free press

Commenti

Transcript

free press
1 gennaio 2011/ Network Caffè n. 154 / Anno XV / Tel 040370005 / Aut. Trib. TS n. 980 del 9/4/1998
NTWK Aut. Trib. TS 1028 del 22/06/2001 - DIFFUSIONE GRATUITA - Spedizione in A.P. - 70% DC TS
FREE PRESS
154
Seguici su Facebook
Cerca Asso Cultura
gennaio 2011
Cover
Trieste Film Festival
artwork Sergio Zennaro
Tel. 040370005
www.ntwk.it
[email protected]
[email protected]
Direttore
FABIO FIERAMOSCA
Grafica e impaginazione
Sergio Zennaro
La redazione
Agnese Ujcich,
Lorenzo de Vecchi
Hanno collaborato
Giulia Giorgi,
Clio Campagnola
Un grazie a tutti gli Uffici
stampa ed alle Agenzie di
comunicazione che sono
intervenuti sul numero.
Stampa
Tipografia Villaggio del
Fanciullo - Trieste
Distribuzione in esclusiva
Matras srl Logistica & trasporti
Schermi
Da pagina 4
Trieste Film Festival | Underground
Movies | Premio Mattador
Teatro
Musica
Da pagina 22
Da pagina 8
Beckett | Tutto su mia madre |
Comunale di Monfalcone | L’ebreo |
Flashdance | Società dei Concerti
Arte
I concerti del mese | Nite for Ixis |
Clubbing Trieste | Fragola all’Ausonia
Stef Burns | Trieste is Rock |
Zapping
Da pagina 26
Da pagina 14
In mostra: Arte a confronto |
Francy | Grusovin | Petrick |
Giovani Contemporanei | Milesi |
Rewind | Foto dall’Africa
Conoscere il Corano | Contest
Dai Avrai | Speciale Montedoro
Sistema Network Caffè
Da pagina 31
Le date del nord Italia
e del Friuli Venezia Giulia
NTWK è un’edizione:
Registro periodici
autorizzazione Tribunale di
Trieste n. 980 del 9/4/1998 e
n. 1028 del 22/6/2001
Alcune immagini e testi riprodotti sono
usati a scopo informativo e divulgativo e
mantengono il © dei rispettivi detentori.
La responsabilità su giudizi ed opinioni
espressi negli articoli è esclusivamente
di chi li ha firmati o siglati e non
necessariamente della direzione o della
proprietà editrice. Le date dei concerti
possono subire variazioni o errori di
stampa: decliniamo ogni responabilità
ed invitiamo ad usare le info disponibili.
È vietata la riproduzione anche parziale
dei testi o delle immagini senza espressa
autorizzazione della casa editrice.
Questo numero è stato chiuso per la stampa
il 30 dicembre 2010.
Distribuzione gratuita
Salute e benessere
per il 2011?
Qui conviene
per acquisti online
www.quiconviene.com
Farmacia all’Angelo d’Oro p.zza Goldoni, Trieste
copertina
NTWK
gennaio
Festival | Ufficio stampa
Trieste | Luoghi vari
dal 20 al 26 gennaio | www.triestefilmfestival.it
Trieste
Film
Festival
Ventiduesima edizione al Miela e all’Ariston. Tanto cinema e non solo
Ventiduesima edizione
per il Trieste Film Festival,
il più rilevante appuntamento
italiano con il cinema dell’Europa centro-orientale: dal 20 al
26 gennaio, al Teatro Miela e al
Cinema Ariston, si alterneranno proiezioni, eventi, incontri
partendo da un premio Oscar.
Sarà infatti Cirkus Columbia,
l’ultimo film di Danis Tanovic (che
vinse la statuetta nel 2002 per No
man’s Land) ad aprire il festival,
con la presenza a Trieste del regista. Qui Tanovic torna nella ‘sua’
Jugoslavia, nei giorni precedenti
la guerra del ‘91, raccontando una
storia di solitudine ed amicizia, tratta
dall’omonimo esordio letterario del
giornalista croato Ivica Djikic. Attore
principale di Cirkus Columbia, che
viene proiettato in anteprima italiana,
è Miki Manojlovic, celebre ‘volto’ dei
film di Kusturica e Paskaljevic.
Tra le novità dell’edizione 2011 del
festival diretto da Annamaria Percavassi
ci sarà anche il Premio Salani, dedicato
alla memoria di Corso Salani, cineasta
scomparso a giugno che aveva sviluppato
con la rassegna triestina un legame profondissimo, e che più di ogni altro ha saputo creare un cinema straordinariamente
innovativo coniugato a un modello di
indipendenza esemplare. Nello spirito del
suo cinema si è deciso di attribuire il Premio ad un “lavoro in corso” di un filmmaker indipendente italiano. Al prescelto un
4
premio di 10.000
euro finalizzato
al completamento
del progetto e ad
un servizio di tutoring da parte dei
membri dell’Associazione Salani,
costituitasi lo
scorso novembre.
Punto di forza
del TFF, come
sempre, i concorsi:
in quello riservato
ai lungometraggi
di fiction (una decina di anteprime italiane) si segnalano Aurora del rumeno Cristi
Puiu e Besa del serbo Srdan Karanovic,
due film diversissimi per stile, soggetto,
linguaggio.
Puiu è oramai
un habitué del
festival (dove ha
già presentato
tutti i suoi film in
concorso). Aurora
segue il vagabondare di Viorel,
ingegnere metallurgico di 42 anni,
divorziato e padre
di due bimbe, durante tutto l’iter di
preparativi per un
assassinio feroce.
Besa, invece, si svolge agli albori della
Prima Guerra Mondiale: un maestro di
scuola che parte
per il Fronte affida
la giovane moglie
slovena al bidello
albanese che
gli giura fedeltà
(“besa”, in albanese, è un patto che
si deve perseguire
a costo della vita).
E anche qui il
protagonista ha il
volto straordinario
di Miki Manojlovic.
Nel concorso
documentari
(opere anch’esse in anteprima italiana,
selezionate da Fabrizio Grosoli) c’è The
other Chelsea - A Story dfor Donetsk,
storia del miracolo calcistico della squadra ucraina dello Shaktar Donetsk, che
l’anno scorso ha
vinto l’Europa League e quest’anno
si è già qualificata
per gli ottavi in
Champions League e una sorta di
storia (divertente
e con formidabili
immagini d’archivio) del cinema
jugoslavo, Cinema Komunisto
di Mila Turajlic,
sulle ambizioni
cinefile di Tito.
Fra i 17 corti in lizza per il Premio
Mediterraneo Cinema, gli italiani Rita
di Grassadonia e Piazza,
già selezionato a Cannes
e Storia di nessuno di
Manfredi Lucibello, protagonista Luciano Manzalini (dei Gemelli Ruggeri) nel
ruolo di un sicario che
passa indenne attraverso
gli avvenimenti dell’Italia
di ieri e oggi.
Verrà inoltre presentato, sempre in competizione, Hanoi-Warszawa di
Katarzyna Klimkiewicz
(Polonia), Miglior corto
ai recenti European Film
Awards 2010.
schermi
Immagini tratte
dai film
in concorso
La retrospettiva sarà dedicata a Sergei
Loznitsa, reputato la ‘rivelazione’ di
Cannes 2010. In realtà Loznitsa, classe
1964, è tutt’altro che un esordiente, essendosi imposto fin dalla fine degli anni 90
come uno dei più grandi documentaristi
contemporanei. Il Trieste Film Festival gli
dedica una retrospettiva completa composta da 12 film realizzati dal ‘96 a oggi,
oltre a proporre in anteprima italiana My
Joy, alla presenza dell’autore, un road movie dalla struttura singolare, in cui attori
professionisti si mescolano ad attori presi
dalla strada.
Torna anche Muri del suono, arrivato
alla terza ‘tappa’, sezione del festival
dedicata ai film a tema musicale prodotti
nell’Europa centro-orientale nell’ultimo
anno. Un viaggio appassionante che tocca,
tra i vari Paesi, la Polonia, con Beats of
Freedom di Słota e Gnoinski, documentario che racconta il rock polacco dagli anni
‘50 fino alla caduta del comunismo attraverso un’enorme
quantità di rari
materiali d’archivio, commentati
da un giornalista
musicale inglese;
mentre a cavallo
fra Slovenia e
Italia è ambientato
Songs of resistance di Andraž
Pöschl, che mostra come i valori
che ispirarono i
cori partigiani
della Seconda
Guerra Mondiale
siano vivi ancora
oggi. A completare la rassegna un lungo di
fiction: All that I love, di Jacek Borcuch,
presentato al Sundance e candidato polacco agli Oscar.
Ancora spazio
per Zone di
cinema, ampio
contenitore destinato a dare spazio
e visibilità alla
produzione locale
e ai molteplici
fermenti che la
caratterizzano
sia nella direzione della ricerca documentaristica legata
al territorio e alla complessità della sua
storia sia nella direzione della libera sperimentazione narrativa e autoriale: una
vetrina ideale per la produzione cinematografica regionale.
Inoltre, continua con successo l’esperienza di When East meet West, con il
principale obiettivo di creare un ponte
tra le imprese audiovisive dell’Europa dell’Est e dell’Ovest attraverso
incontri di co-produzione dedicati
ai professionisti del settore audiovisivo e finalizzati allo sviluppo di
collaborazioni produttive in ambito
cinematografico. Secondo appuntamento organizzato in collaborazione con il Fondo Regionale per
l’Audiovisivo del Friuli Venezia
Giulia e Antenna Media Torino,
l’incontro prevede due giorni
dedicati a produttori di lungometraggi e documentari, broadcasters, mercati, fondi nazionali
e regionali del Friuli Venezia
Giulia, dell’Europa Orientale e
di alcune regioni dell’Europa
Occidentale.
Inoltre, il festival avrà i
consueti spazi dedicati alle
esplorazioni, alla musica,
omaggi, eventi speciali,
incontri, concerti, tavole
rotonde, mostre, performances
e molto
altro...
5
schermi
NTWK
gennaio
Festival | Ufficio stampa
Trieste | Luoghi vari
a gennaio | www.lacappellaunderground.it
L’anno nuovo
riporta
il
Freakshow
Ripartono gli appuntamenti con La cappella underground
Ci auguriamo che abbiate trascorso
delle giornate serene e che vi siate riposati
durante le vacanze appena trascorse. Se vi
siete dilettati con i giochi da tavolo tipici
delle festività natalizie, probabilmente vi
sarete accorti che l’ultimo lancio di dati
vi ha portato sulla casella “macelleria”. È
rimasto in attesa nel buio, ma finalmente
è tornato. Con l’irruenza di una trasmissione pirata e di un’interferenza televisiva
durante il vostro programma preferito, il
sanguinolento Freakshow compie la sua
ennesima incursione all’interno del palinsesto de La Cappella Underground. Lattice,
sangue ed interiora saranno la santa trinità
che guiderà i nostri passi nel regno dell’orrore di questo inizio anno. Splinter, Feast, Julie Andrews
Trick’r Treat gli ospiti d’onore; un orribile
cortometraggio aprirà le proiezioni traghettando come Caronte, le
anime presenti all’inferno.
I Martedì della Mediateca, da par loro, offrono un piccolo
tributo al grande Blake Edwards: il regista di Hollywood Party
e della Pantera rosa viene omaggiato con uno dei suoi film più
premiati: Victor Victoria. Una commedia degna di Lubitsch, tra
farsa e sentimento, tra umorismo di parola e comicità d’immagi-
ne. Prosegue pure Lo Sguardo dei Maestri, quest’anno dedicato
a Bernardo Bertolucci: a gennaio, per quanto riguarda Trieste, il
programma si snoda fra la sala video della Cappella Underground,
il Teatro Miela ed il Cinema Ariston. A gennaio vengono proposti
La luna, La tragedia di un uomo ridicolo, il documentario La via
del petrolio, dagli anni novanta Io ballo da sola e L’assedio, e
per finire il kolossal L’ultimo imperatore.
Trieste | Spazio Villas
dal 21 gennaio | www.premiomattador.it
Premio
internazionale
Mattador
A gennaio alcuni incontri in concomitanza col Trieste Film Festival
Avrà luogo a Trieste venerdì 21 gennaio
alle ore 15.30, in concomitanza e collaborazione con il Trieste Film Festival,
un incontro aperto al pubblico dal titolo
“Percorso: dal trattamento alla sceneggiatura”, seconda sezione degli incontri
6
di tutoraggio del Premio Internazionale
per la Sceneggiatura Mattador, dedicato a Matteo Caenazzo. A questo primo
appuntamento seguiranno due giornate
di incontri one-to-one, specifici tra tutor
e finalisti del Premio: Luca Marchetti di
Roma, Margherita
Nale di Trieste e
Diletta Demarchi
di Gorizia avranno
l’opportunità di
potersi confrontare
con i professionisti
del settore, Debora
Alessi, Vinicio
Canton e Maurizio
Careddu, editor e
sceneggiatori di
alcune fra le più
popolari serie della Rai e di Canale 5. Gli
incontri, coordinati dallo sceneggiatore
Andrea Magnani, si svolgeranno presso
lo Spazio Villas del Comprensorio ExOPP.
Regolamenti e informazioni sul Concorso
sono presenti sul sito: www.premiomattador.it.
Nella vita non tutto
è bianco o nero.
nei saldi sì.
dal
-20%
AL
-50%
Sail Sistiana
SPORT E TEMPOLIBERO
Sistiana 59/L, Ts, 040.291074 www.sailsistiana.it DOMENICA APERTO
teatro
NTWK
gennaio
Teatro | La redazione
Trieste | Politeama Rossetti
dal 12 al 16 gennaio | www.ilrossetti.it
Aspettando
Beckett
A gennaio domina il cartellone del Rossetti Aspettando Godot
La presenza di Beckett nei cartelloni
di prosa è sempre una consolazione: in
fin dei conti non sono passati molti anni
da quando l’autore inglese passa sulle
scene italiane senza destare scandali e
incomprensioni. Oggi, è un autore (anzi,
l’autore) che va visto per comprendere
il teatro moderno. Dal 12 al 16gennaio,
al Rossetti, andrà
in scena Aspettando Godot, forse il più celebre dei
drammi di Beckett.
Il capolavoro del
Teatro dell’Assurdo firmato dal
grande scrittore
irlandese è ormai
da ritenere un classico, e come tale
Pagni e Pagliai lo tratta Marco
Sciaccaluga nella
messinscena che ne fa per lo Stabile di
Genova. Egli affida – e ciò assicura allo
spettacolo una grande potenzialità – i ruoli
dei protagonisti, Vladimiro ed Estragone, a
due maestri del teatro italiano: Eros Pagni
e Ugo Pagliai. Duettando per la prima
volta assieme sul palcoscenico hanno
conquistato la critica italiana e donato ai
rispettivi personaggi nuove risonanze.
Pagni è un Vladimiro metafisico e
sottilmente ironico, farsesco e confuso, Pagliai passa da accenti bruschi e imprevisti
ad altrettanto sorprendenti toni malinconici, delicati: molto più dei poveri clown
della tradizione scenica recente, essi ci appaiono ora come figure in nero, curiose
e misteriose, che sembrano uscite da
un vecchio e affascinante film muto.
Nella pièce converge tutta la poetica
di Samuel Beckett: il bisogno d’amore, la
paura di essere soli, l’angoscia che egli
esprime attraverso i suoi personaggi,
dispersi in lande desolate, impegnati in
un disperato, sarcastico, tragico dialogo
tra sordi che li tiene vanamente impegnati
perché non ne risolve l’isolamento, contemporaneamente lucidi e incoscienti nella
condizione in cui si ritrovano.
Monfalcone | Teatro Comunale
18 e 19 gennaio | www.teatromonfalcone.it
Tutto
su
mia
madre
Dal set di Almodovar alle scene del Teatro di Monfalcone
Non è certo nuova la riduzione teatrale
di una sceneggiatura per cinema, sebbene
resti una specie di singolare passaggio dl
figlio al padre. Né è nuovo lo spettacolo
ispirato a Tutto su mia madre, scritto
e diretto da Almodovar nel 1999, già
inscenato a Londra nel 2007 con la coproduzione di Kevin Spacey.
Ora questo lavoro di Samuel Adamson, che in Italia fa tappa anche a Monfalcone con la regia di Leo Muscato, rivive
la storia di Almodovar secondo uno spirito
meta-teatrale, cui il testo si presta.
E’, infatti, un testo sul teatro e sugli
attori, e che possiede anche in
senso generale una notevole
forza istrionica. Se, infatti,
il tema sostanziale del film
- e della pièce - è il dolore, il
rimorso, le difficoltà familiari, non meno ‘ufficiale’, e
richiamo ben più vigoroso per
il pubblico, è la cornice sociale
degli eventi: droga, prostitu-
zione, vita a dir
poco bohèmienne, ma soprattutto omosessualità
e transessualità,
visti da Almodovar
sia sotto il profilo
profondamente
umano, sia sotto
quello ironico fino
al grottesco.
La riduzione
teatrale, che sta riscuotendo un grande successo in tutta Italia, non manca di mettere in
evidenza anche questi aspetti
vitali della sceneggiatura,
con una trasposizione molto
accurata che, inevitabilmente
dato il mezzo espressivo, più
che sul ritmo - il montaggio
cinematografico è altra cosa
- punta sui personaggi, sul
loro vigore, come diceva-
Elisabetta Pozzi
8
mo, istrionico. Ed Esteban, il figlio morto
intorno al quale ruotano le vicende del
testo, assume un ruolo decisivo, anche da
un punto di vista narrativo; mentre, come
nel film, l’energia vitale di questo mondo eccentrico si incarna soprattutto in
Agrado, interpretata dalla bravissima
Eva Robin’s, intorno alla quale si muovono le altre due protagoniste, Eisabetta
Pozzi (la madre), Alvia Reale (l’attrice) e
Silvia Giulia Amendola (la suora). Da non
perdere.
teatro
Teatro | Ufficio stampa
DIRITTO
ALLA
MENTE.
Monfalcone | Teatro Comunale
a gennaio | www.teatromonfalcone.it
A
Monfalcone
Tra prosa e musica, piatto ricco a inizio
anno. Spiccano Bach e Beethoven
Straordinari pianisti
Il nuovo anno si apre con il
concerto di Rudolf Buchbinder,
pianista la cui fama internazionale
è legata soprattutto alla grande tradizione austro-tedesca ma che ama
sottrarsi alla rigidità delle etichette
per essere libero di dedicarsi anche
ad autori come Ravel, Gershwin,
Rudolf Buchbinder
Rachmaninov. Definito dal Frankfurter Allgemeine Zeitung “uno dei più importanti e competenti interpreti di
Beethoven dei nostri giorni”, Buchbinder propone al pubblico del Comunale
un programma che affianca alle Variazioni su un tema di Corelli di Rachmaninov le celeberrime Variazioni Diabelli di Beethoven.
A queste seguono, in un percorso che propone a distanza ravvicinata tre
concezioni compositive assolutamente diverse, le Variazioni Goldberg di
Bach nell’interpretazione di Andreas Staier, che nel 2009 le ha incise per
l’etichetta Harmonia Mundi. Chiude il cartellone musicale di gennaio Dénes
Várjon (il suo concerto, in programma il 15 marzo, è stato anticipato al 25
gennaio), pianista fra i più importanti della sua generazione, che propone un
omaggio a Liszt (di cui nel 2011 ricorre il centenario dalla nascita) e alcune pagine di Berg, Skrjabin e Kurtág, il compositore ungherese insignito nel 2009
del Leone d’Oro alla Biennale di Venezia.
Quando il Teatro
racconta la realtà...
La stagione di prosa del Comunale
propone in gennaio Chi ha paura
muore ogni giorno – I miei anni
con Falcone e Borsellino, scritto e
interpretato dal magistrato siciliano
Giuseppe Ayala, che a quasi vent’an- Saverio La Ruina
ni dalla scomparsa dei giudici Falcone e Borsellino sceglie il teatro per raccontare gli anni vissuti al loro fianco,
dando vita ad un “incontro-spettacolo” sulla Sicilia, Cosa Nostra, la giustizia e
la politica di allora e di oggi. Grande attesa per la versione teatrale di Tutto su
mia madre, il film capolavoro scritto e diretto da Pedro Almodóvar nel 1999,
adattato per il teatro da Samuel Adamson.
A metterlo in scena, per la prima volta in Italia, è Leo Muscato, che affida
i ruoli delle protagoniste alla bravura e alla sensibilità di tre eccezionali interpreti: Elisabetta Pozzi, Alvia Reale e Eva Robin’s. Arriva infine al Comunale,
nell’ambito della rassegna “contrAZIONI”, lo spettacolo La Borto, di e con
Saverio La Ruina, già Premio Hystrio alla Drammaturgia 2010 e Premio UBU
2010 quale Migliore Novità Italiana. L
a Borto racconta la struggente storia di Vittoria, una donna del Sud costretta
a vivere in una società costruita dagli uomini, arretrata e opprimente: un testo
straordinario che, fra sarcasmo e commozione, forte dell’incredibile bravura
di La Ruina, ci restituisce un universo femminile ferito ed offeso. È dedicata
invece ai bambini e alle loro famiglie la rassegna “Piccolipalchi”, che domenica 23 vede in scena Belle Bestie – Viaggio semiserio tra piccoli animali, uno
spettacolo di immagini, filastrocche e musica per i bambini dai 5 anni in su.
GENNAIO2011
MUSICA
LUNEDÌ 10 GENNAIO ore 20.45
RUDOLF BUCHBINDER pianoforte
Rachmaninov / Kreisler
Beethoven Variazioni Diabelli
GIOVEDÌ 20 GENNAIO ore 20.45
ANDREAS STAIER clavicembalo
J. S. Bach Variazioni Goldberg
MARTEDÌ 25 GENNAIO ore 20.45
DÉNES VÁRJON pianoforte
Berg / Kurtág / Skrjabin / Wagner / Liszt
PROSA
GIOVEDÌ 13 GENNAIO ore 20.45
contrAZIONI - nuovi percorsi scenici
CHI HA PAURA MUORE OGNI GIORNO
I MIEI ANNI CON FALCONE
E BORSELLINO
di e con Giuseppe Ayala
MARTEDÌ 18, MERCOLEDÌ 19
GENNAIO ore 20.45
TUTTO SU MIA MADRE
di Samuel Adamson
dal film di Pedro Almodóvar
regia di Leo Muscato
con Elisabetta Pozzi, Alvia Reale,
Eva Robin’s
DOMENICA 23 GENNAIO ore 16.00
Piccolipalchi
BELLE BESTIE.
VIAGGIO SEMISERIO
TRA PICCOLI ANIMALI
La Linea Armonica
per bambini dai 5 anni in su
VENERDÌ 28 GENNAIO ore 20.45
contrAZIONI - nuovi percorsi scenici
LA BORTO
di e con Saverio La Ruina
Premio Hystrio alla Drammaturgia 2010
Premio UBU Migliore Novità Italiana 2010
BIGLIETTI
Biglietteria del Teatro
(tel. 0481 790 470, da lunedì a sabato, ore 17-19)
Ticketpoint / Trieste
Radioattività / Trieste
Libreria Antonini / Gorizia
ERT / Udine
www.greenticket.it
INFORMAZIONI
0481 494 369
[email protected]
www.teatromonfalcone.it
9
teatro
NTWK
gennaio
Teatro | La redazione
Trieste | Luoghi vari
a gennaio | info varie
Donne
protagoniste
della
storia
Tre spettacoli triestini in cui dominano le figure femminili
10
Dal capolavoro di
Ornella Muti
protagonista dell’Ebreo Federcio Garcia Lorca,
Donna Rosita nubile
alla Contrada
Il viaggio di
Caterina, una giovane
serva nel 1890
Ornella Muti
Gian Carlo Dettori, Andrea Jonasson,
Giulia Lazzarini, Rosalina Neri, Franca
Nuti… I più grandi attori di Giorgio
Strehler in un cast mozzafiato, danno
vita al dramma di Federico Garcia Lorca
Donna Rosita nubile, inedita produzione del Piccolo Teatro di Milano.
Li dirige Lluis Pasqual, regista
catalano di fama internazionale, il regista
“lorchiano” per antonomasia: appuntamento al Rossetti dal 19 al 23 gennaio. Donna Rosita nubile, composto fra
il 1924 al 1935, è un testo singolare nella
Negli anni ‘40, con l’entrata in vigore
delle leggi sulla discriminazione
razziale emanate dal regime fascista,
molti ebrei, presagendo un destino
incerto, avevano pensato di mettere al
riparo i loro beni da presumibili espropri
intestando le loro proprietà a prestanome
fidati di razza ariana. Marcello Consalvi,
al tempo oscuro rgioniere, è stato uno dei
fortunati beneficiari. Il suo Padrone gli
ha intestato tutte le proprietà.
È ricco e vive con la moglie Immacolata nello splendido appartamento
borghese del Padrone nel ghetto ebreo
di Roma. La vita agiata della coppia è
improvvisamente sconvolta dopo 13 anni
dal ritorno del vecchio proprietario, che
bussa alla loro porta. I due decidono di
chiudersi in casa e non aprire. Devono
prendere tempo e pensare a una soluzione per non perdere tutto e tornare di
nuovo all’ormai dimenticata vita grama.
Passano i giorni. Il vecchio continua a
bussare al portone. I due coniugi sono
sull’orlo di un collasso nervoso, quando
Immacolata decide che l’unico modo
per porre fine all’incubo è eliminare il
vecchio ebreo.
Ma qui cominciano le sorprese.
Lo spettacolo sarà alla Contrada dal
7 al 9 gennaio. A dare corpo e voce a
Immacolata, la moglie del ragionier Consalvi, Lamanna ha scelto una delle attrici
più amate del nostro cinema, Ornella
Muti, qui al suo debutto teatrale.
Dopo Alexandria, approdato con
successo sulla scena nel 2008, Franco
Però firma per il Teatro Stabile (Sala
Bartoli, dal 7 al 16 gennaio) un nuovo
spettacolo che indaga su aspetti del
passato del nostro territorio importanti,
eppure rimasti nell’ombra.
Sono di solito storie minori che fra gli
eventi della Storia si perdono, ma non per
questo hanno meno da dirci.
Il viaggio di Caterina tratteggia
appunto attraverso uno di questi piccoli
episodi, un affresco diverso, per certi
profili nuovo e cupo, della Trieste di fine
Ottocento, a noi tutti nota quale il fiore
all’occhiello dell’Impero, dove le imprese
commerciali e industriali fiorivano attorno a un porto in continuo movimento...
Nello spettacolo incontriamo il piccolo mondo di persone umili, carsoline,
friulane, istriane che all’ombra di tale
dinamicità, cercavano un’esistenza degna. Fra tali voci spicca quella di Caterina
Bainat, una giovane e bella cameriera
di Cormons, mandata a lavorare quindicenne, tra la Trieste asburgica e il Friuli
regnicolo, dove subisce le prime violenze
e i soprusi che mineranno la sua semplice
voglia di vivere, fino all’esito tragico della
morte della sua creatura.
produzione di Lorca che il clichè vuole
connotata da passioni violente e cupe.
Come quello della rosa, che la
donna ama coltivare, anche il destino
di Rosita è emblema del tempus fugit.
Un tempo che Rosita lascia scorrere al
di fuori del proprio spazio domestico,
fatto di un salottino e di un giardino ove
nessuno, nemmeno la compassione degli
altri può turbarla. Ma alla fine, quando si
scoprirà l’inganno del fidanzato, Donna
Rosita dovrà lasciare anche quel rifugio,
perduto, checovianamente, in seguito
alla rovina finanziaria della famiglia.
Un colpo di vento aprirà le porte sul
giardino, agiterà le tende immacolate:
simbolo della ritrovata libertà di Rosita o
dei suoi petali che ormai si sfogliano?
teatro
Teatro | La redazione
Trieste | Politeama Rossetti
dal 26 gennaio al 6 febbraio | www.ilrossetti.it
Arriva
Flashdance
in
italiano
Il musical che spopola a Londra nell’edizione targata Stage Entertainment
Da 25 anni fa sognare e ballare intere generazioni, il film Flashdance, che fin
dall’esordio del 1983 si è affermato come un vero e proprio cult. Era naturale che arrivasse
a teatro, in forma di musical. Già grande successo a Londra, Flashdance diventa nel
2010 anche una grande produzione italiana grazie a Stage Entertainment.
Trieste (al Rossetti dal 26 gennaioal 6 febbraio), assieme alle maggiori città italiane, sarà una privilegiata tappa del tour del musical che sarà realizzato interamente in
lingua italiana e si rivelerà un perfetto mix di passione e musiche entusiasmanti, della
perizia e della generosità di un cast che raccoglie i migliori talenti nazionali. A supervisionare sulla qualità dello spettacolo sarà il regista americano Glenn Casale, mentre
firmerà la regia italiana Federico Bellone. Flashdance racconta la storia di Alex, una
ragazza forte ed emancipata nata, suo malgrado, dalla parte sbagliata della strada, che
cerca di dare sbocco alla sua grande passione per la danza.
Per arrivare a realizzare il suo sogno – guadagnarsi un posto presso la prestigiosa
Accademia di Danza Shipley – è determinata a spendersi come operaia di giorno e a mettere a frutto il proprio talento ballando in un locale notturno della cittadina americana di
Pittsburgh, in cui la vicenda è ambientata.
Speranze, sfide, momenti di sconforto, altri di grande grinta, un incontro sentimentale che si rivelerà importante, accompagnano il percorso di Alex fino al provino per
accedere all’Accademia: un itinerario punteggiato da balli da brivido, su una colonna
sonora ricca di titoli che hanno fatto la storia della musica pop degli anni Ottanta, dalla
canzone-Premio Oscar Flashdance - What a Feeling, a Maniac, Manhunt, Gloria.
Trieste | Spazio Actis
a gennaio | www.actis1.org
Danceproject
Festival
2010
All’ottava edizione, oltre la danza verso nuovi orizzonti
Quest’anno il Festival, organizzato
dall’Associazione ACTIS alla sua VIII
edizione, è dedicato al valore dell’arte e
della cultura. Gli orizzonti di questa edi-
zione sono quelli della presa di coscienza
di quanto sia essenziale la cultura quale
espressione dei tempi, della società; si vuole dare dimostrazione che fare cultura sia
necessario quanto
il pane.
Dopo l’appuntamento di
dicembre con la
Jam session – festa
della cultura, la
danzatrice Luisa
Spagna propone
un seminario di
danza Odissi,
danza classica
indiana, il 22 e 23
gennaio.
Sempre
all’interno della
manifestazione
l’appuntamento
conclusivo sarà
il 29 gennaio alle
ore 21.00, debutta infatti lo spettacolo di
teatro-danza prodotto dall’ACTIS “Antigone” con Valentina Morpurgo, Lorenza
Masutto, Giulio Budini, testi di M. Yourcenar, J. Anouilh, voci di Tina Sosic, Silvia
Padula, Valentina Magnani, ideazione ed
elaborazione scenica di Valentina Magnani.
Lo spettacolo vuole ripercorrere la storia di Antigone nel suo lato più intimo, che
il gesto può esprimere senza filtri, mettendo a nudo la capacità di amare in maniera
totale fino al sacrificio di se stessi.
Per il settore teatro l’associazione
propone due seminari di combattimento
scenico, Combat theatre, con l’attore
Rocco Maria Franco il 21-22-23 gennaio
e 28-29-30 gennaio. Il 18 gennaio alle 21
presso la sede di via Corti 3/A il laboratorio teatrale diretto da Valentina Magnani
presenta “L’opera del mendicante” di
John Gay con le musiche originali eseguite
dal vivo di Paolo Bembi.
Info: www.actis1.org
11
teatro
NTWK
gennaio
Teatro | Lorenzo De Vecchi
Trieste | Politeama Rossetti
a gennaio | www.societadeiconcerti.it
Gennaio
alla
Società
dei
concerti
Due appuntamenti di gran qualità; programmi vari, come sempre
Lunedì 10 gennaio, alle 20.30 al Politeama Rossetti, riparte la Società dei
concerti, con una coppia di amici e, per
giunta, triestini d’adozione.
Lui è Enrico Bronzi, violoncellista
del Trio di Parma, formazione con la
quale svolge un’intensa attività concertistica sin dal 1990, suonando nelle più
importanti sale da concerto del mondo.
Lei è Maureen Jones, che
insegna presso la
Scuola Internazionale di Musica
da Camera del
Trio di Trieste a
Duino. E’ stata la
pianista dell’Ensemble “Musica
Viva Players” col
quale ha sostenuto centinaia di
Quartetto Pavel Haas
concerti in Australia e Nuova
Zelanda, contribuendo in misura incisiva
alla diffusione della musica da camera
nel Continente. I due si sono esibiti più
volte insieme, e stavolta presentano un
programma diviso in tre parti. Ad aprire il
concerto sarà Frydryk Chopin, con l’Introduction et polonaise brillante in do
maggiore per violoncello e pianoforte op.
3. A seguire una delle grandi sonate che
Johannes Brahms ha dedicato al repertorio per violoncello e pianoforte, la Sonata
in fa maggiore op. 99.
A chiudere il programma, Sergej
Rachmaninov, con la Sonata in sol
minore op.19. Per tutta la vita Rachmaninov ha avuto un particolare amore per il
violoncello, che si esprime anche in questa
composizione del 1901, contemporanea al
celebre secondo Concerto per pianoforte.
Il lunedì successivo, sempre al
Rossetti alle 20.30, si esibirà il Quartetto
Pavel Haas. Il Washington Post ha scritto:
Prendete nota: questo è uno dei più raffinati e, musicalmente parlando, eccitanti
giovani quartetti d’archi al mondo. In
programma i Tre divertimenti di Britten
e il quartetto ‘Americano’ di Dvorak,
due pezzi molto notevoli ed eseguiti non
molto spesso; a concludere, il primo quartetto dell’opera 59 di Beethoven, uno dei
capolavori del ‘periodo di mezzo’.
Treiste | Teatro Verdi
dal 21 al 29 gennaio | www.teatroverdi-trieste.com
Più
spazio
al
Verdi
“minore”
Titolo molto interessante per la rarità delle rappresentazioni. Dirige Palumbo
Caso isolato nella produzione verdiana così lontano dalla prorompente vitalità delle opere giovanili verdiane, I due
Foscari hanno un carattere più intimo,
più consono a opere successive come Luisa
Miller, più monocorde anche se sperimentale soprattutto sotto il profilo musicale,
con una strumentazione molto più raffinata che nelle opere che la precedono e con
una tavolozza orchestrale ricca e varia.
A testimonianza che Verdi è alla ricerca di nuovi strumenti d’articolazione
musicale, ma anche drammatica, sempre
più orientati a evidenziare l’evoluzione
psicologica dei personaggi: in questo caso,
il sincero pathos di Jacopo, la rabbia e disperazione di Lucrezia, l’inerme sofferenza
del Doge. Assente dal 1983, quando nei
panni del Doge di Venezia cantò il grande
Piero Cappuccilli, in alternanza con un
giovane Juan Pons, l’opera andrà in scena
con la regia di Joseph Franconi Lee. Si trat-
ta, iniseme al sansone di Saint-Saëns e alla
Salome di Strauss, del titolo più interessante della stagione del Verdi.
Nei ruoli principali canteranno Dalibor
Jenis e Sebastian
Catana (Francesco
Foscari), Jorge De
Leon e Riccardo
Massi (Jacopo
Foscari), Maria
Josè Siri e Maria
Mastino (Lucrezia
Contarini), Alexander Vinogradov
(Jacopo Loredano).
La direzione è
affidata al Renato
Palumbo, che
l’ultima volta ha
diretto al Verdi il
Ballo in Maschera
esattamente cinDalibor Jenis
12
que anni fa. Direttore verdiano da sempre,
già direttore stabile della Deutsche Oper
di Berlino, è tra i più apprezzati direttori
italiani nel mondo.
CINEMA
Centro Espressioni Cinematografiche /
Cinemazero / La Cineteca del Friuli
in collaborazione con Bonawentura
e La Cappella Underground
LO SGUARDO DEI MAESTRI
XIII EDIZIONE
BERNARDO BERTOLUCCI
Mer 19 gennaio / ore 19.00
IO BALLO DA SOLA
di Bernardo Bertolucci;
con Liv Tyler, Jeremy Irons, Sinead Cusak,
Donal McCann, e i ballerini-danzatori
della compagnia «Sosta Palmizi».
Regno Unito/Francia/Italia, 1996,
col., 118’
ore 21.30
L’ASSEDIO
Di Bernardo Bertolucci;
con Thandie Newton, David Thewlis,
Claudio Santamaria, John C. Ojwang.
Italia / Regno Unito, 1998, col., 94’
dal 20 al 26 gennaio 2010
Alpe Adria Cinema
TRIESTE FILM FESTIVAL
22a edizione
Concorsi internazionali lungometraggi,
cortometraggi e documentari.
Retro-spettiva dedicata a
SERGEI LOZNITSA
Uno dei più grandi documentaristi
contemporanei. 12 film realizzati dal
‘96 a oggi.
IL CINEMA VERO DI DUŠAN HANÁK
Un omaggio al maestro della
cinematografia slovacca, grande
documentarista, autorevole
rappresentante della “nova vlnà”,
autore critico e scomodo per il regime
che per anni ha congelato le sue opere
di denuncia.
WALLS OF SOUND
Una selezione di film a tematica
musicale (documentari e non) che quest’
anno esplorerà alcune scene attuali
meno conosciute e fenomeni sociomusicali del passato che hanno
accompagnato l’emergere e l’affermarsi
dei movimenti di ribellione giovanile
nell’Europa centrale.
LO SCHERMO TRIESTINO
È dedicato quest’anno a Callisto
Cosulich, una delle più prestigiose firme
della critica cinematografica di ieri e
di oggi.
ZONE DI CINEMA
Presentazione delle produzioni
realizzate nel Friuli Venezia Giulia e
delle opere dirette dai professionisti (e
non) nati o residenti in regione.
EASTWEEK.
