TERAPIA e PROTOCOLLO secondo www.worldwithoutcancer.org.uk

Commenti

Transcript

TERAPIA e PROTOCOLLO secondo www.worldwithoutcancer.org.uk
TERAPIA e PROTOCOLLO
secondo www.worldwithoutcancer.org.uk
Tratto da: The Ultimate Guide to VITANIN B-17 METABOLIC THERAPY
AVVERTENZE:
Le seguenti informazioni sono state ricavate dai protocolli dei trattamenti anti-cancro ormai praticati
nelle cliniche alternative per il cancro in tutto il mondo. Molti medici che praticano la medicina
alternativa ritengono questi trattamenti altamente efficaci nella cura e nella prevenzione del cancro
umano ed animale. Qualunque lettore dovrà consultare un medico prima di prendere qualunque
decisione in merito al trattamento.
Descrizione dei componenti della Terapia Metabolica
Amigdalina/Laetrile/B17 iniettabile
In Messico, la vitamina B17 nella terapia metabolica viene somministrata attraverso iniezioni endovena per i
primi 21 giorni della terapia (fase I) del trattamento, e poi per via orale (fase II). Alcune compagnie
producono le fiale di B17 iniettabile da 3 grammi. Ci sono 10 fiale per scatola. All’Oasis of Hope Hospital
vengono somministrati da 6 a 9 grammi al giorno di B17 per i primi 21 giorni. Usano questo protocollo sia il
dottor Contreras che il dottor Harold Manner1. La B17 iniettabile normalmente viene somministrata insieme al
DMSO (dimetil-sulfoxide), un potente agente di penetrazione dei tessuti cellulari.
Nota: tests clinici hanno dimostrato ripetutamente che la vitamina B17 è veramente efficace quando usata
congiuntamente agli enzimi pancreatici, usati per sciogliere il rivestimento proteico peri-cellulare delle cellule
maligne. Le vitamine A ed E nella loro forma emulsionata, insieme ad alte dosi di vitamina C, vitamina B15,
antiossidanti, ed altri elementi nutritivi naturali vengono usati in congiunzione alla B17 per attaccare le cellule
del cancro. Tutte le cliniche che somministrano la terapia metabolica ai propri pazienti usano sempre questi
supplementi.
Amigdalina/Laetrile/B17 in pastiglie
La somministrazione orale della vitamina B17 è il metodo la più comodo e usato. Queste pastiglie
contengono ingredienti attivi della B17 derivati dai semi di albicocca. Generalmente sono disponibili nei
dosaggi da 100 mg a pastiglia, o 500 mg. Queste pastiglie vengono sempre prese insieme ai semi di
albicocca. Il dottor Contreras raccomanda:
2-4 pastiglie da 100 mg al giorno come supplemento nutritivo a fini preventivi
4-6 pastiglie da 500 mg al giorno come supplemento nutritivo per i malati di cancro, prese insieme con
enzimi, antiossidanti, ed altri supplementi.
Supplemento di enzimi: Megazyme Forte
1
M a n ner, HW, Mich a el s o n , TL, e Di S a n ti, S J , Enzymatic Analysis of Normal and Malignant Tissues .
P r e s e n ted a t the Illinois S t a t e A c a d e m y of S cien ce, A p r il 1978. A l s o , M a n ner, HW, Mich a el s o n , TL, a nd
Di S a n ti, S J , Amygdalin, Vitamin A and Enzymes induced regression of Murine Mammary Adenocarcinomaa ,
in Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics , vol. 1, N°4, December 1978. 200 E a s t Roo s e velt
Ro a d , Lomb a r d , IL 60148 U S A .
1
Le preparazioni di enzimi pancreatici contenenti Tripsina e Chimotripsina sono da considerarsi parte
essenziale della terapia con la vitamina B17. La dose orale di enzimi pancreatici è di solito 3 capsule x 3
volte al giorno due ore dopo ogni pasto, per un totale di 9 capsule al giorno. La Bromelaina è anche inclusa
nel regime per il suo effetto proteolitico, e per un possibile effetto sinergico con la vitamina B17. Il dottor
Krebs affermava: “L’effetto disgregante di questi enzimi sulla membrana peri-cellulare delle cellule maligne è
qualcosa di molto concreto nell’immunologia del cancro. Io suggerisco – al posto dell’uso delle capsule – di
assumere questi enzimi direttamente dagli alimenti, papaia e ananas fresche. Può essere assunta mezza
ananas al giorno senza problemi”.
