Delibera 2 ESPERIMENTO DI GARA DEFINITIVA

Commenti

Transcript

Delibera 2 ESPERIMENTO DI GARA DEFINITIVA
COPIA
Delibera N. 167
COMUNE DI MIRANO
Provincia di Venezia
Servizio Segreteria
GARE/edb
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
OGGETTO:
VALORIZZAZIONE IMMOBILI COMUNALI: ATTO DI INDIRIZZO PER
L’INDIZIONE 2° ESPERIMENTO DI ASTA PUBBLICA PER LA LOCAZIONE
ONEROSA DELLA BARCHESSA E DI N.1 BARCHI SITI ALL’INTERNO DEL
COMPLESSO IMMOBILIARE DI VILLA 1° MAGGIO DI ZIANIGO, A SEGUITO DI
GARA DESERTA.
L’anno duemilaquattordici addì ventitre del mese di settembre alle ore 17.00, nella
Residenza Comunale, per determinazione della Sindaca si è riunita la Giunta Comunale.
Eseguito l’appello risultano:
N.
Cognome e nome
Presente
1.
PAVANELLO Maria Rosa
Sindaco
X
2.
TOMAELLO Annamaria
Assessore
X
3.
VIANELLO Federico
Assessore
X
4.
SALVIATO Giuseppe
Assessore
X
5.
SIMEONI Lauro
Assessore
6.
ZARA CRISTIAN
Assessore
Assente
X
X
Partecipa alla seduta il Signor LONGO Silvano, Segretario Generale del Comune.
La Signora PAVANELLO Maria Rosa nella sua qualità di SINDACA assume la presidenza e
riconosciuta legale l’adunanza, dichiara aperta la seduta ed invita la GIUNTA a deliberare
sull’oggetto sopra indicato.
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
1
LA GIUNTA COMUNALE
-
VISTA la deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 17.07.2014, dichiarata
immediatamente eseguibile, ad oggetto “Approvazione del Bilancio di Previsione 2014/2016 ed
il Documento Unico di Programmazione (DUP) per il triennio 2014/2016 e i suoi allegati”;
-
VISTA la deliberazione di Giunta Comunale n. 140 dell’11.08.2014 di “Approvazione del
Piano Esecutivo di Gestione 2014-2016, ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e del DPCM
28.11.2011”, dichiarata immediatamente eseguibile;
-
VISTO l’articolo 107, comma 3, lettera d), del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli
Enti Locali approvato con Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 che attribuisce ai dirigenti
gli atti di gestione finanziaria, ivi compresa l’assunzione di impegni di spesa;
-
PRESO ATTO che a seguito dell’adozione della Delibera di Giunta Comunale n° 80 del
16.05.2014 avente ad oggetto: “Atto di indirizzo per la valorizzazione di alcuni beni comunali di
cui alla delibera di Consiglio Comunale n. 41 del 27.06.2013” e della successiva
Determinazione Dirigenziale n° 403/2014, è stata indetta una procedura di “Asta pubblica” per
l’affidamento in locazione onerosa degli immobili comunali siti all’interno del complesso
immobiliare di Villa 1° Maggio (già Villa Bianchini) sito in via Scortegara, 117 - Zianigo,
ricorrendo al sistema delle offerte segrete in aumento da confrontarsi col canone annuo posto a
base di gara, così come previsto dall’art. 73 lett. c) del R.D. 23 maggio 1924, n. 827, sulla base
delle disposizioni generali e di gestione stabilite dalla bozza di contratto di locazione approvato
con D.D. n° 403/2014, per un periodo di anni 20 ed a fronte di un investimento finanziario
minimo di €. 400.000,00 da parte del soggetto locatario (giusta D.G.C. n. 80/2014 che approva
il relativo Piano Finanziario);
-
VERIFICATO che nell’ esperimento di Asta Pubblica tenutosi in data 31.07.2014, nonostante
il manifestato interesse da parte di alcuni imprenditori in fase di gara con conseguenti
sopralluoghi negli immobili, non è pervenuta alcuna offerta economica tanto da dichiarare la
stessa “deserta”, giusta Determinazione Dirigenziale n° 558 del 7.08.2014;
-
VISTA la Relazione prodotta dal Servizio Gare – Appalti – Economato – Patrimonio e dal
Dirigente dell’Area 3, in cui si evidenziano alcune motivazioni tecnico-finanziarie che
possono avere influito sull’interesse di attrazione di investimenti privati su immobili storici
rilevanti ai sensi del D.lgs. 42/2004 con limitata destinazione d’uso, come nel caso della
Barchessa e dei Barchi di Villa 1° Maggio di Zianigo ”, soprattutto in un particolare momento
