Forum TuttoLavoro 2015: la Riforma del Lavoro al centro del

Commenti

Transcript

Forum TuttoLavoro 2015: la Riforma del Lavoro al centro del
COMUNICATO STAMPA
Forum TuttoLavoro 2015:
la Riforma del Lavoro al centro del dibattito in Expo
In collaborazione con Dottrina per il lavoro, Wolters Kluwer in Italia dà vita alla prima edizione del
Forum TuttoLavoro per un confronto aperto sulle più importanti novità normative del Jobs Act
Milano, 15 luglio 2015 – Si è tenuto oggi a Milano in Expo il primo Forum TuttoLavoro
(#forumtuttolavoro), organizzato da Wolters Kluwer Scuola di Formazione IPSOA, in collaborazione con
Dottrina del lavoro, riunendo i più autorevoli esperti e tecnici in materia “lavoro” per fare chiarezza sulle
principali novità normative e sugli aspetti più controversi legati ai Decreti delegati della Legge di Riforma
del lavoro (Jobs Act). L’evento si è svolto nella cornice di Expo (presso Auditorium Expo Center).
I lavori del Forum TuttoLavoro hanno visto una prima parte istituzionale, con gli interventi di Paolo
Pennesi (Segretario Generale del Ministero del Lavoro), Valentina Aprea (Assessore Istruzione, Formazione
e Lavoro Regione Lombardia), Piero Martello (Presidente Tribunale del Lavoro di Milano), Marina
Calderone (Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro) in collegamento
video, Potito di Nunzio (Presidente del Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di
Milano), Eufranio Massi (Esperto di Diritto del Lavoro) e Rosario Rasizza (Amministratore Delegato di
Openjobmetis) moderati da Paolo Stern (Esperto della Fondazione Studi del Consiglio Nazionale dei
Consulenti del Lavoro). A seguire si sono tenuti gli interventi degli esperti, volti a illustrare le novità della
Riforma del Lavoro.
Nel corso dell’incontro, sono numerosi i temi caldi approfonditi: dalle semplificazioni in materia di lavoro
(tra sicurezza e automazione delle procedure) alla flessibilità in entrata nei rapporti subordinati, dai
cambiamenti per le collaborazioni alle procedure conciliative e all’introduzione delle tutele crescenti,
dalle novità per maternità e paternità alla flessibilità in uscita fino agli ammortizzatori sociali.
“Di fronte a una platea di oltre 1.000 professionisti, che sono venuti oggi al Forum TuttoLavoro per avere
chiarimenti e approfondimenti sull’applicazione delle principali novità contenuti nella recente Riforma del
lavoro, abbiamo dato vita a un dialogo aperto con autorevoli esperti del settore, in grado di dare una
chiara visione sul Jobs Act e interpretazione sui punti più controversi”, ha dichiarato Andrea Salmaso,
Managing Director Area Fisco, Lavoro e Azienda di Wolters Kluwer in Italia. “Sulla scia del successo della
prima edizione, vogliamo dare avvio a un appuntamento annuale per i professionisti, aziende, associazioni
di categoria che intendono comprendere pienamente le dinamiche delle normative in ambito
giuslavoristico e svolgere al meglio la propria attività”.
"Rispetto al Jobs Act abbiamo apprezzato i primi decreti”, ha commentato Valentina Aprea, Assessore
all'Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, “ma siamo perplessi: i Centri Pubblici per
l'Impiego saranno regionali ma con regia diretta dello Stato e avranno la precedenza su tutte le politiche
attive, facendo saltare così le iniziative che in questa legislatura abbiamo attivato con successo. Mi auguro
che già domani, in conferenza Stato-Regioni si possa avere una risposta positiva dal governo sull'Agenzia
nazionale per il lavoro che statalizza le politiche con una valenza pubblica e rischia di vanificare le
esperienze positive della Lombardia".
“Il Forum TuttoLavoro 2015 organizzato da Wolters Kluwer giunge in occasione di un momento importante,
quale il completamento della riforma del lavoro, di un processo riformatore nei tempi stabiliti dalla
delega. Elemento che per i consulenti del lavoro è molto decisivo: spesso si trovano ad avere a che fare
con norme che nascono e rimangono incompiute per lungo tempo”, ha evidenziato Marina Calderone,