La preparazione di enzimi raccomandata dai dottori Krebs, Nieper e Binzel, idealmente, potrebbe contenere i
seguenti ingredienti:
-
-
Pancreatina ……………………………… 1250mg
Papaina …………………………………… 150mg
Bromelaina ………………………………. 150mg
Tripsina …………………………………… 125mg
Lipasi ……………………………………… 50mg
Amilasi ……………………………………. 50mg
A-Chimotripsina …………………………. 45mg
Rutina …………………………………….. 100mg
Timo di vitello crudo concentrato ……. 55mg
Zinco gluconato ………………………... 10mg
Super Ossido Dismutasi ………………. 50mcg
Catalasi …………………………………. 200 unità
L-Glutatione ……………………………. 10mg
Vitamina A emulsionata
Quando nel 1963 il dottor Ernesto Contreras iniziò la sua attività come oncologo clinico, l’uso della vitamina
A quale agente utile nel trattamento delle neoplasie maligne era considerato illogico e assurdo. Oggi, la
vitamina è comunemente accettata come agente di grande utilità nei maggiori cancri epiteliali, come nei
carcinomi dell’epidermide e la leucemia cronica.
I primi studi formali sui possibili effetti anti-tumorali della vitamina A furono iniziati in Germania da ricercatori
dei laboratori Mucos di Monaco. Era ormai un fatto provato che il cancro al polmone era meno comune nei
marinai norvegesi rispetto ad altri gruppi, nonostante fumassero fin dalla giovinezza. La logica avrebbe
indicava il contrario. Dopo aver studiato il fenomeno, si scoprì che i marinai norvegesi mangiavano fin da
bambini abbondanti quantità di fegato di pesce crudo, che contiene un’alta quantità di vitamina A. La logica
conclusione fu che alte dosi di vitamina A prevenivano la formazione di cancri al polmone nei fumatori
incalliti. Ma si scoprì anche che alte dosi di vitamina A possono essere tossiche, e causare reazioni avverse.
L’obiettivo dunque era quello di scoprire come somministrare sufficiente vitamina A in modo da osservare
effetti preventivi e curativi,senza danneggiare il fegato. La soluzione fu trovata da uno dei ricercatori, quando
scoprì che il latte non processato contiene la vitamina A, e che i bambini allattati al seno non sperimentano
mai effetti tossici. La natura aveva dato la soluzione mettendo la vitamina A nel latte nella forma di una
micro-emulsione.
I ricercatori della Mucos procedettero quindi a preparare una varietà di emulsioni concentrate, formulando
infine la loro famosa emulsione di vitamina A ad alta concentrazione (High Concentration A-Mulsin). Una
goccia contiene 15.000 unità. Così furono in grado di somministrare più di 1 milione di unità al giorno in dosi
progressive, senza produrre effetti tossici sul fegato. La spiegazione è che – in forma emulsionata - la
vitamina A viene assorbita direttamente dal sistema linfatico, senza passare dal fegato in grandi quantità.
2
Avendo risolto il problema della tossicità, fu reso possibile testare il prodotto in alte dosi. Si è dimostrato che
la vitamina A ha i seguenti effetti:
1. In dosi normali, protegge la pelle e la vista
2. In dosi da 100.000 a 300.000 unità al giorno, essa funziona come potente immuno-stimolante
3. In dosi tra 500.000 e 1.000.000 di unità al giorno, essa funziona come forte agente anti-tumorale,
specialmente nei carcinomi della pelle e transitori.
Cartilagine di squalo
Si dice che gli squali siano gli essere viventi più in salute che esistano al mondo. Essi sono immuni
praticamente ad ogni malattia conosciuta dall’uomo. Molti scienziati credono che lo scheletro dello squalo,
composto interamente di cartilagine, sia il responsabile di questa incredibile immunità alle malattie.
