Sintesi delle proposte emerse durante l`incontro del 23 giugno 2010

Transcript

Sintesi delle proposte emerse durante l`incontro del 23 giugno 2010
CULTURA CREATIVA A BOLOGNA: METTIAMOCI LA FACCIA!
Mercoledì 23 giugno presso la Sala del Baraccano a Bologna si è svolta l’assemblea pubblica
CULTURA CREATIVA A BOLOGNA: METTIAMOCI LA FACCIA!, convocata da un gruppo di
associazioni, collettivi, singoli e singole impegnate da anni nella produzione e promozione di
progetti culturali a Bologna e interessate a prendere parola collettivamente sul presente e sul
futuro della cultura in questa città. Oltre alle realtà che hanno condiviso il percorso di
convocazione (associazione ComunicAttive, Sinistra Ecologia e Libertà, associazione Dry_Art,
associazione Oltre, Fuoricampo Lesbian Group, associazione Yoda, Leggere Strutture,
Arcilesbica Bologna, Comitato provinciale Arcigay Il Cassero Bologna, Tpo, Sexyshock, Fragile
Continuo, Associazione Jurta, Salotto Precario, Crossmode, I Musicanti non dormono mai)
all’incontro hanno partecipato Armonie, Gruppo '98, Babajaga, Danza Urbana, Concordanze,
Nosadelladue, Let's Queer, Biblioteca Vivente, Scuola Popolare di Musica Ivan Illich, Neon
Campobase, La Pillola, Neata, Cibomatto, Circolo Arci Macondo, Laminarie, Crossing TV, Embè,
Bo Ground, Arcanto, Giardini del Guasto, Friction, MIT - Movimento Identità transessuale,
Etichette Stupide, Spazio Indue, Che torni Babele e numerosi singoli e singole impegnante in
attività culturali o interessate a partecipare a una riflessione comune sul tema della cultura.
L’incontro ha rappresentato l’occasione per iniziare un percorso di coordinamento tra le diverse
esperienze del panorama bolognese e sviluppare una serie di proposte concrete, da
sperimentare nella relazione tra realtà culturali e da sottoporre a chi attualmente governa la
città e a chi si candida a governarla in futuro. Tutti i e le partecipanti hanno condiviso la
necessità di un maggiore riconoscimento e valorizzazione dei progetti culturali esistenti a
Bologna, chi sottolineandone il valore di servizio e di in/formazione e conoscenza su tematiche
trascurate o banalizzate dai media, strumento indispensabile per l’acquisizione di una
coscienza critica; chi tematizzando il ruolo sociale della cultura come generatrice di relazioni e
l’effetto benefico che una diffusione di iniziative sul territorio ha sulla vivibilità della città per le
donne e, di conseguenza, per tutta la cittadinanza; chi valorizzandone anche l’aspetto di
motore economico e possibile strumento di uscita dalla crisi. La richiesta è che la cultura venga
considerata un elemento essenziale del progetto politico e dell’idea di città che si vuole
costruire, partendo dalla ricchezza multiforme e articolata di esperienze e progettualità che
caratterizza Bologna. Prendendo spunto dai bisogni condivisi da chi opera quotidianamente
nell’ambito della produzione e promozione culturale, sono state avanzate molte idee e proposte
operative, che saranno portate come materiale di confronto ed elaborazione ai workshop di
“Addio alle arti” il 3 e 4 luglio al Blogos di Casalecchio. Riportiamo di seguito un elenco
schematico di tali proposte, consapevoli che nella sintesi si perde il respiro analitico ed
esperienziale del contributo portato da ognuno/a, ma desiderose di proiettare le proposte in un
comune sforzo trasformativo e creativo.
Sintesi delle proposte emerse durante l’incontro del 23 giugno 2010
Azioni politiche
- pretendere che la cultura faccia parte di un piano programmatico comunale, del piano
strutturale della città
- chiedere al Comune di Bologna di istituire una conferenza cittadina sulla cultura
- maggiore coordinamento e comunicazione tra enti diversi (Comune, Provincia, Regione)
e tra uffici e settori dello stesso ente (ad es. Quartieri e Comune, o settori diversi del
Comune)
- assumere posizioni chiare sull’applicazione delle normative, ad esempio quelle relative
ai limiti di impatto acustico e relative deroghe (arpa)
Associazione Comunicattive - C.F. 02394831206 – sede legale via Via Vittorio Veneto 34 – 40131 Bologna
Sede operativa Piazza VII Novembre 1944, n.8 – 40122 Bologna - Tel. 0516493772 – Fax 051.4070575 [email protected] - www.associazionecomunicattive.org
