non mancammo - Il Fungo Mauto 2.0

Commenti

Transcript

non mancammo - Il Fungo Mauto 2.0
21/11/2003
Ci ho messo ore per mettere su questo template di merda, che pure fa
ancora cagare. era una merda diaryland ma anche splinder si difende bene.
io vi odio tutti perché voi mi volete male. avete cominciato voi. ma un giorno
la pagherete, oh sì, verrà il giorno che i giusti rideranno.
postato da onq | commenti (1)
Commenti
01 Dicembre 2003 ­ 13:39
un mio amico si chiama giusti e guadagna 80 milioni netti l'anno. Sta già ridendo.
bobregular 26/11/2003
Sul povittero ci stanno cose che non sono state concepite per stare su
un blog. lettere, interviste, email, carteggi, proclami, ricerche, testi vari. anche
e soprattutto se non sono miei. magari roba che ho trovato e mi piaceva. Su
bob blake invece ci scriviamo in tanti, io sono jigsOre QuaNdary, e serve per
recensioni e deliri vari soprattutto su cinema e letteratura. ma non solo.
l'importante è conservare un'aria snob di destra moderata. Questo invece non
serve a un cazzo, è su perché ho tempo da perdere. one two three four /
let's say four some more. ma non durerà, perché presto il tempo finirà, e i
giusti finalmente rideranno.
postato da onq | commenti (1)
Commenti
27 Gennaio 2004 ­ 14:55
destra moderata?? hey, questo non era nei patti.
violentunknownevent 29/11/2003
sto cercando di riallestire la mia mostra di arte brutta su un blog
splinder, e precisamente qua. su splinder non si possono caricare immagini e
files, devo caricarle sul mio spazio web gratuito, cioé su geocities, e poi
linkarle. su geocities puoi caricare un file alla volta, io ne ho centotrentatré. ci
metterò tutto il cazzo giorno. una volta si usava leech ftp, ci mettevi un
secondo a programmarlo e poi faceva tutto lui. per il template ho
bestemmiato tutta la notte per quella cazzo di parte <blogger> che non
funziona mai. non c'è modo di mostrare solo pochi post per pagina, puoi
determinare solo quanti ne vuoi sulla prima, ma poi le pagine sono divise solo
per mesi. e se li carico tutti lo stesso giorno per il mese di novembre si aprirà
una pagina di due mega. su diaryland puoi scegliere di mostrare un post per
pagina, ma non puoi caricarci immagini neanche col link, a meno che non
paghi. potrei fare un altro sito normale come quello che avevo prima, ma mi
pice che su splinder si possono lasciare commenti. riuscirò a diventare il
nuovo coniglio cattivo? riderà bene chi riderà ultimo, e per ultimi rideranno i
giusti.
postato da onq | commenti (2)
Commenti
30 Novembre 2003 ­ 17:48
oh cazzo era ora che sgamassi il blog principale. ti leggerò con estremo gusto. e se mi nauserai potrò dire che abbondi già nelle arti figurative e che non si può avere tutto dalla vita. non è chiaro si lo so, ma era un complimento per le tua shit­art.
utente anonimo 01 Dicembre 2003 ­ 11:29
oh cara ragazza tutta viola e fine manipolatrice di template, il disgusto della persona che sono lo vedi meglio sul povittero per ora (vedi link), ché questo qui di blog è un po' troppo nuovo. perché avere un blog ormai non fa più così figo, ma averne quattro perdio sì!
onq 30/11/2003
alla fine la galleria di arte brutta ha preso il via. devo ancora
inaugurarala, id est dire ai miei amici che esiste, ma qualcuno già ha messo
qualche commento sciocco (roba tipo "mah", "?" ecc...). Non credevo che
esistesse davvero gente che gira splinder alla ricerca di blog nuovi, senza
seguire nessun link. anzi mi chiedo come lo abbiano trovato. forse su splinder
c'è una lista dei blog più recenti. boh. per essere invisibile ai motori di ricerca
ho pure tolto tutti i meta dal template e ho tenuto il testo nel blog sotto il
minimo indispensabile, relegando tutto nei commenti, che non credo vengano
sniffati da google. forse sì. comunque, tutti i miei problemi di upload delle
immagini dipendevano dall'host delle immagini, cioé geocities, e non da
splinder. evidentemente splinder con geocities ci dialoga male, e a quanto si
dice nella "community" pure con xoom e quindi con virgilio. bastava dirlo e mi
sarei subito procurato uno spazio su supereva, senza perdere una settimana
con geocities, perché ci ho perso una settimana, oh sì. e chi avrebbe mai
detto che supereva mi sarebbe venuta incontro? l'ho sempre considerato il
portale più marcio d'italia, che è il posto coi portali più marci in europa.
evidentemente tra marci se la intendono, e splinder con supereva se la
intende benone. io supereva una volta me la sono pure sognata, che mi
seguiva su per la strada di un paesino con l'intenzione di uccidermi. il bello di
supereva è che ho potuto usare cuteftp per l'upload, vanificando e
ridicolizzando quindi il lavoro durato ore per uploadare tutto su geocities.
bella anche questa cosa che splinder non ospita le foto. e dateli due cazzo di
mega, no? cosa vi costa? due mega! ora al primo capriccio di supereva che
magari cambia gli url (lo fanno ogni mezz'ora) io sono fottuto e devo rifare
tutto da capo. e avrei lavorato per quei due idioti che riescono a commentare
solo mah e ?. splinder di merda, se l'avessi progettato io, che so
programmare solo hello world in python, l'avrei fatto meglio. vogliamo parlare
di quando hai già visitato la pagina e il refresh non funziona più? vogliamo
parlare di come si fa il refresh delle finestre di commenti? io ho trovato il
modo, ed è davvero così ridicolo che è meglio se me lo tengo per me. ah ma
io sono sicuro che noi giusti un bel giorno rideremo.
postato da onq | commenti (2)
Commenti
01 Dicembre 2003 ­ 13:40
a me la tua gallery non dispiace. Se non ti urta la linko.
bobregular 01 Dicembre 2003 ­ 18:20
nulla urta, anzi. oggi poi c'è stata l'inaugurazione ufficiale!
onq 01/12/2003
tener nascoste le cose in questo mondaccio coi baffoni da grande
fratello è diventato impossibile. piscio nel deserto e il giorno dopo le misere
dimensioni del mio uccello sventolate in prima pagina sul quotidiano
nazionale. come hanno fatto? coi satelliti porcoggiuda. ed è così che ho
dovuto caricare in tutta fretta le opere d'arte brutta rimaste da caricare e
inaugurare la galleria, id est dire ai miei conoscenti ch'essa esiste. l'invito è
venuto figo, arte brutta lui stesso, contenente altra arte brutta d'esempio.
perché questi predatori di blog nuovi (ma come fate? forza bruta? avete un
programma che vi cerca tutte le combinazioni possibili di lettere e poi vi
scarica la pagina corrispondente con .splinder.it alla fine?) avevano già
cominciato a far girar la voce. prima uno, poi due... si sa come va con
l'epidemiologia. ma ora siete benvenuti a frotte, a frotte! e lasciate qualche
commentino, perdio, eppure io ne ho messi di spunti di discussione, mi pare.
il fatto è che un blog, prima di uscire allo scoperto, per così dire, dovrebbe già
avere almeno un pajo di mesi di archivio. che tristezza mi fa aprire il flauto
mauto con quattro interventini striminziti e basta lì! e infatti non l'ho mica detto
a nessuno che esiste, e non viene nessuno, perché non c'è arte brutta qua.
ma solo io che continuo giorno dopo giorno a pregustarmi il momento in cui i
giusti come me rideranno.
postato da onq | commenti (3)
Commenti
02 Dicembre 2003 ­ 18:38
Onq, benedetto ragazzo scrivi troppo, se sei così logorroico allora scrivi un po di cazzate anche su "vi odio tutti" il mio blog del Kaiser. Se vuoi ti faccio una faccina buffa !­)) Dr Kafka
utente anonimo 03 Dicembre 2003 ­ 19:36
esiste davvero? e quale sarebbe l'url? pensare a te che scrivi un blog mi spaventa. perché io e te insieme non facciamo un collettivo culturale brutto? io mi occupo di arte brutta, tu di letteratura brutta. progettavo anche di imbastire un'ipotetico stile artistico dominante per un regime immaginario, o meglio auspicato.
utente anonimo 03 Dicembre 2003 ­ 23:28
Dimenticavo, leggi il mio Manifesto del futuro nichilista, avrebbe meritato perlomeno "la repubblica" invece si trova su un blog del cazzo che leggeranno in tre gatti.. Dr kafka
utente anonimo 10/12/2003
tale e cuale a cuel tale ke, sfrondato e
ingarbugliato da' la pokezza et la corrutione de'
la cotidiana vita ne lo mondo moderno, ricca solo
di sventure e patimenti, dava sua anima et
corpore a la filosofia de' gli antichi maestri
ellenici, trovandola scienzia pura et rigenerativa
pe' lo spiritu suo, accossì io nel dì d'oggi,
confuso ne' gli affanni d'una vita triste, passata
tra puntigliazioni et litigi co' persone nelle cui
anime non scarseggia malizia et malafede, trovo
conforto et rifugio ne' la più nobile de' le humane
arti, id est lo sberleffo di splinder. nel particulare
m'appropinquo per ciò fin d'hora coll'approcciare
l'argomento che si tenne in sospeso un poco
addietro, id est le finestre de' commenti.
i commenti apprendosi in finestra nova senza l'usuale banda de' strumenti
d'esplorer, dioboja, pajono ostici al rinfresco, vo' a spiegarmi hora con un
poco di cura ne' particolari: cavalier che s'accanisse co' suo tasto destro su'
la dicitura 'commenti' posta infine a tutti li proclami d'un dato bloggo,
sperando di cavàssela co' lo spesso non inutile "apri in un'altra finestra", che
l'aprirebbe in nova finestra, pe' l'appunto, co' sua brava banda di strumenti
da'quali il cavalier sceglierà "aggiorna", pe' rinfrescare la stessa, appunto,
presto s'accorge che la finestra nova ch'egli apre non l'è ciò che s'aspetta,
ma la copia uguale uguale de' la pagina da cui s'è dipartito al primo acchito!
"occuàle, diopèste, l'è dunque l'indirizzo giusto pe' la finestra de' commenti, e
come lo si trova?" sono li ovvii pensieri ne' la testa de' lo cavaliere nostro, che
si riproverà ad aprire la finestra de' commenti co' tasto mancino, non
trovandola punto cambiata pur sapendola di certo ricca di commenti novi
scritti da sé atque da moltitudini di cavalieri erranti giunti da terre lontane. lo
cavaliere di certo si proverà di novo co' tasto destro, stavolta indagando su le
proprietate de' la finestra stessa che ha di già aperto, ma ne' sua vecchia
guisa, pe' scovanne la collocazione precisa ne' la mente de lo malvagio
splinder. hora lo cavaliere s'è fornito de' lo indirizzo vero de' la finestra de'
commenti, ke si ha codesto aspetto, ecsempla gratia: http://www.splinder2.com.htm/myblog/view_comments/48079/998221, e co' sorriso in su la
ghigna se lo incolla bravo bravo su una finestra nova de' esplorer, isperando
ke aggiornando cuella, ci si riesca a vedere li commenti novi.
"ma la madonna stramajala co' la sbroda in su pe' le cosce" erutta indignato
lo cavaliere, che s'è visto rinfrescà la finestra uguale uguale come prima "ci si
farà una bella volta a vedé li commenti novi, schifodìo?" e l'è proprio cuesto
cuà lo momento preciso ke l'cavalier si decide ad eliminà tutti li suoi "file
temporanei internet", pe' mezzo de l'apposito tasto sito in strumenti>opzioni
internet da' su' bravo esplorer, e si riprova ad aprì la istessa finestra, e deh mi
si fùlmini se non si vede aprì la finestra istessa de' la volta innanzi e di cuella
innanzi ancora!
"pe' tutto lo sperma di giuda appeso finito in bocca a li santi evangelisti
mentreché scribacchiavano di sotto al fico, e porco dio" s'affanna lo cavaliere,
"codesta volta l'ho sbagljata io!" e si riprova a fà la stessa cosa di prima, ma
si cura di serrar tutte cuante le finestre che ci ha aperte, prima, acciocché la
volta dopo che se le apre, se le trova per davvero tutte nove nove.
lo cavalier l'ha così visti li commenti novi, ma lo splinder crudele ce la fa
pagar cara, che lo cavaliere, ne' eliminare tutta la cartella temporanea, ci ha
pure rimesso i biscottini che gli davano il vanto di ricordassi la parola d'ordine
di splinder senza che la scrivesse, e la pagina d'apertura de' suo portale, e
pure de' la sua pagina iniziale, ecché si deve ricaricà tutto tutto daccapo,
anche di que' siti che ci va di tante volte al dì!
"viscere de lo creatore isparse su la mia nerchia lercia di smegma" sbotta lo
cavaliere nel mentre che si ricarica tutto il portale di libero co' tanto di banner
pieni di fica che ci mettono dieci minuti bòni, "se lo unico modo di vedè
commenti novi l'è cuesto, ci venga un canchero al nazareno e pure a la gran
porca de' la madre sua!".
ché lo cavalier non si era mica capìto che bastava incollassi sì lo famoso
indirizzo de' la finestra vecchia su la banda pe' gl'indirizzi d'esplorer, ma
d'invece che rinfrescalla, dippoi, ci bastava che ci cambiasse il numeretto!
ecsempla gratia, se lo indirizzo si fosse sempre codesto: http://www.splinder2.com.htm/myblog/view_comments/48079/998221, lo cavaliere doveva
scriverci 48080 al posto ke 48079, e la vedeva di cuasi subito, la finestra
nova! ma non statevi a dircelo al buon cavalier cortese, ché tante volte anke
codesto trucchetto da saltimbanco fa poco, e si resta co' la istessa finestra di
merda pe' sempre, dio cane! eppure l'avran vinta i giusti, dico io.
postato da onq | commenti (1)
Commenti
12 Dicembre 2003 ­ 20:27
mi arrischio di apportar nova glossa a su' papiro, ch'alla letizia ha mosso spirti nostri. la raccomando de tentar l'esplorasione con avsilio de magica fenice di Mozilla, ch'è per le reti bastimento rapido e leggiadro, e sciogljere li corpi non fa come l'esplorer. arcano è l' sentiero pè trovallo, meno arcano imbarcarlo sul proprio porto : http://www.mozilla.org/products/firebird (iscritto nella lingua d'Albione)
brullonulla 19/12/2003
SALTO QUALITATIVO MICA DA RIDERE
ora, per quanto l'autoreferenzialità di stampo
tomatisiano (un blog di splinder che parla di quale
merda sia un blog di splinder) sia senz'altro il massimo
possibile in fatto di autismo, devo arrendermi di fronte
all'evidenza che gli argomenti, se volessimo seguire
questo schema rigidamente, cominciano a
scarseggiare. ho così preso la decisione di allargare il
ventaglio di tematiche trattate a ciò che la maggior
parte dei blog già trattano: darwinismo sociale, apologia
del fascismo, indie rock, cazzi miei e umanità varia. non
credo che questa scelta sottenda un compromesso in
fatto di autismo, ma anzi un surplùs, ché l'autismo è
bello perché variegato. tra le molteplici idee geniali che
il signore mi manda ogni minuto, una in particolare ha
messo radici stabili nell'animo mio, cioé quella di metter su un blog di
recensioni di tipe. insomma si prende una tipa, se possibile la si fotografa, e
poi la si recensisce come fosse un disco dei kent. questo, se da una parte
nobilita la naturale volgarità della femmina trattandola come un'opera d'arte,
dall'altra la degrada al rango di mero oggetto e, nel raro caso di stroncatura,
di opera mal riuscita, di aborto d'artista, dove l'artista per una volta non sarei
io ma il signore dio nostro, che spesso senza troppa sapienza mescola i geni
a cazzo. a questo punto, tutte quelle che mi conoscono staranno già
tremando, ché hanno la coda di paglia, e mi aspetto ricatti e sordidi tentativi
di corruzione a non finire. avete strizza, eh, stronzette? mi sembra di sentire
fin da qui e fin da ora le vostre scureggine e l'inconfondibile suono del vostro
amaretto impegnato in una contrazione sfinterica involontaria. soprattutto
perché certe sciocchine tendono a prenderla male indipendentemente da
come se ne parla, ché, come dicevo e insisto, hanno la coda di paglia, e
scoprono da sé critiche dove sono le lodi, ché loro per prime le lodi non le
ritengono credibili, consapevoli come nessun altro del disgusto che sono e
che danno al prossimo, se questi è abbastanza sobrio da veder oltre i loro
trucchetti che si sgamano con nulla se solo lo si vuole. è così che qualcuno
tra i giusti già sta cominciando a farsi un risolino.
postato da onq | commenti (1)
Commenti
09 Luglio 2004 ­ 17:53
ma il vero autistico non parla dei suoi pensieri.non ce prova'
casinototale 19/12/2003
RECENSIONI DI TIPE / 1
la tipetta indie del comasco
questo visino incantevole, sulla rifinitura dei cui
particolari iddio si soffermò a lungo, l'ho fotografato
ormai mesi addietro in occasione d'una esibizione dei
flaming lips a milano, fingendo di ritrarre un caro amico
ed ignaro complice che le stava accanto. l'ho poi
riveduta la settimana scorsa in occasione del bel
concerto (bel perché c'erano gli ex otago, non per
altro, anche se pure gli altri gruppi facevano il loro
porco lavoro) a como, dove io presenziavo in qualità di
seghista dei pecksnaut. riconoscerla è stata una fatica
erculea dal momento che, da brava
appassionata dell'accessorio come spesso accade alla
femmina (qui ad esempio è ritratta con occhiali finti), aveva
questa volta la chioma celata in un baschetto da monello
chapliniano, ma sono stato all'altezza del compito
riconoscendola dalla dentatura come si usa coi cadaveri
carbonizzati e, profittando del fatto il mio già citato caro
amico, personaggio di spicco del web-giornalismo musicale italiano di cui non
farò il nome per onestà intellettuale, è pure amico suo, e invigorito dal senso
di cameratismo e fratellanza che gli ex otago sanno infondere nel loro
pubblico, l'ho voluta far prendere atto del fatto che, nell'esaminare le mie foto
dei flaming lips, m'ero involontariamente ritrovato con un suo ritratto nell'hard
disc. fu senz'altro spergiuro e menzogna, poiché lo scatto fu tutt'altro che
involontario, anzi premeditato e malfidato, da vero villanzone insomma, e
mentire ha aggiunto viltà a viltà, rendendomi invulnerabile perché forte del
torto e della vermitudine delle persone false, alla quale categoria mi faccio
vanto d'appartenere. la conversazione si è poi sviluppata sui binari del revival
degli anni '80, che insieme alle vecchie colonne
sonore italiane dei cartoni animati nipponici è
inspiegabilmente e spregevolmente in voga tra
indietronici, emini, punk d'ogni tipo a partire da quelli
abbestia, anarco-insurrezionalisti, sovversivi d'ogni
colore, brigatisti, tagliagole hardcore e shoegazers.
naturalmente io ho in abominio tutto questo, e la mia
competenza in materia mi ha permesso di
riconoscere la cover di save a
prayer eseguita dagli ex otago solo
al primo ritornello, e in sopramercato ho pure sventolato la
mia ignoranza come uno stendardo di cui andar fiero,
chiedendole per interposta persona se fosse dei duran o
degli spandau. la comasca mi ha redarguito aspramente
sulla mia scarsa competenza, facendo poi sfoggio della sua. ho dapprima
tentato una linea di difesa basata sulla mia tenera età, ma l'ho dovuta
abbandonare alla rivelazione che ella non è meno giovane di me, ho quindi
ripiegato sbottando che io ero già indie ai tempi, e semmai mi ascoltavo
amadeus amadeus di falco, che sennò nel 2020 dovrei andar bullandomi di
aver bene in testa i dischi di tiziano ferro anziché i minmae. in realtà è
detestevole la donna che di musica ne capisca più di un cazzo, in ispecie se
le piace la stessa musica che piace anche a me. se da una parte potrebbe far
comodo avere una tipa che non ti costringe a sorbirti un concerto di elisa
l'anno che ha vinto sanremo, è pure vero che la femmina fruisce la musica in
modo del tutto diverso, ed apprezza tratti della musica all'uomo totalmente
indifferenti o disgustosi (tipo gli avambracci di cristiano godano), e quindi la
fruizione in coppia diventa una tortura insopportabile, peggio di elisa, ché la
musica se è bella la si sente in solitudine e non se ne parla, ché la musica è
bella perché non ci si posson fare note a margine, di cui le donne sono grandi
appassionate, ché sono esseri didascalici e fatti per la didascalia, che
mettono ovunque soprattutto quando è dannosa. meglio sarebbe, mi faceva
notare l'amico di cui sopra, la donna che ascoltasse
musica da classifica, o meglio in classifica in quel
momento. quindi non i duran duran ma beyonce, e di
beyonce solo l'ultimo singolo, non quello prima che è già
retrò e quindi snob. la mia donna ideale infatti non
ascolta musica se non, qualche volta, radio capital
quando è in macchina con qualcuno (ché nella sua di
macchina la radio non ce l'ha). tra l'altro mi fremono le
dita dalla voglia di scrivere anche qualcosa sulla mia donna ideale, e ne farò
rubrica a parte. pare inoltre che la comasca sia pure laureata, cosa che in
una femmina non sopporto per motivi su cui presto mi soffermerò, e
comunque era troppo vitale e vitalistica, piena di vita insomma, per darmi un
piacere duraturo, giacché io nelle donne cerco la morte e non la vita. e
pure su questo mi ci soffermerò, se c'è una giustizia al mondo.
postato da onq | commenti (7)
Commenti
21 Dicembre 2003 ­ 17:16
ma lei è l'agnese che va a morire?
utente anonimo 23 Dicembre 2003 ­ 10:59
anch'io vorrei saperlo, se è lei, la suddetta agnese (dolce) agnese... m.
utente anonimo 23 Dicembre 2003 ­ 14:28
no no, l'agnese veste da ape. su questo tornerò quando avrò la foto.
onq 23 Dicembre 2003 ­ 16:27
cioè ape maya?calze rigate? o ape regina (cit.gli avambracci di godano!) ....
utente anonimo 23 Dicembre 2003 ­ 23:52
ape piaggio: righe orizzontali gialle e nere. ah quelle striscie che la avviluppano voluttuose.
onq 14 Luglio 2004 ­ 01:17
ahahah....bravo....vai all'obitorio,là di cadaveri ce ne stanno assai
casinototale 20/12/2003
DONNA IDEALE, UNA PREMESSA
Ero lì che mi chiedevo se imbarcarmi davvero in
questa impresa titanica e autistica sulla donna ideale, poi
ho pensato che tanto scriverò tutto comunque nelle
recensioni, e di recensioni ne scriverò, oh se ne scriverò!
E' comunque d'uopo precisare due o tre cose, id est
mettere le manine avanti su un pajo di questioni:
1) Non è che qui si parla della mia donna ideale, ma della
donna ideale e basta, quindi le mie non sono opinioni ma
parola rivelata, da accettare perché se le dico e ci metto la mia faccia
significherà pure che un ragionamento dietro ce l'ho fatto. o no? Perciò il
giudizio del lettore va sospeso, ché è senz'altro sbagliato, e va sostituito col
mio.
2) La donna ideale non esiste. Questa frase che apparentemente sembra
presa dal Costanzo della domenica pomeriggio nasconde più di quello che
dice: per prima cosa, significa che anche il miglior bocconcino viene presto a
noia, come ben sa chiunque abbia mai provato a mangiare un profiterollo
intero, o che abbia una nonna i cui ravioli sono squisiti ma le porzioni
superano il proprio peso corporeo, e come dimostrano pure i vari Lenny
Kravitz (non sono certissimo del cognome da ebreo di quel negro che suona
la chitarra, ma avrete di certo capito) e il cantante dei
Coldplay, che hanno avuto le migliori fighe attorno e le
hanno sempre mandate per merda dopo un po'. Ma ben
più importante è il senso più profondo, intimo e vero della
frase: la donna ideale non esiste perché la donna non è
ideale, ma materiale. In un mondo ideale la donna non
esisterebbe, ergo non si può parlare di donna ideale. La
donna è incidentale, è accidentale, è un ostacolo sul nostro
cammino verso l'Autismo. Se Cristo era la parola di Dio
fattasi carne, la donna ne è l'affanculo. La
donna è il fanculo ultimo, estremo, dove Dio mandò l'uomo
per fargli rivolgere lo sguardo verso il basso (da cui
l'etimologia di "fanculo" nel Talmud: in-direzione-del-culo) e
distoglierlo dal contatto con l'Autismo, e quindi col massimo
del divino che possiamo aspettarci su questa palla di merda.
3) Un testo fondamentale e definitivo su donna, femmina ed
erotismo è questo capolavoro del più grande eroe dei tempi
moderni, un samurai che pur venendo continuamente messo
a tacere in ogni modo, non si lascia mai sfuggire
né un piagnucolìo né un grido di "al regime", né
cerca un martirio da partigiano fai da te. Non ringrazierò mai
abbastanza il camerata Wolfli per averci segnalato dove trovare il
testo quasi completo online, anche se, appena ho capito di che si
trattava, sono corso a comprarlo cartaceo e l'ho divorato. Naturalmente lo
considero un punto di partenza imprescindibile, anche se molte delle
questioni che mi stanno più a cuore lui non le tocca, perché dice come la
donna è ed è rassegnato, io come dovrebbe essere e la sgrido, eppoi a me
dell'erotismo non mi importa nulla.
postato da onq | commenti (3)
Commenti
14 Luglio 2004 ­ 01:17
frocio
casinototale 20 Luglio 2004 ­ 22:33
sei un povero testa di cazza e marcerai all'inferno in ETERNOO
utente anonimo 20 Luglio 2004 ­ 22:38
L'inferno è la tua ombra un giorno troverai la retta via .....e sarà la tua fine povera testa di CAZZO
utente anonimo 21/12/2003
RECENSIONI DI TIPE / 2
Sofia Coppola
e guardàtela. come mi disse una volta il saranza "la bellezza
delle donne sta tutta nelle occhiaie", e sono parole di verità.
sofia coppola è la figlia di francis ford e quindi, oltre all'aspetto
che ricorda quello di un cadavere, ha ben altre qualità che io
apprezzo nella donna: 1) è piena di soldi 2) ha qualche
sedicesimo di sangue italiano: non troppo pochi da non
permettere una genuina e naturale compatibilità, né troppi da
essere una italiana rompicoglioni tout court. proprio oggi sono
andato a vedermi il suo film nuovo nel cinemino dell'oratorio,
con lo schermo grosso come quello del game boy e 20 spettatori in sala, tutte
vecchie impellicciate che puzzavano e ridacchiavano con voce rauca e tosse
sulle scene coi giapponesi buffi. speravo che sofia, per vezzo, si fosse
riservata per sé una particina, ma non l'ha fatto mica, purtroppo. il precedente
e primo film di sofia si chiamava "il giardino delle vergini suicide", io non l'ho
visto, ma ho la colonna sonora degli air che è una delle colonne sonore più
belle degli ultimi anni. da bravo fighetto indie rocker quale io sono, quando mi
si chiede se ho visto o no un film, rispondo "no, ma ho la colonna sonora",
come i fighetti d'altri tempi rispondevano "no, ma ho letto il libro". la colonna
sonora degli air, dicevo, è figa. chi di musica non ne azzeccasse un cazzo
può forse ricordare quella musichetta che usavano nei trailer di "csi-scena del
crimine" prima che partisse la serie, quelli dove vedevi i cadaveri e poi si
diceva "chi darà loro una voce?" o roba del genere. ebbene quella musichetta
faceva appunto parte della colonna sonora di virgin suicides. il film nuovo,
dicevo, è una storia di amore puro e solitudine in terra straniera che si
intitolerebbe "lost in translation", dico si intitolerebbe perché il titolo italiano in
realtà è "l'amore tradotto". ho letto alcune polemiche sulla non fedele
traduzione del titolo, ma non le sottoscrivo affatto: il senso del titolo è, in
effetti proprio "lost in translation", cioé si è perduto con la traduzione. ci
ritroviamo, come al solito, in uno strano anello hofstadteriano, o tomatisiano,
se preferite (link a tomatis non ne metto più, cercàtevelo), e per me non c'era
traduzione migliore di una che richiamasse in qualche modo il titolo originale
ma ne perdesse il gioco di parole. comunque eravamo qui per parlare di sofia
coppola, se non vado errato, ma non posso dire più di tanto, ché ho solo visto
il suo film e non per questo penso di conoscerla di persona. questo però è un
punto interessante: perché sarei pronto a giurare di conoscere intimamente
vincent gallo dopo aver visto "buffalo 66" e ascoltato il suo disco per warp,
così come robin proper sheppard è per me un vecchio amico dopo che ho
ascoltato sophia e god machine. questa è anche la vera ragione per cui non
ci tengo affatto a conoscere di persona musicisti, scrittori e artisti vari: li si
conosce meglio attraverso le opere e quello basta e avanza pure. è anche
vero però che, pensandoci, mi rendo conto di non aver amici che non siano o
musici o scrittori, ché chi non lo è mi sembra quasi che non abbia nulla da
dire e che quindi non sia nessuno, anzi che non sia affatto. e quindi non se
ne esce. ma tornando a noi, il discorso di conoscere l'uomo attraverso la sua
opera, comunque, non si applica alla femmina. la femmina che scrive, o che
suona, o che dipinge, o che, come questa, fa film, la si conosce bene come
tutte le altre, cioé dando un'occhiata a come muove il culo.
[[[ comunque il film è bello e lo consiglio, il ritratto superficiale e turistico del giappone (che
tra l'altro è così per davvero) è perfetto e funzionale alla storia, gli attori sono fighi: c'è
quello che era pure nei ghostbusters, il marito di lei è quell'attore nuovo con la faccia buffa
che l'ho visto già in un paio di film che non mi ricordo e in una puntata di x-files, la tipa è
sempre in mutande, come ritmo fila quasi sempre bene. unico consiglio: se avete una
fidanzata non portatecela perchè se no dopo il film ci litigate, come ci avete litigato dopo
che l'avete portata a vedere "l'ultimo bacio", che comunque al confronto è una merda. ah,
oggi su mtv c'era il concerto di kylie minogue. ]]]
postato da onq | commenti (3)
Commenti
24 Dicembre 2003 ­ 10:28
Allora vatti a vedere il primo e film e scoprirai che quello si può definire film , mentre lost in translation è una cagata mediocre..
utente anonimo 26 Febbraio 2004 ­ 13:13
Ammetto che la tua teoria/spiegazione sulla terribile traduzione del titolo italiano è davvero buona e affascinante, e mi costringe un po' a rivedere la mia posizione... ma non riesco in ogni caso a capire la perdita completa di significato e di aderenza al contenuto del film. Se è bella l'idea di perdere il gioco di parole come dici tu, qui si prendono fischi per fiaschi e temo che non ci sia stata da parte di traduttori/adattatori la minima consapevolezza di quello che facevano ­ cosa peraltro dimostrata anche nella pellicola dove qui e là il problema si fa palese.
ale2000 07 Luglio 2004 ­ 09:04
il film è una merda,sofia coppola una puttana,l'unico che si salva in quel film è Kevin shields.
casinototale 26/12/2003
conformandomi alle masse, ho deciso di
mettere anch'io shinystat sui miei blog. shinystat
sarebbe un contatore normale, come quello che già
c'è di default sulle pagine splinder, ma ha
l'indiscutibile pregio di dirti con quali chiavi di
ricerca i visitatori sono arrivati alla tua pagina. ora,
da quando ho scoperto che il vecchio dahlgren ha
chiamato il suo blog "scopare nel culo: problemi,
pericoli" per via di un tipo che l'ha trovato cercando
su google questo sproposito, e da quando ho
notato che "anal six" è il primo referrer per il povittero, ho deciso di vedere
come la gente arriva pure sul flauto mauto, pregustandomi oscenità ed
associazioni di idee dadaiste. oltre a questo, shinystat offre un buon
argomento per dimostrare ai drogati che pensano che pubblicare qualcosa
sul mio blog significhi sputtanarla davanti a tutto il mondo che in realtà le
visite giornaliere al flauto mauto non superano mai le 3 o 4, al contrario di ciò
che accade in blog più popolari. mi tornerà utile sicuramente in occasione
della querelle con qualche tipa recensita che sosterrà che io stia cercando di
diffamarla davanti al mondo. la cautela non è mai troppa.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
27 Dicembre 2003 ­ 21:08
grazie per avermi reso noto lo shinystat , che ancora non sapevo quali possibilità offrisse. l'ho immediatamente adottato anch'io.
brullonulla 31 Dicembre 2003 ­ 00:52
onq, faci un regalo: raccontaci qualcosa su cabani, pliz.
repeater 01 Gennaio 2004 ­ 01:49
e perchè non anche notizie su capano a.k.a il barone?
brullonulla 01 Gennaio 2004 ­ 15:19
ohilà. l'immagine in alto viene da quel film fatto con le ombre cinesi o ricordo male?
dhalgren
03 Gennaio 2004 ­ 19:44
certo, si tratta del vero flauto mauto. che è riuscito ad inculare la principessa che polverizzava i suoi pretendenti nascondendosi in un costume da flauto mauto e guadagnando così l'accesso nel di lei castello, impenetrabile dal radar vaporizzante.
onq 09 Luglio 2004 ­ 17:59
mi fate sganasciare dalle risate...state tutti e due su allmusicguide,e i gdm non sono neanche recensiti con le stellette,a differenza di te.Vi scannate per un pezzo di pagnotta.O per la gloria?Mah.
casinototale 04/01/2004
RECENSIONI DI TIPE / 3
Quella che si mangiava il mandarino sullo Spezia-Parma il 31/12
ti odio, brutta troia stronza. ti odio perché
sei odiosa. io ti ho in odio e ti voglio morta.
voglio vederti mentre muori. io spero che
qualcuno ti segnali questa recensione e tu
capisca lo schifo che fai e che sei. hai vent'anni
e sei anziana, sei senza collo, sei stupida,
ridacchi leggendo l'oroscopo di glamour con le
tue amiche brutte e stupide quanto te su un
treno mentre il 31 dicembre vai a riccione. a riccione vai, in compagnia, da
spezia. gli amici che hai si dividono in persone che non hanno un vocabolario
sufficiente a capire glamour ('alter ego? che cos'è?' e l'altro gli fa 'è il tuo io, il
tuo io' e lui 'ah sì, ho capito, il mio io, sì' ma diocane se è ALTER non è EGO,
è tutto tranne che ego. o no?) e filosofi spiccioli che si permettono di dire ad
alta voce in treno che non esiste dio. ma diocane non è quello il problema,
imbecille. ma io odio te, soprattutto, troia, per i motivi che ti ho testé elencato,
ma soprattutto per uno, il più importante, il più grave: tu appartieni a quella
categoria di donne (perché ho visto solo donne farlo, esistono solo donne che
lo fanno, solo le donne possono scendere così in basso) che quando salgono
in treno, non appena si sono messe comode, sfoderano un mandarino e se lo
mangiano. io vi odio tutte. anche se aspettano un treno in ritardo di quindici
ore, per mangiare il fottuto mandarino aspettano di essere salite, in modo da
aromatizzare l'intero vagone con l'odore impestante di quell'agrume
disgustoso. la frutta. se lo sbucciano con le unghie, tolgono le pellicine, se lo
spicchiettano, fanno schizzare gli umori, lo scappellano. sono oscene, mi
danno ribrezzo. io voglio scaricare le bombole di un lanciafiamme sulla tua
faccia grassa finché non diventa vapore. io voglio calpestare la tua faccia
grassa sotto il mio scarpone da conquistatore. sei la versione settentrionale
delle vecchie terrone che si tolgono le scarpe e mettono i piedi coi cipolloni
sui sedili degli intercity mangiando il formaggio. ma tu sei peggio, perché non
ti si perdona come si perdonano quelle bestie dei terroni per il fatto di essere
solo bestie. c'è solo un cibo peggiore del mandarino che va di moda
consumare in treno: è il tramezzino. il tramezzino. spiegatemi che cosa cazzo
è un tramezzino. no, davvero, spiegatemelo nei commenti, io non lo so. io
vedo queste cose insulse negli involucri di plastica triangolari e non so da
dove cazzo vengano. se io mai volessi uno di quei cosi, dico se mai, non
saprei proprio dove comprarlo. dove cazzo li fanno i tramezzini? non al bar,
perché al bar ti fanno i panini, quelli normali, sani, col prosciutto. non nei
negozi di alimentari, perché vendono roba fresca e mandarini, non nei
ferramenta, perché ci vendono bulloni e chiodi. dove cazzo li trovate? cosa
c'è dentro? perché? cosa sono quelle salsine? cosa significa quell'odore che
hanno? perché? in giappone è vietato mangiare su qualsiasi mezzo di
trasporto, ti farebbero la multa (dico farebbero perché non è necessario farla:
la gente sa darsi un contegno laggiù, senza bisogno della guardia). a londra
c'è l'invito a "do not eat smelly foods". solo da noi. abbiamo giustamente
proibito ai fumatori di salire sui treni, ora li trovi al cesso, qualche volta, il
posto giusto per fare tutte le cose che fanno schifo e che è meglio non
mostrare agli altri, a soddisfare il loro vizio disgustoso. ora abbiamo questa
piaga. perchè su ogni vagone non manca mai la troia che si mangia un
mandarino o un tramezzino. io non posso neanche rifarmi augurandovi dei
cancri, non è provato che mandarini e tramezzini provochino tumori alle
ovaie, purtroppo. dico purtroppo perché terrei un eventuale tumore all'ovaia di
quella stronza in una teca ben in vista sul mio comodino. la verità è che è
disgustoso vedere una donna che mangia. irrimediabilmente la identifichi
come cosa viva, vedi in lei un organismo biologico, con l'apparato digestivo,
non puoi fare a meno di pensarla mentre caga. le donne farebbero meglio a
non mangiare mai. perché mi danno il disgusto. quelle che vogliono mangiare
dovrebbero farlo di nascosto e senza dirlo a nessuno, e mangiare una
vigorsol subito dopo, per tornare ad ispirarmi sterilità, morte e ancora morte.
postato da onq | commenti (7)
Commenti
05 Gennaio 2004 ­ 09:14
buon anno! le farò avere la teoria interpretativa di lost in translation delle simpatica esponente del sesso femminile che ho la fortuna di annoverare nella mia cerchia di conoscenze......... m
utente anonimo 07 Gennaio 2004 ­ 16:13
I tramezzini li vendono quei tipi delle fs che arrivano con la carriola a rotelle e dicono "panini, caffè, birra!"
utente anonimo 07 Gennaio 2004 ­ 22:39
i tramezzini sono piccoli esseri viventi, soffici e bianchi, che vivono nell'umidità di certe caverne. sono animali sociali e come tali si raggruppano in colonie dalla forma piramidale, dove sono capaci di vivere per anni, ma in silenzio, traspirando piano. la loro anima è lamellare, ottusa, ingenuamente riconoscente. non parlare male dei tramezzini. non se lo meritano.
martinka 07 Gennaio 2004 ­ 23:48
mi sono nutrito di tramezzino sul treno proprio oggi. concordo con la tesi di door­in­a­jar, con una glossa. è bello schiacchiarli.
brullonulla 08 Gennaio 2004 ­ 11:40
onq, marta è tornata
sirpe 04 Febbraio 2004 ­ 20:01
sei un genio!!!!!!!!! veramente !!!!! 30 e lode
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 13:32
c'hai un tumore al cervello onq,vatti a fare una TAC
casinototale 10/01/2004
RECENSIONI DI TIPE / 4
La dott.ssa Neide B0RGH|N| in VEZZ0S|
Con questo nome degno d'una brigatista
partono le inchieste scomode del Flauto Mauto. Da
tanto, troppo tempo abbiamo taciuto e la cosa è
passata sotto silenzio nonostante la vergogna si
consumasse sotto gli occhi di tutti. C'era bisogno di
un cronista con le palle che scavasse a fondo in
questa vicenda. E il cronista con le palle eccolo proprio qua davanti a voi,
pronto a svelarvi i più sordidi, squallidi, meschini raggiri che insanguinano e
infamano la provincia. Ci occupiamo oggi di una vicenda che ha
dell'incredibile e che viene dalla bella cittadina di
mare della Spezia, dove da qualche tempo hanno
cominciato a comparire scritte sinistre sui muri del
centro, dapprima generiche insinuazioni sulle
abitudini sessuali di una non meglio identificata
dottoressa della guardia medica, poi, col tempo, via
via più precise e puntuali, complete di nomi, cognomi e indirizzi. Ordinate
logicamente e cronologicamente, le varie scritte svelano una torbida storia di
sesso, droga e crimine alla quale nessuno aveva dato peso finché il
sottoscritto non ha verificato e documentato l'effettivo svolgersi dei fatti. Il
protagonista della storia ed autore delle scritte pare essere un
tossicodipendente di nome Paolo MARTVCC|, venuto a contatto, suo
malgrado, con la dottoressa Neide B0RGH|N| del Sert (servizio di recupero
dalla tossicodipendenza) di La Spezia. Il rapporto dapprima professionale tra
i due è presto degenerato in sessuale e quindi in
criminale. La dott.ssa Neide B0RGH|N|, stando alle
scritte, avrebbe sottratto metadone ed altri
medicinali, riciclando ricette o firmandone di fasulle,
dal proprio luogo di lavoro (il Sert dell'Usl n.5 della
Spezia) per portarle in casa del MARTVCC| e
praticargli sesso orale insieme alle dosi. Al cessare dell'idillio, il MARTVCC|
avrebbe preso a scrivere cosacce su di lei sui muri, definendola ancora,
genericamente "dottoressa della guardia medica" e, alle motivate rimostranze
di quest'ultima, sarebbe passato allo sputtanamento completo di nome e
cognome. Resta storica la scritta a pennarello comparsa su un cartellone
pubblicitario vicino all'ospedale Sant'Andrea: "La dott.ssa Neide B0RGH|N|,
sposata VEZZ0S|, abitante a Le Grazie in via C.Battisti n.187, veniva in casa
mia per fare le porcate, e mi dava il metadone, pure". A questo punto le cose
si fanno più confuse: pare che la dott.ssa Neide
B0RGH|N| abbia tentato le vie legali e, con una
diagnosi ad hoc, abbia fatto passare il MARTVCC|
per folle fino al ricovero coatto, lui, a sua volta,
l'avrebbe deununciata per furto di medicinali. La B0RGH|N| avrebbe puntato
tutto sulla scarsa credibilità del tossicomane, e si sarebbe spinta fino a
mandargli dei fantomatici "sgherri" in casa per rubare prove compromettenti.
Sarebbe seguito uno scandalo interno al Sert, medici trasferiti, omertà
imperante. Questo è ciò che si evince dalle scritte, che col tempo hanno
perso il tono canzonatorio degli esordi e si fanno via via più criptiche,
paranoiche, cospirazioniste. Che il tossico si sia inventato tutto nelle sue
fantasie da tossico con la dottoressa dei tossici? No,
troppo accanimento. Che di vero ci sia solo qualche
rocchettone e il tossico l'abbia presa male per la fine
degli stessi e si sia inventato la storia delle ricette? O
forse il tossico è davvero l'unica voce di verità, il
reietto a cui nessuno crede, l'eroe positivo disneyano
che trionfa alla fine? Noi del Flauto Mauto abbiamo dapprima verificato
l'esistenza dei personaggi coinvolti, e abbiamo trovato attestazioni della
dott.ssa Neide B0RGH|N| su internet: qui, qui e qui, dimostrando quindi che
ella è davvero una dottoressa impiegata al Sert di Spezia. Sull'elenco
telefonico abbiamo quindi rintracciato l'ubicazione
dello studio della B0RGH|N| alla voce B0RGH|N| Dr.
Neide Ornella, Via Venti Settembre, 117, 19121 La
Spezia (SP), tel.0187.730448. Anche l'indirizzo di le
Grazie segnalato dal MARTVCC| è giusto: VEZZ0S|
Luca, Via C. Battisti, 187/A, 19022 Le Grazie (SP),
tel.0187.792047. Recàtici di fronte ad entrambi gli
edifici, non abbiamo notato le scritte tipo "muori troja" che ci saremmo
aspettati. Al MARTVCC| non interessa la minaccia, ma che la Verità venga a
galla. Aumentano i misteri intorno a questa spietata dark lady. Ma passiamo
al MARTVCC| stesso: telefonando a tutti i MARTVCC| sull'elenco, ne
abbiamo rintracciato la madre Maria Luisa, la quale afferma che nelle scritte
"purtroppo c'è del vero" e rivela che il figlio è andato ad abitare in via Napoli
n.19, cosa che abbiamo verificato all'anagrafe, ma
purtroppo non ha saputo darci il numero di telefono,
da poco cambiato. Sul suo campanello in via Napoli:
P. MARTVCC|. Siamo dalla tua parte, Paolo
MARTVCC|, spezzino Don Chisciotto, da oggi non
sei più solo contro la mafia del Sert e gli sgherri della
gelida femme fatale Neide Ornella B0RGH|N| in VEZZ0S|.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
10 Gennaio 2004 ­ 16:06
c0ns|gl!o : cambia il lettering di ne|de [email protected] è comunque una combinazione troppo poco comune. la prudenza non è mai troppa con simili individui.
(e hai controllato che Google non possa circumnavigare simili artifizi?guarda che le inventano tutte) aggiungo la MIA PERSONALE SEGNALAZIONE del presunto Pa0l0 MartVcc| risalente al 2001, in cui lo stesso girava a mò di uomo­sandwich per Via Prione, altezza Bar Tripoli, esponendo i FATTI in modo dettagliato sui cartelloni da lui indossati. purtroppo all'epoca la mia estremamente frammentaria conoscenza dei FATTI mi ha impedito di porre la necessaria attenzione all' EVENTO. ricordo soltanto che sui cartelli era evidenziato il TORMENTO PERSONALE del succitato MartVcc| , la sua lunga storia di droga da cui era faticosamente uscito nonostante la perfida influenza della ne|d& , e di come egli sia stato in realtà abbandonato dalla societa etc.etc... il contegno del MartVcc| era umile, cortese e silenzioso. non certo quello che ci si attenderebbe da un povero psicopatico.
è da segnalarsi comunque che la permanenza del MartVcc| non è durata che circa 60' , dopo di che ha abbandonato i cartelli ed è fuggito via. perchè?
brullonulla 23 Gennaio 2004 ­ 18:38
pezzotto, no news?
utente anonimo 24 Gennaio 2004 ­ 23:28
onqqq, vogliamo altre recensioni! C'è gente a Colorno che le aspetta!
sirpe 02 Febbraio 2004 ­ 12:48
cioè...io sapevo bene o male la storia passando per via prione e chiacchierando a volte col Martucci che ha esposto i fattacci a me e ai miei amici divertiti..ma il Flauto Mauto ha esposto il tutto con clinica precisione..complimenti davvero!!!
utente anonimo 04 Febbraio 2004 ­ 12:56
eh FLAUTO MAUTO, FLAUTO MAUTO....qui tutti attendiamo le ultime news sul caso....certo gli sgherri sono temibili...occhio a non capitare tra le loro mani
utente anonimo 04 Febbraio 2004 ­ 20:23
hei, mi ero appena seduta coi popcorn, alllora??
utente anonimo 05 Febbraio 2004 ­ 19:54
cazzo, unochevainviaprione! Fallo conoscere a onq questo benedetto Martucci,no? testina a pynolo!
utente anonimo 06 Febbraio 2004 ­ 01:22
belin..onq..il Martucci lo trovi all'incrocio tra via Prione e la via di One O One e Città di Bologna ogni pomeriggio con i suoi nuovi cartelli...è gioviale e gradirà il tuo interessamento alle sue vicissitudini.
utente anonimo 09 Febbraio 2004 ­ 20:11
Cazzo, ma l'ho visto anch'io allora! C'era un cartello su quella specie di vaso di fiori davanti a One and One che diceva qualcosa come "avete 12 ore di tempo per ridarmi i pennarelli" e qualche altra vaga minaccia rivolta a tutti e nessuno. Lui forse era il tipo seduto vicino. Fantastico, ho pronto il minidisc.
utente anonimo
15/02/2004
RECENSIONI DI TIPE / 5
Cinzia Dato (un post politico)
Da scarso conoscitore della politica nazionale,
fino ad oggi non avevo mai sentito nominare la
senatrice della Margherita Cinzia Dato. Cinzia Dato
non capisce un cazzo di niente. Credo che sia terrona
e parla come la parodia di Tosca D'Aquino fatta dalla
Gialappas. Ma uguale. E' ingessata. Brutta. Sgrana
gli occhi e sorride aggrottando le sopracciglia quando
pensa di aver ragione o riesce ad inanellare una frase
in buon italiano dopo aver parlato napoletano per
tutta la vita e si sente orgogliosa, ma ha la voce
antipatica e terrona e non riuscirà mai a nasconderlo
stando a Roma. Quando parla chiude a cerchio indice
e pollice e con essi scandisce le parole. Parla in
modo ostentatamente corretto e formale per far
vedere che ha studiato. Sembra che stia leggendo un
documento della commissione europea, invece sta
parlando. Però con l'enfasi necessaria a trasmettere il
messaggio che lei ci crede davvero ed ha a cuore la
cosa pubblica. Essendo donna, le stanno a cuore le
cose come le pari opportunità ed è stata invitata da
Giuliano Ferrara per parlare del suo disegno di legge
(quello che impone il 40% di donne nelle liste
elettorali, o una puttanata simile da riserva indiana)
insieme ad altre donne onorevoli. Perché le donne si
occupano di donne. Leggete un libro scritto da una
donna: parla di femminismo e della condizione della
donna. Dico non solo i romanzi. Cercate un articolo su una rivista di medicina
scritto da una donna: è sui tumori alle ovaie o al seno. Non sanno pensare ad
altro che a loro stesse. Prendete un romanzo scritto da un negro: parla della
difficile condizione di essere negri. Gli uomini bianchi scrivono di
fantascienza, filosofia, fisica molecolare, architettura, design di interni,
matematica pura. Le donne parlano delle pari opportunità da Giuliano
Ferrara. Naturalmente ho detto Giuliano Ferrara e non otto e mezzo, e non
Giuliano Ferrara e Barbara Palombelli, perché un giorno vi dirò cosa penso di
Barbara Palombelli. Anzi ve lo dico subito: a me piace Barbara Palombelli
perché mi piace come si fa umiliare da Giuliano Ferrara regolarmente ogni
sera. Mi piace che Giuliano Ferrara sia più preparato di lei perché lui ha
studiato e lei no è nata ieri e prende il clonazepan non capisce un cazzo e
Giuliano Ferrara le tappa la bocca ogni due secondi per correggerla, per farle
presente che le sue domande non c'entrano un cazzo con l'argomento di cui
si sta parlando, e le scorreggia in faccia. Ogni sera, prima della trasmissione,
Giuliano Ferrara regolarmente si passa una mano tra le chiappone sudate e
lercie e la mette sotto il naso di Barbara Palombelli per farle uno scherzo un
po' salace e sporcaccione, e la Palombelli sempre fatta di litio ci sta perché è
consapevole di essergli inferiore. E china la testa e assume un'espressione
triste. Quando Barbara Palombelli è compiaciuta perché riesce a rispondere
per le rime a Bondi (a Bondi) fa un sorrisetto saccente, ma basta un'occhiata
di Ferrara per rimetterla al suo posto. Barbara Palombelli viene regolarmente
spogliata, ricoperta di pece e piume ed esposta ad una platea scelta di
uomini e soprattutto belle donne vestite bene che la indicano e ridono. Ma
stavamo parlando di Cinzia Dato. Le donne come Cinzia Dato sono il cancro
della sinistra. Grazie alle donne come Cinzia Dato la sinistra è un teatrino
disgustoso di buonismo, di politically correct e di buoni sentimenti per le
donne e per i negri. Nessuno a sinistra gli frega più un cazzo dei contratti di
lavoro dell'antifascismo di andar contro agli ebrei. Quelle sono tutte cose per
le dispute tra Alleanza Nazionale e Alternativa Sociale. A sinistra la cosa più
importante è capire se è più discriminatorio lasciare che le donne ce la
facciano con le proprie forze o, siccome partono svantaggiate, imporre per
legge che ne vadano un tot in parlamento. Le donne della sinistra italiana
sono le principali responsabili dello scempio che è oggi la sinistra italiana.
Basta vederle. Rosy checazzodinome Bindi. La Jervolino. Ombretta
Fumagalli checazzodinome Carulli. Lucia Annunziata. Cinzia Dato. Cessi
ottusi. L'unica che mi farei è la Melandri, ma sarebbe una cosa senza gioia.
La sinistra italiana è Lucia Annunziata che al Maurizio Costanzo show accusa
Gino Paoli di averle detto di tacere perché non capiva niente in quanto
femmina quando Gino Paoli aveva detto solo "avrei una rispettosa
obiezione". Ho più rispetto per Bondi. Se a Bondi gli dici di tacere lui continua
per la sua strada, la volta che ti da retta contrattacca dandoti del polpot. Non
la butta in caciara sulla discriminazione sessuale. Bondi ha il pincio, mi si
obietterà, ma vale lo stesso per le donne di destra. Le donne di destra non
sono così. A destra sono dei bei troioni e vestono da puttanona come Daniela
Santanché che sembra Ilsa la belva delle SS. Poi c'è quella figa delle pari
opportunità la Prestigiacomo che me la farei appecora. Poi c'è la Mussolini
stessa che mi sembra un muflone ma ho sentito dire che a qualcuno piace
perché è sanguigna come può piacere Alda D'Eusanio, il che è perfettamente
lecito e condivisibile. Anche nella Lega le scelgono per come sanno
sculettare, perché la bellezza è segno di intelligenza, lo diceva Andy Warhol e
io non sono nessuno per contraddirlo. Se proprio devo mettere la cosa
pubblica in mano a qualcuno io sarei più contento di darla in mano a Daniela
Santanché. A Daniela Santanché glielo darei in mano, altroché.
postato da onq | commenti (7)
Commenti
17 Febbraio 2004 ­ 19:17
viva stalin
utente anonimo 20 Febbraio 2004 ­ 23:57
che significa "suki desu"?
luisferdina 24 Febbraio 2004 ­ 17:42
ti amo
utente anonimo 26 Febbraio 2004 ­ 17:08
bonjour finesse. m.
utente anonimo 28 Febbraio 2004 ­ 00:33
il livello delle tue ex credo sia di gran lukìnga inferiore alla dato...ah ah ah
utente anonimo 02 Marzo 2004 ­ 12:53
io non credo...
utente anonimo 03 Marzo 2004 ­ 10:28
posso assicurartelo ho le mie fonti
utente anonimo 28/02/2004
Noto dal mio shinystat che finalmente anche sul Flauto Mauto si è fatto
vivo qualcuno che cercava informazioni sui pericoli correlati a bizzarre
pratiche sessuali, in questo caso il sesso orale. Rigoni a parte, pare che tali
pratiche bestiali portino a ben più gravi conseguenze (grazie a bob k per la
segnalazione). Per inciso, ringrazio il tale che è venuto qui cercando "donne
che scappellano i cazzi".
postato da onq | commenti (5)
Commenti
28 Marzo 2004 ­ 22:26
Onq, come faccio a ottenere delle tue cassette o cd? Sento che diventerò tuo fan. Anzi, già lo sono.
violentunknownevent 02 Aprile 2004 ­ 18:51
sono io il tuo fan, vue. sei il blog più cazzimma che conosco. tu mi fai avere le tue cose, io ti faccio avere le mie. se non hai cose, falle.
onq 03 Aprile 2004 ­ 00:12
Ok. Si può fare. La mia produzione musicale annovera perle di quieta grandezza. Non è vero ovviamente.
violentunknownevent 06 Aprile 2004 ­ 00:07
sei in lista per quello nuovo, quando sarà finito. quelli vecchi scordateli perché me ne vergogno. anche di quello nuovo, a ben vedere. magari si risolleva in fase mastering. vedremo. intanto piangi con me per lo scempio (vedi nuovo post) e supporta la raccolta di firme che sto imbastendo.
onq 16 Aprile 2004 ­ 16:30
onq, a me delle cassette fregauncazzo, ma volevo dirti che ho finalmente visto il martvcci. live. in person. con tanto du cartellone. confesso che mi sono emozionata.
martinka 06/04/2004
DELUSIONS OF WORTHLESSNESS
eccoci. è la fine. non poteva durare. quando tutto quello in cui credevi si
sbriciola sotto i tuoi occhi non puoi che pensare che resta solo la morte.
inutile pensare a quanto è stato bello il passato: il passato non tornerà. lo
stesso passato che credevi bello diventa una squallida merda quando lo vedi
sotto la nuova luce, sotto la luce della consapevolezza. la consapevolezza
che più disperatamente ti aggrappi a una speranza e più amaramente verrai
deluso. e non esiste una via d'uscita da questo stato di cose. tutto peggiora,
sempre. ogni giorno è peggio e poi peggio. e
peggio. la notizia me l'ha data per telefono, questa
sera, il paziente g. ha voluto darmela a voce, nella
speranza di temperare il mio dolore con la sua
compassione. ma a poco è servito il suo tatto
davanti a un tale disastro. credendomi ancora
vittima di uno scherzo di cattivo gusto, ho voluto
andare personalmente a controllare, ed ecco cosa
ho trovato sul sito ufficiale degli hood, dei miei hood: "hood have remixed
italian band giardino de miro for an upcoming release. more details
when we have them". rabbia. sgomento. indignazione. e tanta, troppa
delusione. non tanto da parte degli inconsapevoli fratelli adams, quanto dalla
stessa vita, dal destino beffardo, da questa umanità di merda che non sa che
deludermi, ogni giorno di più, ogni giorno più insopportabile. gli hood. epitome
dell'autismo, colonna portante della mia concezione di musica, di arte e di
vita, si sono prestati ad essere i nuovi ospiti fighi, i nuovi indietronici inglesi
fighetti di merda ospiti di un disco dei giardini-di-possa-che-morissero-mirò. il
gruppo italiano delle erre moscie, delle giacchette e dei maglioncini a collo
alto. gruppo di pedofili, di culani e di becchi (e questa volta ho prove su ogni
singola parola che scrivo, non provatevi a farmi la solita scenetta). raina io ti
odio. raina io so che me l'hai fatto apposta. raina io lo so che non te ne
fregava un cazzo degli hood e l'hai fatto solo per farmi infuriare. raina io con
te avevo cominciato ad andar d'accordo, ricordi? perché hai voluto riaprire le
ostilità? perché tocchi i miei santi? non potevi startene col tuo fottuto remix di
dntel e considerarti pago? raina perché hai voluto rovinare la mia vita? raina
te ne pentirai. raina te lo giuro: avrò la mia vendetta.
postato da onq | commenti (13)
Commenti
06 Aprile 2004 ­ 00:05
sai cosa ? mi fai morir dal ridere. cioè, in senso buono, cioè, quasi buono, cioè, non solo ridere... cosa fai domani sera ? ;) .liz.
LizElsewhere 06 Aprile 2004 ­ 10:50
hood... shame on you
utente anonimo 06 Aprile 2004 ­ 18:16
plauso.
brullonulla 10 Aprile 2004 ­ 14:14
Diamine, questa storia è in effetti vergognosa, firmo senza esitazioni.
violentunknownevent 11 Aprile 2004 ­ 20:35
Ecco. Adesso prova a stabilire chi è la testa di cazzo. Tu o gli Hood? Io non parteggio per nessuno. Poi dimmi
sirpe 15 Aprile 2004 ­ 17:09
il problema è l'ignoranza. gli hood sentono il disco dei gdm, dicono bel disco,e buonanotte. non sanno, poveretti, non sanno. vivono nella loro brughiera, e ignorano. è il caso di aprirgli gli occhi.
utente anonimo 20 Aprile 2004 ­ 22:45
ma pecksniff inveisce?
utente anonimo 26 Aprile 2004 ­ 00:26
­ hood have remixed italian band giardino de miro for an upcoming release. its great ­ we've heard it
utente anonimo 26 Aprile 2004 ­ 00:57
ciao coglionauto, come sempre sei male informato oltre che fuorimoda (in questo continua a batterti solo il maggi eugenio). Degli hood m'importa na sega o poco più l'esperto è jukka...devi vendicarti su di lui, è l'amministratore unico dei rapporti con gli hood, dntel e compagnia bella. Io rispondo solo sulle deviazioni sessuali di burro e sui vestiti di mirko. Vedo che anche tu non perdi tempo a parlare del puffo morto...ti sei imborghesito...neanche una parola su Zorzi, grande pallavolista degli anni novanta, finalmente assolto dalle accuse di eversione. bah, attendo la vendetta, ovviamente... baci ai blogger,sieti troppo mauti ! tuo raina
utente anonimo 26 Aprile 2004 ­ 12:19
ma va là vai che vi siete comprati anche la macchina fotografica che fa le foto come le copertine degli hood!!! ah, ho scaricato il vostro disco con te che canti.
onq 26 Aprile 2004 ­ 13:09
non ci compriamo + niente da anni...tutti ci regalano tutto... se vuoi sapere il perchè scaricati anche zoolander. Insisto comunque nel rimarcare che essere remixati dagli hood rappresenta per me un insuccesso. Quando ci siamo riuniti nelle nostre camere di tortura (quelle in cui le ragazzine ­loro previo pagamento­ vengono da noi usate come crash test dummies...mmm mmm mmm mmm) per decidere a chi avremmo concesso l'onore di remixarci io avevo proposto il Deplano o Albin Julius. Ovviamente ho perso ed eccoti gli Hood. Fatti furbo, una buona volta, fai una petizione per farci remixare dai Foresta di Ferro, per Diana ! tuo raina
utente anonimo 26 Aprile 2004 ­ 16:55
ma che foresta e foresta, gli unici degni sono i cervone aj ferri http://www.musikalive.com/cajf_trio.htm
onq 26 Aprile 2004 ­ 20:59
bestiale...credo di averli anche incrociati in una lodanda nella valle del Tevere qualche anno fa, erano una cover band di emerson (futura stella della juve di prandelli), lake and palmer. Tornando A Noi (spero tu colga la finezza) le ultimissime mi danno gli Hood costernati dalla petizione e in trattative per essere affiancati dai Maleficu Santificatu affinchè il loro buon nome di gruppo non conforme non sia intaccato dalla connivenza coi giardini. http://www.inchproductions.com/html/index_site.asp tuo raina
utente anonimo 23/04/2004
RECENSIONI DI TIPE / 6
La fidanzata di Fabrizio Quattr0cchi
Fabrizio Quattr0cchi ormai lo conosciamo
tutti. Fabrizio Quattr0cchi era uno di quei quattro
gorilla italiani rapiti dagli iracheni, quello che
guardava torvo la telecamera tenendo il
passaporto in mano. Quello sguardo macho e
antipatico da Raz Degan mi ha fatto subito
incazzare, e di certo anche gli iracheni hanno
avuto i miei stessi sentimenti perché hanno
deciso di spararlo per primo. Al momento che
scrivo gli altri tre sono ancora vivi e spero che quando leggete siano stati
sgozzati pure loro, ma se non dovesse accadere sono contento che tra i
quattro sia toccato a Quattr0cchi e non, per dire, al pacioccone simpaticone
che sedeva alla sua sinistra. Comunque, dicevo, il patriota Quattr0cchi e la
sua celebre frase di commiato al mondo la conosciamo tutti, pochi invece
hanno presente la sua fidanzata Alice. Dunque è successo che io mi stavo
masturbando visionando un vecchio film porno (credo fosse "Sodomania
22"); arrivato quasi al punto topico decido di riavvolgere la cassetta per
spruzzare su una sequenza a me particolarmente cara, stoppo il
videoregistratore e riavvolgo, e chi mi compare sul video, se non la famiglia
Quattr0cchi al completo, appena uscita dal silenzio stampa di due giorni
imposto dal dolore del lutto? E' così che mi sono ritrovato davanti alla
fidanzata di Quattr0cchi Alice con l'uccello in mano. Lo sperma è uscito
praticamente da sé: la fidanzata di Quattr0cchi Alice è proprio una bella
fichetta, ha due occhietti da volpina puttana tipo Nancy Brilli e pur struccata e
vestita male fa la sua porca figura. Non dimentichiamo inoltre che prima di
essere la fidanzata di un eroe nazionale era quella che si scopa il buttafuori.
Per me quella che si scopa il buttafuori ha un nonsoché, che gli piacciono i
muscoloni e gli uccelloni, una che va subito al sodo insomma, una che mi
stuzzica per il fascino della sua infimità culturale e umana, una che non sa
neanche che il suo uomo sta morendo a Falluja perché a lei ha detto che
andava chissà dove, tipo a San Marino. Chi di noi non si è mai fatto fantasie
sulle tipe delle case popolari, delle sale giochi, dei baracconi, delle sale da
biliardo? Quelle che bestemmiano ogni 3 parole, che a 15 anni hanno già
abortito 8 volte, quelle che sono state sverginate dal fratello maggiore, quelle
per le quali bere sperma è la prassi quotidiana e non una variante esotica per
i giorni speciali? Insomma ora abbiamo questa fidanzata di Quattr0cchi Alice
libera come una farfalla, che non vogliamo farci avanti? Dai bella, ora che hai
visto come muore un italiano, vieni un po' qua che ti faccio vedere come ti
scopa uno spezzino.
postato da onq | commenti (14)
Commenti
23 Aprile 2004 ­ 16:28
Sono commosso da tanto cinismo, non ho mai riso tanto. Grazie per un attimo di gioioso svago in una giornata di merda. Beppe
utente anonimo 24 Aprile 2004 ­ 14:25
le troje dell'accademia, quante me ne sarei volute fare. labbrone, sigaretta e porcodio in bocca.
brullonulla 24 Aprile 2004 ­ 21:56
finalmente, un grande ritorno. M.
utente anonimo 25 Aprile 2004 ­ 12:48
ottimo, ottimo. BruNo Nulla, torna anche tu nel cleb. C'è ancora speranza.
utente anonimo 26 Aprile 2004 ­ 13:31
cazzo ONQ sei agghiacciante!
utente anonimo 27 Aprile 2004 ­ 00:17
ignobile, come al solito.
utente anonimo 28 Aprile 2004 ­ 00:18
io le troie dei baracconi me le ricordo tutte
utente anonimo 28 Aprile 2004 ­ 19:29
Perchè non hanno rapito te che non fai un cazzo nella vita?
utente anonimo 18 Maggio 2004 ­ 18:22
Non ho parole, ed è meglio così, un post del genere non ne merita. Tanto non è il tuo corpo quello a cui hanno sparato. Tanto non è la tua ragazza quella che soffre mentre tu la prendi per il culo. Tanto quello in quella foto non sei tu. Tu te ne stai rintanato in camera davanti a un computer curando un sito che i diretti interessati non leggeranno mai, parlando di loro in termini a dir poco stereotipati e qualunquistici... Applausi al vigliacco. Clap clap. Ps. A scanso di equivoci, io sono anti­militarista e contro questa guerra, e i vari "Quattrocchi" non mi stanno certo simpatici, anzi...
kastel 21 Maggio 2004 ­ 21:17
non è che tu debba bullarti del supporto di un'aullese, dio te ne scampi e liberi, but i support.
