Le 1 9 JH

Commenti

Transcript

Le 1 9 JH
1111111111111111111111111
0120900114
1
19 JH . ,
-T I CJH /ITH
Le
N• .......(?.(2/.~ .........••
Italy
11
Sommario dell’Inventario Italiano
L’Inventario Italiano per la Falconeria può essere consultato online all’indirizzo:
http://iccd.beniculturali.it/paci/iccd/cards/ricercaPaci
La seguente numerazione delle schede di catalogo segue la successione di visualizzazione
dell’inventario italiano per la Falconeria accessibile all’indirizzo sovramenzionato.
Numero di Inventario
ICCD_MODI_8901411305241
SigecWeb_Falconeria_001
Categoria
Titolo
conoscenza,
Falconeria: Coppaloni e lo stile italiano
tecniche
Estratto dalle fotografie
Renz Waller e Ernesto Coppaloni al centro della fotografia
ICCD_MODI_7142385535241
SigecWeb_Falconeria_008
Rappresentazion Falconeria: raduno della comunità dei
2 fotografie
e,
falconieri a Vivaro
2 video
Estratto dalle fotografie
Raduno Internazionale di Falconeria, organizzato dal Circolo Falconieri del
Friuli-Venezia Giulia, nel Gennaio 2013 a Vivaro
ICCD_MODI_1103181535241
SigecWeb_Falconeria_007
conoscenza,
Falconeria: saper fare sull’utilizzo del
2 fotografie
tecniche
‘logoro’ per richiamare il falco
2 video
Estratto dalle fotografie
Prima di utilizzare il logoro per richiamare il falco, occorre legare un piccolo
pezzo di carne per offrirgli una ricompensa positiva nel momento del
richiamo.
ICCD_MODI_3663537805241
SigecWeb_Falconeria_002
conoscenza,
Falconeria: conoscenza del modo di
tecniche
richiamare il falco al pugno
Estratto dalle fotografie
Il falco è appena stato richiamato sul pugno del falconiere.
3 fotografie
1 video
ICCD_MODI_1871160705241
SigecWeb_Falconeria_004
conoscenza
3 fotografie
8 video
Falconeria: conoscenza sull’origine della
falconeria in Italia
Allegati
3 fotografie
2 video
Estratto dalle fotografie
Scozia, Umberto Caproni valuta quale falco pellegrino utilizzare per il
prossimo volo. I falchi vengono trasportati con un apposita struttura chiamata
#gabbia#
ICCD_MODI_3551239925241
SigecWeb_Falconeria_003
conoscenza,
Falconeria: conoscenza sull’utilizzo del
4 fotografie
tecniche
cappuccio
2 video
artigianali
Estratto dalle fotografie
Cappuccio #Arabo# creato dal falconiere e artigiano Giovanni Camerini,
utilizzato nel video Storia della Falconeria Italiana presentato durante il
Falconry Festival 2011 ad Al Ain, UAE
ICCD_MODI_5703041635241
SigecWeb_Falconeria_009
conoscenza,
Falconeria: conoscenza della pratica della
4 fotografie
tecniche
falconeria a cavallo
2 video
Estratto dalle fotografie
Abazia di Vezzolano, Albugnano, Piemonte. Frammento di un affresco
rappresentante la legenda dei tre vivi e dei tre morti. I Cavalieri sono
rappresentati con il falco sul pugno a testimonianza della loro nobiltà e stato
sociale.
ICCD_MODI_3694545925241
SigecWeb_Falconeria_005
conoscenza,
Falconeria: tecniche di controllo delle
2 fotografie
tecniche
specie invasive
2 video
Estratto dalle fotografie
Daniel Miconi presso l’aeroporto di Rivolto con il falco utilizzato per il
controllo delle specie invasive.
ICCD_MODI_3621974035241
SigecWeb_Falconeria_006
conoscenza,
Falconeria: tecniche di veterinaria per i
4 fotografie
tecniche
rapaci
2 video
Estratto dalle fotografie
Ospedale dei Falchi a Dubai. Il dott.re Antonio Somma sta esaminando le
zampe di un falco affetto da #bumblefoot#, un’infezione molto pericolosa che
può portare il falco alla morte se non trattata in tempo e nel modo corretto.
ICCD_MODI_7899517635241
SigecWeb_Falconeria_010
conoscenza
Falconeria: valore spirituale della
3 fotografie
falconeria ai tempi dei Gonzaga
2 video
Estratto dalle fotografie
Una delle innumerevoli lettere scambiate tra i principi Gonzaga e i loro
falconieri, analizzate in anni di pazienti ricerche presso l’Archivio di Stato di
Mantova dallo storico Giancarlo Malacarne.
Summary of Italian Inventory
The Italian Inventory for Falconry can be consulted online at the URL:
http://iccd.beniculturali.it/paci/iccd/cards/ricercaPaci
The subsequent numbering of the cataloguing cards follows the display sequence of the
Italian Inventory of Falconry accessible at the overmentioned online address.
Number of Inventory
ICCD_MODI_8901411305241
Category
Title
knowledge,
Falconry: Coppaloni and the Italian style
techniques
Extract of photos
Renz Waller and Ernesto Coppaloni in the center of the image
ICCD_MODI_7142385535241
Representation,
Falconry: field meeting of falconers in
2 photos
show
Vivaro
2 videos
Extract of photos
International Meeting of Falconry, organized by Circolo falconers of FriuliVenezia Giulia, in January 2013 Vivaro
ICCD_MODI_1103181535241
knowledge,
Falconry: know how to use the ‘lure’ to
2 photos
techniques
call the falcon
2 videos
Extract of photos
Before using the lure to call the falcon must tie small pieces of meat that will
provide a positive reward to her.
ICCD_MODI_3663537805241
knowledge,
Falconry: knowledge on the call of the
techniques
falcon on the fist
Extract of photos
The falcon has been recalled on the fist of the falconer
3 photos
1 video
ICCD_MODI_1871160705241
knowledge
3 photos
8 videos
Falconry: knowledge about the origin of
falconry Italian
Attachments
3 photos
2 videos
Extract of photos
Scotland, Umberto Caproni choose the peregrine falcon to be used for the next
flight. The falcons are transported through the use of a #cage#
ICCD_MODI_3551239925241
knowledge,
Falconry: knowledge on the use of the
4 photos
techniques,
hood
2 videos
craftsmanship
Extract of photos
#Arab# hood created by the falconer and artist Giovanni Camerini, used in the
video History of Italian Falconry presented during the Falconry Festival 2011
in Al Ain, UAE
ICCD_MODI_5703041635241
knowledge,
Falconry: knowledge on falconry on
4 photos
techniques
horseback
2 videos
Extract of photos
Abbey Vezzolano, Albugnano, Piedmont. Fragment of fresco depicting the
legend three three living and the three dead. The Knights are represented with
the falcon on the fist to witness their nobility and social status.
ICCD_MODI_3694545925241
knowledge,
Falconry: techniques of birds control
techniques
Extract of photos
Daniel Miconi in the airport with falcon for bird control
ICCD_MODI_3621974035241
knowledge,
Falconry: veterinary techniques for
4 photos
techniques
raptors
2 videos
Extract of photos
Falcon Hospital Dubai. The dott.re Antonio Somma care of the foot of a falcon
suffering from #bumblefoot#, a plague due to a very insidious infection that
can lead to death if the falcon is not treated in time and properly.
ICCD_MODI_7899517635241
knowledge
Falconry: spiritual value of falconry at the
time of the Gonzaga
2 photos
2 videos
3 photos
2 videos
Extract of photos
One of the countless letters exchanged by the Gonzaga princes with their
falconers, analyzed after years of patient research at National Archive of
Mantiva by the scholar Giancarlo Malacarne.
English Translation of the SIGECWEB Page of the general track of the MODI form
used for Italian Inventory of the Unesco Intangible Cultural Heritage, managed by
the ICCD, Central Institute for the Cataloguing and Documentation of the Ministry
of Cultural heritage and activities and Tourism (MIBACT).
CD-Identification
TSK- Type Form
CDR- Region Code
CDM-Form Code
ESC- Organisation responsible for the Inventorying
OGM- Means and instruments used for the identification (of the element)
OG- Entities (Definition of the intagible cultural heritage)
AMB- Safeguarding Field MIBACT
AMA-Field of application
CTG- Categories (domains)
OGD-Definition (Name)
LC-LOCATION (geographical)
LCS- State (Name)
LCR- Region (Name)
LCP-Province (Name)
LCC-Municipality (Name)
LCL- Place (Name)
DT- CHRONOLOGY
DTR- Chronological (Hystorical-Temporal) References (of the content of Modi single
card)
CM-CERTIFICATION AND DATA MANAGMENT
CMR- Responsible of the contents
CMC- Responsible of the research and drafting
CMA- Year of drafting
CMM- Purpose of the MODI drafting
ADP- Access Profile
DA-ANALYTICAL DATA
DES- Description
NSC- hystorical information
RI- INTANGIBLE CULURAL ENTITIES (AS A PART OF THE) HERITAGE SURVEY
RIM- Survey/Context
CAO- Occasion
CAOD- Definition of the occasion (In case of particular event or circumstance)
DO-DOCUMENTATION
FTA- Photographic documentation
FTAN- Code of identification
FTAX- Genre
FTAP- Type
FTAF- Format
FTAM- Title of caption
FTAD- Chronological (Hystorical-Temporal) References (of the photo content)
FTAK- Name of the digital file
VDC- Audio-visual documentation
VDCN- Identification code
VDCX- Genre
VDCP- Type/Format
VDCA- Name / Title
VDCR- Author
VDCD- Chronological (Hystorical-Temporal) References (of the audiovisual content)
VDCE- Ownership
VDCK- Name of the digital file
BIB- BIBLIOGRAPHY
BIB- Abbreviation
BIBX- Genre
BIBF- Type
BIBM- Complete bibliographic reference
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password
[ logout 1
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Ricerca
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
Indici - risultati
1[
home
1[
manua listica
1[
modifica anagrafica utente ]
Y
"
TSK - Tipo module
MODI
COR - Codice Regione
03
COM - Codice Modulo
ICCD_MODI_8901411305241
ESC - Ente schedatore
ICCD
ECP - Ente competente per tutela
ICCD
OGM - Modalita' di individuazione
documentazioni audio-visive
OGM - Modalita' di individuazione
fonti orali
OGM- Modalita' di individuazione
dati di archivio
OG- ENTITA'
AMB- Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA - Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
saperi, tecniche
OGD- Definizione
U: - LOCJ\UUAnONE
-
-
Falconeria: Coppaloni e la stile italiano
-
-
LCS- Stato
!TAU A
LCR - Regione
Lombardia
LCP - Provincia
PV
LCC- Comune
Corteolona
LCL- .I.Q!;;!J.ita'
CORTEOLONA
-
-
-
OT - CRONOLOGIA
DTR- Riferimento cronologico
1950-1960
CM - CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR- Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia ( catalogatore)
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMA - Anno di redazione
2015
CMM - Motive della redazione del
MODI
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003
Falconeria
ADP - Profile di accesso
1
1
Per stile Italiano o alia #Coppaloni# s'intende un nuovo stile di vola e di
addestramento dei falchi, nonche una differente filosofia di interpretare l'arte
della falconeria. 11 dottor Ernesto Coppaloni, farmacista, medica, scultore
eclettico, cinofilo e allevatore di pointers, non ha lasciato nulla di scritto sulle
sue tecnlche e teorie, che sono state tramandate oralmente dai suoi discepoli.
Coppaloni era so lite ricordare queste importanti linee guida: - Dopa aver
lanciato il falco, tenere le manl in tasca fino a quando il rapace non ragglunge
DES - Descrizione
l'altezza ottimale per la caccia; - Mostrare il logoro, significa dare if logoro; Amare i propri falchi. Queste tre semplici regale era no per Coppaloni l'essenza
stessa del vola, mentre tutto il resto era solo tecnica che poteva essere
adottata in base alle diverse circostanze. Un'altra raccomandazione di Coppalon i
era quella di ricercare prima di tutto la purezza delle stile di vola che doveva
essere sempre perseguito anche a costa di limitare if numero delle catture.
Provava errore (a meglio compassione) per if falchi ammaestrati come gli
animali del circa. Egli viveva l'amore per il falco come identificazione, cioe il
trasferire il proprio #io# in quell'essere lanciato lassu tra le nubi. 11 falco era il
mezzo con cui lo spirito del falconiere si libera di tutti i vincoli materiali e
raggiunge l'apice dell'emozione; identificazione che pen) non pub peril avvenire
con un animale dominate e privo della propria dignita. Negli anni '60, Coppaloni
dimostro il suo stile di vola durante un raduno in Spagna, organizzato da Felix
Rodriguez de la Fuente, il quale cacciava le pemici a #cui leve#; la sua
dimostrazione di volo fu accolta con grande entusiasmo. Fulco Tosti di
Valminuta, prima allievo di Coppaloni, trascorse in seguito quasi due anni a
Torrejon vicino a Madrid, mostrando ai falconieri spagnoli il metodo Coppaloni.
Nel 1967 Coppaloni organizzo un incontro a Settevene, vicino a Roma. Tra i
molti falconieri che parteciparono afl'incontno, vi erano anche 11 grande Renz
Wailer, Presidente dei Falconieri Tedeschi, Jack Mavrogordato, Mrs. Wood ford e
Charles De Ganay. Alia fine dell'incontro, dopa moltissimi voli e catture, vi fu
l'indimenti- ea bile vola dell a pellegrina di Frikki Pratesi, chiamata #Fulvia #, la
quale sail in verticale sopra al suo falconlere, fino a non essere piu visibile, per
poi scendere, in modo assolutamente sorprendente, in picchiata sopra a una
stama. In quell'occasione Renz Wailer, dichiaro con schiettezza: i pifferi di
montagna vennero per suonare e furono suonati! riferendosi alia bellezza
esaltante di quei voli ed ai falconieri tedeschi che credevano di aver tutto da
insegnare. Duranti I vari radunl nei paesi europei queste incredibili
dimostrazioni di volo di Coppaloni e dei suoi allievi Fulco Tosti, Frikk1 Pratesi,
Gian Piero del Mastro Calvetti e Umberto Caproni, erano tanto frequenti che
presto furono chiamate da tutti lo #Stile !taliano# . In concluslone, la stile
italiano o alia Coppaloni anche uno stile di vita e di grande rispetto per la
dignita dei nostri rapaci .
