TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA Sezione

Commenti

Transcript

TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA Sezione
TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA
Sezione Commerciale
Concordato Preventivo PAMA PREFABBRICATI S.p.A.
Giudice delegato Dott. Gustavo Nanni
Liquidatore giudiziale Dott. Luigi Calderara
****
Il Concordato Preventivo PAMA PREFABBRICATI S.p.A. pone in vendita, mediante raccolta di
manifestazioni di interesse, il seguente
IMMOBILE IN COMUNE DI REZZATO
Piena proprietà di un complesso industriale di edifici distinti in capannoni produttivi, palazzina
uffici - appartamento custode, mensa e spogliatoi siti in Rezzato via Papa Giovanni XXIII 80.
DATI CATASTALI
Il complesso è individuato al N.C.E.U. come segue:
Comune di Rezzato
Foglio 20
Mapp.10/501 via Papa Giovanni XXIII 80 p.s – t – 1 – 2 cat.D/1
RC€ 136.861,08
Mapp.10/502 via Papa Giovanni XXIII 80 p.t 2 cat.A/10 cl.2 vani 13
RC€ 2.417,02
Mapp.10/503 via Papa Giovanni XXIII 80 p. t – 1 cat.A/3 cl.5 vani 6 RC€ 291,28
Mapp.10/504 via Papa Giovanni XXIII 80 p. 1 cat.A/3 cl.4 vani 4 RC€ 165,27
Mapp.10/505 via Papa Giovanni XXIII 80 p. 1 cat.A/3 cl.4 vani 7 RC€ 289,22
Mapp.10/506 via Papa Giovanni XXIII 80 p. t area urbana mq.2.630
Mapp.10/507 via Papa Giovanni XXIII 80 p. t area urbana mq.150
Mapp.10/508 via Papa Giovanni XXIII 80 p. t ente comune
Mapp.10/509 via Papa Giovanni XXIII 80 p. t ente comune
Mapp.10/510 via Papa Giovanni XXIII 80 p. t ente comune
Foglio 21
Mapp.153/3 via Matteotti 90 p. t cat.D/7
Mapp.153/8 via Matteotti 90 p. t area urbana 415 mq.
RC€ 18.200
DESCRIZIONE
Trattasi di un complesso industriale, sito in Rezzato via Papa Giovanni XXIII n.80, insistente su
un’area di complessivi mq.77.750 dei quali 29.763 coperti da fabbricati e 47.987 scoperti adibiti a
piazzali di stoccaggio.
In particolare gli edifici sono così suddivisi:

Lettera A
Locale pesa e alloggio foresteria a piano terra e alloggio custode a primo piano; trattasi di
palazzina prefabbricata a due piani fuori terra della superficie di mq.124 per piano; il fabbricato si
presenta in buono stato di manutenzione con facciate rivestite con pannelli, serramenti a nastro in
alluminio, pavimenti in ceramica, riscaldamento autonomo.
Si evidenzia che al primo piano la loggia risulta essere stata trasformata in locale, in difformità
dalle planimetrie e dalle concessioni.

Lettera B
Capannoni produttivi prefabbricati costituiti da sei campate accostate oltre depositi – locali
tecnici e centrale di betonaggio per complessivi mq.27.073; i capannoni presentano struttura
prefabbricata con travi doppia pendenza, tegoli, manto di copertura con interposti lucernari,
pannelli di tamponamento verticali, serramenti e portoni in alluminio, pavimenti in battuto di
cemento.
Sono presenti impianto di illuminazione, distribuzione vapore e i seguenti carriponte:
1a campata 1 x 5 tonn + 1 x 6 tonn + carrogetto 10 tonn
2a campata 1x20 tonn + 1x10 tonn + 1x30 tonn + 1x10 tonn + carrogetto 10 tonn
3a campata 1x30 tonn + 1x15 tonn + 1x25 tonn + 1x10 tonn + carrogetto 10 tonn
4a campata 1x5 tonn + 2x10 tonn
5a campata 2x10 tonn + 1x16 tonn
6a campata 2x15 tonn
Nei piazzali esterni in parte asfaltati, in parte cementati (zona stoccaggio) sono presenti 3 gru a
cavalletto da 27 – 30 – 40 tonn.
All’interno del capannone sono realizzati con soppalco uffici di produzione per mq.352.
In aderenza in lato est è presente palazzina prefabbricata a due piani fuori terra oltre interrato,
destinata ad uffici di produzione a piano terra (mq.210), archivio all’interrato (mq.210), alloggio
del custode al primo piano(mq.260).
L’immobile è in accettabile stato di manutenzione con finiture civili, ma riferibili all’epoca di
costruzione.