Edeeen 23 Maggio 2004 ­ 10:47
bravo, ti voglio bene, mi hai commosso, il finale poi è da scrivere sui muri a caratteri cubitali, è un pò tipo quella frase che disse B.: "una vita si spenge, un marshall si accende": perle di saggezza.
solidarietà apuana
utente anonimo 24 Maggio 2004 ­ 21:13
ONQ sei dio cane un profeta... il cinismo ai massimi livelli.... ti adoro e da oggi leggerò sempre più spesso questo sito che ha perle di saggezza così luminose...
utente anonimo 29 Maggio 2004 ­ 18:33
Grande...soprattutto per l'idea.Era un po' che non ne trovavo una prurigginosa per farmi una sega
utente anonimo 17 Giugno 2004 ­ 00:27
Onq non abbiam mai parlato molto...ma dovremmo cominciare ora! Grande diocane!!!! grande! saludos from Fonta
"... butta in aria le mani sittepiace, io brucio il microfono perche' ne sono capace!"
utente anonimo 26/04/2004
STOP THE MADNESS
Pronta sul povittero la petizione per fermare la follia.
Aderite numerosi, forse siamo ancora in tempo.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
27 Aprile 2004 ­ 10:53
done ;)
violentunknownevent 27 Aprile 2004 ­ 15:22
LOL: "Not sure why you're sending this to me. Misplaced Music has nothing to do with Hood. I will forward this on to them."
violentunknownevent 27 Aprile 2004 ­ 20:10
niente a che fare? è sua moglie!!!
onq 27 Aprile 2004 ­ 22:29
LOL. Aspe. Io le ho detto scusa mi hanno detto così, è una petizione, e lei si è spaventata. "That's ok... so if it's a petition I gather other people are involved? It may be a good idea to include their names and email addresses, it puts your case a little more strongly." Non ho capito che dice però. Mi minaccia?
violentunknownevent 28 Aprile 2004 ­ 11:11
Ma l'ho mandato solo io? Infame. ;P "The gdm mix is done – its not coming out on homesleep as far as I know Jukka is a fan of hood so we did it for him for virtually nothing. If you can give me 5 reasons why ethically we have done something bad (and I’m not talking about personal grievances) then I’ll listen to you. I mean, are they nazi’s? Do they support george bush? Yep the sophia album is a sell out and its shit but probably so is the next hood album so I’ll tell you what ­ we’ll not bother releasing it. richard" Ora però non so cosa rispondere, aspetto istruzioni.
violentunknownevent 28 Aprile 2004 ­ 14:34
vue tu sei l'Avanguardia
onq 29/04/2004
NON UN PASSO INDIETRO
E' ormai chiaro a tutti che il Raina non è che una
pedina inconsapevole e impotente in una partita più
grande di lui che si gioca tra me e il Reverberi, che da
oggi sarà l'unico bersaglio delle mie frustrazioni. La
petizione del Flauto Mauto non ha ancora trovato
l'indispensabile appoggio delle masse, allora ragazzi,
cosa vogliamo fare? Lo so che ci siete, restare
nell'ombra non gioverà alla nostra Causa: che fate, mi
ciarlate la vostra approvazione e poi vi ritirate
vigliaccamente quando è ora di sporcarsi le mani col
sangue dei borghesi? Avanti, siate all'altezza del compito
che vi è stato affidato, ritroviamo l'orgoglio necessario
per compattarci contro l'ingiustizia! Solo VUE ha trovato le palle per posare il
suo volume di Derrida e rispondere all'appello, ed ha ricevuto un trattamento
in stile baia dei porci: vogliamo sacrificarlo e dimenticare? E' questo che ci
hanno insegnato Cattaneo, Curtatone, Nardi e Oberdan? Dove sono i vari
Stillill, Brullonulla, AnalCunt, Garfunkel, Bob Blake, Paziente G, Bob K,
Gorea, Moncucco? Dove i genovesi? I milanesi? I napoletani? Boja!
Pusillanimi! Una mail di sdegno a Sara Adams dovrebbe già essere partita da
ogni vostro indirizzo email, i vostri blog dovrebbero aver già dato spazio
all'iniziativa, forum e mailing list dovrebbero già traboccare di odio! Vergogna,
cialtroni!
postato da onq | commenti (10)
Commenti
29 Aprile 2004 ­ 12:59
Invierò la petizione quanto prima perchè i giardini di mirò mi stanno sui coglioni e vorrei andare ad un loro concerto per SPACCARE LORO LA TESTA. Però non conosco gli hood, e probabilmente mi starebbero sui coglioni pure loro, quindi tra merda e merda mi fido di voi e smerdo i giardini di mirò. Non che vengono fino a spezia a fare un concerto, tra l'altro, i giardini di mirò? Giuro che se vengono resto in scaletta finchè la rissa non si è sedata e i carabinieri contano i corpi.
utente anonimo 29 Aprile 2004 ­ 16:09
"Misplaced Music has nothing to do with Hood! Please send messages to [email protected] and tell your friends!­­­­­­­­­­­Thank you­­­­­­­­Sara". Cambia l'indirizzo sul povittero onq.
utente anonimo 30 Aprile 2004 ­ 11:35
ho cambiato. il fatto è che io e il paziente G sospettiamo che la vera causa della rovina degli hood sia sara adams, la moglie di uno di loro. da quando lei ha preso in mano la situazione gli hood sono diventati frocetti e indietronici, hanno fatto un restyling del sito con le faq ironiche, sembrano i franz ferdinand o gli interpol. per questo ho messo la sua email invece che la mail personale degli hood, ma ora che il suo amaretto si è stretto possiamo cominciare a spedirle direttamente agli hood, che si riapproprino di ciò che è loro.
onq 02 Maggio 2004 ­ 22:55
"The gdm mix is done – its not coming out on homesleep as far as I know Jukka is a fan of hood so we did it for him for virtually nothing. If you can give me 5 reasons why ethically we have done something bad (and I’m not talking about personal grievances) then I’ll listen to you. I mean, are they nazi’s? Do they support george bush? Yep the sophia album is a sell out and its shit but probably so is the next hood album so I’ll tell you what ­ we’ll not bother releasing it. richard"
violentunknownevent 03 Maggio 2004 ­ 11:23
mi sento come se avessi trovato la mia donna a letto con un magrebino. che tristezza. hood is finished. restano i nasi rossi.
onq 05 Maggio 2004 ­ 09:58
http://musica.tiscali.it/loser/
utente anonimo 07 Maggio 2004 ­ 09:30
chi è questo patetico figlio di puttana che fa pubblicità alla sua webradio pidocchiosa sul flauto mauto? sul flauto mauto che lo leggono in due??? ma come sei ridotto, terrone?
onq 07 Maggio 2004 ­ 16:51
Credo volesse solo segnalarti un pezzo scritto dai Giardini Di Mirò.
Beppe
utente anonimo 10 Maggio 2004 ­ 18:51
e ora cosa ne faccio di tutti questi nasi rossi che ho comprato?
utente anonimo 17 Maggio 2004 ­ 22:23
ti stimo.
Numbkid 20/05/2004
QUESTA GARGIA DI MINCHIA
E' quando nessun buonista mi viene a
rigurgitare la sua stizza che credo di aver
fallito. Quando ho scritto il pezzo su Alice
Quattrocchi e ho trovato solo commenti di
plauso da parte di amici vicini e lontani ho detto
ecco, è finita: quest'umanità imbarbarita da
internet, abituata a tutto non si scandalizza più
di niente. Una volta mi bastava sbottare un
DVX LVX alla fine dei miei cataloghetti di
cassette improbabili perché mi vedessi arrivare
a casa (ché internet non c'era, bei tempi) una bella lettera di disappunto da
parte di un genovese che mi dava del segaiolo, del vigliacco, dell'irrispettoso,
del cretino, del senza cervello che scriveva sotto gli effetti della frustrazione
data dal vivere in una città di merda come Spezia (sì, appunto, gli ho risposto
bella Genova); oggi mi invelenisco per ore contro vittime del tutto innocenti e
non smuovo un fuscello che sia uno. Finché. Finché poi non mi vado a
rileggere i commenti dopo qualche settimana, puttanacaso qualcuno ne
avesse messi ai post vecchi, e chi ti trovo? Eccolo là, il Buonista. Dov'eri
finito, vecchio mio? Senza la gente come te, ancora capace di non capire un
cazzo, tutto il mio penare non avrebbe senso alcuno. Senza gli ottenebrati da
Porta a Porta che non riescono ad arrivarci, che ad un eccesso di politically
correct è più che plausibile reagire con un eccesso nel senso opposto giusto
per ripristinare l'equilibrio, senza i più ottusi dei sinistroidi che vedono la
mano della CIA ovunque, che fine farei? Eccoti, o elettore di Rutelli, o spirito
moderato e moderabile, mi sei mancato tanto, per un pelo non ho creduto di
vivere tra gente illuminata, finalmente ora so che esisti ancora! Ti voglio bene,
torna spesso, il Flauto Mauto è per te e per i tesserati come te.
postato da onq | commenti (36)
Commenti
21 Maggio 2004 ­ 19:05
Il post su Alice mi è sinceramente piaciuto.l'ho "riportato" sul mio blog e cosa ne ho ottenuto?
grande(o glande) ipocrisia mascherata da perbenismo.ho detto.
Numbkid 21 Maggio 2004 ­ 21:48
tu sei fabio, sei mukka. ammettilo.
Edeeen 22 Maggio 2004 ­ 02:06
certo caro amico lontano, ho seguito con l'uccello in mano anche il thread sul tuo blog e proprio ad esso mi riferivo. buffo che i commenti ai miei post si facciano su blog altrui.
onq 22 Maggio 2004 ­ 11:45
Non capisco il tuo disappunto. Ormai è chiaro! E' stata la CIA: a organizzare l'attentato delle Torri Gemelle; ad organizzare quello di Madrid; ad uccidere Berg (e anche Quattrocchi, ovvio); a sterminare i curdi in IRAQ; a sterminare i curdi in Turchia; a mandare al potere Berlusconi in Italia; a organizzare l'affare Telekom Serbia; a gestire i Gulag russi; ad uccidere Superman (salvo poi, dati i suoi poteri infiniti, resuscitarlo); e, anche se su questo non ci sono dati ufficiali, ad uccidere la madre di Bambi. Personalmente, ho dei sospetti sulla CIA ogni volta che mi trovo a calpestare per strada qualcosa che non dovrei (tracciatura chimica?)...
mk22 25 Maggio 2004 ­ 08:18
Si ma onq, anche te dai l'indirizzo a 4 persone che sono i tuoi amici e che per questo motivo a)non sono sinistroidi b)non si possono indignare se ti accanisci contro quattrocchi ma c)solo plaudere.
Google non ti indicizza perchè togli i tag, è chiaro che un finocchio di sinistra come emoinvena ti vede solo su peopleihate e lì commenti.
utente anonimo 25 Maggio 2004 ­ 10:37
già, dovrei farmi più pubblicità. andrò a scrivere qualche commento brillante su blog popolari. intanto ieri c'era alice al telegiornale, ha regalato un anello di quattrocchi a un magistrato, al tg5 hanno detto "i motivi di questo gesto restano oscuri". sarà un anello ritardante?
onq 25 Maggio 2004 ­ 22:29
O caro "Venuta anale":non conosco onq di persona(se non per via musicale,suona la "sega" nei...P*******f...non sto scherzando..).non inneggio nè al Ventennio,nè al Fuhrer,ma nemmeno a Che Guevara o Mao.semplicemente sono stufo della coltre di patriottismo(di ex destra) e di tolleranza(di ex sinistra) che ci circonda.
devo dire che onq,che sia di dx o sx me ne importa sempre poco,riesce bene nell'essere moralmente sacrilego.e questo è da apprezzare.comunque se il tuo link sul mio sito da fastidio,lo tolgo.so anche essere discreto.porcoiddio.la discretezza.aspetto notizie dal fronte.
Numbkid 26 Maggio 2004 ­ 14:21
Nembo Kid, tu somigli molto al mio amico Passerotto. per favore Venuta (?) Anale, vai sul suo blog che c'è una sua foto, e dimmi se non somiglia preoccupantemente a Passerotto.
Il tuo link non mi dispiace affatto, anzi mi ha dato la possibilità di conoscere l'eccelso Emoinvena, per favore continua!
onq 26 Maggio 2004 ­ 17:16
scusatemi,in preda ai fumi dell'****** e del *****,senza tralasciare ***** ho tradotto male Anal Cunt.scusate tanto.me pipino.me iniorante.
Numbkid 27 Maggio 2004 ­ 00:31
onq è nazista.
Al giorno d'oggi una rarità da coltivare
utente anonimo 27 Maggio 2004 ­ 10:29
"Se l'ebreo trionfa sui popoli di questa terra, allora la sua corona diverrà la danza di morte per l'umanità, allora questo pianeta tornerà a muoversi nell'etere privo di abitanti, come migliaia di anni fa. Perciò io credo di agire oggi nel nome del Creatore onnipotente; combattendo contro l'ebreo, io mi batto per l'opera del Signore."
onq 27 Maggio 2004 ­ 11:56
sempre sia lodato.
heidi666 27 Maggio 2004 ­ 15:55
Numbkid, ok, prendo atto di ciò che mi dici. Ma chi se ne frega? delle tue idee politiche o del fatto che conosci o meno onq? io ho solo dato del finocchio ad emoinvena, a te non ti ho nemmeno mai nominato in bene o in male.
Onq, è vero, ma sarò più preciso: numb è un incrocio tra passerotto e quello di "almost famous".
utente anonimo 27 Maggio 2004 ­ 23:53
onq è solo un uomo solo, che scopa poco e male!
utente anonimo 28 Maggio 2004 ­ 04:05
E poi sti cazzo di asterischi, guarda, fai una cosina bellina: mettiteli tutti in culo. In fila.
Grazie onq per la mail sulla sega.
utente anonimo 28 Maggio 2004 ­ 14:05
Sembra che qui a qualcuno bruci il culo.
non farò caso al fumo dietro di te,o anale amico,poichè i miei precedenti commenti erano si indirizzati a te,ma miravano a ben altro,ovvero ad un mio ulteriore elogio ad onq.tu sei stato solo un tramite.non mi sembra di averti di certo offeso con le mie(inutili,è vero,ma non di certo offensive)opinioni politiche e non.quindi per piacere non alimentare un fuoco che tu stesso hai appiccato.
P.S. si,ci hai preso in pieno,amo ficcarmi gli asterischi in culo,e con questo?c'è a chi piace fare come me e c'è a chi piace,come te,infilarsi un peperoncino nell'ano per poi vedere quanto possa bruciare.ringrazio la gente come te.il Buonista sta a onq come tu stai a me.sento già d'amarti.
Numbkid 28 Maggio 2004 ­ 18:24
"Il vero responsabile di questo conflitto omicida: il giudaismo! Non ho nascosto a nessuno il fatto che questa volta non si sarebbe consentito che milioni di figli delle nazioni ariane d’Europa morissero di fame, che milioni di uomini adulti subissero la morte, che centinaia di migliaia di donne e bambini venissero arsi vivi nelle città o morissero sotto i bombardamenti, senza che il vero colpevole pagasse il fio del suo delitto, sia pure con metodi più umani. Prima di ogni altra cosa chiedo ai capi della nazione e ai loro seguaci di osservare scrupolosamente le leggi razziali e di opporsi implacabilmente al veleno universale di tutti i popoli, il giudaismo internazionale."
onq 29 Maggio 2004 ­ 09:56
vi do una dritta onq ai tempi del liceo era un comunista!!!
utente anonimo 29 Maggio 2004 ­ 11:19
se per questo anche Bondi
onq 29 Maggio 2004 ­ 14:22
E allora perchè se vuoi elogiare onq parli con me?Non metto in dubbio le tue buone intenzioni nè ti disprezzo particolarmente, quello che mi fa innervosire è che scrivi di merda. Lo stesso per gli asterischi.Che cazzo c'entrano? Cosa significano? Il discorso che hai fatto non è nemmeno sbagliato in sostanza, ma la tua forma fa cagare. Punto. E' per questo che, senza rancore, ti ho esortato a metterti gli asterischi in culo.
Cioè, chi deve morire male qui in in mezzo è emoinvena, non tu.
utente anonimo 29 Maggio 2004 ­ 14:23
No, sbagli, anonimo: onq ai tempi del liceo non era nazista, al massimo.
utente anonimo 30 Maggio 2004 ­ 14:17
comunista comunista non so. però aveva i capelli lunghi. la prima volta che lo vidi lo scambiai per un seguace dei nofx. però avevo 14 anni.
brullonulla 31 Maggio 2004 ­ 20:04
comunista, comunista. io c'ero.
utente anonimo 31 Maggio 2004 ­ 20:28
senti giovane figlio di troia, o ti firmi o ti levi dal cazzo. vieni qui a parlare delle mie ex donne e delle mie idee politiche di cui non puoi aver mai capito un cazzo perché sei un microcefalo. sei solo un piccolo insetto, spero che ti venga un cancro.
onq 31 Maggio 2004 ­ 22:59
Io c'ero e con onq (ai tempi onco) ci parlavo. non era comunista. forse anarcoide, ma non comunista.
A proposito di ex donne: mi ha detto la sonia di salutarti.
utente anonimo 02 Giugno 2004 ­ 16:56
Forse è una persona che conosci e che magari sta scherzando... personalmente non lo so... quello che tuttavi mi chiedo sempre è: visto che il titolare del blog ha la possibilità di cancellare i commenti, perché non farlo con gli insulti anonimi? Non l'impedire i commenti da parte di persone non registrate, quanto piuttosto cacciare nel cestino ­ luogo quanto mai appropriato ­ chi utilizza l'anonimato per fare il cattivello senza però rendersi riconoscibile... cenere alla cenere, polvere alla polvere, liquame al liquame.
mk22
03 Giugno 2004 ­ 15:25
Onq è un uomo solo. Sì da solo e solo in casa.
utente anonimo 08 Giugno 2004 ­ 10:26
ok mi firmero figlio di troia..penso sia un buon nick..ma io non ho mai parlato delle tue ex donne ..come te le prendi con un vecchio amico che vuole solo giocare
utente anonimo 08 Giugno 2004 ­ 17:26
????
ma come tanta iconoclastia e poi te la prendi perche qualcuno "parla delle tue idee politiche e delle tue tipa". minchia sei davvero una sagoma....
utente anonimo 08 Giugno 2004 ­ 20:16
credevo fosse lo stesso coglione dei commenti al post su cinzia dato, ma m'ingannavo: i coglioni amano la compagnia. non è possibile che sia un mio amico o un mio ex­amico, dato che non ho e non ho mai avuto amici così idioti, né un ex compagno di scuola, ché ai miei tempi lo scientifico era una scuola seria e se anche entravi coglione ne uscivi sobrio. perciò proprio non mi spiego chi cazzo sia e cosa cazzo voglia, e perché continui a fare battute che non fanno ridere. perché vedi caro anonimo, sono un animo goliardo e mi piace ridere sulle cose, ma non riesco a ridere sulle battute che non fanno ridere.
onq 09 Giugno 2004 ­ 09:54
Io non ti conosco e sono quello dell'ultimo post. Sono arrivato qui dal blog di aiki. e sono rimasto fulminato dal post sulla tipa di quattrocchi. Uno degli scritti + forti e (visto il momento) iconoclasti letti negli ultimi tempi.
Poi mi sono messo a leggiucchiare i commenti e cosa ti trovo: che ti incazzi se qualcuno scherza sul fatto che sei comunista o meno, oppure su una tua tipa. Te ne potra fregare di meno ma sono rimasto delusissimo. E quindi penso che la cosa iconoclasta che hai scritto t'è venuta fuori cosi e che neanche ti rendi conto di quanto è destabilizzante. Sempre posto che sei uno che si incazza xke gli danno del comunista o parlano della sua tipa. O sempre posto che non ci sia dietro qualcosa che io come altri ignoriamo.
Saluti.
utente anonimo 09 Giugno 2004 ­ 10:10
ma sei diventato permaloso!!!
utente anonimo 09 Giugno 2004 ­ 15:06
sono fighissimo: non ce l'ho fatta a scandalizzarvi con alice quattrocchi ma è bastato augurare un canchero gratuito a un innocente che voleva solo fare il simpatico ed ecco il coro di disapprovazione! ce l'ho fatta, sono un figo. sono ancora quello di una volta.
onq 09 Giugno 2004 ­ 15:54
Bah a me non mi hai mica scandalizzato. Ripeto che mi ha solo lasciato perplesso il tuo comportamento. Tutto qua. evidentemente la colpa è mia che immagino spesso il carattere delle persone sulla base di quello che leggo.
utente anonimo 10 Giugno 2004 ­ 10:59
a dire il vero tanto figo non mi sembri..anzi
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 08:41
mi sa che fra te e Bruno Vespa c'è poca differenza
casinototale
04/06/2004
HOOD IS FINISHED
Atto finale
Come una madre comprensiva che riesce a perdonare anche le
marachelle del figliolo che finiscono in denuncia, ero quasi pronto a
riappacificare la mia anima con gli hood. in fondo sono solo ragazzi rurali, mi
dicevo, che nulla sanno di stillill, della bancarotta homesleep, delle giacchette
e dei maglioncini. da quelle parti, nel freddo tra i covoni, i maglioni a collo alto
ancora usano, mi dicevo, tra la gioventù comune, senza scomodare
modaiolate vintage e retrò. pensavo che in fondo i dischi dei giardini di mirò,
presi così, non sono neanche così male, che magari ascoltati in una
cameretta di un paesino dello yorkshire possono suonare anche con un
perché, che la nebbia e la pioggerella posson dare una gran mano a
prescindere dagli autori del disco istesso e della loro banda. e perché
prescinderne, poi, mi dicevo pure, in fondo tutti mi dicono "ma perché te la
prendi tanto, sono bravi ragazzi, io li conosco, almeno tre di loro sono
simpatici, il raina, jukka e il bassista sono simpatici e le loro ragazze sono
carine, perchè te la prendi, perché hanno la ragazza carina?" ed ero pronto
pure ad ammettere che sì i giardini sono bravi e simpatici e le loro ragazze
sono carine, facciamo pure sto outing, non mi hanno augurato tumori in 3
anni di diffamazioni quando a me basta un commento sbagliato al mio blog e
già sfagiuolo un'enciclopedia medica di accidenti degenerativi irreversibili, ci
vuole un'animo buono. i giardini sono buoni, figuriamoci se non posso
perdonare al mio gruppo preferito una collaborazione con un gruppo di
persone buone e simpatiche, e pure brave a suonare con tutti quegli
strumenti musicali logorati con sopra gli adesivi. anche sulla mia chitarra ci
sono gli adesivi: i giardini sono i miei amici, io stesso suonerei nei giardini se
fossi di quelle parti, forse, ich bin ein giardini. e ci mancherebbe. e allora
perché no, ben vengano i remix e i fighettismi scenosi, quasi quasi mi
inorgoglisco pure, di essere italiano come il gruppo al quale gli hood hanno
remixato un pezzo. in quanto italiano, mi sento
orgoglioso per i ragazzi dei giardini e per i
ragazzi di nassirìa che sono tutti italiani come
me e mi danno l'orgoglio di essere italiano. i
nostri ragazzi, vanno lontano e sono capaci di
eroismo, grazie ragazzi. eccomi, così ben
disposto che ritirerei quasi il mio appello alla
lotta nonviolenta gandhiana fatto di mail di
protesta (alle quali gli hood hanno preso a
rispondere sbrigativamente "go away")
quando mi arriva una mail dalla misplaced.
non una cosa personale, la semplice
newsletter quasi-mensile della misplaced,
l'etichetta, per chi non lo sa ancora, di sara
adams, moglie di richard adams cioé di uno dei due fratelli hood. ebbene
sulla newsletter viene annunciata l'imminente uscita di una compilation, una
bella compilation su cd con su i gruppi misplaced e degli amici e insomma
della scena autistica inglese, un'altra bella compilation, come tante ne sono
già uscite e che ho sempre comprato per completismo della mia collezione di
cose degli hood, e sulle quali ho trovato anche tanti bei gruppi nuovi che non
conoscevo che poi sono diventati i miei gruppi preferiti, come gli empress per
esempio, o gli accelera deck, o i figurine. solo che questa compilation quì,
ecco, mi vergogno a dirlo, mi viene da ridere, non trovo le parole... insomma
ve la srotolo così come mi è arrivata a me: "Our animal charities benefit CD
Misplaced Pets will be out in July. It has exclusive tracks by Hood, Empress,
Remote Viewer, Sufjan Stevens, [...]. The CD will benefit two charities Whitehall Dog Rescue and Leeds Animal Rescue. Its going to be limited to
1000 with only 500 in shops. We'll be posting details of how to order very
soon.". eccola di nuovo quella sensazione, quel senso di capolinea, di tutto
finito, eccola pesare tutta sul groppone. una compilation per aiutare i
cagnolini. i cuccioli poverini abbandonati. poverini. piccini. davanti ai miei
occhi vedo scorrere tutte le puntate speciali di studio aperto sui cagnolini, tutti
i maurizio costanzo show con i cagnolini, tutte le puntate estive di
paperissima con naike la figlia di ornella muti in studio che accarezza un
cagnolino, tutte le puntate di buona domenica finite a cagnolini che corrono
per lo studio cagando. gli hood sono parte di tutto questo, sono amici dei
cagnolini, se ci fosse ancora help li vedrei di pomeriggio da red ronnie esibirsi
tra due sermoni sul veganismo. io ora mi vergogno di avere dei dischi degli
hood in casa. piuttosto i giardini di mirò, ma davvero, che almeno queste
cose penose non le fanno. i giardini di mirò sono meglio degli hood. gli hood
sono peggio dei giardini di mirò. i giardini di mirò sono il mio nuovo gruppo
preferito, ora scriverò a loro perché non facciano uscire il remix, che
infangherebbe il buon nome dei giardini di mirò.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
06 Giugno 2004 ­ 20:16
Il leone ha ruggito nuovamente.
Numbkid 08 Giugno 2004 ­ 17:54
ti sciupporto.
utente anonimo 08 Giugno 2004 ­ 18:53
ognuno fa quello che può
utente anonimo 08 Giugno 2004 ­ 19:25
vivl sei tu colei cui fu oscurato il fotolog? me lo persi, se vuoi te lo mirrorizzo su artebrutta. sai, anche a me oscurarono un sito, tutto perché (credo) c'era una foto con un bambino nudo che dava un bacino a un altro bambino. ho dovuto spostare il sito sul più progressista lycos (ora la foto è qui: http://utenti.lycos.it/chupaverga/navegay.jpg). quindi ti sono vicino nel dolore. sempre che sia tu ovviamente e non stia prendendo un abbaglio. tante buone cose.
onq 18 Giugno 2004 ­ 23:30
sì sono io.quella del photoblog di merda che postava photo di merda.oramai tutti m conoscono per quello, vado ai concerti e m si apostropha con "ah volevo inviarti una photo di quella bella merda che ho cagato ier cazzo!".eh, son soddisphazioni.cmq ne ho aperto un altro + politically correct dove cmq phaccio sempre satira politica uncorrect. http://fotolog.net/cotidiemori
bellina la tua photo.cacchio nn sn manco nudi i bimbi.
utente anonimo 20 Giugno 2004 ­ 19:04
anche a me hanno tolto la foto che avevo sull'altro mio blog da emosessuale,c'erano due bambini sorridenti che si davano la mano...
mah...
porcodio(che non c'entra niente ma mi fa guadagnare dei punti in cattiveria e rispetto)
e,dirò di più:f*****o.
(questa era per Anal Cunt)­sto scherzando.
saluti.
Numbkid 23/06/2004
I BEATLES
non so più cosa scaricare, e mi sono ormai rassegnato all'idea che tutto
ciò che viene recensito o non recensito da blow up fa cagare. questo mi ha
spinto da una parte verso la pornografia (anche grazie ai preziosissimi
consigli sulle starlette emergenti dell'industria pornografica americana dàtimi
dal cantante di un gruppo del milanese di cui non farò il nome per onestà
intellettuale), e dall'altra parte verso i beatles. ho avuto modo quindi di
scaricare e riascoltare i dischi dei beatles. i dischi dei beatles in casa mia
hanno sempre suonato perché mio padre ha il cofanetto, e mia madre li
ascoltava mentre era incinta di me e durante tutta la mia infanzia. quindi non
mi erano del tutto sconosciuti. avevo anche riascoltato tutto, scientificamente,
quando dovetti riversare tutti i vinili su cassetta per fare un favore a qualcuno.
già allora mi feci, come tutti, una mia personale teoria sui baronetti di
liverpool, che oggi, nonostante le mie accresciute competenze, mi sento di
sottoscrivere. andrò quindi ad esporvela così come l'ho accennata al barbuto
guizzi, che si è scoperto ora suona con vivl, com'è piccino il mondo. i beatles
hanno fatto 13 dischi in 7 anni e
poi si sono sciolti. i primi dischi dei
beatles non erano veri e propri
dischi ma raccolte di canzoni
buttate lì a cazzo perché allora il
concetto di album non era ancora
in voga. nonostante ciò, anche se
uno possiede tutti i 13 dischi dei
beatles gli mancano ancora alcuni
loro classici, come 'hey jude' o 'she
loves you', che si trovano solo su
raccolte più o meno postume, perché ai tempi si usava fare i singoli a 45 giri
che vendevano un casino di copie e poi di mettere o meno la canzone sull'LP
non gli fregava il cazzo a nessuno. tutti i dischi dei beatles tranne il doppio
omonimo durano tra i 30 e i 40 minuti perché a quei tempi usava così per via
della tecnologia di stampa del vinile primitiva. nonostante ciò i dischi dei
beatles sono pieni di riempitivi di merda, canzoni decisamente brutte messe lì
per arrivare al minutaggio minimo. su ogni disco dei beatles ci sono 3 o 4
"classici" e poi il resto è merda che sembra fatta dai lilys o dagli oasis, bella
forza, essendo questi gruppi dei ricopioni odierni dei beatles, ma si ascoltino
gli altri gruppi beat dell'epoca in raccolte come per esempio nuggets della
rhino e si capirà che gli riempitivi dei beatles erano decisamente sotto la
media. su ogni canzone dei beatles ci sono storie e leggende che vorrebbero
essere buffe o strane, tipo "questa canzone john l'ha scritta pensando a una
ragazza che conosceva che si vestiva in modo buffo", in realtà sono merdate
messe lì per dare un minimo di personalità a canzoni altrimenti ridicole. con le
canzoni belle dei beatles ci si riempiono 3 cd della lunghezza che si usa ora,
cioé 50-60 minuti, a dir tanto, altro che 13 dischi. le raccolte sono davvero
l'unica cosa dei beatles che vale la pena di ascoltare. dischi belli, intesi come
bei dischi, i beatles non ne hanno mai fatti, se si esclude forse sgt.pepper,
che comunque io avrei fatto meglio. i membri dei beatles erano dei
pressapochisti di merda. questo accadeva perché si drogavano e poi
combinavano i casini e facevano le cazzate. tipo non andavano a registrare e
se ne stavano in casa a giocare col gatto, o scappavano con qualche guru a
drogarsi. quando registravano, poi, litigavano coi produttori sugli
arrangiamenti, si incazzavano tra loro, si rovinavano i pezzi a vicenda perché
si invidiavano, facevano dei progetti titanici che stavano in equilibrio
traballante, poi cambiavano una cazzata alla fine perché cambiavano idea
perché si drogavano e il progetto crollava e diventava una merdata ma ormai
lo facevano uscire lo stesso. essenzialmente, i beatles erano delle teste di
cazzo che avevano bisogno di produttori che li facessero rigare dritto e
mettessero un po' d'ordine nelle loro teste piene di merda. paul mc cartney è
ancora oggi antipatico e testa di cazzo. si è impuntato per 30 anni sulla storia
degli arrangiamenti con l'orchestra di let it be, e praticamente ha sciolto il
gruppo perché non voleva i violini su "the long and wynding road", oggi ha
fatto uscire let it be naked, senza gli arrangiamenti con l'orchestra, e infatti fa
cagare il cazzo. se i beatles fossero stati come li avrebbero voluti i beatles
stessi, non sarebbero mai riusciti a combinare una minchia. è incredibile
come siano riusciti comunque a registrare quelle 30 canzoni che li hanno resi
quello che sono. tutto merito degli epstein e degli spector.
postato da onq | commenti (14)
Commenti
23 Giugno 2004 ­ 15:44
bello
makemebad 24 Giugno 2004 ­ 01:40
te lo dico io di cosa avere un giusto culto, te li dò io i beatles
utente anonimo 24 Giugno 2004 ­ 17:22
http://digilander.libero.it/webbini/
Un altro che ha vinto.
utente anonimo 24 Giugno 2004 ­ 17:45
http://www.freespiritsgrunge.tk/
"Giorgia ha grandi problemi perché ha abbortito e noi la capiamo perfettamente e le stiamo vicini col Cuore.. La aspettiamo a braccia aperte per registrare il terzo cd dei FREE SPIRITS.. Al suo posto viene a registrare Fraska dei NOT FOUND."
utente anonimo 25 Giugno 2004 ­ 13:56
w il Partito Comunista
utente anonimo 26 Giugno 2004 ­ 06:47
seeee bravo,
il giorno che scrivi a day in the life, we can work it out e across the universe chiamami, eh!
utente anonimo 26 Giugno 2004 ­ 09:03
ho scritto tar, sony youth e quoto, se ti sembra poco...
onq 26 Giugno 2004 ­ 18:03
onq è meglio dei beatles.
utente anonimo 26 Giugno 2004 ­ 19:41
quoto la conosco anch'io
utente anonimo 27 Giugno 2004 ­ 04:56
eh, però i beatles sono baronetti!
allora ne riparliamo quando carlo azeglio ti proclama cavaliere, ok?
oh, e poi se non ti piacciono i beatles ascoltati i rolling stones, no?
utente anonimo 27 Giugno 2004 ­ 11:29
non per fare sempre il puntiglioso, ma i beatles non sono baronetti perché rifiutarono il titolo in segno di protesta per la guerra nelle falklands. across the universe fa cagare nella versione voluta dai beatles che puoi ascoltare su "let it be naked" e possiamo considerarla quindi il capolavoro di spector, we can work it out è un altro pezzo che non è presente su alcun disco, oggi disponibile solo su compilation di successi che, insisto, sono l'unica cosa che vale la pena di ascoltare. ora muggisco un po' se non ti dispiace. muuuu, muuuu...
onq 28 Giugno 2004 ­ 22:29
il mondo è piccolo e brutto e cattivo.bytheway, supporto incondizionato all'innominabile componente Candies.ne sai a pacchi.panch!
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 00:13
dite un mucchio di cazzate.Mio padre ha tutti i dischi dei beatles d'epoca e i pezzi rari sono solo outtakes o VERI inediti presenti nelle raccolte Past Masters o le ultime Anthology(we can work it out esiste in lp).Le cagate riempitive,anche se fossero tali,sono comunque una grandissima figata:dischi belli, intesi come bei dischi, i beatles non ne hanno mai fatti, se si esclude forse sgt.pepper, che comunque io avrei fatto meglio è una delle cose piu'presuntuose che io abbia mai sentito.Prova a riprodurre il suono degli organetti o dei nastri magnetici in"Being for the benefit of mr.kite"e poi ne riparliamo.Prova a ottenere i suoni di Magical mistery tour e scrivimi "I'M A WARLUS".a me stanno bene pure le canzoncine vaudeville di Paul Mc cazzy,perche' nel contesto ci stavano bene era giusto cosi',erano dei punk sballoni che facevano quello che cazzo gli pareva,ma nella testa non avevano la merda,bensi' un radar per la psichedelia,intesa come sperimentazione,follia,anarchia sonora mediata da george martin.
Uno dei loro pezzi piu'belli è sgt.peppers inner groove.Alla fine di sgt peppers venti secondi di Beatles che farneticano parole senza senso ,ubriachi fradici,in loop.C'hanno messo se non mi sbaglio un giorno intero,e all'inizio del pezzo ci sono ultrasuoni che fanno scappare i cani.A me basta questo per acquistare tutti i loro dischi in cd,compresi i primi,dove Ringo picchia come il batterista dei Cramps.Le pippe ginecologiche lasciamole ai critici;se poi mi vuoi parlare di canzoni propriamente dette...beh anche le loro canzoni piu' di merda hanno il"gancio"quindi gli danno giu'.
Purtroppo per te,i Beatles erano dei geni incompresi.Le orecchie cambiano,e revolution 9 è la vera espressione di questo,cazzo:una frase di piano palindromo e dalla grande melodia :ma tutti a cantare "hey jude"....insomma a onq,nondi'cazzate e risentiti across the universe...chi seene frega de spector,i Beatles non erano quattro,erano una cifra e se te devo di'la verita',THEIR SATANIC dei rolling stones è un altro disco fondamentale
casinototale 07 Luglio 2004 ­ 00:14
non sono stato molto sintetico,ma chissene fotte
casinototale 01/07/2004
AUTOPROMOZIONE
in vista dell'uscita del mio famigerato e nefasto nuovo disco,
i miei più affezionati fans possono da ora ingannare l'attesa
completando la propria collezione onqiana coi pezzi mancanti,
oggi disponibili in download privo di copyright (grazie alla
legge urbani diventerò popolarissimo) direttamente dalla fonte.
una buona occasione per i completisti e per i neofiti che
ancora credono che io sia peggio dei beatles. se avete e solo se avete una
linea veloce, vi scaricate e installate soulseek, aggiungete alla lista dei
preferiti l'user "onq" (tutto minuscolo e senza virgolette) e fate i vostri prelievi.
ora il post sarebbe finito, ma non ho ancora bestemmiato né insultato
persone innocenti, quindi dio sporco padre pio stuprava i bambini orfani e
pitchfork è una manica di coglioni analfabeti che credono di scrivere cose
originali e stranezze ma sono degli americani di merda e i voti in centesimi li
diano a sto cazzo di carne.
postato da onq | commenti (7)
Commenti
01 Luglio 2004 ­ 21:46
scambio volentieri il tuo nuovo disco con una simpatica raccolta dei bitols, magari un cd che posseggo con 190 versioni di Strawberry Fields Forever. ma tu lo usi il mellotron nel nuovo disco? se no non lo voglio :)
Doc
utente anonimo 02 Luglio 2004 ­ 04:22
voto molto basso credo.
utente anonimo 02 Luglio 2004 ­ 21:32
premesso che è un anno che non leggo forchettone.com a me il voto in centesimo piace perchè è ben più preciso del voto di merda intero di blow up. anzi, ammettiamolo, una recensione richiederebbe un numero reale ad infinite cifre decimali ogniqualvolta. il che farebbe sì anche che ad ogni disco corrisponderebbe un voto diverso, identificando quindi il disco stesso con il suo voto. essendo abbastanza bravi,poi, si potrebbe codificare il disco stesso all'interno della serie di cifre decimali che lo compongono. in questo modo dal solo voto si potrebbe ricostruire il disco stesso, rendendo le recensioni ben più utili. senza contare che per scrivere tutte quelle cifre avrai il tempo di risentire il disco numerose volte, rendendo quindi la recensione ancor più precisa.
detto questo,non ho mai capito se la serie dei voti è lineare, logaritmica o che. un disco che ha 8 è del 10% migliore di uno che ha 7 ? o è il doppio migliore? facciamo chiarezza.
utente anonimo 03 Luglio 2004 ­ 12:37
al contrario, il voto deve essere binario: 0 o 1. il disco o va bene o è una merdata. nella merda non puoi andare a trovare sfumature senza frugarci dentro. che cazzo è un 4.7 o un 4.4? significa essere entrati con tutta la testa nella merda e averla sezionata. tu fai così? quando vedi una merda sul marciapiede la eviti e te ne tieni ben distante, no? non è che la spezzetti, la assaggi, te la freghi tra le mane per tastarne la densità ecc...
onq 03 Luglio 2004 ­ 14:33
va bene, la merda è la merda. su questo sono d'accordo. tutti i dischi classificati sotto il 6 non dovrebbero stare sotto il 6 : dovrebbero stare nel cesso della merda.
purtuttavia, quando compri dei biscotti, poniamo, capita che butti via sì i biscotti di merda (ed essi sono merda), ma magari ti tieni anche quelli un pò così perchè ci devi fare colazione, mentre la volta dopo magari hai quelli buonissimi, e poi la via di mezzo. è pertanto evidente che almeno per i dischi buoni, ho bisogno di un voto tetrapiloctomo*. mettiamo che abbia 30 euro da spendere in 100 cd vuoti. metti che ho da scegliere tra 400 cd. metti che mi fidi ciecamente di forchettone.com o chi per loro. escludi la merda (facciamo 100), ti assicuri quelli sopra l'8 (facciamo sono 10), rimangono 90 cd da scegliere su 290, posti fra 7 e 8. e ora cosa fai?
brullonulla 04 Luglio 2004 ­ 01:46
scrivo per i nostri lettori ciò che ci siamo detti a voce: niente sotto il 6, nessun decimale tra 6 e 7, poi 7,5 e 8. poi 8 e 1/4, 8,5, 8 e 3/4, 9. poi tutti gli ottavi tra 9 e 9.5, i 16esimi tra 9,5 e 9 e 12/16, poi biscrome e semibiscrome e via all'infinito fino al 10. solo così si può dire "il 10 non si dà mai", perché è un asintoto.
onq 07 Luglio 2004 ­ 09:37
l'unica cosa che è utile per giudicare sono le ORECCHIE,porca la madonna rotta in culo da un asino
casinototale 02/07/2004
ITALIA DI LECCACULO*
poi dicono che parlo sempre delle solite cose.
si confronti la copertina del nuovo disco del buon
bugo con la roba che si trova nei negozi (che vi ho
scannerizzato perché vi voglio bene). si noti
l'adesivo. che roba è? perché? io mi rendo conto che
la universal, visti alcuni recenti fatti di cronaca, possa
aver ritenuto sconveniente una copertina con una
testa mozzata. il disco però, che è un doppio, è
uscito con due copertine diverse e si poteva mostrare
l'altra sugli scaffali, o si poteva semplicemente cambiare copertina. ma così?
così è voler dire "l'artista la voleva così, noi che non siamo censuratori
l'abbiamo lasciata, certo dovevamo renderla presentabile nei negozi, se no
poi il moige faceva del casino". insomma si inventano duemila sgami che
invece di sminuire il problema lo ingigantiscono. se prima nick berg non mi
veniva in mente neanche per il cazzo, ora ogni volta che guardo la copertina
mi viene in mente nick berg. naturalmente al bugo non passava per la testa
neanche per sogno di fare riferimenti a nick berg, ora invece il riferimento è
netto ed esplicito, l'idea del buon bugo viene capolvolta e assume
un significato che l'autore non ha mai voluto. al suo posto avrei ingoiato il
rospo e cambiato completamente la copertina (dalla regia mi dicono che
comunque ha dovuto cambiare completamente il video). a proposito di video,
se qualcuno di voi non ha ancora visto quello di nick berg glielo sharo su
richiesta con soulseek anche quello, magari ci cambio la colonna sonora e ci
metto bugo al posto dei rantoli.
* chi riconosce la citazione senza ricorrere a google vince la mia copia del
mein kampf coi miei appunti a margine
postato da onq | commenti (35)
Commenti
02 Luglio 2004 ­ 13:47
A me fa più incazzare pensare al povero cristo che si è smazzato gli 8000 adesivi da attaccare agli altrettanti dischi.
Sono degli imbecilli, ma pare che la prossima tiratura non avrà più l'adesivo e tornerà al normale!
Kabubi 02 Luglio 2004 ­ 14:09
cripple bastards ­ italia di merda.
puah. un gioco da ragazzi. puah!
rivaluta il tuo pubblico.
doktorparanoia 02 Luglio 2004 ­ 15:08
doktor, li batti tutti. scusa se sottovaluto l'audience ma gli anonimi mi abituano al peggio (vedi post prima).
onq 02 Luglio 2004 ­ 15:29
l'italia DEI leccaculo, precisino.
utente anonimo 02 Luglio 2004 ­ 20:45
il moige.omioddio.tornerò ad argomentare meglio.M.
utente anonimo 02 Luglio 2004 ­ 21:22
e non trovi che sia fantastico che ora tutti pensano a nick berg guardando quel disco? io trovo che sia fantastico. una copertina pensata per essere buffa e innocente che diventa il simbolo di abominio,morte,rantolo islamico,maurizio belpietro,spada bianca su sfondo verde,tg5,oriana fallaci,presunto complotto etc.etc.etc...?
pop art al suo massimo livello. la pop art fa schifo,ma questo è il suo scopo.
utente anonimo 03 Luglio 2004 ­ 22:05
perchè non parli male del buon bugo,coglionazzo.
utente anonimo 04 Luglio 2004 ­ 01:50
parlare male di tutti non ci vuole niente. vai da stillill se ti piace il genere e ci pensa lui. ho sdoganato i gdm figuriamoci se mi metto a parlar male del bugo.
onq
04 Luglio 2004 ­ 12:42
Onqi, tu la tua copia l'hai avuta a gratis in quanto suonatore del suddetto disco? E ti sei scaricato pure quello??
utente anonimo 04 Luglio 2004 ­ 17:44
sei una merda
utente anonimo 04 Luglio 2004 ­ 17:58
se quella troia morta di tua madre ti ha fatto le palle vienimelo a dire in faccia, stronzo
onq 04 Luglio 2004 ­ 19:04
nel caso vogliate scaricare il video di nick potete(senza scomodare onq)andare su ogrish.com e vedere bei tranquilli il suddetto video.
fottuti nerd amanti degli snuff movie,i support you.
l'ultimo di Bugo non mi ha poi esaltato così tanto.
a breve esce "The Book of Stanley Creep" dei Pecksniff.
Ho sentito qualcosa in anteprima e si gode abbastanza,un pò più "pop" di Elementary Watson...
Numbkid 05 Luglio 2004 ­ 00:27
la decapitazione di berg è appurato essere un falso. nel senso che la testa gliela hanno staccata da morto. esce poco sangue e soprattutto esce a pressione bassissima. quella del coreano, invece, pare essere verissima.olé.
utente anonimo 05 Luglio 2004 ­ 10:28
non è che una decapitazione per essere tale e guadagnarsi il nome di decapitazione debba essere per forza "in vivo", il video di berg ha una serie di stranezze riportate in articoli che ho linkato più volte, anche da questo post, tuttavia, dovesse dimostrarsi un falso, non è che voglio più bene ai beduini o agli americani.
onq 05 Luglio 2004 ­ 16:59
onq potrebbero tagliarti il cazzo solo se riuscissero a trovarlo.fottiti
utente anonimo 05 Luglio 2004 ­ 17:17
ma non si era detto che ti saresti firmato "figlio di troia" o sei un altro? mi dispiace che tua madre sia morta, non volevo essere offensivo.
onq 06 Luglio 2004 ­ 11:15
[OT] NOOOOOOOOOOOOOOO!
maccome! Scrivi di porchidii, del fanculo, di fottere la signora quattrocchi, e poi vien fuori che suoni roba tipo UMB_onq_lyricsbybobk.mp3
Dimmi che non e' il tuo gruppo :D Ti prego dimmelo ce non sei tu a quella chitarra ong! Quella cosetta emotiva, a meta' fra dei Sigur Rós poveri con la strumetazione dei Lemonheads e i Godspeed You Black Emperor che non decollano.. buaauh :D DE­LU­SION!
slystone 06 Luglio 2004 ­ 16:11
oppure la testa potrebbero tagliarti ma siccome sei una testa di cazzo.......non si trova.
utente anonimo 06 Luglio 2004 ­ 18:21
caro anonimo, davvero, mi dispiace, ma non devi vergognarti: il cancro alle ovaie che ha trascinato tua madre nella tomba è una malattia comune e non c'è niente di sporco. parlane pure con me sul flauto mauto, il flauto mauto è anche tuo, è il posto per sfogare tutte le tue emozioni.
per slystone: sì caro, rivendico tutta la paternità di quella pappetta emotiva, non per niente i gdm sono il mio gruppo preferito e principale influenza.
onq 06 Luglio 2004 ­ 20:27
io supporto i beduini
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 00:16
bugo fa dischi di merda...mi fanno veramente cagare
casinototale 07 Luglio 2004 ­ 01:00
Anni di tristezza, cazzate in televisione
Divertimenti imposti... discoteca e stadio
Il tuo misero sfogo nella totale sottomissione.
L'Italia del perbenismo, l'Italia dei leccaculo
é la patria dei coglioni che non usano il cervello
han bisogno di qualcuno che li anneghi nello schifo.
Muoio nel mio disgusto, sommerso dal vostro marciume.
Soffoco in una strada affollata di apatia,
intossicato dalla merda che ingoiate tutti i giorni.
Italia di MERDA!!!!
casinototale 07 Luglio 2004 ­ 09:31
comunque controlla bene uno dei tuoi coglioni...ci troverai dentro una pallina dura.Scoprirai ben presto che e'un simpatico tumore.
casinototale 07 Luglio 2004 ­ 11:12
ma il sapido poemetto e' tuo, casinototale?
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 11:21
no è la fonte della citazione, non so perchè l'abbia scritto però, visto che la citazione l'aveva già riconosciuta doktorparanoia 20 commenti e 5 giorni fa. credo che casinototale si stia sforzando di essermi simpatico e per cercare la mia approvazione parla di cancri e fa vedere che riconosce le citazioni.
onq 07 Luglio 2004 ­ 11:28
ma dai, minchiettina!
non ti arrabbiare, su!
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 15:45
aho a onq,ma chi te se incula io posto quello che cazzo me pare e te manno pure a caga'
casinototale 07 Luglio 2004 ­ 16:23
terroncino, ho appena letto il tuo commento sui beatles, sei un gattino, sei un gattino terrone.
onq 07 Luglio 2004 ­ 17:17
onq non ti arrabbiare. io non ti auguro la morte non mi abbasso a questi miseri livelli,tu mi stai sul cazzo è chiaro ma vorrei che ti rendessi conto a volte delle troiate che dici.senza te i miei giorni sarebbero piu tristi.comunque per tutto quelle stronzate di masturbazioni,decapitazioni, e bugo ti dico...fottiti merda.
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 20:16
basta anonimo, sei fuori moda, superato. ora c'è casinototale che è molto più figo di te nel rompere i coglioni. comunque ricordo a tutti che sono di spezia, quando passate da queste parti e volete farvi sotto io sono sempre pronto a farvi il culo, terroni.
onq 07 Luglio 2004 ­ 20:36
capirai che paura,
con quel mezzo centimetro di uccello che ti ritrovi.
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 00:13
ti hanno decapitato il cazzo merda....dunque dovrai usare il vibratore di quella troia di tua madre.finocchio e pure fascista.spero di trovarti prima io amore.
a presto .
coglione
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 00:26
a parte questo miserabile idiota vorrei vedere un gruppo di''terroni''come tu li chiami ,che vengono a casa tua e ti spaccano il culo.permalosotestadicazzofascistadimerda.
pero' in fondo ti voglio bene.
ciao
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 00:56
io supporto anche i beatles
utente anonimo 07 Agosto 2004 ­ 13:48
Oh Luchigna, ce l'hanno tutti con te, cosa succede? E' dai tempi di Fabrizio 4occhi che non entro nel Blog, e da quei 4 o 5 amici fissi che postavano lodi, ora siamo a una media di 30 nemici giurati, tutto x il meno controverso dei tuoi appunti. Se ti servono strumenti di difesa dimmelo, che me li faccio passare da Cesare (le sede del cai è un museo bellico).
utente anonimo 07/07/2004
PER UN MARKETING SOSTENIBILE
sono commosso per l'amore di cui sono circondato.
oggi è il mio compleanno, ed è fisiologico che qualcuno mi
faccia gli auguri, certo, ma quest'anno ho ricevuto degli
auguri davvero speciali e un regalo che mi ha fatto sentire
in un morbido abbraccio d'affetto. il buon vecchio maurice
de graaf offre, ai clienti che compiono gli anni, uno sconto
del 10% per il prossimo ordine dei suoi prodotti! io non
ricordavo neanche di aver riempito un form con la mia
data di nascita quando ho fatto il mio primo e per ora
unico ordine da maya ethnobotanicals, eppure un
softwarino buono se la è ricordata e mi ha spedito l'email con gli auguri e il
regalo. questo sì che è marketing fatto a modo, a misura d'uomo, altro che
spam. i più attenti di voi certamente saranno al corrente delle difficili acque in
cui sta navigando la nostra erboristeria olandese preferita: brutali direttive
europee sono filtrate anche negli altrimenti permissivi paesi bassi, imponendo
forti tassazioni ai venditori di tabacchi e di fatto costringendo il vecchio
maurice a consegnare le sue preziose scorte di tabacchi rari alle autorità
competenti, che ne hanno fatto un blasfemo falò (cfr. qui la news del 24
giugno 2003). il vecchio maurice si è trovato dalla sera alla mattina privato del
più importante ramo della sua attività commerciale, ed è stato pure costretto
a rimuovere dal sito ogni riferimento alla "fumabilità" di altri prodotti che pure
può ancora vendere (e si noti che il vecchio maurice ha sempre rifiutato di
estendere la sua attività alla facile e profittevole vendita di derivati
cannabinici). tutto quello che posso fare è estendere al vecchio maurice il mio
supporto e raccomandare l'esperienza e l'affidabilità di maya ethnobotanicals
ai lettori del flauto mauto.
postato da onq | commenti (23)
Commenti
07 Luglio 2004 ­ 17:19
perchè non ti fumi la calce viva?
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 19:46
noto che qui si parla di "preziose scorte di tabacchi rari", mentre in un post precedente parlavi del fumo come di un "vizio disgustoso", o giu di li, nn ho voglia di andare a rileggere. Come la mettiamo? sei pro o contro?
utente anonimo 07 Luglio 2004 ­ 20:26
sono non fumatore e voglio la morte di chi fuma vicino a me, tuttavia non sono contrario al commercio e all'uso del tabacco poiché mi pare un ottimo metodo di auto­selezione della specie. possano i vostri bambini nascere deformi e sterili.
onq
08 Luglio 2004 ­ 00:10
sei un figlio di troia.probabilmente tua madre fumava e anche tanto.
coglione fottiti.
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 00:51
auguri.
mi rimandi la foto dove ci sono io con larry e quella delle teste? io non ce le ho più
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 09:59
Onq non è che per caso sai come cazzo si chiama quel rottinculo del regista del bugo­video casalingo?Non so perchè,ma mi attizza.
Mainard
E poi scusa,come mai gli amanti del bene e del signore e di quella bocchinara della madonna scrivono commenti atti a ledere la tua salute?
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 14:14
I like fiorellini.
I like la merda.
No war,more merda in your pockets.
Evvai,meno uno.diosporco.
grande onq.
Numbkid 08 Luglio 2004 ­ 15:41
terroncino, ho appena letto il tuo commento sui beatles, sei un gattino, sei un gattino terrone.
senti,figlio di una citta'inutile patria di marinai segaioli e di onanisti da blog quale tu sei: apparte che sui Beatles non hai un cazzo da dire e dai fiato ai polmoni tipo mario luzzato fegiz,almeno citale ste 30 canzoni de merda,cosi'ci facciamo un'idea delle "perle"che ti piacciono tanto...EI GIUDE...LED ID BEE...VUEN AIM SICSTI FOR...ahahaha!!!!
ah scusa...ti cito...è incredibile come siano riusciti comunque a registrare quelle 30 canzoni che li hanno resi quello che sono. tutto merito degli epstein e degli spector.
EPSTEIN?ERA IL LORO MANAGER,MERDACCINA,NON IL PRODUTTORE,CHE ERA GEORGE MARTIN..sei proprio un cazzaro..tra l'altro epstein era cosi'INTEGRO MENTALMENTE che si è suicidato.In quanto a spector su"the long and winding road"paul mc cazzy aveva ragione:la versione con l'orchestra è una merda inascoltabile
Me pari Red Ronnie sotto insulina
Ah comunque,sommo cappellaro,mi dovresti inviare il main kampf ,visto che "italia DI leccaculo"su Google non porta da nessuna parte e io il commento del tipo non l'avevo letto neanche di striscio...pero' forse è meglio che te lo ficchi nel buco del cazzo.E CONTROLLATI LA PROSTATA
basta che ti metti un dito ar culo
casinototale
08 Luglio 2004 ­ 16:36
micio, spero non ti dispiaccia se continuo a chiamarti "gattino terrone", capisci bene anche tu che "casinototale" è un nick troppo bifolco e terrone anche per essere nominato. dunque, gattino terrone, si diceva: fammi una scaletta di 50 minuti di canzoni di beatles, senza includere quelle che ci sono già nelle raccolte blu e rossa del '73 (dove ci sono tutte le canzoni che giustamente tu citi). io credo che tutto il resto sia merda, ma vediamo se sei capace, visto che voi terroni dite tanto ma poi non sapete concludere un cazzo, gattini. poi quando hai finito mi spieghi il tuo collegamento tra "intergità mentale" e suicidio. socrate non era integro mentalmente? o forse ti riferivi a mishima? per favore spiegati. rispetto molto chi la fa finita, e rispetterei perfino te se in un momento di lucidità lo facessi, prima di fare 20 figli sporchi di merda come si usa tra voi gattini terroni.
onq 08 Luglio 2004 ­ 18:26
Onq, ci vediamo sabato, si mangia qui
firmato: quello che si è scaricato il live
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 18:46
povero cazzettino mio,
ti fanno arrabiare tutti?
ma perchè?
ma perchè ce l'hanno tutti con te?
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 19:41
micio, spero non ti dispiaccia se continuo a chiamarti "gattino terrone", capisci bene anche tu che "casinototale" è un nick troppo bifolco e terrone anche per essere nominato. dunque, gattino terrone, si diceva: fammi una scaletta di 50 minuti di canzoni di beatles, senza includere quelle che ci sono già nelle raccolte blu e rossa del '73 (dove ci sono tutte le canzoni che giustamente tu citi). io credo che tutto il resto sia merda, ma vediamo se sei capace, visto che voi terroni dite tanto ma poi non sapete concludere un cazzo, gattini. poi quando hai finito mi spieghi il tuo collegamento tra "intergità mentale" e suicidio. socrate non era integro mentalmente? o forse ti riferivi a mishima? per favore spiegati. rispetto molto chi la fa finita, e rispetterei perfino te se in un momento di lucidità lo facessi, prima di fare 20 figli sporchi di merda come si usa tra voi gattini terroni.
onq
Allora...per quanto riguarda i nick,immagino che il tuo provenga da un pezzo dei Carcass...ma cosi'sembra il suono di un clacson sgarrato...non mi sembra meglio di casinototale,che è quello che è,senza cazzi e mazzi(d'altronde anche i Cripple Bastards scrivono "sapidi poemetti").
Comunque,sticazzi dei nick,sei TU che devi citare queste 30 canzoni ,visto che di dischi belli i Beatles,secondo te,non li hanno mai fatti:io la penso esattamente all'opposto.Penso che le raccolte rossa e blu siano piene di immondizia,perche'non sono I DISCHI nel loro complesso,ma raccolte fatte alla cazzo di cane,per i quattrini.Ricordiamoci che prima di queste raccolte del cazzo c'era HEY JUDE or The Beatles again,anno di grazia 1970,molto meglio delle due zozzerie rossoblu'.
allora famo sta lista...
I BEI DISCHI:
Revolver
Sgt.Peppers
Magical mistery tour
White album(THE BEATLES)
Let it be
Abbey Road
I BEI PEZZI ANNI 67­70(senza contare quelli delle raccolte rossa e blu,che non sono tutti capolavori,un esempio per tutti la ORRIPILANTE obladi'­oblada'che da sola è una merda)
Taxman I'm only sleeping Love you to She said,she said For no one Doctor robert I want to tell you Tomorrow never knows Getting better Being for the benefit of mr.kite
Whitin you or without you Good morning ,good morning
Lovely rita
Baby you're a rich man
Blue jay way
Flying
The inner light
Only a nothern song
Hey bulldog
It's all too much
What's the new Mary Jane?
You know my name(look up the number)
Dear prudence
Glass onion
Wild honey pie
The continuing story of Bungalow Bill
Happiness is a warm gun
I'm so tired
Blackbird
Piggies
Julia
Yer blues
Everybody's got something to hide...
Sexy sadie
Helter skelter
Revolution 9
Savoy truffle
Cry baby cry
Not guilty
I want you(she's so heavy)
Because
Sun king
Mean mr.mustard
Polythene pam
The end
Junk
Dig a pony
I me mine
i've got a feeling
For you blue
Rain
Calcolando che in generale sono solo pezzi degli ultimi dischi e le prime cose le tralascio perche'mi sono rotto il cazzo,50 minuti dovrebbero più che starci,e sono 50 pezzi.Se non ti piacciono,tanto meglio,pochi godranno e molti finiranno preda dei midi files.
In quanto all'integrita'mentale,rispetto anch'io i suicidi,ma tu parli dei Beatles NEGATIVAMENTE come degli sballati dai progetti in equilibrio traballante,col cervello scureggiato.Beh,Epstein quando si è suicidato era COMPLETAMENTE disintegrato ed il suo equilibrio era da un pezzo in officina.Per finire,sta storia del gattino(????)terrone mi sembra uscita fuori da tifonet...immagino tu ti creda un leone polentone...ma gratta gratta è solo arroganza,niente di piu'...mo falli te i compitini e stilami le 30 belle canzoni,su,che aspetto di vedere cosa sa combinare un vincente polentazzo come te
casinototale 08 Luglio 2004 ­ 19:47
Grazie casinototale.
zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz.........
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 19:59
PREGO
casinototale 08 Luglio 2004 ­ 20:21
bocchinari
casinototale
08 Luglio 2004 ­ 23:33
51­Sgt peppers inner groove.Primo in classifica.
nevercouldbeeverontheway­salasalasa
alla vostra.
casinototale
10 Luglio 2004 ­ 00:45
cito:
figlio di una citta'inutile patria di marinai segaioli occhio ciccio, che adesso mi incazzo anch'io
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 08:28
onq ti ha un po smerdato m non preoccuaparti lo sapevamo che non eri un professorino quanto a te brutto terrone vedi di non offendee citta' che x quanto piene di segaioli marinai sono certo meglio della tua.
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 20:44
scotta eh?Non toccategli la citta'la mamma ...altro che padre pio..A BUFFONI!
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 00:30
casino totale, ma hai veramente 15 anni?
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 01:03
mi sa che 15 anni ce l'ha qualcun altro...
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 09:03
terroni di merda
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 10:26
puzzate di pesce spazzini
casinototale 08/07/2004
UFFI UFFI UFFI
accipigna, proprio non riesco a capire come mai tutti i
rompini rompini vengono a battibeccare me, un pacato e modesto
opinionista da blog come mille altri, mentre non una sola parola di
disapprovazione viene riservata a chi mezza sega lo è per
davvero. a me tutte le critiche, e a lui tutte le lodi? ma vi sembra
equipartizione questa?
postato da onq | commenti (28)
Commenti
08 Luglio 2004 ­ 19:17
saul è davvero uno stupido
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 19:46
ciao cazzo duro,dimenticavo di farti gli auguri.Hai caricato la pistola?
casinototale 08 Luglio 2004 ­ 19:49
ma tu quando urti accidentalmente le persone fai sempre finta di niente oppure lo hai fatto solo per me?
fistola!
quando ti leggo mi diverto
utente anonimo 08 Luglio 2004 ­ 19:50
c'è sicuramente una cosa in cui siamo d'accordo,che saul è un coglione da disintegrare a scoregge in bocca.Però più che commenti sembrano prese per il culo
casinototale 09 Luglio 2004 ­ 09:02
uh uh uh gattino terrone, sei insuperabile! certo, riconosco che per avere 15 anni sai argomentare bene. ora anche il post sui beatles ha il suo buonista, davvero questa volta non ci speravo: la vecchia tattica "sparla di qualcosa di popolare, e qualcuno si farà avanti per leticare" funziona sempre. ho già pronti post su lars von trier, padrepio e bertinotti, scartati perché troppo ovvi, ma se davvero basta questo allora ve li sfagiolo! gattino, sei arrivato addirittura a farmi l'elenco completo delle canzoni dei beatles, disco per disco, eliminando quelle delle raccolte del 73 e quelle davvero troppo ridicole. con questo volevi dimostrare qualcosa? forse che hai i dischi dei beatles e che ti piacciono? non lo so. tornando al merito della questione, quando dico "30 canzoni che li hanno resi quello che sono", con 30 non intendo "30", ma una trentina di canzoni, le più famose, le più pappose, quelle che fanno cagare pure te, le yesterday, le let it be, le hey jude, quelle che trovi su "1" insomma. e con questo non intendo che siano le più belle o più significative, bensi semplicemente che hanno reso i beatles "quello che sono", e con "quello che sono" non intendo un grande gruppo, ma un fenomeno di massa, parte di quella cosa che dalle mie parti chiamiamo "cultura popolare" e dalle tue parti forse chiamate "strippo", non lo so, non sono aggiornato. infine, toccando le nostre questioni satellite: 1) quale canzone dei carcass si chiamerebbe onq? 2) casinototale in effetti è un buon nick per un 15enne, lo riconosco, su questo hai ragione te 3) nelle mie vene scorre sangue apuano e lunense, la polenta la lasciamo ai bresciani di pianura. qui c'è solo arida pietra e mare assassino.
onq 09 Luglio 2004 ­ 12:17
caro amico pescivendolo,non devo dimostrare una ceppa.Ho solo accettato la singolar tenzone come da post precedenti.Le tue "trentina di canzoni" ?uh uh uh ...d'altronde le raccolte sono davvero l'unica cosa dei beatles che vale la pena di ascoltare.....La stessa cosa che direbbe federica panicucci:banali fregnacce.I Beatles si incazzavano tra loro, si rovinavano i pezzi a vicenda perché si invidiavano, erano teste di cazzo...EMBE'?Dove sta il buonismo?Invece di essere contento ,NO!Io le difendo quelle quattro teste di cazzo,e pochi casini hanno combinato,ne dovevano fare una caterva(tipo far suicidare phil spector,cosi'ce lo toglievamo dai coglioni) le canzoni "davvero troppo ridicole":non capisco di quali parli,visto che non ne nomini neanche una...forse di quelle che piacciono a te.La storia di"volevo dire che i beatles sono quello che sono...nel senso che voglio dire un fenomeno di massa"si' vabbe',raccontalo a tua sorella....se quella trentina di canzoni di cui parli(che ancora non si sa quale siano)sono obiettivamente pappose e via dicendo, cosa cazzo scrivi "è incredibile come siano riusciti comunque a registrare quelle 30 canzoni che li hanno resi quello che sono"?Incredibile de che?E'normale per dio,cibo per le masse...semmai è incredibile come nonostante quelle pappette non si siano ridotti come gli Shadows,o altri gruppi beat che li' si sono fermati ma abbiano sperimentato a tavoletta ai limiti del buon gusto.a un certo punto erano un gruppo fantasma come i Residents,dei Beatles non gliene fregava un cazzo neanche a loro stessi, nei pezzi si prendevano per il culo da soli,percio'...
