Giugno 2016 - Comune di Piario

Commenti

Transcript

Giugno 2016 - Comune di Piario
Mensile di informazione della comunità di Piario
Giugno 2016 - numero 244
In questo numero:
Ambulatorio Comunale
Via Cadoriano
Piario
a mano
1
Christo ci farà camminare sulle acque…
Gruppo Alpini, 30° di fondazione.
Assemblea pubblica sull’Unione.
Percorsi turistici culturali.
L’estate si avvicina.
Calendario pastorale e informazioni parrocchiali.
Dalla scuola dell’infanzia.
Dall’Oratorio.
La droga dello stupro.
Pallavolo news.
Verso il Referendum costituzionale.
Periscopio.
Dighèt del bù?
Kultur–quiz.
CHRISTO CI FARÀ CAMMINARE SULLE ACQUE…___________________________
Q uando Gesù, apparve agli apostoli camminando sulle acque, chiamò Pietro per venirgli incontro e egli scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma per la violenza del vento, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». Subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?». (Matteo 14, 22-31)
Non sarà esattamente così sul lago d’Iseo ma permettetemi di confrontare, con rispettosa ironia, il fatto evangelico con quanto avverrà dal 18 giugno al 3 luglio.
L’avvenimento ha luogo, in entrambi i casi, sull’acqua. Chi ci farà camminare sulle acque si chiama Christo che non è solo una differenza di sillabe con il Gesù Cristo del
Vangelo. Per rispondere alla chiamata di Cristo c’è bisogno di fede, altrimenti si affonda…, mentre nel caso di Christo sul lago di Iseo, c’è solo di recarvisi e provare l’emozione di camminare, in assoluta sicurezza, su una passerella larga 16 metri e lunga circa
3 chilometri, posata sulle acque del lago e che collegherà la sponda da Sulzano, fino a
Montisola per proseguire nel periplo della piccola isoletta di San Paolo.
L’artista
Poiché l’avvenimento è unico ed irripetibile, ho raccolto informazioni e curiosità che,
ritengo, possano essere interessanti per chiunque dei lettori voglia provare questa emozione o, anche solo, per sapere di cosa si tratta.
Come dicevo, l’obiettivo che si è dato Christo è quello di farci camminare niente meno che sulle acque. Una passerella galleggiante, chiamata The Floating Piers. In realtà sarà un vero viale sull’acqua, senza ringhiere ai lati e, anzi,con
le sponde che si abbassano a livello acqua; sarà coperta da uno sgargiante tessuto color del sole, che traccerà come un
segno di fuoco in mezzo all’acqua. Insomma, siamo di fronte ad una performance che attirerà decine di migliaia di
visitatori e di cui sta parlando, da tempo, la stampa di tutto il mondo considerandolo un evento memorabile.
Ma chi è questo artista che si è imbarcato in un’impresa così folle?
Il suo nome completo è Christo Vladimirov Javacheff. Oggi ha cittadinanza americana, ma è nato a Gabrovo in Bulgaria il 13 giugno 1935. Nel 1957 fuggì dall’est e arrivò a Vienna dove poté iniziare a costruire la sua avventura artistica. Christo è in effetti un artista dal profilo strano. Non ha mai pensato che dipingere o scolpire fosse il suo destino. La sua vocazione era quella di dipingere e scolpire direttamente la realtà, senza preoccuparsi troppo delle dimensioni che la realtà avesse. Insomma, potremmo definirlo un “artista ambientale”, con una grande vocazione spettacolare. La data chiave della storia di Christo però è quella di un incontro molto personale: nel marzo 1958 infatti a
Parigi conobbe Jeanne-Claude Denat de Guillebon, nata a Casablanca lo stesso giorno e il suo stesso anno. Si sposarono immediatamente e sono stati “un corpo e un artista solo” sino alla morte di lei, avvenuta nel 2009. A Parigi
Christo e Jeanne-Claude avevano frequentato gli ambienti del Nouveau Realisme, un gruppo di artisti concettuali
che avevano provocatoriamente sconvolto il panorama dell’arte, un po’ addormentato, della vecchia Europa.
Lì Christo aveva messo a punto la sua idea di impacchettare oggetti per farne delL’eco del “Sapèl Né”
le forme artistiche. Ma il vero salto, la coppia, lo fece nel 1969 quando agli ogFondato
da Gianni Micheletti
getti iniziarono a sostituire pezzi di paesaggio: in quell’anno impacchettarono
93mila metri quadri di costa australiana con un tessuto bianco. Qualche anno
Anno 16/21 - n. 244/179
dopo fu la volta di alcune isole disabitate al largo della Florida. In quel caso gli
Giugno 2016
Pubblicazione mensile
isolotti coperti di un tessuto rosa realizzarono l’effetto affascinante di gigantesche
ninfee in mezzo al mare. Ma la performance che li consacrò a star mondiali fu l’imDirettore Responsabile:
Giuliano Todeschini
pacchettamento del Reichstag a Berlino, nel 1995. Fu un evento epico che attirò
nella capitale tedesca centinaia di migliaia di persone: il parlamento tedesco fu Hanno collaborato a questo numero:
coperto da 100mila metri quadri di tessuto di propilene argentato e legato con Don Eros, Dario Cortiana, Michela Rossi,
Danilo Caccia, l’Oratorio.
15 chilometri di cavi. All’impresa lavorarono 70 climber specializzati ed oltre
120 operai. Ovviamente le imprese di Christo e signora sono imprese impegnatiCorrispondenza:
L’eco del “Sapèl Né”
ve, e quindi, diradate nel tempo: l’ultima è stata realizzata nel febbraio 2005 al
presso Giuliano Todeschini
Central Park di New York, dove vennero montate 7053 porte alte quasi 5 metri,
Via Bologna 3 - 24020 Piario (BG)
contrassegnate da sipari arancioni. Ovviamente, si trattò di un evento che calae-mail: [email protected]
mitò centinaia di migliaia di curiosi e appassionati, tutti impegnati a seguire quel
Registrazione
Tribunale di BG n. 33 del 6.7.2001
percorso armonico che la coppia aveva disegnato dentro l’immenso polmone
già n. 8 del 4.3.1996
verde della metropoli americana. Da quel momento Christo restò in attesa che
2
alcune delle idee messe a punto con sua moglie Jeanne-Claude trovassero condizioni di fattibilità.
