IIS Agrario "Antonio Della Lucia"

Commenti

Transcript

IIS Agrario "Antonio Della Lucia"
NUMERO - 4 -
MAGGIO 2014
GIORNALINO SCUOLA/CONVITTO DELL’IIS “A. DELLA LUCIA” - FELTRE – (BL)
Bionet con Amore
senza scordar la motosega
L’azienda del nostro istituto è un laboratorio a cielo aperto nel quale i
ragazzi hanno un approccio con gli attrezzi, le macchine le coltivazioni e
gli allevamenti.
Naturalmente alcuni allievi provengono da realtà familiari nelle quali il
lavoro agricolo, zootecnico o boschivo viene praticato quotidianamente.
Altri invece non hanno questa opportunità. Per tutti gli studenti
comunque l’azienda è il luogo in cui sperimentare le pratiche agricole e
forestali nei limiti dei progetti che vengono presentati ,sviluppando per
tanto le competenze teoriche acquisite in classe.
Da oltre 15 anni in azienda ci siamo occupati ad esempio della
conservazione della biodiversità entrando nella rete bionet con cinque
progetti riguardanti il fagiolo gialet, il mais sponcio, l’uva bianchetta
trevigiana, l’orzo bellunese e a livello zootecnico, sei razze venete di
pollo e due di anatra ed infine pecora di razza Lamon.
Oltre al nostro istituto, bionet comprende anche Veneto Agricoltura,
l’Università di Padova, l’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, gli istituti
agrari di Padova, Castelfranco e Montebelluna e la Provincia di Vicenza .
Segue a pagina 8
SOMMARIO
Progetto Leonardo – intervista
pag. 2
L’Agrario ed il Clima
pag. 3
Il Centralino
pag. 3
La “quasi fine” della nostra avventura
Classi III Op. e V
pag. 4/5
Il suo sorriso ancora tra di noi
pag. 4
Il Cinipide del castagno
pag. 6
Escursione in Val di Lamen
pag. 6
Il Giro d’Italia
pag. 7
Si viggiare viaggiare
pag. 7
Estate
pag. 7
I nostri Pulcini
pag . 8
Bionet con Amore
pag. 8
Movie’s e Music
pag. 9
Extrim rulls
pag. 10
Cruciverba
pag. 10
Elezioni Europee
pag. 10
PAGINA 10
AGRI TOP’S
EXTREME RULES
E’ stata la sesta edizione del pay-per-view annuale offerto dalla WWE. L'evento si è svolto il maggio 2014 presso l'Izod Center di
East Rutherford, New Jersey.
I match presenti in questo pay per view sono:
1
2
3
Match
Bray Wyatt ha sconfitto Jonh Cena fuggendo dalla gabbia
The Shield (Dean Ambrose, Seth Rollins e Roman Reigns) ha
sconfitto Evolution (Triple H, Randy Orton e Batista)
Bad News Barret ha sconfitto Big E
Stipulazioni
Tempo
Singles match per il WWE
intercontinental championship
07:55
Steel Cage match
Six man tag team match
21:11
19:53
Elezioni Europee
Il prossimo 25 maggio tutti i cittadini maggiorenni saranno chiamati alle urne per eleggere i propri rappresentanti al parlamento europeo. In Italia verranno eletti 73 deputati con il sistema proporzionale sulla base dei voti espressi.
Premesso questo, riteniamo sia importante partecipare a queste elezioni. Spesso abbiamo avuto la sensazione che l'Unione
Europea sia quell'ente che chiede, e a volte impone, sacrifici economici, dimenticandoci però che è anche quell'organismo
che, attraverso le proprie strutture, elargisce parecchi miliardi (PAC, fondi strutturali, ecc.). Sappiamo anche però che le
decisioni su come distribuire questi fondi e, soprattutto, su quali sacrifici chiedere ai vari stati membri vengono prese molto spesso da gruppi ristretti di persone: la Commissione Europea che è un organo composto da nominati (non eletti) dai
vari Governi degli Stati membri. Questa volta, invece, il Presidente della Commissione Europea sarà eletto dal Parlamento
Europeo al quale dovrà rispondere. I candidati alla presidenza sono 5: Jean-Claude Juncker (Lussemburgo), del Partito
Popolare Europeo, Martin Schulz (Germania), dei Socialisti europei, Guy Verhofstadt (Belgio), candidato dei Democratici
e Liberali per l’Europa, Ska Keller (Germania), dei Verdi e Alexis Tsipras (Grecia), per la sinistra europea.