economico di stagnazione del mercato immobiliare;
-
APPURATO che l’Amministrazione si propone di assicurare e sostenere la conservazione del
patrimonio immobiliare del territorio costituito anche dalle numerose Ville Venete di
proprietà, di cui si ricerca la valorizzazione culturale e storica, favorendone la pubblica
fruizione;
-
DATO ATTO che qualsiasi tipo di intervento al patrimonio edilizio comunale, in particolar
modo quello di interesse storico-ambientale, richiede notevoli disponibilità finanziarie nei
Bilanci comunali ormai limitate da numerosi vincoli normativi;
-
APPURATO che l’attrazione di investimenti privati su alcune strutture pubbliche, oltre a
garantire all’Amministrazione comunale la corresponsione di canoni d’affitto e l’integrale
accollo dei costi per gli interventi edilizi e di gestione, sviluppa una riduzione delle spese a
carico del Bilancio comunale inerenti alla custodia, vigilanza, messa in sicurezza nonché alla
manutenzione ordinaria e straordinaria;
-
PRESO ATTO di quanto previsto dal Regolamento Comunale per la Disciplina dei contratti,
in particolare all’art. 26 – Prezzo della compravendita - punto 4 – “Nel secondo esperimento
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
2
di gara a procedura aperta che segue il primo andato deserto per mancanza di offerente, il
prezzo di cui al comma 1 può essere ridotto fino ad un massimo del 10%”;
-
RITENUTO pertanto opportuno rinnovare l’esperimento di “Asta Pubblica” per la locazione
onerosa della Barchessa di Villa 1° Maggio e relativo barco, previa modifica parziale di alcune
condizioni stabilite dalla precedente Delibera di G.C. n° 80/2014 nonché dal contratto di
locazione approvato con D.D. n° 403 del 18.06.2014, onde favorire l’avviamento dell’attività
“culturale-sociale e ricettiva” ivi prevista, più precisamente ;
•
riduzione del 10% del canone di locazione annuo a base d’asta definito con la
precedente Delibera di Giunta Comunale n.80/2014 in €. 18.000,00 (a fronte
di un investimento finanziario di €. 400.000,00 sull’immobile da parte del
locatario), rideterminando lo stesso in €. 16.200,00;
•
limitazione del numero degli immobili da concedere in locazione (n. 1 barco
anziché 2), che risultano pertanto essere:
Descrizione Bene
Indirizzo
Fg.
Part.
Sub.
Consistenza
Barchessa
Via Scortegara, 45
9
186.
1
mq.
673
Barco
Via Scortegara, 45
9
186
3
mq.
143
Pertinenza scoperta
Via Scortegara, 45
9
186 porzione
Pertinenza scoperta
Via Scortegara, 45
9
84 porzione
mq. 1.560
mq.
430
•
riduzione al 25% del canone nei primi due anni di locazione, o comunque sino
all’ottenimento del certificato di agibilità, indicati come periodo necessario al
conduttore per l’ottenimento di tutti i titoli autorizzativi da parte della
competente Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici (art. 21 c. 4
del D.Lgs. n. 42/2004) e
dal Comune di Mirano, per quanto attiene
all’autorizzazione paesaggistica (art. 146 del D.Lgs. n. 42/2004), nonché
eseguire tutti gli interventi edilizi necessari per rendere “agibili” i fabbricati
locati e permettere l’avviamento delle attività culturali – sociali e ricettive che
il conduttore intende svolgere all’interno degli stessi (investimento preventivato
pari, minimo, €. 400.000,00);
•
stabilire che, nel caso il conduttore recedesse unilateralmente dal contratto nei
primi due anni di locazione a canone ridotto, allo stesso verrà richiesto un
indennizzo pari ad €. 3.800,00 per il numero di mesi decorrenti dalla firma del
contratto alla comunicazione di disdetta, determinato sulla base del Piano
Finanziario approvato con D.G.C. n° 80/2014, al netto del canone di locazione
ridotto corrisposto;
•
confermare, pena la rescissione del contratto di locazione, in €. 400.000,00
l’importo minimo dell’intervento di riqualificazione edilizia che il conduttore
dovrà effettuare sull’immobile nel corso della locazione (considerato che le
opere di manutenzione straordinaria sono a carico del locatore), di cui €.
