crickets - Leuca Web

Commenti

Transcript

crickets - Leuca Web
giovedì 27 marzo - ore 22.30
Jack'n Jill – Cutrofiano (Le)
Ingresso gratuito
Info 0836541126 – www.jacknjill.it
CRICKETS
Prosegue la programmazione del Jack’n Jill Music Live Pub di Cutrofiano (Le), organizzata in collaborazione
con UDE, tra live, giochi e serate divertenti. Giovedì 27 marzo (ore 22.30 - ingresso gratuito) appuntamento
con i Crickets, band nata da diverse esperienze musicali, ma con l’unico intento di ricreare le atmosfere
spensierate e divertenti degli anni 50/60 fino quelle dei giubbotti in pelle e stivale a punta degli anni 70/80. Il
viaggio nel tempo si snoda attraverso canzoni dal sapore Rock’n’Roll, pezzi di storia come Elvis, Chuck Berry,
The Beatles, proseguendo negli scenari più selvaggi e frenetici del Rockabilly, con Johnny Burnette, Robert
Gordon, Stray Cats. Recentemente i Crickets hanno lanciato Molo 13, un brano inedito fortemente legato alla
tradizione rock’n’roll italiana, e una inedita versione di Pretty Woman.
"Dopo quasi 3 anni di attività è giunto il momento di tirare le somme e mettere un bel punto a tutto quello che
si è fatto", raccontano i Crickets - Osvaldo Aluisi (voce), Ivo Surano (chitarra), Ilario Surano (batteria), Carlo
Cazzato (contrabbasso). "Abbiamo suonato in decine di posti, festival, club, piazze e abbiamo raccolto le
emozioni dei vostri occhi cercando sempre di ricambiare. Adesso siamo arrivati al Molo 13, un molo simbolico
che racchiudeil punto di arrivo e quello di partenza di un grande viaggio; la partenza verso un nuovo orizzonte
che ci condurrà chissà dove, chissà come, sempre con la musica a toccare nuove mani, nuovi orizzonti; Il molo
come scambio, quello scambio continuo con i mille volti stretti in questi anni di live, il molo come sguardo verso
il mare, così grande da farci costantemente interrogare e così grande da contenere e affidargli tutti i nostri
desideri e sogni più profondi. Il molo come luogo intimo in cui poter scambiare amore. Il 13 come l’anno che
ormai è passato e che ha segnato la svolta. Un 13 come la fortuna".
Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub
Piazza Baglivi 10, Lecce
Tel e Fax: 0832303707 - 3394313397
[email protected]
venerdì 28 marzo - ore 18.30
Fondazione Palmieri - Lecce
Ingresso gratuito
Info 3394313397 - [email protected]
L'ENIGMA DELL'EUROPA: QUALI PROSPETTIVE?
Le iniziative promosse dal gruppo informale (Ri)Generazione Politica proseguono venerdì 28
marzo con un dibattito, in collaborazione con Libertà e Giustizia, che vedrà confrontarsi Pier
Virgilio Dastoli, Tonia Mastrobuoni, Roberto Santaniello e Maria Marcella Rizzo
Venerdì 28 marzo (ore 18,30 - ingresso gratuito) presso la sala conferenze della Fondazione Palmieri (ex
Chiesa di San Sebastiano - Vico dei Sotterranei) a Lecce, il gruppo informale (Ri)Generazione
Politica e Libertà e Giustizia organizzano il dibattito L'enigma dell'Europa: quali prospettive? con Pier
Virgilio Dastoli, consigliere della Commissione Europea, Tonia Mastrobuoni, giornalista e corrispondente da
Berlino per La Stampa, Roberto Santaniello, direttore del Settore Relazioni Internazionali del Comune di
Milano, e Maria Marcella Rizzo, docente di Storia Contemporanea presso l’Università del Salento. Modera il
giornalista e ricercatore Ubaldo Villani-Lubelli. Introduce Alberto Maritati, coordinatore del circolo leccese di
Libertà e giustizia.
L’Europa è un enigma. Di fronte alla più forte crisi istituzionale, politica ed economica della storia dell’Unione
Europea il singolo cittadino ha difficoltà a comprendere l’effettiva convenienza dell’essere in Europa. Negli ultimi
anni è cresciuto lo scetticismo nei confronti di un progetto evidentemente incompiuto, ma che ha al contempo
garantito la pace e la democrazia nel Vecchio Continente e che ha notevolmente facilitato la vita quotidiana dei
cittadini europei. Non si può però negare, tuttavia, che rispetto ai principi ideali dei padri fondatori l’attuale
Unione Europea si sia spesso allontanata da questi perdendo lo spirito originario e facendo prevalere la tutela di
interessi non sempre chiari e trasparenti. La distanza tra le istituzioni europei e i cittadini è abissale tanto da
porre una vera questione democratica. In vista delle imminenti elezioni del 22-25 maggio il progetto europeo è
così tornato al centro di riflessioni e analisi che riguardano le ragioni stesse dell’Unione Europea. A trent’anni
dall’approvazione nel Parlamento europeo del progetto di Trattato dell’Unione Europea di Alberto Spinelli, il
dibattito "L’enigma dell’Europa, quali prospettive?" intende analizzare quale debba essere il futuro
dell’Istituzione dell’Unione Europea e quale ruolo può e deve avere l’Italia per poter incidere nei processi
decisionali di Bruxelles.