Le istituzioni cercano di venire verso i cittadini rendendosi un po' più democratiche, ai cittadini ora partecipare con il voto
e in seguito essere informati e controllare che la democrazia si espanda ulteriormente.
Teodomiro Dal Negro
Agri Top’s
PAGINA 11
Il piatto del mese
Insalata estiva con pesce
spada arrosto
Ingredienti per 4 Persone
250 gr patate novelle
150 gr di fagiolini
4 tranci di pesce spada medi
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
180 gr di insalata mista
2 pomodori maturi tagliati a spicchi
60 gr di olive nere piccole
4 uova sode a quarti
sale e pepe q.b.
Preparazione
Cuocete a vapore le patate per 10 minuti: una volta cotte,
scolatele e tenetele in caldo.
Pulite i fagiolini e cuocete a vapore per 2 minuti. Asciugate
e tenete in caldo. Spennellate con olio i tranci di pesce
spada e cospargeteli di pepe nero su entrambi i lati.
Scaldate a fuoco alto una bistecchiera e stendetevi i tranci.
Cuocete per 1-2 minuti poi girateli e cuocete finché non
diventano striati all’esterno.
Togliete i tranci dal fuoco, raffreddateli leggermente e
tagliateli a cubetti. Per preparare il condimento, mescolate
bene il succo di limone e l’olio in una terrina grande e
condite.
Per assemblare il tutto, distribuite le foglie di insalata nei
piatti. Tagliate le patate a metà e amalgamatele con i
fagiolini, il pesce spada, i pomodori e le olive nel
condimento e scuotete il tutto leggermente.
Versate il tutto sulle foglie di insalata. Condite bene con
sale e pepe nero e completate con i quarti d’uovo.
Il Nostro Sudoku
(Giacomel)
Provate a risolverlo
Oroscopo
Ariete
Maggio, che ci crediate o meno, vi piacerà. Vi piacerà il lungo transito di Venere
nel vostro segno un passaggio che saprà riportare il buon umore, l’interesse per
l’amore, per le buone maniere e la diplomazia recentemente andata un po’ in
disuso non per colpa vostra. Quindi le vostre personali energie riprendono a
funzionare, a crescere, e ciò vi conferirà sicuramente maggiore tono e lucidità,
soprattutto nelle relazioni e in amore.
Toro
L’amore potrebbe vivere un momento di tensione ma voi non date troppo peso
alle questione in questo momento, fidatevi piuttosto dell’intelligenza di chi vi è
di fronte e non traete conclusioni affrettate e poco sagge forse suggerite dalla
Luna Piena. Maggio si concluderà in bellezza.
Gemelli
Finalmente un cielo sgombro da nubi, da forze e energie che si oppongono
ostacolando la vostra meritatissima serenità. Finalmente maggio vi consegna un
cielo facile, leggero, privo di sfide e di problematiche reali. Tutti i pianeti, infatti,
sembrano avere un approccio positivo o, almeno, neutrale al vostro segno.
Potrete insomma affrontare maggio sicuri di voi, del vostro tono, delle vostre
idee.
Cancro
Giove, il pianeta che vi sta ancora aiutando a crescere e costruire, si è
fortunatamente fatto più tranquillo e ragionevole. Venere, invece, trascorrerà
buona parte del mese in Ariete, portando una certa irrequietezza interiore,
sbalzi di umore e un’emotività non sempre leggera.
Leone
Venere in trigono per tutto maggio vi aiuterà considerevolmente nel lavoro e nei
rapporti, godrete di un modo di fare tale da suscitare ammirazione e stima in
ogni ambito. Marte riporterà nuova energia e voglia di fare oltre a rendervi più
fortunati con i viaggi, gli studi e le vicende di tipo legale/burocratico. Non basta.
Mercurio vi sarà amico e alleato favorendo investimenti, controllando le spese,
concedendovi fortune di tipo pratico.
Vergine
La vostra energia sarà probabilmente concentrata soprattutto nelle questioni
pubbliche, di lavoro, pratiche. Marte rimetterà in moto questioni e vicende
pratiche da tempo incagliate e ferme, forse a causa della vostra incertezza, del
vostro impegno incostante o non del tutto deciso e fermo nei propositi. Poi,
l’ultima decade di maggio, porrà nuovamente l’accento sulle questioni legate al
lavoro, alla professione e alla carriera.
