BetonFIP ® WP 610 FLEX

Commenti

Transcript

BetonFIP ® WP 610 FLEX
BetonFIP
WP 610 FLEX
BetonFIP ®
WP 610 FLEX
conforme alla norma UNI EN 1504-2
certificato 1305-CPD-0859
BetonFIP è un marchio registrato dal
gruppo FIP Industriale.
Questa versione annulla e sostituisce ogni altra
precedente. Versione Maggio 2014
Rivestimento
cementizio,
flessibile,
bicomponente
per
l’impermeabilizzazione e la protezione di strutture e superfici in c.a. e
muratura
A cosa serve
BetonFIP WP 610 FLEX è stato progettato e formulato per realizzare in opera un
rivestimento continuo indicato per l’impermeabilizzazione e la protezione (in
ambiente moderatamente aggressivo) di strutture e superfici in c.a. e muratura,
anche quando è richiesta la capacità di fare da ponte (crack bridging ability) a stati
fessurativi non strutturali e con ampiezza delle fessure contenuta. BetonFIP WP 610
FLEX è utilizzato anche come rivestimento flessibile a basso spessore per correggere
leggere imperfezioni realizzative quali assenza di copriferro.
E’ generalmente utilizzato per l’impermeabilizzazione di:
 strutture idrauliche quali, serbatoi, vasche, cisterne, paramenti di dighe,
condotte, canali, gallerie, fognature, piscine etc;
 strutture interrate quali fondazioni, muri contro terra, scantinati, cunicoli etc;
 strutture a mare;
 aree di edifici destinate a servizi ( cucine, bagni, docce etc, prima che vengano
rivestiti con finiture ceramiche);
 manufatti di arredo in calcestruzzo (fioriere, fontane etc);
 balconi, terrazzini, coperture di limitata luce, prima che vengano rivestiti con
finiture ceramiche.
 Protezione in ambienti moderatamente aggressivi di strutture in calcestruzzo
precedentemente ripristinate con le malte cementizie della linea BetonFIP quali
viadotti, gallerie, etc.
Utilizzando BetonFIP WP 610 FLEX si crea in opera un rivestimento continuo
impermeabile, ad elevata traspirabilità, flessibile, resistente agli agenti aggressivi
dell’ambiente ed ai cicli di gelo disgelo, ad elevata resistenza all’abrasione ed all’urto.
BetonFIP WP 610 FLEX non è carrabile.
Cosa è
BetonFIP WP 610 FLEX è un prodotto, cementizio, premiscelato, bicomponente (la
parte in polvere in sacchi va miscelata con la parte liquida in taniche) a base di
selezionati leganti idraulici ed inerti, speciali additivi. Il componente B liquido è una
speciale emulsione polimerica che conferisce al prodotto anche una buona
flessibilità. BetonFIP WP 610 FLEX può essere applicato a spatola, a pennello od a
spruzzo in spessori di circa 2 mm, è sempre consigliata l’applicazione in due strati.
FIP chemicals srl
Via Volta, 9 - 35037 – Teolo (PD)
T +39 049 7385 712
F +39 049 7385 722
[email protected]
www.fipchemicals.it
FIP chemicals è certificata ISO 9001:2008 con ICMQ spa
BetonFIP
WP 610 FLEX
1
BetonFIP
WP 610 FLEX
BetonFIP WP 610 FLEX EL ha la marcatura CE con sistema di accreditamento 2+ (certificato n. 1305-CPD-0859), soddisfa i
requisiti ed i limiti di accettazione della normativa UNI EN 1504 parte 2 specifica per i Sistemi di protezione della superficie di
calcestruzzo.
Requisiti e prestazioni
I principali requisiti identificativi di BetonFIP WP 610 FLEX sono:
 Buona resistenza alla spinta idrostatica diretta ed indiretta, caratteristica che sta alla base di un buon rivestimento
impermeabilizzante in quanto contrasta la penetrazione dell’acqua sia in pressione positiva che negativa. E’ da tener
ben presente che la resistenza alla spinta positiva risulta sempre maggiore di quella alla controspinta;
 Buona capacità di fare da ponte a stati fessurativi, tale requisito, comunemente chiamato crack bridging ability,
indica la capacità di garantire una superficie continua anche in presenza cavillature e stati fessurativi di entità
modesta presenti sul supporto, generati dal ritiro del calcestruzzo;
 Elevata aderenza, consente di resistere alle tensioni d’interfaccia dovute alle eventuali tensioni di vapore o alla
controspinta idrostatica;
 Elevata permeabilità al vapore acqueo, il vapore che si genera all’interno della struttura al variare della
temperatura trova sbocco attraverso il rivestimento limitando al minimo le tensioni di vapore all’interfaccia;
 Elevata resistenza all’abrasione, è requisito importante per garantire una lunga durabilità nel caso di trasporto
solido, situazione ricorrente in diverse strutture idrauliche;
 Ottima resistenza ai cicli di gelo disgelo, aumenta la durabilità dell’intervento, infatti i materiali cementizi esposti in
