press release colonia 2015 ita

Commenti

Transcript

press release colonia 2015 ita
COMUNICATO STAMPA
Colonia, 19 gennaio 2015
MOROSO A IMM COLOGNE 2015
Moroso inaugura l’anno nuovo partecipando al consueto appuntamento a Colonia
dove, dal 19 al 25 gennaio, si svolge Imm Koeln, salone internazionale del mobile
che ogni anno attira numerosi visitatori provenienti da tutte le parti del mondo.
mondo
Lo spazio espositivo di Moroso è situato a
all’interno dello
o splendido edificio del
Design Post,, 3000 mq2 d
di showroom permanente a pochi passi dalla Fiera, dove le
aziende più importanti n
nel panorama internazionale del design presentano le ultime
novità. Moroso quest’anno propone
propone,, insieme alle ultime novità, una selezione di
prodotti iconici rivisitati utilizzando la gamma di tessuti Blur realizzati da FEBRIK in
esclusiva per Moroso
Moroso,, frutto di ricerca, qualità e innovazione, dando vita ad
un’esposizione straordinaria
straordinaria.
Lo spazio si sviluppa in diverse aree che ci conducono progressivamente alla
scoperta delle novità proposte dal brand. La parte inferiore si estende in un’ampia
area centrale, divisa verticalmente da set di librerie autoportanti Terreria, progetto
dello studio Archea Associati per la realizzazione degli interni della celebre
Cantina Antinori di cui Moroso ha realizzato tutti gli arredi. Questo prodotto,
realizzato in terracotta, è disponibile in quattro diverse configurazioni geometriche.
La sua particolare composizione e la so
sovrapposizione
vrapposizione degli elementi, permette alla
luce di filtrare e di creare un effetto di sfalsamento ottico che immerge i prodotti in
un’atmosfera suggestiva che si diffonde in tutto lo spazio.
Parte della vetrina dedicata a Moroso ospiterà un’immagine retroilluminata
retr
dedicata
agli intrecci colorati
orati dei fili di plastica con cui viene realizzata la collezione outdoor
Banjooli disegnata da Sebastian Herkner e vincitrice del premio “Best of Year
2014” di Interior Design Magazine. L’allestimento si apre poi in uno spazio suddiviso
da pannelli ricopert
ricoperti da diverse nuance di tessuto Blur,, nato insieme all’omonimo
divano disegnato nel 2013 da Marc Thorpe. In occasione della fiera Imm Koeln,
Moroso ripropone questo l’esclusivo tessuto nella versione jacquard
j
elastico
utilizzato per la prima volta per rivestire la storica collezione Victoria & Albert
disegnata da Ron Arad
Arad.
I prodotti esposti ven
vengono messi in risalto grazie al gioco di sovrapposizioni creato
utilizzando i tappeti firmati Kinnasand. In occasione della fiera verranno presentati i
modelli di quattro nuove collezioni lanciate dal brand svedese:: Vintage Kelim Plain,
Twist, Flux e Bond
Bond. I tappeti della collezione Bond,, in particolare, richiamano le
stesse sfumature dei pannelli che decorano lo spazio circostante e dei prodotti
realizzati con il tessuto Blur.
La versatilità del tessuto Blur viene utilizzata anche per rivestire le morbide forme
nordiche del divano Tender di Patricia Urquiola, realizzato con un telaio in
alluminio, gambe arrotondate di legno, cuscini abbondanti, tavolini e superfici
orizzontali. Completano l’allestimento altri tre prodotti firmati dalla nota designer
spagnola: la poltrona Clarissa, dal confortevole schienale avvolgente,
avvolgente proposta
questa volta in una nuova versione realizzata
ealizzata su base metallica,
metallica il divano Gentry nel
suo tessuto elastico a treccia tridimensionale
tridimensionale, sinonimo di tradizione e nato dalla
ricerca di una comodità rigorosa e misurata e, a seguire, il confortevole divano
Shanghai Tip, raffinato
affinato e rassicurante, dal sapore vagamente orientale, presentato
nella versione in lino che gli conferisce un look
ook completamente rinnovato.
