Librino Como - 2.indd

Commenti

Transcript

Librino Como - 2.indd
Como,
un benvenuto
Librino Como - 2.indd 1
23-04-2012 16:05:43
Cari Ospiti,
è con immenso piacere che Vi diamo un caloroso
benvenuto nei nostri alberghi Albergo Terminus e Hotel
Villa Flori.
Speriamo di fare cosa gradita suggerendovi alcune delle
escursioni più significative per conoscere Como e il suo lago
durante il vostro soggiorno.
In questa area c’è un ricco e vario territorio da scoprire;
qui Vi segnaliamo solo le mete tradizionali e più importanti,
ma siamo pronti ad aiutarvi per realizzare una vacanza
più insolita. Vi raccomanderemo i posti più suggestivi
per le vostre gite, i migliori negozi per il vostro shopping,
i ristoranti più raffinati e genuini, i bar alla moda e molto
altro ancora.
Vi invitiamo sin d’ora ad assaporare la favolosa cucina
italiana e i migliori vini nel nostro ristorante BAR DELLE
TERME e nel suggestivo “RAIMONDI” ristorante
dell’ hotel Villa Flori, riaperto nel 2011 dopo due anni di
ristrutturazione.
Il personale della Reception è sempre a vostra disposizione
per consigliarvi il modo migliore di realizzare il vostro tour,
procurandovi anche il mezzo adatto ed eventualmente la
guida turistica.
In nome di tutto lo staff, Vi auguriamo un piacevole
soggiorno a Como, aspettando il vostro ritorno .
Librino Como - 2.indd 2-3
23-04-2012 16:05:50
L’Albergo Terminus oggi
L’Albergo Terminus nacque nel 1902 come struttura
complementare del vicino Gran Hotel Plinius; il Plinius
e il Terminus, adibito allora a quella che oggi potrebbe
essere definita una “beauty farm“ di lusso, sono state
tra le prime case comasche con la luce elettrica.
Nel corso della Prima Guerra Mondiale entrambi
gli edifici vennero utilizzati come ospedale militare
e negli anni ’30 il Terminus, trasformato in albergo,
cominciò ad operare autonomamente guidato dalla
stessa famiglia che lo possiede e lo gestisce ancora
oggi. Durante la Seconda Guerra Mondiale fu requisito
prima dai Tedeschi e poi dal Comando Alleato che ne fa
il proprio quartier generale fino al 1946, quando riprese
la sua normale attività alberghiera.
Nel 1988 inizia una ristrutturazione radicale, che
permette la riapertura dell’albergo nel 1994.
Oggi, dopo un totale rinnovamento che ha saputo
però conservarne lo stile, un liberty composito, e
il gusto pacato e confortevole tipico di una certa
aristocrazia lombarda, il Terminus è diventato il punto
di riferimento per la clientela più raffinata.
Librino Como - 2.indd 4-5
La storia dell’Hotel Villa Flori ha radici lontane:
per oltre un secolo la villa fu contesa dall’aristocrazia
lombarda anche per via della sua posizione felice,
affacciata direttamente sul lago; fu trasformata in
albergo solo nel 1958. Il nucleo originario della
costruzione era costituito da una villa-bungalow che
il marchese Raimondi, noto patriota comasco, avrebbe
fatto approntare quale dono di nozze per la figlia
diciottenne, che il 24 novembre 1860 andò in sposa a
Giuseppe Garibaldi. Il matrimonio andò a monte, ma
a Villa Flori si respira ancora una romantica atmosfera
ottocentesca e si può godere di un piacevole soggiorno
in cui tutto è curato nei minimi dettagli.
L’Hotel Villa Flori nel 1958
23-04-2012 16:05:50
Como
Tre itinerari a piedi per conoscere meglio la città e la sua storia
NOVUM COMUM
Questa visita vi permette di conoscere la storia
della città, nata come campo militare romano più di
2.000 anni fa.
Il percorso vi guiderà attraverso gli affascinanti
vicoli della città antica, dove potrete ammirare la
Cattedrale, i palazzi medievali, il teatro e infine il
palazzo Terragni, la prima costruzione razionalista
d’Italia.
