isis gandhi - viaggio in toscana 11

Commenti

Transcript

isis gandhi - viaggio in toscana 11
Vai direttamente all’indice generale
Indice
•L’Itinerario ANIMATO
•L’Itinerario SCRITTO
•Le foto dei …viaggiatori
•L’Hotel ‘’? a Montecatini
•Siena
•Pisa
•Firenze
QUESTA E’ LA COPERTINA DEL NOSTRO OPUSCOLO
CLICCA QUI PER LEGGERE I TESTI DELLE RICERCHE
L’ITINERARIO ANIMATO
Montecatini
11-13
Marzo 2013
Firenze
12
Marzo
2013
Pisa
13
Marzo
2013
Torna all’Indice
Siena
11
Marzo
2013
11-13 marzo 2013
Casoria
I.S.I.S “Gandhi”
I.S.I.S. GANDHI - VIAGGIO IN TOSCANA 11-13 MARZO 2013
1° GIORNO
11/03/13
CASORIA-SIENAMONTECATINI
ore 6.00 Raduno
ore 6.30 Partenza
ore 13.00 Arrivo a Siena
Pranzo in ristorante
Ore 14,30 Visita della città
ore 17.30 Ripresa viaggio
ore 18.30 Sistemazione
Hotel “Nuovo Savi” Montecatini
ore 20.00 Cena in Hotel
ore 24.00 Pernottamento
3° GIORNO
MONTECATINI-PISACASORIA
ore 7.00 Sveglia
ore 8.00 Prima colazione
ore 8.30 Partenza per Pisa
Visita della città
ore 13.30 Rientro in Hotel Pranzo
ore 15.00 partenza per CASORIA
ore 20.00 ARRIVO A CASORIA
2° GIORNO
MONTECATINI-FIRENZEMONTECATINI
ore 7.00 Sveglia
ore 8.00 Prima colazione
ore 8.30 Partenza per Firenze
ore 13.30 Pranzo a sacco
Pomeriggio libero
ore 19.00 Rientro a Montecatini
ore 20.00 Cena in Hotel
ore 22.00 Visita alla città
ore 24.00 Pernottamento
Torna all’Indice
LEGGI I TESTI DELL’OPUSCOLO RELATIVI A...
RICERCA SU MONTECATINI
RICERCA SU SIENA
RICERCA SU PISA
RICERCA SU FIRENZE
TORNA ALL’INDICE
FIRENZE
Fondata dai Romani nel I secolo a.C., "Florentia" raggiunse i più alti vertici di
civiltà tra l'XI e il XV secolo, come libero Comune, in equilibrio tra l'autorità
degli Imperatori e quella dei Papi, superando il disagio delle lotte interne tra
Guelfi e Ghibellini. Nel XV secolo Firenze passò sotto la Signoria dei Medici,
che in seguito divennero Granduchi di Toscana. Fu questo il periodo di
massimo splendore della città, nelle arti e nella cultura, in politica e in
economia. Al Granducato dei Medici successe, nel XVIII secolo, quello dei
Lorena, fino a quando, nel 1860, la Toscana entrò a far parte del Regno
d'Italia, di cui Firenze fu capitale dal 1865 al 1871.
Capoluogo della provincia omonima e della regione Toscana , Firenze sorge
sulle sponde dell’Arno e in una vasta pianura circondata dalle colline di
Careggi, Fiesole,Settignano, Arcetri e Bellosguardo; il fiume divide la città in
due parti. L’economia cittadina si basa si basa sul turismo , sull’industria
(tessile e dell’abbliamento,ottica, chimica,farmaceutica, del vetro, e della
ceramica) e su un fiorente artigianato(merletti oreficeria,con lavorazione
della paglia), il clima è a temperato ma piuttosto variabile, con inverni umidi
e ventilati, caratterizzati da punte di freddo intenso con estati calde ed
afose.
Torna all’Indice
MONTECATINI
Comune della Toscana in provincia di Pistoia, nella Val di Fievole, è una
celebre e frequentatissima stazione termale, grazie alle sue acque cloruro-fosfatosodiche, consigliate per la cura delle malattie gastro-intestinali.
Possedimento, dei vescovi di Lucca nel Medio Evo, fu conquistata da Uguccione
della Faggiola, nel 1315; Passata ai fiorentini nel 1330, fu presa nel 1554 dai Senesi,
per poi tornare sotto il dominio di Firenze nel 1561. Oggi la città deve la sua
importanza a Leopooldo I che promosse l’ammodernamento degli impianti che
sfruttava no le acque minerarie, già del XV secolo. Notevole è il Parco delle Terme,
con un’estensione fiorita di 420 mila metri quadri, nel quale si trovano i principali
stabilimenti di acque termali tra cui ricordiamo: il Tettuccio di origine
Leopoldiana, che grazie alle sue nobili architetture è considerato oggi il simbolo di
Montecatini. L’Excelsior, costruzione più recente (1915 circa) con richiami che
vanno dal liberty, al barocco e al rococò. Le terme Leopoldiane risalenti al 1777 ed
interamente rinnovate tra il 1922 e il 1926.
Torna all’Indice dei testi
SIENA
Città della Toscana (comune di 118,71 km2 con 57.000 ab.), capoluogo della provincia omonima, a 322
m s.m., alle propaggini orientali delle Colline Metallifere. La sua economia si basa sul commercio dei
prodotti agricoli, sull'estrazione dei marmi, su alcune industrie (farmaceutica, alimentare,
elettrotecnica, meccanica, vetraria, grafico-editoriale, dell'abbigliamento, del mobilio) e sul movimento
turistico. È uno dei più insigni centri d'arte della Toscana, e conserva l'aspetto medievale, con la
famosa Piazza del Campo, il Palazzo Pubblico e la gotica torre del Mangia, alta oltre 100 m.
