Riflessioni e novità dopo la mostra

Commenti

Transcript

Riflessioni e novità dopo la mostra
ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI
CENTRO LINCEO INTERDISCIPLINARE «BENIAMINO SEGRE»
Giovedì 2 luglio 2015
Tavola Rotonda
a cura di Francesco Paolo Di Teodoro
Riflessioni e novità dopo la mostra “Piero della Francesca: il disegno tra arte e scienza”
La mostra «Piero della Francesca: il disegno tra arte e scienza» (Reggio Emilia, 14 marzo-14 giugno 2015),
che ha visto riuniti, per la prima volta dopo mezzo millennio dalla loro stesura, tutti i codici pierfrancescani
(il De prospectiva pingendi, l’Abaco, il Libellus de quinque corporibus regularibus, le Opere di Archimede),
è stata occasione per riconsiderare la questione del “disegno” in Piero e, soprattutto, per riflettere sui trattati
pierfrancescani e ristudiarli (o studiarli), in particolare concentrandosi sull’esemplare reggiano del De
prospectiva pingendi. La tavola rotonda è l’occasione per discutere delle novità emerse durante la
preparazione della mostra, delle ulteriori indagini effettuate sui manoscritti, delle ipotesi che hanno preso
corpo nonché delle ulteriori prospettive di ricerca interdisciplinare.
15.00 Saluto del Direttore del Centro Linceo Interdisciplinare “Beniamino Segre”, Tito ORLANDI e
apertura dei lavori
Moderatore: James BANKER (Professor Emeritus, North Carolina State University)
15.10
Mario A. LAZZARI (CR-Forma, Cremona): Piero costruttore di immagini: materia e prassi
15.35 Piera Giovanna TORDELLA (Università di Torino): Piero della Francesca. Il disegno in teoria e in
essere: discriminanti quattro e protocinquecentesche
16.00 Intervallo
16.30 Filippo CAMEROTA (Museo Galileo, Firenze): Piero e la prospettiva
16.55 Luigi GRASSELLI (Università di Modena e Reggio Emilia), Piero e la geometria
17.20 Francesco P. DI TEODORO (Politecnicio di Torino - Centro Linceo Interdisciplinare “B. Segre”):
Piero della Francesca tra disegno e progetto dell’architettura
17.45 Discussione
Roma, Palazzo Corsini, Via della Lungara 10
Per informazioni: [email protected]

Documenti analoghi

De prospectiva pingendi di Piero della Francesca

De prospectiva pingendi di Piero della Francesca L’Artista pone una serie di quesiti e risponde con la costruzione della prospettiva tramite disegni geometrici e illustrazioni. Il valore aggiunto di quest’opera di indiscussa importanza storica, a...

Dettagli

De prospectiva pingendi di Piero della Francesca

De prospectiva pingendi di Piero della Francesca del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Firenze,

Dettagli

De Prospectiva Pingendi A

De Prospectiva Pingendi A era conosciuto sia come un matematico, come studioso di geometria che come un artista - sebbene oggi sia apprezzato soprattutto per la sua arte. I suoi dipinti sono caratterizzati da un sereno uman...

Dettagli

DE PROSPECTIVA PINGENDI di Piero della

DE PROSPECTIVA PINGENDI di Piero della al fatto che almeno cento disegni sono autografi di Piero e il pregiato facsimile realizzato da Aboca Edizioni, ripropone il trattato, conservato a Reggio Emilia, in tutta la sua maestosità.

Dettagli