenti cessati o "Data inserimento" se partite
attivate solo per le accessorie);
 Ente di appartenenza: ente di appartenenza;
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’ufficio di servizio.
Dati del pagamento:
 Anno di liquidazione: anno di liquidazione;
 Mese di liquidazione: mese di liquidazione;
 Anno di competenza: anno di competenza;
 mese di competenza: mese di competenza;
 Tipo compenso: descrizione tipo di compenso;
 Codice fiscale sostituto secondario: codice fiscale sostituto secondario d’imposta che ha effettuato
la comunicazione.
Aprendo la finestra denominata “ufficio che ha effettuato la comunicazione” verranno visualizzate le
descrizioni dell’ente, dell’ufficio responsabile e dell’ufficio di servizio che ha effettuato la segnalazione.
Se viene selezionata la voce “Compensi Vari” nel campo Tipo compenso appare la sezione che visualizza i
seguenti dati:
Fondo Pensione:
 Imponibile prev. :Imponibile previdenziale;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Fondo Credito:
Pagina 13 di 108
 Imponibile: imponibile fondo credito;
 Ritenute dip: ritenute fondo credito a carico dell’amministrato.
IRAP:
 Imponibile: imponibile irap;
 Ritenute dat. Lav: ritenute irap a carico del datore di lavoro.
Opera previdenza:
 Imponibile: imponibile opera previdenza;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Imponibile fiscale:
 Tipo tassazione: Corrente o Separata;
 Imponibile AC/AP: imponibile anno corrente o anni precedenti;
 IRPEF pagata AC/AP: irpef anno corrente o anni precedenti;
 IRPEF sospesa AC/AP: irpef sospesa anno corrente o anni precedenti.
Disoccupazione:
 Imponibile: imponibile disoccupazione;
 Ritenuta: ritenuta disoccupazione.
Riduzione art 9 comma 2 D.L. 78/2010:
 Importo lordo: imponibile lordo ai fini della riduzione;
 Ritenuta oltre 90 m: ritenute per imponibili superiori a 90 mila euro;
 Ritenuta oltre 150 m: ritenute per imponibili superiori a 150 mila euro.
Se viene selezionata la voce “Buoni Pasto” nel campo Tipo compenso saranno presenti i seguenti dati:
 Imponibile Fondo Pensione: Imponibile previdenziale;
 Imponibile Fondo Credito: Imponibile fondo credito;
 Imponibile IRAP: imponibile Irap;
 Imponibile fiscale AC: imponibile fiscale anno corrente;
 Imponibile Disoccupazione: imponibile disoccupazione.
3.1.1.2
Esclusione certificazione CUD
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di:
- effettuare ricerche per risalire ai compensi accessori liquidati da un
determinato ufficio a beneficiari che nell’anno fiscale hanno percepito
unicamente compensi accessori;
- selezionare i compensi che si intende escludere dalla certificazione CUD e
contestualmente produrre un certificato che attesti l’esclusione dal CUD
- estrarre in formato Excel la lista dei compensi per i quali è stata effettuata
la richiesta di esclusione da certificazione CUD.
Visualizzazione\Ricerca
Gestione Accessoria\Attività uffici\Gestione Personale\Esclusione certificazione
CUD
Gestione amministrati>Gestione Adempimenti> Fiscali
RCE (Responsabile centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore centrale), OCA (Operatore competenze accessorie).
La funzione di esclusione è utilizzabile solo nel periodo di elaborazione della rata di gennaio,
approssimativamente da metà dicembre a metà gennaio; la funzione di consultazione è sempre disponibile.
Il sistema rilascia il modello CUD agli amministrati a cui viene corrisposto il trattamento fondamentale o che
abbiano avuto, nel corso dell’anno, almeno un pagamento di arretrato stipendiale.
Pagina 14 di 108
Per gli amministrati per i quali sono state corrisposte solo voci di compenso accessorio è consentito agli uffici
indicare al sistema quali tra le liquidazioni di accessorio relative all’anno fiscale debbano essere escluse
dalla certificazione CUD.
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati di un
amministrato
l’utente
deve
indicare
l’Ufficio responsabile, l’Ufficio servizio,
l’Anno fiscale, il Cognome (campo
facoltativo).
Che cosa fa la funzione?
Se la ricerca fornisce risultati viene caricato un elenco di nominativi con le seguenti colonne:
 Codice Fiscale: Codice Fiscale del soggetto;
 Cognome: Cognome del soggetto;
 Nome: Nome del soggetto;
 Data di nascita: Data di nascita del soggetto;
 Iscrizione: numero completo d’iscrizione del beneficiario.
Alla visualizzazione dell’elenco dei nominativi, l’area dei criteri di ricerca è visualizzabile nuovamente con
l’utilizzo degli appositi pulsanti Freccia Su \ Freccia Giù.
Nell’ultima colonna dell’elenco è presente il pulsante Dettaglio selezionabile cliccando sull’icona a forma di
lente d’ingrandimento, per visualizzare i dati di dettaglio del nominativo selezionato.
Premendo il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, sulla
lista dei beneficiari individuati dalla funzione di ricerca Esclusione certificazione CUD, si accede alla
schermata Dettaglio beneficiario con la Lista accessori liquidati nella anno fiscale; tale funzione consente
all’utente di:
selezionare i compensi che si intende escludere dalla certificazione CUD e contestualmente produrre un
certificato che attesti l’esclusione dal CUD (solo nel periodo di attivazione della funzione)
modificare le scelte precedentemente effettuate in merito all’esclusione dalla certificazione CUD e
contestualmente produrre un certificato che attesti la variazione dal CUD (solo nel periodo di attivazione
della funzione)
estrarre in formato Excel la lista dei compensi per i quali è stata effettuata la richiesta di esclusione da
certificazione CUD
Nella testata della schermata sono presenti i dati identificativi del dipendente:
 Codice Fiscale: Codice Fiscale del soggetto;
 Cognome: Cognome del soggetto;
 Nome: Nome del soggetto;
 Data di nascita: Data di nascita del soggetto;
 Iscrizione: numero completo d’iscrizione del beneficiario.
Pagina 15 di 108

Stato partita: In pagamento per le competenze le fisse, cessato, supplente o gestito per le solo
accessorie;
 Data decorrenza: "Data cessazione" nel caso di amministrati cessati o "Data inserimento" se partite
attivate solo per le accessorie;
 Ente di appartenenza: Ente di appartenenza;
 Ufficio responsabile: Codice e descrizione;
 Ufficio di servizio: Codice e descrizione;
 Stato richiesta: Indica la presenza di compensi esclusi (può assumere i valori Escluso/non
escluso/parzialmente escluso).
La lista dei compensi comprende gli importi liquidati ed è costituita dalle seguenti colonne:
 Rata emissione: Rata emissione;
 Compenso: Codice e descrizione;
 Importo lordo: Importo lordo del compenso;
 Ritenuta Pensione Dipendente: Ritenuta pensione dipendente;
 Totale altre ritenute: importo totale altre ritenute;
 Imp. Fiscale: Imponibile fiscale;
 Irpef: Imposta sul reddito delle persone fisiche;
 Tipo tassazione: tipologia di tassazione (può assumere i valori Corrente o Separata);
 Sel: Check di selezione del compenso.
Se per un importo è già stata richiesta l’esclusione, il corrispondente campo risulterà impostato; mediante
una operazione di “de-selezione” l’utente può annullare una precedente richiesta di esclusione.
Con i pulsanti Seleziona Tutti e Deseleziona tutti, visibili solo nel periodo in cui è attiva la funzione, è
possibile selezionare o deselezionare per l’esclusione tutti i compensi della lista.
Una volta effettuata la selezione (o de-selezione), premendo il pulsante Salva e stampa il sistema procede
alla memorizzazione delle richieste di esclusione. Al completamento dell’operazione viene emesso il
Certificato di esclusione ed un messaggio di “Certificazione correttamente emessa”.
La funzione di esclusione è utilizzabile solo nel periodo di elaborazione della rata di gennaio
(approssimativamente da metà dicembre a metà gennaio): solo in tale periodo sarà presente il pulsante Salva
e Stampa.
Se viene premuto il pulsante Salva e stampa senza aver modificato alcun campo selezione, viene visualizzato
il seguente messaggio nella schermata: “nessun dato variato”.
Con il pulsante Torna alla lista si ritorna alla lista dei nominativi estratti dalla funzione di ricerca.
Il pulsante Esporta dati xls consente l’esportazione in formato Excel dei dati presenti a video.
Al completamento dell’operazione di emissione del certificato di esclusione da CUD viene emesso un file PDF
contenente i dati riassuntivi dell’operazione richiesta.
Nella testata del file sono presenti i dati identificativi dell’ufficio che ha provveduto alla esclusione degli
importi:
 Ente: descrizione dell’Ente;
 Ufficio responsabile: codice dell’Ufficio responsabile al trattamento stipendiale dell’iscrizione;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’ufficio di servizio;
Nella parte centrale sono riportati i dati identificativi del dipendente:
 Cognome: Cognome del soggetto;
 Nome: Nome del soggetto;
 Data di nascita: Data di nascita del soggetto;
 Codice Fiscale: Codice Fiscale del soggetto;
Nella parte inferiore i dati degli importi di cui è stata richiesta l’esclusione, raggruppati come segue:
Emolumenti a tassazione corrente:
 Imp. Lordo: Imponibile lordo;
 Ritenuta Pensione Dipendente: Ritenuta pensione dipendente;
 totale altre ritenute: totale altre ritenute;
 Imponibile fiscale: imponibile fiscale;
Pagina 16 di 108
 Irpef: Imposta sul reddito delle persone fisiche.
Emolumenti a tassazione separata:
 Imp. Lordo: sommatoria imponibile lordo;
 Rit. Pens. Dip.: Ritenuta pensione dipendente;
 totale altre ritenute: totale altre ritenute;
 Imponibile fiscale: Imponibile fiscale;
 Irpef: Imposta sul reddito delle persone fisiche.
Nota: gli importi riportati nelle due precedenti sezioni sono la sommatoria degli importi dei compensi esclusi.
Lista dettagli liquidati (raggruppati per compenso):
 Compenso: codice e descrizione;
 Rata emissione: Rata emissione;
 Importo lordo: Importo lordo;
 Ritenuta Pensione Dipendente: Ritenuta pensione dipendente;
 totale altre ritenute: Totale altre ritenute;
 Imponibile fiscale: Imponibile fiscale;
 Irpef: Imposta sul reddito delle persone fisiche;
 Tipo tassazione: Tipo di tassazione.
3.1.1.3
Assegnazione dipendenti ai Cdc
Processo di riferimento
La funzione permette all’utente di:
- effettuare ricerche per risalire ai Centri di Costo assegnati agli amministrati;
- selezionare gli amministrati ai quali sarà assegnato un nuovo centro di costo.
Visualizzazione\Ricerca\Inserimento\Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Gestione Personale\Assegnazione dipendenti
al Cdc
Gestione amministrati Gestione anagrafica persona Immatricolazione
Ruolo abilitato
RCE (Responsabile centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie.
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati di
amministrati l’utente deve compilare i
campi:
Ufficio
responsabile,
Ufficio
servizio (gli ulteriori campi Centro di
responsabilità, Associati a CDC e Centro di
costo vengono valorizzati dal sistema solo
dopo che sono stati compilati i primi due
campi).
Che cosa fa la funzione?
Se la ricerca fornisce risultati viene caricato un elenco di nominativi con le seguenti colonne:
 Iscrizione; numero completo d’iscrizione del beneficiario desiderato;
 Cognome: Cognome del soggetto;
Pagina 17 di 108
 Nome: Nome del soggetto;

Codice Fiscale: Codice Fiscale del soggetto;
 Centro di costo: Centro di costo.
All’atto della visualizzazione dell’elenco dei nominativi, l’area dei criteri di ricerca scompare, per dare spazio
all’elenco stesso; tale area è visualizzabile nuovamente con l’utilizzo degli appositi pulsanti Freccia Su \
Freccia Giù.
La funzione permette di operare su un gruppo di beneficiari o su un singolo beneficiario.
Per la lavorazione su un gruppo di beneficiari è necessario selezionare i nominativi da inserire nell’elenco
apponendo un flag nel campo Sel. e cliccare il pulsante Lavora selezionati. Nella schermata che appare, dopo
avere indicato il centro di costo, viene visualizzato l’elenco dei nominativi selezionati ai quali attribuire i dati
da comunicare.
Nella parte inferiore della schermata sono presenti i seguenti pulsanti funzionali: Seleziona Tutti (per
selezionare tutti i nominativi della lista); Deseleziona Tutti (per rimuovere tutti i nominativi già selezionati);
Lavora Selezionati(per modificare o inserire il centro di costo).
La schermata mostra per ogni amministrato i seguenti dati:
 Iscrizione: numero completo d’iscrizione;
 Codice fiscale: codice fiscale del soggetto;
 Cognome e nome: anagrafica del soggetto.
Nella schermata è presente il campo Centro di costo, compilabile selezionando un centro dall’apposito menù
a tendina, attraverso il pulsante Applica il centro di costo scelto viene applicato al soggetto selezionato.
Con il pulsante Esci si ritorna alla schermata precedente con l’impostazione dei criteri di ricerca e la lista
degli amministrati.
3.1.2
Compensi Accessori
Nella sezione “Compensi accessori” è possibile accedere a tutte le informazioni relative alla gestione e
l’acquisizione dei compensi accessori in forma di elenchi, compresi i compensi comunicati fuori sistema.
All’interno dei Compensi Accessori è possibile
visualizzare e gestire nuovi compensi relativi a:
 Accessori C.U.;
 Accessori fuori sistema.
Le competenze accessorie possono essere
comunicate secondo due differenti modalità:
 Modalità on line - attivabile tramite la
funzione di Gestione ad elenchi;
 Modalità caricamento file locale attivabile tramite la funzione di
Gestione da file locale.
Pagina 18 di 108
3.1.2.1
Accessori C.U.
All’interno di Accessori C.U. è possibile avere
accesso alle seguenti funzioni:
 Gestione ad elenchi;
 Elenchi Eliminati;
 Consultazione Piano di Riparto.
3.1.2.1.1
Gestione ad Elenchi
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione permette di:
- creare un nuovo elenco per gestire e registrare nel sistema compensi
accessori;
- effettuare ricerche per visualizzare lo stato di lavorazione degli elenchi
prodotti dall’ufficio a cui appartiene l’utente connesso;
- accedere in visualizzazione al dettaglio delle caratteristiche degli elenchi;
- gestire il flusso di lavorazione degli elenchi prodotti dall’ufficio a cui
appartiene l’utente connesso.
Visualizzazione\Ricerca\Inserimento\Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCE (Responsabile Centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore Centrale), OCA (Operatore competenze accessorie).
3.1.2.1.1.1 Gestione ad Elenchi/Cerca
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione di ricerca presente nella Gestione ad elenchi permette di
interrogare lo stato di lavorazione degli elenchi prodotti dall’ufficio (o dagli
uffici) a cui è abilitato l’utente connesso ed è utilizzabile sia dall’Operatore che
dal Responsabile.
Visualizzazione\Ricerca
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Cerca
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); RCE (Responsabile Centrale); OCE (Operatore Centrale).
Come si accede alla funzione?
Pagina 19 di 108
La ricerca dei dati è avviata specificando
nella finestra “Criteri di ricerca” l’Ufficio
responsabile, l’Ufficio di Servizio, lo Stato
Elenco, la Data Elenco (Dal…Al..), il
Compenso, il Nome Elenco, Elenco da..,
Codice Elenco.
Una volta inseriti i parametri di ricerca
richiesti, l’utente deve selezionare il
pulsante Cerca per iniziare la ricerca in
banca dati.
Per effettuare la ricerca deve essere valorizzato almeno un parametro per la ricerca (qualora l’Ufficio
responsabile risulti pre-impostato, questo viene considerato come criterio di ricerca e pertanto non è
necessario impostare ulteriori parametri);
Inoltre, se si effettua la ricerca per data elenco, digitando il solo campo “data elenco dal” vengono estratti
tutti gli elenchi a partire dalla data digitata; se si valorizza anche il campo “data elenco al” vengono estratti
tutti gli elenchi creati nel periodo compreso tra le date
Che cosa fa la funzione?
La schermata che compare contiene l’insieme degli elenchi che rispondono ai criteri di ricerca impostati e
presenta i seguenti campi:
 Nome Elenco: denominazione dell’elenco;
 Codice Elenco: codice numerico dell’elenco;
 Stato Elenco: descrizione sintetica dello Stato dell’elenco;
 Codice Compenso: codice del compenso;
 Capitolo di Bilancio: numero del capitolo di bilancio;
 Piano gestionale: codice numerico identificativo del piano gestionale;
 Inizio periodo competenza: data di inizio del periodo di competenza (“MM/AAAA” per gli elenchi a
Quantità; “GG/MM/AAAA” per gli elenchi a Importo);
 Fine periodo competenza: data di fine periodo di competenza (“GG/MM/AAAA” solo per gli elenchi di
compensi a Importo);
 Totale lordo: importo totale complessivo calcolato.
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento,
presente nella lista degli elenchi, è possibile visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato
dalla lista.
La schermata che appare Dettaglio Elenco presenta i dati relativi all’elenco che possono variare in base allo
stato dell’elenco. L’elenco completo dei campi visualizzati è riportato di seguito.
La prima sezione riporta i dati di testata dell’elenco con le seguenti informazioni:
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
 Stato elenco: descrizione dello stato di lavorazione in cui si trova l’elenco;
 Data elenco: data di emissione dell’elenco (formato GG/MM/AAAA);
 Compenso: codice e descrizione del compenso;
 Codice elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
 Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
Pagina 20 di 108