Tra i discepoli di Coppaloni che hanno contribuito a trasmettere il suo stile di
vola e importante ricordare il genovese Nino Ghia. Si e conservato un carteggio
di una certa consistenza tra Coppaloni e Nine Ghia. Francesco Pestellin i in
FALCONERIA MODERNA, 1941, nel capitolo XIV intitolato UNA PARTITA DI
e
NSC - Notizie storico critiche
CACCIA A CORTEOLONA parla proprio del dottor Coppaloni . Descrive
l'abitazione dei Coppaloni presso Corteolona nella pianura pavese : dal portone
entriamo nell'immenso cortile dei Coppaloni, chiuso in un quadrilatero di
stanze, adibite un tempo ad una filanda . Latrati di bell issimi can i da caccia e
grida altissime di falchi alia pertica animano questo grande piazza le ... Feli x
Rodriguez De La Fuente in EL ARTE DE CETRERIA, 1965, inserisce un intero
capitolo dal titolo IL FALCO LANARIO E L'ALFANETTA scritto da Coppaloni . De la
Fuente a questo proposito cita : ho avuto la fortuna che il falconiere che conosce
meglio illanario in Europa, il dott. Coppalon i, Presidente del Circolo Falconieri
d'Italia, abbia accettato dl scrivere un articolo su questo falco .... col suo
contribute arricch isce questo testa e m~tte a disposizione l'abbondante e
incalcolabile esperienza. Sono felice e onorato dl cedere la penna al prestigioso
falconiere italiano.
RI · RRE11AMENTO a.ITITA'
IMMATERIAU
RIM- Rilevamentojcontesto
rilevamento non definibile
CAD - OCCASIONE
CAOD - Denominazione
--
occasione lndeterminata
-
10.0 • 0-DC:UMilNTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_001
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
fotog rafia digitale (file)
FTAF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Ernesto Coppalon i con un falco sui pug no
FTAD - Riferimento cronologico
XX
FTAK- Name file digitale
Falconeria_ FTA_OOl.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_002
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM • Titolo/didascalia
Primi falconieri italiani in visita a Birichin . Da sinistra: Umberto Caproni, Jack
Mavrogordato, Ernesto Coppalonl , Frikki Pratesi, Del Mastro, James Robertson
Justice e Roger Upton
FTAD - Riferimento cronologico
1967
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_ FTA_ OOJ
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Ernesto Coppaloli (a destra) con Renz Wailer presidente dei falconieri tedeschi
(al centra) e Jack Mavrogordato.
FTAD- Riferimento cronologico
1967
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_ OOJ.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_ FTA_004
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FT AF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Cena in occasione del raduno organizzato da Coppaloni nel 1967 a Settevene,
v icino a Roma . Tra i molti falconieri che parteciparono all'incontro, vi erano
anche il Renz Wailer, Presidente del Falconieri Tedeschi, Jack Mavrogordato,
Mrs. Woodford e Charles De Ganay.
FTAD- Riferimento cronologico
1967
FTAK - Nome file digitale
Falconeria_FTA_004.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_ FTA_OOS
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Renz Wailer ed Ernesto Coppaloni al centro dell'immagine
FTAD- Riferimento cronologico
1967
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_OOS.jpg
VDC - DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VOCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_OO 1
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VOCA- Denominazione/titolo
Nel mondo degli animali
VDCR - Autore
Istituto Luce
VDCD - Riferimento cronologico
1954/08/06
VOCE - Ente proprietario
Archivio Storico Luce
VDCK- Nome file digitale
Falconeria_VDC_001.mp4
VDC • DOCUMENTAZIONE VIOEO-CINEMATOGRAFICA
VOCN - Codice identificativo
Falconeria_ VDC_002
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
VDCA- Denominazione/titolo
file digitale
Un antico modo di caccia ri evocato ai nostri giorni
VDCR - Autore
Istituto Luce
VDCD- Riferimento cronologico
VOCE- Ente proprietario
VDCK - Nome file digitale
BIB - BIBUOGRAFIA
BIBR - Abbreviazione
BIBX - Genere
BIBF- Tipo
BIBM - Riferimento
bibliografico completo
BIB - BIBLIOGRAFIA
BIBR - Abbreviazione
BIBX - Genere
BIBF- Tipo
BIBM - Riferimento
bibliografico completo
BIB - BIBUOGRAFIA
BIBR - Abbreviazione
BIBX - Genere
BIBF- Tipo
BIBM - Riferimento
bibliografico completo
Modlflca
Stam i)I!Jj Storia
Indletro
-
'IJarslone: 1.3.9
-
-
-
-
I
1943/01/15
Archivio Storico Luce
Falconeria_VDC_ 002 . mp4
TRAVERSO 2013
bibliografia specifica
monografia
Traverse Amedeo, Falconeria con la stilografica, Roma 2013.
PIAZZA 2014
bibliografia specifica
monografia
Piazza Fabrizio, Falco in aria, mani in tasca, 2014
DE LA FUENTE 1965
bibliog rafia specifica
libro
De La Fuente Fel ix Rodriguez, El arte de cetreria, Barcellona 1965
MODI 1.06 ICCD_MODI_8901411305241 (SigecWeb_Falconeria_001)
Falconry: Mr. Coppaloni and the Italian Style
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
“Italian Style” or “Coppaloni Style” means a new style of flight and of training of hawks and a
different philosophy of interpreting the art of falconry.
Dr. Ernesto Coppaloni, was a pharmacist, doctor, eclectic sculptor, dog lover and judge of
racing dogs, breeder of pointers, and he never left a paper on his work or his hunting
tecniques, that have been passed down verbally to his disciples.
Coppaloni used to remember these important guidelines:
- After launched the falcon, keep your hands in your pocket until the hawk doesn’t reach the
optimum height for hunting;
- Show the lure, means giving the lure;
- Loving one’s own bird of prey.
These three simple rules were the essence for the Coppaloni Style, while everything else was
only technique that could be adopted according to different circumstances. Another
recommendation of Mr. Coppaloni was to seek first of all the purity of the style of flight that
was to always be pursued even at the cost of limiting the number of quarry cached.
He was horrified (or felt compassion) for the falcons trained like circus’ animals.
His love for the falcon was felt as identification, that is transferring his own “self ” into that
creature flying in the skies among the clouds. The falcon is the medium with whom the
falconer frees himself from material constraints and attains the summit of emotions. That is
the reason why such identification cannot take place with a dominated and dignity deprived
animal.
In the Sixties, he demonstrated his hunting style during a meeting in Spain, where Felix
Rodriguez de la Fuente was flying “cul levé” at the red-legged partrige with falcons; his
performance was received with enthusiasm. Fulco Tosti di Valminuta, the first disciple of
Coppaloni, spent two years on Torrejon airport, near Madrid, to explaining to Spanish
falconers the Coppaloni’s technique.
In 1967 Coppaloni organized an International meeting in Settevene, near Rome. Among the
people attending the meeting there was the great Renz Waller, President of German
Falconers, Jack Mavrogordato, Mrs. Woodford, Charles De Ganay and many others.
At the end, after many hunting fligts, there was the unforgettable flight of Frikki Pratesi’s
peregrine, named Fulvia. She performed all her pitch over the falconer, but remaining
completely out of sight, till the descent to stoop her grey partridge in an astonishing way.
On that occasion Renz Waller, an exquisite and nice man, told a German sentence that
translate sound more or less as “many go out for wool and come home shorn”.
His sentence was referred to those beautiful and exciting flights of Frikki Pratesi and to
German falconers that were thinking to be the only repository of true falconry techniques.
Coppaloni, along with Fulco Tosti, Frikki Pratesi, Gian Piero del Mastro-Calvetti e Umberto
Caproni, all his disciples, attended quite often the meetings held in various European
countries exhibiting what was rapidly defined the Italian Style.
In conclusion, Italian or Coppaloni style is primarily a lifestyle and great respect for the
dignity
of
the
birds
of
prey.
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) ( cambia Password ] [ home ] [ manualistlca ] [ modifica anagrafica utente ]
[ logout]
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Ricerca
Control la
Area Trasferimenti
Strumentl
Modelli
Indici - risultati
..,.
TSK - Tipo modulo
....
.
MODI
COR - Codice Regione
09
CDM - Codice Modulo
!CCD MODI_3663537805241
ESC - Ente schedatore
ICCD
ECP- Ente competente per tutela
!CCD
OGM - Modalita' di individuazione
OG-I!NTITA'
AMB - Ambito di tutela MiBACT
documentazioni audio-visive
etnoantropologico
AMA - Ambito di applicazione
entita immaterial!
CTG - Categoria
saperi, tecniche
OGD - Definizione
Falconeria: saperi sui richiamo del falco al pug no
LC - LOCALillAZIONE
LCS- Stato
ITALIA
LCR - Regione
Toscana
LCP - Provincia
SI
LCC- Comune
Siena
LCI - Indirizzo
Piazza del Campo
DT • - CRONOLOGJA
DTR- Riferimento cronologico
-
2002
CM - CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR - Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (coordinatore del progetto)
CMA - An no di redazione
2015
CMM - Motivo della redazione del
MODI
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003
ADP - Profile di accesso
DA- DATI ANALITICI
DES - Oescrizione
!I conte Alduino Ventimilia dl Monteforte mostra come rlchiamare il falco al
pug no sollecitandolo a tornare da grande distanza ripetendo gestualita a lui
note e richiami vocali. ll pugno del falconiere, protetto con un apposite guanto
in cuoio, regge un piccolo pezzo di cibo. L'addestramento del falco a ritornare
dal falconiere avviene unicamente per mezzo del rinforzo positive. E' preferibile
richiamare il falco chiamandolo per nome invece che utilizzando il fischietto. !I
richiamo al pugno, a distanze sempre crescenti, il prime esercizio che si
insegna al falco dopa che inizia a mangiare tranquillo sui pugno. !I prima salto
dal posatoio al pug no del falconiere sempre un memento di grande emozione
sla peril falconiere che peril falco che dimostra di pater fidarsi del falconiere
saltando sui suo pug no dove verra ricompensato con un piccolo boccone di cibo
(rinforzo positive) . Dope 11 prima salto, la distanza viene incrementata sempre
piu. I falchi ben addestrati ritornano al pugno anche se richiamati mentre sono
il vola libero.
e
e
e
Alduino Ventlmiglia di Monteforte un conte italiano che, con passione insolita,
si dedicate alia rinascita della falconeria di alto vole a cavallo come praticato
dai suoi antenati nel Medioevo. Questa tipologia di falconeria combina l'uso di
tre animali: falco, cani e cava Ill. 11 documentario #Falconarius, 11 nobile
NSC - Notizie storico critiche
falconiere# presenta l'evoluzione di quella che diventata una vera e propria
arte della caccia , codificata dall'imperatore Federico 11 nel famoso trattato De
Arte Venandi cum Avibus, girato nella splendida cornice della Toscana, che
rivela che questa antica arte prima di tutto una filosofia di vita che promuove
il rispetto per la natura e l'anmonia con essa.
RI - RILEVAMENTO ENTITA' IMMATERIAL!
e
e
e
RIM- Rilevamento/contesto
rllevamento decontestualizzato
DRV- DATI DI RILEVAMENTO
DRVL - Rilevatore
Cimberio, Patrizia
DRVD - Data del rilevamento
2015
CAO • OCCASIONE
CAOD - Denominazione
occasione indeterminata
ATI- ATTORE INDIVIOUALE
ATIR- Ruolo
Falconiere
ATID- Nome
Alduino Ventimilia di Monteforte
ATIA- Note
Aldino Ventimiglia di Monteforte, ad oggi quasi sessantenne, ha incominciato la
falconeria 25 anni fa sulle Madonie, le grandi montagne della Sicilia . Dope una
laurea in agraria a Catania, dope I' avventura dei fieri nelle serre del Ragusano,
dopa il servizio militare al Centra allevamento e rlfornimento quadrupedi d1
Grosseto - i cavalli, altra attrazlone fatale per Alduino - il falconiere venuto da l
sud si spostato in Toscana vicino a Siena fondando I' "Accademia Italiana
Cavalier! di Alto Vola". Per ann i ha svolto ricerche per individuare i cavalli dell'
antica razza di Persano, selezionata proprio da Federico ll, I' unica italiana
riconosciuta a livello internazionale.
DO· DOCUMENTAZIONE
e
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_008
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitate)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Ghepp io rich iamato dal falconiere sui pug no con l'offerta di un piccolo pezzo di
cibo
FTAD- Riferimento cronologico
XXI
FTAK- Nome file digitate
Falconeria_FTA_008.jpg
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_Ol4
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitate MPG
VDCA- Denominazione/titolo
Il conte Alduino Ventimilia da Monteforte richiama il suo falco dalla Torre di
Piazza del Campo a Siena
VDCR - Autore
Lesaux Jean-Michel, Uvermore Peter
VDCD - Riferimento cronologico
2002
VOCE - Ente proprietario
Hibou Production
VDCW - Indirizzo web (URL)
http:/ jwww. cultureunplugged .com/play/5887/Fa lconarius- -the-Noble-Falconer
I Modlfica !I
' Indletro
Slllmea
!I
Storfa
I
I
-
Venlono; 1,.3..'11
I
MODI 1.06 ICCD_MODI_ 3663537805241 (SigecWeb_Falconeria_002)
Falconry: knowledge on the call of the falcon on the fist
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
The Count Alduino Ventimiglia of Monteforte shows how to call back the falcon from a long
distance, repeating gestures known to her and voice calls. The fist of the falconer, protected
with a special glove in leather, is holding a small piece of food.
The training of the falcon back to the falconer takes place only by means of positive
reinforcement. It is better to call the falcon by name instead of using the whistle. The calling
back to the fist, at ever increasing distances, is the first exercise that is taught to the falcon
after she start eating comfortable on the fist.
The first jump from the perch to the falconer's fist is always a very exciting moment for both
the falconer both for the falcon that shows that she can trust on the falconer jumping on his
fist, where she will be rewarded with a small bite of food (positive reinforcement). After the
first jump, the distance is increased more and more. A well-trained falcons return to falconer’s
fist even if called while they are free flying.
I
ECWEB
utente connesso Patrl2la Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconer! a - Catalogatore ) ( cambia Password ] ( home ] [ manualistica ] [ modifica anagrafica utente )
[ logout)
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Rice rea
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
MODI 1.06 ICCD MODI 3551239925241: Falconeria: sap eri sull'utilizzo del capAuccio
CD - IDENTIFICAZIONE
..