Lettera C
Locale contatori gas posto oltre la recinzione.

Lettera D
Cabina elettrica posta oltre la recinzione.

Lettera E
Guardiola prefabbricata in alluminio e vetro superficie coperta mq.20.

Lettera F
palazzina uffici (mq.2.162 circa): si sviluppa su 3 piani fuori terra; oltre interrato; i piani terra,
primo e secondo sono destinati ad uffici commerciali - direzionali per totali mq.1.633; il piano
interrato è destinato ad autorimesse; la palazzina di tipo prefabbricato presenta ottimo stato di
manutenzione e buon livello di finiture:
facciate con elementi prefabbricati, serramenti in alluminio, pavimenti in marmo, riscaldamento e
raffrescamento con fan coils, controsoffitti in fibra minerale con plafoniere neon, impianto
ascensore.

Lettera G
Mensa spogliatoi, costituita da un fabbricato ad un piano fuori terra della superficie mq.873 con
serramenti in allumino anodizzato in parte a nastro, pavimenti in ceramica, riscaldamento con
aerotermi, controsoffitto a doghe, facciate con pannelli prefabbricati verticali; spogliatoi e servizi
con finiture datate.

Lettera H
Capannone officina della superficie coperta di mq.974 con strutture prefabbricate posto in lato
sud est in aderenza ad altra proprietà, oltre a cabina elettrica in estremo est.

Lettera I
Aree urbane per mq.2.780 esterne alla recinzione destinate a parcheggio.

Superfici scoperte
La superficie complessiva coperta è di mq.29.763, l’area totale del lotto mq.77.750 e l’area
scoperta mq.47.987. Esiste in lato sud uno scalo ferroviario direttamente collegato alla linea
Milano – Venezia.
In complesso sorge in zona industriale a sud dell’abitato a confine con la ferrovia e con ottimo
collegamento viario, trovandosi in prossimità sia della tangenziale che del casello Brescia Est
dell’autostrada MI – VE (A4).
Il complesso è dotato di 3 distinti cancelli carrai.
Sono state rilevate lievi difformità sia di prospetto che planimetriche irrilevanti ai fini della stima,
posto che residua un’area edificabile per 18.000 mq. (77.750 – 29.763 x 2) e quindi tali modeste
difformità sono sanabili.
SITUAZIONE URBANISTICA
L’area ricade nella zona definita dal PRG del Comune di Rezzato D2 industriale esistente e di
completamento, rapporto di copertura 50%.
L’immobile è stato edificato in forza delle seguenti concessioni edilizie:
L.E. n.1541 del 07.02.74
L.E. n. 1541 bis del 30.08.74
Agibilità del 29.4.76
C.E. n.2577/80
C.E. n.2489 del 31.03.80
C.E. n.94/86
del 26.09.88
C.E. n.62/88 del 23.09.88
C.E. n.114/95 del 30.10.95
Agibilità 18/82 del 16.09.96
C.E. n.16/96 del 25.09.96
C.E. n.63/96 del 26.09.96
Non è risultato possibile completare la verifica urbanistica con tutte le concessioni edilizie; in
ogni caso eventuali difformità risultano sanabili posto che residua notevole area edificabile.
PROVENIENZA
Immobile pervenuto per:

atto di compravendita notaio Zampaglione del 26.11.88 rep.82962/23533 trascritto a
Brescia il 01.12.08 n.55575/33639;

atto di compravendita notaio Rotondo del 21.12.1995 rep.155867 trascritto a Brescia il
05.01.96 n.664/529;