1)ti sopravvaluto.2)attaccati al cazzo non al nick 3)il tuo finale mi ha commosso
ora se non ti dispiace vado ad ascoltarmi il piu'grande pezzo di sempre....
nevercouldbeeverontheway
casinototale 09 Luglio 2004 ­ 14:41
von trier, padrepio e bertinotti?
li odio profondamente tutti e tre!
utente anonimo 09 Luglio 2004 ­ 14:59
ahahaahaha..TheF.
mattatoio5 11 Luglio 2004 ­ 18:49
w i dashboard confessional
utente anonimo 11 Luglio 2004 ­ 19:31
no,porcodio,i Dashboard no.
Numbkid 12 Luglio 2004 ­ 10:09
viva i Copeland.
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 08:36
mi schiero apertamente dalla parte di onq in quanto mio concittadino e in quanto il micio terrone lo ha superato anche in arroganza incredibile eh?
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 12:01
ma se hai sangue apuano vuol dire che hai qualche stretto parente carrarino......
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 12:30
Non è che le alpi apuane siano soo a carrara.
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 18:10
nemmeno a spezia
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 18:37
vi attaccate ai confini geografici disegnati dai signorotti e dai prelati. povere piccole zecche! non capite che i confini di cui parlo io sono l'antica genetica del territorio e della razza! emilia? liguria? alta toscana? io non riconosco questi termini io conosco solo la LUNEZIA, patria antica di popolazioni dure e gloriose che nulla ha da sparire con l'italia dei leccaculo. VIVA LE STATUE STELE.
onq 13 Luglio 2004 ­ 19:19
la lunezia è una terra utopica (peraltro portata all'attenzione recentemente da una proposta del terrificante e patetico BONDI), voglio proprio vedere che cazzo hanno a che spartire un abitante di vernazza, uno di pontremoli, uno di carrara e uno di berceto. i LIGURI sono LIGURI...e basta. e non tirarmi fuori i liguri apuani, che sono stati deportati dai romani, con un afflusso di popoli di bergamo, sempre per mano dei romani, visto che erano gente atta allo scavo delle miniere di marmo. Quindi l'unica identità che ancora possediamo è quella dataci dalla REPUBBLICA DI GENOVA, che ha posto spezia come limite ultimo delle sue propaggini, nella guerra contro le merde toscane. viva i doria, w la spezia, w la liguria.
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 19:21
cito: Nella seconda metà del III sec. a.C., le fonti antiche riferiscono del primo scontro diretto con Roma, che probabilmente coinvolse anche gli Apuani; l´abbandono dei villaggi etruschi di Ponte Gini di Orentano e di Bora dei Frati in Versilia indicano, in effetti, il deteriorarsi dei rapporti in questo periodo. La crisi divenne evidente quando, durante la seconda guerra punica (218 ­ 201 a.C.), i Liguri si schierarono apertamente dalla parte di Annibale, contro i Romani e i loro alleati etruschi. Al termine della guerra, Roma concentrò quindi le sue forze contro i Liguri, ormai irriducibili, che ostacolavano la sua politica espansionistica verso l´Italia settentrionale. I rinvenimenti archeologici confermano il clima d´insicurezza e instabilità che dovette caratterizzare gli anni del conflitto: in Versilia e nella Garfagnana, gli abitati liguri, ormai di dimensioni minime e con strutture precarie, si disposero in luoghi arroccati, difficilmente raggiungibili e generalmente protetti da una vetta.
Il conflitto ebbe termine nel 180 a.C. quando, dopo una sconfitta decisiva, gli Apuani vennero deportati in massa nel Sannio. Solo così si crearono le condizioni per il pieno controllo del territorio, completato con la fondazione delle colonie di Lucca (180 a.C.) e Luni (177 a.C.).
utente anonimo 13 Luglio 2004 ­ 20:47
ora di geografia.....
casinototale 13 Luglio 2004 ­ 20:48
storia dei deportati..
casinototale
14 Luglio 2004 ­ 00:40
me ne sbatto il cazzo:
spezia va dai buggi fino a viale italia, passando per i colli.
tutto quello che sta sopra o sotto... avete capito.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 00:46
cito:
"Terre di Lunezia"... terre perché , nonostante i profondi legami geografici, storici e culturali, non costituiscono ancora un'unica entità dal punto di vista amministrativo. Antiche e radicate tradizioni, retaggio di un lontanissimo passato, sono alla base dell'identità della regione "Emiliano ­ Lunense", o "Lunezia", che, pur non costituendo una regione "reale" è ben viva nella coscienza degli abitanti e, idealmente, comprende le province di Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Massa Carrara e La Spezia. La storia è testimone dell'identità di questa terra, che, già nella preistoria, era abitata dalla popolazione dei Liguri­Apuani, la quale ha lasciato profonde tracce della propria esistenza, nonostante la successiva incidenza della dominazione romana. La strenua resistenza opposta dai Liguri­Apuani all'invasione, infatti, costrinse i Romani alla deportazione in massa della popolazione locale nel 180 a.C., poco prima della deduzione della colonia di Luni. Le tracce più evidenti lasciate dai Liguri Apuani sono le statue ­ stele lunigianesi, monoliti che rappresentano figure umane stilizzate: quelle maschili hanno gli attributi tipici dei guerrieri (pugnali ed asce), quelle femminili sono caratterizzate dalla presenza di seni e gioielli. Questi menhir rappresentano un caso unico, che non trova paragoni nel resto della Toscana, né in Liguria, mentre si possono riscontrare analogie culturali ed artistiche in Trentino, in Valcamonica e in Valle d'Aosta.
La fondazione del "municipium" di Luni, da cui deriva il nome stesso della Lunigiana, ha condizionato profondamente la storia locale: lo sfruttamento delle cave di Carrara, la costruzione della via Aurelia a ridosso della costa e l'importanza commerciale del porto di Luni, sono il frutto della "romanizzazione" di tutta la zona. In epoca cristiana la diocesi Lunense, sede di un importante e potente vescovado, mantenne la propria egemonia sul territorio, e, durante il Medioevo, l'ordinamento feudale contribuì a disgregare ancora di più i centri della Lunezia, le cui vicende, da allora, seguirono percorsi parralleli ma indipendenti. La questione mai sopita dell'unione delle Terre di Lunezia tornò prepotentemente alla ribalta nel 1814, anno del trattato di Fontainebleau, che sancì il passaggio a Maria Luigia, moglie di Napoleone Bonaparte, del Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla. In questa sede venne discussa dagli statisti la possibilità di unire i territori di Parma e Piacenza con la Val di Magra e La Spezia, che costituiva il naturale sbocco al mare del Parmense. Talleyrand, già contrario alla presenza dei Bonaparte in Italia, si oppose, poiché la vicinanza della Spezia all'Isola d'Elba, dove era detenuto Napoleone, avrebbe potuto indurre Maria Luigia ad un tentativo di liberazione del marito. La soluzione più logica secondo le analisi degli statisti dell'epoca, quindi, fu contestata solo a causa problemi politici contingenti, in un'Europa in cui era ancora vivo il ricordo delle gesta di Napoleone. Se questo non fosse accaduto, probabilmente, l'annessione della Spezia e della Lunigiana al Ducato di Parma e Piacenza avrebbe condizionato anche la ripartizione in regioni avvenuta dopo l'unità d'Italia. Così non fu, ma, anche durante il Risorgimento, continuarono i tentativi di unificare questi territori: nel 1861 Pontremoli tentò di ottenere l'annessione a Parma, La Spezia, invece, nel 1871 propose di unire il proprio territorio a quello di Massa Carrara, mentre Massa fin dal 1863 richiedeva una revisione dei confini. Pontemoli chiese ancora di essere staccata dalla provincia di Massa Carrara nel 1888 e nel 1892, ma anche in queste occasioni senza successo. Innumerevoli furono, ancora nel corso del Novecento, i tentativi di costituire una regione "Emiliano­Lunense", per sempio alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando venne proposta una regione comprendente Piacenza, Reggio Emilia, Parma, Modena, La Spezia e la val di Magra.
Le terre di Lunezia sono tuttora divise fra Toscana, Liguria ed Emilia Romagna... ma, nonostante questo, sono zone piene di attrattive e di luoghi unici da visitare, dalla Lunigiana storica, con i suoi castelli, i borghi medievali e i musei, alla Spezia, con le splendide località che la incorniciano (Porto Venere, Cinque Terre e Lerici solo per fare alcuni esempi), dai suggestivi paesaggi delle Apuane alla "terra dei castelli" dell'antico ducato di Parma e Piacenza.
Si tratta di un territorio ricchissimo dal punto di vista storico culturale, il cui futuro non è legato soltanto al turismo, poiché le potenzialità economiche delle terre di Lunezia sono varie: il fiorente porto della Spezia, la rigogliosa pianura Padana del Parmense, le cave di marmo delle Apuane uniche al mondo... e altre risorse tutte da scoprire.
onq
14 Luglio 2004 ­ 01:06
serie C.
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 01:09
a onq,ma che sei della pro­loco?
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 09:01
onq tutto vero se non purtroppo il fatto che il porto di la spezia non è affatto fiorente.sarai mica imparentato con bucchioni?
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 09:58
già conoscevo il paragrafo da te citato, e ripeto che non mi convince affatto. A mio avviso sarebbero ben pochi quelli che vorrebbero perdere le loro identità regionali in cambio di questa "Lunezia" mezza inesistente... ogni regione, seppur con delle piu o meno grosse divergenze dovute alla superficie estesa di alcune (ad esempio proprio la Toscana), ha sempre un'identità dialettale di fondo, e se non dialettale almeno culturare. Sulla Lunigiana posso convenire con te che si tratti di qualcosa di estraneo al contesto regionale, ma questo NON VA ad intoccare l'integrità della popolazione Ligure che è storicamente delimitata dall' Alta via dei monti Liguri, che parte da ventimiglia per arrivare a ceparana (o viceversa). Anche il legame dialettale è radicato, se evitiamo di prendere in considerazione le diverse cadenze che differenziano i popoli dell'Imperiese, del Genovese e dello Spezzino, notiamo come la coesione compare nel dialetto propriamente detto..dove i legami sono profondissimi, anzi direi che il dialetto stretto genovese è di ben facile comprensione a un conoscitore di quello spezzino. Ciò mi impedisce di pensare di abbandonare la nostra identità con qualcosa di campato in aria e che appartiene solo ad un passato PREISTORICO. grazie per l'attenzione.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 10:02
ultimo appunto..il porto di la spezia si è che è fiorente...se pensi che è stato considerato come uno dei 3 porti piu importanti del mediterraneo insieme a Barcellona e a Livorno, surclassando addirittura Genova. cmq sono sempre quello di prima..da ora mi firmo senò nn ci si capisce niente.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 13:28
il porto di la spezia è concime per l'esercito
casinototale 14/07/2004
RAZA ODIADA
la discussione ha assunto dimensioni tali da
richiedere un post a parte, ebbene eccovi il manifesto del
fluto mauto per l'affermazione e l'indipendenza della
lunezia. molti dei miei lettori, in ispecie spezzini di città,
mostrano difficoltà a riconoscersi in tale entità
apparentemente astratta, senza precedenti amministrativi
né culturali. la lunezia appare a queste persone come poco
più di un delirio tirato fuori dal cappello di qualche
candidato leghista con l'intenzione di portare a casa
qualche voto in una terra altrimenti ostile al riformismo bresciano, ma non è
così. molti inoltre faticano ad accomunarsi a genti notoriamente rozze e
ignoranti, rivali per antiche questioni territoriali quando non per giovani
dispute di natura calcistica, che il nostro buonsenso ci impone di ignorare.
prendiamo massa-carrara per esempio, una provincia ritenuta culturalmente
lontana, terra di cavatori e non certo di gente di mare come gli spezzini
ritengono di essere quando vogliono credersi cugini sfigati dei genovesi.
niente di più falso: per prima cosa la provincia di massa carrara è
geograficamente un unicum con quella spezzina, io a massa ci vado in bici,
se mi gira, ma provate ad arrivare in bici a genova, in secondo luogo la
natura essenzialmente montuosa della lunezia porterebbe ad escludere,
semmai, le parti costiere (inclusa spezia-città) così come le pianure al di là
dell'appennino nelle provincie di parma e reggio. certo un'ipotesi di divisione
amministrativa dovrebbe necessariamente includere alcune città, per questo
e solo per questo estendiamo il territorio luneziano fino a comprendere le città
di massa, carrara, la spezia e parma (e alcuni aggiungerebbero pure
piacenza e reggio, oltre ad alcuni territori del lucchese e del modenese)
indicando proprio parma come ipotetico capoluogo.
molti storceranno il naso all'idea: ma cosa ha mai fatto
genova per noi? solo perchè sanno di cosa si parla
quando si parla di farinata, non dobbiamo considerarli
nostri simili; cosa ha fatto bologna per parma? cosa,
poi, firenze per massa carrara? c'è qualcuno nella
provincia di massa carrara che si considera un toscano tout-court? c'è
qualche toscano che considera i massesi suoi simili? ricordiamoci che a
massa (e solo lì nella cosidetta toscana) la C intervocalica si pronuncia. certo,
quando si parla di isoglosse e differenze linguistiche tutti i nodi vengono al
pettine, i luneziani che abitano a 10km di distanza l'uno dall'altro non riescono
a capirsi, ma non è quello che ci accomuna ad accomunarci, ma quello che ci
divide. dagli altri e da noi stessi. i luneziani non si riconoscono tra loro, non si
capiscono, si hanno in sospetto ed odio. il luneziano non tifa italia ai mondiali,
e l'ospitalità te la da con la roncola. il luneziano odia il prossimo e se
stesso, è razzista contro tutte le razze compresa la propria e quella del vicino
più immediato. questo è il luneziano. ognuno ha la sua lingua, le sue
tradizioni, i suoi piatti tipici, e non vuole dividerli con nessuno. per questo non
parliamo certo di una comunità luneziana, ma di una molteplicità di microcomunità divise e indipendenti tra loro, ma soprattutto separate da tutto il
resto. un'ipotetica bandiera luneziana somiglierebbe forse a quella dell'arabia
saudita, ma con la roncola, e la legge della roncola per i crimini comuni
farebbe parte dello statuto regionale. spezzini, lasciate il mare ai militari
terroni e ai borghesi del porto, non siete pescatori: volgetevi ai monti. toscani
del nord: tornate alle cave e alle terre del lardo, ricordatevi della dinamite che
tanti tralicci ha mietuto. parmigiani e reggiani: lasciate le fetide pianure del po'
ai bovi dei bresciani e ritrovatevi a pavullo e alla pietra di bismantova. gente
delle cinque terre: nessuno di voi ha mai creduto veramente di essere gente
di mare, nessuno di voi ha mai veramente accettato di buon grado il denaro
dei turisti americani: tornate ad arrampicarvi sulle terrazze per coltivare l'uva
da vino e difendetela con la doppietta. levantini: voi non siete dei nostri,
andatevene coi genovesi. a colpi di roncola strapperemo prima lo statuto
speciale ai terroni e ai milanesi, e poi all'onu l'indipendenza dagli stati UE. e
poi usciremo pure dall'onu, affanculo.
postato da onq | commenti (62)
Commenti
14 Luglio 2004 ­ 11:22
l'hai portata come temevo sul ridicoleggiante. tiri fuori questa distanza di massa e della lunigiana dai toscani, e siamo d'accordo. Ma che cazzo ti frega di loro? Si, arriviamo a Massa in bicicletta, ma che cazzo vuol dire? Se fosse possibile unire tutte le zone delle regioni confinanti allora nn esisterebbero piu i confini. Se hanno messo un cazzo di confine a s.stefano e a castelnuovo è perchè noi nn vogliamo condividere un cazzo coi fottuti toscani. Anzi ti dico di piu, se potessi io cambierei i confini della liguria dell'est! Sarzana ai toscani, tanto sono filomassesi e odiano la nostra bella città, aulla alla liguria, tanto se ora amano massa è per condizioni storiche, in realtà sono di stirpe ligure, e pontremoli a parma, che tanto sono emiliani è inutile che ci giri intorno. Quindi il succo é: invece di unire le regioni sotto una bandiera data da questa cazzo di Lunigiana, che nn si capisce a chi cazzo appartenga, smembriamola senza rimorso e diamola a chi di dovere. Evviva Genova ed evviva i Doria, che hanno pagato profumatamente per anni e anni i pirati del golfo di spezia per salvare loro il culo dai toscani. Se nn siamo piu come i contadini di carpena lo dobbiamo anche a questo.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 12:08
orgoglio­ligure, sei il prototipo del luneziano che odia il suo vicino, nonché dello spezzino di città di origini pescivendole. tu parli di liguria, ma la liguria non è il porto di spezia e non è il mare: l'influenza della pesca e dell'industria dei trasporti non penetrano per più di 500 metri nell'entroterra, il resto è tutta val di vara e val di magra, quella è la liguria. l'orgoglio ligure è orgoglio luneziano, butta la lenza e impugna la roncola.
onq 14 Luglio 2004 ­ 12:27
ah si? la liguria è l'entroterra? in realtà il 90, dico 90% della popolazione ligure abita sulla costa, la liguria nn è il mare, ma la liguria è la COSTA, dove si concentra il lavoro della regione. E quindi la liguria è ANCHE il porto di spezia, caro mio. E inoltre io non odio i miei vicini. Io amo le cinque terre, levanto, il levante, Genova, amo anche la val di vara e amo anche la lunigiana che reputo una bellissima zona. Anche la zona di carrara sarebbe bella se nn fosse per i carrarini, che alla fine sono l'unico popolo a me vicino che disprezzo. per il resto sono un ligure tollerante.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 12:38
grazie al cazzo c'è il lavoro e il 90% della gente, solo sulla c(r)osta è possibile l'economia di scala, si sa, i paesini si spopolano e restano solo i vecchi, le terrazze delle 5terre vanno per merda, i boschi diventano parchi naturali e li recintano, tutto questo per permettere ai luneziani senza orgoglio di lavorare coi terroni alla movimentazione dei container diretti ai bresciani e alla fabbricazione di cannoncini per l'esercito turco. se questo ti sembra orgoglio ligure accomodati, io però vado a macinare la farina di castagne.
onq 14 Luglio 2004 ­ 13:07
se nascesse la lunezia come tu ti auspichi, la spezia diventerebbe ancora piu porto di quanto non sia ora, lo scalo di container aumenterebbe ancor di piu per permettere l'approvvigionamento di parma e reggio e della fottutapadania a loro confinante. inoltre ringrazia i parchi naturali, è grazie a loro se ora i terrazzamenti delle 5 terre rischiano di meno di cascare in acqua e lasciare davvero, ti cito, "arida terra e mare assassino". L'orgoglio ligure deriva dalla repubblica di genova alla quale spezia appartiene, se nn te ne senti parte puoi sempre trasferirti sotto le cave o sui monti di berceto, li cè solo lardo e farina di castagne, potresti trovare soddisfatto il tuo desiderio di autarchia di basso grado.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 13:20
ma smettila
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 13:21
lunezia terme
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 13:31
invece di macinare la farina di castagne,perche'non ti trituri i coglioni?
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 15:18
casinototale, non intrometterti in questioni serie di cui non capisci un cazzo. come l'anonimo prima di te, anche tu ora sei stato superato da orgoglio­ligure e devi farti da parte. tutti i tuoi commenti verranno da ora cancellati.
onq 14 Luglio 2004 ­ 15:29
A colpi di pennato, onq, a colpi di pennato! Iniziamo a parlare la nostra lingua!
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 15:49
E' la Liguria una terra leggiadra,
il sasso ardente, l'argilla pulita,
s'avvivano di pampini al sole. E' gigante l'ulivo.
A primavera appar dovunque la mimosa effimera. Ombre e sole s'alternano per quellefonde valli
che si celano al mare,
per le vie lastricate,
che vanno in su, fra i campi e rose,
pozzi e terre spaccate,
costeggiano poderi e vigne chiuse.
Grazie Montale, se Tu fossi ancora vivo Ti chiederei uno dei Tuoi sobri interventi per placare le mire indipendentiste di Onq e delle Brigate Carrarine!
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 15:50
E' la Liguria una terra leggiadra,
il sasso ardente, l'argilla pulita,
s'avvivano di pampini al sole. E' gigante l'ulivo.
A primavera appar dovunque la mimosa effimera. Ombre e sole s'alternano per quelle fonde valli
che si celano al mare,
per le vie lastricate,
che vanno in su, fra i campi e rose,
pozzi e terre spaccate,
costeggiano poderi e vigne chiuse
Grazie Eugenio, se Tu fossi ancora tra noi Ti chiederei di intervenire sobriamente esplicando le nostre ragioni all'indipendentista Onq e alle sue Brigate carrarine
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 15:52
ops ho postato 2 volte, pensavo che la prima nn fosse andata e ho riscritto tutto. chiedo venia, anche i Liguri sbagliano
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 15:59
onq: finalmente un orgoglioso!
Sono d'accordo sulla lunezia, pero una doganina tra carara e spezia mettiamocela, cosi tanto per folclore, per quanto riguarda poi parmigiani, reggiani e lucchesi io direi che se ne restino a casa loro, abbiamo un confine naturale, usiamolo no? sarebbe piu facile pattugliare il confine sulla cisa, al lagastrello e sulla tambura o all'interno della pianura padana e della garfagnana????
un cararin'
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 16:11
bravo cararino, sono d'accordo con te: le comunità luneziane continuerebbero ad odiarsi e a costruire muri, è nella loro natura e tu ne sei la prova fisica, come me.
onq 14 Luglio 2004 ­ 16:15
orgoglio­ligure, come vedi montale nomina il mare solo per celarlo! quanto alla tua teoria sull'allargamento del porto, per me possono dragare, anzi interrare anche fino alla diga, tanto da santa teresa a santa maria è tutto già cementificato e/o militarizzato. lasciamo che i luneziani traditori che scelgono la c(r)osta affondino nella loro economia di scala di merda, e quando proveranno a militarizzare l'entroterra li accoglieremo con la roncola, anzi col pennato.
onq 14 Luglio 2004 ­ 16:19
Ecco, orgoglioligure: tu dove li hai mai visti ulivi giganti, mimose effimere e pampini rigogliosi baciati dal sole a spezia? al limite ci sono due campi con le baracchine di lamiere dietro ai boschetti con due file di vigne rachitiche e un po' di pomodori stentati. E il contadino che ti viene dietro col pennato se salti la rete. E' che la spezia è stata contagiata dai terroni della marina e dai tanti immigrati zingari di via parma, via del popolo e via torino e si è creata un orgoglio pseudoligure sottoculturale fatto di aquilotti e fronte del porto. Ma La Spezia è ligure quanto carrara toscana o il cerreto emiliano: per niente.
Sono d'accordo col carrarino: una volta che si svalica, non è più Lunezia. E la garfagnana fuori.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 16:24
parole di verità, anal.
onq
14 Luglio 2004 ­ 16:36
censurami,sommo luneziAno
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 16:43
cio'che rimane della Lunezia è il Premio omonimo....ad Antonello Venditti
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 16:48
Pitelli già lo è, discarica nucleare, e ciò mi ha sempre riempito di orgoglio. Mica i terroni come voi che per salvaguardare il turismo protestano contro lo smaltimento radioattivo in Basilicata. Prostituitevi pure ai tedeschi che vi portano i soldi per vedere due o tre coste incontaminate. Qua al barista di Rebocco dà già noia vedere un avventore di Follo o del Canaletto, altro che fare i bocchini ai turisti come fate voi. Siete gente da Linea Blu.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 16:53
http://www.premiolunezia.it/albo_doro.htm
Dov'è Venditti?
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 17:02
AULLA: Un cast da Festivalbar per la nona edizione del “Lunezia”, il 21, 22 e 24 luglio. A ricevere il “Premio Lunezia” assoluto sarà Antonello Venditti (nella foto) per l’album “Che fantastica storia è la vita”
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 17:20
E' colpa del sindaco di aulla.. ma se dio vuole lo inseguiremo fino al lagastrello coi cani e le doppiette, il barani traditore.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 17:21
apparte che la regione Lazio non è la Basilicata ed è centro voi vi prostituite agli americani:760 chili di uranio impoverito, 13.500 metri cubi di amianto, Pcb e altre sostanze tossiche smaltiti illegalmente nell'Arsenale militare di La Spezia.Le discariche fanno parte dell'orgoglio Luneziano?Che cagata...per quanto riguarda gli zingari e i terroni,bene i primi hanno SEMPRE ragione,i secondi non sono piu' della gente di tutta Italia che sceglie di arruolarsi con l'illusione del quattrino facile.Analisi effettuate tre anni fa dall'Arpal di La Spezia, invece, dimostravano un'anomala presenza di Pcb nelle acque e nelle colture.Le cinque terre sono piene di merda radioattiva.Lunezia come Chernobyl
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 17:31
in quanto a bocchini ai turisti, voi laziali siete secondi solo ai calabresi ed ai siciliani. E fare un bocchino alla marina usa è ben diverso dall'avere la gente che si veste da centurione per compiacere i giapponesi in lacoste rosa.
gli zingari hanno sempre ragione? colpi di pennato nella schiena!
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 18:09
Levanto (07.06.2004) – Una folta delegazione di giapponesi, composta da giornalisti, amministratori pubblici e imprenditori che operano nel settore della pesca, ha visitato sabato e domenica scorsi Levanto.
Il gruppo, arrivato in Italia in occasione di “Sapore di mare”, la rassegna sulle attività ittiche che si è svolta alla Fiera del mare di Genova, ha voluto toccare con mano la realtà di una Cittàslow.
Anche in Giappone, infatti, si sta cercando di dar vita ad una rete di “città del buon vivere”, e visto che Levanto è l’unica realtà ligure che aderisce all’associazione internazionale “Cittàslow”, la delegazione ne ha approfittato per vedere direttamente sul posto quali sono gli standard richiesti per essere ammessi al gruppo ristretto di cittadine dall’elevata qualità della vita e come questi parametri vengono applicati.
Accompagnati da alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale, i giapponesi, rigorosamente armati di macchine fotografiche e telecamere, hanno visitato il centro storico, facendo tappa nei laboratori artigiani nei quali vengono preparati i prodotti dell’enogastronomia locale e assaggiando alcune delle specialità del posto, primi fra tutti gli immancabili “gattafin”.
Entusiasti soprattutto dei ritmi tranquilli che scandiscono le attività quotidiane della cittadina e dall’assenza di traffico nei vicoli del centro storico, piacevolmente sorpresi dalla mancanza in paese di insediamenti industriali solo i delegati hanno manifestato l’intenzione di dare un seguito alla visita.
Che leccata di culo!Gli fate pure mangiare i “gattafin”....PUTTANI!!!
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 18:11
peccato poi che queste citta'del buon vivere si accendono da sole per quante scorie ci stanno
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 18:14
Levanto non è Lunezia. I gattafin non so neanche cosa siano.
Potevi mettere un link.
E poi non parlo di rassegne, iniziative culturali o politiche. Parlo della gente. Bocchinari.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 18:16
La Regione Lunezia? Assolutamente inutile, dice il sen. Giovanelli
La discussione di questi giorni sull'opportunità di rendere Regione autonoma la Romagna separandola dall'Emilia ­ la proposta viene dal ministro Bossi, l'ipotesi di un referendum è stata applaudita dal ministro Giovanardi ­ ha riportato alla ribalta un altro tema degli anni passati: creare una nuova regione, la Lunezia, comprendente le province di Massa­Carrara, Spezia, Parma, Reggio, Piacenza, Cremona e Mantova: con capoluogo Parma. In questo modo si provocherebbe la spaccatura della Toscana, della Liguria, dell'Emilia e della Lombardia. Ma la proposta della Lunezia non trova reale consenso. A differenza dell'idea di una Romagna autonoma, che nasce dalle esigenze di una parte della popolazione romagnola desiderosa di staccarsi dall'Emilia e da Bologna, Lunezia piace a pochi. Anche in montagna, dove il crinale appenninico separa, ma al tempo stesso unisce, la provincia reggiana alla Lunigiana attraverso i passi del Cerreto e del Lagastrello. Proprio qui è nato il nuovo parco nazionale dell'Appennino tosco­emiliano. "Se Pontremoli non avesse compiuto l'assurdo errore di dire no al nuovo parco per un impuntatura dell'ex ministro Ferri ­ commenta Fausto Giovanelli, senatore diessino, che del parco nazionale è stato uno dei principali fautori ­ si sarebbe potuto pensare a un parco fino al Golfo dei Poeti, in una relazione virtuosa con il parco delle Cinque Terre". Peccato, perchè per il senatore castelnovese di qua e di là dal crinale abbiamo molte cose in comune: più cose in comune di quelle che ci separano. Anche geograficamente. Ma di qui a parlare di una regione che vada da Massa fino a Mantova ce ne corre. Di una nuova regione, dice Giovanelli, non c'è proprio necessità: "Ho seguito l'ultimo terremoto nel Molise... come Regione, il Molise, che i politici hanno separato dall'Abruzzo, è di un'inconsistenza spaventosa. E poi, c'è poco da dire, la via Emilia, da Milano a Bologna e poi a Rimini e a Firenze, resta l'asse principale, nel bene e nel male".
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 18:19
http://www.tuttospezia.it/archivio_notizie/cinqueterre_riviera/varie/varie.htm
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 18:21
Oltre che essere un idiota che non capisce un cazzo di quello di cui si parla, peschi tediosi articoli lunghissimi da internet. Che non c'entrano un cazzo col discorso.
Onq, ma perchè non lo censuri e bona?
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 18:34
porca paletta, 2 ore fuori di casa e qui si riempie di post. Bravi, apprezzo il vostro itneresse alla questione sollevata da onq. Dunque, il panorama descritto dalla nota poesia "Liguria" è facilmente ritrovabile in una qualsiasi delle 5 terre, che secondo i vostri loschi piani dovrebbero far parte della Lunezia. come vedete la liguria arriva fino alla nostra amata provincia (che io continuo a delimitare sino al termine del raccordo). Secondariamente, tiro in ballo la questione dialettica. Oltre a ciò che ho gia detto, come ben sapete cè una linea che demarca la zona dove si usano vocali particolari, tipiche del nord italia (le famose O con i 2 puntini sopra, o le U ad esempio), e questa linea di demarcazione parte da senigallia per arrivare alla spezia. ora, qui le usiamo (vi invito a leggere "o lunaio da speza" in caso di malafede nelle mie parole), voi carrarini no. da questo deriva il fatto che il vostro dialetto è piu terronesco del nostro, e quindi una regione con questo poutpourri di razze sarebbe nociva alla razza ligure. Non che io sia razzista, ma se bisogna trovare il pelo nell'uovo questo è un altro ostacolo. l'unica Lunezia ragionevole dovrebbe comprendere carrara, sarzana, arrivare fino a pontremoli e chiudere i confini sul crinale. ma a sto punto nn sarebbe una regione bensi una piccola provincia, quindi nn bisogna perderci tempo. E cmq vi sfido a proporre il vostro scempio a un monterossino...le vostre roncole finirebbero sotto il Gigante, in vostra compagnia.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 18:53
onq ha scritto il post facendo copia e incolla da internet,che cazzo vuoi?Levanto è Lunezia,I gattafin sono i ravioli alle erbe, uno dei piatti tipici della lunezia.In quanto alla gente ho dei seri dubbi.Visto l'andazzo,parlano di roncole solo nei bar.
casinototale 14 Luglio 2004 ­ 18:53
E' ORA DI AGIRE!!!!
w la disfatta di marcio w i moti della lunigiana w la torta di riso
fora l' loz!!!
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 19:21
gattino terrone, ai tuoi commenti è stato risposto mentre ero fuori a godermi la lunezia e non ho fatto in tempo a cancellarli. non l'avrei fatto comunque, essendo inerenti al tema e non i tuoi soliti sproloqui da 15enne. noto con piacere che c'è già chi ti ha smerdato, e non lo farò io. preciso solo che nel mio post se vai a leggere ho escluso levanto, considerandola terra genovese (sei scusato se non ne sai un cazzo perché sei un romano, ma le 5terre finiscono ufficialmente a punta mesco, cioé ben prima di levanto), non mi importa un cazzo dei confini tracciati dalla lega nord, della quale non sono più affiliato dai tempi della scissione con la lega lombarda. sulle questioni linguistiche (rispondo a orgogliospezzino) ho già dibattuto nel post, concludendo di non prenderle in considerazione dato che le diverse comunità sono state tenute più o meno artificialmente separate fin dal medioevo (via francigena rules): un discorso dialettologico sarebbe assurdo. a chi parla di confini naturali identificandoli nelle catene montuose, rispondo che la gente di montagna considera la montagna una casa e non un confine, semmai i confini vanno ricercati nelle valli e nei fiumi (serchio, vara, taro, vedete voi).
onq 14 Luglio 2004 ­ 19:27
Infatti io non ci metterei neanche i monterossini, Ma gli spezzini assolutamente sì. Al di fuori del white trash urbano della bulldog, di via parma e del picco la domenica, la spezia è assolutamente luneziana. Forse di confine, ed hai anche ragione per il dialetto, ma anche il trentino parla crucco ma è italiano (molto più di quanto non vorrebbe far credere). Se non tiri fuori il calcio, spezia sta a massa molto di più di quanto non stia a genova (o a rapallo, per dire).
Per il carrarino: la dogana c'è già, ed è appunto a Dogana, paesino se non erro sull'Aurelia. Basta rimetterla su.
Casinototale, tu sei un terrone. Non di centro, ma TERRONE. Ah, se avessimo preso a roncolate i tuoi cari quando venivano su ad arruolarsi in marina, se avessimo fatto saltare la polveriera di Aulla con tutto il suo contenuto di brindisini e romani! Ma ora potremmo fare anche di meglio: ve li rimandiamo tutti giù a pedate nel culo, e che la lunigiana sia dei lunigianesi.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 19:31
l'accenno che ti ho fatto nn è paccottiglia da leghisti, in quanto è roba che si studia all'università, mi pare sotto la materia della glottologia, ma potrei sbagliarmi. QUindi niente divagazioni padane ma leggi linguistiche derivanti dai tempi in cui nn esisteva la parola "italia". Cmq ok, tenendo conto del fatto che tu hai giustamente detto che nn avevi considerato cio come un limite/barriera alla Lunezia, ti dico ciò: tra levanto e monteorsso nn cè una valle ne un fiume, cè un rilievo. Ora, con che criterio includi monterosso in lunezia e levanto no? entrambe le popolazioni sono filogenovesi, per dirtela, a monterosso cè nato e cresciuto l'attuale capo ultras del genoa, sotto il club Monterossoblu. Chi glielo va a dire che è un luneziano? io no mi cago sotto..ma mi sa anche te. Ce la tiriamo a testa a o croce? il problema è che con gli euro nn ci sono piu teste...è un problema, converrai con me.
tutto ciò sotto le note di "washington tube steak" dei Burnt by the sun. ve li consiglio.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 19:37
Già onq, ma un sassalbino è ben diverso da, che so, uno di cervarezza. C'è il passo del Cerreto in mezzo che li ha tenuti separati tutti gli inverni prima dell'invenzione dello spazzaneve. Il sassalbino è più fivizzanese, il tipo di cervarezza più reggiano. Si può fare un nucleo duro di lunezia hard core che va dal lagastrello al cerreto fino a costeggiare la garfagnana per finire a massa, poi una striscia degradante di lunigiana soft, magari a statuto speciale, che spazia anche in emilia, toh, fino a borgotaro.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 19:44
ah ok ci leveresti monterosso anal cunt...e allora sesta godano, rocchetta vara? anche li si sentono genovesi...dunque alla fine resta solo spezia..se volete impadronirvi del golfo io scappo a riomaggiore...almeno i terrazzamenti mi evitano la vista delle vostre alpi apuane.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 19:58
più di qua, più di là, filo­questo, filo­quello... mi fate ridere. è questo il luneziano: indeciso, di confine, filo­qualcosa ma mai la cosa (e che, soprattutto, da "la cosa" è disconosciuto, o al massimo ci abita sua nonna). comunque sì, accetto e già volevo proporre una definizione dei confini della lunezia fatta come le carte della metropolitana londinese: zona 1 (centrale) e poi via via 2, 3 ad anelli concentrici fino all'ultima zona, la più generosa, che comprende pure cremona come vuole bossi (pace all'anima sua). orgoglioligure: non brillai all'esame di glottologia ma lo passai comunque benino (27) e lo detti per primo, unico 18enne tra una frotta di fuoricorso disperati al decimo tentativo. quindi sì, so di che cazzo parli, conosco la differenza tra glottologia, filologia e dialettologia ma non è questo il punto. per l'ultima volta: NOI QUI NON STIAMO CERCANDO ELEMENTI CHE DIANO UN'IDENTITA' COMUNE AI LUNEZIANI, MA ELEMENTI CHE LI DIVIDANO DALLE PROVINCIE DI APPARTENENZA. credevo che questo punto, il senso del mio post, fosse chiaro.
onq 14 Luglio 2004 ­ 20:02
ok..che lunezia sia. ma lasciatemi la mesciua e lo sciacchetrà.
utente anonimo 14 Luglio 2004 ­ 20:27
e cmq checazzocentrailtrentinoconspezia. Li sono 2 giorni che lo abbiamo strappato agli austriaci, spezia è ligure da sempre. il popolo erano i LIGURI, nn i luneziani. la regione si chiama liguria, il dialetto è ligure. eccheccazzo vi serve di piu, il tatuaggio sul polso con il simbolo delle 4 vele? affanculo la lunezia, ti maledico Bondi, che tu possa affogare nel fetido liquame della passeggiata morin che cerchi di strappare alle sue origini.
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 11:55
Ho ben capito. Le cose non si fanno bene se non si sparge un po' di sangue. E' il problema infantile della democrazia, lo stare sempre a sentire tutti. Spezia in lunezia, e quelli che non gli va bene li chiudiamo nella Bulldog e gli diamo fuoco. I parenti di gattinoterrone, invece, li rimandiamo giu'. Loro sono peggio vivi che morti.
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 12:03
mi sa che in un'ipotetica divisione della città tra proliguriae prolunezia sarebbe una disequa divisione di forze. Vi ricacceremo sui vostri monti, nella vostra alta toscana. è quello che vi meritate. anzi, campo di concentramento per luneziani preparato nei magazzini di gerardo. e piazza pulita dei sobillatori.
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 12:05
riflettevo che trovare dei confini a un confine è paradossale. partendo da "foce dei tre confini", in qualsiasi direzione vai trovi gente sempre più genovese, toscana o emiliana, è fisiologico. non per niente gli unici problemi li abbiamo avuti con gente ai limiti, cioé con carrarini e monterossini. è un falso problema, il problema vero è che esistono dei terroni vivi. l'unica soluzione è rifugiarsi nella lunezia più sicura e profonda, ignorandone i confini esterni ma difendendoli col pennato. si noti che nelle foto da satellite dell'italia di notte la lunezia è la più vasta zona completamente nera: è lì che depezzeremo i terroni.
onq 15 Luglio 2004 ­ 12:11
http://www.vialattea.net/cielobuio/lrl17/cielob­il/Image13.jpg
mi sembra che gli ipotetici confini siano chiari: dove è buio è lunezia.
onq 15 Luglio 2004 ­ 12:22
ci sono profonde differenze fra spezzini, carrarini e lunigianesi. e questo lo abbiamo appurato durante le discussioni. onq dice che sono quelle ad unirci..io invece vi profetizzo che saranno proprio loro a evitare la nascita di questa regione, per cui io continuerò a nutrire l'odio con i confinanti per rendere i toscani SCHIFATI al pensiero di avere gli spezzini sotto la stessa bandiera. dei toscani, i lunigianesi nn si lamentano piu di tanto.quindi resteranno per sempre li. questa è una strada a senso unico.
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 12:33
ti dirò di piu, sono per l'annessione ligure al principato di monaco. tutti a montecarlo
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 15:36
Ma uscire e vivere no è????
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 17:28
Non e' unione sotto una stessa bandiera, e' _divisione_ sotto una stessa bandiera. E' il quartiere contro il paese, il paese contro il comune, il comune contro la provincia, la provincia contro la regione e la regione contro tutto il mondo. Odio frattale.
utente anonimo 15 Luglio 2004 ­ 20:01
diocane, oggi sono andato per un sentierino sconosciuto delle 5 terre e mi sono devastato coi rovi. le 5 terre si sono vendicate contro di me per la mia filo­lunezietà. che terra assassina e bastarda, altro che mimosa effimera. mo' ci do fuoco.
onq 15 Luglio 2004 ­ 20:14
Levanto for president
casinototale 16 Luglio 2004 ­ 00:21
Che discorso del cazzo, che perdita di tempo. Ma andate tutti all'aria aperta e fatevi della figa invece di stare ore e ore sul pc. SFIGATI
utente anonimo 16 Luglio 2004 ­ 11:25
ma che qualunquismo di merda, ma chi cazzo sei? sparati, vacci te per figa, se non pensi che sia perdere tempo quello non so proprio come cazzo ragioni.
onq 16 Luglio 2004 ­ 11:33
avanti rovi liguri, nn lasciatevi piegare dal vile castagno venuto dal nord.
utente anonimo 16 Luglio 2004 ­ 15:06
'cciaddio, ma allora pavullo esiste!
dhalgren 16 Luglio 2004 ­ 15:21
io per figa non ci vado mai, e chiunque ci vada...
pureholocaust 16 Luglio 2004 ­ 20:43
chi va a figa è frocio
casinototale 26 Luglio 2004 ­ 19:47
non fate quelli, senza panigacci sareste finiti! come me senza farinata.
utente anonimo 16 Settembre 2004 ­ 07:48
La Liguria fa schifo TUTTA: è un paese in cui tutti i servizi (trasporti, informazioni, etc.) e poi siete di una maleducazione unica con i turisti. Per quel che mi riguarda ci sono venuta solamente una volta, non ci tornerò mai più e sto sconsigliando a tutti di venirci.
Visto che vi stanno sui coglioni tutti io vi faccio un piacere: poi tra qualche anno non venite a piangere perchè morite di fame perchè vi siete giocati tutti i turisti trattandoli a pesci in faccia. Sputate nel piatto dove mangiate, quindi non potete pretendere nulla. Morti di fame eravate e morti di fame ritornerete
utente anonimo 09 Novembre 2004 ­ 02:27
ma vaffanculo
pureholocaust 18/07/2004
AL PLAGIO! VERGOGNA!
Certe cose non capitano solo a
Sanremo. La prima parte dell'inciso
della sigla italiana di Fantaman: "ma c'è
un uomo / forte / con un nome
fantastico" (Superband,
Cleffer/Ronnieross, 1981) somiglia in
modo sospetto alla prima parte
dell'inciso di "Stayin' alive" dei Bee
Gees (da "Saturday Night Fever o.s.t.", 1978): "and now it's allright / it's ok /
and you may look the other way". Si noti anche la beffa della copertina. Dopo
oltre 20 anni nessuno ha ancora pagato per questo. Ho intenzione di uccidere
alcuni cani.
postato da onq | commenti (5)
Commenti
18 Luglio 2004 ­ 19:26
Maddài che il reato sarà caduto in prescrizione ormai...
delf 20 Luglio 2004 ­ 09:50
non bisogna lasciare che questo scempio vada oltre!!!
la notte dei lunghi coltelli è vicina..
Numbkid 20 Luglio 2004 ­ 14:04
Nel ritornello spicca una somiglianza sospetta con la sigla de "le simpatiche canaglie"e l'intro iniziale ricorda sandokan...ma se il tempo non esiste,i super robots avranno ragione dei loro rivali
casinototale 20 Luglio 2004 ­ 15:16
adesso che ci penso...la prima parte dell'inciso"c'era tanto tempo fa\un'antica civilta'"somiglia a "ain't got that swing" di duke elington.Grandi super robots,sempre con noi
casinototale 21 Luglio 2004 ­ 08:33
fregatene del plagio e vai coi cani di merda.
utente anonimo 21/07/2004
LETTERE vs. NUMERI
dreamweaver MX, photoshop CS, office XP,
cubase SX. con questa moda di merda per capire qual
è la versione nuova di un programma bisogna
intendersene. una volta si diceva "ce l'hai la quattro?"
"no ci ho la tre e qualcosa" "ah allora ti passo la
quattro che ci ha delle cose in più fighe che servono"
"ma mi gira?" "sì sì belin, se ti gira la tre ti gira anche
la quattro". ora invece "de ce l'hai la QB?" "no ci ho la
TL" "naaa, la TL è per bambini appena meglio della
GG" "ma che differenza c'è?" "boh, mi sa che la QB supporta i .vur". eppure
un giorno se la rideranno sì i giusti, come si diceva una volta.
postato da onq | commenti (11)
Commenti
21 Luglio 2004 ­ 09:07
se tu fossi un nerd come me useresti :
linux 2.6.3
firefox 0.9.1
kde 3.2.2
openoffice 1.1.1
gaim 0.9
abiword 2.0.5
etc.etc.etc. le versioni JH e WH sono per i windowsiani di merda.
utente anonimo 21 Luglio 2004 ­ 10:34
http://www.snackfoam.pwp.blueyonder.co.uk/gaytest1.html
utente anonimo 21 Luglio 2004 ­ 12:37
La moda delle sigle è nata dalla Microsoft e dalla Apple, che hanno tirato fuori Windows XP e Mac OS X. Da allora, i software progettati per questi nuovi sistemi si chiamano con sigle alfabetiche invece che con numeri per sottolineare il passaggio dalla vecchia alla nuova tecnologia e per non confondere l'utente. E non mi dite che cubase sx funziona anche con windows 98, perchè è vero, ma è stato un ripensamento della steinberg a prodotto già uscito.
Da notare che la cronologia di versione risulta mista: è già uscito cubase sx 2 e dreamweaver mx 2004, il che ci rivela che le sigle alfabetiche non sono esattamente numeri di versione, ma nomi di prodotto a tuttigli effetti. Cubase sx 2.1, ad esempio, è da leggersi "Cubase con tecnologia sx, versione 2.1". anche mac os x adotta questo schema, per cui c'è mac os x 10.1, mac os x 10.2 (codename Jaguar), mac os x 10.3 (codename Panther) e ora esce mac os x 10.4 (codename Tiger). Inoltre, Macromedia spiega che la sigla MX di Dreamweaver non ha un senso compiuto e non è un acronimo. Sospetto che sia una fusione tra "Macromedia" e quella cazzo di "X" che tutti mettono dovunque ora, un po' come "FX" negli anni '90. Idem per Steinberg ed SX. Ignoti i motivi per cui Adobe abbia scelto "CS", invece.
Brullo, se davvero volessi tirartela dovresti scaricare i build da CVS, quelli sì che hanno un numero di versione lungo ed alfanumerico.
utente anonimo 21 Luglio 2004 ­ 20:33
Solo il peccato originale ha distrutto l’immediato contatto tra Dio e l’uomo – cioè l’affinità tra le loro lingue – disegnando una frattura che giunge a distruggere l’unità originaria del Nome divino: perciò Isacco Luria, come brullonulla, parla delle lettere JH che si separano da WH.
violentunknownevent 21 Luglio 2004 ­ 22:58
oh,sono solo nerd.
brullonulla 22 Luglio 2004 ­ 01:16
il fatto che tu abbia scelto a caso proprio quelle 4 lettere ha qualcosa di inquietante. c'è qualcosa di sbagliato in te. o forse è un segno di santità. controlla spesso polsi e palmi delle mani, occhio ai buchi. dio divide gli uomini, gli uomini dividono dio.
onq 22 Luglio 2004 ­ 02:09
H.A.L
I.B.M
utente anonimo 22 Luglio 2004 ­ 06:22
adesso non posso controllare che devo rifarmi la foto sul sudario.
brullonulla 22 Luglio 2004 ­ 09:39
consigli per gli acquisti:
Norma Jean ­ Bless the martyr and kiss the child
utente anonimo 26 Luglio 2004 ­ 23:22
se sei chi penso tu sia, ero una tua grande fan...quando mi diedero "Ballads about unlucky love stories" in cassetta l'ascoltavo 23 ore al giorno
utente anonimo 28 Luglio 2004 ­ 08:52
giornate lunghe le tue... ma te non sarai mica quella cui concessi un'intervista per una fanzine di nome kataklisma?
onq 27/07/2004
DUEMILA CONTRO UNO
l'ultimo eroe
postato da onq | commenti (8)
Commenti
27 Luglio 2004 ­ 12:03
last ecscio iro, meglio di svarzy.
utente anonimo 27 Luglio 2004 ­ 18:10
"Il padre che non ho mai avuto"[cit.]
Numbkid 27 Luglio 2004 ­ 23:30
la repubblica dice che ha la malaria e l'epilessia.
brullonulla 28 Luglio 2004 ­ 00:03
la nazione dice che puzza
onq 28 Luglio 2004 ­ 09:36
mi sembra max dembo[come una bestia feroce]
faster lupo,...kill kill!!!
utente anonimo 31 Luglio 2004 ­ 13:15
"Un mercoledì da Liboni"...
l'hanno presi.
violentunknownevent 31 Luglio 2004 ­ 14:21
il liboni è andato a peggior vita..x chi è cristiano o comunque crede in una religione che punisce gli assassini
utente anonimo 01 Agosto 2004 ­ 14:40
chi cazzo sono questi?
doktorparanoia 01/08/2004
RECENSIONI DI DISCHI
il nuovo degli interpol
[[[ prima di tutti, in esclusiva sul flauto mauto ]]]
quanto ne godo. sempre antipatici m'erano stati
gli interpol, con le loro cravattine e fighetterie
niuiorchesi che il diavolo vi porti, e così a malincuore
ammettevo che il loro esordio col botto era un bel
disco che poi subito dopo dovevo andare a piangere
al cesso come le ragazzine senza tette prese in
ischerno dai compagni delle medie per il loro
compleanno più infelice. la popolarità improvvisa vi ha
messo il pepe al culo? non dico v'abbia arricchito di
botto, che si vede alto borghesi lo eravate di già, con
le vostre faccette da giovane architetto ben retribuito nel sistema
meritocratico del lavoro niuiorchese, ma di figa raccattata senza fatica ne
avete vista certo un poco di più, eppure non sono pronto ad ammettere che
tutto questo v'abbia dato alla testa, perché si presupporrebbe che un qualche
talento l'abbiate avuto prima, si ipotizzerebbe un piccolo mondo antico che
precedesse il vostro successo lungo tre mesi nel quale eravate una bend che
si sbatteva in sala prove e nei localini per due soldi. no. credo invece che per
fare il primo disco ci abbiate messo vent'anni, e invece col pepe al culo del
successo effimero e dell'editore che vi pressa e vi soffia alitate e sbuffi fin
dentro all'uretra si vede se valete o no, e non valete una scippa di cazzo,
merde.
postato da onq | commenti (7)
Commenti
01 Agosto 2004 ­ 17:52
secondo me gli onq valgono meno degli interpol
utente anonimo 01 Agosto 2004 ­ 21:16
a me neanche il primo è piaciuto da matti.
brullonulla 03 Agosto 2004 ­ 09:13
fanno cagare a prescindere.
heidi666
07 Agosto 2004 ­ 17:45
Il primo era notevole, nella sua inutilità vincolata dalle pose e dalle posizioni, uno dei migliori, tra i peggiori dei migliori, o tra i migliori di un epoca senza migliori. Il migliore di quell'anno erano i Suicide, se non ricordo male. E Yoshimi battles the pink robots, ovviamente. E i Karate.
violentunknownevent 15 Agosto 2004 ­ 01:50
Pppaco diomaiale smettila di rimpinzarti di polpette di melanzana, e ritorna.
mattatoio5 24 Agosto 2004 ­ 14:24
mi sto pisciando addosso, commento delizioso!!
utente anonimo 25 Agosto 2004 ­ 14:07
secondo me non capisci un cazzo
stephanowic
utente anonimo 03/08/2004
ERRATA CORRIGE
la direzione del flauto mauto si scusa per la
confusione creata nei commenti del post
sull'indipendenza della lunezia tra roncola e pennato.
sebbene nella foga del dibattito i due termini siano stati
usati senza distinzione, in realtà essi si riferiscono a
due strumenti ben diversi. per ulteriore chiarezza,
forniamo un link utilissimo a chi vorrà approfondire l'argomento. chi vi scrive è
il felice possessore di una roncola molto simile al modello qui illustrato
(mod.229 del catalogo leonelli), alla cui efficienza deve la vita. come ulteriore
contributo al dibattito, il flauto mauto propone un'ipotetica suddivisione
dell'anti-stato luneziano in provincie i cui confini siano determinati dal tipo di
roncola più diffuso. tale soluzione dovrebbe superare il problema della
divisione in provincie secondo altri parametri (come il ceppo dialettale)
rivelatisi inapplicabili per ovvie ragioni storico-demo-geografiche. avremo così
una lunezia alta, contraddistinta dall'uso della roncola dalla lama sottile
provvista di gancio, e una lunezia bassa, dove invece è diffusa la roncola
garfagnina dalla lama spessa e curva. stiamo a tal fine lavorando alla mappa
"roncologica" (ci si voglia perdonare il brutto termine) della lunezia,
sovrapponendo immagini di diversi tipi di roncola alle varie zone, ma per farlo
abbiamo naturalmente bisogno del contributo di ogni luneziano che voglia
descriverci o farci pervenire una foto della roncola usata dai propri nonni.
postato da onq | commenti (29)
Commenti
04 Agosto 2004 ­ 04:06
erano anni
utente anonimo 04 Agosto 2004 ­ 11:22
colgo nel catalogo l'esistenza di pennato di tipo I e di tipo II. il pennato di tipo I somiglia ad una roncola con una curiosa lama piccola (tipo ascia) sul retro, il pennato di tipo II non ha la lama piccola e sembra l'anello mancante tra la mannaia e la roncola. non trovo serie relazioni evolutive/filologiche tra pennato I e pennato II. mi sento di affermare che il termine "pennato" di per sé è una classificazione tristemente parafiletica. vorrei anche capire perchè "seghezzi" e "falciole" corrispondono alla stessa immagine. ci sarà da rimboccarsi le maniche e lavorare,qui,per fare la roncografia lunigianense.
brullonulla 04 Agosto 2004 ­ 11:24
un'analisi dei cataloghi conferma l'impressione precedente. e mostra molta più roncodiversità di quanto mi aspettassi.
brullonulla 04 Agosto 2004 ­ 13:20
già, se la differenza tra pennati di tipo 1 e roncole è ovvia (i pennati sono bipenni, da cui appunto il termine), non si capisce perché i pennati di tipo 2 che ne sono sprovvisti non vengano classificati come roncole.
onq 04 Agosto 2004 ­ 15:22
eccomi a rispondere all'appello:
rifacendomi al catalogo inserito da onq dico che il penato da me posseduto è:
art. n°281 falciglia parma
utente anonimo 04 Agosto 2004 ­ 15:27
a ca mia l' pnat èi stchì, se po leoneli il ciam 'n tun altra manera a me am n' freg un caz, tà capit!!!!
utente anonimo 04 Agosto 2004 ­ 16:05
il problema si fa spinoso. siamo costretti ad abbandonare i termini generici "roncola" e "pennato"?
brullonulla 04 Agosto 2004 ­ 17:31
Mio nonno, che dubito abbia mai acquistato da Leonnelli, possedeva un attrezzo simile alle roncole del catalogo e la chiamava "pennato". E aveva il gancio.
Ma i pennati di Leonnelli sono classificati come extralunigianesi, sono sardi, di Foligno, al limite liguri. Ritengo quindi non valida la classificazione di Leonelli, che peraltro sta a Macerata e sa un cazzo della Lunigiana. Il pennato lunigianese (che non ho mai sentito chiamare "roncola") è il pennato, che poi i marchigiani di merda lo chiamino come vogliono.
utente anonimo 04 Agosto 2004 ­ 18:08
secondo questo sito http://www.comune.pisa.it/gr­archeologico/musvir/rawt/ripiano.htm la differenza sarebbe che i pennati hanno la convessità della lama vicino al manico, le roncole no (questo va evidentemente contro la tassonomia leonelliana). va da sé che il flauto mauto organizzerà al più presto una gita al ripiano dei pennati nelle apuane meridionali.
onq 04 Agosto 2004 ­ 18:12
nel vernacolo lucchese:
pennàta [s. f.] attrezzo agricolo usato per sbucciare i pali di castagno, tagliare canne e, comunque, portarselo sempre dietro attaccato per l'apposito gancio alla cintura. E' usato per lavori grossolani. Differisce dal "pennato" perchè è priva di una prominenza (secondo taglio) posta sul margine superiore dell'attrezzo. La pennata è a volte un pennato cui si è consumata la lama superiore. Es.: Vada lellì sembra fatta ‘on la pennata...
pennàto * [s. m.] tipo di roncola. Serve a taglià i rami delle salie o le 'anne.
onq 04 Agosto 2004 ­ 18:13
a massa invece:
Pennàta ­ sf. ­ (sec. XIV; dal lat. pennàtus) ­ Attrezzo agricolo, usato specialmente per potare, formato da una lama ricurva, con un sol filo dalla parte interna, e fissata su un manico di legno. Tipo di roncola di forma panciuta che si differenzia dal pennàto (vedi) per la sua caratteristica tondeggiante. Pennàto ­ sm. ­ (sec. XIV; dal lat. pennàtus) ­ Attrezzo agricolo simile alla roncola (pennàta) che reca sul dorso una cresta o penna tagliente; è usato per recidere i rami più grossi.
onq 04 Agosto 2004 ­ 18:14
AAAAHHHH FINALMENTE. ECCO IL LINK DEFINITIVO: http://mestieri.sysnet.it/Paesaggi/pagina5.htm
onq 04 Agosto 2004 ­ 20:59
che schifo sto ritrovo di toscani e filotoscani
utente anonimo 05 Agosto 2004 ­ 15:05
Vai a farti le seghe al Picco, vai, orgoglioligure, con lo spezia in serie B e tutto il resto. Che quando arriveremo con le roncole non ti salveranno nemmeno i tuoi amici Matievich.
utente anonimo 05 Agosto 2004 ­ 15:37
ma se nn sai neanche come si chiamano, stecazzodironcole. ma dove te vè andae!!! anal cunt.. giusto un filocarrarino poteva sentire un gruppaccio come gli anal cunt.
utente anonimo 06 Agosto 2004 ­ 11:23
Se leggi l'articolo scopri che è indifferente chiamarle roncole o pennati, al giorno d'oggi. Gli Anal Cunt sono bravi. Gli aquilotti mettiteli in culo, invece, frocio.
utente anonimo 06 Agosto 2004 ­ 12:24
ahhha gli anal cunt sono bravi? hahahhahahaahah!!! mi sa che te nn capisci un cazzo di 3 cose: 1 ­ di figa. 2 ­ di musica 3 ­ di roncole. poi vabè, la mia è una visione ottimistica..chissà quante altre ce ne sono ;)
utente anonimo 06 Agosto 2004 ­ 13:13
Calma. Ahahaha, sei orgoglioligure o uno che è passato per caso?
utente anonimo 06 Agosto 2004 ­ 15:17
odio dar ragione all'aquilotto di merda, ma effettivamente dire che gli anal cunt "sono bravi" è un pò una forzatura. orgoglioligure resti comunque una merda. viva la roncola col sangue che sgocciola, viva il pennato nel genovese sgozzato.
utente anonimo 07 Agosto 2004 ­ 19:38
Eh, dev'essere brutto nascere in via Parma da una madre puttana che ti ha partorito a 16 anni, il padre morto di crack e il magico spezia nel cuore. Certo che poi uno si sfoga odiando i carrarini. Hai passato l'adolescenza alla Bulldog, se tanto mi dà tanto.
Bell'orgoglio di merda.
utente anonimo 08 Agosto 2004 ­ 11:37
Io sono di livorno e il pennato ce l'abbiamo e come. Se vi vedo dalle mie parti vi ci faccio il culo a fette, spezzini e carrarini di merda. Gli Anal Cunt sono bravi, fottetevi voi e i cazzo di Beatles.
mielenero 08 Agosto 2004 ­ 11:55
non è per nulla attinente ma nella mia terra d'origine aka la val brembana (BG) c'è una montagna che si chiama "la roncola". da noi si usa il modello 229 del catalogo leonelli.
heidi666 08 Agosto 2004 ­ 11:57
pi esse, onore e gloria imperituri agli anal cunt.
heidi666 08 Agosto 2004 ­ 15:40
se aiki ha la roncola uguale alla mia si guadagna la cittadinanza onoraria luneziana
onq 08 Agosto 2004 ­ 16:06
ce l'ha mio padre, nella mia casa natìa.la roncola fa parte dell'equipaggiamento base del valligiano bergamasco medio.sarei onoratissima nel ricevere la cittadinanza.questi tratti tipici del luneziano che odia tutti compreso il proprio ceppo d'appartenenza mi vedono concorde e supportiva della causa.
heidi666 09 Agosto 2004 ­ 11:55
Livorno, albero in culo e foglie d'intorno.
Non ho mai incontrato un livornese che non minacciasse di morte il prossimo per futili motivi, salvo poi prendere sonori calci in culo da tutti quelli che ha infastidito.
Ma da una, anche voi siete tutti figli di marinai e zingari. Avete il patrimonio genetico inquinato.