NUOVI TALENTI GRANDI MAESTRI
Il progetto prevede il coinvolgimento
delle Scuole di Cinema in un ciclo
di masterclass e incontri con alcuni dei
protagonisti delle cinematografie di
questi paesi.
www.triestefilmfestival.it
MUSICA
Mar 18 gennaio
Gruppo 78
URSUS MULTIMEDIA PROJECT / LA CITTÀ
RADIOSA / REWIND
ore 17
laboratorio perlustrazioni su
“La città radiosa”
ore 21
concerto Marco Castelli
videoproiezioni Cecilia Donaggio.
Gio 27 gennaio / ore 20.30
Amici Gioventù Musicale
IL PENTAGRAMMA DI FERRO - MUSICA
NEI LAGER NAZISTI
Progetto dello scrittore Alessandro
Carrieri e del pianista Pierpaolo Levi
TEATRO
lun 3 gennaio / ore 21.21
Bonawentura
PUPKIN KABARETT
Il primo lunedì dell’anno da passare
insieme, per iniziare bene il 2011,
con la Compagnia più instabile
della Venezia Giulia che ha resistito
stabilmente per dieci anni.
Lun 17 gennaio / ore 21.21
Bonawentura
PUPKIN KABARETT
Galvanizzati da freddo e dalla Bora gli
artisti del Pupkin Kabarett proseguono
le loro serate all’insegna del buon
gusto dell’eleganza e dell’amore.
Lun 31 gennaio / ore 21.21
Bonawentura
PUPKIN KABARETT
Eccezionale: il terzo Pupkin Kabarett
di questo mese, un‘occasione da non
perdere!
Sab 29 gennaio / ore 9.30, 10.30
e 17.00
Dom 30 gennaio / ore 16.30 e 18.00
Bonawentura
LA METAMORFOSI
Animali umani, Dei e guerrieri
Ispirato a “Le Metamorfosi” di Ovidio
con Antonio Panzuto
TEATRO MIELA
STAGIONE 2010/11
GENNAIO
Mer 12 gennaio / ore 19.00
LA TRAGEDIA DI UN UOMO RIDICOLO
Di Bernardo Bertolucci;
con Ugo Tognazzi, Anouk Aimée,
Ricky Tognazzi, Laura Morante
e i musicisti del Concerto Cantoni
di Busseto. Italia/USA, 1981, b/n, 116’
ore 21.30
LA VIA DEL PETROLIO
Di Bernardo Bertolucci;
con Mario Trejo, Giulio Bossetti,
Nino Castelnuovo, Riccardo Cucciolla.
Italia, 1967, b/n, 48’+40’+45’
WHEN EAST MEETS WEST
Incontri di co-produzione dedicati ai
professionisti del settore audiovisivo e
finalizzati allo sviluppo di collaborazioni
produttive in ambito cinematografico.
Teatro Miela / Bonawentura
Trieste, Piazza Duca degli Abruzzi 3
[email protected]
tel. 040 365119
www.miela.it
seguiteci anche su:
arte
NTWK
gennaio
Mostre | La redazione
Cervignano e Strassoldo | Centro Civico e Castello
fino al 3o gennaio | www.artecorrente.it
Artea/econfronto
Rassegna di arte contemporanea e mostra monografica
Si tratta di una rassegna pensata per
avvicinare i cittadini dei centri minori
all’arte contemporanea. Il progetto
2010.2011 propone l’arte contemporanea
in relazione al Maestro Aldo Colò, con
una mostra che, attraverso una ventina di
pezzi, si concentra sul Paesaggio e sulla
Natura morta per restituire al pubblico
lo sguardo inedito sul mondo naturale
dell’artista.
La mostra, dal titolo “Tra paesaggio
e natura morta, lo sguardo inedito
di Aldo Colò”, sarà visitabile fino al 6
gennaio al Centro Civico di Cervignano.
La mostra si inserisce in 1o.11 rassegna
di arte contemporanea, una settima edizione che si interroga sulle modalità della
propria presenza nel contesto urbano, e
propone di concentrare in pochi punti
simbolici della città, il Palazzo Municipale,
il Piazzale del porto e Borgo Fornasir, la
consueta modalità di azione installativa
e di invitare nel contempo gli artisti che
espongono nella Cancelleria del Castello
di Sopra di Strassoldo a proporre opere
accompagnate dal suggerimento visivo
o dalla proiezione progettuale di un loro
possibile tradursi in termini monumentali.
Una delle caratteristiche peculiari
della rassegna è di proporre un continuo
confronto anche all’interno dell’evento
medesimo, invitando artisti affermati ed
emergenti, giovani e di maggiori esperienze, capaci di inscenare una dialettica di
grande efficacia e stimolo. Con gli eventi a
latere la rassegna nel corso degli anni si è
aperta a diverse discipline artistiche, quali
la musica, il teatro, la letteratura diventando loro stessi un mezzo per favorire la
crescita culturale di un individuo.
Per conoscere questi eventi a latere
andate sul sito.
Trieste | Molo IV
fino al 3o gennaio | 040.3798229
Unica.Vociecoloridiunpaesaggio
Oltre alla mostra, il 15 e il 16 gennaio due eventi collaterali
Filo conduttore dell’immagine della
rassegna è dato dagli elementi caratterizzanti il territorio: vento terra ferrosa,
acqua quella salmastra del golfo o quella
nascosta del Carso. Un contesto naturale
che assume una dimensione spettacolare
in alcuni tratti e che rappresenta un legame fortissimo con chi vive anche se non vi
è nato. Una vicinanza che come sottolinea
Paolo Rumiz è facilissimo partire e meraviglioso tornare.
La rassegna è accompagnata dalla
pubblicazione di un volume fotografico
comprensivo di interviste, in lingua italiana, slovena e inglese. La Provincia di Trie-
14
ste ha organizzato
in occasione della
mostra una serie
di iniziative per conoscere il territorio
e i prodotti tipici,
tra i quali due
itinerari gratuiti
alla scoperta del
territorio.
Sabato 15 gennaio è in programma
il tour Fotografare i borghi del carso
(guida, fotografo, pullman) con partenza
alle ore 14.30 da piazza Oberdan (fine ore
16.45 a Molo IV). Domenica 16 gennaio il
tour Itinerari secondo le location con partenza alle ore 14.30 da piazza Unità d’Italia
(fine ore 16.45 a Molo IV). Le prenotazioni
si effettuano telefonando ai numeri 040
367130 oppure 335 6532741. Nelle giornate di sabato 15 gennaio e domenica 16
gennaio sono organizzate anche alcune
degustazioni dei prodotto tipici del
territorio, presso la sala Auditorium
del Molo IV. Due gli orari di riferimento
per entrambe le giornate: alle 15 e alle
17. La mostra è arricchita da una sezione
multimediale dove sarà possibile seguire il
video realizzato dall’Istituto regionale per
la Storia del Movimento di Liberazione sui
Un percorso tra le violenze del Novecento
nella provincia di Trieste, un video di
Area Science Park sulle attività di ricerca,
e un video sull’artista Bogdan Grom.
Nell’auditorium saranno anche presentati
libri e realizzate conferenze su argomenti
legati al territorio.
arte
Mostre | La redazione
FVG | Luoghi vari
a gennaio | info varie
Piccole mostre crescono
Alcune rassegne artistiche da scoprire a Gorizia e a Cividale
Laura Grusovin: la
natura in fermento
Laura Grusovin, nata nel 1955 a
Gorizia, predilige la tecnica ad olio su
tela o tavola. Lavora anche su carta e si
dedica alla grafica. Dai lavori di carattere
figurativo dei primi anni ottanta, Laura
Grusovin passa a soggetti neo-surreali,
fino ad approdare nelle sue ultime opere
ad una maggiore adesione formale alla
realtà, approfondendo la ricerca sui moduli
e le forme.
Lo scrittore Paulo Maurensig “dipinge”
la pittrice Grusovin nel seguente modo:
“Le immagini che dipinge sembrano
immerse in una sorta di luce astrale,
dove ogni cosa passata – presente – futura
ha già lasciato la sua impronta. È in questo
elemento fluido e cangiante, il quale è la
memoria e l’immaginazione stessa della
natura, che ruota il mondo vibratile di Laura, dove ogni cosa è in perenne fermento,
un mondo in cui volano o nuotano simboli e ricordi, in cui i relitti della nostra
cultura e le visioni di una perduta infanzia
si compenetrano, scambiandosi vicenda e
forme, in una trasmutazione incessante.”
La mostra è promossa dal Kulturni
dom di Gorizia in collaborazione con la
cooperativa culturale Maja, e rimarrà
aperta fino al 15 gennaio.
Francy for art:
spazio agli studenti
Il Concorso Francy for Art è stato
creato per promuovere i giovani artisti.
Il concorso nasce per ricordare una ragazza scomparsa improvvisamente, appassionata di musica e d’arte, e per sostenere
ragazzi giovani come lei a proseguire in un
cammino creativo. L’ambito tematico della
quarta edizione è rivolto all’architettura
intesa come dispositivo spaziale che
favorisca l’incontro e le relazioni tra
persone in luoghi aperti a tutti, pubblici.
Le opere degli studenti sono state sele-
zionate da Giuseppina Draisci per il Liceo
Artistico Max Fabiani di Gorizia, Alfonso
Firmani per il Liceo Artistico Giovanni
Sello di Udine, Daria Moro per il Liceo
Artistico Enrico Galvani di Cordenons,
Anna Pontel per il Liceo Artistico Enrico e
Umberto Nordio di Trieste, Milovan Valic
e Marko Krumberger per il Liceo artistico
di Nova Gorica. Le opere degli studenti
sono state giudicate e premiate da un
gruppo di personalità molto stimate nel
campo del design, dell’arte contemporanea
e dell’architettura. Nella mostra, presso
la nuova sala espositiva della Provincia di Gorizia in Corso Italia fino al 22
gennaio, sono esposte le opere degli
studenti dei cinque Licei, insieme con un
gruppo di opere fuori concorso provenienti
dalla Facoltà straniere. I lavori in mostra
e nel catalogo testimoniano l’impegno per
un’architettura di qualità che favorisca
l’interazione e la conoscenza tra le persone
oltre i confini geopolitici, valori particolarmente importanti per la Fondazione
Francesca Pecorari che da anni contribuisce a realizzare scuole in aree povere di
Birmania, India e presto Uganda.
Ricerche e
movimenti artistici
del primo ‘900
Glauco Orsellini
Uno straordinario viaggio tra i segni
e i gesti di grandi artisti cividalesi, per
celebrare i 140 anni della Società Operaia
di Mutuo Soccorso ed Istruzione di Cividale.Nuova tappa delle iniziative destinate a
celebrare l’importante 140° anniversario
di attività della SOMSI di Cividale del
Friuli, con una splendida mostra d’arte
nella preziosa cornice espositiva di Santa
Maria dei Battuti, a Cividale. Obiettivo
fondamentale è stato quello di far conoscere, valorizzare, con una lettura attenta e
guidata, la cultura, l’arte, il pensiero di un
territorio, rendendo onore agli Artisti che
hanno contribuito con il loro impegno, alla
realizzazione di un sogno di rinascita, di
ricomposizione civile e di stimolo culturale, dopo i profondi e cupi silenzi della
guerra.
La grande mostra raccoglie infatti
le linee, i colori, i gesti, le proporzioni e lo sguardo sul mondo, di famosi
Maestri che sono capisaldi della cultura
e della storia della Città di Cividale. Un
profondo impegno, un accurato percorso
di ricerca, una metodica ed attenta lettura
hanno preceduto la realizzazione della
mostra. Molte e preziose sono le firme degli
Artisti presenti all’importante mostra, che
sarà notevole motivo d’attrazione culturale, durante le festività. Punto di riferimento
per l’incontro tra queste volontà creative,
fu proprio la Società Operaia di Foro Giulio
Cesare a Cividale, che per statuto era propositiva per quanto riguarda l’istruzione e
la formazione professionale, che sono alla
base di ogni vera maturazione culturale.
La mostra è aperta fino al 16 gennaio.
15
arte
NTWK
gennaio
mostre | La redazione
Trieste | Studio Tommaseo
fino al 16 febbraio | www.triestecontemporanea.it
Triestecontemporaneagiovane
Una mostra per Dusica Dražic, giovane emergente europeo 2010
Looks like we’ve been here before, una mostra di Dusica
Dražic, giovane artista serba vincitrice dell’edizione 2010 del
Premio Giovane Emergente Europeo, organizzato annualmente
da Trieste Contemporanea e giunto all’undicesima edizione. Nella
storia del Premio Giovane Emergente Europeo, gli artisti che
hanno ottenuto questo riconoscimento si sono confermati nel
tempo protagonisti e attenti interpreti della scena europea. Dušica
Dražic è un’artista e curatrice indipendente, nata nel 1979 a Belgrado, dove vive e lavora.
Ha vinto la borsa di studio DAAD per l’anno 2005/2006 e ha
esposto in diverse città europee. Inoltre dopo essere stata invitata
a Trieste, l’artista ha ottenuto un importante riconoscimento
internazionale, la Isps Residency (The International Studio & Curatorial Program) di New York, una residenza per artisti contemporanei emergenti. L’opera di questa giovane artista serba esplora
in modo profondo e originale le declinazioni del dialogo tra lo
spazio, l’azione creativa e la reazione dello spettatore.
Anche la mostra pensata per lo Studio Tommaseo, indaga
le aspettative create nel pubblico dall’articolazione spaziale
dell’esposizione e gioca su uno straniante ribaltamento dei ruoli
precostituiti artista-spettatore: è il visitatore infatti
a ricevere l’applauso dell’artista, filmato e proiettato a
ripetizione nello spazio della galleria.
Il progetto triestino è curato da Aleksandra Estela
Bjelica Mladenovic, curatrice del Belgrade Cultural
Center. Entrambe le protagoniste del premio saranno presenti all’inaugurazione. La mostra, organizzata da Trieste Contemporanea in co-produzione
con lo Studio Tommaseo, si avvale del contributo
della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e
della Provincia di Trieste e resterà aperta fino al 16
febbraio.
Trieste | Glleria LipanjePuntin
Fino al 5 febbraio | www.lipanjepuntin.it
The Painting of Disaster
Mostra personale del pittore berlinese Wolfgang Petrick
Tra i fondatori, nel 1969, del leggendario gruppo artistico
Großgörschen 35, Wolfgang Petrick ha dedicato gran parte del
suo percorso artistico a tematiche sociali. Le figure di Petrick
sono creature artificiali piene di tristezza, amarezza e risentimento ed è evidente che il loro indecente disfacimento rappresenta la
rovina del corpo della società.
Tutta l’opera di Wolfgang Petrick ruota attorno ad un
tema fondamentale: l’uomo. Donne e uomini feriti, offesi,
sopraffatti dall’immensità del mondo, privati della comunicazione con gli altri esseri viventi. Seppur nella sua nudità, la figura
umana non appare mai nelle sue proporzioni ideali e naturali
ma subisce le tensioni perpetue messe in atto dalle forze che la
alterano.
La rappresentazione del corpo non avviene quasi mai nella
sua completezza, è piuttosto un’immagine deturpata da una serie di ferite terribili, una metamorfosi che è un ulteriore processo subito dalla figura umana. Sono corpi che sembrano esser visti
attraverso specchi deformanti, figure ibride, mutanti, ermafroditi
in cui il lato umano è sempre più nascosto e mascherato se non
fuso con quello animale: il falco, il lupo, il serpente o lo squalo,
tutti tesi a rappresentare una forza propulsiva primordiale.
16
Nelle figure di Petrick i volti sono privi d’espressione, lo sguardo è immobile, il pathos assente e l’attenzione si rivolge all’interno, quasi ad essere una metafora della separazione tra l’individuo
e il mondo. Sono esseri che non hanno nulla d’austero ed eroico e, pur essendo stati
smembrati ed abbattuti,
mantengono sempre un
profilo distaccato poiché
essi sono allo stesso
tempo attori e spettatori
della storia e del disastro
sociale. Con l’aumentare
del pericolo cresce l’indifferenza e sebbene ci
si ritrovi in condizioni di
pericolo estremo, l’unica
cosa che ci può salvare
è la nostra capacità di
alienazione.
Luci-20%
Divani-30%
PROMOZIONE
Oggettistica-20%
Tappeti-20%
Cucine-45%
Tavoli-30%
arredamenti
arte
NTWK
gennaio
mostre | La redazione
Trieste | Museo Sartorio
Fino al 20 marzo | www.retecivica.trieste.it
Due secoli di storia triestina
Una ricca mostra dedicata alla prestigiosa Società di Minerva
Al Civico Museo Sartorio di largo papa Giovanni XXIII 1
si può visitare la mostra “Società di Minerva 1810-2010: 200
anni di storia e cultura a Trieste”, ampia rassegna dedicata
all’importante e più longeva istituzione cittadina di studi e ricerche culturali, fondata da Domenico Rossetti. L’esposizione offre
un ricco repertorio di documenti, atti, volumi, ma anche dipinti,
ritratti d’epoca, oggetti archeologici, medaglie e antiche sculture. Due sono le direzioni in cui si sviluppa l’esposizione: la
narrazione della lunga storia associativa e la riproposizione della
collezione archeologica e artistica che la Minerva aveva riunito fin
dalla sua fondazione.
In apertura un cammeo è dedicato a Domenico Rossetti, tramite alcuni ritratti e la ricostruzione ideale della sua scrivania, allo
scopo di mostrare come il multiforme ingegno e l’apertura mentale e culturale del fondatore abbiano conferito all’associazione quel
carattere di distacco dalla pura erudizione che ne ha garantito la
longevità. Immagine guida della mostra è il grande dipinto a olio
su tela raffigurante Minerva e le Grazie, opera della nipote di
Rossetti, Anna de Fratnich Salvotti, che lo aveva eseguito appositamente per la Società nel 1825.
Documenti, manoscritti, stampati e volumi sono testimonianza della ricca attività espletata dalla Minerva lungo i secoli
XIX e XX. Nella sezione dedicata al collezionismo sono riuniti gli
oggetti archeologici, le opere d’arte,
le medaglie e le
preziose edizioni
dei secoli XVI e
XVII raccolti dalla
Minerva fino al suo
temporaneo scioglimento nel 1938.
Sono inoltre esposte
tutte le medaglie
coniate dalla Società
di Minerva oltre ai
molti busti posseduti o commissionati
dalla Società, visibili nell’adiacente
Gipsoteca-Gliptoteca
dei Civici Musei di
Storia e Arte.
Questo ed altro in una mostra di grande interesse per la
storia di Trieste.
Pordenone | Palazzo Corsetti
Fino al 28 febbraio | 0434.233137
Milesi e la società dell’800
Oltre venti opere del celebre ritrattista veneziano
Ritratto di Matilde Scarpa
18
L’artista al centro della mostra
è il pittore veneziano Alessandro
Milesi (1856-1945). Una ventina le opere
esposte che caratterizzano fortemente
l’autore: da un lato scene che raccontano
la vita umile popolare e la quotidianità
veneziana, dall’altro la ritrattistica di cui
Milesi fu grande maestro.
Una sposa biancovestita che sale su
una gondola, popolani indaffarati nelle
calli, incantevoli ed eleganti ritratti:
i quadri di Alessandro Milesi sono
infatti vividi esempi della pittura veneta di genere, quel realismo tardoottocentesco nel quale fu maestro
l’amico Giacomo Favretto.
L’abilità di Milesi nel rendere volti
e fattezze con buon pennello, tocco
sicuro e solido disegno (così lo descrive
Giuseppe Delogu nel ‘56) gli procurerà
notevole fama e prestigiose commissioni: Papa Pio X, Giosuè Carducci, oltre
a politici, intellettuali, attori, ricchi
borghesi. È particolarmente nei ritratti di
signore, avvolte nei loro pizzi leggeri, che
Milesi tocca l’apice.
Dal fascino sottile della gentildonna, il
viso ombreggiato dalla veletta nera, d’ispirazione impressionista, all’eleganza discreta della giovane di profilo de Il Ritratto di
Matilde Scarpa - la cui immagine simbolo
della mostra è stata utilizzata anche per i
biglietti d’auguri natalizi - fino alla bellezza raffinata e composta de il Ritratto della
figlia Antonietta Milesi Rossi (1921).
In pochi anni l’artista veneziano
raggiungerà una notorietà su scala
internazionale. Morirà nel 1945, lasciandoci una notevole produzione pittorica,
ottimi esempi della quale sono sparsi non
solo in tutto lo stivale, ma anche in molti
paesi esteri.
arte
eventi | La redazione
Trieste | Teatro miela
18 gennaio | www.lacittaradiosa.eu
Rewind...Ursusmultimediaproject
Una giornata dedicata alla rivisitazione dello spettacolo di luglio
Rewind, riavvolgere, … ossia rivisitare. Che cosa? La rivisitazione riguarda lo straordinario spettacolo sull’Ursus della scorsa estate, l’indimenticabile serata del 28 luglio e con esso la sua
matrice: La città radiosa.
Una sorte di prolungamento
di quella magia attraverso
la ricca documentazione che
ne è scaturita. Il progetto
faceva parte delle idee di intervento, di revitalizzazione
e trasformazione di luoghi
abbandonati (in questo caso
di strutture vetero industriali) di Trieste e della sua
provincia, oggetto di ricerca
de La città radiosa. Ossia un
progetto questo, sostenuto
dalla Provincia di Trieste, che concerne la loro mappatura operante attraverso un sito interattivo: www.lacittaradiosa.eu.
Rewind rievoca quella notte con i migliori materiali video
e fotografici da essa ricavati con un intervento live del sassofonista Marco Castelli, che contribuirà in larga misura a riproporre
quell’atmosfera, e con il progetto video-grafico di Cecilia Donaggio che s’intreccerà alle immagini live del musicista. E sarà
evocata anche “La città radiosa”.
Infatti l’evento si articola in due momenti distinti: nel
pomeriggio, tra le 17 e le 19 nel bar del teatro s’installerà un
laboratorio con diverse
postazioni internet, per
ricollegarsi al sito interattivo, visitarlo, apporvi
nuovi contributi, discuterli,
aggiornarsi sulla situazioni
prese in esame, che in più di
un anno di attività, possono
essere anche mutate. Nel
frattempo sui muri verranno
proiettate immagini relative
a La città radiosa”. Seguirà
un aperitivo offerto dal
Gruppo78.
In serata invece, dalle ore 21, ci sarà nella sala grande, il
concerto di Marco Castelli, supportato dalle video-proiezioni di
Cecilia Donaggio. Nel contempo e dopo il concerto si proietteranno nel bar, nella saletta video, come pure in monitor all’ingresso,
altra documentazione dell’Ursus ed inoltre testimonianze di
luoghi abbandonati e idee di intervento, appartenenti a La città
radiosa.
19
arte
NTWK
gennaio
mostre | La redazione
Pordenone | Centro Culturale Casa Zanussi
Fino al 23 gennaio | www.centroculturapordenone.it
Sulle rive del Gange
Irene Beltrame fotografa il grande fiume sacro
L’India è un grande Paese che non finisce mai di affascinare. Per questo è sempre
piacevole vedere delle fotografie che evocano i paesaggi e la gente dell’India.
Le immagini catturate dall’obiettivo di Irene Beltrame ci portano sulle rive del grande
fiume sacro per gli indù, regalandoci tutta la suggestione dei colori tipici di questo Paese,
ma anche un’idea di come vivono il pellegrinaggio verso le rive sacre persone di diversa
condizione sociale, età e provenienza.
La mostra è divisa idealmente in tre sezioni: ci sono immagini che ci indicano
il viaggio che i pellegrini intraprendono per arrivare al Gange, cosa accade sulle rive
del fiume e dentro le sue acque. Si vede così uno spaccato di umanità davvero varia:
ci sono i bambini che fanno il pellegrinaggio con gli adulti, altri che giocano lungo le
sponde, anziani che sostano affaticati, che pregano o fanno meditazione. Ci sono gruppi
di donne abbigliate nei loro sari variopinti, senza esclusione di età e, a proposito di
colori, ci sono ombrelli colorati e rotoli di
stoffe sgargianti spiegati ad asciugare al
sole. C’è l’immagine di una vita quotidiana lungo il Gange, in cui la normalità dei gesti si sposa con la sacralità dei
riti e delle preghiere.
Tutti i volti, le persone e i paesaggi
sono filtrati attraverso la sensibilità della
fotografa che, in queste immagini, riesce
a trasmettere la ricca umanità di chi, di
volta in volta, capita davanti all’obiettivo, nelle diverse ore del giorno e della
sera, nei luoghi che conducono o sono
Irene Beltrame sulle rive del fiume.
Spilimbergo | Corte Europa
Sudan. Diritto al cuore
La mostra, che ha ricevuto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri,si
compone di 49 suggestive immagini a
colori di Marcello Bonfanti, fotografo
milanese, che ha interpretato con occhio
sensibile l’impegno umanitario di Emergency in Sudan, riuscendo a raccontarne
con intensità le emozioni, le persone, gli
spazi creati.
Gli scatti di Marcello Bonfanti accompagnano il visitatore in un lungo viaggio
alla scoperta della vita quotidiana nel
campo profughi di Mayo, nei sobborghi
di Karthoum, dove circa 300mila persone
vivono in condizioni al limite dell’umano.
Qui Emergency ha aperto un ambulatorio
che offre assistenza pediatrica gratuita.
A Trieste in Sala Fittke dal 12 al 30
gennaio.
Fino al 16 gennaio | 0427.91461
Spilimbergo nel mondo
Da Tina Modotti a Primo Carnera, un’epopea tra XIX e XX secolo
La mostra presenta la storia
dell’emigrazione dello spilimberghese, da fine Ottocento sino agli anni ’50
del Novecento, circoscrivendo l’epopea
all’intervello cronologico più significativo del fenomeno.
Per i friulani, almeno fino agli anni
Trenta del Novecento, le destinazioni
principali furono le Americhe e, in
minor misura, l’Australia, dove oggi la
popolazione italiana è la seconda per
numero, dopo l’inglese.
Numerosi mosaicisti, terrazzieri e decoratori, provenienti da Sequals hanno
lasciato traccia della loro abilità a Parigi, Vienna, San Pietroburgo, Budapest e ancora in molte altre città. Numerose furono le famiglie di mosaicisti capaci di costruire solide imprese in Europa,
con conseguente rapida germinazione di nuovi ateliers fondati da
ex operai. In Danimarca, chiamato da Vincenzo Odorico, iniziò la
20
sua attività Andrea Carnera, che lavorò
poi nei paesi nordici. In America, i mosaicisti e terrazzieri friulani crearono
nel 1888 la Mosaic and Terrazzo Workers’ Association of New York & Vicinity e nel 1892, con la direzione di Luigi
Pasquali che aveva imparato il mestiere
di terrazziere e mosaicista a Venezia,
crearono a Philadelphia la Italian Marble
and Mosaic Workers Company. Tina
Modotti insieme alla madre Assunta
Mondini, discendente della famiglia
spilimberghese Miniscalco, arrivò invece
negli Stati Uniti nel 1920.
Per Tina si aprì subito una prospettiva di impegno artistico e
di militanza politica. A sedici anni Primo Carnera dovette emigrare in Francia, dove trovò lavoro come boscaiolo e iniziò allora
una carriera che ne fece l’emblema di tutti i friulani emigrati.
arte
Rubrica | Giacomino Pixi
El
Papin
Stupidezi e ragionamenti di varia natura
CORAGGIO, BABY Voi volete fare il
gioco del fiki-fiki, ma la squinzia nun ci
sta. Allora avete due soluzioni: o vi bevete
un chinotto italico (giusto per darvi un
tono) o fate il furbo e andate a comperarle
una collana nella speranza che...
MUNNEZZA Qua si sta tanto a ciarlare
di ricilaggio e intanto aumenta il volume
delle immondizie e levitano le cartelle
delle tasse. Ma la colpa non è solo dell’inciviltà dei cittadini. Per mettere davvero
in pratica un piano di ricilaggio ogni
cassonetto del “secco e non riciclabile”
dovrebbe essere accompagnato almeno da
un bidone per carta/cartone, da un bidone
per plastica/lattine/vetro, da un bidone
per l’umido, da un deposito per il legno. E
questo (a scanso di soggettivismi leghisti e
municipalistici) dovrebbe essere una legge
nazionale la cui applicazione pratica può
poi essere demandata alle singole ammini-
strazioni comunali. Legno di cornice unica
per falegnami autonomi! Altro che raccolta
porta a porta centellinata col bilancino:
se uno si trova in quel di Casale non sa
nemmeno dove buttare due lattine di aranciata: per farlo deve chiedere il permesso a
un residente del luogo! Per il momento gustatevi gli immondezzai di Ciprian Mure.
T-SHIRTS E PUPOLI Il quadro incorniciato a parete può trovare una possibile
alternativa? Questa domanda viene posta
(in maniera retorica, perché si conosce
già la risposta) per parlare di un’arte a
costi contenuti: cioè di modalità espressive economiche. Il pretesto viene offerto
dai trent’anni compiuti dalla rivista
JULIET, che sono stati compiuti l’altro
mese. Questa rivista, incredibile per la sua
longevità, interamente dedicata alle arti
contemporanea, per questa sua commemorazione ha realizzato una felpa disegnata dal bravissimo artista e grafico
Oreste Zevola, uno dei padri fondatori
della testata e progettista della primissima impostazione grafica della rivista.
Sì, è allora la risposta: se una maglietta
viene realizzata in pochi esemplari (come
in questo caso e come già fu il caso della
t-shirt “cooperativa romagnola scienziati”
progettata nei primissimi anni Novanta da
un imberbe Maurizio Cattelan, non ancora
toccato dai fasti della cronaca), allora
anche questa può
essere considerata
alla stregua di un
prodotto artistico,
cioè di un prodotto
artigianale con finalità estetiche. E la
t-shirt di Juliet è stata realizzata in soli
centocinquanta esemplari: per questo vale
molto e se ne consiglia l’acquisto.
MEMORABILIA Mel: “Qualcosa
puzza, credimi. È nell’aria, come un
terremoto. Non starci vicina, Christy,
te ne pentirai”. Christy: “E perché, Mel,
sono una ragazza dal cuore di pietra”. “Il
bandito senza nome”, regia di Joseph L.
Mankiewicz.
OGNI SALITA DIVENTERÀ UNA DISCESA “Saliva per la collina di San Vito,
sul pendio che guarda verso i cantieri e il
golfo di Muggia, una stradicciola aprica,
tra rustiche ville e poderi; a metà c’era un
cancello sempre aperto. Vi entravano e,
fatti alcuni passi per un viottolo, scavalcata una siepe, si trovavano su un piccolo
campo; di qui, non veduti, godevano tutta
la vista del mare e della collina di fronte,
spruzzata di case, sino a Punta Sottile.
Con le spalle appoggiate a un vecchio
aratro, stavano lunghe ore a baciarsi e a
guardare, finché il sole in faccia a loro
moriva”. Giani Stuparich, “Un anno di
scuola”.
Foto di S. Visintin
Ciapà pel cupin:
Francesca
Agostinelli
Francesca Agostinelli nasce
a Udine ove vive. Si laurea in ArF. Agostinelli chitettura a Venezia, e nella stessa
città consegue il diploma musicale
al Conservatorio Benedetto Marcello. Si perfeziona poi in Storia
dell’Arte. Come storico e critico d’arte si è rivolta al Novecento e alla contemporaneità, collaborando tanto con Istituzioni
pubbliche che private. Giornalista pubblicista, dal 2001 scrive sulla pagina della cultura de “Il Friuli” e dal 2003 su “Il Sole 24 ore”,
inserto Nord-Est. Collabora inoltre con i “Quaderni dell’Accademia
Udinese di Scienze Lettere e Arti”.
Da un punto di vista culturale com’è la situazione udinese? “Se mi chiedi della situazione udinese in campo contemporaneo direi addirittura che parlarne fa male. Può bastare?”
Ma la città di Udine non offre proprio alcuna possibilità
operativa? “In regione, il cadavere più eccellente (ovvero la chiu-
sura del Centro d’Arte contemporanea di Villa Manin) non ha fatto
per nulla bene alla cultura della contemporaneità. Se andiamo
alla città aggiungiamoci anche la carenza di spazi espositivi e
dunque accade che, come già negli anni Novanta, alle gallerie si
guarda in termini di immagine, proposte, promozione e dibattito.
Peccato che soffrano più di altri la crisi economica e quindi non
possano muoversi con quella libertà e spregiudicatezza che il contemporaneo per sua natura richiede. Ci sono poi le Associazioni.
Nel venir meno di altre istituzioni hanno acquisito un’importanza
crescente, maturando ruoli e professionalità di tutto rispetto.
Ma se pensiamo che Etrarte, con ‘Sticeboris’ si sta chiedendo se
il prossimo anno varrà la pena… e se pensiamo che la Rassegna
dell’Arci di Cervignano quest’anno sarà sulla ‘Rassegna che non
c’è’ a sottolineare che non ce la fanno proprio… Beh, direi che la
faccenda è seria”.
Vuoi azzardare un confronto fra Udine e Trieste? “Credo che vi sia un’incertezza di finanziamento esagerata che non
consente una programmazione a lungo termine. È questa la causa
prima della frammentarietà, disorganicità ed episodicità che
ormai caratterizzano il contemporaneo in modo strutturale”.
Hai in cantiere qualche progetto? “Mi chiedi di progetti?
Meglio parlare di sogni…”
21
musica
NTWK
gennaio
Clubbing | Clio Campagnola
Gennaio
freddo?
Andate
nei
club!
Spiccano gli eventi veneti, ma anche l’Edera di Codroipo scalderà il clima
The Charlestones
All’Apartamento Hoffman di Conegliano
il 5 The Charlestones. Formatisi solo due anni fa, il gruppo di
Tolmezzo dai jeans stretti che prende il nome da un negozio di
cianfrusaglie nel 2009 pubblica l’EP “Don’t Believe In the Man
With Braces and Belt” e nel 2010 registra il primo Full Lenght.
La loro musica guarda oltre i confini italiani, ricollegandosi
al rock anglosassone e al brit pop, con brani freschi e spontanei.
Ogni brano, però, sembra studiato per diventare un singolo dalla
melodia che conquista.
In perfetto stile elettro-rock gli Hate Boss arrivano l’8 a
Conegliano. La neonata band veneziana ha fatto parlare di sè
dopo l’uscita del primo EP intitolato “So Much”, seguito dal recente “Get Out”. Danno il loro meglio nei live set, dove l’impatto
del rock viene amplificato dall’elettronica in un accostamento
accattivante.
Il 14 all’Unwound di Padova saliranno sul palco i Uochi
Toki, gruppo musicale hip hop nato nel 2002. La prima uscita
è “Vocapatch”, 31 pezzi senza titolo con basi sperimentali e
minimali, spesso composte da soli rumori e testi nonsense urlati
nel microfono. Dell’anno successivo è invece l’omonimo “Uochi
Toki”, che prosegue sulla sperimentazione e lancia la provocazione dell’abnorme numero di tracce dell’album, oltre ottanta.
“Laze Biose” riporta lo stile del gruppo su canoni classici e meno
hardcore, e nel settembre 2010 esce, per La Tempesta, il loro
sesto album: “Cuore amore errore disintegrazione”.
Segnalo per chi se lo fosse perso lo scorso mese che il 15 Max
Gazzè sarà a Mestre al teatro Toniolo con il suo “Quindi
tour?”, dal titolo dell’ultimo apprezzato album.
Il 21 i Non Voglio Che Clara saranno a Padova. Attivo
dalla seconda metà degli anni novanta, il gruppo ha esordito
discograficamente nel 2004 con l’ep “Hotel Tivoli”, una riflessione sul mestiere di vivere, i sentimenti, le relazioni amorose
in particolare. Due anni dopo ritornano con un album omonimo
che contiene una manciata di brani sulla miseria e lo squallore,
sul disincanto e il non-amore.
All’Edera di Codroipo il 22
i My Awesome Mixtape con il
loro originale mix di indie rock,
hip hop e musica elettronica. Dal
2006 a oggi ne hanno fatta di
strada, e, dopo una lunga sequela
di concerti, sfornano il loro ultimo
album “How Could a Village Turn
Uochi Toki
Into a Town”, pensato, arrangiato
e suonato come un lavoro “di gruppo” che affianca la freschezza
compositiva degli esordi a una rinnovata maturità e consapevolezza nel plasmare la materia sonora.
Lo stesso giorno gli Ska-j saranno a Conegliano con la
loro energia, appuntamento con un’amata band che ha pubblicato quest’anno una raccolta di tutti i loro successi tra il jazz
e i ritmi giamaicani, dove trovano spazio anche alcuni inediti,
intitolata “Dal vivo con amore”.
Il 29 all’Edera suonerà Pan del diavolo: due chitarre acustiche e grancassa a sonagli che ben promettono, con l’album in
uscita “Sono all’osso”. Numerose le loro ispirazioni fra incursioni di blues, alt-folk con armonie acide, rockabilly, supportate da
testi interessanti e un uso sapiente degli strumenti.
E’ stato bello quella sera al Molo IV
E’ tornata la musica al Molo IV di
Trieste. All’interno dell’ampia struttura,
martedì 7 dicembre 2010, a partire
dalle ore 20, la SIE (Social Interaction
Entertainment) ha messo in scena la
prima edizione di DANCE 4 CHILDREN
- CHARITY DANCE MARATHON,
avvenimento musicale di grande
richiamo condito da giochi a premi,
aperitivo, buffet e, soprattutto, tanta
beneficenza. Con l’ausilio di Unicef,
Amnesty International, Emergency,
Lions Trieste Host & Leo, Fondazione
Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin Onlus,
Polisportiva Fuoric’entro e Overnight
22
sono state messe in atto campagne
di sensibilizzazione inerenti svariate
tematiche: dai diritti umani al rispetto
dell’ambiente sino al risparmio
energetico. Un tema molto caro agli
organizzatori di Social Interaction
Entertainment che hanno devoluto in tal
senso parte dell’incasso della serata in
beneficenza.
Social Interaction Entertainment è
nata per fornire alle Autorità e alla cittadinanza nuove prospettive e nuovi modi
di concepire il divertimento e lo sviluppo
(non solo economico) della nostra Comunità. E’ un’organizzazione giovane, fatta
di giovani per i giovani. Dance 4 Children
ne è una testimonianza: cura del particolare, qualità, professionalità, altruismo,
beneficenza.