Pier Virgilio Dastoli è presidente del Movimento Europeo Italia e consigliere del Gruppo Spinelli. Assistente di
Altiero Spinelli alla Camera dei Deputati ed al Parlamento europeo dal 1977 al 1986. È consigliere della
Commissione Europea ed è attualmente distaccato presso la Presidenza della Conferenza dei Presidenti delle
Regioni e delle Province Autonome. È membro del Comitato Centrale del Movimento Federalista Europeo, del
Consiglio Nazionale dell’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa e del Direttivo
Internazionale del CIFE.
La giornalista economica Tonia Mastrobuoni lavora dal 2011 per La Stampa e si occupa in generale della crisi
dell'euro e di economia internazionale; una volta al mese segue i lavori della BCE a Francoforte. Dal 2009
collabora con il Festival dell'Economia di Trento. In passato ha lavorato per Il Riformista, per le agenzie di
stampa Reuters e TmNews (allora Apcom) e per la radio pubblica tedesca Wdr. Ha pubblicato Gioventù sprecata
(Laterza, 2010), scritto insieme a Marco Lezzi; attualmente sta scrivendo un libro sulla Germania.
Roberto Santaniello, direttore del Settore Relazioni Internazionali del Comune di Milano. In precedenza ha
lavorato alla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dove è stato membro dello staff di due
commissari (Carlo Ripa di Meana e Antonio Ruberti). Ha scritto articoli e saggi sul tema dell'integrazione
europea: l'ultimo è l'ebook C'eravamo tanto amati. Europa, Italia e poi? (Egea, 2013), scritto con Pier Virgilio
Datoli.
Maria Marcella Rizzo è professore Ordinario di Storia Contemporanea presso la Facoltà di Beni
Be
Culturali
dell'Università del Salento. Autrice di numerose pubblicazioni, ha coordinato il Corso di Dottorato in Studi
Storici, Geografici e delle Relazioni internazionali dell'Ateneo ed è stata responsabile del Master europeo
"European Heritage, Digitall Media and the Information Society" (EuroMACHS).
Venerdì 4 aprile (ore 18.30 - ingresso gratuito) le Officine Ergot di Lecce ospiteranno Austerity o
crescita? con Andrea Conte,, economista presso la Commissione europea - Istituto di Prospettiva Tecnologica,
Tecnologi
e Guglielmo Forges Davanzati,, professore di economia politica all’Università del Salento. Austerity o crescita
è il dilemma con il quale si stanno confrontando economisti e politici nel dibattito politico ed economico
internazionale. Come si esce dalla crisi economica europea? È stata un errore la politica di austerità imposta da
Bruxelles e dalla cancelliera Angela Merkel al resto d’Europa? L’austerità è veramente incompatibile con la
crescita? Il dibattito organizzato da (Ri)Generazione Politica mette a confronto due economisti di orientamento
diverso per discutere della crisi economica dell'Europa, delle misure che si sono applicate in questi anni e su
cosa si potrebbe (e dovrebbe) fare nei prossimi mesi.
Info 3394313397
Segui (Ri)Generazione Politica su Facebook e su Twitter.
sabato 29 e domenica 30 marzo - ore 21.00
Laboratori Musicali - Trepuzzi (Le)
Ingresso (riservato ai soci) 3 euro
Info www.arezzowave.com
Sabato 29 e domenica 30 marzo (ore 21.00 - ingresso 3 euro, riservato ai soci)
soci ai Laboratori
musicali di Trepuzzi (Le)vanno
vanno in scena le finali provinciali
pro
leccesi di Arezzo Wave Band,
Band il più grande
contest italiano che individua ogni anno le migliori promesse musicali del nostro Paese. Due serate di musica
live per selezionare il gruppo che approderà alla finale regionale che quest’anno si terrà ad aprile al Dopolavoro
di
Brindisi.
Sonno Domenica
Sabato 29 sul palco si alterneranno Krizia Murrone, Euphoria, Incomodo, I Misteri Del Sonno.
spazio aGardenya, Mery Fiore, Mooter,
Mooter La Rocha e Michel,, on stage grazie alla Second Chance concessa da
Easygig. In palio l’opportunità di suonare su importanti palchi italiani ed esteri (ad esempio quest’anno al CMJ di
New York, al Mama di Parigi o Eurosonic a Groningen) oltre a poter vincere il “premio fAWI 2014″ che, grazie
alla partnership con Siae, offrirà una borsa di studio del valore di 1.000 euro da investire sulla propria attività
artistica. Nel corso degli anni sono passati da Arezzo Wave Ministri, Il Pan del Diavolo, Waines, Krikka Reggae,
Negrita, Afterhours, Mau Mau, Quintorigo, Almamegretta, Marlene Kuntz, Agricantus, Reggae National Tickets e
tanti
altri.