Bilancia
Maggio appare come un mese dolce, calmo, gentile. Vero che l’opposizione di
Venere non vi aiuta a trovare facilmente un equilibrio con chi vi circonda,
tuttavia qualche segnale di miglioramento c’è e non potrete non vederlo.
Mercurio vi sosterrà e vi aiuterà in tutte quelle attività e negli ambiti che
richiedono qualità intellettive e pratiche.. Siete alla vigilia di una nuova stagione.
Scorpione
Potrebbe esserci ancora un momento di tensione tra voi e le persone che più
amate, ma Mercurio saprà aiutarvi a trovare risposte, soluzioni, alternative a
questi problemi, insomma non date troppo peso e non disperate. Gli ultimi
giorni del mese non vi annoieranno, sarete carichi di vitalità, di entusiasmo e
voglia di fare, pronti a difendere con ogni mezzo le vostre esigenze, le richieste, i
bisogni che manifesterete e che qualcuno dovrà ascoltare.
Sagittario
Il vostro segno può vantare un cielo complessivamente gradevole che, però, sarà
sapientemente guastato da Mercurio e dalla sua opposizione in onda per buona
parte del mese Ogni cosa sarà chiarita a suo tempo, nel frattempo coltivate
l’antica e preziosa arte della pazienza ricordando che, tra non molto, il cielo sarà
definitivamente vostro.
Capricorno
Crucci e grattacapi potrebbero riguardare principalmente la vita professionale e
pratica, tanti gli impegni e il peso delle cose da fare, da vivere, da dimostrare. e
energie potrebbero essere pochine, così come gli entusiasmi e le forze vitali del
segno. Dovrete cercare di tenere duro ancora per un po’, contate sul fatto di
essere tra i segni più resistenti e tenaci dello zodiaco.
Acquario
Maggio promette di essere un mese che vi piacerà e che lascerà soddisfatti
anche gli astro-palati più esigenti. Le stelle a questo punto vi consigliano di fare
propositi, di imporvi una fase migliore, più dolce e leggera, che vi consenta di
vivere in modo divertente la stagione in arrivo.
Pesci
Il cielo vi consegna un maggio fortunato ma che dovrete usare per portare avanti
il lavoro sino a qui svolto, per completare e sistemare ciò a cui state lavorando.
Evitate di cambiare, di voltare pagina, verso le novità, in questo frangente, non
vi porterebbe alcuna fortuna. Un’ottima premessa per un giugno a cinque stelle.
PAGINA 2
AGRI TOP’S
Intervista alla prof.ssa Flavia Colle sul progetto per le 4^ e le 5^ FOREST4LIFE.
Da cosa è partito il progetto?
L’input è partito da una proposta del prof.
Ezio Busetto nel 2012. Il progetto è stato
presentato ed approvato
nel 2013,
quest’anno ha avuto inizio lo svolgimento
che terminerà nel 2015. Ci sono 38 step da
seguire, la procedura è lunga e complicata.
Per mandare avanti il progetto la nostra
scuola ha tre partner, che sono:
-Ente Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi;
-Collegio provinciale degli Agrotecnici di
Belluno;
-Comunità montana Feltrina.
La scuola capofila è l’Istituto “Baruffi”
(Ormea, Cuneo).
In cosa consiste il progetto?
Il progetto consiste nel mandare i ragazzi
delle 4^ e delle 5^ all’estero, per dare loro
la possibilità di arricchire il loro bagaglio
culturale.
Le borse di studio ricevute dalla scuola sono state 14:
10 ragazzi andranno in Galles, mentre gli
altri 4 in Francia.
Andranno presso alcune aziende a fare tirocinio, ognuno inerente al proprio indirizzo scolastico (zootecnico, forestale o parchi e giardini).
Questo tirocinio formativo fa parte dei
crediti formativi?
Sì, questo progetto darà dei crediti formativi ai ragazzi e in più un diploma, l’Euro
Pass Mobility.
Quanti ragazzi parteciperanno e dove
andranno?
I ragazzi che partecipano sono 14, tutti tra
la 4^ e la 5^.
10 di loro andranno in Galles, altri 4 in
Francia.