Aiki, ma tu non sei di Alessandria? L'alessandrino è quanto di più simile al luneziano, dovrebbero gemellarci, altro che Bayreuth.
utente anonimo 09 Agosto 2004 ­ 19:25
sono bergamasca ma da un anno risiedo ad alessandria.
heidi666 17 Agosto 2004 ­ 19:20
sul vernacoliere di marzo 2002 , "Luana la babysitter" episodio 40 "il ritorno di maila" : maicol brandisce un pennato.
brullonulla 18 Agosto 2004 ­ 02:46
e dai!
utente anonimo 21/08/2004
INDOLENZA D'AGOSTO
incuriosito da un commento particolarmente cretino sul blog
della aiki, seguo il link a caccia di scontatezze e ridicolaggini di
cui ridere, e mi imbatto invece nel più fascistissimo dei blog.
strani talvolta i percorsi della vita. non pago, sbatto un po' google
in cerca di zingari da sdegnare e trovo invece un nuovo amico.
postato da onq | commenti (2)
Commenti
22 Agosto 2004 ­ 13:41
credo che sia inutile parlare del nulla..
rosas 31 Agosto 2004 ­ 16:16
sta attento che toni lo zingaro ti strappa il culo con le mani...
utente anonimo 22/08/2004
TEMPI
il disastro dell'ultima fine di secolo e il peggiore
segno di sventura imminente non è la guerra né la
fame, che ci sono sempre state, ma un inquietante
classismo al contrario he porterà la razza umana
all'umiliazione finale. una volta il non lavorare era un
privilegio. i pallidi figli dei signorotti che potevano
pagare gli studi si facevano una vita di lettere e
venivano rispettati per la loro grande cultura. i
grecisti, gobbi e malati nel sangue, non venivano
chiamati damerini ma "signore" o anche "buon
signore" dalle popolane. un vago disprezzo per la
nobiltà l'ha istillato la rivoluzione francese, e non
parliamo dei comunisti, ma comunque andassero le
cose chi si poteva permettere di non passare la
giornata coi sacchi sulle spalle amava esibirlo (facendosi crescere l'unghia
del mignolo, per esempio) e veniva invidiato. è a partire proprio dai nostri anni
90 che il quadro cambia drammaticamente. le lauree si danno via al chilo e gli
zoticoni più impreparati passano per luminari, i ricconi si sono immilanesiti e
non si vantano più di non lavorare, bensi di essersi fatti un culo così per
arrivare dove sono. essere nati ricchi è un marchio d'infamia, fare la propria
fortuna da sé partendo dai gradini più infimi del manovalato è addirittura un
sogno, il sangue nobile e il cognome importante sono vergogne da tener
nascoste. gli operai mi guardano dall'alto in basso, i contadini mi ciarlano che
non so cos'è la fatica, come se i calli fossero un vanto. tutto ciò è intollerabile.
vorrei ricordarvi che le vostre stesse nonne andavano nei campi coi cappelli
larghi per non abbronzarsi il volto, e i vostri nonni andavano fieri dell'adipe
che riuscivano ad accumulare sui fianchi. voi dovete invidiare la mia
nullafacenza, la gara a chi si fa i turni più massacranti ve la lascio ma ben
volentieri.
postato da onq | commenti (5)
Commenti
23 Agosto 2004 ­ 00:41
visto che sto passando l'agosto a scrivere la tesi,vorrei darti torto. ma non ho di che darti torto. non hai torto.
detto questo, quand'è che i tuoi si romperanno il cazzo di pagarti adsl e chitarre?
brullonulla 23 Agosto 2004 ­ 00:53
ah, aiutami a trovare anche tu il porno di pacciani. info sul mio blog.
brullonulla 26 Agosto 2004 ­ 07:44
ogni forma di lavoro è prostituzione. diceva brecht. M.
utente anonimo 27 Agosto 2004 ­ 11:57
sei un incapace
utente anonimo 31 Agosto 2004 ­ 16:17
ma che cazzo ci frega,porcodio!
utente anonimo 25/08/2004
RIPIANO DEI PENNATI: L'UNICA RONCOLA E' LA MIA
vane le ricerche delle
testimonianze arcaiche della gens
roncolarum sul ripiano dei pennati,
che pure stando a questo sito
dovrebbe esserne pieno.
evidentemente la legio apuana che
ho condotto alla ricerca del sito ha
male interpretato le istruzioni degli
archeologi pisani e si è fermata
(coi coglioni già pieni, essendo
ascesi da nord e il luogo in
questione giacendo sull'opposto
versante) a un altro ripiano, privo
di incisioni ataviche. sarà che la partenza da sant'anna ci ha portato sfiga, ma
ancora non mi do pace. programmerei quasi una seconda ascesa partendo
da le culle, versante sud segnavia cai 107, se non fosse che questo monte
gabberi, quasi privo delle asperità rocciose tipiche delle cime apuane, lascia
un po' coll'uccello in mano, come dire.
ps: nell'intanto il Buonista di qualche post fa ha fatto outing e ha pubblicato la
foto del suo muso a culo.
postato da onq | commenti (3)
Commenti
25 Agosto 2004 ­ 19:00
plaudo la nobile e severa iniziativa dell'avanguardia onq che porta a splendere sulle scabre vette apuane la lama del pennato, arma del sudore dei nostri padri contadini.
brullonulla 26 Agosto 2004 ­ 11:10
hehehehehehe, io quei posti li conosco, dove eri di preciso, magari da "forestiero", hai girato a destra anzichè a sinistra................
utente anonimo 28 Agosto 2004 ­ 14:26
ficcatela in culo la roncola
utente anonimo 26/08/2004
PUTTANA MORTA
poverina, la biondina che va in vacanza a roma e poi la
ripescano nel tevere. qui leggiamo: "La ragazza era stata vista
per l'ultima volta da un'amica, mentre si allontanava insieme a
due egiziani e un marocchino conosciuti poco prima a Piazza
di Spagna". questi negri ci vengono a rubare il lavoro, una
volta le scopavamo noi le tedesche. ma a parte questo,
mettiamo anche che tu sei tedesca e di larghe vedute e molto
tollerante perché in germania da piccola ti hanno detto che
l'intolleranza è una brutta cosa e una volta c'era un tedesco intollerante e ha
combinato dei guai, e mi posso pure trovare d'accordo che tu sia stata
educata alla tolleranza, ma da qui ad andare via da sola con 3 negri
conosciuti in piazza di spagna nel cuore della notte, ebbene ce ne passa, o
no? certo, magari dovevano venderti del fumo, cazzo so, non dico che
stavate andando a fare una gang bang, ma che cazzo di persona sei, che vai
in giro di notte con tre negri di merda?
postato da onq | commenti (33)
Commenti
26 Agosto 2004 ­ 19:02
that's just darwin.
brullonulla 26 Agosto 2004 ­ 20:06
encomiabile, nonostante tutto, il video dei genitori. i tedeschi sono davvero una razza superiore. in italia sarebbe tutto un piagnucolio di merda, lì invece vedi sti due signori dignitosissimi con la foto in mano: "entschuldigung, nostra figlia, l'abbiamo persa, danke". debbo però ammettere che anche i genitori e il fratello di baldoni non sono da meno, essendo baldoni un giornalista, quindi più colto di un militare terrone di merda, te ne accorgi anche dalla sua famiglia: buoni toscani che senza battere ciglio "essì, speriamo nel buon dio, ma enzo se la sa cavare, via via che ne esce" e sono tranquillissimi, senza patetismi da terroni di merda come le famiglie quattrocchi eccetera. il simbolo del 2004 è quella troia della sorella di uno di loro che andava sempre a parlare al telegiornale, antipatica di merda morisse ora.
onq 27 Agosto 2004 ­ 04:52
mi sa che baldoni badaloni lo hanno affettato.
io adesso mi occuperei del culo della figlia che non mi sembrava malvagia.
utente anonimo 27 Agosto 2004 ­ 11:39
Hai ragione una troia di merda. Eppure i panni sporchi vanno lavati in casa ovvero, nella comune lavanderia dell'Asse. Può essere definita putana da molti ma non da tutti, di fronte alla massa bovina ella va difesa se non altro per non incrinare un concetto di base ovvero: la ragazza ariana è santa nei confronti di tre, appunto, NEGRI DI MERDA. La ragazza ha sbagliato ma rimane depositaria del sangue superiore e quindi bisogna dare la morte al negraccio che insidia la pura progenie aldilà di ogni merito o demerito personale.
In ogni caso, è una puttana.
Forlivese 27 Agosto 2004 ­ 12:00
w i negri porcodio
utente anonimo 27 Agosto 2004 ­ 12:00
onq sei frocio
utente anonimo 27 Agosto 2004 ­ 12:06
vedi ziopepi, la troia è una "camerata che sbaglia" ed è giusto che con la sua morte dia l'esempio. niente mi fa infuriare di più degli ariani che hanno perso l'orgoglio e il senso di appartenenza, che sono gli ingredienti principali della nostra superiorità, che ci distinguono da quella razza di vermi. chi rinuncia all'orgoglio è negro per scelta e come e più dei negri per nascita deve morire.
onq 27 Agosto 2004 ­ 14:14
Grazie della delucidazione onq, mi sembra convincente. E' un atteggiamento di grande onestà intellettuale e schiettezza, forse più fascista che nazista. Ottimo.
Forlivese 27 Agosto 2004 ­ 16:23
ci sono negri facoltativi e negri obbligatori, diceva lodovico ellena.
brullonulla 28 Agosto 2004 ­ 11:50
cazzo questo post è f­a­v­o­l­o­s­o
Maladoror 28 Agosto 2004 ­ 13:36
Comunque se avessi una tipa da far battere, la farei andare con i negri ma mai con un cazzo di finocchio comunista.
Forlivese
28 Agosto 2004 ­ 14:25
io la farei battere con chiunque ad eccezione di onq,che è una faccia da cazzo ebbrea
utente anonimo 28 Agosto 2004 ­ 16:21
Ma Onq, e un post sulla figlia di Baldoni non lo vogliamo fare? Dopo la signora quattrocchi me l'aspettavo, certo è un altro genere ma tu sei un ecclettico. Non ci deludere.
A parte questo mi dissocio perché siete dei nazisti del cazzo.
violentunknownevent 28 Agosto 2004 ­ 17:37
baldoni non mi sta sul cazzo quanto mi stava sul cazzo quattrocchi perché quattrocchi faceva il raz degan e invece baldoni era un pacioccone. e poi sua figlia non l'ho ancora vista, e non ho subito tutta la retorica dei telegiornali perché sono stato via, e poi di quella ha già parlato il dahlgren e non devo aggiungere niente (anche se mi sa tanto che poi ha cancellato il post).
onq 28 Agosto 2004 ­ 17:38
ah, al nuovo anonimo che mi rompe i coglioni (sei FiglioDiTroia? se sì ricordati di firmarti). non sono giudeo, sono luneziano sedici sedicesimi.
onq 28 Agosto 2004 ­ 19:57
dhalgren dice di aver solo *spostato* il post, non di averlo cancellato. io non l'ho letto comunque e vorrei farlo. baldoni mi sembrava uno piuttosto simpatico, e poi traduceva doonesbury, e questo è bene. e tutta la vicenda è stata infinitamente più dignitosa della vicenda quattrocchi.
brullonulla 28 Agosto 2004 ­ 20:29
oè, per la tua collezione di tipe: Elisabetta Ballarin, una delle bestie di satana. dal barbiere ho visto una sua foto su gente o oggi o queste cacate qui e secondo me vale la pena.
dhalgren 29 Agosto 2004 ­ 11:13
Che pensieri profondi.... che testo impegnato... sei il mio idolo!
iosonoDio 30 Agosto 2004 ­ 13:17
BELGRADO ­ Un gruppo di tifosi della squadra di calcio belgradese Stella rossa ha devastato un aereo charter organizzato dalla compagnia di bandiera serba Jat per seguire la partita contro il Psv Eindhoven, conclusasi mercoledì scorso con un cinque a zero in favore degli olandesi. La notizia è trapelata solo oggi, dopo che la Jat ha seccamente comunicato alla società sportiva Stella rossa che non organizzerà mai più simili voli. Stando alle testimonianze dell'equipaggio, che è stato anche malmenato, i tifosi hanno addirittura cercato di destabilizzare il velivolo, gettandosi tutti insieme da un lato all'altro. Il pilota è comunque riuscito a mantenere la rotta e ad atterrare. Ad attendere i teppisti all'aeroporto c'era la polizia.
Kabubi 31 Agosto 2004 ­ 12:17
Scusate se interrompo il vostro idillio nazi­fascista, ma non vi sembra di essere un po' patetici e fuori tempo. A leggere le parole e i toni di Forlivese sembra di vedere un episodio di "Fascisti su Marte" di Corrado Guzzanti e sentire parlare di "razza ariana", "sangue superiore" e "pura progenie", mi sembra di sentire quelli di sinistra che in Italia ( paese democratico ) inneggiano alla rivoluzione e al "mito del Che".
Scusate se non saro' volgare, ma dal momento che qui l'insulto e la bestemmia sono d'ordinanaza, vorrei essere notato.
Restando in tema, non definirei la ragazza "puttana" dato che per essere definiti tali bisogna essere dei professionisti del ramo ( e credo che non fosse il suo caso). Al massimo la sua avrebbe potuto essere una prestazione occasionale...
Concordo sul fatto che sia stata un po' "sconsiderata" e che se la sia andata a cercare, ma ognuno e' libero di fare cio' che vuole; c'e' chi va da sola di notte con tre "extracomunitari" praticamente sconosciuti, c'e' chi va a fare Rambo in zone di guerra e c'e' chi tira estintori contro i defender dei carabinieri...l'importante e' che si sia consapevoli dei rischi ai quali si va incontro.
Mi augoro, dai discorsi che sento da voi, che siate di quelli che vanno in giro a picchiare quelli che definite"negri di merda", ma non in 10 contro 1 e rischiando sulla vostra pelle di prendere delle botte o di essere arrestati e non siate invece solo dei "buontemponi" che scrivono certe cazz...(scusate....) "baggianate" istigando magari qualche mentecatto a compiere quelle azioni che voi siete troppo vigliacchi per compiere di persona.
Ary
utente anonimo 31 Agosto 2004 ­ 12:34
grazie ary, cambierò il finale in "c'è da essere sconsiderati a girare di notte con tre extracomunitari", chiamare le cose con questi termini pacifici fa molto 'i care', tu sei una di quelle persone che riuscirebbe a coniare termini come "campi d'accoglienza", complimenti, sei dei nostri, ma più di stampo goebbels.
onq 31 Agosto 2004 ­ 13:09
Forse stai confondendo i toni e i termini con le idee. Ci vuole poco a farsi notare e ad attirare l'attenzione inserendo in ogni periodo termini come "cazzo", "puttana" ( o "troia" che sia), "frocio" o "negro di merda" ecc... potrei continuare per ore, sono anchio un campionario di insulti...
Non credo per niente di essere "uno dei vostri" perche' come dicevo sono le idee ad essere diverse e lo sono e lo sarebbero state anche se avessi inserito nel post qualche "cazzo", "vaffanculo" o "nazi­
fascista di merda" in piu'.
Ary
utente anonimo 31 Agosto 2004 ­ 18:05
sì è tutto vero, ma ancora non capisco cosa vuoi te da me. convertirmi alle tue idee? dire la tua e sentirti brillante? entrare nella discussione? partecipare? esporre con pacatezza e moderazione le tue vedute? davvero non capisco chi sei e cosa vuoi. perché tanta gente viene a dirmi che sono una testa di cazzo ma poi la finiscono lì, tu invece arrivi col tono serioso e sembra proprio che ti ci impegni. sei di CL? sei la mia coscienza?
onq 31 Agosto 2004 ­ 20:50
onq in fondo è un buon uomo
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 09:59
Convertirti alle mie idee? e come potrei dato che le idee che ho sono poche e confuse. ( tranquillo non sono di Cl ma al massimo di RC )
Sentirmi brillante? Credo che siano altre le cose per le quali ci si debba sentire brillanti, dal momento che non ritengo essere motivo di vanto e di orgoglio partecipare ad una discussione sul tuo blog; mi sembra che tu stia peccando un po' di presunzione...
Se proporio ci tieni posso postarti qualche insulto gratuito ogni tanto, come vedo che fanno spesso altri, ma non vedo perche' dovrei, e non e' questo il mio scopo, anche perche' in realta il tuo blog mi piace lo trovo a volte molto divertente; se non mi piacesse non sarei obbligato a leggerlo. Quello che vorrei sapere e' se quando tu o altri tuoi "commentatori" parlate di orgoglio e superiorita' della razza ariana o di "dare la morte al negraccio che insidia la pura progenie", ecc...( cose che a sentirle mi provocano allergia, ma questo e' un problema unicamente mio) dite sul serio e con convinzione o lo fate con ironia. Anche perche' se lo diceste convinti allora il tuo blog diventerebbe ancora piu' esilarante da leggere soprattutto a pensare che c'e' gente che ci crede davvero nell'orgoglio e nella superiorita' della razza ariana o in stupidate simili e magari sono bassi, con capelli e occhi neri, con carnagione scura e probabilmente di origini non proprio cosi "pure" come vorrebbero far credere... Ary
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 10:39
Rispondere se il tutto sia ironico, metaforico, serio o chissachealtro sarebbe in fondo solo una (inutile) didascalia... il linguaggio è indeterminato di per sé, indipendentemente da quello che possa dire una persona a commento di ciò che a scritto. Sta a chi legge decidere se e come leggere qualcosa, e a quel punto prendersi la responsabilità della propria interpretazione.
mk22 (in quanto lettore)
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 10:42
"di ciò che HA scritto"... chiedo scusa.
mk22
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 11:45
il problema è un altro:perche'onq dal noise è passato all'emopoltiglia?boh.......
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 20:17
oh onq, quando me lo fai un post su xena? daiii
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 23:38
Grazie mk22 !!! Ora ho capito come funziona! Non e' chi scrive ma chi legge a creare il concetto. E pensare che mi sono impegnato tanto per cercare di rendere al meglio attraverso la scrittura quello che volevo esprimere...bastava una qualsiasi frase senza senso...
Quanto tempo sprecato! A saperlo prima potevo andarmene al mare... ciao, ciao
Ary
utente anonimo 02 Settembre 2004 ­ 01:55
dal noise all'emo? e poi sarebbe la tedesca ad essere puttana?
Antoinette 03 Settembre 2004 ­ 22:38
mk22 come al solito puntuale e preciso, grazie. gli altri: io non faccio mica emo, ora faccio canzone d'autore in italiano. e ditemi un po' qualcosa che vi vengo a casa con la roncola.
onq 31/08/2004
PERSONE DI MERDA:
Toby Stevenson
diciamoci la verità: a chi non sta sul cazzo toby
stevenson? sono tempi grigi, se tutti se la prendono
con un brullonulla qualunque deviando il proprio
disprezzo da chi lo merita davvero. toby stevenson,
medaglia d'argento in salto con l'asta alle ultime
olimpiadi dietro il connazionale timothy mack (e davanti
al nostro gibilisco "bronzo che vale oro", come si è
detto da vere mezzeseghe per ogni medaglia non d'oro
vinta dagli italiani in queste olimpiadi del cazzo, il duce
li avrebbe invece fatti fucilare) lo si riconosce per il
pizzetto a mosca e soprattutto per il vezzo di indossare
un assurdo casco da hockey per fare salto con l'asta. il
mondo dello sport è ammorbato da atleti che vogliono distinguersi con orpelli
vezzosi. ha cominciato la scimmia davids coi suoi ridicoli occhiali e poi, via
via, in ogni vasca abbiamo visto il nuotatore con la muta intera, ad ogni giro il
ciclista colla bandana, su ogni pista il corridore coi più diversi ammenicoli
froceschi. fossero poi i migliori del mondo, ma sono delle mezze seghe, e
infatti stevenson è secondo dietro al ben più sobrio mack, che si distingue sì,
ma per la medaglia d'oro. una volta sarebbe arrivato un giudice che con
accento teutonico avrebbe imposto agli atleti di correre nudi e radersi la testa
alla marine, oggi, tempi di permissivismo e lascivia, si tollerano personalismi
ed autoesaltazioni, forse voluti dagli sponsor, ma più spesso frutto di iniziativa
individuale. è questo il caso di toby stevenson, che naturalmente ha il suo sito
personale (pura elongatio penis, come lo chiamerebbe la nostra amica) dove
trova posto pure una foto del suo macchinone americano. forse non tutti
hanno seguìto, ma se vi capita andatevi a rivedere le finali del salto con
l'asta, e guardatevi i viscidi gesti di esultanza di stevenson quando gli riesce
un salto: stortura estetica mutuata di certo dal giro del nu-metal, così come
l'abitudine di fare le corna alla metalli'fuckin'ca ogni cazza volta gli capita di
essere inquadrato. questo blog è contro toby stevenson, ora vi faccio un
banner.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
31 Agosto 2004 ­ 12:05
è un ricchione di merda
Forlivese 31 Agosto 2004 ­ 15:26
yo brothaz
utente anonimo 31 Agosto 2004 ­ 16:10
è un eroe.Viva i Limp Biskit.
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 12:20
non ho capito perchè ti sta sul cazzo: per il casco, il sito, la macchina o i gesti niumetal?
StandAlone 01 Settembre 2004 ­ 17:41
onq sei perverso....ti piace il salto con l'asta
utente anonimo 01 Settembre 2004 ­ 19:52
mi unisco alla crociata anti­faccia­di­cazzo.
che si autoproduca un tumore,quel bastardo.
il personaggio più irritante dei giochi olimpici. olè.
Numbkid 01 Settembre 2004 ­ 21:39
bisognerebbe piuttosto parlare degli eroi del triathlon, che si fanno un culo spaventoso (20 km di corsa + 4 nuoto + 50 in bici) per una gloria ben misera.
brullonulla 02 Settembre 2004 ­ 14:15
riguardo al commento sul post precedente : onq, antoinette dal piccolo dei suoi 17 anni ha ragione. voglio un box di 100 cd a firma ANTENNA 59.
brullonulla 20 Settembre 2004 ­ 11:20
Da parte di un ex saltatore con l'asta (5.40 p.b.) nonchè musicista, non capite proprio un cazzo. W Toby Stevenson, coglioni, non avete idea di cosa ci voglia per saltare 6 metri, ha il caschetto? E allora? Siete dei poveri ignoranti
utente anonimo 04/09/2004
NEL SEGNO DEL PENNATO
mentre voialtri gli riempivate di commenti
sciocchi un vecchio post, il vostro affezionato
campeggiava con un compare luneziano tra le aspre
apuane. lungi da me farmi vanto delle nostre
modeste imprese alpinistiche enumerando le vette
conquistate, volevo dedicare il post ad un vero
misantropo che mi è capitato d'incontrare su di là:
questo tizio (che avrà sì e no l'età che ho io), in accordo con la sezione cai di
carrara, di cui per altro non è nemmeno socio, si è fatto carico di tenere
aperto e in ordine questo rifugetto che vi vedete nella foto (di regola chiuso,
come si legge qui), e lì passa primavera, estate ed autunno, tornando a valle
(2 ore a piedi dalla strada più vicina) una volta ogni tanto per le provviste.
passa in quello sgabuzzino in mezzo al bosco tutto il suo tempo, accogliendo
e dando dritte non troppo precise ai rari viandanti, e facendosi una
passeggiata quando gli garba. conquistata la mia stima, questo fulgido
esempio di lunezietà misantropica apuana abbia la benedizione del flauto
mauto e la fama tra i suoi lettori.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
04 Settembre 2004 ­ 13:19
onore e gloria. ah, se a fine settembre si passa da spezia, gradirei incontrarLa.
heidi666 04 Settembre 2004 ­ 14:00
:­) messere messere ho sempre poteri divinatori, vede...
massimo rispetto al signore del rifugio.
M.
sleepwalking 04 Settembre 2004 ­ 14:02
nicola è arrivato sul flauto mauto, che rigiri.......................
ma il compagno di gita aspettava a valle mentre tu eri sulle vette???
utente anonimo 04 Settembre 2004 ­ 14:26
plaudo con entusiasmo il signore del pennato.
brullonulla 04 Settembre 2004 ­ 16:46
il flauto mauto de carne
utente anonimo 04 Settembre 2004 ­ 18:03
cararìn, il compagno di gita è riuscito a salire sul pizzo, ma mi ha lasciato la conquista solitaria del grondilice e persino della tambura, (temeva i sassetti friabili). aiki, se passi da spezia ci vediamo a spezia, altrimenti tra un po' vado a milano ospite (lui non lo sa ancora però) del tipo che suona con la claretta e magari ci becchiamo pure lì.
onq 04 Settembre 2004 ­ 23:34
onq,collaboriamo ad armi ìmpari
utente anonimo 12 Settembre 2004 ­ 14:50
Dioccane, 'sto Grondilice friabile me l'ha piazzata in culo per la seconda volta. La Tambura, poi, che si presenta tanto accessibile e pacioccona, si è rivelata un cumulo di ghiaia pronta a trascinarmi nel dove nessuno lo sa (chi afferra la citazione mi è + amico di chi la ignora). La versione completa dei fatti la potete trovare nel diario del rifugio K2, nel versante + tetro e umido della valle Orto Di Donna. La prossima volta ce lo porto il culo la in zimo, a costo di venirmi a far recuperare da John.
Ah, posto veloce qui perchè mandar e­mail è sempre + complesso: Mercoledì parte il tour di battone e droga col Raffè ad Amsterdam, dico di rimandare la missione alla vasca dei tritoni al mio rientro, contagi e catastrofi veneree permettendo.
Ma poi c'è il telefono per comunicare, magari riesco pure a schiacciare le mie fobie. Magari no.
Lorè
utente anonimo 05/09/2004
ARTE, MERDA, MORTE.
a dieci mesi dall'apertura, chiude tra molti applausi e
qualche fischio la seconda personale di arte brutta
dell'artista che sarei io. l'ultima opera esposta chiude
idealmente il percorso con una maturazione dell'artista che
sarei io simbolicamente rappresentata da un passaggio dal
digitale al buon vecchio, analogico, acrilico su legno che
prelude all'ancor più concreto onq a casa tua. un
ringraziamento a chi ha sostenuto e incoraggiato con donazioni e supporto
morale l'artista che sarei io durante questi lunghi mesi di duro lavoro ed
impegno nel civile e nel mondo dell'arte intesa come recupero dell'essenza
intima dell'uomo.
postato da onq | commenti (10)
Commenti
06 Settembre 2004 ­ 11:51
mi rammarico parecchio per la precoce chiusura della personale. certo, chi ha avuto ha avuto chi ha dato ha dato. epperò sarà molto più buia l'alba di domani, senza l'artebrutta.
ad esempio, non ho visto opere raffiguranti pennati. una mancanza quasi colpevole,direi.
brullonulla 06 Settembre 2004 ­ 12:45
la mostra in quanto mostra ha tempi ristretti e definiti, altrimenti sarebbe museo. credo che l'ultima opera supplisca ad ogni carenza di pennati.
(ps: ringrazio anal cunt per avermi mandato a fivizzano all'evento più inutile per il quale abbia mai fatto più di 30 km)
onq 06 Settembre 2004 ­ 12:48
ho seguito fedelmente l'evoluzione artistica della personale nel corso dei mesi. mi mancherà.
heidi666 06 Settembre 2004 ­ 15:01
anal cunt che fine ha fatto dioporco? deve venire a stabilirsi a casa mia. dopo mercoledì può. dopo.
brullonulla 07 Settembre 2004 ­ 10:31
analcunt l'ho visto ieri sera, semmai che fine hai fatto te, bevitore di ragù a tradimento!
onq 07 Settembre 2004 ­ 10:44
non dovrò più preoccuparti di trovare decoroso abbigliamento per futuri vernissage, messere? M.
utente anonimo 07 Settembre 2004 ­ 19:16
la fine che ho fatto io la saprai domani. per adesso sono nel fumetto bivio in una storia a bivi :
bivio #1 : passo l'esame per cui non ho studiato un cazzo, evviva, mi laureo a ottobre.
bivio #2 : non lo passo, non posso laurearmi a ottobre, ho passato l'estate a farmi il culo per nulla, mi uccido.
domani pomeriggio sapremo quale bivio ha preso la mia vita.
brullonulla 07 Settembre 2004 ­ 20:10
difficile interpretazione: hai passato l'estate a farti il culo ma al contempo affermi di non avere studiato un cazzo. e dunque il culo come te lo sei spaccato? parafrasando marziale: "dopo chiavato, brullonulla, sei solito cagare. dimmi, che usi hai quando ti fai inculare?"
onq 07 Settembre 2004 ­ 21:58
ho scritto la tesi. motivo per cui non ho studiato un cazzo.
brullonulla 12 Settembre 2004 ­ 16:21
DIOCANE! Fate schifo, vivete solo di fantasmi!
utente anonimo 08/09/2004
PERCHE DISPREZZARE I TERRONI?
e perché no? ma hey, camerata, che brutta fine hai fatto?
postato da onq | commenti (6)
Commenti
09 Settembre 2004 ­ 01:09
io da bravo centrista che gli fanno schifo tutti,te ne segnalo un'altro.
www.domiad.it
osservare le foto del forum
utente anonimo 09 Settembre 2004 ­ 09:37
Sono smarrito
Ho respirato con te
Piccola stella senza cuore
L'urlo della mia anima
Ti amo
Sono qui per te
Smarrito
Perché
Sorpresa
Nel buio
Ieri sera
Donami un sorriso
Il futuro
Tristemente
Sei lontana da me
Rapito
No! io non mi arrendo
L'amore vero
La morte di un'anima
Notte d'inverno
Granello di sabbia
Il volo di un gabbiano
DIOCANE!!!!
onq 09 Settembre 2004 ­ 11:24
che è quella roba? viene dal sito del terrone?
brullonulla 09 Settembre 2004 ­ 16:08
lo squadrista deve morire.
heidi666 14 Settembre 2004 ­ 09:56
Ci hanno oscurati.... ma siamo tornati!!!! Tornati dall'esilio sudamericano lo zio pepi, il forlivese e la Brigata Bella!!!!!
Forlivese 27 Settembre 2004 ­ 08:58
andate a cagare polentoni padani del cazzo!
utente anonimo 09/09/2004
PROMESSE NON MANTENUTE
prendo spunto da una nota di brullonulla per
ampliare la sua riflessione (è giusto che io ti ispiri i
post a te e tu me li ispiri a me) sulla nostra
condizione d'animo che durante l'infanzia è stata
plasmata su modelli, come dire, pre-atomici.
uscivano in quegli anni i bei film catastrofici tipo day
after e io me li vedevo sulla poltrona del salotto con
la famiglia al completo, che muta mi lasciava trarre
da me le mie conclusioni o, al massimo, commentava "ma che fanno, non
serve mica" alle immagini di gente che si rannicchiava sotto le automobili
sperando di scampare al grosso dell'onda d'urto, e poi i telegiornali non
facevano che parlare di reagan che riduceva i missili ma poi arrivavano quelli
che commentavano "ne hanno sempre abbastanza per spianare tutte le terre
emerse almeno 24 volte, forse venticinque", poi c'erano i catastrofisti
ambientalisti che tiravano fuori dei calcoli secondo i quali il petrolio sarebbe
finito di lì a 10 anni, l'energia elettrica poco dopo e poi l'acqua, e allora si
sarebbero fatte le guerre per l'acqua. e naturalmente beppe grillo con
quell'aborto di topo galileo, che mi portarono pure a vederlo al cinema, e quel
film di animazione tristissimo forse russo o francese con quei due che
cominciano a perdere i capelli per le radiazioni. e poi al telegiornale
parlavano delle brigate rosse e dei lupi grigi, che io credevo bande di
motociclisti rivali che si preparavano a questo mondo alla mad max. e io più
andavo avanti più mi immedesimavo in kenshiro, e volevo il mio giubbotto
con dietro lo stemma dei lupi grigi per andare in mezzo al deserto atomico
con la moto a fare scorribande e a comandare legioni di punk. certo anche i
bambini di ora, che ogni giorno vedono al telegiornale le autobombe e i
terroristi a scuola e non sanno cosa succede, certamente anche loro pensano
all'apocalisse vicina e si preparano alla battaglia finale contro gli arabi (nella
quale spero sempre anch'io) ma almeno hanno un nemico ben definito (gli
arabi in viale jenner, appunto) e possono sperare di far parte dell'esercito del
bene modello serbo che si batte contro gli arabi. anche perché c'è questo
buonismo imperante che negli anni 80 non c'era che cerca di far da collante
tra gente che in realtà si odia, evidentemente per prepararla agli stupri etnici.
noi invece siamo stati addestrati a vivere in un mondo atomizzato, che se
permettete è cosa ben diversa. nel mondo atomizzato tu non fai parte di un
esercito del bene ma sei da solo perché gli uomini sono quasi tutti morti e
quelli vivi cercano di farti la pelle per avere la tua acqua e la tua benzina,
inoltre non hai un arabo come nemico, ma in generale il prossimo, o meglio la
razza umana perché non so voi ma io sono stato educato a pensare che la
razza umana è artefice del proprio suicidio nucleare ed ambientale e quindi è
mia nemica e quindi devo distruggerla io per primo perché lei a me mi vuole
morto. al contrario di brullonulla, non ho mai pensato che spezia sarebbe
stata risparmiata, mi è stato anzi fatto credere che le prime bombe atomiche
(anzi, i missili termonucleari) sarebbero caduti proprio su spezia, per il
supposto ruolo strategico della snam, dell'arsenale, dell'oto, di quella cosa
misteriosa dietro la sbarra in viale san bartolomeo e del faro del tino. il mio
progetto era naturalmente quello di rintanarmi in un cunicolo delle cave di
carrara e di uscirne dopo il fallout col mio giubbotto antiradiazioni con lo
stemma dei lupi grigi, col fucile a pompa e gli occhiali da sole perché dopo la
guerra atomica c'è quella specie di neve bianca dappertutto, e farmi strada
tra mucchi di cadaveri e ragazzette piangenti che mi si aggrappano alle
gambe (fasciate con pantaloni di pelle nera come jim morrison) e far valere la
legge del più forte ovunque e comandare io. ora chi mi chiede perché ho
intrapreso studi letterari senza mai volermi specializzare in discipline che mi
potessero dare del pane in questa società qui hanno finalmente una risposta
seria: sto affilando la roncola in attesa dell'armageddon.
postato da onq | commenti (27)
Commenti
10 Settembre 2004 ­ 03:01
intanto fatti un giro a chernobyl: www.kiddofspeed.com/default.htm
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 08:56
i titoli li avevi tutti lì:
con "falce" saranno indicati i morti, con "fievole" i feriti
con "fulmine" il personale contaminato con "fuga" il personale da sgomberare con "fungo" la dispersione di sostanze radioattive
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 09:45
Non esistono "razze" pericolose ma solo "persone" pericolose.
Suggestivo comunque lo scenario alla "Mad Max interceptor" versione spezina. Spera pero' che non si presenti uno scenario alla "Waterworld" altrimenti addio a scorribande in moto (al massimo moto ad acqua) e ai cunicoli nelle cave di Carrara...
Ary
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 12:47
quello che mi chiedo è che ne sarà dei las*pezia rockers. in caso riuscissero a scampare all'armageddon seguirebbero la teoria del tutti contro sfondandosi vicendevolmente i crani a colpi di mosrite oppure lo spirito di gruppo avrebbe la meglio e la congrega seguiterebbe a rimanere unita. ma poi esistono ancora i las*pezia rockers? in ogni caso le lame di roncole falci e falcetti giacciono in solaio affilate e rilucenti.
heidi666 10 Settembre 2004 ­ 13:18
I Las Pezia rocker si stanno già sfondando i crani vicendevolmente da anni, come tutti a spezia, peraltro. Però in caso di guerra nucleare mi voglio mangiare il cantante dei Bastard Bunnies.
Sopravvviverei per anni.
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 13:22
A proposito, Ary, ma perchè non te ne vai un po' per merda?
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 13:50
Lo faccio gia'. E' che nelle pause vengo sul blog di onq a postare.
Ary
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 15:29
io in caso di guerra voglio venire a las*pezia e prendere a roncolate il tipo che suona il basos nei nice to be there. tale frank. però non da ammazzarlo subito. piano piano.
heidi666 10 Settembre 2004 ­ 15:51
vivere a bologna mi fa male, perchè non conosco nessuno dei gruppi spezzini di cui parlate. ma dove sono finiti i bei tempi in cui imperversavano children's channel, homeless, alienazione, necrobestiality, kraak e così via? i gluck sono stati l'ultimo sussulto riferibile almeno parzialmente alla vecchia scena. ora non so chi siano 'sti bambini, ma li vorrei vedre tutti a lavarmi il pavimento di santa ragione. e incularmi le sbarbine quindicenni coi tatuaggi dei peawees.
brullonulla 10 Settembre 2004 ­ 16:31
Sudore vomitato, Vacche, Juicy shoes, NSA.. altro che 'sti finocchietti neopunk. I gluck esistono ancora però, poichè i gluck sono panacchia e anzi adesso gli insegno a usare fruityloops per la batteria e il basso così non deve prendere i tipi più improbabili per mantenere vivo il cadavere semovente del suo gruppo.
Il cantante dei bb è quello che chiamano "gambadilegno", quello che assomiglia per stazza e vacuità espressiva al soldato Palla di Lardo. Sono anni che lo odio senza ragione. Onq, a proposito di sbarbine giovani, perchè un giorno non fai un bel post su Bela e la facciamo finita? Le foto te le mando io, ormai ne ho duemila.
utente anonimo 10 Settembre 2004 ­ 17:01
belin! post su bela. subito. anzi, blog dedicato a bela! apriamo bela.splinder.com !
brullonulla 11 Settembre 2004 ­ 22:19
minchia io da bimbo vidi The day after e mi cagai addosso per mesi.
non hai menzionato l'Eternauta, pero' forse la faccenda dei fiocchi di neve anomali ne e' reminiscente.
utente anonimo 12 Settembre 2004 ­ 01:28
L'Eternauta, a dire il vero, parlava di qualcos'altro: l'invasione aliena era una metafora della dittatura argentina. Il suo autore, Oesterheld, è desaparecido nel 1979, e non è mai più riapparso niente di lui.
piccolavoce 12 Settembre 2004 ­ 10:43
reminiscenze random: ma la consuelo delle juicy shoes esiste ancora? mi ricordo che nel 96 suonai in scaletta col mio gruppo e lei si offese perchè pensava che suonassi in un gruppo di sole donne e invece c'erano due maschi e allora era poco riot e altre fregnacce. non era mica emigrata a londra? l'altro ieri l'agente mi ha detto che ha incontrato marzia delle vacche. dice che se la sarebbe trombata, io non me la ricordo tanto bene, è da tipo otto anni che non la vedo, è trombabile o è l'agente ad avere una fame disperata? poi a spezia c'erano mica i nukes? e il gruppo di quel tipo con il modello umano in plastica con le budella di fuori sdraiato in camera come si chiamava? e i nukes? e i fall out? italo? che fine ha fatto italo? e paolo mingori detto il mingo? e jacopo, uno che viveva in una casa con il frigorifero con le fiamme? mi ricordo dei sudore vomitato, ne parlavano tutti, ma erano un gruppo concettuale o fecero davvero qualche cosa? e il settepollici dei children's channel col bambino ciclopico qualcuno è mai riuscito ad ascoltralo tutto? e cabani quanto non era brutto con i capelli lunghi fino al culo. e cabani quanto non è brutto in generale? oh facciamo che una volta vengo a spezia a fare un reminiscenza party, brullonulla unisciti, e poi usciamo per le strade e facciamo dei gavettoni di HF alle persone. saremo felici.
heidi666 12 Settembre 2004 ­ 11:42
La conuelo esiste, è ritornata da Londra grassa e piena di tatuaggi e mi sa che sente tipo EBM. Spero che ti ricordi quel pezzo di merda del suo amico, Riccardino l' anarchista, quello che voleva fare i bocchini a tutti. La marzia non la vedo da anni e non so. Io non me la sarei trombata neanche ai tempi. I Sudore Vomitato sono esistiti come gruppo trasversale dell'area punk spezzina durante l'occupazione della scuola all'amianto Dialma Ruggiero. Hanno fatto un solo concerto alla scaletta, di cui onq ha un video, e la formazione era tipo tre bassi e due chitarre. Rimane un gruppo di culto con pezzi quali "narcopunk", "caccia il papa" e "strozza la vecchia (con la cintura di sicurezza)", che poi non sono sicuro non fossero cover.
Cabani si dice sia sposato.
Dai vieni a las pezia a inveire la gente con noi!
utente anonimo 12 Settembre 2004 ­ 12:12
vieni a vivere a spezia aiki e poche storie, che questo è il tuo ambiente. la marzia delle vacche era al liceo con me. non è mai stata trombabile, una volta però sognai di scoparmela sul ring di un incontro di boxe. ne uscii sconvolto. ricordo che glielo dissi la mattina dopo e lei ammiccò qualcosa. disgusto (e ai tempi di figa avevo fame forte, quindi se era disgusto è disgusto forte). la marzia l'ho rivista l'anno scorso comunque (anche anal cunt l'ha vista,ma era troppo sbronzo per ricordarsela).
la consuelo esiste ma boh non so che faccia.
ma tu conosci anche la susanna? ai tempi era un gran personaggio della scena. è una delle mie migliori amiche.
il 7'' dei children's channel ce l'ho e l'ho sentito tutto più di una volta. tra l'altro ho avuto l'onore di assistere al loro ultimo concerto (dove ormai facevano roba tipo helmet).
cabani fa schifo diocane.
italo è sempre identico a se stesso. un punto fisso. anche lui non lo vedo da un tot.
brullonulla 12 Settembre 2004 ­ 12:14
ah, riccardino l'anarchista : l'uomo di cui quando è morto suo padre ho detto "se lo è meritato".
brullonulla 12 Settembre 2004 ­ 13:18
Sempre leggerino brullo.
utente anonimo 12 Settembre 2004 ­ 15:16
allora facciamo sto party. viene anche l'agente che anche lui bazzicava parecchio, ci regalerà delle perle.
heidi666 12 Settembre 2004 ­ 16:17
ANAL CUNT : ma te lo ricordi riccardino prima che morisse se pae? era l'essere vivente più stronzo mai esistito. dopo la morte di suo padre si addolcì parecchio,tanto che anni dopo sono riuscito a bere un caffè a casa sua senza aver voglia di uccidere.
AIKI : porta pure l'agente,anche se mi odia.
brullonulla 12 Settembre 2004 ­ 17:47
piccolavoce: riguardo a questa interpretazione allegorica, qualche tempo fa ho scritto il perche' e percome mi sembri tirata per i capelli, qui.
drpsycho 13 Settembre 2004 ­ 07:18
Drpsycho, svariate circostanze mi spingono a lasciare aperta più di qualche porta interpretativa. In questo caso non credo sia possibile avere certezze. Appoggio l'interpretazione allegorica, pur ammettendo che potrebbe tranquillamente trattarsi di wishful thinking di sinistra.
piccolavoce 13 Settembre 2004 ­ 14:43
dove posso trovare l'eternauta oggidì? mi sembra interessante.
brullonulla 14 Settembre 2004 ­ 19:32
e' uscito nei classici del fumetto di repubblica, ma solo la prima parte (che e' comunque la migliore). non dovrebbe essere difficile recuperarlo.
drpsycho 19 Settembre 2004 ­ 00:18
sicuro che non si tratti di the gay after?
casinototale 30 Settembre 2004 – 16:52
perchè non andate a spalare m***a in cortile o a cercare un lavoro decente, senza scrivere di codeste stronzate atomiche?
onq se aspetti la tua guerra finale con gli arabi, vai a dare "una mano" in iraq e mi fai sapere se torni vivo, invece che nascosto dietro al tuo computer ad aspettare la fine del mondo?
utente anonimo 16/09/2004
ELIO A LAVORARE
ma a qualcuno davvero piace la musica di elio
e le storie tese? perché certe volte capita anche a
me che qualcuno me lo domandi, e resto sempre
interdetto. per non fare la solita figura dell'antipatico
dico sì certo molto bravi e divertenti, ma la realtà è
diversa. per prima cosa non concepisco come possa
piacere un gruppo di buffoni, posso semmai dire che
mi fanno ridere, ma da qui a dire che fanno musica e
che mi piace la musica che fanno e che mi compro i
loro dischi e li metto tra, diciamo, gli eels e gli
empress, o tra gli einsturzende neubauten e gli ex,
ecco che ce ne passa. e parecchio. perché se
qualcuno li mette sull'autoradio io (un io ipotetico)
magari passo due minuti divertendomi, perché dicono le parolacce e fanno le
strofe con troppe sillabe con un effetto buffo, ed essendo buffo fa ridere.
come una barzelletta. ma io non mi compro un cd di barzellette, non lo
catalogo tra ennio morricone ed elliott sharp, non lo imparo a memoria e non
lo canto e non dico che mi piace. dico, semmai, che fa ridere. ma non è
neanche questo il nostro caso: elio e le storie tese non fanno nemmeno
ridere. sono dei buffoni che non fanno ridere. la loro comicità fatta di
scorregge mi ricorda il bagaglino. il loro campionario di cazzate vuole passare
per infantile e quindi geniale, e invece è infantile e quindi squallido. manca
totalmente di acume, di ironia, di creatività. le loro battute sono fatte per non
dare noia a nessuno, la loro è una comicità del culo, perché come i
pagliacci più patetici fanno ridere i bambini dandosi calci in culo e cadendo
col culo a terra. particolarmente odiose le loro interviste e le loro uscite
extramusicali, dove dicono buffonate puntando sul nonsense brillante e
risultando invece gratuiti e antipatici. gratuiti, antipatici e snob nei confronti
del giornalista che li intervista, che loro si sentono in diritto di prendere per il
culo credendosi, forse, degli outsiders della musica italiana (sono invece
l'ultimo capitolo del malaugurato filone squallor) e tenendo sempre d'occhio la
telecamera per avere la certezza di essere inquadrati durante la scenetta. più
di loro, detesto chi giustifica l'acquisto dei loro dischi con la scusa che "hanno
quattro palle a suonare". questa è la più grossa di tutte. per prima cosa,
chiunque faccia di mestiere il musicista da varie dozzine di anni ha quattro
palle a suonare, di musicisti con quattro palle è per esempio pieno il mondo
del liscio e del pianobar, tutto fatto di sassofonisti con quattro palle, chitarristi
con quattro palle e tastieristi con quattro palle. inutile dire che ogni minimo
passo avanti fatto dalla musica lo dobbiamo ad anti-virtuosi che all'inizio (cioé
all'apice) della loro carriera a malapena conoscevano il nome di quattro
accordi. i virtuosismi delle storie tese ne qualificano semmai la vocazione al
mondo del liscio (ricchissimo, tra l'altro, di interpreti di canzoni sul culo e sulle
tette, proprio come elio) e, al massimo, volendo proprio nobilitare una materia
ignobile, al mondo della fusion e del progressive, generi musicali che nessun
fan di elio e le storie tese ha minimamente mai cagato (a ragion veduta).
evitiamo ora i commenti stupidi (perché voi siete stupidi): so che vi ho tentati
a scrivere cazzate come "hey, esistono musicisti con le palle che hanno
cambiato la musica, come gli area e i king crimson, e per me elio sta in quella
ghenga lì", non è questo il merito della questione. il merito della questione è
che elio e le storie tese non fanno ridere nessuno, e a me in particolare mi
fanno cagare.
postato da onq | commenti (131)
Commenti
16 Settembre 2004 ­ 17:17
Concordo pienamente sulla prima parte di analisi: non è musica. Cioè è musica, ma non lo è, non nel senso in cui, come tu dici, si ascolta Morricone.
A volte a me fanno sorridere, però.
Giusto per dire una cosa controcorrente: a me anche Frank Zappa mi fa due palle...
utente anonimo 16 Settembre 2004 ­ 19:42
Buffoni vaudeville che quel poco che avevano da dire l'hanno detto ormai da tempo. Una compilation delle cose da salvare non durerebbe più di un quarto d'ora.
(E mi chiedo se per caso hai volontariamente evitato un nome storico che parecchia gente ha evocato a sproposito per fare un paragone con Elio.)
piccolavoce 16 Settembre 2004 ­ 20:08
Oh bella, animadigomma. Frank Zappa era un idiota.
utente anonimo 17 Settembre 2004 ­ 06:43
Neanche a me piace Elio e lo vedo esattamente come te: uno di quei gruppi che ascolti volentieri gratuitamente a una festa di paese perchè ti fanno ridere, ma finita lì.
Riguardo però al discorso musica in senso stretto; tecnicamente parlando non puoi negare che siano dei bravi musicisti e se lo neghi ... beh, mi sa che non capisci moltissimo di musica.
utente anonimo 17 Settembre 2004 ­ 08:42
Io che ne capisco pochissimo di strumenti musicali posso confermare che i loro seminari sono sempre pieni di strumentisti che suonano rock parrocchiale in cover band che si esibiscono in bar e tendoni da sagra di paese. Di musicisti invece in giro ne vedi molti, molti di meno.
piccolavoce 17 Settembre 2004 ­ 10:17
c'hai ragione.
però anche i bassisti possono avere quattro palle, eccheccazzo
StandAlone 17 Settembre 2004 ­ 11:35
PLURALIA TANTUM:
Ma perchè si continua a dire "Gli EEls" ??
E' Pluralia tantum ???
utente anonimo 17 Settembre 2004 ­ 12:03
si nn fanno ridere nessuno...però questa stronzata dell'anti­virtuosismo..e basta giustificare il fatto che nn siete buoni a suonare dai...nn siete buoni e basta, succede.
utente anonimo 17 Settembre 2004 ­ 12:18
ok, è evidente che scrivendolo dopo questo post faccio la figura del coglione, ma di cazzate sinceramente divertenti ne hanno fatte tante elio e le storie tese. sicuramente molto più degli skiantos, che sono sopravvalutatissimi (e considerati peraltro molto più fighi di elio,anche se fanno ridere il 99% di meno. eccezion fatta per mi piaccion le sbarbine, che è innegabilmente un pezzo che mi descrive)
vero è anche che musicalmente fanno schifo (sanno suonare,ma fanno schifo, diocane, assoloni e casino) e che ormai basta.
ma vero soprattutto che,come qualcuno qua sotto ha ricordato, frank zappa fa cagare. e fa cagare male e duro. se EELST sono dei buffoni che fanno più o meno simpatia, più o meno ridere, frank zappa è solo un noiosissimo, insopportabile, banalissimo, spocchiosissimo trapano nella borsa dei coglioni.
brullonulla 17 Settembre 2004 ­ 12:25
Mi rendo conto di uscire dal coro... ma a me fanno ridere. Non discuto le ragioni che hai addotto alla tua critica (non sono caustici, non sono assimilabili ad Area, King Crimson e Einsturzende Neubauten, etc.), anzi, condivido quasi tutto. Il discorso è che non li considero punti a sfavore: sono due cose differenti che non penso neanche lontanamente a mettere in relazione. L'unica cosa da cui dissento è l'idea che facciano ridere solo perché dicono le parolacce: non mi sembra il caso di stare ad intellettualizzare chissà cosa, però a volte qualcosa in più c'è...
Saluto.
mk22 17 Settembre 2004 ­ 13:02
frank zappa fa piu' ridere di elio e non fa cagare manco per il cazzo
casinototale 17 Settembre 2004 ­ 13:07
PLURALIA TANTUM: io uso il singolare per elio, con eels intendevo il gruppo americano, non una sigla di Elio E Le Storie (tese), anche perché se così fosse il periodo non avrebbe senso.
onq 17 Settembre 2004 ­ 17:55
Morricone ha rotto il cazzo e i coglioni....Mission è una vera merda,le sue ultime colonne sonore col figlio fanno vomitare.Il Morricone sinfonico è peggio di un clistere.
Gli Squallor sono dei geni.Casadei è un eroe.Elio ha fatto a sanremo neanche un minuto di non cachi e questo va a suo favore.Inoltre ha sdoganato Bracardi e preso per il culo Ian Curtis
casinototale 17 Settembre 2004 ­ 18:17
PLURALIA TANTUM
Ma va???
E da chi sono composti gli EEls??
Mark Oliver Everett e ...... ??
Ora vado....quasi quasi mi metto un disco degli Smog
utente anonimo 17 Settembre 2004 ­ 20:03
frank zappa, il vero bersaglio è frank zappa. certo,in italia ti rendi più impopolare attaccando elio. ma è frank zappa quello da distruggere. io purtroppo non ne ho una conoscenza abbastanza entomologica. tu si,onq. massacra quel frocio hippie di zappa.
brullonulla 17 Settembre 2004 ­ 20:03
hai cominciato una discussione in modo pacato e ora ti riveli un altro idiota di merda come altri mille che frequentano il flauto mauto dio sa perché. eels è una parola plurale, perciò va pronunciata plurale. eels si riferisce alla band che everett si porta in giro per suonare le sue canzoni. everett da solo si chiamerebbe "E", come puoi leggere anche sul sito, che non per niente si riferisce a eels con "they". leggi qui, idiota: "In 1995 E decided to work under a different name. Having grown more adventurous musically and lyrically, and tired of the logistical nightmares of going by one letter, he formed EELS, an ever­
changing project for his songs, with a live band to present them in concert. Drummer Butch (aka Jonathan Norton) and bassist Tommy Walters joined and they played many of the songs E had recorded around town.". io da tempo suono come onq, e se esce un mio disco tu lo chiami "il disco di onq" ma ecco che se metto su un gruppo per suonare, come feci tra il 2001 e il 2002, comincio a pretendere che la gente si riferisca al gruppo al plurale, perché eravamo più di uno, quindi "gli onq" perché altrimenti sarebbe un insulto per gli altri che suonano con me. ora finiscila prima che ti prendo a schiaffi.
casinototale: sono d'accordo con te e penso che il tuo blog sia geniale, vogliamo conoscerci? scrivimi una mail. poi ficcatela in culo.
onq 17 Settembre 2004 ­ 20:46
E bella merda anche gli Smog.
utente anonimo 17 Settembre 2004 ­ 22:09
Poi ce la fai a leggerla?Lì dentro fa buio.
casinototale 18 Settembre 2004 ­ 08:35
Sono davvero squallidi. Quello che poi mi irrita di loro è la rilettura affannosa di tutti i generi musicali, che dovrebbe suppongo dimostrare la loro competenza sia di musicisti sia di "ascoltatori" e invece ha come risultato di mettere in ridicolo e ironizzare dove non c'è nulla da ironizzare. Fanno schifo le loro divertite e non divertenti parodie, cosa significa fare la parodia di una forma musicale, che senso ha una parodia del punk o della disco music? Se hai amato o ami la musica come può piacerti uno che fonda la sua carriera sulla presa per il culo della stessa? Se devi ridurti a (cercare di) far ridere prendendo in giro chi ha fatto onestamente o bene il suo mestiere, che è confezionare delle belle canzoni, sei davvero triste. Credo che l'atteggiamento verso le forme ed i generi musicali sia ancora più irritante dei già irritanti testi. Da un punto di vista di scrittura e melodico sono inesistenti, non c'è una canzone bella; i suoni, con tutto l'impegno filologico e di produzione che ci mettono, risultano invece sempre così "italiani" ed inutili, l'assolino saturo, la tastierina. Non parliamo di quando sconfinano nella black, lì sono davvero patetici­ ci vuole stomaco e bisogna crederci per suonare black music, ma loro l'hanno imparata dai video didattici, suppongo. E con tutto questo, si credono superiori a un qualsiasi Toto Cutugno o Mino Reitano, strizzano l'occhio al colto spettatore, perché loro, oh mio Dio, sono così oltraggiosi e geniali che sanno... prenderlo per il culo!! Grandi!!!
Forlivese 18 Settembre 2004 ­ 09:04
"Grandi polemiche su cosa è la satira. Chiariamo una volta per tutte: satira è quando prendi in giro chi è più ricco di te. Parodia è quando prendi in giro chi è più intelligente di te. Avanspettacolo è quando fai entrambe le cose calandoti le brache."
Daniele Luttazzi
piccolavoce 18 Settembre 2004 ­ 09:50
"Se hai amato o ami la musica come può piacerti uno che fonda la sua carriera sulla presa per il culo della stessa?"
Semplice: non penso che le loro siano prese parodie intellettual­snob. Secondo me, per quanto riguarda il rapporto "parodistico" con altri generi, li state prendendo più seriamente di quanto sia il caso di fare. Il rileggere in chiave umoristica un altro testo (musicale, letterario, etc.) non è necessariamente un modo di deridere: in alcuni casi può essere anche una forma di "omaggio". Tuttavia, in fin dei conti, si tratta solo di senso dell'umorismo personale (giusto a titolo d'esempio, per quanto mi riguarda, Daniele Luttazzi sarebbe uno dei tanti da mandare in miniera).
mk22 18 Settembre 2004 ­ 10:20
Parere personale anche il mio, ovviamente: Elio per me fa parte dell'avanspettacolo ­ in senso etimologico ­ perché al massimo potrebbero fare da gruppo spalla a qualcun altro. E fanno parte dell'avanspettacolo anche per la loro povertà. E purtroppo chi va a vedere un loro concerto non puo neanche mandarli a cagare perché dopo di loro non c'è alcuno spettacolo.
piccolavoce 18 Settembre 2004 ­ 12:37
Ziopepi, come sono contento che sei tornato.
utente anonimo 18 Settembre 2004 ­ 12:48
ziopepi è tornato ed è più smagliante che mai !
brullonulla 20 Settembre 2004 ­ 17:40
Visto che ho tirato in ballo Frank Zappa mi sento di aggiungere che: una volta ho sentitto un pezzo di Dylan (Bob) a dir poco grandioso, come non ne faceva da anni, quasi surreale... solo che era Frank Zappa che lo imitava! Ma non mi piace ugualmente.
animadigomma 20 Settembre 2004 ­ 17:49
Ah giusto, c'era un'altra cosa. Sul fatto che la musica migliore è stata fatta da gente che non sapeva suonare, ho delle osservazioni da fare. Prendiamo una popolazione, ideale, formata da coppie come segue:
­ virtuosi senza talento;
­ non virtuosi senza talento;
­ virtuosi con talento;
­ non virtuosi con talento;
Partiamo dai primi due: è chiaro che se uno dei due deve avere successo, questo sarà il virtuoso senza talento (a volte conta la perseveranza nella vita).
Per i secondi, potrebbero entrambi avere successo, ma i virtuosi sono chiaramente avvantaggiati.
In sintesi, avremo una popolazione di musicisti conosciuti in cui ci sono virtuosi sia talentuosi che non, ma i "non virtuosi" hanno tutti talento. Questo può farci pensare che vi sia una relazione biunivoca fra fra "non virtuosismo" e talento, ma noi abbiamo visto che si può anche trattare di semplice "selezione". E' una illusione. Va bene, l'ho scritto male ed è lungo, ma ho fretta che devo uscire. Si capisce, no?
animadigomma 20 Settembre 2004 ­ 19:06
animadigomma: il tuo ragionamento è corretto nello svolgimento ma profondamente sbagliato nelle premesse: tu infatti presupponi due popolazioni in cui le due doti (virtù e talento) sono date contemporaneamente e arbitrariamente, ma non è così: il talento, che è dato per nascita, precede il virtuosismo, che è appreso in gioventù. il talentuoso, che ha già una vita artistica soddisfacente e può permettersi di farsi aiutare da un virtuoso senza talento per concretizzare le proprie opere, non ha la motivazione necessaria per diventare virtuoso egli stesso ed è quindi difficilissimo che le due doti coesistano. inoltre, se anche le doti venissero distribuite casualmente su una popolazione, è sbagliato dividere la popolazione in talentuosi e virtuosi: tralasci la grande maggioranza di popolazione che non possiede alcuna delle due doti. prendiamo 100 persone, e diciamo che ogni 100 persone avremo 2 talentuosi e 4 virtuosi. quante probabilità ci sono che queste doti vadano a toccare uno stesso soggetto? pochine.
per tutti gli altri: ma perchè continuate a parlare di zappa? che cazzo c'entra? qui stiamo parlando di elio e di mangoni. zappa ha una sua dignità, che a elio manca.
onq 21 Settembre 2004 ­ 01:28
mangoni è un grande cantante
casinototale
23 Settembre 2004 ­ 08:08
si continua a parlare di zappa perchè il solo citarlo in un post che parla (giustamente) male di elio è una roba da mezze seghe poco competenti. esattamente quello che TUTTi voi siete. buaauauauauaaa.
sZalmo 23 Settembre 2004 ­ 11:20
Onq: mi piace come hai cambiato le premesse. Concordo con la nuova impostazione. Rimango però con la convinzione che persone talentuose (di natura) possano sviluppare una discreta conoscenza dello strumento che suonano, anche solo perchè nell'adolescenza hanno cominciato a suonarlo con una certa frequenza. Oppure per semplice curiosità, che ti porta a voler imparare anche le cose più strane.
Nella statistica non ho considerato tutta la popolazione, ma solo quella che fa musica "di mestiere", presumento che almeno una delle due doti l'avesse!
animadigomma 25 Settembre 2004 ­ 23:10
[img]www.webalice.it/davide.bardone/Immagini/cimElio.jpg[/img]
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 07:49
Io non ti conosco e non sogno neppure di conoscerti... chiunque tu sia ho capito che di musica NE CAPISCI Veramente POCO e cmq di EELST conosci forse "La Terra dei cachi" e "Cara ti amo"... Ma non ho voglia di offendere nessuno, sarebbe fiato sprecato! Ognuno si ascolti la musica che preferisce anche se un po' mi fa girare i coglioni leggere certe cose... Vorrà dire che mi gusterò l'ennesimo concerto degli Elio e le Storie Tese pensando a te e a tutta quella gente che come te si chiude in casa in solutidine ad ascoltare musica classica e i così detti grandi artisti di sempre, irraggiungibili e defunti per far vedere che LUI sì che ne capisce di note... ridere fa bene al cuore... ridere con intelligenza fa bene all'anima... sentire delle BELLA musica fa confluire bene il sangue nelle vene verso il cuore e se la si ascolta con MOLTA gente si ringiovanisce parecchio!! Prevenire è meglio che curare... ti saluto simpaticone! Resta nelle tue convinzioni e nel tuo brodo che io mi tengo stretto Elio, le Fave, la loro musica, le soro cazzate e tutto quello che fanno... Perchè a ME PIACE... anzi FA GODERE... W la MUSICA X SOGNARE... W ELIO E LE STORIE TESE e W chi li disprezza perchè così ci sono meno "ECCAF id ADREM" quando io e altre migliaia di persone vogliono incontrare di persona questo meraviglioso gruppo di grandi artisti unici in ITALIA e nel MONDO!! Buona Settimana...
I.P.
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 08:52
Quando ho cominciato ad ascoltare gli Elii avevo otto anni:ciò non ha assolutamente minato la mia psiche,anzi devo a loro il mio ingresso nel mondo della musica e l'invito all'ascolto del rock.
Per tutta la mia prima adolescenza Elio e compari mi sono sempre stati vicini,tirandomi su il morale con le loro storie surreali e illuminandomi su certi aspetti della vita quotidiana che a me potevano sfuggire.
Se credi che in queste prime righe ti abbia preso per il culo,ti sbagli,mio caro clone di Scaruffi:ho ascoltato anche tanti altri generi musicali e scoperto altri artisti,ma EELST per me rimangono e rimarrano sempre dei geni.
I miei amici mi sfottono dicendo che farei meglio ad ascoltare pgr marlene kuntz afterhours e verdena...ebbene li ho ascoltati,ma non ho colto molto bene il loro messaggio,cosa posso farci?
Io amo le storie tese.
Tu,mio caro critico crotico,sicuramente amerai la tua band o il tuo cantante preferito,e mi dispiacerebbe molto vederti leggere un blog che lo/li sputtani gratuitamente come hai fatto tu con gli Elii.
Se mai hai ascoltato anche una sola canzone degli Elii,perchè ne dubito fortemente e potresti avere scritto questo blog senza nemmeno conoscerli veramente,vattela a riascoltare e poi dimmi se sono veramente così pallosamente monotoni.
Mi pare di aver detto tutto.
E forza panino,cristo.
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 09:11
Non sono d’accordo. E ho detto tutto. Baci
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 09:52
mannaggia alla libertà di opinione.. è proprio vero che quando c'era lui si stava meglio
mumble
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 09:58
evvai!!! il mio post intercettato dal fanclub di elio!!! bella lì, viva la musica che fa sognare! dai che mi hai convinto
onq 27 Settembre 2004 ­ 12:34
che senso ha questo post? E' come se io mi mettessi in un blog ad inveire contro tiziano ferro, articolo 31, o uno qualsiasi che non mi piace...mah, cose strane. PS: Faso Rulez.
Monica.
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 12:38
Be', Elio e le Storie Tese possono piacere o non piacere, esattamente come la figa. A me piace sia Elio sia la figa, è più forte di me... ma rispetto quei giovani uomini che hanno opinioni diverse dalle mie e, di conseguenza, sono gay.
Leggere che "non sono buoni a suonare" invece mi lascia un po' perplesso, così come l'etichetta di "noiosi" che si vuole loro affibiare... Elio e le Storie Tese sono creatività allo stato puro, soprattutto a livello musicale. Naturalmente i gusti sono gusti, la hit parade premia simpatici decerebrati come dj francesco, vasco rossi e zucchero e così va il mondo.
Viva tutti, viva l'amore.
MaRoK
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 14:21
marlene kuntz afterhours verdena dj francesco tiziano ferro articolo 31... che schifo!
Forse qulcosa degli afterhours...
animadigomma 27 Settembre 2004 ­ 14:53
ti saluto, simpaticone
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 16:08
a me fa più ridere questo commento sugli E&lST che loro stessi.....
sicuramente tu mio, caro amico, non conosci una cippa degli elii e sono ancora più sicuro che non capisci una cippa di musica..... pobabilmente è anche invidia anche perchè non è da tutti dedicarsi ai propri fans dopo ogni concerto....
e non venirmi a dire che chi ascolta elio non ascolta progressive o che altro perchè sono convinto che tu di fans degli Elio e le Storie Tese non ne conosci nemmeno uno...
W ELIO, W LE FAVE, W LA FIGA
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 18:26
Ooooh...Bravo, bravo, non ho parole!!!!!! I miei complimenti, davvero!!!!! HAI VINTO IL PREMIO DEL COGLIONE D' ORO!!!!!!! Preferisci riscuotere il premio in 100000 sberle o pedate nel culo?!?
Vedi un po' tu, per me e' uguale...
Su, dai, Cate, STAI CALMA.
Certo che di cazzate ne hai sparate una marea, da dove comincio a risponderti?
Dalla piu' colossale:
1. Hai idea a chi stai dicendo che non sa suonare?!
A Mr.MEYER, risultato il 3o miglior batterista al mondo, a Mr.Civaschi, che mi pare abbia fatto un culo da tenersi a 5 mani ad un certo Carlos Santana ( con tutto il rispetto per Carlito, che mi piace un casino...), a
Mr. Conforti, un pianista con I COGLIONI QUADRATI (lasciatelo dire da una che studia pianoforte da 8 anni), nonche'un vero e proprio genio nella musica e nella composizione in generale, a Mr.Belisari, diplomato con voti altissimi al conservatorio in flauto traverso... E ad un certo Mr.Fasani, su cui, essendo il mio INCONTRASTATO idolo ed ispiratore, non mi esprimo neanche, perche' il solo fatto che tu lo abbia insultato mi fa girar le palle in un modo che non hai idea.
2...Non sono intelligenti? Il loro umorismo e' stupido?Sono dei BUFFONI?Ah, bhe...
Non e' per caso che sono le tue sinapsi che, anche applicandosi al massimo della loro capacita', non riescono a cogliere un benemerito CAZZO quando si parla in modo ironico ma intelligente?Facci un pensierino...
3.ADDIRITTURA SE LA TIRANO E SFOTTONO I GIORNALISTI?!
Senti un po', ma hai mai provato a parlare con uno di loro (ho i miei dubbi, il loro Q.I. e'un po' troppo elevato per te...)??NO?!?
Allora...TACI CHE E' MEGLIO.
Posso accettare che non ti piacciano, per carita', la liberta' di pensiero esiste ancora, e se si cercasse il consenso universale si andrebbe a puttane, tanto per essere fine (sono molto incazzata...)...Ma non posso ASSOLUTAMENTE accettare che spari cazzate simili senza sapere assolutamente niente di loro...
Anche perche', scusami se te lo dico, con certe affermazioni fai solo una figura da ignorante di primo livello.
Con immenso ammore per l' universoma soprattutto con immensa pieta' per te, caro mentecatto... :)
LaPiccolaCate
GRANDE FASOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOO!!!!!
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 18:35
...Col senno di poi aggiungo:
PEDONALO, SIGNORE, PERCHE' NON SA COSA DICE.
...E ho detto tutto.