The Floating Piers fu un loro antico progetto, pensato per la prima volta nel 1970, dopo aver concluso Wrapped Coast in Australia: il primo luogo che individuarono per realizzare il molo fu il Rio de la Plata in Argentina, ma non
riuscirono ad ottenere i permessi. Dopo 25 anni, una volta conclusa l’esperienza Wrapped Reichstag, pensarono nuovamente a The Floating Piers: questa volta tentarono col Giappone, la Baia di Tokyo. Ma anche in questo caso, non
furono concesse le autorizzazioni necessarie. Solo nel 2014 Christo riuscì a trovare un luogo per questo progetto di
vecchia data. Racconta: «Conosco bene l’Italia, fin dagli anni Sessanta, perché ho fatto qui diverse opere: a Spoleto
(1968), a Milano (1970), a Roma (1973-’74). Sapevo dei quattro laghi del nord Italia e sono venuto in segreto a visitarli. Ho scelto l’Iseo per la sua caratteristica particolare di avere un’isola al suo interno, particolarmente alta (la più
alta isola lacustre d’Europa). Inoltre Montisola è abitata: per la prima volta le persone potranno spostarsi a piedi,
senza imbarcazioni. Ho trovato interessante anche la conformazione della zona, che permette diversi punti di osservazione. L’opera sarà quindi molto estesa, con diversi punti focali e di
accesso; altre opere come quella del Reichstag consentivano invece una
sola prospettiva».
Così è arrivato sul Lago di Iseo dove comuni e privati hanno trovato subito l’accordo per permettergli di realizzare questo progetto che non era
riuscito a decollare né in Argentina, né in Giappone. C’è un aspetto del
modello Christo che va sottolineato: per realizzare le sue imprese non
chiede soldi a nessuno, neanche agli sponsor. Paga tutto lui mettendo poi
sul mercato i disegni realizzati per il progetto. In questo caso il budget
previsto è di 10 milioni di euro, ma Christo non ha battuto ciglio. A lui
La passerella in fase di allestimento
bastava avere libertà d’azione rispetto all’idea poetica che aveva in testa.
«Ogni nostra opera – ha spiegato Christo (che parla sempre al “noi”, sempre in unità ideale con Jean-Claude) – è
fatta per parlare di altre opere. Nel caso di The Floating Piers l’altra opera è il paesaggio che ci circonda. L’opera è
l’acqua, la montagna, il cielo, il verde dei boschi. Noi abbiamo “disegnato” l’idea integrando questi elementi che
vengono guardati e consumati ogni giorno e che non vengono percepiti e vissuti nella loro profonda bellezza».
Vediamo alcuni aspetti tecnici. Il pontile sarà lungo circa 3 chilometri e composto da 200mila cubi di polietilene.
Questi verranno assemblati, con 220mila viti, in 30 sezioni da 100 metri, che saranno poi fissate a 160 ancore di 5
tonnellate l’una. Sopra i cubi, uno strato di 10 millimetri di feltro, al quale si sovrapporrà il tessuto giallo-arancione.
Il molo sarà largo 16 metri, dei quali i 10 centrali pianeggianti, e le due fasce laterali, di 3 metri ciascuna, degradanti, come se fossero delle spiagge. Christo ha raccontato che il colore del tessuto, di nylon pesante, è variabile: con
l’umidità del mattino tende all’arancione, mentre a mezzogiorno grazie ai raggi del sole risulterà tendente all’oro
brillante. Il tessuto è abbondante del 20% rispetto alla lunghezza del pontile, quindi si formeranno pieghe e andrà a
bagnarsi in acqua. Christo ha ribadito che The Floating Piers non sarà solo da guardare, ma da esplorare, da sentire,
da vivere, da percorrere a piedi nudi, di giorno o di notte, a qualsiasi ora: verranno posizionate delle luci e tolte poi
di giorno per ricaricarle. Oltre al pontile, ci saranno altri 2,5 chilometri di tessuto che serpeggeranno per le viuzze
di Sulzano. Un percorso di circa 6 chilometri complessivi in cui passeggiare, fino a 20mila persone alla volta, e comprendere la differenza tra la terraferma e l’acqua. L’opera d’arte infatti, per Christo, non è la struttura in sé, ma il
suo intrecciarsi a un paesaggio, con i suoi elementi naturali, le case, le chiese, gli abitanti, la luce e gli agenti atmosferici. Per questo le persone devono vivere l’opera, perché ne fanno parte anche loro. Oltre al suo concetto di arte,
ha spiegato anche la sua idea di artista: «L’artista non lo si fa di professione, si è artisti.
L’artista fa ciò che gli piace, senza giustificazioni, in modo del tutto irrazionale e inutile. Non risponde a un perché,
lo fa e basta, perché gli va. Non deve rendere conto a nessuno. Il mondo può andare avanti anche senza la sua opera.
Essa piace in primo luogo a lui, poi se piace anche ad altri tanto meglio». Ha sottolineato infine un aspetto importante del suo modo di fare arte: «I nostri sono progetti liberi, nessuno può possederli. Forse per questo suscitano interesse: noi esseri umani siamo unici e ci piace esperire cose uniche. The Floating Piers ci sarà per 14 giorni e poi mai
più». «Scopo primario di Christo e Jeanne-Claude è da sempre quello di creare opere d’arte magnifiche e gioiose
senza far pagare i visitatori e, pertanto, non serve nessun biglietto per vedere, accedere e godersi The Floating Piers.
Il progetto è assolutamente gratuito».
Intanto avanzano e si moltiplicano le proposte di diverse agenzie per un viaggio entusiasmante sul lago d’Iseo con
“camminata sulle acque”...
Giuliano Todeschini
3
GRUPPO ALPINI - 30° DI FONDAZIONE_______________________
I
l Gruppo Alpini di Piario si prepara a festeggiare nelle giornate di Sabato 18 e Domenica
19 Giugno 2016 il 30° anniversario di fondazione ed il XIII Intergruppo zona 18 comprendente i
Gruppi di Villa d’Ogna, Ardesio, Gromo, Valgoglio, Gandellino, Valbondione e Lizzola.
Il programma di Sabato 18 giugno 2016 prevede l’esibizione del coro ANA Alpini di Ardesio, diretto dal Maestro
Marco Pedrana, alle ore 20.30 presso la palestra comunale.
La giornata di Domenica 19 Giugno si svilupperà come a seguire:
Ore 9.00: ammassamento presso il Centro sportivo comunale di via Venezia 4
Ore 10.00: sfilata per le vie San Rocco, Cavour, Monsignor Speranza
Ore 10.30: deposizione Corona alla memoria e discorsi ufficiali presso il Monumento ai caduti in piazza del
Comune
Ore 11.00: Santa Messa presso la palestra comunale accompagnata dal Chorus Praenestinus di Piario diretto dal
Maestro Giuliano Todeschini.
Ore 12.30 Rancio alpino presso la tensostruttura dell’Oratorio di Piario con
la partecipazione della Banda alpina di Trescore Balneario.