TSK - Tipo modulo
MODI
CDR - Codice Regione
09
CDM - Codice Modulo
ICCD_MODI_ 3551239925241
I:SC - Ente schedatore
ICCD
ECP - Ente competente per tutela
ICCD
OGM - Modalita' di individuazione
dati di archivio
OGM - Modalita' di individuazione
fonti orali
OG- ENTITA'
lndici - risultati
L_____
- -- - - - - -- --
AMB- Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA - Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
saperi, tecniche
OGD - Definizione
Falconeria: saperi sull'utilizzo del cappuccio
LC - LOCALIZZAZIONE
LCS- Stato
ITAUA
LCR- Regione
Toscana
LCP - Provincia
PI
LCC- Comune
Casale Marittimo
LCL- Localita'
CASALE MARffiiMO
DT • CRONOLOGIA
DTR - Riferimento cronologico
-
CM -
CEll11FICAZIO rj ~;
1::
G~OffE
XXI
OD DAn
-
CMR- Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMA - Anno di redazione
2015
CMM - Motivo della redazione del
MODI
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003 1
Falconeria
ADP - Profilo di accesso
OA - DATI ANALITICI
L'utilizzo del cappuccio e state introdotto in Italia dall'imperatore Federico li di
Svevia che ne spiega lungamente l'utilizzo nel suo trattato di falconeria #De
Arte Venandi cum Avibus# dope averne appreso l'efficacia dai falconieri a rabi.
Prima dell'introduzione dell'uso del cappuccio, i falconieri europei #ciliavano# i
falchi nel prime periodo di addestramento: la cillatura consisteva nel cucire le
palpebre mediante punti semplici che in seguito venivano gradualmente scuciti
man mane che l'addestramento del rapace procedeva. Questa tecnica primitiva
stata abbandonata proprio grazie all'uso del cappuccio. La funzione del
e
e
cappuccio quella di impedire al rapace di vedere cio che lo circonda, evitando
che si agiti o si spaventi in modo eccessivo. ll cappuccio e un ottimo strumento
che consente al falconiere di ammansire 11, di abituarlo a stare sui pugno e
tranquillizzarlo adeguatamente. Il cappucclo particolarmente utile durante il
trasporto dei rapaci: un rapace incappucciato correttamente e tranquillo e
spesso dorme. In questa condizione puo essere facilmente spostato e
trasportato su un blocco o un posatoio normale, per esempio nel portabagagli di
un'auto, senza bisogno di rinchiuderlo in strutture contenitive. Altro importante
ruolo del cappucclo quello di permettere di compiere operazioni sui rapace
senza stressato: si pensi all'imping (innesto delle penne), al posizionamento
delle zainetto o al cambio del braccialetti o alle cure veterinarie. I cappucci sono
generalmente prodottiin cuoio #Vacchetta#. Piu sottile e rigida la pelle usata
e meglio e, almeno per la maggior parte dei modelli di cappuccio. I braccetti
per la chiusura sono anch'essi fatti di cuoio, ma nei cappucci piu moderni
state introdotto l'uso del GoreTex, una fibra artificiale ad altissima resistenza,
vista che questa parte del cappuccio forse quella piu sottoposta a consume e
usura (a causa della trazione continua per l'apertura e la chiusura del
cappuccio). I cappuccl possono anche essere decorati, usando pelle di lucertola
o di serpente o penne oppure colorandoli e dipingendoli a mane. Le spago usato
per le cuciture deve essere di buona qualita e resistenza, possibilmente cerato.
I cappucci van no sempre conservati aperti e non chiusi. Il pennacchio sulla
parte superiore del cappuccio puo essere una semplice striscia di cuoio oppure
puo essere decorate con un node Turco, crini di Cava lie, penne di uccello,
perline ecc. La sua funzlone none solo decorativa: serve per fissare meglio il
cappuccio una volta calzato sui rapace, o per toglierlo. I cappucci possono
essere cuciti o incollati: quelli incollati sono sicuramente piu rapidi da costruire
ma quelli cuciti sono sicuramente molto piu resistenti. Esistono tre forme
principali di cappuccio che hanno caratteristiche e funzionalita differenti: 1.
Cappuccio arabo; 2.Cappuccio olandese; 3.Cappuccio anglo-indiano. I cappucci
sono vere e proprie opere d'arte artiglanali che le mani sapienti e pazienti dei
falconieri in tutto il mondo costruivano abilmente. Purtroppo tali indispensabili
accessori agli inlzi della falconeria moderna in Italia erano, oltre che di difficile
costruzione, anche di difficoltosa reperibilita, tanto che quasi tuttl I pochi
falconieri italiani di allora dovevano rivolgersi all'estero o a qualche sparuto
artigiano italiano. Oggi, anche grazie alle possibilita offerte da Internet, molto
piu facile procurarsi dei cappucci di buona qual ita ma e sempre importante
ricondare che il cappuccio si deve adattare perfettamente alia dimensione dell a
.a.. ... ...
.J-1 - - - - - · - ~-1 ... ..,
rr. ... ... - · - 1- ' - - - - 11 ---- ·· - - ' -.., ,,H. . .a.. ...... ._.., .J ... t C ... l ......
. . 1- - -
e
e
e
e
e
DES - Descrizione
e
L.-
Lt:::,Old Ut:l ~rU~riU ldiLU . t"t:r ~ U!JILIUfldlt:! 11 LdJJJ.JUll.IU !:JUild lt!~Ld Ut:l l d1LU 1 UUJ.JU
aver aperto i lacci posteriori, calzarlo con un movimento fluido reggendo con la
mano destra il pennacchio sulla sua sommita. Se il falco dovesse #incassare# il
collo, rendendo difficile il posizionamento corretto del cappuccio, appoggiare il
dito med io dletro al collo del falco e premere leggermente. Una volta calzato
correttamente il cappuccio, stringere i lacci posteriori per evitare che il falco
muovendosl lo possa togliere . Per togliere il cappuccio al falco, si compie
l'operazione in versa, dopo aver aperto I lacci posteriori del cappuccio, si sfila lo
stesso dalla testa del falco reggendolo peril pennacchio superiore. Quando il
falconiere e solo e tiene il falco sui pugno, l'operazione di apertura e chiusura
dei lacci posteriori del cappuccio, viene compiuta con l'aiuto dei denti del
falconierie, non avendo due mani a disposizione per gestirla.
NSC - Notizie storico critiche
La prima notizia storica relativa all'utilizzo in ltalia e in Europa del cappucc io
risale a Federico di Hoenstaufen che nel suo trattato di falconeria #De Arte
Venandi cum Avibus# (XI secolo), ne descrive le modalita di costruzione e di
utilizzo . Interne al 1950 estate ritrevate murato nella seffitta del Palazzo
Ducale di Manteva un cappuccio del 1490, censervato insieme a dei campanelli
pe r i falconi e a delle scarpe da falconiere. Presso il Musee del Bargello, Firenze,
sono conservati quattro cappucci di epoca rinascimentale.
RI- RlUVAMEtfTO EZHTrrA' !Mf"'ATERIAU
RIM- Rilevamento/contesto
rilevamento decontestualizzato
CAO - OCCASIONE
CAOD - Denominazione
occasione indeterminata
ATI - ATTORE INDIVIDUALE
ATIR- Ruolo
Fa lconiere e artigiano
ATID- Nome
Camerini, Giovanni
ATIA- Note
Gievanni Camerin i, falconiere in Toscana da oltre 30 ann i, oltre che essere da
sempre stato affascinate dalla pratlca della falconeria si e sempre interessato
dalla produzione dei cappucci, vere e proprie opere d'arte artigianali che
richiedono mani sapient! e pazienti per la costruziene. I cappucci realizzati da
Camerin i seno disponibill online net sito #Tuscani Hoods# e sono apprezzati da
molti dei falconieri italiani eltre che stranieri.
DO- DOCUMENTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria FTA_009
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fot ografia digitate)
FTAF- Formato
j peg
FTAM- Titolo/didascalia
Giovann i Camerini, falceniere e artigiano italiano, mentre lavora alia cucitura di
un cappuccio in cuoio.
FTAD - Riferimento cronologico
XXI
FTAK- Nome file digitate
Falceneria_ FTA_009 .jpg
FTAW- Indirizzo web (URL)
http:// www.tuscanyhoods .it
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_OlO
FTAX- Genere
decumentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotegrafia digitate)
FTAF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Cappuccie #arabo# realizzato dal falconiere e artigiane Giovanni Camerini e
utilizzato nel video History of I talian Falconry presentato in occasione del
Falconry Festival del 2011 ad AI Ain, Emirati arabi
FTAD - Riferimento cronologico
2011
FTAK- Nome file digitate
Falconeria_FTA_OlO .jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_018
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia dig itate)
FTAF - Formato
j peg
Cappuccio datato 1490 ritrovato murato in una soffltta di Palazzo Ducale a
Mantova lntorne alia meta del XX secolo
FTAM- Titolo/didascalia
FTAD - Rlferimento cronologico
XX
FTAK- Nome file digitate
Falconeria_FTA_018.jpg
I'TA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_019
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotegrafia digitate)
FTAF - Formato
FTAM- Titolo/didascalia
jpeg
Minlatu ra tratta dal De Arte Venandi cum Avibus di Federico II di Svevia che per
prime ha diffuse in Europa l'util izze del cappuccio
FTAD- Riferimento cronologico
XIII
FTAE - Ente proprietario
Biblioteca Apostolica Vaticana
FTAC- Collocazione
Pal Lat. 1071
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_O19 .jpg
FTAW- Indirizzo web (URL}
http://digi .vatlib.it/view/bav_pal_ lat_1071
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
Falconeria_FTA_020
FTAN - Codice identificativo
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitate)
FTAF- Formato
jpeg
Cappuccl del XVI secelo, conservati presso il Museo del Bargelle, Firenze
FTAM - Titolo/didascalia
FTAA - Autore
Cimberio, Patrizia
FTAD- Riferimento cronologico
XVI sceolo
FTAE- Ente proprietario
Museo del Bargello
FTAC- Collocazione
C 193-194, R 252 .253
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_020.jpg
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN -Cod ice identificativo
Falconeria_VDC_012
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA- Denominazione/titolo
Come si apre e chiude un cappuccio anglo-indiano
VDCD - Riferimento cronologico
XXI
VDCK- Nome file dig ita le
Falconeria_VDC_0 12.mp4
VDC- OOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_ VDC_012
VOCX - Genere
documentazione allegata
VDCP- Tipo/formato
file digitale MPG
Come togliere 11 cappuccio al falco. Cappuccio "Italy" realizzato da Giovanni
Camerini, in occasione del Falconry Festival 2011. Nel video il falconiere Dine
Bendotti toglie il cappuccio al falco e lo assicura alia borsa da falconiere prima
di metterlo in vole.
VDCA- Denominazione/titolo
VDCR - Autore
Cimberio, Patrizia
VDCD - Riferimento cronologico
2011
VDCK - Nome file dig ita le
Falconeria_ VDC_013. mp4
BIB - BIBLIOGRAFIA
BIBR - Abbreviazione
Fox, 2013
BIBX - Genere
bibliog rafia di corredo
BIBF- Tipo
IIbra
BIBM - Riferimento
bibliografico completo
Fox Nick, Comprendere gli uccelli da Preda, Ladispol i 2013
BIBN- Note
Traduzione a cura di Patrizia Cimberio del volume "Undestandlng the bird of
prey"
Modlflca
lndletro
:J§!!!ciJ
Storia
I
I IM
MODI 1.06 ICCD_MODI_3551239925241 (SigecWeb_Falconeria_003)
Falconry: knowledge on the use of the hood
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
The use of the hood was introduced in Italy by Emperor Frederick II of Swabia which well
explains the use in his treatise on Falconry #De Arte Venandi cum Avibus # after having
learned the use by Arab falconers. Before the introduction of the use of the hood, the
European Falconers #seeling# the falcons’ eyes in the first period of training: the seeling was
the practice to sew the eyelids using simple stitches which later were gradually unstitched as
that training of the raptor proceeded. This primitive technique has been abandoned thanks to
the use of the hood.
The function of the hood is to prevent the falcon to see what is around her, preventing she
from acting out or be afraid too much. The hood is a great tool that allows the falconer to tame
the falcon, to get her used to being on fist and calm her properly. The hood is particularly
useful during transport of birds of prey: a hooded bird of prey properly is quiet and often
sleeps. In this condition it can be easily moved and transported on a block or a perch normal,
for example in the trunk of a car, without the need to enclose it in contenitive structures.
Another important role of the hood is to allow you to perform operations without stress the
falcons: think to imping (repair pens), the positioning of the backpack for radio tracker, the
replacement of bracelets on the legs, or veterinary treatment.
The hoods are generally made in cow leather. More the leather used is thin and stiff will be
better, at least for most of the models of hood. The strings for closing the hood are also made
of leather, but in modern hoods was introduced the use of Gore-Tex, an artificial fiber with
very high resistance, since this part of the hood is perhaps the one most subject to wear and
tear (due to the continuous traction for the opening and closing of the hood). The hoods can
also be decorated using leather lizard or snake or ballpoint pens, coloring them and painting
them by hand. The thread used for the sewing should be of good quality and resistance,
possibly waxed. The hoods should always be kept open and not closed. The plume on top of
the hoods may be a simple strip of leather, or can be decorated with a Turkish knot, horsehair, bird feathers, beads and so on. Its function is not just decorative: it is used to fine tune
the hood once worn on the falcon, or to remove it. The hoods can be sewn or glued: those
glued are definitely quicker to build but those are sewn certainly much more resistant.
There are three main forms of hood that have different features and capabilities:
1. Arabic Hood;
2. Dutch Hood;
3. Anglo-Indian Hood.
The hoods are real works of art and craft that only the skilled and patients hands of the
falconers built worldwide. Unfortunately, these necessary accessories in the beginning of the
modern falconry in Italy were not only difficult to make, also difficult to find, so much so that
most of the first Italians falconers had to find abroad or buy from few Italian artisan. Today,
thanks to the possibilities offered by the Internet, it is much easier to get the hoods of good
quality, but it is always important to remember that the hood must be adapted perfectly to the
size of the head of the falcon.