La visita conduce poi verso il Quartiere Razionalista.
Testimonianze dell’importante rinnovamento architettonico avvenuto tra il 1927 e il 1933 sono l’edificio
Novocomun o Transatlantico, la casa del Balilla, l’Idroscalo internazionale (attivo per voli turistici) e infine il
Monumento ai Caduti, progettato dall’architetto futurista Antonio Sant’Elia.
ALLA SCOPERTA DI COMO MEDIEVALE
Un itinerario che parte dalle fortificazioni medievali
e le torri della città murata, per procedere verso piazza
San Fedele, dove spiccano i begli edifici a “pain de
Librino Como - 2.indd 6-7
23-04-2012 16:05:51
bois” del XVI secolo.
Si può visitare la Basilica Romanica e poi, attraverso
le vie del centro storico si osservano gli edifici del
periodo medievale ed i luoghi delle lotte tra famiglie
rivali, Rusca e Vitani.
In piazza del Duomo ecco la Torre Civica ed il
Broletto; poco distanti la chiesa di San Giacomo, la Torre
Pantera e altri palazzi e chiese ricchi di testimonianze
del periodo.
Tornando verso il Teatro Sociale si conclude con un
bel colpo d’occhio sulle mura orientali.
IL VERO VOLTO DELLA CITTA’
Per scoprire la vita passata e presente della città
attraverso i suoi numerosissimi edifici nobiliari, le sue
vecchie stradine, le sue corti nascoste e le sue belle
chiese.
Un tour affascinante e completo attraverso il
centro storico per ammirare i dettagli architettonici e
decorativi dei suoi palazzi, delle antiche botteghe, e
scoprire angoli preziosi in cui il sapore di un tempo è
ancora intatto.
Per informazioni sulle visite guidate rivolgersi alla
reception
Librino Como - 2.indd 8-9
In città ci sono numerosi musei di notevole interesse e
raggiungibili a piedi. Vi segnaliamo i principali
MUSEO DELLA SETA
Il Museo didattico della Seta custodisce le
testimonianze della tradizione produttiva tessile
comasca quali macchine, oggetti, documenti,
campionari provenienti dalle lavorazioni tessili che
qualificano Como città della seta.
È un interessante museo di “vecchi” macchinari,
unico nel suo genere, luogo di cultura accessibile a
tutti con un percorso completo e didattico. Al museo
della seta, infatti, vi illustreranno tutto il processo
della produzione, dall’allevamento del baco da seta
alla trasformazione del bozzolo in filo, alla tessitura,
colorazione e stampa del tessuto.
Solo Como può offrire il percorso della lavorazione
della preziosa fibra che ha prodotto la ricchezza e il
fascino comaschi, perché solo Como ha una storia
di lavoro e di cultura serica da raccontare, mettendo
in evidenza l’altissimo valore dell’artigianato e
dell’industria comasca dal 1850 al 1950.
Il Museo svolge la sua attività con l’apertura al
pubblico e con l’organizzazione di mostre specifiche
nel campo tessile; procede all’acquisizione, al restauro
e alla manutenzione di nuovi reperti, destinati ad
illustrare le diverse fasi della lavorazione serica .
23-04-2012 16:05:51
Museo didattico della Seta
Via Castelnuovo, 9 – 22100 Como
Tel/Fax: 031 303180
http://www.museosetacomo.com
[email protected]
Orario d’apertura
Dal martedì al venerdì ore 9,00-12,00 e 15,00-18,00
PINACOTECA
La Pinacoteca è ospitata in uno dei palazzi
cinquecenteschi più prestigiosi di Como, appartenuto
alla famiglia Volpi e oggi di proprietà comunale.
All’interno di questo palazzo sono esposti manufatti
in pietra, quadri, arazzi e disegni di molti artisti,
prevalentemente comaschi, a partire dal medioevo fino
all’epoca moderna.
TEMPIO VOLTIANO
Questo piccolo museo è un altro interessante
modo per conoscere la città e i suoi abitanti. Il museo
è dedicato al grande scienziato Alessandro Volta, nato
e vissuto a Como, importante fisico che ha scoperto il
modo di utilizzare l’energia elettrica ed ha inventato
la pila cambiando così le abitudini di vita del mondo
intero. Nel museo, posto a poca distanza dal nostro
albergo, in riva al lago, sono esposti gli strumenti ideati
e costruiti da Volta per realizzare i suoi esperimenti
scientifici.