Ossequi,
LaPiccolaCate
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 19:08
x onq la musica è arte.
lo scopo dell'arte è quello di suscitare emozioni e per questo reputo elio e le storie tese degli artisti; se a te non fanno lo stesso effetto non ti posso dire niente poichè i gusti sono una cosa soggettiva;
però hai detto due cose su cui non concordo assolutamente: prima di tutto sbagli criticando le loro capacità musicali e questo dimostra quanto poco tu possa sapere di musica (dal punto di vista tecnico)
secondo non puoi dire che vogliono far ridere dicendo parloacce perchè questo non è assolutamente vero e dimostra che sei uno di quelli che non li ha mai ascoltati per piu di 10 minuti di fila
DAGARLAS
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 19:20
dai piccola cate sfogati ancora, sei tutti noi!!!!! :­D
DAGARLAS
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 19:41
"Now if truth equals consensus and the populace is wrong, I am still condemned"
Cop Shoot Cop, Traitor/Martyr
piccolavoce
27 Settembre 2004 ­ 19:58
SOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOKA!!
!
IL SITO è TUTTO DEDICATO A TE CAPO DI QUESTO BLOG di MeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeRDa.... a ma lo conoscevi già? evvero sei abbonato... Schiusa.......
....Evviva Elio il Grande Elio.... mArK PeNNoNE
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 02:03
A parte il genio che ha scritto "progressive" (non sentivo più questo termine da un lustro o due).
Ma Cate, se dovevi fare i bocchini a qualcuno, proprio ad Elio? Ma te me lo puppi, Cate, te e i tuoi 8 anni di pianoforte di merda, te e il tuo nick giovanile e sbarazzino. Te, Cate, te muori di lebbra, cazzo, te e Carlito, dio cane, dico "Carlito", manco te l'avesse buttato nel culo, dio mostro.
Anima di gomma: gli afterhours fanno cagare.
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 03:41
piccola cate,non t'incazzare dai ascolta.ti ricordi quel ragazzo a quella festa...beh sono io.Anche a me gli elii piacciono abbastanza,ma non tutto.Ad esempio l'ultimo disco è una cagata.Puo'far sorridere,molto tecnico vabbe',ma le cose vecchie sono un'altra cosa.Alcuni post fa l'ho difeso per alcuni aspetti.sul fatto della tecnica e del suonare si' è vero,tecnicamente sono ottimi musicisti,ma spesso,proprio perche' imitano stili,arrangiano usando suoni di merda(di solito la chitarra di cesareo cosi' metal ottanta mi fa veramente cagare)e hanno anche composto tre dischi nuovi dal 92 in poi con pezzi scartati in un raggio che va dall'80 all'89 riproposti di sana pianta(tipo pork e cindy...praticamente hanno finito le idee).
Anche se ogni tanto se ne escono con buone trovate isolate,sia sonore che umoristiche,penso che non possano essere MINIMAMENTE paragonati a Zappa,uomo di classe superiore.Loro mi sembrano,di fronte a Sua Maesta',gli spyro gyra del rock disorientato.Ma di sicuro,i loro piu' grandi capolavori sono gli schetcz subliminali nei brani e le favolette maciullate al compiuter da Tanica per Cordialmente.Quelle sono puro genio.
ps:uno dei miei brani preferiti,insieme a Piattaforma ,è (ingiustamente sottovalutato)sogno o son Desktop.
casinototale 28 Settembre 2004 ­ 03:43
ah,e non possono essere comparati neppure agli ANAL CUNT,gruppo dai testi FENOMENALI
casinototale 28 Settembre 2004 ­ 03:47
3o miglior batterista al mondo...ma è una pippa...
casinototale 28 Settembre 2004 ­ 07:34
POVERETTI.... CASINOTOTALE DI ESCREMENTI OMOSESSUALI... CLOACA DI FIUMI DI DIARREA, ESSERE INUTILE CHE STIAMO ANCORA AD ASCOLTARE IN UN MONDO DOVE GLI EELST HANNO PIù DI 1000 SITI DOVE VENGONO ELOGIATI DA GIORNALISTI E FANS, EELST IMMORTALATI ICONE ITALIANE UNICHE AL MONDO INNOVATIVI ED ECCELSI MUSICISTI, ANDATE A COMPRARE L'ULTIMO NUMERO DI ROLLING STONE FIGHETTI LURIDI DI QUESTO BLOG DEL CAZZO... AH AH AH AH AH POVERETTI...... AH AH AH .... NOI CHE LI ASCOLTIAMO ANCHE... SONO SOLO PUNTINI MICROSCOPICI CHE PRESTO VERRANNO SPAZZATI VIA E MAI NESSUNO LI CAGHERA' PIU... ANCHE QUI ELIO LI HA AIUTATI.... CHE MISERIA.... E SCRIVONO CHE CICCIPUT è UNA MERDA!! MI VIENE DA RIDERE.... ASCOLTA COSA TI HO LINKATO! DEDICATO A TUTTI VOI AMICINEMICI DI QUESTO MONDO ASSURDO E PRIVO DI VERGOGNA..... CON IMMUTATA STIMA FAVA NUMERO 31 POLEPOSITION X NUOVO BOOSTA ASCOLTATORE ASSIDUO EELST DAL 06/08/1991... PROT IAVASA BUGNIU E Sooooooka
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 08:00
Anal cunt: si hai ragione, anche a me fanno cagare. Ma c'era una canzone che avevao fatto, in cui prendevano in giro i "giovani d'oggi" che mi era piaciuta. Tanto tempo fa.
animadigomma 28 Settembre 2004 ­ 09:42
trentesimo batterista al mondo??? come si fanno le classifiche? una giuria internazionale vota in centesimi come coi tuffi? fatemi indovinare, ci sono delle gare, ci sono tempi con un più alto coefficiente di difficoltà e altri tempi con coefficiente più basso, tutti i batteristi arrivano e si siedono a una batteria olimpionica e fanno il loro show con le proprie specialità, poi vengono votati dalla giuria in base al coefficiente di difficoltà. oppure vengono misurati con apparecchiature elettroniche che calcolano quanti errori fanno in un tempo x. diciamo che devono tenere una samba complicatissima per 5 minuti, il computer calcola la deviazione dei colpi sulle pelli confrontandole con lo schema ritmico che ha in memoria e poi calcola i battiti fuori­tempo in milionesimi di secondo, tenendo conto naturalmente anche della forza con cui la pelle viene colpita (espressa in decimi di grammo), così che più un batterista somiglia al fruity loops più è bravo? no, seriamente, capirei se mi dite "tra i 10 migliori batteristi al mondo del 2003 secondo la rivista xy" ma TRENTESIMO significa che siamo davanti a una classifica precisa... ebbene come si calcola? dai dai che sono curioso.
onq 28 Settembre 2004 ­ 11:05
Ivan Piombino, ma a te tuo padre ti picchiava da piccino?
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 11:13
Che poi hai capito il fine umorista, vai nel suo sito e ci sono i wave di rutti e scoregge e le animazioni flash delle tipe con le tette di fuori, giusto l'umorismo di merda di elio, quello che andava di moda alle elementari, che dire "culo" faceva ridere tutti. Ma da una ivan piombino c'ha il dominio personale con nome e cognome, che quando conosce qualcuno gli dice "oh, vai sul mio sito, ivanpiombino.org, che ti scarichi i rutti in wav e i giochini ganzi in powerpoint" e magari pensa pure di non essere frocio, figlio di puttana e terrone.
dagarlas: che la musica è arte lo dici te.
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 11:27
VERGOOOOOOOOGNATI MODERATORE DEL MIO CAZZO!!! STAI ZITTO AL POSTA DI SPARARE MINCHIATE!!!!!!
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 14:24
ma sto frocio qui sotto con chi ce l'ha?
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 15:18
AVEVO PROMESSO ALLO ZIO PIOMBY DI NON RISPONDERE PIU' MA...............AFFANKULO, BRUTTO FIGLIO DI TROIA!!!!
SI', STO PARLANDO CON TE CHE HAI DETTO CHE IO FAREI "BOCCHINI A ELIO" E AL SIGNOR SANTANA...MA NON TI VERGOGNI, BRUTTO CAPRONE DEL CAZZO CHE NON SEI ALTRO?! TI SAI ESPRIMERE SOLO USANDO QUESTI TERMINI DA ROZZO IGNORANTONE?!?
CREDO PROPRIO DI SI'!!!!!!!!
E SI PUO' SAPERE CHI CAZZO CREDI DI ESSERE PER GIUDICARE MUSICISTI COME SANTANA, CHE HANNO AVUTO LA CAPACITA' DI INVENTARE UN GENERE PROPRIO?!?
MA DOVE VIVI?!?
NON MERITERESTI NEANCHE RISPOSTA, MA MI HAI PROPRIO FATTO GIRARE I COGLIONI, ECCHECCAZZO!!!!!!!!
DEVI SOLO VERGOGNARTI!!!!!!!!!
MA VAI A PULIRE LA MERDA NEI BAGNI PUBBLICI, CHE L' UNICA COSA CHE PUOI FARE E' QUELLA, VA'....... E NON VENIRE A ROMPERE I COGLIONI........POSSO ACCETTARE RISPOSTE COME QUELLE DI Casinototale, CHE ALMENO SI ESPRIME IN MODO CIVILE, MA TU MI FAI SOLAMENTE SCHIFO!!!!!!!!!!!!
BASTA, MI SONO ANCHE ROTTA LE PALLE DI DARTI RETTA.........
SCRIVI PURE QUELLO CHE VUOI, TANTO LA TUA CONDIZIONE DI ANALFABETA NON MI RIGUARDA........
CONTINUA PURE A SCRIVERE "POMPINO, BOCCHINO" E ROBE VARIE, SE SAI FARE SOLO QUELLO.....
Per Casinototale:onestamente non sono d'a ccordo con la tua opinione, ma mi pare che tu l' abbia gia' capito...Pero' ognuno ha i suoi gusti e se li tiene, se riesce ad esprimerli in modo decoroso...
Ah, Christian e' risultato terzo, non trentesimo!!!Forse ho sbagliato a scrivere...
Comunque grazie per essere stato almeno civile, NON COME QUELLA BESTIA A CUI HO RISPOSTO PRIMA!!!! Rispondimi pure, se ti va...
Ciao ciao
Per gli altri... NON VALE LA PENA DI RISPONDERE NEMMENO A VOI, QUINDI NON SPRECO TEMPO.
...Comunque grazie a DAGARLASS e allo ZIO PIOMBY ( vi assicuro che non l' ha picchiato proprio nessuno da piccolo, e guai a chi lo tocca perche' sono cazzi...Ivan e' troppo un grande per voi 4 ignorantoni!)... ;)
Vi mando un bacione, ci vediamo nel Ghest...
LAPICCOLACATE
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 15:36
ahahah... impazzita!
Ma poi, Elio e compagnia, non erano pure finocchi?
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 15:45
"Sono Ivan, Ivan Piombino e sono di Torino e non di Piombino, nonostante il cognome potrebbe trarre in inganno!"
Vai, Ivan Piombino, te sei il migliore.
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 16:47
La piantate di dire che onq non capisce niente di musica? Sicuramente ha in casa lo straordinario "Zaireeka" dei Flaming Lips e il cofanetto di 24 CD dei Throbbing Gristle. *QUELLA* è vera musica, figlioli miei, altro che il ciglione balbuziente di Bu­Bu­Buccinasco e i suoi amici sfigatelli...
W ALAN MAGNETTI :D
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 19:22
Comunque se EELST vanno in giro da circa TRENTA ANNI ci sarà un perchè!! Ci sarà qualcuno che compra i loro dischi e quindi qualcuno che ride alle loro battute!! Musica come questa che ti allegerisce la vita e te la fa vedere in un altra ottica, quella umoristica, è stupenda e NECESSARIA! Se non si sdrammatizzano le cose che accadono tutti i giorni resta solo ke spararsi in testa! Comunque tecnicamente io dico che sono un gruppo tra i primi 10 in Italia (anke se vorrei dire il primo ma la certezza non cel'ho) e comunque il batterista degli Elii è un dio (anche in un altra rivista italiana è stato eletto 3° batterista in italia) vorrei sfidarvi a fare ciò ke fa lui! Volevo appoggiare l'altra FAVA come me "Zio Piomby" e dire ke se dite così e GIUDICATE senza aver ascoltato BENE TANTE canzoni degli Elii (e non solo la terra dei cachi che è una delle piu brutte) e continuate a dire ke vi fanno cagare vi dico ankio... KE NON CAPITE UN CAZZO E RESTATE A DEPRIMERVI A CASA VOSTRA MAGARI ASCOLTANDOVI LA HOUSE!
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 19:25
Si', sono impazzita, qualche problema?E' per caso vietato? NO!!!!
Come non e' vietato mandarvi AFFANKULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Con ammore....
LaPiccolaCate
PS: CMQ SI' GLI ELII SONO TUTTI FINOCCHI, COME SONO FINOCCHIA IO, E COME SONO FINOCCHI TUTTI QUELLI CHE SCRIVONO QUA, TU IN POLEPOSITION. Contento?
utente anonimo 28 Settembre 2004 ­ 22:51
ragazzi andateci piano, vedo che siete persone semplici e non siete abituati ai flame del flauto mauto, occhio perché tutto ciò che dite verrà usato contro di voi.
onq 28 Settembre 2004 ­ 22:54
I throbbing gristle non sono mica male.
Cate, vecchia stronza isterica, la mia domanda non voleva essere un insulto fine a sè stesso: vi risulta, o gente, che per caso elio e/o altri del suo gruppo siano omosessuali? A me risultava, e vorrei sapere se è vero. Tra l'altro se fosse vero cadrebbe anche l'accusa di fargli i bocchini.
Ah: mi dici cosa ha inventato Santana? Il genere,eh.
Ah, troia: non mi dare dell'analfabeta. Io scrivo in lowercase, senza "k" e con l'interpunzione al posto giusto.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 00:07
BuonaNotte A Tutti Voi... Io stanotte mi sono divertito parecchio, fuori da questo mondo virtuale che spesso fa esplodere i cervelli... E voi? Una cosa... IO NON HO PAURA DI FIRMARMI NOME E COGNOME non ho nulla da nascondere e non Mi Vergogno di dire le cose in faccia, di fare vedere la mia faccia, di ruttarvi in faccia, di ascoltare Elio, di farmi picchiare da mio padre etc etc.... Voi o meglio voi... minuscolo vi si addice di più, create un BLOG inutile nell'anonimato più assoluto... CULATTONI RACCOMANDATI mi verrebbe da dire.... e invece Me ne vado a dormire che tra un po' si lavora... mica vivo di rutti! Giusto perchè mi avete tirato in ballo e credo che si continuerà così ancora... ma come dice l'uomo del Giappone... ma lasciamo perdere...
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 00:09
SOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOKA
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 11:18
Non far finta di avere una vita, Ivan Piombino, non ci crede nessuno.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 12:39
tu, che hai fatto quel commento fai veramente ridere, e quando hai comiciato ad avere delle persone che andavano contro le tue idee del cazzo sono partiti gli insulti.... ma vergognati. non sai quello che dici... continua ad ascoltare la tua musica che è meglio, sono fiero del fatto che gli Elio e le Storie Tese non abbiano dei fans come te... Peero
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 13:25
Non eri te che scrivevi "CLOACA DI FIUMI DI DIARREA" e "CASINOTOTALE DI ESCREMENTI OMOSESSUALI" (tutto in uppercase, mi raccomando) quando io non avevo nemmeno incominciato a commentare? Levati dai coglioni, vai, Ivan Piombino, te e la tua vita di merda.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 13:59
A vedere i commenti scritti qua ­ dai vari fan(atici) ­ mi verrebbe voglia di barattare i miei dischi di Elio con la discografia di Celine Dion...
mah...
blumfeld 29 Settembre 2004 ­ 16:39
Ivan Piombino,ma che cazzo di lavoro fai,il pagliaccio?
casinototale 29 Settembre 2004 ­ 17:42
che dire...qua pare che buona parte dei commenti sai civili che un po' meno...vengo presi per ottime cause di derisione....vabbè.
Io adoro elio sotto tutti i punti di vista...come adoro de andrè bjork gli anni 70 e la musica in generale anche se elio ha per me un valore particolare...è un reato? posso essere un semplice cazzone a cui piace e a cui dispiace(per essere fini) vedere una critica che parte da presupposti più che tecnici di scherno?
Ragazzi diamoci una calmata gli elii sono speciali per genere e per tutto il resto per ciò che hanno inventato e non contringono nessuno ad essere ascoltati visti (o perseguitati)molte canzoni e cd sono perle di sicuro altri riescono meglio o peggio.... Con ciò? e comunque partendo da che presupposto? tecnicamente smettiamo di dire cavolate sanno suonare (meglio di altri? peggio di altri....io ho la mia idea ma rimaniamo al fatto che sanno suonare) purtroppo per adorare il gruppo bisogna conoscerlo e io dopo anni ancora scopro cose nuove in cd che conosco a memoria (senza vanto per questo normale atteggiamento da fan) Per criticarlo vuol comunque dire che ti accorgi che esistono che hanno spazio e che ci gira un mondo dietro, io molti tipi di musica preferisco evitare di ascoltare e mi chiedo perchè esistano ma senza dargli dei cretini dicendo che mi fanno cagare ecc.? evitiamo di essere così infantili (come tu onq accusi di essere gli elii, avendoli criticati con gli stessi termini che accusi loro di usare).
gira solo a largo da cio che non conosci e disprezzi e ripassa quando conoscerai meglio ciò che consideri una sorta di nemico musicale perchè si può disprezzare una cosa solo dopo averla conosciuta e non con facilità del critico della porta accanto.....
A tutti i fan di elio, continuamo la nosta favica vita e ridiamo di chi disprezza (che secondo provarbio compra ho sbaglio)
Ho cercato di essere il più civile possibile pur sapendo che forse qualche (cretino?) mi rispondera in tono peggiore....quelli che possiamo considerare dei....poveretti!!!!
Bye Bye by Simon
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 18:37
Ehm...scusate...tra i vostri vari insulti reciproci volevo esprimere il mio modesto parere di svampitella sedicenne...onq, te lo dico davvero con tutto l'amore che posso avere per un idiota, ma oltre a pensare che non capisci molto di musica, e che avrai ascoltato si e no due loro canzoni, penso anche che tu non c'hai veramente un cazzo da fare...
cmq non scrivo per insultare nessuno gratuitamente (come fai tu, anal cunt e altri), ma solo per esprimere la mia animazione per le mie colleghe fave: il sommo poeta in erba ivan piombino in primis, poiche penso sia una persona estremamente intelligente e che ha una grande dote,quella di non prendersi mai troppo sul serio; la Cate,che ha scritto esattamente tutto quello che avrei scritto io, e che difende con forza i nostri idoli (mando un bacione a tutti e due)
Ma soprattutto voglio esprimere tutta la mia amirazione e devozione per Elio e le Storie Tese.
Anch'io sono una fava (n°1494 per l'esattezza), e ne vado orgogliosa. per me elio e le storie tese sono una specie di punto fermo della vita, sono validissimi musicisti, con anni di studio ed esperienza alle spalle, grandiosi sul palco e anche in studio, molto aperti alle nuove tecnologie ed all'avanguardia pur mantenendo la stessa voglia di fare musica degli esordi, ma soprattutto sono persone dall'enorme intelligenza e capacità di mettere tutto in discussione. Ho avuto a novembre scorso la grande opportunità di intervistare elio per una trasmissione radiofonica locale, e credo sia stato uno dei giorni piu belli della mia vita: Elio e una persona dalla gentilezza e disponibilita sconfinate, e mi ha fatto sentire subito a mio agio pur trovandomi a tu per tu con uno dei miei idoli.
Inoltre un giorno ho avuto l'occasione di incontrare Rocco Tanica: vogliamo spendere due parole per lui? anzi, meglio di no, perche sicuramente cadrei nel banale: non riesco ad esprimere in parole la mia ammirazione e devozione per quest'uomo, che reputo incredibilmente intelligente, creativo, e con mille alte qualità non esprimibili a parole. E il mio idolo, ispiratore, maestro di vita, tutto.ROCCO TI AMO.
Beh, in conclusione, voglio dire che mi dispiace molto per tutti quelli che non riescono a capire ed apprezzare Elio e Le Storie Tese, perche sinceramente credo che significhi asoltare musica e vivere la vita avendo conosciuto solo una faccia della medaglia.Comunque non e mai troppo tardi per rimediare, siete tutti ancora in tempo per comprare un loro disco, visitare il loro sito o andare a un loro concerto, che considero sia come un pellegrinaggio a La Mecca, un'esperienza che tutti devono fare, almeno una volta nella vita.
Beh, scusatemi se vi ho fatto perdere un po di tempo per leggere tutta sta roba, e comunque vi dico solo un'ultima cosa: caro onq, con sincerità, la prossima volta ascolta tutta la loro discografia per intero, guarda tutti i loro video, leggi tutte le loro interviste, incontrali, parlaci: quando saprai tutto su di loro, allora potrai scrivere tutto quel cazzo che ti pare.Ma non puoi farlo prima.
Chi giudica senza sapere dice solo puttanate senza valore.Credo che tu te ne sia reso conto.
Florencia
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 18:59
Pensavo alla faccia di Casinototale, di oqn o qno o come ca**o si xhiama e a tutti i loro amichetti... penso anche alla loro età e al loro fisico flaccido... penso ai pastelli colorati che usavo all'asilo e a quelli a cera che usavo alle elementari... penso ai commenti anonimi di questo BLOg, al Dottor Marok che anima l'handicap in altri siti facendoci GODERE sul serio... divertimento e musica vera.... penso al fiato sprecato e alle parole regalate a questi fantocci della rete... a quanta pubblicità gli stiamo facendo... saranno passati da 5 contatti al giorno a 50... forse... forse di più.... penso a quando noi non scriveremo più in questa palude fetida e a quando i vari CASINOTOTALE e Amichetti si sentiranno tanto soli.... dovrete gettare merda addosso a qualcun'altro nella speranza di ricevere nuovi insulti giusto per animare le vostre giornate tristi e buie.... Vi ricorderete di Noi... AH AH AH AH AH AH AH AH AH.... Gooooooooooooooooooooodo!! Godo quando mi nomina ELIO nei concerti, lo paragono ad un'orgasmo di quelli SERi... ah scusate.... Non sapete cosa sia un ORGASMO.... prima o poi ne proverete uno anche Voi.... Per ora accontentatevi di prenderlo nel K**O......... Aufhidersen Rapersnorsky Picka e Vaffanc**o by **** ********
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 19:03
...CONCORDO...
W ELIO
FAVA 1438
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 19:29
Per quanto Elio e soci possano piacermi (il che, da quanto ho capito, dovrebbe permettermi di entrare ad honorem nella nobile cerchia di coloro che di musica "ne capiscono"), trovo i commenti delle orgogliose fave a dir poco irritanti. Era molto tempo che non mi capitava di leggere gli sfoghi di un simile ammasso di animosi sgrammaticati (Simon, la punteggiatura dov'è? ­ per non parlare delle "k" che fanno molto trendy) e di gusti più o meno personali sbandierati come fossero le Tavole delle Leggi. Vi siete resi conto che non avete capito niente di quello che era scritto nel post? No, immagino di no. Qualcuno osa toccare il vosto vitello d'oro (o dai piedi di balsa?) e voi, come un branco di fanatici religiosi di fronte ad un sacrilegio, vi risentite, accusate, sbraitate e insultate. Per quanto ne condividessi ben poco i contenuti, il post di onq mi ha divertito parecchio. Ma forse il mio senso dell'umorismo non mi permette di ragionare da vero fan. In effetti, "fan" è la contrazione di "fanatic", come ben saprete, e con queste premesse vorreste dare anche lezioni di (auto)ironia e di tolleranza. Provate a rileggere quello che avete scritto ­ magari dopo avere ripassato anche una buona grammatica.
blumfeld 29 Settembre 2004 ­ 21:19
Vedi, Casinototale? :)
Ti sai esprimere usando soltanto quei termini disgustosi...Bravo, continua cosi'.
Tanto qualunque cosa tu mi scriva non ho piu' la minima intenzione di darti retta, quindi insultami pure quanto ti pare e piace.
Per Florencia... :)
Sono contenta che ti trovi d' accordo con me, tra l' altro ho piu' o meno la tua stessa eta'.
Un bacio anche a te......
Cero che mi piacerebbe molto che qualcuno degli Elii venisse a fare un giretto qui, su questo sito.....
Tanto per rendersi conto di quanto schifo c'e' nel mondo
(parlo solo di una persona, non mi riferisco a tutti, ovviamente).
Ora vado...Ho di meglio da fare che stare qua.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 22:19
Termini disgustosi?Pagliaccio mi sembra una parola corretta.sugli Elii ho dato la mia opinione senza coprirli troppo di cacca.
Quanto ai discorsi estetici...Piombino.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 22:55
ah,guarda che io non sono anal cunt.Mi piacciono solo gli anal cunt.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 23:28
la punteggiatura? penso sia in giro da qualche altra parte, se poi siamo a questi livelli di pignoleria posso anche accontentarla non mi fa nessun problema.
Ho sempre sperato che, anche usando un italiano a dir poco sgrammaticato, una persona riesca a capire il senso di un discorso....per il resto continuate pure i vostri discorsi, io, nel mio italiano sgrammaticato, ho già espresso opinoni e mi fermo li, per vostra felicità.
Simon
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 11:06
CONCORDO
W ELIO
LUCA MANGONI ARCHITETTO
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 11:07
Ballo una canzone che fa
ballo una canzone che fa
ballo una canzone che fa: amor mio
canto una canzone che fa: ballo anch'io,
so che è un po' difficile ma ballo ancora.
La pena di morte, per me, non è giusta,
la pena di morte, per me, è ingiusta,
nonostante questo però vige.
"Nooooo! Non uccidetemi!
La mia morte non ridarà la vita a nessuno!"
Un uomo non dovrebbe essere ucciso mai.
Questo amore è una camera a gas,
questo amore è una sedia elettrica,
questo amore è una Vergine di Norimberga.
Guarda che ti mettono sulla ghigliottina,
attento a non finire impiccato,
guarda che ti mettono al muro.
Attento a non finire garrotato,
attento a non finire lapidato,
guarda che ti fanno la puntura velenosa.
"Il mio avvocato non era presente
all'interrogatorio preliminare,
non avevo denaro!!!" Un uomo non dovrebbe essere ucciso mai.
Ballo una canzone che fa pensare,
canto un balletto che fa meditare,
rifletto mentre ballo la mia canzone.
Non parlare di corda in casa dell'impiccato,
non parlare di pietra in casa del lapidato,
non parlare di gas in casa del gassato,
non parlare di muro in casa del fucilato,
non parlare di Argentina in casa del desaparecido,
non parlare di fil di ferro in casa del garrotato,
non parlare di elettricità in casa di quello
che è andato sulla sedia elettrica,
non parlare di morte in casa del condannato a morte.
Se la giustizia ti giustizia,
commette un'ingiustizia.
Se la giustizia ti giustizia,
commette un'ingiustizia.
Aizitsuigni nu ettemmoc.
Aizitsuigni nu ettemmoc.
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 11:15
"Argento vivo, sbiancate,
figu, Oklaoma, sigarette,
puttano, paciugo, garelli,
smarmittare, figa, figa pelosa,
figlio di puttana, porco dighel..."
"Ma raga', io lavoro tutto il giorno,
tiro il carrello, scarico la frutta
dentro nel verziere,
mi arriva il primo fesso
con la moto a scurreggetta
e mi sveglia?
Chi è quel giovanotto indisponente
con la Vespa scoppiettante
che disturba la mia pubblica quiete?
Vedo un qualchecosa sul giubbotto,
poi c'è scritto... che c'è scritto?
S.G... che vor dì, che è, Sandro Giacobbe?
Impossibile, Sandro non ha lo spessore,
e poi c'ha il mantellino, minimo dev'essere,
che so, un illusionista, un contorsionista.
No, ma è un supereroe!"
"Hai indovinato, matusa. Sono Supergiovane!"
"Eh, ma ditele prima le cose, no?"
Sfreccia, impenna, esclama porco dito,
io rimango abbrustolito
dalle fiamme espulse dalla petomarmitta;
motociclo o motocarrozzetta,
sgomma, inchioda, va a manetta
e fa cagare addosso i matusa e il governo.
Gogogogogogogoverno.
Lui li stordisce con le fiale puzzolenti,
poi li subissa di cingomma nei capelli
e li finisce sputazzando il riso
con la penna bic.
Mi piace quel ragazzo. Perché?
Sto diventando forse ricchione?
Ma ditemi in sostanza se c'è
qualcuno che affronti il governo e i matusa
con grinta e simpatica verve
come quel matto di Supergiovane.
Supergiovane.
Sburra, pizzette, giornali di donne nude.
Subdolo il governo si avvicina
travestito da piscina
traboccante di analcolico biondo.
Un giovane si tuffa nella vasca
come un vero Giamburrasca,
ma a contatto con il liquido esclama:
"Ma vaffancuore, questo è il terribile analcolico moro.
Aiuto, Supergiovane!"
Scatta Supergiovane e derapa,
soccorrendo il il l l Capotel il Canopeta
il Capotel il Catop
il Catoblepa, Catoblepa!
Superdgr e derapa soccorrendo il Catoblepa,
che purtroppo sta tirando le cuoia.
"Addio, Supergiovane. Per me ormai è finita".
"No!"
"L'analcolico moro è entrato in circolo".
"Non dire così, amico Catoblepa. Ecco, prendi questo!"
"No, ma.. cosa...?"
"Ah!"
"Ah! Ah!"
"Ah!"
"Ah h h... h..."
"Catoblepa?! Catoblepa. No!
Assassini! No!!! Governo bastardo!!!"
Catoblepa Catoblepa,
io ti dono le mie Tepa
per il viaggio che conduce all'aldilà.
Catoblepa, Catoblepa, Catoblepa, Catoblepà.
Catoblepa, tu mio amico morto,
io vendicherotti, tu.
Ed ora la mia arma finale!
E Supergiovane dà fuoco a uno spinello
col quale affumica il governo
che, all'istante, passa all'uso di eroina
e muore pieno di overdose.
Mi piace quel ragazzo. Perché?
Sto diventando forse ricchione?
Ma ditemi in sostanza se c'è
qualcuno che affronti il governo e i matusa
con grinta e simpatica verve
come quel matto di Supergiovane.
Come quel matto di Supergiovane.
Supergiovane.
In un tripudio di miccette
il governo esplode e i suoi brandelli in cielo
compongono la scritta ZIO CANTANTE,
che sta a significare lo scorno dei matusa
mentre i giovani limonano felici
esaminando giornali tipo Lando,
che ritornano alla luce
dopo un'era di arbitrario oscuramento,
grazie al provido intervento
che operò quel sacramento di...
Supergiovane, Supergiovane,
salva il giovane, libera la giovane.
Super, super, supergiovane.
Cantiamo la nostra gratitudine
­ gratitudine gratitudine ­
a questo raro esempio di ­ rettitudine ­
perché siamo una ­ moltitudine ­
Super, super, super, super, supergiovane.
E ora cantiamo la nostra ­ longitudine ­
latitudine ­ latitudine ­
Cosa c'è nel mare? ­ La torpedine ­
Cosa c'è in Friuli? ­ Trieste e Udine ­
Bravi ­ Grazie ­
Prego ­ Bravo ­
Grazie ­ Tenchius ­
Tenchius ­ Fenchius ­
Fenchius ­ Tenchius supermuch ­
E non è finita:
per festeggiare offro Coca Cola con aspirina a tutti!
­ Yeh! ­
E fra dieci minuti voglio vedervi tutti in acido.
­ Yeh! ­
E ricordate:
ovunque ci sia un giovane in difficoltà,
ovunque ci siano persone, cose, animali,
città, fiumi, governi, marche di automobili
che cerchino di limitare la vostra gioventù,
là ci sarà lui con le sue miccette sempre accese.
Perché Supergiovane è allegria più,
Bulgaria più, sciatalgia più più più.
Fave, fave, fuca, fuca.
Stappa stappa stappa stappa stappa dai.
Stappa stappa stappa stappa stappa dai.
È allegria, è Bulgaria, è sciatalgia.
Siamo forse secchioni? No.
Siamo forse matusa? No.
Siamo forse governi? No.
Siamo forse checchineris? No.
Siamo forse bulicci? Iarrusi? Buhi?
Puppi? Posapiano? Orecchioni?
Mangiatori di fave? Orrendi? Rammendati?
Giuisci? Meiusi? Magutti? Fenderi?
Finestrati? Oietti? Samanettati? Rautiti?
Semeiuti? No.
Aperitaviti? No.
Aperitivi? Sì.
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 11:24
UN SALUTO A TUTTI VOI FASCISTONI DI MERDA RAZZISTI DEL CAZZO!! Che il GAS vi gonfi le palle.... con amore.....
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 12:12
Salve Simon, vedo con piacere che malgrado gli sforzi la punteggiatura continua a rimanere altrove, raggiunta in questo caso anche dalla consecutio temporum.
Calcolando che consigliavi di girare solo a largo da cio che non conosci, e calcolando che stai dimostrando di non conoscere l'italiano, non pensi che forse dovresti "girare al largo" dalle tastiere dei PC (o perlomeno non utilizzarle per scrivere)? Se poi si tiene conto del livello di scrittura dei tuoi soci, immagino che il consiglio possa essere esteso anche a loro...
blumfeld 30 Settembre 2004 ­ 12:40
ciao, sono un rozzo ignorantone
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 14:32
onq o come cazzo ti chiami ci fai un favore?? sparati un colpo nel culo!
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 15:50
nel culo, eh.
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 16:11
mah se il tuo obbiettivo è solamente di cercare di far irritare qualcuno prima che ci riesci potrai aspettare ere geologiche ed è naturale (come qui) che non mi metto a usare parole auliche è forbite e punteggiatura adeguata(che mi guardo bene di usare) il mio italiano non è certo a te che devo dimostra di saper usare con reverenza un saluto
Simon
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 16:13
(preferivi "ad usare?") ops scusami penso che prima di guardare i contenuti e palese che ti sfoghi sulla correzione ortografica
ARi saimon
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 19:07
mi dissocio dalle critiche di natura ortografica, solitamente ultimo appiglio di chi non ha argomenti: qui di argomenti ce n'è uno strabocco! queste fave dimostrano di non aver neanche lontanamente capito il senso del post, forse non l'hanno nemmeno letto. e poi basta un dato: per spingere casinototale dalla mia parte devono averla fatta davvero grossa.
onq 30 Settembre 2004 ­ 19:54
spiegaci brevemente in senso del post sapientone
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 21:26
X Onq...OGGI NON MI DILUNGO COME FATTO IN PRECEDENZA,MI ESPRIMO CON UNA SOLA PAROLA: AFFANKULOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!
Con sincera STIMA E AFFETTO,
LaPiccolaCate
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 22:08
l'insipienza e la lissencefalia delle c.d. fave è tale che brucerò nella nafta tutti i miei cd di elio.
piccolacate, portaci una tua foto coperta di sperma di negro. potremmo riconsiderare la nostra stima.
brullonulla 30 Settembre 2004 ­ 22:35
PORCODIO!­(alziamo il livello del dibattito)
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 22:44
a questo proposito a tutti i fan di elio che non capiscono notoriamente una ceppa di cazzo,volevo far analizzare alcune perle,e sapere se realmente conoscono il subliminale di elio nascosto nei loro pezzi.
"Argento vivo, sbiancate,
figu, Oklaoma, sigarette,
puttano, paciugo, garelli,
smarmittare, figa, figa pelosa,
figlio di puttana, porco dighel..."
pochi,limitandosi ai testi,hanno percepito,dopo il porco dighel,un ben assestato PORCODIO nel medesimo istante in cui inizia a cantare abatantuono.
PORK E CINDY:
finita la prima parte di testo,inizia un assolo di piano elettrico vocoderizzato.Sembra un normale assolo jazz­fusion,ma in realtà,ad un attento ascolto,è possibile individuare queste parole:
"papa'io non posso parlare.Vado a studiare troverò una strana parola:parola sborra,SBORRRA,­­­­­
CAZZO culo minchia merda"
La fine del fantasma formaggino,se rallentata adeguatamente,nasconde altre perle di saggezza.Fico no?
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 22:48
oooo piccola cacate,ooooo piccola cacate,ooooooooooooh
piccola cacate stanotte hai capito
che nel deflorandoti ci han messo un dito e tu al contrario volevi un cazzone che si conquista leccando un negrone
e in questo mattino vuoi fare un bocchino di colpo hai deciso di andare per viaaaa
piccola cacate
vai vai fai la mignotta
vai vai vai!!!!
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 23:31
bel testo!! di Cazzo... Però belle parole!!!
Complimentxsxzasxxx
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 23:39
Qui si sta degenerando e si sta uscendo dal discorso primario... ormai la discussione verte su altri fronti, sembra quasi che il filo conduttore EELST sia stato soppantato da questa guerra tra i "blogghisti" del Fluato Mauto e le FAVE fans degli EELST... ragazzi ma BASTA questo scempio.... siamo tutti figli di DIO... ognuno si ascolti la musica che vuole, faccia le porcherie che meglio crede ma diamoci un taglio... Per tutti i fans di Elio... non scrivete più qui!! Lasciateli FOTTERE questi simpaticoni... Non precate fiato con gente simile... Non ne vale proprio la pena... Suvvia... sù... via.... Elio non è x tutti, immaginatevi se ci fossero folle di centinaia di migliaia di persone che aspettano gli ELII ad ogni fine concerto... E chi può riuscirebbe a parlare x ore con loro? Come potremmo mai stare nello stesso tavolo di un pub con Elio, Faso e Rocco se fossero insidiati da milioni di fans? Qui non parliamo di musica commerciale che piace alle masse.... IO PER GIUNTA PREFERIVO GLI ELIO E LE STORIE TESE PRIMA DELLA TERRA DEI CACHI... parlo come popolarità... erano ancora più raggiungibili... Teniamoceli stretti per NOI... che li capiamo o che comunque li apprezziamo poi il resto chissenefrega!!! Meno ROMPICOGLIONI Meno casino e PIU BALDORIA con LORO... Cazzo!!! THE END ... fava 0031
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 23:57
il testo è ovviamente una redition in stile hard­elio di piccola Kathy dei sempre contro Pooh.A quando un post su di loro?molto ci sarebbe da dire :onq avresti un sacco di pubblicita'
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 00:05
figlia di dio sarà tua madre.
brullonulla 01 Ottobre 2004 ­ 02:26
e blogghista sarà tua madre.
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 07:33
Un Buon VAFFANCULO a TUTTI.... Ci sta sempre bene....
W il Papa!
25 anni! Uno dei pontificati più lunghi e prolifici della storia della Chiesa. Complimenti al nostro Lolek che grazie a Dio (è proprio il caso di dirlo) è riuscito ad essere fedele al suo mandato.
Missionario come pochi, è stato il primo Pontefice multimediale della storia e difficilmente sarà eguagliato. La sua prima uscita, profetica, fu il giorno dopo la sua elezione per visitare un prelato ammalato al Gemelli, forse perchè sentiva già di essere in sintonia col mondo dei malati, dei quali fa parte da più di vent'anni. Ha contribuito alla liberazione dei popoli dell'est europa dal sistema comunista, facendo cadere il muro di Berlino;
è stato ferito quasi mortalmente da Ali Agca, è stato operato più volte ed ora lo vediamo cosi, quasi inerte, con un corpo che non risponde più alla sua mente lucidissima e brillante, capace di scrivere nelle encicliche e nelle lettere ed esortazioni sempre per il bene della Chiesa.
Grazie Santità per quello che ci ha dato, grazie per il modo in cui ha rivitalizzato il mondo giovanile e lo ha scosso e reso capace di aggregarsi intorno a Lei, superando ideologie e lotte degli anni '70, portatori solo di false emancipazioni e libertarismo.
Che Dio la conservi per molto altro tempo alla guida della Chiesa.
Roma, 16/10/2003
IlCattolico.
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 08:59
te li dò io i pooh, testa di cazzo.
ciao, sapientone.
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 10:08
che cazzo vuoi?Ti rompo il culo hai capito?
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 10:10
Onq, francamente non capisco la tua indulgenza nei confronti di simili esempi di crassa ignoranza. Il problema non è la mancanza di conoscenze grammaticali in sé e per sé, né tantomeno lo è il refuso che spunta in questo o quel commento: il problema è l'arroganza che qui si trova associata all'ignoranza metodica. Qua in mezzo ci sono persone che non riescono a scrivere correttamente una proposizione nemmeno per sbaglio, e queste stesse, a testa alta, pretendono di impartire delle lezioni, o addirittura di spiegare qualcosa. Certamente, tra le tante questioni poste, si potrebbe chiedere, alle accanite fave di quale genere Elio e soci sarebbero inventori. Oppure, si potrebbe far notare loro che del post non hanno capito niente, e che con le loro risposte non fanno altro che darti ragione. O ancora, notare la loro prona e cieca sudditanza nei confronti di un "Idolo", e chiedere in cosa si differenzia da quella, ad esempio, dei fan della Pausini (notate fave: la sudditanza, non la musica). Oppure, ancora, parlare della palese contraddizione tra la richiesta (sguaiatemente urlata) di rispettare i loro Idoli e l'assoluta intolleranza dei loro commenti nei confronti di un post ritenuto sacrilego. Ma il fatto rimane: questa gente non appartiene alla categoria degli errori di battitura, semplicemente non sa scrivere (e di conseguenza non articola discorsi sensati), sono in larga parte ignoranti di prima classe. E come tali vanno trattati. Quale importanza si può dare ad un (presunto) contenuto quando, per primo, chi lo scrive non si cura di dargli una parvenza di presentabilità?
blumfeld 01 Ottobre 2004 ­ 12:14
è interessante come si da dell'ignorante a persone mai viste...quanto siete falsi....buon divertimento, io passavo solo per caso!
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 15:05
Mi presento: sono la Fava #70. Mi dispiace, care amiche Fave, ma credo proprio che abbia ragione onq. Questo è il suo blog, e lui ha il diritto di scrivere tutto quello che gli pare su qualsiasi argomento; piuttosto siamo noi ad aver fatto la cazzata di invadere uno spazio che fino ad allora era frequentato da un numero chiuso di utenti. L'unico risultato che abbiamo ottenuto è stato scatenare una flamewar inutile e vieppiù tediosa, come se non bastassero tutte le sventure che già ci grandinano addosso tutti i giorni.
Ah, dimenticavo: i miei CD degli EelST sono ubicati tra Mark Eitzel e Alejandro Escovedo. Sorry.
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 15:52
Sono sicuro che a voi fave, poi, càpitano (e sono capitate) molte più disgrazie rispetto alla media nazionale.
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 23:38
ma se a onq fanno cagare e a me no, se a me fanno ridere e a onq no ma che cazzo me ne frega? e fave lasciate che dica quel cazzo che gli pare e buona li, continuera a sguazzare nella sua ignoranza, convinto duro che la progessive sia solo un genere conosciuto da lui e non da noi, ma basta facciamo solo il suo gioco a venire qui dentro a farci spalare merda adosso, elio ride di tutto e di tutti, persino di se stesso, ma sai quanto fastidio gli da sto idiota?
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 23:55
è ufficiale:Bugo scriverà un pezzo con Elio.Onq alla sega,confo tanica alle seghe,cesareo alla chitarra bombolina,mangoni al giramento di coglioni.Elio scureggia e Bugo glielo maneggia,poi se lo mette nel bugo.
utente anonimo 02 Ottobre 2004 ­ 08:45
al solito onq uber alles.
utente anonimo 02 Ottobre 2004 ­ 11:14
Io non sono un espertone musicale come te, che difatti citi almeno quattro o cinque band sconosciute ai più, vezzo ormai obbligatorio per tutti i blogger a la page. Io in materia musicale sono piuttosto ignorante, perciò non so quanto possa valere il mio giudizio su questo punto. Poste tali premesse, devo dire che tutto sommato sono d'accordo con te: Elio e le Storie Tese mi divertono, se li ascolto per dieci minuti, ma non mi sognerei mai di ascoltare un loro album tutto intero, e men che meno di comprarlo. Quanto alla presunta stupidità del loro umorismo, c'è da dire che rispetto a certa roba in circolazione fanno ancora la loro figura: rispetto agli improponibili GemBoy, che sembrano appena usciti dalle scuole medie, la comicità di Elio e le Storie Tese ricorda il miglior Woody Allen.
dottord 02 Ottobre 2004 ­ 20:47
secondo me onq non capisce una sega
utente anonimo 03 Ottobre 2004 ­ 13:03
gLI AMIci Di Onq e lui stesso continuano a dire che noi FAVE non abbiamo capito il POST... eccolo qui...
ma a qualcuno davvero piace la musica di elio e le storie tese? perché certe volte capita anche a me che qualcuno me lo domandi, e resto sempre interdetto. per non fare la solita figura dell'antipatico dico sì certo molto bravi e divertenti, ma la realtà è diversa. per prima cosa non concepisco come possa piacere un gruppo di buffoni, posso semmai dire che mi fanno ridere, ma da qui a dire che fanno musica e che mi piace la musica che fanno e che mi compro i loro dischi e li metto tra, diciamo, gli eels e gli empress, o tra gli einsturzende neubauten e gli ex, ecco che ce ne passa. e parecchio. perché se qualcuno li mette sull'autoradio io (un io ipotetico) magari passo due minuti divertendomi, perché dicono le parolacce e fanno le strofe con troppe sillabe con un effetto buffo, ed essendo buffo fa ridere. come una barzelletta. ma io non mi compro un cd di barzellette, non lo catalogo tra ennio morricone ed elliott sharp, non lo imparo a memoria e non lo canto e non dico che mi piace. dico, semmai, che fa ridere. ma non è neanche questo il nostro caso: elio e le storie tese non fanno nemmeno ridere. sono dei buffoni che non fanno ridere. la loro comicità fatta di scorregge mi ricorda il bagaglino. il loro campionario di cazzate vuole passare per infantile e quindi geniale, e invece è infantile e quindi squallido. manca totalmente di acume, di ironia, di creatività. le loro battute sono fatte per non dare noia a nessuno, la loro è una comicità del culo, perché come i pagliacci più patetici fanno ridere i bambini dandosi calci in culo e cadendo col culo a terra. particolarmente odiose le loro interviste e le loro uscite extramusicali, dove dicono buffonate puntando sul nonsense brillante e risultando invece gratuiti e antipatici. gratuiti, antipatici e snob nei confronti del giornalista che li intervista, che loro si sentono in diritto di prendere per il culo credendosi, forse, degli outsiders della musica italiana (sono invece l'ultimo capitolo del malaugurato filone squallor) e tenendo sempre d'occhio la telecamera per avere la certezza di essere inquadrati durante la scenetta. più di loro, detesto chi giustifica l'acquisto dei loro dischi con la scusa che "hanno quattro palle a suonare". questa è la più grossa di tutte. per prima cosa, chiunque faccia di mestiere il musicista da varie dozzine di anni ha quattro palle a suonare, di musicisti con quattro palle è per esempio pieno il mondo del liscio e del pianobar, tutto fatto di sassofonisti con quattro palle, chitarristi con quattro palle e tastieristi con quattro palle. inutile dire che ogni minimo passo avanti fatto dalla musica lo dobbiamo ad anti­virtuosi che all'inizio (cioé all'apice) della loro carriera a malapena conoscevano il nome di quattro accordi. i virtuosismi delle storie tese ne qualificano semmai la vocazione al mondo del liscio (ricchissimo, tra l'altro, di interpreti di canzoni sul culo e sulle tette, proprio come elio) e, al massimo, volendo proprio nobilitare una materia ignobile, al mondo della fusion e del progressive, generi musicali che nessun fan di elio e le storie tese ha minimamente mai cagato (a ragion veduta). evitiamo ora i commenti stupidi (perché voi siete stupidi): so che vi ho tentati a scrivere cazzate come "hey, esistono musicisti con le palle che hanno cambiato la musica, come gli area e i king crimson, e per me elio sta in quella ghenga lì", non è questo il merito della questione. il merito della questione è che elio e le storie tese non fanno ridere nessuno, e a me in particolare mi fanno cagare.
Rileggetelo... Io capisco solo una cosa che tutti capiscono... Ma con che faccia da cazzo vi nascondete dietro a parole dette e scritte? Un po' di coerenza almeno!! E poi volete sapere che genere hanno inventato gli EELST? Per prima cosa LORO non sono legati a nessuno schema fisso e non hanno più contatti con nessuna major, quindi non fanno o dicono cose preimpostate da case discografiche o terzi... Non hanno paura di mettersi in gioco e di spiazzare i loro fans e anche chi non li gusta... Elio recita in teatro, suona il flauto traverso, lavora in radio, scrive libri e prende per il culo quelli che come Voi non hanno capito un Cazzo di Lui e del suo gruppo.... Mercoledì lo vedrò, sarò con lui a MTV... Te lo saluterò ONQ magari gli passo il tuo indirizzo... così si fa 4 risate assieme a me.... Sempre la fava 0031
utente anonimo 04 Ottobre 2004 ­ 11:02
x onq e tutti i suoi amici invasati!
siete delle teste di cazzo fecce della società figli di troia e ignoranti!
elio può piacere o non piacere a me piace moltissimo e ne vado fiero!
se a te non piace CAZZI tuoi stronzetto!
non ti lincerò o darò fuoco se non ti piace(anche se lo farei per come parli di lui e del suo gruppo)elio è un grande le storie tese pure!
FORZA PANINO e ciao a tutte le fave!
utente anonimo 04 Ottobre 2004 ­ 12:27
Ma voi stronzi ce l'avete mica un forum?
utente anonimo 04 Ottobre 2004 ­ 16:39
AAAH AH AH, SIETE SOLTANTO DEI POVERI BUZZURRI DEFICIENTI, SAPETE SOLO DIRE CAZZATE SCURRILI E INSIGNIFICANTI, CONTINUATE PURE, BRAVIIIII!!!!! :)
ORAMAI MI DIVERTO PURE A LEGGERE TUTTI GLI INSULTI CHE MI SCRIVETE, E' UN PASSATEMPO MOOOLTO DIVERTENTE......
...ALOHA!!!!AU REVOIR!!!!!AUF WIEDERSEN!!! GOOD BYE!!!!AUGH!!!
ALLA PROSSIMA!!!!!
CON AMORE SCONFINATO PER VOI POVERI REIETTI DECEREBRATI,
LaPiccolaCate
utente anonimo 04 Ottobre 2004 ­ 19:51
Che schifo che mi fai, piccola cate.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 00:15
piccola catetere,perchè non torni dalle tue colleghe in autostrada...ci sono tanti clienti che t'aspettano.E non dimenticare l'anallume(per citare il tuo NON SCURRILE Elio...).Ma che siete tutti di comunione e liberazione?
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 19:45
Tu, cinque giorni di tristezza e poi corri incontro alla vita, tu, col tuo paracadute, ti getti in volo e vai.
Atterri nel giardino di casa poi ti muovi sicura e fresca come in un mattino di primavera.
Nella tua cameretta c'è un signore che aziona la pressa sui tuoi piccoli amici di ovatta che invocano aiuto, ma lui te li ruba e va via. Tu piangi e insegui i tuoi morbidi, teneri, fradici tappi per la figa pelosa.
Ma vorrei farti una domanda: ti sei accorta che io sono un ometto? E vorrei fartene un'altra: hai le mestruazioni?
Protagonista del mio tempo, protagonista della mia sessualità.
Essere donna oggi, vivere il prodigio del tuo ciclo mensile ostentando sicumera.
Essere donna oggi, aspirare al ruolo che la storia ti deve: quello di simpatica, paciosa, imprevedibile nocchiero di un veliero proiettato verso il mare del 2000 al grido di: "Cazzo, subito!"
Essere donna oggi, non più cagafigli bensì dolce e caparbia cagatrice dei tuoi figli.
Come Loretta Goggi nella freccia nera o in maledetta primavera, mente autonoma.
Donna roccaforte quando il flusso è più copioso, sbarazzina quando è il caso o marangona di un clitoride mai domo, al grido di: "AAAHHHH!!!"
Ma vorrei farti una domanda: ti sei accorta che io sono un ometto? E vorrei fartene un'altra: hai le mestruazioni?
Protagonista del tuo tempo, protagonista della tua sessualità.
Protagonista del tuo tempo, protagonista della tua sessualità.
Piccole donne, grandi labbra. Piccolo uomo grandi labbra apprezzerà.
Probabilmente non mi accoppio, ma le tue trombe di falloppio suonerò.
Protagonista del tuo wurstel di cotone.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 19:55
Io sono pagano e adoro gli dei pagani. Ma vivo nel presente e sogno di tornare nell'antichità per rivalutare la paganità.
Minerva, dammi dei minerva.
Giove, giovami.
Saturno, sai quando verrà il mio turno?
Vieni a prendermi stasera sulla tua biga blu. Vieni a prendermi partiamo e non torniamo più.
Marte, ti faccio un gioco. Ripeti: "Mazzo di carte, carte di mazzo, mazzo di carte, carte di mazzo, mazzo di carte, carte di mazzo"
"Mazzo di carte, carte di mazzo, mazzo di ca... cazzo di Marte... merda ho detto cazzo di Marte".
Apollo, tuo figlio lo stimo molto per quel suo modo di fare le palle.
Guarda: tutti i pesci son venuti a galla per vedere questa novità. Pollo fatto a palle da un Apelle dell'antichità.
Ho provato col buddismo, ma purtroppo dal buddismo c'era fila: è di moda.
Ho provato Scientology di Ron Hubbard ma non mi garba, e je canto questa melodia latina...
Parlami de Roma Tullo Tullo Tullo Ostilio. Marco Aurelio se n'è andato e non ritorna più.
Dee, datemi delle idee.
Dei, may day.
Idoli, datemi degli stimoli, perché non ne ho più.
Ecco quegli stimoli che tu ci chiedevi, tu che lamentavi un buco nel culto ricevi in omaggio un rarissimo bootleg di Cesare che ti insegna a costruire un ponte:
"Rationem pontem hanc instituit. Tgna bina sesquipedalia. Paulum ab imo praeacuta dimensa ad altitudinem fluminis intervallo pedum duorum inter se iungebat".
Grazie Giulio, di questa dritta per il ponte. (della dritta per il ponte).
Mi precipito a costruirne uno qui di fronte (costruirne uno qui di fronte)
per unire sponde fino ad oggi irraggiungibili (come sullo stretto di Messina).
Approfitto del condono di Pompeo (del condono di Pompeo), poi lo appalto all'amico Caio Voluseno (all'amico Caio Voluseno), per realizzare un sogno tipo quello di Fonopoli (sogno tipo quello di Fonopoli).
Io sono Pagani.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 19:59
Sono un noto burattino che non dice mai la verità.
Sono un pupo senza picio ma Geppetto non ci sta.
Soffro tanto senza pistulino, godrei molto con un cazzo. Ecco che il mi babbo me lo fa.
Sono un nuovo burattino con il mio legnetto novità.
Sono ceppo con la ceppa grazie a Geppo mio papà.
Se si china la fata turchina sento una forza dentro che neanch'io so come ed emetto una specie di fruppè.
Struciolo, sento che struciolo, se mi vedesse Lucignolo, quanto da fare mi do.
Struciolo, faccio uno scandalo. Uollano uollano uollano, la mia pasta del capitano.
Uollanoooooo.
Nel paese dei balocchi godo fama indiscussa di playboy.
La mia casa è una balena, vi ci invito prima o poi.
Mangiafuoco me lo cago poco, volpe e gatto li ricatto, poi mi metto il grillo in culo, più ci penso e più mi viene voglia di...
Struciolo, ragazzi struciolo, se mi vedesse Lucignolo con l'espressione da cigno.
Iaculo grazie al pinnacolo, uollano uollano uollano, vi saluto con l'altra mano.
E vado in discoteca.
Struciolo, giù in disco struciolo, imperatore nel regno di mille fighe di legno.
Tramano, nell'ombra bramano, ballano ballano ballano sulla pasta del capitano.
Uè.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 20:05
Resta cu'mme Signore la sera, resta cu'mme e avremo la pace. Famme 'mpazzì, famme penà, la notte mai più scenderà.
Ti porteremo i nostri fratelli, li portermo lungo le strade.
Vita da vita mia, nun me 'mporta do passate, nun me 'mporta chi t'avute per le vie del mondo Signor.
Nun me 'mporta do passate, nun me 'mporta chi t'avute. Resta cu'mme. Cu'mme.
Abramo non andare non partire non lasciare la tua casa.
Cosa speri di trovar?
La strada è sempre quella ma la gente è differente, ti è nemica.
Dove credi di arrivar.
Born, born, born to be Abramo.
Born to be Abramo.
Andate e predicate il mio vangelo, parola di Jahvè.
Esci dalla tua terra e vai dove ti mostrerò.
Parola di Jahvè.
Esci dalla tua terra e vai dove ti mostrerò.
Le reti sulla spiaggia abbandonate le han lasciate i pescatori.
Son partiti con Gesù.
La folla che osannava se n'è andata ma in silenzio una domanda
sembra ai dodici portar.
Born, born, born to be Abramo.
Born to be Abramo.
Quello che lasci tu lo conosci, il tuo Signore cosa ti dà?
Un popolo, la terra e la promessa, parola di Jahvè.
Esci dalla tua terra e vai dove ti mostrerò.
Parola di Jahvè.
Esci dalla tua terra, vai dove ti mostrerò.
Parola di Jahvè, parola di Jahvè, parola di Jahvè, parola di Jahvè.
La parola (la parola) di Jahvè (di Javhè) è la parola (la parola) di Jahvè (di Jahvè). Abramo non andare (Abramo non andare) non partire (non partire), non sono mica Baghwan che è appena morto.
Io sono Jahvè
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 20:12
Questa notte ho fatto un sogno strutturato a matrjoska, io sognavo di sognare che un abate un po' cruento dopo avermi esaminato mi ordinava di svegliarmi. Io ubbidiente gli ubbidivo poi sognavo di svegliarmi e me lo ritrovavo accanto con quel fare suo cruento, lui che mi riesaminava e io che gli chiedevo affranto: "Dimmi abate perché insisti ad esaminarmi attento, ho commesso forse un atto che fu inviso all'abbazia?". Egli colto alla sprovvista non sapendo fare meglio mi ordinò seduta stante di procedere a un risveglio.
Qui il mio incubo ben lungi dal confondersi si appiana perché torno al vero sogno dove incontro una puttana. "Oh, buongiorno" mi rincuora quel simpatico donnone. Mentre prende il sopravvento io le grido "giovamento" poi propongo delle rate. Lei si arrabbia e chiama: "Abate", "chi mi chiama?" esclama quello con incedere cruento. "La puttana" io commento roteando il polpastrello ma l'abate più cruento che non mai con voce dura mi presenta detto fatto il signor Bonaventura che col solito suo fare e il vestito da coglione mi regala per fortuna un assegno da un milione.
Abate cruento esaminatore, personaggio discutibile di un brutto sogno. Quanti grattacapi che non merito ora, quanti milioni di miliardi di problemi in un sogno.
Ecco il riassunto di questa vicenda: noci di cocco, banane e tabacchi, poi un giro di assegni e uno me lo dà a me.
Mi risveglio e sono donna, quindi penso son contenta, non più sogni non più esami. Non più abate nè cruento, si fa luce nella stanza, mi è scomparsa la paura. E al mio fianco come sempre c'è il signor Bonaventura, quanto l'amo, è mio marito. Lui che interpreta il mio sguardo per distrarmi mi blandisce con l'assegno da un miliardo.
Sono donna e donna è amore, mi addormento rinfrancata mentre inculo mio marito. Che portento di nottata, che marito sodomito.
Abate cruento esaminatore, personaggio discutibile di un brutto sogno. Quanti grattacapi che non merito ora, quanti milioni di miliardi di problemi in un sogno.
Abate cruento esaminatore, personaggio discutibile di un brutto sogno.
utente anonimo 10 Ottobre 2004 ­ 14:31
IL TUO SCHIFO E' PIENAMENTE RICAMBIATO, ANALCUNT...
PICCOLO VERME PUSTOLOSO,MALEODORANTE, DECEREBRATO, INUTILE, EMARGINATO E REIETTO!!!
...MA IN FONDO LO SAI CHE TE LO DICO CON PROFONDO AFFETTO, VERO?
CIAO, VERMICIATTOLO!!!
A MAI PIU', PERCHE' NON CREDO CHE TORNERO' IN QUESTA FOGNE DI FORUM, SE COSI' LO SI PUO' CHIAMARE....
LaPiccolaCate
utente anonimo 23 Ottobre 2004 ­ 13:58
invito a tutti l'ascolto dei TURUNTUNTUN sul sito di ivan pompino erm cioè piombino.
http://www.ivanpiombino.org/menu/turuntuntun/index.htm
utente anonimo 03 Novembre 2004 ­ 22:33
INVITO TUTTI ANCHE A SEGUIRE UN GRANDE ARTISTA CONTEMPORANEO DI GRANDISSIMO LIVELLO!! AMICO DI ELIO E MOLTO SIMILE AL MAESTRO BATTIATO!!!! EH EH
IL MITO IL DIO ALAN MAGNETTI
ALAN MAGNETTI
ALAN MEGNETTI
ALAN MAGNETTI
ALAN MEGNETTI
ALAN MAGNETTI
ALAN MEGNETTI
ALAN MAGNETTI
ALAN MEGNETTI
ALAN MAGNETTI
ALAN MEGNETTI
utente anonimo 22 Novembre 2004 ­ 21:33
piccola cate,sei talmente mongoloide da non capire la differenza tra un forum ed un blog.spero che tu conosca la differenza tra un cazzo e una banana.
utente anonimo 20/09/2004
LE RAGAZZE BELLE NON HANNO ORGASMI
molte persone vivono unicamente per
accrescere la propria conoscenza e
comprensione del mondo. in mancanza
d'altro, ritengo io stesso che la conoscenza
e la comprensione del mondo possa essere
una ragione plausibile per vivere. ho così
preso la decisione di approfondire una
stravaganza del mondo della natura che da
tempo mi incuriosiva. la natura,
specialmente quella artica, che noi
conosciamo solo attraverso i documentari, è
molto misteriosa. quanto saranno obiettivi
questi documentari? questi studiosi sono davvero stati al polo nord per interi
mesi per osservare il comportamento delle volpi bianche? che cosa ci stanno
raccontando, e perché? cosa ci tacciono? gli orsi bianchi esistono davvero?
esistono omoni che bastonano le fochine? secondo me no. da cospirazionista
vecchio stampo quale io sono (non ho comunque mai comprato o letto "tutto
quello che sai è falso" perché lì è esagerare) tendo a non credere al
telegiornale e alla pubblicità. se il telegiornale dice cose false o comunque
molto distorte, o dette in modo che suonino diverse da quel che sono, e la
pubblicità per esempio di un deodorante dice altre falsità, o comunque lascia
intendere cose poco vere, come per esempio che con quel certo deodorante
si scopa, io credo che i documentari sulla natura, che vengono dopo o prima
il telegiornale e sono inframezzati con le pubblicità, che sono tutte cose
fittizie, insomma è più ragionevole credere che anche i documentari
raccontino cazzate invece che pensare che siano l'unica eccezione. o no? a
ben vedere non ho mai visto coi miei occhi nessun documentario che
parlasse seriamente del suicidio dei lemmings. la sottocultura del
documentario ha anche un suo indotto da bar, dove le persone parlano di
animali e bestie esotiche, partendo da quello che hanno visto sui
documentari, e arricchiscono vicendevolmente le proprie competenze in
materia. così che qualcuno può aggiungere una sua opinione, o una cosa che
gli pare di aver visto o letto da qualche parte, gli altri al tavolo pensano che
invece l'abbia vista in un documentario, e la cosa passa per vera anche se
non lo è, propagandosi poi come meme di merda. il suicidio dei lemmings
salta spesso fuori quando si fanno le discussioni di filosofia da bar: uno dice
che suicidarsi in fondo è giusto, se uno crede di essere inadatto alla vita può
essere anch'esso una forma di autoselezione darwiniana, in questi tempi in
cui la medicina lascia riprodurre anche i più sfigati con la fecondazione
artificiale (pratica che mi inorridisce, perché se i tuoi geni sono difettosi non li
devi propagare per forza, e report per me coi suoi monologhini teatrali
sdegnosi del cazzo può ben andarsela a pigliar nel culo, e l'ho detta)
insomma il tipo del bar dice che suicidarsi è lecito, ma di là del tavolo v'è un
ciellino che dice che no, non ci si può suicidare, lui pensa che la vita ce l'ha
data dio e dio ce la toglie, ma non lo dice al darwinista istigatore di suicidi
perché sa che il darwinista non solo è ateo ma non ammette neanche forme
di microspiritualità privata perché gli puzza di new age. allora il ciellino dice al
darwinista, sapendolo amico dell'ordine naturale delle cose, che il suicidio
non è naturale, infatti in natura le bestie non si suicidano. il darwinista
puntualmente risponde che per prima cosa le bestie non fanno nemmeno i
pompini e le spagnole, e quindi non è un bell'esempio da seguire, e
comunque ci sono i lemmings che si buttano giù dalle scogliere apposta e
affogano, a allora vedi che anche le bestie a volte si suicidano e quindi è una
cosa naturale. perché il darwinista del bar ha sentito da qualche parte (lui
pensa in un documentario, ma non è così) che i lemmings fanno questa cosa
quando si accorgono di essere troppi, che il cibo non basta per tutti, e allora
per far vivere una elite negli agi, gli altri si ammazzano a frotte per il bene
della specie, sacrificando egoismi personali tipicamente western culture. io
stesso (io sono darwinista e frequento i bar) ho sventolato più volte questa
cosa dei lemmings credendola vera, e soprattutto mi ero inventato e convinto
di averla letta sul gene egoista. il gene egoista l'ho prestato e non mi è più
stato restituito (se leggi: lo rivoglio), e quindi ora non posso andare a
controllare, chiedo a brullonulla di farlo per me. sul gene egoista si parla di
roditori senza pelo in africa che una volta ogni 2000 anni ne nasce una
generazione con le ali e migrano. il gene egoista è pieno di teorie strambe
come questa, e quindi io avevo associato nella mia memoria la storia dei
lemmings al gene egoista. invece non è proprio vero che i lemmings si
suicidano, l'ho imparato oggi su internet dando per oggi un senso alla mia
vita nel senso della conoscenza delle cose del mondo. la storia dei lemmings
che si suicidano è nata perché la gente in norvegia prima di suonare
blackmetal vedeva queste bestiole, la cui popolazione fluttuava un casino, nel
senso che una volta ogni quattro anni ce n'erano di molti di più e l'anno dopo
di meno senza motivo apparente, e allora presero a fare teorie strambe su
come mai queste bestie avessero questa popolazione fluttuante in modo così
regolare e tra queste teorie vi era appunto quella del suicidio di massa per
favorire una elite genetica, e da allora i norvegesi presero a suonare
blackmetal. questa teoria venne pure supportata da un documentario (eccolo
il documentario) di walt disney (white wilderness, 1958) nel quale pare che si
vedano queste bestie buttarsi giù da una scogliera, e infatti oggi si pensa che
walt disney abbia preso i lemmings e li abbia buttati giù lui dalla scogliera,
che loro non gli passava neanche per la testa e quindi li ha ammazzati lui i
lemmings, che in realtà vengono predati dagli uccelli, o al massimo annegano
in mare credendolo un fiume da attraversare in cerca di cibo sull'altra sponda.
ecco io ora non ho più questa storia da raccontare al bar, che sostituirò con
quella dei roditori senza pelo che mettono le ali ogni duemila anni, e a
supporto del suicidio in natura dirò dei cani che si lasciano morire di fame
quando muore il padrone o che si buttano nel rogo se il padrone viene arso
vivo (c'è scritto su il nome della rosa). magari dico una cazzata, e questa
cosa dei lemmings la sapevano già tutti tranne me che sono sempre l'ultimo
coglione, ma io l'ho saputa oggi con google. tra l'altro perde anche senso
quel bel verso dei fallout dei tempi di benzo: "come lemmings / cerchiamo il
mare" che se non sbaglio la canzone stessa si chiamava lemmings.
postato da onq | commenti (29)
Commenti
20 Settembre 2004 ­ 12:50
Echi di Mild Kingdom di Jello Biafra (No More Cocoons). Andrebbe anche aggiunto che l'avvento della computer graphic ha dato la stura a tutta una serie di pseudodocumentari nel quale lo spettatore non viene nemmeno avvisato del fatto che si tratta appunto di una ricostruzione digitale. Passi quando si tratta di dinosauri e progenitori dell'uomo, ma quando si tratta di eventi attuali (e documentabili in maniera tradizionale) per me si tratta di una forma di truffa. Non chiedo troppo, in fondo. Scrivono pure "reverse angle" quando inquadrano una partita di calcio dall'altro lato del campo, altrimenti gli spettatori si possono confondere. Non credo che certi documentari possano vantare una maggiore dignità di pubblico, quindi mi sembrerebbe naturale che anche i fruitori di divulgazione scientifica da quattro soldi usufruiscano delle stesse facilitazioni. Ma pensando che la maggior parte di queste truffe vengono trasmesse da Retequattro mi verrebbe da cantare il vecchio adagio: ognuno ha quel che si merita
piccolavoce 20 Settembre 2004 ­ 13:10
e i bisonti?
casinototale 20 Settembre 2004 ­ 14:48
Ma sì che si suicidano!!!!!! C'era su "Il segreto degli gnomi"
Forlivese 20 Settembre 2004 ­ 14:57
Sicuramente e ' colpa del videogioco dei "lemmings"...