Le prenotazioni per il pranzo (costo euro 20,00) si accettano presso la Lavanderia Giuliana (piazza Roma 3, Piario). Per informazioni chiamare il 3460098892 (Nello Belotti, capogruppo Alpini Piario).
4
L’ESTATE SI AVVICINA…____________________________________________
L
’estate è ormai vicina e con il tempo estivo si avvicinano anche le iniziative pastorali che lo caratterizzano.
Il Cre è già in cantiere, la festa di S.Rocco lo sarà a breve ma quest’anno fervono i preparativi soprattutto per l’appuntamento straordinario delle Oratoriadi che si svolgeranno nel nostro paese. L’impegno del Consiglio dell’oratorio su questo appuntamento è già al massimo da tempo e anche a livello strutturale ci stiamo attrezzando per poter
ospitare al meglio questa iniziativa che coinvolge tutte le Parrocchie del nostro vicariato. A breve sarà in distribuzione il libretto pubblicitario sul quale potremo vedere e leggere il logo e lo slogan delle Oratoriadi, il programma , gli
scritti di augurio , le foto dai vari oratori e gli sponsor che sostengono questa iniziativa pastorale. Nell’articolo successivo, invece, vi propongo una breve riflessione sul tema del Cre. Nel mese scorso, per segnalare i giorni dell’iscrizione, ho già fatto pubblicare il logo e lo slogan che danno figura e parola al tema di quest’anno che è quello del
viaggio. Di seguito vi propongo una semplice riflessione sul Cre e sugli obiettivi di quest’anno pubblicata nelle settimane scorse su l’Eco di Bergamo dalla redazione U.p.e.e., l’ Ufficio pastorale per l’età evolutiva della nostra diocesi. In questo modo tutti possiamo prepararci a questo appuntamento estivo chiedendoci: in che modo posso contribuire a rendere il Cre e più in generale la mia vita e la vita della mia comunità come un viaggio interessante verso la
gioia piena di vivere promessa da Dio a tutta l’umanità attraverso la vita di Gesù Cristo ?
Don Eros
Il viaggio al centro del prossimo - Cre «Perdiqua»
Si misero in cammino. Il tema conduttore che unirà tutti i Centri ricreativi estivi della nostra
Diocesi.
“ Il Signore fa sicuri i passi dell’uomo e segue con amore il suo cammino. Se cade, non rimane a terra,
perché il Signore lo tiene per mano. (Salmo 37, 23-24)
Ogni estate ha la sua storia. Per gli oratori lombardi da diversi anni c’è una storia che accomuna tutti i suoi Progetti e tutte le sue esperienze. Per migliaia di bambini il Cre-Grest, oltre
a far vivere un mese di relazioni, di gioco, di crescita e di fede, ogni anno racconta e presenta un tema diverso che
diventa il vissuto dell’esperienza comunitaria. Negli scorsi anni i diversi Centri Ricreativi Estivi hanno raccontato la
Parola, il Corpo e l’Abitare, riprendendo il Prologo del vangelo di Giovanni. Nel 2015 “Tuttiatavola” portava a riflettere attorno al tema del Mangiare, del Cibo e della condivisione. Fino ad oggi, ormai prossimi ad una nuova estate: dove a condurci sarà il tema del Viaggio. È una storia lunga, fatta di molte avventure e riflessioni. Potremmo
proprio dire di un viaggio, che ci ha condotti proprio a questo nuovo appuntamento. Un tema che già coincide con
l’esperienza stessa.
Premessa e scelta
Ma perché questo tema? Quali le ragioni che stanno alla base di questa scelta? Principalmente la riflessione dei responsabili di Pastorale Giovanile delle Diocesi Lombarde è stata influenzata da due grandi eventi che abitano il tempo corrente. In primis l’indizione dell’Anno Santo della Misericordia voluto fortemente da Papa Francesco: il Giubileo straordinario, come ogni giubileo, richiede un viaggio spirituale di conversione che spesso, nella storia, è stato
vissuto anche attraverso il viaggio fisico dei diversi pellegrinaggi che l’Anno Santo prevedeva. Riconoscere ed accogliere la Misericordia di Dio significa in un certo modo mettersi in cammino verso Lui, verso le sue braccia aperte,
verso il suo abbraccio amorevole. Ma non solo. Insieme al Giubileo straordinario, un altro evento caratterizzerà la
prossima estate: la XXXI Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia. In ugual modo anche questa storica grande
esperienza di Pastorale Giovanile racconta di un viaggio: fisico, in terra polacca e più precisamente in direzione Cracovia; e spirituale, nell’accogliere l’invito del Papa a riscoprirsi parte di una Chiesa Giovane che vive, celebra e annuncia la bellezza del Vangelo. Oltre ai due grandi eventi del 2016, il tema del Viaggio è sembrato fin da subito capace di intercettare e dare valore al grande “fenomeno migratorio” che l’Italia e l’Europa sta vivendo in questi ultimi
mesi. Un fenomeno che non può essere taciuto, ma ricompreso alla luce dell’essere uomini, dell’essere cristiani e
dell’essere parte di comunità parrocchiali chiamate ad essere “case ospitali” per ogni prossimo in difficoltà.
Perché? Gli spunti
Un tema di questo calibro presta immediatamente il fianco a miriadi di temi e di sfumature possibili. Nascono da qui
molte suggestioni: spazi di senso e di direzione che potranno essere strumento di confronto nella prossima estate.
Per i bambini: chiamati a riscoprirsi “in viaggio”. Per gli adolescenti: sollecitati a trovare una precisa “direzione” alla
5
propria vita. Per la comunità intera: vera nella capacità di lasciare nel proprio cammino pastorale segni profetici nel
mondo e nella storia.
Alcune suggestioni bibliche
Con il tema del viaggio nascono immediati e numerosi collegamenti con i passi della Sacra Scrittura. Sono pagine che
potranno essere lette durante il tempo estivo: parole capaci davvero di rileggere la vita dell’uomo nel cammino della
fede. Pensiamo alla Genesi ed al vagabondare di Adamo ed Eva dopo la cacciata dal Paradiso Terrestre. Pensiamo ai
Patriarchi, al viaggio di Abramo, di Giacobbe. Ed ancora al grandissimo cammino di liberazione che il Popolo ebraico compie nel libro dell’Esodo. Maria che fa visita a Elisabetta. I Re Magi. E tutta la vita di Gesù, Uomo che cammina.