320.000,00 - da rendicontare dal punto di vista architettonico, strutturale e
finanziario entro i primi due anni dalla firma del contratto di locazione;
•
prevedere la possibilità di sub locazione ad attività consentite dalla destinazione
d’uso urbanistica previa autorizzazione del Comune;
- DATO ATTO che restano confermate tutte le altre condizioni contrattuali approvate con la
precedente D.G.C. n° 80 del 16.05.2014;
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
3
-
ACQUISITI i pareri del responsabile di servizio per la regolarità dell’atto, sotto l’aspetto
tecnico e contabile del ragioniere capo, espressi ai sensi dell’art. 49 del Decreto Legislativo
18.08.2000 n. 267, ed inseriti nella presente deliberazione;
-
CON l’assistenza giuridico-amministrativa del Segretario Generale, ai sensi dell’art. 97 del
D.Lgs. 18/8/200, n. 267;
-
CON VOTI unanimi favorevoli, espressi nei modi di legge,
DELIBERA
1. DI RICHIAMARE la premessa narrativa quale parte integrante del presente atto;
2. DI PROMUOVERE il processo di conservazione e valorizzazione del patrimonio
immobiliare comunale, in particolare di alcuni beni immobili non strumentali, individuati
nelle premesse e denominati “barchessa e barchi” siti all’interno del parco monumentale di
Villa Bianchini di Zianigo, nel rispetto di tutti i vincoli architettonico-paesaggistici e
urbanistici vigenti;
3. DI AUTORIZZARE un nuovo esperimento di “ASTA PUBBLICA” per l’affidamento in
locazione onerosa degli immobili comunali siti all’interno del complesso immobiliare di
Villa 1° Maggio (già Villa Bianchini) sito in via Scortegara, 117 - Zianigo, ricorrendo al
sistema delle offerte segrete in aumento da confrontarsi col canone annuo posto a base di
gara, così come previsto dall’art. 73 lett. c) del R.D. 23 maggio 1924, n. 827, prevedendo
un investimento finanziario minimo di €. 400.000,00 da parte del soggetto locatario sugli
immobili oggetto di locazione (giusta D.G.C. n. 80/2014 che approva il relativo Piano
Finanziario);
4. DI MODIFICARE, per quanto in premessa espresso, alcune condizioni contrattuali
stabilite con la precedente Delibera di G.C. n° 80/2014 e dal contratto di locazione
approvato con D.D. n° 403 del 18.06.2014 onde favorire l’avviamento dell’attività
“culturale-sociale e ricettiva” ivi prevista, più precisamente:
•
riduzione del 10% del canone di locazione annuo a base d’asta definito con
la precedente Delibera di Giunta Comunale n.80/2014 in €. 18.000,00 (a
fronte di un investimento finanziario di €. 400.000,00 sull’immobile da
parte del locatario), rideterminando lo stesso in €. 16.200,00;
•
limitazione del numero degli immobili da concedere in locazione (n. 1
barco anziché 2), che risultano pertanto essere:
Descrizione Bene
Indirizzo
Fg.
Part.
Sub.
Barchessa
Via Scortegara, 117
9
186.
1
mq.
673
Barco
Via Scortegara, 117
9
186
3
mq.
143
Pertinenza scoperta Via Scortegara, 117
9
186 porzione
mq. 1.560
Pertinenza scoperta Via Scortegara, 117
9
84 porzione
mq.