Grazie a tutti coloro che l’hanno sostenuta ed appoggiata. Grazie di cuore.
Appuntamento alla prossima
edizione di DANCE 4 CHILDREN – 7
dicembre 2011
Per ulteriori informazioni:
www.sientertaiment.eu
email: [email protected]
musica
Serate | Ufficio stampa
Trieste | Stabilimento balneare Ausonia
15 gennaio | www.radiofragola.com/ausonia
Nite
4
Ixis:
una
serata
per
Luca
Nella settima edizione, Etnoblog e Ausonia insieme con tanti ospiti
Anche quest’anno, ritorna la Nite
4 Ixis, evento ormai storico giunto
oramai alla settima edizione, ideato
per ricordare un amico che non c’è più.
Questa sarà anche un’occasione per lo
staff di Etnoblog e Ausonia di ritrovarsi dopo tempo a lavorare fianco a
fianco, dopo il primo anno di attività
nelle rispettive separate sedi. Grazie Ixis anche per questo!
L’evento si svolgerà presso lo Stabilimento Ausonia, nella
nuova veranda riscaldata, e la data scelta è quella di Sabato 15
Gennaio, giorno molto vicino a quello della prematura scomparsa dell’amico Luca, dj e animatore delle serate in levare triestine
(e non solo) dei primi anni 2000. Ixis & Steve hanno lasciato
il segno, hanno animato le notti universitarie in città per poi
esportare la propria simpatia in tutta Italia, accompagnando
come amici e dj le tournée di gruppi come Meganoidi, Ska-P,
Shandon e tanti altri. Ogni anno gli amici di Ixis si ritrovano
per ricordarlo in maniera serena, per fare festa assieme, uniti
dall’amore verso la musica e l’intrattenimeno sano. Gli ospiti di
quest’anno sono di grido: il fratello di Ixis aveva a cuore contattare MAD PROFESSOR, guru del reggae dub mondiale, atteso
da anni a Trieste. Andy degli Hormonauts sarà presente con
il suo nuovo progetto ROCK AND ROLL KAMIKAZE; torneranno
gli SKA-J al completo per presentare il nuovo disco, capitanati
dall’immancabile Furio (ex Pitura Freska), presente ad ogni
edizione N4I. Ovviamente anche i PLAYA DESNUDA, amici di
Ixis da anni, Papastuff, Steve Selecter, Marco Bellini, Ricky
In Orbita. Gran cerimoniere dell’evento il Reggae Ambassador
italiano Steve Giant. Le prevendite saranno disponibili a soli 5
euro presso lo Stabilimento Ausonia durante le serate, presso Ticket Point e presso gli uffici di Etnoblog in via Madonna del Mare
3 o presso il Circolo Etnoblog stesso in Riva Traiana. Non saranno necessarie le tessere di Etnoblog, ma durante la serata sarà
possibile tesserarsi all’Associazione Interculturale Etnoblog.
Mad Professor
AUSONIAclubbing
Anno nuovo vita nuova, ma la festa continua con le serate
all’Ausonia, nella nuova veranda riscaldata! Sabato 8 Buon
anno da Radio Fragola! Tutti i dj della radio e la Rage Against
Machine Tribute Band riuniti nel primo
Fragola Party del 2011. Mercoledì 12 inizia l’appuntamento settimanale You live
Karaoke, il primo Karaoke con band
dal vivo. Ogni mercoledì selezioniamo
un vincitore, il nuovo talento sei tu! Il
vincitore di ogni mercoledì si sfiderà nella finalissima di marzo per aggiudicarsi
un super viaggio per 2 persone in una
capitale europea!
Venerdì 14 torna Trieste is Rock
con il suo Party Nr. 0.75: esibizioni dal
vivo di Wild Ones, J’Accuse e My space
Invaders. A seguire il dj set di Jack
Rabbit Slim infiammerà la pista. Sabato 15 siamo orgogliosi di presentare, in
collaborazione con Etnoblog, la Nite 4
Ixis. Prevendite (consigliatissime!) a soli
5 euro. Di nuovo assieme, Ausonia ed
Etnoblog, per ricordare l’amico Ixis.
Venerdì 21 Ausonia Monkey’s Party, la festa della scimmia
- rock’n’roll, 60’S e alternative music. Ingresso libero, happy
hour fino alle 23.
Sabato 22 grandissima festa balcanica con concertone dei Kraski Ocjari, per
la prima volta all’Ausonia. Ovviamente
il resident dj sarà Stoner, ormai parte
integrante dell’arredamento mitteleuropeistico del lido più hot dell’Adriatico.
Venerdì 28 il grande ritorno di
Anthony The Crazy Horse all’Ausonia,
con la super notte G.L.E.E. Welcome
back Gay Lesbiche Etero Eteroindecisi!
Infine Sabato 29 non poteva mancare
l’ Ausonia Elettronica con in consolle
il grande Glitch con il warm up a curo
dell’amico Nacho.
Insomma, per iniziare bene l’anno venite all’Ausonia!!! Stay tuned su
www.radiofragola.com oppure trovaci
su Facebook (Ausonia Notte). Per info:
[email protected]
Faiza
23
musica
NTWK
gennaio
Live | Ufficio stampa
Trieste | Casa della Musica
13 gennaio | 040.307309
Stef
Burns
alla
Casa
della
Musica
Il chitarrista di Vasco Rossi a Trieste per una Clinic per specialisti e fans
Dopo la collaborazione che
qualche anno fa ha visto Stef Burns
a Casa della Musica con un fortunatissimo concerto e una registrazione,
oggi il chitarrista di Vasco Rossi,
tra i più apprezzati in Italia e nel
mondo per la sua grande versatilità
che lo rende spalla ineccepibile delle
più celebri rockstar, è ancora a Trieste (in esclusiva nazionale), a Casa
della Musica per una Clinic aperta
a chitarristi, bassisti, batteristi e
anche a tutti i fans e appassionati: la Clinic si svolge giovedì 13
gennaio 2011, alle ore 18, presso
l’auditorium della struttura di via
Capitelli.
Stef Burns è già tra le personalità
di spicco della storia del rock, proprio per la sua capacità di affrontare Stef Burns
sessioni in studio e tour mondiali
modificando il proprio stile in base alla personalità della star
che gli sta a fianco. Oggi noto ai più per la sua collaborazione
con Vasco Rossi, Stef lavora da oltre dieci anni anche con
Huey Lewis and The News e annovera, tra le band con cui ha collaborato, la Sheila E. Band, gli Y&T ma
anche con Alice Cooper, Motorhead,
Ozzy Osbourne, Megadeath e Faith
No More.
Con Vasco dal 1996, Stef Burns
ha seguito la rockstar italiana negli
album campioni di vendita e nei
numerosi sold out negli stadi di tutta
Italia. Nel 2004, durante il “Buoni
o Cattivi Tour”, viene invitato a
suonare al G3 con Joe Satriani e
Steve Vai, ricevendo dunque il definitivo riconoscimento di chitarrista
di fama mondiale.
Dopo l’ennesimo tour con Vasco
Rossi e l’incessante attività con Huey
Lewis and the News, Stef Burns è
in uscito con il suo nuovo album
World, Universe, Infinity (label:
Ultratempo), un lavoro che rappresenta una sorta di nuovo inizio
di un nuovo corso nella formidabile carriera del chitarrista
americano.
Trieste | luoghi vari
14 gennaio | www.triesteisrock.it
Rock
infiammato
a
Trieste
Prossimo appuntamento il 14 gennaio all’Ausonia, con tre gruppi triestini
Prima candelina per Trieste is Rock, che nel corso di
un anno è già riuscita a lasciare il segno con appuntamenti di
grande prestigio per i propri soci e per la città in generale. Willie
Nile, amico fraterno di Springsteen, ha aperto una stagione rock
di livello che è culminata con l’emozionante tappa triestina del
Light Of Day Tour, sul palco musicisti di fama internazionale e,
tra gli altri, la nostra Dorina.
Negli altri mesi sono arrivati una leggenda come Marky
Ramone, il blues di Kellie Rucker, il rock italiano di qualità
con Cheap Wine e Lowlands, un mito della scena underground
americana come Steve Wynn, e anche Joe D’Urso con gli Stone
Caravan. Ad ottobre c’è stato il primo rock party organizzato
dall’associazione, che fa il bis il prossimo 14 gennaio all’Ausonia proponendo tre band di punta della scena locale: J’accuse, Myspace Invaders e Wild Ones.
Nel corso del 2011 sono già confermati alcuni appuntamenti
di richiamo: a febbraio direttamente da Rock Tv arriverà Pino Scotto, storico frontman dei Vanadium, e a maggio
tornerà a Trieste con la sua band Alejandro Escovedo, uno dei
protagonisti del Light Of Day. Ma sono solo due dei nomi che
24
Light Of Day
animeranno un’altra stagione di grande rock, fatta anche di
conferenze, proiezioni, occasioni di scambio e dibattito per tutto
ciò che ha a che fare con questa cultura e questo stile di vita.
I tesseramenti a Trieste is Rock per il 2011 sono aperti,
tutte le info su www.triesteisrock.it. Rock on!
musica
Oggi il freddo è glaciale e quel sole vaporoso che si spandeva sul mare come una ghirlanda liquida sembra un lontano
ricordo: in eccesso di risveglio cerco di pensare, basta scavare poco per portare all’aria ciò che è leggero e così, inserisco il
pilota automatico… Mi specchio e corro nel giorno poliedrico
fino alla Notte che in fretta cala succhiando luce come un
aspirapolvere appena comprato e poi cammino a stelle spente,
seguendo il ritmo, sapendo che a scaldare queste gelide Notti
d’inverno, da qualche parte, per Noi c’è una cassa che batte
ora che Help is coming!!!
In nocte consilium
www.helpiscoming.com
SABATO 19 FEBBRAIO
ILARIO ALICANTE (COCOON):
Tornano le one night ‘’PURE PLEASURE’’ alla STAZIONE
MARITTIMA!
SABATO 19 FEBBRAIO l’Help House Family, incubatrice di
eventi, ha in serbo per i tutti i clubbers un imperdibile appuntamento!!! un nuovo Party dallo stile unico, teatro e laboratorio
di sperimentazioni infinite!! Questa volta il tema della one night
sarà ‘’le Cirque du Soleil’’ ed il nostro BODYPAINTER non
vede l’ora di accogliervi all’ingresso dell’illiria per prepararvi
e trasformarvi in belve feroci, clown, mimi, giocolieri e saltimbanchi per trascorrere in un atmosfera di puro ludibrio la Notte
più trendy della città!
In consolle, oltre all’Help resident Rini Shkembi, direttamente dal mega party Cocoon di Londra avremo come guest
star della serata, in esclusiva internazionale, il pupillo di Sven
Vath ILARIO ALICANTE della scuderia COCOON. Ilario è uno
dei protagonisti assoluti della scena club a livello europeo, con
date sparse su tutto il Continente ed infiammerà il pubblico
della Marittima con il suo sound (techno e house minimal con
venature percussive) d’altissimo livello,forgiato in santuari come
Cocoon e Circoloco!!
Non mi resta che augurare Buona Notte a tutti……
Etnoblog
Il 2011 porterà a Etnoblog nuovi progetti che strabilieranno tutti. L’Epifania tutte le feste (non) porta via: il 6 gennaio
Befana Party: il Teatro
Nomade organizza una serata
di autofinanziamento a suon di
musica e carbone. Il 7 gennaio
si cambia musica: serata acide
tekno con Vikkei, Dfettoniko
e MAGNET. Sabato 8 Jota per
tutti con ATC e la sua ciurma
per aprire l’anno in bellezza.
Venerdì 14 siamo in THE
BASEMENT: un party nuovissimo fatto di musica, ambientazioni e allestimenti d’eccezione
come l’ospite SCUOLA FURANO, re della Italo Disco, che potrà vantare
l’uscita del suo TRIBUTE EP.
Sabato 15, sarà una grande festa di
musica e amicizia in ricordo dell’Amico
Ixis, che vedrà per l’occasione lo staff di
Etnoblog e Ausonia lavorare di nuovo fianco a fianco. Il 21 si festeggerà il compleanno di Marco Bellini, che invece di ricevere
i regali regalerà a noi un suo set di 4 ore
elettrizzanti, mentre il 22 panico sul palco
dell’Etnoblog con i CAPTAIN MANTELL
e i WE CAN’T SLEEP AT NIGHT live per WHATEVER R’N’R
DISCOTEQUE. Mercoledì 26, unico infrasettimanale del mese,
ma bello tosto, con i RADIO ZASTAVA live
e COCODUB che festeggeranno il primo
compleanno di Etnoblog nella nuova sede
allo scoccare della mezzanotte!
Venerdì 28 i festeggiamenti continuano con OH MY GOD, nato dalle fervide
menti del collettivo La Familia (aka Claudio
Alvarez, Nanou, Electrosacher e Rossi Elettronica, tra i primi a portare la musica elettronica a Trieste e all’Etnoblog): da gennaio
nel loro appuntamento mensile ospiteranno
dj e producer di fama nazionale e internazionale e cercheranno nuove
traiettorie e nuovi orizzonti della
techno senza tralasciare electro,
house, breakbeat& dubstep.
Per cominciare bene, gli
SWAYZAK direttamente da casa
Minus: un live che spazia ininterrottamente tra dub, elettronica e psichedelica.
Sabato 29, si chiude con
PSYCHEDELIC GROOVES:
Etnoblog in versione goa trance
25
zapping
NTWK
gennaio
Eventi | Sergio Ujcich
Trieste | Libreria Fenice
18 gennaio | www.fenicelibri.it
Per
conoscere
il
Corano
Nuova traduzione per il libro sacro dell’Islam. Presenta Sergio Ujcich
A ottobre di questo anno è stato pubblicato Il Corano tradotto
da Ida Zillio Grandi (Mondadori, collana islamica, a cura di Alberto Ventura, pagine LXXII – 912), al costo di soli
€20. Come dice Pietro Citati , ne La Repubblica del
18 otttobre,: “Tutto il libro è eccellente: l’introduzione di Alberto Ventura, di squisita intelligenza
e i commenti di Mohammad Ali Amir-Moezzi,
Alberto Ventura, Mohyddyn Yahia, Ida ZillioGrandi, sono ampli e scrupolosi”.
Questa edizione presenta delle particolarità che la rendono unica fra le traduzioni
italiane.
L’introduzione di quasi 50 pagine sintetizza
mirabilmente le problematiche storiche e dottrinali, la disamina delle affermate traduzioni
nelle varie lingue europee e italiana, i differenti approcci dei commentari, i rapporti
con l’antico e il nuovo Testamento, l’atteggiamento della critica
orientalistica e i nuovi approcci al testo; in breve tutto quello che è
utile sapere prima di confrontarsi col testo e il suo commento.
Il linguaggio della traduzione è semplice ed attuale, pur mantenendo rigore scientifico e aderenza a significati originali.
Le numerosissime (463 pagine) indispensabili note esplicative tengono conto
dei commentari tradizionali, presentando le
interpretazioni più autorevoli ed affermate
da secoli. È questo un libro di cui si sentiva
il bisogno, da consigliare a chiunque voglia
avvicinarsi alla conoscenza del libro sacro
fondamentale per più di un miliardo e mezzo
di musulmani.
Il Corano Mondadori verrà presentato
al pubblico il giorno 18 gennaio p.v. alle
ore 18, presso la libreria La Fenice, di via
Carducci 6, dal dott. Sergio Ujcich, portavoce
del Centro Culturale Islamico di Trieste.
W
Ntwk,
W
Juliet!
La rivista d’arte compie 30 anni, Ntwk è il fratello quindicenne
Domenica 12 dicembre, in occasione della celebrazione dei
trent’anni della rivista JULIET, che si è tenuta alla Trattoria
Veto di Opicina, con le pareti ornate da tre quadri di Antonio
Sofianopulo e foto di Fabio Rinaldi, dopo
aver parlato di progettazione culturale,
sponsorizzazioni e strategie di finanziamento, il Presidente dell’Associazione
Juliet, dr. Rolan Marino, ha testimoniato
l’eroismo e la capacità di resistenza della testata NTWK, consegnando a Fabio
Fieramosca, direttore e fondatore di questo
fondamentale friendly magazine della
città di Trieste, una piccola tela di Mark
Kostabi appositamente commissionata per
questa occasione.
L’opera si intitola “Strange Brew”, e si
tratta di un olio su tela di 30 x 25 cm. Con
questo gesto il dr. Rolan Marino ha inteso
trovare nella testata NTWK un fratello
più giovane della rivista JULIET (più
giovane di quindici anni), cioè una familiarità nella testardaggine di portare avanti
un progetto culturale necessario alla città, ma poco riconosciuto
dalle istituzioni. Il Presidente ha altresì riconosciuto la determinazione di Alessio Curto nel portare avanti il progetto del festival
“triestèfotografia”, in prossimità della settima edizione e sempre
privo di sostegni pubblici, e nell’ideale filiazione di una costola
26
di JULIET con la realizzazione (in verità un po’ saltuaria) della
rivista “Juliet design magazine”, giunta ormai al terzo fascicolo,
donandogli un’opera del pittore Gennaro Castellano.
Nel corso di questa celebrazione Roberto Vidali, direttore della testata JULIET e
direttore artistico di tutte le attività culturali dell’omonima associazione, ha donato
a tutti i convenuti un gadget appositamente disegnato da Oreste Zevola a ricordo di
questo avvenimento e una copia della sua
ultima fatica editoriale: “Otto fratto tre”
contenente un disegno originale del garbatissimo illustratore Giacomino Pixi. Altre
testimonianze sono state lette da Gabriella
Gabrielli, Maria Pia Millo, Elena Carlini,
Gary Lee Dove, Fabio Rinaldi. Alla fine di
tutte le celebrazioni è stata stabilita la data
di una celebrazione comune: JULIET XXX
YEARS e NTWK XV YEARS al Teatro
Miela, lunedì 7 marzo, a partire dalle
Strange Brew
ore 20.30, ingresso 10 euro. La serata
comprenderà: video e performance di
Fabiola Faidiga, musiche per teste danzanti a cura dei Luc Orient,
spezzoni del gruppo di cabaret “Linguacce con occhiali da sole”
diretto da Aldo Vivoda, concerto “Uniko Project” by Erica Bognolo
e Alessandro Sartore. Alle pareti fotografie di Demis Albertacci,
Martina Fiorenza e Stefano Visintin.
zapping
Contest creativo | Mitti Cavallar
Trieste | Facoltà’ di Scienze della Formazione
fino al 18 febbraio | www.dai-avrai.org
Dai
un’idea
e
avrai
un’opportunità
Ti senti creativo? Beh, fatti vivo! Un contest a Scienze della Formazione
Ecco alcune frasi ideate dagli Studenti
del corso di Grafica, per la presentazione
di “20 DI IDEE - DAI-AVRAI 2011”. Il
contest creativo che invita tutti gli iscritti
alla Facoltà di Scienze della Formazione
dell’Università degli Studi di Trieste a progettare ipotesi di campagne pubblicitarie
per promuovere la comunicazione rivolta
al sociale.
Il tema di questa edizione è il
volontariato, da sviluppare a scelta in
riferendolo al sostegno sociale, alla difesa
dell’ambiente o della salute. DAI-AVRAI è
un’opportunità, per capire le dinamiche
della comunicazione pubblicitaria, per
produrre un messaggio sotto forma di
annuncio ed è aperto a tutti coloro che
hanno un’anima creativa.
Promosso dalla Facoltà di Scienze
della Formazione dell’Università degli
Studi di Trieste e dall’Associazione
onlus “Goffredo de Banfield”, il contest
ideato quattro anni fa nell’ambito del Corso di Grafica, con la collaborazione di Art
Directors Club Italiano in qualità di Giu-
ria tecnica a Milano, premierà e decreterà
i vincitori con i criteri che distinguono i
tre Enti promotori: il progetto, l’impatto
sociale, e la creatività professionale imprenditoriale. In più, sarà possibile come
nelle passate edizioni poter inviare un
voto online, per dar voce alla preferenza
del pubblico.
La presentazione dei lavori e la premiazione sono previste a marzo, quando
la Facoltà di Scienze della Formazione
riconoscerà all’elaborato distintosi per
originalità d’interpretazione e progettualità un premio in denaro e a tutti
gli Studenti partecipanti un credito
formativo. Inoltre, per premiare il buon
lavoro i vincitori delle diverse categorie
avranno ben due nuove occasioni dedicate alla creatività.
Infine, la mostra aperta al pubblico
con i lavori esposti insieme all’Annual di
ADCI AWARDS, la migliore comunicazione italiana dell’ultimo anno.
Scopri tutto su www.dai-avrai.org
65°Ilanniversario
TP
Italia
“Leone d’oro” Lorenzo Marini al CaféRossetti
Lorenzo Marini
Con una serata dedicata alla proiezione degli spot premiati
al Festival di Cannes 2010, si è celebrato a Trieste lo scorso 15
dicembre il 65° anniversario della TP - Associazione nazionale
pubblicitari professionisti. Cannes rappresenta ormai da oltre sessant’anni la più importante rassegna mondiale sulla pubblicità.
Ospite della delegazione TP del Friuli Venezia Giulia il grande
pubblicitario Lorenzo Marini, vincitore di oltre duecento premi
fra cui un Leone d’oro al Festival di Cannes 1986 con il celeberrimo spot “Silenzio. Parla Agnesi”, autore dei saggi best seller
sulla pubblicità, più volte membro della giuria a Cannes. Lorenzo
Marini ha introdotto il tema del linguaggio pubblicitario come
mezzo di espressione creativa, alla cui base stanno la logica e
la costante ricerca del nuovo, visionando e commentando insieme
al pubblico gli spot selezionati.
Una pubblicità, quella di Cannes, che fa dell’ironia e del
common man il suo punto di forza strategico e metodologico, abbastanza lontana dunque dall’abuso del testimonial e del jingle.
L’incontro si è svolto in un Café Rossetti gremito di addetti ai
lavori, docenti universitari, studenti, giornalisti, tutti rapiti
dalla forza espressiva della pubblicità. Ma senza dubbio anche dal
talento comunicatore di un Lorenzo Marini che è apparso ispiratissimo. Una serata conviviale, ricca di partecipazione e coinvolgimento, sia da parte del pubblico che degli organizzatori.
Un evento ben riuscito che dimostra come Trieste sia
ricettiva verso l’intrattenimento culturale di qualità.
27
zapping
NTWK
gennaio
Gennaio
a
Montedoro
Nuove iniziative nel Centro commerciale di Aquilinia
UN GRAZIE ALLA CROCE ROSSA
Carta regalo, forbici, scotch e
nastrino: i volontari della Croce
Rossa hanno impacchettato tanti
dei regali che gli abitanti di Muggia
e Trieste si sono scambiati durante le
feste natalizie. Molti clienti di Montedoro, infatti, hanno scelto di non
perdere tempo alle prese con angoli che non vengono mai bene
e con nastrini che non si arricciano, e, soprattutto, hanno scelto
di fare un gesto di solidarietà: si sono quindi fermati allo stand
della Croce Rossa e sono usciti dal centro con i regali pronti per
essere consegnati.
Con tanta pazienza, buona volontà e disponibilità i volontari,
mettendo come sempre gratuitamente a disposizione della comunità il loro tempo, hanno soddisfatto tutti.
I triestini, dal canto loro, hanno mostrato molta generosità e così, grazie alla collaborazione di molti, la Croce Rossa di
Muggia potrà dotarsi presto di nuove attrezzature utilissime per
LINEE AUTOBUS RISERVATA
Era atteso
da molto tempo
l’autobus a Montedoro e per Natale
è arrivato, proprio
come un regalo. Regalo anche
perchè il servizio,
grazie alla collaborazione tra il Centro
e Trieste Trasporti, è stato messo
gratuitamente a
disposizione dei
clienti durante le
festività. Tanti coloro che non hanno
perso l’occasione e
hanno deciso di lasciare a casa la macchina per evitare lo stress
di guidare nel traffico caotico del periodo prenatalizio. Tutti
a Montedoro in bus: gratuito e comodo. Il servizio, infatti, è
stato pensato in modo tale da garantire una buona copertura
in tutta la città, scegliendo di seguire le fermate della linea 20.
Partenza, a cadenza oraria, da Largo Barriera e arrivo nel
piazzale antistante l’area Food&Fun di Montedoro, attraverso il
seguente percorso: Viale d’Annunzio, Piazza Foraggi, Cimiteri,
Valmaura, Via Flavia, Aquilinia, Muggia. Felicissimi i clienti
di Montedoro che da tempo chiedevano il bus e che sono molto
soddisfatti della navetta.
Per informazioni su orari e durata del servizio: www.montedorofreetime.it
28
tutta la comunità. Montedoro, quindi, rivolge un sentitissimo
ringraziamento alla Croce Rossa di Muggia e Trieste e a tutti i
suoi volontari per questo bel progetto condiviso, in attesa di altre
future collaborazioni utili a tutta la città.
TANTI EVENTI PER TUTTI
Montedoro non solo sta portando aria nuova in città, ma lo
sta facendo con feste adatte a tutta la famiglia perchè crede
nell’importanza di sostenerla e di offrire quindi occasioni di
svago che permettano a genitori, nonni e bambini di divertirsi
insieme.
Montedoro, insomma, è ormai sinonimo di feste per la famiglia e, dopo i tanti eventi dello scorso anno, sta preparando un
ricco calendario di appuntamenti anche per il 2011. Dopo aver
portato a Trieste, per la prima volta, tanti personaggi, come ad
esempio il Krampus, e aver fatto divertire i più piccoli con i loro
beniamini come Ben10, Johnny Bravo, Dino e Katrina Montedoro
ha in programma tante altre attesissime prime.
Intanto, visto il successo riscosso, si preparano a tornare, dal
7 gennaio, le “Magiche serate”. Resta il format collaudato, cambiano soltanto i giorni, con la musica live che risuonerà il venerdì
e la serata country che si sposta al sabato. Confermatissima, la
domenica, la cena family, con menù bimbi, tanti regali per i
bambini e le divertenti mascotte di Siora Pizza e MrGrill.
In calendario, inoltre, c’è già una grande serata, una Festa
Country dedicata a tutti i cowboy e le cowgirls che in questi mesi
hanno ballato a Montedoro insieme a Wolf DJ. Appuntamento,
imperdibile, il 22 gennaio.
Sistema Network Caffè
A Febbraio pubblichiamo gratuitamente le date che riceviamo
entro il 21 Gennaio 2011
La redazione consiglia:
7/1 Flying Tzars Go
29/1 Glitch Ts
15/1 Nite 4 Ixis Ts
28-29/1 La stanza Pn
18-23/1 Thom Pain Ts
fino al
6/2 PremioMoroso Go
22/1LavariantediLüneburg Ud
fino al
10/2 Demarin Ud
-
nord italia
NTWK
gennaio
re attenzione va alla figura e al
rapporto con Copernico e alle
conoscenze astronomiche e geografiche del tempo per mezzo di
affascinanti strumenti scientifici
e di testi originali che documentano l’elaborazione delle teorie
eliocentriche tra Padova e Venezia nei primi anni del Cinquecento-Da martedì a domenica dalle
9 alle 19-Musei Civici Eremitani,
Padova-Info:
www.giorgioneapadova.it
Fino al 30/1
Chardin
Il pittore del silenzio
LA PREFERITA è a Trieste
Non è la prima volta che il Musée
du Louvre sostiene una mostra di
in Viale 20 Settembre, 29
Palazzo dei Diamanti accordando
in prestito opere di straordinaria
bellezza e importanza. Tuttavia,
in occasione della prima mostra
dedicata in Italia a Chardin, il
Louvre ha deciso di concedere in
prestito a Ferrara Arte un nucleo
di opere che per numero e quarisulta davvero eccezionale.
Il Rinascimento nelle lità
Saranno presenti ben dieci capoterre ticinesi
lavori provenienti dal prestigioso
Da Bramantino a Bernardimuseo parigino. Si tratta di opere
no Luini
che segnano tappe fondamentali
Per la prima volta è percorsa la
della carriera del celebre maestro
rilevante produzione artistica
e che sono tra le pietre miliari delrinascimentale del Canton Ticino: la pittura francese del Settecentoun capitolo ineludibile dell’arte
Da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle
lombarda ed europea di quel pe- 18.30, sabato e prefestivi dalle 9
riodo. Nel corso della preparaalle 18, domenica e festivi durante
zione di questa mostra sono state il periodo di apertura della moricostruite vicende di dipinti che
stra dalle 10.30 alle 15.30-Palazzo
hanno lasciato le terre ticinesi
dei Diamanti, corso Ercole I d’Este
per finire dispersi ai quattro an21, Ferrara-Info:
goli del mondo. Nella mostra si
www.palazzodiamanti.it
vedranno anche opere pressoché
prive di storia che emergono oggi La scultura italiana
del XXI secolo
alla ribalta, come uno splendido
Un’esposizione che traccia un pristendardo processionale promo bilancio delle ultime tendenze
veniente dal Duomo di Como,
italiane nel campo delle discipliappositamente restaurato per
l’occasione da Gianmaria Casella- ne plastiche. Opere di 80 artisti,
tutti nati nella seconda metà
Pinacoteca Cantonale Giovanni
ZüstRancate (Mendrisio), Canton del secolo scorso, dagli ormai
storicizzati Nunzio e Dessì, agli
Ticino, Svizzera-Info:
esponenti delle generazioni più
www.studioesseci.net
recenti, quali Cattelan, Bartolini,
Dynys, Arienti, Moro, Beecroft,
a quelle ancora più giovani, con
Giorgio Morandi
Cecchini, Sissi, Demetz, Cuoghi,
fino alle ultimissime come SassoL’essenza del paesaggio
Ciascuna opera in mostra rispon- lino, Simeti, Previdi, GennariFondazione Arnaldo Pomodode a criteri ben precisi di scelta.
ro, via Solari 35, Milano-Info:
Così l’esposizione prende avvio
02.433403
da un primo strepitoso nucleo di
opere degli anni dieci, oli rarissimi e mai sino ad oggi riuniti in
numero così elevato, paesaggi
Nunziante. Dal
connotati da esperienze formaCaravaggio
tive, ad iniziare da Cézanne,
Opere 1995-2010
che sfociano in quelli successivi
La mostra raccoglie le venticinque
degli anni venti dove l’esperienopere che Antonio Nunziante
za cézanniana si somma a una
sintesi derivata dalla conoscenza ha appositamente realizzato
di Piero della Francesca, meditato lavorando su alcuni particolari
sulla monografia di Roberto Lon- dell’opera di Caravaggio L’estasi
di San Francesco d’Assisi,
ghi del 1927. E, a seguire, quelli
esposta nell’ala di Isotta del
degli anni trenta in cui Morandi
raggiunge una grandezza autono- Castel Sismondo a Rimini in
contemporanea-Castel Sismondo,
ma e risultati altissimi. Ingresso
Rimini-Info:
gratuito-Da martedì a venerdì
dalle 15 alle 19, sabato e domenica www.studioesseci.net
dalle 10 alle 19-Fondazione Ferrero, Alba, Cuneo-Info:
www.studioesseci.net
musica arte
Sabato 8
Laura Bono
Cantautrice rock, partecipa alla
55° Edizione del Festival di San
Remo con il brano Non credo nei
miracoli, vincendo la categoria
giovani-Alcatraz, via Valtellina
n°21/27, Milano-Info:
www.alcatrazmilano.com
Venerdì 14
Ardecore
Appuntamento a Firenze, presso
la Sala Vanni per il live degli
Ardecore. Il gruppo è nato da
un’idea del cantautore folk blues
Giampaolo Felici insieme alla
band Zu e al cantante chitarrista
Geoff Farina. L’idea nasce dal
desiderio di riportare a nuova vita
i brani della tradizione popolare
romana, riarrangiati da musicisti
jazz e rock-Sala Vanni, piazza del
Carmine 14, Firenze-Info:
www.savethedate.it
Sabato 15
Quintorigo
English Garden
Tornano sulle scene musicali i magici Quintorigo con un
disco che segna un’ulteriore,
importante scommessa nella loro
affascinante e sempre cangiante
carriera. La factory Quintorigo si è
rimessa di nuovo al lavoro: dopo
aver vinto il Top Jazz nel 2009
come miglior formazione jazz
dell’anno, per il nuovo progetto
la band ha composto un disco
completamente in lingua inglese
e chiedendo ad una delle attrici/
cantanti icone del momento, Juliette Lewis, di suggellare con la
sua unica e sensuale voce ad alcuni brani del loro nuovo album,
English Garden-TPO, via Casarini
17/5, Bologna-Info:
www.quintorigo.com
Dal 16/1 al 5/2
Cavalleria rusticana Pagliaci
Di Pietro Mascagni e Ruggero
Leoncavallo, i due più celebri atti
unici del verismo italiano in una
nuova produzione scaligera-Teatro alla Scala, via Filodrammatici
2, Milano-Info:
www.teatroallascala.org
32
Fino al 10/1
Fino al 16/1
Fino al 2/2
Fino al 27/2
Giorgione e l’enigma
del carro
Il ricco allestimento, oltre cinquanta opere, intende ricreare il
clima di rapporti che Giorgione
aveva con la città di Padova e
muove da uno dei massimi dipinti: La Tempesta. Sempre al clima
culturale del tempo rimandano i
riferimenti al sapere e agli studi
scientifici tanto evoluti nella
Padova nel XVI sec. Particola-
Da Canova a
Modigliani
Il volto dell’800
Canova e Modigliani. Personalità
che più diverse non si può, così
come diversissimo è il mondo
che rappresentano. Eppure tra i
due non passa più di un secolo,
cent’anni, un soffio nella storia.
Canova, rendendo sublime il
gusto per la perfezione classica,
idealizza i potenti che ritrae,
trasformandoli in moderni dei di
un nuovo Parnaso. Modigliani allungando i colli, come non aveva
osato nemmeno Parmigianino,
propone, in pittura, una nuova
dimensione che sembra fare sintesi della modernità di Picasso
e Matisse. Non a caso, entrambi
proiettai sulla scena internazionale, il primo per committenza e
consacrazione, il secondo perché
italiano a Parigi, come de Nittis
o Boldini-Tutti i giìorni dalle 9.30
alle 19.30-Palazzo Zabarella, via
degli Zabarella 14, Padova-Info:
www.zabarella.it
Fino al 20/3
Dal Nero al non colore
Mostra di Ennio Finzi
Un centinaio le opere proposte,
molte di grande dimensione, a
coprire un percorso che va dagli
anni ‘50 ad oggi.-Villa Contarini,
Piazzola sul Brenta, Padova-Info:
www.studioesseci.net
Fino al 27/3
Parigi, gli anni
meravigliosi
Impressionismo contro Salon
La mostra è l’occasione per rivalutare alcuni artisti dei Salon
parigini, messi in ombra dai più
famosi colleghi impressionisti. Il
Salon accoglieva artisti francesi
o provenienti dagli altri paesi
d’Europa e da oltreoceano, le cui
produzioni artistiche culminavano ogni anno in una grande esposizione. La mostra di Rimini è un
momento per ripercorrere anno
dopo anno la produzione artistica
del Salon di Parigi e degli Impressionisti francesi: opere realizzate
da Ingres, Bonnat, Bouguereau,
Gerome, Couture e altri artisti
vengono affiancate ai più famosi
impressionisti come Cézanne,
Monet, Bazille, Renoir, Degas,
Van Gogh, Gauguin-Da lunedì a
venerdì dalle 9 alle 19, sabato e
domenica dalle 9 alle 20-Castel
Sismondo, piazza Malatesta,
Rimini-Info:
www.lineadombra.it
Fino al 1/5
Il tredicesimo
testimone
Dentro l’ultima cena di Leonardo
Il tredicesimo testimone è concepito come uno strumento di
analisi del capolavoro vinciano,
conservato nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie
a Milano, e condurrà i visitatori
a relazionarsi in prima persona
con l’opera leonardesca. Accanto
a momenti di approfondimento e
di analisi storico-filologiche, l’allestimento privilegerà il canale
emozionale, attraverso un percorso multimediale e interattivo.
La visita offrirà la possibilità di
scegliere fra tre differenti livelli
di partecipazione: uno più tradizionale, di tipo cinematografico,
in cui si visioneranno informazioni e contenuti multimediali
seguendo uno schema impostato
come un racconto; uno intermedio, interattivo, in cui il visitatore
strutturerà il proprio percorso
di scoperta e comprensione del
capolavoro attingendo in maniera
autonoma alle varie possibilità di
approfondimento; infine, un livello maggiormente attivo e partecipativo, nel quale si avrà la possibilità di raccogliere e condividere
immagini e dettagli del percorso
attraverso un database, che si arricchirà grazie al contributo delle
persone-Dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 18.30-Castello di
Vigevano, Pavia-Info:
www.leonardoevigevano.it
Novecento Sedotto
Il fascino del Seicento tra le
due guerre da Velazquez a
Annigoni
’esposizione propone un’indagine sul tema della riscoperta
novecentesca del Seicento, che ha
avuto il suo apice nell’ambiente
culturale fiorentino per trovare riscontri negli artisti romani legati
alla rivista «Valori Plastici» e nel
gruppo milanese di «Novecento».
La mostre propone 50 opere di autori italiani e internazionali che,
a cavallo fra le due guerre, hanno
vissuto il fascino della pittura seicentesca. Tra gli artisti in mostra
annoveriamo Giorgio De Chirico,
Primo Conti, Achille Fucini ,
Pietro Annigoni, Artemisia Gentileschi, Jusepe de Ribera, Diego
Velázquez-Villa Bardini, costa
San Giorgio 2, Firenze-Info:
www.agi.it
Dal 3 al 6/2
Affordable Art Fair a
Milano
Arriva a Milano, dopo il successo
di Londra, Parigi, Bruxelles, New
York, Sydney, Melbourne The Affordable Art Fair. Ciò che la contraddistingue è un nuovo modo
di far conoscere l’arte in maniera
divertente e informale. L’obiettivo
è quello di rendere l’arte contemporanea accessibile a tutti, per
dimostrare che non è necessario
essere un esperto, un gallerista
o un milionario per iniziare una
propria collezione d’arte. È questa
la filosofia che contraddistingue
The Affordable Art Fair, la più
famosa e interessante fiera d’arte
per le opere con un limite di prezzo-Superstudio Più, via Tortona,
Milano-Info:
www.affordableartfair.it
varie
8 e 9/1
Esposizione
Internazionale Felina
Tradizionale appuntamento con
i mici più belli del mondo, che
giunge alla sua 43esima edizione.