Alcune suggestioni educative
Il viaggio diviene infine una metafora dell’intera esistenza umana, capace di consegnare immagini cariche di valori
educativi. Il viaggio è sempre conoscere, scoprire, avventurarsi; è uscire da sé, dai propri preconcetti, per continuamente dare senso nuovo al sé ed al mondo. Nel viaggio si va incontro ad una meta, ad un ideale, ad una direzione
precisa: ad un bene che è promessa, che è una chiamata capace di far iniziare un cammino. Viaggiare è lasciare traccia, predisporre un cammino, progettare. Viaggio è fuggire, è tornare a casa.
Quante dimensioni dell’uomo possono essere ancora raccontate attraverso questa parola?
Un titolo
Un viaggio, quindi. Che prende un nome ogni anno diverso. Un titolo, appunto, che ha la presunzione di raccontare
in poche lettere il tutto di un’estate, di un’esperienza che sappiamo molteplice ed entusiasmante.
Stiamo allora andando «Perdiqua»: ecco il titolo del Cre 2016. Una direzione precisa, una meta da raggiungere. Che
però, a seconda di dove interrompiamo le lettere, può anche dire che in ogni viaggio siamo chiamati a perdere qualcosa di nostro, per guadagnare un nuovo “noi” che nasce proprio da ogni passo condiviso e da ogni orizzonte ammirato.
CALENDARIO PASTORALE DEL MESE DI GIUGNO 2016_______________________
D
urante il Mese di Giugno continuerò con la BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE in via Bergamo che non ho
ancora concluso. L’orario è dalle 17.00 alle 19. Chi ha esigenze particolari di orario o di giorno lo segnali al parroco
allo 0346/22077 oppure al 339/4072574 oppure ancora via mail all’indirizzo [email protected]
Se le famiglie delle altre vie che ho già visitato negli anni precedenti desiderano la Benedizione me lo segnalino e farò
in modo di visitarle prima della conclusione dell’estate.
GIOVEDI’ 2 GIUGNO ore 9 S. Messa in chiesa parrocchiale.
VENERDI’ 3 E LUNEDI’ 6 GIUGNO dalle 15.30 alle 17.30 Iscrizioni al Cre presso l’oratorio.
GIOVEDI’ 9 GIUGNO ore 20.30 S.Messa al cimitero.
SABATO 11 GIUGNO ore 15 Battesimo di Silvia Baronchelli.
DOMENICA 12 GIUGNO Festa dell’oratorio.
GIOVEDI’ 16 GIUGNO ore 20.30 S. Messa presso un’abitazione dove si stanno facendo le benedizioni delle
Famiglie (Verrà comunicata in seguito).
DOMENICA 19 GIUGNO ore 11 S. Messa con gli alpini nell’occasione del 13° raduno zona Alta Valseriana Nord
ore 15 Liturgia penitenziale con le Confessioni al Santuario di Ardesio.
MARTEDI’ 21 GIUGNO ore 20.30 Consiglio pastorale parrocchiale.
GIOVEDI’ 23 GIUGNO ore 20.30 S. Messa a S.Rocco.
VENERDI’ 24 GIUGNO ore 15.30 Adorazione Eucaristica e Vespri.
ore 20.30 Inizio delle Oratoriadi presso il nostro oratorio.
6
RIPRENDONO I RESTAURI DELLA CHIESA PARROCCHIALE
Come già anticipato in via ipotetica nel bollettino di aprile, posso ora confermarvi che la Curia diocesana ci ha dato il
nulla osta per il proseguimento dei restauri della chiesa parrocchiale. Riprenderemo con il restauro della navata, la
parte più impegnativa in termini di tempo, lavoro e costi.
OFFERTE PER IL RESTAURO DELLA CHIESA
Il costo complessivo dell’intervento è infatti preventivato sui
NEL MESE DI MAGGIO 2016
120.000 Euro. Con il nulla osta ci è stata data anche l’autorizzazione e la garanzia nell’accedere ad un mutuo di 80.000 Euro Offerta N.N. di 160 Euro
160 Euro
presso la banca Ubi, banca popolare di Bergamo, che la Parroc- Offerta N.N. di 120 Euro
120 Euro
chia restituirà in 8 anni e i cui interessi passivi saranno pagati dal 4 Offerte N.N. di 50 Euro
200 Euro
Fondo diocesano di solidarietà delle Parrocchie. I restauri inizie- Offerta N.N. di 30 Euro
30 Euro
40 Euro
ranno per i primi di giugno e si concluderanno per Natale; la 2 Offerte N.N. di 20 Euro
--------------------------------------------------chiesa rimarrà chiusa per tutto il periodo dei restauri.
550 Euro
Per le Messe feriali e anche per quelle domenicali utilizzeremo la TOTALE
OFFERTE
PRECEDENTI
30595
Euro
chiesina; per i funerali o per altre grandi occasioni, utilizzeremo
il tendone dell’oratorio. Confido nella vostra generosità e nella -------------------------------------------------TOTALE COMPLESSIVO 31145 Euro
sua durata almeno per gli otto anni in cui saremo impegnati a
pagare il mutuo.
Faccio inoltre presente che il Ministero per i beni e le attività culturali dà la possibilità di inserire nella dichiarazione
dei redditi le erogazioni liberali finalizzate al restauro o alla conservazione di un bene artistico o culturale. Per la
persona fisica la detrazione d’imposta è pari al 19% mentre per l’impresa è interamente deducibile. Dunque su richiesta, la Parrocchia può rilasciare la ricevuta che attesta l’erogazione liberale valida per la dichiarazione dei redditi.
Don Eros Accorigi
ULTIME DATE PER I BATTESIMI NELL’ANNO 2016
Onde evitare confusioni e sovrapposizioni di calendario, vengono ristabilite le date per il Battesimo dei bambini e
sono le seguenti: DOMENICA 31 LUGLIO - DOMENICA 23 OTTOBRE .
VICARIATO ARDESIO- GROMO: IL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA - INIZIATIVE PASTORALI
Durante quest’anno giubilare, in
Santuario di Ardesio, per i giovani
che vogliono confessarsi o iniziare un
cammino di accompagnamento e
discernimento spirituale, nelle domeniche, 12/6, 10/7, 11/9, 9/10,
dalle ore 20.30 in poi, saranno presenti due sacerdoti.
Un sacerdote per le confessioni sarà
altresì presente ogni giovedì e sabato
dalle 9.30 alle 11.
L’AZALEA DELLA RICERCA_________________________________
Si informa che nella mattinata dell’8 maggio scorso sono state vendute 124 azalee per un incasso
inviato all’AIRC di € 1.870.
Grazie a tutti quelli che hanno voluto regalare un fiore alla mamma e aiutare la ricerca scientifica.
