iltempo/speciale_edt/speciale_edt02<untitled

Commenti

Transcript

iltempo/speciale_edt/speciale_edt02<untitled
24
>AI:BED
MERCOLEDÌ 22 APRILE 2015
Fuoriporta
Cultura Per la Liberazione il Bunker Soratte apre le porte
Civitavecchia
Storia e natura
si mettono in mostra
Il 28 aprile si celebrerà
la Festa di Santa Firmina
la statua della protettrice
dei naviganti sarà portata
in processione in mare
A Vitorchiano 15mila ettari di verde per tutti
di Roberta Maresci
F
esta nel rifugio blindato.
È un’idea: trascorrere il
settantesimo anniversario della Liberazione nel
Bunker Soratte, una montagna di storia. I turni di visita a
numero chiuso sono alle ore
10,30 e alle 15,30 (prenotazione tel. 380-3838102). Come Cicerone c’è Gregory Paolucci,
architetto epresidente dell'Associazione Bunker Soratte che
anticipa: «A inaugurare i
bunker, al posto del Duce, fu il
feldmaresciallo Kesselring.
Nel 1967, dopo ventitré anni
di abbandono e quasi altrettanti di Guerra Fredda, una
parte fu allargata e rinforzata
per servire da rifugio al governo italiano in caso di attacco
nucleare. Cinque anni più tardi i nuovi bunker di cemento,
poggiati su 2600 ammortizzatori sismici furono abbandonati senza una spiegazione ufficiale. Sembra però che come
rifugio, al posto del Soratte,
fosse statoscelto il Gran Sasso,
dove furono scavate le caverne artificiali che oggi ospitano
un laboratorio scientifico». Se
In provincia di Frosinone
Si celebra la coreografica
festa di San Marco a Vallecorsa
Nepi Il meraviglioso giardino di «Harti e Horti»
le viscere e la temperatura un
po’ fresca (12°) non fanno al
caso vostro e quattro passi nel
verde, il Natale di Roma ha fatto sbocciare il roseto comunale: aperto fino al 14 giugno a
chi ha il pollice verde, sono
benmillelerosecuidarelacaccia tra i fili d’erba. Un museo a
cielo aperto che riserva anche
visite guidate e a costo zero
no in Tibet ad oltre 2000 metri
di altitudine. Quota che a voi
lascerà indifferenti quando la
guida specializzata vi delizierà anche di curiosità sugli antichi palazzi, chiese e leggende
del paese, da conoscere anche
attraverso la degustazione di
bruschette e vino presso la Vineria la Fraschetta di Jack a Vitorchiano. Il vostro pollice va
(ma su prenotazione). Preferite le peonie? Fino al 31 maggio
al Centro Botanico Moutan di
Vitorchiano,in provincia di Viterbo,sipuò assistereallo spettacolo di 220mila peonie di
600 differenti varietà. È da una
decina d’anniche ilcentro coltiva (in 15mila ettari di parco)
anche le piante madri adulte
della specie Rockii che cresco-
■ Benedetto itinerario. Sembra un lungo
rosariodovesialternano monasteri a montagne, boschi a sterrati. È quello da Norcia
all’Abbazia di Montecassino, sulle orme del Padre d’Europa. Si chiama «Il
cammino di San Benedetto» ma si tratta di 300 chilometri divisi in 16 tappe, lungo una via dove il turismo non è
hardware ma software. E quindi servizio. «Il cammino è
il modo migliore per scoprire quell’Italia fatta di borghi,
natura, spiritualità, ma anche forte senso dell’ospitalità
e della bellezza. I cammini in Italia – aggiunge l’ideatore
Da Norcia a Montecassino
Sulle orme del cammino
di San Benedetto
LA TUA NUOVA
ALBA SU ROMA
NUOVA...COLORATA...CALDA...ACCOGLIENTE!
VIA LEONE IV 22 - 00192 - ROMA
PIANO 1°, SCALA B - INT. 1
[email protected] SUNRISEBBROMA. IT - CELL. 329/7312695
WWW. SUNRISEBBROMA. IT
WWW. FACEBOOK. COM/ SUNRISE. BEDANDBREAKFAST.3
alcontrario? Potete rimediare.
Varcando la soglia di «Arti e
horti», dal 1 al 3 maggio, nella
Tenuta Valle Cento (SS Cassia
Km 37,800 – Loc. Settevene,
Nepi, Viterbo): 100 gli espositori in un percorso fatto di mostre e soprattutto laboratori
dove sarà possibile lavorare il
legno, i tessuti e il cuoio. Per i
bambini ci sono i laboratori.
delprogetto, SimoneFrignani – non hanno nullada invidiare a esperienze come quella di Santiago da Compostela e rappresentano una straordinaria attrattiva, comegià sta accadendo, per lapresenza di turistidall’Europa e dal mondo. E un modo per rivitalizzare le microeconomie dell’Italia "minore"». Dove di minore c’è un tour
meno battuto. Fatto di silenzi e un po’ di pace con se
stessi che calza a pennello con pellegrini e curiosi spinti
dalla fede di mettersi in marcia. C’è stupore a percorrerlo. Anche nel progetto «Ciociaria in Cammino», che prevede per il 30 maggio a Montecassino un evento di apertura simbolica dove parteciperanno oltre mille persone
e la presentazione della guida «Il cammino di San Benedetto» per la collana «Terre di mezzo».
Rob.Mar.
Oppure un parco avventura
nuovo di zecca, che inaugura
proprio il giorno della festa dei
lavoratori: qui le emozioni sono sospese in aria, ma in sicurezza. Ideale per lanciarsi da
liane,atterraresu reti,attraversare ponti muniti di casco, imbragatura, moschettoni e carrucola, si gioca rispettando la
natura e i ritmi del paesaggio.
Tre i percorsi a seconda l’età e
l’altezza. Ma attenzione: una
tirolesecondue passaggidicirca 70m di lunghezza consente
di provare l'ebbrezza di un volo sospesi tra gli alberi (fino al
31 ottobre). Se poi puntata
all’anima, il 25 aprile dirigetevi in provincia di Frosinone: a
Vallecorsa c’è la Festa di San
Marco. In processione, i bambini del paese sfilano tenendo
in mano una «pupetta» o un
«ciervo» (pani fatti per l’occasione) a forma di bambole per
le bambine e a forma di gallo
per bambini. Altrimenti a Civitavecchia, il 28 aprile segnate
in agenda la Festa di Santa Firmina. La statua della santa,
protettrice dei naviganti, viene portata in processione in
mare. Poi la benedizione delle
acque e fuochi d'artificio.