Mese/Anno competenza: se tipologia assegno a Quantità: mm/aaaa; se tipologia assegno a importi:
dal “GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
 Tipo tassazione: corrente/separata(se il tipo di tassazione è stata forzata rispetto al valore di
default, appare una opportuna segnalazione);
 Rata di emissione: valore presente nel caso di elenco emesso (formato MM/AAAA);
 Elenco da: canale di provenienza dei dati(valori ammessi: on line, file upload, caricamenti
centralizzati);
 Ufficio Ordinante/POS: presente nel caso in cui l’elenco sia stato approvato;
 Dati ad uso dell’ufficio: dati riepilogativi dell’elenco in cui si trova il compenso;
 Nome elenco: denominazione dell’elenco;
 Note: note;
 Esito calcolo: notifica dell’esito del calcolo.
Sotto la voce Esito calcolo sono presenti quattro colonne compilate riportanti i seguenti dati:
 Tot. lordo: totale imponibile lordo;
 Tot. prev.dat. lav.: importo totale ritenute previdenziali a carico del datore di lavoro;
 Tot. Irap: importo totale Irap;
 Totale: sommatoria dei precedenti importi.
La seconda sezione, che riporta l’elenco dei nominativi a cui sono stati attribuiti compensi/sottocompensi,
presenta le seguenti colonne:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Iscrizione: numero di iscrizione;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Sotto-compenso: codice alfanumerico del sotto-compenso;
 Quantità o importi comunicati nell’elenco: a seconda del tipo di compenso;
 Esito: viene valorizzato a seguito dell’operazione di calcolo o emissione.
La colonna esito può assumere i seguenti valori:
- vuoto: la segnalazione comunicata non è ancora stata sottoposta ad elaborazione, ovvero l’elenco
è stato riportato in stato di lavorazione;
- calcolo corretto: la segnalazione comunicata è stata correttamente elaborata dalla procedura di
calcolo, il cui dettaglio è visualizzabile premendo il pulsante verde presente nella colonna
“dettaglio”;
- calcolo con errori: la segnalazione comunicata è stata elaborata con errore dalla procedura di
calcolo, il cui dettaglio è visualizzabile premendo il pulsante rosso presente nella colonna
“dettaglio”;
- emesso: la segnalazione è stata correttamente elaborata dalla procedura di emissione del
cedolino (premendo il pulsante verde presente nella colonna “dettaglio” viene mostrato lo
sviluppo degli importi così come elaborati dalla procedura di calcolo);
- anomalia in emissione: la segnalazione è stata elaborata con errore dalla procedura di emissione
del cedolino (premendo il pulsante verde presente nella colonna “dettaglio” viene mostrato lo
sviluppo degli importi così come elaborati dalla procedura di calcolo).
Se l’elenco ha subito almeno una richiesta di calcolo, all’interno della lista è presente il pulsante Dettaglio,
selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento. Selezionando questo pulsante l’utente
può accedere alla visualizzazione dei dati di dettaglio dell’esito o dell’eventuale motivazione dell’errore.
Inoltre attraverso il pulsante Storico Elenco è possibile accedere ad un ulteriore schermata Storico Elenco
divisa in due sezioni.
La prima sezione contiene i seguenti dati:
 Ufficio di servizio: codice e descrizione sintetica dell’Ufficio di Servizio;
 Compenso: codice e descrizione del compenso;
 Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
Pagina 21 di 108
 Nome elenco: denominazione dell’elenco.
La seconda sezione visualizza, ordinati cronologicamente, i diversi stati di lavorazione dell’elenco e
comprende le seguenti colonne:
 Data Stato Elenco: data del cambiamento di stato (in formato “GG/MM/AAAA hh:mi:ss”);
 Descrizione Stato Elenco: descrizione sintetica dello stato elenco;
 Utente: nominativo dell’utente che ha effettuato l’operazione;
 Esito operazione : descrizione sintetica dell’esito dell’operazione;
 Importo calcolato: importo calcolato;
 Totale prev. dat. lav.: importo totale ritenute previdenziali a carico del datore di lavoro;
 Totale IRAP: importo totale IRAP.
Sempre se l’elenco è stato già approvato, nella schermata Dettaglio Elenco è presente anche il pulsante
Esporta mediante il quale è possibile esportare sul proprio computer, in un file excel, i dati dell’elenco
inseriti a sistema. Una volta selezionato il pulsante, è necessario cliccare su Apri, nella finestra di download,
per visualizzare il file excel che riporta i dati inseriti nel sistema, oppure cliccare su Salva per salvare il file
nel proprio computer.
I dati esportati saranno sia quelli di testata (numero, denominazione, stato elenco, Ufficio di servizio, tipo
assegno, ecc…) sia la lista dei compensi comunicati (nominativo, codice fiscale, tipo sottocompenso,
quantità/ importo, eventuale esito calcolo, ecc…).
Premendo il pulsante Esci si torna alla schermata di Dettaglio elenco.
3.1.2.1.1.2
Gestione ad Elenchi/Nuovo Elenco
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente nella “Gestione ad elenchi”, permette di creare un nuovo
elenco online per poter procedere alla gestione e registrazione dei compensi
accessori.
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Nuovo elenco
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze) RCE
(Responsabile centrale), OCE (Operatore centrale), accessorie).
Come si accede alla funzione?
La ricerca dei dati è avviata cliccando il
pulsante Nuovo nella finestra “Criteri di
ricerca” della funzione Gestione Elenchi.
Successivamente l’utente deve indicare
nella finestra di ricerca Nuovo Elenco
l’Ufficio responsabile, l’Ufficio di Servizio,
il Capitolo, il Compenso, il Centro di
Costo, il Mese/Anno competenza, Tipo di
Tassazione, il Nome Elenco, le Note e
l’Elenco Beneficiari a partire da:.
Una volta inseriti i parametri richiesti,
l’utente deve selezionare il pulsante
Pagina 22 di 108
Conferma per caricare i dati in banca dati.
Nel campo “Elenco Beneficiari a partire da:” l’utente può scegliere se selezionare nella lista a tendina la lista
completa del personale dell’ufficio di servizio selezionato, oppure caricare una lista di personale già lavorato
negli ultimi 10 elenchi, relativamente al tipo assegno selezionato.
Inoltre è associato al campo un pulsante Anteprima alla cui pressione viene visualizzata una schermata
sovrapposta con la lista dei beneficiari inclusi nell’elenco selezionato.
Dopo l’inserimento dei criteri di ricerca vengono eseguiti i seguenti controlli:
- formato date;
- per elenchi ad Importi: “data dal” deve essere minore di “data al”;
- per elenchi ad Importi: “data dal” e “data al” devono essere nello stesso anno;
- per elenchi ad Importi: data inizio competenza deve essere minore della data corrente;
- se compenso a quantità: mensilità competenza deve essere inferiore alla mensilità della rata in emissione;
- tipo tassazione: se l’anno della data di competenza è inferiore all’anno della rata in corso viene impostata
automaticamente il tipo tassazione separata; in caso contrario viene impostata automaticamente il tipo
tassazione corrente. Se l’utente imposta nella lista a tendina un valore diverso da quello calcolato da
sistema, viene visualizzata una dicitura accanto al campo che indica “Tassazione modificata”.
Che cosa fa la funzione?
Se l’utente ha selezionato correttamente i “criteri di ricerca” viene visualizzato il messaggio “Operazione
correttamente eseguita – Codice elenco” affiancato da un valore progressivo numerico, assegnato dal
sistema all’elenco ed utilizzabile dall’utente per successive ricerche.
La schermata che appare è divisa in due sezioni.
Nella prima sezione vengono visualizzati i valori impostati.
La seconda sezione visualizza l’elenco di tutti i soggetti appartenenti all’Ufficio di Servizio oppure di tutti i
nominativi appartenenti all’elenco prescelto.
La lista dei beneficiari comprende i seguenti campi:
 Campo selezione: da selezionare con un flag;
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione;
 Codice Qualifica: codice identificativo della qualifica dell’amministrato;
 Sotto compenso: descrizione del sotto compenso non valorizzato In fase di creazione dell’elenco;
 Importo: quantità dell’importo, non valorizzato In fase di creazione dell’elenco.
La funzione permette di operare su un gruppo di beneficiari o su un singolo beneficiario.
1) Per la lavorazione su un gruppo di beneficiari è necessario selezionare i nominativi da inserire nell’elenco e
attivare il pulsante Lavora selezionati. Attraverso la selezione del pulsante appare una schermata Dati
Elenco nella quale sono presenti i seguenti campi:
 Compenso: campo valorizzato;
 Periodo Competenza: campo valorizzato;
 Capitolo/P.G.: campo valorizzato;
 Sotto-compenso: campo da selezionare dalla lista.
Una volta valorizzati tutti i campi, viene visualizzato l’elenco dei nominativi selezionati per ognuno dei quali
vengono riportati i seguenti dati:
 Codice fiscale: campo valorizzato;
 Cognome: campo valorizzato;
 Nome: campo valorizzato;
 Iscrizione: campo valorizzato;
Pagina 23 di 108
 Codice qualifica: campo valorizzato;
 Livello: campo valorizzato;
 Importi/Quantità Autorizzate: campo valorizzato;
 Importi/Quantità comunicate altri elenchi: campo valorizzato;
 Importi/Quantità da comunicare: valore da inserire con l’importo da comunicare;
 Note: note da inserire.
Selezionare il pulsante Salva per comunicare i dati inseriti.
2) Per la lavorazione su un singolo beneficiario, è necessario attivare il pulsante Dettaglio, selezionabile
cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, nella lista dei beneficiari attraverso il quale è possibile
visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato dalla lista. Nella tabella visualizzata nella
schermata Visualizza dettaglio sono presenti i seguenti dati:
 Compenso: campo valorizzato;
 Periodo Competenza: campo valorizzato;
 Capitolo/P.G.: campo valorizzato;
 Nominativo: anagrafica del soggetto;
 Codice fiscale: campo valorizzato;
 Iscrizione: campo valorizzato.
Dettaglio ufficio:
 Comparto: campo valorizzato;
 Qualifica: campo valorizzato;
 Livello: campo valorizzato;
 Centro di costo: campo valorizzato.
Sottocompensi attribuiti:
 Sottocompenso: campo valorizzabile tramite menù a tendina;
 Importi/Quantità autorizzate: campo valorizzato;
 importi/quantità comunicate da altri elenchi: campo valorizzato;
 importi/quantità da comunicare: importo da inserire;
 Note: note.
Per selezionare una riga apporre un flag nel campo Sel.
Selezionando il pulsante Aggiungi Sotto-compenso è possibile inserire ulteriori sottocompensi per lo stesso
beneficiario. Selezionando Elimina Selezionati è possibile eliminare i sottocompensi inseriti. Cliccando Salva
vengono salvati i dati inseriti, cliccando Annulla l’operazione viene annullata.
Nella parte inferiore della schermata principale sono presenti ulteriori pulsanti:
- Selezionando Seleziona Tutti è possibile selezionare tutti i nominativi della lista
- Selezionando Aggiungi Beneficiario all’Elenco, è possibile aggiungere nominativi all’elenco in
lavorazione, anche se in servizio presso altre amministrazioni. Una volta cliccato il pulsante appare una
schermata nella quale vengono visualizzati i seguenti campi da valorizzare:
 Codice fiscale: codice fiscale del beneficiario;
 Cognome: cognome del beneficiario;
 Nome: nome del beneficiario;
 Iscrizione: numero d’iscrizione del beneficiario.
Cliccare sul pulsante Cerca per avviare la ricerca del beneficiario da aggiungere, quindi nella schermata
Aggiungi Beneficiario inserire l’importo del compenso e cliccare sul tasto Salva.
Selezionando Lavora elenco è possibile visualizzare l’elenco nella modalità modifica (v. funzione:
Gestione ad Elenchi/Modifica Elenco).
Premendo il pulsante Esci si torna alla finestra che visualizza i criteri di ricerca.
3.1.2.1.1.3
Gestione ad Elenchi/Modifica Elenco
Pagina 24 di 108
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
La funzione presente all’interno della Gestione Elenchi permette di modificare
il contenuto degli elenchi che si trovano nello stato “In lavorazione”. E’
possibile creare e modificare un elenco esistente o un nuovo elenco online per
poter procedere alla gestione e registrazione dei compensi accessori.
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Modifica elenco
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie), RCE (Responsabile centrale), OCE (Operatore centrale).
RCA (Responsabile competenze accessorie),approvazione di primo livello.
Le modifiche possono riguardare sia i dati di Testata, sia la lista dei nominativi acquisiti, sia i valori dei
compensi (importi/quantità) acquisiti.
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Modifica nella schermata Dettaglio
Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che appare Modifica Elenco è divisa in due sezioni.
La prima sezione riporta i dati di testata dell’elenco con le seguenti informazioni:
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
 Stato elenco: descrizione dello stato di lavorazione in cui si trova l’elenco;
 Data elenco: data di emissione dell’elenco (formato GG/MM/AAAA);
 Compenso: codice e descrizione del compenso;
 Codice elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
 Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
 Mese/Anno competenza: se tipologia assegno a Quantità: mm/aaaa; se tipologia assegno a importi:
dal “GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
 Tipo tassazione: corrente/separata(se il tipo di tassazione è stata forzata rispetto al valore di
default, appare una opportuna segnalazione);
 Rata di emissione: valore presente nel caso di elenco emesso (formato MM/AAAA);
 Elenco da: canale di provenienza dei dati(valori ammessi: on line, file upload, caricamenti
centralizzati);
Pagina 25 di 108
 Dati ad uso dell’ufficio: dati riepilogativi dell’elenco in cui si trova il compenso
 Nome elenco: denominazione dell’elenco, dato modificabile;
 Note: note inserite dall’utente, dato modificabile;
All’interno della sezione sono presenti anche i pulsanti
- Salva Dati Testata, per salvare le variazioni apportate ai dati di testata dell’elenco
- Annulla, per annullare le eventuali variazioni apportate ai dati di testata dell’elenco
La seconda sezione comprende la lista dei nominativi beneficiari.
Per modificare il caricamento della lista dei nominativi è necessario considerare i criteri prescelti nella scelta
effettuata all’atto della creazione dell’elenco (opzione “Elenco beneficiari a partire da” . Vengono
visualizzati, oltre ai nominativi a cui sia stato già assegnato un compenso, anche tutti i nominativi presenti
nell’elenco iniziale.
1) Per la lavorazione su un gruppo di beneficiari è necessario selezionare i nominativi da inserire nell’elenco e
attivare il pulsante Lavora selezionati. Attraverso la selezione del pulsante appare una schermata Dati
Elenco nella quale sono presenti i seguenti campi:
 Compenso: campo valorizzato;
 Periodo Competenza: campo valorizzato;
 Capitolo/P.G: campo valorizzato;
 Sotto-compenso: campo da selezionare dalla lista.
Una volta valorizzati tutti i campi, viene visualizzato l’elenco dei nominativi selezionati per ognuno dei quali
vengono riportati i seguenti dati:
 Codice fiscale: campo valorizzato;
 Cognome: campo valorizzato;
 Nome: campo valorizzato;
 Iscrizione: campo valorizzato;
 Codice qualifica: campo valorizzato;
 Livello: campo valorizzato;
 Quantità Autorizzate: campo valorizzato;
 Quantità comunicate ad altri elenchi: campo valorizzato;
 Quantità da comunicare: valore da inserire con l’importo da comunicare;
 Note: note da inserire.
Selezionare il pulsante Salva per comunicare i dati inseriti. Selezionare Annulla per annullare l’operazione.
2) Per la lavorazione su un singolo beneficiario, è necessario attivare il pulsante Dettaglio, selezionabile
cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, nella lista dei beneficiari attraverso il quale è possibile
visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato dalla lista. Nella tabella visualizzata nella
schermata Visualizza dettaglio sono presenti i seguenti dati modificabili:
 Campo selezione: da selezionare con un flag;
 Sotto-compenso: valore da selezionare dalla lista è possibile inserire ulteriori sotto-compensi per lo
stesso beneficiario;
 importi/quantità autorizzate: campo valorizzato;
 Importi/quantità comunicate da altri elenchi: campo valorizzato;
 Importi/quantità da comunicare: importo da inserire;
 Note: note.
Inoltre, selezionando il pulsante Aggiungi Sotto-compenso è possibile inserire ulteriori sotto-compensi per lo
stesso beneficiario. Selezionando Elimina selezionati vengono eliminati i compensi selezionati.
Selezionando il pulsante Salva i comunicano i dati inseriti. Selezionando Annulla si annulla l’operazione.
Nella parte inferiore della schermata sono presenti ulteriori pulsanti: selezionando Seleziona Tutti è possibile
selezionare tutti i nominativi della lista. Selezionando Aggiungi Beneficiario all’Elenco nella schermata di
dettaglio elenco in modalità modifica, è possibile aggiungere nominativi all’elenco in lavorazione, anche se in
servizio presso altre amministrazioni. Una volta cliccato il pulsante appare una schermata Aggiungi
Beneficiario all’elenco nella quale vengono visualizzati i seguenti campi da valorizzare:
 Codice fiscale: codice fiscale;
Pagina 26 di 108
 Cognome e nome: dati anagrafici dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato.
Cliccare sul pulsante Cerca per avviare la ricerca del beneficiario da aggiungere, quindi nella schermata
Aggiungi Beneficiario inserire l’importo del compenso e cliccare sul tasto Salva. Con il pulsante Annulla si
azzerano i criteri di ricerca. Con il pulsante Chiudi si torna all’elenco degli amministrati;
Non possono essere inclusi beneficiari che risultino già presenti nell’elenco o, nel caso di elenchi a quantità
(compenso straordinario), che risultino cessati nel periodo di competenza del compenso;
Inoltre è da specificare che se la schermata di dettaglio dell’amministrato da inserire in elenco viene chiusa
senza che sia stato attribuito alcun compenso, nella successiva visualizzazione dell’elenco il nominativo non
risulterà presente e dovrà essere cercato nuovamente.
Selezionando Lavora Selezionati è possibile, una volta selezionati i nominativi sull’elenco degli amministrati,
acquisire per un determinato sotto-compenso, gli importi o le quantità da corrispondere. Cliccando sul
pulsante che attiva la funzione è possibile visualizzare una schermata nella quale vengono indicati i seguenti
dati dell’elenco:
 Compenso: tipologia di compenso (campo valorizzato);
 Periodo Competenza: periodo di competenza (campo valorizzato);
 Capitolo/P.G.: capitolo di bilancio (campo valorizzato);
 Sotto-compenso: campo da selezionare dalla lista.
Dopo avere effettuato la scelta viene caricata la schermata con la lista dei nominativi a ciascuno dei quali è
associato un campo relativo al singolo amministrato:
 Input: quantità/importo:
 Note: eventuali note
 Percentuale esenzione: percentuale di esenzione
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e nome: cognome e nome;
 Iscrizione: codice numerico dell’iscrizione;
 Codice qualifica: codice alfanumerico della qualifica;
 Quantità/Importo autorizzato: quantità/importo di compensi della stessa tipologia, per lo stesso
periodo di competenza, autorizzati dallo stesso Ufficio di Servizio che sta effettuando la
comunicazione, (non modificabile);
 Quantità / importo comunicato in altri elenchi: contiene le quantità/importo di compensi della
stessa tipologia, per lo stesso periodo di competenza, comunicati in altri elenchi dallo stesso Ufficio di
Servizio che sta effettuando la comunicazione ma non ancora autorizzati, (non modificabile);
 Quantità/importo da comunicare: campo modificabile e obbligatorio;
 Percentuale esenzione: campo modificabile e facoltativo presente solo se prevista per la tipologia di
compenso a cui si riferisce l’elenco;
 Note: modificabile e facoltativo.
Il formato del campo “quantità/importo da comunicare” è sottoposto a controllo in funzione del tipo sottocompenso (I o Q):
- se I : importo nel formato 9.999,99
- se Q : numero intero nel formato 999.
Se il campo “Percentuale Esenzione” è presente, il valore digitato non deve superare la soglia di esenzione
massima prevista per la tipologia di compenso.
Con il pulsante Annulla la funzione torna all’elenco degli amministrati in lavorazione;
Con il pulsante Salva la funzione torna all’elenco degli amministrati valorizzando i campi “quantità/ importo
comunicato” con i valori prima inseriti.
L’utente può ripetere l’operazione di selezione dei nominativi e successivo inserimento dei sottocompensi
per:
 inserire ulteriori valori compensi per nominativi non ancora selezionati;
 modificare i valori già inseriti;
Pagina 27 di 108