Viale Marconi, Como
tel. 031 574705 - fax 031 268053
[email protected]
Orario di apertura
Martedì-Domenica:
10.00-12.00/14.00-16.00 - orario invernale: ottobre/marzo
10.00-12.00/15.00-18.00 - orario estivo: aprile/settembre
Lunedì chiuso
Librino Como - 2.indd 10-11
Via Diaz 84, Como
tel. 031 269869- fax 031268053
[email protected]
Orario di apertura
Martedì-Sabato: 9.30-12.30/14.00-17.00
Domenica: 10.00-13.00
Mercoledì orario continuato: 09.30/17.00 (dal 15 settembre
al 15 luglio)
Lunedì chiuso
MUSEO ARCHEOLOGICO E
MUSEO STORICO “GIUSEPPE GARIBALDI”
Il Museo archeologico Paolo Giovio di Como,
conosciuto storicamente come Palazzo Lucini, dal
cognome dell’omonima famiglia comasca, venne
inaugurato nel 1897.
Situato alla fine della via principale della città,
accanto alle antiche mura, il museo ospita importanti
23-04-2012 16:05:51
pezzi della preistoria comasca ritrovati in numerose
tombe risalenti a diversi secoli prima di Cristo.
La sezione romana del museo mette in mostra
alcuni resti della città costruita dai romani nel 1° sec.
a.C. e distrutta nel 1127 dai milanesi dopo la “guerra
dei dieci anni” (pezzi di mosaico, bassorilievi, vasi,
statuette e oggetti di uso quotidiano).
Comprende:
• La Sezione del Collezionismo
• La Sezione Preistorica e Protostorica
• La Sezione Romana
• La Sezione Medievale
• Una ricca biblioteca
Il Museo storico “Giuseppe Garibaldi” comprende
le seguenti sezioni:
• La Sezione Risorgimento e Storia contemporanea
• La Sezione Etnografia e Quadreria
Il museo conserva testimonianza dei 29 garibaldini
nati nella Provincia di Como che parteciparono alla
prima spedizione di volontari, salpati la sera del 5
maggio 1860 dallo scoglio di Quarto.
Piazza Medaglie d’Oro 1, Como tel. 031 252550musei.
[email protected]
Apertura: Martedi-Sabato: 9.30-12.30/14.00-17.00
Domenica: 10.00-13.00
Mercoledì orario continuato: 9.30-17.00 (dal 15 settembre
al 15 luglio) Lunedì chiuso
Librino Como - 2.indd 12-13
VILLA OLMO e passeggiata a lago
Di stile neoclassico, la villa fu fatta edificare nel
1797 dal marchese Odescalchi. Nel corso dei secoli
ospitò numerosissime visite storiche. Della lunga serie
di ospiti illustri citiamo Napoleone Bonaparte e Ugo
Foscolo, gli imperatori d’Austria Francesco Ferdinando
I e Maria Carolina, il Principe di Metternich, il
Maresciallo Radetzky e Giuseppe Garibaldi.
Alla fine dell’8oo, passata ai Visconti di Modrone,
subì una profonda ristrutturazione che ne valorizzò
gli interni con interventi di sontuosa decorazione.
Dal 1924, passando al Comune di Como, ebbe inizio
un nuovo periodo, improntato alla scienza e all’arte.
Attualmente la villa è sede del Centro di cultura
scientifica “Alessandro Volta”, che vi svolge le sue
manifestazioni internazionali; ospita inoltre numerose
manifestazioni locali, convegni, simposi e spettacoli.
BRUNATE
Approfittate di una bella giornata limpida per fare
un’esperienza con la funicolare che, in sette minuti, vi
trasporta a 800 metri sulla cima di una delle colline che
circondano la città: Brunate.
La località è straordinariamente panoramica; da
lassù potrete ammirare la città e parte del lago, una
parte della Svizzera e le montagne che costituiscono
le Alpi e le Prealpi, nonché le dolci colline a sud di
23-04-2012 16:05:51
Como.