In accordo con il dottor Contreras, quando la cartilagine di squalo viene somministrata ai pazienti di cancro,
si riporta l’inibizione della crescita dei vasi sanguigni (angiogenesi), con conseguente riduzione della vitàlità
del cancro. In aggiunta, la cartilagine di squalo stimola la produzione di anticorpi e rinforza il sistema
immunitario. Non è solo un prodotto non tossico raccomandato per il trattamento del cancro, ma anche per il
trattamento di malattie infiammatorie come i reumatismi e l’osteoartrite. Si è riportata frequentemente
l’esperienza di una significativa riduzione del tumore dopo due o tre mesi di trattamento. Si è anche notato
un miglioramento dell’efficacia della vitamina B17 in congiunzione con la somministrazione della cartilagine
di squalo.
Per informazioni più approfondite sulla cartilagine di squalo: Jaws of Life, del dottor Alex Duarte e Shark
Don’t Get Cancer del dottor William Lane.
(Controindicazioni: gravidanza e allattamento; problemi cardio-vascolari - ndr).
Semi di albicocca
I semi di albicocca costano poco, sono una fonte ricca e naturale di vitamina B17. Essi contengono anche le
vitamine, i minerali e gli enzimi che non ci sono invece nel derivato farmaceutico.
•
•
10 semi al giorno per tutta la vita sono raccomandati dal dottor Krebs come supplemento nutritivo
per coloro che vogliono prevenire il cancro.
Da 30 a 35 semi al giorno sono raccomandati dal dottor Krebs come supplemento nutritivo per
coloro che sono malati di cancro.
In una minoranza di casi, i malati di cancro possono sperimentare nausea assumendo i semi. In questo
caso, si raccomanda di ridurre il dosaggio, e lentamente incrementarlo quando vengono ben tollerati. Non
tutti i semi di albicocca sono efficaci, devono avere il caratteristico gusto amaro, che indica che gli ingredienti
attivi della vitamina B17 sono presenti. Non devono essere ingoiati interi, ma ben masticati. Possono essere
tritati e aggiunti al cibo.
Nota: qualche malato di cancro pensa che i semi di albicocca da soli siano tutto ciò che è necessario per
combattere il cancro (come Jason Vale, ad esempio – vedi testimonianze – ndr). Per maggiori informazioni
sulla Terapia Metabolica, si suggerisce di consultare il proprio medico di famiglia o un nutrizionista.
Vitamina B15 (Acido Pangamico)
Come la vitamina B17, la vitamina B15 fu anch’essa scoperta dal dottor E.T.Krebs Jr esplorando le proprietà
chimiche dei semi di albicocca nel 1952. Si potrebbe dire che fosse un bonus inaspettato, o un sottoprodotto
della ricerca sulla vitamina B17. “Il miglior modo per comprendere l’effetto della vitamina B15 è pensare a
3
ossigeno istantaneo” disse il dottor Krebs. “Esso incrementa l’efficienza dell’ossigeno in tutto il corpo e aiuta
la detossificazione dei prodotti di scarto. Dato che la formazione delle cellule tumorali non avviene in
presenza di ossigeno, ma dipende in larga misura dalla fermentazione del glucosio, è probabile che la
vitamina B15, indirettamente, sia un nemico del cancro”.
Esperimenti hanno dimostrato che questa sostanza – sebbene sia solo un fattore naturale del cibo –
incrementa grandemente la forza fisica e la stamina.
Gli scienziati russi hanno scoperto che la vitamina B15 è efficace in campi quali problemi circolatori,
cardiopatie, colesterolo elevato nel sangue, malattie cutanee, indurimento delle arterie, asma bronchiale,
diabete mellito, guarigione di ferite. Essi sottolinearono particolarmente il fatto che pareva che la B15
ritardasse il normale processo di invecchiamento. Il professor Shpirt del City Hall Clinical Hospital N.60 di
Mosca concluse: “Io credo che verrà il giorno in cui avremo l’acido pangamico (B15) vicino al sale da cucina
sulle tavole di ogni famiglia con persone oltre i quaranta”2.