I volontari AIRC
7
DALL’ORATORIO_____________________________________
FESTA CHIUSURA ANNO CATECHISTICO
Buongiorno a tutti i concittadini, a causa del prolungarsi dei lavori per la nuova struttura
cucina/magazzino che stiamo ultimando in questi giorni grazie al fondamentale aiuto dei
volontari e dei pensionati del paese, abbiamo dovuto rimandare la festa di chiusura anno catechistico a Domenica 12 Giugno. Il ritardo nei lavori non è stato del tutto un male, in
quanto proprio grazie allo slittamento della festa, potremo benedire ed inaugurare ufficialmente la nuova struttura.
Vogliamo quindi segnalarvi il programma:
-
ORE 9,30 Ritrovo all’oratorio
ORE 10,00 Santa Messa
ORE 11,00 Benedizione della nuova struttura ed a seguire inizio giochi
ORE 12,30 Pranzo per tutti presso la tensostruttura
ORE 14,00 Giochi per grandi e piccoli
ORE 16,30 Merenda
Per poter organizzare al meglio i giochi ed il pranzo vi chiediamo gentilmente di iscrivervi entro e non oltre venerdì
10 giugno presso l’Oratorio o don Eros, oppure inviando una e-mail a: [email protected]
Chiediamo gentilmente aiuto alle mamme per il dolce... grazie.
Quote per pranzo e merenda:
- € 7,00 bambini e ragazzi tesserati fino alla 3^ media (€ 10.00 per bambini/ragazzi non tesserati);
- € 12,00 adulti tesserati ( € 15,00 per adulti non tesserati).
- Quota solo merenda: € 3,00 ragazzi e adulti tesserati ( € 5,00 ragazzi e adulti non tesserati).
Per tutta la giornata i piccoli potranno divertirsi sui giochi gonfiabili
ORATORIADI 2016
Come di certo saprete, quest'anno avremo l'onore di organizzare ed ospitare la XXIII^ edizione delle Oratoriadi.
Di seguito vogliamo elencarvi il calendario, le fasce d'età e le discipline presenti:
Venerdì 24 Giugno
- ore 20,00 Ritrovo in Via Bergamo per sfilata.
- ore 20,30 Partenza sfilata con inaugurazione XXIII Oratoriadi
- a seguire Eliminatorie 200m baby - Eliminatorie 400 m 1^ 2^ e 3^ fascia Pallavolo femminile
Sabato 25 Giugno
- ore 20,00 Palla prigioniera - Pallavolo femminile – Calcio a 5 M4 – Bocce
- ore 20,30 Semifinali 200 m baby e Semifinali 400 m - 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ fascia - Vortex Baby
salto in alto 1^ fascia - Salto in lungo 4^ fascia - Lancio del peso 5^ fascia.
Domenica 26 giugno
- ore 09,30 Calcio tennis 2^ 3^ 4^ fascia - Calcio a 5 M5
- ore 14,30 Salto in lungo 2^ fascia – Freccette 1^ 2^ 3^ fascia
- ore 20,00 Palla prigioniera - Pallavolo femminile - Calcio a 5 M4 – Bocce Salto in lungo 1^ fascia - Salto in alto 3^ fascia - Lancio del peso 4^ fascia.
Lunedì 27 giugno
- ore 20,00 Palla prigioniera - Pallavolo femminile - Calcio a 5 M4 – Bocce
Eliminatorie 50 m baby 1^ 2^ 3^ fascia.
8
Martedì 28 giugno
- ore 20,00 Palla prigioniera - Pallavolo femminile - Calcio a 5 M4 – Bocce
Finali 200 m baby e Finali 400 m 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ fascia - Salto in lungo baby - Lancio del vortex 1^ fascia Salto in alto 2^ fascia.
Mercoledì 29 giugno
- ore 20,00 Palla prigioniera - Pallavolo femminile - Calcio a 5 M4 – Bocce
Eliminatorie 50 m baby 1^ 2^ 3^ fascia - Salto in lungo 3^ fascia - Lancio del peso 2^ fascia Salto in alto 5^ fascia.
Giovedì 30 giugno
- Serata di riposo o possibilità recupero gare.
Venerdì 1 luglio
- ore 19,30 Maratonina baby 1^ 2^ fascia - Maratona 3^ 4^ 5^ fascia
- ore 21,00 Semifinali Palla prigioniera - Semifinali Pallavolo femminile
Semifinali calcio a 5 M4 – Semifinali Bocce Lancio del peso 3^ fascia - Salto in alto 4^ fascia
Salto in lungo 5^ fascia.
Sabato 2 luglio
- ore 20,00 Semifinali 50 m per tutte le categorie - Finali Palla prigioniera - Finali Pallavolo femminile
- Finali calcio a 5 M4 – Finali Bocce - Finali 50 m per tutte le categorie.
Domenica 3 luglio
- ore 10,00 Calciobalilla – Tennis
- ore 14,00 Mountain Bike a seguire Ruba bandierina baby
Tiro alla fune Baby M/F-M1/F1- M2/F2 - Tiro alla fune M3-M4- M5
- ore 20,00 Santa Messa concelebrata dai Sacerdoti del Vicariato
Staffetta svedese a squadre: femminile e maschile
Premiazioni - Estrazione Lotteria - Chiusura XXIII Oratoriadi.
Fasce partecipanti:
BABY
M1/F1
M2/F2
M3/F3
M4/F4
M5/F5
2007- 2008 - 2009
2005 - 2006
2003 - 2004
2001 - 2002
1997 - 1998 - 1999 - 2000
1996 e anni precedenti
Discipline partecipanti:
200 metri
400 metri
50 metri
Calcetto a 5
Calcio Balilla
Calcio tennis
Freccette
Lancio del peso
Lancio del vortex
Maratona
Maratonina
Mountain Bike
Pallaprigioniera piccoli
Pallaprigioniera grandi
Pallavolo
Ruba bandierina
Salto in alto
Salto in lungo
Staffetta svedese
Tiro alla fune piccoli
Tiro alla fune grandi
baby
1^ - 2^ - 3^ - 4^ - 5^ fascia
baby - 1^ - 2^ - 3^ - 4^ - 5^ fascia
5^ fascia (Una squadra a paese - min 16 anni - 10 pers/squadra)
3^ - 4^ - 5^ fascia (2 squadre a paese - 3 pers/squadra)
2^ - 3^ - 4^ fascia (1 squadra a paese - 3 pers/squadra)
1^ - 2^ - 3^ fascia
2^ - 3^ - 4^ - 5^ fascia
baby - 1^ fascia
3^ - 4^ - 5^ fascia
baby - 1^ - 2^ fascia
1^ - 2^ - 3^ - 4^ - 5^ fascia
elementari (1 squadra a paese)
medie (1 squadra a paese)
3^ - 4^ - 5^ fascia femminile (1 squadre a paese)
baby (1 squadra a paese - 5 pers/squadra)
1^ - 2^ - 3^ - 4^ - 5^ fascia
baby - 1^ - 2^ - 3^ - 4^ - 5^ fascia
baby - 1^ - 2^ - 3^ fascia (1 squadra a paese)
baby - 1^ - 2^ fascia (1 squadra a paese)
3^ - 4^ - 5^ fascia maschile (1 squadra a paese)
Le iscrizioni alle Oratoriadi si ricevono
presso l'Oratorio di Piario oppure durante gli allenamenti che si svolgono ogni Mercoledì dalle ore 17,30 alle ore
18,30 presso il campo sportivo di Piario.