The falconer, to place the hood on the head of the falcon, after opening the rear strings, drift it
in one fluid motion with his right hand holding the plume on its top. If the falcon were #
cashing# the neck, making it difficult to correct positioning of the hood, it’s enough to place
the middle finger behind the neck of the hawk and press lightly. When the hood is worn
correctly, tighten the laces rear to prevent that the falcon moving can take it off. To remove
the hood from the falcon, just performs the reverse operation: after opening the rear hood’s
laces, slips off from the head of the falcon holding the hood from the plume on the top. When
the falconer is alone and he is holding the falcon on his left fist, the operation of opening and
closing the laces back of the cap, is accomplished with the help of the teeth of the falconer, not
having two hands available to manage it.
GECWEB
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password ) [ home ) [ manualistica ) [ modifica anagrafica utente ]
[ logout]
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Rice rea
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
MODI 1.06 ICCD MODI 1871160705241: Falconeria: sa p eri sull'ori ine della falconeria ita l iana
~""""===
CD - IDENTIFICAZIONE
TSK - Tipo modulo
MODI
COR - Cndjce. Regione
03
CDM - Codice Modulo
ICCD_MODI_1871160705241
ESC - Ente schedatore
ICCD
ECP - Ente competente per tutela
ICCD
OGM- Modalita' di individuazione
documentazioni audio-visive
OGM - Modalita' di individuazione
Ofi- ENTITA'
Riepilogo dati
Indici - risultati
fonti orali
--
AMB - Ambito di tutela MiBACT
etnoa ntropolog ico
AMA - Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
OGD- Definizione
lC • lOCAI..IZ2:cAZJONE
LCS- Stato
saperi
Falconeria: saperi sull'origine della falconeria italiana
-
!TAU A
LCR - Regione
Lombardia
LCP - Provincia
M!
LCC- Comune
Milano
LCJ - Jndirizzo
Palazzo Caproni, Via Durini
DT - CRONOLOGIA
DTR - Riferimento cronologico
XXI
CM - CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR - Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMA - Anno di redazione
CMM - Motivo della redazione del
MODI
2011
Inventario patrimonio culturale immaterlale Convenzione Unesco 2003 1
Falconeria
ADP - Profilo di accesso
1
DA - DATI ANAUTICI
Video intervista al dott.re Umberto Caproni attuale presidente del Circolo dei
Falconieri d'Italia. !I dott.re Caproni, falconiere da oltre 50 anni, racconta l'inizio
della sua esperienza tracciando nello stesso tempo una sintesi dell'evolversi
della falconeria in Italia. Trascrizione dell'intera intervista: La falconeria in
Italla, praticata per lung hi secoli da principi e re, ha una lunga tradizione di
eccellenza. Prima delle Guerre Napoleoniche, era popolare specialmente a
Mantova presso la carte dei Principi Gonzaga. Dopo le guerre napoleoniche,
anche a seguito dell'avvento delle armi da fuoco, inizio progressivamente a
scomparire. E non si ha alcuna notizia dl falconieri italiani praticanti questo
sport nel XVIII secolo. Nel XIX secolo, alcuni entusiasti iniziarono a interessarsi
di falconeria e a raccogliere informazioni soprattutto parlando con falconieri
stranieri in occasione di viaggi in Inghilterra e Olanda. 11 prima falconiere
italiano di cui siamo a conoscenza il grande maestro Nasturzio, un gentiluomo
appassionato di setter e di pointer che chiese a Mr. Jack Frost, un cinofilo e
falconiere inglese, di venire in Italia ad addestrare per lui alcuni cani. Alia fine
degli anni Venti, inizio degli anni Trenta, Nasturzio apprese la falconeria da Mr.
Frost e inizio ad addestrare alcuni astori alia cattura di lepri nella parte sud di
Milano, vicino a Pavla, presso la sua tenuta che era ricca di lepri e conigli.
Rimase per altri 5-10 anni l'unico falconiere italiano, fino a quando il Dott.
Coppaloni, che viveva nella sua stessa zona vicino a Pavia ed era anche lui un
grande appassionato di cani, lo incontro e si entusiasmo per la falconeria.
Coppaloni e Nasturzio inlzlarono ad andare a caccia insieme proprio appena
prima della Seconda Guerra Mondiale. Con la scomparsa di Nastruzio, dopo la
guerra in Italia c'era un solo falconiere, 11 Dott.re Coppaloni che pratico la
falconeria fino alia sua morte. Io ho iniziato la falconeria poco dopo i vent'anni.
Nel 1956, ho incontrato il dott. Coppaloni per chiedergli informazioni sulla
falconeria e per avere un aiuto nel procurarmi qualche falco ma lui, che era
molto riservato e poco incline a fornire informazioni sulla falconeria non volendo
creare faclli entusiasmi, non mi aiuto. Cosl iniziai a cercare informazioni nei libri
e poco dopo incontrai due amici, Frikki Pratesi e Fulco Tosti di Valminuta, anche
loro interessati alia falconeria. Insieme venimmo a conoscenza di un uccellatore
che ne! nord Italia catturava piccoli uccelli e aveva anche alcuni gheppi che
venivano usati per la caccia. A volte aveva anche dei piccoli smerigli e sparvieri.
Da lui riuscimmo ad ottenere i nostri pri mi fa le hi. Dopo vari tentativi ed errori,
imparammo a gestire uno sparviero ea catturare dei piccoli uccelli. Cosl
invitammo il dott. Coppaloni a guardare cosa sapevamo fare e dopa che vide
che eravamo stati in grade di addestrare dei rapaci, ci permise di vedere i falchi
che teneva a casa sua a Roma. Aveva due belle pertiche con 7 pellegrini, tutti
animali di cattura, che volava nella sua tenuta di Rieti, a Nord di Roma che in
epoca antica era stata la riserva di caccia della famiglia Borgia, dove ci invito a
vedere 1 suoi falchl volare. Ci permise di usare i suoi falchi e i suoi cani e di
cacciare presso la sua tenuta dove abbondavano le pernici. Diventammo
sempre piu entusiast1 della falconeria e con il tempo migliorammo di molto le
nostre competenze fino a quando Fulco Tosti fu notato da un amico di
Coppaloni, Rodriguez De La Fuente, che lo invito a far volare i suoi falch i in
Spagna presso I' aeroporto di Torrejon per prevenire che le piccole otarde si
e
DES - Descrizione
infilassero nelle turbine degll aerei. Noi due iniziammo insieme a Frikki a volare
tutte le estati i nostri falchi in Scozia dove andammo la prima volta nel 1967.
Ovviamente sapevamo molto poco a riguardo della caccia alle grouse.
Andammo con due macchine con 5 falchi in ognuna. Quando arrivammo li non
avevamo i cani, non sapevamo nemmeno dove trovare un bravo cane. In quel
periodo la Scozia, specialmente nella parte nord del Kentish, che per tradizione
era un luogo dove i vecchi falconieri come Fish e Blane andavano a caccia, era
cosl ricco di grouse che anche se ne noi, ne i nostri cani erano esperti
riuscimmo a catturare 40 grouse, un grande successo per noi che conoscevamo
cosl poco di questo sport! Siamo quindi stati aiutati da leffry Polar e Roger
Upton, che gia cacciavano da tempo le grouse con i falchi, e da quel memento
abbiamo iniziato ad andare tutte le estati in Scozia. Inizialmente solo io e
Frikki, poi si aggiunse anche Fulco Tosti e ancora oggi vi andiamo tutti gli anni.
In Italia molto gradualmente nuovi falconieri iniziarono ad interessarsi alia
falconeria e owiamente cl furono piu informazioni disponibili per tutti e piu
falchi allevati in cattivita che segnarono il giro di boa insieme con le radio
trasmittenti che diedero l'opportunita di tenere i falchi piu a lungo, magari
quando si rlschia facendoli volare un po' troppo sovrappeso. La falconeria ora in
Italia diventata sempre piu popolare, penso ci siano circa 200 appassionati e
50 falconieri che praticano la falconeria su base regolare.
e
Umberto Caproni, Conte di Tagliedo, figlio di Gianni Caproni fondatore di una
delle piu important! azlende aeronautiche italiane, ora il Presidente del Circolo
Falconieri d'Italia fondato nel 1955 da Ernesto Coppaloni. Grande appassionato
di falconeria stato tra i primi falconleri italiani ad andare in Inghilterra dove
ha trascorso gran parte delle estati degli ultimi 40 anni in Scozia con i suoi
falchi. Negli anni '60 si recato in auto in Pakistan per acquistare dei falchi
sacri allora non disponibill in Italia.
e
NSC • Notizie storico critiche
e
e
R.l • RI.I.EIIAME'i'fro ENUTA' IMMATERIAU
RIM- Rilevamento/contesto
rilevamento decontestualizzato
DRY· DATI DI RILEVAMENTO
DRVL - Rilevatore
Cimberio, Patrizia
DRVD - Data del rilevamento
2011/12/02
CAO • OCCASIONE
CAOD • Denominazione
esecuzione su richiesta
CAOS- Note
L'intervista stata reglstrata in occasione della realizzazione del video "History
of Falconry in Italy" che stato presentato durante il Falconry Festival 2011 ad
AI Ain, Emirati Arabi.
e
e
ATI- ATTORE INDIVIDUALE
ATIR • Ruolo
narratore
ATID- Nome
Caproni, Umberto
Presldente attuale del Circolo dei Falconieri d'Italia
ATIA ·Note
DO· DOCUMENTAZIONE
FTA • DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_006
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP • Tipo
(fotografra digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Scozia, Umberto Caproni sceglie il falco pellegrino da utilizzare per il volo
successive. !I falchi sono trasportati grazle all'utilizzo di una #gabbia#.
FTAA- Autore
Cimberio, Patrizia
FTAD • Riferimento cronologico
2014/08/16
FTAK - Nome file dig ita le
Falconeria_FTA_006.jpg
L'utilizzo della #gabbia# per il trasporto di piu falchi da parte di un solo
falconiere documentato fin dall'epoca medioevale. Se ne trova una
rappresentazione, ad esempio, nel'affresco Ciclo dei Mesi a Terre Aquila,
Castello del Buon Consiglio, Trento
FTAT- Note
e
FTA • DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_ FTA_007
FTAX • Genere
documentazione allegata
FTAP • Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formato
jpeg
Scozia. Umberto Caproni al centre, Frikki Pratesi a sinistra e Ferrante Pratesi a
destra
FTAM- Titolo/didascalia
FTAD - Riferimento cronologico
XXI
FTAK • Nome file digitale
Falconeria_FTA_007.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_O 17
FTAX • Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF • Formato
jpeg
Dettaglio sulla #gabbia# utilizzata per trasportare piu falchi da parte di un solo
falconiere. Affresco del Ciclo dei Mesi, Terre Aquila, Castello del Buonconsiglio,
Trento
FTAM - Titolo/didascalia
FTAA - Auto re
Cimberio, Patrizia
FTAD • Riferimento cronologico
2012
FTAK - Nome file digitale
Falconeria_FTA_ 017 .jpg
VOC • DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VOCN - Codice identificativo
Falconeria_ VDC_003
VDCX - Genere
documentazione allegata
VOCP • Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA - Denominazione/titolo
Estratto dell'intervista ad Umberto Caproni - Parte 1/4
!
VDCR - Autore
Clmberlo, Patrlzia
VDCD - Riferimento cronologico
2011/12/04
Falconeria_ VDC_003 .mp4
VDCK - Nome file digitale
VDCW- Indirizzo web (URL)
http://www. youtu be. cam/watch ?v = UjzYJ 2 HgD 70
VDCT - Note
!I video complete
e disponibile su Youtube
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN -Cod ice identificativo
Falconeria_VDC_004
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA- Denominazione/titolo
Estratto dell'intervista ad Umberto Caproni - Parte 2/4
VDCR - Autore
Cimberio, Patrlzia
VDCD- Riferimento cronologico
2011/12/04
VDCK- Nome file digitale
Falconeria_VDC_004.mp4
VDCW- Indirizzo web (URL)
http://www.youtube.com/watch?v=UjzYJ2HgD70
VDCT - Note
Il video completo
e disponibile su Youtube
VDC - DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_OOS
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA- Oenominazione/titolo
Estratto dell'intervlsta ad Umberto Caproni - Parte 3/4
VDCR - Autore
Cimberio, Patrizia
VDCD - Riferimento cronologico
2011/12/04
VDCK - Nome file digitale
Falconeria_VDC_ 005 .mp4
VDCW - Indirizzo web {URL)
http://www. youtube.com/watch ?v= UjzYJ 2Hg D70
VDCT- Note
Il video complete
e disponibile su Youtube
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_006
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA - Denominazione/titolo
Estratto dell'intervista ad Umberto Caproni - Parte 4/4
VDCR - Auto re
Cimberio, Patrlzia
VDCD - Riferimento cronologico
2011/12/04
Falconeria_ VDC_006. mp4
VDCK- Nome file digitale
VDCW- Indirizzo web (URL)
http://www.youtube.com/watch?v=UjzYJ2HgD70
VDCT- Note
Il video complete
e disponibile su Youtube
BIB - BIBLIOGRAFIA
BIBR - Abbreviazione
bibliografia di corredo
BIBF- Tipo
Iibra
BIBM - Riferimento
bibliografico completo
Upton Roger, Falconry in the 20th Century, Marlborough (UK) 2004
BIBN- Note
!I capitolo 9, dal titolo Visitors, tratta lungamente dei falconieri italiani che si
recavano a caccia in Scozia con i foro falchi
Hodlflca
Indletto
Versione: 1.3.9
UPTON 2004
BIBX - Genere
I Stampa !I
Storla
I
Rill
MODI 1.06 ICCD_MODI_1871160705241 (SigecWeb_Falconeria_004)
Falconry: knowledge about the origin of falconry Italian
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
Video interview with Dr. Umberto Caproni, current president of the Circle of the Falconers of
Italy. Caproni, falconer from over 50 years, tells the beginning of his experience and in the
same time drawing a summary of the evolution of the falconry in Italy.
Transcript of the entire interview:
Falconry in Italy, practiced for centuries by kings and princes, has a long tradition of
excellence. Before the Napoleonic Wars, was popular especially in Mantua at the court of the
Prince Gonzaga. After the Napoleonic Wars, also as a result of the advent of guns, began
gradually to disappear. We don’t have any news about Italian falconers practitioners this
sport in the eighteenth century. In the nineteenth century, some enthusiasts began to gain a
new interest about falconry and to collect information especially talking with foreigner’s
falconers during their travel to England and Holland. The first Italian falconer of which we are
aware is the great master Nasturzio, a gentleman enthusiast of setter and pointer dogs, who
asked to Mr. Jack Frost, a dog lover and English falconer, to come to Italy to train for him for
some dogs.