In esposizione al Padova Fiere,
appuntamento con circa 600
gatti-Fiere di Padova, via N. Tommaseo 59, Padova-Info:
www.abcfiere.com
venezia
non potrà che essere
un buon
2011
From PDF
facebook: Burger King Trieste
viale XX settembre 25, Ts, 040.767380
33
treviso
NTWK
gennaio
musica
Giovedì 6
La mirra, l’incenso e
l’oro
Coro Ad Oriente, i canti natalizi
della tradizione antica-Ore 16.30Chiesa di Santa Maria Maggiore,
Treviso-Info:
www.comune.treviso.it
Giovedì 13
Sinan
Compagnia Botega
Sinàn è uno spettacolo autobiografico liberamente ispirato alla
vita di un mercenario genovese
che con l’ingegno riuscì a sovvertire il proprio destino diventando
pascià di chi lo aveva reso prigioniero e condannato. Ancora danza contemporanea, break-dance,
acrobatica e contaminazioni
impensabili che si fondono tra
di loro in un’atmosfera all’inizio
seria e profonda che sfocia poi nel
più puro divertimento autoironico
e leggero ma di alta qualità-Ore
20.45-Teatro Careni, Treviso-Info:
www.teatrispa.it
Dal 19 al 25/1
ricerca si inoltra nella dimensione degli oggetti, tra quotidianità
e memoria. Adone Brugnerotto si
L’elisir d’amore
dedica alla pittura fin da giovaCon i Vincitori del XL Concorso
nissimo partecipando alle iniziaInternazionale per Cantanti Toti
Dal Monte. Al termine della terza tive della Fondazione Bevilacqua
La Masa di Venezia. L’ambiente
recita, verrà assegnato il Premio
industriale ha avuto una influenBellussi destinato al miglior inza determinante sulla sua ricerca
terprete scelto tra i vincitori del
artistica fino ai lavori più recenti,
Concorso Toti Dal Monte a giuche appaiono come grandi forme
dizio del pubblico presente alle
rappresentazioni-Teatro Comuna- nere che invadono il campo bianco-Da mercoeldì a domenica dalle
le, Treviso-Info:
15 alle 24-Ca’ Lozzio, via Maggiore
www.teatrispa.it
di Piavon, Oderzo, Treviso-Info:
www.calozzio.com
teatro
Martedì 1/2
La bottega del caffè
Ciò che caratterizza questo capolavoro goldoniano è l’estrema
concretezza con cui sono fuse
l’evocazione dello sfondo ambientale, il dipanarsi dell’intreccio imperniato su pettegolezzi, manie,
stravaganze, imbrogli e finzioni, e
il disegno geniale d’un carattere,
quello di don Marzio-Ore 20.45Teatro Careni, Treviso-Info:
www.teatrispa.it
arte
Fino al 9/1
Mirella e Adone
Brugnerotto
Mirella Brugnerotto ha insegnato
Pittura nelle Accademie delle
Belle Arti di Bologna, Torino e
Venezia, dove attualmente è titolare della cattedra di Decorazione. Nel 1986 espone su invito alla
XLII Biennale di Venezia. La sua
Fino al 15/1
Carlo Scarpa e la
forma delle parole
Si tratta della prima mostra dedicata alla grafica di Carlo Scarpa
(1906-1978), in particolare al suo
disegno di caratteri e all’impaginazione delle scritte nelle architetture e nelle opere a stampa del
grande maestro-Da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18, sabato dalle
9 alle 13-Centro Carlo Scarpa,
Archivio di Stato di Treviso, via
Pietro di Dante 11, Treviso-Info:
www.carloscarpa.it
mi anni Sessanta, verso indagini
sulle vocazioni espressive di materie radicalmente diverse e per
entrambi di impiego non tradizionale nella produzione artistica. A
ciò si è aggiunta per loro la prassi
comune di progettare e realizzare
gruppi di opere tipologicamente
omologhe, dotate di due qualità
tipiche dell’arte programmata, e
più specificamente cinetica, come
la mutevolezza percettiva -Museo
Civico di Santa Caterina, piazzetta Mario Botter, Treviso-Info:
www.museicivicitreviso.it
Fino al 27/2
Il secondo ‘900 tra
Venezia e le Dolomiti
Springolo, de Pisis, Cadorin,
Barbisan, Pizzinato, Music,
Zigaina
interpretazione-Villa Brandolini
centro culturale F.Fabbri, piazza
Libertà 7, Solighetto, Pieve di Soligo, Treviso-Info:
www.studioesseci.net
Fino al 13/3
Il pittore e la modella
Da Canova a Picasso
L’esposizione intende rifare il
percorso che ha portato la donna,
modella per artisti, dall’anoCento opere, molte inedite e con
importanti prestiti da Ca’ Pesaro e nimato e quindi dai margini
dall’Accademia dei Concordi, per della società e dalla cultura, al
documentare l’intrecciarsi di dif- centro dell’attenzione dei pittori
e della vita artistica europea, a
ferenti filoni creativi, il formarsi
ed evolversi di universi linguistici partire dall’epoca neoclassica
e spunti immaginativi nuovi, tal- fino agli anni ‘60 del Novecento. Questo itinerario consente
volta sotterraneamente collegati
alla grande pittura di tradizione. di ripercorrere la storia dell’arte
europea dell’800 e del ‘900 con
Fermenti che contagiano anche
un particolare taglio storico/critiMaestri dalla personalità consoco, osservando come sia mutato
lidata. Lo scorso anno, sempre a
sguardo degli artisti e la loro
Sara Campesan e Ben Villa Brandolini, Oltre il paesag- lo
stessa percezione del mondo. Un
gio puntava ad esemplificare il
Ormonese
paesaggio interiore, sublimazione peso rilevante nel percorso espoLa mostra è il terzo evento del
sitivo è dedicato, ovviamente, a
e superamento di quello reale.
ciclo biennale sul tema unico
Picasso, il pittore che più di ogni
dell’Arte programmata e cinetica Nel paesaggio indaga invece
altro ha trattato il tema, durante
le diverse ipotesi creative e le
in ambito veneto. I due artisti
tutta la sua attività-Da lunedì a
molteplici indagini contemporapresenti, Sara Campesan e Ben
giovedì dalle 9 alle 19, da venerdì
neamente sviluppatesi proprio
Ormenese, hanno impostato
a domenica dalle 9 alle 20-Casa
a partire da un più ravvisabile
inizialmente le loro ricerche in
dei Carraresi, via Palestro 33,
pittura sulle possibili innovazioni rapporto con il mondo fenomeni- Treviso-Info:
in fatto di colore e materia del di- co concepito come spunto e occa- www.ilpittoreelamodella.it
pinto, orientandole però, nei pri- sione di sempre nuove e diverse
possibilità di invenzione e di
Fino al 13/2
21ve AUSONIA MONKEY’S PARTY
La festa della Scimmia / Rock and roll, 60’s, Alternative
music (Ingresso Liberissimo, addirittura 2x1 fino alle 23 !!!)
22sa SUPER BALKAN
Riva Traiana 1 - Trieste
Dal vivo : KRASKI OCJARI
In consolle : Stoner (Ingresso libero - Consumazione Obbligatoria)
ve
28 G.L.E.E. Il ritorno di Anthony The Crazy Horse
(Ingresso 5 euro)
8sa BUON ANNO DA RADIO FRAGOLA
29sa AUSONIA ELETTRONICA Dal vivo : GLITCH !!!
(Ingresso libero - Consumazione Obbligatoria)
Da Mercoledì 12.1 - Tutti i mercoledì
Tutti i Dj della Radio nel primo Fragola Party del 2011 - Dal
Vivo : RAGE AGAINST THE MACHINE TRIBUTE BAND
ve
Warm Up : NACHO
(Ingresso libero - Consumazione Obbligatoria)
YOU LIVE KARAOKE
Il primo Karaoke con Band dal Vivo!!!!!
Ogni mercoledì il nuovo talento sei tu
Dal vivo : WILD ONES + J’ACCUSE + MY SPACE INVADERS / Dj Per ogni serata selezioniamo un vincitore
Set Jack Rabbit Slim (Ingresso libero - Consumazione Obbligatoria che si aggiudicherà un viaggio per due
persone nella finalissima di Marzo!
Ingresso completamente gratuito per i soci TsIsRock)
14 TRIESTE IS ROCK PARTY 1.1
sa
15
Finalmente in collaborazione con Etnoblog:
NITE
4
IXIS
Dal vivo : MAD PROFESSOR / SKA-J /
PLAYA DESNUDA / ROCK AND ROLL KAMIKAZE
Mettiti in lista e scegli la tua canzone :
[email protected] - 348 1631007
Anticipazioni: FLOWER POWER ft MODULO 100 -
A grande richiesta : TUTTI I VENERDÌ TICKET TO
JAMAICA - DJ COLOR NITE - CARNEVALE BERIMBAU HORACE ANDY (tbc)
info: [email protected] www.radiofragola.com/ausonia FM 104.5 - 104.8
34
musica
Sabato 8
Paolo Sereno
Al Piancavallo Jazz Festival
Paolo è riconosciuto come uno
dei migliori chitarristi acustici
fingerstyle della nuova generazione-Auditorium comunale,
Piancavallo, Pordenone-Info:
www.paolosereno.com
Sabato 15
The Hacienda
Cinque giovanissimi ragazzi della periferia di Firenze, in concerto al Deposito-Deposito Giordani,
via Prasecco 13, Pordenone-Info:
www.depositogiordani.it
Alice nel paese delle
meraviglie
La meravigliosa favola di Alice
in un family show per adulti e
bambini, che unisce la poesia
del mondo infantile ai significati
simbolici più profondi. Suggestioni di luci e colori, costumi
spettacolari e effetti visivi di
grande impatto-Ore 20.30-Palasport Forum, via Fratelli rosselli,
Pordenone-Info:
www.azalea.it
pordenone
Mercoledì 26
Andrea Bacchetti
Ritorna alla Fazioli Concert Hall
un pianista davvero unico nel
panorama italiano: il genovese
Andrea Bacchetti, ex straordinario enfant prodige, oggi pianista
di rilevo internazionale. Andrea
Bacchetti si presenta a Sacile
con un inedito programma che
percorre tre secoli di musica
italiana, arricchiti nella parte
settecentesca da una selezione di
sonate dello spagnolo Soler-Ore
20.45-Fazioli Concert Hall, via
Ronche, Sacile, Pordenone-Info:
www.fazioliconcerthall.com
Martedì 1/2
Hello Dolly!
Hello Dolly! è uno dei più grandi
musical di tutti i tempi. Solo a
Broadway al suo debutto superò
le 3’000 repliche, facendo incetta
di premi e stabilendo un record
con ben 10 Tony Award (gli Oscar
del Teatro). Il brano del titolo diventò ben presto una hit internazionale grazie anche al film con
Barbra Streisand . Hello Dolly!
divenne poi uno dei film musicali più costosi della storia e vinse
tre Premi Oscar-Ore 21-Auditorium Moro, via Traversagna 4,
Cordenons, Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
Mercoledì 2/2
Licia Lucas
Martedì 18
Il Flauto Magico
Secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio
Riletto, smontato, reinventato,
rielaborato in sei lingue e a ritmo
di jazz, rap, mambo, pop come
se l’opera di Mozart facesse parte
di tutte le culture musicali di
Piazza Vittorio-Ore 20.45-Teatro
Comunale G. Verdi, viale Martelli
2, Pordenone-Info: www.comunalegiuseppeverdi.it
Martedì 25
Beethoven
Il Quartetto di Cremona e Andrea Lucchesini presentano
un programma interamente
beethoveniano. C’è anche un
vero e proprio scoop di carattere
musicologico, una novità assoluta che Lucchesini propone per
la prima volta in questa tournèe
italiana. Si tratta infatti di una
inedita versione cameristica del
meraviglioso Quarto Concerto
op.58 di Beethoven, a quel tempo
predisposta solo all’uso privato
del principe Lobkowitz, il quale
aveva ascoltato la versione originale del concerto per grande
orchestra e desiderava riproporlo
in versione cameristica nel suo
palazzo viennese nel marzo
1807. Questa rarità viene ora
riproposta per la prima volta da
allora-Ore 20.45-Teatro Comunale G. Verdi, viale Martelli 2,
Pordenone-Info: www.comunalegiuseppeverdi.it
Licia Lucas è protagonista di
un’intensa carriera, che la vede
solista a fianco di più di 50 diverse orchestre sinfoniche europee,
statunitensi e dell’America Latina. Inprogramma la sonata op.
143 di Schubert, le Variazioni su
un tema di Paganini di Brahms,
due Sonetti del Petrarca di Liszt,
la quarta Ballata di Chopin e la
Grande Fantasia Triunfal sobre
o Hino Nacional Brasileiro di
Gottschalk-Ore 20.45-Fazioli
Concert Hall, via Ronche, Sacile,
Pordenone-Info:
www.fazioliconcerthall.com
Hello Dolly!
Vedì martedì 1/2-Ore 20.45-Teatro
Verdi, via Umberto I, Maniago,
Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
teatro
Dal 6 al 9/1
Commedia dell’Arte
Lo stage partendo da una breve
introduzione storica sulla Commedia dell’Arte introduce i partecipanti alle tecniche espressive
della Commedia dell’Arte ed alle
tecniche di improvvisazione. Con
Carlo Boso-Compagnia di Arti &
Mestieri, Ex Cartiera nel Parco di
S. Valentino, Pordenone-Info:
www.compagniadiartiemestieri.it
Sabato 8
ITIS Galileo
ITIS Galileo è teatro no profet.
È l’occasione per ragionare di
scienza mal digerita sui banchi
di scuola, di argomenti ben
portati da filosofi, maghi, preti e
scienziati circa il modo di immaginare l’universo, di spiegare l’attrito e di far l’oroscopo. Galileo
Galilei e gli altri. Di e con Marco
Paolini-Ore 20.45-Teatro Comunale, via Leonardo da Vinci 1,
Zoppola,Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
bergamasca Sezione Aurea-Ore
17-Auditorium Concordia, via Interna, Pordenone-Info:
www.ortoteatro.it
Domenica 9
Mercoledì 19
Con quattro fortunate edizioni
alle spalle, un crescente successo
di pubblico e tante soprese ancora da...svelare, torna anche per
questa stagione, l’atteso appuntamento con Favole in festa, la
manifestazione che per una giornata intera trasforma il teatro in
un grande contenitore di storie,
all’insegna del gioco, della fantasia e delle emozioni. Correndo
da un foyer all’altro, piccoli e
adulti potranno ascoltare le fiabe, inventarle, costruirle e magari portarle...a casa, dare vita
a storie e personaggi, lasciarsi
trasportare in mondi incantatiTeatro Comunale G. Verdi, viale
Martelli 2, Pordenone-Info:
www.comunalegiuseppeverdi.it
Come in tutte e farse di un maestro della comicità come Ray
Cooney, vizi e debolezze umane
danno lo spunto per creare un
meccanismo irresistibile di situazioni esilaranti che finiranno per
implodere una dopo l’altra-Ore
21-Auditorium Moro, via Traversagna 4, Cordenons, PordenoneInfo: www.ertfvg.it
Favole in festa 2011
A passi pici, pici
“Arilo, el xe sonà”... Quante volte
abbiamo sentito questa frase?
Una sentenza che non lascia
scampo... magari emessa in
modo superficiale, solo in base
all’apparenza. In realtà le persone bisogna conoscerle a fondo
prima di giudicarle. A volte la
verità viene a galla con calma:
a passi pici, pici appunto-Ore
16-Auditorium Concordia, via
Intena 2, Pordenone-Info:
www.fitapordenone.it
Giovedì 13
Caracreatura
Dall’omonimo romanzo di Pino
Roveredo, una pièce che colpisce direttamente al cuore. Sul
palco c’è una madre che inizia
il racconto di una vita normale
di sacrifici e affetto profondo. Al
centro c’è un figlio, amatissimo,
che si osserva crescere con mille
aspettative fino al giorno terribile della scoperta che la caracreatura ha gettato via il futuro per
pochi attimi di felicità artificialeOre 20.45-Auditorium Centro
Civico, piazzale Zotti, San Vito al
Tagliamento, Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
Chat a due piazze
A qualcuno piace
carta
Ci sono dei costumi di carta che
raffigurano grandi cantanti e
grandi personaggi italiani e stranieri; dietro c’è lui, straordinario performer, a dar vita a questi
costumi ripetendo movenze e tic
di questi personaggi, rendendo
tutto esilarante. Di e con Ennio
Marchetto-Ore 21-Teatro Zancanaro, viale Zancanaro, Sacile,
Pordenone-Info: www.ertfvg.it
Dal 21 al 23/1
Roman e il suo
Cucciolo
Con Alessandro Gassman
Portato al successo in teatro da
Robert De Niro, a New York, e incentrato sui contrasti tra ispanici
e statunitensi e sul mondo della
droga, questo testo, riscritto e riadattato da Edoardo Erba, è stato
ambientato al Casilino, tra i traffici di italiani e rumeni per droghe
e prostituzione. L’operazione non
tradisce il testo originale americano che fa appunto coesistere personaggi di diverse razze, culture,
religioni, qui ammassati in uno
dei tanti palazzoni della periferia
romana-Ore 20.45, domenica
ore 16-Teatro Comunale G. Verdi,
viale Martelli 2, Pordenone-Info:
www.comunalegiuseppeverdi.it
Dal 14 al 16/1
Domenica 16
Il lupo e i sette
capretti
Teatro per bambini. Compagnia
Martedì 25
Musicanti
Sonata a Cosimina
Nato da una canzone scritta da
Massimo Venturiello per Tosca
e presentata da lei al festival di
Sanremo nel 2007, Musicanti è
uno spettacolo in cui una tessitura drammaturgica, intrecciandosi con musiche e canti di varia
provenienza, dà vita a un racconto che sa di paese, di banda, di
festa. Una festa lontana, di altri
tempi, che occupa un posto solo
nella memoria di generazione
ormai mature, una festa religiosa
italiana e nel contempo, di tutto il
bacino mediterraneo, il cui sacro
e il profano si mescolano, esorcizzando la morte, aggregando,
eccitando, commuovendo-Ore
20.45-Teatro Pier Paolo Pasolini,
via Piave 16, Casarsa della Delizia, Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
Mercoledì 26
Musicanti
Vedi martedì 25-Ore 20.45-Teatro
Verdi, via Umberto I, Maniago,
Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
27 e 28/1
La stanza
Di Harold Pinter
Prima prova teatrale di Harold
Pinter, del 1957, La stanza è un testo prototipo di molti dei temi che
dominano l’opera migliore del
drammaturgo: una donna chiusa
in un appartamento di un oscuro
caseggiato e il suo silenzioso
marito sentono la loro casa misteriosamente minacciata da presenze enigmatiche, da sospetti e
preoccupanti personaggi in stato
di guerra psicologico. L’aria della
stanza si addensa, si carica di incertezza, di ansia, di violenza-Ore
20.45-Teatro Comunale G. Verdi,
viale Martelli 2, Pordenone-Info:
www.comunalegiuseppeverdi.it
Sabato 29
Il Misantropo
Uno dei grandi classici del teatro
di tutti i tempi riletto da uno dei
più brillanti giovani protagonisti dell’attuale scena italiana: è
Il misantropo di Mario Perrotta,
uno dei capolavori di Molière,
qui in una scena completamente
nuda dove è il gioco degli attori
a compiere il miracolo del teatro
e con pochissimi accorgimenti
al testo viene restituita una contemporaneità esemplificatrice.
Il Misantropo è il protagonista
Alceste intransigente idealista,
che conduce la sua vita senza
false ipocrisie, non piegandosi
mai a compromessi, incapace
di conciliare la propria eticità
con le consuetudini sociali-Ore
20.45, domenica ore 16-Teatro
Comunale G. Verdi, viale Martelli
2, Pordenone-Info: www.comunalegiuseppeverdi.it
di profonda riflessione, ma anche
di grande ilarità-Ore 20.45-Auditorium Centro Civico, piazzale
Zotti, San Vito al Tagliamento,
Pordenone-Info:
www.ertfvg.it
Come il grano fra i
sassi
Domenica 23
Rumori fuori scena
Universalmente riconosciuta
come una delle migliori commedie degli anni ‘80, di Michael
Frayn-Ore 16-Auditorium Concordia, via Intena 2, Pordenone-Info:
www.fitapordenone.it
Gli attori provenienti dall’accademia Nico Pepe di Udine porteranno sul palcoscenico la storia
di due emigranti friulani, un lui
e una lei, alle prese con tutti i
disagi, gli incontri e gli scontri
cui li costringe il percorso, visti
attraverso quella lente poetica e
struggente che è il loro amore. Per
la rassegna Impronte: tracce del
presente-Ore 21.15-Teatro Pileo,
Prata di Pordenone-Info:
www.teatriassociati.org
Fuori tempo
Il nuovo spettacolo della Banda Osiris
La Banda Osiris ha ormai assunto la condizione di classico,
Ben Hur
incantando diverse generazioUna storia di ordinaria peni per l’originalità, la fantasia e
la vitalità dei loro spettacoli. E
riferia
dopo 30 anni di esistenza, questi
In Ben hur si affronta il tema
dell’immigrazione e del razzismo musicisti, attori, cantanti, mimi e
in modo nuovo e brillante. Gianni ballerini, continuano a manteneClementi riesce a presentare temi re, sostenuti da un professionadi attualità con grande semplicità lità rigorosa, la stessa creatività
suscitando nel pubblico momenti e freschezza dei primi tempi-Ore
35
pordenone
NTWK
gennaio
20.45-Cinema Teatro Miotto, viale
Barbacane 15, Spilimbergo, Pordenone-Info: www.ertfvg.it
e il dubbio
Io ballo da sola (1996, 118’, 35
mm); L’assedio (1998, 94, 35 mm’).
Di Bernardo Bertolucci-Ore 19.15;
21.15-Cinemazero, piazza Maestri
del lavoro 3, Pordenone-Info:
www.cinemazero.org
nel mosaico,nelle grandi opere
quali ad esempio le ferrovie per
l’Austria o la Transiberiana in
Russia-Corte Europa, Spilimbergo, Pordenone-Info: 0427.91461
>>articolo a pag. 20
Martedì 25
Bertolucci: L’ultimo
imperatore
1987, 162’, 35 mm. Di Bernardo
Bertolucci-Cinemazero, piazza
Maestri del lavoro 3, PordenoneInfo: www.cinemazero.org
Martedì 1/2
Domenica 30
Intrigo
Lo spettacolo è una spumeggiante pochade che si svolge nel
periodo di Carnevale in una casa
della borghesia medio-alta negli
anni venti. I personaggi sono una
coppia di coniugi un po’ annoiati dalla routine, l’amico di lui,
l’amica di lei, il maggiordomo e
la cameriera-Ore 16-Auditorium
Concordia, via Intena 2, Pordenone-Info:
www.fitapordenone.it
Bertolucci: Tre film
Il tè nel deserto (1990, 137’, 35
mm); Il canale (1966, 12’, video);
Agonia (1969, 28’, da Amore e rabbia, 35 mm)-Cinemazero, piazza
Maestri del lavoro 3, PordenoneInfo: www.cinemazero.org
arte
Fino al 9/1
Giuseppe Ragogna
La poesia del colore
L’Amministrazione comunale di
Aviano vuole rendere omaggio ad
un suo illustre concittadino, GiuIl senso politico e sociale, oltre
seppe Ragogna. Nato ad Aviano
che didattico, di questa operazionel 1902, apprende da subito gli
ne, che nasce per i banchi di scuoelementari insegnamenti dell’arla e si sviluppa come una lezione
te alla scuola locale di disegno.
frontale, risiede non solo nei
Seppur contrastato dalla famicontenuti storici e filosofici a cui
glia, allievo dell’illustre Tiburzio
si fa riferimento, ma soprattutto
nell’esempio morale offerto dalla Donadon, inizia la sua attività di
decoratore nelle chiese del vicino
Arendt osservatrice: un modello
Veneto, per passare successidi equilibrio, di implacabilità
nell’essere dolorosamente ogget- vamente a Modena alla scuola
tiva e nel sottolineare duramente del professor Grandi, il celebre
restauratore del Ministero delle
le verità taciute da entrambe le
Belle Arti. Nel 1927, si trasferiparti processuali-Ore 20.45-Ausce a Roma dove apre uno studio
ditorium Centro Civico, piazzale
nella capitale. Da allora la critica
Zotti, San Vito al Tagliamento,
comincerà ad interessarsi a lui.
Pordenone-Info: www.ertfvg.it
Si spegne a Trevignano Romano,
Don Chisciotte
il 29 ottobre 1993, nello stesso
Il Teatro Incerto, dopo aver pregiorno, l’Amministrazione vuole
sentato il Don Chisciotte in una
inaugurare la mostra in onore
versione per ragazzi, ritorna sul
dell’illustre pittore-Martedì dalle
testo di Cervantes in un’esilaran- 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, da merte riscrittura per gli adulti che,
coledì a venerdì dalle 16 alle 19,
com’è nello stile delle commedie sabato e domenica dalle 10 alle 13
della compagnia, unirà momenti e dalle 15 alle 19-Palazzo Menedi comicità a spunti di riflessione- gozzi, Aviano, Pordenone-Info:
Ore 20.45-Teatro Verdi, via Umwww.comune.aviano.pn.it
berto I, Maniago, Pordenone-Info:
Presepi artigianali
www.ertfvg.it
L’iniziativa rientra nella 7° edizione del Progetto Giro Presepi in
Friuli Venezia Giulia 2010/2011Castello di Guardia, via dei pellegrini, Porcia, Pordenone-Info:
www.proporcia.it
La banalità del male
INVIATECI LE VOSTRE DATE
[email protected]
TANTI AUGURI cinema
Lunedì 10
DI UN BUON
2011
DRINK DOLCIUMI CAFFETTERIA
TABACCHI RICARICHE TELEFONICHE
PARTITE IN DIRETTA SKY
TRIESTE, via Carducci 2c, 040.361800
36
Bertolucci: La luna
Del 1979, 140’. Di Bernardo Bertolucci. Ingresso libero per i soli
possessori della tessera della
Mediateca-Ore 20.45-Mediateca
Pordenone di Cinemazero-Info:
www.cinemazero.org
Martedì 11
Bertolucci: la certezza
e il dubbio
La tragedia di un uomo ridicol
(1981, 116’, 35 mm); La via del
petrolio (1965-1966, video). Di
Bernardo Bertolucci-Ore 19.15;
21.15-Cinemazero, piazza Maestri
del lavoro 3, Pordenone-Info:
www.cinemazero.org
Martedì 18
Bertolucci: la certezza
Fino al 16/1
Fotografia,memoria e
identità
nell’emigrazione dello spilimberghese
La mostra, curata da Walter Liva
presenta circa 130 fotografie, larga parte delle quali sono preziosi
originali d’epoca: le immagini
raccolte narrano l’epopea del
fenomeno migratorio dello spilimberghese da fine Ottocento
sino agli anni ’50 del XX secolo,
così da rappresentare l’intervallo più significativo di tale storica
circostanza. I nostri corregionali si sono misurati all’estero
nelle più disparate attività:le
fotografie ne documentano l’impiego in Sudamerica nel settore
agricolo, in Europa nell’edilizia,
nel terrazzo, nelle costruzioni,
Fino al 23/1
Sulle rive del Gange
Fotografie di Irene Beltrame
Mostra organizzata dal Centro
Iniziative Culturali e da Presenza
e Cultura Pordenone. Tutti i volti,
le persone e i paesaggi sono filtrati attraverso la sensibilità della
fotografa che, in queste immagini, riesce a trasmettere la ricca
umanità di chi, di volta in volta,
capita davanti all’obiettivo, nelle
diverse ore del giorno e della sera,
nei luoghi che conducono o sono
sulle rive del fiume-Da lunedì a
venerdì dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 18, domenica dalle 10.30
alle 12.30 e dalle 16 alle 19-Spazio
Foto del Centro Culturale Casa A.
Zanussi, via Concordia 7, Pordenone-Info: www.centroculturapordenone.it
>>articolo a pag. 20
L’altra città
La nostra città è sempre altra,
perché è in continuo divenire:
cambiano gli abitanti e le componenti razziali, muta la facies
urbana, si trasformano le abitudini di vita portandosi dietro un
differente modo di frequentare
gli spazi pubblici e di concepire il
rapporto fra centro e periferia. La
nostra città, al tempo stesso, non
è mai altra da noi, anche quando
vorremmo che lo fosse: perché ne
facciamo parte e le sue dinamiche
ci coinvolgono, pretendono da
parte nostra un’espressione di responsabilità. L’estraneità alle sue
problematiche è un lusso che non
ci possiamo permettere. A queste
forme complementari di alterità
hanno ispirato alcune loro opere
gli artisti presenti in mostra-Da
martedì a venerdì dalle 16 alle 19,
sabato e domenica anche dalle
10.30 alle 12.30-Ex convento di
San Francesco, piazza della Motta, Pordenone-Info:
www.amicidellacultura.it
Fino al 30/1
Monografica su Jim
Goldberg
Prima volta in Italia
Fotografo statunitense della Magnum, recente vincitore del Premio Cartier Bresson. Un progetto
che riunirà oltre 300 foto, video,
oggetti, testi, per condensare tutte le principali tappe della carriera artistica di Goldberg-Galleria
d’Arte Moderna e Contemporanea
Armando Pizzinato, PordenoneInfo: www.studioesseci.net
Corrado Cagli e il suo
Magistero
Mezzo secolo di arte ita-
pordenone
liana dalla scuola romana
all’astrattismo
panorama montano. L’obiettivo
attento del fotografo gioca con
La mostra sarà costituita da un’in- il fuori fuoco rivelando dettagli
troduzione monografica su Cagli, che, spesso, la fretta quotidiana,
la vita cittadina ci hanno reso
in cui si ripercorrerà, attraverso
circa sessanta opere, l’intero suo distanti. Angoli di natura ripresi
in condizioni di luce particolari,
percorso artistico. Corrado Cagli
paesaggi all’alba e al tramonto,
(1910-1976) fu uno dei maggiori
distese di fiori, boschi e torrenti,
artisti e intellettuali italiani del
secolo scorso. Questa mostra ren- animali in atteggiamenti curiosi
o che si mettono in bella mostrade omaggio non solo all’artista,
Cinemazero, Aula Magna Centro
ma anche e soprattutto alla sua
Studi, Pordenone-Info:
grande versatilità intellettuale,
che lo rese uno dei personaggi più www.cinemazero.org
straordinari e internazionali del
Novecento italiano, capace di influenzare generazioni di artisti tra
i maggiori del nostro Paese con
la sua forza creativa e il suo magistero artistico-Pordenone ARte
COntemporanea, via Bertossi 6,
Pordenone-Info:
www.comune.pordenone.it
Un tricolore lungo 50
anni
varie
Venerdì 7
Ciaspolada notturna
In giro con le ciaspole. Piana
Pinedo. Durata: 3,5 ore. Ritrovo:
ore 20.30. Centro visite Cimolais,
guida: Franco Polo-Cimolais,
Pordenone-Info: 0434.520074
Mercoledì 26
Mostra delle Frecce tricolori
La Città di Sacile ha l’onore di
ospitare la mostra itinerante dopo
il grande successo a Villa Manin
di Passariano. Palazzo Ragazzoni
e l’ex Chiesa San Gregorio proporranno ai visitatori una suggestiva selezione di immagini della
Pattuglia Acrobatica Nazionale.
Si potranno rivivere i momenti
salienti di questo lungo percorso fino all’attuale Gruppo che
da sempre ha come sua volontà
primaria il rispetto delle regole,
il legame con le tradizioni, ma
soprattutto la grande capacità di
fare squadra per raggiungere un
livello di eccellenza tutto italianoPalazzo Ragazzoni, ex Chiesa San
Gregorio, Pordenone-Info:
www.comune.sacile.pn.it
un tappeto indiano della dinastia
Gran Mogol del ‘500, arazzi del
‘500, ‘600 e ‘700 e una collezione
di tappeti cinesi. In mostra anche
reperti archeologici di provenienza asiatica e indoeuropea-Da
lunedì a venerdì dalle 15 alle 20,
sabato e domenica dalle 10 alle
20-Fiera di Pordenone-Info:
www.fierapordenone.it
Amatissima
Una serata culturale di letteratura
e musica blues dal romanzo omonimo di Toni Morrison. Claudia
Contin, voce; Gianni Massarutto, armonica. Consulenza Flavio
regia Ferruccio
Segni da un territorio Massarutto,
Merisi-Ore 20.30-Biblioteca CiMilesi, maestro veneziano del vica, sala conferenze, piazza
ritratto
XX Settembre, Pordenone-Info:
La mostra si inserisce in un
0434.520074
percorso ben preciso intitolarto Segni da un territorio, ed ha
come obiettivo la riscoperta e
Ciaspolada notturna
valorizzazione di artisti veneto/
Val Cimoliana. Durata: 3,5 ore. Rifriulani che, pur essendo giunti
trovo: ore 20.30. Centro visite Cia risultati di grande qualità nei
rispettivi campi, sono stati a torto molais, guida: Franco Polo-Cimolais, Pordenone-Info: 334.8149598
dimenticati dal pubblico e dalla
critica. Ingresso libero-Da lunedì
a venerdì dalle 8.30 alle 13.30
e dalle 14.30 alle 17.30-Palazzo
Fiera del disco
Cossetti, piazza XX Settembre 2,
Compravendita e scambio rarità.
Pordenone-Info:
Kaitag, Arte per la
Editoria musicale, esibizioni live,
www.friuladria.it
Vita
incontri e manifestazioni. Per
>>articolo a pag. 18
Tessuti ricamati in seta nel
tutti gli inguaribili amanti del
vinile un’occasione ormai storica
Daghestan
per trovare 45 iri, Extended play
La mostra presenta 65 esemplari
e Lp di tutti i generi e di tutte le
di kaitag, tessuti ricamati in seta L’immagine latente
prodotti nel Daghestan, nel Cau- Personale di Teresa Mancini. Il la- epoche assieme ad autentici pezzi
caso, provenienti da collezioni
voro fotografico di Teresa Mancini da collezione-Padiglione 1 della
private europee, molti dei quali
rientra, a pieno titolo, in una nuo- Fiera di Pordenone-Info:
del tutto inediti. Si tratta di mava filosofia della fotografia che si www.fierapordenone.it
nufatti databili dal XVII al XIX
è andata affermando negli ultimi
secolo, realizzati dalle donne
anni. Vale a dire quella tendenza
dei villaggi, usati dalle famiglie
scaturita dall’avvento del sistema
in occasione della nascita, del
digitale, nonché dall’irruzione
matrimonio e della morte dei
sulla scena di un considerevole
propri membri e tramandati di
numero di autrici donne; grazie
generazione in generazione come a queste, e non agli autori uomipatrimonio familiare. Questa
ni, oggi possiamo leggere nuovi
consuetudine di grande rispetto e linguaggi fotografici e spingerci
valore affettivo spiega la sopravverso territori dell’immagine un
vivenza nei secoli di oggetti così
tempo sconosciuti-Da martedì a
delicati, il cui numero effettivo
sabato dalle 16 alle 19-Galleria La
conosciuto rimane peraltro esiRoggia, viale Trieste 19, Pordenoguo: si stima, infatti, che siano
ne-Info:
reperibili solo poche centinaia di www.laroggiapn.it
esemplari antichi-Museo Civico
di Storia Naturale, via della Motta
16, Pordenone-Info: www.comune.pordenone.it/museostoria- Pordenone antiquaria
Mostra mercato del mobile, del di- Mercatino del Libro
naturale
pinto e del manufatto d’epoca.
Usato
La magia dei parchi
L’appuntamento di Pordenone
Immagini dalle prealpi Giulie con il valore e il fascino degli ar- Un mercatino dedicato a chi cerca, a prezzi accessibili per ogni
redi di antiquariato. Una vetrina
e dalle dolomiti friulane
borsellino, libri usati e di seconda
sulle migliori offerte di mobili,
Scorci incantevoli della terra
mano, fumetti, riviste, stampe,
friulana sono anche i protagonisti dipinti e oggettistica dal dal ‘500 figurine, cartoline e tanti oggetti
della mostra fotografica La magia ai primi del ‘900 (periodo decò),
curiosi e anche utili provenienti
dei parchi, che sarà ospitata nello in particolare: mobili, anche per
dalle soffitte-Piazza della Motta,
spazio ZeroImage di Cinemazero, esterni, argenterie, marmi, statue Pordenone-Info: 0434.540510
lignee, dipinti, arte sacra, porceluna selezione fra le settanta folane, tappeti orientali, maioliche,
tografie che Luciano Gaudenzio,
diamanti, gioielli. Molto ricca la
fotografo naturalista di origini
sezione tappeti e arazzi antichi:
pordenonesi che da diversi anni
ha scelto la sua terra natale come tra i prodotti di maggior pregio
ci sono alcuni frammenti antichi
ambiente d’elezione, ha scattato
in alcuni luoghi chiave del nostro del ‘500,’600 e ‘700 tra cui spicca
Fino al 28/2
Sabato 29
29 e 30/1
Fino al 31/1
Dall’8/1 al 3/2
Dal 15 al 23/1
Domenica 30
Il Ristorante Primo è a Trieste
in via Santa Caterina 9
040.634398
37
udine
NTWK
gennaio
musica
Fino all’8/1
Buone Feste al
Nabucco!