Il costo dell'iscrizione è di € 5,00 per ogni atleta. Tutti gli atleti iscritti riceveranno la maglietta per partecipare alle
gare, prima dell'inizio della manifestazione.
Circolo Oratorio Piario
9
DALLA SCUOLA DELL’INFANZIA_______________________________________
B
enritrovati a tutti.
Questo mese è stato ricco di eventi per la nostra scuola dell’infanzia.
Sabato 14 maggio presso il centro sportivo di Piario si è svolta, per la
prima volta, la manifestazione “Bimbi in festa” che, nonostante il
tempo avverso, è stata un successo.
Rendere grazie a tutti è sempre difficile, ma ci vogliamo provare,
ringraziando in primis tutti i genitori che sono stati coinvolti nell’organizzazione dell’evento, nella raccolta dei premi e nella vendita dei
biglietti. Un grazie anche a chi ha partecipato attivamente all’organizzazione della manifestazione, a chi ci ha fornito i premi della lotteria, al Comune di Piario sempre in campo ad aiutarci per ogni nostro
progetto e all’Istituto Comprensivo di Clusone per la pubblicità. Naturalmente non volgiamo dimenticare chi ha
partecipato alla festa rendendola così speciale.
Il 17 maggio i nostri orsetti hanno svolto la consueta gita scolastica che, quest’anno, li ha portati sulle sponde del
fiume Serio. In merito, vorremmo ringraziare i volontari del Gruppo Micologico che come sempre hanno accompagnato i bambini, inoltre ringraziamo il Sig. Gibellini che ha accolto gli orsetti alla Pesca Sportiva per il picnic.
Il 18 maggio i nostri orsetti blu (grandi) sono andati a visitare la scuola primaria che il prossimo anno li accoglierà.
Inoltre, anche per questo anno scolastico si è chiuso il progetto della Biblioteca, patrocinato dal Comune di Piario,
sempre molto apprezzato dai bambini.
Gruppo genitori
PALLAVOLO NEWS_________________________________________________
C
ari lettori, cari tifosi, cari amici.
Mentre leggete questo articolo, una nuova stagione sportiva si è conclusa, portando via con sé una serie di emozioni
che sono difficili da descrivere, che ti piovono addosso ad ogni fine di stagione, ma che ogni volta sembrano nuove.
Si è conclusa una stagione di risate, tante risate. Ma come ogni sport che si rispetti, le emozioni sono state anche
altre: la tensione del pregara, la frustrazione per una partita andata male, la soddisfazione per una vittoria meritata,
la gratitudine per il sostegno delle compagne o del coach. E la stagione, infine, si conclude definitivamente con le
lacrime, quelle vere, quelle che rigano il volto mentre, con profondo orgoglio, guardi la tua squadra e ti rendi conto
che quelle che hai davanti non sono “atlete”, ma sono una Squadra, con la “s” maiuscola. Una famiglia, se vogliamo:
un posto sicuro in cui ci si può rifugiare per trovare un appoggio. Si impara il rispetto, l’importanza del collaborare
per il raggiungimento dell’obiettivo.
Perché è così: a Piario la pallavolo non è solo sport, è crescere insieme.
Questo motto vale per tutti, compresi gli allenatori. Anche loro crescono insieme alla società, e capita che a volte
uno decida di lasciare il nido! È il caso di Silvia (prima allenatrice delle Allieve) che, dopo anni di onorato servizio,
dalla prossima stagione si dedicherà a crescere ulteriormente la sua passione nella società del suo paese. Tutto il Rinnova Piario si stringe in un
affettuoso saluto e nell’augurarle mille soddisfazioni
sportive. Inutile dire che ti
saremo sempre grati per il
lavoro che hai fatto per
noi, Silvia! In bocca al lupo!
Ma anche il Rinnova Piario
è in fermento per la prossima stagione di campiona10
to, e ci si sta già dando da fare per completare gli organici delle squadre. L’anno prossimo l’oratorio Piario presenterà una squadra di Minivolley, una di Giovanissime, Mini Allieve, Allieve e la Terza Divisione. Alcuni nuovi collaboratori sono già venuti a far delle prove in palestra, e altri sono stati contattati e presto daranno conferme. Insomma,
le luci si spengono, ma gli animi restano accesi. Come avrete letto nell’immagine qui vicino, le preiscrizioni sono
aperte, quindi… contattateci per le preiscrizioni!
Non resta che salutarci: la prossima stagione ripartirà a settembre, ma noi non smetteremo di aggiornarvi sui progressi nell’organizzazione!
Danilo Caccia
LA DROGA DELLO STUPRO___________________________________________
P
roponiamo un approfondimento sulla DROGA SINTETICA SCOOP (detta anche DROGA DELLO STUPRO), in modo da sensibilizzare giovani e famiglie affinché siano attenti e informati circa la sua pericolosità.
Ci rivolgiamo, in particolar modo, alle ragazze perché evitino di accettare bevande da sconosciuti quando vengono
offerte direttamente dal bicchiere anziché in contenitori sigillati, ma anche lascino le bevande incustodite.
Don Chino Pezzoli ci dice:
“Questa sostanza liquida, incolore, inodore, insapore, può essere mescolata ad una qualsiasi bevanda, anche all’insaputa della persona interessata.
Le droghe sintetiche conoscono una notevole diffusione; sono facili da assumere ( perlopiù in pasticche), non si rischiano infezioni come l’epatite o l’ HIV, non sviluppano la stessa dipendenza dell’eroina e fanno sentire rapidamente brillanti e adeguati, pieni di energia e disinibiti.
Questa immagine, all’apparenza “PULITA”, per altro molto superficiale, delle droghe di sintesi, (ecstasy, ma anche
anfetamine, Lsd, ketamina, popper, scoop ecc.) è in realtà falsa: le droghe di sintesi non sono affatto “sicure”.
