Intervista Dott. F. Motta I° Congresso Italiano, Milano

Commenti

Transcript

Intervista Dott. F. Motta I° Congresso Italiano, Milano
Il bambino nei suoi vari livelli funzionali:
la personalizzazione delle cure
Terapie chirurgiche e trattamento del tono
muscolare
Dott. Francesco Motta
Direttore S.C. Ortopedia Pediatrica
Ospedale dei Bambini V.Buzzi, Milano
[email protected]
Milano, 23 giugno 2012
NELLA STORIA DEI SOGGETTI CON PCI
GENERALMENTE COESISTONO LE INDICAZIONI DI
RIDUZIONE DELL’IPERTONO (tossina botulinica o
impianto di pompa al Baclofen intratecale)
+ di CHIRURGIA ORTOPEDICA
Terapie dell’ipertono
n 
n 
n 
n 
La tossina botulinica è una terapia locale,
reversibile
Può essere ripetuta più volte, in genere ogni 6
mesi, già dai 2 anni di vita
Il Baclofen intratecale è un intervento
chirurgico, per curare la spasticità
generalizzata, ed è reversibile.
Si può fare a qualunque età
BACLOFEN INTRATECALE (ITB) E PCI
n 
n 
n 
BACLOFEN: riduce spasticità e/o distonia degli arti
superiori ed inferiori
INTERVENTO CHIRURGICO: impianto del sistema di
infusione per somministrazione sistemica del
farmaco
PROGRAMMATORE ESTERNO: permette di regolare il
dosaggio del farmaco in base alle necessità del
bambino e di modificarlo nel tempo
ITB: CARATTERISTICHE
n 
n 
n 
n 
n 
n 
TERAPIA REVERSIBILE
EFFETTI INDESIDERATI FARMACO: scarsi e
generalmente transitori o controllabili con dosaggio
COMPLICANZE
RIABILITAZIONE: non necessita di riabilitazione per
recupero ma si dovrebbe modificare (ridurre?) in base
al nuovo quadro clinico
EVIDENCE EFFICACIA: buona per la spasticità, per la
distonia invece ha meno evidenza ma terapia condivisa
BASSO SACRIFICIO E ALTA SODDISFAZIONE
ITB E OBIETTIVI
n 
n 
OBIETTIVI FUNZIONALI: può facilitare le
performance motorie (già acquisite) del bambino
(mobilità, uso arti superiori, comunicazione), ma
non ne cambia il livello funzionale
Altri OBIETTIVI: riduzione del dolore,
miglioramento igiene, postura comfort, sonno,
alimentazione. Sarà poi più facile la riabilitazione.
CHIRURGIA ORTOPEDICA E OBIETTIVI
n 
n 
n 
CHIRURGIA FUNZIONALE: generalmente riferita agli arti
inferiori
OBIETTIVI: normalizzazione del cammino e/o miglioramento
della mobilità, non del livello funzionale
CHIRURGIA DELLE DEFORMITA’: arti inferiori / anca,
colonna, arti superiori (rara)
OBIETTIVI: riduzione del dolore, miglioramento igiene,
comfort e posturale, mantenimento funzionalità respiratoria
(scoliosi)
NON HA SIGNIFICATO LA CHIRURGIA “PREVENTIVA”
CHIR ORTOPEDICA: CARATTERISTICHE
n 
n 
n 
n 
n 
n 
n 
IRREVERSIBILE
COMPLICANZE RARE
RISCHIO DI RECIDIVE
++ RIABILITAZIONE: IL RECUPERO PUO’ AVERE
ANCHE TEMPI LUNGHI
NON RIDUCE L’IPERTONO/IPOTONO (può
peggiorarli)
EVIDENZA DI EFFICACIA?
SODDISFAZIONE ?
“……Lo rifaresti?”
I 5 LIVELLI DELLA GMFCS
LIVELLO I
LIVELLO IV
LIVELLO II
LIVELLO III
LIVELLO V
Livello I
L.V.
10 anni
diplegia spastica
Livello II
C.S.
6 anni
diplegia spastica
Livello II
S.S
7 anni
diplegia spastica
Livello III
A.M
6 anni
diplegia spastica
Livello IV
M.S
6 anni
tetraplegia spastica
M.S
6 anni
tetraplegia spastica
GMFCS
& ITB
INDICAZIONE
MIGLIORAMENTO
FUNZIONALE
LIVELLO I
LIVELLO II
LIVELLO III
LIVELLO IV
LIVELLO V
RARISSIMA
RARA
MODERATA
FREQUENTE
ALTA
MOBILITA’
MOBILITA’
ARTI
SUPERIORI
POSTURE
ARTI
SUPERIORI
POSTURE
Ogni età
Ogni età
Ogni età
MOBILITA’
TIMING
RISCHIO DI
PEGGIORAMENTO
no
no
no
no
no
SODDISFAZIONE
?
?
si
si
si
GMFCS &
CHIRURGIA
LIVELLO I
LIVELLO II
LIVELLO III
LIVELLO IV
LIVELLO V
INDICAZIONE
FREQUENTE