Ma a proposito lo Yeti esiste davvero o no...?
JG
utente anonimo 20 Settembre 2004 ­ 15:36
ma lemmings è quello che suona nei motorhead?
utente anonimo 20 Settembre 2004 ­ 18:31
SULLO YETI: gli himalaiani che abitano lungo le strade principali ne parlano come di una leggenda, gli himalaiani che abitano fuori mano (bello essere un himalaiano di provincia) ne parlano tranquillamente come di un animale come tutti gli altri che ogni tanto si vede in giro, come noi parliamo dei cinghiali. messner sostiene di averne visti più volte e fotografati.
onq 20 Settembre 2004 ­ 20:02
io lo sapevo già che quella dei lemmings era una truffa. ed è una truffa anche l'esistenza di roditori che acquisiscono ali ogni 2000 anni. ma dove cazzo l'hai letto? sul dawkins certo non è.
brullonulla 20 Settembre 2004 ­ 20:49
giuro, gene egoista, che è l'unico che ho letto. parla di queste bestie senza peli, non so se roditori, ma si chiamavano tipo talpe nude, o qualcosa di simile. dawkins faceva l'esempio con non so quali insetti, che solo ogni tot generazioni, al verificarsi di particolari condizioni, mettono le ali e migrano, e allora fa sta teoria anche per quei mammiferi lì, e la supporta con una antica leggenda africana su un'invasione di strani esseri alati, che potrebbe essere originata dall'ultima ondata migratoria di quegli animaletti lì varie migliaia di anni fa.
onq 20 Settembre 2004 ­ 20:53
le talpe nude sono famigerate perchè sono dei mammiferi che hanno una struttura sociale tipo termiti (hanno una regina, delle operaie e vivono in complessi sistemi di cunicoli sottoterra). devo controllare 'sta cosa delle ali sul gene egoista, ma sono sicuro che dawkins la butta lì così per scherzare, non certo come dato di fatto.
brullonulla 20 Settembre 2004 ­ 22:58
Ma allora il mistero dello Yeti e ' risolto. Basterebbe che Messner la piantasse di andare in giro per i villaggi himalaiani con quella barba lunga ad urlare allo Yeti! allo Yeti! spaventando gli autoctoni, soprattutto dopo aver bevuto dalla bottiglia della "Levissima" , tanto ormai lo sappiamo che dentro quella bottiglia non c'e' acqua ma grappa...!
JG
utente anonimo 21 Settembre 2004 ­ 00:04
Emilio Fede è un lemming(s?).
Costanzo uno Yeti.
ecco come vi sparo in faccia la verità che tutti ci nascondono da tempo...
Numbkid 21 Settembre 2004 ­ 01:25
Cito da una recensione del filme "Quelque chose d'organique"di Bertrand Bonello
(Id.,Francia,1998)
La presenza costante degli animali (aliena da ogni leziosità o manierismo) allude ad un mondo spietato, del quale il dolore è parte costitutiva.
Animali che lottano per la sopravvivenza, che muoiono, che passano la propria vita chiusi in gabbia, oppure che si suicidano, come i lemming che ogni anno si gettano in massa da una rupe perché "sono troppi, e quindi l'eccesso deve morire".
casinototale 21 Settembre 2004 ­ 18:16
i documentari disneyani erano la trasmissione piu diseducativa per le giovani menti che la rai abbia potuto passare negli anni 80. permeati da un aurea di buonismo del cazzo, pieni di dinamiche "preda carina morbida e indifesa/predatore stronzo, sfigato e malvagio" nelle quali la preda riusciva immancabilmnte a sfuggire al predatore, in una logica, per l'appunto da cartone walt disney, assolutamente lontana dalla realtà e quindi diseducativa. la storia dei lemmings è agghiacciante, anche io epr anni ho creduto a questa fandonia e con noi un numero inusitato di eprsone che in quegli anni aveva assistito alla trasmissione. il resto l'ha fatto il videogioco.
e comunque walt disney non era mica frocio, nazista, pedofilo e coprofago? oppure me lo sto sognando io?
heidi666
21 Settembre 2004 ­ 18:45
infatti, ora posso dirti che la voglia di approfondire la storia dei lemmings mi è venuta leggendo un riferimento agli stessi sul blog dell'agente. come vedi tu aiki sei l'inizio e la fine di tutto. hai poi scritto ad analcunt? bada che ti voglio carica.
onq 21 Settembre 2004 ­ 18:50
non sei l'unico a volere carica la nostra violetta, onq.
scrivi ad anal cunt, ma scrivi anche al suo coinquilino brullonulla. l'mp3 della caffettiera latita.
brullonulla 22 Settembre 2004 ­ 20:07
Il vero meme è sta cazzata che il suicidio dei lemmings che se l'è inventato Walt Disney. Chiaramente l'ambiente è diventato loro così ostile che la selezione naturale ne uccide abbastanza, quindi oggi non si ammazzano più; e il primo studioso che va a osservarli dice che non si ammazzano, che l'ha buttati giù Walt Disney, che anzi da allora hanno un grande senso della dignità lemmingiana. Cazzate. Date una vita dignitosa ai lemmings, fateli riprodurre, e inizieranno ad ammazzarsi. Un po' come le persone: si sa che il suicidio è un fenomeno delle società ricche.
violentunknownevent 24 Settembre 2004 ­ 01:21
Cioè, vue, alla fine che cazzo hai detto?
utente anonimo 24 Settembre 2004 ­ 14:23
Allora, se non è vero che il predatore è cattivo, e il predato buono, posso continuare a mangiare carne.
Temevo di dover rosicchiare carote a vita.
animadigomma 24 Settembre 2004 ­ 16:47
ha detto che se ora non si suicidano, un giorno lo faranno. che la storia del suicidio è vera, quantomeno in potenza, e che ciò che ha inventato walt disney non è che una metafora della verità.
ah, scusami se mio padre ti ha svegliato stamane. credevo saresti partito prima e non ti ho avvertito forse come avrei dovuto (nè, soprattutto, ho avvertito lui)
brullonulla 25 Settembre 2004 ­ 00:54
i vostri isterismi froceschi ve li risolvete a casa vostra
onq 27 Settembre 2004 ­ 14:55
meglio i fall out del berta e di gnaga
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 18:36
meglio come lemming cerchiamo il mare che subcomandante o berlusconi
utente anonimo 27 Settembre 2004 ­ 18:55
sei un po' ignorante! Perchè io l'ho sempre saputo, proprio dai documentari, evidentemente ascoltavi con superficialità oppure guardavi i documentari sbagliati. Cmq la tesi del suicido degli animali la sosteneva anche leopardi.
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 08:29
poi?
utente anonimo 29 Settembre 2004 ­ 10:13
scalpito nell'attesa di suonare al baraonda. presumibilmente a metà novembre, mò devo fare due calcoli e so dire con esattezza. per quanto riguarda i lemmings e chiosare il discorso, possono morire tutti, hanno un espressione stupida e mi stanno in culo, i porcellini d'india hanno molti piu skills dei lemmings e sono variamente colorati.
utente anonimo 30 Settembre 2004 ­ 23:41
CREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEPA
utente anonimo 01 Ottobre 2004 ­ 23:55
le ragazze belle ingoiano
utente anonimo 03 Ottobre 2004 ­ 19:27
ah,allora fu così che ti vidi,onq.
bel concerto dei Pecksniff ma soprattutto il modo con cui hai suonato la sega.ti mancava la roncola però.
saluti.
Numbkid 03/10/2004
BENZA ED ESPERIENZA
l'assenza di un pajo di giorni mi esenta forse dall'avere opinione sulle
ultime teste tagliate, di cui tutti mi chiedono ma di cui io non m'interesso, lo
dice pure il vue: scrivo cazzate? e allora te non fai che glossare eco, ecco. mi
sono deciso a leggerne i romanzi e vi ritrovo quasi ogni tuo vaneggiamento,
quando avrò letto pure l''isola' li avrò ritrovati tutti. è giusto invece che io parli
dei miei amici che hanno suonato, e mi si perdoni se adotterò
l'incomprensibile per chi non c'era stile aikiano (anzi colgo per una risposta
pubblica alla tua ultima: non so cos'è di preciso questo macchianera, io
conoscevo il csa di pisa). i pecksfart alla ricordi di parma: in un ambiente che
metterebbe in estremo imbarazzo chiunque, loro sono a casa, e mai li ho visti
in contesto più cònsono. se vògliono prénderla come un'offésa, fàcciano. il
pòlo però ha i pantaloni aderenti nei punti giusti e le scarpe buone e le gambe
divaricàte e il profilo antìco, il pòlo che suona la chitarra mi fa sesso e la
prenda come pubblica dichiarazione di stima: io suono con te per guardarti il
culo. e a proposito di pride, vengo a sapere che numbkid presenziava ma non
si presentava: cattivone. eri quello con gli occhiali scuri? bada a te, la roncola
era nello zainetto. lo scarso allenamento mi ha fatto dolere il pollice e da
questo è dipeso lo scarso livello della mia performance segaiola, mi scusiono
ma ero fuori forma (colgo l'occasione per annunziare il mio ritiro dal mondo della musica). la
sera prima pure gli in my room si esibivano
nell'ambiente a loro ideale, cioé lontano dalla
ricordi: stanza di casa d'artistoni à la io ballo
da sola, o forse solo idea mia, ma c'era da
suonare il campanello per entrare e dentro si
stava al buio (vedi foto, esclusiva flauto
mauto, (c)2004), bello come è bella ogni
cosa che venga toccata dalla Sua Grazia
(vedi foto, a destra, iqpc). l'unico di tutti
questi che non è parmigiano se non di madre
e che non si vanta di dischi appena usciti o in uscita è, appunto, l'Ospite
(sgradito). e allora ovvierò sputtanando pure il mio di disco in uscita, se non
altro in cdr autistico, per non essere da meno: si può scaricare oppure
comprare (ma con calma, che le copie non sono ancora pronte), cantautorato
anzi rock italiano tipo francesco renga meets tiromancino, come vi pare, e
senza *cinismo* nei testi: il vostro onq ha una personalità multisfaccettata e il
ciniscmo lo mette solo nei blog, nella musica solo autocommiserazione. il
concerto nel mio ambiente ideale lo farò in camera mia, chi vuole assistere
dìa una telefonata un poco prima che organizzo le sedie. certo è che ogni
buon critico deve saper proporre alternative oltre che spalare merda, meglio
ancora se le fa lui, altrimenti arrivano quelli che dicono "sai fare di meglio?",
argomentazione altrimenti inattaccabile, per quanto degna d'una fava: gente
che tra loro si chiamano per numero, come la banda bassotti. non debbo dirvi
nulla, se non che mi dispiace avervi toccato il cuore (non credevo certo che il
mio post finisse sotto gli occhi del fanclub) così come mi dispiace
dell'impennata di visite e commenti, ché fa troppo nazionalpopolare mentre il
flauto vuole essere radicalchìc e for few. ma, ripeto, non si ripeterà: da
domani basta musica e solo apuane. cercasi carrarini per dividere benza ed
esperienza.
postato da onq | commenti (10)
Commenti
04 Ottobre 2004 ­ 09:31
Si può scaricare, ma dovrei fingere di essere "a label or a zine reviewer", oppure si comprare, ma il CD non è ancora pronto. Insomma, si può avere almeno un'anteprima?
Qualcuno che fa rock italiano a viso aperto... Gente rara.
animadigomma 04 Ottobre 2004 ­ 09:56
Per quanto concerne Still Ill: la sua caratteristica era quella di non giustificare il motivo per cui si divertiva a fare il contadinotto e concimare campi senza che oh, dalla sua merda nascessero fior. Si esimeva dalla critica intesa come introduzione di una variazione del valore o del significato di quanto criticato. Dire che qualcosa fa cagare non è una critica, se non specifichi i motivi per cui fa cagare. E' un'opinione personale. Puoi essere un ottimo critico anche distruggendo quello che ti pare, ma devi palesare le tue motivazioni, e possibilmente inquadrare l'oggetto della tua critica all'interno di un percorso conoscitivo coerente e correttamente storicizzato. Still Ill non era altro che un esercizio di stile, un'enorme presa per il culo fatta da chi si divertiva a non fare critica.
piccolavoce 04 Ottobre 2004 ­ 10:46
si,non mi presentai in quanto frocio nell'anima,comunque ero lo sfigato 20enne che parlava sempre con il Moro con la maglia a righe ed un cazzo di 90cm,tanto per intenderci.
no,non porto gli occhiali(almeno quello,diucan).
Numbkid 04 Ottobre 2004 ­ 11:53
debbono essere per forza carrarini?
heidi666 04 Ottobre 2004 ­ 18:11
:)
Dahlgren è molto peggio di me, dai.
violentunknownevent 05 Ottobre 2004 ­ 20:35
Credevo che tu puntassi alla Patti, ed invece si sono rivelate le tue tendenze omosex. Ste (Polo) Pecksniff
utente anonimo 06 Ottobre 2004 ­ 23:55
Aspetta che scannerizzo (o scanno) la foto che c'era sulla Gazzetta di Parma di ieri e che ti ritrae felice e sorridente alla Ricordi e poi sarai costretto a prostrarti ai piedi Recycled
il sommi
utente anonimo 07 Ottobre 2004 ­ 09:50
la segretezza prima di tutto (sono un genio)...
utente anonimo 07 Ottobre 2004 ­ 13:06
caro 'un genio', grazie per la segnalazione. dopo mia severa sollecitazione kathodik ha già riparato alla svista.
onq 11 Ottobre 2004 ­ 15:50
eccola qua ...la foto tutta scannata..
shaffranek
05/10/2004
MAESTRO DEI MIEI COGLIONI
(c)FlautoMauto 2004, dissacring the sacred monsters since 2003
il concetto sarà più facile da digerire per i miei
lettori di sinistra se capiranno bene questo primo
paragrafetto: voi amate bondi? certo, bondi ha un
suo perché, ma vi sentireste di apprezzarlo, intendo
come uomo politico, in virtù del fatto che ha un
passato comunista? non credo, anzi, la sua
posizione di forzista si aggrava, se teniamo conto dei
suoi trascorsi dalla parte del Giusto. è per questo
che, a mio giudizio, il passato di un uomo non può
essere portato a giustificarne il presente. attenzione
perché con questo principio si possono distruggere
tutti: cohen, morricone, bargeld, dylan, nick cave,
bjork, giovannilindo e tutte le altre scorie di un
passato che non esiste più (tutte tranne tom waits,
che fa sempre meglio), ma tutti i nomi citati non mi
angosciano come riesce ad angosciarmi battiato.
battiato sempre pallido che ostenta malessere ospite
di mollica, che inizia ogni frase con "io non amo..."(*)
che fa l'offeso quando l'altrettanto pessimo fabio
fazio (peggio della tv popolare c'è solo la tv di qualità) lo introduce osando
mettere "la cura" in sottofondo, e che naturalmente vuole farsi chiamare
"maestro" per quella manciata di dischi di musica classica che dice di aver
registrato. battiato mi dà il male di vivere. ripercorriamone la carriera: dopo
qualche 45 giri negli anni '60, un giovane battiato indeciso tra pop e
avanguardia sperimentalista pubblica una media di due dischi all'anno per
tutti gli anni '70, lavori assolutamente dignitosi ma coi quali non riesce a
sfondare, e viene infine toccato dalla luce quando passa alla emi. trova la sua
direzione ne "l'era del cinghiale bianco" (1979) e in "patriots" (1980) e tocca
l'apice nei due anni successivi ("la voce del padrone" e "l'arca di noé"); per il
resto degli anni '80 battiato fa parte del glorioso filone del pop-punk italiano
anti-cccp insieme a giuni russo (e alla rettore) e sparge alcuni singoli di
successo nei dischi tutto sommato mediocri che seguono. funzionano il senso
del kitsch, il look ostentatamente sfigato, il cespuglio di capelli, la danza
improbabile di cui ci ha già parlato psycho. sul finire del decennio battiato si
ammala dello stesso male di cui si ammalano tutti i grandi cantautori italiani
(vedi de andré, che però ha il buon gusto di morirne), e si piega alla legge
non scritta che impone a tutti i musicisti in italia (e non) di fare solo dischi di
merda dal 1990 a oggi. si reinventa come compositore di musica classica e
PR (organizzando il violino e la selce, nome abominevole che nasconde una
serie di buoni concerti) ma commette l'imperdonabile errore di continuare a
dare alle stampe cd di "leggera", come la chiama lui, agli stessi ritmi
forsennati del passato. ecco il mercato invaso da cazzate ("l'imboscata",
"shock in my town", "gommalacca" -in cui duetta con andrea pezzi-, "fleurs",
"ferro battuto") ed ecco il suo volto pallido da segaiolo affacciarsi da mollica
per promuovere ogni uscita, proprio mentre nelle case si prende il caffé.
giusto l'altro giorno mi angosciava con l'ennesima cazzata, che dovrebbe
chiamarsi "dieci stratagemmi". giuni russo intanto è morta, la rettore
l'abbiamo vista alla fattoria. io ho dato l'esempio con la roncola e le apuane,
perchè battiato non si decide ad impugnare il machete e andare a fare pena
sull'isola dei famosi? e perché lui e giovannilindo non muoiono?
(*) giuro che il link l'ho trovato dopo
postato da onq | commenti (34)
Commenti
05 Ottobre 2004 ­ 13:51
Ok, per Battiato ci siamo.
Ma De Andrè, mi dispiace non essere d'accordo, ha fatto sempre meglio, come Tom Waits.
animadigomma 05 Ottobre 2004 ­ 14:24
esageriamo nel definire cazzate quei dischi.Ed anche quelli che tu chiami mediocri...credo che orizzonti perduti e mondi lontanissimi siano dei dischi di techno pop avanzata.E poi,francamente,a questo punto possiamo dire che Tom waits ha anche rotto le palle.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 14:25
ma porcodio,Andrè ha rotto i coglioni più di Battiato.Anzi,Andrè si è salvato.dico e mi contraddico.
Andrè ha avuto la decenza di morire.
sono sicuro che se fosse ancora in vita farebbe più pena di Battiato­o almeno tanto quanto l'appena citato.
Tom Waits è dio.Andrè è morto e,proprio a causa di ciò,si può facilmente confutare che di divino Andrè ha ben poco.
Numbkid 05 Ottobre 2004 ­ 14:43
E il fatto che sia un capo scuola per insulsi allievi come Morgan dove lo mettiamo? Non dimenticare che, non contento di quanto già fatto nel recente passato, Battiato ha pensato bene di collaborare anche con lui.
blumfeld
05 Ottobre 2004 ­ 15:24
Numbkid: tu non hai orrore di te stesso.
animadigomma 05 Ottobre 2004 ­ 16:07
Io ritengo che già Le Nuvole di De Andrè fosse discontinuo nella sua qualità, con pochi pezzi veramente validi. Anime salve non ho avuto il coraggio di comperarlo. Battiato si limita adesso a svolgere dei compiti per casa, ormai prigioniero di uno stile che replica all'infinito senza dire alcunché di nuovo. Il violino e la selce fa veramente schifo come nome, ma al concerto dei Pan Sonic di quest'anno avrei voluto esserci con i miei amici, non fosse altro che per vedere le facce distrutte di quelli che vanno a vedere un gruppo solo perché gli hanno detto che "fa musica particolare", un po' come le facce stravolte di chi s'era visto il concerto di Reich l'anno prima senza capirci un cazzo. E poi La cura è un pezzo abusato in cui spaccia le sue solite sgalambrate mistiche. Se fosse per me svaluterei parzialmente anche il giovane Battiato amante della contemporanea, relegando alcuni suoi lavori tra gli esperimenti falliti. Ma la cosa più inquietante è che se senti i suoi cd single attuali in cui mette le sue versioni demo capisci che la produzione altrui stravolge (e non a torto) le sue reali capacità produttive e di arrangiamento, svalutando quell'universalità per la quale Battiato sembra essere eccessivamente rispettato.
piccolavoce 05 Ottobre 2004 ­ 16:46
onq ti piacciono i Novembre? te li consiglio.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 16:56
Battiato ha la bellezza della più vergognosa pop music: musiche orecchiabili e vagamente kitsch, testi idioti. Quindi, Battiato è l'unico evento pop che l'italia abbia prodotto, e poiché il contesto è quello della musica leggera, dei cantautori ammorbanti e poeti, mi sembra un buon risultato.
violentunknownevent 05 Ottobre 2004 ­ 17:29
Il maestro Battiato, sempre più lontano (mondi lontanissimissimi) da noi ha probablimente finito le banane e non sa più cosa fornirci... insomma anche lui ha cagato il cazzo.
Un saluto,
INNOVARI Retrofuturo
innovari 05 Ottobre 2004 ­ 17:33
in generale i cantautori hanno rotto il cazzo. auspico la riapertura dei campi di lavoro per essi.
heidi666 05 Ottobre 2004 ­ 18:11
Prima di sparare a zero su tutto, dovremmo anche chiederci cosa la musica italiana è in grado di fare e cosa no.
L'hip hop da balera?
L'indie che fa figo ma bisogna farlo in inglese (e allora non è musica italiana)?
Qualcosa di "sperimentale" che non fa altro che confermare il fatto che l'autore non sa proprio che pesci pigliare?
Il rock con i chitarroni distorti di alcuni cantautori?
Vediamo un po' cosa resta, e facciamoci i conti (chi li sa fare, ovvero, chi è in grado di scrivere testi e musica in italinano senza doversi vergognare di ciò che canta).
E pop stile Battiato quello che rimane? Ben venga, l'importante è non stare fermi su quello che si è già fatto (qualcuno ha detto fare i compiti).
Oppure una musica che, paradossalmente, suona bene in ogni lingua latina ma non in quelle anglosassoni (come quella di De Andrè). Meglio ancora.
Insomma, violentunknownevent non ha tutti i torti.
Ci sono solo due cose che contano: non stare mai fermi (a fare quello che si è già fatto) e sapere quello che si sta facendo. E questo in tutti i generi.
E poi? Cos'è che volevo dire alla fine?
animadigomma 05 Ottobre 2004 ­ 18:19
Non lo so. Ma Gioia e rivoluzione rifatta dagli Afterhours è un esempio magistrale di ciò che non dovrebbe fare.
blumfeld 05 Ottobre 2004 ­ 18:46
la musica italiana, dal 1990 in poi, è in grado di impiccarsi, e basta. tutta. quelli che hanno fatto qualcosa negli anni 60 e 70 avrebbero dovuto impiccarsi nel 1979, quelli che hanno fatto qualcosa negli anni 80 avrebbero dovuto impiccarsi nel 1989. dal 1990 in poi non so proprio darvi esempi di musica italiana che non faccia cagare, e ormai sono 15 anni. viviamo tempi difficili.
onq 05 Ottobre 2004 ­ 18:57
(tutte tranne tom waits, che fa sempre meglio)
è vero
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 19:16
ma come, non ti piacevano i marlene?
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 20:35
allora di Battiato non hai proprio capito un cazzo, guarda che Battiato ha cominciato ad essere apprezzato come cantautore puro e longevo proprio negli anni 90 è ha sempre dimostrato di essere coraggioso nelle sue scelte originali e un grande personaggio. chi avrebbe giurato che il Battiato degli che ha fatto impazzire gli anni 80 ancora oggi faccia faville, pochi. Tu puoi solo dire che Battiato non ti piace stop, Battiato è un musicista reale e concreto, un genio favoloso.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 21:40
non capisci oggettivamente niente di battiato, fosse solo per "la cura", una delle canzoni d'amore piu' grandi in assoluto ( e non è un giudizio sogg.) e che il maestro ha scritto proprio nei discussi (da te) anni 90.
utente anonimo 05 Ottobre 2004 ­ 22:12
Minchia! Onq, non è che ti sei tirato addosso pure il fanclub di Battiato, adesso?
piccolavoce 05 Ottobre 2004 ­ 23:23
Siete meravigliosi. Chi non ha avuto il coraggio di comprare Anime Salve, in quanto già avvertito di alcune discontinuità nelle Nuvole; chi parla con tutta evidenza di un filone pop­punk italiano anti­cccp, i cui assi portanti sarebbero battiato, giuni russo e rettore; chi riesce a considerare in generale i "cantautori" una "categoria", concludendone, penso dopo lunga riflessione "che hanno rotto il cazzo"...
utente anonimo 06 Ottobre 2004 ­ 00:54
(1)anime salve fa cagare. male e duro. santodio, l'anima di de andrè dovrebbe vergognarsi di non essersi separata prima dal corpo.
(2)sul filone anti­cccp vorrei saperne di più anch'io,ma l'idea non mi pare tanto campata in aria
(3)visto che ascolto cantautori, non credo che abbiano rotto il cazzo. ma se non sono una categoria, sembrano essere almeno un movimento.
(4) siamo meravigliosi.
brullonulla 06 Ottobre 2004 ­ 01:00
I lavori sperimentali di battiato mi fanno godere:tipo "m.lle le gladiator",ogni volta che lo sento mi spezzo in due dalle risate,è un capolavoro.Negli 80 Fino a fisiognomica(esclusa)Battiato regge alla grande.Poi traballicchia fino a caffe' della paix(disco sopravvalutato,dai suoni troppo world),poi che succede...incontra Sgalambro.Premesso che i suoi libercoli cinici e taglienti non sono male,i suoi testi per Battiato sono abbastanza merdosi."L'ombrello e la macchina..."è un disco di atonalità tonale(!)cioè alla fine risulta stridente come gli E.N. ma per eccedenza di melodia alla cazzo,e devo dire che è un ottimo disco.Ma gli altri rompono le palle,poca sintesi,chitarristi sbagliati(l'imboscata),alcune strizzatine d'occhio al noise strozzate dalla produzione,e poi quella terribile presa per il culo di "gommalacca".strombazzato come il disco avant­techno di Battiato, risulta essere una merdata immonda.Mi aspettavo uscite alla aphex twin e invece c'è quell'incapace di Morgan che oltre a non suonare il basso fa le batterie ottanta.Madaski che non si capisce cosa cazzo vuole fare.Un pezzo orribile come shakleton che solo nel finale sviluppa un interessante accenno di break beat che poteva essere invece il nervo del disco intero. Si parla forse per la prima volta nella storia battiatesca di mescalina,di erba,di droghe in modo esplicito e a parte il risultato giovanilista,probabilmente era in buona fede.Ma Sgalambro non sa scrivere i testi,e Battiato scrive le musiche basandosi sui testi.Da lì in poi non ho piu' ascoltato un cazzo del maestro,e campi magnetici mi ha forse deluso ancora di piu'.Tuttavia il suo metodo artigianale di comporre(si levasse dal cazzo sgalambro) ha il suo fascino.Sono d'accordo con onq per molte cose,ma io penso che:
1)lindo ferretti stava per morire,se non è morto è dio.
2)Il De andre' di anime salve è uno scassamento di cazzo.
3)Battisti non lo citi ma nei '90 ha fatto dischi di una freddezza e cattiveria mostruosa (non è un cantautore,ma neanche Battiato lo è piu' dal 1990).
4)il Tom waits degli ultimi tre dischi non mi sembra un granchè.Io preferisco il periodo primitivista
5)il problema è Sgalambro.E'Sgalambro che deve stirare le zampine.
.comunque,qualche buona cover emo dagli ultimi lavori di Battiato esce fuori.Musicalmente la produzione è il problema di Battiato.sulla musica italiana dei 90 che fa vomitare ho i miei dubbi.Penso ai Massimo volume o agli Starfuckers.E poi Alberto Camerini?I Matia Bazar?Post anche su di loro.E come diceva qualcuno,anche sui Pooh.Corre voce che nel prossimo album si ispireranno agli Interpol.
casinototale 06 Ottobre 2004 ­ 01:05
ah sui cccp...il filone non era anti essi,viaggiava parallelo.New wave italiana da alta classifica.Un po' alla Nina Hagen o alla Buggles(Bandiera Bianca amici,è un plagio di Video kills...ascoltate il finale con the end...)
casinototale 06 Ottobre 2004 ­ 01:16
Anonimo: Anime Salve ha un paio di problemini, imho: 1) L'ho ascoltato e m'ha fatto schifo, ergo non l'ho comperato, 2) Me lo aspettavo ampiamente, perché già da tempo qualcuno sussurrava "ghost writer" nel mio orecchio. Ma probabilmente tu non ti sei mai soffermato sul significato della parola "professionismo". Capiresti che il mestiere non è un buon motivo per fare dischi che ledono la dignità di una vita artistica che ha offerto ben altre vette. Forse sei soltanto un ragazzino che ha ancora bisogno di eroi invulnerabili, ma puoi star tranquillo, gli svariati cd ed lp di De Andrè che ho nella mia collezione non li butto via, come non butto via quelli di Cohen. Lasciatelo dire, ho passato troppo tempo su Songs of Love and Hate per prendere lezioni da un imbecille come te.
piccolavoce 06 Ottobre 2004 ­ 08:14
Piccolavoce: al contrario di te, a me i lavori da "Creusa de ma" in poi sembrano sovrastare tutti quelli precedenti. Ma non penso che sia possibili accordarsi su questioni di questo tipo. Forse il ghost writer era più bravo dell'originale.
Brullonulla: ma chi sono questi cantautori? Non saranno mica quello che nel ritornello mettono il chitarrone distorto, nel finale l'assolone tipo metallaro anni '80 e un po' di batteria elettronica che fa sempre "in"? Se ce ne sono di diversi ti prego di segnalarmeli!
Ultima cosa: non capisco perchè la continuazione del genere "Battiato quando faceva cose ascoltabili" debba per forza passare per l'elettronica. A me pare che il cantato in italiano si distingua per un certo tipo di metrica "obbligatoria" che si auto­impone, e non per l'arrangiamento. Che poi Battiato abbia fatto queste cose negli anni '80, quando andava di moda la 808 e Radius alla chitarra, è un altro discorso. Ultimissima: e chi se ne frega se parlava di mescalina?
animadigomma 06 Ottobre 2004 ­ 12:53
"Numbkid: tu non hai orrore di te stesso."
suona quasi come un complimento.
tanti bacini in fronte.
a te e alla carcassa di Andrè.
Numbkid 06 Ottobre 2004 ­ 13:19
Mi estraneo dalla discussione perchè non me ne frega un cazzo. Ma, numbkid, perchè lo continui a chiamare "Andrè"? è un segno di disprezzo togliere il "de" patronimico dal cognome di De Andrè?
utente anonimo 06 Ottobre 2004 ­ 15:33
pivu : "Lasciatelo dire, ho passato troppo tempo su Songs of Love and Hate per prendere lezioni da un imbecille come te."
esattamente la frase che userò da oggi in poi in qualsivoglia discussione sulle sette note. (ogni tanto sostituendo il capolavoro di cohen con "Arise,Therefore" di will oldham o "Parole d'amore scritte a macchina" di paolo conte).
animadigomma: per cantautori intendo gente come quelli citati sopra da piccolavoce e me.
brullonulla
06 Ottobre 2004 ­ 15:48
brullonulla: io mi riferisco a cantautori italiani, a fare musica in inglese si fatica la metà.
animadigomma 06 Ottobre 2004 ­ 17:00
Dai però, almeno meglio di Ferretti è. So che non è difficile.
Forlivese 06 Ottobre 2004 ­ 17:13
nessuno ha ancora citato il vero abominio di Battiato: "ferro battuto". la cosa migliore del disco era lo stile grafico, e non c'e' purtroppo contraddizione col fatto che era anche la cosa che mi aveva fatto imbarazzare subito appena tenuto in mano il disco per la prima volta.
comunque, scoprire di essere letto da Onq e' un onore e un'emozione.
drpsycho 06 Ottobre 2004 ­ 17:41
Di musica non capite una beneamata minchia, (o un cazzo, se preferite) usando il vostro linguaggio. Il MAESTRO Battiato resterà tale anche con le vostre cazzatelle scritte su un sito sfigato, sul quale sono capitato per puro caso. Ma è meglio così, se non ci fossero simili teste vuote...
utente anonimo 06 Ottobre 2004 ­ 19:59
per Anal Cunt:no,solo semplice pigrizia.
il disprezzo va al di là della semplice omissione di uno o più "de".
Numbkid 08 Ottobre 2004 ­ 10:04
nessuno ha voglia di *cacare* anche su battisti??
mi avete fatto venir voglia di scaricar tomWaits, mo' vado...
sZalmo
09 Ottobre 2004 ­ 09:04
onq uber alles
utente anonimo
07/10/2004
AI TEMPI DI JOHN CAGE ERA PIU' FACILE STUPIRE
mettiamo il caso di due compari a spasso per
un bosco luneziano, diciamo, questo pomeriggio che
è appena passato. supponiamo che uno dei due
subisca il fascino fallico di un bel fungo, e prenda la
solenne decisione di informarsi circa il nome che a
quel tipo di fungo viene dato dagli esperti. egli
sfodera così una macchinetta fotografica e scatta
una o più istantanee del fungo in questione (sa infatti che è molto importante
vederlo pure dal basso e studiarne gambo e lamelle) ripromettendosi di
confrontarlo, una volta a casa, con le schede fungine che abbondano su
internet. [l'innocenza di tanta curiosità cela in realtà l'intenzione di diventare
un esperto di funghi per cibarsene ed avvelenarci i nemici durante la
prossima guerra atomica]. tornato a casa, il tizio si imbatte in database ottimi,
ma ahimé occorre conoscere in anticipo il nome del fungo per accedere alla
scheda in questione con la foto. manca, insomma, un percorso dove si possa
giungere al fungo desiderato per gradi, diciamo per intenderci come fa
stamets per quelli allucinogeni (se escludiamo questo modesto tentativo), o
una thumbgallery pseudopornografica dove si possa scartare velocemente i
falli che non fanno a caso nostro. decide così di prendere l'altra strada, quella
lunga, capire a quale famiglia appartiene il proprio fungo per poi partire
almeno dalla famiglia con la ricerca googliana. per farlo occorre naturalmente
capire secondo quale criterio le diverse famiglie di funghi si differenziano, e
formarsi una vaga idea dell'intera classificazione fungina per essere certo di
non lasciare fuori per svista ipotesi plausibili. è così che ho capito quanto la
scienza sia indietro e carente. per quanto a qualcuno piaccia sognare di
tecnologie strabilianti, l'uomo non è che all'età della pietra quando si tratta di
dare un nome alle cose che la natura gli ha messo davanti al muso (e per
mezzo di questo atto primordiale impossessarsene, direbbe qualcun altro). io
posso ben capire che quello fungino è, tra i 4 (5? 6?) regni, il meno studiato,
ma credevo che ci fosse disaccordo, chennesò, sul considerare due varietà
specie diverse o sottospecie di una stessa specie; credevo insomma che il
dibattito si fermasse al livello della sottospecie, al massimo della specie, o
esagerando della famiglia. in realtà sui funghi ci si è appena messi d'accordo
di non considerarli piante, tutto il resto, dal phylum in giù, è anarchia totale.
per prima cosa si dibatte sul concetto stesso di phylum fungino, e non voglio
risparmiarvi quello che accade per classi e ordini. ogni studio è condotto sulla
base di analisi del DNA (non bastava il colore?), quindi ogni studio anteriore
al 1990 viene deriso e nessuno ha trovato un modo efficace di separare già
nei gradi alti della gerarchia i funghi con gambo e cappella dalle muffe, dalle
penicilline, dalle malattie delle piante e da altri orrori di cui il mondo fungino è
pieno. la spugnola, ad esempio, si stacca dal resto dei funghi commestibili già
al livello di phylum. senza giustificazione. nel regno animale distacchi a
questo livello sono giustificati per separare gli uomini dalle spugne. il
pipistrello e il delfino si staccano rispettivamente da uccelli e pesci, in quanto
mammiferi, solo a livello di classe, perché dioporco prima siamo tutti cordati e
vertebrati, o no? cos'è 'sta mafia? esempio di questo scempio è la
classificazione di Ainsworth & Bisby (2001), quella che oggi va per la
maggiore, che è qui ben srotolata, dove appunto i due principali phylum
(ascomycota e basidiomycota) separano le spugnole dai porcini; e questo è
normale, l'ho ormai accettato, ma il phylum basidiomycota si suddivide poi in
classi, tra le quali i basidiomiceti propriamente detti dove (colpo di scena) si
divide ulteriormente in due sottoclassi (tremellomycetidae e
agaricomycetidae) prima di passare ai vari ordini, sui quali ho comunque da
dire perché pare che a un certo punto si siano rotti il cazzo e abbiano
classificato come agricales tutti quelli che non rientravano nelle altre
categorie. altra autorità nel settore è david hibbett, che chiama il proprio
delirio "present classification", e se ne ha un'idea qui e qui: si noti che fino ai
livelli più infimi non ritroviamo nessun nome che ci suoni famigliare. inutile
dire che gli studi sul DNA hanno rovinato la scienza tassonomica: le
classificazioni migliori sono quelle che li precedono, forse meno tecnicamente
rigorose ma senz'altro più logiche. una classificazione fungina, così come
ogni classificazione, deve essere per prima cosa elegante, meglio se
decimale, e comprensibile. i gruppi devono essere più o meno omogenei, non
puoi fare gruppi con dentro più di una ventina di articoli, a quel punto ti devi
inventare dei sottogruppi intermedi, per contro non puoi farne di troppo
piccoli: un'unica eccezione isolata non può occuparti tutta una sezione a
partire dai gradi più alti, la fai rientrare piuttosto in un altro gruppo e la chiami
eccezione, e lo specifichi in nota. se ti sei inventato una classificazione
secondo un certo criterio, e ti accorgi che di 5 famiglie la prima contiene 200
specie e le altre ne contengono 5 o 6, evidentemente hai sbagliato criterio.
cosa vieta poi di usare un gruppo chiamato "altri" per raggruppare tutte le
eccezioni? sono l'unico che pensa a queste cose, cazzo? ecco un metodo un
poco più criteriato, di cui mi sfugge l'inventore, che ha comunque grossi
problemi di bilanciamento nei gruppi (si noti l'inconsistenza delle classi
phragmobasidiomycetes e teliomycetes, o degli ordini sclerodermatales,
lycoperdales, nidulariales, phallales); eccone un altro completamente diverso,
che divide basidiomycotina in 4 classi (gasteromycetes, hymenomycetes,
urediniomycetes, teliomycetes) per poi dividere in due sottoclassi la più
numerosa (hymenomycetes in holobasidiomycetidae e
phragmobasidiomycetidae). questo spam-site italiano di tesine riconosce 10
ordini di basidiomiceti, anche se poi nel glossario ammette che 4 di essi
(afilloforali, agaricali, asterosporali e boletali) possono anche essere
considerati sottordini degli imenomiceti, arrivando quindi a 6 super-ordini
(auriculariali, dacryomiceti, exobasidiali, gasteromiceti, imenomiceti,
tremellali). questo è ciò che succede nelle suddivisioni principali (dal phylum
agli ordini, e si noti che ognuno chiama ordine, classe e phylum un po' quello
che cazzo gli pare), non oso immaginare cosa non combinino quando si entra
nello specifico delle diverse famiglie e specie: il fatto che ogni fungo possa
avere anche 3 o 4 nomi latini diversi mi porta a pensare che in futuro, per
evitare la confusione, torneremo a chiamarli coi loro nomi in biasseo.
postato da onq | commenti (23)
Commenti
07 Ottobre 2004 ­ 10:45
Nella mia conoscenza empirica della cosa, ho sempre suddiviso i funghi in: boleti, russole, lattari, amanite, cantarelli, cortinari, igrofori, tricolomi e... altri. Alcuni degli "altri" li mangio pure, e sono ancora vivo.
Non è scientifico, ma qualcosa di statisticamente significativo sotto ci dovrà pur essere.
animadigomma
07 Ottobre 2004 ­ 12:39
parli di famiglie, sulle quali c'è un certo accordo (ovviamente anche qui sarebbe da approfondire, ma diciamo che c'è accordo sulle principali), io parlo delle categorie tassonomiche superiori alla famiglia (dagli ordini in su). questo tizio spiega la cosa molto meglio di me:
http://www.bluewillowpages.com/mushroomexpert/kuo_05.html
onq 07 Ottobre 2004 ­ 12:46
ma io dico, ma che cazzo te ne frega?????
impara a riconoscere quei tre funghi commestibili le cui foto trovi negli opuscoletti da edicola e quel funghetto che se lo mangi ti fa fare tante risate (per sapere com'è chiedi al tuo amico sarzanello, si dice sia diventato un intenditore.......) il retso in culo.
meno conoscenza meno problemi.
utente anonimo 07 Ottobre 2004 ­ 13:04
Mi hai fatto rispolverare un capolavoro del 72, la terza edizione di "I funghi dal vero" di Bruno Cetto. Che al di là della frase introduttiva "I funghi costituiscono una classe sterminata, che nel ramo vegetale forma quasi un regno a sè", e dell'ovvia obsolescenza del testo, si lancia in una interessante (dal mio punto di vista) discussione sulla composizione chimica dei funghi, più vicina a quella animale che a quella vegetale, sulla non indispensabilità della luce per la vita dei funghi, sul fatto che si cibano di sostanze organiche e non inorganiche. E pensare che da piccolo guardavo solo le foto manifestando un insano interesse per quei funghi la cui commestibilità, in maiuscolo, non lasciava alcuna via di scampo: VELENOSO MORTALE. Il libro si apre proprio sull'amanita falloide, anche se le mie simpatie vanno tutte al cortinarius orellanus, che non ho mai avuto l'onore di vedere, a differenza delle varie amanite.
piccolavoce 07 Ottobre 2004 ­ 13:07
bel barattolo di vermi che hai aperto. ci sono casini sulla classificazione degli insetti (chiedi a tre entomologi dove situare gli strepsitteri e ti daranno tre risposte diverse) e perfino su uccelli e rettili (perchè cladisticamente,gli uccelli sono un sottoinsieme dei rettili), figurati sui funghi, i quali sono un taxon complessissimo e vengono studiati praticamente da nessuno.
a differenza di te, ovviamente, io vorrei comunque perseguire il criterio logico ed assoluto per definizione nella classificazione. la tassonomia è sempre stata una mia passione e una mia angoscia. non riesco a tollerare che le forme viventi sfuggano in questo modo anguillare allo stare nel posto giusto che compete loro. allo stesso modo non riesco a tollerare classificazioni parafiletiche, ovvero dove esseri scorrelati vengono messi giocoforza insieme. tutto ciò turba la mia mente razionale. ora che ci sono le analisi del dna vorrei che gli stati uniti finanziassero con milioni di dollari un programma gigantesco di tassonomia cladistica basata sul dna. e che in questo modo ad ogni cosa venga dato il suo posto. anzi, potremmo assegnare ad ogni classe di sequenza di dna possibile un posto possibile, e avere già in mano la classificazione degli esseri viventi futuri e artificiali. la tassonomia non deve rispecchiare ciò che è comodo per te. da questo punto di vista inventatevi una classificazione biassea o comunque arbitraria ma comoda, e bella lì. ma la tassonomia ­quella vera­ deve rispecchiare il sistema che dio ha utilizzato per organizzare il lavoro.
brullonulla 07 Ottobre 2004 ­ 13:08
Direi che per me ( profana in materia ) sarebbe gia' piu' che sufficiente e utilissima ( anche se molto poco scientifica ) una classificazione del tipo "funghi velenosi" e "funghi commestibili", magari corredata da accurato abbinamento fotografico...
JosieG
utente anonimo 07 Ottobre 2004 ­ 13:27
brullo, capisci bene che una tassonomia imperfetta è una bestemmia a dio. la classificazione pensata da dio non può che essere come io la voglio: semplice, simmetrica, perfetta. vista da lontano deve somigliare a un cerchio o a una svastica solare. le parentele e le evoluzioni incrociate non sono che accidenti, quando ogni creaturà andrà nella sua giusta casella solo allora saremo sicuri di essere prossimi al Giudizio. fino ad allora la sola classificazione possibile deve dipendere dai nostri sensi (quelli che il Signore ci ha dato) e ricalcare quindi quella di linneo. nota che gli unici funghi contemplati dalla Bibbia sono quelli che rovinano i raccolti (erysiphe graminis, tilletia, ustilago).
onq 07 Ottobre 2004 ­ 15:20
il problema dell'umanita' e' che l'utente cararin e' perfettamente rappresentativo dell'uomo della strada.
io ho apprezzato il post, per essere riuscito a trovare la deriva interessante e affascinante in un argomento di cui a priori non me ne fregava un cazzo.
drpsycho 07 Ottobre 2004 ­ 16:16
"quando ogni creaturà andrà nella sua giusta casella solo allora saremo sicuri di essere prossimi al Giudizio."
il che mi ricorda un noto racconto di arthur c. clarke.
brullonulla 07 Ottobre 2004 ­ 16:53
Bello l'articolo.
piccolavoce: il cortinarius orellanus è anche una mia ossessione e neppure io ho mai avuto il piacere di vederlo.
brullonulla: ma fine a che punto arriva la classificazione tramite dna? Non è sempre in base a "ciò che è comodo" che decidiamo di fermarci ad un certo punto di diversificazione (lo chiedo da profano)?
animadigomma 07 Ottobre 2004 ­ 17:20
il livello di classificazione è sempre abbastanza arbitrario. ma almeno puoi essere molto sicuro che certi organismi che infili nella stessa categoria siano effettivamente correlati fra loro (per la precisione, più correlati fra loro di organismi appartenenti a categorie differenti).
brullonulla 07 Ottobre 2004 ­ 17:50
ma guarda te se un maestoso bosco della lunezia deve ispirarti stronzate tassonomiche...guarda al fungo come una creatura degli Dei!!!!!!!!!!!!
utente anonimo 07 Ottobre 2004 ­ 18:33
ho problemi con outlook e non riesco a mandarti mail senza indirizzo di e­mail. mi dai il tuo indirizzo di e­mail?
luisferdina 07 Ottobre 2004 ­ 19:03
ostia è vero, non c'è mica scritta da nessuna parte. naturalmente [email protected]
onq 08 Ottobre 2004 ­ 00:33
Mi ricorda il problema della classificazione degli mp3. La tassonomia è in effetti un problema bellissimo, metafisico. Anzi, ora vado a fondare un blog dedicato al problema e vi ci invito.
violentunknownevent 08 Ottobre 2004 ­ 00:52
belin, lo ha fatto davvero. e ora chi lo svergina? io pensavo di fare un blog solo sui funghi: ogni giorno una specie spiegata con la foto e tutto. sarebbe la prima guida sui funghi con le bestemmie.
onq 08 Ottobre 2004 ­ 01:09
Su tassonomie direi di metterci tutto ciò che riguarda la riflessione teorica sulle tassonomie, e qualche tassonomia. Si può mettere lì anche i funghi. Oh, poi fate quel che vi pare.
violentunknownevent 08 Ottobre 2004 ­ 01:10
Salve Flauto,
sono quel qualcuno a cui piace sognare di tecnologie strabilianti.
Ti ho linkato... :)
Un saluto,
INNOVARI Retrofuturo
innovari 08 Ottobre 2004 ­ 20:47
Giovedi' 7 Ottobre 2004, alle 18 circa, l'FBI si e' presentata presso la sede inglese di Rackspace, l'azienda presso la quale risiedono i server che ospitano molti siti locali di indymedia, fra cui italy.indymedia.org.
Gli agenti hanno richiesto il sequestro delle due macchine ed hanno preteso la consegna dei dischi, portandoseli quindi via.
Attualmente non abbiamo informazioni ulteriori, nemmeno sui motivi che hanno portato a questa operazione.
Siamo in attesa di tornare online con una macchina di riserva, avendo attualmente perso molto del materiale presente su indymedia.
INNOVARI Retrofuturo
innovari 11 Ottobre 2004 ­ 17:56
Ahimè quanta strada ancora per quei senzadio dei biologi prima di poter entrare nel giardino dell'intelletto.La classificazione è necessità dell'utenza(umana nella fattispecie)quindi non può avere velleità di simmetria assoluta.Esempio matematico:una base ortonormata è tale in quanto simmetria della funzione che rappresenta e non per l'utilità(umana ribadisco)che ne consegue.Una definizione non deve essere solo nessecessaria e sufficiente a se stessa...bensì ha da essere univoca.
In altre parole,se quel figlio di troia di dio avesse voluto ascoltare le preghiere dei cani,avrebbe fatto piovere ossa.
salamander 15 Ottobre 2004 ­ 09:13
che palle, pretendo che tu scriva qualcosa di nuovo, è quasi una sett che non cambi sta pagina......
utente anonimo 15 Ottobre 2004 ­ 17:05
premetto che della biologia fungina ne so ben poco. l'analisi mi buon
uomo probabilmente è stata fatta
sull'RNA e non il DNA. O se quqlcuno si è premurato di controllare le cose scoprirà che sono tutte una gran cazzata o per lo meno tali. ma lo dirà in modo gentile cosi' da publicarlo su Nature.
d'altraparte che la classificazione cosi' detta 'molecolare' siaun po una cazzata lo prova il fatto che un archeobbatrio, strane bestie ceh vivono in 5 Molare sodio o 350 centigradi e robe del genere, hanno
un apparato di riporduzione del DNA molto più silile al nostro ceh a quello dei battri ceh abbiamo nella panza.
in altre parole, se per esmpio usi la dna topisomerasi come gene marker,
e qui si puo' discutere sul fatto del gene che scegli e bla bla, ho cercato di farlo capire alla mia ex e da allora sono ritornato nel mondo dei single in cui sono smpre stato,
uno di sti cazzo di batteri che vive in un posto di mrda dove nessun'altro vuole stare, perchè pii è poco ben chiaro; è molto più simie anoi di probabilmente un gorilla. allora ci si pn delle domande;
è possibile cdeh nel caso specifico dei funghi che li classifica ne faccia aneh abuso e confondendo dovere con diletto combini un casino impossibile.
sfortunatamente la mia ex amichetta del cuore studiava il malto e l'orzo. suppongo che auesto per derivane degli alcolici in terra scozzese. ma non beveva la birra, solo il sidro; allora perchè non le mele mi chiedo io.
ti pare razionale?
utente anonimo 15 Ottobre 2004 ­ 19:57
stephanowic tu sei il mio preferito e sai di esserlo: le donne non possono capirti in quanto inferiori, tu sei l'uomo che tassonomizzerà il mondo.
onq 18/10/2004
BRULLOJELLA
la direzione del flauto mauto, col fiato sospeso,
augura al camerata brullonulla una discussione di tesi
senza inghippi che gli frutti una votazione degna del nerd
che è.
postato da onq | commenti (12)
Commenti
18 Ottobre 2004 ­ 19:45
tristeza
utente anonimo 18 Ottobre 2004 ­ 20:26
Herr Blumfeld si associa.
blumfeld 18 Ottobre 2004 ­ 20:26
Al Flauto, ovviamente.
blumfeld 19 Ottobre 2004 ­ 08:14
Associammi.
animadigomma 19 Ottobre 2004 ­ 09:58
questa non la sapevo:
mauto.exe explanation:
mauto.exe is dangerous ­ its presence means that your computer is infected with keylogger
vedi url:" http://www.2­spyware.com/remove­007­starr.html "
beh non tutte le infezioni vengono per nuocere
mainard 20 Ottobre 2004 ­ 01:37
abbiamo brindato a te durante il pranzo di laurea.
brullonulla 20 Ottobre 2004 ­ 16:59
coglioneeeeeeeeee
utente anonimo 20 Ottobre 2004 ­ 17:41
Sono convinto che c'è chi fa il log out da splinder per poi poter commentare liberamente come anonimo.
animadigomma 21 Ottobre 2004 ­ 13:07
la prima galina che canta l'è quela che l'ha fat l'öf
utente anonimo 22 Ottobre 2004 ­ 08:51
Caro Flauto Mauto,
scusa l'OT, ma ne vale la pena.
Ti invito a una discussione molto interessante sul blog di INNOVARI.
Si parla di movimento, ma non quello solito... :)
Vorrei conoscere il tuo pensiero e quello dei tuoi lettori. Grazie in anticipo, e scusa il disturbo.
Un saluto,
INNOVARI Retrofuturo
innovari 23 Ottobre 2004 ­ 20:06
"io c'ero".
martinka 26 Ottobre 2004 ­ 17:17
Caro onq,
intanto grazie della visita e dell'apporto che hai dato al mio post "NON PIU' DESTRA E SINISTRA" del 22 Ottobre 2004.
Oggi 26 OTTOBRE 2004, ho postato uno scritto che prosegue e persegue con forza quel discorso.
Mi farebbe molto piacere che tu lo leggessi e partecipassi attivamente.
Ti ringrazio in anticipo.
Un saluto Contemporaneista,
INNOVARI Retrofuturo
innovari 27/10/2004
COMMOSSO RICORDO
il flauto mauto si unisce al coro di singhiozzi per la
scomparsa di john peel, quello delle peel sessions, un buon
uomo. qui la lista delle peel sessions dal 1992 ad oggi, ma non
si trova la lista completa con i sex pistols e i joy division.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
27 Ottobre 2004 ­ 11:32
analogo ricordo strappalacrime nella home page del sito degli hood. Precede gli osanna a john kerry.
Il paziente g.
utente anonimo 27 Ottobre 2004 ­ 12:15
pure gli smiths da peel
m.
sleepwalking 27 Ottobre 2004 ­ 15:47
la politicizzazione degli hood è qualcosa che mi uccide nel cuore.
brullonulla 27 Ottobre 2004 ­ 17:54
Blumfeld si unisce al Flauto Mauto.
blumfeld 28 Ottobre 2004 ­ 01:57
ma john peel, a parte mandare dell'ottima musica sulla bbc ed essere una brava persona, che ha fatto? non è la solita domanda cinica e cattiva. è semplicemente dettata dall'ignoranza. che ha fatto?
brullonulla 28 Ottobre 2004 ­ 14:52
Mi associo.
animadigomma 28/10/2004
ANCORA SEGHE
chiamatemi pure imberbe bamboccio, ma fino
ad oggi non conoscevo il genere squirting. dopo anni
di assidue frequentazioni nel campo della pornografia
underground credevo di averle viste tutte. lo stesso
brullonulla, maestro in queste discipline, è rimasto
ancorato al bukkake e da lì non si schioda. lo
squirting è ancora roba per pochi, e passa facilmente
inosservato: anche quando te lo trovi davanti in un
filmato altrimenti canonico, difficilmente ti viene
voglia di approfondire, ma la necessità d'indagine si
fa irrinunciabile dopo una visione attenta e ripetuta
dei filmati in questione. il mio percorso intellettuale
nel mondo dello squirting lo si deve a una specialista
nel genere: la bruttina cytherea, che somiglia (anzi
forse è proprio lei) alla tipa cattiva di taken. mi sono
sempre chiesto come si fosse fatta strada in un campo professionale tanto
competitivo quanto quello della giovane pornografia statunitense
semiamatoriale, dove le dirette competitors hanno nomi (e culi) come amy
lee, jenna haze, aurora snow: più di tanta buona volontà la povera cytherea
non poteva metterci. solo ora capisco in cosa risiede la sua marcia in più. mi
torna così alla mente il capitolo in questione sul vecchio bestseller per sfigati
sessantottini "tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e non avete
mai osato chiedere" (deriso poi da woody allen nell'omonima pellicola del
'72), testo che mi preparò su questa e molte altre cose che, per miei meriti o
colpe, nella brutta vita vera non avrei mai incontrato. per quanto questo
fenomeno sia bene o male da tutti conosciuto, pochi infatti sono coloro che
possono dire di averlo provato sulle proprie lenzuola, né tantomeno mi
aspettavo di ritrovarlo nei film rustici, dove notoriamente le tipe tutto fanno
fuorché venire per davvero. è indubbio infatti che tale prodigio non sia solo
raro da incontrare, ma anche molto difficile da falsificare (certo, se
escludiamo il modo più ovvio).
ps: innovari, con te comincio ad avere una gran voglia di passare dalla parte
del torto.
postato da onq | commenti (12)
Commenti
29 Ottobre 2004 ­ 01:11
conoscevo il genere squirting, ma non mi ha mai interessato.
brullonulla
29 Ottobre 2004 ­ 02:02
A me fa venire di passare dalla parte del giusto, sinceramente.
violentunknownevent 29 Ottobre 2004 ­ 02:03
(mi riferivo al PS su Innovari, non fraintendete quel "venire")
violentunknownevent
29 Ottobre 2004 ­ 13:34
ti stimo profondamente per questo post.
conosco il genere squirting ed ho anche approfondito;ho tratto la mia conclusione(per quanto riguarda foto e filmati):
il genere squirting può essere facilmente "fasullato"(chi vi dice che non sia urina­seppur dal colore chiaro­quella che viene "squirtata"(aka spruzzata) dalla vagina nell'atto coitale?).
Lo squirting,quindi,lascia(personalmente) il tempo che trova,così come molti film e/o foto snuff/abuse.
Ergo:considero lo squirting come un sottoinsieme del pissing(con le dovute eccezioni),fatto di falsi coiti e di segaioli come me che si autoconvincono che "quella lì sta venendo sul serio".
Numbkid 29 Ottobre 2004 ­ 14:02
e chi se ne frega? se pisciano io sono ancora più contento.
utente anonimo 29 Ottobre 2004 ­ 18:13
*update* cytherea somiglia anche a camila raznowich
onq 30 Ottobre 2004 ­ 15:15
ma quella nella foto non è gauge?
brullonulla 30 Ottobre 2004 ­ 19:43
ma che gauge, è cytherea con i capelli frisé
onq 30 Ottobre 2004 ­ 20:30
notevole. poi mi guardo con calma i linkSS.
utente anonimo 02 Novembre 2004 ­ 03:10
amylee merita.
Antoinette 02 Novembre 2004 ­ 15:42
onq,
cerca in film di G­man.
la mia donna squirta una cifra.
sono un ragazzo fortunato.
utente anonimo 09 Novembre 2004 ­ 02:16
galuppini sei il più scemo del canaletto e non solo...
utente anonimo 30/10/2004
postato da onq | commenti (5)
Commenti
30 Ottobre 2004 ­ 12:45
Negri di Merda.
Sono ovunque.
Escono dalle pareti / Escono dalle fottute pareti.
utente anonimo 30 Ottobre 2004 ­ 15:00
Onore al Duce. Abbiamo provato a tornare anche su splinder. Lì alcune riflessioni sul valore del negro e della negra al giorno d'oggi. Credo che Ben apprezzerebbe il nostro spirito ancora e sempre diciannovista e coloniale. SIEG HEIL.
Forlivese 30 Ottobre 2004 ­ 15:14
felicissimo tu abbia tirato fuori questo vecchio ma onestissimo gioiello dai tuoi archivi. attento pubblicazione di ianez e dei tuoi famosi diari.
brullonulla 30 Ottobre 2004 ­ 15:52
ne vogliamo di piu'.
drpsycho 30 Ottobre 2004 ­ 20:31
Buttiglione sarebbe orgoglioso di te.
utente anonimo 31/10/2004
ET TU, LOWE
"it's very guitar-based and a lot more
aggressive than our past records-- maybe
more pop, even." (Alan Sparhawk per
Pitchfork). dopo i dispiaceri e le gastriti
procurateci dai sophia e dagli hood (che
lasciato da parte l'autismo rincorrono ora i
coldplay), non potavano esimersi dal deluderci
anche i mormoni low, il cui nuovo LP suona come un disco di pj harvey.
legioni di nostalgici della tristezza non sanno più dove sbattere la testa,
lontani i tempi dei codeine lo slowcore è morto, il folk triste è un ricordo degli
anni 90 e le nuove leve non promettono nulla di buono. occorre una nuova
generazione di autistici, subito.
postato da onq | commenti (14)
Commenti
31 Ottobre 2004 ­ 13:05
io sto passando il tempo a scaricare vecchi dischi di hood e flying saucer attack. è una brutta vita,onq. bruttissima.
brullonulla 31 Ottobre 2004 ­ 15:56
la risposta è passare dall'altra sponda: Pecksniff feat. onq
utente anonimo 01 Novembre 2004 ­ 12:02
onq, ricorda, il grindcore ti aspetta ancora a braccia aperte........
utente anonimo 01 Novembre 2004 ­ 13:06
grind your mind
utente anonimo 01 Novembre 2004 ­ 20:57
vaffanculo i pecksniff viva il grind diocane
onq 02 Novembre 2004 ­ 09:25
L'autismo, si, quella è la chiave.
animadigomma 03 Novembre 2004 ­ 17:21
ci sarebbe il disco di onq. forse.
utente anonimo 03 Novembre 2004 ­ 18:32
hood e flying saucer attack? la miglior vita che si potrebbe avere...
utente anonimo 03 Novembre 2004 ­ 18:33
dopo avere letto la prima frase sul link ai franz ferdinand ho biddato un uzi su ebay...
utente anonimo 03 Novembre 2004 ­ 19:06
sodapop: lo sarebbe se ci fosse qualcosa di nuovo e altrettanto degno.infatti recensioni non ve ne scrivo più.
brullonulla 05 Novembre 2004 ­ 16:07
l'autismo si esprime a gesti, mi senti?
utente anonimo 11 Novembre 2004 ­ 19:53
radu
qqq
onqqq
lucablue
venanzio zenta
aurelia simonini
chu mi aiuta a completare la lista?
utente anonimo 11 Novembre 2004 ­ 19:57
fresbee
utente anonimo 12 Novembre 2004 ­ 03:33
...!?
brullonulla 11/11/2004
TUTTO SEMPRE PEGGIO
puntavo molto sullo sceneggiato su
borsellino. tirabassi era uno dei miei idoli fin dai
tempi di "distretto di polizia", che non me ne
sono perso una puntata e che pure dalla terza
serie in poi è una pappa mielosa che fa cagare.
eppure da come se ne è parlato sembrava un
chissà cosa, questo sceneggiato su borsellino con tirabassi, che sembrava di
poter sperare che potessero tornare i tempi della piovra (morricone a go go).
e invece anche paolo borsellino si è rivelato una pappa mielosa che fa
cagare, tutto incentrato sulla figlia anoressica rompicoglioni, sulla moglie che
si preoccupa, su lui che fa battute sulla morte in continuazione. tavarelli che
se la è tirata tanto perché dice di aver fatto una cosa antiretorica, schietta e
scomoda ha in realtà partorito una merda fumante degna di distretto di polizia
quarta serie quando non commissario rocca. la parte schietta e scomoda
sarebbe la battuta del tizio della scorta che si incazza al telefono perché non
mettono il divieto di sosta davanti alla casa di borsellino. poi basta. non una
parola sulle indagini, non un accenno a in cosa cazzo consistesse questo
lavoro di borsellino per essere tanto pericoloso. si vede borsellino che si
studia delle carte con una musica cupa in un ufficio con la porta blindata. per
il resto solo borsellino con la sua famiglia, solo un disgustoso sottolineare
l'umanità dei membri della scorta, la tipa della scorta femmina che dice che si
deve sposare e che sorride sempre e che fa la ragazza qualunque per fare
vedere che erano persone buone coi sentimenti. ovviamente una mezz'oretta
sui funerali di falcone e di borsellino stesso con la mirabile scelta registica di
usare riprese d'epoca vere. una pappa mielosa che fa cagare. i famosi
giovani che non conoscono la figura di borsellino e che dovrebbero
giustificare la produzione di questa pappa mielosa che fa cagare ora si sono
fatti un'idea di borsellino che all'incirca corrisponde alla seguente: paolo
borsellino era un frocio frignone, aveva una famiglia di froci frignoni ed era
circondato da froci frignoni.
postato da onq | commenti (3)
Commenti
12 Novembre 2004 ­ 08:59
Torneranno mai i tempi di "Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto"?
animadigomma 12 Novembre 2004 ­ 09:20
basterebbe anche un "confessioni di un commissario di polizia al procuratore della repubblica". riz ortolani rules!
onq 17 Novembre 2004 ­ 08:17
ovviamente no
utente anonimo 13/11/2004
COL BECCO
la rinofilia, o feticismo del naso, è una
perversione che mi ha attraversato per un certo
periodo e che non mi ha mai del tutto
abbandonato. la nostra amica segnala che la
città di alessandria potrebbe essere un
paradiso per coloro che fanno del naso adunco
oggetto di cupidigia erotica, aggiungo che
anche spezia si difende bene, la qual cosa mi
venne molto in aiuto quando, durante il mio periodo rinofilo, dovetti cercare
una partner capace di soddisfarmi. ai tempi avevo anche cercato sulla rete
una comunità di rinofili coi quali condividere le mie idee, trovandoli in questi
due gruppi di discussione (particolarmente valido il secondo, dove vengono
postate ogni giorno foto porno di nappone). il problema con gli americani è
che tendono a fare di tutta l'erba un fascio e non fanno distinzioni tra graziosi
nasi adunchi e nasi semplicemente grossi o brutti. è tipico degli americani
anche arrivare all'eccesso e farsi le seghe su cose assurde. portati
naturalmente alla mediazione e al compromesso, noi europei sappiamo
invece tracciare il limite da non superare, ma quando apertamente sfidati
sappiamo come reagire ed eventualmente stracciare l'avversario.
dall'america ci auguriamo solo che possa tornare online la rubrica "ask
nosegirl", nella quale questa ragazza dispensava saggi consigli di vita a chi,
tormentato da un dubbio adolescenziale, le scriveva per avere opinioni e
conforto. la questione sulla presunta migliore qualità della fellatio praticata da
donne beccute resta aperta, così come l'insinuazione secondo la quale la
rinofilia, analogamente allo squirting, sia essenzialmente una ricerca nel
partner di caratteri fallici e quindi una perversione da froci.
postato da onq | commenti (11)
Commenti
13 Novembre 2004 ­ 13:19
Esatto, perversione da froci.