Per tutta la prima settimana
dell’anno, musica, degustazioni
e divertimento al Nabucco-Nabucco LallaRosa, via Torrente 18,
Tarvisio, Udine-Info:
www.nabuccotarvisio.com
Fino al 15/1
Nativitas
Centotrenta concerti sono il regalo di Natale che la coralità del
Friuli Venezia Giulia offre alla
propria regione: così Nativitas, il
festival con cui l’USCI Friuli Venezia Giulia chiude il vecchio anno
e apre quello nuovo, festeggia alla
grande il suo decennale-Luoghi
vari a Udine e provincia-Info:
www.uscifvg.it
Sabato 8
Concerto di Gloria
Con le Corali dei Rizzi,
S.Cromazio, Tre Valli Kravar e Lis
vôs dal Nadison e la partecipazione di un Quartetto d’archi con
Guido Freschi, Tiziano Michielin,
Debora Ronzini, Riccardo ToffoliOre 20.30-Chiesa di S.Antonio,
Udine-Info: www.teatroudine.it
Domenica 9
Concerto Gospel
Concerto Gospel con il gruppo
Soul Diesis-Ore 17-Sala Parrocchiale, piazza della Chiesa, Pradamano, Udine-Info:
www.comune.udine.it
Lunedì 10
Shlomo Mintz-Petr
Jiríkovský
Duo violino-pianoforte
Shlomo Mintz è uno dei maggiori
violinisti della scena internazionale. Con il pianista Peter
Jiríkovský il sodalizio artistico
si rinnova da diverse stagioni; è
quindi un duo affiatato quello che
si presenta al pubblico di Udine
in un programma dedicato a Beethoven, con tre sonate per violino
e pianoforte che raccontano bene
il suo percorso artistico. L’Op. 12 è
ancora legata al mondo di Haydn,
l’Op. 30 n. 2 risale al tempo delle
grandi sperimentazioni, l’Op. 96 è
una pagina matura che riflette le
irrequietezze formali dell’ultimo
periodo-Ore 20.45-Teatro Nuovo
Giovanni da Udine, via Trento 4,
Udine-Info: www.teatroudine.it
movimento che naviga tra le più
diverse varianti di forme e di ritmi-Ore 21-Teatro Pasolini, piazza
dell’indipendenza 34, Cervignano, Udine-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Venerdì 14
Tributo ai Sistem Of A
Down
Musica dal vivo-La Corte del Becco Fino, via Trieste 9, Udine-Info:
0432.750666
Sabato 15
Max Navarro
Nel giugno 2010 Navarro presenza come unico artista straniero al
Festival di Dobrovo, partecipa al
tour del noto artista sloveno Vlado Kreslin, e intraprende un minitour promozionale al fianco della
band slovena Ego Malfunction,
con i quali suona anche sui palchi
di Idrija e Lubiana-Ore 18.30Angolo della Musica, via Aquileia
89, Udine-Info: 0432.505745
Lunedì 17
Ravel e De Falla
Orchestra di Padova e del
Veneto
Tornano due artisti applauditi
nelle scorse stagioni. Il francese
Daniel Kawka, a suo agio nel
Novecento come nel grande repertorio romantico, è oggi uno
dei direttori più versatili della
scena internazionale. Roberto
Cominati, a diciassette anni dalla
vittoria dell’ambito Premio «Busoni», è un pianista che continua
a conquistare il pubblico con le
sue interpretazioni raffinate e
sorprendenti. Con loro i musicisti
dell’Orchestra di Padova e del
Veneto, un ente che vanta una
storia di oltre quarant’anni, per
un programma che mette a diretto confronto Manuel de Falla
e Ravel-Ore 20.45-Teatro Nuovo
Giovanni da Udine, via Trento 4,
Udine-Info: www.teatroudine.it
Sabato 22
La variante di
Lüneburg
Definiti dalla rivista Rockerilla
come una delle realtà post-punk
più ispirate per pathos estetico/
musicale, i Moth’s Tales richiamano in parte l’introspezione della
cosiddetta New Wave inglese.
Dopo tre album di cui si ricordano
le collaborazioni con la Nomadism Records e con Giuseppe Zigaina, i Moth’s Tales hanno appena
pubblicato il nuovo disco Burying
Ophelia-Ore 18.30-Angolo della
Musica, via Aquileia 89, UdineInfo: 0432.505745
My Awesome Mixtape
Musica dal vivo-Edera, via Divisione Julia 8/1, Codroipo, UdineInfo: www.p-q.it
Domenica 23
Enrico Bronzi e
Maureen Jones
La stagione 2011 dei Concerti
Aperitivo ha inizio con uno dei
più grandi violoncellisti italiani
sulla scena internazionale, Enrico
Bronzi, membro del celebre Trio
di Parma: Bronzi, accompagnato al pianoforte, sarà interprete
di un raffinato repertorio tratto
da pagine di Brahms, Chopin e
Rachmaninov-Ore 11-Sala Ajace,
Loggia del Lionello, piazza Libertà, Udine-Info: www.ofu.ud.it
Sabato 29
Viaggiatori di
passaggio
Canzoni a passo di cuore
Questo gruppo è costituito da
musicisti provenienti da varie
esperienze musicali che, mossi
dall’amore per la musica d’autore
italiana, decidono di realizzare
un progetto dedicato ad alcuni
dei più grandi cantautori italianiOre 18.30-Angolo della Musica,
via Aquileia 89, Udine-Info:
0432.505745
Pan del diavolo
Musica dal vivo-Edera, via Divisione Julia 8/1, Codroipo, UdineInfo: www.p-q.it
Domenica 30
Hanna Shybayeva
Pluripremiata e applaudita in
Fabula in Musica
tutto il mondo, affronterà un proQuale amore o compassione
gramma classico e impegnativo
si può provare per un pezzo di
su musiche di Chopin, Debussy,
scacchi sacrificato al gioco?. Nel
Schumann e Rachmaninov-Ore
giardino di una splendida villa,
11-Sala Ajace, Loggia del Lionello,
in mezzo a un’enorme scacchiera piazza Libertà, Udine-Info:
di marmo e ardesia, giace il corpo www.ofu.ud.it
del facoltoso proprietario: un
colpo di pistola ha messo fine alla
sua vita. Omicidio? Suicidio? DiBloodshot Bill
sgrazia? Il bestseller internazioOne man band rock’n\’roll d’altri
nale di Paolo Maurensig, scritto
nel 1993, viene adattato per il tea- tempi-Giddy up diner, Manzano,
Udine-Info: 0432.1799014
tro dallo stesso Maurensig e raggiunge finalmente il palcoscenico
nella veste di fabula in musica.
Non solo Bolero
Una veste insolita, certo inattesa,
Compagnia Mvula Sungani
che vede brillare il fascino senza
Un intreccio di storie dal sapore
tempo di Milva-Ore 20.45-Teatro
etnico ispirato a grandi opere
Nuovo Giovanni da Udine, via
come la Carmen di Prosper
Trento 4, Udine-Info:
Mérimée, i Carmina Burana di
www.teatroudine.it
Il brutto anatroccolo
Carl Orff, Amores di Ovidio ed il
In una terra ghiacciata, una caBolero di Ravel. L’idea è quella di Criminal Jokers
setta di legno ospita un omino
raccontare in modo cinematogra- I Criminal Jokers da Pisa, con il
vecchio e magro, il signor Hans,
fico, la vita e le storie di persone
loro disco d’esordio It was suppoe i suoi due aiutanti, il signor
comuni mediante grandi opere
sed to be the future hanno sconTric e la signora Trac. In questo
musicali e letterarie reinterpretate volto la scena indie italiana-No
rifugio caldo e sicuro, al centro
e trasfigurate da Sungani con la
fun/La cantina, viale Palmanova
sua visione contemporanea della 42, Udine-Info: www.myspace. del gran tappeto su cui siedono
gli spettatori di questo spettacolo
vita. Il racconto prosegue senza
com/nofunudine
ideato per i bambini piccolissimi,
soluzione di continuità entrando
il signor Hans fa nascere la favola
Moth’s Tales & Tony
ed uscendo dalle melodie con
del brutto anatroccolo. Teatro per
rispettosa disinvoltura. La trama Longheu
Sono un gruppo rock alternativo, bambini-Ore 15 e ore 17-Teatro
coreografica è un caleidoscopio
Nuovo Giovanni da Udine, via
formatosi a Udine nel 2002.
di colori ed emozioni creato dal
Martedì 11
Mercoledì 2/2
teatro
Domenica 9
38
Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
Martedì 11
Soldatini pieni di
piombo
Soldatini pieni di piombo racconta allora in un grottesco talk show
televisivo il crudele sfruttamento
Caracreatura
dei bambini nei conflitti armati
Dall’omonimo romanzo di Pino
del nostro tempo. Bambini che
Roveredo, una pièce che colpiatrocemente sopravvivono ai loro
sce direttamente al cuore. Sul
genitori trucidati nei villaggi atpalco c’è una madre che inizia
taccati dalle truppe di guerriglia
il racconto di una vita normale
e che vengono reclutati come
di sacrifici e affetto profondo. Al
soldati in erba sui fronti di guerra
centro c’è un figlio, amatissimo,
che di continuo si accendono
che si osserva crescere con mille
nell’Africa sud-sahariana. Bambiaspettative fino al giorno terribile ni che diventano in pochi minuti
della scoperta che la caracreatura di violenza cieca orfani, ragazzi
ha gettato via il futuro per pochi
sopravvissuti destinati a un fuattimi di felicità artificiale-Ore
turo che lascerà su di loro ferite
20.45-Teatro Luigi Bon, via Pafisiche e psicologiche difficili da
trioti 29, Colugna, Tavagnacco,
superare-Ore 20.45-Auditorium
Udine-Info: www.ertfvg.it
Candoni, via XXV Aprile, Tolmezzo, Udine-Info: www.ertfvg.it
Dall’11 al 13/1
Burano - primo atto
Venerdì 14
Uno spettacolo semplice e divertente di cantastorie e burattini,
per bambini-Nei plessi scolasticiUdine-Info: www.cssudine.it
Vedi giovedì 13-Ore 20.45-Teatro
Benois De Cecco, via 29 ottobre 1,
Codroipo, Udine-Info:
www.ertfvg.it
La storia del Gatto
Dal 12 al 15/1
Dona Flor e isuoi due
mariti
Una dolce fanciulla si sposa con
uno sciupafemmine (bohèmien,
giocatore, alcolista). Alla morte
del mascalzone, dopo un anno di
sofferta vedovanza, si risposa con
un farmacista (mite, religioso,
conservatore). Tutto scorre placidamente, forse troppo, e lo spirito
tumultuoso del primo marito decide di fare ritorno… Un’esilarante
e struggente metafora dei nostri
desideri più segreti: così Emanuela Giordano introduce la sua Dona
Flor, incarnata da Caterina Murino, fedelissima alla forza visionaria e all’incandescente ilarità del
capolavoro di Amado-Ore 20.45Teatro Nuovo Giovanni da Udine,
via Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
Giovedì 13
Fuori tempo
Fuori tempo
Soldatini pieni di
piombo
Vedi giovedì 13-Ore 20.45-Auditorium Alla Fratta, via I. Nievo, San
Daniele del Friuli, Udine-Info:
www.ertfvg.it
14 e 15/1
Bestiale improvviso_
prima ipotesi
I Santasangre mettono a punto
installazioni meccaniche, strutture olografiche, estetiche degli
ambienti, musiche tecnologiche.
Sono i Santasangre, una compagnia teatrale nata nel 2001. Hanno scelto il marchio Santasangre
per l’identificazione con l’omonimo film di Alejandro Jodorowsky
e per puntualizzare il fondamento
di corpo e sangue, ma anche di
media e di realtà virtuale-Ore 21
e ore 22-Teatro San Giorgio, via
Quintino Sella, Udine-Info:
www.cssudine.it
Lunedì 17
Il nuovo spettacolo della Ban- Thom Pain
Di Will Eno. Raccontando di sé,
da Osiris
La Banda Osiris ha ormai assunto la condizione di classico,
incantando diverse generazioni per l’originalità, la fantasia e
la vitalità dei loro spettacoli. E
dopo 30 anni di esistenza, questi
musicisti, attori, cantanti, mimi e
ballerini, continuano a mantenere, sostenuti da un professionalità rigorosa, la stessa creatività e
freschezza dei primi tempi-Ore 21Teatro Sociale, via XX Settembre
1, Gemona del Friuli, Udine-Info:
www.ertfvg.it
continuamente a metà tra memoriae paura, si abbandona ad altre
storie, a barzellette, tenta giochi
di prestigio, deviando in apparenza dal filo del suo discorso-Ore
20.45-Teatrorsaria, Premariacco,
Udine-Info: www.ertfvg.it
Dal 17 al 22/1
Rapporto su La
banalità del male
Lo spettacolo affronta il tema della memoria storica basandosi sul
noto saggio di Hannah Arendt, La
banalità del male. L’adattamento
teatrale è costituito sia da contenuti storici e filosofici, sia dalla
amara consapevolezza che la
capacità di giudizio che ci distoglie dal commettere il male non
deriva da una particolare cultura
ma dalla capacità di pensare-Nelle aule scolastiche, Udine-Info:
www.cssudine.it
Giovedì 20
Ben Hur
Una storia di ordinaria periferia
In Ben hur si affronta il tema
dell’immigrazione e del razzismo
in modo nuovo e brillante. Gianni
Clementi riesce a presentare temi
udine
di attualità con grande semplicità suscitando nel pubblico
momenti di profonda riflessione,
ma anche di grande ilarità-Ore
20.45-Auditorium Comunale, Lestizza, Udine-Info:
www.ertfvg.it
Vedi sabato 22-Ore 20.45-Teatro
Gustavo Modena, via Dante 16,
Palmanova, Udine-Info:
www.ertfvg.it
Dal 26 al 30/1
Donna Rosita nubile
Di Federico García Lorca
Sabato 22
Due uomini e un
cullo
Due uomini e un cullo è la risposta del teatrino del Rifo a questi
tempi di convivenze per solitudine, di Dico scomparsi, di coppie
di fatto senza diritti, di matrimoni multietnici tabù, di unioni gay
scomunicate, di figli nati dentro
e fuori dal matrimonio, di bambini concepiti naturalmente e di
nuove creature della fecondazione assistita. Una commedia che
Giorgio Monte e Manuel Buttus
presenteranno per la prima volta
in forma di spettacolo dopo un
percorso di scrittura e letture
sceniche in progress che ha permesso a Due uomini e un cullo di
prendere forma, sera dopo sera,
spettacolo dopo spettacolo-Ore
21-Teatro San Giorgio, via Quintino Sella, Udine-Info:
www.cssudine.it
Infinite o sfinite?
Miracoli delle donne d’oggi
In questo spettacolo Dio è una
donna. E neanche giovane.
Contrariamente al trend del
momento è una Signora di mezza età.Fa miracoli ma anche i
conti con le rughe, che nel suo
caso sono eterne, e come si sa
all’eternità non c’è rimedio. Non
è magra perché tende a espandersi come l’universo. E’ terribile
ma anche insicura, perché una
donna, anche se è Dio, fa fatica
a crederci-Ore 20.45-Biblioteca
Guarneriana, via Roma 4, San
Daniele del Friuli, Udine-Info:
www.ertfvg.it
Ben Hur
Vedi giovedì 20-Ore 20.45-Teatro
Mons. Gelindo Lavaroni, piazza
Marnico 20, Artegna, Udine-Info:
www.ertfvg.it
La vita di una donna, trent’anni
della sua vita, si consumano
davanti al nostro sguardo. Allo
stesso modo, nell’arco di un solo
giorno, si consuma l’altra protagonista della storia: una rosa
mutabilis. Federico Garcia Lorca
scrive un poema leggero: lascia
che il tempo, come nei flussi
narrativi cechoviani, rompa le
regole, comprimendosi e dilatandosi. Raccontando agli spettatori
sia il corto circuito tra memoria
e quotidianità sia, con profondo
lirismo, una grande storia d’amore. Adattamento e regia di Lluís
Pasqual-Ore 20.45, domenica
ore 16-Teatro Nuovo Giovanni da
Udine, via Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
Giovedì 27
Don Chisciotte
Il Teatro Incerto, dopo aver presentato il Don Chisciotte in una
versione per ragazzi, ritorna sul
testo di Cervantes in un’esilarante riscrittura per gli adulti che,
com’è nello stile delle commedie
della compagnia, unirà momenti
di comicità a spunti di riflessione-Ore 20.45-Teatro Benois De
Cecco, via 29 ottobre 1, Codroipo,
Udine-Info: www.ertfvg.it
Alla ricerca dello zio
Coso
A qualcuno spariscono le parole
come se niente fosse, qualcun altro sostiene che la seconda guerra mondiale è come se niente
fosse, anzi è niente perché non è
mai successa: gli eserciti? Sfilate
di moda. Gli ebrei? Lagne e barzellette. Il coso narrante incontra
il coso negazionista durante un
viaggio per l’Ungheria e prende il
coraggio di scrivere la propria, di
storia, quella della sua famiglia
in bilico fra Ungheria, Toscana,
Roma e Israele, e quella dello
zio Coso, quello vero. Una satira
antinegazionista che fa riflettere
e divertendo inquieta. Con Paolo Fagiolo e Marcela Serli-Ore
21-Teatro Palamostre, piazza p.
Diacono 21, Udine-Info:
www.teatroclubudine.it
Venerdì 28
Opera radicale di estrema modernità, il De Rerum Natura é un immenso poema sulla natura delle
cose. Racconta la sottomissione
umiliante dell’uomo alle illusioni, alle leggi della paura, alle credenze inutili, alle superstizioni,
mettendo a nudo il suo sacrificio
ai meccanismi dell’alienazioneOre 21-Lo Studio, via Fabio di
Maniago 15, Udine-Info:
www.arearea.it
Don Chisciotte
Vedi giovedì 27-Ore 20.45-Teatro
Italia, via Grillo 1, Pontebba,
Udine-Info: www.ertfvg.it
Domenica 30
La piccola
fiammiferaia
Spettacolo per bambini. La piccola fiammiferaia di Andersen
ci permette di confrontarci con
temi come la povertà, l’amore negato e la morte-Ore 15 e 17-Teatro
San Giorgio, via Quintino Sella,
Udine-Info: www.cssudine.it
A Nord della
primavera
Spettacolo per bambini. Un
viaggio a dorso di un’oca. Per
raccontare il tempo e le stagioni
che passano e tornano sempre
diverse. Attori, narrazioni e
immagini-Sala Romana, piazza
Capitolo, Aquileia, Udine-Info:
www.ertfvg.it
Lunedì 31
Don Chisciotte
Vedi giovedì 27-Ore 20.45-Teatro
Comunale Odeon, via Vendramin, Latisana, Udine-Info:
www.ertfvg.it
Martedì 1/2
Donna non
rieducabile
Ho scritto Donna non rieducabile adattando in forma teatrale
brani autobiografici ed articoli di
Anna Politkovskaja, dice l’autore
Stefano Massini. Anna non era
una militante politica, era una
giornalista. Una giornalista e
una donna, senza alcuna mira
di potere o altro, se non quello
di portare avanti, con tenacia
e determinazione, il proprio
mestiere-Ore 20.45-Teatro Luigi
Bon, via Patrioti 29, Colugna, Tavagnacco, Udine-Info:
www.ertfvg.it
La storia è nota e tra le più conturbanti: in un’oscura foresta
una strega, apparentemente
bellissima, attira a sé con la dolcezza due bambini abbandonati
per poi… mangiarseli. E’ la storia
di due inermi bambini che devono affrontare terribili adulti, che
devono imparare a dar valore
alle loro capacità e a trionfare
sul male-Ore 17-Teatro Nuovo
Giovanni da Udine, via Trento 4,
Udine-Info:
www.teatroudine.it
Il senso politico e sociale, oltre
che didattico, di questa operazione, che nasce per i banchi di
scuola e si sviluppa come una
lezione frontale, risiede non solo
nei contenuti storici e filosofici a
cui si fa riferimento, ma soprattutto nell’esempio morale offerto
dalla Arendt osservatrice: un
modello di equilibrio, di implacabilità nell’essere dolorosamente oggettiva e nel sottolineare
duramente le verità taciute da
entrambe le parti processualiOre 20.45-Auditorium Comunale,
Lestizza, Udine-Info:
www.ertfvg.it
della giuria al Premio Riccione
2007: il racconto di un grande
amore che si infrange nella quotidianità. Interpreti d’eccezione
sono Anna Maria Guarnieri e
Luciano Virgilio, moglie e marito
ai giorni nostri in una qualsiasi
città e protagonisti di un bizzarro
ménage-Teatro Pasolini, piazza
dell’indipendenza 34, Cervignano, Udine-Info:
www.cssudine.it
Giovedì 20
Donna non
rieducabile
Bertolucci: L’ultimo
imperatore
Vedì martedì 1/2-Ore 20.45-Auditorium Alla Fratta, via I. Nievo,
San Daniele del Friuli, UdineInfo: www.ertfvg.it
Dal 2 al 5/2
L’arca
Nouveau cirque
Musica, danza, arte circense e
multimedialità per dare una scossa alle coscienze più intorpidite.
Per convocare tutti noi al capezzale del pianeta, un pianeta che
soffre, e farci chiedere: come possiamo riempire, oggi, L’arca? Sette
artisti della compagnia canadese
L’Arsenal, usciti dalla maggiore
scuola di nouveau cirque, impugnano uno scottante messaggio
etico/ecologista e ne fanno pura
poesia. Uno show memorabile,
creato in occasione dell’Anno
Internazionale della Biodiversità,
dove i linguaggi espressivi del terzo millennio trovano un emozionante punto di sintesi-Ore 20.45Teatro Nuovo Giovanni da Udine,
via Trento 4, Udine-Info:
www.teatroudine.it
cinema
Vedi giovedì 27-Ore 21-Teatro Sociale, via XX Settembre 1, Gemona del Friuli, Udine-Info:
www.ertfvg.it
Sabato 29
Infinite o sfinite?
De Rerum Natura
Don Chisciotte
Domenica 23
La storia di Hansel e
Gretel
Off-Label
Mercoledì 12
Bertolucci: La luna
Del 1979, 140’. Di Bernardo Bertolucci. Ingresso libero per i soli
possessori della tessera della
Mediateca-Ore 17.30-Mediateca
Mario Quargnolo, Udine-Info:
www.cecudine.it
La banalità del male
Giovedì 13
Mercoledì 2/2
Antonio e Cleopatra
alle corse
Storia tragicomica, insolita e appassionante, quella di Antonio e
Cleopatra alle corse, uno dei testi
più belli scritti da Roberto Cavosi, vincitore del premio speciale
Bertolucci: la certezza
e il dubbio
La tragedia di un uomo ridicol
(1981, 116’, 35 mm); La via del petrolio (1965-1966, video). Di Bernardo Bertolucci-Ore 19.30; 21.30Cinema Visionario, via Asquini
33, Udine-Info:
www.cecudine.it
Bertolucci: la certezza
e il dubbio
Io ballo da sola (1996, 118’, 35
mm); L’assedio (1998, 94, 35 mm’).
Di Bernardo Bertolucci-Ore 19.30;
21.30-Cinema Visionario, via
Asquini 33, Udine-Info:
www.cecudine.it
Giovedì 27
1987, 162’, 35 mm. Di Bernardo
Bertolucci-Cinema Visionario, via
Asquini 33, Udine-Info:
www.cecudine.it
Giovedì 3/2
Bertolucci: Tre film
Il tè nel deserto (1990, 137’, 35
mm); Il canale (1966, 12’, video);
Agonia (1969, 28’, da Amore e rabbia, 35 mm)-Cinema Visionario,
via Asquini 33, Udine-Info:
www.cecudine.it
arte
A gennaio
La storia dell’arte
raccontata in Museo
La nuova iniziativa, che partirà a
gennaio 2011, si chiama La storia
dell’arte raccontata in Museo e si
sviluppa attraverso sette lezioni
che vogliono ripercorrere le vicende del Novecento attraverso le opere della Galleria d’Arte
Moderna di Udine-Galleria d’Arte
Moderna, via Ampezzo 2, UdineInfo: 0432.295891
39
udine
NTWK
gennaio
Fino al 6/1
concorso aperto a tutti i designers
e gli architetti del territorio friulano per la progettazione di un
Il mondo di Escher
trono originale ed inedito, natuIl maestro della grafica e
ralmente da costruirsi in legno.
dell’incisione
Le Gallerie del Progetto hanno
Il mondo di Escher propone al
seguito con interesse e curiosità
pubblico un’ampia selezione dei
l’attività dell’Asdi Sedia ed hanno
lavori più noti e suggestivi di
collaborato con l’ente per allestire
Escher e, con essi, l’essenza del
questa mostra che presenta, racsuo pensiero e del suo lavoro:
conta e testimonia il lavoro fatto.
figure impossibili, paesaggi inL’esposizione si sviluppa nelle
gannevoli, prospettive invertite,
architetture irreali, mosaici fanta- sale espositive di Palazzo Morstici, che incantano e affascinano purgo dove, per la prima volta,
accanto al trono, ai materiali util’osservatore. L’arte di Escher è
come il riflesso di un viaggio che lizzati ed alle immagini della sua
realizzazione, vengono presentati
si compie in due direzioni opposte, contemporaneamente: figure anche tutti i progetti che sono
stati elaborati per il concorso-Da
che scendono in un ininterrotto
martedì a venerdì dalle 15 alle 18,
salire e che salgono scendendo;
sabato e domenica dalle 10.30 alle
cielo e terra, notte e giorno, aria
19-Gallerie del Progetto, via Sae acqua non sono che un’univorgnana 12, Udine-Info:
ca cosa. Considerato il grande
successo riscontrato con l’evento www.udinecultura.it
Bianco&Nero, si è deciso di proIl lungo addio
lungare l’apertura dell’esposizio- La testimonianza fotografica
ne-Fino al 22 dicembre da lunedì dell’immigrazione italiana in
a venerdì dalle 15 alle 19, sabato
Svizzera. Una storia dai risvolti
e domenica dalle 10 alle ore 20;
molte volte dolorosi, spesso a
dal 23 dicembre al 6 gennaio
lieto fine e che passa attravertutti i giorni dalle 10 alle 20-Casa so pagine nere che parlano di
Colombatti Cavazzini, via Cavour xenofobia, di leggi opprimenti,
14, Udine-Info:
di umiliazione e rifiuto. Questa
www.turismofvg.it
retrospettiva nasce dal desiderio
di approfondire un legame bilaterale che non era ancora stato
percepito in questo modo e, prima
Arrigo Poz
che vengano dimenticate, queste
Nel Cuore della Storia del
immagini vorrebbero riaprire un
Friuli
capitolo di storia comune fra due
La mostra vedrà esposte compaesi confinanti e illuminarla per
plessivamente circa 90 opere
farla conoscere. Ingresso liberodell’artista friulano a carattere
Da martedì a venerdì dalle 15 alle
sia religioso che profano nelle tre 18, sabato e domenica dalle 10.30
sedi. Nella Chiesa di Sant’Antonio alle 19-Gallerie del Progetto, via
Abate a Udine saranno esposti
Savorgnana 12, Udine-Info:
per la prima volta in assoluto cir- www.udinecultura.it
ca 30 studi preparatori originali,
a grandezza naturale, delle favolose vetrate che l’artista ha realizzato in particolare nelle chiese del Cosimo Miorelli
Nato a Biella nel 1986, cresciuto a
Friuli Venezia Giulia. Nella preTopolò, nelle Valli del Natisone,
stigiosa sede di Villa Caiselli di
da alcuni anni vive a Venezia.
Cortello, nel Comune di Pavia di
Udine, saranno esposte opere pit- Artista grafico freelance, illustratoriche: ritratti, paesaggi e scene tore con la passione per i comics
e per le performance di disegno
di vita quotidiana, ciascuna corredata dal bozzetto o dallo studio dal vivo in occasione di concerti
(Les Tambours de Topolò, Etta
preparatorio che l’ha preceduta
Aman Tribute, Cian). Si cimenta
con l’obiettivo, anche didattico,
di illustrare al pubblico il metodo con successo anche nell’animazione e nella scultura-Dalle 16 alle
di lavoro dell’artista. A Bicinic24-Circolo Navel, piazza Ristori,
co, nella sala polifunzionale del
comune, saranno invece esposte Cividale del Friuli, Udine-Info:
le opere dell’artista ai suoi esordi www.navel.fvg.it
e, in particolare, quei ritratti di
persone comuni che hanno fatto
da coro alla sua crescita artistica
e che sono perfettamente rintracciabili nella gente del luogoVilla Caiselli di Cortello, Pavia di
Udine-Info: 0432.646111
Fino al 7/1
Fino al 13/1
Collettiva artistica
Mostra degli artisti della galleria:
Music, Khoromay,Appel, Hermann Nitch, Pizzinato, Vedova,
Rampin, Sergio Sarri, Luigi Veronesi, Licata, Spacal, Luciano Chinese e altri. L’esposizione varierà
nei giorni-Dalle 16 alle 19.30 da
martedì a sabato-Galleria Nuovo
Spazio, via Manin 6, Udine-Info:
[email protected]
Fino al 9/1
La cattedra papale
Tradizione, arte e ingegno
Il progetto del trono papale è
nato nell’autunno del 2009 e ha
portato alla realizzazione della
Cattedra papale utilizzata da
Benedetto XVI durante la messa
del 2 maggio 2010 a Torino. Nel
dicembre 2009 è stato indetto un
40
Fino al 16/1
Scatti di memoria
venzonese 1920/1950
Il percorso espositivo si avvale di
95 fotografie inedite realizzate da
Aurelio Majaron (Venzone 1902Udine 1990) appassionato cultore
di fotografia, pur esercitando la
professione di capostazione di
Venzone dal 1940 al 1965. In esse
ritroviamo luoghi, persone e momenti di vita quotidiana che ci
offrono un eloquente quadro di
vita venzonese quasi un lembo di
storia dal 1920 al 1950. L’interesse
primario di questi scatti, che
appartengono alla memoria collettiva è quasi sempre la persona
o le persone, immerse nel loro
contesto-Da venerdì a domenica
dalle 15 alle 19, sabato e domenica anche dalle 9 alle 13-Palazzo
Orgnani Martina, Venzone,
Udine-Info:
www.provenzone.it
Rassegna di presepi
Oltre 100 splendidi presepi creati
da artisti e artigiani, realizzati
con svariati materiali. In collaborazione con le Pro Loco RegionaliFestivo: dalle 10.00 alle 12 e dalle
15 alle 18; feriale: dalle 15 alle ore
18-Sala della Chiesa S. Pio X, via
Mistruzzi 1, Udine-Info:
www.udinecultura.it
Arte e Artisti nella
Cividale del ‘900
Uno straordinario viaggio tra i
segni e i gesti di grandi artisti cividalesi, per celebrare i 140 anni
della Società Operaia di Mutuo
Soccorso ed Istruzione di Cividale. Molte e preziose sono le firme
degli Artisti presenti all’importante mostra, che sarà notevole
motivo d’attrazione culturale, durante le festività-Sabato e festivi
dalle 10 alle 18, feriali dalle 10 alle
13-Chiesa di Santa Maria dei Battuti, Borgo di Ponte, Cividale del
Friuli, Udine-Info: www.comune.cividale-del-friuli.ud.it
>>articolo a pag. 15
Fino al 28/1
12 Mesi per 12 Artisti
Collettiva d’arte, Calendario 2011,
con l’Associazione culturale Quadrante Arte-Da lunedì a venerdì:
dalle 8.45 alle 12.15, lunedì e
giovedì: dalle 15.15 alle 16.45-via
Pradamano 21, Udine-Info:
www.udinecultura.it
natura del tempo. I caprioli di
stella, opere realizzate interamente in legno dei boschi di Stella,
vivono una vita propria in rapporto con il paesaggio dove vengono
abbandonati: nei boschi, nei
prati e lungo i torrenti perche’ gli
agenti atmosferici ogni giorno
possano continuare a plasmarliMonastero di Santa Maria in Valle, Cividale del Friuli, Udine-Info:
www.comune.cividale-delfriuli.ud.it
Il presepe delle suore
Orsoline
Tra le mura dell’antico Monastero
di Santa Maria in Valle per decenni si è ripetuta la tradizione di
allestire il presepe delle Orsoline,
tradizione che è stata ripresa,
dopo un periodo di assenza da
Cividale del Presepe, proprio dal
Dicembre 2004 e nell’ambiente
originario, ovvero al di sotto del
campanile della Chiesa di San
Giovanni Battista, presso l’antica
lavanderia delle Orsoline-Monastero di Santa Maria in Valle, Cividale del Friuli, Udine-Info:
www.cividale.com
Presepi a Gemona
Durante il periodo natalizio a
Gemona del Friuli è possibile
seguire un interessante Percorso
dei presepi. A margine, la mostra
Presepi da collezione. La mostra
vuole regalare un’immagine esaltante per creatività e forme della
nascita di Gesù attraverso i materiali con i quali si può realizzare
un presepio. Una statuina, un
animale, una casetta possono essere realizzate con le tecniche più
disparate-Gemona, Udine-Info:
www.prolocofriulinordest.it
so la sala didattica della Galleria
d’Arte Moderna di Udine Dove,
un’antologica di venti opere
appartenenti agli ultimi venti
anni di lavoro. Dai dipinti dei
primi anni Novanta a Meridiano zero sino al più recente ciclo
Dove, Sedmach ha mantenuto
inalterata l’attenzione per uno
spazio rarefatto e contemplativo,
in definitiva tutto mentale. Le
opere dell’artista si distinguono
per la riduzione estrema degli
elementi formali e per un’idea di
sospensione visivamente tradotta dai sottilissimi valori tonali
del grigio e dalla modulazione
sapiente della luce. Su tele in
genere dal formato orizzontale,
così da assecondare l’ampiezza
della visione, Sedmach costruisce
ambienti difficili da definire e
pervasi da un’atmosfera sospesa
e atemporale-Dalle 17.30 alle 17,
chiuso martedì-Galleria d’Arte
Moderna di Udine, via Ampezzo
2, Udine-Info:
www.comune.udine.it
Dal 19/12
Gabriele Demarin in
mostra
Il lavoro di Fontface, inizialmente
prettamente urbano, viene presto
portato nelle gallerie dove il progetto prende delle forme e colori
diversi da quelli della stradaBar Visionario, via Asquini 33,
Udine-Info:
www.zombiesvideo.com
Fino al 31/1
Calendari
dell’Avvento
Si tratta di uno tra i più grandi
Calendari dell’Avvento all’aperto,
composto da 24 pannelli di plexiglas dipinti secondo i temi biblici
Arte a/e confronto
da altrettanti artisti di chiara
Rassegna di arte
fama (come Arrigo Poz, Claudio
contemporanea
Mario Feruglio, Toni Zanussi...). I
Una rassegna pensata fin dal suo
pannelli saranno installati fra le
inizio, nel 2004, per avvicinare i
arcate del chiostro, permettendo
cittadini dei centri minori all’arte
con la loro trasparenza la naturacontemporanea. Una mostra mole e simbolica continuità fra il denografica con l’obiettivo di omagambulatorio e il giardino del chiogiare i grandi artisti del ‘900 della
stro stesso. I pannelli verranno
nostra Regione. Nel confronto si
svelati quotidianamente secondo
intende stimolare e sviluppare
la giornata di pertinenza, offrennel visitatore un maggiore spirito
do così un importante cammino
critico nella convinzione che la
di avvicinamento al Natale. Dal
pluralità sia l’unico strumento
25 dicembre tutte le opere svelate,
di conoscenza e di indagine del
assieme alla natività che verrà apmondo. Una delle caratteristipositamente allestita (anch’essa
che peculiari della rassegna è di
in plexiglas) al centro del giardiproporre un continuo confronno, costituiranno un’importante
to anche all’interno dell’evenesposizione artistica-Basilica
to medesimo, invitando artisti
della Beata Vergine delle Grazie,
affermati ed emergenti, giovani
Udine-Info: 347.9494567
e di maggiori esperienze, capaci
di inscenare una dialettica di
Palma sentinella del
grande efficacia e stimolo-Centro Friuli
Civico, Cervignano del Friuli,
Milizie Veneziane nel 17°
e Sala medievale, castello di
secolo
Strassoldo, Udine-Info: orietta.
Mostra a cura del Comune di
[email protected]
Palmanova-Assessorato alla
Cultura con il contributo della
Caprioli di Stella
L’installazione artistica i caprioli Regione Autonoma FVG-Da
di Stella esce dallo spazio confor- martedì a sabato dalle 10 alle 12
me alla tradizione della galleria o e dalle 16 alle 18, domenica dalle
del museo e modifica direttamen- 16 alle 18-Polveriera Napoleonica
te lo spazio macroscopico della
di Contrada Garzoni, Palmanova,
natura. La stessa installazione
Udine-Info: www.comune.palinterviene esclusivamente nel
manova.ud.it
percorso e nella passeggiata in
mezzo alla natura, mediante l’in- Dove - mostra
tervento sul paesaggio, attuando personale di Manuela
Sedmach
una riflessione sull’uomo e sulla
l’artista triestina presenterà pres-
Fino al 30/1
Fino al 14/2
Contemporary
photographic art
Mostra fotografica di Alberto
Quoco. Ogni 15 giorni saranno
esposte nuove fotografie-Caffè
Contarena, via Cavour, UdineInfo: 0432.512741
Fino al 27/2
Udesign
La mappa dell’industria di
Design in Friuli
Il nome scelto per la mostra, visitabile fino al 27 febbraio 2011,
gioca su un doppio significato.
Udesign, infatti, da una parte
indica il Comune quale promotore
di un’inedita ricerca sull’industria friulana; dall’altra l’imperativo inglese suona come un’affermazione e un incoraggiamento.