At the end of twenties, early thirties, Nasturzio learned falconry from Mr. Frost and began
training some goshawks to catch hares in the south of Milan, near Pavia, in his estate which
was full of hares and rabbits.
He remained for another 5-10 years the only Italian falconer, until Dr. Coppaloni, who lived in
the same area near Pavia and was also a great lover of dogs, met him and was enthusiastic for
falconry. Coppaloni and Nasturzio began to hunt together, just before the Second World War.
After the War in Italy there was only one falconer, the Dott.re Coppaloni that practiced with
incredible passion the falconry until his death.
I started falconry early twenties. In 1956, I met Dr. Coppaloni to ask him information about
falconry and help in procure some hawk but he, who was very reserved and not inclined to
provide information on falconry, unwilling create easy enthusiasm, did not help mr. So I began
to search for information in books and shortly after I met two friends, Frikki Fulco Pratesi and
Falco Tosti of Valminuta, that was also interest in falconry. Together we learned about a
trapper that in northern Italy captured small birds and even had some kestrels used for
hunting. Sometimes he even small sparrow hawks.
He managed to get our first hawks. After various trials and errors, we learned how to handle
and training a hawk for capture small birds. So, we invited Dr. Coppaloni to see what we was
able to do and after saw our ability to train birds of prey, he let us to see his falcons, at his
home in Rome. He had two beautiful perches with 7 peregrine falcons, all animal wild
trapped, flying to his estate in Rieti, north of Rome, that in ancient times was the hunting
ground of the Borgia family. Here we where invited to see his peregrines’ fly. He allowed us to
use his falcons and his dogs and to hunt at his estate where partridges abounded. We became
more and more excited about the falconry and with time we become more and more capable.
Fulco Tosti, was noticed by a friend of Coppaloni, Rodriguez De La Fuente, who invited him to
fly his hawks in Spain to the airport of Torrejon to prevent that small bustards from entering
in the the turbine aircraft. We started in two, myself and Frikki to fly every summer our birds
of pray in Scotland where we went for the first time in 1967.
Obviously we knew very little about the hunting of the grouses. We went with two cars with
five hawks in each car. When we arrived, we hadn’t the dogs, and even we didn’t know where
to find a good dog. In that period the Scotland, especially in the north of the Kentish, where
traditionally was a place old falconers, where we went hunting, was so full of grouse that
although we weren’t experts, we managed to capture 40 grouse, a great success for us, that
knew so little of this sport!
Then, with the help of by Jeffry Polar and Roger Upton, who for a long time been hunted
grouse with the hawks, we started to going every summer in Scotland. Initially just me and
Frikki, then also Fulco Tosti and still we go together there every year.
In Italy new falconers very gradually began to get interested in falconry and obviously there
are more information available to everyone and more falcons bred in captivity that marked
the turn-point of falconry along with the radio transmitters that gave the opportunity to keep
the falcons longer, maybe when you risk making them fly a little '”too overweight”.
In Italy, Falconry now has become more and more popular, I think there are about 400 fans
and 100 falconers who practice falconry on a regular basis.
_, ECWEB
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password ) [ home ) [ manualistica ) [ modifica anagrafica utente ]
[ logout]
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Ricerca
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
Riepilogo dati
Indici - risultati
MODI 1.06 ICCD MODI 3694545925241: Falconeria: tecniche di allontanamento delle s p ecie invasive
CD • lDt:li!TIFICAZlONI!
TSK- Tipo modulo
"
MODI
COR - Codice Regione
06
CDM - Codice Modulo
ICCD_MODI_3694545925241
ESC - Ente schedatore
ICCD
ECP - Ente competente per tutela
ICCD
OGM - Modalita' di individuazione
documentazioni audio-visive
OGM - Modalita' di individuazione
dati di a rchivio
OGM- Modalita' di individuazione
fonti orall
OG • ENTITA'
AMB - Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA - Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
saperi, tecniche
OGD - Definizione
Falconeria: tecniche di allontanamento delle specie invasive
LCS- Stato
!TAU A
LCR- Regione
Friuli-Venezia Giulia
LCP - Provincia
UD
tee- comune
Codroipo
LCL - Localita'
RIVOLTO - LONCA
CMR- Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMC- Responsabile ricerca e
redazione
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMA - Anno di redazione
2015
CMM - Motivo della redazione del
MODI
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione UNESCO 2003
Falconeria
1
ADP - Profilo di accesso
DA • DATI ANALITICI
e
Per millenni la falconeria stata solo una forma dl caccia, ma nel 21 o se cola le
tecniche collaudate di questa antica arte hanno trovato anche nuovi utilizzi che
nel passato non si sarebbero mai immaginati. Oggi in tutte le Nazioni, i
principali aeroporti impiegano a tempo pieno del falconieri professionisti per
controllare in modo efficace ed ecologico la presenza sulle piste di gabbiani,
piccionl, stomi, corvidi, aironi e qualsiasl altro volatile o piccolo mammifero, che
possa costituire un grave pericolo per la sicurezza pubblica, se accidentalmente
risucchiato nelle turbine di un aereo a reazione . !I falconiere sempre in stretto
contatto via radio con la torre di controllo, che una volta avvistato lo stormo gli
comunica la zona di sgombero . It falco viene subito messo in volo dal falconiere
e spaventa gli uccelli nocivi, che cosi vengono allontanati in modo semplice ed
incruento. Anche nella base deii'Aeronautica Militare di Rivolto, in provincia di
Udine la falconeria uno dei sistemi utilizzati per ridurre i rischi di bird strike
(impatto dei volatili sugli aerei), garantendo cosi la sicurezza dei propri
equipaggl. A Rivolto, i falchi consentono alle Frecce Tricolori di svolgere in
sicurezza sia l'attivita addestrativa, che operativa in quanta con la foro presenza
allontanano i volatili invasivi presenti in aeroporto. L'idea di utilizzare i falchi
all'aeroporto di Rivolto nata quasi per caso: un maresciallo delle Frecce
Tricolori in occasione di una festa della pattuglia dell'aeronautica, invito anni
addietro 11 falconiere Aldo Miconi a tenere una dimostrazione di falconeria.
Durante il vola dei rapaci, si noto che gli uccelli che erano sulle piste
scappavano spaventati. Cosi nacque l'idea che I falchi potevano essere utili
negli aeroporti, per scacciare tuttl quei volatili pericolosi per gli aerei in fase di
atterragglo e decollo. il rapace un predatore naturale e non permette agli
uccelli di sostare sulla pista. La sperimentazione di questa tecnica iniziata nel
1985 nell'aeroporto di Triste, all'inizio per sei mesi. Dopa oltre 30 anni ancora
prosegue : 24 ore al giorno per 365 giorni all'anno. Attualmente i rapaci
vengono lmpiegati anche in altri aeroporti italiani. In sostanza dalla lotta
tecnologica, come l'uso di ultrasuoni, si passati a una visione che prevede un
rapporto naturale tra preda e predatore.
e
e
DES - Descrizione
e
e
e
e
e
NSC - Notizie storico critiche
L'utllizzo dei falchi per allontanare le specie nocive ormai diffuse con grande
successo in tutto il mondo. Dopo aver visto le tecniche di vola dei falchi
utillzzate da Fulco Tosti di Valminuta, primo alllevo di Coppaloni, Felix Rodriguez
de la Fuente gll chieste di trasferirsl per quasi due anni all'aeroporto di Torrejon
vicino a Madrid, per iniziare l'operazione di falconeria negli aeroporti militari in
Spagna . Aveva bisogno di falconieri capaci di addestrare dei falchi a cacciare le
galline pratalole che infestavano gli aeroporti con grave rischio per gli aerei In
decollo o in atterraggio. Oltre che negli aeroporti, i falchi vengono utilizzati con
grande successo anche In altre situazioni. Nei vigneti di Nuova Zelanda e
Austria, ad esempio, si utilizzano per proteggere la vendemmia nei suoi
momenti piu cruciali. Cosi come per allontanare I corvl che con le foro zampe
intaccano la preziosa foglia d'oro che ricopre le cupole della cattedrale di San
Basilic at Cremlino.
RIM- Ritevamento/contesto
rilevamento decontestuatizzato
CAO- OCCASIONE
CAOD - Denominazione
occasione indeterminata
ATI - ATTORE INDIVIDUALE
ATIR- Ruoto
Falconiere
ATID- Nome
Miconi, Daniete
ATIA- Note
Daniele e il comandante Capodanno delle Frecce Tricolori presentano t'attivita
dei falchi alia base mititare di Rivolto per la rubrica #Cronache animali# di Rai 2
DO - DOCUMENTAZIONE
FTA - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_007
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formate
jpeg
FTAM- Titoto/didascalia
Daniele Miconi in aeroporto con il falco
FTAD- Riferimento cronotogico
XXI
FTAK- Nome file digitate
Falconeria_FTA_007.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codic:e identificativo
Falconeria_ FTA_OOS
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
fotografia digitale (file)
FTAF - Formate
jpeg
FTAM- Titolo/didasc:alia
Daniele Micon i in pista presso la base aerea di Rivolto con il proprio falcone .
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identific:ativo
Falconeria_FTA_Oll
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitate)
FTAF- Formate
jpeg
FTAM- Titolo/didasc:alia
Fulco Tosti di Val Minuta presso l'aereoporto Internazionale di Torrejon vicino a
Madrid, Spagna
FTAD- Riferimento cronotogico
1969
FTAK- Nome file digitate
Falconeria_FTA_Oll .jpg
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_ VDC_004
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP- Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA - Denominazione/titolo
Bird control alia base aerea delle Frecce Tricolori a Rivolto
VDCR - Autore
RA !DUE
VDCD - Riferimento cronotogico
2014/11/04
VDCK - Nome file digitate
Fa lconeria_VDC_004 . mp4
VDCW - Indirizzo web (URL)
http ://www .aerona uti ea .difesa .it/News/Publish ing I mages
/Fa lchi%20e%20Frecce% 20Tricolori/36084K.mp4
BIB - BIBLIOGRAFIA
BIBR - Abbreviazione
UPTON 2004
BIBX - Genere
bibliografia di corredo
BIBF- Tipo
Iibra
BIBM - Riferimento
bibliografic:o c:ompleto
Upton Roger. Hood, Leash & Lure, Fa lconry in the 20th Century, Marlborough
(UK), 2004
Modlflal
lndletro
Stamna 11 Stor1a
I
MODI 1.06 ICCD_MODI_3694545925241 (SigecWeb_Falconeria_005)
Falconry: techniques of control for the invasive species
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
For millennia falconry was just a form of hunting, but in the 21st century proven techniques of
this ancient art have also found new uses that in the past would never have imagined. Today,
in all nations, major airports employ full-time professional falconers to efficiently and
ecological control the presence of seagulls, pigeons, starlings, crows, herons and any other
bird or small mammal, that may constitute a serious danger to public safety if accidentally
sucked into the turbines of a jet plane. The falconer is always in close radio contact with the
control tower, which once spotted the flock he receive the communication of the area to
control with falcons. The falconer immediately let the falcon flight and she scares birds
harmful, so that they are driven off in a simple and bloodless way.
Even in the Air Force base of Rivolto, in the province of Udine, falconry is one of the systems
used to reduce the risk of bird strikes (Impact of the invasive birds on airplanes), thus
ensuring the safety of its teams. At Rivolto airport, the falcon allow the “Frecce Tricolori”
(Italian acrobatic Military Flight Team) to perform in total safety their training activities.
The idea of using the hawks for control bird strike in the airport was born almost for a case: a
marshal of Frecce Tricolori, invited many years before the falconer Aldo Miconi to hold a
falconry demonstration in the occasion of one anniversary of Air Force base.
During the flight of birds of prey, it was noticed that the birds were on the track running away
scared. Thus was born the idea that the hawks could be useful in the airports, to drive out all
those volatile hazardous for aircraft being landing and takeoff.
Raptor is a natural predator and does not allow birds to stop on the runway. The testing of
this technique is started in 1985 in the Trieste airport, beginning for six months. After more
than 30 years still continues: 24 hours a day, 365 days a year.
Currently hawks are also used in other Italian airports. Basically from the technology, such as
the use of ultrasound, we moved to a view that provides a natural relationship between
predator and quarry.
The use of falcons to drive away the pest has quickly spread with great success worldwide.
After seeing the falcons’ flying techniques used by Fulco Tosti of Valminuta, the first student
of Mr. Coppaloni, Felix Rodriguez de la Fuente asked him to move for almost two years at the
airport of Torrejon near Madrid, to start the birds control using falconry in one military
airports near Madrid, in Spain. He needed falconers able to train falcons to hunt bustards that
infested airports with serious risk to planes’ take-off or landing.
As well as at airports, the hawks are used with great success in other situations. In the
vineyards of New Zealand and Austria, for example, are used to protect the harvest in the
most crucial moments. So as to ward off the crows with their legs affect the precious gold leaf
that covers the domes of the Cathedral of St. Basil the Kremlin.
ECWEB
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password ] [ home ] [ manualistica ] [ mod ifica anagrafica utente )
[ logout]
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Ricerca
Control la
Area Trasferimenti
Strumentl
Modelli
Ind ici - risultati
•
.