Il primo gruppo per il Galles partirà il 5
giugno 2014, e tornerà il 3 luglio 2014.
Il gruppo sarà composto dagli studenti:
Bertelle, Bettega, Frizzo, Pastro e Sella.
Il secondo gruppo partirà per la Francia l’8
giugno e tornerà il 5 luglio.
Il gruppo sarà composto dagli studenti:
Paier, Todoverto, Colmanet e Loat.
L’ultimo gruppo partirà il 14 luglio e tornerà il 12 agosto, e andrà in Galles.
Il gruppo sarà composto dagli studenti:
Brambal, Cesa, Meneguzzo, Tibolla e Troisi.
 Questo progetto verrà riproposto anche il prossimo anno ?
E’ già stato presentato a marzo un nuovo
progetto che si chiama Erasmus+ per 20
borse di studio per il prossimo anno, sempre per un tirocinio all’estero. Abbiamo un
nuovo partner con noi, il Comune di Feltre. Il capofila di questo progetto è sempre
l’Istituto “Baruffi” (Ormea).
Ringraziamo la prof.ssa Flavia Colle per la
disponibilità e per le esaurienti risposte alle nostre domande.
Isabella Disconzi e Sirya Comiotto
AGRI TOP’S
L’Agrario e il Clima
Il Prof. Barbante incontra i convittori
Il 6 maggio 2014 nella Villa Tomitano dell’Istituto
Professionale “Antonio Della Lucia” di Feltre, si è tenuta
una conferenza con il professor Carlo Barbante sul tema
“Il clima di ieri, di oggi e… di domani”. Il Professore è il
direttore dell’Istituto per la Dinamica dei Processi
Ambientali del CNR ed è ordinario di chimica Analitica
all’Università di Venezia, dove si occupa di ricostruzioni
climatiche, ambientali e dello sviluppo di metodologie
analitiche innovative in campo ambientale e biologico.
Durante l’incontro ha parlato del riscaldamento della
terra, che, a suo parere, è causato dall’uomo e che le
soluzioni le troveremo in noi stessi solo quando
l’emergenza si presenterà per davvero. Continuando a
parlare del riscaldamento terrestre, ha rivelato che nel
2014 nell’artico si è superata la temperatura di 6°C,
aspetto non assolutamente normale. La terra ha circa 4,5
miliardi di anni, l’energia che arriva ad essa parte
direttamente dal sole, ma, lo strato di ozono che la
circonda fa si che solo una piccola parte arrivi a noi
mentre il resto viene bloccato da questo strato. Con le
nostre emissioni inquinanti però questo strato sta
diventando sempre più sottile facendo penetrare sempre
più calore e causando un aumento delle temperature. Il
Professor Barbante ha affermato anche che la
temperatura dagli anni 60 in poi è aumentata in maniera
progressiva, oltre alle variazioni di temperatura abbiamo
una modesta presenza di anidride carbonica che pur
essendo in parte assorbita dalla vegetazione la rimanente
crea un effetto serra nell’atmosfera. Continua dicendo
che, nei prossimi anni ci sarà un aumento della
temperatura di 2 gradi, ma non bisognerà superarlo se si
vuole ottenere una diminuzione di gas serra. Dal 1990 le
emissioni di gas serra hanno continuato ad aumentare,
ma, l’Europa le ha già diminuite del 18% rispetto agli
anni 90. Se vogliamo cercare di salvare il pianeta
PAGINA 3
dovremmo arrivare fra 30 anni a diminuire del
40% l’emissione di gas serra rispetto al 1990.
1) Cosa l'ha spinto a fare questo lavoro
Non c’è stato qualcosa in particolare, possiamo dire che è
stato semplicemente l’interesse per l’ambiente ed aiutare
il pianeta.
2) Se l’uomo continua con queste emissioni come può variare il
clima?
Può variare con un aumento della temperatura infatti e
già aumentata di 0,5-0,6 gradi, ma bisogna comunque
pensare a degli scenari positivi e negativi per il futuro.
3) Se non si interviene per abbassare la temperatura entro qanti
anni i ghiacciai si possono sciogliere?
Se ne sono già sciolti, ma penso che entro il 2050 si
potrebbe già non averne più.
4) Secondo lei se le persone cominciassero a ridurre o a smettere
con queste emissioni entro quanti anni il clima potrà
stabilizzarsi?