Vitamina C (Easterfield)
Bassi livelli di acido ascorbico possono essere associati ad alto rischio di cancro, malattie cardiache e
degenerazione maculare negli occhi delle persone più anziane. Ma questi sono disturbi ben lontani dalla
estreme conseguenze (la morte) di una malattia che si scoprì che la vitamina C poteva prevenire: lo
scorbuto. Easter-C è una formula studiata per rinforzare il sistema immunitario, e allo stesso tempo lavorare
come antiossidante e detossificante. Il 99,9% degli animali del mondo è in grado di prodursi da sé la
vitamina C nella forma minerale dell’Ascorbato. Sfortunatamente, l’uomo soffre di un disturbo genetico –
l’ipoascorbemia – ovvero l’incapacità di produrre vitamina all’interno del proprio corpo. Solo pochi altri
animali hanno lo stesso problema: i maiali della Guinea, le scimmie, gli scimpanzé, ed una specie di
pipistrelli.
Articoli pubblicati da medici metabolici come i dottori Krebs e Burk degli USA, Contreras del Messico, Nieper
della Germania, Navarro delle Filippine e Shigeaki Sakai del Giappone, concludono che nulla internamente
al corpo guarisce senza sufficiente vitamina C.
Easter-C è una forma unica di vitamina C tamponata con metaboliti. I metaboliti sono composti derivati dalle
sostanze nutritive che vengono normalmente formate all’interno del corpo. I ricercatori hanno dimostrato che
questa combinazione di vitamina C non acida con metaboliti viene bene assorbita e trattenuta nelle cellule
sanguigne e nei tessuti. Questa formula è gentile con lo stomaco, non acida, con ph neutro.
AHCC (Active Hexose Correlated Compound)
L’AHCC è un estratto ottenuto dall’ibridizzazione di diversi tipi di funghi, che vengono coltivati in un bagno
liquido. L’AHCC contiene naturalmente ingredienti benefici chiamati oligosaccaridi, emicellulosa attivata,
aminoacidi e glicoproteine.
Tests clinici condotti in Giappone hanno dimostrato che l’AHCC può essere un promettente supplemento al
tradizionale protocollo anticancro. L’AHCC lavora creando una forte risposta immunitaria nel corpo.
Incrementa la produzione di cellule NK (natural killer), cellule T, e induce la produzione di citochine. Aiuta a
incrementare i livelli di interferone-gamma, IL-12, IL-2, e TNF-alfa, inibisce IAP e TGF-beta.
L’AHCC ha cominciato ad attirare l’attenzione anche in America. Recentemente è stato condotto uno studio
all’Oasis of Hope Hospital in Messico, che ha prodotto risultati favorevoli. L’Università della California
recentemente ha condotto uno studio di sei mesi nel quale a pazienti con cancro alla prostata venivano
somministrati 9 grammi di AHCC al giorno. Il Southwest College of Naturopathic Medicine recentemente ha
cominciato una sperimentazione di sei mesi coinvolgendo pazienti affetti da AIDS. In aggiunta, numerosi
dottori e istituti di ricerca . inclusa la Columbia University – hanno lavorato con l’AHCC su basi informali.
2
P e r un’ a n a li s i d ett a g li a ta
d i que s ti s tu d i s ull a vit a min a B15, ve d e re Vitamin B15 (Pangamic Acid).
S cience P u b li s hing Hou s e , 1965; tr a d o t t o e ris t a m p a t o d a
McN a u g ht o n Foun d a t i o n , S a u s a l i t o, C a l iforni a .
Properties, Functions and Use , Mo s c o w ,
4
Vitamina E
La vitamina E è un potente anti-ossidante solubile in olio che protegge le membrane cellulari, così come
altre parti del corpo. Il dottor Philip Binzel descrive il suo uso terapeutico unito alla vitamina B17 nel suo libro
Alive and Well; il dottor Krebs nel suo libro The Physician’s Handbook of vitamin B17 Therapy descrive la
vitamina E come segue: “La vitamina E è in grado di aumentare l’effetto anti-ossidante della vitamina C, ed
aiuta la conservazione dell’ossigeno nei tessuti. I pazienti con pressione alta devono cominciare con piccole
dosi, incrementando gradualmente come occorre in relazione alla pressione. Il dosaggio va da 300 a 2.400
I.U. al giorno”.
Preven-ca ® Formula Antiossidante
Preven-ca ® è una risorsa naturale di importanti nutrienti che contengono potenti antiossidanti e altre
sostanze con grandi valore protettivo e preventivo. Gli antiossidanti neutralizzano le cellule danneggiate
causate dai radicali liberi, diete troppo ricche d grassi, fumo, smog, alcol, radiazioni ultraviolette, e altre
sostanze dannose che fanno ormai parte del nostro stile di vita moderno. Molti pazienti malati di cancro
hanno preso questo prodotto come aiuto nei loro trattamenti. Oggi è largamente usato in USA, Giappone e
Messico.