inserire tipologie differenti di sottocompenso per gli stessi nominativi. In quest’ultimo caso, ultimata
l’operazione di inserimento dei sottocompensi, al rientro sull’elenco degli amministrati verranno
aggiunte ulteriori righe per lo stesso nominativo.
Selezionando Lavora elenco è possibile visualizzare l’elenco in lavorazione
Selezionando il pulsante Elimina Selezionati attivabile dalla schermata di Dettaglio Elenco in modalità
modifica, è possibile annullare i relativi dati comunicati, una volta selezionati i nominativi dall’elenco degli
amministrati. Cliccando sul pulsante viene visualizzata una richiesta di conferma dell’operazione per
l’aggiornamento dell’elenco. La funzione azzera i campi Quantità/Importo inseriti, ed eventualmente
rimuove le righe corrispondenti a diversi sottocompensi selezionati per lo stesso dipendente.
3.1.2.1.1.4
Gestione ad Elenchi/Elimina Elenco
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione presente all’interno della Gestione Elenchi permette di eliminare
uno o più elenchi selezionati ed è attivabile solo per elenchi che si trovano in
determinati stati di lavorazione (In lavorazione, calcolo effettuato, da
autorizzare).
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Elimina elenco
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie),RCE (Responsabile centrale), OCE
(Operatore centrale), soltanto per la soluzione avanzata in caricamenti
centralizzati; OCA(Operatore competenze accessorie).
L’utente con il ruolo OPA può attivare la funzione solo per gli elenchi che si trovano in stato di lavorazione.
- In lavorazione;
- Calcolo effettuato.
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Elimina Elenco nella schermata
Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
Nella schermata che appare viene visualizzata una richiesta di conferma di eliminazione dell’elenco.
Al termine dell’operazione viene nuovamente visualizzata la schermata di ricerca elenchi.
3.1.2.1.1.5
Gestione ad Elenchi/Esegui Calcolo
Pagina 28 di 108
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente all’interno della Gestione Elenchi, permette di richiedere
la simulazione della spesa per l’elenco selezionato solo se in stato “in
lavorazione”.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Esegui Calcolo
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCE (Responsabile centrale), OCE (Operatore centrale) in caricamenti
centralizzati nella soluzione avanzata, RCA (Responsabile competenze
accessorie), OCA (Operatore competenze accessorie).
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Esegui Calcolo nella schermata
Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
Nella schermata che appare, il sistema comunica che è stata avviata la procedura di calcolo con il seguente
messaggio: “La procedura di calcolo è stata eseguita correttamente”.
La funzione è attivabile solo sugli elenchi che risultano “in lavorazione” e che contengano almeno una
segnalazione, pertanto è possibile richiedere più volte il calcolo su uno stesso elenco nel caso in cui sia stato
rimesso in lavorazione mediante l’apposita funzione.
La conclusione della procedura di calcolo viene comunicata all’utente mediante e-mail e notifica nell’area
Notifiche della pagina web.
Se la procedura è stata eseguita è necessario ricercare gli elenchi in stato “calcolo effettuato” e selezionare
il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, per accedere alle
funzioni di visualizzazione dell’esito del calcolo.
La schermata Dettaglio Elenco è divisa in due sezioni:
La prima sezione riporta i dati relativi all’elenco e la tabella con gli importi del calcolo.
- In caso di esito negativo del calcolo, il sistema evidenzia gli scarti e il campo Esito Calcolo viene
valorizzato con la voce “Procedura di calcolo terminata con scarti”.
- In caso di esito positivo, il campo Esito Calcolo viene valorizzato con la voce “Elaborazione
correttamente eseguita”
Nella stessa sezione, la procedura di calcolo genera dei totali evidenziati in una tabella e in particolare:
 Totale lordo: totale lordo;
 Totale prev. Dat. Lav.: totale previdenziali a carico datore di lavoro;
Pagina 29 di 108
 Totale Irap: totale irap;
 Totale: totale generale.
Nella seconda sezione vengono riportati i nominativi della lista e le relative informazioni:
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Cognome e Nome: cognome e nome dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Sottocompenso: codice alfanumerico del sottocompenso;
 Quantità o importi comunicati nell’elenco: a seconda del tipo di compenso;
 Esito: viene valorizzato a seguito dell’operazione di calcolo o emissione.
Nell’ultima colonna della lista è presente il pulsante di Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma
di lente di ingrandimento che sarà:
- rosso se sono presenti scarti nella procedura di calcolo per il corrispondente beneficiario,
- verde se l’elaborazione del calcolo è correttamente eseguita per il corrispondente beneficiario
Nel caso di pulsante verde, selezionando il tasto è possibile visualizzare le informazioni del beneficiario, i dati
del sottocompenso ed i calcoli delle previdenziali.
Presa visione del risultato positivo del calcolo è possibile selezionare il pulsante Richiedi approvazione che
consente all’Operatore di inoltrare l’elenco per l’approvazione del Responsabile e per il successivo invio a
RGS.
E’ possibile applicare la funzione solo agli elenchi con stato “Calcolo Effettuato” che non abbiano generato
errori di calcolo (nel caso in cui il calcolo abbia prodotto degli scarti l’operatore non può richiedere
l’approvazione).
Una volta attivata la funzione è possibile inserire più destinatari Responsabili dell’approvazione valorizzando i
seguenti campi nella schermata Aggiungi destinatari:
•
Cognome e Nome: cognome e nome dell’utente Responsabile dell’approvazione;
•
Codice fiscale: codice fiscale dell’utente Responsabile dell’approvazione;
•
Email: indirizzo di posta elettronica nell’ipotesi di destinatario fuori rubrica
•
Testo email: testo dell’email destinata all’utente Responsabile.
Se non si desidera aggiungere nessun destinatario cliccare il pulsante Annulla.
La schermata successiva visualizza il messaggio: “E’ stata richiesta l’approvazione dell’elenco”. L’utente
deve, quindi, cliccare sul tasto Esci per rendere l’elenco disponibile alla successiva operazione di
approvazione ed invio a RGS da parte dei Responsabili.
 Successivamente, la funzione imposta lo stato dell’elenco al valore “Da approvare”.
 La richiesta di approvazione viene comunicata all’utente Responsabile mediante e-mail e notifica
nell’area “Notifiche” della pagina web.
Selezionando, invece, il pulsante Rimetti l’elenco in lavorazione è possibile rimettere allo stato di
lavorazione gli elenchi su cui sia stato eseguito il calcolo o che siano stati respinti da RGS e apportare le
modifiche necessarie per poi rieseguire nuovamente la procedura di calcolo.
E’ eseguibile per gli elenchi che si trovino nei seguenti stati di lavorazione:
•
Calcolo effettuato;
•
Da autorizzare;
La funzione è disponibile sia all’Operatore sia al Responsabile in quanto può essere necessario riportare
l’elenco nello stato “In lavorazione” sia quando l’operatore ritenga di dover apportare delle variazioni (stato
“Calcolo effettuato”), sia quando il responsabile neghi l’autorizzazione all’invio (stato “Da approvare”) o
decida di correggere un elenco respinto da RGS (“Respinto da RGS”).
La rimessa in lavorazione viene comunicata all’utente Operatore Responsabile mediante e-mail e notifica
nell’area “Notifiche” della pagina web. Una volta attivata la funzione è possibile inserire più destinatari
Responsabili dell’approvazione valorizzando la schermata Aggiungi destinatari.
Pagina 30 di 108
3.1.2.1.1.6
Gestione ad Elenchi/Totalizza
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente all’interno della sottofunzione di ricerca nella Gestione
Elenchi, permette di calcolare la somma degli importi lordi, relativamente ad
un insieme di elenchi, per i quali sia stata eseguita la procedura di calcolo.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Totalizza
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie), RCE (Responsabile centrale), OCE (Operatore centrale).
La funzione può essere attivata da tutti gli utenti e per tutti gli elenchi per i quali sia stata eseguita la
procedura di calcolo, cioè che risultino nello stato di “Calcolo in corso”, “Calcolo effettuato”, “Da
approvare”, “Pagamento autorizzato” ”Respinto da RGS”.
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando
il pulsante Totalizza nella schermata di
ricerca elenchi che sono in stato
“Calcolo effettuato”.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che appare contiene la lista degli elenchi per i quali saranno sommati gli importi lordi.
Nella lista sono riportati i seguenti campi:
 Nome elenco: denominazione dell’elenco;
 Codice Elenco: numero codice elenco;
 Stato Elenco: stato calcolo effettuato;
 Codice Compenso: codice alfanumerico compenso;
 Capitolo di Bilancio: codice numerico del capitolo di bilancio;
 Inizio Periodo Compenso: data inizio periodo competenza;
 Fine Periodo Compenso: data fine periodo competenza;
 Totale Lordo: importo totale lordo;
 Campo selezione: check selezionabile con un flag
Nella schermata è presente il pulsante Seleziona Tutti per selezionare tutti gli elenchi della lista Deseleziona
tutti per deselezionare tutti.
Selezionando il pulsante Calcola Totale, nella parte inferiore della schermata, viene visualizzato il totale
degli elenchi selezionati.
Con il pulsante Annulla viene azzerato il calcolo.
Pagina 31 di 108
3.1.2.1.1.7
Gestione ad Elenchi/Richiedi Autorizzazione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente all’interno della sotto funzione di Gestione Elenchi,
permette agli utenti di richiedere di sottoporre l’elenco all’attenzione del
Responsabile per l’autorizzazione al pagamento.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Richiedi Autorizzazione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie),
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Richiedi Autorizzazione nella
schermata di Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La funzione si applica agli elenchi per i quali è stato effettuato il calcolo e che non abbiano generato errori
di calcolo. La funzione imposta lo stato dell’elenco al valore “Da Approvare”.
Nel caso in cui il calcolo abbia prodotto degli scarti questi sono evidenziati nel dettaglio elenco; in tal caso
l’operatore non può richiedere l’approvazione.
L’attivazione del pulsante e la conseguente richiesta di autorizzazione viene comunicata all’utente
Responsabile mediante e-mail e notifica nell’area “Notifica” della pagina web.
Prima di procedere all’inoltro della notifica di “richiesta autorizzazione”, appare la schermata Aggiungi
destinatari, all’interno della quale è possibile inserire destinatari Responsabili fuori rubrica.
L’utente può procedere ad inserire i seguenti dati:
•
Cognome e Nome: cognome e nome dell’utente Responsabile dell’approvazione;
•
Codice fiscale: codice fiscale dell’utente Responsabile dell’approvazione;
•
Email: indirizzo di posta elettronica nell’ipotesi di destinatario fuori rubrica;
•
Testo email: testo dell’email destinata all’utente Responsabile.
Cliccare sul tasto Annulla se non si desidera inviare alcuna notifica.
Cliccare sul pulsante Invio se l’utente desidera procedere.
A questo punto il sistema restituirà il messaggio “E’ stata richiesta l’autorizzazione dell’elenco”
Pagina 32 di 108
L’utente può selezionando il tasto Esporta, per esportare sul proprio computer, in un file excel, i dati
dell’elenco per il quale è stata richiesta l’autorizzazione. Una volta selezionato il pulsante, è necessario
cliccare su Apri, nella finestra di download, per visualizzare il file excel, oppure cliccare su Salva per salvare
il file nel proprio computer.
L’utente deve cliccare, infine, su Esci per concludere l’operazione e rendere l’elenco disponibile alla
successiva operazione di autorizzazione da parte del Responsabile.
3.1.2.1.1.8
Gestione ad Elenchi/Autorizza Pagamento
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente all’interno della sotto funzione di Gestione Elenchi,
consente l’autorizzazione di un pagamento da parte del Responsabile dei dati
contenuti nell’elenco. L’importo del pagamento viene calcolato in base alle
informazioni contenute nell’elenco stesso.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Autorizza Pagamento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie).
La funzione è applicabile agli elenchi con stato “Da approvare”, e imposta lo stato dell’elenco al valore
“Pagamento autorizzato“, che lo rende definitivamente non modificabile.
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante
Autorizza
Pagamento
nella
schermata di Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
Una volta autorizzato il pagamento da parte del Responsabile l’elenco viene consolidato divenendo
elaborabile da parte delle procedure di produzione del cedolino.
3.1.2.1.1.9
Obiettivo
Gestione ad Elenchi/Annulla Elenco Autorizzato
La funzione, presente all’interno della sotto funzione di ricerca nella Gestione
Elenchi, consente la messa in lavorazione o l’eliminazione di un elenco
Pagina 33 di 108
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
autorizzato ma non ancora pagato.
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Annulla Elenco Autorizzato
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie), per compensi accessori; RCE (Responsabile centrale), OCE
(Operatore centrale) per caricamenti centralizzati nella soluzione avanzata.
La funzione è applicabile agli elenchi con stato “Pagamento Autorizzato”, che non siano stati ancora
elaborati dalla procedura di emissione.
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Annulla Pagamento Autorizzato
nella schermata di Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
Una volta attivata la funzione, il sistema offre all’utente la possibilità di scegliere se annullare e rimettere in
lavorazione l’elenco o se annullare ed eliminare l’elenco.
- Nel caso di annullamento, l’elenco viene rimesso nello stato di lavorazione e può essere sottoposto a
tutte le operazioni consentite sugli elenchi in tale stato (Modifica, richiesta di calcolo, eliminazione,
…);
- nel caso di eliminazione dell’elenco, il sistema torna alla schermata di ricerca elenchi.
Inoltre è presente il pulsante Storico Elenco che permette di accedere ad un ulteriore schermata Storico
Elenco divisa in due sezioni.
La prima sezione contiene i seguenti dati:
 Ufficio di servizio: codice e descrizione sintetica dell’Ufficio di Servizio;
 Compenso: codice e descrizione del compenso;
 Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
 Nome elenco: denominazione dell’elenco (indicata con codice alfanumerico).
La seconda sezione visualizza, ordinati cronologicamente, i diversi stati di lavorazione dell’elenco e
comprende le seguenti colonne:
 Data Stato Elenco: data del cambiamento di stato (in formato “GG/MM/AAAA hh:mi:ss”);
 Descrizione Stato Elenco: descrizione sintetica dello stato elenco;
 Utente: nominativo dell’utente che ha effettuato l’operazione;
 Esito operazione: descrizione sintetica dell’esito dell’operazione;
Pagina 34 di 108
 Importo calcolato: importo calcolato se presente;
 Totale Previsto Data di lavorazione: importo totale previsto alla data di lavorazione;
 Totale IRAP: importo totale IRAP.
Con il pulsante Chiudi è possibile tornare alla lista degli elenchi;
3.1.2.1.1.10
Gestione ad Elenchi/Revoca Autorizzazione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente all’interno della sotto funzione di ricerca nella Gestione
Elenchi, consente di annullare elenchi in stato Autorizzato, che non siano stati
ancora elaborati con la procedura di emissione.
Inserimento/Modifica/Annullamento
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Gestione
ad elenchi\Revoca Autorizzazione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie),
RCE (Responsabile centrale) solo per la soluzione avanzata.
La funzione è ad uso esclusivo delle Istituzioni Scolastiche ed in particolare dei due responsabili: il
“Direttore dei servizi generali ed amministrativi” ed il “Dirigente scolastico” per le Istituzioni scolastiche
statali, il “Direttore amministrativo” ed il “Direttore dell’ufficio di ragioneria” per le Istituzioni AFAM
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Revoca Autorizzazione nella
schermata di Dettaglio Elenco.
La funzione è attivabile solo per gli elenchi in stato “Pagamento Autorizzato”.
Che cosa fa la funzione?
Una volta attivata la funzione, il sistema visualizza la finestra di pop up col seguente messaggio “Sei sicuro di
voler revocare l’elenco?”
L’utente deve selezionare il pulsante Ok, per procedere con la revoca e deve indicare se intende inviare la
notifica agli utenti interessati.
Pagina 35 di 108
La nuova funzione consente alle scuole di revocare l’autorizzazione al pagamento degli elenchi di compensi
accessori in modo da consentire interventi sull’elenco stesso fino alla data di emissione dello stipendio
comprensivo delle relative competenze accessorie.
L’annullamento è consentito pertanto fino all’ultimo giorno della rata in lavorazione.
Nel caso di revoca il sistema Gestione Accessoria comunica al SIRGS di ripristinare la relativa disponibilità del
POS sul capitolo/pag di riferimento e provvede in automatico a variare lo stato dell’elenco da “Pagamento
autorizzato” in ”Revoca autorizzazione in corso”.
Alla successiva conferma da parte del SIRGS dell’avvenuto ripristino della disponibilità l’elenco passerà prima
nello stato “Revoca dopo autorizzazione” e subito dopo nello stato “In lavorazione”. In questa fase l’utente
potrà intervenire in modifica sull’elenco, lasciare l’elenco in lavorazione o decidere di eliminarlo
definitivamente.
3.1.2.1.2
Elenchi Eliminati
Obiettivo
La funzione consente di ricercare gli elenchi eliminati.
Tipologia funzione
Visualizzazione/Ricerca
Percorso
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Accessori\Accessori C.U.\Elenchi
Eliminati
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
Ruolo abilitato
RCE (Responsabile Centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore Centrale), OCA (Operatore competenze accessorie).
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca l’utente deve
specificare nella finestra “Criteri di
ricerca” l’Ufficio Responsabile, l’Ufficio di
Servizio, la Data Creazione Elenco
(Dal..Al..), la Data Eliminazione Elenco
(Dal..Al..), il Nome Elenco, l’Elenco da e il
Codice Elenco.
La ricerca in banca dati è avviata cliccando
il pulsante Cerca.
Perché
-
la ricerca produca risultati:
deve essere compilato almeno un campo,
se digitato “data creazione al”, deve essere valorizzato “data creazione dal”
se digitato “data eliminazione al”, deve essere valorizzato “data eliminazione dal”
Che cosa fa la funzione?
La schermata che appare contiene la lista degli elenchi eliminati risultanti dai criteri di ricerca selezionati.
Nella lista sono riportati i seguenti campi:
Pagina 36 di 108
• Data eliminazione: data in cui è stato eliminato l’elenco;
• Nome elenco: denominazione dell’elenco;
• Codice elenco: codice numerico dell’elenco;
• Codice compenso: codice alfanumerico del compenso;
• Capitolo di Bilancio: numero del capitolo di Bilancio;
• P.G.: piano gestionale;
• Inizio Periodo Competenza:(data dal … al);
• Fine Periodo Competenza:(data dal … al);
• Data creazione: data di creazione dell’elenco;
• Totale Lordo: importo totale lordo.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato dalla lista elenchi eliminati.
La schermata che appare Dettaglio Elenco Eliminato è divisa in due sezioni:
Nella prima sezione sono presenti i seguenti campi già valorizzati:
• Ufficio Responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
• Ufficio di Servizio: Ufficio che ha effettuato la comunicazione dei compensi; codice - descrizione;
• Data Creazione: data di creazione dell’elenco GG/MM/AAAA;
• Compenso: codice e descrizione del compenso;
• Codice Elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
• Capitolo/ P.G.: numero capitolo o piano gestionale.;
• Periodo Competenza: se tipologia assegno a Quantità: mm/aaaa; se tipologia assegno a Importi: dal
“GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
• Tipo Tassazione: corrente/separata (se tipo tassazione è stata forzata rispetto al valore di default,
appare una opportuna segnalazione);
• Elenco da: canale di provenienza dei dati; valori ammessi: on line, file upload, caricamenti
centralizzati;
• Data eliminazione: data di eliminazione dell’elenco (gg/mm/aaaa);
• Nome file origine: denominazione del file eliminato;
• Ufficio Ordinante/POS: presente nel caso in cui l’elenco sia stato approvato prima della
cancellazione;
• Nome Elenco: identificativo denominazione dell’elenco assegnato dall’Utente;
• Note: note inserite.
L’utente deve, quindi, cliccare sul tasto Esci per tornare alla schermata principale.
3.1.2.1.3
Consultazione Piano di Riparto
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione permette, in fase di rilascio, di visualizzare, per ogni capitolo/PG,
l’importo stanziato, l’importo richiesto, l’importo autorizzato, l’importo
disponibile
Visualizzazione\Ricerca
Gestione Accessoria\ Attività uffici\Compensi accessori\Accessori CU\
Consultazione Piano di riparto
Gestione Amministrati> Gestione Pagamenti
RCA (Responsabile competenze accessorie, RCE (Responsabile centrale) solo per
soluzione avanzata; OCE (Operatore Centrale), OCA (Operatore competenze
accessorie).
Come si accede alla funzione?
Pagina 37 di 108
Nella finestra Criteri di ricerca vanno
inseriti i seguenti dati: Esercizio
(valorizzato con l’anno in corso in
automatico dal sistema), Ufficio
responsabile, Ufficio ordinante/POS.
Che cosa fa la funzione?
Sulla base della valorizzazione dei criteri di ricerca viene richiamato il servizio esposto dal sottosistema Spese
Web che restituisce le seguenti informazioni, ripetute per ogni piano di riparto presente, per il POS
selezionato:
 Capitolo: capitolo a cui l’utente risulta abilitato, selezionabile dal menu a tendina;
 Piano gestionale: piano gestionale associato dal capitolo selezionato, selezionabile dal menu a
tendina;
 Importo stanziato: importo totale dello stanziamento;
 Importo richiesto: il subtotale che ha superato il controllo di capienza ma è in attesa del controllo di
merito da parte dell’ufficio di bilancio competente;
 Importo autorizzato: il subtotale approvato dall’ufficio di bilancio competente;
 Importo disponibile: l’importo risultante dalla differenza tra l’importo stanziato e l’importo richiesto
più l’importo autorizzato.
Per quanto concerne le Istituzioni scolastiche statali e le Istituzioni AFAM l’importo richiesto non è mai
valorizzato mentre l’Importo autorizzato riporta il subtotale approvato dall’ufficio centrale di bilancio.
Per favorire una migliore lettura, le informazioni visualizzate possono essere filtrate per capitolo/piano
gestionale.
In caso di assenza totale di piani di riparto, la funzione evidenzia un apposito messaggio.
Sono presenti i seguenti pulsanti: Esporta in Excel permette di riportare in formato Excel le informazioni
visualizzate. Nel file è riportata l’informazione della ‘Data Ora Estrazione’. Stampa permette di stampare le
informazioni visualizzate. Nella stampa è presente l’informazione della ‘Data Ora Estrazione’. Esci torna alla
schermata di selezione dei criteri di ricerca.
Pagina 38 di 108
3.1.2.1.4
Gestione da file Locale
All’interno di Gestione da File Locale è
possibile avere accesso alle seguenti funzioni:
 Acquisizione;
 Esito.
3.1.2.1.4.1
Acquisizione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di caricare a sistema un file in formato excel (estensione
xls) o in formato xml (extensible markup language) precedentemente
predisposto. Si tratta di una modalità alternativa che l’utente potrà utilizzare
se preferisce predisporre un file xml o excel sul proprio computer con più
elenchi per caricarli in un unico invio.
Inserimento\Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi accessori\Accessori C.U.\Gestione
da file locale\Acquisizione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE (Operatore centrale), OCA
(Operatore competenze accessorie).
Per la compilazione di questi file è necessario utilizzare i tracciati e le istruzioni presenti sul portale NoiPA
all’indirizzo https://noipa.mef.gov.it/web/guest/cedolino-unico o seguendo il percorso sul portale noiPA i servizi online - Gestione Accessoria.
Come si accede alla funzione?
Nella maschera di input attivata dalla voce
di menu Acquisizione File sono presenti i
campi: File da acquisire: l’opzione del tasto
Scegli File permette di aprire una finestra
standard e ricercare il file contenente le
segnalazioni. Il campo Note è opzionale e
l’utente può inserire informazioni relative al
file.
Pagina 39 di 108
Che cosa fa la funzione?
Una volta ricercato e selezionato il file di interesse, premere sul tasto Apri nella finestra di Scelta file per
procedere all’acquisizione. A questo punto è possibile confermare l’acquisizione mediante il pulsante
Acquisisci. Il pulsante Annulla, invece, consente l’annullamento dell’operazione.
Alla conferma dell’acquisizione, il sistema procede ai controlli del formato e della struttura del file; se i
controlli hanno esito positivo, viene visualizzato il messaggio “Il file “Nome File” è in fase di elaborazione”.
Una volta effettuata l’acquisizione del file, viene attivata la procedura che effettua il caricamento degli
elenchi contenuti nel file; gli elenchi così acquisiti possono essere successivamente gestiti tramite le funzioni
di “Gestione ad elenchi” del menu “Compensi Accessori – Accessori CU”.
L’esito del caricamento può essere verificato in tempo reale tramite la funzione di “Consultazione esito dei
caricamenti”, che fornisce informazioni sullo stato della procedura.
3.1.2.1.4.2
Esito
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di:
- conoscere lo stato di elaborazione delle richieste di caricamento dati; per
tutti i flussi l’utente può consultare la storia degli stati di elaborazione.
- Visualizzare gli elenchi risultanti dall’acquisizione da file locale.
Visualizzazione\Ricerca
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi accessori\Accessori C.U. \Gestione
da file locale\Esito
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE (Operatore centrale), OCA
(Operatore competenze accessorie), RCE (Responsabile Centrale).
Come si accede alla funzione?
Per avviare la ricerca in banca dati l’utente
deve inserire, nella finestra Criteri di
ricerca, i seguenti dati opzionali: Data
acquisizione
(formato
GG/MM/AAAA),
Nome file, Compenso (selezionabile da un
menù a tendina), Note.
Selezionare il pulsante Cerca
Pagina 40 di 108
I campi “Nome File” e “Note” possono essere compilati anche in modo parziale.
Che cosa fa la funzione?
Una volta avviata la ricerca, viene visualizzata la lista dei file caricati rispondenti ai criteri di ricerca digitati,
con l’indicazione delle seguenti informazioni:
 Nome file:nome del file;
 Tipo file:tipo di file;
 Data acquisizione: data di acquisizione;
 Numero segnalazioni: numero di segnalazioni;
 Segnalazioni scartate: segnalazioni scartate;
 Esito acquisizione: elaborato senza scarti, elaborato con scarti.
Premendo il pulsante Visualizza Dettaglio viene visualizzata la schermata Dettaglio File. La funzione
consente di visualizzare le informazioni di dettaglio relative all’esito del caricamento da file locale e gestire
gli elenchi in esso contenuti. Nella testata della schermata sono presenti le seguenti informazioni:
 Nome file:nome del file;
 Nome file calcolato: nome generato automaticamente per consentire l’identificazione univoca del
file;
 Tipo di File: tipo di file;
 Data acquisizione: data di acquisizione del file;
 Esito caricamento: esito del caricamento del file;
 Record in input: numero delle segnalazioni presenti nel file;
 Scarti da acquisizione: numero delle segnalazioni scartate;
 Record acquisiti: numero delle segnalazioni acquisite;
 Note: note.
Nella parte inferiore vengono visualizzati i dati identificativi dell’elenco prodotto sulla base del caricamento:
 Scarti: in presenza di scarti attiva la visualizzazione della lista dei record scartati;
 Nome elenco: nome dell’elenco;
 Codice elenco: codice dell’elenco;
 Codice compenso: codice numerico del compenso;
 Capitolo di bilancio: capitolo di bilancio;
 Inizio periodo di competenza: inizio periodo di competenza;
 Fine periodo di competenza: se elenco di tipo a importi;
 Ufficio responsabile: descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: descrizione dell’ufficio di servizio.
Pagina 41 di 108
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
visualizzare il dettaglio dell’elenco e procedere, come per la funzione di gestione elenchi, al calcolo ed
autorizzazione dei dati.
Nel caso in cui si è provveduto ad eliminare tutti gli elenchi del file, è visibile il pulsante Elimina File
mediante il quale è possibile eliminare il file.
Se nella fase di caricamento o di elaborazione del calcolo sono stati scartati dei risultati, all’interno
dell’elenco viene visualizzato un pulsante di colore rosso.
Selezionando il pulsante rosso viene visualizzata la schermata di dettaglio, contenente la lista dei record
scartati con l’indicazione, per ciascuno di essi, del motivo dello scarto.
Nella parte superiore della schermata sono riportati i dati identificativi del file:
 Nome file: nome del file;
 Nome file calcolato: nome generato automaticamente per consentire l’identificazione univoca del
file;
 Capitolo/p.g.: codice capitolo o piano gestionale;
 Data acquisizione: data di acquisizione del file;
 Id elenco: numero identificativo del file;
 compenso: codice e descrizione compenso
 ufficio responsabile: codice e descrizione ufficio responsabile;
 uffici di servizio: codice e descrizione ufficio di servizio.
Lista riepilogativa contenente i seguenti dati:
 descrizione errore: descrizione dell’errore;
 Id elenco: numero identificativo del file;
 Codice fiscale: codice fiscale amministrato;
 Iscrizione: numero d’iscrizione dell’amministrato;
 Compenso: tipologia di compenso;
 Sottocompenso: tipologia di sottocompenso;
 Quantità; ammontare del sottocompenso (valorizzato solo per i compensi a quantità)
 Importo: importo (valorizzato solo per i compensi a importo)
 Percentuale esenzione.
È presente il pulsante Esporta mediante il quale è possibile salvare i dati visualizzati in formato Excel;
premendo il pulsante Chiudi si torna alla schermata di Dettaglio elenco.
3.1.2.1.5
Gestione da file Centrale
La Gestione da File Centrale consente di
gestire i dati riguardanti
le competenze
accessorie rilevate e caricate attraverso il
sistema di Time Management.
Tramite l’area è possibile avere accesso alla
funzione:
 Esito
 Acquisizione
Pagina 42 di 108
3.1.2.1.5.1
Esito
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di visualizzare l’esito dei file acquisiti tramite
caricamento centrale indicando uno o più dei seguenti criteri di ricerca.
Visualizzazione\Ricerca\Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi accessori\Accessori C.U.\ Gestione
da file centrale\Esito
Gestione amministrati> Gestione competenze>Accessorie
RCE (Responsabile Centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore Centrale).
La funzione è esclusiva per le Amministrazioni con Soluzione Avanzata per le quali sono abilitati i ruoli di
“Operatore” e “Responsabile”.
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca ed individuare il
flusso di competenze accessorie che si
intende consultare, l’utente deve
specificare nella finestra contenente i
criteri di ricerca: Data di acquisizione,
Nome file, Compenso (selezionabile dal
menù a tendina), Note, Ufficio responsabile
(selezionabile dal menù a tendina), Ufficio
di servizio (selezionabile dal menù a
tendina), Capitolo (selezionabile dal menù a
tendina), Piano gestionale (selezionabile
dal menù a tendina).
I campi “Nome File” e “Note” possono essere compilati anche in modo parziale.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che appare, una volta avviata la ricerca, riporta la lista dei file acquisiti, con l’indicazione
delle seguenti informazioni:
 Nome file: nome del file;
 Data acquisizione: data di acquisizione;
 Numero elenchi: valore degli elenchi
 Numero segnalazioni: numero di segnalazioni totali;
 Segnalazioni scartate: numero di segnalazioni scartate;
 Esito acquisizione: elaborato senza scarti, elaborato con scarti;
 Tipo approvazione: Centrale
Premendo il pulsante Visualizza Dettaglio viene visualizzata la schermata Dettaglio File. La funzione
consente di visualizzare le informazioni di dettaglio relative all’esito del caricamento da file centrale. Nella
testata della schermata sono presenti le seguenti informazioni:
 Nome file:nome del file;
 Nome file calcolato: nome generato automaticamente per consentire l’identificazione univoca del
file;
Pagina 43 di 108
 Tipo di File: tipo di file;
 Data acquisizione: data di acquisizione del file;
 Esito caricamento: esito del caricamento del file;
 Record in input: numero di segnalazioni presenti nel file;
 Scarti da acquisizione: numero di segnalazioni presenti nel file e scartate;
 Record acquisiti: numero di segnalazioni presenti nel file ed acquisite;
 Record eliminati: numero di segnalazioni eliminate;
 Record elaborati con esito positivo: numero di segnalazioni andate a buon fine;
 Note: note.
Lista riepilogativa contenente i seguenti dati:
 capitolo: codice capitolo;
 P.G.: piano gestionale;
 Importo totale: totale per capitolo.
Nella parte inferiore vengono visualizzati i dati identificativi dell’elenco prodotto sulla base del caricamento:
 Nome elenco: nome dell’elenco;
 Codice elenco: codice attribuito all’elenco;
 Codice compenso: codice numerico del compenso;
 Capitolo di bilancio: capitolo di bilancio;
 Inizio periodo di competenza: inizio periodo di competenza;
 Fine periodo di competenza: se elenco di tipo a importi;
 Ufficio responsabile: codice dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice dell’ufficio di servizio;
 Stato elenco: stato dell’elenco.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
visualizzare il dettaglio dell’elenco e delle singole segnalazioni che lo compongono.
Nella parte superiore della schermata sono riportati i dati identificativi dell’elenco:
La prima sezione riporta i dati di testata dell’elenco con le seguenti informazioni:
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
 Stato elenco: descrizione dello stato di lavorazione in cui si trova l’elenco;
 Data elenco: data di emissione dell’elenco (formato GG/MM/AAAA);
 Compenso: codice e descrizione del compenso;
 Codice elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
 Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
 Mese/Anno competenza: se tipologia assegno a Quantità: mm/aaaa; se tipologia assegno a importi:
dal “GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
 Tipo tassazione: corrente/separata(se il tipo di tassazione è stata forzata rispetto al valore di
default, appare una opportuna segnalazione);
 Rata di emissione: valore presente nel caso di elenco emesso (formato MM/AAAA);
 Elenco da: canale di provenienza dei dati(caricamenti centralizzati);
 Ufficio Ordinante/POS: presente nel caso in cui l’elenco sia stato approvato;
 Dati ad uso dell’ufficio: dati riepilogativi dell’elenco in cui si trova il compenso;
 Nome elenco: denominazione dell’elenco;
 Note: note;
 Esito calcolo: notifica dell’esito del calcolo;
Sotto la voce Esito calcolo sono presenti quattro colonne compilate riportanti i seguenti dati:
 Tot. lordo: totale imponibile lordo;
 Tot.prev.dat.lav.:importo totale ritenute previdenziali a carico del datore di lavoro;
 Tot. Irap: importo totale irap;
Pagina 44 di 108
 Totale: sommatoria dei precedenti importi.
La seconda sezione, che riporta l’elenco dei nominativi a cui sono stati attribuiti compensi/sottocompensi,
presenta le seguenti colonne:
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Cognome e Nome: cognome e nome dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Sotto-compenso: codice alfanumerico del sotto-compenso;
 Quantità o importi comunicati nell’elenco: a seconda del tipo di compenso;
 Esito: viene valorizzato a seguito dell’operazione di calcolo o emissione.
È presente il pulsante Esporta in Excel mediante il quale è possibile salvare i dati visualizzati in formato
Excel; premendo il pulsante Chiudi si torna alla schermata di Dettaglio elenco.
3.1.2.2
Accessori Fuori Sistema
Attraverso Accessori Fuori Sistema è possibile
segnalare i dati relativi a liquidazioni
effettuate al di fuori del sistema, ai soli fini del
conguaglio fiscale e contributivo, per qualsiasi
beneficiario presente in banca dati.
Le modalità di inserimento sono due:
 Gestione singolo beneficiario
 Gestione da File (Acquisizione e Esito).
Inoltre all’interno di Accessori Fuori Sistema è
presente la funzione di:
 Consultazione
3.1.2.2.1
Gestione Singolo Beneficiario
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
La funzione Gestione singolo beneficiario consente di
- effettuare ricerche per visualizzare i dati sintetici di qualsiasi soggetto,
beneficiario di pagamenti delle competenze fisse o accessorie presenti in
banca dati;
- effettuare ricerche per visualizzare la lista dei pagamenti relativi ad
accessorie liquidate fuori sistema per il soggetto selezionato;
- inserire in banca dati le competenze accessorie liquidate fuori sistema per il
soggetto selezionato per un periodo specificato;
- gestire i dati dell’applicazione delle accessorie liquidate fuori sistema per
tutti i soggetti presenti in base dati;
Visualizzazione\Ricerca\Inserimento\Modifica
Gestione Accessoria\ Attività uffici\ Compensi accessori\ Accessori fuori sistema\
Gestione singolo beneficiario
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
Pagina 45 di 108
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); RCE (Responsabile Centrale), OCE (Operatore Centrale
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca dei dati l’utente
deve specificare i seguenti criteri: Codice
fiscale, Cognome, Nome (campo
opzionale), Iscrizione.
Che cosa fa la funzione?
Una volta avviata la ricerca, se questa non ha fornito risultati appare un messaggio che comunica che non è
stato prodotto alcun risultato.
Se la ricerca fornisce risultati appare una schermata nella quale viene visualizzato l’elenco dei nominativi con
le seguenti informazioni:
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Data di nascita: data di nascita dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
 Stato partita: descrizione sintetica dello stato partita;
 Ufficio responsabile: ufficio responsabile di appartenenza;
 Ufficio di servizio: ufficio di Servizio di appartenenza.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, nell’ultima
colonna dell’elenco è possibile accedere al dettaglio dei dati.
Nella schermata che viene visualizzata, (la visibilità dei compensi comunicati è limitata a quelli comunicati
dagli uffici a cui l’utente è abilitato) sono presenti i dati identificativi dell’amministrato:
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato
 Data di nascita: data di nascita dell’amministrato;
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
 Stato partita: descrizione dello stato della partita;
 Data decorrenza: data di decorrenza ("Data cessazione" nel caso di dipendenti cessati o "Data
inserimento" se partite attivate solo per le accessorie);
 Ente di appartenenza: ente di appartenenza;
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’ufficio di servizio.
Ente, ufficio responsabile ed ufficio di servizio NON sono visualizzati se il soggetto è gestito esclusivamente
per le accessorie (c.d. Nuovi beneficiari).
La ricerca dei compensi può essere effettuata inserendo i seguenti campi facoltativi:
Pagina 46 di 108
 Anno di liquidazione: formato AAAA;
 Mese di liquidazione: formato MM;
 Anno di competenza: formato AAAA;
 Tipo compenso: tipologia di compenso (“Buoni pasto” o “Compensi vari”).
Selezionando il pulsante Cerca viene eseguita la ricerca, cliccando su Annulla vengono inizializzati i campi di
ricerca;
Attraverso il tasto Nuovo si accede alla schermata relativa all’inserimento di un nuovo compenso e,
in ultimo, alla pressione del tasto Torna alla lista si torna alla schermata relativa alla lista dei nominativi.
Se la ricerca ha esito negativo, viene visualizzato un messaggio di avviso, altrimenti viene visualizzato
l’elenco con le seguenti informazioni:
 Anno di liquidazione: formato AAAA;
 Mese di liquidazione: formato MM;
 Anno di competenza: formato AAAA;
 Mese di competenza: formato MM;
 Tipo compenso: descrizione tipo compenso;
 Tipo tassazione: tassazione corrente o separata;
 Imponibile previdenziale: imponibile previdenziale;
 Imponibile Irpef: imponibile ai fini irpef;
 Ritenuta Irpef: importo ritenuta Irpef;
Vengono mostrati i compensi comunicati da uffici che rientrano nel cono di visibilità dell’utente connesso,
ovvero tutti i compensi comunicati se il beneficiario appartiene ad un ufficio rientrante nel cono di visibilità
dell’utente connesso.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente, presente nell’ultima colonna
dell’elenco, si accede alla schermata di Dettaglio accessori liquidati fuori sistema.
Appare una schermata che visualizza l’elenco dei compensi liquidati fuori sistema.
Nella schermata è presente il pulsante Nuovo, che permette di acquisire un nuovo compenso accessorio fuori
sistema.
E’ presente, anche, il pulsante Torna alla lista che consente di tornare all’elenco dei nominativi.
Inoltre attraverso il pulsante Stampa, l’utente può produrre la stampa in formato PDF dell’elenco prodotto.
Con il pulsante Esporta si può procedere all’esportazione in formato Excel dei dati contenuti nell’elenco.
In ultimo, attraverso il pulsante Nuovo(visibile solo per il personale vigente per le competenze fisse nell’anno
fiscale aperto) è possibile inserire nuovo personale.
Selezionando il pulsante Dettaglio accessori fuori sistema, l’utente può visualizzare il dettaglio del
pagamento.
Tali informazioni possono essere modificate solo se:
- l’utente è associato ad un ruolo abilitato,
- il periodo relativo al dettaglio non è consolidato (se l’anno di liquidazione del compenso non è
precedente all’anno della prossima dichiarazione presente a sistema)
- il soggetto risulta vigente per le competenze fisse nell’anno fiscale aperto
Nel caso in cui i dati siano modificabili sono presenti i seguenti pulsanti:
- Salva: per salvare eventuali modifiche ai dati di dettaglio del compenso accessorio fuori sistema;
- Elimina: per eliminare il compenso accessorio fuori sistema;
- Azzera importi: che consente di azzerare tutti gli importi digitati;
- Torna alla lista: mediante il quale si può tornare all’elenco dei compensi per il nominativo
selezionato;
- E’ presente il pulsante Pre-Calcolo se viene selezionato “Compensi Vari” come tipo compenso.
Nella schermata sono presenti i dati identificativi dell’amministrato:
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Data di nascita: data di nascita dell’amministrato;
Pagina 47 di 108




Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
Stato partita: descrizione dello stato partita;
Data decorrenza: data di decorrenza selezionabile dalla lista ("Data cessazione" nel caso di
dipendenti cessati o "Data inserimento" se partite attivate solo per le accessorie);
 Ente di appartenenza: ente di appartenenza;
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’ufficio di servizio.
Dati del pagamento:
 Anno di liquidazione: anno di liquidazione del compenso;
 Mese di liquidazione: mese di liquidazione del compenso;
 Anno di competenza: anno di competenza;
 Mese di competenza: mese di competenza;
 Tipo compenso: tipologia di compenso;
 Codice fiscale sostituto secondario: codice fiscale del sostituto secondario impostato in automatico
con quello dell’ufficio di servizio che comunica l’importo, ma modificabile dall’utente;
 Ufficio che ha effettuato la comunicazione: Ente , Ufficio responsabile, Ufficio di servizio.
Se nel campo Tipo compenso viene selezionata la voce “Compensi Vari” sono presenti i seguenti dati di
precalcolo, cioè l’impostazione automatica dei vari dati partendo dal valore inserito nel campo Imponibile
Lordo:
 Imponibile lordo: imponibile lordo necessario per poter effettuare il precalcolo.
Fondo Pensione:
 Imponibile prev. :Imponibile previdenziale;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Fondo Credito:
 Imponibile: imponibile fondo credito;
 Ritenute dip: ritenute fondo credito a carico dell’amministrato.
IRAP:
 Imponibile: imponibile irap;
 Ritenute dat. Lav: ritenute irap a carico del datore di lavoro.
Opera previdenza:
 Imponibile: imponibile opera previdenza;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Imponibile fiscale:
 Tipo tassazione: Corrente o Separata;
 Imponibile AC/AP: imponibile anno corrente o anni precedenti;
 IRPEF pagata AC/AP: irpef anno corrente o anni precedenti;
 IRPEF sospesa AC/AP: irpef sospesa anno corrente o anni precedenti.
Disoccupazione:
 Imponibile: imponibile disoccupazione;
 Ritenuta: ritenuta disoccupazione.
Riduzione art 9 comma 2 D.L. 78/2010:
 Importo lordo: imponibile lordo ai fini della riduzione;
 Ritenuta oltre 90 m: ritenute per imponibili superiori a 90 mila euro;
 Ritenuta oltre 150 m: ritenute per imponibili superiori a 150 mila euro.
Se viene selezionata la voce “Buoni Pasto” nel campo Tipo compenso saranno presenti i seguenti dati:
 Imponibile Fondo Pensione: Imponibile previdenziale
 Imponibile Fondo Credito: Imponibile fondo credito;
Pagina 48 di 108
 Imponibile IRAP: imponibile Irap;
 Imponibile fiscale AC: imponibile fiscale anno corrente;
 Imponibile Disoccupazione: imponibile disoccupazione.
La valorizzazione dei campi relativi alla riduzione di cui all’art. 9 comma 2 dl 78/2010 non ha rilevanza ai
fini del conguaglio fiscale ma solamente ai fini della determinazione dell’eventuale riduzione del reddito.
Selezionare il pulsante Salva per procedere a salvare i dati inseriti.
Una volta salvati i dati, il sistema effettua i seguenti controlli:
- Almeno un campo importo deve essere valorizzato
- Se l’anno competenza è minore dell’anno liquidazione, il valore denominato ‘tipo tassazione’ viene
preimpostato a “Separata”, viceversa a “Corrente”; di conseguenza le diciture relative all’imponibile
fiscale riportano la dicitura AP ovvero AC; l’utente può cambiare il tipo tassazione predefinito. Per
quanto riguarda i Buoni Pasto la tassazione sarà sempre “Corrente” e non potrà essere variata.
- Non possono essere acquisiti importi negativi
- Il valore di ciascun imponibile non può essere inferiore alle corrispondenti ritenute
- l’IRPEF pagata non può essere maggiore dell’imponibile fiscale
- se l’imponibile fiscale supera l’imponibile previdenziale, viene emesso un avviso all’utente con
richiesta di conferma
- se l’aliquota dell’IRPEF risulta inferiore all’aliquota minima definita a sistema viene emesso un
avviso all’utente con richiesta di conferma
Selezionando il pulsante Pre-Calcolo, visibile solo per tipo compenso “Compensi Vari”, il sistema controlla
che il campo ‘imponibile lordo’ sia valorizzato; in tal caso imposta automaticamente i seguenti importi:
Fondo Pensione
 Imponibile prev.: Imponibile previdenziale;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Fondo Credito
 Imponibile: imponibile fondo credito;
 Ritenute dip: ritenute fondo credito a carico dell’amministrato.
IRAP
 Imponibile: imponibile irap;
 Ritenute dat. Lav: ritenute irap a carico del datore di lavoro.
Imponibile fiscale: imponibile anno corrente o anni precedenti.
Disoccupazione
 Imponibile: imponibile disoccupazione;
 Ritenuta: ritenuta disoccupazione.
Nel caso di compenso ‘BPA’ (Buoni pasto) è digitabile solo il campo imponibile prev. e sono visibili solo i
seguenti altri campi:
 Fondo Credito: Imponibile fondo credito;
 IRAP – Imponibile: imponibile irap;
 Imponibile fiscale: tipo di tassazione (solo Corrente);
 Imponibile fiscale: Imponibile fiscale;
 Disoccupazione: Imponibile disoccupazione;
Alla pressione del pulsante Azzera importi vengono azzerati tutti gli importi digitati
Alla pressione del pulsante Elimina accessori fuori sistema viene emessa una richiesta di conferma; se
l’utente conferma la cancellazione, il compenso selezionato viene eliminato dalla base dati.
E’ possibile l’inserimento delle competenze accessorie liquidate fuori sistema per il soggetto selezionato per
un periodo specificato.
Se l’utente che sta comunicando gli accessori ha un profilo abilitato alla gestione di più uffici responsabili o
più uffici di servizio, nella schermata di acquisizione dovrà effettuare anche la scelta dell’ufficio per il quale
Pagina 49 di 108
intende operare; nel caso in cui invece il profilo utente consenta la gestione di un solo ufficio (responsabile o
di servizio) i seguenti campi sono già valorizzati:
 Ufficio responsabile: Ufficio Responsabile selezionabile dalla lista di valori;
 Ufficio di servizio: Ufficio di servizio selezionabile dalla lista di valori;
I campi






da indicare sono invece i seguenti:
Anno di liquidazione: anno di liquidazione (formato AAAA);
Mese di liquidazione: mese di liquidazione (formato MM);
Anno di competenza: anno di competenza (formato AAAA);
Mese di competenza: mese di competenza(formato MM);
Tipo compenso: tipologia di compenso selezionabile dalla lista “Buoni pasto” o “Compensi vari”;
Codice fiscale: sostituto secondario (impostato in automatico con quello dell’ufficio di servizio che
comunica l’importo, ma modificabile dall’utente);
Se nel campo Tipo compenso viene selezionata la voce “Compensi vari” vengono visualizzati le seguenti
informazioni:
 Imponibile lordo: campo utilizzato dalla funzione di pre-calcolo;
Fondo Pensione:
 Imponibile prev.: Imponibile previdenziale;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Fondo Credito:
 Imponibile: imponibile fondo credito;
 Ritenute dip: ritenute fondo credito a carico dell’amministrato.
IRAP:
 Imponibile: imponibile irap;
 Ritenute dat. Lav: ritenute irap a carico del datore di lavoro.
Opera previdenza:
 Imponibile: imponibile opera previdenza;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Imponibile fiscale:
 Tipo tassazione: Corrente o Separata;
 Imponibile AC/AP: imponibile anno corrente o anni precedenti;
 IRPEF pagata AC/AP: irpef anno corrente o anni precedenti;
 IRPEF sospesa AC/AP: irpef sospesa anno corrente o anni precedenti.
Disoccupazione:
 Imponibile: imponibile disoccupazione;
 Ritenuta: ritenuta disoccupazione.
Riduzione art 9 comma 2 D.L. 78/2010:
 Importo lordo: imponibile lordo ai fini della riduzione;
 Ritenuta oltre 90 m: ritenute per imponibili superiori a 90 mila euro;
 Ritenuta oltre 150 m: ritenute per imponibili superiori a 150 mila euro.
La valorizzazione dei campi relativi alla riduzione di cui all’art. 9 comma 2 dl 78/2010 non ha rilevanza ai
fini del conguaglio fiscale ma solamente ai fini della determinazione dell’eventuale riduzione del reddito
Per tipo compenso “Buoni Pasto”:
Alla pressione del pulsante Salva si effettuano i seguenti controlli:
- Anno di liquidazione non deve essere inferiore di anno fiscale
- mese di liquidazione deve assumere valori validi
- rata di liquidazione (Anno/mese) deve essere antecedente alla prossima rata emissione
- anno di competenza non deve essere maggiore di anno dichiarazione
Pagina 50 di 108
-
Anno /mese di competenza deve essere antecedente alla prossima rata emissione
Anno /mese di competenza non deve essere maggiore Anno /mese di liquidazione
Almeno un campo importo deve essere valorizzato
nessun campo importo può assumere valore negativo
Se anno competenza è minore dell’anno liquidazione, il valore “tipo tassazione” viene preimpostato
a “Separata”, viceversa a “Corrente”; di conseguenza le diciture relative all’imponibile fiscale
riportano la dicitura AP ovvero AC; l’utente può cambiare il tipo tassazione predefinito. Per quanto
riguarda i Buoni Pasto la tassazione sarà sempre “Corrente” e non potrà essere variata.
- Non possono essere acquisiti importi negativi
- Il valore di ciascun imponibile non può essere inferiore alle corrispondenti ritenute
- l’IRPEF pagata non può essere maggiore dell’imponibile fiscale
- se l’imponibile fiscale supera l’imponibile previdenziale, viene emesso un avviso all’utente con
richiesta di conferma
- se l’aliquota dell’IRPEF risulta inferiore all’aliquota minima definita a sistema viene emesso un
avviso all’utente con richiesta di conferma
Alla pressione del pulsante Pre-Calcolo, visibile solo per tipo compenso “Compensi Vari”, il sistema controlla
che il campo “imponibile lordo” sia valorizzato; in tal caso imposta automaticamente i seguenti importi (che
restano comunque modificabili):
Fondo Pensione:
 Imponibile prev. : Imponibile previdenziale;
 Ritenute dip.: ritenute a carico dell’amministrato;
 Ritenute dat. Lav.: ritenute a carico del datore di lavoro.
Fondo Credito:
 Imponibile: imponibile fondo credito;
 Ritenute dip: ritenute fondo credito a carico dell’amministrato.
IRAP:
 Imponibile: imponibile irap;
 Ritenute dat. Lav: ritenute irap a carico del datore di lavoro.
Imponibile fiscale: imponibile anno corrente o anni precedenti
Disoccupazione
 Imponibile: imponibile disoccupazione;
 Ritenuta: ritenuta disoccupazione.
Fondo Pensione:
Nel caso in cui venga premuto il tasto PreCalcolo dopo che siano stati già valorizzati i campi importo, i campi
elencati vengono impostati con il nuovo valore calcolato.
Nel caso di compenso “Buoni pasto” è digitabile solo il campo ‘imponibile prev.’ e sono visibili solo i seguenti
altri campi:
 Imponibile Fondo Pensione: Imponibile previdenziale;
 Imponibile Fondo Credito: Imponibile fondo credito;
 Imponibile IRAP: imponibile Irap;
 Imponibile fiscale AC: imponibile fiscale anno corrente;
 Imponibile Disoccupazione: imponibile disoccupazione;
Alla pressione del pulsante Azzera importi vengono azzerati tutti gli importi digitati.
Pagina 51 di 108
3.1.2.2.2
Gestione da File
La Gestione da File permette di segnalare i dati
relativi a liquidazioni effettuate al di fuori del
sistema per più beneficiari attraverso il
caricamento di un unico file a sistema (con un
meccanismo di funzionamento analogo al
caricamento da file locale).
All’interno della Gestione da File sono presenti
le seguenti funzioni:
 Acquisizione
 Esito
3.1.2.2.2.1 Acquisizione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di trasmettere i dati predisposti in formato excel
(estensione xls) o in formato xml.
Inserimento/Visualizzazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi accessori\Accessori fuori sistema\
Gestione da file\Acquisizione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCE(Responsabile centrale) RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore centrale), OCA (Operatore competenze accessorie).
Come si accede alla funzione?
Per effettuare il caricamento di un file
l’utente deve specificare i seguenti i criteri
di ricerca: Ufficio Responsabile, Ufficio di
Servizio, File da acquisire, Note (campo
opzionale).
Che cosa fa la funzione?
Una volta selezionato il file cliccando sul pulsante Scegli File che ne permette il caricamento, premendo il
pulsante Acquisisci, sempre nella schermata iniziale, l’utente può confermare l’acquisizione.
Per annullare il caricamento, invece, è possibile cliccare sul pulsante Annulla.
Pagina 52 di 108
In seguito alla conferma dell’acquisizione, il sistema procede ai controlli del formato e della struttura del file;
inoltre viene verificato se all’utente è associato un indirizzo di posta elettronica valido a cui il sistema
recapita la ricevuta del caricamento.
Se i controlli hanno esito positivo, viene visualizzato il messaggio “Il file <<Nome File>> è in fase di
elaborazione”.
Una volta effettuata l’acquisizione del file, viene attivata la procedura che effettua il caricamento dei dati
contenuti nel file; questi possono essere successivamente gestiti tramite le funzioni di “Gestione singolo
beneficiario” del menu “Compensi Accessori – Accessori Fuori Sistema”.
L’esito del caricamento può essere verificato in tempo reale tramite la funzione “Esito”.
Una volta attivata la procedura di elaborazione, vengono eseguiti i seguenti controlli:
- conformità dell’estensione;
- correttezza rispetto all’XSD, per il file xml;
- correttezza rispetto al tracciato, per il file XLS;
- integrità del file allegato;
- formato dei campi;
- tipo compenso (che può essere BPA o 999);
- presenza di file con le stesse caratteristiche già elaborato (vengono confrontati l’id_utente, nome
file, dimensione file, digest).
In caso di esito negativo, viene visualizzato un messaggio con l’indicazione dell’errore; l’utente può
correggere l’anomalia e procedere a una ulteriore operazione di caricamento.
Una volta segnalato l’avvio della fase di elaborazione, il file viene sottoposto ai seguenti ulteriori controlli:
- esistenza e validità del codice fiscale segnalato;
- correttezza e coerenza dei periodi (anno e mese di liquidazione, di competenza, ecc …);
- vigenza del beneficiario ;
- valorizzazione di almeno un importo;
- coerenza tra imponibili e ritenute.
Se anche uno soltanto dei controlli previsti non viene superato, il sistema procede allo scarto del record; in
tal caso gli scarti vengono opportunamente evidenziati nella funzione “Esito” della “Gestione da file”
Se l’utente è associato ad un indirizzo di posta elettronica valido verrà inviata una ricevuta riepilogativa dei
dati trasmessi (La ricevuta di acquisizione da file). Nella ricevuta verranno indicati i seguenti dati:
 Nome file: nome del file;
 Nome file calcolato: nome del file calcolato;
 Id. fornitura: identificativo della fornitura;
 Data e ora caricamento: data e ora del caricamento del file;
 Utente: utente che ha effettuato la trasmissione;
 Ente: nominativo dell’ente di appartenenza che ha effettuato la segnalazione;
 Ufficio Responsabile: ufficio responsabile che ha effettuato la segnalazione;
 Ufficio di Servizio: ufficio di servizio che ha effettuato la segnalazione;
 Esito del caricamento: esito del caricamento;
 Dati riepilogativi della fornitura:
o Totale record trasmessi;
o Numero beneficiari trasmessi;
o Totale record acquisiti;
o Totale record scartati;
o Trattamento Pensionistico:
 Totali imponibile;
 Ritenute a carico del dipendente;
 Ritenute a carico del datore di lavoro.
o Fondo Credito:
 Totali imponibili;
 Ritenute.
Pagina 53 di 108
o
o
o
o
o
Trattamento Fiscale AC:
 Totali imponibili;
 Totali ritenute.
Trattamento Fiscale AP:
 Totali imponibili;
 Totali ritenute.
I.R.A.P.:
 Totali imponibili;
 Ritenute a carico del datore di lavoro.
IRPEF sospesa:
 Totale IRPEF sospesa anno precedente;
 Totale IRPEF sospesa anno corrente.
Disoccupazione:
 Totali imponibili;
 Totale ritenute;
3.1.2.2.2.2 Esito
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di conoscere lo stato di elaborazione delle richieste di
caricamento dei file e i dati associati all’elenco di flussi da “Gestione da file”.
Per tutti i flussi l’utente può consultare la storia degli stati di elaborazione
attraverso la funzione “Esito”.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Attività uffici\Compensi accessori\Accessori fuori sistema\
Gestione da file\Esito
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCE(Responsabile centrale) RCA (Responsabile competenze accessorie), OCE
(Operatore centrale), OCA (Operatore competenze accessorie).
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca dei dati l’utente
deve specificare i seguenti criteri: Data
acquisizione, Nome file, ID fornitura,
Ufficio responsabile, Ufficio di servizio,
Note.
Come si accede alla funzione?
Una volta avviata la ricerca attraverso il pulsante Cerca, appare la schermata con la lista dei file caricati
rispondenti ai criteri di ricerca digitati, con l’indicazione delle seguenti informazioni:
 Scarti: lista dei record scartati se presenti;
Pagina 54 di 108
 Nome File: nome del file;
 Identificativo fornitura: codice identificativo della fornitura;
 Data Di Acquisizione: data di acquisizione del file;
 Record Elaborati: numero di record elaborati;
 Record Scartati: numero di record scartati;
 Record Acquisiti: numero di record acquisiti;
 Esito Del Caricamento: descrizione esito del caricamento.
Premendo il tasto Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, viene
visualizzata la schermata Dettaglio esito caricamento file che visualizza le seguenti le informazioni di
dettaglio relative all’esito del caricamento da file.
In particolare sono riportate le seguenti informazioni:
 Nome File: nome del file;
 Nome File Calcolato: nome generato automaticamente per consentire l’identificazione univoca del
file;
 Identificativo Fornitura: codice di identificazione;
 Data Acquisizione: data di acquisizione del file;
 Esito Del Caricamento: descrizione esito del caricamento;
 Ente: ente di appartenenza;
 Ufficio Responsabile: ufficio responsabile;
 Ufficio Di Servizio: ufficio di Servizio;
 Codice Fiscale Sostituto Secondario: codice fiscale sostituto secondario;
 Record Elaborati: numero di record elaborati;
 Record Scartati: numero di record scartati;
 Record Acquisiti: numero di record acquisiti;
 Note.
Nella parte inferiore vengono visualizzate le informazioni salienti dei compensi caricati nella lista:
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
 Anno di liquidazione: anno di liquidazione del compenso;
 Mese di liquidazione: mese di liquidazione del compenso;
 Anno di competenza:
 Mese di competenza :
 Modificato: (indicatore che segnala se il compenso è stato modificato successivamente al
caricamento);
 Tipo compenso: tipologia di compenso selezionabile dalla lista;
 Imponibile previdenziale:
Nella parte inferiore della schermata sono presenti i seguenti pulsanti:
 Elimina: consente, previa richiesta di conferma, di eliminare tutti i dati acquisiti tramite il file
upload, compresi gli scarti;
 Scarti: visualizza la schermata di dettaglio scarti;
 Esporta dati xls: richiama l’export in formato Excel dei dati correttamente caricati;
 Esporta dati xml: consente l’estrazione in formato XML dei dati correttamente caricati;
 Estrai ricevuta: consente la visualizzazione della ricevuta prodotta all’atto del caricamento;
 Torna alla lista: ritorna alla ricerca esito caricamento file.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
effettuare l’accesso alla schermata di Dettaglio compenso.
Pagina 55 di 108
In presenza di record scartati in fase di caricamento è possibile la visualizzazione degli scarti; essa è
richiamabile sia tramite il pulsante di colore rosso presente sulla lista dei file , sia tramite l’apposito pulsante
nella schermata di dettaglio esito caricamento file.
Alla pressione del pulsante Scarti viene visualizzata la schermata Visualizza scarti, contenente la lista dei
record scartati con l’indicazione, per ciascuno di essi, del motivo dello scarto.
Nella parte superiore della schermata sono presenti i seguenti dati:
 Nome File: nome del file;
 Nome File Calcolato: nome del file calcolato;
 Id. Fornitura: identificativo della fornitura;
 Data Acquisizione: data di acquisizione del file;
 Ente: Ente di appartenenza dell’Ufficio Responsabile;
 Ufficio Responsabile: Ufficio Responsabile degli Uffici di Servizio per il quali si intende attribuire
visibilità selezionato dal menù a tendina.
 Ufficio Di Servizio: descrizione dell’Ufficio Responsabile gestito dal POS;
 Codice Fiscale Sostituto Secondario: codice fiscale sostituto secondario di imposta impostato in
automatico con quello dell’ufficio di servizio che comunica l’importo, ma modificabile dall’utente
Nella tabella sottostante i dettagli delle righe scartate:
 Descrizione errore: descrizione sintetica dell’errore;
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’amministrato;
 Anno liquidazione: anno di liquidazione del compenso;
 Mese liquidazione: mese di liquidazione del compenso;
 Anno competenza: Anno di competenza;
 Tipo compenso: tipologia di compenso selezionabile dalla lista;
 Imponibile prev. PA: imponibile previdenziale dell’Ente.
Sono presenti i pulsanti Esporta in xls, mediante il quale è possibile salvare in formato Excel i dati scartati,
ed Esporta in xml, mediante il quale è possibile salvare in formato XML i dati scartati;
premendo il pulsante Chiudi si torna alla schermata di ricerca file caricati.
3.1.2.2.3
Consultazione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
Consente la visualizzazione delle informazioni di dettaglio degli elenchi prodotti
dal sistema di accettazione, prima di autorizzarne il pagamento. E’ possibile
effettuare le ricerca limitatamente ai beneficiari ed agli uffici per i quali si è
abilitati (cono di visibilità dell’utente).
Ricerca/Visualizzazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi accessori\ Accessori fuori sistema\
Consultazione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie), RCE (Responsabile centrale).
Come si accede alla funzione?
Pagina 56 di 108
Per effettuare la ricerca dei dati l’utente
deve specificare i seguenti criteri di ricerca:
Riferimento RGS, Ente, POS, Capitolo,
Piano gestionale, Stato elenco, Nome
elenco, Codice elenco.
Come si accede alla funzione?
La funzione, destinata esclusivamente agli utenti appartenenti agli Uffici Centrali (UCB) e Periferici (RTS)
della RGS, consente la visualizzazione delle informazioni di dettaglio degli elenchi prodotti dal sistema di
accettazione, prima di autorizzarne il pagamento;La visibilità è limitata:
– agli elenchi relativi a POS su cui ha competenza l’ufficio RGS;
– agli elenchi che si trovino negli stati di lavorazione successivi alla richiesta di approvazione (elenchi che
devono essere approvati o su cui l’UCB/RTS si è già espresso).
Nello specifico i Criteri di ricerca sono:
 Riferimento RGS: chiave identificativa della singola richiesta generata dal servizio SPESE;
 Ente: lista a tendina valorizzata con tutti gli Enti a cui l’utente è abilitato; non è selezionabile se
l’utente è abilitato ad un solo Ente;
 POS: lista a tendina valorizzata con tutti gli uffici POS a cui l’utente è abilitato; non è selezionabile se
l’utente è abilitato ad un solo Ufficio POS; comprende il codice numerico e la descrizione dell’ufficio,
seguito dal codice dell’ufficio responsabile a cui il POS fa capo;
 Capitolo: lista a tendina valorizzata con i capitoli attivi per l’ente selezionato;
 Piano Gestionale: lista a tendina caricata con tutti i PG associati al capitolo selezionato;
 Stato elenco: lista a tendina con gli stati di lavorazione previsti per gli elenchi di competenza
dell’UCB/RTS
 Nome elenco: nome dell’elenco;
 Codice elenco: codice numerico che costituisce l’identificativo univoco dell’elenco prodotto dal
sistema Gestione Accessoria;
Sono presenti i pulsanti Cerca che attiva la ricerca, e Annulla con cui vengono inizializzati i criteri di ricerca.
Premendo il pulsante Cerca, nella parte inferiore della schermata, viene prodotta la lista con i dati
significativi degli elenchi; per ogni elemento della lista, nella colonna di destra denominata Dettaglio è
presente il pulsante rappresentato da un’icona a forma di lente d’ingrandimento per la visualizzazione del
dettaglio dell’elenco.
L’area dei criteri di ricerca è visualizzabile nuovamente con l’utilizzo degli appositi pulsanti freccia
su\freccia giù.
Qualora la ricerca non fornisca risultati, viene visualizzato un apposito messaggio.
La lista elenchi comprende le seguenti colonne:
 Rif. RGS: codice Riferimento RGS;
 Codice Elenco: Codice elenco Gestione Accessoria;
 Nome Elenco: nome elenco;
 Data elenco: data di creazione dell’elenco nel formato “GG/MM/AAAA”;
 Ente: nominativo dell’ente;
 POS Uff. Serv.:codice dell’ufficio di servizio avente funzioni di POS;
Pagina 57 di 108
 Stato Elenco: stato elenco;
 Cap. Bilancio: capitolo di Bilancio;
 P.G.: piano gestionale;
 Esito RGS: esito RGS;
 Totale lordo: importo totale complessivo calcolato;
Alla selezione del pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, si
apre la schermata di visualizzazione delle informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato dalla lista elenchi.
I dati visualizzati sono costituiti da 2 sezioni: i dati di testata dell’elenco e la lista dei nominativi ai quali sono
stati attribuiti dei compensi accessori.
La lista comprende l’elenco dei nominativi a cui sono stati attribuiti compensi/sottocompensi. Per ciascuno di
essi è presente un pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento,
alla selezione del quale viene visualizzata una finestra sovrapposta che espone i dati di dettaglio prodotti
dalla procedura di calcolo.
Sotto la lista dei nominativi sono presenti i seguenti pulsanti:
Storico elenco: visualizza la sequenza dei passaggi di stato a cui è stato sottoposto l’elenco;
Esporta: consente l’esportazione in formato Excel dei dati contenuti nell’elenco;
- Esci: torna alla lista degli elenchi prodotta dalla funzione di ricerca;
3.1.3
Compensi Vari
Nella sezione “Compensi Vari” è possibile accedere a tutte le informazioni relative alla gestione della
liquidazione delle retribuzioni di particolari tipologie di personale come, ad esempio, il personale supplente
breve e saltuario della scuola e il personale volontario dei Vigili del Fuoco.
Attraverso “Compensi vari” è possibile avere
accesso alle seguenti funzionalità:
 Gestione ad Elenchi modalità di
caricamento on line;
 Elenchi eliminati;
 Gestione da file modalità di
caricamento file locale.
Pagina 58 di 108
3.1.3.1
Gestione ad Elenchi
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
3.1.3.1.1
La funzione permette di:
- creare un nuovo elenco per gestire e registrare nel sistema i compensi
spettanti a particolari categorie di personale come, ad esempio, il personale
supplente breve e saltuario della scuola e il personale volontario dei Vigili del
Fuoco
- effettuare ricerche per visualizzare lo stato di lavorazione degli elenchi
prodotti dall’ufficio a cui appartiene l’utente connesso;
- accedere in visualizzazione al dettaglio delle caratteristiche degli elenchi;
- gestire il flusso di lavorazione degli elenchi prodotti dall’ufficio a cui
appartiene l’utente connesso.
Visualizzazione\Ricerca\Inserimento\Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Gestione ad Elenchi / Cerca elenco
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione di ricerca presente nella Gestione ad elenchi permette di
interrogare lo stato di lavorazione degli elenchi prodotti dall’ufficio (o dagli
uffici) a cui è abilitato l’utente connesso ed è utilizzabile sia dall’Operatore che
dal Responsabile.
Visualizzazione\Ricerca
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Cerca
elenco
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Come si accede alla funzione?
La ricerca dei dati è avviata specificando
nella finestra “Criteri di ricerca” l’Ufficio
responsabile, l’Ufficio di Servizio, lo Stato
Elenco, la Data Elenco (Dal…Al..),
Mese/anno competenza (dal - al), il Nome
Elenco, Codice Elenco.
Una volta inseriti i parametri di ricerca
richiesti, l’utente deve selezionare il
pulsante Cerca per iniziare la ricerca in
banca dati.
Pagina 59 di 108
Per effettuare la ricerca deve essere valorizzato almeno un parametro per la ricerca (qualora l’Ufficio
responsabile risulti pre-impostato, questo viene considerato come criterio di ricerca e pertanto non è
necessario impostare ulteriori parametri);
Inoltre, se si effettua la ricerca per data elenco, digitando il solo campo “data elenco dal” vengono estratti
tutti gli elenchi a partire dalla data digitata; se si valorizza anche il campo “data elenco al” vengono estratti
tutti gli elenchi creati nel periodo compreso tra le date.
I campi “Nome File” e “Note” possono essere compilati anche in modo parziale.
I campi “Ufficio di servizio” e “Ufficio Responsabile” sono selezionabili tramite liste a tendina valorizzate
con gli uffici a cui l’utente è abilitato.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che compare contiene l’insieme degli elenchi che rispondono ai criteri di ricerca impostati e
presenta i seguenti campi:
 Nome Elenco: denominazione dell’elenco;
 Codice Elenco: codice numerico dell’elenco;
 Stato Elenco: descrizione sintetica dello Stato dell’elenco;
 Inizio periodo competenza: data di inizio del periodo di competenza (“MM/AAAA” per gli elenchi a
Quantità; “GG/MM/AAAA” per gli elenchi a Importo);
 Fine periodo competenza: data di fine periodo di competenza (“GG/MM/AAAA” solo per gli elenchi di
compensi a Importo);
 Totale lordo: importo totale complessivo calcolato.
Attraverso il pulsante Storico elenco, selezionabile cliccando sul segno +, vengono visualizzate le operazioni
precedentemente realizzare sull’elenco; si apre una schermata divisa in due sezioni contenente le seguenti
informazioni:
La prima sezione riporta i dati di testata dell’elenco con le seguenti informazioni:
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
 Codice compenso: codice e descrizione del compenso;
 Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
 Nome elenco: denominazione dell’elenco.
La seconda sezione visualizza, ordinati cronologicamente, i diversi stati di lavorazione dell’elenco; comprende
le seguenti colonne:
 Data Stato Elenco: è la data del cambiamento di stato (nel formato “GG/MM/AAAA hh:mi:ss)
 Descrizione Stato Elenco: descrizione sintetica dello stato elenco;
 Utente: Utente che effettuato l’operazione;
 Esito operazione : descrizione sintetica dell’esito dell’operazione;
 Importo calcolato: importo calcolato;
 Tot. prev.dat. lav.: importo totale ritenute previdenziali a carico del datore di lavoro;
 Tot. IRAP: importo totale Irap.
Alla pressione del pulsante “Chiudi” si torna alla lista degli elenchi.
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento,
presente nella lista degli elenchi, è possibile visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato
dalla lista.
La schermata che appare Dettaglio Elenco presenta i dati relativi all’elenco che possono variare in base allo
stato dell’elenco. L’elenco completo dei campi visualizzati è riportato di seguito.
La prima sezione riporta i dati di testata dell’elenco con le seguenti informazioni:
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
Pagina 60 di 108








Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
Stato elenco: descrizione dello stato di lavorazione in cui si trova l’elenco;
Data elenco: data di emissione dell’elenco (formato GG/MM/AAAA);
Rata di emissione: valore presente nel caso di elenco emesso (formato MM/AAAA);
Compenso: codice e descrizione del compenso;
Codice elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
Capitolo/P.G.: numero del capitolo di bilancio e del piano gestionale;
Periodo competenza: se tipologia assegno a Quantità: MM/AAAA; se tipologia assegno a importi: dal
“GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
 Tipo tassazione: corrente/separata(se il tipo di tassazione è stata forzata rispetto al valore di
default, appare una opportuna segnalazione);
 Elenco da: canale di provenienza dei dati(valori ammessi: on line, file upload);
 Ufficio Ordinante/POS: presente nel caso in cui l’elenco sia stato approvato;
Dati ad uso dell’ufficio, dati riepilogativi dell’elenco in cui si trova il compenso:
 Nome elenco: denominazione dell’elenco;
 Note: note;
 Esito calcolo: notifica dell’esito del calcolo (presente nel caso in cui l’elenco sia stato sottoposto al
calcolo).
Sotto la voce Esito calcolo sono presenti quattro colonne compilate riportanti i seguenti dati:
 Tot. lordo: totale imponibile lordo;
 Tot. prev.dat. lav.: importo totale ritenute previdenziali a carico del datore di lavoro;
 Tot. Irap: importo totale Irap;
 Totale: sommatoria dei precedenti importi.
La seconda sezione, comprende la lista dei contratti relativi a compensi vari comunicati nell’ambito
dell’elenco, presenta le seguenti colonne:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Iscrizione: numero di iscrizione;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Estremi protocollo: numero e data;
 Lordo: importo lordo comunicato;
 Esito: viene valorizzato a seguito dell’operazione di calcolo o emissione;
 Dettaglio: pulsante che espone i dati di dettaglio del contratto in sola visualizzazione.
La colonna esito può assumere i seguenti valori:
- vuoto: la segnalazione comunicata non è ancora stata sottoposta ad elaborazione, ovvero l’elenco
è stato riportato in stato di lavorazione;
- calcolo corretto: la segnalazione comunicata è stata correttamente elaborata dalla procedura di
calcolo, il cui dettaglio è visualizzabile premendo il pulsante verde presente nella colonna
“dettaglio”;
- calcolo con errori: la segnalazione comunicata è stata elaborata con errore dalla procedura di
calcolo, il cui dettaglio è visualizzabile premendo il pulsante rosso presente nella colonna
“dettaglio”;
- emesso: la segnalazione è stata correttamente elaborata dalla procedura di emissione del
cedolino (premendo il pulsante verde presente nella colonna “dettaglio” viene mostrato lo
sviluppo degli importi così come elaborati dalla procedura di calcolo);
- anomalia in emissione: la segnalazione è stata elaborata con errore dalla procedura di emissione
del cedolino (premendo il pulsante verde presente nella colonna “dettaglio” viene mostrato lo
sviluppo degli importi così come elaborati dalla procedura di calcolo).
Pagina 61 di 108
Sempre se l’elenco è stato già approvato, nella schermata Dettaglio Elenco è presente anche il pulsante
Esporta mediante il quale è possibile esportare sul proprio computer, in un file excel, i dati dell’elenco
inseriti a sistema. Una volta selezionato il pulsante, è necessario cliccare su Apri, nella finestra di download,
per visualizzare il file excel che riporta i dati inseriti nel sistema, oppure cliccare su Salva per salvare il file
nel proprio computer.
I dati esportati saranno sia quelli di testata (numero, denominazione, stato elenco, Ufficio di servizio, tipo
assegno, ecc…) sia la lista dei compensi comunicati (nominativo, codice fiscale, tipo sottocompenso,
quantità/ importo, eventuale esito calcolo, ecc…).
Premendo il pulsante Esci si torna alla schermata di Dettaglio elenco.
Sotto la lista dei nominativi l’utente, in funzione del suo ruolo e dello stato dell’elenco, ha a disposizione
diversi pulsanti per le relative operazioni
 Modifica – consente l’accesso in modifica all’elenco
 Storico elenco – visualizza la sequenza dei passaggi di stato a cui è stato sottoposto l’elenco
 Esegui calcolo - consente agli utenti di richiedere la simulazione della spesa per l’elenco
selezionato
 Contratti eliminati – consente la visualizzazione degli eventuali contratti acquisiti nell’ambito
dell’elenco e successivamente eliminati
 Rimetti elenco in lavorazione – riporta allo stato di lavorazione un elenco
 Richiedi approvazione – esegue la validazione dei dati da parte dell’operatore, dopo che è stato
effettuato il calcolo
 Approvazione primo livello – consente l’approvazione da parte del responsabile dei dati contenuti
nell’elenco (solo per uffici scolastici)
 Approva ed invia elenco a RGS – consente l’approvazione da parte del responsabile dei dati
contenuti nell’elenco ed il loro invio all’autorizzazione da parte di RGS
 Elimina – consente l’eliminazione di un elenco
 Esporta – consente l’esportazione in formato Excel dei dati contenuti nell’elenco
 Revoca autorizzazione – il pulsante è disponibile solo per i Responsabili degli istituti scolastici e
consente la messa in lavorazione di un elenco autorizzato ma non ancora pagato.
 Esci – torna alla lista degli elenchi prodotta dalla funzione di ricerca
Premendo il pulsante “Dettaglio” nella lista dei contratti, si accede in sola visualizzazione alla schermata
contenente i dati del contratto e la lista degli assegni acquisiti.
Nell’area superiore sono riportati i dati della persona:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Data di nascita: data di nascita;
 Iscrizione: numero di iscrizione;
Nell’area intermedia sono riportati i dati relativi al contratto:
 Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
 Codice SIDI (solo nel caso di uffici scolastici): dell’ufficio di servizio (solo nel caso di contratti riferiti
a supplenze brevi) (in sola lettura)
 Periodo di competenza: (Dal … Al …) se tipologia assegno a Quantità: mm/aaaa; se tipologia assegno
a importi: dal “GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Estremi protocollo: numero e data.
Nell’area sottostante in tabella sono riportati gli importi per ciascun assegno comunicato; se l’elenco è stato
sottoposto alla procedura di calcolo, e se gli importi non sono stati variati, sono evidenziati anche gli importi
relativi ai calcoli degli oneri previdenziali:
Pagina 62 di 108




Assegni: codice e descrizione;
Importo lordo:importo comunicato;
Tot. Rit. Dip.: totale ritenute a carico del dipendente;
Tot.Rit. Dat. Lav. : totale ritenute a carico del datore di lavoro.
Nell’ultima riga sono riportati i totali degli importi.
Alla pressione del pulsante “Chiudi” si torna al dettaglio dell’elenco.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
visualizzare il dettaglio dell’elenco.
Se l’elenco ha subito almeno una richiesta di calcolo, e dall’effettuazione dell’ultimo calcolo l’importo non è
stato variato, nella colonna “Esito” della lista assegni è presente un pulsante per la consultazione del
dettaglio dell’esito del calcolo: questo è verde nel caso di esito positivo, rosso nel caso di esito negativo. Nel
primo caso, alla pressione del pulsante, si apre una finestra sovrapposta in cui sono visualizzati in testata i
dati del beneficiario (Cognome, nome, codice fiscale, iscrizione, qualifica) e codice e descrizione del
sottocompenso.
Nell’area superiore della tabella sono riportati i dati relativi al sottocompenso:
 Tipologia compenso: codice e descrizione;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Importo lordo:importo comunicato;
Nell’area sottostante in tabella sono riportati i calcoli degli oneri previdenziali e IRAP:
 Rit. Prev. Ass.: descrizione ritenuta;
 Imponibile: importo imponibile;
 Rit. Dip.: importo ritenuta a carico del dipendente;
 Aliq. Dip.: aliquota ritenuta a carico del dipendente;
 Rit. Dat. Lav.: importo ritenuta a carico datore di lavoro;
 Aliq. Dat. Lav. : aliquota ritenuta a carico datore di lavoro.
Nell’ultima riga sono riportati i totali degli importi.
Alla pressione del pulsante “Chiudi” si torna al dettaglio del contratto.
Nel caso in cui il calcolo abbia avuto esito negativo, alla pressione del pulsante “Dettaglio”, si apre una
schermata sovrapposta con la descrizione del codice di errore.
I contratti eventualmente eliminati dagli elenchi sono memorizzati in base dati e consultabili tramite la
funzione in oggetto.
Premendo il pulsante “Contratti eliminati” presente nella schermata di Dettaglio elenco, viene visualizzata
una schermata sovrapposta che riporta in testata i dati identificativi dell’elenco:
 Nome elenco: nome dell’elenco;
 Codice elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
 Compenso: codice e descrizione del compenso;
Nella tabella sottostante i dettagli delle righe eliminate:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Iscrizione: numero di iscrizione;
 Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
 Estremi protocollo: numero e data;
Pagina 63 di 108


Importo lordo:importo comunicato;
Data eliminazione:data di eliminazione.
Premendo il pulsante “Dettaglio” associato a ciascuna riga della lista contratti eliminati, viene visualizzata
una schermata contenente il dettaglio del contratto eliminato. La sezione della lista degli assegni comprende
le colonne “assegno” e “importo”.
3.1.3.1.2
Gestione ad Elenchi / Nuovo elenco
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente nella “Gestione ad elenchi”, permette di creare un nuovo
elenco online per poter procedere alla gestione e registrazione dei compensi
accessori.
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Nuovo
elenco
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie).
Come si accede alla funzione?
La ricerca dei dati è avviata cliccando il
pulsante Nuovo nella finestra “Criteri di
ricerca” della funzione Gestione Elenchi.
Successivamente l’utente deve indicare
nella finestra di ricerca Nuovo Elenco
l’Ufficio responsabile, l’Ufficio di Servizio,
il Compenso, il Capitolo, il Piano
Gestionale, Tipo di Tassazione, il Nome
Elenco, le Note.
Una volta inseriti i parametri richiesti,
l’utente deve selezionare il pulsante
Conferma per caricare i dati in banca dati.
Dopo l’inserimento dei criteri di ricerca vengono eseguiti i seguenti controlli:
-tipo tassazione: viene impostato automaticamente il valore “corrente”. Se l’utente imposta nella lista a
tendina il valore “separata” viene visualizzata una dicitura accanto al campo che indica che la tassazione è
“Forzata dall’ufficio”.
-Il periodo di riferimento dell’elenco coincide con la rata di applicazione
Che cosa fa la funzione?
Se l’utente ha selezionato correttamente i “criteri di ricerca” viene visualizzato il messaggio “Operazione
correttamente eseguita – Codice elenco” affiancato da un valore progressivo numerico, assegnato dal
sistema all’elenco ed utilizzabile dall’utente per successive ricerche.
Pagina 64 di 108
In questa fase, nella parte inferiore della schermata è presente solo il pulsante funzionale “Aggiungi
Contratto all’Elenco” (per acquisire contratti relativi ai compensi da pagare).
La funzione, attivabile dalla schermata di dettaglio elenco in fase di creazione o di modifica, consente la
ricerca tramite codice fiscale, iscrizione o cognome e nome, di nominativi a cui attribuire contratti da
includere nell’elenco; alla pressione del pulsante “Aggiungi contratto all’Elenco” appare una schermata di
ricerca con i seguenti campi in input:



Codice fiscale: codice fiscale;
Cognome e Nome: cognome e nome;
Iscrizione: numero di iscrizione.
Con il pulsante “Annulla” si azzerano i criteri di ricerca;
Con il pulsante “Chiudi” si torna all’elenco degli amministrati;
Con il pulsante “Cerca” viene caricata la lista corrispondente ai criteri di ricerca impostati con i seguenti dati
in sola lettura:






Codice fiscale: codice fiscale;
Cognome e Nome: cognome e nome;
Iscrizione: numero di iscrizione.
Ufficio responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
Ufficio di servizio: codice e descrizione dell’Ufficio che ha effettuato la comunicazione;
Stato della partita: informazioni sullo stato della partita.
Con il pulsante verde della colonna “Seleziona” si apre la schermata per l’acquisizione dei dati di dettaglio
del contratto: la pagina è costituita da 3 sezioni:
La prima sezione riporta i dati del beneficiario in sola lettura:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Data di nascita: data di nascita;
 Iscrizione: numero di iscrizione.
La seconda sezione riporta i dati del contratto:
 Ufficio responsabile (relativo all’elenco): codice – descrizione (in sola lettura)
 Ufficio di servizio (relativo all’elenco): codice – descrizione (in sola lettura)
 Codice SIDI dell’ufficio di servizio (solo nel caso di contratti riferiti a supplenze brevi) (in sola lettura)
 Periodo di competenza: dal ..(è la data di inizio del periodo di svolgimento dell’attività da parte del
soggetto): campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Estremi protocollo – numero: campo alfanumerico di 20 caratteri (obbligatorio)
 Estremi protocollo – data: campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Qualifica: lista di valori contenente le qualifiche attribuibili al beneficiario nell’ambito del servizio
svolto (obbligatorio)
La terza sezione riporta gli assegni Assegni ed è costituita da una tabella in cui è presente una riga per ogni
assegno corrispondente al trattamento economico spettante per il periodo di riferimento della segnalazione,
al lordo delle ritenute previdenziali e al netto di eventuali riduzioni per assenze; le prime due righe sono preimpostate con i codici degli assegni il cui pagamento è obbligatorio (stipendio ed indennità integrativa
speciale); tramite il pulsante “Aggiungi assegno” possono essere aggiunti ulteriori assegni, le voci assegno
proposte automaticamente dalla funzione sono state concordate con le rispettive Amministrazioni; la tabella
è costituita dalle seguenti colonne:
Pagina 65 di 108
 Campo selezione: check editabile disabilitato per le prime 2 righe;
 Assegno: codice e descrizione dell’assegno;
 Importo: importo dell’assegno.
Nella parte inferiore i pulsanti azione “Aggiungi assegno” , ”Simulazione calcolo”, “Elimina selezionati”,
“Salva” , “Annulla” e “Chiudi”.
Premendo il tasto “Simulazione calcolo” presente nella schermata di dettaglio contratto, viene eseguita la
simulazione del calcolo relativa a tutti gli assegni attribuiti al soggetto selezionato nell’ambito del contratto
selezionato; il risultato viene visualizzato in una schermata sovrapposta contenente:
Dati dell’amministrato:
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Iscrizione: numero di iscrizione.
Dati del contratto
 Periodo di competenza: dal ..(è la data di inizio del periodo di svolgimento dell’attività da parte del
soggetto): campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Estremi protocollo – numero: campo alfanumerico di 20 caratteri (obbligatorio)
 Estremi protocollo – data: campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Qualifica: lista di valori contenente le qualifiche attribuibili al beneficiario nell’ambito del servizio
svolto (obbligatorio)
Nella parte inferiore, per ciascun assegno presente nel contratto, la tabella riassuntiva delle ritenute:
 Tipologia compenso : codice e descrizione dell’assegno
 Rit. Prev. Ass.: descrizione ritenuta;
 Imponibile: importo imponibile;
 Rit. Dip.: importo ritenuta a carico del dipendente;
 Aliq. Dip.: aliquota ritenuta a carico del dipendente;
 Rit. Dat. Lav.: importo ritenuta a carico datore di lavoro;
 Aliq. Dat. Lav. : aliquota ritenuta a carico datore di lavoro.
Nell’ultima riga sono riportati i totali degli importi.
Nel caso di elenchi relativi a Supplenze brevi, possono essere inclusi esclusivamente beneficiari che abbiano
qualifica di Supplente temporaneo; in caso contrario viene emesso un diagnostico di operazione non
consentita.
3.1.3.1.3
Gestione ad Elenchi / Modifica elenco
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
La funzione presente all’interno della Gestione Elenchi permette di modificare
il contenuto degli elenchi che si trovano nello stato “In lavorazione”. E’
possibile creare e modificare un elenco esistente o un nuovo elenco online per
poter procedere alla gestione e registrazione dei Compensi Vari.
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Modifica
elenco
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie).
Le modifiche possono riguardare sia i dati di Testata, sia la lista dei nominativi acquisiti, sia i valori dei
compensi (importi/quantità) acquisiti.
Pagina 66 di 108
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Modifica Elenco nella schermata
Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che appare Modifica Elenco è divisa in due sezioni.
Nella prima sezione sono modificabili i seguenti campi :
 Nome elenco: nome dell’elenco;
 Note: note relative all’elenco.
All’interno della sezione sono presenti anche i pulsanti
- Salva Dati Testata, per salvare le variazioni apportate ai dati di testata dell’elenco
- Annulla, per annullare le eventuali variazioni apportate ai dati di testata dell’elenco
La seconda sezione presenta la lista dei contratti associati all’elenco.
I dati visualizzati sono i seguenti:
 Campo selezione: check selezionabile;
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Iscrizione: numero di iscrizione.
 Estremi protocollo – numero: campo alfanumerico di 20 caratteri (obbligatorio)
 Estremi protocollo – data: campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Qualifica: lista di valori contenente le qualifiche attribuibili al beneficiario nell’ambito del servizio
svolto (obbligatorio)
 Lordo: importo comunicato;
Il campo selezionabile (“check”) è utilizzabile per l’operazione di cancellazione di gruppi di contratti, tramite
il pulsante “Elimina Selezionati”.
Nella parte inferiore della schermata sono presenti i seguenti pulsanti funzionali: “Seleziona tutti” (per
selezionare tutti i contratti della lista) “Aggiungi Contratto all’Elenco” (per aggiungere contratti all’elenco in
lavorazione), “Elimina selezionati” (per eliminare i contratti dall’elenco), “Lavora elenco” (per tornare alla
schermata di gestione dell’elenco).
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento,
presente nella lista degli elenchi, è possibile visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato
dalla lista. La pagina di dettaglio è costituita da 3 sezioni:
Pagina 67 di 108
La prima sezione riporta i dati del beneficiario (in sola lettura):
 Codice fiscale: codice fiscale;
 Cognome e Nome: cognome e nome;
 Data di nascita: data di nascita;
 Iscrizione: numero di iscrizione.
La seconda sezione riporta i dati del contratto:
 Ufficio responsabile (relativo all’elenco): codice – descrizione (in sola lettura)
 Ufficio di servizio (relativo all’elenco): codice – descrizione (in sola lettura)
 Codice SIDI dell’ufficio di servizio (solo nel caso di contratti riferiti a supplenze brevi) (in sola lettura)
 Periodo di competenza: dal ..(è la data di inizio del periodo di svolgimento dell’attività da parte del
soggetto): campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Estremi protocollo – numero: campo alfanumerico di 20 caratteri (obbligatorio)
 Estremi protocollo – data: campo data a cui è associato il calendario (obbligatorio)
 Qualifica: lista di valori contenente le qualifiche attribuibili al beneficiario nell’ambito del servizio
svolto (obbligatorio)
La terza sezione riporta gli Assegni, ed è costituita da una tabella in cui è presente una riga per ogni assegno
corrispondente al trattamento economico spettante per il periodo di riferimento della segnalazione, al lordo
delle ritenute previdenziali e al netto di eventuali riduzioni per assenze; le prime due righe sono preimpostate con i codici degli assegni il cui pagamento è obbligatorio (stipendio ed indennità integrativa
speciale); tramite il pulsante “Aggiungi assegno” possono essere aggiunti ulteriori assegni, le voci assegno
proposte automaticamente dalla funzione sono state concordate con le rispettive Amministrazioni; la tabella
è costituita dalle seguenti colonne:
 Campo selezione: check editabile disabilitato per le prime 2 righe;
 Assegno: codice e descrizione dell’assegno;
 Importo: importo dell’assegno.
Nella parte inferiore i pulsanti azione “Aggiungi assegno” , ”Simulazione calcolo”, “Elimina selezionati”,
“Salva” , “Annulla” e “Chiudi”.
Con il pulsante “Elimina selezionati” è possibile eliminare dalla lista gli assegni comunicati. Al termine deve
essere premuto il tasto “Salva” per confermare la variazione. Premendo il pulsante “Elimina Selezionati”
viene visualizzata una richiesta di conferma dell’operazione per l’aggiornamento dell’elenco. La funzione
rimuove il collegamento tra l’elenco ed i contratti selezionati, che rimangono consultabili tramite la funzione
“Contratti eliminati” attivabile dalla schermata di Dettaglio elenco.
Con il pulsante “Aggiungi assegno” la funzione aggiunge una voce assegno da comunicare: l’utente deve
specificare l’assegno (viene caricata una lista a tendina con la lista degli assegni ammessi, ad esclusione di
quelli già comunicati) e valorizzare l’importo al lordo delle ritenute previdenziali e al netto di eventuali
riduzioni per assenze.
Con il pulsante “Salva” si conferma la variazione effettuata, e si torna al dettaglio elenco.
Premendo il tasto “Annulla” vengono annullate le variazioni e viene ripristinata la situazione iniziale.
Premendo il tasto “Chiudi” si torna alla schermata di dettaglio elenco.
Pagina 68 di 108
3.1.3.1.4
Gestione ad Elenchi / Elimina elenco
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
La funzione, attivabile premendo il pulsante “Elimina Elenco” nella schermata
di “Dettaglio Elenco”, consente l’eliminazione dell’elenco selezionato.
Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Elimina
elenco
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie).
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Elimina Elenco nella schermata
Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La funzione“Elimina Elenco” è attivabile solo per gli elenchi che si trovano nei seguenti stati di lavorazione:
 IN LAVORAZIONE (Operatore e Responsabile);
 CALCOLO EFFETTUATO (Operatore e Responsabile);
 DA APPROVARE (Responsabile CA).
Con il pulsante “Elimina Elenco” viene visualizzata una richiesta di conferma dell’operazione per
l’eliminazione dell’elenco. Al termine dell’operazione viene nuovamente visualizzata la schermata di ricerca
elenchi.
3.1.3.1.5
Gestione ad Elenchi / Esegui calcolo
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione, presente all’interno della Gestione Elenchi, permette di richiedere
la simulazione della spesa per l’elenco selezionato solo se in stato “in
lavorazione”.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Esegui
calcolo
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Pagina 69 di 108
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Esegui Calcolo nella schermata
Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La funzione, “Esegui Calcolo” è attivabile solo sugli elenchi IN LAVORAZIONE che contengano almeno una
segnalazione; pertanto è possibile richiedere più volte il calcolo su uno stesso elenco nel caso in cui sia stato
rimesso in lavorazione mediante l’apposita funzione.
Nel corso dell’esecuzione del calcolo l’elenco non è modificabile (lo stato elenco viene impostato a CALCOLO
IN CORSO); una volta terminata la procedura lo “stato elenco” viene impostato a CALCOLO EFFETTUATO,
rendendolo disponibile alle operazioni successive.
La procedura di calcolo genera dei totali evidenziati sulla maschera di “Dettaglio elenco”, in particolare:
 Tot. lordo: totale imponibile lordo;
 Tot. prev.dat. lav.: importo totale ritenute previdenziali a carico del datore di lavoro;
 Tot. Irap: importo totale Irap;
 Totale generale: sommatoria dei precedenti importi.
Gli importi di dettaglio prodotti dalla procedura di calcolo sono consultabili tramite il pulsante verde
“Dettaglio” presente nella schermata di “Dettaglio contratto”, in cui vengono esposti i dati relativi al
dettaglio di calcolo per ciascun assegno.
La conclusione della procedura di calcolo viene comunicata all’utente mediante e-mail e notifica nell’area
“Notifiche” della pagina web.
3.1.3.1.6
Gestione ad Elenchi / Richiedi Autorizzazione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione Richiedi Autorizzazione, consente all’utente con ruolo Operatore di
inoltrare l’elenco all’approvazione del Responsabile per il successivo invio al
sistema della Ragioneria Generale dello Stato - SIRGS - sottosistema Spese Web.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Richiedi
Autorizzazione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
Pagina 70 di 108
pulsante Richiedi Autorizzazione
schermata Dettaglio Elenco.
nella
Che cosa fa la funzione?
La funzione, “Richiedi Autorizzazione” consente all’utente con ruolo Operatore di inoltrare l’elenco
all’approvazione del Responsabile per il successivo invio al sistema della Ragioneria Generale dello Stato SIRGS - sottosistema Spese Web.
Si applica agli elenchi con stato “CALCOLO EFFETTUATO” che non abbiano generato errori di calcolo.
La funzione imposta lo stato dell’elenco al valore “DA APPROVARE”.
Nel caso in cui il calcolo abbia prodotto degli scarti questi sono evidenziati nel dettaglio elenco; in tal caso
l’operatore non può richiedere l’approvazione.
La richiesta di approvazione viene comunicata all’utente Responsabile mediante e-mail e notifica nell’area
“Notifiche” della pagina web.
3.1.3.1.7
Gestione ad Elenchi / Rimetti in lavorazione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione Rimetti in lavorazione, consente riportare allo stato “IN
LAVORAZIONE” gli elenchi su cui sia stato eseguito il calcolo o che siano stati
respinti da RGS..
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\Rimetti
in lavorazione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Rimetti in lavorazione nella
schermata Dettaglio Elenco.
Pagina 71 di 108
Che cosa fa la funzione?
La funzione Rimetti in lavorazione, è eseguibile per gli elenchi che si trovino nei seguenti stati di
lavorazione:
• CALCOLO EFFETTUATO, da parte dell’Operatore o del Responsabile;
• DA APPROVARE, da parte del Responsabile;
• RESPINTO DA RGS, da parte del (Responsabile).
La funzione è disponibile sia all’Operatore sia al Responsabile in quanto può essere necessario riportare
l’elenco nello stato “IN LAVORAZIONE” sia quando l’operatore ritenga di dover apportare delle variazioni
(stato CALCOLO EFFETTUATO), sia quando il responsabile neghi l’autorizzazione all’invio (stato DA
APPROVARE) o decida di correggere un elenco respinto da RGS (RESPINTO DA RGS).
La rimessa in lavorazione viene comunicata all’utente Operatore Responsabile mediante e-mail e notifica
nell’area “Notifiche” della pagina web.
3.1.3.1.8
Gestione ad Elenchi / Approva ed invia a RGS
Processo di riferimento
La funzione Approva ed invia a RGS consiste nella richiesta, inoltrata al sistema
della Ragioneria Generale dello Stato dell’autorizzazione alla liquidazione delle
retribuzioni spettanti al personale supplente breve e saltuario della scuola e al
personale volontario dei Vigili del Fuoco.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi\ Approva
e invia a RGS
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Approva ed invia a RGS nella
schermata Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La funzione Approva ed invia a RGS, è attivabile solo da utenti con ruolo di Responsabile/POS; essa
consiste nella richiesta, inoltrata al sistema della Ragioneria Generale dello Stato - SIRGS - sottosistema
Spese Web, dell’autorizzazione alla liquidazione delle retribuzioni spettanti al personale supplente breve
e saltuario della scuola e al personale volontario dei Vigili del Fuoco, ripartite per capitolo/piano di
gestione/Ufficio Ordinante. Si applica agli elenchi con stato “DA APPROVARE” e imposta lo stato
dell’elenco al valore “INVIATO A RGS“, che lo rende non modificabile.
Pagina 72 di 108
La richiesta di autorizzazione viene presa in carico dal sistema RGS che comunica l’esito del controllo al
sistema NoiPA in modalità web-service. In particolare RGS può autorizzare o respingere il pagamento: in
tal caso i valori “stato elenco” verranno impostati a “PAGAMENTO AUTORIZZATO” o “RESPINTO DA RGS”.
L’esito e l’eventuale descrizione della motivazione dello scarto vengono memorizzati in base dati.
La ricezione di tale esito viene comunicata all’utente Responsabile/POS mediante e-mail e notifica
nell’area “Notifiche” della pagina web.
3.1.3.1.9
Gestione ad Elenchi / Revoca Autorizzazione
Processo di riferimento
La funzione, presente all’interno della sotto funzione di ricerca nella Gestione
Elenchi, consente di annullare elenchi in stato Autorizzato, che non siano stati
ancora elaborati con la procedura di emissione.
Inserimento/Modifica/Annullamento
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi \Revoca
Autorizzazione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie).
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
La funzione è ad uso esclusivo delle Istituzioni Scolastiche ed in particolare dei due responsabili, il
“Direttore dei servizi generali ed amministrativi” ed il “Dirigente scolastico”. Essa consente di annullare
elenchi in stato PAGAMENTO AUTORIZZATO, che non siano stati ancora elaborati dalla procedura di
emissione.
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Revoca Autorizzazione nella
schermata Dettaglio Elenco.
Che cosa fa la funzione?
Alla selezione del pulsante “Revoca autorizzazione” il sistema chiede all’utente di confermare la scelta. Se
l’utente conferma, l’elenco viene rimesso nello stato di lavorazione e può essere sottoposto a tutte le
operazioni consentite sugli elenchi in tale stato (modifica, richiesta di calcolo, eliminazione, …).
3.1.3.1.10 Gestione ad Elenchi / Esporta elenco in excel
Obiettivo
Tipologia funzione
La funzione, consente di esportare in un foglio Excel il contenuto dell’elenco
selezionato.
Inserimento/Modifica/Annullamento
Pagina 73 di 108
Processo di riferimento
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione ad elenchi \Esporta
elenco in excel
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc >
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie)
Percorso
Come si accede alla funzione?
La funzione viene attivata selezionando il
pulsante Esporta nella schermata Dettaglio
Elenco.
Che cosa fa la funzione?
La funzione, disponibile agli utenti abilitati alla visualizzazione, consente di esportare in un foglio Excel il
contenuto dell’elenco selezionato.
I dati esportati saranno sia quelli di testata (numero, denominazione, stato elenco, Ufficio di servizio, periodo
di competenza, ecc…) sia la lista dei contratti comunicati (nominativo, codice fiscale, estremi protocollo,
importo lordo comunicato, eventuale esito calcolo, ecc…).
3.1.3.2
Elenchi Eliminati
Obiettivo
La funzione consente di ricercare gli elenchi eliminati.
Tipologia funzione
Visualizzazione/Ricerca
Percorso
Gestione Accessoria\Attività uffici\ Compensi Vari\ Elenchi Eliminati
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
Ruolo abilitato
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca l’utente deve
specificare nella finestra “Criteri di
ricerca” l’Ufficio Responsabile, l’Ufficio di
Servizio, la Data Creazione Elenco
(Dal..Al..), la Data Eliminazione Elenco
(Dal..Al..), il Nome Elenco, l’Elenco da e il
Codice Elenco.
Pagina 74 di 108
La ricerca in banca dati è avviata cliccando
il pulsante Cerca.
Perché
-
la ricerca produca risultati:
deve essere compilato almeno un campo,
se digitato “data creazione al”, deve essere valorizzato “data creazione dal”
se digitato “data eliminazione al”, deve essere valorizzato “data eliminazione dal”
Che cosa fa la funzione?
La schermata che appare contiene la lista degli elenchi eliminati risultanti dai criteri di ricerca selezionati.
Nella lista sono riportati i seguenti campi:
• Data eliminazione: data in cui è stato eliminato l’elenco;
• Nome elenco: denominazione dell’elenco;
• Codice elenco: codice numerico dell’elenco;
• Codice compenso: codice alfanumerico del compenso;
• Capitolo di Bilancio: numero del capitolo di Bilancio;
• P.G.: piano gestionale;
• Inizio Periodo Competenza:(data dal … al);
• Fine Periodo Competenza:(data dal … al);
• Data creazione: data di creazione dell’elenco;
• Totale Lordo: importo totale lordo.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
visualizzare le informazioni di dettaglio dell’elenco selezionato dalla lista elenchi eliminati.
La schermata che appare Dettaglio Elenco Eliminato è divisa in due sezioni:
Nella prima sezione sono presenti i seguenti campi già valorizzati:
• Ufficio Responsabile: codice e descrizione dell’ufficio responsabile;
• Ufficio di Servizio: Ufficio che ha effettuato la comunicazione dei compensi; codice - descrizione;
• Data Creazione: data di creazione dell’elenco GG/MM/AAAA;
• Compenso: codice e descrizione del compenso;
• Codice Elenco: progressivo numerico che identifica univocamente l’elenco;
• Capitolo/ P.G.: numero capitolo o piano gestionale.;
• Periodo Competenza: se tipologia assegno a Quantità: mm/aaaa; se tipologia assegno a Importi: dal
“GG/MM/AAAA” al “GG/MM/AAAA”;
• Tipo Tassazione: corrente/separata (se tipo tassazione è stata forzata rispetto al valore di default,
appare una opportuna segnalazione);
• Elenco da: canale di provenienza dei dati; valori ammessi: on line, file upload, caricamenti
centralizzati;
• Data eliminazione: data di eliminazione dell’elenco (gg/mm/aaaa);
• Nome file origine: denominazione del file eliminato;
• Ufficio Ordinante/POS: presente nel caso in cui l’elenco sia stato approvato prima della
cancellazione;
Pagina 75 di 108
• Nome Elenco: identificativo denominazione dell’elenco assegnato dall’Utente;
• Note: note inserite.
L’utente deve, quindi, cliccare sul tasto Esci per tornare alla schermata principale.
3.1.3.3
Gestione da File
All’interno di Gestione da File è possibile
avere accesso alle seguenti funzioni:
 Acquisizione;
 Esito.
3.1.3.3.1
Acquisizione
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione consente di caricare a sistema un file in formato excel (estensione
xls) o in formato xml (extensible markup language) precedentemente
predisposto. Si tratta di una modalità alternativa che l’utente potrà utilizzare
se preferisce predisporre un file xml o excel sul proprio computer con più
elenchi per caricarli in un unico invio.
Inserimento\Modifica
Gestione Accessoria\Attività uffici\Compensi Vari\ Gestione da file\Acquisizione
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie).
Per la compilazione di questi file è necessario utilizzare i tracciati e le istruzioni presenti sul portale NoiPA
all’indirizzo https://noipa.mef.gov.it/web/guest/cedolino-unico o seguendo il percorso sul portale noiPA i servizi online - Gestione Accessoria.
Come si accede alla funzione?
Nella maschera di input attivata dalla voce di
menu “Gestione da file – Acquisizione” sono
presenti i seguenti campi: Ufficio Responsabile,
Ufficio di servizio, File da acquisire, Note:
campo opzionale nel quale l’utente può inserire
informazioni relative al flusso in spedizione.
Pagina 76 di 108
I campi Ufficio Responsabile,Ufficio di servizio, File da acquisire, sono obbligatori e sono selezionabili tramite liste a
tendina valorizzate con gli uffici a cui l’utente è abilitato.
Che cosa fa la funzione?
Una volta ricercato e selezionato il file di interesse, è possibile confermare l’acquisizione mediante il
pulsante Acquisisci.
Il pulsante Annulla, invece, consente l’annullamento dell’operazione.
Alla conferma dell’acquisizione, il sistema procede ai controlli del formato e della struttura del file; se i
controlli hanno esito positivo, viene visualizzato il messaggio “Il file “Nome File” è in fase di elaborazione”.
Una volta effettuata l’acquisizione del file, viene attivata la procedura che effettua il caricamento degli
elenchi contenuti nel file; gli elenchi così acquisiti possono essere successivamente gestiti tramite le funzioni
di “Gestione ad elenchi” del menu “Compensi Vari”.
L’esito del caricamento può essere verificato in tempo reale tramite la funzione di consultazione “Esito” del
menu “Gestione da file”, che aggiorna dello stato della procedura.
Vengono innanzi tutto controllati la conformità dell’estensione, la correttezza rispetto all’XSD, per il file xml,
la correttezza rispetto al tracciato, per il file XLS e l’integrità del file allegato; in caso di esito negativo,
viene visualizzato un messaggio con l’indicazione dell’errore; l’utente può correggere l’anomalia e procedere
a una ulteriore operazione di caricamento.
Una volta segnalato l’avvio della fase di elaborazione, ciascun elenco contenuto nel file viene sottoposto al
controllo dei dati presenti nella testata:
 Omogeneità dei dati presenti in testata elenco;
 Correttezza e validità di Capitolo e Piano Gestionale comunicati
 Correttezza del tipo tassazione comunicato;
 il “numero record” e “totale importi” devono coincidere rispettivamente con il numero di
segnalazioni presenti nell’elenco e con la somma degli importi segnalati.
Se anche uno soltanto dei controlli non viene superato, il sistema procede allo scarto dell’intero file; in
questo caso viene inviata una comunicazione tramite e-mail all’utente e viene visualizzata una opportuna
notifica nell’area “Notifiche” della pagina web.
Viceversa, se i controlli sui dati di testata sono superati, viene attivata la procedura di caricamento delle
singole segnalazioni.
La procedura di caricamento prevede che le singole segnalazioni siano sottoposte a una serie di controlli che
possono eventualmente determinarne lo scarto; in tal caso l’elenco viene comunque prodotto e gli scarti
vengono opportunamente evidenziati nella funzione “Esito” della “Gestione da file”.
3.1.3.3.2
Esito
Tipologia funzione
La funzione consente di:
- conoscere lo stato di elaborazione delle richieste di caricamento dati; per
tutti i flussi l’utente può consultare la storia degli stati di elaborazione.
- consultazione dell’esito dei flussi derivanti da “Acquisizione da file”.
Visualizzazione\Ricerca
Percorso
Gestione Accessoria\Attività uffici\ Compensi Vari \ Gestione da file\Esito
Processo di riferimento
Gestione amministrati>Gestione competenze>Gestione ad hoc
RCA (Responsabile competenze accessorie), OCA (Operatore competenze
accessorie); ACU - ASSISTENZA CEDOLINO UNICO (in sola consultazione riservato
all’Amministrazione).
Obiettivo
Ruolo abilitato
Pagina 77 di 108
Come si accede alla funzione?
Per avviare la ricerca in banca dati l’utente
deve inserire, nella finestra Criteri di
ricerca, i seguenti dati opzionali:
Ufficio Responsabile, Ufficio di servizio,
Data
acquisizione
(nel
formato
GG/MM/AAAA; è disponibile la funzione
calendario), Nome file, Capitolo (lista di
valori) non è selezionabile se l’utente è
abilitato ad un solo capitolo di bilancio;
Note.
Selezionare il pulsante Cerca.
I campi “Nome File” e “Note” possono essere compilati anche in modo parziale.
I campi “Ufficio di servizio” e “Ufficio Responsabile” sono selezionabili tramite liste a tendina valorizzate
con gli uffici a cui l’utente è abilitato.
Che cosa fa la funzione?
Una volta avviata la ricerca, viene visualizzata la lista dei file caricati rispondenti ai criteri di ricerca digitati,
con l’indicazione delle seguenti informazioni:
 Nome file: nome del file;
 Tipo file: tipo di file;
 Data acquisizione: data di acquisizione;
 Numero segnalazioni: numero di segnalazioni;
 Segnalazioni scartate: segnalazioni scartate;
 Esito acquisizione: elaborato senza scarti, elaborato con scarti.
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, è possibile
visualizzare il dettaglio dell’elenco e procedere, come per la funzione di gestione elenchi, al calcolo ed
autorizzazione dei dati.
La funzione consente di visualizzare le informazioni di dettaglio relative all’esito del caricamento da file
locale e gestire gli elenchi in esso contenuti.
Nella testata della schermata sono presenti le seguenti informazioni:
 Nome file: nome del file;
 Nome file calcolato: nome generato automaticamente per consentire l’identificazione univoca del
file;
 Tipo di File: tipo di file;
 Data acquisizione: data di acquisizione del file;
 Esito caricamento: esito del caricamento del file;
 Record in input: numero delle segnalazioni presenti nel file;
 Scarti da acquisizione: numero delle segnalazioni scartate;
 Record acquisiti: numero delle segnalazioni acquisite;
 Note: note.
Nella parte inferiore vengono visualizzati i dati identificativi dell’elenco prodotto sulla base del caricamento:
 Scarti: in presenza di scarti attiva la visualizzazione della lista dei record scartati;
 Nome elenco: nome dell’elenco;
Pagina 78 di 108