Spazi
- mappatura degli spazi di proprietà comunale inutilizzati e richiesta di conoscere quali
progetti esistono su di essi, richieste puntuali per il loro utilizzo in convenzione da parte
delle associazioni
- mettere a disposizione delle associazioni e realtà culturali spazi come scuole, sedi di
quartieri, biblioteche in orari in cui non sono utilizzati per le loro funzioni
- eliminare le esose richieste economiche per l’utilizzo di spazi pubblici
- criteri e modalità trasparenti nell’assegnazione degli spazi (es spazi estivi) attraverso i
bandi
- gestione condivisa degli spazi, sorta di social-housing formulato in modo da garantire
rotazione di gestione, ma anche continuità di calendario
- censimento e condivisione di spazi anche privati già esistenti, che sono disponibili a
ospitare incontri e progetti
- self mapping culturale di rassegne, festival e altre iniziative sul modello di quello
turistico
- predisporre da subito i progetti da presentare al Comune di Bologna per realizzare
progetti di cogestione nelle ex aree militari che comuni, province e regioni acquisiranno
con l’attuazione del federalismo fiscale
- mettere Palazzo D’Accursio, che adesso è vuoto, a disposizione delle associazioni
Servizi
- semplificazione delle pratiche burocratiche necessarie agli eventi
- investimento da parte del Comune di Bologna per acquistare un service da mettere a
disposizione delle associazioni e realtà culturali, gratuitamente o a canoni nettamente al
di sotto dei prezzi di mercato
- pulizia da parte di Hera nel caso di iniziative in spazi aperti della città
- mettere a disposizione gratuitamente bagni chimici in occasione di iniziative che si
svolgono all’aperto
- accordi per l’utilizzo di utenze comunali (luce, acqua)
- chiedere al Comune di Bologna di dare in uso (gratuito o a canoni nettamente inferiori
ai prezzi di mercato) alle associazioni e realtà culturali una foresteria per l’ospitalità di
artisti/e stranieri/e
- espletamento permessi per l’Arpa
- chiedere al Comune di Bologna di fornire servizi di ufficio stampa (in parte lo fa già),
grafica e stampa del materiale promozionale per le iniziative
- sportello che fornisca servizi alle associazioni culturali: commercialista, avvocato,
ragioniere, consulente per la compilazione di business plan e pratiche e modulistiche
complesse per bandi
Rete
- creare un coordinamento permanente (darsi modalità e tempi di incontro) con un
proprio nome fondato su pochi punti programmatici
- creazione e autogestione di un portale: pubblicazione online degli eventi per avere
visibilità cittadina e non solo
- strumenti di autogestione telematica per coordinare tra loro le iniziative, creare un
collegamento se lo si desidera, calendarizzare conoscendo i progetti delle altre
associazioni, in modo da creare sinergia consapevole e non concorrenza inconsapevole
- gemellaggio con festival e realtà culturali all’estero
- creare una modalità per condividere progetti e trovare in città i partner con cui
presentare bandi, anche europei
- dividere l’onere economico per il fund raising
- condividere i service che già alcune associazioni hanno
Associazione Comunicattive - C.F. 02394831206 – sede legale via Via Vittorio Veneto 34 – 40131 Bologna
Sede operativa Piazza VII Novembre 1944, n.8 – 40122 Bologna - Tel. 0516493772 – Fax 051.4070575 [email protected] - www.associazionecomunicattive.org
-
darsi metodologie partecipative e organizzative innovative, diverse, come ad esempio
l’Open space technology, il work café, il teatro legislativo (t. dell’oppresso)
trovare gli elementi per guardare anche alla città e non solo alle istituzioni
banca del tempo dell’associazionismo
SE HAI IDEE E PROPOSTE DA INVIARCI, OPPURE DESIDERI ESSERE INFORMATO/A
SULLO SVILUPPO DEL PERCORSO INTRAPRESO DALLE ASSOCIAZIONI DELLA RETE
INVIACI UNA MAIL ALL’INDIRIZZO:
[email protected]
Associazione Comunicattive - C.F. 02394831206 – sede legale via Via Vittorio Veneto 34 – 40131 Bologna
Sede operativa Piazza VII Novembre 1944, n.8 – 40122 Bologna - Tel. 0516493772 – Fax 051.4070575 [email protected] - www.associazionecomunicattive.org

Documenti analoghi