Gotici sono anche il duomo (iniziato nel XII sec. in forme romaniche) e le chiese trecentesche di S.
Domenico e S. Francesco. Rinascimentali sono la Loggia della Mercanzia (XV sec.), il palazzo
Piccolomini e il palazzo del Magnifico, la chiesa di S. Martino. Chiese e palazzi contengono i tesori
pittorici della scuola senese. Università. Lo splendore dell'epoca comunale rivive due volte l'anno, nei
giorni del palio (in luglio e agosto), quando nella Piazza del Campo sfilano i rappresentanti delle 17
contrade con i loro bellissimi costumi e gli stendardi.
La provincia di Siena (3821 km2, 251.000 ab., 66 ab./km2, 36 comuni) si estende per gran parte
sull'Antiappennino Toscano (monti del Chianti, Colline Metallifere, monte Cetona, versante orientale
del monte Amiata), inciso dalle valli dei fiumi Elsa, Ombrone, Chiana. Coltivazione della vite, dell'olivo
e dei cereali. Allevamento bovino e suino. Giacimenti di mercurio e marmi. Industrie enologiche (vini
del Chianti), olearie, alimentari varie, chimico-farmaceutiche, del mobilio. Artigianato del ferro
battuto e delle ceramiche. Centri principali, oltre al capoluogo, sono: Chianciano Terme,
Montepulciano, Poggibonsi, San Gimignano, Sinalunga, Chiusi.
Torna all’Indice dei testi
PISA
Città e capoluogo di provincia della Toscana; è situata nella pianura alluvionale del fiume Arno, dal
quale è attraversata, a circa 12 km dalla foce sul mar Tirreno. Nel Medioevo la costa era più vicina alla
città. Il primo nucleo della città venne occupato dagli etruschi nel V secolo a.C. Alleatasi con Roma,
l'antica Pisae fu municipio romano dall'89 a.C. Conobbe la sua massima espansione dopo aver
partecipato alla prima crociata. La crescita della sua influenza nel Tirreno la portò a scontrarsi con gli
interessi di Amalfi, sulla quale ebbe la meglio (1135-1137): La decadenza incominciò nel 1284, quando
fu sconfitta dai genovesi nella battaglia navale della Meloria.. Nel 1406 fu conquistata da Firenze, di cui
seguì le sorti politiche. La città odierna, gravemente danneggiata da violenti bombardamenti aerei e
d'artiglieria nel 1943 e nel 1944, conserva tuttavia splendidi monumenti. Il centro storico, all'interno
della cerchia di mura del XII-XIII secolo, è ben conservato. Presso il vertice nordoccidentale della cinta
si apre la verde piazza del Duomo, chiamata anche Campo dei Miracoli, sulla quale sorgono, in una
mirabile composizione architettonica, il Duomo, la Torre campanaria, il Battistero e il Camposanto. La
celeberrima Torre pendente, vero simbolo della città, eretta fra il XII e il XIV secolo, deve la sua
accentuata inclinazione alla cedevolezza del terreno, determinata dalla falda acquifera. Nel 1987 la
piazza del Duomo è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Nelle vicinanze si trova
anche il Palazzo dell'Orologio, costruito sui resti della Torre detta "della Fame", dove nel 1288 morì,
con i figli e i nipoti, il conte Ugolino della Gherardesca, la cui vicenda è narrata nell'Inferno.
Torna all’Indice dei testi
Clicca sulla piantina per vedere le foto
Torna all’indice
TORNA ALL’INDICE DI PISA
TORNA ALL’INDICE GENERALE
TORNAALL’INDICE
ALL’INDICEGENERALE
GENERALE
TORNA
TORNA ALL’INDICE GENERALE
Il nostro hotel a Montecatini Terme
Torna all’indice
Nel cuore di Montecatini Terme, la più celebre
stazione termale della toscana, si trova il nostro
un hotel 3 stelle, vicinissimo agli stabilimenti
termali.
Una bella costruzione, con balconcini fioriti, una hall
accogliente e un elegante soggiorno con divani e poltrone in
cui rasserenare lo spirito con una chiacchierata o una bella
lettura.
Un albergo che, per mantenere il suo carattere di
accoglienza, non dispone di molte camere, 60 in tutto,
comprese le ampie ed eleganti suite per gli ospiti più esigenti,
arredate in uno stile sobrio, curato, caldo e ovviamente
dotate di ogni comfort.
Torna all’indice
CAMERE
Tutte le camere dell’Hotel sono dotate di:
• Aria Condizionata
• Bagno e servizi privati
• Telefono diretto
• Tv color
• Frigo bar (su richiesta)
• Phone
• Servizio cassaforte gratuita
Torna all’indice
SERVIZI
Numerosi sono i servizi pensati per il cliente:
• Connessione Wi-Fi
• Piscina Esterna con idromassaggio
• Aria condizionata in ogni ambiente
• American Bar
• Sala Tv
• Noleggio Bici
• Servizio Navetta gratuito da e per gli stabilimenti termali
della città
• Convenzioni con i principali centri benessere e stabilimenti
termali
Torna all’indice
Panorama di Pisa dall’alto della Torre Pendente
torna all’Indice Generale
torna all’Indice di Pisa
Torna all’indice
Torna all’Indice Generale
Torna all’Indice Generale
Torna all’Indice Generale