Codice elenco: codice dell’elenco;
Capitolo di bilancio: capitolo di bilancio;
Periodo di competenza: inizio periodo di competenza;
Stato elenco: stato dell’elenco;
Totale lordo:importo lordo.
Nel caso in cui si è provveduto ad eliminare tutti gli elenchi del file, è visibile il pulsante Elimina File
mediante il quale è possibile eliminare il file.
Se nella fase di caricamento o di elaborazione del calcolo sono stati scartati dei risultati, all’interno
dell’elenco viene visualizzato un pulsante di colore rosso.
Selezionando il pulsante rosso viene visualizzata la schermata di dettaglio, contenente la lista dei record
scartati con l’indicazione, per ciascuno di essi, del motivo dello scarto.
Nella parte superiore della schermata sono riportati i dati identificativi del file:
 Nome file: nome del file;
 Nome file calcolato: nome generato automaticamente per consentire l’identificazione univoca del
file;
 Capitolo/p.g.: codice capitolo o piano gestionale;
 Data acquisizione: data di acquisizione del file;
 Id elenco: numero identificativo del file;
 compenso: codice e descrizione compenso
Nella









tabella sottostante i dettagli delle righe scartate:
Descrizione errore: una descrizione dell’errore;
Codice fiscale: codice fiscale;
Iscrizione: numero di iscrizione;
Protocollo: numero e data del protocollo;
Codice qualifica: codice alfanumerico indicante la qualifica;
Inizio periodo competenza: data di inizio del periodo di competenza (“MM/AAAA” per gli elenchi a
Quantità; “GG/MM/AAAA” per gli elenchi a Importo);
Fine periodo competenza: data di fine periodo di competenza (“GG/MM/AAAA” solo per gli elenchi di
compensi a Importo);
Assegno: codice assegno;
Importo calcolato: importo calcolato.
È presente il pulsante Esporta mediante il quale è possibile salvare i dati visualizzati in formato Excel;
premendo il pulsante Chiudi si torna alla schermata di Dettaglio elenco.
Pagina 79 di 108
3.1.4
Comunicazioni di Servizio
All’interno di Comunicazioni di Servizio è
possibile accedere alla funzione:
 Richiesta Modifica Dati Ufficio
3.1.4.1
Richiesta Modifica Dati Ufficio
Processo di riferimento
La funzione consente di effettuare la richiesta di modifica dei dati di dettaglio
degli Uffici di Servizio.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Attività uffici\ Comunicazioni di servizio\ Richiesta
modifica dati ufficio
Gestione amministrati>Gestione competenze>Accessorie
Ruolo abilitato
RCE (Responsabile centrale), RCA (Responsabile competenze accessorie).
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca dei dati l’utente
deve specificare i seguenti criteri di ricerca:
Ufficio responsabile, Ufficio di servizio.
Quindi selezionare il tasto Cerca.
La funzione potrebbe essere disabilitata nei periodi in cui non è previsto un censimento delle informazioni
relative agli Uffici di Servizio.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che compare consente la visualizzazione dell'elenco degli Uffici di Servizio e contiene i seguenti
dati:
Pagina 80 di 108


Cod. Ente: codice dell' Ente di appartenenza dell' Ufficio di Servizio;
DPT: codice dell'amministrazione o dell'ente a cui fanno capo gli uffici centrali o della provincia per gli
uffici periferici;
 Codice: codice che identifica l'ufficio nella base dati del sistema Gestione Accessoria;
 Codice Fiscale: codice fiscale dell'ufficio di servizio;
 Cod. SIMPI: codice identificativo delle scuole;
 Descr. Uff. Servizio: descrizione dell'ufficio di servizio;
 Indirizzo: indirizzo dell'ufficio di servizio;
 Località: località dell'ufficio di servizio;
 Aggiornamento Effettuato: Identifica se eventuali richieste inserite in precedenza siano state rese
effettive in Noi PA (valore "Si") o se siano ancora in gestione (valore "No");
 Con il pulsante Modifica è possibile modificare alcune informazioni.
Nella maschera di dettaglio, accessibile mediante il tasto Modifica, saranno visualizzate le seguenti
informazioni:
 Ente: codice dell'Ente di appartenenza dell'Ufficio di Servizio: campo in sola visualizzazione;
 Dpt: codice dell'amministrazione o dell'ente a cui fanno capo gli uffici centrali o della provincia per
gli uffici periferici: campo in sola visualizzazione;
 Ufficio Servizio: codice che identifica l'ufficio nella base dati del sistema Gestione Accessoria: campo in
sola visualizzazione;
 Codice Fiscale: codice fiscale dell'Ufficio di Servizio, campo in sola visualizzazione;
 Cod. SIMPI: codice identificativo delle scuole, campo in sola visualizzazione;
 Descrizione Uff. Servizio: descrizione modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Indirizzo: indirizzo modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Cap: Codice Avviamento Postale modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Località: località modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Comune: comune modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Provincia Geo: provincia modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Numero Telefono: numero di telefono modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Numero Fax: numero di fax modificabile dall'Ufficio di Servizio;
 Mail: indirizzo e-mail modificabile dall'Ufficio di servizio;
Nella finestra sono presenti i pulsanti:
- Annulla: chiude la pagina di richiesta assistenza non effettuando alcuna operazione;
- Salva: effettua il salvataggio delle informazioni modificate.
Il pulsante Salva non è presente nei casi in cui per gli Uffici di Servizio non è consentita la richiesta di
variazioni.
Al salvataggio dei dati viene registrata la richiesta della modifica e viene visualizzata la situazione postmodifica tuttavia l'aggiornamento sarà effettivo solo successivamente ad un intervento effettuato da centro.
L'effettiva attuazione della modifica da centro viene confermata dal campo "Aggiornamento Effettuato" che
avrà il valore "Si".
Pagina 81 di 108
3.2 Funzioni di Servizio
L’Area tematica Funzioni di Servizio raggruppa tutte le funzionalità di visualizzazione e gestione della
struttura dell’amministrazione.
Selezionando l’area tematica Funzioni di
Servizio
dell’applicazione
Gestione
Accessoria, l’utente accede ad una ulteriore
maschera dove può selezionare:
 Modello Operativo: contenente le
funzioni che consentono di visualizzare,
e gestire, gli elementi presenti in Noi PA
che concorrono alla definizione della
struttura organizzativa coinvolta nel
processo
di
segnalazione
delle
competenze accessorie
 Compensi Accessori: che consente la
visualizzazione e la definizione della
struttura
dei
compensi
accessori
maggiormente aderente alla singola
realtà amministrativa.
3.2.1
Modello Operativo
Nella sezione “Modello Operativo” è possibile accedere a tutte le informazioni necessarie per definire il
modello operativo dell’Amministrazione, e a tutti i dati inerenti l’anagrafica dei POS (Punti Ordinanti della
Spesa).
All’interno di “Modello Operativo” sono
presenti sette funzioni:
 Gestione del Processo Autorizzativo
 Gestione Punti Ordinanti di Spesa
 Gestione Utenze e ruoli
 Attribuzione Delega
 Comunicazione Gestione Utenze
 Visualizzazione Uffici Servizio
 Abbinamento Centri di Responsabilità
 Gestione delle eccezioni (Cerca \Nuovo)
 Gestione Anagrafica Centri di Costo
(Cerca \Nuovo)
 Gestione Anagrafica Conti Economici
(Cerca \Nuovo)
 Associazione Voci Cedolino - Conto
economico (Cerca \Nuovo)
3.2.1.1
Obiettivo
Gestione del ProcessoAutorizzativo
La funzione Gestione del Processo Autorizzativo consente all’utente di:
- Visualizzare le fasi del Processo previste per la propria amministrazione
Pagina 82 di 108
Processo di riferimento
- Abilitare/Disabilitare le fasi del Processo opzionali e, quindi, non previste per
la propria amministrazione;
- Visualizzare le modalità di colloquio per la segnalazione dei dati in Noi PA e il
relativo ruolo abilitato;
- Scegliere, per ogni fase di lavorazione prevista dal processo di gestione delle
competenze accessorie, i destinatari delle notifiche.
Elaborazione/Calcolo/Validazione
Gestione Accessoria\Funzioni di Servizio\Modello Operativo\Gestione del
Processo Autorizzativo
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati l’utente
deve specificare nella finestra Criteri di
ricerca il nome del Progetto (Gestione
Accessoria o Firma Digitale) e il tipo di
Processo (Gestione File e Gestione Elenchi).
In
particolare
per
effettuare
la
visualizzazione occorre valorizzare il campo
Progetto (selezionando il valore Gestione
Accessoria) e Processo (selezionando il
valore Gestione elenchi) e confermando la
ricerca attraverso il pulsante Cerca.
Che cosa fa la funzione?
Una volta selezionato nel campo Progetto il valore Gestione Accessoria e nel campo Processo il valore
Gestione Elenchi, appare la schermata con l’elenco dei processi che rispondono ai criteri di ricerca.
La schermata è divisa in due sezioni; nella prima viene riportata la tipologia di processo:
 Tipologia: identifica se per l’Amministrazione è previsto o meno il controllo preventivo in Ragioneria;
La seconda schermata riporta la lista caratterizzata dai seguenti campi:
 Stato: stato previsto per il processo di gestione delle Competenze Accessorie;
 Abil: indica se lo stato è previsto o meno (viene rappresentato attraverso dei semafori: rosso se non è
abilitato, verde se è abilitato);
 Ruolo: indica per ogni stato di lavorazione il ruolo utente associato;
 Modalità di colloquio con Noi PA: indica le diverse modalità di segnalazione dei dati nel sistema
Gestione Accessoria previste per una determinata amministrazione (tutte le modalità, Caricamento
centrale, On-line, On-line + caricamento centrale, On-line + upload, Upload + caricamento centrale);
 Tipo Notifica: indica la modalità di invio della notifica. (le notifiche di pertinenza dell’utente
connesso sono visualizzate anche nell’apposita sezione Notifiche dell’home page);
 Opzionale: Indica se lo Stato può essere previsto o meno a scelta dell’utente;
Attraverso l’utilizzo del pulsante Dettaglio, l’utente può visualizzare i dati di dettaglio del processo
autorizzativo per singolo dipendente. La schermata è divisa in due sezioni, nella prima sono presenti i dati
inseriti per effettuare la ricerca e che l’utente può modificare selezionando il valore dalla lista:
 Modalità di colloquio Noi PA: modalità di colloquio NoiPA
Pagina 83 di 108
 Tipo Notifica: Opzionale: tipologia di notifica;
 Abilitato/Disabilitato: presenza di abilitazione o disabilitazione;
Nella seconda sezione è possibile visualizzare e modificare la lista dei destinatari a cui inviare la notifica:
 Associato: l’apposizione del flag sulla casella comporta l’inclusione della persona come destinatario
delle comunicazioni;
 Cognome destinatario: cognome del destinatario (campo valorizzato);
 Nome Destinatario: nome del destinatario (campo valorizzato);
 Numero di cellulare: numero di cellulare del destinatario;
 E-Mail: indirizzo di posta elettronica del destinatario (campo presente solo se valorizzato);
 CC: l’apposizione del flag sulla casella comporta l’inclusione della persona in copia conoscenza;
Nel caso di conferma delle modifiche effettuate l’utente può selezionare il pulsante Salva che registra in
banca dati le variazioni richieste.
3.2.1.1.1
Gestione del Processo Autorizzativo/Gestione Destinatari delle notifiche
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione Gestione Destinatari delle notifiche consente all’utente di:
- Inserire nuovi destinatari delle notifiche, modificare i dati dei destinatari già
esistenti;
- Visualizzare e validare le informazioni associate ad un destinatario;
- Eliminare i destinatari dall’anagrafica dei destinatari delle notifiche.
Inserimento/Modifica/Visualizzazione/Ricerca
Gestione Accessoria\Funzioni di Servizio\Modello Operativo\Gestione del
Processo Autorizzativo\Gestione Destinatari delle notifiche
Configurazione>Gestione anagrafica Enti>Organizzazione
RMO (Responsabile definizione modello operativo)
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati l’utente
deve specificare nella finestra Criteri di
ricerca il Cognome, il Nome e il Codice
fiscale e selezionare il tasto Cerca.
Per inserire un nuovo destinatario, invece,
l’utente deve cliccare il tasto Nuovo nella
schermata.
Che cosa fa la funzione?
In caso di nuovo destinatario, una volta premuto il pulsante Nuovo, appare una schermata nella quale
appaiono i dati del destinatario da inserire:
 Codice Fiscale: codice fiscale del nuovo destinatario;
 Cognome: cognome del nuovo destinatario;
 Nome: nome del nuovo destinatario;
 Telefono: numero di telefono se presente;
 Fax: numero di fax se presente;
 Cellulare: numero di cellulare se presente;
 E-mail: indirizzo mail del nuovo destinatario;
Pagina 84 di 108
Selezionare il pulsante Salva per salvare le informazioni inserite.
In caso di ricerca, in una nuova schermata viene visualizzata la lista dei nominativi che rispondono ai criteri
ricerca. Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento,
nell’ultima colonna della lista, l’utente può visualizzare le informazioni di dettaglio associate al destinatario
da modificare/eliminare:
 Codice Fiscale: codice fiscale del destinatario;
 Cognome: cognome del destinatario;
 Nome: nome del destinatario;
 Telefono: numero di telefono se presente;
 Fax: numero di fax se presente;
 Cellulare: numero di cellulare se presente;
 E-mail: indirizzo mail del nuovo destinatario.
Premendo il pulsante Salva è possibile salvare le modifiche effettuate.
Attraverso il pulsante Elimina è possibile eliminare il destinatario presente in anagrafica destinatari. Una
volta premuto il pulsante Elimina appare una finestra di pop up con il seguente messaggio “Sei sicuro di
voler eliminare il destinatario notifiche?”.
Premere Ok per procedere nella eliminazione o Annulla se si intende rinunciare.
Se nella schermata Criteri di ricerca viene selezionato il valore “Gestione Accessoria” nel campo “Progetto”
e il valore “Gestione Elenchi” nel campo “Processo”, appare la schermata con l’elenco dei processi che
rispondono ai criteri di ricerca.
La schermata è divisa in due sezioni; nella prima viene riportata la tipologia di processo:
 Tipologia: identifica se per l’Amministrazione è previsto o meno il controllo preventivo in Ragioneria;
La seconda sezione riporta la lista caratterizzata dai seguenti campi:
 Stato: stato previsto per il processo di gestione delle Competenze Accessorie;
 Abilitazione: indica se lo stato è previsto o meno (viene rappresentato attraverso dei semafori: rosso
se non è abilitato, verde se è abilitato);
 Ruolo: Indica per ogni stato di lavorazione il ruolo utente associato;
 Modalità di colloquio con Noi PA: indica le diverse modalità di segnalazione dei dati nel sistema
Gestione Accessoria previste per una determinata amministrazione (tutte le modalità, Caricamento
centrale, On-line, On-line+ caricamento centrale, On-line + upload, Upload + caricamento centrale);
 Tipo Notifica: indica la modalità di invio della notifica (le notifiche di pertinenza dell’utente
connesso sono visualizzate anche nell’apposita sezione Notifiche dell’home page);
 Opzionale: Indica se lo Stato può essere previsto o meno a scelta dell’utente.
Attraverso l’utilizzo del pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di
ingrandimento, l’utente può visualizzare i dati di dettaglio del processo autorizzativo per singolo
amministrato. La schermata è divisa in due sezioni, nella prima sono presenti i dati inseriti per effettuare la
ricerca, e che l’utente può modificare selezionando il valore dalla lista:
 Modalità di colloquio Noi PA: modalità di colloquio NoiPA
 Tipo Notifica: Opzionale: tipologia di notifica;
 Abilitato/Disabilitato: presenza di abilitazione o disabilitazione;
Nella seconda sezione è possibile visualizzare e modificare la lista dei destinatari a cui inviare la notifica:
 Associato: l’apposizione del flag sulla casella comporta l’inclusione della persona come destinatario
delle comunicazioni;
 Cognome destinatario: cognome del destinatario (campo valorizzato);
 Nome Destinatario: nome del destinatario (campo valorizzato);
 Numero di cellulare: numero di cellulare del destinatario;
 E-Mail: indirizzo di posta elettronica del destinatario (campo presente solo se valorizzato);
 CC: l’apposizione del flag sulla casella comporta l’inclusione della persona in copia conoscenza;
Nel caso di conferma delle modifiche effettuate l’utente può selezionare il pulsante Salva che registra in
banca dati le variazioni richieste.
Pagina 85 di 108
3.2.1.2
Gestione Punti ordinanti di Spesa
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
La funzione Gestione Punti Ordinanti di Spesa consente all’utente di:
- Visualizzare l’elenco dei Punti Ordinanti della Spesa (POS) dell’Ente gestito,
nonché l’elenco degli Uffici di servizio gestiti dal singolo POS dell’Ente
gestito;
- Stampare l’elenco degli Uffici di servizio non associati ad alcun POS, e
l’elenco dei POS;
- Modificare i POS dell’Ente gestito, nonché l’elenco degli Uffici di servizio
gestiti dal singolo POS dell’Ente amministrato.
Inserimento/Modifica/Visualizzazione/Ricerca
Gestione Accessoria\Funzioni di Servizio\Modello Operativo\Gestione dei Punti
Ordinanti di Spesa
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati l’utente
deve specificare nella finestra Criteri di
ricerca la Regione di appartenenza del POS
e la tipologia di POS Centrale/Periferico e
cliccare il tasto Cerca.
Per inserire un nuovo Punto Ordinante di
Spesa che gestisce tutti gli Uffici dell’Ente,
l’utente deve cliccare il tasto Nuovo nella
schermata.
Che cosa fa la funzione?
E’ possibile stampare gli Uffici non abbinati al POS attraverso l’utilizzo del pulsante Stampa Uffici non
associati presente nell’area in cui è possibile impostare i criteri di ricerca.
In caso di nuovo inserimento del POS che gestisce tutti, o solo alcuni, Uffici dell’Ente, l’utente deve inserire i
seguenti dati nella schermata che appare:
 Attivo: identifica attraverso un semaforo se il POS è attivo o meno alla data in cui si effettua
l’interrogazione;
 Uff. Responsabile: codice dell’Ufficio Responsabile di appartenenza dell’Ufficio Ordinante;
 Codice Ufficio Servizio: codice dell’Ufficio di Servizio definito come Punto Ordinante della Spesa;
 Punto Ordinante della Spesa: descrizione dell’Ufficio di Servizio definito come Punto Ordinante della
Spesa;
Viene visualizzato l’elenco degli Uffici Responsabili rispondenti ai criteri impostati.
Selezionare uno degli Uffici attraverso il pulsante Dettaglio nell’ultima colonna della lista. Nella schermata
che appare è possibile indicare la Data Decorrenza e la Data Scadenza di validità del POS.
Non è possibile definire Decorrenze o Scadenze antecedenti alla data in cui si sta operando.
Nella finestra è presente il pulsante Associa tutti gli Uffici al POS o Associa gli Uffici al POS per associare al
POS rispettivamente tutti o solo gli Uffici selezionati dell’Ente.
Per confermare e registrare in banca dati le informazioni inserite selezionare Salva.
Una volta definite le caratteristiche del Punto Ordinante, l’Utente può effettuare il salvataggio rimandando
in un secondo momento l’associazione degli Uffici gestiti.
Pagina 86 di 108
In caso di ricerca o modifica, una volta cliccato il pulsante Cerca nella finestra iniziale, appare la schermata
con la lista dei Punti Ordinanti di Spesa nella quale vengono riportati i seguenti campi:
 Attivo: identifica attraverso un semaforo se il POS è attivo o meno alla data in cui si effettua
l’interrogazione;
 Ufficio Responsabile: codice dell’Ufficio Responsabile di appartenenza dell’Ufficio Ordinante;
 Cod. Ufficio Servizio: codice dell’Ufficio di Servizio definito come Punto Ordinante della Spesa;
 Punto Ordinante della Spesa: descrizione dell’Ufficio di Servizio definito come Punto Ordinante della
Spesa
 UCB/RTS: Codice Ufficio Centrale di Bilancio o Ragioneria Territoriale dello Stato competente per il
singolo POS
E’ possibile stampare l’elenco dei Punti Ordinanti della Spesa attraverso l’utilizzo del pulsante Stampa Uffici
Associati, presente sotto la tabella contenente l’elenco degli Uffici Punti Ordinanti
Attraverso l’utilizzo del pulsante Uffici Associati, presente nell’ultima colonna della lista, l’utente può
visualizzare i dati di dettaglio del singolo POS nella schermata che appare che risulta composta da due
sezioni.
Nella prima sezione vengono riportate le seguenti informazioni:
 Ente: codice e descrizione dell’Ente a cui appartiene il POS;
 Ufficio Punto Ordinante: dati dell’ufficio ordinante (codice dell’Ufficio Responsabile – codice
dell’Ufficio di Servizio identificato come ordinante - descrizione dell’Ufficio di Servizio definito come
Punto Ordinante della Spesa);
 UCB/RTS di controllo: codice identificativo di Ufficio Centrale di Bilancio o Ragioneria Territoriale
dello Stato competente per il singolo POS;
 Data Decorrenza: data inizio decorrenza validità del POS;
 Data Scadenza: data scadenza validità del POS;
Nella seconda sezione è possibile visualizzare l’elenco degli uffici gestiti dal POS:
 Ufficio Responsabile: codice dell’Ufficio Responsabile di appartenenza del singolo Ufficio di Servizio
gestito dal POS;
 Codice Ufficio Servizio: codice del singolo Ufficio di Servizio gestito dal POS;
 Ufficio di Servizio: descrizione dell’Ufficio di Servizio gestito dal POS;
 Data decorrenza: data inizio decorrenza abbinamento dell’Ufficio di Servizio al POS;
 Data scadenza: data scadenza abbinamento dell’Ufficio di Servizio al POS;
Selezionando il pulsante Modifica è possibile modificare la validità di un Punto Ordinante della Spesa creato in
precedenza. Una volta cliccato il tasto, appare una nuova schermata nella quale è necessario modificare le
nuove date di decorrenza e scadenza, quindi premere il tasto Salva per salvare le modifiche.
Nel caso di modifica delle date non è possibile specificare date pregresse rispetto alla data in cui si sta
effettuando l’operazione. Inoltre la modifica delle date può avere un impatto sulle date di decorrenza e
scadenza degli Uffici abbinati al POS, che verranno adeguate automaticamente se incoerenti rispetto alle
nuove date selezionate.
Una volta eliminato il POS questo continuerà a comparire negli elenchi seppure evidenziato (dopo la
scadenza impostata) con semaforo rosso presente nella colonna Attivo.
Attraverso il pulsante Associa l’Ufficio al POS è possibile abbinare un nuovo Ufficio al POS. Una volta
selezionato il pulsante appare la schermata nella quale l’utente deve inserire i seguenti dati:
 Ufficio Responsabile: codice dell’Ufficio Responsabile di appartenenza del singolo Ufficio di Servizio
da associare al POS;
 Codice Ufficio Servizio: codice del singolo Ufficio di Servizio da associare al POS;
 Ufficio di Servizio: descrizione dell’Ufficio di Servizio da associare al POS;
 Seleziona il pulsante Cerca.
Nella parte inferiore della schermata appare una sezione nella quale vengono visualizzati tutti gli Uffici che
corrispondono ai criteri di ricerca impostati. L’utente può selezionare uno o più Uffici da abbinare spuntando i
corrispondenti check-box Sel. o selezionare tutti gli uffici della lista con il tasto Seleziona tutti.
Pagina 87 di 108
Con il pulsante Aggiungi Selezionati è possibile confermare la selezione e con Salva è possibile procedere a
registrare in banca dati le variazioni richieste.
Attraverso il pulsante Modifica Date Uffici Selezionati è possibile modificare la validità dell’abbinamento di
uno o più Uffici di Servizio al POS.
Attraverso il pulsante Elimina Selezionati è possibile, eliminare l’abbinamento di uno o più Uffici di Servizio
al POS. Una volta cliccato il tasto appare una finestra di pop up che visualizza il messaggio “Procedere con
l’eliminazione dell’abbinamento selezionato?”. Cliccare su OK per confermare l’operazione.
3.2.1.3
Gestione Utenze e Ruoli
Processo di riferimento
La funzione Gestione Utenze e Ruoli consente all’utente di:
- Visualizzare l’elenco dei Ruoli e dei “coni di visibilità” associati agli Utenti
del Sistema di Accettazione;
- Richiedere delle modifiche ai “coni di visibilità” dei ruoli attribuiti agli
Utenti del Sistema di Accettazione.
Modifica/Inserimento/Visualizzazione/Ricerca
Gestione Accessoria\Funzioni di Servizio\Modello Operativo\Gestione Utenze e
Ruoli
Configurazione>Gestione Utenze>Operatori
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati l’utente
deve specificare nella finestra Criteri di
ricerca il Codice Fiscale, il Cognome, il
Nome, il Ruolo attribuito alla persona e
premere quindi il pulsante Cerca.
Per inserire un nuova utenza e ruolo
l’utente deve inserire nella schermata di
ricerca il Codice Fiscale e premere il
pulsante Nuovo Utente.
Che cosa fa la funzione?
In caso di nuovo inserimento, una volta attivata la funzione di inserimento, appare la schermata con i
seguenti campi da compilare:
 Codice fiscale: valorizzato se l’utente è presente nell’anagrafica del sistema Gestione Accessoria ma
non presente nell’anagrafica delle Utenze;
 Cognome: valorizzato se l’utente è presente nell’anagrafica del sistema Gestione Accessoria ma non
presente nell’anagrafica delle Utenze;
 Nome: valorizzato se l’utente è presente nell’anagrafica del sistema Gestione Accessoria ma non
presente nell’anagrafica delle Utenze;
Pagina 88 di 108