Presidente del Consiglio Nazionale dei Consulenti del lavoro. “Inoltre, per la categoria dei consulenti del
lavoro un altro importante elemento è il riconoscimento del nostro ruolo e della categoria professionale,
dal momento che siamo chiamati a fare da cerniera per quelle che sono le esigenze e le interlocuzioni tra
il mondo dell’impresa, i lavoratori e le loro rappresentanze. Pertanto la funzione di conciliazione dei
consulenti e della nostra categoria viene ripresa, ribadita ed enfatizzata dal legislatore che ha ben
compreso il messaggio sociale e l’impegno dei consulenti del lavoro”.
“Il Jobs Act punta alla semplificazione: instaurare un rapporto di lavoro e gestirne le varie fasi diventerà
più semplice; un riordino sistematico delle molteplici tipologie contrattuali esistenti con l’abrogazione
degli istituti utilizzati in maniera distorta consentirà alle aziende di prediligere strumenti che
garantiscano maggiormente la legalità nel mercato del lavoro e di creare di conseguenza un’occupazione
stabile, in quanto il contratto a tempo indeterminato nell’intenzione del Legislatore diventa la forma di
assunzione per eccellenza”, ha dichiarato Paolo Pennesi, Segretario Generale del Ministero del Lavoro.
“Regole più snelle e meno adempimenti burocratici insieme alla politica degli incentivi per le assunzioni
possono consentire un reale incremento dell’occupazione”.
“Con il via libera ai decreti attuativi, il Jobs Act prende sostanza. Ora, occorre comprendere a fondo le
novità della riforma che cambia il lavoro. Per questo, abbiamo deciso di sostenere il Forum TuttoLavoro,
un momento di dialogo e analisi per fare chiarezza sulle norme licenziate, utile per chi, tutti i giorni,
presta la propria consulenza alle imprese e ai lavoratori. Proprio come Openjobmetis”, ha affermato
Rosario Rasizza, Amministratore Delegato di Openjobmetis. “Le nuove disposizioni valorizzano la
somministrazione come strumento in grado di iniettare efficienza nelle imprese e di creare occupazione.
Nell'ottica di istituire un'Agenzia nazionale per l'occupazione, l'interesse sta nel capire come far interagire
il mondo delle Agenzie private con le strutture pubbliche, in un regime di seria collaborazione. La visione
strategica, infatti, nasce sempre dal confronto con chi opera sul campo, non dalla teoria”.
Nei prossimi giorni sulle pagine di ipsoa.it continueranno i commenti e gli approfondimenti post Forum
TuttoLavoro. L’evento di oggi prende il nome da TuttoLavoro, la banca storica banca dati Wolters Kluwer
a marchio INDICITALIA in grado di soddisfare ogni esigenza conoscitiva ed operativa connessa alla gestione
e amministrazione del personale.
Wolters Kluwer
Wolters Kluwer ha registrato nel 2014 un fatturato di 3,7 miliardi di Euro, impiega circa 19.000 persone in
tutto il mondo e gestisce attività in 170 paesi in Europa, Nord America, Asia Pacifico e America Latina.
Wolters Kluwer ha sede ad Alphen aan den Rijn in Olanda. Le azioni di Wolters Kluwer sono quotate su
Euronext Amsterdam (WKL) e sono incluse negli indici AEX ed Euronext 100. Wolters Kluwer detiene un
Level 1 American Depositary Receipt program. Gli ADR sono scambiati nel mercato U.S. (WTKWY).
Wolters Kluwer opera in Italia nel mercato dell’editoria professionale, del software, della formazione e
dei servizi con i marchi IPSOA, CEDAM, UTET Giuridica, UTET Scienze Tecniche, LEGGI D’ITALIA,
INDICITALIA, IL FISCO, OSRA, ARTEL, OA SISTEMI e Teknoring.
Con un’offerta specializzata, ampia e integrata, che spazia dall’editoria in formato cartaceo al digitale
online e mobile, alle soluzioni software - on premise e in the cloud - ai corsi e agli eventi della Scuola di
Formazione IPSOA fino alla pubblicità, rappresenta il punto di riferimento per le professioni economiche,
giuridiche, tecniche e del lavoro, per le aziende e la Pubblica Amministrazione. Per ulteriori informazioni
www.wolterskluwer.it
Media
Angela De Tommaso
Communication Manager
Tel. 02 82 47 63 24
[email protected]
Paola Cuccia – Barabino & Partners
Tel. 02 72 02 35 35 – cell. 335752910
[email protected]

Documenti analoghi