rinnovato
Tra le ultime creazioni più innovative Moroso propone la sedia Diatom nei suoi
colori definitivi. Progettata
rogettata da Ross Lovegrove è una seduta impilabile in alluminio
che deriva la sua forma dal frustolo di una diatomea, primordiale organismo
unicellulare dallo scheletro di silicio diffuso in tutti gli ambienti acquatici. La
produzione di questa sedia adotta una tecnologia sviluppata nel settore automotive
per ridurre il peso e i co
costi
sti di produttività dei sedili, utilizzando una
un lamiera in
alluminio presso-formato
formato che assicura la massima leggerezza sostituendo, a parità
di prestazioni, l’utilizzo dell’
dell’acciaio.
A far da cornice all’intero scenario non poteva mancare la colorata collezione
Banjooli, disegnata dal giovane designer tedesco Sebastian Herkner.
Herkner Un progetto
che comprende p
poltrone, divanetti e tavolini, ideali per l’out
outdoor e recentemente
inseriti nella collezione M’Afrique, realizzata in collaborazione con artigiani di Dakar
che utilizzano la tecnica dell’ intreccio a mano di fili di plastica usati tradizionalmente
per la realizzazione di reti da pesca. Le linee curve della poltroncina Banjooli
Ban
traggono ispirazione dalla danza di corteggiamento degli struzzi in Africa orientale. Il
battito delle ali crea forme sporgenti che sono state trasferite alla silhouette della
sedia.
Accompagnano l’esposizione una serie di sedute la cui espressione artistica è
legata in qualche modo alle forme animali o a qualche creatura sconosciuta:
sconosciuta
Anomaly, nati dallo spirito creativo del trio svedese Front.. Una collezione di pouf
presentati nella loro versione originale in pelle a tinta naturale e in una versione
rieditata in tessuto Blur.
Parte dell’allestimento di questo primo livello espositivo è dedicato allo stile rock e
deciso della collezione Diesel Living with Moroso con i divani Sister Ray e
Nebula Nine,, la coppia di cabinet Perf, la poltrona Longwave e la serie di tavolini
My Moon My Mirror
Mirror, Piston e Overdyed. I prodotti sono inseriti nella suggestiva
scenografia creata dalle sfumature dei pannelli che sono in perfetta armonia con le
nuance dei tappeti Flux di Kinnasand.
Spostandosi al piano superiore, lo spazio viene concepito come area espositiva e
luogo di incontro,, dove ai tavoli dalle linee essenziali No-Waste
Waste di Ron Arad si
affiancano una varietà di sedie di recente produzione come Wood Bikini di Werner
Aisslinger,Tv-chair
chair di Marc Newson, Impossible Wood di Doshi Levien, le sedie
e poltroncine Fjord
Fjord, Rift, Mafalda, Mathilda e Tropicalia di Patricia Urquiola,
Heel di Nendo,, YY-chair di ForUse/Numen, Steel e Tia Maria di Enrico
Franzolini e per
er finire Shortwave della Diesel Living with Moroso con i classici
della collezione Supernatural
upernatural di Ross Lovegrove.
Nel corso degli anni il mondo delle collezioni Moroso ha permesso all’azienda di
conquistare un ruolo di primo piano come icona e portabandiera di un design
cosmopolita, globale e d’avanguardia. Inoltre una visione strategica orientata ad
ampliamenti di gamma e a nuovi mercati ha premiato i fatturati dell’azienda in forte
crescita specialmente nei mercati esteri. Moroso continua ad approfondire la ricerca
e lo sviluppo del prodotto garantendo una produzione di massima qualità, molto
attenta ai dettagli e conservando una parte del processo di lavorazione artigianale
che arricchisce e rende unico il suo prodotto. Ci piace sempre ricordare che Moroso
è stata la prima
ima azienda italiana ad aver ricevuto il certificato ISO 9001: 2000 per il
sistema qualità e la certificazione ISO 14001 per il rispetto dell’ambiente.
Moroso Press Office
Tel. +39.02.878990
E-mail: [email protected]
E-mail: [email protected]