MODULO 1 IL RUOLO DEL CAF

Commenti

Transcript

MODULO 1 IL RUOLO DEL CAF
MODULO 1
IL RUOLO DEL CAF
Lezione 8
Il Condono Fiscale
Modulo 1 – Lezione 8
Contenuto
Il Condono Fiscale........................................................................................................................................................... 3
Procedura di Pagamento .................................................................................................................................... 3
Principali Condoni Fiscali Degli Ultimi Anni................................................................................................... 3
Assistenza Fiscale ................................................................................................................................................. 3
Caratteristiche ........................................................................................................................................................ 4
L'evasione fiscale ............................................................................................................................................................ 4
Tipi di evasione fiscale............................................................................................................................................. 5
Elusione fiscale ........................................................................................................................................................... 5
Erosione fiscale ........................................................................................................................................................... 5
Conseguenze dell'evasione fiscale ...................................................................................................................... 5
Economia sommersa nel mondo..................................................................................................................... 5
Metodi di misurazione dell'evasione fiscale ................................................................................................... 5
Lotta all'evasione fiscale .................................................................................................................................... 6
Modulo 1 – Lezione 8
Il Condono Fiscale
Il condono fiscale rientra, nell'ambito del diritto, nella più ampia categoria dei condoni legislativi.
Il governo emana i condoni tramite decreti legge.
Il condono, di per sé, prevede l'annullamento parziale o totale ai cittadini che vi aderiscono, di una
sanzione o di una pena.
Oltre al condono fiscale, esistono anche il condono valutario, il condono edilizio, quello
assicurativo e molti altri ancora.
Il condono fiscale, detto anche condono tributario, è legato alle tasse. Tramite il condono fiscale,
vengono sanati determinati comportamenti illeciti o non regolari che il cittadino contribuente ha
effettuato in materia di dichiarazioni di redditi errate, assenti o non fedeli.
Il condono fiscale quasi sempre è relativo ad alcune determinate tipologie di reato fiscale; quando
invece si attua un condono che sana definitivamente la posizione del contribuente, si sta parlando
di condono tombale.
Procedura di Pagamento
Di norma, per sanare un condono fiscale è necessario effettuare il pagamento di una determinata
quantità di denaro. La quantità di denaro da pagare può variare a seconda dell'entità di ciò che va
condonato, e della tipologia di reato effettuato.
Il condono ha anche un proprio raggio d'azione, determinato dal Governo che lo vara. Il governo,
dunque, stabilisce i limiti del condono fiscale, determinando le tipologie di reati cui è applicato e i
comportamenti che rientrano nell'ambito di ciò che può essere condonato.
Naturalmente, il cittadino può decidere liberamente se aderire o meno ad un condono fiscale.
Principali Condoni Fiscali Degli Ultimi Anni
1973 - Governo Rumor IV - Ministro delle finanze Emilio Colombo
1982 - Governo Spadolini I - Ministro delle finanze Rino Formica
1991 - Governo Andreotti VI - Ministro delle finanze Rino Formica
2003 - Governo Berlusconi II - Ministro delle finanze Giulio Tremonti
2009 - Governo Berlusconi IV - Ministro delle finanze Giulio Tremonti
Assistenza Fiscale
Per venire incontro alle esigenze e alle richieste dei contribuenti in materia di dichiarazione dei
redditi, esistono degli appositi servizi denominati di Assistenza Fiscale.
L'assistenza fiscale è dunque un servizio riservato a tutti coloro che devono compilare o verificare
la compilazione della dichiarazione dei redditi. L'assistenza fiscale è dunque rivolta a chi compila il
modello 730.
Il servizio di Assistenza Fiscale è fornito ai dipendenti e ai pensionati da vari soggetti, quali i datori
di lavoro stessi, gli Enti Previdenziali e i Centri di assistenza Fiscale (CAF).
E' stato introdotto in Italia a partire dal 1993, in coincidenza all'introduzione dello stesso modello
730, effettuata da parte dell'allora Ministro delle Finanze Giorgio Benvenuto.
Modulo 1 – Lezione 8
Caratteristiche
L'assistenza fiscale viene garantita ai pensionati e ai lavoratori dipendenti in maniera gratuita,
qualora detti soggetti ne abbiano necessità; essi infatti possono presentare il modello 730 della
dichiarazione dei redditi al proprio datore di lavoro o al rispettivo ente che eroga la pensione.
In questo modo essi riceveranno assistenza gratuita: verrà verificata e controllata la regolare
compilazione della dichiarazione presentata, senza dover integrare ulteriore documentazione.
Chi invece chiede assistenza al CAF, deve seguire un iter diverso. Il CAF infatti è una società di
capitale, e quindi dovrà non solo effettuare un controllo assolutamente formale sulla dichiarazione
dei redditi, ma ha la necessità di controllare la documentazione, garantendone la regolarità con un
timbro.
Se viene consegnata la dichiarazione già compilata, il servizio del CAF è gratuito, altrimenti è
necessario corrispondere un pagamento.
A partire dal 2006, anche la categoria dei commercialisti si è aggiunta a coloro che sono in grado di