Prevenca è una combinazione di cartilagine di squalo e di erbe medicinali, che contengono molti aminoacidi
essenziali. E’ stato segnalato dai dottori dell’Oasis of Hope Hospital perchè inibisce la crescita dei tumori,
provvede antiossidanti per detossificare il corpo, rinforza il sistema immunitario, provvede importanti
sostanze nutritive a complemento della nutrizione giornaliera del paziente.
Prevenca contiene i seguenti elementi:
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Cardo Mariano: anche conosciuto come estratto di latte di cardo. Esso è in grado di proteggere le
cellule del fegato bloccando l’entrata di tossine dannose, ed aiutando il fegato a smaltirle. Come altri
bio-flavonoidi, il cardo mariano è un potente anti-ossidante. Esso rigenera anche le cellule
danneggiate del fegato. Questa sostanza naturale non ha effetti collaterali.
Estratto di semi di uva: le principali funzioni del resveratrolo (proanthocyanidins) che si trova
nell’estratto dei semi di uva sono: attività anti-ossidante, stabilizzazione del collagene, mantenimento
dell’elastina (collagene e elastina sono due proteine critiche nel tessuto connettivo, nei vasi
sanguigni e nei muscoli).
Carota: agisce come anti-ossidante e rinforza il sistema immunitario.
Vitamine: vitamina A (20.000 I.U.), vitamina B-1, B-2, B-3, B-5, C, E, K.
Minerali: Sodio, Calcio, Potassio, Magnesio, Zinco, Ferro, Manganese, Rame.
Ricco in proteine e in aminoacidi.
Cartilagine di Squalo.
Aglio: l’aglio è menzionato nella Bibbia e nel Talmud, Ippocrate, Galeno, Plinio il Vecchio, tutti
menzionano l’uso dell’aglio per usi diversi, inclusi: parassiti, problemi respiratori, problemi digestivi,
mancanza di energie, infezioni batteriche. Il suo uso in Cina fu menzionato nel 510 A.C. Louis
Pasteur confermò l’azione antibatterica dell’aglio nel 1858. Studi sulle popolazioni umane
dimostrano che mangiando l’aglio regolarmente si riduce il rischio di cancro all’esofago, al colon e
allo stomaco. Questo in parte è dovuto alla sua capacità di ridurre la formazione di composti
carcinogenici. Studi sugli animali hanno anche dimostrato che l’aglio ed il suo composto sulfureo
inibisce la crescita di diversi tipi di cancro, specialmente il cancro al seno e quello alla pelle.
Erba medica: queste è una pianta contenente abbondanti principi nutritivi che sono necessari nella
nostra dieta quotidiana. Essa è ricca di proteine, vitamine A (tiamina), B2 (riboflavina), C, K, Fosforo,
Calcio, Zinco, Ferro, Magnesio, Manganese, Rame.
5
•
Boldo: scienziati credono che il Boldo sia l’elemento contenuto nelle piante responsabile dell’ azione
stimolante sulla produzione della bile e sull’azione diuretica. Unito con altre erbe, quali la cascara, il
rabarbaro e la genziana, si è riportato che il boldo accentua i sintomi correlati alla perdita di appetito.
Si pensa che il 60% di tutte le malattie degenerative siano direttamente correlate a fattori della nostra dieta
quotidiana. La dieta e la nutrizione probabilmente sono i fattori più importanti nella prevenzione delle malattie
degenerative. Prevenca è un prodotto naturale in capsule, che vi fornirà la maggior parte degli elementi
nutritivi che sono richiesti regolarmente dal nostro organismo, e che non sono contenuti nella dieta
quotidiana. Molti di questi elementi nutritivi sono necessari affinchè il nostro corpo lavori al suo massimo
potenziale.