Passeggiando per il paese vedrete delle splendide
ville di stile liberty, costruite lassù dalle ricche famiglie
milanesi all’inizio del Novecento, quando Brunate era
una delle stazioni di villeggiatura più prestigiose della
Belle Epoque.
Camminando lungo ripide mulattiere, in mezz’ora,
potrete raggiungere la località S. Maurizio, dove si trova
il faro voltiano, altro straordinario punto panoramico.
CROCIERA NEL PRIMO BACINO
Se non avete molto tempo, ma volete assaporare la
bellezza del paesaggio visto dal lago, vi consigliamo
una crociera di un’ora nel primo bacino, con battello
pubblico o con barca privata. Se sceglierete di effettuare
questa escursione con una guida, essa vi illustrerà le
splendide ville che si affacciano sul lago, circondate da
lussureggianti giardini.
BELLAGIO
Bellagio, situato al centro del lago, sulla penisola
che lo divide in due rami meridionali, è un ridente
paesino tanto caratteristico e attraente da essersi
meritato il titolo di “perla del lago”.
Le sue strade sono scalinate che collegano la riva alla
parte alta del paese. A lago di può percorrere una bella
Librino Como - 2.indd 14-15
passeggiata ombreggiata da alberi di oleandri e allietata
da aiuole coloratissime e poi fermarsi in qualche bar a
sorseggiare una bibita all’ombra dei portici o degustare
qualche manicaretto nei caratteristici ristoranti.
Chi ama lo shopping, a Bellagio trova un vero
paradiso con negozi che espongono merce di
ottima qualità e che sono aperti tutto il giorno senza
interruzione.
Per soddisfare gli interessi culturali si può visitare la
bella basilica romanica di S. Giacomo, la chiesetta di San
Giorgio, il Museo degli strumenti della Navigazione,
con una ricca collezione di oggetti nautici risalenti al
XVIII secolo.
Un’altra mèta possibile sono le ville Melzi e
Serbelloni di cui parleramo ancora più avanti.
Bellagio si può raggiungere con:
• i battelli pubblici della Navigazione Lario (2 ore )
• l’aliscafo pubblico, servizio rapido che collega Como
a Bellagio in 50 minuti
• imbarcazioni private
• autobus pubblico
• taxi privato
VARENNA
A pochi minuti da Bellagio si trova Varenna, un
piccolo borgo di atmosfera caratteristica con le sue
23-04-2012 16:05:52
viuzze che scendono ripide verso il lago, nelle cui
acque si specchiano le case.
Di origine preistorica, Varenna nel medio evo si
oppose a Como nella guerra dei dieci anni alleandosi
con l’Isola Comacina, della quale accolse i profughi in
seguito alla sua distruzione.
Già a quell’epoca Varenna era nota per i suoi
particolari marmi bianco-neri.
A Varenna si trova la bella Villa Monastero, della
quale parleremo più avanti.
Librino Como - 2.indd 16-17
23-04-2012 16:05:52
Ville del centro lago
Il lago di Como è famoso per le ville circondate da splendidi
giardini che si affacciano nelle limpide acque del Lario.
Fra le più famose che si possono visitare, ricordiamo:
VILLA CARLOTTA a Tremezzo
Immersa in un parco di 8 ettari ricco di 800 varietà
di alberi e fiori, fra cui 150 varietà di azalee.
La villa costruita alla fine del Seicento da un ricco
banchiere, durante il periodo della dominazione
napoleonica, appartenne al conte di Sommariva,
membro del Governo della Repubblica Cisalpina e
amico di artisti importanti da cui comprò statue e
dipinti che ora costituiscono un pregevole museo di
arte neoclassica.
L’ultimo proprietario fu il Granduca di Sassonia
Meiningen al quale fu confiscata dal Governo italiano
dopo la prima guerra mondiale.
La villa è facilmente raggiungibile con mezzi
pubblici.