fornire assistenza fiscale ai contribuenti.
L'evasione fiscale
L'evasione fiscale è la sottrazione
illegale
dall'accertamento
e
dal
pagamento dei tributi da parte del
contribuente, attraverso l'occultamento
totale o parziale dei redditi e del
patrimonio e la conseguente violazione
delle
norme
fiscali.
La
falsa
dichiarazione dei redditi e/o la mancata
emissione dei documenti fiscali sulle
vendite ( vendite in nero ) consentono al
contribuente di ridurre l'imponibile e, di
conseguenza, l'imposta dovuta. Le
transazioni non certificate da un
documento fiscale danno vita a
un'economia parallela, non visibile a tutti, detta economia sommersa o "mercato nero". Le
transazioni dell'economia sommersa sono registrate in un sistema a doppia contabilità. Dal punto
di vista dell'economia politica l'evasione fiscale è una scelta economica del contribuente, il quale
prende la decisione di sottrarsi agli obblighi tributari mediante un analisi costi-benefici. Dal lato dei
benefici il contribuente considera il vantaggio immediato del mancato pagamento dei tributi. Dal
lato dei costi il contribuente prende in considerazione il rischio ( probabilità ) di essere scoperto e
l'entità delle sanzioni previste sugli illeciti tributari. Quanto maggiore è la percezione di efficienza
dell'autorità amministrativa di controllo fiscale, tanto più alto e il rischio di essere scoperti. Quanto
maggiore è la sanzione sull'illecito tributario, tanto maggiore è il costo da affrontare nel momento
in cui un evasore viene scoperto. A fronte di questo problema, il contribuente prende una
decisione seguendo un processo razionale di massimizzazione dell'utilità attesa in condizioni di
incertezza. Pur essendo una decisione presa con criteri razionali e oggettivi, la scelta di evadere è,
in ogni caso, influenzata anche da molti fattori soggettivi, quali ad esempio la propensione al
rischio del contribuente,
Modulo 1 – Lezione 8
Tipi di evasione fiscale
Esistono diversi diversi tipi di evasione fiscale: la dichiarazione dei redditi e/o del patrimonio non
veritiera, il mancato rilascio di fatture o di scontrini, la registrazione incompleta o non veritiera dei
fatti economici sul libro contabile dell'impresa, e, più in generale, la mancata dichiarazione fiscale
dei fenomeni economici ( transazioni, vendite, reddito, beni patrimoniali, ecc.). A seconda del tipo
di evasione fiscale e della gravità, l'evasione può essere punita con sanzioni pecuniarie o condanne
penali. Al legislatore spetta il compito di stabilire quando punire l'evasione come illecito civile e
quando come reato penale. Una forma particolarmente grave di evasione fiscale è la frode fiscale
in cui il contribuente cela l'imponibile e ostacola l'accertamento dell'evasione organizzando un
sistema contabile basato su false fatturazioni di acquisto.
Elusione fiscale
L'elusione fiscale non appartiene ai casi di evasione fiscale. Pur perseguendo i medesimi obiettivi,
nell'elusione fiscale il contribuente riduce l'onere fiscale o si sottrae al tributo nel rispetto formale
della legge, tramite un'adeguata interpretazione delle norme fiscali e tributarie.
Erosione fiscale
L'erosione fiscale si distingue dall'evasione fiscale. Nell'erosione fiscale il contribuente si sottrae
dall'obbligo tributario per effetto dell'esenzione, parziale o totale, riconosciuta dal legislatore a
specifiche categorie di contribuenti. Ad esempio, l'agevolazione fiscale per le imprese che operano
in un determinato settore o regione.
Conseguenze dell'evasione fiscale
L'evasione fiscale riduce il gettito fiscale dello Stato e le entrate pubbliche causando un danno dei
contribuenti più onesti e una distorsione del mercato a favore delle imprese che compiono atti
illeciti. Per ottenere le risorse necessarie alla copertura della spesa pubblica lo Stato può decidere
di innalzare le aliquote fiscali e il carico fiscale sui contribuenti onesti, su cui viene scaricato l'intero
onere tributario (pressione fiscale). In alternativa, lo Stato può emettere titoli pubblici per
ottenere le risorse necessarie, causando però il fenomeno dell'indebitamento pubblico (debito
pubblico) e l'onere futuro del pagamento degli interessi sui titoli emessi. Infine, lo Stato può
operare dei tagli sulla spesa pubblica, riducendo l'offerta di beni e servizi pubblici.
Economia sommersa nel mondo
È comunemente accettato che il fenomeno dell'evasione fiscale colpisca, in media, il 10%
dell'economia mondiale. In Italia l'economia sommersa è stimata intorno al 18% (evasione fiscale
in Italia ). Il sistema economico italiano è storicamente affetto da perduranti fenomeni di evasione
fiscale.
Metodi di misurazione dell'evasione fiscale
I metodi di misurazione dell'evasione fiscale stimano l'entità dell'evasione fiscale in un sistema
economico. Le principali metodologie di misurazione sono suddivide in metodi diretti (auditing
fiscale, indagini campionarie, metodo di Frantz) e metodi indiretti (modelli macroeconomici).
Tuttavia, non esistono dati attendibili sull'evasione fiscale sia su base nazionale che su base
Modulo 1 – Lezione 8
globale. Essendo priva di scritture contabili, l'evasione fiscale e l'economia sommersa non possono
essere misurate con precisione. I metodi di rilevazione dell'evasione fiscale sono diversi e si
basano su diverse metodologie di stima.
Lotta all'evasione fiscale
Gli interventi per contrastare il fenomeno dell'evasione fiscale sono l'accertamento fiscale e le
riforme fiscali. L'accertamento fiscale si attua mediante delle operazioni di controllo sulle
dichiarazioni fiscali dei contribuenti e sulle scritture contabili delle imprese, comparando lo stile di
vita del contribuente con la sua dichiarazione ( es. redditometro ) e la redditività di impresa con
quella media del settore economico di appartenenza ( es. studi di settore ). Le riforme fiscali sono,
invece, una riorganizzazione delle norme tributarie per eliminare quei fenomeni socioeconomici
che consentono agli evasori di occultare una parte della propria attività economica.

Documenti analoghi