Se si cominciasse già adesso, in poche decine di anni il
clima comincerebbe a reagire e si potrebbe cominciare ad
arginare.
5) Può succedere che con questi cambiamenti di temperatura si
possa tornare ad una nuova era di glaciazione?
Arriverà di sicuro una nuova glaciazione, il punto è
capire se succederà tra 5 mila anni o tra 10 mila anni.
6) Vuole dire qualcosa alle persone che leggeranno questo
articolo?
Il problema è globale, ma la soluzione è anche locale,
tutti possono dare un contributo al ripristino della
situazione ottimale. Basterebbe che ogni persona
risparmiasse di più, ad esempio che si chiuda l’acqua
quando ci si lava i denti o che al posto di farsi una doccia
di venti minuti la si faccia in cinque minuti. Questi sono
tutti modi per risparmiare.
De Munari Michael
Il centralino della scuola svolge una funzione molto importante perché è il perno dell’accoglienza
per l’utenza ed è il centro dove arrivano e vengono smistate tutte le chiamate. Le principali azioni
che esso svolge sono: apertura della struttura scolastica, smistamento delle chiamate, segnalazione
di eventuali supplenze ed assenze,identificazione di problemi nelle uscite didattiche con i mezzi
scolastici. Il personale del centralino ha un buon rapporto sia con il personale docenti, sia con gli
educatori e gli alunni. Le operatrici del centralino lamentano l’esistenza di alcuni problemi per
quanto riguarda le comunicazioni e affermano che sarebbe sicuramente utile la tecnologia per svolgere al meglio le mansioni all’interno dello stesso. Inoltre dicono che ci sarebbe bisogno di più personale per gestire al meglio le attività.
Frizzo Mirco e Costa Davide
PAGINA 4
AGRI TOP’S
Un saluto dalla 3^ Operatore
Noi ragazzi della 3^ Operatore, ci siamo iscritti a questa scuola perché ci interessa l’agricoltura e l’allevamento; perché molti di noi hanno l’azienda familiare ed anche perché attirati dalle diverse attività pratiche, visto che il nostro è
un corso triennale e alla fine prenderemo una qualifica; inoltre ci piaceva l'idea di conoscere nuove persone e infine
perché abbiamo sentito parlare in giro molto bene di questo Istituto.
Ricordiamo con piacere la prima uscita a Valpore; per noi è stata importante, perché ci ha aiutati a conoscerci fra
noi, conoscere gli insegnanti in un contesto esterno alla scuola particolarmente bello dal punto di vista del paesaggio
montano.
Il nostro comportamento durante i tre anni non è stato dei migliori, lo riconosciamo....ma pian piano abbiamo cercato di fare del nostro meglio per migliorare alcune sfaccettature e a questo punto speriamo che il miglioramento sia
stato visibile ed apprezzato dagli insegnanti.
Il fatto più importante, che purtroppo ci ha scosso davvero molto, accaduto proprio recentemente, è stata la scomparsa del nostro caro compagno Massimo Cesa; questo fatto ci ha molto addolorato e fatto riflettere.
Tutte le uscite che abbiamo fatto in questi tre anni, quella in Cansiglio, in Alpago etc., sono state sicuramente istruttive in ambito lavorativo; esperienze che porteremo sempre con noi fra i ricordi più belli.
Con questo nostro articolo, approfittiamo per ringraziare e salutare il Dirigente Scolastico, che si è tanto battuto per
attivare il nostro corso di studi, gli insegnanti, che sono riusciti a sopportarci fin adesso, gli educatori con i quali quattro di noi hanno condiviso l'esperienza del convitto ed infine tutto il personale ATA.
...è stato un vero piacere.....
La classe 3^ Operatore
Il suo sorriso ancora tra di noi
Cari lettori e lettrici,
vorrei dedicare questo articolo a una persona speciale, a un nostro compagno di scuola, che ora non c'è più, ma che rimarrà per
sempre nei nostri cuori e ci proteggerà da lassù.
“Una persona con il sorriso sempre stampato sul viso, quel sorriso che portava allegria quando lo si incrociava, cosi lo
ricorderemo, sempre allegro e spensierato.”