"
TSK • Tipo modulo
MODI
COR - Cod ice Regione
CDM - Codice Modulo
03
ICCD_MODI_3621974035241
ESC • Ente schedatore
ICCD
ECP • Ente competente per tutela
ICCD
OGM - Modalita' di individuazione
documentazioni audio-visive
OGM - Modalita' di individuazione
fontl orali
OG • ENTITA'
AMB - Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA - Ambito di applicazione
entita immateliali
CTG • Categoria
saperi, tecniche
OGD • Definizione
Falconerie: tecniche veterinarie per i rapaci
LC- LOCALIZZAZIONE
LCS- Stato
ITAUA
LCR - Regione
LCP - Provincia
Lombardia
LCC- Comune
Montevecchia
LCI - Indirizzo
Clinica Veterinali Montevecchia, Via Coma, 5
LC
DT • CRONOLOGIA
DTR- Riferimento cronologico
2015/02/28
CM • CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR- Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
Villa, Andrea (Veterinario)
CMA • Anno di redazione
2015
CMM • Motivo della redazione del
MODI
lnventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003 I
Falconeria
ADP - Profilo di accesso
1
DA - DATI ANALITICI
Fin dagli albori della falconelia, le cure veterinarie per i rapaci sono state fonte
di grande interesse e hanno data origine, nel corso dei secoli, a svariata
documentazione specifica. Nel corso degli anni l'aumento del numero di falchi
utilizzati in falconeria ha permesso di migliorare la tipologia delle cure e di
sviluppare un'approfondita cultura sulla prevenzione di eventuali problemi e
malattie dei rapaci tra gli stessl falconieri. Esiste un network internazionale di
veterinari specializzati nella cura dei rapaci che lavorano a stretto contatto con i
falconieri. Nel Gennaio 2014 si tenuto a Doha, in Qatar, il Prima Congresso
e
DES - Descrizione
Internazionale di medicina per i rapaci, a cui seguira un secondo incontro nel
2016, che ha vista la partecipazione di oltre 100 veterinari da tutte le parti del
mondo. Nei paesi arabi, specialmente negli Emirati e in Qatar, dove il numero
dei falchi posseduto dai falconieri, estremamente elevate sono stato istituiti
degli appositi ospedali per i falchi, che generalmente offrono le cure senza costi
per i falconieri. !I direttore del Falcon Hospital di Dubai il Dr. Antonio di
Somma, un vetelinario italiano di Napoli. I veterinari specializzati nella cura dei
rapaci non si occupano solo delle malattie e delle relative cure, ma anche di
dare ai falconieri consigli dell'alimentazione e alia gestione dei rapaci. La
tecnica dell'#imping# permette di giuntare, in modo del tutto indolore per i
falchi, penne che si sono rotte in vole con parti equivalenti di pen ne mutate
l'anno precedente, garantendo al falco sempre le migliori condizioni di vo la.
e
e
!I manoscritto di falconeria piu antico conservato in Italia presso la Biblioteca
Cap itolare di Vercelli, datato X secolo, proprio un trattato sulle malattie e sull e
cure relative ai falch i. Tutti i trattati di falconeria rinascimentali contenevano
almeno un capitolo sulle malattie e le cure dei falchi che erano spesso soggetti
a problem!.
e
NSC - Notizie storico critiche
RI- RILEVAMENTO ENTITA' IMMATERIAL!
RIM- Rilevamento/contesto
rilevamento decontestualizzato
DRV- DATI DI RILEVAMENTO
DRVL- Rilevatore
Villa, Andrea
DRVD - Data del rilevamento
2015/02/28
ATI- ATTORE INDIVIDUALE
ATIR- Ruolo
Medica veterinario
ATID • Nome
Crosta, Lorenzo
Nato a Milano nel 1961, Lorenzo Crosta si laureate a pieni voti in Medicina
Veterinaria a Milano, per poi conseguire il titolo di Dottore di Ricerca (PhD),
presso I'Univers ita di Torino. EVeterinario Accreditato da FNOVI in "medicina e
chirurgia aviare" e "medicina chirurgia degli animali da zoo e zoo management"
e inoltre, Cultore di materia presso I'Un iversita dl Milano, dove impartisce
delle lezioni a tema specifico per il Corso di Laurea in "AIIevamento e Benessere
Animale". E stato relatore invitato a diversi congressi internazionali in Europa,
USA, Brasile, Messico, Australi a, Israele, Cuba e Qatar, ed ha sclitto o
e
e
ATIA- Note
-
- -
-
--L-L-
-
• ·' ·
...J ~ ,...,.... t:. -
--:--11
-- 1 --L ~ £! - l
-
- - 1- -1 - - 1
-
• · - ....l - - - - - - - - ' -
L. -
...J-L -
f.Jfe~t:HlldlU ~IU
Ul '!:IIU lfd drt.ILUII
~UerlliiiU
1: ft::ldLIUIII d Vdll
LUIIyrt::~:,l
e lld UdlU
lezioni magistral! presso facolta italiane ed estere (Spagna, Portogallo,
Germania, Brasile ed USA). AI memento Lorenzo Crosta il veterinario ufficiale
dei programmi di recupero di due dei pappagalli piu minacciati al mondo: I'Ara
di Spix a I'Ara di Lear.
e
DO - DOCUMENTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
FTAX- Genere
Falconeria FTA_014
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
e una tecnica diagnostica molto sicura e molto utilizzata con
FTAA- Autore
Villa, Andrea
FTAD- Riferimento cronologico
2015/02/28
Falconeria_FTA_014.jpg
Il dr. Lorenzo Costa alle prese con un'endoscopia ad un gufo reale . L'endoscopia
i falchi, anche per
diagnosticare fin dal prima insorgere, problemi di aspergillosi
FTAK- Nome file digitale
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_O13
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Il Dr. Lorenzo Crosta effettua il #sessagglo# di un falco cuculo
FTAA - Autore
Villa, Andrea
FTAD - Riferimento cronologico
2015/02/28
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_013.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconieria_FTA_015
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Falcon Hospital di Duba i. 11 dott.re Antonio di Somma cura la zampa di un falco
affetta da #bumblefoot#, una piaga dovuta ad un infezione molto insidiosa che
puo portare anche alia morte del falco se non curata in tempo e in modo
adeguato.
FTAA - Auto re
Cimberio, Patrizia
FTAD - Riferimento cronologico
2011
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_01S.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
falconieria_FTA_ 016
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titofo/didascalia
Falcon Hospital, Doha, Qatar
FTAA - Autore
Cimberio, Patrizia
FTAK - Name file digitale
Falconeria_FTA_016.jpg
VD'C'- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_O 10
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
VDCA- Denominazione/titolo
file digitale MPG
Intervista con il Dott.re Crosta, specializzato nella cura dei rapaci - Parte 1
VDCR- Autore
Villa, Andrea
VDCD- Riferimento cronologico
VDCK- Name file digitale
2015/ 02/ 27
Falconeria_VDC_ lO.mp4
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_Oll
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
Intervista con il Dott.re Crosta, specializzato nella cura dei rapaci - Parte 2
VDCA - Denominazione/titolo
VDCR - Auto re
VDCD - Riferimento cronologico
VDCK - Nome file digitale
Modiflca
! Stampa jl
Storia
Villa, Andrea
2015/ 02/ 27
Falconeria_VDC_01l.mp4
I
Indletro
Versione: 1.3.9
atliJ
MODI 1.06 ICCD_MODI_ 3621974035241 (SigecWeb_Falconeria_006)
Falconry: veterinary techniques for raptors
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
Since the dawn of falconry, the veterinary care for the birds of prey have been a source of
great interest and gave rise, over the centuries, to several specific documents. Over the years
the increase in the number of falcons used for falconry has improved the type of care and
developed a deep culture on the prevention of the problems and the diseases of birds of prey
between the falconers. There is an international network of veterinarians specializing in the
care of raptors working closely with falconers.
In January 2014 was held in Doha, Qatar, the First International Congress of Medicine for the
birds of prey, that will be followed by a second meeting in 2016, which saw the participation
of over 100 veterinarians from all over the world. In Arab countries, especially in the UAE and
Qatar, where the number of falcons owned by falconers is extremely high, have been set up
the dedicate hospitals for the Falcons, who generally offer care at no cost to the falconers. The
Director of the Falcon Hospital in Dubai is Dr. Antonio Somma, an Italian veterinarian of
Naples. Veterinarians who specialize in birds of prey not only deal with disease and its
treatment, but also to give advice falconers supply and management of birds of prey. The
technique of #Imping# allows to repair feathers broken in flight with the equivalent parts of
feathers moulted the year before, in a completely painless for the Hawks, allowing the hawk
to always fly at the best conditions.
The oldest manuscript of falconry in world, preserved in the Chapter Library of Vercelli
(Italy), dated X century, it is a treaty on disease and treatment related to hawks. All treaties
falconry Renaissance contained at least one chapter on disease and treatment of the falcons
that were often disposed to to problems and hilliness.
ECWEB
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password ) [ home ) [ manualistica ) [ modifica anagrafica utente ]
[ logout)
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Rice rea
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
...
MODI 1.06 ICCD_MODI_1103181535241: Falconeria: sapere sull'utilizzo del logoro per richiamare
fa Ieo
CD - IDENTIFICAZIONE
TSK - Tipo modulo
"
"
...
Indici - risultati
MODI
COR - Cod ice Regione
09
CDM - Codice Modulo
ICCD_ MODI_ 1103181535241
ESC - Ente schedatore
ICCD
ECP - Ente competente per tutela
ICCD
OGM- Modalita' di individuazione
documentazioni audio-visive
OGM- Modalita' di individuazione
OGM - Modalita' di individuazione
OG- EHTI'!A'
AMB - Ambito di tutela MiBACT
fonti orali
dati di archivio
-etnoantropologico
AMA- Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
saperi, tecniche
OGD- Definizione
Falconeria: sapere sull'utilizzo dellogoro per richiamare il falco
LC - LOCAI...IZZAZ:l:ONE
-
-
LCS- Stato
LCR - Regione
LCP - Provincia
LCC- Comune
LCI - Indirizzo
DT - CRONOLOGJA- -
11
-
ITAUA
Toscana
AR
Pop pi
Castello di Poppi
-
--
DTR- Riferimento cronologico
2014/12/01
CM - CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR- Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
Frulloni, Melissa (intervistatrice)
CMA - Anno di redazione
2015
CMM - Motive della redazione del
MODI
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003 I
Falconer/a
ADP - Profile di accesso
DA - DAT1 ANA.!...niO
1
-
-
-
e
!I falconiere che legate al terreno deve affidarsi ad appositi sistemi per
richiamare il falco che invece vola libero nel cielo. Uno dei sistemi principali che
sta alia base dell'addestramento del fa Ieo e l'uso del #logoro#, che non altro
che un simulacro di una preda, vecchio quanto la falconeria stessa. !I logoro
state /nventato dall'uomo e serve specificatamente per simulare il volo di un
uccello. Quindi sostanzialmente il logoro none altro che un pezzo di pelle, dalla
e
DES - Descrizione
NSC - Notizie storico critiche
e
forma che ricorda quella di una preda - a volte arricchito anche con delle ali
secche della preda a cui si vuole introdurre il falco - su cui viene legata della
came e che, a sua volta, e assicurato ad una lunga corda. !I falcon/ere fa
roteato in aria il logoro con #rassate# rapidi e veloci che simulano la preda in
vola e stimolano e acutizzano gli istinti predatori del falco che ovviamente e
portato ad attaccarto. A seconda della tipologia di addestramento e di vola si
utilizzano tecnlche different/ per roteare il logoro, per fare le passate e infine
per dare illogoro al falco .
!I termine #logoro# utilizzato inizialmente solo in falconeria e successivamente
entrato a far parte della lingua itallana per indicare qualcosa di consunto e
molto utilizzato, state che si trova presto il logoro dopo essere utilizzato per
richiamare il falco. Dante Alighieri, che era lui stesso un falconiere, nella Divina
Commedia introduce diversi paragoni tratti dalla falconeria. Neii'Inferno Canto
XVII, parta del logoro: Come 'I falcon ch'e state assai su l'ali, che sanza veder
logoro o uccello fa dire al falconiere «Ome, tu cali!», discende lasso onde si
move isnello, per cento rote, e da lunge si pone dal suo maestro, disdegnoso e
fello. (Come il falcone che ha volato a lungo, e che non avendo vista ne il
logoro ne un uccello induce il falconiere a dire: Ahime, devi scendere!, e quello
scende stanco nelluogo da cui si muove agile, facendo cento giri nell'aria e si
posa lontano dal suo padrone, disdegnoso e riottoso.
-
RI - R:ILEVAMt;NfO
ETffnA' ll<lMATeUAU
rilevamento decontestualizzato
RIM - Rilevamento/contesto
DRV- DATI DI RILEVAMENTO
DRVD - Data del rilevamento
2014/12/01
CAO - OCCASIONE
CAOD - Denominazione
Video realizzato per CASENTIN02000TV presso il Castello di Poppi con il
falcon/ere Gherardo Braml
ATI - ATTORE INDIVIDUALE
ATIR- Ruolo
Falconiere
ATID- Nome
Brami, Gherardo
Gherardo vive in Casentino, a Poppl. Giovanisslmo, Gherardo sa gia incantare lo
sguardo dei piu soflsticati cultori dl questa nobile arte. Per lu i la falconeria e un
amore innato: nessuno In famlglia l'aveva mal praticata, ne aveva avuto a che
ATIA- Note
fare con attivita simili. Ha lniziato da bambino: all'eta di sette anni, spinto da
una passione sfrenata per i rapaci e la caccia con i falconi ha cominciato a
frequentare dei falconieri professionisti. E' cosi che, supportato paz ientemente
dai genitori, ha potuto imparare da fal conieri come Alduino Ventimiglia di
Monteforte e i membri deii'Accademia Italiana Cavalieri d'alto volo, con cui
ancora collabora . Vive in un paesaggio da favola scenario perfetto per esibizioni
dall'atmosfera medievale. Qui insieme a Maddalena Bertolozzi Caredio, la
fidanzata, ha messo su i "Falconarius", duo che si avvale della collaborazione di
un nutrito gruppo di amici, anche loro falconieri, che danno una mano a
realizzare spettacoli un icl, costruiti secondo una precisa filosofia didatticodivulgativa. la passione per i rapaci, rappresenta per Gherardo l'asse portante
del suo stile di vita, il rapporto continua con la natura, teatro dove
quotid ianamente i suoi esemplari, con le loro #picchiate# verso la preda, gli
regalano momenti fel ici e gli danno un sensa di completezza per esse re riuscito
a sentirsi tutt'uno con il falco in volo e apprezzare dall'alto la bellezza della
natura.
DO - DOCUMENTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_ 021
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formate
jpeg
FTAM - Titolo/didascalia
Un logoro in pelle con ali secche di germane, la preda a cui si vuole introdurre il
falco .
FTAD - Riferimento cronologico
XXI
FTAK- Name file digitale
Falconeria_ FTA_02l.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_022
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
fotografia digitale (file)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Prima di utilizzare il logoro per richiamare il falco occorre legare dei piccoli pezzi
di came che forniranno una ricompensa positiva al falco.