Guardare il naso di una donna è come cercare amici in base al volume dei pettorali.
Froci, e di nuovo, negri.
StrawDog 13 Novembre 2004 ­ 20:24
naso nudo
utente anonimo 13 Novembre 2004 ­ 22:25
dio mio, onq, le donne col becco. che merda. adesso ti piaceranno anche i tacchi e la merda.
il bocconcino che ne pensa?
brullonulla 14 Novembre 2004 ­ 09:37
la merda non ancora ma i tacchi buttameli un po' via diocane. dire "non mi piacciono i tacchi" è una finzione con se stessi per accettare supinamente la figa di serie B che tutti riescono a scopare (leggi=le alternativotte con le puma).
onq 14 Novembre 2004 ­ 12:19
i tacchi te li butto via eccome. finzione da serie b un cazzo: può piacermi anche paris hilton, ma la voglio con i sandali. magari di diamante, ma sandali. i tacchi sanno di sporco, di zoccola. la vera classe non ha bisogno di tacchi.
brullonulla 14 Novembre 2004 ­ 12:59
ok io e te non andiamo d'accordo. non perché abbiamo posizioni differenti, ma perché tu hai torto. se non capisci un cazzo per come spiego io le cose, ecco come le spiega massimo fini:
"[i tacchi] valorizzano le linee del polpaccio e della coscia, alzano il culo, aiutano la statura, ma le costringono a procedere sulle uova, ondeggianti come barche all'ormeggio, intensificando così anche quel movimento ondulatorio delle anche e delle chiappe che costituisce una provocazione permanente e impunita."
onq 14 Novembre 2004 ­ 13:37
Accordo totale sul tema tacchi.
La donna necesse est vestirsi a maiala.
I sandali se li puo' mettere al massimo il budello di VS. madre.
E poi Paris Hilton nn è una di quelle fiche che ­mi scoperei anche paris hilton­ ma una di quelle fiche ­per prima cosa allora, a paris hilton glielo metterei nel culo­ (coi tacchi).
I tacchi regalanio a noi giovani enormi, oltretutto, l'illusione di poter bombare queste donnine d'accatto comodi (o quasi).
grandi tacchi.
StrawDog 14 Novembre 2004 ­ 13:38
Quella del naso comunque rimane una perversione da froci.
Di una donna si puo' guardare al massimo, oltre il culo (che è un dovere morale), le tette.
Ma soltanto nell'ordine di cui sopra.
StrawDog 14 Novembre 2004 ­ 15:49
non c'era bisogno di rifarmi la lezioncina sui tacchi che fanno sculettare.
sta di fatto che a me le donne coi tacchi danno una invereconda sensazione di puzza di sudore, deodorante di serie b e lingerie kitsch.
detestabile.
a me poi piacciono le sedicenni piccoline e timide, non vedo perchè dovrei volere una dal culo stretto coi tacchi.
brullonulla 14 Novembre 2004 ­ 19:31
ma va là, ma se fosti proprio tu a convincermi che kylie minogue andava scopata!
onq 15 Novembre 2004 ­ 01:03
non era il contrario?
brullonulla
14/11/2004
postato da onq | commenti (5)
Commenti
14 Novembre 2004 ­ 21:03
ma dove hai trovato sto foglio?
man0lo 15 Novembre 2004 ­ 08:38
Ma quello nel disegno non è in erezione. Oppure mi dispiace il modello.
animadigomma 15 Novembre 2004 ­ 11:43
questa foto mi pare di riconoscerla...
utente anonimo 15 Novembre 2004 ­ 11:45
deve essere brutto essere come te
utente anonimo 21 Novembre 2004 ­ 12:26
dev'essere bello avere un amico come te
utente anonimo
16/11/2004
CANCRO
il traffico, diocane. come mi gira il cazzo
quando c'è traffico. mi viene il mal di testa. mi stanno
sui coglioni. dove va tutta questa gente? perché
escono di casa per fare vedere i gipponi e le golf
grigie hanno il cazzo corto. a me poi me li fanno
vedere gli alettoni con la gabber e i cerchi del 20. c'è
sempre traffico diocane a tutte le ore mi stanno sui
coglioni davanti a casa mia. io non la prendo più la
macchina la vendo. i camioncini diocane con su i tubi
e i pezzi di mattoni. sono sempre in riserva anche se faccio sempre il pieno.
gli zingari e i negri mi rubano la benzina di notte. porcodio. tutti gli euro, gli
euro, sticazzi di euro. mi compro un mulo. mi compro un mulo porcamadonna
ve la faccio vedere io merde. diocane che odio.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
17 Novembre 2004 ­ 00:08
bravo, così ti inculo anche il mulo.
utente anonimo 17 Novembre 2004 ­ 08:43
finalmente una cosa sensata...
cominci ad assomigliare ad essere umano che ragiona...
utente anonimo 17 Novembre 2004 ­ 10:12
la benza finisce xche costa troppo e quando fai il pieno e ne mettono sempre meno non te la frega nessuno.il mulo si ma servono i soldi x la stalla
utente anonimo 17 Novembre 2004 ­ 10:38
UPDATE: dopo questo post sono stato invitato sul blog spezia­traffico.splinder.com. che faccio, accetto e lo riempio di madonne sui camioncini?
onq 17 Novembre 2004 ­ 10:49
Verde: avanti. Rosso: fermi. Possibile che ancora qualcuno non lo capisca? Possibile?!!!!
animadigomma 17 Novembre 2004 ­ 13:43
accetta,accetta.
brullonulla 21/11/2004
CHIAMO I MATIEVICH
oggi è il primo compleanno del flauto mauto: un'ottima occasione per
chiuderlo. vedremo.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
21 Novembre 2004 ­ 13:31
ma no... e poi io cosa leggo?
utente anonimo 21 Novembre 2004 ­ 13:46
oddio,sta stronzata che fanno tutti quelli che hanno un blog a questo mondo. "mò chiudo,eh? mò chiudo!" e tutti "no,no,dai,non chiudere,no". pure vue c'è cascato un paio di volte. ma diocane, stai zitto e scrivimi una recensione di tipe, come quelle di una volta.
brullonulla
21 Novembre 2004 ­ 16:06
bravo chiudi
utente anonimo 21 Novembre 2004 ­ 16:51
il fatto, mio caro brullo, è che i prossimi 3 post verterebbero essenzialmente sulle seguenti linee guida:
1) gwen stefani è la nuova sophie ellis bextor.
2) la nuova sessuologa di loveline mi mette voglia di morte.
3) il nuovo disco degli hood è bello nonostante sia stato preceduto da pessime avvisaglie.
ora capisci bene anche tu che questi sono chiari presagi di morte imminente.
onq 21 Novembre 2004 ­ 19:21
il fatto che il nuovo hood sia bello invece mi sembra un segnale di vita. tutti eravamo preparati al peggio.
chi è la nuova sessuologa di loveline?
brullonulla 21 Novembre 2004 ­ 19:29
se commiato deve essere, che sia almeno in grande stile: da lettrice affezionata, io voto per il post sulla sessuologa di loveline.
gwen stefani può aspettare.
icequeen 22 Novembre 2004 ­ 08:45
Non credo che tu sia il tipo da festeggiare le ricorrenze. E comunque io la settimana prossima mi vado a vedere Morricone a Pesaro.
animadigomma 22 Novembre 2004 ­ 11:35
si ma se chiudi butta via la chiave!
utente anonimo 25 Novembre 2004 ­ 19:59
Io ho chiuso infatti.
violentunknownevent 22/11/2004
E IO CHIAMO LA BULLDOG
chiudere chiudere no, però magari cambio il template. disegnatori di
template in cerca di stima e popolarità fatevi avanti!
postato da onq | commenti (14)
Commenti
22 Novembre 2004 ­ 11:36
e io chiamo la neuro perche tei sempre ciù semo...
utente anonimo 22 Novembre 2004 ­ 11:55
stavo giusto aspettando un tuo nuovo commento per comunicarti ufficialmente che mi hai rotto il cazzo. visto che ti vanti tanto di sapere chi sono e dove abito (cosa che per altro sanno TUTTI i lettori del flauto mauto) perché non mi vieni un po' a trovare, che ho due o tre cose da dirti di persona, piccola merda?
onq 22 Novembre 2004 ­ 12:54
non sei più il qqq di una volta..
hai perso lo spirito...
sei diventato un qualunquista...
onore a qqq
un minuto di silenzio in memoria di colui che fu...
utente anonimo 22 Novembre 2004 ­ 12:56
fai il grosso quando potevi smerdarni a parole e saremmo andati avanti per anni a scrivere cazzate e invece tei proprio uno spezzino che fa il grosso e alza la voce..
vieni a trovarmi...
ma dai...
ma dai...
ma dai...
che delusione...................
utente anonimo 22 Novembre 2004 ­ 13:41
ingaggio logomachie solo con chi se lo merita, cioé con teste di cazzo più sveglie di te. tu sei noioso e non mi diverti, mi fai rimpiangere i tempi di casinototale, e ho detto tutto.
onq 22 Novembre 2004 ­ 13:45
non fiori ma opere di bene
utente anonimo 22 Novembre 2004 ­ 14:13
il mio match preferito di tutti i tempi però resta onq vs orgoglio ligure (ho anche salvati diversi scambi di battute)
utente anonimo 22 Novembre 2004 ­ 16:42
ho un tragico sospetto. teliofilizzatoezuccherononsciolto. ho detto.
brullonulla 22 Novembre 2004 ­ 16:59
no, mica possibile, coi tempi che corrono non si permetterebbe mai, e poi il pupazzone non conosce certe cose che invece questo idiota conosce. è un pitocchio cronologicamente molto più vicino a noi. chi sa parli, e lo ricompenserò con uno spettacolo di sangue che non dimenticherà.
onq 22 Novembre 2004 ­ 19:40
il cronologicamente vicino esclude il protagonista della vespa­nella­cola. il cuoco è stato escluso. resta il metallaro amico del piotta, ma a che pro?
brullonulla 22 Novembre 2004 ­ 20:02
tutte ipotesi ridicole le tue. perché non bèla? bèla potrebbe essere abbastanza stupido.
onq 23 Novembre 2004 ­ 19:05
e bela sa tutto ciò? zenta? e poi dice che "una volta"..."qqq"....naaah. bela potrebbe essere abbastanza idiota, ma non ce lo vedo.
si,le altre sono ipotesi un pò ridicole, ma le ho espresse giusto per escluderle.
utente anonimo 24 Novembre 2004 ­ 17:02
ecco unoc eh si firma pischiatra doi pers e ha qualcosa che non va. con tutte le professionic eh la medicina ti proponeva, ti vai a prendere la magia nera. e parli pure. se chiudi sto coso onq ti prendo a sberle, e' uan delle poche gioie che la vita mi dona. che dice molto dell apienaza del mio essere.
saluti
stephanowic
ilsantuzzari 24 Novembre 2004 ­ 19:58
"sì dai chiudi!" oppure "no, dai non chiudere!"... ma porcodio.
utente anonimo 25/11/2004
PAURA E DELIRIO A LAS PEZIA
domani alle 18 c'è borghezio in piazza brin. non in
piazza concordia, non in piazza cavour. in piazza brin,
dove ci sono i dominicani. boia chi non viene e boia chi
non viene disarmato: portarsi almeno una roncolina è
d'obbligo date le concrete possibilità di finire a coltellate
coi dominicani di piazza brin. è ora di restituire alle
giovani promesse della spezia bene il monopolio dello
spaccio di fumo e coca. il primo gruppo, che chiameremo
pegaso, recluterà giovani ultras in via prione a partire
dalle 16 per compattarli in piazza garibaldi entro le
18:30, orario nel quale verranno distribuite le spranghe
(fornite dal farmacista di piazza garibaldi, già distintosi in cile nel 1973-76). a
questo punto il gruppo pegaso caricherà verso piazza saint bon, dove farà
piazza pulita del gambrinus e dei suoi frequentatori magrebini. l'operazione
deve concludersi senza ritardi entro le 19, orario nel quale il gruppo pegaso si
unirà col secondo gruppo, che chiameremo scorpio, anzi skorpio, che
raccoglie i camerati pervenuti per l'occasione da torino-alessandria-genova,
che fino a quel punto se ne saranno stati buoni nel piazzale antistante la
stazione. rinvigorito dalle nuove energie, il gruppo pegaso-skorpio caricherà
quindi verso piazza brin da ovest, devastando nel percorso prima il baretto in
via fiume davanti alle scalette della stazione, poi il circolo arci filomagrebino
"g. d'amore" di via firenze e il vicino esercizio commerciale etnico.
contemporaneamente, il terzo gruppo (centaurus), costituito principalmente
da militari terroni nel frattempo compattatisi in via gramsci davanti alla
caserma, raggiungerà piazza brin da est, spingendovi i clandestini che
fossero riusciti a scappare da pegaso-skorpio nonché devastando il baretto
d'angolo con via corridoni. alle 19:30, i tre gruppi ora riuniti in piazza brin
verranno nuovamente rinvigoriti dalle parole di borghezio e, con la complicità
attiva delle forze dell'ordine, saranno pronti per marciare uniti risalendo corso
cavour-via ferrari e finalmente via fiume fino a piazzale boito, dove si prevede
lo scontro finale con ciò che resta dei dominicani e dei magrebini. nel
probabile caso di una rapida e schiacciante vittoria, le energie residue dei
giovani camerati potranno essere sfogate sul vicino centro dialma ruggero o
sulle troie nigeriane in viale amendola, per gli amanti del genere.
postato da onq | commenti (14)
Commenti
25 Novembre 2004 ­ 14:55
Scenario delizioso. Mi piacerebbe ritagliare una parte per l'esiguo manipolo della BRIGATA TICINESE in alta uniforme da arditi e sbronza come si conviene, spalleggiata dai nostri ausiliari ascari calabresi. Mi piacerebbe tornare a La Spezia. Di Las Pezia conservo due foto: una davanti alla scritta LAS PEZIA con un caro camerata, l'altra davanti a un graffito con una SVASTICA insieme allo stesso camerata. Saremo in prima linea anche nell'operazione "nigeriane".
Forlivese 25 Novembre 2004 ­ 15:00
onq,ma allora sei uno sporco fascista!
utente anonimo 25 Novembre 2004 ­ 15:07
proclamo ziopepi a capo del gruppo skorpio, io sarò nel gruppo pegaso. ci becchiamo in stazione subito dopo la devastazione del gambrinus.
onq 25 Novembre 2004 ­ 16:35
certo che è proprio un grosso suino sto tipo
utente anonimo 25 Novembre 2004 ­ 17:15
onq ti odio.Non hai successo,vivi della tua pochezza.Ti crogioli come mailale nel truogolo.
utente anonimo 25 Novembre 2004 ­ 19:43
sieg heil.
brullonulla 26 Novembre 2004 ­ 09:13
Apart­heil (neologismo in uso nel milanese). Da rimare col precedente.
Forlivese 26 Novembre 2004 ­ 10:07
Io porto le focacce, per dopo, presumo avremo fame.
animadigomma 26 Novembre 2004 ­ 10:55
onq non hai mai alzato un dito neanche contro un pulviscolo
utente anonimo
26 Novembre 2004 ­ 12:03
ma te sei sempre lo stesso o siete in tanti? ancora non sei venuto a trovarmi e ti sto ancora aspettando. sei tu il primo a dire che sono cambiato in peggio, hai visto mai che possa essere diventato pure violento?
onq 26 Novembre 2004 ­ 20:12
Daniele ieri mi ha riabilitato internet, anche se la cosa durerà dai 3 ai 10 giorni, conoscendo la natura deteriore e reproba degli eventi del mio arco vitale. Se hai da aggiornarmi su spore e "progetti irreversibili" usa pure la via informatica. Sul tizio che spacca il cazzo nei post ho ipotesi solide, anche se a mio avviso si tratta di almeno due individui autonomi, dal momento che gli ultimi messaggi sono scevri anche da ironia di serie Z. Potrei anche sbagliarmi, come regolarmente accade da 26 anni a questa parte. Riguardo a Borghezio: sì, fuori dalla nerchia pelle negra e tutto il resto, solo chiedo una deroga: in viale Amendola qualche Nigeriana lasciatemela con un minimo sindacale di dignità morfologica, hai visto mai potrebbe tornarmi buona per i momenti particolarmente tetri.
Lorè
utente anonimo 26 Novembre 2004 ­ 21:42
Luca, ma hai trovato lavoro dopo il tuo master o sei ancora disoccupato??
utente anonimo 27 Novembre 2004 ­ 13:41
lorè fai pure nomi e cognomi non ti preoccupare. dei nostri progetti ne parleremo a quattrocchi (alice quattrocchi si intende)
onq 28 Novembre 2004 ­ 22:32
+negri morti
­stronzate
utente anonimo 27/11/2004
MTV nigeria
fino a qualche giorno fa ho creduto che la sguiaiata
yankee gwen stefani, la mediocre cantante bionda dal
fisico atleticamente mascolo, potesse rappresentare
l'ultima mosca bianca in quel catramaio negro che è ormai
diventato mtv. mi sono illuso che potesse insomma
ereditare quel posto privilegiato che negli anni scorsi fu
occupato dalle ottime sophie ellis bextor (read my lips,
2001) e kylie minogue (fever, 2002). un esame attento del
suo nuovo album nella sua interezza (Love, Angel, Music,
Baby, 2004) mi ha però portato a rivedere la mia teoria e
mi ha ripiombato nel pessimismo della consapevolezza
della morte di quello che chiamavamo white pop. ancora
una volta mi trovo costretto ad ammonire: mai fidarsi del
primo singolo! il disco di gwen stefani è infatti un coacervo di clichees afroidi
che lo piomba decisamente in area wigger, ovvero in quella terra triste dove
si verifica il paradosso del consapevole rinnagamento della propria
caucasicità. per quanto infatti alcuni amici di indiscutibili principi morali
possano tessere le lodi di almeno una parte di questa negraglia, ipnotizzati
forse dai coscioni e dai culoni duri che ne adornano l'immaginario, non posso
che dissentire aspramente con loro quando si tratta di discutere sull'effettivo
spessore artistico delle loro prove musicali: hanno provato ad ascoltare, per
esempio, quello scempio di "drop it like it's hot" di snoop dogg? o, dalla
stagione scorsa, quella merda di cui non ricordo nemmeno titolo e interprete
che faceva solo "o ohhh o ohhh"??? è ora di sfatare l'assurdo mito secondo il
quale queste scimmie avrebbero più senso del ritmo rispetto a noi: il ritmo
risalta semplicemente per la loro assoluta mancanza di senso melodico.
prendi una canzone pop, togli la melodia, cosa rimane? il tempo. generato a
macchina, tra l'altro. non venitemi a dire. non venitemi a dire, porcoddio. ciò
non toglie che "what you waiting for", il singolo della stefani, è ganziale. ma
scordatevi di comprare il cd. i dischi pop belli non esistono, già ne parlavamo
circa i beatles: esistono solo i singoli, gli album sono solo un'inculante
zavorrata di merda. tra l'altro la stessa canzone su album suona più
edulcorata, perché mixata per l'ascolto casalingo, e quindi non pompa come
in televisione o alla radio. vanno comprati i singoli, o le compilation tipo
festivalbar. ciò valeva anche per kylie e per la bextor, naturalmente, ma
almeno il resto del disco non ti suonava negroide. brutto sì, ma non negro,
almeno.
postato da onq | commenti (10)
Commenti
27 Novembre 2004 ­ 15:40
beh,sei piuttosto ignorantello,eh?
utente anonimo 27 Novembre 2004 ­ 15:42
magari,ascoltati curtis mafyeld,bianco complessato e pipparolo che altro non sei.
e musicalmente fallito.
utente anonimo 27 Novembre 2004 ­ 15:55
a parte che qualcuno qua sotto merita l'actinomicosi cerebrale (se non l'ha già), semplicemente mi commuove vedere questo post proprio quando ho messo a scaricare il video di "what are you waiting for".
comunque solo tu,onq,puoi pensare che il nuovo disco di gwen stefani possa potenzialmente essere degno.
detto questo, dopo anni di titubanze mi sono convinto: gwen stefani dev'essere una bella scopata.
brullonulla 27 Novembre 2004 ­ 17:36
brullonulla,secondo te il contenuto di questo post ha un senso?Secondo me è il delirio di un uomo colpito da alzhaimer.Mah,contenti voi...
"comunque solo tu,onq,puoi pensare che il nuovo disco di gwen stefani possa potenzialmente essere degno".Appunto.
utente anonimo 27 Novembre 2004 ­ 17:43
anche io sono di spezia! questo blog e' bellissimo! veramente, non scherzo!
utente anonimo 28 Novembre 2004 ­ 12:17
update: in realtà sul disco c'è almeno un'altra possibile hit non negroide: bubble pop electric. se non sarà il prossimo singolo c'è la mano di condoleeza rice.
onq 28 Novembre 2004 ­ 23:50
gwen stefani,ti voglio sborrare in faccia
utente anonimo 29 Novembre 2004 ­ 11:30
infatti. onq, come cazzo si mettono le foto. le foto madonna boia, come le si mette?
ilsantuzzari 29 Novembre 2004 ­ 12:57
pigi insert images, la casetta vicino alla catenina, e lì metti l'url della foto, puoi anche scegliere dimensione e posizione.
onq 30 Novembre 2004 ­ 12:14
piu' a tema, comuqne non si puo' confgondere la Sophie Bextor con la Stefani e come la cioccolata
con la merda, se mi permette il paragone, salutoni
stephanowic
utente anonimo 27/11/2004
PEPI vs. DUDU
non è mia abitudine andare a disturbare nei
commenti degli altri blog, né è mia abitudine
spargere merda sui blog altrui e chi li scrive, né
andare a scomporre i post degli altri per
dimostrarne l'inconsistenza o l'idiozia, non vedo
ragione per la quale dovrei ridicolizzare le opinioni
parziali, immature, sciocche dei blog nati ieri che si
mettono a parlare di politica, io stesso ho ceduto
qualche volta alla tentazione di parlare di cronaca o
attualità politica proponendo il mio punto di vista
indubbiamente sempliciotto. è pure vero che
quando anche io abbia espresso la mia opinione in
questioni di attualità, non sono mai andato a
vantarmene su altri blog imponendo il mio punto di
vista al prossimo, consapevole come sono della mia
stessa scarsezza di argomenti e informazioni. ho
sempre, insomma, buttato lì il mio punto di vista da
uomo dell'autobus sul flauto mauto e mi sono divertito a rispondere a
bestemmie e roncolate a chi aveva qualcosa da obiettare. tutto questo
premesso, non mi sento esentato dallo spalare merda su chi non segue la
mia stessa condotta, e per questo oggi farò uno strappo alla regola, perché
non sopporto l'ingiustizia. alle critiche già mosse verso ziopepi/forlivese nel
mio precedente post sono purtroppo forzato ad aggiungerne una nuova: la
pietra dello scandalo è questo post, o meglio ciò che esso ha generato in
termini di commenti e reazioni. è arrivato insomma questo dudu che accusa
di razzismo il post di forlivese, e aggiunge poi che il concetto gli sembra
esposto in maniera un po' troppo estremista (ricordiamoci che tutto questo
avviene su un blog che si chiama "josef mengele is back"). il camerata
forlivese, da quell'ottimo teorico della propaganda quale egli è, risponde alle
critiche nel suo consueto stile pacato e didattico, incoraggiando il dudu alla
confidenza, confidenza che stranamente non gli è costata cara quanto
avrebbe dovuto: dudu dice di voler "mettere alla prova" forlivese,
chiedendogli un'opinione sull'ultima mossa fiscale di berlusconi, al che
forlivese smorza i toni dichiarandosi un non-economista, e lasciando
intendere tra le righe che non gli frega un cazzo (cosa sommamente
comprensibile per un nostalgico che disprezza il presente e rimpiange i tempi
degli eroi). è qui che dudu, con la tracotante spocchia di chi si crede più
informato, sborra fuori dal barattolo: "ok se vuoi conoscere come stanno le
cose vai a vedere il post sul mio [blog]". forlivese va e torna in un lampo e
lascia a dudu qualche vaga parola di approvazione, dudu ringrazia e il thread
finisce. il thread finisce. il thread finisce. ma... un momento... mi sono perso
una puntata? in quale momento avviene l'umiliazione di dudu? in quale punto
dudu viene smascherato nella sua pochezza? dov'è che a dudu viene detto
ciò che merita? dove il suo post viene distrutto? in quale punto dudu viene
sommerso da una valanga di pernacchie e coppini? è questo che non mi
spiego. forlivese, che ti è successo? ma hai letto le cagate abominevoli
scritte da dudu e spacciate sul tuo blog come verità colata? perché non hai
fatto notare a dudu la sua nullità intellettuale? perché non gli hai negato il
diritto di infangare i tuoi commenti con la sua autopromozione spocchiosa e,
per giunta, eretta su una torre fatta di palle di merda? ma hai letto il suo
post? stavi male? dovevi chiudere in fretta? avevi compagnia femminile? ma
insomma, in quel caso rimandi, ma non puoi lasciare dudu impunito!!! e
insomma, che cazzo, forlivese, riprenditi! qui c'è gente che crede in te! sono
pronto a fare io quel lavoro, perché tra camerati ci si aiuta, se un camerata è
in difficoltà, certo, come penso che tu ora sia in difficoltà, ma non dimenticare
che questo compito spetterebbe a te, poiché al fascismo squadrista noi
abbiamo sempre preferito il fascismo dell'eroe solitario, della mirabile
impresa, il balbismo insomma, e bada che queste sono parole tue! dunque
procedo, e riporto il post in questione nella sua quasi interezza:
Ma quale benessere per tutti? Si danno per scontate diverse cose [...]: il benessere è
un concetto abbastanza ampio, di certo non riguarda soltanto la disponibilità
economica di una persona. E si, il nostro 'man self-made' ci vorrebbe far credere che
basta avere i soldi per diventare più liberi e più benestanti. Occorre davvero disquire
su questo punto? Ma quando mai se ho più soldi sto anche bene? Si, i soldi mi
possono aiutare, ma di certo non mi risolvono alcuni problemi legati al concetto di
benessere. Il concetto che vorrebbe farci passare, con eccessiva leggerezza, è
quello legato ad una società fondata sulla meritocrazia e sul denaro (vi ricorda
qualche superpotenza mondiale?) e non su concetti quali per esempio la solidarietà,
la cultura o l'uguaglianza di tutti i cittadini a prescindere dalla propria situazione
contingente. PER ME LA COSA PIU' IMPORTANTE NON SONO I SOLDI, PER IL
GOVERNO SI'!!! CHIARO? Quanto detto però non vuol dire che non sarei contento
di pagare meno tasse. Il nostro governaccio, non si rende conto che gli italiani non
auspicano a pagare meno tasse, come descritto biecamente nella pubblicità del
'milionario', ma vogliono pagare il giusto. Non vogliono che si creino, come fin'ora e
da questa riforma fiscale in avanti, una disparità tra il povero è il ricco [...]. (dudu)
quando l'ho letto la prima volta ero senza parole: quale mente sedicenne avrà
potuto partorire certe cagate? chi crede di essere questo, un opinionista? chi
gli ha chiesto un'opinione? con che coraggio va da forlivese a fare la
lezioncina? dudu insomma arriva con la sua carretta di cazzate (perché
queste non sono nemmeno opinioni, sono cazzate sulla carretta di uno che
non sa neanche scrivere "self-made man" a modo, qui si va più in basso
ancora di innovari) e cerca di dar loro una parvenza di oggettività riportando
due tabelle del corriere che dimostrano come la riduzione delle tasse vada a
maggior beneficio di un imprenditore single col reddito di 300mila euro
rispetto a una famiglia di tre persone dove lavora solo il babbo operaio. e
grazie dudu, ma grazie al cazzo. ma dudu, porcamadonna, mi fai la figura
del bambino che fa il gradasso e va in bici senza usare le mani e si fracassa i
denti davanti a tutta la scuola, sei il più sfigato. duduuuu! ma chi sei, dudu,
che dici che i soldi non fanno la felicità? dudu guarda che per benessere si
intende benessere economico. quindi dudu che cazzo dici? berlusconi
doveva fare una manovra per aumentare la felicità della gente, anzi come dici
te "la solidarietà, la cultura e l'uguaglianza"? ma che cazzo dici, dudu? ma
dudu, ti rendi conto, dudu, che tu hai fatto un post contro berlusconi che taglia
le tasse dicendo che i soldi non fanno la felicità? ti rendi conto, dudu, che
un'obiezione del genere se fatta da un qualsiasi esponente della sinistra
sposterebbe a destra centinaia di migliaia di voti? ma che cazzo di obiezione
è questa, dudu? dudu riesci per un momentino a capire la gravità delle
cazzate che dici, dudu? e soprattutto dudu, perché non te le tieni per te?
perchè sai, dudu, se tu non andavi a far propaganda sul blog di forlivese, che
anche se non è in forma smagliante resta pur sempre un nazifascista
dichiarato, io il tuo blog pietoso non l'avrei mai visto, avresti continuato a
bullarti coi tuoi 700 visitatori e la cosa finiva lì... ma dudu, lo capisci che là
fuori nel mondo c'è un mostro che ti vuole divorare la testa, e che più fai
vedere la tua testolina in giro più è facile che il mostro ti sgami? dudu tu hai
quattordici anni e io ti perdono se tu avrai il coraggio di ravvederti, ma non
farlo più, maledetto te. e forlivese, ricordati che questo post avresti dovuto
scriverlo tu.
postato da onq | commenti (7)
Commenti
27 Novembre 2004 ­ 18:39
certo che il forlivese si riprenderà ben presto con azioni campali degne di ettore muti, saluto questo post con il più commosso dei sieg heil.
brullonulla 28 Novembre 2004 ­ 14:37
Camerati tra i più stimati, vi rispondo non rattristato per le giuste critiche ricevute ma grato per la fiducia che, per quanto abbia tradita, cionondimeno riponete in me. Da buon fascista non dovrei giustificarmi. Lo farò comunque, qui tra camerati: sinceramente il post di Dudu era quasi più lungo che patetico e non l'ho certo letto. Mi sono limitato a dare uno sguardo alle tabelle, perché a quanto dichiarato non trattavasi del parto di una mente malata ma di dati riportati dal Corriere. Camerata Onq, anche in un'altra cosa ci hai preso. ero in un certo senso in dolce compagnia e come Muti insegna in certi casi meglio tagliar corto. E' stata comunque una debolezza, una debolezza bionda e assolutamente ariana ma che non ha scuse. Confido nel Duce e nelle mie personali capacità per rifarmi quanto prima. SIEG HEIL.
Forlivese 28 Novembre 2004 ­ 14:57
aspettiamo che tu punisca la 'debolezza bionda ed ariana' tramite severi bukkake per averti temporaneamente traviato dall'ardimento balbista. dopodiché, sai cosa fare.
brullonulla 28 Novembre 2004 ­ 15:25
falliti.
utente anonimo 28 Novembre 2004 ­ 22:33
hitler,ti amo
hitler,ritorna
utente anonimo 29 Novembre 2004 ­ 11:24
Sono d'accordo su tutto, tranne che sul non andare a "scomporre i post degli altri per dimostrarne l'inconsistenza o l'idiozia"
Il più delle volte lascio correre, ma trovarmi davanti ad uno che scrive cazzate non riesce a non farmi pensare che, in fondo, non si tratta d'altro che di un possibile opinionista senza la sua sedia a Buona Domenica... e come tale va trattato.
Fermo restando che andare in giro sui blog altrui a parlare della propria ultima trovata è una cosa a dir poco disdicevole...
blumfeld
30 Novembre 2004 ­ 12:01
i camerati adoravano la pulizia personale qualcuno qui non è degno di appartenerci
utente anonimo 29/11/2004
QUALCOSA DI COMPLETAMENTE DIVERSO
altro che gwen stefani e bingo bonghi, l'unico vero
tormentone di questo autunno 2004 è "the weekend" di
micheal gray! mtv nigeria lo boicotta, fortuna che esiste
la radio. il testo, profondissimo e disperato, è una storia
di alienazione e solitudine urbana dove l'unica via di fuga
dalla follia sembra essere la leopardiana attesa di un fine
settimana che non arriva mai. il video girato per la
promozione del singolo, che consiglio caldamente di
scaricare gratuitamente da qui, è la perfetta
trasposizione del concetto espresso dalle liriche: in un
ambiente grigio e minimale fatto di alti muri di schedari (azzeccatissima
metafora della claustrofobia mobbistica e scartoffiante tipica di un ufficio di
una filiale di multinazionale globalizzata) una segretaria perversa,
condannata alla ripetitività dei gesti, viaggia con la fantasia fino ad
immaginare una coloratissima coreografia da musical (questo è un chiaro
tributo al von triers di "dancer in the dark") ed arriva a mimare un amplesso
carnale con la fotocopiatrice. leggendo il post-modernismo come quello che
è, cioé come superamento degli schematismi di opposti binari e
complementarietà contaminata, capiamo come il video di "the weekend",
superando la dicotomia organico/inorganico ovvero corpo/macchina,
rappresenti forse l'ultima e più alta incarnazione del movimento postmoderno, dove si ritrovano aperte citazioni dalla letteratura di ballard o dal
cinema di cronemberg. nondimeno la musica, nella sua schematica
ripetitività, contrappunta l'andamento in crescendo delle immagini fino al
momento climatico della danza atavica e liberatrice delle quattro segretarie
nude e sculettanti, lasciando quindi il finale aperto (o a struttura circolare, se
vogliamo, come nel joyce di finnegan's wake) a un ottimismo probabilmente
momentaneo e quindi falso, poiché lo spettatore/fruitore, nonostante lo sfarzo
allegro del finale, sa che la protagonista resterà comunque condannata alla
sua routine quotidiana, alla quale tornerà mestamente non appena si esaurirà
la sua visione moulinrougiana. l'estrema profondità intellettuale, il continuo
incrociarsi di citazioni colte ma anche il messaggio apertamente pessimistico
e quindi rivoluzionario del video è stato probabilmente la causa del suo bando
da mtv nigeria, ma lo annovera sicuramente tra le più importanti opere d'arte
del secolo appena iniziato.
postato da onq | commenti (23)
Commenti
29 Novembre 2004 ­ 13:13
Splendido video infatti. Però non sono d'accordo sulla tua condanna totale della negritudine di MTV. La comprendo, ma non dimentichiamo la funzione profondamente anticomunista della black music, da sempre portatrice di valori antitetici a quelli del giovane di sinistra.
Forlivese 30 Novembre 2004 ­ 19:35
l'ho visto oggi su mtv in pieno pomeriggio,'zzo dici?
utente anonimo 01 Dicembre 2004 ­ 00:29
c'è un nucleo duro di white resistance anche a mtv, e leggono il flauto mauto.
onq 01 Dicembre 2004 ­ 00:43
effettivamente non c'è nulla di più razzista e maschilista di un negro.
brullonulla 01 Dicembre 2004 ­ 09:08
sono sbalordito! credimi lo dico sul serio e senza sarcasmo. Perchè mi insulti? Io esprimo il mio pensiero, può essere anche assurdo e sbagliato, ma esprimo solo il mio pensiero. Tu invece mi insulti e per di più non dici nulla di oggettivo per smentire quanto detto nel mio post. Ma tu li hai letti i dati della finanziaria? Ma non è questo il punto. Perchè mi dovrei autocensurare? perchè esprimo il mio pensiero oppure perchè dico cose che ti danno fastidio?
Carissimo amico francamente tutto questo odio non lo capisco (nè a destra nè a sinistra).
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 09:13
scusa dimenticavo di dirti che hai detto una imprecisione... il forlivese per sua stessa ammissione dice di essere solo fascista e non nazista. E aspetto il mostro che mi divori la testa, lo aspetto con ansia, bramo dal desiderio di vedere questo mostro.
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 09:37
Dudu, non dimenticando comunque l'Alleato di sempre che mai ci abbandonò. Volevo dire a Brullo che proprio in ciò che dice risiede il paradosso di certa mia indulgenza verso la black. Per un'ANSCHLUSS ideale e possibile, Forlì.
Forlivese 01 Dicembre 2004 ­ 10:15
forlivese scusa ma allora sei o non sei nazista?
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 10:15
si o no. senza se e senza ma (scusa la dietrologia)
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 10:18
scusate se vi invado con un altro commento.... per forlivese: ma tu condividi le modalità brute e le offese con le quali sono stato trattato dal signore di questo blog?
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 11:23
Orsù, dudu, leggi bene il post. Al di là del tono, le critiche di onq sono chiare e molto ben argomentate. Se poi ti fermi al fatto che ci sono le "parolacce" è un problema tuo... E' inutile che continui a chiedere spiegazioni: sono già scritte nel post, basta leggere con un minimo di attenzione.
blumfeld 01 Dicembre 2004 ­ 11:54
sono dudu non loggato..... ma francamente io queste argomentazioni (dati, tabelle, stralci della finanziaria) non le vedo proprio. Sta di fatto che una cosa è il contenuto, sul quale ti assicuro che nemmeno l'opposizione immagina fino a che punto si spinge questa finanziaria (?); l'altra è la modalità di espressione, la quale a parte le parolacce e una bestemmia, il tono di aggressività nei confropnti della mia persona, lo ripeto, mi lascia a dir poco allibito.
Questo, scusa, non vuol dire essere o non essere di destra o sinistra.
Se ho inteso quello che il proprietario di questo blog ha scritto, dovrei aver paura di andare in giro perchè potrei essere aggredito e/o umiliato per ciò che ho detto? Ma ti rendi conto?
utente anonimo 01 Dicembre 2004 ­ 12:10
dudu, il post di onq non era contro la finanziaria, ma contro quello che hai scritto TU. Ora dammi la manina che ti porto a vedere un esempio tra i tanti contenuti nel post:
"dudu guarda che per benessere si intende benessere economico. quindi dudu che cazzo dici? berlusconi doveva fare una manovra per aumentare la felicità della gente, anzi come dici te "la solidarietà, la cultura e l'uguaglianza"? ma che cazzo dici, dudu? ma dudu, ti rendi conto, dudu, che tu hai fatto un post contro berlusconi che taglia le tasse dicendo che i soldi non fanno la felicità?"
Comincia ad essere un po' più chiaro ora, dudu?
P.S.: renditi conto che le tabelle che hai utilizzato sono decisamente discutibili.
blumfeld
01 Dicembre 2004 ­ 12:22
carissimo pensatore, hai risposto solo su unpunto cioè il contenuto e non sulle modalità. Vabbè rimaniamo in questo. A te risulta che dire:
"dudu guarda che per benessere si intende benessere economico. quindi dudu che cazzo dici? berlusconi doveva fare una manovra per aumentare la felicità della gente, anzi come dici te "la solidarietà, la cultura e l'uguaglianza"? ma che cazzo dici, dudu? ma dudu, ti rendi conto, dudu, che tu hai fatto un post contro berlusconi che taglia le tasse dicendo che i soldi non fanno la felicità?"
siano dati inconfutabili? Le tabelle che sono poi quelle del corriere sono le stesse che ha fornito il governo, anzi, il professor Brunetta (consulente economico del governo) ne ha presentate di altre, taciute non capisco perchè dall'opposizione, dove lo squilibrio è ancora più evidente. Detto questo rimane sempre la seconda questione su cui io avevo posto l'accento.
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 12:24
la media degli aumenti è di 30 euro al mese (la media! io ne prendo 24!) 24 euro al mese, secondo il tuo ragionamento, aumentano il benessere economico (come dici tu).
Carissimo, non lo aumentano nemmeno a chi ne guadagna 300.000 e si ritrova con 500 euro di più.
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 12:47
X Dudu: mi sono sempre definito fascista e non nazista. Ripeto, non sono entrato nel merito della questione economica perché ritengo di non averne le competenze ­ così come ritengo non ne abbiano le competenze tanti che invece nel merito ci entrano eccome, mobilitando poi le sempre pronte coscienze dei nostri giovani amanti delle cause giuste e delle ribellioni pilotate. Come dice Blumfeld e come è evidente, Onq stava parlando non di quello che ha fatto il Governo ma di ciò che dici tu nel tuo post... e in effetti quello che dici è direi più che opinabile.
Forlivese 01 Dicembre 2004 ­ 12:53
cavolo ma c'è qualcuno che risponde invece sulla mia seconda questione e non sul contenuto da me espresso?
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 12:54
per onq: hai visto che il forlivese è fascista e non nazista?
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 13:01
Sono fascista in quanto italiano. Quanto al secondo punto, invece... non mi sembra così scandaloso. So che magari non ci sei abituato, frequentando blog in cui ci si dà ragione l'un l'altro in attesa che arrivi un commento mio per aprire il dagli­al­fascista.
Forlivese 01 Dicembre 2004 ­ 13:42
ah bhè
dudu2004 01 Dicembre 2004 ­ 14:15
dudu: perchè non ti lanci in un bidone e ti dai fuoco?
brullonulla 01 Dicembre 2004 ­ 14:54
caro dudu.
orso' questo cattocomunismo lo lasciamo perdere? ora se ti dico che scrivi cazzate o se ti scrivo uan lettera epistolare il latino, la sostanza non cambia, cazzate sono cazzate. mi mantengo sulla linea del forlivese e in quanto di ecomia non ci capisco una bega mi astengo dai commenti. in ogni caso, berlanga fara' su comunque una puttanata come ha sempre fatto e poi ripara col silicone. quello che gli avanza dalla valeltte di rete 4, ce ne ha ancora un deposito pieno che non hanno usato al drive in.
per quanto riguardo lo stile, mai sentito parlare di iperboli? ecco, prendi il libro di grammatica della prima ginnasio e leggilo. credo che ormai anche anche alle medie inferiori sia incluso nei programmi della lingua italiana (finche' MTV nigeria non prende il sopravvento in da hood), e rileggilo. tu spari una sequela di vaccate, vai a farti propaganda cattocomunista aspettati che qualcuno si incazzi, bello mio. ripeto non discuto i numeri, fatto e' che cosa doveva fare il belanga? dare un buono famiglia per la lezione di Yoga e la razione di yougurth per aumentare il benerssere fisico e mentale dell'italiano medio? ma ti rendi conto che destra o sinistra (io sono lateralista e non mi inserisco in nessuno di questi ridicoli sistemi vetttoriali) e' una castonata.
dudu, le tabelle sono un conto.
l'interpretazione un'altro. e quel che dice e' ben oltre l'intreprebile.
dai dai, cresci su, e lascia l'oratorio a don piero.
tuo, con affetto
il santuzzari
ilsantuzzari 01 Dicembre 2004 ­ 18:43
Dudu mi fai cagare! Tu credi di avere la verità in mano e ci fai dentro. Bè Quelli come te sono il peggio. Non esiste verità, esistono solo atteggiamenti verso il mondo, ed il tuo è il più nazista di tutti.
utente anonimo 01/12/2004
DAGLI AL FASCISTA
presenzierò con brullonulla e analcunt al concerto di
stasera di heidi666 aka aiki in arte violetta beauregarde. il
che ne fa una blog fest. dopo il concerto firmeremo autografi e
risponderemo alle domande di innovari. ho con me una
roncola. i bolognesi se si mettono d'accordo in tanti possono
sfruttare l'occasione per venirmi a dir qualcosa. via della grada
numero 10 (forse) dalle 22:30 in poi.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
01 Dicembre 2004 ­ 13:25
A proposito di blogfest non dimenticatevi quella nazionale del 25 Aprile a Predappio. A noi.
Forlivese 01 Dicembre 2004 ­ 16:20
Stai scherzando, Innovari intervista?
animadigomma 04 Dicembre 2004 ­ 15:53
e il tuo resoconto?
brullonulla 04 Dicembre 2004 ­ 16:29
ho sogghignato e ho moddato pizze. aiki scorreggia molto meno di quanto mi aspettassi, brullonulla è un teddyboy e analcunt ha un problema con l'alcool.
onq 05 Dicembre 2004 ­ 19:12
Si, ho un problema con l'alcol. Che costi così caro.
Prossima volta sloggati da splinder, ho avuto la tentazione di rifarti il template con gli orsetti e le stelline.
Anal Cunt
utente anonimo 05 Dicembre 2004 ­ 23:36
ero fuori forma.
heidi666 04/12/2004
SEATTLE > NOTTINGHAM > SPEZIA > CATANIA
sola andata
fu esattamente, o per meglio dire più o meno, 10
anni fa che un gruppo spezzino di adolescenti tra i 16
e i 18 anni varcò lo stretto di messina per andare a
suonare grindcore a catania. erano i primissimi giorni
di gennajo del 1995, quel gruppo si chiamava
necrobestiality (non questi, ma molto simili) e stava
cercando di promuovere il primo demotape, intitolato
"gruesome sonorities of medical treatises" (postdatato
1995 ma registrato in realtà in pieno 1994). io vivo nei
ricordi e nell'onore di aver fatto parte dei
necrobestiality fin dal loro esordio, di aver composto
gran parte della musica per il primo demotape e di
aver preso parte alle loro grandguignolesche esibizioni dal vivo, ma i ricordi
che vivo con maggiore commozione sono quelli di questo minitour catanese:
due date fatte di risse, di scontri di civiltà, di un organizzatore di eventi che si
faceva chiamare gimmi, si era comprato delle scarpe nuove con il ricavato
della serata e voleva spedirci indietro con biglietti del treno fasulli, un pazzo
che si faceva chiamare telomerase e nella vita regalava cartoncini macchiati
a chi glieli chiedesse, due metallari catanesi che urlavano per strada, la
puttana che cantava negli elmakas "che in tunisino vuol dire forbici" che
voleva che noi chiamassimo a casa del suo fidanzato all'una di notte perché i
suoi genitori non approvavano l'unione dei due e quando rispondeva sua
madre noi la mandavamo a fare in culo e le dicevamo puttana, la trojetta che
mi avrebbe dato la figa se io non avessi rinunciato all'impresa temendo di
doverla poi sposare con la lupara di suo padre puntata alla schiena, i calci nel
culo tra di noi, i terroni in motorino che non credevano ai loro occhi che dei
maschi potessero avere i capelli lunghi e ci davano dei froci e scappavano, i
vecchi in mezzo alla strada come in cinico tv, il padrone di un locale che caso
volle fosse pure chitarrista degli uzeda che ci staccò la corrente a metà
concerto perché facevamo troppo casino, l'andicappato ciccio che voleva
che gli dedicassimo una canzone, il linciaggio di gimmi, il dormire per terra, i
magnum sotto il letto di quello che russava che non si svegliava, la vita da
accattoni dei terroni che frequentavano il centro sociale "vulkano" dove
eravamo ospitati, il fatto che nessuno lì a catania sapeva dove fosse spezia e
pensavano che fossimo di milano, l'unica città del nord che conoscevano, e
infine l'umiliazione e l'insulto continuato e aggravato nei confronti dei due
vecchi terroni che condividevano il nostro scompartimento al ritorno. fu in
quel viaggio che capii quanto inferiori a noi fossero i siciliani, quanto priva di
speranza e maledetta dagli dei sia quella terra, quanto il meridione e i
meridionali fossero e saranno sempre la disgrazia e la condanna alla morte e
alla mediocrità perpetua di quella merda che è la nostra nazione. solo oggi
però mi accorgo di aver imparato anche altro da quel viaggio. ad ogni
richiesta di una descrizione della nostra musica, rispondevamo puntualmente
"grind", che come è ovvio pronunciavamo "graind", ed è altrettanto ovvio che
nessuno dei nostri interlocutori siciliani avesse mai sentito parlare di grind,
perché nell'isola i giornali specializzati non arrivano, e finivano col pensare
che suonassimo grunge, perché per via del loro accento i siciliani che
cercano di dire "grind" pronunciano in realtà "grunge". questa
incomunicabilità ci mandava in bestia, perché, ancora ragazzini, non
capivamo che grind e grunge siano in realtà la stessa identica cosa. va detto
che io stesso suonavo nello stesso periodo con un altro gruppo (una infame e
scellerata cover band dei nirvana) ma soprattutto dobbiamo riflettere su altri e
ben più inquietanti dati. vikipedia, nel suo autismo americocentrico, situa negli
stati uniti la culla del grindcore, interpretandolo come una forma di
estremizzazione dell'hard core dei dri (vedasi toppa sulla giacca di aiki). tutto
ciò è naturalmente ridicolo, o meglio è solo una parte della verità. alla fine
degli anni'80 assistiamo al tracollo dell'heavy metal tradizionale, e dei suoi
vari tentativi di sopravvivenza per mezzo di fusioni e acquisizioni. ma come
contaminare il metal senza renderlo ridicolo? a nottingham un'etichetta
chiamata earache cerca di rispondere a questa domanda producendo gruppi
che ad un certo metal (slayer) sappiano unire un certo gusto punk (dri
appunto, o i primi husker du); contemporaneamente a seattle un'altra
etichetta chiamata sub pop risponde alla stessa domanda producendo gruppi
che ad un certo punk (garage o no-wave) sappiano unire un certo gusto
metal, o meglio hard-rock (ac/dc, led zeppelin, aerosmith). una linea neanche
troppo invisibile lega nottingham a seattle: qual è il primo disco prodotto dalla
earache? "return of martha splatterhead" degli accused (earache, mosh01,
1987), un gruppo di seattle. prendiamo ora il primo disco dei nirvana (bleach,
sub pop, 1989) e leggiamo chi ci suona. viene creditato un certo jason
everman come secondo chitarrista; dalle biografie sappiamo che everman
non ha preso parte alle registrazioni eppure viene creditato. perché? perché
le ha pagate lui. everman lo ritroviamo poi nei soundgarden nel 1990, ma
dov'è nel 1991? è il bassista del secondo disco degli old (lo flux tube,
earache, mosh41, 1991), il più visionario e geniale dei gruppi elettro-grind.
jason everman (che poi ha intrapreso la carriera militare) è la dimostrazione
vivente della sostanziale identità tra grunge e grind, e se quattro terroni
analfabeti siciliani di merda confondono i due termini ce la sentiamo di
biasimarli?
postato da onq | commenti (16)
Commenti
04 Dicembre 2004 ­ 22:40
fu in quel viaggio che capii quanto inferiori a noi fossero i siciliani.
beh,d'altronde il grind e il grunge sono la stessa cosa....vero?
utente anonimo 04 Dicembre 2004 ­ 22:55
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Devi usare un pollo, devi usare un pollo
e me la vuoi tastar
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Devi usare un pollo
Se me la vuoi misurar
Devi usare un pollo
Se me la vuoi tastar
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Guarda che se la mangia(4)
E mentre se la sta a pappa'
Chiedimi che cosa fa
Se la sta a succhia'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Devi usare un pollo
Devi usare ... se la vuoi misurar
Devi usare un pollo
Se me la vuoi tastar
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Come on baby
Come on baby, suck my fire!
Oh yeah
Guarda che se la mangia
Tengo na minchia accussi'
Guarda che se la mangia
Mentre se la sta a pappa'
Chiedimi che cosa fa
E' chiaro! se la sta a succhia'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Guarda che se la mangia
Guarda che se la mangia
E se la sta a pappa'
Darling, darling, darling
Look at your sister
Do something like that, thanks
Devi usare un pollo
Devi usarlo per misurar
Devi usare un pollo
Cosi' me la potrai succhiar
Ooh, you both suckin' stereo
Jesus
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia accussi'
Tengo na minchia tanta, tengo na minchia tanta
Tengo na minchia tanta
utente anonimo 05 Dicembre 2004 ­ 03:34
sai cos'è?Che mi hai rotto il cazzo.
NOIA is your name
utente anonimo 05 Dicembre 2004 ­ 03:37
http://www.eatstapes.com/
tiè,divertiti.
utente anonimo 05 Dicembre 2004 ­ 13:38
Io me la sento di biasimarli per qualsiasi cosa. Per il solo fatto di esistere a quella maniera, quotidiano insulto a quanto distingue l'uomo dalla bestia.
Forlivese 05 Dicembre 2004 ­ 14:44
Sull'identità tra grunge e grind non mi hai mica convinto sai?! Gli Accused senza Kurt Vanderhoof il gran balzo di martha splatter (quello prima, non il ritorno) non lo avrebbero fatto tanto brillante.
Se parliamo di anello di congiunzione tra punk e metal ne riparliamo, ma il grind arriva sparato da Discharge se consenti...
Ma è tutta una pippa, mi auto annoio a far sti discorsi. Spero un giorno di riparlarne a voce, sarebbe piu divertente.
Everman lo conosco ma preferisco Plotkin, lui, lui è l'anello di gongiunzione tra la porcamadonna e sant'eusebio. I khanate te li sei mai fatti? (Southern lord) Atomsmasher? Phantomsmasher? Quello ti spappola il cervello in kit e kat.
La canzone della minchia cosa c'entra? E' grind trinacrio?
I migliori a questo proposito restano e resteranno sempre Schizo e un pochino, ma un pochino, Incenerator. Unpa'chi spacchiu si?
shesaidestroy 05 Dicembre 2004 ­ 16:08
conoscevo (x)tomsmasher, ma nessun progetto di plotkin ha mai eguagliato l'eccellenza degli OLD, solo ieri dureante le ricerche per questo post ho scoperto che plotkin e dubin sono tornati insieme nei khanate e fanno DOOM (geniali, ovviamente, anche perché la mia mania per il doom si è risvegliata proprio la settimana scorsa) e stanotte ho scaricato i loro due dischi e li sto ascoltando, ma ancora niente a che vedere con gli old, che sono francamente ineguagliabili anche da loro stessi, perché per ogni artista c'è un momento magico che poi non verrà raggiunto mai più.
onq 05 Dicembre 2004 ­ 17:55
voglio le foto di onq cappellone
sommi
utente anonimo 05 Dicembre 2004 ­ 17:59
ok. Tutto chiaro. Ti chiedo solo un piacere personale, pur non conoscendoti: ascolta Atomsmasher e l'ultimo Phantomsmasher. E' la stessa band che cambia monicker.
E vera band non è visto che alle spalle praticamente c'è sempre e solo Jim Plotkin.
E' il superamento degli Old. Il superamento di tutto. Fidati. Poi mi dirai. Dovrebbero essere entrambi Ipecac, ma non li ho sottomano ora e quindi non riesco ad assicurartelo.
Da lì in poi ci sono solo gli Anatrofobia e il sangue dal naso.
shesaidestroy 05 Dicembre 2004 ­ 20:03
se ti dico che li conosco significa che ce l'ho naturalmente; a dire il vero ho solo atomsmasher e non phantom, ma non credo che il succo cambi. lo trovo molto ben fatto ed "estremo" a suo modo, ma non sfiora nemmeno il lirismo e la poesia degli OLD di lo flux e sleastak. quelli degli old sono dischi che uno si impara a memoria e poi li canticchia, come si fa coi nirvana, non si può cantare atomsmasher sotto la doccia. lo stesso dicasi per altre cose di plotkin post­old (io ho per esempio "aurora" fatto con kk null) tutte belle cose, per carità, ma manca l'unicità e l'irrepetibilità degli old. e poi vogliamo parlare dei testi?
onq 05 Dicembre 2004 ­ 22:06
Beh, anche old lady driver non è che li canti mentre lavi la macchina o fai un pic nic. Forse un medico legale nella pausa pranzo...
I testi...Se mi spieghi chi è Marzuraan mi fai un favore...
Preferisco comunque la poesia di G.G.Allin, sai, sono uno spirito semplice...
Tra l'altro se c'è una persona di cui proprio non puoi parlare con Mick Harris è appunto j.plotkin. Dice che lo ha fatto uscire di senno durante la loro collaborazione. Lo definisce un pazzo furioso e se lo dice lui...
Però non ho avvertito l'influenza di tutto questo calcestruzzo ascoltando un tuo cd che mi han passato... Forse son stato suerficiale nell'ascolto lo ammetto...
Ciò non vuol dire che non mi piacesse, al super contrario, sembrava solo ci fossero altre coordinate. Possibile?
E i testi...e possibile averli? Non ho capito una mazza delle parole...
shesaidestroy 05 Dicembre 2004 ­ 22:59
gli old per me sono super melodici, e me ne sono innamorato subito in un periodo in cui, come oggi, ricercavo nella musica principalmente la melodia e non seguivo per niente il grind (anche se lo suonavo volentieri). marzuraan, come dice il testo, è un mostro bastardo con le facce che urlano sulle mani, e che ti lascia affondare nella sabbia. credo anche che sia il tizio raffigurato sulla copertina di lo flux tube. io pensando a marzuraan non ho dormito per settimane. quanto al mio cd, sappi che le voci vanno bene così e sulla questione delle coordinate ti posso solo dire che "the musical dimensions of sleastak" è anche l'album preferito del cantante dei soul coughing, e se ti ricordi chi erano capirai come gli OLD siano stati un miracolo davvero in grado di superare le barriere del loro genere (?) di appartenenza (??) per raggiungere l'intima essenza della musica (???).
onq 05 Dicembre 2004 ­ 23:26
E Solarus?!!!! Non dirmi che ti fa cagare?!!! Guarda che Bill Yurkiewicz non ha mai ceffato un colpo....Exit 13 su tutto.
Messianic Slur 1 è una flautolenza luciferina e l'intero progetto mi pare proprio il ponte d'approdo ai khanate di cui ci sono,tra l'altro, anche 2 live e un dvd .(mai sentiti)
shesaidestroy 06 Dicembre 2004 ­ 00:07
non so di che parli e mi cogli in fallo. una volta qualcuno deve avermi passato gli exit 13 e io non li capii. i khanate al primo ascolto non mi hanno dato erezioni.
onq 06 Dicembre 2004 ­ 00:17
http://www.uta.fi/~mm56195/plotkin/discog.htm
Il riferimento era a Crystallized, vedi 1998
shesaidestroy 06 Dicembre 2004 ­ 12:01
ho solo quello che ho già detto di avere, rincorrere la discografia di plotkin è abbastanza suicida. ah, ho pure un rarissimo doppio 7" split tra plotkin solista e dubin solista, naturalmente inascoltabile. cercherò sti solarus. il sito su plotkin è meravoglioso e ho ben capito che ora si impone un post sugli old perché non è elegante che i commenti si trascinino così off topic.
onq 05/12/2004
ARBITRIO NEGATO
la direzione del flauto mauto, dopo attenta
analisi, ha deciso di consentire la facoltà di lasciare
commenti ai soli utenti splinder. nonostante creare un
nuovo account o fake account su splinder sia facile e
veloce, il flauto mauto confida di poter così falciare la
gran parte dei commentatori anonimi occasionali e
dei pitocchi che vengono solo per rompere i coglioni,
per i quali il login costituisce già da solo un ottimo
deterrente, essendo di norma terroni incapaci di
padroneggiare una qualsiasi procedura di iscrizione
ad un servizio informatico. è stata per il flauto mauto
una scelta sofferta, e la direzione è consapevole che
tale politica farà perdere al flauto mauto alcuni dei
suoi più validi commentatori (brullonulla from biolabs,
coven ww, loré, cararìn su tutti) che invita ad iscriversi a splinder (senza
necessariamente dover aprire un blog) ritenendoli in grado di farlo al contrario
dei terroni di cui sopra. il flauto mauto confida di poter così migliorare il
servizio ed innalzare il livello intellettuale delle conversazioni, che fino ad oggi
troppo spesso si perdevano o degeneravano in flamewar e scambi di insulti.
si potrebbe obiettare che qualche volta il bello del flauto mauto è proprio
questo, e in alcuni casi (ci riferiamo in particolare ai post sulla lunezia e su
elio) i commentatori anonimi sono stati la linfa vitale del flauto mauto e lo
sprone a nuovi scintillanti post, ma il flauto mauto non vuole essere questo, il
flauto mauto è un canale comunicativo a senso unico, un regime dove l'unica
opinione che conta è la mia. a rigor di logica e amor di coerenza avremmo
dovuto abolire del tutto la possibilità di lasciare commenti, seguendo l'ottimo
esempio di heidi666, ma ancora non ce la sentiamo di fare questo salto e,
diciamolo, il feedback degli utenti loggati, che di norma sono frequentatori
abituali e quindi "amici", sono cosa molto gradita. per gli altri poi c'è l'email,
che si trova nella colonna di sinistra in basso. a questo punto non c'è chiosa
migliore di una vecchia mail ricevuta dal paziente g, che ha avuto un peso
non trascurabile su questa decisione:
Poiché è un po' che non rispondi alle mie lettere, ti scrivo ponendo in rilievo
la pessima piega che ha preso la questione dei commenti al tuo sacrosanto
post su elio e le storie tese. Non è bello essere invasi nel proprio spazio dai
fan di elio. Ho dato uno sguardo a qualche commento. Su tutti domina la
piccola Cate. I commenti pieni di imbecillità ai tuoi post sono insopportabili. Io
li sopprimerei. Anzi sopprimerei proprio l'opportunità di scrivere commenti.
Non bisogna dare spazio a chi dissente. Non può essere dato a chiunque
il diritto di scrivere il cazzo che vuole. Peraltro i commenti e i forum sono una
piaga di internet, tenuta aperta dagli adolescenti, che dio li fulmini. [...] la
realtà è che proprio la parola forum attira gli imbecilli come la merda attira le
mosche. [...] Al limite, invece di "commenti", scrivi "le vostre luride cazzate al
riguardo", oppure "nemici". E non rispondere ai commenti. Poniti su piano di
superiorità, superbia, sufficienza.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
05 Dicembre 2004 ­ 23:05
Per il momento preferisco dare un colpo con lo spazzolone del cesso e poi tirare la catena. Ad ogni modo, pieno plauso!
blumfeld 05 Dicembre 2004 ­ 23:34
supporto la scelta, e ti sprono ad abolire del tutto la pratica dei commenti. ci arriverai da solo, quando anche i loggati su splinder ti daranno noia con le loro coglionate, me compresa. il blog deve essere impostato monoliticamente a senso unico. tu disquisisci e la gente ascolta, riverente e sileziosa. ossequi.
heidi666 06 Dicembre 2004 ­ 00:10
il massimo è quando riesci a lasciare i commenti abilitati e non commenta nessuno, come sono riusciti a fare dhalgren e vue (anche se negli ultimi tempi si sono popolati pure loro): annichilire il lettore.
onq 06 Dicembre 2004 ­ 18:41
piccola Cate ero giusto riuscito a dimenticarla, cazzo!
animadigomma 06 Dicembre 2004 ­ 19:16
ma coven ww sono io?
se sì, presente.
pureholocaust 06 Dicembre 2004 ­ 21:36
ma la lussuria del potere non sta nell'ottusa adorazione dell'infimo popolino? a che pro la superiorità senza inferiori da schiacciare?
il punto d'arrivo sono,appunto,dhalgren e vue.
brullonulla 07/12/2004
UN PO' SONO GAY
tra le varie merdate inutili da fare quando ti sei
fatto l'adsl flat per moda e non sai che fartene,
l'ultima me l'ha suggerita il sempre ottimo calvino,
che in materia di tecnocrazia hype è una vera
autorità. praticamente tu vai qua, ti scarichi una
plugin per il lettore mp3 del tuo computer e ti fai un
account (che è roba di due minuti perché non devi né
confermare di essere un umano né andarti a cercare le email di convalida). la
plugin è invisibile e te la tieni per diciamo una settimanetta fingendo di
dimenticartene. quando hai ascoltato un po' di musica col computer torni al
tuo account e vedi che la plugin ha provveduto nel frattempo a spedirci i titoli
di tutto quello che hai ascoltato, ti ha fatto tutte le statistiche, ti ha trovato
gente coi gusti simili ai tuoi che ti puoi scopare, ti ha creato una playlist tipo
webradio coi tuoi pezzi così gli altri possono ascoltare la tua compilation
(sempre che nella loro banca dati ci siano i dischi che ti senti te, perché per
esempio ho notato che gli enthropic degrade after escatological catastrophe
non ce l'hanno) e via dicendo. certo non è cosa da fare se vi vergognate di
quello che ascoltate, ma sarà curioso vedere a chi verrò accoppiato io, che
ascolto solo deep house, colonne sonore e i paradise lost. è anche una
buona alternativa per quelli che perdono tempo a scrivere ogni giorno "sto
ascoltando" sul blog.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
07 Dicembre 2004 ­ 16:22
(1)bello che supporti anche XMMS. ovvero il winamp di linux.