Via Regina 2 22019 Tremezzo tel. 0344 40405
Orario: dal 27 Marzo al 23 ottobre dalle 09.00 alle 18.00
(chiusura Museo ore 18.30 e giardino ore 19.30)
Dal 05 al 26 marzo e dal 24 ottobre al 13 Novembre dalle
10.00 alle 16.00 (chiusura Museo ore 16.30 e giardino ore
Librino Como - 2.indd 18-19
17.00)
Dal 14 novembre chiusura invernale
VILLA MELZI a Bellagio
Dalle pure linee neoclassiche appare, bianchissima,
fra il verde dell’abbondante vegetazione che costituisce
un elegante giardino all’inglese.
La villa è ancora proprietà privata, ma il giardino e
la cappella di famiglia sono aperti al pubblico.
Una rilassante passeggiata in riva al lago permette
di conoscere molte varietà di alberi e fiori, molti dei
quali esotici, e di ammirare il superbo panorama del
centro lago.
La villa è facilmente raggiungibile con mezzi
pubblici e 10 minuti di cammino dal centro del paese.
Indirizzo: Lungolario Manzoni 22021 Bellagio – Ingresso
da Bellagio o da Loppia Cell. 3394573838 per prenotare
visite guidate.
Orario: da marzo a fine Ottobre tutti i giorni dalle 09.30
alle 18.30
VILLA SERBELLONI a Bellagio
Oggi proprietà della Fondazione Rockfeller di New
York, è un palazzo rinascimentale che domina Bellagio
dall’alto del promontorio.
23-04-2012 16:05:52
Per ragioni di privacy la villa non è visitabile, ma
l’amministrazione organizza ogni giorno (escluso il
lunedì) due visite guidate giornaliere (alle ore 11:00 am
e alle ore 15,00 pm).
Il percorso è in salita attraverso il parco e conduce
al punto panoramico sulla sommità del promontorio
dove un tempo sorgeva una struttura fortificata.
Ingresso e partenza tour da Piazza della Chiesa 4 Bellagio
sotto la torre Medioevale
Prenotazione obbligatoria presso ufficio Promobellagio
031951555
Orario: dal 1° Aprile a novembre con visite guidate da
martedì a domenica alle 11.00 e alle 15.30. Chiuso in caso
di maltempo
alpinistiche e polari, morì.
Vero capolavoro è il giardino, costruito a terrazze.
Lo si domina dalla loggia a tre arcate, luogo “degli ozi
e delle delizie”.
Ora è aperta al pubblico. La villa è spesso usata per
riprese cinematografiche, per matrimoni e per servizi
pubblicitari. Si può raggiungere con mezz’ora di
cammino nel bosco da Lenno, con imbarcazioni private
o con una navetta che collega la Balbianello al Lido di
Lenno.
http://villabalbianello.com/
Orario: da metà Marzo a metà Novembre Aperto tutti i
giorni tranne lunedì e mercoledì (eccetto i festivi). Per la
visita degli interni è obbligatorio prenotare il tour guidato.
VILLA BALBIANELLO a Lenno
VILLA VIGONI a Menaggio
Prestigiosa dimora storica che appartiene al FAI. La
villa sorge sulla punta di una promontorio a picco sul
lago dove fino all’inizio del Cinquecento, si trovava un
monastero francescano. Una posizione di tale fascino
che fu immortalata da schiere di pittori di vedute lariane.
La costruzione, che risale alla fine del Settecento, ha
ospitato personaggi illustri quali Silvio Pellico, Berchet
e Manzoni. Fu abitata fino al 1988, quando l’ultimo
proprietario, il conte ed esploratore Guido Monzino,
che vi raccolse una vastissima collezione di volumi,
mappe e carte geografiche dedicate alle spedizioni
La villa fu acquistata da 1829 dal filantropo
Heinnrich Mylius, che si impegnò nel trasformarla in un
vero gioiello architettonico. La decorazione di interni
ed esterni è di stampo squisitamente ottocentesco e
grande è la raffinatezza degli arredi. Splendido il
giardino all’inglese, che si estende per oltre 5 ettari.
La villa è chiusa al pubblico, ma dietro semplice
prenotazione telefonica si può visitarla il giovedì
pomeriggio.
Librino Como - 2.indd 20-21
www.villavigoni.eu
23-04-2012 16:05:52
VILLA MONASTERO a Varenna
Villa Monastero è una “casa museo”. Rappresenta
un interessante esempio di residenza in stile eclettico.
