La genetica canadese per le mucche da latte

Commenti

Transcript

La genetica canadese per le mucche da latte
La genetica canadese per le mucche da latte
Un secolo di progressi
La genetica canadese applicata alle mucche da latte è fra le migliori al
mondo. Perciò non deve sorprendere che gli allevatori di molte nazioni
dipendano dalla genetica canadese per ottenere risultati di qualità costante
ed elevata nei loro programmi di riproduzione bovina.
Questo livello di eccellenza non si raggiunge per caso, poiché gli allevatori
e i genetisti canadesi lavorano al miglioramento delle razze bovine da
più di un secolo. La raccolta di dati genetici iniziò più di 125 anni fa con
la nascita delle associazioni di razza, che si assunsero il compito di
registrare i dati e i pedigree degli animali. Più tardi, nel 1905, iniziò anche
la raccolta dei dati relativi al latte, avviata grazie al programma Canadian
Record of Performance (R.O.P.). Più di 80 anni fa le associazioni di razza
diedero vita a un programma di classificazione per offrire agli allevatori una
valutazione imparziale dei loro capi. Le odierne versioni di questi innovativi
programmi continuano a sostenere l’avanzato settore canadese della
genetica delle mucche da latte.
Moderne innovazioni
Fin dalla sua introduzione, nel 1991, l’indice Lifetime Profit Index (LPI) è
stato lo strumento primario di selezione genetica in Canada. Anche se
si evolve col tempo, il suo obiettivo principale rimane l’identificazione di
tori e mucche che siano in grado di trasmettere caratteristiche genetiche
superiori ai loro discendenti.
L’indice LPI quantifica la relazione fra caratteristiche genetiche degli
animali e profitto per l’allevatore, applicando a ogni capo una valutazione
genetica comprendente tutta una serie di caratteristiche, fra cui produzione
lattiera, durata, salute e fertilità. La selezione tramite indice LPI continuerà
a garantire ulteriori progressi nei tratti principali delle attuali razze bovine.
Nel 1999 il Canada è stato il primo paese del mondo a implementare il
Canadian Test Day Model. Si tratta di un modello matematico che usa i dati
dei giorni di test delle prime tre lattazioni della mucca e genera una curva
di lattazione, a livello genetico, per ciascuna lattazione. I genetisti di tutto il
mondo riconoscono i vantaggi di questo approccio sull’uso dei dati di lattazione
e numerose nazioni stanno seguendo ora il Canada su questa strada.
Circa il 70% delle mucche da latte canadesi rientra nel sistema di registrazione dei dati e circa
l’85% di questi capi ha un’ascendenza riportata nel registro anagrafico delle associazioni
di razza. Ciò significa che circa 540.000 mucche, suddivise in oltre 11.000 mandrie,
contribuiscono al programma di valutazione genetica.
Il più recente strumento genetico canadese nel settore delle mucche da latte è il sistema di
classificazione multirazziale, il Canadian Multi-Breeds Classification system, introdotto nel
2005. Si tratta di uno strumento modernissimo per valutare in modo accurato e omogeneo
le caratteristiche delle mucche da latte, indipendentemente dalla loro razza. È un sistema
tecnologicamente avanzato che fornisce eccellenti informazioni agli allevatori, che con
queste analisi dettagliate possono effettuare la selezione genetica necessaria e le decisioni
riproduttive migliori per allungare la longevità della mandria dei capi da latte. Ciò consente
elevati livelli di produzione per molte lattazioni, con il conseguente impatto positivo sulla
redditività della fattoria.
Il risultato di questa lunga storia di innovazione è una popolazione di bovini da latte di
eccezionale qualità, che presenta la migliore combinazione fra la produzione lattiera e le
caratteristiche di conformazione. Il materiale genetico dei bovini canadesi è richiesto in tutto il
mondo e perciò viene esportato in più di 95 nazioni, fra cui Stati Uniti, Messico, Russia, Cina,
Unione Europea, Giappone, Sudamerica, Australia e Medio Oriente.
Provate la differenza canadese
Il personale canadese partecipa attivamente nelle organizzazioni internazionali di registrazione
zootecnica, fra cui International Committee for Animal Recording (ICAR), Interbull e le
organizzazioni di razza internazionali. I nostri prodotti non comprendono solo il materiale
genetico ma anche le informazioni, le tecnologie e il know-how gestionale che permette agli
allevamenti di mucche da latte di esprimere il loro massimo potenziale genetico.
Alle nazioni che lavorano per migliorare il patrimonio genetico dei propri bovini da latte, l’industria
genetica canadese può fornire le soluzioni che cercano. Per ulteriori informazioni, visitate:
Sito governativo
• Canadian Dairy Information Centre
www.dairyinfo.gc.ca Siti industriali
• Canadian Dairy Network
www.cdn.ca
• Canadian Livestock Genetics Association
www.clivegen.org

Documenti analoghi