Le selezioni saranno in diretta su Zero Web Radio in compagnia di MissMykela, un'artista poliedrica che da un
decennio ama confrontarsi con le diverse sonorità della musica Urban contemporanea.
Laboratori musicali
Via Marshall - angolo Via F.Caffè
73019 Trepuzzi (Le)
Tel: 0832756021
Mail: [email protected]
sabato 29 marzo - ore 18.30
Crap "Villa Libertini" - Lecce
Info 3476758177 - [email protected]
CONGRESSO SLOW FOOD LECCE
Sabato 29 marzo dalle ore 18.30 presso la Crap "Villa Libertini" in via Antonio Miglietta 5 a Lecce si terrà
il congresso della condotta leccese di Slow Food,, un'occasione di confronto, individuazione e approvazione
degli obiettivi e dei progetti per la condotta e il movimento Slow Food per i prossimi quattro anni. Seguirà un
aperitivo
preparato
con
prodotti
del
territorio.
I lavori, coordinati dal fiduciario Alessandro Rizzo, prevedono la discussione dei temi proposti per il Congresso
Nazionale e Regionale, l'esame della realtà associativa
associativa territoriale con un bilancio delle attività svolte; l'esame
delle proposte di programma e candidatura per il Comitato di Condotta del 2014/2018 e la conseguente
elezione
del
Comitato
di
Condotta
e
dei
delegati
al Congresso
Regionale
e
Nazionale.
Slow Food è un'associazione non-profit
profit che conta 100.000 membri in 150 paesi del mondo. Fondata da Carlin
Petrini nel 1986, si pone l’obbiettivo di promuovere nel mondo il cibo buono, pulito e giusto. Buono da
mangiare, per le sue qualità organolettiche, ma anche
anche per i valori identitari e affettivi che si porta dietro. Pulito
perché prodotto in modo ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente. Giusto perché conforme all’equità sociale
durante la produzione e la commercializzazione. Per Slow Food bisogna tornare a dare il giusto valore al cibo,
rispettando chi lo produce, chi lo mangia, l’ambiente e il palato. Quindi Slow Food si impegna per difendere il
cibo vero - con i prodotti tutelati dai Presìdi Slow Food, quelli catalogati dall'Arca del Gusto, quelli venduti
direttamente da chi li produce nei Mercati della Terra; promuovere il diritto al piacere: dalla conoscenza, alla
socialità, alla convivialità, al piacere. Perché più ne sai, meglio scegli, meglio vivi! Condividere il cibo favorisce
l’incontro, il dialogo e la gioia dello stare insieme. Lasciati coinvolgere dagli eventi che Slow Food ogni giorno
organizza cene, degustazioni o altri eventi vicino a casa tua. E non perderti le grandi manifestazioni della rete
Slow Food: Cheese, Slow Fish, Salone del Gusto e Terra
Terra Madre; diffondere la cultura gastronomica: per andare
oltre la riceta, perché dietro un cibo ci sono produttori, territori, emozioni e saperi. Con la tua tessera hai sconti
dedicati ai Master of Food, sui libri e le guide di Slow Food Editore, agli eventi
eventi e “nei locali amici”; educare al
futuro: il futuro ha bisogno di terreni fertili, specie vegetali e animali, meno sprechi e più biodiversità, meno
cemento e più bellezza. Se conosci il cibo che mangi puoi aiutare il pianeta. È questo che Slow Food promuove
prom
nelle attività con le scuole e le famiglie, e con progetti come gli Orti in Condotta e i 1000 orti in Africa.
La sede di Slow Food Lecce è all'interno del Crap (Centro Residenziale di Assistenza Psichiatrica) di Lecce dove
vivono ben 14 persone che hanno
anno costantemente bisogno delle cure del dottor Sergio Longo (Psichiatra e
coordinatore del progetto) e del suo staff. La condotta, in collaborazione con ASL Lecce, partecipa inoltre al
progetto Ortoporto che prevede la riqualificazione dell'area Verde adiacente
adiacente al CRAP Villa Libertini e la sua
riconversione in un Orto per l'autoconsumo interno e per l'eventuale commericializzazione di prodotti biologici.
Inoltre, all'interno dell'orto sono già presenti delle campane per la creazione del Compost.
Slow Food
od - Associazione nazionale senza fine di lucro
Via Mendicità Istruita, 14 – 12042 Bra (Cn)
Tel. 0172 419677 fax 0172 421293
E-mail: [email protected]
Slow Food Lecce
Via Antonio Miglietta, 5 - 73100 Lecce
Alessandro Rizzo - 3476758177
E-mail: [email protected]