Gli interventi che si sono succeduti nel corso dei secoli
XIX e XX, infatti, hanno aggiunto elementi all’edificio
conservando le tracce precedenti, ottenendo così un
effetto di grande impatto scenografico.
La villa nasce infatti dalla continua ristrutturazione
di un monastero cistercense femminile risalente al 1208.
I giardini e gli interni, completamete restaurati, sono a
disposizione del visitatore.
www.villamonastero.eu
VILLA LEONI
Situata a Ossuccio, di fronte all’Isola Comacina.
questa elegante villa venne realizzata all’inizio degli
anni 40 dall’architetto Pietro Lingeri, che insieme al più
noto amico e architetto Giuseppe Terragni, fu uno dei
maggiori esponenti del razionalismo lariano.
Oggi Villa Leoni, classificata come monumento
storico dai beni culturali, è inserita in un programma
di valorizzazione territoriale, con lo scopo di far
riscoprire un raro esempio di architettura razionalista
perfettamente mantenuto, inserito in uno dei paesaggi
più suggestivi del lago di Como. La villa, circondata da
un magnifico parco ricco di piante secolari e di ulivi, si
Librino Como - 2.indd 22-23
affaccia direttamente sull’Isola Comacina e sul famoso
campanile romanico del complesso di Santa Maria
Maddalena di Ospitaletto.
http://www.villaleonilocation.it/
ISOLA COMACINA e Ossuccio
L’Isola Comacina è l’unica isola del Lago di Como.
Oggi semideserta, fu abitata fin dai tempi romani.
Quando scoppiò la guerra fra i Comuni di Como
e Milano, l’Isola Comacina si alleò ai milanesi per la
distruzione di Como. La vendetta dei Comaschi la rase
al suolo ne 1169.
Oggi è un un sito archeologico la cui importanza
travalica i confini locali, tanto da collocarlo tra le aree
archeologiche più interessanti dell’Italia settentrionale
per l’Alto medioevo. Resti di epoca romana,
testimonianze paleocristiane, ed anche numerosi resti
di chiese romaniche tra cui spiccano la cripta della
basilica di S. Eufemia e le murature in pietra squadrata
del complesso dei SS. Faustino e Giovita costituiscono
un prezioso patrimonio artistico insieme ai molteplici
reperti che sono stati recuperati durante le campagne
archeologiche e che sono ora esposti nel ricco museo
Antiquarium a Ossuccio.
http://www.isola-comacina.it
Apertura: Tutti i giorni dalle 10 alle 17.
23-04-2012 16:05:52
La via dei monti lariani
Como e dintorni
Per chi ama camminare, un magnifico percorso panoramico
nella natura.
Il territorio offre molte altre possibilità
facilmente
raggiungibili per una piacevole giornata di svago, di
shopping, di turismo o di cultura.
La via dei Monti Lariani è il tratto lombardo del
“Sentiero Italia”; un bellissimo percorso escursionistico
che si snoda a mezzacosta lungo la sponda occidentale
del lago, collegando delle località affascinanti a
una altezza compresa tra i 600 e i 1200 metri. Questi
antichi insediamenti, in parte ancora attivi e in parte
ormai abbandonati, costituivano un tempo gli alpeggi
utilizzati dalle popolazioni costiere del Lario (antico
nome del lago di Como).
La passeggiata, che parte da Cernobbio e arriva
fino a Sorico, è interamente segnata e divisa in quattro
sezioni, ognuna con una sua peculiare bellezza:
• sentiero 1 Cernobbio - San Fedele d’Intelvi
• sentiero 2: San fedele d’Intelvi - Val Menaggio
• sentiero 3: Grandola e uniti - Garzeno
• sentiero 4: Garzeno - Sorico
Si tratta di un sentieri frequentabili da escursionisti
senza particolare preparazione, che consentono
di ammirare i più bei panorami delle montagne
lombarde.
Librino Como - 2.indd 24-25
CAMPIONE D’ITALIA
Campione d’Italia è un villaggio appartenente alla
provincia di Como, ma completamente circondato
da territorio svizzero: un’enclave. Benché di tratti
di un paese minuscolo, ha una storia importante e
un’attrazione che lo rende una delle zone più ricche
d’Italia: il casinò.