Ma quel sorriso , da tutti ricordato, il giorno 26 marzo 2014, si è spento, per un incidente fatale con la sua amata moto Husaberg
125 da cross, erano appena passate le sei e mezza quando per un distrazione , ha perso il controllo sulla moto e nonostante i
soccorsi , l'impatto ha avuto la meglio.
Quando si è giovani è strano pensare che la vita possa finire così di colpo. È difficile pensare che tutto a un tratto una persona
non ci sia più. Eppure qualche volta il destino ci fa questi scherzi, anche se sarebbe meglio queste cose non accadessero. E questa volta la sorte ha colpito Massimo Cesa, alunno della nostra scuola, della classe 3a operatore agricolo. Un banale incidente lo
ha portato alla morte e in un tratto si è aperto un vuoto tra le persone che lo conoscevano. Un vuoto che non si riempirà mai,
ma la maggior parte delle disgrazie a volte hanno un ritorno anche se contro la morte non si può niente, si resta solo immobili,
attoniti, pensando che non può essere vero. Non è possibile che Massimo non ci sia più. E invece è terribilmente vero. Era un
ragazzo come gli altri, tranquillo, amava la compagnia era socievole e come tutti magari aveva anche qualche difetto. Ma era un
ragazzo che poteva dare qualcosa al mondo, poteva essere di esempio, e invece non lo potrà essere. La sua passione lo ha tradito una volta per tutte. E non resta che la tristezza di fronte a questi avvenimenti, si resta senza parole e si cerca una spiegazione,
anche se una vera e propria spiegazione non c’è.
Centeleghe Cristian e Conzatti Sara
AGRI TOP’S
PAGINA 5
I cinque anni in questo Istituto
Cinque lunghi (o corti?) anni sono trascorsi dalla prima volta in cui mi sono addentrato in questa scuola. Ricordo, come fosse ieri, l’immagine di questo Istituto attorniato da nebbia fitta e un freddo inaspettato. Devo dire che
l’immagine non era certamente delle più accoglienti all’esterno; ma all’interno tutto era diverso! Infatti accolto
dall’educatore Iuliano che ha saputo catturare il mio interesse convincendomi a venir qui.
I primi tempi sono stati duri: l’ambientazione, il cibo, le persone, ecc., ma pian piano, passo dopo passo ho “costruito”
un “nuovo mondo” fatto di amici, nuovi ritmi con nuovi orari e un nuovo modo di vivere, quindi nuove abitudini e nuovi doveri oltre che nuovi divertimenti.
Ora non voglio dilungarmi molto con i discorsi, anzi per farla breve vi dirò questo: imparare, crescere, divertirsi, questi
sono i tre verbi con cui voglio descrivere questa scuola. Imparare perché qui si apprendono molte cose interessanti (per
chi ne ha voglia), e di certo i professori bravi non mancano. Crescere perché qui in effetti si impara anche a crescere,
soprattutto stando lontani da casa, come noi convittori. Ed infine divertirsi perché appunto ci si diverte anche…soprattutto in convitto e non solo a scuola con insegnanti e compagni.
Ringrazio tutti, da professori agli educatori in primis, ai compagni, amici e nemici per avermi dato una lezione di vita
lunga cinque meravigliosi anni.
Ora vi lascio che mi tocca andare a studiare visto l’imminente Esame di Stato che dovrò andare ad affrontare fra qualche
giorno ed un grosso in bocca al lupo a tutti.
Stefani Sebastiano
5 anni...un tratto di strada percorso assieme. Ricordi belli e forse meno belli che porterete con voi per tutta la vita. Tanti fra di voi hanno contribuito a rendere migliore il nostro convitto e a tutti va il nostro ringraziamento e l'augurio sincero di tanta fortuna e che i progetti personali e professionali di ciascuno di voi possano realizzarsi.
I Collaboratori
Alberto Tarulli e Alberto Zannin
PAGINA 6
IL CINIPIDE DEL CASTAGNO
Il castagno da frutto da molti anni sta soffrendo in
termini produttivi a causa di una vespa cinese (
Cinipide- Dryocosmos) galligena. Il nostro Istituto
in collaborazione con l'Università di Padova, i
servizi forestali, e l'associazione nazionale città
del castagno, da tempo sta collaborando per
trovare una soluzione al problema. Nello specifico
noi studenti della classe 1bp, accompagnati dalle
insegnanti Merlo e Turrin ci siamo recati in un
castagneto nel comune di Seren del Grappa e
abbiamo raccolto in dei sacchetti di carta, circa 10
mila galle. Queste sono state consegnate alla
referente del progetto, dott.ssa Colombari, per le
analisi di laboratorio.