(2)mi sembra la cosa più abominevolmente spyware che abbia mai visto.
brullonulla 07 Dicembre 2004 ­ 16:23
ah, e io che passo tra Laibach, Matia Bazar, Luciano Berio e Athamay a chi verrò accoppiato?
brullonulla 07 Dicembre 2004 ­ 16:37
infatti: è ritagliato per vedere come si accoppiano i gusti dei consumatori. ma questa è una teoria cospirazionista del cazzo, in realtà è un tizio che ha avuto l'idea e ora campa con la pubblicità dei banner, lui è stato furbo e noi no per l'ennesima volta. certo se fosse una roba per vedere i gusti dei consumatori ne verrebbero fuori delle belle con noialtri.
onq 07 Dicembre 2004 ­ 17:23
è una merda, e il tizio che l'ha inventato deve morire.
heidi666 07 Dicembre 2004 ­ 18:11
update: il calvino segnala anche www.myspace.com e io comincio ad avere seri dubbi sul suo hype
onq 07 Dicembre 2004 ­ 19:36
il calvino è un'ottima persona, peccato che frequenti tutti questi luoghi da froci, nella realtà virtuale e non.
heidi666 08 Dicembre 2004 ­ 11:25
Se il livello è quello di MySpace, ammetto che sono cose che mi inquietano un po'.
blumfeld 08 Dicembre 2004 ­ 14:42
calvino te la fai con dei pericolosi individui di estrema destra eh?
sei fuori dal gruppo!
mattatoio5 26 Dicembre 2004 ­ 21:49
e' una troiata sto coso, non si installa su winamp3
anonimizanote 08/12/2004
ALTRO CHE KC
gli anarchici mi erano sempre stati
simpatici. perché sono antipatici e supponenti
come me, vestiti da montanari con gli scarponi e i
camicioni come me, stampano col ciclostile con
la grafica vintage e sono amanti delle apuane. e
soprattutto odiano come nessun altro i
freakabbestia, che gli rovinano il lavoro. quando
parlano fanno i nasini col tono "io ho ragione e se
tu non sei d'accordo è perchè sei ottuso", come
me, e sfagiolano teorie effettivamente
inattaccabili, nonostante siano completamente
inapplicabili a società umane formate da più di 3
persone, ma questo è un discorso a parte. anche
fabrizio de andré mi stava simpatico, i suoi dischi
fino al 1980 (sarei tentato di dire fino al 1973, ma oggi mi sento generoso)
sono molto belli. i dischi post 1980 sono una merda, ma perché giudicare un
uomo per le sue cose peggiori? alekhine lo giudichiamo come giocatore di
scacchi, non come capoeirista. e allora. certo, de andré aveva e ha un
pubblico di imbecilli. un pubblico di imbecilli può far venire in odio chiunque
perché noi, essendo parte del pubblico, temiamo di essere confusi con gli
altri. per questo preferiamo scegliere un pubblico, più che un artista, per non
vergognarci troppo. ma standosene a casa quando ci sono i concerti ed
evitando l'argomento nelle conversazioni si può ridurre al minimo il contatto
con un pubblico idiota, e così ho sempre fatto io con de andré, perché
pensavo che un artista non potesse essere giudicato per il suo pubblico,
perché, pensavo, il pubblico, come il papà, non te lo scegli. ho dovuto
cambiare idea. arriverò ultimo, come al solito, ma io questo obbrobrio non
l'avevo ancora sentito. ce l'avevo sull'hard disc da mesi, ed è uscito 3 anni fa,
ma io non l'avevo mai sentito. porcodio, che merdata. vi si trovano,
principalmente, discorsi che de andré faceva tra una canzone e l'altra ai
concerti, cose sugli emarginati, sui gay, sugli indiani d'america e sugli zingari.
il succo del discorso sugli indiani è il seguente: de andré non intende
festeggiare il cinquecentenario della scoperta dell'america perché l'america in
realtà era già abitata da queste popolazioni e quindi non l'ha scoperta
colombo, e per loro la scoperta dell'america è stata l'inizio dei guai, quindi lui
per solidarietà sta con gli indiani e non festeggia. si direbbe che sono ovvietà,
di quelle fatte per mendicare un applauso facile, e infatti le sono. il pubblico
applaude, e non si sente nessuna voce urlare "fabrizio! facci il piacere, canta,
và!". naturalmente il momento in cui l'insulto all'intelligenza del pubblico tocca
l'apice è il discorso sugli zingari. riconosco che fare un discorso pro-zingari
senza dire ovvietà e senza offendere l'interlocutore è cosa assai ardua, ma
questa non è un'attenuante, in questo particolare caso si tratta di un
musicista che probabilmente ha già una chitarra in mano e sceglie
deliberatamente di fare il discorso anziché suonare la sua canzone e levarsi
di culo (o forse temporeggiava perché a uno del gruppo si era rotta una
corda? in quel caso sarebbe giustificabile, ma non lo sapremo mai). vengono
passati in rassegna tutti i luoghi comuni pro-zingari, per esempio che sono un
popolo che non ha mai fatto guerre, forse l'unico, e quindi vanno rispettati
solo per questo, o che hitler ne ha fatti fuori parecchi ma se ne parla poco (e
ciò va a tutto vantaggio degli anti-nazisti, ve lo posso assicurare), o che, la
più grossa di tutte, gli zingari lavoravano il rame e ferravano i cavalli, quindi è
colpa dell'industria se non possono più lavorare e vanno a rubare. a
quest'ultima affermazione non do l'ovvia risposta, per non offendere
l'intelligenza del mio di pubblico, e poi mi sto scaldando troppo quindi chiudo
qua. ma due cose sono sicure: de andré era pienamente responsabile del
pubblico di teste di cazzo che aveva, e gli anarchici non mi sono più
simpatici.
postato da onq | commenti (17)
Commenti
08 Dicembre 2004 ­ 23:29
Onq ogni volta che leggo di questi tuoi post la mia soddisazione aleggia sulla città per ore... ed immancabilmente mi cresce la voglia incredibile di uscire a fare un linciaggio.
Forlivese 09 Dicembre 2004 ­ 09:07
Hai ragione. Perfettamente. Solo che ti ho già detto che ha me De Andrè piace più dall'80 in poi, vero? Ma è una cosa di secondaria importanza.
animadigomma
09 Dicembre 2004 ­ 10:48
Di De André apprezzo le canzoni (e per quanto preferisca i lavori degli anni '70, non escluderei così drasticamente gli album successivi al 1980); quello che poi fosse o dicesse al di fuori di esse è una cosa assolutamente secondaria. Il fatto che i musicisti dicano quattro cose tra una canzone e l'altra (giusto nel tempo, appunto, di magari cambiare una corda) e non cerchino di fare pubblicare tali discorsi mi sembra indicativo. In fin dei conti, De André ha pubblicato le sue canzoni, e non libri o o album con discorsi sui problemi del mondo e/o delle minoranze. E' una cosa che mi fa riflettere...
P.S.: comunque sì, veramente pessima e irritante la tendenza a utilizzare i palchi dei concerti per improvvisare comizi.
blumfeld 09 Dicembre 2004 ­ 12:26
I musicisti dovrebbero tacere fra una canzone e l'altra. Gli attori dovrebbero tacere sempre. Ai registi non dovrebbe essere data alcuna possibilità di comunicare, e a volte di girare film.
Gli scrittori possono parlare, ma solo di letteratura.
animadigomma 09 Dicembre 2004 ­ 15:30
I musicisti sono una specie di teste di cazzo spaventosa e tale che il noto sacco di merda precedentemente conosciuto come cristo dovrebbe ringraziare ogni volta che suonano non per i troiai da pellai che non sono altro che tiran fuori ma perchè perlomeno dio negro stanno zitti accidenti al negro di dio negro di merda.
StrawDog 10 Dicembre 2004 ­ 10:40
"...è stato meglio lasciarsi che non incontrarsi..." f.d.a.
shesaidestroy 10 Dicembre 2004 ­ 13:05
Non hai capito un cazzo di De Andrè, di cosa lo animava e di ciò di cui aveva bisogno. Egli infatti non doveva crearsi un pubblico; raramente è andato in tv e ancor più raramente ha rilasciato dichiarazioni su altri media. Il suo concerto era la sua comunicazione, e non c'era nessun bisogno di convincere gente che già aveva pagato un biglietto per ascoltarlo ( e che a quanto si legge applaudiva quei banali discorsi). Certo, oggi è facile e d'uso(vedi MTV) parlare con accento sinistroide, e capisco che sia un atteggiamento alla lunga snervante; lo è anche per me. Ma parlare di Indiani e Zingari negli anni 80 aveva leggermente un altro significato. No, non hai proprio capito nulla
furious_g 10 Dicembre 2004 ­ 14:03
Mi hai fatto registrare in questa comunità di froci che scrivono sui blog, furious, per risponderti, ed è per questo che il mondo non ha bisogno di gente come te.
Il solo fatto che tu abbia scritto zingari e indiani con la maiuscola iniziale, quando chiunque non ci avrebbe mai fatto caso, è indice del fatto che sei uno stronzetto comunistoide leziosamente politically correct. Innanzitutto.
De Andrè nei suoi ultimi anni ha preso questo vizio stronzo di voler fare l'etnico ­ diciamo dall'81, anno in cui ha pubblicato "Indiano" ­ con la pessima "Fiume Sand Creek", per poi continuare, per dire, con "Anime Salve" (96), dove, oltre a farsi scrivere una canzone dal peggiore (Fossati) e chiamarla addirittura come l'album, ha partorito l'immane cagata di "KHORAKHANE'", canzone (brutta) su una (brutta) tribù rom serbo­montenegrina.
Due o tre scivoloni da uno che mi stava cordialmente simpatico anche quando faceva il cantautore politico, poichè nel '73, con "Storia di un Impiegato", parlava allegramente di bombe da mettere sotto il culo alla gente e comunque sfornava canzoni belle ciniche e cattive, mentre i cantautori politici italiani ­ Guccini, il maledetto Fossati e De Gregori sopra tutti, la buttavano sugli ideali e la commozione e la giusta indignazione ­ roba da senza palle quali essi sono e sono stati sempre.
In conclusione, caro furioso, prima di levarti di culo, fammi sapere come il contesto degli anni '80 potesse rendere ragionevole un discorso pro­zingari.Mi pare di aver evinto che qui non si accusi De Andrè di vanità o di voler fare il divo da prima serata, ma di INSULTARE L'INTELLIGENZA DELL'ASCOLTATORE schierandosi a fianco di un popolo e di una cultura francamente indifendibili. Non difendere De Andrè dicendo che però lui ci ha pensato per primo: un cazzone ante litteram sempre un cazzone rimane.
Con tutto il rispetto che mantengo per De Andrè.
AnalCunt 10 Dicembre 2004 ­ 15:30
Culture indifendibili??????Ma cosa stai dicendo? Spero te ne renda conto. Non sono affatto comunistoide, e se leggi il mio blog capisci che non sono troppo Politically Correct; sarebbe comunque meglio che essere reazionario, ottuso e dalla dubbia virilità(ma un manganello in mano può sempre aiutare, la storia lo insegna). E poi, gli anni ottanta (ma tu c'eri?) ...bè, leggiti un paio di libri se non ti ricordi il mainstream edonista del tempo. No pizza for you jerk
furious_g 10 Dicembre 2004 ­ 15:38
e comunque non è che poi gli zingari (Z) mi stiano così simpatici, anzi, li odio proprio. m anon posso pensare che chi li adora mi stia prendendoper il culo. Finita qui, anche perchè da come scrive sto Anal Cunt(scritto maiuscolo, proprio una fissazione Politically Correct)rischia anche di starmi simpatico.
furious_g 10 Dicembre 2004 ­ 17:23
Io credo che uno con tanto pelo sullo stomaco da riuscire a sprecare anche una sola parola in difesa degli zingari, in spregio a tutto quello che subisce la gente che ha la sventura di starci a contatto, si meriti solo un immenso SIEG HEIL seguito da una scarica di calci in faccia, tanto più se si chiama De Andrè (o chi per lui), che nel momento in cui va su un palco o vende un disco dovrebbe avere un minimo di senso della decenza. E non per ripetermi: SIEG HEIL!
Forlivese 10 Dicembre 2004 ­ 17:56
Sinceramente, io penso che una bella canzone non possa avere altro significato che se stessa. Sotto questo apetto, posso dire di considerare De Andrè uno dei pochi compositori italiani in grado di competere con i grandi della musica mondiale. Soprattutto nel dopo '80.
Chi se ne frega degli indiani? E di Guccini? E di tanti altri...
animadigomma 10 Dicembre 2004 ­ 18:15
se la discussione deve continuare, che lo faccia in modo informato. il discorso sugli indiani de andré lo fa in polemica alle celebrazioni colombiane del 1992. questo mi porta a pensare che le registrazioni siano tutte dell'inizio anni'90, cioé nel pieno del disgraziato boom politically correct / rispettiamo le minoranze. quindi anni 80 un cazzo. il discorso sugli zingari, se serviva, come è probabile, ad introdurre khorakhané è addirittura successivo al 1996. non per questo rifiuto l'idea che de andré possa aver pronunciato simili idiozie anche prima, e comunque non sarebbe quello il problema, il problema non è nemmeno la difesa di un argomento indifendibile, quanto la banalità offensiva dell'argomentazione. se sei un buon raccontatore di storie, allora ti inventi una storiella sullo zingaro igor che in questa o quella situazione ha mostrato grande profondità/rispetto/generosità nei confronti di un italiano in difficoltà (ad esempio). se invece dici che gli zingari rubano perché la rivoluzione industriale gli ha impedito di continuare a ferrare cavalli, allora quello vuole dire scarso rispetto del proprio pubblico, oppure , come ho provocatoriamente ipotizzato nel mio post, consapevole selezione di un pubblico di imbecilli.
onq 11 Dicembre 2004 ­ 11:56
Non ne sono certo onq, ma ritengo che gli zingari rubino sin da prima della rivoluzione industriale. la loro religione (un misto occidentale­orientale(infatti pare che gli zinghi provengano dall'india))considera i non rom dei non degni del rispetto che normalmente hanno tra loro; per intenderci, se un rom ruba ad un rom la legge tradizional­religiosa impone il taglio della mano o qualcos'altro di parimenti feroce. Se un roma ruba ad altro(un "gadje") ha fatto bene...sempre secondo le loro usanze quindi questi popoli sarebbero giustificati a stracciare il cazzo a noialtri. gli zingari inoltre si dividono in due etnie principali, i rom appunto ed un'altra di cui non ricordo il nome( e sinceramente m'interessa saperlo quanto m'interessa sapere che fine ha fatto mc hammer). essendo due etnie avranno quindi due modi leggermente diversi di essere dei testadicazzo. detto questo...beh detto questo...faccio notare che gli zingari sono sopravvissuti ad adolfo, benito, franco, tito, stalin ed altri della cricca. quindi dobbiamo escogitare un'altra tecnica se vogliamo toglierceli di torno. de andrè invece è già morto quindi basta ascoltare gli album giusti senza il terrore che se ne possa uscire con della merda di basso profilo(visto il declino)...morandi invece è ancora vivo e io lo temo più della peste
mainard 11 Dicembre 2004 ­ 12:46
De André si ubriacava e andava a puttane ­ l'idea che poi potesse salire su un palco e fare delle prediche su come ci si debba comportare mi fa un po' ridere. E' chiaro che erano letteralmente cazzi suoi, ma dato che non si tratta di due modi di agire propriamente "politically correct", questo è indicativo di un'etica non proprio ferrea.
Personalmente, di fronte all'alternativa, propenderei per l'ipotesi di una selezione del pubblico. Tuttavia, sull'aspetto della consapevolezza bisognerebbe cercare di capire quanto vino avesse in corpo (forse non è da sottovalutare il fatto che, dato il suo terrore del pubblico, era solito farsi coraggio bevendo). Anche perché, come nota Anal Cunt, le differenze tra un De André e personaggi disgustosi come De Gregori e Guccini ­ che invece, esplicitamente, si sono sempre rivolti ai fanatici dei luoghi comuni ­ sono lampanti.
blumfeld 11 Dicembre 2004 ­ 14:22
eccomi registrato, non intervengo nella discussione, non me ne frega una sega...........
w il grind e (parafrasando franco califano) tutto il resto è noooiaaa, no, non ho detto gioia ma noooiaaa........
cararin 11 Dicembre 2004 ­ 14:35
bravo cararin, sta mandria di cazzoni non sa cosa si perde stasera a cremona porcodio viva i nasum viva lo scandinavian grind
onq 12/12/2004
IO SONO L'UNTO
ieri sono stato a questo concerto, tutto bello e tutto
bene, ok. ma dopo che ha suonato il primo gruppo io sono
uscito un attimo e c'era molta calca, e si stava quasi fermi
perché l'uscita restringeva il flusso di gente, e c'era chi
entrava e c'era chi usciva e si stava tutti un po' fermi. e così
ho alzato gli occhi sul tizio che mi stava di fianco, e i miei
occhi si sono icrociati coi suoi, ci siamo un po' studiati, lui
per capire chi fossi, perché lo guardavo come se lo conoscessi, io lo
guardavo perché l'avevo riconosciuto. era lui, era proprio lui, e stava davanti
a me, e guardava proprio me: era il webbini. cominciate pure ad invidiarmi.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
12 Dicembre 2004 ­ 13:24
io ho già cominciato. porcodio, onq, tu hai fatto dei patti col diavolo.
brullonulla 12 Dicembre 2004 ­ 13:29
ma chi ha dato a tale "webbini" la licenza di respirare?non la si può revocare?
Numbkid 12 Dicembre 2004 ­ 13:52
Sono rimasto alle tue spalle per oltre trenta minuti, ma non mi hai percepito...Ah, ti ho anche sfiorato, ma di questo non potevi certo accorgertene. Quelli della foto a fianco mi hanno annoiato alquanto.
Cripple gran classe, ma secondo me è merito soprattutto dello smalto del cantante, parlando di carisma appunto. Mangnetismo animale direbbero gli Scorpioni. Hanno un italianità musicale a dir poco eccezzionale. Rispetto o morte.
I Nasoni sono i Nasoni.
Tutti pazzi.
shesaidestroy 12 Dicembre 2004 ­ 17:20
eri il grassone che scureggiava? o il grassone che fingeva di suonare la batteria? uno dei due tedeschi spaccacoglioni? o eri il pakistano ubriaco che ballava come se fosse house?
onq 12 Dicembre 2004 ­ 19:12
..per un attimo credevo di essere io il webbini..anche perchè quando ci siamo salutati, non ho capito nulla delle due parole che ci siam detti.
Cmq cripple sempre e comunque, musicalmente, uno dei gruppi più soppravvalutati del giro.Nasum devastocore!
mattatoio5 13 Dicembre 2004 ­ 02:19
Sono la barista con pon pon e vestitino rosa schocking...
shesaidestroy 13 Dicembre 2004 ­ 16:26
Bastardo. Se non hai fatto foto ti mando Pinza con la pistola.
AnalCunt 15 Dicembre 2004 ­ 02:07
Guarda che roba, mi hai indotto all'iscrizione, possa che te moisi. Io ti tiro dentro ai convegni grindcore e tu vivi le meglio esperienze senza condividere una cazzo di parola, in quel cervello autarchico di spezino ubriaco di Sprugola. Alla prossima mi tiro dietro Erbizio porcodio. Il saccone che mi ha tenuto caldo x 4 ore abbondanti a suon di scorre (e dice bene Raffo: quello si era cagato tra le braghe) resta senza nome, ma il suo compare, il borsone glabro che ha rotto il cazzo a tutto il Dordoni cercando rissa, vanta un soprannome pacchio alla Alan Ford... Generale e qualcosa di triste dopo... ma quanto li ha divelti i coglioni sto generale?
Resta il fatto che io il Webbini me lo sono perso. Sei una persona guasta.
Lorè
Guraindocoa 15 Dicembre 2004 ­ 17:37
mi tiro dietro Erbizio porcodio
se non è questo spregio sanguinoso.
brullonulla 15/12/2004
MALEDETTI VOI
la cultura ci si fa coi manuali, i libri di testo, i saggi, gli
studi, gli articoli, i libri critici e i libri tecnici. i romanzi, per
quanto impegnati, alla fine uno se li legge per divertirsi, non
è che ci si fa la cultura. altrimenti di cultura ne avrebbe di più
una vecchia che legge sempre harmony di un professore di
storia che fin da ragazzo si è letto solo dei gran saggi di
storia e niente narrativa. che è roba per svago. come il
cinema, è per svago. anche se uno va a vedersi tutti i muti e
si studia teoria del montaggio non può andar dicendo di essere colto, semmai
di avere una discreta cultura cinematografica, che comunque principalmente
se la farebbe coi testi critici e con cahiers du cinéma. quindi non guardandosi
semplicemente i film, così è per i romanzi. eppura ancora quelli che leggono
tanti romanzi ci fanno una bella figura, ti trattano male e ti smerdano se non
hai letto questo o quello. io per esempio non ho mai letto moby dick, ma
moby dick in fin dei conti chi l'ha mai letto davvero? anche quelli che ne
parlano, dicono che è importante, sanno la trama, magari hanno letto una
trentina delle pagine migliori, ma chi l'ha letto davvero e tutto? e perché poi
uno dovrebbe leggerlo tutto se tanto riesce a parlarne lo stesso, banfando
credibilmente di averlo letto? perché è bello, si risponderà, ed è quello che
stavo dimostrando: non ti ci fai la cultura, è svago. sembra una cosa nobile,
da vantarsene, ma è un volgare svago. come farsi le seghe. eppure in fondo
ai curriculum dove uno ci mette gli hobby è sempre meglio scrivere "lettura"
che non "masturbazione". io a quelli che leggono tanti romanzi vorrei levargli
quell'aria saccente, e vorrei costruire un regime nel quale la lettura di romanzi
viene considerata per ciò che è: masturbazione e perdita di tempo. un regime
dove si vergognerebbero a parlarne, invece di fare quel nasino stronzo. poi
non capisco proprio che piacere si potrà mai provare a leggere proust o
dickens o tolstoj. o anche i romanzi che escono adesso, non fa una gran
differenza. io infatti quando sono alla cassa in libreria mi vergogno se mi sto
comprando un romanzo, e cerco di nasconderlo agli altri in fila, così come
nascondo il liquore al supermercato o i goldoni in farmacia. perché è un vizio
di merda. e per fortuna saranno anni che non mi capita di comprare un
romanzo in libreria, che è una cosa zozza. anzi ora che ci penso forse non mi
è proprio mai capitato. io vorrei smettere del tutto di leggere romanzi e vorrei
che smettessero anche gli altri, o per lo meno smettessero di parlarne così
sguaiatamente, perché io non parlo in pubblico di pizzicottini al frenulo e
mignoli in culo.
postato da onq | commenti (17)
Commenti
15 Dicembre 2004 ­ 22:27
concordo con una buona parte di ciò che dici (al limite leggersi poesia epica, o incunaboli, è cultura, perchè uno li studia con passione tecnica e scientifica: "guarda qui la carta" "questo aoristo è irregolare" etc.).
però porcodio ti devo confutare: moby dick non solo l'ho letto tutto, ma è un cazzo di libro bellissimo. e se pensi che parli di balene incazzate e marinai sdentati non capisci una nerchia.
brullonulla 15 Dicembre 2004 ­ 22:50
i romanzi, robe da puttane, e quel che è peggio, da parrucchiere. da uscieri. tu l'hai visto mai un usciere? senti come suona bello, u sci e re. eh?
dhalgren 15 Dicembre 2004 ­ 22:53
dhalgren per altro credo che l'esempio di moby dick mai letto l'ho rubato o a te o a vue, me ne sono ricordato dopo.
brullo, a quanto mi risulta moby dick dovrebbe parlare per centinaia di pagine di parti di nave baleniera e tipi di arpione, ma non l'ho letto e non lo leggerò. mai.
onq 16 Dicembre 2004 ­ 09:11
moby dick del Led Zeppelin?
animadigomma 16 Dicembre 2004 ­ 09:20
Io credo che la lettura di romanzi sia estremamente esecrabile solo nel sesso femminile e nella porzione del sesso maschile ad esso equiparabile, inutile specificare però che sono d'accordissimo con qualsiasi regime che la vieti in toto.
Forlivese 16 Dicembre 2004 ­ 10:58
La lettura di romanzi può essere un passatempo da uscieri o parrucchiere se l'approccio è quello di un usciere o di una parrucchiera. Il problema non è quindi Proust piuttosto che Melville, ma il modo di avvicinarvisi. Chi parla a vanvera di qualcosa coincide quasi sempre con chi parla a vanvera di qualsiasi altra cosa.
blumfeld 16 Dicembre 2004 ­ 13:56
io credo che tutti i libri o meglio ancora, tutto ciò che è scritto, andrebbero bruciati cosicchè le genti possano ritornare a quello stato di ignoranza libero da frasi fatte e luoghi comuni (come quello che io ho appena scritto).................
Una volta distrutta tutta la cultura cartacea passerei agli altri supporti: dischi, dvd, videocassette, quadri e tutto cio che costituisce genere, filone, nicchia, club................
Insomma dobbiamo ritornare al periodo in cui per trombare bastava annusare il culo dell'esemplare femminile.........................
cararin 16 Dicembre 2004 ­ 14:42
Mio Caro ONQ
io moby dick, l'ho letto tutto, ria per riga e pure due volte. cosi' qualcuno l'ha letto... tanto per dire, per il resto concordo, uno puo' leggere a strfotto e non averci capito una mazza, infatti la metropolitana e' una biblioteca ambulante, ma che possa essere definito un luogo di cultura, mi parrebbe eccessivo. d'altra parte, la cultura di per se, essendo un concetto e' difficile da localizzare. anche se una biblioteca lo e' probabilmente piu' del cinema odeon multisala. ma piu' di quello dir non si puo' credo. ma vado divangando.
mi rivango nel silenzio
il santuzzari
ilsantuzzari 16 Dicembre 2004 ­ 16:59
Nessuno tocchi l'Odeon Multisala. E come me la pensa Enrico Ruggeri detto il Rouge, camerata della prima ora in quella San Babila bella e impazzita, e guarda caso anche lui oltre a Bonzo Bonham dedicava un brano a Moby Dick. Sieg heil!
Forlivese 16 Dicembre 2004 ­ 18:12
il problema non è il concetto in sè, che peraltro potrebbe anche essere giusto, ma è il fatto che tu generalizzi che manda tutto a puttane.
Generalizzare è una cosa stupida e inutile, non puoi fare di tutta un'erba un fascio... altrimenti poi chi magari ha letto moby dick e con gusto e non ne parla a vanvera come li descrivi? anche loro devono vergognarsi di aver letto un romanzo con gusto pur senza avere un'area saccente?
Ah, per la cronaca, io non ho mai letto Moby Dick.
karvek 16 Dicembre 2004 ­ 19:41
moby dick lo leggono solo i biologi molecolari
onq 17 Dicembre 2004 ­ 08:46
non sono un biologo molecolare, porcodiiddio onq. cmq mi pare ci sia una relazione. in effetti e' quasi un trattato zzologico sulla balena. inq uanto al fatto che sia un pesce pero' il buon melville ci ha preso poco.
un arpione in simpatia
il santuzzari
ilsantuzzari 17 Dicembre 2004 ­ 09:48
Se può consolare, è un romanzo compiutamente fascista. D'altronde la narrativa e il genere del romanzo sono fascisti per definizione.
Forlivese 17 Dicembre 2004 ­ 13:44
Infatti non so perché ma mi son rotto le balle di leggere di gente che racconta i propri cazzi quotidiani, la maggior parte di loro in maniera per nulla interessante. A NOI!
marmellatina 17 Dicembre 2004 ­ 23:22
Moby Dick ha un grandioso inizio (e non parlo solo dell'incipit), un incedere maestoso (persino quando descrive minuziosamente fauna marina, tecniche di caccia alla balena e relativi strumenti ­ a proposito, ritengo palese che parli della balena come di un pesce in quanto il protagonista e voce narrante e' baleniere e non biologo, e mi sembra abbastanza verosimile che i balenieri si tramandino una tassonomia basata sulla morfologia e non sulla vicinanza genetica), eppero' ha un finale cagoso, imho.
insomma, da' proprio l'idea che Melville si sia rotto i coglioni e non sapendo come finire ha dato un taglio netto in un momento a caso della narrazione. infatti liquida il salvataggio del protagonista in poche righe, laddove dato il ritmo abituale della narrazione ci si sarebbe aspettati in proporzione altri 5 capitoli appositi.
drpsycho 18 Dicembre 2004 ­ 01:58
Io Moby Dick l'ho letto tutto, anche perché è libro facile che infatti lo si fa leggere ai bambini, ma non me ne faccio vanto (non avendo letto, chessò, Guerra&Pace, Proust, e mille altre cose, e di ciò non provando alcun complesso). Pure roba che cito spesso magari non l'ho letta tutta, io odio il tutto, odio che sia il testo a delimitarsi. Don Quisciotte per dire. La Bibbia. Ulisse ne avrò letto due terzi (quando non c'è Dedalus tendo ad annoiarmi), e ciò non m'impedisce di citarlo quando mi pare: perché mica le cose bisogna seguirne l'ordine; ne leggo ciò che mi pare, finché mi pare, finché mi serve, se mi serve. Nel merito della questione. I romanzi e i film *sono* cultura (qualsiasi cosa voglia dire questa identità), il che non implica alcun confronto a chi è più sapiente perché ne ha letti di più. Semmai chi li usa meglio. Come la fai una storia dell'occidente senza i suoi romanzi?
violentunknownevent 18 Dicembre 2004 ­ 10:27
con i suoi dittatori
onq
18/12/2004
LESS IS MORE
espungere la sezione link dalla mia colonna di
sinistra rientra, come i vincoli sui commenti, nel piano
di autismo e introversione recentemente intrapreso
dal flauto mauto. gli esclusi non me ne vorranno:
sanno che la mia approvazione è immutata, e una
rapida occhiata ai rispettivi contavisite dimostra che
non hanno bisogno della mia pubblicità (tranne la next big thing, che però non
la vuole). dei vecchi link restano solo quelli che rimandano a me stesso,
poiché è da me che deve tornare chiunque da me si allontani. la prossima
cosa che salta è lo shinystat, godetevi i referrers finché c'è.
postato da onq | commenti (5)
Commenti
18 Dicembre 2004 ­ 01:46
Giungi sempre dopo.
violentunknownevent 18 Dicembre 2004 ­ 10:41
pseudepigrapha è in effetti ben minimale, ma non si capisce perché hai cambiato indirizzo anziché template. non sei comunque arrivato dove arriverò io: al blog senza post. (c'è arrivato brullonulla con cioran però)
onq 18 Dicembre 2004 ­ 11:39
Niente da dire. Ringrazio per una spiegazione che, come è chiaro, non era in alcun modo dovuta (e che quindi giunge tanto più apprezzata). Con immutata approvazione.
blumfeld
20 Dicembre 2004 ­ 17:44
Oh be', l'autismo è autismo.
animadigomma 21 Dicembre 2004 ­ 23:43
A domanda rispondo: perché cambiare il template sputtanava i post. E poi volevo un indirizzo che uno prima di avere finito di scriverlo si è già stufato e ha già finito di scaricare il suo mpeg porno.
violentunknownevent 18/12/2004
MI MANDA TUA MAMMA
la scorsa puntata di "mi manda raitre" mi
ha dato da riflettere. sul sito leggiamo: "Un
argomento particolare sarà quello degli animali
selvatici: chi ci rimborsa se subiamo un
incidente per colpa di un cervo, o di un
cinghiale?". si facciano alcune premesse: a me
non sono mai state simpatiche le associazioni
di consumatori, anche quando hanno avuto
ragione. fosse per loro tutto andrebbe tutelato, garantito, monitorato ed
etichettato. essi vogliono i cibi genuini fatti-come-una-volta, ma alla prima
salmonellosi sono i primi ad adoperarsi affinché soldati e ispettori facciano
lavorare i norcini con una baionetta alla gola e un regolamento comunitario
da rispettare. essi sono uno stuolo di comari lamentose elevate al rango di
burocrati e avvocati, costituiscono, tra l'altro, un gruppo di pressione non
ininfluente sulle scelte del parlamento. una vecchia che sputa cazzate sulla
caminadora non se la caga nessuno, ma il loro potere di rappresentare
milioni di vecchie sputacazzate li rende pericolosi, ed io propongo qui che
essi vengano sterminati. senza pietà. loro sono quelli delle polemiche del
giorno dopo, quelli del "l'avevamo detto noi", quelli che si propongono di
proteggere l'uomo sprovveduto dai raggiri dei potenti e delle multinazionali.
essi sono quelli che perseguitano i maghi, la cui professione è antica quanto
l'uomo, ma non toccano la chiesa, sono quelli che impongono alle banche di
rimborsare la gentaglia che ha cercato di speculare in argentina e l'ha
giustamente preso in culo. da codacons a moige tra l'altro il passo è
brevissimo. mi manda raitre è l'organo ufficale di questi personaggi di
merda, il gabibbo e le iene la loro sbirraglia per i lavori sporchi. fatte le
premesse, arriviamo a parlare finalmente della puntata sugli animali selvatici.
gli ospiti: una donna che, girando per il bosco, viene inseguita da un branco
di cinghiali e, per salvarsi, si butta da un burrone e si spacca le ossa. un
uomo che, guidando su una stradina di montagna, investe un cervo e si
rompe il fanale del suo gippone da cazzone. questi due idioti (dico idioti
perché per essere inseguiti dai cinghiali o investire cervi occorre essere idioti)
vanno in televisione e pretendono che qualcuno, non si sa chi, li risarcisca
per i danni. dato che il presidente della categoria mammiferi del bosco non si
presenta, in che cazzo di risarcimento sperano? il comune? l'ente del parco?
la comunità montana? la regione? l'anas? loro non lo sanno, vanno in
televisione e vedono se riescono a suscitare un po' di indignazione e
raccattare qualche quattrino. il buon andrea vianello (che va fucilato, ma a
testa in giù) riconosce che effettivamente queste vittime non potranno essere
risarcite, e la puntata si conclude in un clima di amarezza e di ingiustizia
subita senza poter fare nulla. tutto questo è mostruoso. è come se io vado
per funghi, vengo morso da una vipera e pretendo di essere risarcito da
qualcuno. è come se io vado per castagne, inciampo su un sasso, mi faccio
male, e pretendo di essere risarcito da qualcuno. è come se io vado in giro
per un bosco, sento una voce lontana gridare "porcodioooo" e pretendo di
essere risarcito perché il mio bambino ha sentito una parola brutta. certo, mi
si obietterà, uno che va per boschi accetta di prendersi i suoi rischi, queste
sono persone che dicono cazzate, dai onq, non te la prendere, non è come
uno che cade con la bici su un tombino chiuso male perché allora in effetti
puoi prendertela col comune, perché tu paghi tasse e in cambio devi avere
strade percorribili, se no il patto col leviatano va in merda. no, dico io,
perché questi non sono mica degli sprovveduti, non sono mica due cazzoni
portati in televisione così perché non sapevano come riempire la puntata,
questa è gente organizzata e pericolosa, la cui fantasia può portare a
paradossi logici tipo: il bosco è privato, perché appartiene ad un parco, ergo
sta al parco renderlo sicuro come l'anas deve asfaltare le autostrade rovinate;
oppure: il bosco è un luogo pubblico, e proprio in quanto tale io, che pago le
tasse, devo essere tutelato quando vado in un bosco, perché sono sotto la
responsabilità del comune, esattamente come quando sono per la strada. nel
mondo ideale di queste persone le strade di montagna dovrebbero essere
limitate da muraglie alte 3 metri di filo spinato, in questo modo il comune
potrebbe evitare che le bestie vadano sulla strada o che le persone accedano
al bosco in zone non monitorate. per entrare in un bosco dovrebbero esserci
apposite porte sorvegliate da guardiani, naturalmente chiuse la notte come
nei parchi cittadini, e all'interno del bosco dovrebbero essere costruiti dei
percorsi sicuri, senza sassi né vipere (magari in tubi trasparenti) e soprattutto
percorribili dai portatori di handicap, che altrimenti sarebbero discriminati,
perché in effetti la presenza di ostacoli in un bosco è una aperta
discriminazione del comune nei confronti dei disabili. chi volesse avventurarsi
nel bosco fuori dai percorsi certificati secondo le norme europee, dovrebbe
farlo preceduto o almeno sorvegliato una guida esperta ed armata, che
indichi ogni sasso o tronco pericoloso. naturalmente dovranno essere
severamente multati coloro che si avventurassero in un bosco senza l'ausilio
di tali guide fuori dai percorsi prestabiliti. in questo modo, forse, potrebbe
essere possibile pretendere un risarcimento in caso di incidente. tutto questo
può suonare assurdo, ma si pensi a quello che succede alle cinque terre ogni
cazza estate: arriva un bresciano abbelinato e si fa dei sentierini, arriva su
degli scogli e prende il sole, fa il bagno e muore annegato. il giorno dopo sul
giornale cosa leggiamo? polemiche perché in quella zona non c'è il bagnino.
polemiche fatte da persone che qualche volta non vengono mandate
affanculo come meriterebbero. possibili soluzioni: chiudere la zona con un
recinto o metterla in sicurezza (= costruirci uno stabilimento a norma, col suo
bagnino e cemento piatto al posto degli scogli). queste cose poi vengono
fatte davvero. e mi si dica se non è esattamente la stessa cosa che dicevo
sui boschi. guardiamoci quindi da questa gente, e se ne vediamo qualcuno
lasciamo da parte la pietà. a livello micro-sociologico possono sembrare dei
poveri coglioni, a livello macro il fatto che quasta gente possa avere voce in
televisione e sui giornali è un fenomeno molto preoccupante, che mi fa
pensare che, sempre a livello macro, una grande parte della società abbia
come una voglia di essere più tutelata, quindi più controllata, più messa in
sicurezza, preferibilmente dallo stato. questa cosa ha un nome, si chiama
comunismo. nella sua variante sovietico-reale, tra l'altro, per questo ne
troviamo molto su raitre. insomma la mentalità di una società del genere è
una mentalità aperta all'accoglienza di una dittatura. qui volevo arrivare. e
prima che ce la facciano i comunisti direi che almeno un timido tentativo di
golpe lo si potrebbe fare noialtri.
postato da onq | commenti (6)
Commenti
19 Dicembre 2004 ­ 13:24
Pensavo che Spezia fosse abitata solo da finti comunisti che hanno fatto il classico, figli di ricchi avvocati o dottori. Finalmente qualcosa di degno in questa città disperata!
qwertyuiopasdfghjklzxcvbnm 19 Dicembre 2004 ­ 19:02
Io sono pronto. Ad un patto: che dell'Irpinia si faccia foresta inospitale, senza insediamenti ma con mandrie di cinghiali pronte a sbranare lo sprovveduto indigeno!
ziopepi
ziopepi_anobis 20 Dicembre 2004 ­ 15:32
si parlava proprio di questo a casa aiki. la cosa che mi lasciava parecchio perplesso è: come cazzo fai a farti inseguire da un branco di cinghiali? i cinghiali non attaccano a meno che non decidi di pungolarli con uno steccolo. scena quantomeno sardelliana.
brullonulla 20 Dicembre 2004 ­ 16:01
infatti per questo dico che occorre essere idioti. i cinghiali attaccano solo se tu ti vai a mettere tra la mamma e i piccoli (e allora sei idiota), o se gli ingombri l'unica via di fuga (e devi essere idiota), se il tuo cane li va a mordere (segno di idiozia) o se gli spari e non riesci ad ucciderli al primo colpo (cosa che può capitare, se sei idiota). in tutti gli altri casi basta dire "porcodio" con sufficiente convinzione e i cinghiali scappano, o al peggio non ti cagano. la tipa di raitre con ogni probabilità non è mai stata rincorsa dai cinghiali, ma raccontando questa cazzata sperava forse di ottenere un risarcimento. curiosità: se fai incazzare un cinghiale femmina di 150 chili, ti rincorre urlando e con la bocca aperta.
onq 20 Dicembre 2004 ­ 16:09
Sai cosa? A me sti cinghiali cominciano a pesarmi un po' sulla nerchia: sul Garnerone mi hanno accolto coi loro versi ospitali per il cazzo, e ora sono arrivati, boriosi e invadenti, sul sentiero di Puntabianca, che già ci pensano i froci palestrati a renderlo periglioso. La mente casca inevitabilmente sul progetto Nave­Roma: io di farmela a corsa con una mandria di questi al culo, non ne ho poi troppo stimolo. Per farsi inseguire dai cinghiali bisogna essere coglioni, ok, ma due che partono da qua per arrivare a Roma, beh, di certo non difettano del suddetto requisito.
I pennati non sono sufficienti, te lo dico già.
Lorè
Guraindocoa 20 Dicembre 2004 ­ 16:42
in realtà i cinghiali potrebbero essere una forza purificatrice contro l'idiozia umana, se solo venissero indotti a inseguire sempre le loro (idiote) vittime verso strapiombi, e se tali strapiombi venissero infestati di pali puntuti di bronzo.
brullonulla 21/12/2004
FORZA KATHODIK!!!!
Onq 'Canzoni Tutte Uguali' (Autoproduzione
2004) Con 'Canzoni Tutte Uguali' il quartetto di ONQ si
disintegra e risponde unicamente al nome di Luca
Galuppini, autore unico dei testi (per la prima volta in italiano) e delle
musiche di questo album. Se con 'The Supreme Weight' qualcuno era
arrivato a dire che “sfioravano i Sophia” con questo lavoro da solista
Galuppini raggiunge risultati piuttosto deludenti. 'Canzoni Tutte Uguali' si
presenta monotono, corale all’estremo, aspira al gotico forse, ma risulta
in sintesi mortalmente pesante. Le uniche note positive sembrano
provenire dalle voci oniriche che ONQ prende in prestito da Patrizia
Dell’Argine (Pecksniff), Giovanna Garlati (Kech) e Agnese Roda (In My
Room) che tuttavia non riescono a risollevare le sorti dell’album. I titoli delle
canzoni colpiscono ma qualsiasi riferimento ai testi è praticamente inutile
poiché offuscati da effetti che coprono la voce, problema secondario per
Galuppini che dei testi si è sempre poco interessato. Vada la
sperimentazione musicale, ma (perdonate la caduta di stile) il troppo non è
che stroppia…. annoia brutalmente. Aggiunto: December 15th 2004 /
Recensore: Serena Zuccheri
postato da onq | commenti (6)
Commenti
21 Dicembre 2004 ­ 09:17
Grande!
animadigomma 21 Dicembre 2004 ­ 18:40
Bah! Secondo me, è un bel disco. E il fatto che non sia come dovrebbe essere per la tipa non vuol dire proprio niente. Sarebbe come se si volesse sostenere che un disco dei Mogwai è brutto perché è lento e le tracce sono troppo lunghe, oppure perché non suonano come i Motorhead.
blumfeld 21 Dicembre 2004 ­ 20:04
la zuccheri è una che è riuscita a scrivere un libro monografico sul PUNK CINESE e a farselo pubblicare da castelvecchi. non posso che accettare il suo giudizio come oro colato, davanti a una così non posso che inginocchiarmi e baciarle le cosce e la figa.
onq 21 Dicembre 2004 ­ 22:32
mi associo alla devozione, onq.
brullonulla 22 Dicembre 2004 ­ 12:44
Il nazi­punk giapponese è tutta un'altra cosa, però.
Forlivese 26 Dicembre 2004 ­ 00:41
io ho un disco degli Horkyze Slize, gruppo punk slovacco, che spaccano il culo all'intera scena italiana. a quella cinese non so, pero'.
drpsycho 24/12/2004
BUON NATALE
a natale molta gente si suicida. non a
spezia, perché a spezia la gente muore in una
rissa di merda davanti al baretto di pegazzano.
non essendoci benessere, non ci sono
nemmeno i suicidi. come in africa che fanno
vite di merda ma non ci pensano nemmeno ad
appendersi, spezia è uguale. in compenso c'è
chi fugge dal malessere ed emigra. gli esuli,
poi, te li ritrovi tutti a spezia solo a natale che
vengono a trovare la famiglia una volta all'anno, tutti a natale. perciò è
divertente uscire di sera il 23 il 24 e andare nei locali a spezia non ci trovi la
solita gente, ci trovi gli esuli che sono gente che erano tuoi amici a 16 o a 18
anni. gente che hai perso di vista il che non dispiace neanche troppo, ma pur
sempre gente che conosci da 10 anni minimo che si ricorda di te quando
facevi le cazzate a 16 anni. il 23 il 24 sera te esci a spezia sei capace di
trovare quello che è andato a fare il biotecnologo a bologna, quello che è
andato a roma e lavora per il piotta, quello che è finito non si sa dove e guida
gli aerei e le mongolfiere perché se vola lo deve saper portare, quella che è
andata in norvegia e dice noti niente io no lei dai noti niente io no non noto
niente lei noti niente di diverso io te lo giuro diocane non noto niente non hai il
pancione cazzo devo notare sei uguale lei no mi sono rifatta il naso io assì lei
non ti ricordi che naso che avevo io mi ricordo solo il culo, infine becchi la
famosa fotografa a londra che si presenta con una volpe morta al collo in un
locale frequentato solo da membri dell'alf dice si è laureata in arte a londra a
londra ti puoi laureare in arte come freddie mercury campa da fotografa e
paga l'affitto con la cresta del subaffitto e sua mamma gli manda il salame
ogni trenta del mese, dice stavo in russia dico stai a londra da brava dice no
stavo in russia bellissima stavo a letto in televisione il satellitare spagnolo il
raisat spagnolo c'eri te dico cazzo dici dice c'eri te giuro che flash dico
smettila di pigliare per il culo mi sto incazzando dice parlavano di te hanno
fatto uno special su onq alla raisat spagnola in spagnolo c'erano le tue foto io
te sei drogata i russi ti hanno spruzzato il gas strano che si usa nei teatri lei
dice no era un programma spagnolo sui cortometraggi dico te lo sei sognata
devi smetterla coi funghi psilocibinici dice ho fatto il mio primo film sono
fotografa dico ti sei sognata pensavi al film tuo ti sei sognata che c'ero io alla
tele facevo i film anch'io capita dai lei no onco giuro giuro. io alla fine in
mezzo a tutti questi esuli sparacazzate tutti hanno pigliato le loro strade io la
mia chissà quando e se la piglio e mi torna in mente it di stephen king tutti se
ne vanno dal paese diventano tutti dei superfighi però uno resta al paese e
resta un povero cristo che lavora in biblioteca tutti gli altri sono supermanager
o artisti famosi lui è rimasto al paese fa il bibliotecario li richiama tutti dopo
tipo 30 anni che it torna ogni tipo 30 anni per sconfiggere it. io il 28 e il 29 ci
ho il concorso per fare il bibliotecario a vezzano. non pegazzano, vezzano.
postato da onq | commenti (9)
Commenti
24 Dicembre 2004 ­ 12:59
paragone azzeccatissimo.
Numbkid 24 Dicembre 2004 ­ 13:45
Buon Natale e felice anno nuovo da
INNOVARI Retrofuturo
innovari 24 Dicembre 2004 ­ 15:43
le cimabelle di alghe, ce le siamo dimenticate?
kl natale mi mette l'orticaria
meno male c'e' il foile
saluti
santuzzari
ilsantuzzari 24 Dicembre 2004 ­ 19:42
Un sieg heil di Buon Natale al suon di Johnny Rebel. Bianco Natal, insomma.
Forlivese 24 Dicembre 2004 ­ 22:07
...a vezzano ligure....
Perbacco spero tu vinca, almeno vedrai me saltuariamente nei feriali, al posto dei vecchi amici alle comandate.
Sei contento?
shesaidestroy 25 Dicembre 2004 ­ 00:13
buon natale a tutti i kameraden!! cmq cazzo è vero a natale spunta gente che non si rivedeva da millenni...
marmellatina 27 Dicembre 2004 ­ 15:29
update: la stessa combriccola di esuli si è poi ritrovata in altro locale due sere dopo dove, tra l'altro, sono stati projettati i famosi corti della volpofora. NESSUNO SI E' DEGNATO DI INVITARMI. rotoleranno teste per questo. tornatevene pure a leccare il culo al piotta, falliti.
onq 27 Dicembre 2004 ­ 20:28
e sangue sia
ilsantuzzari 28 Dicembre 2004 ­ 12:39
famosi corti della volpofora?
brullonulla 28/12/2004
QUALCUNO CI LEGGE ANCORA
Da: utente anonimo (IP: 80.181.210.89; email: [email protected])
Oggetto: MUORI
Data: 20 Dicembre, 2004 - 00:16
sei la peggior merda che sia mai esistita un nanetto moro con complesso di
inferiorità assoluto..Che c'è? Ti hanno violentato da piccolo? La mamma non
ti ha voluto bene? La tua prima ragazza ti ha mollato per un comunista? Sei
uno spezzino( e con questo ho detto tutto) e ti permetti di parlare male della
Sicilia(magari sei siciliano...), terra ricca di Cultura( con la C maiuscola non la
tua merda di cultura alternativa), sei un pozzo di ignoranza che spara una
marea di luoghi comuni(ti piace tanto questa parola:quando non sai che
dire..)
Il tuo blog potrebbe essere un bollettino leghista (e in fatto di ignoranza, non
so se mi spiego). Spero che un giorno qualche zingaro, siciliano, nero o
albanese insomma scegli tu, sappia delle tue cazzate e ti faccia fare la fine
che ti meriti(bruciato, decapitato, squartato..)
Amen
postato da onq | commenti (6)
Commenti
28 Dicembre 2004 ­ 14:50
Sono sconvolto...ma chi cazzo crede di essere 'sto censore? Te lo dico io che comunista non lo sono ma neanche diciamo...delle tue idee politiche, io sono di spezia e so chi sei...lo so fin da quando eravamo ragazzetti...posso non rispettare più di tanto alcune tue prese di posizione, ma credo che mai dal tuo blog è emersa ignoranza. La Sicilia è una terra ricca di Cultura, ma non è che i siciliani abbiano mai brillato per metterla in risalto. generalmente si sono limitati a stare zitti se qualcuno abusivamente si faceva beffe della natura e della Cultura del territorio, a stare in disparte mentre Falcone e Borsellino venivano uccisi, a spendere milioni in cibo e feste che sono residui di stupide credenze pagane mentre molti, sempre in Sicilia rubano per vivere ecc. (si potrebbe continuare una vita, ma non è nella mia cultura accusare, cerco comunque di farlo in maniera civile rispetto al nostro anonimo). Non credo nelle superiorità di una razza piuttosto che un'altra. Dico solo che a volte chi viene osteggiato a lungo e da gran parte della popolazione (parla un pò in giro e chiedi cosa pensa la gente dei siciliani) potrebbe, invece di fare la vittima, cercare di capire perchè. In sostanza, l'anonimo potrebbe avere ragione a sostenere che zingari, albanesi e siciliani non devono essere discriminati, ma non può farlo sparando merda su spezia e su onq; facendo così dimostra di non avere capito un gran chè di ciò di cui parla. Poi ripeto, non è che io la pensi come onq, anzi...
furious_g 28 Dicembre 2004 ­ 15:44
MOLTI NEMICI, MOLTO ONORE
e naturalmente
ME NE FREGO
marmellatina 28 Dicembre 2004 ­ 15:45
La Sicilia è una terra ricca di cultura... ma dove?!?!? La Sicilia è una terra ricca di rovine.
Forlivese 28 Dicembre 2004 ­ 19:58
Quest'anno Genova è stata la Capitale Europea della Cultura. Tuttavia non mi sembra che i genevosi siano ora più acCulturati. Forse manco di spirito di osservazione.
blumfeld 28 Dicembre 2004 ­ 20:03
lascia dir le genti, torre che non crolla all'impeto dei venti................
cararin 28 Dicembre 2004 ­ 20:06
io ti odio onq perchè non ricevo email come le tue.
brullonulla 28/12/2004
RECENSIONI DI TIPE / 7
la signorina "troppi cazzi nel culo"
la fauna umana che trovi ai concorsi pubblici è varia e
colorata. tra le diverse tipologie (cinquantenni devastati
dalla vita, falliti, sfigati, racchiette ansiose che fanno
domande sul layout da dare all'elaborato tipo "dobbiamo
rispettare i margini o dividiamo il foglio in due?", parvenu,
disperati, castighi dotati di preferenza secondo dpr 487/94,
sbranati dall'esistenza, ragionieri e geometri disoccupati di
lunga durata, precari, bionde scorreggione e stupefatti) merita particolare
menzione la c.d. "signorina troppi cazzi nel culo". la signorina troppi cazzi nel
culo è quella che di solito vince il concorso: ventinovenne che ha sempre
dimostrato fin dalla prima media e sempre dimostrerà 29 anni, coniugata a
giovane promessa della burocrazia catastale (o verniciatura di navi) di cui
sogna di emulare la carriera, laureata con lode in materie umanistiche grazie
ad una tesi in 28 volumi di cui 6 solo di illustrazioni di opere d'arte "per
inquadrare il periodo" preparata in 15 anni di erasmus, teutonicamente
sovrappeso, permanentata e tinta con l'oreal castano scuro riflessi ambra,
essa è lì ovunque ci sia qualcosa di pubblico. la trovi all'asl che ritira gli esami
di sua madre, alle poste è l'unica prima di te ma deve fare 48 raccomandate
e l'impiegato chiede per ognuna se vuole la ricevuta di ritorno o no e lei le
vuole tutte perché non si sa mai, all'università saltella cinciallegra tra
dipartimento e segreteria scartoffiando con le sue mani tozze la domanda per
la prossima borsa di studio che naturalmente vincerà, ai concorsi stelefonìna
ululando quando farsi venire a prendere con voce antipatica e attacca
discorso con la seconda più brutta dopo di lei, narrandole ogni particolare dei
71 concorsi che ha già fatto e fallito miserrimamente giacché "le domande
erano assurde", mettendo cieco terrore alla malcapitata e narrando in modo
che tutti ascoltino la conversazione ed eventualmente si uniscano ad essa
formando un crocchio ansioforo degno di essere trasformato in cratere. e, in
ognuna di queste occasioni, la signorina troppi cazzi nel culo ostenta il suo
essere a proprio agio. è nel suo ambiente, è una veterana e può consigliare e
guidare le matricole, scherza coi commissari, ridacchia, fa battute sperando
di far ridere gli ispettori, si offre volontaria per il sorteggio, ha un consiglio
disinteressato per qualunque problema possano incontrare i colleghi. è lei
che istruisce la racchietta sul layout da dare all'elaborato, è lei quella che
augura "in bocca al lupo", è lei quella che quando la commissaria dice "se
dovete andare in bagno fatelo ora" risponde "o mai più! ih ih ih" e la guarda
con sguardo complice. è lei che vincerà il concorso, se non questo il
prossimo, e diventerà finalmente una statistica.
postato da onq | commenti (2)
Commenti
29 Dicembre 2004 ­ 15:46
Si, mi sa che la conosco.
animadigomma 29 Dicembre 2004 ­ 19:26
Ti ho rubato un commento sul video 'The Weekend' e l'ho messo sul mio blog. Mi è piaciuto.
Ciao Flauto Mauto.
Psicovirginio
31/12/2004
BOSS DAMAGE
ultimo dell'anno, tempo di statistiche e propositi. alle statistiche ci pensa
shinystat: guardino che meraviglioso e costante incremento nelle visite
mensili del flauto mauto, guardino la curva perfetta che essi disegnano, e si
preoccupino poiché se questa curva dovesse continuare a crescere
seguendo la stessa equazione si arriverebbe presto all'incremento asintotico
verticale, e internet collasserebbe.
confrontino invece con il grafico di brullonulla: il suo incremento non lineare a
scalini lo qualifica come un pervertito specializzato in colpi di teatro sleali, e
indagare a quali post corrispondono tali salti non gli renderebbe onore. i suoi
commenti sono tuttavia diventati un newsgroup, ed hanno pure sostituito i
commenti di heidi666, che chi vuole lasciarle un commento e si scontra con
le bolle ora va a lasciarlo da lui. complimenti di fine anno quindi a brullonulla,
che ha trasformato il proprio blog in qualcosa di altro da sé, rendendo i post
praticamente ultronei.
mi piacerebbe ora assegnare il premio per miglior referrer del 2004, ma il
fatto di poterne visualizzare solo 20 per pagina mi scoraggia non poco, ed
assegnerò quindi solo il premio per miglior referrer di dicembre: "cazzo di
plastica per sert" e di novembre "cagnolini che fanno le cazzate".
passando ora ai propositi, il cancro bianco che sta divorando il mio template
lascia pochi dubbi su quale sia il primo proposito di onq per il 2005, sebbene
il primissimo sia quello di andare alla festa di stasera al banano tsunami di
genova, che come ogni altra festa o concerto o evento al quale ho
partecipato ultimamente è praticamente una blog fest, e ciò è male, ma io
porterò i miniciccioli. infine, quanti di voi hanno vissuto con preoccupazione le
voci circolanti circa un flauto mauto cartaceo si tranquillizzino: ciò non avverrà
mai. non posso ancora dire altrettanto per una retrospettiva cartacea dell'arte
brutta, che spero si faccia.
postato da onq | commenti (4)
Commenti
31 Dicembre 2004 ­ 13:12
a me i due grafici sembrano molto somiglianti. arrenditi, tu e brullonullo siete statisticamente correlati.
drpsycho 31 Dicembre 2004 ­ 13:24
Buon 2005!
INNOVARI Retrofuturo
innovari 31 Dicembre 2004 ­ 15:45
se chiude flauto mauto tolgo la connessione da internet...
non ci sarebbe più senso ada averla senza i post di onq...
hakan_sukur 31 Dicembre 2004 ­ 17:47
quanto al fade to white: anche heidi666 si è resa conto che 'sta moda delle chiusure è un piagnucoloso coup de theatre. suvvia. e poi bruko non si è ancora fatta viva. aspettiamola almeno, no?
quanto all'avanzata sullo shinystat: sebbene il tuo grafico sia leggermente più pulito, non si può certo dire che sia un'esponenziale armoniosa. entrambi abbiamo un salto decisivo a settembre, un plateau ad ottobre­novembre e un altro scatto a dicembre.
effettivamente ormai però la mia sezione commenti sembra un cazzo di forum di amiconi, il che mi lascia perplesso. molto perplesso. che faccio,li tolgo? no,perchè io sono vanitoso e mi piace il feedback, e non avremmo mai avuto daw senza i commenti, per dirne una. però. però. però.
infine, essere un pervertito specializzato in colpi di teatro sleali è solo onore, e lo sai.
brullonulla 01/01/2005
AVETE FATTO INCAZZARE POSEIDONE
la festa transgender al banano tsunami
devo essere il primo in piedi stamattina, onq veglia
sobrio su di voi coi postumi. la blogfesta di ieri, nonostante
si tenesse nell'equivalente genovese de "i gabbiani" del
molo di spezia, ha meritato per la sua aria di diffusa
marzialità. le presentazioni con blumfeld si sono svolte in
un clima da telegiornale di dittatura militare, poiché
entrambi sapevamo di conoscerci già di persona da tempo
per via di qualche concerto al milk o al fitz* e di tacito
accordo abbiamo finto di conoscerci lì per la prima volta. la
ragazza che gli si accompagnava che non si è capito se era
la sua ragazza o un'amica o la sorella, mi ha confessato di essere la ary dei
commenti del post sulla puttana morta, in tale frangente da me accusata
prima di essere ammiratirce di goebbels, poi di essere di CL. ha detto che
effettivamente è di CL ed ha una certa ammirazione per goebbels, ma lì nei
commenti non voleva darmi ragione per non esporsi alle critiche. io ridevo
perché non mi ricordavo bene il thread e temevo di essermi lasciato andare
un po' troppo, ma stamattina la prima cosa che ho fatto è stata andare a
controllare, per vedere se l'avevo trattata troppo male, e non mi è parso. di
strano c'è però una cosa: ary parlava di sé al maschile.
*oggi un raviolo ripieno di negri
postato da onq | commenti (15)
Commenti
01 Gennaio 2005 ­ 12:27
Beh, se le cose devono essere chiare, non è chiaro nemmeno se la ragazza che era con te era ragazza, amica o sorella. E questo getta sul concerto di ieri sera un ombra di perversione o lascivia (a seconda dei gusti).
P.S.: mi dissocio dalla definizione di "blogfest". Le blogfest non esistono.
blumfeld 01 Gennaio 2005 ­ 13:18
io quando ho sentito napo smazzare la traccia numero 9 di vocapatch ­e quando aiki mi ha detto che l'ha fatta perchè gli avevo detto il giorno prima che la sentivo sempre in autoradio col coinquilino­ stavo per piangere.
brullonulla 01 Gennaio 2005 ­ 15:44
a me non funzionava metà della strumentazione e ho dovuto arrangiarmi con mezzi di fortuna, porco dio.
heidi666 01 Gennaio 2005 ­ 17:44
Un saluto dall’accompagnatore nazi­gay di blumfeld…
jaryg 01 Gennaio 2005 ­ 20:51
Ma che bel risultato. Voi discutete e intanto io passo per buliccio.
blumfeld 01 Gennaio 2005 ­ 21:16
prima o poi doveva saltar fuori, no?
brullonulla 01 Gennaio 2005 ­ 21:27
Tranquilli, blumfeld non è buliccio e io sono "trans" solo in rete... capirai per discutere con dei maschiacci in blog ad alto tasso di bestemmie è meglio passare per maschio...
jaryg 01 Gennaio 2005 ­ 22:53
ho riletto quei commenti e Ary e' molto ok.
per cui affrettatevi a chiarire se era fidanzata, sorella o pornoamica di blumfeld, in modo da sapere se saro' un giorno costretto, per averla, a lottare con lui in una dirty arena.
drpsycho 01 Gennaio 2005 ­ 23:03
"ma lì nei commenti non voleva darmi ragione per non esporsi alle critiche."
ah,beh.se questo è vero,i suoi commenti assumono un non­so­che di paraculismo.
Numbkid 02 Gennaio 2005 ­ 11:24
DrPsycho, dopo una simile affermazione non so se un eventuale incontro di persona potrà essere amichevole. Mettiamola così: le legioni di Satana ti attendono.
blumfeld 02 Gennaio 2005 ­ 11:41
Il punto è proprio questo, la sera di capodanno io non ho mai detto ad onq di essere di CL e tanto meno ammiratrice di Goebbles (anzi...). Gli ho solo confessato di aver discusso con lui in un thread sul suo blog sotto il nome di Ary. Quindi direi che chi ha peccato di paraculismo non sono di certo io...:)
jaryg 02 Gennaio 2005 ­ 15:31
sì ma parlare di sè al maschile e poi firmarsi ary... capisci bene... non esiste il nome arianno, semmai ariano (o aristide), e questo ti conferma come filonazista di stampo goebbelsiano.
onq 02 Gennaio 2005 ­ 15:59
Guarda, in onore al tuo accostamento qualche volta mi sono anche firmata JosieG, ma ciellina no, con questo hai passato tutti i limiti...
jaryg 02 Gennaio 2005 ­ 22:01
ma infatti goebbels era venuto subito all'inizio, la questione di cl era saltata fuori solo in un secondo momento, dopo un adeguato approfondimento del discorso...
onq 02 Gennaio 2005 ­ 23:12
Mmmh ho un vuoto di memoria... mi sfugge l'"adeguato approfondimento del discorso" da cui è scaturita la "questione di cl"; forse ero distratta, o forse per qualche minuto il mio cervello ha captato le frequenze di "Radio Maria" facendomi perdere per un pò la capacità di intendere e di volere...
jaryg 05/01/2005
Da: ONQ
A: '[email protected]'
Oggetto: tragedia oceano indiano
Stimato direttore,
ci rammarichiamo del silenzio dei media circa le
vittime illustri occidentali nella tragedia di phuket. Tra
queste vorremmo fosse almeno ricordata dal vostro
telegiornale la scomparsa di Mieszko Talarczyk,
cantante del gruppo svedese dei NASUM.
Con stima,
luca - la spezia
postato da onq | commenti (4)
Commenti
05 Gennaio 2005 ­ 12:53
anche se a cremona mi hanno un po rotto i coglioni, porgo il mio piu sentito rispetto a mieszko dei nasum.......
...... non è che se la sta facendo a nuoto fino a las*pezia????
cararin 07 Gennaio 2005 ­ 13:37
..si... ma ... pero'... ilsantuzzari 07 Gennaio 2005 ­ 23:59
vergogna!
dhalgren 08 Gennaio 2005 – 02:25
.... questa non la sapevo. Ho accusato.
shesaidestroy FLAUTO MAUTO
fade to white - phase 4
08/01/2005
postato da onq | commenti (7)
Commenti
08 Gennaio 2005 ­ 15:17
a presto.
brullonulla 08 Gennaio 2005 ­ 15:50
già. a presto.
blumfeld 09 Gennaio 2005 ­ 22:24
merda d'artista.
Numbkid 09 Gennaio 2005 ­ 23:51
m'bè???? non ci vedo piu......
cararin 10 Gennaio 2005 ­ 10:43
geniale...stop
furious_g 10 Gennaio 2005 ­ 16:20
WHITE POWER.
Forlivese 10 Gennaio 2005 ­ 16:55
Da oggi Autechre è caldo, accogliente e spiritoso. L O R è
Guraindocoa
FLAUTO MORTO

Documenti analoghi