Un’escursione a Campione può prevedere la visita
di una delle antiche chiese splendidamente affrescate,
una cena e una serata passata giocando al casinò.
Naturalmente si può dedicare un’intera serata
al gioco o a qualche spettacolo organizzato nella sala
delle feste.
Per raggiungere Campione è indispensabile
un’auto privata.
Per giocare nelle sale è richiesto un abbigliamento
formale. Si può entrare con abbigliamento informale
solo nelle sale dove si trovano le slot machines.
Per andare a Campione si deve passare la frontiera
svizzera dove è richiesto il passaporto.
23-04-2012 16:05:53
LAGO MAGGIORE
BERGAMO
Un ‘escursione al Lago Maggiore richiede un’intera
giornata e il noleggio di un taxi.
Si tratta di uno dei grandi laghi del Nord Italia,
famoso in passato perché costituiva una delle tappe
dell’”Orient Express Train”.
Stresa è una delle cittadine più famose di questa
zona, elegante sul lungo lago per i lussuosi alberghi
che vi si affacciano e caratteristica nei vicoli del centro.
Da Stresa si può partire per una breve crociera in
barca alla scoperta delle isole che rendono famosa questa
località: l’Isola Bella con il grandioso palazzo barocco
dei Borromeo, l’Isola Madre con il suo ricco giardino di
piante rare e la graziosa Isola dei Pescatori con le sue
stradine ricche di negozietti e piccoli ristoranti.
Un poco più a nord, Verbania è un’altra località
turistica interessante. Qui si può visitare il famoso
giardino di Villa Taranto, un parco spettacolare creato
all’inizio del XX secolo dal capitano scozzese Mc
Eacharn.
Nella parte sud del lago è, invece, possibile
visitare la Rocca di Angera , grande castello fortificato
prima appartenuto ai Visconti poi ai Borromeo, oggi
trasformato in museo.
Bergamo è posta nella parte est della Lombardia,
gloriosa città che per secoli fu il confine fra la Repubblica
di Venezia e il ducato di Milano.
L’antico centro cittadino, chiamato “Bergamo
Alta”, è costruito sulla cima di una collina rocciosa ed è
ancora circondato da possenti mura.
All’interno delle mura è gradevole passeggiare
nella via principale fiancheggiara da negozietti
caratteristici.
Il centro è costellato da imponenti monumenti, sulla
Piazza Vecchia si affacciano il Palazzo della Ragione,
quello del Podestà e la torre civica; sull’adiacente
piazza si trovano il Duomo con alcune tele del Tiepolo,
il Battistero, la basilica di S. Maria Maggiore che
contiene straordinarie opere d’arte e la splendida
Cappella Colleoni.
Nella città bassa è possibile visitare l’Accademia
Carrara, tra le più importanti d’Italia, dove si possono
vedere collezioni di scultura, stampe e disegni e più
di 2000 dipinti di alcuni artisti italiani fra i più famosi,
quali Tiziano, Raffaello, Tiepolo, Mantenga, Botticelli,
Lotto, Canaletto e Guardi.
Bergamo è difficilmente raggiungibile con mezzi
pubblici, si consiglia di noleggiare un taxi.
Librino Como - 2.indd 26-27
23-04-2012 16:05:53
MILANO
Triennale d’Arte e Miseo del Design
http://www.triennale.it/it/
In meno di un’ora il treno delle Ferrovie Nord, a due passi dal
vostro albergo, vi porta direttamente nel centro di Milano.
