Animatore - Casa Grimani Buttari

Commenti

Transcript

Animatore - Casa Grimani Buttari
FONDAZIONE
GRIMANI
BUTTARI
MANSIONARIO
MOD. 08
Rev. 00
ANIMATORE
MANSIONARIO E NORME DI ACCESSO
(Cat. B3 COLLABORATORE CCNL 31.03.1999 e succ. mod.)
Fermi restando gli inquadramenti del personale effettuati con il precedente Regolamento
e relative norme di accesso approvate con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 36
del 14 aprile 2000, a decorre dal 1.1.2012, l’ inquadramento e trattamento economico è
quello di cui alla Categoria B3 – CCNL 31.03.1999 più eventuale trattamento accessorio se ed in
quanto dovuto.
Titolo di Studio per l’accesso dall’esterno: Licenza della Scuola dell’obbligo più
Attestato professionale di Animatore rilasciato a seguito di partecipazione a corso di
qualifica di almeno 400 ore presso Ente autorizzato. Possono essere ammessi anche i
candidati in possesso del diploma universitario di Educatore.
Programma d’esame:
Prova pratica e colloquio: svolgimento di varie tecniche inerenti le mansioni di Animatore,
elementi di psicologia dell’Anziano, tecniche e metodologie di animazione, criteri di gestione
e coordinamento dei movimenti di volontariato. nozioni elementari di pronto soccorso,
doveri e diritti dei pubblici dipendenti.
Responsabilità ed incarichi:
Collabora con il Responsabile di Residenza, da cui funzionalmente dipende, affinché le attività di
animazione siano attuate secondo i piani di lavoro, le linee guida e i protocolli approvati dall’Ente.
Partecipa insieme all’équipe all’identificazione dei bisogni di salute dell’Ospite.
Opera presso l’Ente per organizzare e gestire attività intese a rimuovere la passività e suscitare
interesse negli anziani ospiti; queste attività devono rientrare armonicamente nei piani riabilitativi e
di recupero fissati e vanno realizzati in collaborazione con altre professionalità; è tenuto di norma a
partecipare alle riunioni di équipe multiprofessionale ed a collaborare all’organizzazione ed alla
verifica dei singoli Piani di Assistenza Individualizzati; nello svolgimento delle sue funzioni può
coordinare i lavori dei volontari operanti nel campo dell’animazione dei quali ricerca e promuove la
partecipazione.
Promuove e sollecita l’attivazione di interessi negli Ospiti alla vita comunitaria, programma e realizza
feste, attività espressive, culturali, occupazionali e di utilizzo del tempo libero.
Organizza le attività religiose in occasione delle relative festività nell’ambito delle quali garantisce la
piena collaborazione al Cappellano dell’Ente.
In particolare cura il colloquio quotidiano con gli ospiti per percepire lo stato d’animo e di salute, per
favorirne l’apertura, ascoltarne desideri o bisogni e per sviluppare le capacità individuali. Mantiene i
contatti con vari gruppi di volontariato.
Collabora con il personale di reparto alla somministrazione di colazione e pranzo/cena degli anziani
non autosufficienti. Collabora nel far passeggiare gli anziani e favorisce lo svago con musiche, con
iniziative varie, con la lettura di giornali e riviste.
Organizza gite per gli Ospiti.
Risponde gerarchicamente al
 Responsabile di Residenza
 DIRETTORE
Delega: in caso di assenza è sostituito da altro Animatore con appropriate competenze.
Il Direttore (DG)
Dott. Cristiano Casavecchia
Z:\Appoggio - Segretario\ISO9001 SGQ\(07) Compilati\Risorse Umane\Mansionari - Requisiti minimi\2016 - per ITALIA
LONGEVA\Serv.SocioSanit.Assist\(02)ANIMATORE.doc