Matteo Capodonico ospite del Rotary club Biglietto di auguri dalle

Transcript

Matteo Capodonico ospite del Rotary club Biglietto di auguri dalle
ACQUI TERME
L’ANCORA
7 DICEMBRE 2014
15
Nella conviviale di martedì 2 dicembre
Iniziativa a scopo benefico
Ad Acqui Terme ed Ovada
Matteo Capodonico
ospite del Rotary club
Biglietto di auguri
dalle Misericordie
Giornata mondiale
del diabete
Acqui Terme. Matteo Capodonico, 38 anni, imprenditore
ligure, è stato lʼospite dʼonore
del Rotary del Rotary cittadino.
Capodinico, sposato, padre di
quattro figli, rappresenta
lʼesempio di come un giovane
possa fare impresa in Italia.
Lʼesempio di come un giovane possa fare impresa in Italia. Proprio Capodonico, dopo
la presentazione del presidente del Rotary acquese Bruno
Lulani, ha raccontato la sua
esperienza lavorativa. Dopo la
laurea ha lavorato presso Fin
meccanica e banca Carige,
occupandosi di pianificazione
strategica. Venendo a contatto
con molti imprenditori ha iniziato a coltivare il sogno di
avere unʼazienda sua. E lo fa
sviluppando quella che era
una passione: lo sport. Non
come giocatore però, ma come produttore di video in grado di far capire alle squadre di
calcio, le varie tattiche e tecniche di gioco.
Con un amico, appassionato
di foto e video, comincia a fare
delle prove con le squadre locali ed impiega 2.000 euro per
lʼacquisto di una telecamera,
un Pc ed un software di editing
video per poter riprendere le
partite. Da lì è iniziata una collaborazione squadre in Italia e
allʼestero. La sua azienda ora
occupa 200 dipendenti nel
mondo e lavora con 450 club
di calcio. E recentemente ha
acquisito come cliente il Barcellona.
Capodonico, su internet, gestisce il database più grande al
mondo. Le persone che lavorano nella sua azienda sono
giovani e sono ingegneri informatici, ex calciatori ed allenatori. A Chiavari, sua città natale, lavorano circa 70 persone,
a Sofia altrettante e stanno per
aprire una sede in Senegal. Il
fatturato è del 10% in Italia e il
resto allʼestero. Vi sono anche
stati momenti di crisi, varie trasformazioni di strategie ma in
ogni caso ciò che Capodonico
ha detto essere importante è la
passione. La voglia di credere
in un progetto nonostante le
avversità. Si tratta di un messaggio rivolto direttamente ai
giovani che, sempre più spesso, si vedono la strada del futuro sbarrata dalla crisi economica in corso.
Gi. Gal.
Acqui Terme. “Lʼopera
umana più bella è di essere
utili al prossimo”. Sarà questa
frase, scritta da Sofocle, ad accompagnare i biglietti di auguri che le Misericordie del Piemonte invieranno agli abitanti
di Acqui così come dellʼintera
regione. Un augurio che sarà
unito ad un bollettino attraverso il quale sarà possibile donare anche solo pochi euro ad
una associazione, fatta di volontari, che giorno dopo giorno, si metto al servizio di chi è
malato e per questo vulnerabile. Si tratta di un progetto che
partirà nei prossimi giorni e
che verrà concretizzato grazie
alla collaborazione con Poste
Italiane che, attraverso tariffe
dedicate, si occuperà della
spedizione di questi speciali
auguri.
«Lʼattuale accordo sottoscritto con Misericordie Piemonte, una realtà che ha radici profonde e una storia di costante presenza nel mondo
delle marginalità sociali, intende agevolare e semplificare
lʼazione di chiunque intenda
sostenerne
concretamente
lʼattività – dichiara Maurizio
Troise, Responsabile commerciale Poste Italiane per lʼArea
Nord Ovest- Tale collaborazione trova naturale collocazione
nellʼattenzione che Poste Ita-
liane riserva al mondo della
solidarietà e che nasce come