Innanzitutto perché sono prodotte in laboratorio in modi spesso approssimativi e artigianali, e poi perché, in ogni
caso, i principi attivi che contengono, agiscono su alcuni settori del sistema nervoso centrale e possono danneggiarlo, anche in modo permanente. Infine contengono, spesso, sostanze “da taglio”, in alcuni casi pericolose quanto, o
anche più, della droga stessa.
LO SCOOP è una droga sintetica, una sorta di ecstasy liquido, che aumenta la libido e l’eccitazione. Quando l’effetto svanisce, lascia un SENSO DI STORDIMENTO E NON CI SI RICORDA PIU’ DI QUELLO CHE E’ STATO
FATTO. La nuova sostanza costa poco, ha effetto già a basso dosaggio che può durare dalle tre alle sei ore. Si tratta
di una specie di potentissimo sedativo, con un forte effetto deprimente, utilizzato in molti casi di VIOLENZA SESSUALE, negli Stati Uniti, perché causa la perdita di coscienza e la vittima non ricorda più nulla di quanto le è accaduto. La sostanza viene usata illegalmente anche in alcune palestre per i suoi effetti anabolizzanti.
Circola quasi esclusivamente attraverso giri illeciti: secondo gli investigatori può essere acquistato facilmente anche
attraverso Internet.
Chi lo assume volontariamente non si identifica assolutamente con lo stereotipo del tossicomane emarginato, malato
o delinquente, ma al tempo stesso, a causa di ciò, arriva a minimizzare i rischi a cui va incontro.
Molto spesso si fatica a riconoscere i sintomi patologici che il consumo di questa droga porta con sé, in quanti, spesso, esaspera tratti caratteristici dell’adolescenza: difficoltà di concentrazione, depressione, instabilità emotiva, tratti
paranoidi, conflittualità accesa, eccitabilità sessuale incontrollata.”
Questa descrizione che Don Chino ha fatto di questa droga in modo diretto e duro, non ha lo scopo di creare allarmismi eccessivi tra i genitori, ma ha lo scopo di dare informazioni a tutti i giovani, soprattutto di sesso femminile,
perché sappiano leggere ed evitare consapevolmente situazioni poco rassicuranti.
Alcool – Droghe……. Prevenzione
Centro di Ascolto e Auto- Aiuto “Promozione Umana” Don Chino Pezzoli
Via Donatori di Sangue, 13 – Fiorano al Serio - Tel. 035 712913
Contatti: Michele 3388658461
E -mail [email protected]
Incontri genitori: MERCOLEDI’ dalle 20.30 alle 22.30
11
VERSO IL REFERENDUM COSTITUZIONALE
U
na proposta interessante per conoscere e capire che cosa ci
verrà chiesto al Referendum di ottobre, ma soprattutto in che cosa
consistono le riforme costituzionali sul tappeto.
Tutto questo illustrato dal prof. Stefano Ceccanti, docente di diritto
costituzionale all’Università La Sapienza di Roma.
L’incontro è organizzato a più mani dalla collaborazione di diversi
enti, (Ass.ne culturale Il Testimone, Circolo Baradello, patrocinio
dei Comuni di Parre e Clusone) tra i quali la neonata associazione
ALIA - Progetto cultura - che si propone, come obiettivo, quello di
offrire all’alta valle, momenti significativi di informazione e di dibattito per la formazione di una “coscienza civica” con particolare
riferimento alle nuove generazioni.
Appuntamento venerdì 10 giugno, ore 21 presso l’auditorium delle
scuole elementari di Clusone.
Periscopio
A cura di Giuliano Todeschini
Un testo impegnativo, ma di grande sostanza è quello che vi propongo come spunto di riflessione questo mese.
Si tratta di una parte tratta da “Lettera a Meneceo” (o lettera sulla felicità) del filosofo greco Epicuro.
Nato nell'isola greca di Samo nell'anno 341 a.C., Epicuro è considerato l'antico fondatore di una delle maggiori
scuole filosofiche dell'età ellenistica e romana. Ebbe grande fama in epoca ellenistica; successivamente, con l'affermarsi del Cristianesimo, subì un rapido declino. La sua dottrina filosofica viene detta epicureismo ed è espressa nelle
sue principali opere: la "Lettera ad Erodoto", in cui Epicuro esprime il suo pensiero sulla fisica; la "Lettera a Meneceo" che tratta di etica; la "Lettera a Pitocle",sulla conoscenza; le “Massime capitali”, estratto divulgativo dalle opere maggiori (40 massime).
Epicuro sulla limpida serenità
Eterna è la natura di Dio e poiché immortale la si deve anche pensare felice. Ciò che differisce dalla felicità e dall’eternità non
riguarda la natura di Dio. Tutti sanno, dotti e indotti, che Dio esiste ma talora gli indotti tradiscono la scienza di Dio congenita
in loro per superstizione o per timori indotti da paura. Non rinnega Dio chi rifiuta le superstizioni e i miti del popolo, ma offende
Dio chi gli attribuisce le superstizioni popolari.
Da ciò dipende se tra il popolo chi pensa di onorare Dio sia talora felice talora invece di cuore cupo. Sempre tranquillo invece chi
sa che Dio è sempre felice e che i mortali non sono toccati da parte Sua né da premi né da castighi. Poiché la gioia ed il dolore
consistono nel percepire la sensazione di queste cose, se è assente chi percepisce gioia e dolore questi non esistono. E’ comunque la
morte l’assenza di chi percepisce. Chi sa che la morte non ci appartiene gode della mortalità della vita e non si cura se il tempo
sia infinito. Chi non teme la morte nulla teme in vita. Quando viviamo la morte non c’è, quando c’è la morte non ci siamo noi.
Il volgo teme la morte e invano tenta di fuggirla come il peggiore dei mali, e ci sono, al contrario alcuni che la invocano come
requie dei mali. Saggio è chi né teme la morte né teme di vivere la vita: non la lunghezza della vita va auspicata ma la sua felicità. Se sei saggio e giudichi rettamente che cosa nella vita abbia valore e amerai la giovinezza ma amerai anche la vecchiaia e non
la deplorerai: sempre la felicità è sotto mano se vivi da saggio.
I nostri desideri sono a volte naturali, talora vani e inutili. I desideri naturali sono a volte anche necessari, talaltra sono naturali.
Tra quelli necessari alcuni soltanto ma non tutti riguardano la felicità.
E’ bene conoscere e distinguere i nostri desideri per essere tranquilli e senza ansie e viver lungi dai dolori. Ogni tempesta in cuor
nostro cesserà pervenendo a questa saggezza.
Il piacere se comprendi bene il senso di questa parola è il principio e la fine della felicità.
Ci sono piaceri da fuggire e ci sono dolori da accettare.