atto di compravendita notaio Rotondo del 13.06.96 rep.160274;
STIMA
In base ai prezzi correnti di mercato nella zona, tenuto conto dell’ubicazione, della sua
dimensione delle aree è possibile formulare il seguente giudizio di stima.
La valutazione è stata eseguita attribuendo a superfici omogenee (sia come destinazione d’uso sia
come grado di finiture) un valore unitario e considerando le aree di movimentazione come
pertinenti agli edifici:
 Corpo A
pesa p.t
alloggio custode p.1
mq.124 x €/mq.1.000 = €
mq.124 x €/mq.1.000 = €
124.000
124.000
 Corpo B
capannoni p.t.
mq.27.073 x €/mq.550 =
capannoni p.1.
mq.352 x €/mq.550 =
€
€ 14.890.150
193.600
uffici produzione p.t.
mq.210 x €/mq.800 =
€
168.000
archivi p.int.
mq.210 x €/mq.400 =
€
84.000
alloggio p.1.
mq.260 x €/mq.800 =
€
208.000
€
40.000
€
20.000
 Corpo D
cabina elettrica
a corpo
 Corpo E
guardiola
 Corpo F
a corpo
autorimesse p.int.
mq.529 x €/mq.500 =
€
264.500
uffici p.t.
mq.529 x €/mq.1.200 = €
634.800
uffici p.1
mq.552 x €/mq.1.200 = €
662.400
uffici p.2
mq.552 x €/mq.1.200 = €
662.400
mq.873 x €/mq.750 =
€
654.000
mq.974 x €/mq.500 =
€
487.000
€
50.000
€
500.000
 Corpo G
mensa spogliatoi
 Corpo H
capannone officina
cabina elettrica
a corpo
 Corpo I
scalo ferroviario
a corpo
 Corpo L
residua area edificabile mq.18.000 x €/mq.180 =
€ 3.240.000
totale
€ 23.007.000
arrotondando
VALORE STIMATO € 23.000.000,00
(diconsi euro ventitremilioni)
SITUAZIONE IPOTECARIA
Con visure effettuate presso la Conservatoria dei RR.II di Brescia con aggiornamento al
29.10.2010, si è accertato che l’immobile è gravato da:
1) ipoteca volontaria di € 8.263.310,39 a favore del Medio credito Trentino iscritta il
12.06.1999 n. 20509/5185 quota capitale € 4.131.655,19 durata anni 8, grava anche su
beni ceduti
Non grava su mappale 153 sub 3 e 8
2) privilegio industriale di € 8.263.310,39 a favore del Medio credito Trentino iscritta il
12.06.1999 n. 20510/5186 quota capitale € 4.131.655,19 durata anni 8, grava anche su
beni ceduti
Non grava su mappale 153 sub 3 e 8
3) ipoteca volontaria di € 8.000.000,00 a favore del Banca Nazione del Lavoro iscritta il
31.03.2010 n. 1359/3167 quota capitale € 4.000.000,00 durata anni 10
Non grava su mappale 153 sub 3 e 8
CONDIZIONI DELLA VENDITA
a) La vendita avviene mediante la presentazione di offerte irrevocabili in busta chiusa
presso il notaio Dott. Luigi Grasso Biondi in Via Diaz n. 34, 25124 Brescia.
b) Chi risulterà aggiudicativo definitivo, dovrà versare il saldo del prezzo e di ogni altro
onere inerente e presentarsi presso lo studio del notaio Dott. Luigi Grasso Biondi, per la
stipula dell'atto di vendita.
d) Si precisa che il Giudice Delegato può in ogni momento sospendere le operazioni di
vendita ex art. 108 L.F.
e) Tutte le spese di vendita, comprensive (a titolo esemplificativo e non esaustivo) di IVA,
di eventuale imposta di registro calcolata a norma di legge, trascrizione, cancellazioni e
voltura catastale, oneri normali, saranno a carico della parte acquirente e dovranno da
quest'ultima essere versate direttamente al liquidatore giudiziale contestualmente all'atto
di vendita.
f) La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le
eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; la vendita è a
corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun
risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle
norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per
alcun motivo. Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi o la mancanza di qualità o
deformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi, ad esempio, quelli
urbanistici) ovvero derivanti dall'eventuale necessità di adeguamento degli impianti alle
leggi vigenti, spese condominiali e quant'altro, anche se occulti o comunque non
evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o
riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. Per tutto
quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge.
OFFERTE IRREVOCABILI DI ACQUISTO
Le offerte irrevocabili di acquisto per la vendita dovranno essere presentate in busta
chiusa
presso il notaio Dott. Luigi Grasso Biondi
entro le ore 11:00 del 29 ottobre 2012.
Sulla busta dovrà essere indicato, dal notaio ricevente, il nome di chi deposita
materialmente l'offerta (che può anche essere persona diversa dell'offerente), il nome e il
cognome del Giudice Delegato e la data della vendita. Nessuna altra indicazione (né
numero o nome della procedura né il bene per cui è stata fatta l'offerta né l'ora della
vendita o altro) deve essere apposta sulla busta.
L'offerta per l'acquisto dovrà contenere:
1) il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito
telefonico del soggetto cui andrà intestato l'immobile (non sarà possibile intestare
l'immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l'offerta). Se l'offerente è
coniugato in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i
corrispondenti dati del coniuge. Se l'offerente è minorenne, l'offerta dovrà essere
sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare. Se l'acquirente è una
società, l'offerta dovrà indicare la ragione sociale, la sede, il numero di codice fiscale e di
partita IVA; dovrà contenere inoltre le modalità di attribuzione dei poteri della persona
fisica che rappresenta la società nell'offerta;
2) sommaria descrizione del complesso immobiliare per il quale l'offerta è proposta,
ricavabile dalla perizia;
3) l'indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo minimo di
seguito indicato nelle modalità di vendita;
4) due assegni circolari intestati al concordato preventivo Pama Prefabbricati s.p.a.
dell'importo della cauzione e del fondo spese;
5) fotocopia del documento di identità dell'offerente ovvero visura camerale aggiornata se
trattasi di una società.
MODALITA' DELLA VENDITA
a) Prezzo di vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano i beni, pari a:
LOTTO
LOTTO UNICO
PREZZO MINIMO
DEPOSITO
DELL'OFFERTA
CAUZIONALE
€ 23.000.000
€ 2.000.000
FONDO SPESE
€ 100.000
b) L'esame delle proposte di acquisto e l'eventuale gara avverranno a cura del notaio Dott.
Luigi Grasso Biondi alle ore 12:15; in caso di unica offerta si provvederà alla
aggiudicazione. In presenza di più offerte si procederà immediatamente alla gara tra gli
offerenti, partendo dall'offerta più alta con rilancio minimo obbligatorio di € 100.000;
nell'ipotesi che vengano presentate più offerte uguali e valide, ove nessuno degli offerenti
intenda partecipare alla gara, il bene sarà aggiudicato all'offerta depositata per prima dal
notaio.
c) In caso di mancata presentazione dell'offerente all'asta il bene potrà essere aggiudicato
ugualmente al medesimo anche se assente.
d) Entro 60 (sessanta) giorni dalla aggiudicazione, l'aggiudicatario dovrà provvedere al
saldo del prezzo, dedotta la cauzione versata, mediante bonifico bancario sul conto della
procedura.
Se l'aggiudicatario non provvederà al pagamento nel termine indicato, perderà la
cauzione versata.
e) Avvenuto il pagamento del prezzo, l'atto di vendita verrà stipulato nelle ordinarie forme
per mezzo del notaio Dott. Luigi Grasso Biondi , previa autorizzazione del G.D;
g) le spese relative al trasferimenti della proprietà, le cancellazioni delle formalità ed ogni
altro onere inerente saranno a carico dell'acquirente.
Per qualsiasi informazione inerente gli immobili o le modalità della vendita si prega
di rivolgersi al liquidatore giudiziale (Brescia, via Tosio 28 – telefono 030-40242).
Brescia, 1 ottobre 2012
Il liquidatore giudiziale
(Dott. Luigi Calderara)