FTAD - Riferimento cronologico
XXI
FTAK- Name file digitale
Falconeria_FTA_022.jpg
VDC- OOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
I
Ventlone: 1.3 .9
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_ VDC_014
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP- Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA- Denominazione/titolo
Gherardo Brami nel corso di un intervista con Casentino2000 TV racconta
l'utilizzo e la funzione del logoro.
VDCD - Riferimento cronologico
2014/12/01
VDCK - Nome file digitale
Falconeria_VDC_ Ol4 .mp4
VDCW- Indirizzo web (URL)
https:/fwww.youtube.com/ watch?v=i2ZqnZW3xdi
MODI 1.06 ICCD_MODI_ 1103181535241 (SigecWeb_Falconeria_007)
Falconry: know how to use the ‘lure’ to call the falcon
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
The falconer, who is tied to the land, must rely a special systems to recall his falcon instead
flies free in the sky. One of the main systems that underlies the training of the falcon is the use
of the #lure#, that is nothing but a simulacrum of a prey, old as the falconry itself. The lure
was invented by man and serves specifically to simulate the flight of a bird. So basically the
lure is nothing but a piece of skin, resembling the shape of a prey - sometimes enriched with
dried wings of the prey that you want to introduce the falcon – on which is tied a small piece
of meat and that is secured to a long rope.
The falconer is swirled the lure in the sky with quick and fast #passate# that simulate prey in
flight and stimulate more acute predatory instincts of the hawk that obviously led to attack.
Depending on the type of flight training, falconers use different techniques to spin the lure, to
rotate it with different speeds and finally to give it to falcon.
8
CWEB
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla • Catalogatore ) [ cambia Password ] [ home ) [ manualistlca ) [ modifica anagrafica utente ]
[ logout)
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Rice rea
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Mode ill
MODI 1.06 ICCD MOD!
..
7142385535241: Falconeria: raduno di falconieri a Vivaro
TSK - Tipo modulo
MODI
COR - Codice Regione
CDM - Codice Modulo
06
ICCD MODI_7142385535241
ESC - Ente schedatore
ICCD
ECP - Ente competente per tutela
OGM - Modalita" di individuazione
ICCD
documentazioni audio-visive
OGM - Modalita' di individuazione
fonti orali
-
-
OG - ENITl"fA'
Indici - risultati
AMB - Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA - Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
rappresentazione-spettacolo
OGD - Definizione
Falconeria: raduno di falconieri a Vivaro
LC - LOCALIZZAZIONE
LCS- Stato
ITAUA
LCR - Regione
Friuli-Venezia Giulia
LCP - Provincia
PN
LCC- Comune
Vivaro
LCL- Localita'
TESIS
DTR - Riferimento cronologico
-
--
CM • Cl!RT11'1 •t AL!DNE E Gl$TJONE DEl
CMR - Responsabile dei contenuti
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
CMA - Anno di redazione
CMM - Motivo della redazione del
MODI
ADP - Profilo di accesso
2013
-DATI
Cimberio, Patrizia
-
Cimberio, Patrizia
2015
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003 I
Falconeria
1
OA - DATI ANALITICI
e
DES - Descrizione
Nel Gennaio 2013 si tenuto come negli anni precedenti il Raduno
Internazionale di falconeria, organizzato dal Circolo dei Falconieri del Friuli
Venezia-Giulla, presso gli splendidi territori planeggianti di Vivaro. !I raduno
dell a durata di due giorni, dal titolo #Caccia col fa Ieone# ,ha vis to la
partecipazione di molti falconieri provenienti dalle varie Regioni italiane, oltre di
diversi falconieri esteri. La prima giornata stata dedicata ad azioni di caccia
simulata con cane e falco, mentre la seconda giornata stata riservata alia
caccia vera e propria con 11 falcone. AI termine delle due giornate si tenuta
e
e
e
una amlchevole cena di gala presso il Country Resort Gelindo dei Magredi dove
sono stati premiati i falconieri meglio piazzati nelle varie categorie di vola.
m
~ Rll.E'IAJo1ENTO EmlTA' IMMAll:RJAU
ATC- ATTORE COLLETTIVO
ATCD - Denominazione
Circolo dei Falconieri del Friuli Venezia-Giulia
ATCA ·Note
CIRCOLO DEI FALCONIERI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA costituito dal
#vecchio gruppo di Aldo Miconl# ovvero un gruppo di amici che sono
accomunati dalla stessa passione per la caccia con 11 faico. I soci provengono da
tutto il friuli e durante la stagione di caccia si ritrovano spesso invitati neiie
varie riserve di caccia per trascorrere delle giornate praticando insieme l'antica
arte deiia falconeria. Nel nostro circoio i soci fanno voiare varie tipologie di
falco.I cani da noi utilizzatl sono prevalentemente setter inglesi o pointer.
e
DO - DOCUMENTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria FTA_023
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Raduno Internazionaie di Falconeria, organizzato dai Circolo Falconieri del Friu li
Venezia-Giuiia, Gennaio 2013 Vivaro
FTAA- Autore
Matej Vran ic
FTAD- Riferimento cronologico
2013
FTAK - Nome file digitale
Falconeria_FTA_023.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_023
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia dlgitale)
FTAF- Formato
jpeg
Raduno lntemazionale di Falconeria, organizzato dal Circolo Faiconieri del Friuli
\·----1- ..-:.. 11 - -----·- . . ,. . ....... ·'···---
y
t-•---·--· ____ ,. , ___ •- ,_. _,_,__ :
V~flt;L.Id-l:JIU II d 1
FTAM - Titolo/didascalia
l;lt;rHidiU L.UJ..l VIVd r U . l ldtLUfllt;f l
d~LUi l. dllU
le
l~l.rU L IUIII
impartite dal Presidente del Circolo de i Falconieri del Friuli Venezia-Giulia,
Mauro Baletti, prima di raggiungere il campo di volo.
FTAA - Autore
Matej Vranic
FTAK - Nome file digitale
Falconeria_FTA_ 024.jpg
VDC - DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA - Denominazione/titolo
Raduno Internazionale di Falconeria, Viva ro 2013, organizzato dal Circolo
Falconieri del Friuli Venezia -Giulia.
VDCR - Auto re
Matej Vranic
VDCD - Riferimento cronologico
2013
VDCK - Nome file digitale
Falconeria_ VDC_ OlS. mp4
VDCW - Indirizzo web (URL)
https://vimeo.com/57926305
Modifka
lndletro
Versione: 1.3.9
I Stampa I!
Storla
I
BiiJ
MODI 1.06 ICCD_MODI_ 7142385535241 (SigecWeb_Falconeria_008)
Falconry: field meeting of falconers in Vivaro
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
In January 2013 was held, as in the previous years, the International Meeting of Falconry,
organized by the Circolo of the Falconers of the Friuli-Venezia Giulia, near the beautiful
country areas of Vivaro.
The meeting two-day long, entitled #Hunting with falcon#, saw the participation of many
falconers from different Italian regions, in addition to several foreign falconers. The first day
was dedicated to actions of simulated hunting with dog and hawk, while the second day was
reserved for the true hunting with falcons. At the end of the two days it was held a friendly
gala dinner at the Country Resort Gelindo Magredi where were rewarded falconers better
placed
in
the
various
categories
of
flight.
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventarlo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password ] [ home ] ( manualistica ] [ modifica ana grafica utente ]
[ logout]
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Rice rea
Controllo
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
Riepilogo dati
Indici - risultati
M 0 0 I 1. 06 I CC D M 0 D I .57 0 304163 5 241 : Fa Icon eri a: sa p e ri s u liilaii;;i;fiiaiilci;ioi;iniieiiriiiiia;;iai;;iiciiaiiiviiiaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii.:l
CD- IDENTIFICAZIONE
TSK - Tipo modulo
ECP - Ente competente per tutela
MODI
09
ICCD_ MODI_ 5703041635241
ICCD
ICCD
OGM - Modalita' di individuazione
documentazioni audio-visive
COR - Codice Regione
CDM - Codice Modulo
ESC - Ente schedatore
"
OGM - Modalita' di individuazione
fonti orali
OGM - Modalita' di individuazione
dati di archivio
OG - !NTITA'
AMB - Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA- Ambito di applicazione
entita immateriali
CTG - Categoria
saperi, tecniche
OGD- Definizione
Falconeria: saperi sulla falconeria a cavallo
LC- LOCALIZZAZIONE
ITAUA
'L CS - St.at.Q
LCR - Regione
Toscana
LCP - Provincia
SI
Let: - Comune
Siena
-
DT - CRDr.!OLOGIA
-
DTR- Riferimento cronologico
-
-
2002
CM- CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR - Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (Catalogatore)
CMC - Responsabile ricerca e
redazione
Cimberio, Patrizia (Catalogatore)
CMA - Anno di redazione
CMM - Motivo della redazione del
MODI
2015
Inventario patrimonlo culturale immateriale Convenzione Unesco 2003
Falconeria
ADP - Profilo di accesso
1
-
I
-
DA - IDATI AN.AU11CI
La falconeria a cavallo in Italla ha una tradizione antichissima. Federico !I di
Svevia dedicata proprio l'ultimo capitolo del suo trattato #De Arte Venandi cum
Avibus# proprio alia falconeria a cavallo . l testi, le miniature, gll affreschl e i
dipinti rinascimentali, mostrano principalmente scene di falconeria a cavallo. La
falconeria era una delle materie che veniva insegnata ai giovani principi, e alia
nobilta, per le doti in grado di sviluppare e il binomio con il cavallo, altro
importante simbolo di potere e di uno status symbol elevato, ne accresceva il
valore. Praticamente entrata in disuso la falconeria a cavallo con la rinascita di
DES - Descrizione
quest'arte avvenuta negli ann i '60 ad opera di Ernesto Coppaloni, ha ripreso
vigore grazie al Conte Alduino di Ventimilia di Monteforte e ai suoi discepoli.
Oggi sempre piu falconieri cercano di avvicinarsi in modo intima alia natura
tramite uno stretto rapporto fra 11 trlnomio: Uomo, Cavallo e Uccello
Rapace.Riscoprendo un'arte che accompagna l'uomo da miglia ia di anni, la
falconeria a cavallo puo diventare ai giorni nostri uno straordinario metodo per
vivere la natura nella sua totalita.II progetto di questo settore quello di creare
dei cavalieri che siano in grado di vivere l'equita4ione abbinata alia falconeria.
Sia il cavallo che gli uccelli rapaci hanno fatto parte della nostra storia aiutando
l'uomo nel corso della sua evoluzione: 11 cavallo, come mezw di locomo4ione, di
lavoro e compagno in battaglia; il falco, ha da sempre collaborate con l'uomo
nelle attivita venatorie quando la caccia era una necessita e non un hobby. La
sua capacita predatorla offrlva straordinario successo a coloro che lo
utilizzavano, portandoli ad essere considerati fino ai primi anni del XX secolo,
animali nobili, la cui gestione era possibile solo al ceto nobiliare . La gestione del
cavallo da utillzzare In sinergia con il falco richiede che si abbiano cavalli molto
tranqullli, non facilmente spaventabili dal falco portato sui pugno del falconiere
che 11 monta. Generalmente chi pratica la falconeria a cavallo, regge il falco sui
pug no destro invece che sinistro (in quanta la mano sinistra serve per montare
a cavallo).
e
Federico II di Svevia dedica un intero capitolo, l'ultimo, del suo trattato alia
falconeria a cavallo. AI Castello Federiciano di Maniace, Siracusa, il capitella di
una delle colonne decorato con un falconiere a cavallo. I Gonzaga a Mantova
sono stati nel Rinascimento tra le famiglie nobili piu appassionate di falchi e di
cavalli e la famosa #raza dl casa nostra# dei cavalli mantovani proprio stata
selezionata dai Gonzaga. 11 grande allevatore e falconiere inglese Nick Fox si
speciallzzato nella caccia a corvi a cavallo nelle distese senza confin i del nord
della Scozia.
e
NSC - Notizie storico critiche
e
e
RI- RILEVAMENTO ENTITA' IMMATERIALI
RIM - Rilevamento/contesto
rilevamento non definibile
CAO - OCCASIONE
CAOD • Denominazione
occasione indeterminata
ATI- ATTORE INDIVIDUALE
ATIR- Ruolo
Falconiere
,,.,..
ATID- Nome
Alduino Ventimilia di Montetorte
ATIA- Note
Allevatore dell'antica razza dei cavalli persani, fino a pochi anni fa quas i estinta,
Alduino Ventimilia ha riscoperto l'arte della fa lconeria a cavallo, secondo le
antiche tradizioni italiane.
DO- DOCUMENTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRA.E.ICAFTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_025
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM - Titolo/didascalia
Pagina del De arti Venandi cum Avibus di Federico !I che tratta delle tecniche
della falconeria a cavallo.
FTAD- Riferimento cronologico
XIII
FTAE- Ente proprietario
Biblioteca Apostolica Vaticana
FTAC- Collocazione
Pal. Lat. 1071
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_ FTA_025.jpg
FTAW- Indirlzzo web (URL)
http://digi.vatlib.it/view/bav_ pal_lat_ 1071
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_025
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF - Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Abbazia di Vezzolano, Albugnano, Piemonte. Frammento di affresco
rappresentante la legenda tre tre vivi e dei tre morti. I cavalieri vengono
rappresentati con il falco sui pugno per testimoniare la loro nobilta d'animo e
status sociale.
FTAD - Riferimento cronologico
XI
FTAK - Nome file digitale
Falconeria_FTA_026.jpg
FTAW - Indirizzo web (URL)
http://www. beniarch itettoniclpiemonte. it/sbappto/4-luo g hi-della-cultura/38abbazia-di-vezzolano
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_027
FTAX - Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Casino di caccia di Villa Borromeo, Scena di caccia con un astore. lmmagine dal
backstage del video sulla Storia della falconeria Italiana rea li zzato peril Fa lconi
Festival 2011 ad AI Ain, Emirati Arabi
FTAD - Riferimento cronologico
XV
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_027.jpg
FTAW- Indirizzo web (URL)
http://www.lombardiabeniculturali .it/architetturejsche de/Mll00-09374/
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN- Codice identificativo
Falconeria_FTA_028
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
FTAF- Formato
jpeg
FTAM- Titolo/didascalia
Il falconiere esce dalla porta della citta con falco e cane. Affresco Deii'AIIegoria
ed Effetti del Buono Governo, Palazzo Pubblico di Siena.