12
Dighèt del bù?
a cura de Giulià Todeschì
Da “Stòrie de bèstie ch’i parla ‘n bergamàsch” di Vittorio Mora, ho tratto questa divertente storiella non priva di una
sua morale.
Un asen pié de ‘mportansa e un asen…doma asen
U dé i s’éra troàcc a caminà per la stèssa strada, ü ‘n banda al oter, du asegn: ol asen d’ün ortolà, cargàt de du bèle sèste piéne de
erdüra (caròtole, fasöi, mass de spàres, de sèlem, de pedersèm) e ün asen d’ün antiquare, che l’portàa, dèt in du sachèi, ròba de
arzènt (piacc, cabaré, scàtole töte laorade: ròba fina ‘nsóma).
Sto asen ché ‘n del indà l’menàa la cua comè a pass de bal, e l’disìa: “L’sét mia ché importansa che l’è la méa, a ìga dré di ròbe
issé de valur?!
Chelóter no ‘l proferìa verbo e l’pensàa ai sò sèste co i caròtole e ‘l sèlem.
Ma töt in dü momènt, de la sésa ‘n banda a la strada i salta fò tri brigàncc: söbèt i è adòss al asen di sachèi, e sicóme lü l’ sirca de
schiàs e de scapà, i ghe da ü fraco de bòte, i ghe strèpa vià i du sachèi, e i vià a salcc prima che l’rie ergü.
Ol póer asen, töt pestàt sö, l’éra ‘n tèra e l’se lamentàa per i bòte che l’ia ciapàt. Chelóter alura l’è ‘ndàcc lé a consulàl impó e
l’gh’à dicc: “Èdet! di ólte l’è pericolùs a ìga di mestér de ‘mportansa! Se te séret a’ te un asen de ortolà, la te sarèss mia capitada
issé ströcia”.
KULTUR QUIZ “CURIOSITÀ CURIOSE” N.182
a cura di Giuliano Todeschini
D
1.
2.
3.
4.
iamo la soluzione del Kultur quiz n. 181 pubblicato sul numero 243 del mese scorso.
Qual è la città dove Giona venne inviato da Dio ad annunciare la conversione? Ninive.
Da quanti capitoli è composto il Vangelo di Matteo? Sono 28.
Da dove viene la regina che si recò da Salomone per metterlo alla prova con enigmi? Da Saba.
Qual è il re che concesse agli israeliti, dopo il lungo esilio, di ritornare a Gerusalemme e ricostruire il tempio?
Ciro, re di Persia.
Due risposte sono pervenute in redazione entrambe esatte. Dal sorteggio è risultata vincitrice Beatrice Baronchelli
alla quale va il premio in palio, un bel libro. Complimenti a tutti i partecipanti. Veniamo ora al Kultur-quiz n.182.
Ricordo che la data ultima di presentazione delle soluzioni da inviarsi alla Redazione, è il 25 giugno (per la risposta
si può ritagliare il riquadro sottostante e inviare la soluzione a Redazione de L’Eco del Sapèl Né” via Bologna n.3 –
24020 PIARIO, oppure tramite e-mail a: [email protected]) Buon lavoro!
----------------------------------------------------------------------L’oggetto del Kultur-quiz di questo mese riguarda la musica, in particolare autori del ‘900. Ecco le domande a cui
dare una risposta:
1.
2.
3.
4.
Qual è il titolo dell’opera dalla quale è tratta la famosa ninna-nanna “Summertime”? _______
Qual è il musicista americano che ideò una rivoluzionaria composizione dal titolo: 4’ 33’’?
_____________________________________________________________________________
A quale musicista italiano si ispirò Igor Stravinskij per comporre le musiche del balletto
“Pulcinella” ? _________________________________________________________________
Qual è il musicista russo che compose una fiaba musicale nella quale gli strumenti
rappresentano i personaggi della storia? ___________________________________________
Nome e cognome _________________________________________________ Età ________________
n.
Paese
Tel _________________
Via
13
giugno 2016
Giorno
Avvenimenti, curiosità, informazioni
05 domenica
S. Bonifacio
06 lunedì
S. Norberto
07 martedì
08 mercoledì
raccolta sacco nero
S.Roberto
S. Medandro
raccolta della carta
Servizio attività sociali/fiscali 9.00-12.00
dal 1/1
210
158
209
159
208
160
207
161
206
162
205
204
S. Efrem
10 venerdì
SS. Diana e Marcella
11 sabato
S. Barnaba
163
Ss. Guido e Onofrio
164
12 domenica
13 lunedì
14 martedì
S. Antonio da Padova
raccolta sacco nero
S. Eliseo
166
201
167
200
raccolta della plastica
16 giovedì
S. Aureliano
Servizio attività sociali/fiscali 9.00-12.00
17 venerdì
S. Raniero
18 sabato
S. Martina
170
S. Romualdo
171
20 lunedì
S. Silverio
21 martedì
S. Luigi Gonzaga
22 mercoledì
S. Paolino da Nola
raccolta sacco nero
raccolta della carta
Servizio attività sociali/fiscali 9.00-12.00
168
193
175
192
177
S. Vigilio
178
29 mercoledì
30 giovedì
S. Ireneo
SS. Pietro e Paolo
SS. Primi Martiri
176
179
180
raccolta della plastica
Servizio attività sociali/fiscali 9.00-12.00
196
174
S. Guglielmo
28 martedì
Gruppo Alpini - 30° di fondazione
Percorsi naturalistici- ritrovo ore 10
197
194
25 sabato
raccolta sacco nero
Gruppo Alpini - Concerto coro ANA
173
Nativ.di S. Giovanni
Battista
S. Cirillo d'Alessandria
198
195
24 venerdì
27 lunedì
199
172
S. Lanfranco
26 domenica
Assemblea sull'Unione
dei Comuni, ore 20.45
169
23 giovedì
raccolta sacco nero
203
202
S. Germana
19 domenica
Festa in Oratorio
165
15 mercoledì
raccolta sacco nero
al 31/12
157
09 giovedì
raccolta sacco nero
manifestazioni
181
182
Inizio Oratoriadi
191
Oratoriadi
190
Oratoriadi
189
Oratoriadi
188
Oratoriadi
187
Oratoriadi
186
Oratoriadi
185
luglio 2016
raccolta sacco nero
01 venerdì
S. Tebaldo
02 sabato
S. Ottone
184
03 domenica
S. Tommaso
185
04 lunedì
S. Elisabetta
05 martedì
S. Antonio M. Zaccaria
raccolta sacco nero
183
Oratoriadi
184
Oratoriadi
183
Oratoriadi
182
186
181
187
180
14

Documenti analoghi