Questa mostra sorprenderà per
il numero e la trasversalità delle
aziende selezionate. Un fatto
che, di per sé, dimostra che a
dispetto della crisi molte aziende
si stanno muovendo coraggiosamente sul terreno dell’innovazione di prodotto, riconvertendo la
propria produzione, chiamando
i designer a collaborare, inventando nuovi servizi-Da venerdì a
udine
domenica dalle 15 alle 19, oppure
su appuntamento-Ex chiesa di
San Francesco, piazza Venerio,
Udine-Info: 0432.271603
Fino al 6/3
Munch e lo spirito del
Nord
Scandinavia nel secondo
Ottocento
Specialmente dedicata al paesaggio, ma ben raccolta anche
attorno al tema del ritratto e
della figura, la mostra, composta
di circa 120 dipinti provenienti
specialmente dai musei scandinavi ma anche da alcuni altri
musei sia europei che americani,
si divide in cinque sezioni. La
parte finale dedicata a Munch,
dove anche una decina di opere
su carta costituisce il necessario
contrappunto all’opera pittorica,
tocca il suo senso più alto nella
scelta che dei dipinti è stata
compiuta, per essere messi, quei
dipinti, in relazione con i pittori
scandinavi che Munch precedono-Dalle 9 alle 13.30 e dalle 14.30
alle 18. Chiuso sabato e domenica-Villa Manin, Passariano di
Codroipo, Udine-Info:
www.villamanin-eventi.it
Fino al 20/4
Intorno al Patriarca
Bertrando
Mostra accompagnata da laboratori di affresco e tessitura e da visite didattiche all’esposizione-Da
lunedì a sabato dalle 10’ alle 12,
domenica dalle 16 alle 18-Museo
del Duomo, Udine-Info:
www.provincia.udine.it
Fino al 30/9
Abitare a Iulium
Carnicum alla fine
dell’età romana
La mostra intende contribuire a
rendere comprensibili e pertanto
più familiari i risultati di una
operazione destinata alla creazione di una nuova area archeologica a Zuglio. Si tratta di una
domus romana, indagata negli
ultimi anni, che ha restituito numerosi reperti riferibili alla vita
quotidiana degli antichi abitanti.
Negli ultimi anni, infatti, il quadro delle conoscenze su Iulium
Carnicum si è notevolmente
ampliato grazie allo sviluppo di
nuove e intense attività per i beni
culturali, rese possibili dalla
forte interazione tra diversi EntiFino a febbraio, venerdì dalle 9
alle 12, domenica dalle 9 alle 12
e dalle 15 alle 18-Civico Museo
Archeologico Iulium Carnicum,
Zuglio, Udine-Info:
www.comune.zuglio.ud.it
Martedì 11
I macchiaioli
Per la serie di incontri: I momenti
importanti dell’arte italiana,
nuovo appuntamento sui machiaioli. Relatrice Alma Maranghini Berni-Ore 17-Circolo Ufficiali, via Aquileia 8, Udine-Info:
www.fondoambiente.it
Sabato 15
Udesign to Design
Role play: cos’è il Design?
Una mostra che raggruppa settori merceologici diversi, dal food
design all’alta tecnologia, dall’illuminazione al wellness, con
l’obiettivo di delineare una prima
mappa delle aziende friulane che
della cultura del progetto hanno
fatto, e fanno tutt’ora, una delle
loro istanze principali. Udesign
to Design. Role play: cos’è il Design? Gioco di ruolo con la platea
per cercare di dare insieme una
definizione, dedicato a tutti gli
operatori del settore-Ex chiesa di
San Francesco, piazza Venerio,
Udine-Info: 0432.271603
la bellezza dei più significativi
fra tali ambienti e degli animali
e delle piante che in essi vivono,
facendoci comprendere ancora
di più l’importanza di conoscerli
e tutelarli-Dalle 9 alle 13 e dalle
14 alle 17-Centro Visite del Parco,
Resia, Udine-Info:
www.parcoprealpigiulie.it
Arte e Letteratura tra
Otto e Novecento
Presepi in Villa
Un percorso guidato tra opere
d’arte e pagine di letteratura
attraverso i capolavori della
Galleria d’Arte Moderna Udine.
Cinque i percorsi proposti: Le
poetiche del vero e dell’ideale;
Dal Verismo al Futurismo; Parole
in libertà e arte in movimento;
L’arte del sogno; Surrealismo,
Metafisica; Voci e immagini del
Neoralismo; Astrazione e poesia
sperimentale negli anni Sessanta-Ore 15-Galleria d’Arte Moderna, via Ampezzo 2, Udine-Info:
www.comune.udine.it
21 e 22/1
Udesign to Design
Altri appuntamenti a margine
della mostra. Il 21 alle 17 Esperienze giovani: prove di realtà,
a cura del Gruppo Giovani API
Udine. Alle 16, il 22 Artigiani tra
design e autoproduzione a cura
di Confartigianato-Ex chiesa di
San Francesco, piazza Venerio,
Udine-Info: 0432.271603
29 e 30/1
Udesign to Design
Alle 16 del 29 Tocchi, spunti,
iperboli nel Design del Friuli
Venezia Giulia; alla stessa ora, il
giorno dopo, Il Design sostenibile come strumento di innovazione-Ex chiesa di San Francesco,
piazza Venerio, Udine-Info:
0432.271603
varie
Fino al 6/1
Borghi e Presepi
A Sutrio si possono ammirare
decine di straordinari presepi
allestiti nei cortili, accanto ai
fogolar e sotto i loggiati, tra le
vie del paese che per l’occasione sono addobbate con grandi
alberi di Natale in legno da
riciclo. A realizzarne un buon
numero sono stati artigiani di
Sutrio e dei paesi della Carnia,
ma molti provengono da altre
regioni italiane e straniere. A fare
da cornice, rappresentazioni dei
vari momenti della Natività con
personaggi in costume, degustazione di specialità tradizionali,
musica. Cuore di Borghi e Presepi è il Presepio di Teno, un’opera
eseguita nel corso di ben 30 anni
di lavoro da Gaudenzio Straulino, maestro artigiano di SutrioSutrio, Udine-Info:
www.stuidoagora.com
Fino al 9/1
Natura 2000
Habitat e specie
La Rete Natura 2000 è un importante progetto dell’Unione
Europea finalizzato alla salvaguardia della biodiversità.Le
splendide immagini dei fotografi
naturalisti Gabriele Bano, Paolo
Da Pozzo e Luciano Gaudenzio,
evidenziano le caratteristiche e
Fino al 15/1
La Mostra, la cui curatrice è
l’artista e presepiologa Lucia Castellano, dopo il successo della
prima edizione lancio, accoglierà
opere d’arte della più diversa natura. Oltre 70 le opere presepiali
presentate: originali, suggestive,
emozionanti. Diversi i materiali
utilizzati dal legno al cartoccio,
dalla pietra alla piuma, dipinti e
arazzi, mosaici, materiali naturali e poveri o riciclati, stoffe, ferro
e molto altro ancora, così come
varie le dimensioni e le tecniche
usate-Giardino di villa Manin,
Codroipo, Udine-Info:
www.prolocoregionefvg.org
Fino al 23/1
Presepi a Moggio
Da alcuni anni a Moggio Udinese, durate il periodo natalizio,
si svolge la mostra-concorso a
Moggio la Stella. Il suo successo si deve senza dubbio a una
formula azzeccata che riesce a
coinvolgere le varie realtà locali.
Tutte le associazioni del paese, i
commerciati locali e altre realtà
Moggesi lavorano in sintonia per
creare ogni anno qualcosa di
migliore e d’innovativo. Le varie
opere, circa una cinquantina per
edizione, vengono esposte presso le vetrine dei commercianti
che aderiscono all’iniziativa e
nella caratteristica Torre Medioevale antistante al complesso
abbaziale di Moggio Udinese. Il
visitatore può a suo piacimento
o fare una passeggiata in tutta
tranquillità per il paese tramite
la via dei Presepi, oppure partecipare alle varie attività natalizie
del paese. I Presepi esposti partecipano a un concorso suddiviso
per varie categorie e nei primi
giorni di gennaio i migliori vengono premiati dalla giuria in una
delle piazzette principali del paese-Moggio Udinese, Udine-Info:
www.moggiopresepi.com
Mercoledì 5
La Femenate
Antico rito legato al fuoco che si
svolge durante il solstizio d’inverno, dove si brucia il pignarul.
Degustazione di dolci e vin Brulè. Rievocazione storica dell’arrivo dei Re Magi. In varie località
dell’udinese-Info:
www.turismofvg.it
riproposto in una chiave ironica,
e a pagare il pegno il particolare
pedaggio saranno i turisti, al fine
di ottenere il diritto di passaggio
e permanenza a Sauris. il tutto allietato dal suono delle fisarmoniche e dall’ immacabile ristoro con
vin brulè, the e dolci tradizionaliSauris, Udine-Info:
www.sauris.org
5 e 6/1
le più belle location e tant’altro ancora è quello che si potrà
ammirare all’interno dei quattro
padiglioni che vengono utilizzati
per l’occasione e che sono uniti
fra di loro da un percorso caldo
e suggestivo-Sabato e domenica dalle 10 alle 20, lunedì dalle
14.30 alle 20-Udine e Gorizia Fiere
SpA, Torreano di Martignacco,
Udine-Info:
www.udinesposa.it
Epifania Friulana
II fascino misterioso della dodicesima notte, quella dell’Epifania,
ultima del periodo natalizio, ha
da sempre avvinto ed incantato le
genti d’Europa, del Mediterraneo
e del vicino Oriente, e a questa
notte è legato il folclore nelle sue
tradizioni ed espressioni più remote. Tra queste si inseriscono a
pieno titolo i fuochi epifanici del
Friuli: i pignarui (falò), fedeli ad
una ritualità ultramillenaria, le
cui origini si perdono nella notte
dei tempi. I fuochi di questa antichissima tradizione si riaccendono ogni anno con particolare
letizia e solennità a Tarcento, che
per una notte diventa la capitale
del Friuli-Tarcento, Udine-Info:
www.comune.tarcento.ud.it
Giovedì 6
Buone Feste al
Nabucco
Degustazione guidata di vini friulani con assaggi e musica-Ore 19Nabucco LallaRosa, via Torrente
18, Tarvisio, Udine-Info:
www.nabuccotarvisio.com
Domenica 9
Le magiche atmosfere
del legno
Scultura e lavorazione dal
vivo-Dalle 11.30-Val Raccolana,
Campo base Alpi Giulie, UdineInfo:www.comune.chiusaforte.ud.it
Dal 15 al 17/1
Udine sposa
La fiera del tuo matrimonio è la
più importante fiera del Friuli
Venezia Giulia dedicata a chi si
deve sposare. Proposta all’interno
del Quartiere Fieristico Udinese
la manifestazione, costantemente
cresciuta in questi anni, si sviluppa su oltre 5000 mq espositivi con
la partecipazione delle più importanti aziende di settore e con
più di 150 espositori provenienti
da tutto il Friuli, dal Veneto, Austria e Slovenia. Carrozze, auto
d’epoca, abiti da sposa e sposo,
bomboniere, ristoranti, fotografi,
Dal 27 al 30/1
Agriest
Fiera dell’agricoltura
Agriest si colloca tra le fiere agricole più quotate e professionali
del panorama espositivo Triveneto con una spiccata visibilità
sullo scenario nazionale delle
specializzate di settore. Vanta 46
edizioni che significano esperienza, qualità, attendibilità e, soprattutto, capacità di offrire agli
espositori importanti occasioni
di vendita e di contatti mirati con
operatori e imprenditori agricoli
del nord Italia e non solo. Infatti,
negli ultimi anni la rassegna ha
registrato un significativo incremento di operatori dai Paesi esteri
contermini-Dalle 9.30 alle 18.30Udine e Gorizia Fiere SpA, Torreano di Martignacco, Udine-Info:
www.agriest.it
Giovedì 3/2
La Patrie dal Friul
nella storia e oggi
Il ciclo monografico affronta il
tema della storia d’Italia vista dalla periferia: Patria e patrie, Stato e
nazione. L’argomento di oggi sarà
appunto La Patrie dal Friul nella
storia e oggi-Ore 18-Centro Culturale Paolino Aquileia - via Treppo
5, Udine-Info: 0432.414514
Fiaccolata della
Pechtra Baba
Musica folcloristica e gastronomia-Piana dell’angelo, Tarvisio,
Udine-Info: 347.3231629
Der Orsh Van der
Belin
Manifestazione suggestiva
ispirata al magico mondo delle
superstizioni e della fantasia, in
particolare legata in questo caso
al personaggio della “Bélin”,
una donna vecchia e sporca che
costringeva i saurani a baciarle
il sedere per poter oltrepassare il
confine della località e uscire dal
proprio paese. Oggi il rito viene
41
trieste
NTWK
gennaio
musica
Chupitopalooza
Si ripercorreranno i passi della
tradizione, per poi abbracciare i
nuovi orizzonti della musica del
Aperitivo musicale
tempo ricordando una Trieste in
Aperitivi musiciali con concerti
bilico tra vecchia Austria valzee musica dal vivo, con le migliori rante, teatro leggero, operetta ed
band locali e non. Ingresso libero, americanismo insinuante. Voce
super buffet offerto-Ore 19-Bar
Ornella Serafini, al pianoforte
Vatta, via Nazionale 38, TriesteCorrado Gulin, violoncello MassiInfo: 328.2192020
mo Favento-Ore 18.30-Caffè Continentale, via S.Nicolò 25, TriesteFrom Disco to Disco
Info: 340.2841104
Dj Daniele Cucinotta-Dalle 22Audace Cafe’, piazza Unità 3,
Trieste-Info: 040.3481078
Ogni mercoledì
Ogni sabato
Ogni martedì
Franco Toro e Nicole
Pellicani
Led by the Sun-Trattoria storica
triestina Antico Spazzacamino,
via delle settefontane 66, TriesteInfo: www.anticospazzacamino.com
Miguel Selecta | Hip hop dancehall night & very friendly chupito
prices, Dancehall a suon di chupito, semplice come lo vedi-Dalle 21Round Midnight, via Ginnastica
39, Trieste-Info: 040.369433
Primo divertimento
Aperitivi e cene con Zippo DjDalle 19-Bar ristorante da Primo,
via Santa Caterina 9, Trieste040.634398
Aperitivo al bar Vatta
Aperitivo dalle 19 con musica a
cura di Steve Selecter, ampio buffet offerto-Bar Vatta, via Nazionale 38, Trieste-Info: 328.2192020
La serata Indie
Forse pop ma soprattutto rock con
il djset di Rock’n’DolL-Stazione
Rogers, riva Grumula 14, TriesteInfo: www.stazionerogers.eu
Ogni giovedì
Jazz e
improvvisazione
Con i musicisti dell’Antico Spazzacamino-Ore 21-Trattoria storica
triestina Antico Spazzacamino,
via delle settefontane 66, TriesteInfo: www.anticospazzacamino.com
Live music
Oktoberfest
Ogni giovedì con offerta birra 2x1Montedoro freetime, Aquilinia,
Muggia, Trieste-Info:
www.montedorofreetime.it
Trieste Live
Ogni giovedì finalmente a Trieste dalle ore 20.30 la musica dal
vivo targata Trieste Live-Ore
20.30-Lounge Bar Sottosopra,
via Valdirivo 30/b, Trieste-Info:
347.1522481
Aperitivo
Universitario Con DJset, Music Bar & Dance Floor-dalle 19 alle 02-Stazione Rogers
54, riva Grumula 12, Trieste-Info:
www.stazionerogers.eu
Ogni venerdì
Hydro Sofa
Ogni venerdì musica live e dj set,
buffet libero-Dalle 18-Hydrocity,
via delle Beccherie 1, Trieste-Info:
338.7513099
Aperitif Rogers
Musica dal vivo con dj set Massimo, dalle 19. Dalle 22 Music bar
& Dance floor, dj Group Massimo
and Sputnik-Stazione Rogers, riva
Grumula 12, Trieste-Info:
www.stazionerogers.eu
Musica dal vivo
Musica a Montedoro-Montedoro
freetime, Aquilinia, Muggia,
Trieste-Info:
www.montedorofreetime.it
Wow
Welcom on Weekend
Musica con Dj Set-Dalle 19-Roma-
42
quattro, via Roma 4, Trieste-Info:
040.634633
Sabato 8
libero previa prenotazione-Ore
20.30-Auditorium del Conservatorio, via Ghega 12, Trieste-Info:
www.conservatorio.trieste.it
Fox o Tango? Operetta
The Panicles live
o Jazz?
Nati solo due anni fa, dopo un
viaggio spirituale di tre vecchi
amici per le campagne ed i pub
d’Inghilterra, direttamente da
Jotassassina
Pordenone arrivano i The PaIl primo sabato del mese è subito nicles. I risultati e il lavoro che
targato Jotassassina per dare il
hanno fatto in un solo biennio
giusto Welcome 2011. Tutti gli
è notevole: da gruppi spalla di
joters preparino il loro abito, o ve- importanti band della scena mustito, migliore per l’inizio di una
sicale indie rock italiana a partenuova stagione all’insegna della cipazioni a numerosi festival. A
Concerto di buon
Aperitivo
trasgressione e del divertimento. seguire l’immancabile Double G dj
Con DJset, Music Bar & Dance Flo- anno
Padrino e madrina della serata
set-Round Midnight, via Ginnastior-dalle 19 alle 02-Stazione Rogers In collaborazione con l’Associasaranno come sempre Atch e Lady ca 39, Trieste-Info: 040.369433
54, riva Grumula 12, Trieste-Info: zione Internazionale dell’OpeSiphy-Ore 23.30-Circolo Etnoblog,
www.stazionerogers.eu
retta Tu che m’hai preso il cuor.
You live Karaoke
riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
Melodie tratte dalle operette più
Il primo Karaoke con band dal
www.etnoblog.org
famose italiane e danubiane: la
vivo-Stabilimento Ausonia, riva
principessa della csardas, la VeBuon
anno
da
Traiana, Trieste-Info:
Serata musicale
dova allegra, Paganini, Al Caval- Radiofragola
www.radiofragola.com
Aperitivo con dj set tutta la seralino Bianco, Sogno di un Valzer,
Tutti
i
dj
della
radio
e
la
Rage
Audace Cafe’, piazza Unità 3,
il Paese dei Campanelli, Cin Ci là, Against Machine Tribute BandTrieste-Info: 040.3481078
Scugnizza-Ore 20.30-Palestra di
Stabilimento Ausonia, riva TraiaStef Burns
Aperitivo Afro lounge Aurisina, Trieste-Info: www.co- na, Trieste-Info:
mune.duino-aurisina.ts.it
Dopo la collaborazione che
Alle 19 l’aperitivo Afro lounge.
www.radiofragola.com
qualche anno fa ha visto Stef
Dalle 22 dj Electronic-Stazione
Ausonia
Burns a Casa della Musica con
Rogers, riva Grumula 12, Trieste- Remember Mamamia Afterhouseun fortunatissimo concerto e una
Info:
Stabilimento Ausonia, riva TraiaOpen mic night
registrazione, oggi il chitarrista è
www.stazionerogers.eu
na, Trieste-Info:
Finalmente sbarca a Trieste il
ancora a Trieste, a Casa della Muwww.radiofragola.com
Serata country
famoso show che da spazio ai gio- sica per una Clinic aperta a tutti
Musica dal vivo-Montedoro freevani artisti che vogliono mostrare i chitarristi. Stef Burns è già tra le
time, Aquilinia, Muggia, Triesteil loro talento. Ogni primo lunedì personalità di spicco della storia
Info:
del mese il Round Midnight ospi- del rock, proprio per la sua capaciPierino e il lupo
www.montedorofreetime.it
tà di affrontare sessioni in studio e
Fiaba musicale di Sergej Pro- terà i giovani talenti musicali
che vorranno esibirsi, il microtour mondiali modificando il prokofiev
fono è aperto-Round Midnight,
prio stile in base alla personalità
Ogni personaggio è rappresentaGinnastica 39, Trieste-Info:
della star che gli sta a fianco Stef
Mattine al pianoforte to da un tema musicale affidato via
040.369433
Burns è in uscito con il suo nuovo
Con Alessandro Vodopivezad un particolare strumento o
album World, Universe, InfiniOre 11-Caffè Tommaseo, piazza
insieme di strumenti. Lo scopo
Bronzi - Jones
ty, un lavoro che rappresenta una
Tommaseo 4/c, Trieste-Info:
principale di questa opera musiEnrico Bronzi e Maurine Jones
sorta di nuovo inizio di un nuovo
040.362666
cale di Prokofiev è quello di far
insieme per un recital per violoncorso nella formidabile carriera
riconoscere, soprattutto ai più
cello e pianoforte. In programa
That Sunday That Jazz piccoli, i timbri degli strumenti
del chitarrista americano-Ore 18Frydryk Chopin, Introduction et
Ogni domenica jazz, bossanova
Casa della Musica, via Capitelli 3,
dell’orchestra e capire come
polonaise brillante in do maggio& dintorni nella storica cornice
Trieste-Info: 040.307309
un’attenta selezione delle melodie re per violoncello e pianoforte op.
jazz del Round Midnight. Prima
>>articolo a pag. 24
e dei timbri possa essere usata
3; Johannes Brahms, Sonata in fa
consumazione 5 euro-Round Midper rappresentare emozioni e
maggiore op. 99; Sergej Rachmanight, via Ginnastica 39, Triestepersonalità dei personaggi di una ninov, Sonata in sol minore op.19Info: 040.369433
favol. Il tutto impreziosito da ani- Ore 20.30-Politeama Rossetti, via- Indie-pendenti rock
mazioni e pupazzi che rappresen- le 20 settembre 45, Trieste-Info:
Afro Lounge
nite
teranno i personaggi della storia. www.societadeiconcerti.net
Djset Massimo-Stazione Rogers,
Gli indie-pendenti Double G e
Tutto dal vivo-Ore 17.30-Teatro
>>articolo a pag. 12
riva Grumula 14, Trieste-Info:
Zampieri+8 selezionano la migliodei Salesiani, via dell’Istria 53,
www.stazionerogers.eu
re musica indie rock: durante il
Trieste-Info:
Dj set partecipa all’estrazione di
Cena Family
www.teatrolabarcaccia.it
due buoni (uno da 50 € e uno da
Mascotte, gadgets, area giochi25 € ) da consumare all’interno
Montedoro freetime, Aquilinia,
del locale, perché se DoubleG e
Muggia, Trieste-Info:
Zampieri+8 fanno festa, sarete
Le canzoni dell’epoca
www.montedorofreetime.it
caldamente intimati a farla pure
d’oro di Radio Trieste
voi! Free Entry-Round Midnight,
Concezio Leonzi voce, orchestra
via Ginnastica 39, Trieste-Info:
Natissa di Aquileia, Luca Bonutti
040.369433
Nativitas
direttore. Una valigia di sogni,
Centotrenta concerti sono il resentimenti, atmosfere ed emogalo di Natale che la coralità del
zioni, che, in anni non più vicini
Friuli Venezia Giulia offre alla
ma nemmeno lontanissimi, prenTrieste is Rock
propria regione: così Nativitas, il devano il volo da quella magica
Tre band di punta della scena lofestival con cui l’USCI Friuli Vene- scatola di legno chiamata radiocale: J’accuse, Myspace Invaders e
zia Giulia chiude il vecchio anno Ore 17.30-Caffè Tommaseo, piazza
Wild Ones-Stabilimento Ausonia,
e apre quello nuovo, festeggia alla Nicolò Tommaseo 4c, Trieste-Info:
riva Traiana, Trieste-Info:
grande il suo decennale.
340.2841104
www.triesteisrock.it
Una così ampia adesione, che
>>articolo a pag. 26
supera quella di tutti gli anni preTrio Nigredo
cedenti, conferma l’importanza
Nicola Fazzini sax, Alessandro
The Basement
crescente di questa iniziativa. An- Purple Coffee live
Fedrigo basso, Carlo Alberto Ca- The Basement è il party che nasce
cora una volta Nativitas dà conto Per farvi vivere a pieno la musica nevali batteria-Ore 21-Knulp, via nel seminterrato. Il Basement che
della ricchezza culturale che alla live al Round Midnight ecco per
Madonna del Mare 7/a, Triestenon c’era in città, che a parole non
nostra regione deriva dal suo esvoi una serata soul, tutto rigoroInfo:
si può spiegare e quindi non te lo
sere terra di confine, incontro di
samente live con i Purple Coffee- nuke.thelonious.trieste.it
spieghiamo, puoi solo venire a
storie, culture e fedi diverse, che
Round Midnight, via Ginnastica
scoprire. Nel basement poi però
nel canto possono trovare il luogo 39, Trieste-Info: 040.369433
entri con i biker boots o col tacco
di un pacifico confronto-Luoghi
12, scendi, non sai dove ti trovi ma
Pure
analog
Flute-Piano
Duo
vari a Trieste e provincia-Info:
capisci dove sei-Ore 23.30-Circolo
Pure
Analog
session
#
1
nuova
Composto
da
Chiara
Pavan
al
www.uscifvg.it
Etnoblog, riva Traiana 1/3, Triesteserata Acid tutta da scoprire (e
flauto ed Eugenia Emma Canale
Info: www.etnoblog.org
da ballare). Si alterneranno in
al pianoforte: si tratta del Duo
consolle Magnet, Vikkey e Dfetto- vincitore del Premio Nazionale
Fox o Tango? Operetta niko-Ore 23.30-Circolo Etnoblog, delle Arti 2010, Sezione Musica da
riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
o Jazz?
Camera. Si esibiranno su musiche Nite 4 Ixis
di Debussy, Reinecke, Dutilleux, Una serata imperdibile con varie
Il mondo musicale di Romano www.etnoblog.org
Di Vincenzo, Boulez. Ingresso
esibizioni, Ausonia e Etnoblog
Borsatti
Vedi domenica 2-Ore 18.30-Caffè
Continentale, via S.Nicolò 25,
Trieste-Info: 340.2841104
Mercoledì 5
Giovedì 13
Lunedì 10
Giovedì 6
Ogni domenica
Da giovedì 13
6 e 7/1
Fino al 15/1
Venerdì 14
Venerdì 7
Martedì 11
Mercoledì 12
Domenica 2
Sabato 15
trieste
In programma Benjamin Britten, Tre divertimenti; Antonín
Dvorák, Quartetto in fa maggiore
op. 96 Americano; Ludwig van
Beethoven, Quartetto in fa maggiore op. 59 n. 1-Ore 20.30-Politeama Rossetti, viale 20 settembre
45, Trieste-Info:
www.societadeiconcerti.net
Martedì 18
Duo Miani - Zhok
Sabato 22
Per la serie di concerti Il 18 alle
18, organizzata dall’Associazione
Chamber Music di Trieste. In preogramma J. Brahms, Sonata in mi
bemolle maggiore op. 120 n.2;
C.M. von Weber, Gran Duo Concertante in si bem. magg. op.
48-Ore 18-Palazzo del Governo,
piazza Unità, Trieste-Info:
www.acmtrioditrieste.it
Festa balcanica
Mercoledì 19
Whatever r’n’r disco
Concertone dei Kraski Ocjari, per
la prima volta all’ Ausonia. Ovviamente il resident dj sarà Stoner,
ormai parte integrante dell’arredamento mitteleuropeistico del
lido più hot dell’ Adriatico-Stabilimento Ausonia, riva Traiana,
Trieste-Info:
www.radiofragola.com
La serata più rock della città
riattacca gli strumenti e accenDorota Jasinska e Hiromi Arai, su de la consolle... e come sempre
musiche di Messiaen, Szymanow- lo fa alla grande! Si esibiranno
ski, Fauré. Ingresso libero previa live sul palco dell’ Etnoblog gli
prenotazione-Ore 20.30-Auditoitaliani Captain Mantell con il
rium del Conservatorio, via Ghe- loro electro-rock spaccaculi e gli
ga 12, Trieste-Info:
sloveni We can’t sleep at night che
www.conservatorio.trieste.it
propongono sonorità indie-wave!
Solito after party da brivido con i
Aperitivo del
dj set di Tina Cellar, Rock’n’doll,
mercoledì al
Michael Myers, C.A.R.L.-Ore
bbfranceschini
22.30-Circolo Etnoblog, riva TraiaBar Buffet Franceschini, via Bec- na 1/3, Trieste-Info:
caria 3, Trieste-Info: 347.4114091 www.etnoblog.org
Violino-Piano Duo
Venerdì 21
Rivelardes
Giovane formazione punk bresciana-Tetris, via della rotonda
3, Trieste-Info: www.myspace.
com/gruppotetris
22 e 23/1
Danza Odissi
Seminario di Danza-Actis, via dei
Piccardi 16, Trieste-Info:
www.actis1.org
Happy Birthday Maco Domenica 23
Bellini
Arthur Falcone
Marco Bellini non si ferma neanche il giorno del suo compleanno
e decide di festeggiarlo in nostra,
e vostra, compagnia. Le candeline che non si spegneranno tutta
la serata: sarete voi a tenerle
accese; la torta la portiamo noi e
il festeggiato è la ciliegina sulla
torta-Ore 23.30-Circolo Etnoblog,
riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
www.etnoblog.org
Arthur Falcone’ Stargazer in concert. Repertorio nuovo cd + cover
dei Rainbow e di Yngwie Malmsteen-Taverna Mastri d’arme,
via Torbandena 3/a, Trieste-Info:
040.3478112
Kali&Double G, per questo venerdì sera Drum’n’Bass mescolata
agli ottimi cocktails del Round
Midnight... tutto questo Free Entry-Round Midnight, via Ginnastica 39, Trieste-Info: 040.369433
Ausonia Monkey’s
Party
La festa della scimmia/
rock’n’roll, 60’S e alternative
music. Ingresso libero-Stabilimento Ausonia, riva Traiana,
Trieste-Info:
www.radiofragola.com
Dal 21 al 29/1
I due Foscari
Caso isolato nella produzione verdiana così lontano dalla
prorompente vitalità delle opere
giovanili verdiane, I due Foscari
hanno un carattere più intimo,
più consono a opere successive
come Luisa Miller per esempio,
più monocorde anche se speri-
Funambolik
Experiment
The Funambolik Experiment dei
Radio Zastava all’Etnoblog, prima
di prendere il volo per l’ennesima
tournée per portare in giro per
l’Italia i loro balkanic vibes-Ore
23.30-Circolo Etnoblog, riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
www.etnoblog.org
Aperitivo del
mercoledì al
bbfranceschini
Bar Buffet Franceschini, via Beccaria 3, Trieste-Info: 347.4114091
Giovedì 27
Il pentagramma di
ferro
Musica nei lager nazisti
Nei campi di concentramento,
e soprattutto in quelli destinati
agli ebrei, ai prigionieri politici
comunisti o ai testimoni di Geova, che rifiutavano l’obbedienza
al nazismo, la musica serviva ad
aggregare e stemperare l’odio, ma
la musica non fu solo un mezzo
per liberare la fantasia di chi
era costretto a vivere nei ghetti
o nei campi di concentramento,
ma venne utilizzata anche dagli
aguzzini nazisti come strumento
di tortura e di disumanizzazione
degli internati. Pierpaolo Levi
suona arolus L.Cergoly, poesie da
Le clandestine; Gideon Klein, La
Sonata; Victor Ullmann, sonate
n.5 e n.6; Carlo Sigmund Taibe,
Ein judisches Kind-Ore 20.30Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Da 25 anni fa sognare e ballare
intere generazioni, il film Flashdance, che fin dall’esordio del
1983 si è affermato come un vero
e proprio cult. Era naturale che
arrivasse a teatro, in forma di
musical. Già grande successo a
Londra, la culla di questo genere
teatrale, Flashdance diventa nel
2010 anche una grande produzioYuri Goloubev - Klaus ne italiana grazie a Stage Entertainment, che ha già firmato La
Gesing
Klaus Gesing sax, clarinetto bas- Bella e la Bestia, uno dei kolossal
più recenti proposti sull’orizzonso, Yuri Goloubev contrabbaste nazionale-Politeama Rossetti,
so, Asaf Sirkis batteria, Claudio
Filippini pianoforte-Ore 21-Knulp, viale 20 settembre 45, Trieste-Invia Madonna del Mare 7/a, Trieste- fo: www.ilrossetti.it
Info:
nuke.thelonious.trieste.it
Lunedì 24
Venerdì 28
Guitar Recital
In collaborazione con Estonian
Birre artigianali, cucina argentina, giochi
di società, feste di compleanno, feste di
laurea, addio al celibato/nubilato
Presentazione del nuovo Ep solista di Giulio Frausin.. quando
Giulio non fa il bassista dei MellowMood, veste i panni acustici
di The Sleeping Tree: con chitarra
e voce riporta il calore del reggae
in un ottimo sound indie tutto
da gustare-Round Midnight,
via Ginnastica 39, Trieste-Info:
040.369433
Flashdance
Mercoledì 26
PUB ARGENTINO
The Sleeping Tree
Live
Dal 26/1 al 6/2
Drum’n’Bass Nite
BIRRERIA
con birre di produzione propria
Quartetto Pavel Haas
Academy of Music and Theatre,
spazio al Guitar Recital di Heiki
Mätlik, che si cimenterà su partiture di Bach, Reger, Pärt, Koshkin, Kangro, Hindemith, José,
Ysaye. Ingresso libero previa prenotazione-Ore 20.30-Auditorium
del Conservatorio, via Ghega 12,
Trieste-Info:
www.conservatorio.trieste.it
BIRRIFICIO
Lunedì 17
mentale soprattutto sotto il profilo
musicale con una strumentazione
molto più raffinata che nelle altre
opere che la precedono e con
una tavolozza orchestrale ricca e
varia A testimonianza che Verdi
è alla ricerca di nuovi strumenti d’articolazione musicale, ma
anche drammatica sempre più
orientati a evidenziare l’evoluzione psicologica dei personaggi: in
questo caso, il sincero pathos di
Jacopo, la rabbia e disperazione di
Lucrezia, l’inerme sofferenza del
Doge-Teatro lirico G. Verdi, piazza
Verdi, Trieste-Info:
www.teatroverdi-trieste.com
>>articolo a pag. 12
Sol del Sur è diventato
insieme-Stabilimento Ausonia,
riva Traiana, Trieste-Info:
www.radiofragola.com
>>articolo a pag. 25
Anthony The Crazy
Horse
SOL DEL SUR
Tr i e s t e , v i a C a m p a n e l l e 8 5
tel 328.5622973, 040.395428
chiuso lunedì e martedì
w w w. p u b a r g e n i n o . i t
nia, riva Traiana, Trieste-Info:
www.radiofragola.com
collaborazione con Conservatoire
Royal de Mons. Ingresso libero
prenotazione-Ore 20.30Oh My God! Swayzak previa
Auditorium del Conservatorio,
Primo appuntamento Oh my God! via Ghega 12, Trieste-Info:
del 2011 ed è subito col botto! I pri- www.conservatorio.trieste.it
mi ospiti di questo nuovo progetto
che vuole rivoluzionare il concet- Eugenio Visnoviz
to di evento elettronico fino ad ora Un compositore nella Trieste
esplorato con testimonial di alto
di Svevo
calibro ogni volta sono di tutto
Marco Favento, violino; Massimo
rispetto: gli Swayzak, gruppo
Favento, violoncello; Corrado Guelettronico britannico formatosi
lin, pianoforte-Ore 17.30-Civico
nel 1993 con all’attivo 8 album. Le Museo Teatrale Carlo Schmidl,
loro sonorità suonate totalmente
via Rossini 4, Trieste-Info:
live, un misto tra dub, elettronica www.museoschmidl.it
e psichedelica, vi daranno di
che ballare per tutta la notte-Ore
23.30-Circolo Etnoblog, riva TraiaBeatrice Rana
na 1/3, Trieste-Info:
Gran finale dei Mercoledì del Conwww.etnoblog.org
servatorio con il Piano Recital
di Beatrice Rana, giovanissima
vincitrice della Borsa di Studio
Psychedelic Grooves Orazio Fiume ed. 2008-2009. A
Una serata all’insegna della
Trieste presenterà musiche di
goa!psy-trance music. Una proBeethoven, Liszt, Ravel, Bartók.
gressione di ritmi serrati e atmoIngresso libero previa prenosfere psichedeliche decorate per
tazione-Ore 20.30-Auditorium
l’occasione dalla Dream Project di del Conservatorio, via Ghega 12,
Venezia. Live: Kava Hjava (Polena Trieste-Info:
Rec.); dj set: N.E.S., Voltage Sewww.conservatorio.trieste.it
lector-Ore 23.30-Circolo Etnoblog,
riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
www.etnoblog.org
Mercoledì 2/2
Sabato 29
Venerdì 4/2
Antigone
Spettacolo di teatro/danza prodotto dall’ACTIS-Ore 21-Actis, via
dei Piccardi 16, Trieste-Info:
www.actis1.org
>>articolo a pag. 11
Ausonia elettronica
Glitch in consolle-Stabilimento
Ausonia, riva Traiana, TriesteInfo: www.radiofragola.com
Lunedì 31
Rosella Clini
Welcome back Gay Lesbiche Etero Concerto della pianista su musiEteroindecisi-Stabilimento Auso- che di Chopin, Ravel, Skrjabin, in
Laibach revisited
Il gruppo Laibach è nato nel 1980
a Trbovlje e ha suscitato fin dagli
esordi le reazioni contrastanti dei
politici e dei media a causa dei
contenuti fortemente provocatori
in rapporto ai regimi totalitari. A
causa del divieto della censura, il
primo album è stato pubblicato anonimo, mentre i successivi, grazie all’interessamento di
case discografiche estere, hanno
decretato il successo internazionale della band che in trent’anni
di carriera si è espressa anche
attraverso la promozione di altre
forme d’arte. Il gruppo rientra nel
43
trieste
NTWK
gennaio
numero dei fondatori del collettivo artistico NSK-Ore 21-Teatro Sloveno, via Petronio 4, Trieste-Info:
www.vivaticket.it
ste asburgica e il Friuli regnicolo,
dove subisce le prime violenze e
i soprusi che mineranno la sua
semplice voglia di vivere, fino
all’esito tragico della morte della
sua creatura. Attraverso il processo alla giovane, accusata di aver
ucciso la sua bambina, viene fatto
rivivere il quartier posto in una
delle vie centrali della città, via
del Torrente, dove convivono in
sub subaffitti cameriere, cuoche,
facchini e figure dedite a mestieri
meno leciti-Ore 21, domenica
ore 17-Sala Bartoli del Politeama
Rossetti, viale 20 settembre 45,
Trieste-Info: www.ilrossetti.it
>>articolo a pag. 10
produzione del Piccolo Teatro di
Milano. Li dirige Lluis Pasqual,
regista catalano di fama internazionale, il regista lorchiano per
antonomasia. Donna Rosita nuUltima chiamata
bile, composto fra il 1924 al 1935,
Di Andrea Castelletti, liberamen- è un testo singolare nella produte tratto dal film Phone booth. Il
zione di Lorca che il clichè vuole
proponimento della piece teatrale connotata da passioni violente
è quello di intavolare un dibate cupe. Rosita è un acquerello,
tito sulla credibilità del mondo
una cartolina, tutto dev’essere
Pupkin Kabarett
della politica, reo di non operare
leggero, sostiene infatti Pasqual.