Pinacoteca di Brera e orto botanico
http://www.brera.beniculturali.it/
Museo del teatro “La scala”
http://www.teatroallascala.org/it/scopri/museoteatrale/museo-teatrale.html
Castello sforzesco
http://www.milanocastello.it/ita/home.html
Veneranda Fabbrica del Duomo
http://duomomilano.it/
Palazzo Reale
http://www.comune.milano.it/dseserver/webcity/
portale/palreale.nsf/index.htm?readForm&settore=
MCOI-66DHPH_HP
Museo della scienza e della Tecnologia
http://www.museoscienza.org/
Cenacolo vinciano (visitabile solo su prenotazione) e
Santa Maria delle Grazie
http://www.vivaticket.it/evento.php?id_evento=2980
97&op=cenacoloVinciano
E infine lo shopping nel quadrilatero della moda,
raggiungibile comodamente alla fermata MM1 San
Babila
Museo del Novecento
http://www.museodelnovecento.org/
Librino Como - 2.indd 28-29
23-04-2012 16:05:53
Lugano e la Svizzera italiana
Como confina con la Svizzera: un’escursione nelle ridenti
cittadine del Canton Ticino è, dunque, raccomandabile.
LUGANO
È la quarta città svizzera per importanza finanziaria,
ma è anche una bella ed elegante città turistica dove è
piacevole passare una mezza giornata curiosando fra i
numerosi negozi di livello internazionale, soprattutto
quelli che vendono orologi (tradizionale prodotto
tipico della Svizzera).
Lugano offre anche un bel parco pubblico lungo il
lago, ricco di numerose essenze esotiche e chiese con
importanti opere d’arte quali S. Maria degli Angeli
che conserva un prezioso affresco cinquecentesco di
Bernardino Luini.
Da Lugano si può salire sulla cima dei due monti
che delimitano la sua baia (S. Salvatore e Bré) con ardite
funicolari che in pochi minuti vi trasportano verso un
paradiso panoramico.
Se avete a disposizione un’intera giornata, nel
pomeriggio potete spingervi fino a Bellinzona.
Librino Como - 2.indd 30-31
BELLINZONA
La capitale del Cantone, che vi accoglie con i
suoi castelli medievali e le numerose chiese ricche
d’affreschi, nonché con il suo grazioso centro storico,
animato e ricco di storia.
Oppure
LOCARNO
La ridente cittadina che si affaccia sulla sponda
nord del Lago Maggiore. Il centro di Locarno è la
Piazza Grande, circondata da eleganti palazzi, dove, in
estate, si svolge un festival del cinema e, in primavera,
una famosa esposizione di camelie.
Locarno, che fu possedimento dei duchi milanesi
per parecchi secoli, conserva un castello medievale, ora
museo.
Al rientro è possibile fare una sosta per acquisti nel
grande shopping center FOX TOWN di Mendrisio.
23-04-2012 16:05:53
Golf
Ricordiamo agli appassionati di questo sport
che l’Hotel Terminus è circondato da percorsi di golf
apprezzati e famosi, tutti raggiungibili in poche decine
di minuti d’auto da Como: Vi invitiamo a chiedere alla
portineria dell’albergo informazioni sul servizio taxi
convenzionato.
1 - GC Monticello
Cassina Rizzardi - CO
Tel. 031/928055
Anno di fondazione 1974
Percorso 27 buche, par 72
2 - GC Villa D’este
Montorfano - CO
Tel. 031/200200
Anno di fondazione 1926
Percorso 18 buche, par 69
3 - GC Barlassina
Birago di Camnago - MI
Tel. 0362/560621
Anno di fondazione 1958
Percorso 18 buche, par 72
4 - Olona- VA
Tel. 0331/329260
Librino Como - 2.indd 32-33
Anno di Fondazione 1993
Percorso 18 buche, par 72
5 - GC Pinetina
Carbonate - CO
Tel.031/933202
Anno di Fondazione 1988
Percorso 18 buche, par 70
6 - GC Menaggio
Menaggio - CO
Tel. 0344/32103
Anno di Fondazione 1907
Percorso 18 buche, par 70
7 - GC Bergamo
Almenno S. Bartolomeo- BG
Tel. 035/640028
Anno di Fondazione 1961
Percorso 27 buche
23-04-2012 16:05:54
Hotel Villa Flori
via Cernobbio, 12
22100 - Como
031 33820
Albergo Terminus
Lungo Lario Trieste, 14
22100 - Como
031 329111
www.hotelvillaflori.com
[email protected]
www.albergoterminus.com
[email protected]
Librino Como - 2.indd 34-35
23-04-2012 16:05:54
Como,
un benvenuto
Librino Como - 2.indd 36
23-04-2012 16:05:54