Multivitaminico liquido (Daily Complete ® Liquid Multivitamin)
Il supplemento multivitaminico liquido (MVM) contiene un certo numero di elementi nutritivi essenziali. Il suo
proposito principale è quello di provvedere di assumere un certo numero di elementi nutritivi attraverso un
unico prodotto, con lo scopo di prevenire deficienze di vitamine e minerali, così come di provvedere un’alta
dose di elementi nutritivi di integrazione alla dieta giornaliera. Sia il dottor Philip Binzel che il dottor Ernesto
Contreras hanno sempre incluso un complesso multivitaminico come parte del loro protocollo contro il
cancro.
Daily Complete ® Liquid Multivitamin è una formula ricavata al 100% da risorse vegetali, e vi provvede 190
elementi tra vitamine, minerali, anti-ossidanti ed elementi nutritivi accessori, di cui il corpo ha bisogno
giornalmente. Questa formula totalmente naturale assicura che abbiate il nutrimento necessario facendo la
terapia metabolica. Questo complesso vitaminico contiene penalgina, uno dei più potenti anti-ossidanti
esistenti al momdo.
Orzo (Just Barley ® Juice)
La terapia di Barley Grass consiste principalmente di detossificazione e di consumare una tisana di granoorzo diverse volte al giorno. L’erba d’orzo fresca è una potente risorsa di molte vitamine, minerali ed enzimi
vegetali. Per questo si tratta di un vero e proprio programma nutrizionale. Grano e orzo contengono anche
vitamina B17 (Amigdalina e Laetrile), sebbene altre fonti (come i semi di albicocca) siano più potenti.
Il succo d’orzo è la forma potenziata del succo puro naturale delle foglie d’orzo. Esso provvede il maggiore
spettro di sostanze nutritive che possano essere disponibili in un unico prodotto al mondo oggi. Esso
contiene almeno 16 vitamine, 23 minerali, 18 aminoacidi, e numerosi enzimi. Esso inoltre ha uno dei fattori
ph maggiormente alcalini nel cibo, e contiene un’alta quantità di clorofilla naturale. Il dottor Contreras usa
questa risorsa per complementare il suo protocollo anti-cancro.
Elementi nutritivi accessori alla Terapia Metabolica (non prescritti di routine)
•
Essiac Tea. La formula di Renè Caisse è una formula tradizionale per aiutare il corpo ad eliminare le
tossine accumulate nel corpo con l’età. Renè Caisse, un’infermiera canadese, trattò centinaia di
pazienti di cancro per 60 anni usando questo drink di erbe popolare, scoperto presso gli indiani
Ojibway. Nel 1937 la Royal Cancer Commission del Canada condusse delle indagini sull’Essiac Tea
(sulla base delle memorie di Renè Caisse) è pronunciò la sua conclusione che la preparazione
mostrava di avere marcate proprietà anti-cancro. L’Essiac Tea è un eccellente supplemento
nutrizionale per coloro che si apprestano a fare la terapia metabolica con la vitamina B17.
•
Succo di Noni. Il succo del frutto della Morinda Citrifolia contiene un ricco polisaccaride con marcate
attività anti-tumorale, in accordo anche con diversi studi recenti che sono stati effettuati sul frutto. Le
6
ricerche, fatte presso l’Università delle Hawaii, ha evidenziato prove nuove e scientificamente
fondate dei potenziali benefici del succo di Noni nel trattamento del cancro.
•
DMSO. Si tratta di un sottoprodotto del legno (dimetil-sulfoxide) e della lavorazione della carta, ma
ha recentemente acquistato notorietà come efficace agente nel trattamento dell’herpes, del cancro e
di altre malattie. E’ conosciuto per la sua capacità di attraversare i tessuti viventi e stimolare i
processi cellulari. Il dottor Morton nel suo libro DMSO: The New Healing Power, descrive come esso
ferma il dolore, riduce le infiammazioni, uccide i batteri ed i funghi, migliora la circolazione del
sangue, neutralizza i radicali liberi, stimola il sistema immunitario, aiuta la guarigione delle ferite.
Viene usato per ogni cosa, dal piccolo taglio, alle bruciature da freddo, punture di insetto, lesioni
atletiche, dolori artritici, cancro. Il DMSO è famoso per la sua abilità nel penetrare le barriere
intracellulari, e viene usato per portare qualunque medicamento all’interno delle cellule, senza
modificare la struttura chimica del medicamento. Esso viene usato nella terapia metabolica insieme
alla vitamina B17 endovena, per portare il trattamento velocemente ed efficacemente all’interno del
corpo.