La Compagnia più instabile
negli interessi della collettività
La sua grandezza è che è una
della Venezia Giulia ha resistito
bensì secondo logiche ed equistoria molto piccola, la vicenda
stabilmente per dieci anni. Il prilibri interni al sistema stesso. Si
di una zitella che si è fatta inganmo lunedì dell’anno da passare
sono mescolati così i molteplici
nare da uno che le ha promesso
insieme per iniziare bene il 2011.
ingredienti di forma con quelli di di sposarla, se n’è andato e per
Brevi sketch, monologhi surreacontenuto proposti dal regista. Ne anni le ha mandato lettere zeppe
li, irripetibili riflessioni e ospiti
esce uno spettacolo ad alta tensio- di bugie-Ore 20.30, domenica ore
d’eccezione-Ore 21.21-Teatro Miene che tiene gli spettatori incol16-Politeama Rossetti, viale 20
la, piazza Duca degli Abruzzi 3,
lati sulle poltrone sino alla fine,
settembre 45, Trieste-Info:
Trieste-Info: www.miela.it
Tutto Cecchelin in 90 in una partita psicologica che
www.ilrossetti.it
smaschera
le
ipocrisie
di
questa
minuti
>>articolo a pag. 10
società
e
mette
a
nudo
le
bugie
su
Per il Festival Ave ninchi, on la
cui
si
fonda
il
nostro
quotidianoCompagnia dei Giovani; recital di
The Seven Fingers
Ore 17.30-Teatro dei Salesiani, via
e con Alessio Colautti, al pianoTraces
dell’Istria 53, Trieste-Info:
Linguaccecongli
I loro spettacoli sono un mélange forte il Maestro Carlo Tommasiwww.teatrolabarcaccia.it
Ore 20.30-Palestra di Aurisina,
occhialidasole
di linguaggi e forme artistiche e
Contro la noia e il grigiore dell’inanche Traces con cui si presenta- Trieste-Info: www.comune.
verno c’è una sola soluzione:
no per la prima volta al Politeama duino-aurisina.ts.it
ridere con gli Animali tristi e il
Rossetti risponde a questa parPupkin Kabarett
loro cabaret-Ore 21.30-Circolo
ticolarità, intrecciando danza,
Galvanizzati dal freddo e dalla
Etnoblog, riva Traiana 1/3, Triecanto, acrobazia, giocoleria, ma
Bora gli artisti del Pupkin KaUn
grazioso
via
vai
ste-Info:
anche basket, uno spericolato
Commedia che si rifà alle ottocen- barett proseguono le loro serate
www.etnoblog.org
skateboard, disegno. Gli artisti
tesche pochade di George Feyde- all’insegna del buon gusto
impegnati nello spettacolo danno
au e George Courteline-Ore 17.30- dell’eleganza e dell’amore.
prova di un talento e di una capaTeatro dei Salesiani, via dell’Istria Giocando in modo serio e meno
cità di presa del rischio incrediserio con le parole, proporranno
53, Trieste-Info:
Scheletri in scatola
bili: in questa affermazione della
gags inedite e irripetibili. Accom- Vedi dal 14 al 16/1-Ore 20.30, dowww.teatrolabarcaccia.it
vita, in questa energia debordanpagnati dalla sconvolgente mumenica ore 16.30-Teatro Sivio Pelte si condensano i battiti del cuore Angelino spacabisi
sica di una Niente Band al gran
lico, via Ananian 5, Trieste-Info:
di Traces-Politeama Rossetti, via- Testo e regia di Luciana Ricchi
completo-Ore 21.21-Teatro Miela,
www.teatroarmonia.it
le 20 settembre 45, Trieste-Info:
con la compagnia La Stropula
piazza Duca degli Abruzzi 3,
www.ilrossetti.it
del Circolo ACLI Giovanni XXIII
Trieste-Info: www.miela.it
di San Nicolò-Ore 18-Palestra di
Aurisina, Trieste-Info: www.coChat a due piazze
mune.duino-aurisina.ts.it
Come in tutte le farse di un maBefana Party
estro della comicità come Ray
Il nuovo anno si apre con un spetCooney, vizi e debolezze umane
tacolo teatrale che sarà più una
danno lo spunto per creare un
festa e un party che avrà dello
Aspettando Godot
meccanismo irresistibile di situaspettacolare. Il miglior risveglio
Pagni è un Vladimiro metafisico
zioni esilaranti che finiranno per
dal letargo natalizio che vi farà
e sottilmente ironico, farseimplodere una dopo l’altra. Chat a
ballare e digerire le grandi abbuf- sco e confuso, Pagliai passa da
due piazze è il seguito della famofate-Ore 21.30-Circolo Etnoblog,
accenti bruschi e imprevisti ad
sissima Taxi a due piazze, recitata
riva Traiana 1/3, Trieste-Info:
altrettanto sorprendenti toni
da Johnny Dorelli nel 1986 e poi
www.etnoblog.org
malinconici, delicati: molto più
ripresa dal figlio Gianluca Guidi
dei poveri clown della tradizione
in tempi più recenti; proprio a
scenica recente, essi ci appaiono
quest’ultimo è stata affidata la reora come figure in nero, curiose
gia di questa nuova scoppiettante
L’ebreo
e misteriose, che sembrano uscicommedia ai tempi di FacebookCon Ornella Muti, Pino Quar- te da un vecchio e affascinante
Teatro Orazio Bobbio, via del
tullo
film muto… La grandezza della
Ghirlandaio 12, Trieste-Info:
Commedia spietata e grottesca
commedia, spiega il regista
www.contrada.it
che ci riporta nel secondo DopoSciaccaluga, non sta certo nel
L’opera
del
guerra, nel ghetto di Roma, e al
fatto che Godot non arriva mai,
Combat theatre
fenomeno dei prestanome cui gli quanto piuttosto in ciò che accade mendicante
Dal 21 al 23 e dal 28 al 30 due
ebrei deportati, per evitare proba- mentre si aspetta il suo arrivo. E, laboratorio teatrale diretto da Va- seminari di combattimento scelentina Magnani-Ore 21-Actis, via
bili espropri di beni, intestarono
nell’attesa, succedono moltissime dei Piccardi 16, Trieste-Info:
nico, Combat theatre, con l’attore
le loro proprietà. Il “padrone”,
cose: sempre molto concrete-Ore www.actis1.org
Rocco Maria Franco-Actis, via dei
dopo tredici anni di deporta20.30, domenica ore 16-Politeama
Piccardi 16, Trieste-Info:
zione, è tornato a casa: di fronte
Rossetti, viale 20 settembre 45,
www.actis1.org
all’inatteso e sconvolgente penTrieste-Info: www.ilrossetti.it
siero dei protagonisti di perdere
>>articolo a pag. 8
Thom Pain
d’un tratto una mai guadagnata
(Basato sul niente)
Provaci ancora Sam
ricchezza, le strade psicologiche
Curioso uomo, Thom Pain. Antiesi separano nettamente-Teatro
Dal film di Woody Allen
roe solitario, narratore, amante
Orazio Bobbio, via del Ghirlanda- Scheletri in scatola
Allan Felix, nevrotico critico cinetormentato, pazzo, esistenziaUna misteriosa morte sconvolge
io 12, Trieste-Info:
matografico, è stato abbandonato
lista, comico, canaglia, confesla quiete di Pigna Secca del Carso,
www.contrada.it
dalla moglie Nancy. I suoi due
sore, seduttore, ottimista ferito
un’onorata casa di riposo. Morte
>>articolo a pag. 10
amici, Linda e Dick Christie, cere pessimista speranzoso-Ore 21,
naturale o atroce delitto? Il dubcano di convincerlo a tentare di
domenica ore 17-Sala Bartoli del
bio si insinua fra gli arzilli ospiti
ricostruirsi una vita sentimentaPoliteama Rossetti, viale 20 setmettendo a nudo un complicale, frequentando altre donne. Lo
tembre
45,
Trieste-Info:
Il viaggio di Caterina to intreccio di legami e segreti
accompagna in questa disperata
www.ilrossetti.it
Le peripezie di una giovane
dove ognuno non è quello che
conquista di normalità, il mito di
sembra. Spetterà ad un improbaserva dell’impero nel 1890
Humprey Bogart, che con suggebile Poirot nostrano, tra colpi di
Nello spettacolo incontriamo il
rimenti e consigli, cerca di aiutarscena e situazioni paradossali ed Donna Rosita nubile
piccolo mondo di persone umili,
lo a superare la sua insicurezza.
esilaranti, di sbrogliare l’intricata Gian Carlo Dettori, Andrea Jonas- Allan, per far colpo sulle donne
carsoline, friulane, istriane che
all’ombra di tale dinamicità, cer- matassa e di riportare la quiete.
presentategli dagli amici, non fa
son, Giulia Lazzarini, Rosalina
Però, con una consapevolezza in Neri, Franca Nuti… I più grandi
cavano un’esistenza degna. Fra
altro che indossare sempre una
tali voci spicca quella di Caterina più-Ore 20.30, domenica ore 16.30- attori di Giorgio Strehler in un
maschera cercando di apparire
Teatro Sivio Pellico, via Ananian cast mozzafiato, danno vita al
Bainat, una giovane e bella casexy, disinvolto e sofisticato con
5, Trieste-Info:
meriera di Cormons, mandata a
risultati disastrosi per la sua indodramma di Federico Garcia Lorlavorare quindicenne, tra la Trie- www.teatroarmonia.it
le fortemente ansiosa ed emotivaca Donna Rosita nubile, inedita
teatro
Lunedì 3
Domenica 16
Ore 17.30-Teatro dei Salesiani, via
dell’Istria 53, Trieste-Info:
www.teatrolabarcaccia.it
Sabato 8
Dal 5 all’8/1
Giovedì 20
Domenica 9
Lunedì 17
Dal 21 al 23/1
Dal 21 al 30/1
Giovedì 6
Dal 12 al 16/1
Dal 7 al 9/1
Martedì 18
Dal 18 al 23/1
Dal 14 al 16/1
Dal 7 al 16/1
Dal 19 al 23/1
44
Domenica 23
Dal 25 al 30/1
Infinite o Sfinite
Miracoli delle donne d’oggi
Se Dio fosse una donna, farebbe
miracoli ma anche i conti con le
rughe... E quanti miracoli deve
fare una donna, anche senza
essere Dio? Avete provato a coniugare la carriera con l’influenza
dei figli, a far quadrare vacanze
e mutuo, a infilare un passeggino nella metropolitana all’ora
di punta? Emanuela Grimalda e
Paola Minaccioni devono avere
qualche esperienza in merito
e hanno deciso, forti della loro
ironia e del loro amore per il teatro, che sul palcoscenico si può
raccontare l’oggi anche attraverso
l’umorismo-Ore 21, domenica
ore 17-Sala Bartoli del Politeama
Rossetti, viale 20 settembre 45,
Trieste-Info: www.ilrossetti.it
Dal 28 al 30/1
El mistero de via
Sporcavilla
A Trieste, in Zitavecia, esisteva la
via Sporcavilla. Qui, narrano le
cronache, più di cinquant’anni
fa avvenne un grave fatto di sangue, un delitto al quale si ispira
questo Mistero de via Sporcavilla.
Nella commedia niente sangue,
naturalmente, ma un affettuoso
sguardo ad una Trieste che non
c’è più e un sorridente ricordo di
ciò che, mezzo secolo fa, era Zitavecia. Sarà interessante seguire
le indagini del povero brigadiere
Trevisan il quale, sulle orme
del famoso Tenente Sheridan,
scioglierà la matassa di questo
Mistero che mistero non è, ma...
ci prepara, ancora una volta, al
sorriso-Ore 20.30, domenica ore
16.30-Teatro Sivio Pellico, via
Ananian 5, Trieste-Info:
www.teatroarmonia.it
29 e 30/1
La metamorfosi
Animali umani, Dei e guerrieri
Ispirato a Le Metamorfosi di Ovidio. La Poesia delle Metamorfosi
mette radice sulla contiguità tra
dèi ed esseri umani, tra figure del
mito e forme dell’esistente.
Sulla scena azzurra del mare e del
cielo le figure sono manovrate a
vista, dal fabbricatore del mondo,
che dà origine a tutte le storie, appese alle carrucole e agli altri sistemi di ancoraggio, per lasciare
ai personaggi la libertà di tornare
a vivere nella ‘pista’ del teatro mitico del mondo-Sabato alle 9.30,
10.30 e 17; domenica alle 16.30 e
18-Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
trieste
Lunedì 31
Pupkin Kabarett
Gli attori e i musicisti del Pupkin
Kabarett, hanno lavorato indefessamente per una serata
brillante e densa di novità.
Monologhi iper reali, opinioni discutibili, drammi quotidiani del
paese, della città e della coppia
e molto altro ancora. Per una comicità intelligente e socialmente
inutile-Ore 21.21-Teatro Miela,
piazza Duca degli Abruzzi 3, Trieste-Info: www.miela.it
Dall’1 al 6/2
L’oscura infinità della
morte
Uno sguardo sull’inadeguatezza delle risposte che lo Stato,
per quanto in buona fede, riesce
a fornire da un lato ai reclusi,
dall’altro alle vittime-Ore 21,
domenica ore 17-Sala Bartoli del
Politeama Rossetti, viale 20 settembre 45, Trieste-Info:
www.ilrossetti.it
Di Jim Mickle, Usa 2006, 84’.
Preceduto da un cortometraggio.
Ingresso libero per gli iscritti alla
mediateca-Ore 21-La cappella underground, via Economo, TriesteInfo: www.lacappellaunderground.org
>>articolo a pag. 6
Lunedì 17
La zona
Di Rodrigo Plà (Messico / Spagna
2007)-Ore 20.30-Knulp, via Madonna del Mare 7/a, Trieste-Info:
[email protected]
Martedì 18
Martedì 11
Bertolucci: la certezza
e il dubbio
La luna (1979, 140’, video). Di
Bernardo Bertolucci-Ore 21-La
cappella underground, via Economo, Trieste-Info: www.lacappellaunderground.org
Mercoledì 12
Bertolucci: la certezza
e il dubbio
La tragedia di un uomo ridicolo
(1981, 116’, 35 mm); La via del petrolio (1965-1966, video). Di Bernardo Bertolucci-Ore 19; 21.30Teatro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info: www.
lacappellaunderground.org
Giovedì 13
Freakshow - Splinter
Una delicata e raffinata immagine
di Santa Sofia, racchiusa al centro
di un candido fiore di loto, illumina scenograficamente la facciata
della Chiesa dei Santi Andrea e
Rita è dipinta dall’artista triestina
Carolina Franza e trasformata
in una magica performance augurale dall’architetto Marianna
Accerboni-Via Locchi 22, TriesteInfo: 335.6750946
Fino al 7/1
Aco Lebaric
Golden Age
Giovedì 27
La coscienza di Tullio Gioia di un Bimbo
L’inganno (sleuth)
Pablo Larrain (Cile/Brasile - 2008
- 98’)-Ore 20.30-Knulp, via Madonna del Mare 7/a, Trieste-Info:
[email protected]
Santa Sofia
Martedì 25
Dal 4 al 13/2
Tony Manero
Dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20Sala Comunale d’Arte, Palazzo
Comunale, piazza dell’Unità
d’Italia 4, Trieste-Info:
www.comune.trieste.it
Il colore soprattutto, forse ancor
più del disegno, è una liberazione, sosteneva Matisse, e anche
Lebaric pare concordare: il suo
segno grafico non trattiene il
colore, ma si disgrega e si moltiplica attraverso l’impetuosa
sollecitazione cromatica di una
tavolozza che ingloba l’oro del
Lista d’attesa
Di Juan Carlos Taibo (Cuba / Mes- sole e i turchini dell’aria, sposansico / Spagna / Francia 2000)-Ore doli alle note pungenti della ricca
interiorità dell’artista-Da martedì
20.30-Knulp, via Madonna del
a venerdì dalle 17 alle 19.30-ConeMare 7/a, Trieste-Info:
stabo Artgallery, via della [email protected]
ria 5, Trieste-Info:
www.conestabo.it
Vedi dal 28 al 30/1-Ore 20.30, domenica ore 16.30-Teatro Sivio Pellico, via Ananian 5, Trieste-Info:
www.teatroarmonia.it
Lunedì 10
Premio Mattador
Incontro aperto al pubblico dal
titolo “Percorso: dal trattamento
alla sceneggiatura”, seconda sezione degli incontri di tutoraggio
I Martedì della Mediateca: Omag- del Premio Internazionale per la
gio a Blake Edwards. Victor Victo- Sceneggiatura Mattador, dedicaria, di Blake Edwards, USA 1982, to a Matteo Caenazzo-Ore 15.30135’. Ingresso libero per gli iscritti Spazio Villas del Comprensorio
alla mediateca-Ore 21-La cappel- Ex-OPP, Trieste-Info:
la underground, via Economo,
www.premiomattador.it
Trieste-Info: www.lacappellau- >>articolo a pag. 6
nderground.org
El mistero de via
Sporcavilla
cinema
Venerdì 21
Omaggio a Blake
Edwards
Dal 4 al 6/2
Glauco Mauri e Roberto Sturno
portano sulle scene italiane il
testo teatrale di Anthony Shaffer
Sleuth, letteralmente segugio, investigatore. L’autore non ha mai
dato una spiegazione di questo
titolo, ma l’idea più affascinante è che sleuth sia lo spettatore
stesso, che investigando deve
scoprire, nascosti nei tanti inganni, i sentimenti che si agitano
nell’animo dei due protagonistiTeatro Orazio Bobbio, via del
Ghirlandaio 12, Trieste-Info:
www.contrada.it
cortometraggi e documentari in
concorso, retrospettive, omaggi,
nuove sezioni dedicate a specifiche cinematografie dell’Europa
centro-orientale, serate a tema ed
eventi-concerto, il festival è ormai riconosciuto come appuntamento imperdibile e vetrina sulle
cinematografie della nuova Europa-Teatro Miela, piazza Duca
degli Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.triestefilmfestival.it
>>articolo a pag. 4 e 5
Mercoledì 19
Sui sentieri del West, intervento
di Sergio Grmek Germani (Anno
uno). Segue videoproiezione
di Ombre rosse (Stagecoach,
1939) di John Ford, da Guy de
Maupassant, il film più amato da
Tullio Kezich-Ore 17.30-Sala Bobi
Bazlen, Palazzo Gopcevich, via
Rossini 4, Trieste-Info:
www.retecivicatrieste.it
Bertolucci: la certezza
Freakshow - Trick’r
e il dubbio
Io ballo da sola (1996, 118’, 35
Treat
mm); L’assedio (1998, 94, 35
mm’). Di Bernardo BertolucciOre 19; 21.30-Teatro Miela, piazza
Duca degli Abruzzi 3, TriesteInfo: www.lacappellaunderground.org
Di Michael Dougherty, Usa 2007,
82’.Ingresso libero per gli iscritti
alla mediateca-Ore 21-La cappella underground, via Economo,
Trieste-Info: www.lacappellaunderground.org
Giovedì 20
Lunedì 31
di Elvio Guagnini (Università di
Trieste). Segue videoproiezione
di Noi che abbiamo fatto La dolce
vita (2009) di Gianfranco Mingozzi, con le testimonianze di Tullio
Kezich e altri sulla realizzazione
di La dolce vita (1960) di Federico Fellini-Ore 17.30-Sala Bobi
Bazlen, Palazzo Gopcevich, via
Rossini 4, Trieste-Info:
www.retecivicatrieste.it
1987, 162’, 35 mm. Di Bernardo
Bertolucci-Ore 19; 21.30-Cinema
Ariston, Trieste-Info: www.lacappellaunderground.org
La coscienza di Tullio Bertolucci: L’ultimo
La scrittura di Tullio, intervento
imperatore
Freakshow - Feast
Di John Gulager, Usa 2005, 95’,
preceduto da un cortometraggio.
Ingresso libero per gli iscritti alla
mediateca-Ore 21-La cappella underground, via Economo, TriesteInfo: www.lacappellaunderground.org
Dal 20 al 26/1
Trieste Film Festival
Con i suoi circa 150 titoli, molti
dei quali in anteprima internazionale e nazionale, il Trieste Film
Festival è il principale appuntamento italiano con il cinema
dell’Europa centro-orientale.
Grazie alla varietà e all’interesse del suo programma, che
comprende lungometraggi,
Tony Manero
di Pablo Larrain (Cile / Brasile
2008)-Ore 20.30-Knulp, via Madonna del Mare 7/a, Trieste-Info:
[email protected]
Giovedì 3/2
Kezich produttore
RAI
Intervento di Daniele Terzoli (La
Cappella Underground). Segue
videoproiezione di Sandokan (I
episodio, 1976) di Sergio Sòllima,
da Emilio Salgàri-Ore 17.30-Sala
Bobi Bazlen, Palazzo Gopcevich,
via Rossini 4, Trieste-Info:
www.retecivicatrieste.it
arte
Fino al 6/1
Mostra personale di
Giovanni Bidoli
Mostra delle opere finaliste
Verranno esposte le opere di pittura e scultura più significative
tra quelle messe a disposizione
da Artisti di tutt’Italia. I visitatori
potranno votare l’opera preferita
tra quelle esposte, decretando
così i vincitori del Premio-Sala
Arturo Fittke, piazza Piccola 3,
Trieste-Info:
www.retecivica.trieste.it
Fino all’8/1
Natale con l’Arte
La mostra collettiva vede la presenza di un folto numero di artisti, tutti soci della galleria-Dalle
10.30 alle 12.30 e dalle 17.30 alle
19.30-Galleria Poliedro, via del
Bosco 30/A, Trieste-Info:
www.galleriapoliedro.com
Fino al 9/1
Mostra storica
dell’operetta
Tu che m’hai preso il cuor
Promossa dal Comune di Duino
Aurisina Assessorato alla Cultura
in collaborazione con l’Associazione Internazionale dell’Operetta. L’amore per l’operetta a Trieste
nasce da lontano, da una assidua
frequentazione popolare dei teatri
che risale a prima del 1850, da
una quantità inimmaginabile di
rappresentazioni che ogni anno
passavano sulle scene della città
giuliana, dal numero incredibile di teatri che in quegli anni
ospitavano le operette-Castello di
Duino, Trieste-Info:
www.castellodiduino.it
Fino al 10/1
Vetrina dell’arte
triestina
30 opere in esposizione
Negli spazi espositivi del Caffé
Stella Polare 30 artisti propongono una selezione di 30 opere
realizzate attraverso le più svariate tecniche-Caffé Stella Polare,
piazza S. Antonio 6, Trieste-Info:
040.392683
Cani e sanità
Attraverso rare cartoline del
passato
La prima mostra che documenta il ruolo dei cani arruolati
nell’esercito austro ungarico attraverso una collezione di cartoline storiche. La collezione consiste
di diverse cartoline d’epoca che
sono state disposte in una serie
di 15 teche in una sala del Museo
Postale-Da lunedì a sabato dalle
9 alle 13-Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa, piazza
Vittorio Veneto 1, Trieste-Info:
040.6764264
Fino al 15/1
Desaparición de las
imagenes
Jordi Alcaraz
Le opere di Jordi Alcaraz si collocano a metà strada tra la scultura
ed il disegno. L’artificiosa fusione
di materiali diversi tra di loro per
definizione, svolge il ruolo del
protagonista assoluto e conferisce
a tutti I lavori dell’artista una
sorta di ricercata atemporalitàGalleria Torbandena, via di Tor
Bandena 1, Trieste-Info:
www.torbandena.com
Fino al 16/1
Mostra Albi Enesi
Mostra di Albi Enesi per studio
a-29-Bar Buffet Franceschini, via Beccaria 3, Trieste-Info:
347.4114091
Fino al 21/1
Linee d’ombra
Mostra di Jadro
Adriano Pavlicevich, in arte Jadro. Dice di sè: Devo segnalare
due importanti riferimenti nel
mio percorso: nel 2004 incontro
ed inizio a collaborare con Agenzia Luce di Trieste (l’agenzia che
mi ha insegnato e mi insegna a
fotografare) e nello stesso anno
trovo l’incoraggiamento di Ambra
Mocchiutti che mi ha fornito la
prima e fondamentale impostazione sul disegno e la pittura-Bar
Knulp, via Madonna del mare 7a,
Trieste-Info: www.knulp.it
Fino al 30/1
Pahor-Spacal
Paesaggi nel Novecento
Due sedi sul territorio italo-sloveno, per restituire il dialogo intessuto nel tempo dai due MaestriSala Comunale d’Arte Giuseppe
Negrisin, Museo Ugo Carà di Muggia e Galerija Loža di CapodistriaInfo: 040.3360340
Serse
Geometriche dissolvenze
Il rigore e l’eleganza del bianco e
nero della grafite, che contraddistingue l’intera produzione artistica di Serse, trova in questa sede
un contesto singolare, dove alla
precisione minuziosa delle opere
si contrappone un allestimento
disorganico in cui tubi innocenti
e impalcature, generalmente
utilizzati nell’edilizia, fanno da
cornice alle opere costruendo una
sorta di cantiere del disegno-Da
lunedì a venerdì dalle 16 alle 20,
sabato, domenica e festivi dalle
10 alle 20-Salone degli incanti,
ex pescheria, riva Nazario Sauro,
Trieste-Info:
www.comune.trieste.it
Unica
45
trieste
NTWK
gennaio
Voci e colori di un paesaggio
L’esposizione si avvale delle
immagini di Ugo Borsatti, Massimo Cetin, Marco Covi, Gabriele
Crozzoli, Giuliano Koren, Davorin Križmancic, Claudio Ernè,
Sergio Ferrari, Nika Furlani,
Neva Gasparo, Fabrizio Giraldi,
Andrea Lasorte, Mario Magajna,
Giovanni Montenero, Roberto Pastrovicchio, Marino Sterle, Tullio
Stravisi-Da lunedì a venerdì dalle
10 alle 13 e dalle 16 alle 20; sabato
e domenica, nonché i primi nove
giorni di gennaio, dalle 10 alle 20Molo IV, Trieste-Info: 040.3798229
>>articolo a pag. 14
Fino al 31/1
L’Arte che ti interroga
Rassegna collettiva di 10 artisti internazionali
Dieci artisti che propongono interrogativi e suggeriscono riflessioni a se stessi e agli altri danno
vita ad un suggestivo mosaico
di espressività artistiche. Volti
destrutturati come pure rigidi
geometrismi, passando per l’action painting, l’espressionismo e
l’impressionismo, il surrealismo e
il verismo, tutte le opere presenti
in questa rassegna confermano
la capacità della pittura di essere
sempre motore dell’immaginazione. Tristano Alberti, Paolo Battistutta, Ana Cevallos, Aldo Famà,
Emilija Podjavoršek, Claudia
Raza, Franco Rosso, Tullio Sila,
Renata Sirotich e Barbara Tedesco, attraverso le loro opere, ripropongono la capacità intellettiva,
discorsiva e dialogica dell’uomo
sul terreno della comunicabilità,
della visione e della conoscenzaDa lunedì a venerdì dalle 17 alle
20 e sabato dalle 10 alle 13-Spazio
espositivo Linead’Arte, via Lazzaretto Vecchio 19, Trieste-Info:
347.4278480
Il Grande Sogno
Mostra di Carlo Pacorini e
Francesca Schillaci
Il fotografo triestino presenterà
scatti degli USA, prediligendo la
città di New York in determinate
circostanze; ad affiancare le immagini ci saranno alcuni testi di
scrittura creativa che affronteranno varie tematiche, nel tentativo
di creare un crossover di due
forme d’arte diverse-Caffetteria
Goppion, via S. Lazzaro, TriesteInfo: www.dotart.it
Fino al 5/2
The Painting of
Disaster
15.30 alle 19.30 o su appuntamento-Lipanjepuntin artecontemporane, via Diaz 4, Trieste-Info:
www.lipanjepuntin.com
>>articolo a pag. 16
Fino al 15/2
Scrittura Fabbrica
Cielo
Mostra di Gianni Maria Tessari.
Le tele presentate appartengono a due cicli emozionali diversi
e compresenti che, nel dialogo
e nel gioco di relazione, creano
universi altri, frontiere innovative, spazi dell’immaginario-Ogni
martedì dalle 18 alle 20.30 oppure
su appuntamento telefonando al
numero 040.313425-Spazio Juliet,
via Madonna del Mare 6, TriesteInfo: www.julietart.net
Fino al 16/2
Dušica Dražic
Premio Giovane Ermergente
Europeo 2010
L’artista è nata a Belgrado nel
1979 e si è già distinta in patria
vincendo la residenza a New York
prevista dal Dimitrije Bašicevic
Mangelos Award e ottenendo la
borsa di studio tedesca DAAD.
La mostra che Dušica Dražic sta
preparando per il premio triestino, verrà curata da Aleksandra
Estela Bjelica Mladenovic-Studio
Tommaseo, via del Monte 2/1,
Trieste-Info:
www.triestecontemporanea.it
>>articolo a pag. 16
Fino al 27/2
Giorgio De Chirico
Il maestro silenzioso
Una mostra che racconta il percorso creativo di Giorgio de Chirico (Volos, 1888 - Roma, 1978).
L’iniziativa, promossa da Galatea
Arte Associazione Culturale, organizzata da Tadino Arte Contemporanea, in collaborazione con la
Soprintendenza del Friuli Venezia
Giulia, curata da Roberto Alberton e Silvia Pegoraro, presenterà
90 opere, di cui settanta dipinti,
e una ventina tra disegni, acquerelli e inchiostri, realizzate nella
prima metà del Novecento da
uno dei maestri assoluti dell’arte
contemporanea-Tutti i giorni dalle 9 alle 19-Scuderie del Castello
di Miramare, Trieste-Info:
www.clponline.it
Fino al 20/3
Società di Minerva
1810-2010
200 anni di storia e cultura a
Trieste
Nata negli intenti del fondatore
Domenico Rossetti come centro
propulsore della cultura e del
benessere economico e sociale
di Trieste, la Società di Minerva
si conferma, lungo tutto il corso
della sua attività, come un’associazione vitale e determinante
nella realtà cittadina. Due sono
le direzioni in cui si sviluppa
l’esposizione: la narrazione della lunga storia associativa e la
riproposizione della collezione
archeologica e artistica che la Minerva aveva riunito fin dalla sua
fondazione-Da martedì a domenica dalle 9 alle 13-Civico Museo
Sartorio, largo papa Giovanni
XXIII 1, Trieste-Info:
www.societadiminerva.it
>>articolo a pag. 18
Gli specchi
dell’enigma
Artisti intorno a De Chirico
Opere di 15 artisti contemporanei
ispirate a De Chirico-Tutti i giorni
dalle 9 alle 19-Scuderie del Castello di Miramare, Trieste-Info:
www.clponline.it
Fino al 13/3
La coscienza di Tullio
Kezich e le sue città
Giusto, Trieste-Info:
www.comune.trieste.it
Dal 12 al 30/1
Sudan. Diritto al
cuore
Mostra fotografica di Marcello Bonfanti
Dall’1 al 6/1
Dal 17/1
Saldi a Montedoro
Mostra fotografica
E questa volta una sorpresa
in più-Bar Buffet Franceschini, via Beccaria 3, Trieste-Info:
347.4114091
Martedì 18
Rewind
La città radiosa
Fino al 26/3
Mostra di Giuliana Balbi
Dal 20/1 al 24/2
Vestigia
Acid Papaer_33
Mostra di Gabriele Bonato
Nel 2006 vince il concorso ManinFesto del Centro d’arte contemporanea di Villa Manin, con
l’opera Lapis. Nel 2008 è tra i sette vincitori del premio Terna 01, e
nel 2009 si qualifica tra i finalisti
della seconda edizione. Grazie a
questo riconoscimento ha esposto
al Chelsea Art Museum di New
York-Bar Knulp, via Madonna del
mare 7a, Trieste-Info:
www.gabrielebonato.com
Mi&LAB
Microfestival su scienza,
musica, arte, filosofia e tecnologia
Tetro Miela, piazza Duca degli
Abruzzi 3, Trieste-Info:
www.miela.it
Dal 3/1
Un monte di saldi!-Montedoro
Freetime, Aquilinia, Muggia,
Trieste-Info:
www.montedorofreetime.it
Venerdì 14
Indovina chi viene a
cena...
Serata degustazione con un cuoco
d’eccezione che con l’aiuto dello
staff preparerà gustosi piatti di
sua invenzione-Bar Buffet Franceschini, via Beccaria 3, TriesteInfo: 347.4114091
Martedì 18
Il Corano
Il giorno 18 gennaio sarà presentato al pubblico il libro Il Corano
della collana islamica Mondadori, a cura del prof. Alberto Ventura. Parlerà il portavoce del Centro
culturale islamico di Trieste dott.
Sergio Ujcich-Ore 18-Libreria La
Fenice, via Battisti 6, Trieste-Info:
www.fenicelibri.it
>>articolo a pag. 26
Giovedì 20
Degustazione con
Rocca Sveva
Una serata in compagnia dei vini
tipici della valpollicella-Bar Buffet Franceschini, via Beccaria 3,
Trieste-Info: 347.4114091
Sabato 22
Il viaggio interiore
Una giornata con vari interventi dedicati all’interiorità fisica e
spirituale-Dalle 10 alle 19-Hotel
Savoia, riva del Mandrachio 4,
Trieste-Info: 338.8852117
Lunedì 24
Eugenio Weiss
Fino al 5/6
Il liutaio di Carlo Stuparich
Conversazione con ascolti a
cura di Antonio Baiti e Antenore
Schiavon-Ore 17.30-Civico Museo
Teatrale Carlo Schmidl, via Rossini 4, Trieste-Info:
www.museoschmidl.it
Cavour & Trieste
Percorsi, politica e commerci
nel Risorgimento
Così ha detto l’assessore Massimo
Greco: Nel bicentenario della nascita di Cavour e in preparazione
al 150° anniversario dell’unità nazionale abbiamo voluto proporre
una mostra inedita e originale
che mette in luce il connubio tra il
giovane Cavour e Trieste, presentando anche le pagine inedite del
suo diario, di quando a ventisei
anni visitò la nostra città. In questo particolare e curioso modo si
intende rendere omaggio al regista dell’unificazione nazionale
italiana, ad un uomo che è stato
tra i più grandi statisti europei e
della storia unitaria italiana.eDalle 9 alle 17-Castello di San
gli iscritti alla Facoltà di Scienze
della Formazione dell’Università
degli Studi di Trieste a progettare
ipotesi di campagne pubblicitarie
per promuovere la comunicazione
rivolta al sociale-Facoltà di scienze della formazione, Trieste-Info:
www.dai-avrai.org
>>articolo a pag. 27
La mostra si compone di 49 suggestive immagini a colori di Marcello Bonfanti, fotografo milanese, che ha interpretato con occhio
sensibile l’impegno umanitario di
Emergency in Sudan, riuscendo
a raccontarne con intensità le
emozioni, le persone, gli spazi
creati-Dalle 10 alle 13 e dalle 17
alle 20-Sala Fittke, piazza Piccola
3, Trieste-Info: 02.881881
>>articolo a pag. 20
Rewind, riavvolgere, … ossia rivisitare. Che cosa? La rivisitazione
riguarda lo straordinario spettacolo sull’Ursus della scorsa estate, l’indimenticabile serata del 28
luglio e con esso la sua matrice :
La città radiosa. Una sorte di prolungamento di quella magia attraverso la ricca documentazione
che ne è scaturita-Dalle 17-Teatro
Miela, piazza Duca degli Abruzzi
3, Trieste-Info:
www.lacittaradiosa.eu
>>articolo a pag. 19
Si tratta di opere che si sviluppano nella fiber art, utilizzando la
tecnica della fototessitura e del
fotointreccio. L’artista si orienta
sull’analisi del rapporto uomonatura, cercando di aprire un
discorso più ampio che investa
le attuali problematiche della
società e s’iscriva nei fenomeni di globalizzazione. L’unico
rifugio dell’uomo d’oggi, affranto
da disagi esistenziali, rimane la
riscoperta della natura e la presa
di coscienza delle sue bellezze.