un ambiente che scende frequentemente sotto lo zero possono degradarsi;
 Ottima resistenza agli agenti aggressivi dell’ambiente, viene garantita in questo modo grande durabilità
conseguente all’elevatissima impermeabilità del prodotto che impedisce l’ingresso di acqua, cloruri, anidride
carbonica, solfati etc.
Le prestazioni che caratterizzano BetonFIP WP 610 FLEX sono riportati nella seguente tabella e si riferiscono ad uno spessore
di 2 mm:
Adesione al calcestruzzo
(UNI EN 1542)
Resistenza alla spinta idraulica positiva,
(UNI EN 12390/8)
Resistenza alla spinta idraulica negativa,
(UNI EN 8298/8)
Capacità di fare da ponte alle fessure (crack bridging ability),
misurata a 23°C (UNI EN 1062/7)
Resistenza all’usura, misurata come perdita in peso,
(UNI EN ISO 5470-1)
Coefficiente di assorbimento capillare,
(UNI EN 1062/3)
Permeabilità al vapore acqueo (espresso in spessore di aria
equivalente), (UNI EN 7783/1)
Permeabilità all’anidride carbonica (espresso in spessore di
aria equivalente), UNI EN 1062-6
Adesione al calcestruzzo (UNI EN 1542) dopo 50 cicli di gelo
disgelo secondo UNI EN 13687/1
Resistenza agli attacchi chimici severi, liquido di prova
soluzione al 20% di NaCl, tempo di contatto 28 gg,
(UNI EN 13529)
FIP chemicals srl
Via Volta, 9 - 35037 – Teolo (PD)
T +39 049 7385 712
F +39 049 7385 722
[email protected]
www.fipchemicals.it
> 0.8 MPa
5 bar
2,5 bar
Statica: Classe A3 (apertura della fessura a 0,75 mm)
Dinamica: classe B2 (1000 cicli a 0,03Hz, apertura della
fessura 50 micron)
< 50 mg
< 0,02 kg x m-2 x h -0,5
Sd < 1,8 m
Classe I
Sd > 50 m
> 0,7 MPa
Variazione 1 (leggero viraggio di colore)
Shore A
FIP chemicals è certificata ISO 9001:2008 con ICMQ spa
BetonFIP
WP 610 FLEX
2
BetonFIP
WP 610 FLEX
Consumo
Occorrono circa 3,2 kg/m2 di BetonFIP WP 610 FLEX per applicare 2 mm di spessore.
Rapporto di miscelazione Componenti A e B
Ogni sacco da 22,2 kg di componente A in polvere deve essere miscelato con una tanica da 7,8 kg di componente B liquido
Confezioni e Stoccaggio
BetonFIP WP 610 FLEX componente A in polvere è disponibile in sacchi da 22, 2 kg,
BetonFIP WP 610 FLEX componente B liquido è disponibile in taniche da 7,8 kg
BetonFIP WP 610 FLEX deve essere conservato al coperto ed in luogo asciutto ad una temperatura compresa tra +5°C e +35°C.
Come realizzare l’intervento
1. Preparazione del supporto
Particolare cura deve essere riservata alla preparazione delle superfici da impermeabilizzare, rasare o proteggere. Esse devono
essere meccanicamente solide, esenti da polveri, olii, grassi, residui di boiacca e qualsiasi altro elemento che possa fungere da
distaccante. Qualora si fosse in presenza di strutture ammalorate si dovrà provvedere all’asportazione di tutto il calcestruzzo
degradato ed al ripristino con prodotti della linea BetonFIP. Il supporto deve essere leggermente irruvidito mediante sabbiatura,
idrosabbiatura o idrolavaggio con acqua ad alta pressione superiore a 500 bar. Eventuali venute d’acqua dovranno essere
bloccate utilizzando il cemento a rapida presa BetonFIP WATER BLOCK, eventuali fessure dovranno essere saldate o sigillate
utilizzando i prodotti della linea BetonFIP WP e ResinFIP BOND, la tenuta idraulica dei giunti dovrà essere realizzata attraverso
una adeguata utilizzazione dei cordoli e dei sigillanti idroespansivi e delle bandelle elastiche della linea BetonFIP WP.
2. Pulizia e saturazione del supporto
Poco prima dell’applicazione di BetonFIP WP 610 FLEX è indispensabile pulire e bagnare il calcestruzzo di supporto per asportare
polvere ed eventuale sabbia residua dalla precedente operazione di irruvidimento del supporto stesso e per evitare che supporti
troppo assorbenti sottraggano il componente B liquido all’impasto, limitando l’aderenza.
3. Miscelazione
Prima di iniziare la miscelazione di BetonFIP WP 610 FLEX assicurarsi che la temperatura ambientale sia compresa tra +5 e +35°C;
in presenza di temperature inferiori o superiori non eseguire l’applicazione. Quando l’applicazione avviene a temperature basse
si deve considerare che lo sviluppo delle resistenze meccaniche sarà più lento, sarà opportuno effettuare l’applicazione nelle ore
centrali della giornata, pulire e bagnare il supporto con acqua riscaldata. Quando l’applicazione avviene a temperature elevate si
consiglia di mantenere i sacchi e le taniche di BetonFIP WP 610 FLEX al riparo dal sole e di effettuare i getti nelle ore più fresche