Le dosi generalmente usate dai medici sono le seguenti:
Per uso endovena: da 3 a 5 cc do DMSO ogni 10 cc di vitamina B17 in una siringa da 30 cc. Una
fiala da 3 grammi di vitamina B17 ne contiene 10 cc. Dunque, il contenuto di due fiale di vitamina
B17 da 3 grammi verrà mischiato con 6-10 cc di DMSO, in una siringa da 30 cc.
Per uso topico: mischiare in un contenitore di vetro 42 cc di DMSO e 18 CC di acqua pura;
applicare 1 cucchiaino da te di questa soluzione sulla zona del corpo affetta con un batuffolo di
cotone naturale (non sintetico), lasciare sulla zona per 10 minuti, risciacquare la zona.
PROTOCOLLO TERAPIA METABOLICA CON B17: il necessario
Fase 1: i primi 21 giorni …
Nella prima fase di 21 giorni la vitamina B17 può essere somministrata via endovena o oralmente.
Via endovena:
la vitamina B17 iniettabile dovrà essere somministrata da un medico qualificato.
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Fiale di vitamina B17: il contenuto di 2 fiale (1 fiala 3 grammi) + DMSO viene somministrato con una
siringa con una spinta lenta, direttamente nella vena o nel catetere, una volta al giorno.
Vitamina B15 (acido pangamico): 1 capsula x 3 volte al giorno alla fine dei pasti.
Prevenca: 1 capsula ad ogni pasto (3 capsule al giorno).
Megazyme Forte: 3 pastiglie x 3 volte al giorno dopo ogni pasto (9 pastiglie al giorno).
Easter C (vitamina C): 1 capsula a pasto (3 capsule al giorno).
Vitamina A & E in emulsione: 5 gocce in un succo o in acqua 3 volte al giorno.
Succo di Orzo Verde (Just Barley Green Juice): un cucchiaino da te in un succo 3 volte al giorno.
Cartilagine di squalo: 3 capsule ad ogni pasto (9 capsule al giorno).
Vitamina E: 1 gel a pranzo e uno a cena.
AHCC: 2 capsule ad ogni pasto (6 capsule al giorno).
Multivitaminico liquido: due cucchiaini da te 1 volta al giorno con un pasto.
Semi di albicocca: 1 seme ogni 4,5 chili di peso corporeo. Non più di 6 semi all’ora, non più di 30-35
semi al giorno.
Via orale (per fare la terapia a casa):
7
Le fiale di vitamina B17 sono sostituite con pastiglie di Amigdalina da 500 mg.
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Pastiglie di Amigdalina da 500 mg: 2 pastiglie x 3 volte al giorno (6 pastiglie al giorno). Se avete
difficoltà a deglutire le pastiglie, potete romperle a metà e mangiarle insieme a del cibo soffice. Se ci
sono disturbi gastrici, allora potete prendere una pastiglia x 6 volte al giorno. Se avete la nausea,
rompete le pastiglie a metà e prendetene metà ogni ora. E’ sempre una buona idea mangiare
qualcosa prima di prendere le pastiglie di amigdalina.
Vitamina B15 (acido pangamico): 1 capsula x 3 volte al giorno alla fine dei pasti.
Prevenca: 1 capsula ad ogni pasto (3 capsule al giorno).
Megazyme Forte: 3 pastiglie x 3 volte al giorno 2 ore dopo ogni pasto (9 pastiglie al giorno).
Easter C (vitamina C): 1 capsula a pasto (3 capsule al giorno).
Vitamina A & E in emulsione: 5 gocce in un succo o in acqua 3 volte al giorno.
Succo di Orzo Verde (Just Barley Green Juice): un cucchiaino da te in un succo 3 volte al giorno.
Cartilagine di squalo: 3 capsule ad ogni pasto (9 capsule al giorno).
Vitamina E: 1 gel a pranzo e uno a cena.
AHCC: 2 capsule ad ogni pasto (6 capsule al giorno).
Multivitaminico liquido: due cucchiaini da te 1 volta al giorno con un pasto.
Semi di albicocca: 1 seme ogni 4,5 chili di peso corporeo. Non più di 6 semi all’ora, non più di 30-35
semi al giorno.