FTAA - Autore
Ambrogio Lorenzetti
FTAD- Riferimento cronologico
1338-1339
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_ FTA_028.jpg
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice ldentificativo
Falconeria_ VDC_ 016
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
VDCA- Denominazione/titolo
Alduino Ventim ilia di Monteforte, con i suoi #strozz ieri# dimostra l'utilizzo del
logoro per rich iamare if falco da cavallo.
VDCR - Autore
Jean-Michel Lesaux, Peter Uvermore
VDCD - Riferimento cronologico
2002
VOCE - Ente proprietario
Hibou production
VDCK- Nome file digitale
Falconeria_VDC_ 016.mp4
VDCW- Indirizzo web {URL)
http: // www.cu ltureunplugged .com/play/5887/Falconarius- -the-Noble-Falconer
~----------------~--~----~--ModlfiCll
Stamr.J] ; Storia I
Indletro
MODI 1.06 ICCD_MODI_5703041635241 (SigecWeb_Falconeria_009)
Falconry: knowledge on falconry on horseback riding
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
In Italy Falconry on horseback riding has an ancient tradition. Frederick II of Swabia
dedicated the last chapter of his falconry latin treatise “De Arte Venandi cum Avibus” just
about the falconry on horseback riding. The texts, miniatures, the Renaissance frescoes and
paintings, mainly show scenes of falconry on horseback.
Falconry was one of the most important subjects being taught to the young princes, and to
nobility, for his capacity of developing important skills and human quality and the falconry in
combination with the horse, became a more important symbol of power and a high status
symbols. Practically entry into disuse falconry on horseback with the guns advent and the
new society asset, the rebirth of this art took place in the 60’s by Ernesto Coppaloni,
recommenced strength due to the efforts of Count of Alduino Ventimilia of Monteforte and his
disciples.
Today more and more falconers try to get close to nature in an intimate way through a close
relationship between the trio: Man, Horse and Bird of Prey.
Rediscovering an art that accompanies man life for thousands of years, the falconry on
horseback riding can get to present time an extraordinary method for experience the nature
in its global aspects.
The goal is to teach modern “knights” who are able to live horse riding combined with the
falconry. Both the horse that birds of prey have been part of our history by helping the man in
the course of its evolution: the horse, as a means of locomotion, of work and companion in
battle; the birds of prey, has always worked with the man for hunting, when hunting was a
real necessity and not an “hobby”.
The incredible ability of the hawks as predator always give a success key to those who
practice falconry, leading them to be considered, until the early years of the twentieth
century, noble animals, which was possible the management only from the noble and
aristocratic class. The management of the horse to be used in synergy with the hawk requires
that you have a horse very calm, not subject to easily scare from the hawk sitting on the fist of
the falconer which mounts them.
Generally, those who practice falconry on horseback, especially in East Countries, holding the
hawk on right fist instead of the left (as the left hand is used to riding).
_CWEB
utente connesso Patrlzla Clmberlo ( Inventaclo PCI: Falconerla - Catalogatore ) [ cambia Password ] [ home ] [ manua listica ] [ modifica anagrafica utente ]
[ logo ut]
CATALOGAZIONE
Riepilogo dati
Creazione
Schede eliminate
Rice rea
Con troll a
Area Trasferimenti
Strumenti
Modelli
MODI 1.06 ICCD_MODI_7899517635241: Falconeria: valore spirituale della falconeria al tempo dei
Gonza a
CD - IDENTIFICAZIONE
TSK - Tipo modulo
.....
CDM - Codice Module
MODI
03
ICCD_ MODI_ 7899517635241
ESC - Ente schedatore
ICCD
COR - Codice Regione
ECP • Ente competente per tutela
ICCD
OGM • Modalita' di individuazione
dati di archivio
documentazioni audio-visive
OGM • Modalita' di individuazione
Riepilogo dati
Indici - risultati
OG • ENTITA'
AMB - Ambito di tutela MiBACT
etnoantropologico
AMA- Ambito di applicazione
entita immateriall
CTG - Categoria
saperi
OGD • Definizione
Falconeria: valore spirituale della falconeria al tempo dei Gonzaga
LC · I.O•CAUZZAZIONE
LCS- State
ITAUA
LCR - Regione
Lombardia
LCP - Provincia
MN
LCC • Comune
Mantova
DT - CRONOLOGIA
DTR - Riferimento cronologico
XIV-XVII
CM • CERTIFICAZIONE E GESTIONE DEI DATI
CMR- Responsabile dei contenuti
Cimberio, Patrizia (catalogatore)
CMA - Anno di redazione
2011
CMM - Motive della redazione del
MODI
Inventario patrimonio culturale immateriale Convenzione Unesco 2003 I
Falconeria
ADP· Profile di accesso
1
DA- DATI ANALITICI
I Gonzaga furono la dinastia regnante del territorio mantovano dal 1328 al
1707. Questa regione era ricca di placidi laghi e fiumi che scorrevano tra verdi
boschi e foreste, valli soleggiate, pianure paludose e fertili campagne, popolate
da un grande numero di uccelli e animali di ogni dimensione, ideali per la
pratica della falconeria. Alia corte dei Gonzaga la falconeria era praticata
secondo le piu antiche tradizioni: negli archivi storici della famiglia (ora
conservati presso I'Archivio di State di Mantova e trascritti e studiati con grande
pazlenza da Giancarlo Malacarne nellibro i "Signori del cielo ",ora disponibile
anche nella traduzione inglese "Lords of the Sky") abbondano le testimonianze
circa l'esercizio, complesso e costoso, della falconeria alia quale il marchese di
Mantova, Federico e il figlio Francesco II, dedicavano grande impegno e risorse
DES • Descrizione
personali, alia ricerca di un conseguente,"ritorno di immagine" anche presso le
altri corti europee. Importanti falconiere erano state allestite nel territorio
mantovano a Revere, Marmirolo e Gonzaga. Qui i falconieri di carte seguivano
nel migliore dei modi procedure ben definite per l'allevamento, la cura e
l'addestramento degli innumerevoli re~paci e si occupavano di gestire nel
migliore dei modi la "macchina da caccia con il falco", che era l'orgoglio dei
principi mantovani. Per la caccia era no utilizzati anche un gran numero di cani e
di cavalli che venivano allevati direttamente dai Gonzaga, alcuni dei que~li sono
stati dipinti da Giulio Romano nelle sale di Palazzo Te. I duca di Mantova
amavano condurre i propri ospiti a caccia nei lore territori ricchi di selvaggina,
orgogliosi di mostrare l'insuperabile bravura dei lore falconi, alia pari di preziosi
gioielli, quali in effetto erano. I falchi piu amati dal Marchese Francesco e dal
duca Federico erano ricondati nella palazzina di caccia a Marmirolo con ricche
sepolture in marrno. Francesco II, piu di ognl altro Gonzaga, amava i cavalli e la
caccia con i falchi e ha lasciato important! testimonianze delle sue passioni,
tracciando la storia della stessa dinastia dei Gonzaga. La falconeria, allora come
oggi, non era solo una pratica di caccia ma un mezzo di elevazione spirituale.
Come ben evidenziato da Giancarlo Malacarne nel Iibra l signori del cielo, la
falconeria a Mantova ai tempi dei Gonzaga (teste basato su oltre cinque anni di
ricerche sui carteggio dei Gonzaga presso I'Archivio di State di Mantova) il
principe, seduto sui suo cavallo lontano dal cielo, ma il suo falco che vola alto
tra le nubi e si getta in picchiata sulla preda, non altro che il Principe stesso,
un tipo differente di nobilta. Guardando il falco volare libero nel cielo,
ammirando le sue capacita di vole, il Principe In realta guarda dentro di se
cercando le stesse qual ita. Tra le migliaia di lettere scamb iate tra i falconieri di
corte e i Principi Gonzaga per informarli di tutto cio che accadeva nelle lore
falconere, degna di nota quella del 1521 scritta da Francesco II a proposito
del suo girifalco bianco #zirifalco# preferito che nonostante tutti gli
addestramenti ricevuti, anche da diversi falconieri, non era in grade di cacciare
o di fare le passate al logoro. Ma la sua bellezza e maestosita era tale che il
Principe era soddisfatto di anche solo di portalo su i pugno come segno del suo
potere.
e
e
IH • R!LEVAMENTO EPtTITA' Ir..UfATERIAl!
rilevamento non definibile
RIM - Rilevamentotcontesto
DRV • DATI 01 RILEVAMENTO
DRVL • Rilevatore
Cimberio. Patrizia
DRVD- Data del rilevamento
2011
CAO - OCCASIONE
CAOD - Denominazione
occasione indeterminata
ATI - ATTORE INDIVIDUP,LE
ATIR- Ruolo
Auto re
ATID- Nome
Giancarlo Malacarne
ATIA- Note
Autore del Libra I Signori del Cielo, la falconeria ai tempi dei Gonzaga a
Mantova . Tradotto in inglese a cur a di Patrizia Cimberio con il titolo Lords of the
Sky. Autore anche di innumerevoli testi e saggi sulla carte dei Gonzaga.
DO- DOCUMENTAZIONE
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_029
FTAX - Genere
FTAP- Tipo
documentazione allegata
FTAF - Formato
jpeg
FTAM - Titolo/didascalia
Casino di Caccia presso il Bosco della Fontana a Marmirolo, Mantova. l falchi piu
amatl dal Marchese Francesco e dal duca Federico erano ricordati nella
palazzina di caccia a Marmirolo con ricche sepolture in manmo, oggi purtroppo
andate distrutte.
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_029.jpg
(fotografia digitale)
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconeria_FTA_030
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digitale)
jpeg
FTAF - Formato
FTAM - Titolo/didascalia
Morello, il cavallo preferito, dipinto con gli altri in modo magistrale da Giulio
Romano sulle parti di Palazzo Te nella Sa la dei Cavalli.
FTAC- Collocazione
Sala dei Cavalli, Palazzo Te, Mantova
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_030.jpg
FTA- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
FTAN - Codice identificativo
Falconena FTA_031
FTAX- Genere
documentazione allegata
FTAP- Tipo
(fotografia digltale)
FTAF - Formato
jpeg
Una delle innumerevoli lettere scambiate dai principi Gonzaga con il loro
falconieri e sturerei di carte, analizzate dopa anni dl paziente e certosino loro
da Glancarlo Malacarne.
FTAM- Titolo/didascalia
FTAK- Nome file digitale
Falconeria_FTA_03l.jpg
VDC- DOCUMENTAZIONE VIDEO-CINEMATOGRAFICA
VDCN - Codice identificativo
Falconeria_VDC_017
VDCX - Genere
documentazione allegata
VDCP - Tipo/formato
file digitale MPG
Estratto dell'intervista a Giancarlo Malacarne sulla Falconeria a Mantova ai
tempi dei Gonzaga, pubblicata nel video History of Italian Falconry presentato
nel 2011 al Falconry Festival di AI Ain, Emirati Arabi.
VDCA - Denominazione/titolo
VDCR - Autore
2011
VDCK - Nome file digitale
Falconeria_ VDC_ 017 .mp4
https://www.youtube.com/watch?v=RbhMOsfjqV8
VDCW- Indirizzo web (URL)
--
\le.rsl.one~
1..3.!1
Cimberio, Patrizla
VDCD - Riferimento cronologico
MODI 1.06 ICCD_MODI_7899517635241 (SigecWeb_Falconeria_010)
Falconry: spiritual value of falconry at the time of the Gonzaga
English Translation of PACI Field “DES Descrizione”
The Gonzaga were the ruling dynasty of the territory of Mantua from 1328 to 1707. This
region was rich of placid lakes and rivers that flowed through green woods and forests, sunny
valleys, fertile plains and marshy countryside, populated by a large number of birds and
animals of all sizes, an ideal place for the practice of falconry.
At the Gonzaga court the falconry was practiced according to the ancient traditions: in the
family’s historical archives (preserved at the State Archives of Mantua and transcribed and
studied with great patience by Giancarlo Malacarne in the book "I Signori del Cielo", now also
available in the English translation "Lords of the Sky") abound evidences about the exercise of
falconry, complex and expensive, to which the Marquis of Mantua, Federico and his son
Francis II, devoted great efforts and personal resources, considering for a consistent "return
of image" in the other European courts.
Important falconers have been set up in the province of Mantua in Revere, Solferino and
Gonzaga. Here falconers court followed in the best way, well-defined procedures for the
breeding, care and training of the countless birds of prey and took care to manage in the best
way the " falconry machine ", which was the pride of the rulers of Mantua.
Used for hunting were also a large number of dogs and horses that were bred directly from
Gonzaga, some of which were painted by Giulio Romano in the Palazzo Te. The Duke of
Mantua loved conduct its guests hunting on their territories rich in game, proud to display the
unsurpassed skill of their falcons, on a par with precious jewels, which were in effect.
The hawks most loved by the Marquis Francesco and Duke Frederick were remembered in a
hunting lodge in Marmirolo with rich marble tombs. Francis II, more than any other Gonzaga,
loved horses and hunting with falcons and has left important traces of his passions, tracing
the history of the same dynasty Gonzaga.
Falconry, then as now, was not just a practice of hunting but a means of spiritual elevation. As
evidenced by Giancarlo Malacarne in the book Lords of the sky, (text based on over five years
of research on the correspondence of the Gonzaga at the State Archives of Mantua), the
falconry at the time of Mantova Gonzaga Prince, sitting on his horse away from heaven, but his
hawk flying high in the clouds and throws swooping on its prey, it is nothing but the Prince
himself, a different type of nobility.
Watching the hawk fly free in the sky, admiring its flight capacity, the Prince really looks
inside himself looking for the same qualities. Among the thousands of letters exchanged
between the falconers of Principles Gonzaga court and to inform them of everything that
happened with their falcons, is worthy of note that in 1521 written by Francis II about his
preferred white gyrfalcon “Zirifalco”, that despite all training received, also from several
falconers, was not able to hunt. But its beauty and majesty was such that the Prince was
satisfied just to bring it at the fist as a sign of his power.

Documenti analoghi

L`importanza di chiamarsi Fasano. Un profumo d

L`importanza di chiamarsi Fasano. Un profumo d was born in 2008 from an idea by Simone Whatami is a poetic green archipelago, Capra and Claudio Castaldo, they work best experienced barefoot, that follows together with Francesco Colangeli and th...

Dettagli