della giornata. E’ comunque necessario considerare che la temperatura dell’ambiente deve rimanere entro i limiti indicati anche
nelle prime ore dopo l’applicazione del prodotto.
Al momento dell’applicazione il calcestruzzo di supporto deve essere perfettamente pulito e bagnato ma senza velo d’acqua in
superficie.
La miscelazione di BetonFIP WP 610 FLEX può essere eseguita con un mescolatore elettrico a frusta a bassa velocità o utilizzando
appositi miscelatori per malte fluide avendo cura di impiegare l’intero contenuto dei sacchi.
Ogni sacco da 22,2 kg (componente A in polvere) va miscelato con una tanica da 7,8 kg (componente B liquido). Si consiglia di
aggiungere prima i 3/4 del componente B liquido, di introdurre il contenuto dei sacchi che si devono miscelare, di aggiungere
infine il rimanente quantitativo di componente B liquido, dopo aver avuto una prima omogeneizzazione dell’impasto. Il tempo di
miscelazione è pari a 4-5 minuti, questo consente a tutti i costituenti del prodotto di interagire in modo da garantire un impasto
omogeneo e privo di grumi. Non aggiungere mai acqua.
FIP chemicals srl
Via Volta, 9 - 35037 – Teolo (PD)
T +39 049 7385 712
F +39 049 7385 722
[email protected]
www.fipchemicals.it
FIP chemicals è certificata ISO 9001:2008 con ICMQ spa
BetonFIP
WP 610 FLEX
3
BetonFIP
WP 610 FLEX
4. Applicazione
BetonFIP WP 610 FLEX può essere applicato a spatola, a pennello od a spruzzo in spessori di circa 2 mm totali, è sempre
consigliata l’applicazione in due strati. Il secondo strato può essere applicato dopo 4-6 ore dall’applicazione del primo.
In presenza di aree microfessurate o quando si deve realizzare l’impermeabilizzazione di terrazzi, piccole coperture,
balconi, piscine è necessario inglobare, come elemento di rinforzo, nello spessore del primo strato di BetonFIP WP 610
FLEX allo stato fresco, la rete sottile in fibra di vetro BetonFIP WP MESH, il secondo strato dovrà essere applicato dopo
4-6 ore.
L’applicazione a spruzzo si realizza, facilmente e limitando praticamente a zero lo sfrido, impiegando macchine
intonacatrici (non devono essere utilizzate macchine a ciclo continuo).
BetonFIP WP 610 FLEX può essere applicato entro circa 30-40 minuti dall’inizio della miscelazione in presenza di una
temperatura ambientale di 20°C.
BetonFIP WP 610 FLEX non deve essere applicato se è prevista pioggia, comunque deve sempre essere protetto dalle
intemperie fino a quando non è indurito.
5. Stagionatura e maturazione
Per superfici esposte al sole, in presenza di ventilazione o clima secco si consiglia di effettuare una stagionatura umida
nebulizzando acqua o in alternativa di applicare uno stagionante che non crei film di distacco alla eventuale successiva
applicazione di sistemi protettivi della linea ResinFIP COAT.
BetonFIP WP 610 FLEX dopo 7 giorni di maturazione ha sviluppato gran parte delle resistenze meccaniche e del valore di
aderenza ed è di conseguenza impermeabile all’acqua in pressione.
Pur essendo quanto riportato nelle presenti Schede Tecniche corrispondente al nostro attuale livello di conoscenze tecniche e
scientifiche, maturate in laboratorio e verificate in cantiere, nella pratica si possono presentare variazioni attribuibili alle
diversità ambientali, applicative o al particolare stato del materiale oggetto dell’intervento. Rimane al Cliente l’obbligo di
verificare l'idoneità dei prodotti per l'uso e gli scopi che si prefigge. Pertanto ciò non costituisce alcuna assunzione di
responsabilità sul risultato, ma la garanzia è relativa alla qualità del materiale fornito. Per maggiori informazioni si consulti
l’Ufficio Tecnico della FIP chemicals Srl
FIP chemicals srl
Via Volta, 9 - 35037 – Teolo (PD)
T +39 049 7385 712
F +39 049 7385 722
[email protected]
www.fipchemicals.it
FIP chemicals è certificata ISO 9001:2008 con ICMQ spa
BetonFIP
WP 610 FLEX
4

Documenti analoghi

betonfip wp 610 flex

betonfip wp 610 flex anche quando è richiesta la capacità di fare da ponte (crack bridging ability) a stati fessurativi non strutturali e con ampiezza delle fessure contenuta. BetonFIP WP 610 FLEX è utilizzato anche co...

Dettagli

Scheda tecnica

Scheda tecnica PLASTIVO 300 è pronto all' uso; versare in un contenitore l’acqua d’impasto (3,9 l per sacco da 15 kg e 1,3 l per sacco da 5 kg, pari al 26% in peso) e aggiungere gradualmente sotto agitazione la p...

Dettagli