naturale espressione dellʼimportante funzione sociale che
lʼazienda svolge quotidianamente al servizio del Paese».
Il progetto, entrando nel concreto, ha visto la selezione, attraverso un sorteggio, di
12.000 famiglie in tutto il Piemonte. Famiglie a cui saranno
inviati gli auguri.
«Ogni sezione delle Misericordie piemontesi – spiega Anna Leprato, presidente delle
Misericordie regionali – ha potuto scegliere altre 1000 famiglie cui inviare gli stessi auguri. Per noi qualsiasi aiuto, anche se minimo, sarà bene accetto». Tutto ciò che verrò raccolto sarà inserito in un fondo
delle Misericordie e sarà utilizzato per acquistare nuova attrezzatura da utilizzarsi per il
trasporto dei malati. In particolare, delle barelle più confortevoli che saranno date in dotazione ad ogni sede in Piemonte. La raccolta fondi comunque, potrà coinvolgere anche
chi non riceverà gli auguri. Un
contributo potrà essere versato anche procurandosi lʼIbam
dedicato attraverso il sito delle
Misericordie (www.misericordiepiemonte.it) oppure attraverso il sito delle Poste www.
posteitaliane.it.
Gi. Gal.
Acqui Terme. Si è svolto
nella nostra città sabato 15 novembre, dalle ore 9 alle ore 13,
un evento molto atteso e seguito: “La Giornata Mondiale
del Diabete”.
Nellʼatrio dellʼospedale Monsignor Giovanni Galliano, la
dott.ssa M. Lanero, le Dietiste
e le infermiere della diabetologia, hanno effettuato, gratuitamente, misurazioni della glicemia, della pressione, del peso
e dellʼIndice di Massa Corporea (BMI) e i volontari
dellʼA.D.I.A.
(Associazione
Diabete Informato ed Assistito)
hanno collaborato per la buona riuscita della giornata. Ciò
Un grazie sincero dal presidente di “Noi per Voi”
Acqui Terme. Ci scrive Luigi Deriu, presidente di Noi Per Voi, associazione senza fini di lucro:
«Gentile direttore,
Le scrivo a nome della Scuola di Italiano per Donne Straniere di Acqui Terme, di cui mi occupo
da anni.
Scrivo per ringraziare infinitamente la SOMS, in particolare nella persona del suo presidente
Mauro Guala, per i giocattoli, le cibarie e i panettoni che ci ha donato da distribuire alle nostre studentesse e ai loro bambini nella festa di Natale che avverrà il giorno 18 dicembre presso la nostra
aula, in Salita Duomo, 12. Lo ringraziamo inoltre anche per tutto il materiale scolastico che ci dona durante lʼanno e senza il quale la nostra scuola non potrebbe andare avanti.
Approfitto inoltre delle spazio per augurare di nuovo a tutti coloro che ci aiutano nella nostra
opera di integrazione un buon Natale e un 2015 di solidarietà e speranza per tutti».
allo scopo di sostenere la prevenzione ed il riconoscimento
dei sintomi che il malato sovente non sa ricondurre alla
malattia. Attraverso la distribuzione di opuscoli sono state
fornite informazioni sulla “qualità della vita” del paziente diabetico, sullʼimportanza della
dieta mirata e delle attività fisiche. Lʼaffluenza di persone interessate ed attente è stata
molto soddisfacente, tale da
incoraggiare future iniziative.
In particolare la popolazione si
è dimostrata sensibile a rispondere alle domande degli
appositi questionari.
Anche nella sezione A.D.I.A.
di Ovada, si è tenuta unʼanaloga manifestazione con la collaborazione della dottoressa
Garrone, del personale infermieristico e dei volontari, con
un discreto afflusso di pubblico.
Lʼ A.D.I.A. coglie lʼoccasione
per ringraziare la Direzione
Sanitaria, il personale medico
e paramedico, nonchè i volontari che, con la loro presenza e
collaborazione, hanno permesso la buona riuscita della
manifestazione.

Documenti analoghi