Ente: codice Ente valorizzato se l’utente è presente nell’anagrafica del sistema Gestione Accessoria
ma non presente nell’anagrafica delle Utenze;
 Descrizione: descrizione Ente valorizzato se l’utente è presente nell’anagrafica del sistema Gestione
Accessoria ma non presente nell’anagrafica delle Utenze;
 Ruolo: ruolo da selezionare dal menu a tendina;
 Email: indirizzo mail (campo obbligatorio);
 Telefono: eventuale numero di telefono;
 Cliccare sul pulsante Conferma Inserimento;
In caso di ricerca, una volta cliccato il pulsante Cerca nella finestra iniziale, appare la schermata con la lista
delle persone prelevate dall’Anagrafica delle Utenze risultanti dai criteri di ricerca impostati. Nella lista
sono presenti le seguenti colonne:
 Codice Fiscale: codice fiscale dell’utenza;
 Cognome: cognome dell’utenza;
 Nome: nome dell’utenza;
 Ufficio Responsabile: codice e denominazione dell’Ufficio di Responsabile;
 Codice Ufficio di Servizio: codice ufficio dell’Ufficio di Servizio;
 Ufficio di Servizio: descrizione sintetica dell’Ufficio di Servizio;
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, nell’ultima
colonna della lista, è possibile visualizzare i dati di dettaglio dell’utenza alla quale si potrà procedere ad
associare il ruolo desiderato.
Cliccando sul pulsante Aggiungi ruolo appare la schermata nella quale sono presenti i seguenti campi:
 Codice Fiscale: codice fiscale dell’utenza selezionata;
 Cognome: cognome dell’utenza selezionata;
 Nome: nome dell’utenza selezionata;
 Ruolo: scelta del ruolo da attribuire selezionato dal menù a tendina;
 E-mail: indicazione dell’indirizzo mail (campo obbligatorio);
 Telefono: inserimento dell’eventuale numero di telefono nel campo (campo facoltativo);
Attraverso il pulsante Salva è possibile confermare le modifiche e registrare in banca dati le variazioni
richieste.
Una volta salvati i dati appare la schermata composta da due sezioni.
Nella prima sezione sono presenti le informazioni già inserite nei criteri di ricerca.
Nella seconda sezione è visualizzata la lista dei ruoli associati all’utente in oggetto nella quale è possibile
modificare il numero di telefono e indirizzo mail nell’apposito campo Modifica E-mail/telefono (una volta
inserito il nuovo numero di telefono/E-mail cliccare Salva per salvare i dati).
Per attribuire il “cono di visibilità” al Ruolo di tipo “Competenze Territoriale” è necessario selezionare il
tasto Aggiungi Competenze Territoriali nella sezione del Dettaglio del ruolo per il quale si vuole definire il
cono di visibilità. Selezionare dalla lista una o più Regioni per le quali si vuole attribuire visibilità mediante il
check-box Sel e confermare la scelta fatta cliccando il pulsante Salva che registra in banca dati le variazioni
richieste.
La visibilità di tipo “Competenze Territoriali” è incompatibile con la visibilità di tipo “POS” e di tipo “Uffici
di Servizio/Capitoli di Bilancio”. Se al ruolo sono state attribuite visibilità incompatibili il pulsante Aggiungi
Competenze Territoriali non sarà visibile all’Utente fino all’eliminazione delle visibilità incompatibili.
Nella schermata del Dettaglio del ruolo è possibile anche selezionare il pulsante Aggiungi Uffici di
Servizio/Capitoli di Bilancio attraverso il quale attribuire il cono di visibilità al Ruolo di tipo “Uffici di
Servizio/Capitoli di Bilancio”. Nella schermata che appare sono presenti i seguenti campi:
 Uffici Responsabili: Ufficio Responsabile degli Uffici di Servizio per il quali si intende attribuire
visibilità selezionato dal menù a tendina. (nel risultato della ricerca saranno visualizzati
esclusivamente gli uffici di servizio compatibili con il proprio cono di visibilità e che non si è già
attribuito al ruolo per lo specifico Capitolo selezionato);
 Capitolo di Bilancio: Capitolo di Bilancio per il quali si intende attribuire visibilità selezionato dal
menù a tendina;
Pagina 89 di 108
Una volta valorizzati i campi, selezionare il tasto Cerca.
La visibilità di tipo “Uffici di Servizio/Capitoli di Bilancio” è incompatibile con la visibilità di tipo
“Competenze Territoriali”. Se al ruolo sono state attribuite visibilità incompatibili il pulsante Aggiungi
Uffici di Servizio/Capitoli di Bilancio non sarà visibile all’Utente fino all’eliminazione delle visibilità
incompatibili.
Una volta apparso l’elenco degli Uffici di Servizio, selezionare con flag uno o più Uffici di Servizio ai quali si
vuole attribuire visibilità e confermare le modifiche attraverso il pulsante Salva, che registra in banca dati le
variazioni richieste.
Nella schermata di Dettaglio del ruolo è possibile anche eliminare un ruolo attribuito in precedenza all’Utente
o eliminare il cono di visibilità di un ruolo attribuito in precedenza all’utente.
- Nel primo caso è necessario selezionare con un flag il ruolo/ruoli che si vogliono eliminare e cliccare il
pulsante Elimina Selezionati. L’eliminazione del Ruolo comporterà automaticamente l’invio di una
richiesta di modifica della stringa ruolo per l’Utente con la chiusura del ruolo eliminato.
- Nel secondo caso è necessario selezionare con un flag il ruolo per il quale si vuole modificare il cono
di visibilità e successivamente selezionare uno o più uffici/capitoli/POS/Competenze Territoriali.
Quindi cliccare il pulsante Elimina Selezionati.
Il pulsante Genera Stringa di Sicurezza presente nella schermata di dettaglio del ruolo viene utilizzato per manifestare la volontà di generare la richiesta di modifica della stringa. Una volta cliccato il tasto, il sistema
visualizza il seguente messaggio: “Sei sicuro di voler inviare le stringhe di sicurezza?”. Cliccare su Okper
proseguire e Annulla per rinunciare ad eseguire l’operazione. In seguito alla richiesta, il Gruppo di Gestione
Utenze inserirà nei Sistemi di Gestione della Sicurezza le abilitazioni richieste e con un flusso informatizzato
aggiornerà lo Stato della richiesta.
(Sarà possibile visualizzare lo stato di lavorazione delle richieste nella funzione Comunicazione Gestione
Utenze). L’Utente non potrà operare a Sistema finché non verrà richiesta la stringa di sicurezza
Attraverso l’utilizzo del pulsante Uffici Associati, presente nell’ultima colonna della lista, l’utente può
visualizzare i dati di dettaglio del singolo POS nella schermata che appare che risulta composta da due
sezioni.
Nella prima sezione vengono riportate le seguenti informazioni:
 Ente: codice e descrizione dell’Ente a cui appartiene il POS;
 Ufficio Punto Ordinante: dati dell’ufficio ordinante (codice dell’Ufficio Responsabile – codice
dell’Ufficio di Servizio identificato come ordinante - descrizione dell’Ufficio di Servizio definito come
Punto Ordinante della Spesa);
 UCB/RTS di controllo: codice identificativo di Ufficio Centrale di Bilancio o Ragioneria Territoriale
dello Stato competente per il singolo POS;
 Data Decorrenza: data inizio decorrenza validità del POS;
 Data Scadenza: data scadenza validità del POS;
Nella seconda sezione è possibile visualizzare e l’elenco degli uffici gestiti dal POS:
 Ufficio Responsabile: codice dell’Ufficio Responsabile di appartenenza del singolo Ufficio di Servizio
gestito dal POS;
 Codice Ufficio Servizio: codice del singolo Ufficio di Servizio gestito dal POS;
 Ufficio di Servizio: descrizione dell’Ufficio di Servizio gestito dal POS;
 Data decorrenza: data inizio decorrenza abbinamento dell’Ufficio di Servizio al POS;
 Data scadenza: data scadenza abbinamento dell’Ufficio di Servizio al POS.
Selezionando il pulsante Modifica è possibile modificare la validità di un Punto Ordinante della Spesa creato in
precedenza. Una volta cliccato il tasto, appare una nuova schermata nella quale è necessario modificare le
nuove date di decorrenza e scadenza e poi premere il tasto Salva per salvare le modifiche.
Nel caso di modifica delle date non è possibile specificare date pregresse rispetto alla data in cui si sta
effettuando l’operazione. Inoltre la modifica delle date può avere un impatto sulle date di decorrenza e
scadenza degli Uffici abbinati al POS che verranno adeguate automaticamente se incoerenti rispetto alle
nuove date selezionate.
Pagina 90 di 108
Una volta eliminato il POS questo continuerà a comparire negli elenchi seppure evidenziato (dopo la
scadenza impostata) con semaforo rosso presente nella colonna Attivo.
Attraverso il pulsante Associa l’Ufficio al POS è possibile abbinare un nuovo Ufficio al POS. Una volta
selezionato il pulsante appare la schermata nella quale l’utente deve inserire i seguenti dati:
 Ufficio Responsabile: codice dell’Ufficio Responsabile di appartenenza del singolo Ufficio di Servizio
da associare al POS;
 Codice Ufficio Servizio: codice del singolo Ufficio di Servizio da associare al POS;
 Ufficio di Servizio: descrizione dell’Ufficio di Servizio da associare al POS;
 Seleziona il pulsante Cerca.
Nella parte inferiore della schermata appare una sezione nella quale vengono visualizzati tutti gli Uffici che
corrispondono ai criteri di ricerca impostati. L’utente può selezionare uno o più Uffici da abbinare spuntando i
corrispondenti check-box Sel. o selezionare tutti gli uffici della lista con il tasto Seleziona tutti.
Con il pulsante Aggiungi Selezionati è possibile confermare la selezione e con Salva è possibile procedere a
registrare in banca dati le variazioni richieste.
Attraverso il pulsante Modifica Date Uffici Selezionati è possibile modificare la validità dell’abbinamento di
uno o più Uffici di Servizio al POS.
Attraverso il pulsante Elimina Selezionati è possibile, eliminare l’abbinamento di uno o più Uffici di Servizio
al POS. Una volta cliccato il tasto appare una finestra di pop up che visualizza il messaggio “Procedere con
l’eliminazione dell’abbinamento selezionato?”. Cliccare su OK per confermare l’operazione.
3.2.1.4
Attribuzione Delega
Tipologia funzione
La funzione Attribuzione Delega consente all’utente di:
- Visualizzare l’elenco delle Deleghe e dei “coni di visibilità” associati agli
Utenti del Cruscotto;
- Richiedere delle modifiche ai “coni di visibilità” associati agli Utenti del
Cruscotto;
Inserimento/Modifica/Visualizzazione/Ricerca
Percorso
Gestione Accessoria\Funzioni di Servizio\Modello Operativo\Attribuzione Delega
Processo di riferimento
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo).
Obiettivo
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati l’utente
deve specificare nella finestra Criteri di
ricerca il Codice Fiscale, il Cognome, il
Nome, il Ruolo attribuito alla persona e
premere quindi il pulsante Cerca.
Che cosa fa la funzione?
Pagina 91 di 108
Nella prima sezione vengono visualizzati i criteri di ricerca inseriti.
 Codice Fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Ruolo: ruolo;
Nella seconda sezione viene presentata la lista delle persone risultanti dalla ricerca e la specifica delle
seguenti informazioni:
 Codice Fiscale: codice fiscale (campo valorizzato)
 Cognome: cognome (campo valorizzato)
 Nome: Nome (campo valorizzato)
 Ufficio Responsabile: codice e denominazione dell’Ufficio di Responsabile
 Codice Ufficio di Servizio: Codice dell’Ufficio di Servizio
 Ufficio di Servizio: descrizione sintetica dell’Ufficio di Servizio
Con il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, nell’ultima
colonna dell’elenco è possibile prendere visione dei ruoli /delega associati alla persona.
Se nella lista sono presenti ruoli delega, nella stessa schermata è possibile attivare la funzione che permette
di eliminare una delega attribuita in precedenza all’utente. Per procedere con l’eliminazione apporre un flag
nel campo Sel. e cliccare sul pulsante Elimina Selezionati. Appare un messaggio di pop up che richiede la
conferma di eliminazione dei ruoli delega assegnati. L’eliminazione della delega farà partire
automaticamente una richiesta di modifica della stringa ruolo per l’Utente con la chiusura del ruolo
eliminato.
E’ possibile altresì procedere a eliminare il “cono di visibilità” della delega tramite il pulsante Elimina
Selezionati se l’utente seleziona uno o più Uffici/Capitoli/Competenze Territoriali associati al ruolo mediante
il campo Sel. posto nella schermata di dettaglio delle deleghe.
Inoltre nella finestra di Dettaglio dei ruoli delega assegnati all’amministrato è presente il pulsante Genera
Stringa di Sicurezza che permette di inviare la richiesta di generazione Stringa di Sicurezza.
L’utente deve selezionare un ruolo/ruoli della persona per cui si vuole richiedere la generazione della stringa
di sicurezza apponendo un flag nel campo Sel., e cliccare il tasto che attiva la funzione.
Cliccare su OK per confermare l’invio nella finestra di pop up che richiede la conferma di eliminazione dei
ruoli delega assegnati.
Se, nella schermata di Dettaglio, non sono presenti ruoli delega associati alla persona o si desidera inserire
nuove deleghe, cliccare sul pulsante Aggiungi Delega.
Appare la schermata Attribuzione Delega nella quale sono presenti i seguenti campi:
 Nome: nome (campo valorizzato);
 Cognome: cognome (campo valorizzato);
 Codice Fiscale: codice fiscale (campo valorizzato);
 Ruolo: scelta del ruolo da attribuire selezionato dal menù a tendina;
 E-mail: indicazione dell’indirizzo mail (campo obbligatorio);
 Telefono: inserimento dell’eventuale numero di telefono nel campo (campo facoltativo);
 Selezionare con un flag nel campo Sel. il ruolo che si intende associare alla persona;
 Cliccare sul pulsante Salva per salvare i dati inseriti.
Appare la schermata che visualizza la lista dei ruoli associati alla persona selezionata e i relativi dati inseriti
precedentemente. E’ possibile modificare il numero di telefono/Email cliccando sul tasto posizionato nel
campo Modifica Email/Telefono, valorizzando i campi presenti nella schermata che appare e cliccando il
tasto Salva.
Nella schermata Attribuzione Delega in cui viene visualizzata nuovamente la tabella delle deleghe associate
alla persona selezionata, cliccare sul pulsante Dettaglio nell’ultima colonna per visualizzare il Dettaglio
delle Deleghe attribuite.
Pagina 92 di 108
Nella schermata che appare, denominata Attribuzione Delega Dettaglio, è presente il tasto Aggiungi
Competenze Territoriali che permette di attribuire il “cono di visibilità” al Delegato di tipo “Competenze
Territoriale”. La schermata che appare visualizza la lista delle Regioni e riporta i seguenti campi:
 Codice Regione: codice identificativo della regione;
 Descrizione Regione: denominazione della Regione;
 Selezionare con un flag nel campo Sel. una o più Regione per le quali si vuole attribuire visibilità;
 Cliccare su Salva per registrare in banca dati le informazioni richieste.
La visibilità di tipo “Competenze Territoriali” è incompatibile con la visibilità di tipo “Uffici di
Servizio/Capitoli di Bilancio”. Se al ruolo sono state attribuite visibilità incompatibili il pulsante non sarà
visibile all’Utente fino all’eliminazione delle visibilità incompatibili.
Nella schermata Attribuzione Delega Dettaglio è presente anche il tasto Aggiungi Uffici di Servizio/Capitoli
di Bilancio che permette di attribuire il “cono di visibilità” al Delegato di tipo “Uffici di Servizio/Capitoli di
Bilancio”.
La schermata che appare visualizza i dati relativi ai capitoli di bilancio e riporta i seguenti campi:
 Nome: Nome dell’amministrato;
 Cognome: Cognome dell’amministrato;
 Codice Fiscale: codice fiscale;
 Ruolo: ruolo;
 Ufficio Responsabile: codice e denominazione dell’Ufficio di Responsabile selezionabile da una lista;
 Capitolo di Bilancio: capitolo di bilancio selezionabile da una lista;
 Cliccare sul pulsante Cerca.
La schermata che appare riporta la lista degli uffici di servizio esclusivamente compatibili con il proprio cono
di visibilità e che non si è già attribuito al ruolo per lo specifico Capitolo selezionato.
L’utente deve
-selezionare mediante flag nel campo Sel. uno o più Uffici di Servizio per i quali vuole attribuire visibilità
-confermare le modifiche attraverso il pulsante Salva che registra in banca dati le variazioni richieste
La visibilità di tipo “Uffici di Servizio/Capitoli di Bilancio” è incompatibile con la visibilità di tipo
“Competenze Territoriali”. Se al ruolo sono state attribuite visibilità incompatibili il pulsante non sarà
visibile all’Utente fino all’eliminazione delle visibilità incompatibili.
Nella schermata Attribuzione Delega Dettaglio è presente, inoltre, il tasto Aggiungi Tutti gli Uffici di
Servizio/Capitoli di Bilancio che permette di attribuire il “cono di visibilità” al Delegato di tipo “Tutti gli
Uffici di Servizio/Capitoli di Bilancio”.
La visibilità di tipo “Tutti gli Uffici/Capitoli di Bilancio” è incompatibile con eventuali altre visibilità
attribuite in precedenza. Se al ruolo sono state attribuite altre visibilità il pulsante non sarà visibile
all’Utente fino all’eliminazione di tutte le visibilità.
3.2.1.5
Abbinamento centri di responsabilità
Processo di riferimento
La funzione consente di:
- Visualizzare l’elenco contenente l’abbinamento di un centro di
responsabilità ad ogni ufficio di servizio;
- Modificare l’abbinamento, cambiando il centro di responsabilità associato
ad un ufficio di servizio.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Abbinamento
Centri di Responsabilità
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Pagina 93 di 108
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca degli uffici di
servizio e dei relativi centri di
responsabilità abbinati occorre compilare il
campo Regione o, in alternativa, il campo
Centrale/Periferico, premendo quindi il
pulsante Cerca
Che cosa fa la funzione?
Effettuata la ricerca, la schermata che appare mostra l’elenco completo degli uffici di servizio, contenente i
seguenti dati:
 Ufficio Responsabilità: codice numerico ufficio responsabile;
 Codice ufficio di servizio: codice numerico ufficio di servizio;
 Descrizione ufficio di servizio: descrizione dell’ufficio di servizio;
 Codice CdR: codice numerico centro di responsabilità;
 Descrizione CdR: descrizione del centro di responsabilità;
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, viene
visualizzata la finestra di modifica del CdR nella quale l’utente può modificare il centro di responsabilità
assegnato ad un ufficio di servizio; selezionando il campo Codice CdR e scegliendo tra i centri di
responsabilità;
Attraverso il pulsante Salva si procede a completare l’operazione mentre si procede ad annullarla mediante
il pulsante Annulla.
Il successo dell’operazione è evidenziato dal messaggio “Operazione correttamente eseguita”.
3.2.1.6
Gestione Anagrafica – Centri di costo\Cerca
Processo di riferimento
La funzione consente di gestire i dati relativi ai centri di costo visualizzati in
base al cono di visibilità dell’utente connesso.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Gestione
Anagrafica – Centri di Costo\ Cerca
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati per la
gestione dei centri di costo, l’utente deve
specificare nella finestra Criteri di ricerca il
Pagina 94 di 108
Centro di responsabilità, e il Centro di
Costo, entrambi selezionabili dal menu a
tendina. Quindi cliccare su Cerca.
Che cosa fa la funzione?
Effettuata la ricerca, la schermata che appare mostra l’elenco completo dei centri di costo in base ai criteri
di ricerca impostati con le seguenti informazioni:
 Codice Centro di Responsabilità: codice numerico del centro di Responsabilità;
 Descrizione centro di Responsabilità: descrizione sintetica del centro di responsabilità;
 Codice Centro di Costo: codice numerico del centro di costo;
 Descrizione Centro di Costo: descrizione sintetica del centro di costo;
 Anno inizio decorrenza: anno di inizio vigenza del centro di costo;
 Anno fine decorrenza: anno di fine decorrenza del centro di costo;
Il pulsante Esporta consente l’esportazione in formato Excel dei dati presenti a video
Il pulsante Stampa consente di stampare la lista visualizzata nella schermata.
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, l’utente
può visualizzare e eventualmente modificare i dati di dettaglio.
Sono riportati i seguenti campi:
 Codice Centro di Responsabilità: codice numerico del centro di Responsabilità;
 Descrizione centro di Responsabilità: descrizione sintetica del centro di responsabilità (campo
modificabile);
 Codice Centro di Costo: codice numerico del centro di costo;
 Descrizione Centro di Costo: descrizione sintetica del centro di costo (campo modificabile);
 Anno inizio decorrenza: anno di inizio vigenza del centro di costo;
 Anno fine decorrenza: anno di fine vigenza del centro di costo (campo modificabile).
Se sono state effettuate modifiche ai dati inseriti, cliccare sul pulsante Salva per salvare i dati modificati e
visualizzati nella schermata di dettaglio.
Se la modifica è andata a buon fine, il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.1.7
Gestione Anagrafica Centri di Costo/Nuovo
Processo di riferimento
La funzione consente di gestire i centri di costo, effettuando nuovi inserimenti
in funzione del ruolo e del cono di visibilità dell’utente connesso.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Gestione
Anagrafica – Centri di Costo\Nuovo
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Pagina 95 di 108
Come si accede alla funzione?
Per attivare la funzione è sufficiente
cliccare il pulsante Nuovo nella schermata
di ricerca della Gestione Anagrafica Centri
di Costo.
Che cosa fa la funzione?
Una volta attivata la funzione la schermata che appare riporta i seguenti campi da compilare:
 Codice Centro di Responsabilità: codice numerico del centro di Responsabilità;
 Descrizione centro di Responsabilità: descrizione sintetica del centro di responsabilità;
 Codice Centro di Costo: codice numerico del centro di costo;
 Descrizione Centro di Costo: descrizione sintetica del centro di costo;
 Anno inizio decorrenza: anno di inizio vigenza del centro di costo;
A termine della compilazione dei campi cliccare su Salva per salvare i dati.
Se l’inserimento è andato a buon fine il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.1.8
Gestione Anagrafica Conti Economici/Cerca
Processo di riferimento
La funzione consente di gestire i dati relativi ai Conti Economici dei centri in
base al cono di visibilità dell’utente connesso.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Gestione
Anagrafica Conti Economici/Cerca
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati per la
gestione dei Conti Economici, l’utente deve
specificare nella finestra Criteri di ricerca,
il CCNL (contratto collettivo Nazionale di
lavoro), il Ruolo (Amministrativo/Tecnico),
la Classe (selezionabili dal menu a tendina)
e il Conto Economico e la Descrizione.
Per restringere il campo della ricerca si
possono inserire una o più delle seguenti
informazioni.
Pagina 96 di 108
Quindi cliccare su Cerca.
Che cosa fa la funzione?
Effettuata la ricerca, la schermata che appare mostra l’elenco completo dei Conti Economici risultati dai
parametri di ricerca preimpostati con le seguenti informazioni:
 Conto Economico: numero di conto economico da inserire in banca dati;
 CCNL: tipologia di contratto collettivo nazionale di lavoro selezionabile dal menu a tendina;
 Ruolo: tipologia di ruolo (Amministrativo o Tecnico);
 Classe: classe del conto economico (es. Competenze fisse, premi ed incentivazione);
 Descrizione: descrizione sintetica del conto economico da inserire in banca dati;
Il pulsante Esporta consente l’esportazione in formato Excel dei dati presenti a video
Il pulsante Stampa consente di stampare la lista visualizzata nella schermata.
E’ possibile eliminare una o più righe dell’elenco apponendo un flag nella casella visualizzata nella prima
colonna e selezionando il tasto Elimina Selezionati.
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, viene
visualizzata la finestra di dettaglio dei Conti Economici dove l’utente può modificare alcuni dei dati inseriti:
 CCNL: tipologia di contratto collettivo nazionale di lavoro;
 Ruolo: tipologia di ruolo (Amministrativo o Tecnico);
 Classe: classe del conto economico (Campo modificabile);
 Conto Economico: numero di conto economico registrato in banca dati;
 Descrizione: descrizione sintetica del conto economico (campo modificabile);
Se sono state effettuate modifiche ai dati inseriti, cliccare sul pulsante Salva per salvare i dati modificati e
visualizzati nella schermata di dettaglio.
Se la modifica è andata a buon fine, il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.1.9
Gestione Anagrafica Conti Economici/Nuovo
Processo di riferimento
La funzione, presente all’interno della Gestione Anagrafica Conti Economici,
consente di gestire i Conti Economico dei centri ed effettuare nuovi inserimenti
in base al cono di visibilità dell’utente connesso.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Gestione
Anagrafica Conti Economici/Nuovo
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Pagina 97 di 108
Come si accede alla funzione?
Per attivare la funzione è sufficiente
cliccare il pulsante Nuovo nella schermata
di ricerca della Gestione Anagrafica Conti
Economici.
Che cosa fa la funzione?
Una volta attivata la funzione la schermata che appare riporta i seguenti campi da compilare:
 CCNL: tipologia di contratto collettivo nazionale di lavoro selezionabile dal menu a tendina;
 Ruolo: ruolo selezionabile dal menu a tendina (Amministrativo o Tecnico);
 Classe: classe del conto economico da inserire selezionabile dal menu a tendina (es. Competenze fisse,
premi ed incentivazione);
 Conto Economico: numero di conto economico da inserire in banca dati;
 Descrizione: descrizione sintetica del conto economico da inserire in banca dati;
A termine della compilazione dei campi cliccare su Salva per salvare i dati.
Se l’inserimento è andato a buon fine il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.1.10 Associazione Voci di Cedolino - Classe di Costo – Conto Economico/Cerca
Processo di riferimento
La funzione permette di ricercare e gestire le voci di cedolino associandole alla
classe di costo e di conto economico, in base al cono di visibilità dell’utente
connesso.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Associazione Voci
di Cedolino – Classe di Costo – Conto Economico/Cerca
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati da
associare l’utente deve specificare nella
finestra Criteri di ricerca il Codice
Assegno, la Classe di Costo, il Conto
Economico (selezionabili dal menu a
tendina).
Pagina 98 di 108
Quindi cliccare su Cerca.
Che cosa fa la funzione?
Effettuata la ricerca, la schermata che appare mostra l’elenco completo delle voci risultati dai parametri di
ricerca preimpostati con le seguenti informazioni:
 Codice Assegno: numero codice;
 Classe di Costo: classe di costo (es. Costo complessivo, Altri Costi del Personale);
 Conto Economico: descrizione del conto economico.
Il pulsante Esporta consente l’esportazione in formato Excel dei dati presenti a video
Il pulsante Stampa consente di stampare la lista visualizzata nella schermata.
E’ possibile eliminare una o più righe dell’elenco apponendo un flag nella casella visualizzata nella prima
colonna e selezionando il tasto Elimina Selezionati.
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, viene
visualizzata la finestra di dettaglio delle voci di cedolino associate, dove l’utente può modificare alcuni dei
dati inseriti:
 Codice Assegno: numero dell’assegno;
 Classe di Costo: classe di costo (campo modificabile selezionando la voce dal menu a tendina);
 Conto Economico: codice e descrizione del conto economico (campo modificabile selezionando la voce
dal menu a tendina).
Se sono state effettuate modifiche ai dati inseriti, cliccare sul pulsante Salva per salvare i dati modificati e
visualizzati nella schermata di dettaglio.
Se la modifica è andata a buon fine, il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.1.11 Associazione Voci di Cedolino – Classe di Costo – Conto Economico/Nuovo
Processo di riferimento
La funzione permette di permette di gestire le voci di cedolino inserendo nuove
associazioni relative alle voci di cedolino, classe di costo e di conto economico,
in base al cono di visibilità dell’utente connesso.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Associazione Voci
di Cedolino – Classe di Costo – Conto Economico/Nuovo
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Pagina 99 di 108
Per attivare la funzione è sufficiente
cliccare il pulsante Nuovo nella schermata
di ricerca Nuova Associazione Voci di
Cedolino – Classe di Costo – Conto
Economico.
Che cosa fa la funzione?
Una volta attivata la funzione, la schermata che appare riporta i seguenti campi da compilare:
 Codice Assegno: numero codice e descrizione dell’assegno selezionabile dal menu a tendina (es. Assegni
Vari, Assegni per nucleo familiare);
 Classe di Costo: classe di costo selezionabile dal menu a tendina (es. Costo complessivo, Altri Costi del
Personale);
 Conto Economico: codice e descrizione del conto economico (selezionabile dal menu a tendina).
A termine della compilazione dei campi cliccare su Salva per salvare i dati.
Se l’inserimento è andato a buon fine il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.2
Compensi Accessori
Nella sezione “Compensi Accessori” è possibile accedere a tutte le funzionalità che consentono la
visualizzazione e la definizione della struttura di Compensi Accessori, Sottocompensi Accessori ed Importi
Tabellari previsti per i sottocompensi a quantità.
All’interno di “Compensi Accessori”
presenti tre funzioni:
 Gestione Sottocompensi Accessori;
 Gestione Importi Tabellari;
 Visualizzazione Compensi.
3.2.2.1
Obiettivo
sono
Gestione sottocompensi accessori
La funzione consente di
Pagina 100 di 108
-
Tipologia funzione
Percorso
Processo di riferimento
Ruolo abilitato
Visualizzare
l’elenco
dei
sottocompensi
accessori
utilizzabili
dell’Amministrazione di appartenenza dell’utente connesso
- Inserire nuovi sottocompensi accessori;
- Eliminare sottocompensi accessori;
- Modificare alcune informazioni relative ai sottocompensi accessori.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Compensi Accessori\ Gestione
Sottocompensi Accessori
Configurazione>Gestione anagrafica contratti>Componenti accessorie
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Come si accede alla funzione?
La ricerca avviene indicando il sotto
compenso nel campo Compenso.
Se non viene inserita alcuna scelta vengono
visualizzati
tutti
i
sottocompensi,
utilizzabili dall’Ente, ordinati per il relativo
codice compenso a cui sono associati.
Che cosa fa la funzione?
La