•
Consistenza
430
riduzione al 25% del canone nei primi due anni di locazione, o comunque
sino all’ottenimento del certificato di agibilità, indicati come periodo
necessario al conduttore per l’ottenimento di tutti i titoli autorizzativi da
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
4
parte della competente Soprintendenza per i Beni Architettonici e
Paesaggistici (art. 21 c. 4 del D.Lgs. n. 42/2004) e dal Comune di
Mirano, per quanto attiene all’autorizzazione paesaggistica (art. 146 del
D.Lgs. n. 42/2004), nonché eseguire tutti gli interventi edilizi necessari per
rendere “agibili” i fabbricati locati e permettere l’avviamento delle attività
culturali – sociali e ricettive che il conduttore intende svolgere all’interno
degli stessi (investimento preventivato pari, minimo, €. 400.000,00);
•
stabilire che, nel caso il conduttore recedesse unilateralmente dal contratto
nei primi due anni di locazione a canone ridotto, allo stesso verrà richiesto
un indennizzo pari ad €. 3.800,00 per il numero di mesi decorrenti dalla
firma del contratto alla comunicazione di disdetta, determinato sulla base
del Piano Finanziario approvato con D.G.C. n° 80/2014, al netto del canone
di locazione ridotto corrisposto;
•
confermare, pena la rescissione del contratto di locazione, in €. 400.000,00
l’importo minimo dell’intervento di riqualificazione edilizia che il
conduttore dovrà effettuare sull’immobile nel corso della locazione
(considerato che le opere di manutenzione straordinaria sono a carico del
locatore), di cui €. 320.000,00 - da rendicontare dal punto di vista
architettonico, strutturale e finanziario entro i primi due anni dalla firma del
contratto di locazione;
•
prevedere la possibilità di sub locazione ad attività consentite dalla
destinazione d’uso urbanistica previa autorizzazione del Comune;
5. DATO ATTO che restano confermate tutte le altre condizioni contrattuali approvate con la
precedente D.G.C. n° 80 del 16.05.2014;
6. INCARICARE i Dirigenti comunali, ognuno per la propria competenza, alla redazione
ed approvazione, nonché modifica dei precedenti atti approvati con D.G.C. n° 80/2014
e conseguente D.D. n° 403/2014, di tutti gli atti tecnici – finanziari ed amministrativi
necessari al conseguimento della valorizzazione degli immobili comunali sopra identificati,
tramite la stipula di specifico contratto di locazione onerosa che tenga conto delle
modifiche delle condizioni contrattuali definite al precedente p. 4), per un periodo di
tempo commisurato al raggiungimento dell’equilibrio economico-finanziario
dell’iniziativa, non superiore ad anni 20, con soggetti selezionati tramite procedura ad
“evidenza pubblica” per espletare attività socio-culturali o comunque compatibili con le
previsioni urbanistiche vigenti;
7.
DI STABILIRE che il soggetto privato individuato dovrà dettagliatamente rendicontare gli
interventi eseguiti entro due anni dall’affidamento, sia dal punto di vista strutturale ed
architettonico, che dal punto di vista finanziario;
8.
DI STABILIRE ALTRESI’ che qualsiasi onere finanziario derivante dalla
ristrutturazione/riqualificazione degli immobili in parola nonché quelli derivanti dalla
successiva manutenzione ordinaria e straordinaria che si rendessero necessari durante il
periodo di locazione, sarà a totale carico del soggetto locatario;
9.
DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, 4°
comma, del D. Lgs. n. 267 del 18.08.2000, con voti unanimi accertati separatamente, stante
l’urgenza di provvedere.
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
5
Il Responsabile del Settore GARE, APPALTI ED ECONOMATO, Zanella Consuelo, ha espresso, sulla presente
proposta di deliberazione, parere FAVOREVOLE
MIRANO, lì 19 settembre 2014
Il Responsabile del Settore AREA 3 - PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE, Lumine
Roberto, ha espresso, sulla presente proposta di deliberazione, parere FAVOREVOLE
MIRANO, lì 23 settembre 2014
Il Responsabile del Settore SEGRETARIO GENERALE - PARERE CONTABILE, DR. LONGO SILVANO, ha
espresso, sulla presente proposta di deliberazione, parere FAVOREVOLE
MIRANO, lì 23 settembre 2014
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
6
Del che si è redatto il presente verbale che, previa lettura, viene approvato e sottoscritto.
LA PRESIDENTE
F.to PAVANELLO Maria Rosa
IL SEGRETARIO GENERALE
F.to LONGO Silvano
PUBBLICAZIONE
Copia della presente deliberazione è stata affissa oggi all’ALBO PRETORIO per la prescritta
PUBBLICAZIONE di GG. 15, a mente dell’art. 124 - 1° comma del D. L.vo 18.8.2000, n. 267, e
registrata al reg. Pubbl. N° 1531 e trasmessa con nota pari data ai Capigruppo Consiliari ai sensi
dell’art. 125 del citato D.Lvo.
Lì, 07/10/2014
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
F.to VALERIA LAZZARINI
La presente deliberazione, pubblicata all’Albo pretorio del Comune come sopra, è divenuta
esecutiva il giorno 17.10.2014 ai sensi del 3° comma dell’art. 134 del D. L.vo 18.8.2000, n. 267.
Lì, 17.10.2014
IL SEGRETARIO GENERALE
F.to dr. LONGO Silvano
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
7
Deliberazione della Giunta Comunale N. 167 del 23/09/2014
8

Documenti analoghi