FREQUENTE
MODERATA
MODERATA
MODERATA
NORMALIZZAZIONE
CAMMINO
Sì
Sì
no
/////
//////
MIGLIORAMENTO
FUNZIONALE
NO
MOBILITA’
MOBILITA’
POSTURE
POSTURE
SELETTIVA
MULTIPLA?
MULTIPLA
MULTIPLA
SELETTIVA
selettiva
selettiva
CHIR ARTI SUP
raro
raro
raro
possibile
raro
ETA’
10/13
>7
>7
≥ 10
Ogni età
RECIDIVE
-
+
++
-
-
RISCHIO DI
PEGGIORAMENTO
no
no
Sì
si
no
SODDISFAZIONE
+
++
+
+/-
+/-
CONCLUSIONI
n 
Conoscere la storia naturale
n 
Conoscere i trattamenti alternativi possibili
n 
Conoscere l’età ideale per terapia
n 
Adeguare la scelta al bambino (LIVELLO FUNZIONALE!, età,
tono muscolare, stabilità, competenze)
n 
Definire gli obiettivi e chiarire i tempi di recupero valutare
anche il non trattamento
CHIRURGIA E ITB NEGLI ANNI…
n 
1996-2000 CHIR. MULTIPLA (in un SINGOLO
INTERVENTO) + INIZIO USO TOSSINA
FINE 1998 INTRO ITB E
n 
n 
n 
USO BTX
2001-2005: meno parti molli + chir ossea
2006-2011: la chir parti molli diventa + selettiva
2012: meno chirurgia ,+ITB, + modulazione tono,
+ osservazione, + analisi insuccessi
PERCHE’ E’ CAMBIATO L’APPROCCIO?
n 
n 
n 
n 
n 
OSSERVAZIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!
Follow-up lunghi e relative considerazioni su
vantaggi a lungo termine
Introduzione trattamento spasticità
Introduzione valutazioni funzionali e Gait Analysis
Evoluzione riabilitazione (rinforzo tramite sport e
attività motorie come parte integrante del percorso
riabilitativo, FES)
CONCLUSIONI CHIRURGIA
n 
n 
n 
La chirurgia multipla è un’opzione, non tutti sono
candidati ideali
La chirurgia a tappe indicata nei pazienti , con
problemi di equilibrio e/o di spasticità o ipotonia ,
specie se utilizzano ausili (livelli III).
E’ indispensabile misurare i risultati con scale
funzionali
n 
Ricordare sempre le altre terapie (riabilitative)
n 
Non cambia il livello funzionale
CONCLUSIONI ITB
n 
n 
L’ITB, è una delle opzioni, non tutti sono candidati
ideali. NON è indicata solo nei quadri gravi o dopo
aver provato “ogni chirurgia possibile”!
L’ITB dà alta soddisfazione quando è chiaro
l’obiettivo
n 
riduce la chirurgia ortopedica
n 
Non cambia il livello funzionale
Conclusioni generali
n 
n 
n 
n 
n 
n 
Ogni bambino ha una sua storia e una sua evoluzione
Bisogna studiarlo nel tempo prima di proporre terapie
invasive, come la chirurgia
Spesso il problema principale è il tono muscolare, che
ne limita la mobilità
Nella scelta, l’esperienza del Medico è determinante.
L’ obiettivo di ogni cura resta quello di migliorare la
qualità della vita, diminuire il peggioramento, migliorare
la mobilità, e quando possibile, le autonomie
Le aspettative vanno concordate con la famiglia,
parlando anche degli insuccessi legati alle terapie

Documenti analoghi

Chirurgia funzionale multidistrettuale nella chirurgia della paralisi

Chirurgia funzionale multidistrettuale nella chirurgia della paralisi Abbiamo trattato 20 bambini (40 arti) affetti da diplegia spastica in PCI ed in grado di deambulare, con interventi di chirurgia funzionale multilevel sui tessuti molli che comprendevano la trasfor...

Dettagli

Il crouch severo nella diplegia spastica può essere prevenuto

Il crouch severo nella diplegia spastica può essere prevenuto crouch. Sono stati fatti studi osservazionali e di analisi del cammino su soggetti sottoposti a chirurgia singolo e multilivello, allungamento frazionale o formale del tricipite surale. Dei 464 rag...

Dettagli

Diapositiva 1

Diapositiva 1 • Tossina botulinica • Interventi neuro-ortopedici

Dettagli