Vestigia sono le tracce dell’essere
umano che le forze naturali, rappresentate attraverso dei vortici,
Fabio Mauri
spazzano via qualora venga vioUn sognatore della ragione
lata questa figura planetaria-Sala
Mostra a margine di quella deAtti, Facoltà di Economia, Unidicata a De Chirico-Tutti i giorni
dalle 9 alle 19-Scuderie del Castel- versità degli studi di Trieste-Info:
040.5587016
lo di Miramare, Trieste-Info:
www.clponline.it
Autunno al cinema con l’iniziativa dedicata a Tullio Kezich, ad un
Mostra di Wolfgang Petrick
anno dalla scomparsa. Di origini
Tra i fondatori, nel 1969, del
triestine, Tullio Kezich, commeleggendario gruppo artistico
diografo, produttore, sceneggiaGroßgörschen 35, Wolfgang Petore cinematografico e televisivo,
trick ha dedicato gran parte del
è stato soprattutto uno dei più
suo percorso artistico a tematiche importanti critici cinematograsociali-Da martedì a venerdì dalle fici del nostro tempo; l’ultimo di
46
una generazione che ha scritto
la storia del cinema, e il cinema
l’ha fatto sul campo, l’ha vissuto
e amato fino in fondo. La mostra
si articolerà in tre sezioni che
svilupperanno, sull’asse spazio/
tempo Trieste-Milano-Roma, la
vita e la poliedrica carriera di
Tullio Kezich, partendo dalla
adolescenza e la sua primissima
formazione (Trieste), la matura
giovinezza (Milano), la definitiva
consacrazione (Roma). Ingresso
libero-Tutti i giorni dalle 9 alle 19Palazzo Gopcevic, via Rossini 4,
Trieste-Info:
www.retecivicatrieste.it
Dal 27/1 al 16/2
Mostra di Loredana
Riavini
Sala Comunale d’Arte, Piazza
Unità, Trieste-Info:
[email protected]
varie
Fino al 18/2
20 di idee
Il contest creativo che invita tutti
29 e 30/1
Montedoro
Spongebob
Direttamente da Bikini Botton, la
cittadina sul fondo dell’Oceano
Pacifico nella quale vive, arriverà
a Montedoro Spongebob, la spugna più irriverente e divertente
dei cartoni. Ad accompagnarla
sarà il suo amico Patrick, una
simpatica stella marina in bermuda-Montedoro Freetime, Aquilinia, Muggia, Trieste-Info:
www.montedorofreetime.it
udine
47
gorizia
NTWK
gennaio
musica
2a, Gorizia-Info:
www3.comune.gorizia.it
Fino al 15/1
Nativitas
Centotrenta concerti sono il regalo di Natale che la coralità del
Friuli Venezia Giulia offre alla
propria regione: così Nativitas, il
festival con cui l’USCI Friuli Venezia Giulia chiude il vecchio anno
e apre quello nuovo, festeggia alla
grande il suo decennale-Luoghi
vari a Gorizia e provincia-Info:
www.uscifvg.it
Fino al 19/1
E se il mondo fosse a
testa in giù?
Per il ciclo Appuntamenti con la
danza. Compagnia Simona Bucci,
con Giulia Mininel, Irene Sambo,
Serena Finatti, Giovanni Lenarduzzi-Ore 21-Teatro Comunale,
via Nazario Sauro 17, Cormons,
Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Venerdì 7
Flying Tzars
Imperial Russian Dance
Company
Considerato uno fra i più spettacolari eventi dell’ultima decade,
lo show dei Flying Tzars, dell’Imperial Russian Dance Company,
propone una perfetta miscellanea fra balletto, circo e danza
folk, per un evento che coniuga
la capacità artistica della danza,
all’ironia del teatro, all’agilità
del circo e all’abilità atletica.
Con una trentina di esecutori, i
Flying Tzars si propongono come
lo spettacolo ideale per l’intera
famiglia. I critici di tutto il mondo
si trovano concordi a esaltarne
i vari aspetti con entusiastiche
recensioni-Ore 21-Teatro Comunale, via Nazario Sauro 17, Cormons,
Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Lunedì 10
Rudolf Buchbinder
Primo recital a Monfalcone di uno
dei più grandi pianisti di oggi,
Rudolf Buchbinder. Un pianista
che ha legato la sua fama di interprete soprattutto alla grande
tradizione austro-tedesca ma che
ama sottrarsi alla rigidità delle
etichette per essere libero di dedicarsi anche ad autori come Chopin, Ravel, Gershwin, Rachmaninov. È l’attitudine che troviamo
nel programma monfalconese,
dove si fa precedere l’ultimo Beethoven (1823) delle 33 Variazioni
su un valzer di Diabelli da un
doppio omaggio a Rachmaninov
e a Kreisler, nel quale è rievocata
la stima e l’amicizia che legò i due
musicisti in America-Ore 20.45Teatro Comunale, corso del popolo 20, Monfalcone, Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
Giovedì 20
primo dei grandi cicli liederistici
di Franz Schubert. Die schöne
Müllerin (La bella mugnaia), su
Variazioni Goldberg
Esercizio per tastiera consistente testi di Wilhelm Müller, è del
in un’Aria con diverse variazioni 1823; dopo una prima tiepida
per clavicembalo a due manuali: accoglienza, ottenne un successo
è il titolo che Bach originariamen- e una popolarità ancora oggi con
pochi eguali-Ore 20.45-Teatro
te diede, in occasione della loro
Comunale, corso del popolo 20,
pubblicazione a Norimberga, a
quelle che poi si chiameranno
Monfalcone, Gorizia-Info:
semplicemente Variazioni Goldwww.teatromonfalcone.it
berg.Quest’opera è una delle registrazioni più recenti realizzate
da Andreas Staier, un clavicembalista che ha iniziato la propria
attività con Musica Antiqua Köln
e che ha sviluppato poi una prestigiosa carriera da solista ricca di
riconoscimenti-Ore 20.45-Teatro
Comunale, corso del popolo 20,
No xe bel quel che xe
Monfalcone, Gorizia-Info:
bel, ma xe bel quel
www.teatromonfalcone.it
teatro
Domenica 9
Martedì 25
che...
Può un uomo per amore di una
donna mettere in discussione perfino la sua virilità? A ritmo incalDénes Várjon
zante si dipana la storia di Dario
Il Tristano di Wagner trascritche, pur di conquistare Vanda,
to da Liszt, e Liszt stesso con la
Sonata in si minore, sono il punto accetta di travestirsi da donna
ma si trova a dover reggere il giodi partenza di un programma
co un po’ troppo a lungo, in un
che si orienta verso il ‘900 (sia la
Sonata op. 1 di Berg che la Sonata susseguirsi di equivoci, spassose
situazioni e scambi di ruolo-Ore
n. 5 op. 53 di Skrjabin sono degli
16-Teatro San Nicolò, via I maggio
anni 1906-1907) ed arriva alla
84, Monfalcone, Gorizia-info:
contemporaneità di Kurtág.È ciò
che ci propone Dénes Várjon, uno 347.9750848
dei più importanti pianisti della
sua generazione-Ore 20.45-Teatro
Comunale, corso del popolo 20,
Chi ha paura muore
Monfalcone, Gorizia-Info:
ogni giorno
www.teatromonfalcone.it
Giovedì 13
Venerdì 28
I miei anni con Falcone e Borsellino
A quasi vent’anni dalla scomparsa di Giovanni Falcone e Paolo
Borsellino, Giuseppe Ayala decide di raccontare la sua verità,
Alexei Nabioulin
mettendosi alla prova con una
Dopo le feste natalizie un appunforma espressiva per lui nuova: il
tamento di qualità con il recital
teatro. Tratto dall’omonimo libro,
del pianista russo Alexei Nabiou- Viozzi guitar Duo
Chi ha paura muore ogni giorno
Interpreti saranno i noti chilin, artista di ottimo livello. In
racconta la storia di quegli anni
programma musiche di Chopin e tarristi Fabio Cascioli e Giulio
Chiandetti. Nella prima parte, di e la straordinaria esperienza al
Liszt-Ore 20.45-Auditorium
Antoine de Lhoyer, due Duos con- fianco di Falcone e Borsellino
di via Roma Gorizia-Info:
(colleghi ma soprattutto amicertans pour deux guitares op.
www.lipizer.it
31. Nella seconda parte verranno ci), dando vita ad un incontro/
spettacolo che ha per oggetto la
eseguiti ben 5 canti, per lo più
brillanti, di Isaac Albeniz, autore Sicilia, Cosa Nostra, la giustizia
Le mille e una notte
spagnolo che coniuga l’originaria e la politica italiana di allora e di
oggi-Ore 20.45-Teatro Comunale,
Balletto in due atti dall’omonima ispirazione iberica alle nuove
corso del popolo 20, Monfalcone,
raccolta di racconti. Presentatendenze impressioniste. A conto per la prima volta nel 1979 a
clusione del programma il Tango Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
Baku. Dopo diversi riallestimenti, Suite di Astor Piazzolla, componel 2000, Magalashvili viene insizione per 2 chitarre, di ottima
caricato di preparare una nuova
fattura, in cui i due strumenti diaversione dello spettacolo per il
logano e s’intrecciano con gran
Il club delle vedove
Gran Balletto Classico dell’Opera virtuosismo in un’esplosione di
Una pièce di Ivan Menchell, una
di Stato di Turchia. Senza moditemi colorati-Ore 20.45-Auditocommedia dolceamara con uno
ficare il libretto né la disposiziorium di via Roma Gorizia-Info:
straordinario trio di attrici in una
ne del testo musicale di Fikret
www.lipizer.it
gara di bravura-Ore 21-Nuovo
Amirov, Magalashvili ha reso più
teatro comunale, via Ciotti 1, Graattuale lo spettacolo dal punto di
disca d’Isonzo, Gorizia-Info:
vista del linguaggio coreografico,
www.artistiassociatigorizia.it
Bruzai
ma sempre sulla base della tecCover punk rock da Trieste-Rock
nica classica. Nello spettacolo vi
Far est
sono molti passi a due, così come club live, via Tambarin, Ronchi
In una scenografia minimalista,
numerosi sono gli a solo, o mono- dei legionari, Gorizia-Info:
capace di suggerire rapidi cambi
www.rockclublive.com
loghi, tutti tecnicamente molto
di contesto, I Papu utilizzano la
complessi e assai diversi tra loro, Concerto hardcore/
loro versatilità interpretativa per
come imposto dal testo musicale
dar vita a personaggi, linguaggi
punk
e dalla drammaturgia narrativaThe Guilt show, A cold dead boy, e meccanismi comici sempre
Ore 20.45-Teatro Verdi, via GariThe smashrooms, Blame it on the diversi. Un caleidoscopio di quinbaldi 2a, Gorizia-Info:
dici quadri che alternano non
ocean-Officina Sociale, via Natiwww3.comune.gorizia.it
sone 1, Monfalcone, Gorizia-Info: sense a comicità di situazione,
satira sociale a parodia, per uno
0481.482959
Rain - Tribute Deep
spettacolo capace di di coniugare
Purple
momenti esilaranti con soluzione
Fondata nel novembre 1985, i
di originale creatività. Forti della
Rain sono la più longeva Tribute
Die
schöne
Müllerin
loro peculiare predisposizione
band dei Deep Purple in attività
Il tenore tedesco Werner Güra
per la satira di costume e strizzanin Italia. Oltre as loro, i Mississip- coltiva nella sua attività l’opera,
do l’occhio alla poetica dissacranpi Burning, rock da Gorizia-Rock l’oratorio e la musica sacra, i
te e surreale dei Monty Phyton,
club live, via Tambarin, Ronchi
concerti e la musica da camera.
Andrea & Ramiro intendono rapdei legionari, Gorizia-Info:
Al pianoforte Christoph Berner.
presentare così la complessità del
www.rockclublive.com
Il concerto monfalconese è deNord Est-Ore 20.45-Auditorium
dicato a Die schöne Müllerin, il
Biagio Marin, via G.Marchesini
Venerdì 14
Vexillum
Concerto metal-Rock club live, via
Tambarin, Ronchi dei legionari,
Gorizia-Info:
www.rockclublive.com
Sabato 15
Venerdì 14
Sabato 29
Domenica 9
Aladin
Sulle ali di un vero tappeto volante bisogna lasciarsi letteralmente
trasportare nella favola di Aladin,
il Musical, nel mondo incantato
creato da Stefano D’Orazio e dai
Pooh. Lo scugnizzo coraggioso e
scapestrato Aladin è Manuel Frattini che ritorna in questa nuova
avventura al fianco di Roberto
Ciufoli nel ruolo del magico e
mirabolante Genio della Lampada. Una bella favola per grandi e
piccini all’insegna dell’evasione e
del divertimento intelligente, capace di creare quella magia propria dell’oscurità in cui ogni spettatore può immergersi per vivere
la sua avventura fantastica-Ore
20.45-Teatro Verdi, via Garibaldi
48
Giovedì 3/2
49, Grado, Gorizia-Info:
www.ertfvg.it
Sabato 15
A nord della
primavera
Teatro all’improvviso
Spettacolo per bambini. A Nord
della primavera è una riflessione
sul tempo che passa e ritorna
sempre uguale e diverso, proprio
come le stagioni che ogni anno
nel loro ripetersi scandiscono la crescita dei bambini-Ore
16.30-Kulturni Center Bratuž, via
XX settembre 85, Gorizia-Info:
0481.531445
Domenica 16
Le corone di Coronilla
Le corone di Coronilla ha come
tema centrale lo sguardo ingenuo e sorpreso sul processo di
conoscenza del mondo, quello
sguardo proprio di ogni bambino
teso ad interpretare ed reinventare creativamente il mondo
che lo circonda. Spettacolo per
bambini-Ore 16-Teatro Comunale,
via Nazario Sauro 17, Cormons,
Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Il malato
immaginario
Liberamente tratto dall’omonima
opera di Jean-Baptiste Poquelin,
in arte Molière, regia di Andrea
Trangoni-Ore 16-Teatro San Nicolò, via I maggio 84, Monfalcone,
Gorizia-info: 347.9750848
Martedì 18
Per la strada
Per la strada è uno spettacolo sulla voglia inarrestabile di identità,
di libertà di scoprirsi, sulla ricerca della propria strada, sulla voglia di disegnarla con tutti i colori
tenuti nascosti. E’ uno spettacolo
sulla tempesta dell’adolescenza-Ore 9.30-Teatro Comunale,
via Nazario Sauro 17, Cormons,
Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
18 e 19/1
Tutto su mia madre
Dal film di Pedro Almodóvar
Tutto su mia madre, il film capolavoro scritto e diretto da Pedro
Almodóvar nel 1999, è una dedica
a tutte le attrici che hanno interpretato delle attrici, a tutte le donne che recitano e a tutte le persone che vogliono essere madre.
Parla di maternità e paternità,
di uomini che diventano donne
e padri che diventano madri, di
teatro e cinema, di malattia, amore e morte: un dolore di fondo,
forte e struggente, filtrato da una
visione assolutamente ironica
dell’esistenza-Ore 20.45-Teatro
Comunale, corso del popolo 20,
Monfalcone, Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
>>articolo a pag. 8
Giovedì 20
Chat a due piazze
Il seguito di taxi a due piazze
Di Ray Cooney con Fabio Ferrari, Lorenza Mario, Gianluca
Ramazzotti, Miriam Mesturino e
la partecipazione straordinaria
di Raffaele Pisu, regia Gianluca
Guidi, versione italiana Luca Barcellona, costumi Elena Palella,
scene Nicola Cattaneo, musiche
Riccardo Biseo. Come in tutte le
farse di un maestro della comicità
gorizia
come Ray Cooney, vizi e debolezze umane danno lo spunto
per creare un meccanismo irresistibile di situazioni esilaranti
che finiranno per implodere una
dopo l’altra anche in questa nuova scoppiettante commedia ai
tempi di Facebook-Ore 21-Teatro
Comunale, via Nazario Sauro 17,
Cormons, Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Venerdì 21
Ben Hur
Una storia di ordinaria periferia
In Ben hur si affronta il tema
dell’immigrazione e del razzismo
in modo nuovo e brillante. Gianni Clementi riesce a presentare
temi di attualità con grande semplicità suscitando nel pubblico
momenti di profonda riflessione,
ma anche di grande ilarità-Ore
20.45-Auditorium Biagio Marin,
via G.Marchesini 49, Grado, Gorizia-Info: www.ertfvg.it
Domenica 23
Belle Bestie
Viaggio semiserio tra piccoli
animali
Una sfilata di animali per stabilire chi tra loro sia il più bello.
Lo scarafaggio può vantare due
bellissime antenne, la lumaca
si ritiene elegante per la sua
mollezza, mentre la sogliola
va molto fiera dei suoi occhi. E
cosa avranno da dire il cigno, la
farfalla e il pavone? E i piccoli
animali considerati piuttosto
bruttini? Tutti cantano in rima le
loro ragioni, giocano con ritmi e
filastrocche, raccontano la loro
storia. Per bambini dai 5 anni
in su-Ore 16-Teatro Comunale,
corso del popolo 20, Monfalcone,
Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
Alice nel paese delle
meraviglie
Drammaturgia e regia Stefania
Pimazzoni, con Stefania Pimazzoni, Irma Sinico, Catuscia
Gastaldi, oggetti scenografici
di Franco Sinico. Spettavolo per
bambini-Ore 16-Nuovo teatro
comunale, via Ciotti 1, Gradisca
d’Isonzo, Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
che resta imprigionata nella propria ideologia politically correctOre 21-Nuovo teatro comunale,
via Ciotti 1, Gradisca d’Isonzo,
Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Martedì 1/2
Mercoledì 26
È un dramma familiare e al tempo stesso sociale, un attualissimo sguardo sul presente che
è anche un preciso richiamo a
uno dei fenomeni che negli ultimi tempi più ci coinvolgono: la
presenza degli immigrati nella
nostra vita, presenza che ha trasformato la fisionomia delle nostre città e ha intaccato il tessuto
delle nostre relazioni. Uno sguardo neutrale, non ideologico, fuori
dagli schemi del razzismo o della
solidarietà di maniera. La scelta
di Gassman è caduta nuovamente su un testo contemporaneo che
negli anni ‘80 ottenne un grande
successo a New York e che ebbe
come protagonista Robert De
Niro, Cuba & His Teddy Bear di
Reinaldo Povod-Ore 20.45-Teatro
Verdi, via Garibaldi 2a, GoriziaInfo:
www3.comune.gorizia.it
Il malato
immaginario
Il malato immaginario è l’ultimo
grande capolavoro comico di Molière. Una farsa all’antica, colma
di eccellenti spunti comici, in
cui però alcuni strani elementi
di verosimiglianza permettono
di ipotizzare un certo mondo
concreto o una certa visione del
mondo. La farsa è quella che Molière, primo attore del re, uomo di
mestiere, ha ideato e scritto per il
divertimento e per la digestione
del suo sovrano; la visione del
mondo è quella di un uomo che
ha smarrito nelle delusioni della
vita la fiducia in se stesso e nei
propri simili, e la stessa voglia di
vivere-Ore 20.45-Teatro Verdi, via
Garibaldi 2a, Gorizia-Info:
www3.comune.gorizia.it
Venerdì 28
la Borto
Saverio La Ruina, già vincitore
di due Premi UBU nel 2007 per
la drammaturgia e l’interpretazione dell’intenso Dissonorata,
presenta a Monfalcone il suo
ultimo spettacolo, la Borto, la
struggente e ironica storia di una
donna in un paese del meridione, in una società dominata dagli
sguardi e dai comportamenti maschili: uno sguardo predatorio,
che offende e violenta, e un comportamento irresponsabile, che
provoca gli eventi ma ne fugge le
conseguenze. L’aborto è solo una
di queste, ma è la conseguenza
più estrema-Ore 20.45-Teatro
Comunale, corso del popolo 20,
Monfalcone, Gorizia-Info:
www.teatromonfalcone.it
Lunedì 24
Scene da un
matrimonio
Messo in scena da uno dei registi
più originali del nostro cinema,
con il divo delle fiction che torna in teatro ed una delle nuove
primedonne della nostra scena,
il capolavoro di Bergman rivive
attualizzato nell’Italia dei giorni
nostri. Cambieranno l’ambientazione (l’Italia dei giorni nostri), le
professioni di lei (assunta in uno
studio legale di divorzisti) e di lui
(non più professore universitario ma ricercatore nell’ambito
delle energie alternative): ma i
due personaggi resteranno in
quel medesimo limbo sociale
descritto da Bergman, una media
borghesia, colta e progressista,
Regia di Alessandro Gassman
Giovedì 3/2
Donna non
rieducabile
Ho scritto Donna non rieducabile adattando in forma teatrale
brani autobiografici ed articoli di
Anna Politkovskaja, dice l’autore
Stefano Massini. Anna non era
una militante politica, era una
giornalista. Una giornalista e
una donna, senza alcuna mira
di potere o altro, se non quello
di portare avanti, con tenacia
e determinazione, il proprio
mestiere-Ore 20.45-Auditorium
Biagio Marin, via G.Marchesini
49, Grado, Gorizia-Info:
www.ertfvg.it
3 e 4/2
Cenerentola
Usiamo la zucca!
Un grande classico che non smette mai di affascinare e divertire
grandi e piccini. Una storia triste
e toccante per chi si ferma alle
prime righe, leggera e spensierata per chi la percorre fino al
termine assaporando quel senso
di liberazione e di gioia completa
vissuto dalla protagonista una
volta eliminati tutti gli ostacoli
alla felicità che il destino le ha
messo davanti. Spettacolo per
bambini-Ore 9.30-Teatro Comunale, via Nazario Sauro 17, Cormons, Gorizia-Info:
www.artistiassociatigorizia.it
Mi è caduta una
cavalla nel letto
Di A.Bonardi, regia di Salvatore Zona, unico spettacolo
non in dialetto della Rassegna
L’armonia a Monfalcone-Ore 16Teatro San Nicolò, via I maggio
84, Monfalcone, Gorizia-info:
347.9750848
Roman e il suo
cucciolo
Sabato 29
Piccola opera
Spettacolo per bambini. Piccola
opera è una sequenza di performance il cui canovaccio narrativo si sviluppa in azioni di pittura
e disegni dal vivo, animazioni
di figure da parte di un attore
pittore, e interventi musicali
estemporanei di un musicista.
Senza parole-Ore 16.30-Kulturni
Center Bratuž, via XX settembre
85, Gorizia-Info: 0481.531445
Domenica 30
Scheletri in scatola
Con la compagnia I zercanomeOre 16-Teatro San Nicolò, via I
maggio 84, Monfalcone, Goriziainfo: 347.9750848
arte
Fino al 7/1
Icone russe e fogli
miniati
Straordinaria raccolta per la
prima volta proposta in un corpus espositivo. In mostra, una
sessantina di icone russe, spesso
impreziosite dalle rize in metallo
dorato decorate a sbalzo, in alcuni casi dipinte su tavola; le opere
raffigurano i tipi iconografici più
diffusi del mondo ortodosso di
ambito russo, San Nicola, San
Dimitri, San Sergio, la Madonna
di Kazan, rappresentazioni del
Cristo Pantocrator, solo per citare
alcuni dei soggetti che possono
essere ammirati nelle opere che
abbracciano un arco temporale
da fine Settecento al XX secoloDa martedì a sabato dalle9 alle
12.30 e dalle 15.30 alle 19-Libreria Stefano d’Ungheria
Editrice Goriziana, corso Verdi 67, Fondatore dello stato e apostolo della nazione
Gorizia-Info: www.leg.it
La tradizione ungherese traOrdine e disordine
manda che la Sacra Corona non
Personale di Fabio Visintini-Katy era stata da principio destinata
House, via Cesare Augusto Coal magiaro Stefano, bensì al re
lombo 1, Monfalcone, Gorizia-In- polacco-Da lunedì a venerdì dalle
fo: [email protected]
10.30 alle 18.30, sabato dalle 10.30
alle 13.30-Sala espositiva Mario di
Iorio, Biblioteca Statale Isontina,
Gorizia-Info: www.isontina.
Storie dell’Isonzo
librari.beniculturali.it
Fino al 26/1
Fino all’8/1
Sui sentieri della Grande
Guerra
A cura della Fondazione Poti Miru
di Kobarid/Caporetto, in collaborazione con Assessorato alla Cultura, Parco tematico della Grande
Guerra, Gruppo ricerche e studi
Grande Guerra-SAG Trieste, Progetto Sentieri di Pace-Palazzetto
Veneto, via Sant’Ambrogio 12,
Monfalcone,Gorizia-Info: www.
comune.monfalcone.go.it
Fino al 28/1
Pixxel music
Sesta edizione del festival internazionale-Galleria Metropolitana
di Gorizia-Info:
www.pixxelpoint.org
Fino al 31/1
Arturo Ghergo
Il glamour autarchico
Arturo Ghergo, indubbiamente, il fotografo più sofisticato ed
emblematico del glamour autarPersonale di
chico, concentrato in particoAlessandra Bernardis lare nel definire nuovi modelli
Con la mostra della pittrice triesti- femminili, decisamente evoluti
na si conclude Spiriti del tempo.
rispetto al cliché matronale e
Nuovi protagonisti delle arti vifamiliare dell’Italia più consersive nel Goriziano, il primo ciclo
vatrice, destinato a riscuotere
di mostre realizzate dal Parco
successo anche nel Dopoguerra,
Culturale di Gorizia-Dalle 10 alle ma in complessa dialettica con un
12 e dalle 16 alle 19-Galleria Dora quadro politico, sociale e cultuBassi, via Roma 5, Gorizia-Info:
rale che è drasticamente mutato,
0481.383287
innanzitutto per l’avvento del Neorealismo, e non sempre si presta
a conciliarsi con la sua estetica,
esigendo di manifestarsi attraverPersonale di Laura
so nuovi modi di fare e diffondere
Grusovin
fotografia. La mostra si compone
La mostra è promossa dal Kultur- di circa 150 fotografie-Musei Proni dom di Gorizia in collaborazio- vinciali di Gorizia-Info:
ne con la cooperativa culturale
www.provincia.gorizia.it
Maja-Dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle
18-Kulturni Dom, via Brass 20,
Gorizia-Info:
Premio Moroso
www.kulturnidom.it
Per l’arte contemporanea
>>articolo a pag. 15
Il Premio MOROSO per l’arte
Presepe Gigante
contemporanea, nasce per docuLe oltre 40 sagome lignee e reamentare, valorizzare e sostenere
lizzate a mano sono state collogli artisti che operano in Italia:
cate nella piazza del paese e nel
il premio è formulato ad invito e
giardino della parrocchiale. Gli
intende evidenziare artisti che
scenari, quest’anno impreziositi
rappresentano la molteplicità dei
da attrezzi agricoli, pozzi e filari
linguaggi dell’arte contemporavitigni rievocano come è tradizio- nea, video, fotografia, pittura,
ne di questo presepe la Natività
installazioni, performances e
in stile contadino-Mossa, Gorizia- scultura. Sono stati invitati critici
Info: www.prolocofoglianoree curatori d’arte contemporanea
dipuglia.it
provenienti da fondazioni italiane e internazionali che hanno segnalato 30 artisti che una prima
giuria ha selezionato collegialPresepi a Grado
mente per giungere ad una short
L’accurata realizzazione, l’ambientazione unica, l’uso di mate- list di 10 artisti che avessero le
caratteristiche intrinseche del
riali particolari o semplicemenPremio stesso-Galleria Comunale
te la fantasia rendono i presepi
d’Arte Contemporanea, Monfalcodelle vere e proprie opere d’artene, Gorizia-Info:
Centro di Grado, Gorizia-Info:
www.galleriamonfalcone.it
0431.898239
Fino al 12/1
Fino al 15/1
Fino al 6/2
Fino al 16/1
Fino al 22/1
Francy for art
Nella mostra saranno esposte le
opere degli studenti dei cinque
Liceo Artistici partecipanti al concorso, insieme con un gruppo di
opere fuori concorso provenienti dalla Facoltà di Architettura
dell’Università della Carinzia e
dalla Facoltà di Architettura di
Maribor-Dalle 15.30 alle 19.30,
chiuso domenica e lunedì-Nuova
sala espositiva della Provincia,
corso Italia, Gorizia-Info:
www.francy.org
>>articolo a pag. 15
Fino al 27/2
Dipingere in piccolo
Dal XVII al XX secolo
Attraverso trentacinque opere
riferibili ad artisti francesi, italiani, russi, austriaci e indiani,
il percorso espositivo si propone
anzitutto di illustrare l’origine e la
storia della pittura in miniaturaDalle 10a lle 13 e dalle 14 alle
19-Scuderie di Palazzo Coronini,
viale XX Settembre 14, GoriziaInfo: www.coronini.it
49
slovenia
NTWK
gennaio
Dal 27/1 al 4/2
Fino al 10/1
Opera di Antonin Dvorak in tre
atti-Ore 19-Cankarjev dom, Presernova cesta 10, Lubiana-Info:
www.cd-cc.si
Alla Galleria Medusa di Capodistria, mostra-mercato di opere dei
principali artisti sloveni. In esposizione i principali arti d’arte contemporanea in Slovenia-Galerija
Meduza, Cevljarska 34, Capodistria-Info:
www.obalne-galerije.info
Rusalka
Venerdì 28
Luca Roncadin
Rhythm & Blues
Band
Concerto del giovane cantante
italiano - da Cividale del Friuli
fondata nel 1979-Ore 22.30-Perla,
Casino e Hotel, Kidriceva 7, Nova
Gorica-Info: www.hit.si
Cena & Show Los
Mulero
Gusti, musiche e balli ispanici,
con lo spettacolo del gruppo di
ballo Los Mulero noto in Europa
già dal 1985 e gruppo di spicco a
Barcellona. Il balli tradizionali
spagnoli con musiche originali
non vi lasceranno indifferentiOre 21-Casinò & Hotel Park, delpinova 5, Nova Gorica-Info:
www.thecasinopark.com
arte
Fino al 7/1
Pensieri riflessi
Mostra Fotografica di Maria
Tea Morello
musica
Dal 12 al 15/1
Ludwig Minkus Bajadera
Spettacolo di balletto-Ore 19Cankarjev dom, Presernova cesta 10, Lubiana-Info:
www.cd-cc.si
Giovedì 13
Fabio Biondi
Viaggio musicale da Napoli
a Madrid
Il violinista sarà accompagnato
da Richard Coeli Rama al violoncello, Giangiacomo Pinard
alla chitarra e mandolino e Paola
Poncet al cembalo-Ore 19.30-Slovenska filharmonija, LubianaInfo: www.cd-cc.si
Sabato 18
Charles Gayle trio
Il leggendario musicista newyorkese Charles Gayle al sassofono,
basso e pianoforte, Christopher
Sullivan al bas e Michael Thompson alla batteria-Ore 20.30-Cankarjev dom, Presernova cesta 10,
Lubiana-Info: www.cd-cc.si
Venerdì 21
Jazznova
Feat Paul Randolph
E’ un gruppo di musicisti di
Berlino formato da Alexander
Barck, Claas Brieler, Jürgen von
Knoblauch, Roskow Kretschmann, Stefan Leisering, e Axel
Reinemer, uniti nel 1995. Il
gruppo è uno dei più importanti
sostenitori del nu jazz , della chillout e del jazz house, sebbene
abbiano anche sperimentato
con il jazz latino-Ore 21-Kino Si-
50
ska, Trg Prekomorskih brigad 3,
Lubiana-Info:
www.kinosiska.si
Maurizio Vandelli
L’amatissimo artista è sulla cresta dell’onda già da diversi anni,
leader degli Equipe 84, ha suonato assieme a Zucchero e Dodi
Battaglia nel gruppo Sorapis,
negli ultimi anno lo abbiamo visto con il proprio gruppo formato
da sei rappresentanti. Gli ospiti
potranno così risentire successi
musicali come Tutta mia la città,
Io ho in mente te, 29 settembre,
Angelo Blue e molti altri-Ore 22Perla, Casino & Hotel, Kidriceva
7, Nova Gorica-Info:
www.hit.si
Giovedì 27
Helloween,
Stratovarius, Avatar
Gli Helloween, ovvero le Zucche
di Asburgo, arrivano a Lubiana
per una serata heavymetal, accompagnati dalla band finlandese Stratovarius e dagli Avatar-Ore
20-Kino Siska, Trg Prekomorskih
brigad 3, Lubiana-Info:
www.kinosiska.si
Apparizioni visionarie, tese fra
paesaggio e figura, ci svelano,
nelle fotografie di Tea Morello,
l’intrigante e partecipata relazione fra le cose e il sentire dell’artista che quelle cose osserva e
vive. Cose e immagini respirate
con la mente e con il corpo, restituite per via di riflessi quali attori
fantomatici di una narrazione
silente, in cui l’assenza fisica
dell’oggetto si eleva a volano creativo di un mondo interiorizzatoIstituto Italiano di Cultura in Slovenia, Breg 12, Lubiana-Info:
www.iiclubiana.esteri.it
Castrumfoto 10Autoritratto
Mostra fotografica
Espongono Dragomil Bole, Iris
Anam Cara, Polona Demsar, Sergio Culot, Franc Golob, Andrej
Perko, Tihomir Pinter, Primoz
Brecelj, Nika Furlani, Andrej
Furlan. Parallelamente saranno
esposte le foto di ritratti e autoritratti di Milan Klemencic-Pilonova Galerija, Presernova ulica 3,
Ajdovscina-Info:
www.venopilon.com
Fino al 9/1
Lee Miller
Mostra fotografica
Lee Miller è stata assistente del
famoso Man Ray, che ha lasciato
un segno indelebile l’arte del 20
secolo e ha segnato un decisivo
cambiamento nella fotografia,
avviando il genere di reportage
di moda e del fotogiornalismo di
guerra. La mostra retrospettiva
della sua opera, raccoglie 96 fotografie che abbracciano tutta la
sua carriera e offrono uno spaccato del suo lavoro, costituito da
oltre 40.000 fotografie di vari stili e tipologie-Jakopiceva Galerija,
Slovenska cesta 9, Lubiana-Info:
www.visitljubljana.si
CioccolARTino
Tito, 1, Capodistria-Info:
www.obalne-galerije.si
Fino al 10/2
9 Biennale della
grafica d’illustrazione
La Biennale slovena dell’Illustrazione mette in mostra le più
belle opere di illustratori sloveni,
create negli ultimi due anni. L’illustrazione si presenta come una
disciplina d’arte a sé stante e con
una forte valenza per quanto riC-Arte : Carte ad Arte guarda lo sviluppo psichico e creRassegna di opere su carta e ativo dei bambini, dei sentimenti
dei giovani e per la comprensione
libri d’artista
Saranno presenti opere di Carme- dell’arte rivolta a tutti-Cankarjev
dom, Presernova cesta 10, Lubialo Cacciato, Vito Capone, Franco
Vecchiet, provenienti dall’Italia e na-Info: www.cd-cc.si
di Dejan Habicht, Cvetka Hojnik,
Janez Matelic provenienti dalla
Slovenia-Galleria Insula, SmreFranc Kavcic
karjeva 20, Isola-Info:
La mostra è dedicata alla vasta
www.insula.si
produzione artistica del pittore
neoclassico Franc Kavcic, artista
Sara Jassim
La galleria ha organizzato la mo- sloveno e per lungo tempo professore presso l’Akademie der Bilstra della giovane grafica Sara
Jassim che ha lavorato con le sue denden Künste a Vienna. L’espografiche sul tema della condizio- sizione e il catalogo esaminano
le opere dell’artista che attingono
ne umana partendo dalla Carta
dei Diritti dell’Uomo e riflettendo ai miti greci e romani, tra Omero
e i racconti mitici e storici legati
su alcuni punti che al giorno
all’antichità -Narodna Galerija,
d’oggi sono all’attenzione delle
comunità di tutto il mondo-Gale- Presernova 24, Lubiana-Info:
rija Herman Pecaric, Leninova 2, www.ng-slo.si
Pirano-Info:
www.obalne-galerije.info
Fino al 16/1
Fino al 13/2
Fino al 21/1
Fino al 31/3
Disegni di Sabbia
Mostra personale di Stanka Golob
Le tele sono realizzate con materiali di sabbia con cui riesce a riSaranno esposte le opere di Hacreare anche le più sottili tonalità
rold Ancart, Alexander Gutke,
di luce e le sfumature di colore.
Vlatka Horvat, Kristof Kintera,
Ivan Kozaric, Bruce Nauman e Pe- La sabbia crea una tavolozza di
colori vivi e caldi nelle mani di
ter Vogel-Galerija Skuc, Stari trg
21, Lubiana-Info: www.galerija. un’abile e sensibile artista. Le tele
permettono di penetrare nell’uniskuc-drustvo.si/skuc2.html
verso naturalistico della pittrice,
fortemente legata al paesaggio
natio, assumendone la prospetPolona Demsar
tiva acuta e sensibile, capace di
16432
leggere emozioni e sentimenti che
I lavori dell’artista slovena che
vorticano sotto la superficie delle
integra l’espressione fotografica
sue tele realizzate con materiali
a opere plastiche. Il suo nuovo
insoliti e naturali: usa la sabbia
progetto indaga temi esistenziali- dell’Isonzo e del torrente Baca,
Photon Galerija, Krizevniska uli- ma anche di altri corsi d’acqua,
ca 10, Lubiana-Info:
detriti e cave, luoghi particolarwww.photon.si
mente evocativi-Albergo Sabotin,
Solkan, Nova Gorica-Info:
www.hit.si
Displaced Division
Fino al 28/1
varie
Mercoledì 12
Italia: patrimonio
mondiale di Arte e
Cultura.
Un viaggio attraverso la storia
Gli incontri saranno condotti
dal Prof. Igor Skamperle, docente
presso il Dipartimento di Sociologia della Facoltà di Lettere e
Filosofia dell’Università di Lubiana; sono rivolti a coloro che sono
interessati ad approfondire le
loro conoscenze riguardo all’arte
Paesaggi nel
e alla cultura italiana: studenti
Novecento
universitari, docenti, ma anche
Boris Pahor-Lojze Spacal
a tutto il pubblico che condivida
Sono esposti preziosi volumi che questi interessi. Antichità romamostrano la collaborazione esisti- ne: dai miti di fondazione a Roma
ta tra i due autori, nonché edizio- capitale e impero del mondo.
ni originali delle opere di Pahor
Le grandi opere di edificazione:
illustrate da Spacal. L’allestimen- Colosseo, Panteon, i Fori romani,
to è firmato da Obalne Galerije
archi e colonne. Virgilio: padre
Piran. La mostra mette in eviden- dell’Occidente. Marco Aurelio e
za sopratutto le opere dell’artista l’alba del Cristianesimo-Ore 17dalla fine della guerra agli anni
Istituto Italiano di Cultura in Slo70, che è il periodo di più intensa venia, Breg 12, Lubiana-Info:
collaborazione tra i due-Dalle 11
www.iiclubiana.esteri.it
alle 17-Galleria Loggia, Piazza
Fino al 31/1

Documenti analoghi

free press

free press 1 settembre 2010/ Network Caffè n. 150 / Anno XIV / Tel 040370005 / Aut. Trib. TS n. 980 del 9/4/1998 NTWK Aut. Trib. TS 1028 del 22/06/2001 - DIFFUSIONE GRATUITA - Spedizione in A.P. - 70% DC TS

Dettagli