Dopo i primi 21 giorni …
Fase 2: 3 mesi successivi
Il protocollo è il medesimo, a parte per le dosi di vitamina B17 e di vitamina A & E in emulsione:
•
•
Vitamina B17 in pastiglie da 500 mg: 1 pastiglia a pasto e 1 prima di dormire (4 pastiglie al giorno).
Vitamina A & E in emulsione:10 gocce in un succo o in acqua 2 volte al giorno.
Indicazione dei costi: da 500 a 700 euro per la prima fase, da 1400 a 1600 euro per la seconda fase.
Dosi di mantenimento
Il dottor Krebs suggerisce che in un periodo di tempo, un dosaggio in eccesso di 300 grammi di vitamina B17
siano in media sufficienti per controllare una modesto attacco di cancro. Il tempo necessario per sviluppare
la massima risposta va da 4 mesi ad 1 anno. Se si ottiene una buona risposta nelle prime 3 settimane, il
dosaggio può essere ridotto in relazione alle necessità del paziente.
Una crisi di cancro severo tenuta sotto controllo può essere tenuta in uno stato di quiescenza dalla
somministrazione orale di 1 grammo di Amigdalina al giorno. (2 pastiglie da 500 mg). Alcuni pazienti si
sentono più “sicuri” prendendo da 1,5 a 2,0 grammi di Amigdalina al giorno (ovvero da 3 a 4 pastiglie da 500
mg al giorno).
Situazioni anormali, stress o malesseri di ogni tipo si possono essere seguiti da una ripresa di malattia in
qualche paziente. Il dottore che segue il paziente dovrà monitorare anche queste situazioni in coloro che
hanno un cancro tenuto sotto controllo. Quando una crisi di cancro è stata tenuta con successo sotto
controllo per più di due anni, con buoni risultati nel guadagno di peso, nella ripresa delle forze fisiche e del
vigore, nella ripresa delle normali attività, con tests delle urine e del sangue positivi, lastre ed altri esami
obiettivi nella norma, allora la dose di mantenimento della vitamina B17 può essere ridotta ai normali livelli
previsti dalla dieta, ovvero 500 mg al giorno (da mantenersi per il resto della vita).
8
Consigli prescritti di routine
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Non fumare né rimanere in stanze piene di fumo
Non bere alcolici
Non bere bevande zuccherate
Evitare le tossine di deodoranti, shampoo e bagno schiuma che spesso contengono alluminio, usare
prodotti naturali
Guarda quanta meno televisione possibile: i raggi x causano attività anormali nelle cellule
Dormi un numero adeguato di ore al giorno
Aumenta l’apporto di ossigeno facendo esercizio all’aria aperta e al sole lontano dal traffico e da
altre risorse di inquinanti. Al sole non indossate occhiali
L’intestino va evacuato almeno una volta al giorno
Fai un bagno caldo al giorno, per stimolare la circolazione
Segui una dieta appropriata, senza proteine animali, zucchero e farina bianca; usare gli alimenti
nelle loro condizioni integrali, tanta frutta e verdura (meglio cruda che cotta). Poco sale. Evitare cibi
congelati, additivi, coloranti e conservanti. Bere tanta acqua e succhi senza zucchero. No caffè.
Mantieni sempre un’attitudine positiva e cooperativa, un pensiero ottimista
“Servi il SIGNORE, il tuo Dio, ed egli benedirà il tuo pane e la tua acqua; Egli allontanerà la malattia
di mezzo a te” (Esodo 23:25).
Criteri di valutazione dei progressi clinici
1. Riduzione del dolore, indicato anche dalla riduzione nella dose e nella frequenza nell’uso dei
narcotici e dei sedativi
2. Aumento del senso di benessere
3. Aumento dell’appetito
4. Scomparsa delle fetore proprio delle lesioni cancerose
5. Aumento dell’energia e della resistenza del corpo
6. Aumento del peso
7. Aumento della forza muscolare
8. Miglioramento degli esami del sangue e delle urine
9. Aumento nella riparazione dei tessuti
10. Diminuzione della tumefazione
11. Riduzione della presenza di gonadotropina-corionica nel sangue e nelle urine
12. Ritorno dei sintomi interrompendo il trattamento o usando placebo
13. Remissione dei sintomi dopo la ripresa della terapia
9

Documenti analoghi