schermata dei sottocompensi accessori contiene i seguenti dati:
Codice compenso: codice del compenso a cui fa riferimento il sottocompenso;
Descrizione Compenso: descrizione del compenso a cui fa riferimento il sottocompenso;
Quantità/Importo: identifica se il compenso a cui fa riferimento il sottocompenso è a quantità o ad
importo;
 Decorrenza: data di inizio validità del compenso a cui fa riferimento il sottocompenso;
 Scadenza: data di fine validità del compenso a cui fa riferimento il sottocompenso;
 Codice Sottocompenso: codice del sottocompenso accessorio;
 Descrizione Sottocompenso: descrizione del sottocompenso accessorio.
E’ presente il pulsante Modifica per modificare i dati inseriti.
Premendo il pulsante Nuovo sottocompenso nella schermata Criteri di ricerca è possibile creare un nuovo
sottocompenso accessorio; dopo aver cliccato il pulsante si apre una finestra contenente i campi:
 Codice Compenso: Selezione del Compenso al quale si vuole associare un nuovo Sottocompenso,
utilizzando il menu a tendina presente nel campo;
 Descrizione sotto compenso: Descrizione del Sottocompenso.
L’operazione viene completata premendo il pulsante Salva.
Il Codice del Sottocompenso viene generato automaticamente dall’Applicativo. I Sottocompensi creati da una
Amministrazione non sono visualizzabili né utilizzabili da altre Amministrazioni.
Pagina 101 di 108
E’anche possibile eliminare un sottocompenso spuntando il pulsante Sel e premendo il pulsante Elimina. Per
la modifica della descrizione di un sottocompenso occorre premere il pulsante Modifica con l’icona a forma di
lente d’ingrandimento, quindi si aprirà una finestra nella quale si potrà modificare il campo Descrizione
sottocompenso. La conferma delle modifiche avviene premendo il pulsante Salva.
3.2.2.2
Gestione importi tabellari
Processo di riferimento
La funzione consente di:
- Visualizzare l’elenco degli importi tabellari utilizzabili dell’Amministrazione
di appartenenza dell’utente connesso;
- Inserire nuovi importi tabellari per i Sottocompensi a quantità;
- Eliminare importi tabellari;
- Modificare alcune informazioni degli importi presenti in banca dati.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Compensi Accessori\ Gestione Importi
Tabellari
Configurazione>Gestione anagrafica contratti>Componenti accessorie
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
La ricerca avviene specificando uno o più
dei seguenti criteri: Compenso, Sottocompenso, Contratto, Qualifica, Livello,
Dal, Al. Qualora non sia selezionato alcun
criterio di ricerca, cliccando sul pulsante
Cerca viene effettuata una ricerca di tutti
gli importi tabellari attivi ed utilizzabili
dall’Ente.
Che cosa fa la funzione?
La schermata che contiene l’elenco degli importi tabellari relativi al personale di ciascuna Amministrazione
riporta i seguenti dati:
 Compenso: codice del compenso a cui si applica l’importo;
 Sotto-compenso: codice del sotto-compenso a cui si applica l’importo;
 Contr.: codice del contratto a cui si applica l’importo;
 Qual.: codice qualifica a cui si applica l’importo;
 Livello: codice livello a cui si applica l’importo;
 Importo: importo unitario tabellare lordo applicato;
 Decorrenza: data di inizio validità dell’importo;
 Scadenza: data di fine validità dell’importo;
 Modifica: Pulsante;
E’ possibile eliminare un importo tabellare: nella schermata relativa all’elenco degli importi tabellari
selezionare l’importo tabellare da eliminare attraverso il pulsante Sel.
Pagina 102 di 108
Attraverso il pulsante Nuovo importo presente nella schermata Criteri di ricerca è possibile creare un nuovo
importo tabellare, premendo il suddetto pulsante si apre una finestra che riporta i seguenti campi da
compilare:
 Contratto: tipologia contratto;
 Qualifica: qualifica per l’associazione del relativo importo tabellare;
 Livello: livello per l’associazione del relativo importo tabellare;
 Compenso: tipologia di compenso;
 Sotto-compenso: sotto-compenso per l’associazione del relativo importo tabellare;
 Decorrenza: data di decorrenza per la validità dell’importo;
 Scadenza: data di scadenza per la validità dell’importo;
 Importo unitario: importo del sotto-compenso;
Per concludere l’operazione premere il pulsante Salva, per annullare l’operazione premere il tasto Annulla.
La conferma del buon esito dell’operazione è data dal messaggio: “L’importo tabellare è stato correttamente
inserito”.
Non è possibile eliminare un importo tabellare definito centralmente in Noi PA qualora il relativo Sottocompenso sia stato utilizzato in precedenza.
E’ possibile modificare un importo tabellare: nella schermata relativa all’elenco degli importi tabellari
selezionare l’importo da modificare premendo il pulsante Modifica ad esso riferito.
3.2.2.3
Visualizzazione compensi
Processo di riferimento
La funzione consente di visualizzare i Compensi Accessori applicabili
all’Amministrazione di appartenenza dell’utente connesso.
Visualizzazione/Ricerca
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Compensi Accessori\Visualizzazione
Compensi
Configurazione>Gestione anagrafica contratti>Componenti accessorie
Ruolo abilitato
RMO (Responsabile definizione modello operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per visualizzare la schermata dei Criteri di
ricerca è necessario cliccare il pulsante con
l’icona a forma di freccia presente nella
pagina in alto a destra, consentendo quindi
di scegliere come criterio di ricerca la
Tipologia assegno.
All’atto della visualizzazione, nella parte
inferiore della schermata, appare la lista
dei compensi accessori con i relativi dati..
La funzione è di sola visualizzazione e non consente di apportare modifiche ai dati visualizzati.
Che cosa fa la funzione?
Pagina 103 di 108
La schermata che appare riporta tutti i dati relativi ai compensi accessori applicabili a tutte le
Amministrazioni e contiene le seguenti informazioni:
 Cod. Compenso: codice del compenso;
 Descrizione Compenso: descrizione del compenso;
 Fiscale :assoggettamento fiscale del compenso; se il campo = “S” sul compenso vengono effettuate le
trattenute fiscali;
 Previdenziale: assoggettamento previdenziale del compenso; se il campo = “S” sul compenso vengono
effettuate le trattenute previdenziali;
 % Max-Qta esente: per i compensi per cui è prevista l’esenzione iscale, anche parziale, viene indicata la
percentuale massima esentabile;
 Quantità/Importo.: indica se il compenso è a quantità (Q) o a importi (I);
 Data inizio validità.: inizio decorrenza della validità del compenso;
 Data fine validità.: scadenza della validità del compenso.
3.2.3
Parametri di calcolo
Nella sezione “Parametri di calcolo” è possibile accedere alla funzionalità che consente di gestire le eccezioni
degli Enti che rientrano nel cono di visibilità dell’utente connesso.
All’interno di “Parametri di Calcolo” è presente
la funzione:
 Gestione delle eccezioni (Cerca/Nuovo)
3.2.3.1
Gestione delle eccezioni/Cerca
Processo di riferimento
La funzione consente di gestire le eccezioni dell’Ente di appartenenza
dell’utente, ricercando e modificando le informazioni relative ai moltiplicatori
della base di calcolo.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\Parametri di Calcolo \ Gestione delle
eccezioni\ Cerca
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per effettuare la ricerca di dati per la
gestione delle eccezioni, l’utente deve
specificare nella finestra Criteri di ricerca il
numero di Iscrizione e il Codice Fiscale e,
Pagina 104 di 108
infine, i Moltiplicatori Base di calcolo
selezionabili dal menu a tendina.
Quindi cliccare su Cerca.
Che cosa fa la funzione?
Effettuata la ricerca, la schermata che appare mostra l’elenco completo delle eccezioni presenti in banca
dati in base ai criteri di ricerca impostati e visualizza le seguenti informazioni:
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’eccezione;
 Codice Fiscale: Codice fiscale;
 Moltiplicatori Base di calcolo: moltiplicatore della base di calcolo;
Il pulsante Esporta consente l’esportazione in formato Excel dei dati presenti a video
Il pulsante Stampa consente di stampare la lista visualizzata nella schermata.
Attraverso il pulsante Dettaglio, selezionabile cliccando sull’icona a forma di lente di ingrandimento, l’utente
può visualizzare e eventualmente modificare i dati di dettaglio.
Sono riportati i seguenti campi:
 Iscrizione: numero di iscrizione dell’eccezione;
 Codice Fiscale: Codice fiscale;
 Moltiplicatori Base di calcolo: moltiplicatore della base di calcolo;
Se sono state effettuate modifiche ai dati inseriti, cliccare sul pulsante Salva per salvare i dati modificati e
visualizzati nella schermata di dettaglio.
Se la modifica è andata a buon fine, il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.2.3.2
Gestione delle eccezioni /Nuovo
Processo di riferimento
La funzione, presente all’interno della Gestione delle eccezioni, permette in
effettuare un nuovo inserimento relativo all’eccezioni riscontrate.
Visualizzazione/Ricerca/Inserimento/Modifica
Gestione Accessoria\ Funzioni di Servizio\ Modello Operativo\ Parametri di
Calcolo \ Gestione delle eccezioni\Nuovo
Configurazione>Gestione Anagrafica Enti>Organizzazione Ente
Ruolo abilitato
RMN (Responsabile definizione Modello Operativo)
Obiettivo
Tipologia funzione
Percorso
Come si accede alla funzione?
Per attivare la funzione è sufficiente
cliccare il pulsante Nuovo nella schermata
di ricerca della Gestione delle eccezioni.
Pagina 105 di 108
Che cosa fa la funzione?
Una volta attivata la funzione la schermata che appare, Gestione delle Eccezioni – Inserimento, l’utente
deve inserire i dati relativi alla tipologia di eccezione da inserire compilando il campo:
 Moltiplicatori Base Calcolo: numero di moltiplicatore della base di calcolo da indicare come eccezione
A termine della compilazione cliccare su Salva per salvare i dati.
Se l’inserimento è andato a buon fine, il sistema segnalerà il messaggio “Operazione eseguita correttamente”.
3.3 Identificazione Dipendente
3.3.1
Identifica ed invia Pin
Percorso
La funzione consente di generare e inviare un PIN all’amministrato tramite
posta elettronica.
Visualizzazione/Ricerca
Gestione Accessoria\ Identificazione Dipendente\ Identifica ed Invia Pin
Processo di riferimento
Configurazione>Gestione Utenze>Amministrati
Ruolo abilitato
RID (Responsabile identificazione)
Obiettivo
Tipologia funzione
Come si accede alla funzione?
La ricerca avviene specificando nella
schermata Criteri di ricerca il Codice
fiscale, Cognome, Nome, Iscrizione e
premendo il pulsante Salva, oppure
Annulla per cancellare l’operazione.
Non è possibile effettuare una ricerca
compilando solo il campo Nome.
Pagina 106 di 108
Che cosa fa la funzione?
Se la ricerca produce risultati compare la schermata Lista dei risultati, contenente i seguenti dati:
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Data di nascita: gg/mm/aaaa
 Iscrizione: codice numerico d’iscrizione;
 Ufficio responsabile: codice ufficio responsabile;
 Stato partita: stato della partita.
La selezione di un amministrato è possibile apponendo un flag nel riquadro Sel. e cliccando sul pulsante
Avanti.
Se all’amministrato è stato già assegnato il codice PIN il sistema visualizza il seguente messaggio: “Pin già
assegnato a questo dipendente – Procedere?”
Selezionare OK per assegnare nuovamente il Pin all’amministrato o Annulla per rinunciare.
Se invece all’amministrato non è stato ancora assegnato il codice PIN vengono visualizzati i dati di dettaglio
dello stesso. Nella schermata che appare, se non è presente l’indirizzo mail, l’utente deve inserirlo nel campo
E-mail.
L’assenza dell’indirizzo mail viene segnalata da un apposito messaggio, anche la presenza della mail del
dipendente viene notificata da un messaggio.
La finestra riporta i seguenti dati dell’amministrato:
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato;
 Data di nascita: data di nascita;
 Sesso: sesso dell’amministrato;
 Provincia di nascita: provincia di nascita;
 Comune di nascita: comune di nascita;
 Ente: nominativo dell’ente di appartenenza;
 Ufficio responsabile: ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: ufficio di servizio;
 E-mail: e-mail (campo obbligatorio se la mail non è presente nel sistema);
 Cellulare: numero di cellulare (campo facoltativo).
Cliccando sul pulsante Avanti appare la schermata contenente i dati in formato Pdf.
E’ possibile stampare i dati attraverso il pulsante Stampa.
Pagina 107 di 108
Una volta stampati i dati è possibile tornare alla schermata di dettaglio dati dell’amministrato all’intermo
della quale l’utente deve selezionare compare il pulsante Completa.
Cliccando il pulsante Completa è possibile visualizzare la schermata contenente i dati riepilogativi
dell’amministrato:
 Cognome: cognome dell’amministrato;
 Nome: nome dell’amministrato;
 Codice fiscale: codice fiscale dell’amministrato
 Data di nascita: data di nascita;
 Sesso: sesso;
 Provincia di nascita: provincia di nascita;
 Comune di nascita: comune di nascita;
 Ente: nominativo dell’ente di appartenenza;
 Ufficio responsabile: ufficio responsabile;
 Ufficio di servizio: ufficio di servizio.
Cliccando sul pulsante Genera Pin il sistema genera e invia il Pin all’indirizzo di posta indicato.
Se la procedura è andata a buon fine, viene visualizzato il seguente messaggio: “Identificazione dipendente
effettuata con successo”.
Cliccando sul pulsante Chiudi è possibile tornare alla pagina di ricerca.
Cliccando sul pulsante Indietro è possibile tornare alla schermata precedente.
Pagina 108 di 108