In bosco, durante la raccolta, abbiamo separato le
1800 galle della pianta madre, dove nel maggio
del 2013 è stato liberato l'antagonista naturale del
Cinipide
il:
Torimus, e le
altre 8200 sono
state
raccolte
nelle altre piante
nel raggio di 1015 metri.
Perchè
tutto
questo lavoro?
A seguito della
sezione
delle
galle
e
all'allevamento delle stesse in ambiente ideale
nasceranno adulti di Cinipide e Torymus. Sarà
fondamentale poi isolare l'antagonista (Torymus)
e nel mese di maggio lanciarlo nel castagneto
perchè si svilupperà cibandosi delle uova del
Cinipide, contenute nelle galle.
Questo intervento biologico permetterà la
salvaguardia del patrimonio castanicolo nazionale
con il recupero, forse, delle produzione di
castagne e marroni.
Classe I B/P
ESCURSIONE IN VAL DI LAMEN E
DINTORNI
Noi ragazzi, scalmanati, della classe 1AP
accompagnati dalle professoresse Lucia Merlo e
Serena Turrin ci siamo recati in Val di Lamen,
all'intero del Parco Nazionale delle Dolomiti
Bellunesi per visitare appunto la Val di Lamen e i
AGRI TOP’S
dintorni .
Dopo molte giornate
di pioggia il tempo ci
ha assistiti e il sole
ha fatto capolino tra
le
nuvole
permettendoci di fare
una bella camminata
all'aperto.
Abbiamo percorso
un sentiero fra prati e
boschi e ci siamo fermati sotto alcuni “covoli”,
ricovero o ripari utilizzati dai frequentatori della
valle dal neolitico fino al medioevo.
Proprio in queste rocce vegetano specie
caratteristiche degli anfratti, delle fessure e degli
stillicidi, come la Capelvenere, i Raponzoli, la
Silene e la Felce Nana, inoltre abbiamo ammirato
una bella salamandra.
Lungo il sentiero erano evidenti i segni lasciati da
un grande incendio avvenuto 15 anni fa (piante
secche, ecc.).
Al ritorno siamo passati vicino ad una “Calchera”,
dove in passato, si produceva la calce, e ci siamo
fermati all'azienda zootecnica dove vengono
allevati bovini da latte e da carne, di razze
pezzata rossa e pezzata nera o frisona italiana. Le
stalle sono a stabulazione semi libera, con la sala
mungitura a spina pesce (4+4).
I bovini vengono alimentati con fieno, mangime,
insilato di mais, attraverso il carro unifeed.
Il latte prodotto dall'azienda viene trasformato in
formaggi, ricotta, schiz e burro, mentre la carne
viene utilizzata per la produzione di insaccati.
La mattina è stata intensa ma piacevole.
Classe 1 A/P
Per farci una Risata
Agri Top’s
PAGINA 7
Viaggiare viaggiare…
New Jersey è uno dei più piccoli stati degli Stati Uniti d’America, che
si affaccia sull’oceano Atlantico. È noto come uno dei più bei luoghi di
villeggiatura balneare del paese da molti considerato alla stregua un semplice
maxi-quartiere della „grande mela“ newyorkese, il New Jersey, noto agli
americani come Garden State per via della grande quantità di parchi ed aree
dedicate al verde, costituisce uno stato a se vero e proprio, con capitale
Trenton. Qui troviamo palazzi vittoriani e un famoso faro costruito nel 1859, alto ben 47 metri, oltre a un
importante patrimonio architettonico, una magnifica spiaggia, negozi di antiquariato e una vasta gamma di
opportunità come la pesca, l’avvistamento di balene e il birdwatching.
La città è in corso di rinnovamento ed offre ai visitatori grandi parchi,
gallerie d'arte ed edifici interessanti dal punto di vista architettonico.
Il Paranormal Museum localizzato nella zona di Asbury Park dedicato
al celebratissimo topic dell’horror e del paranormale, in cui al prezzo
di un semplice biglietto del cinema si può dare un occhiata a tutto ciò
che di misterioso ed inspiegabile esiste in territorio americano ed
approfondire la nascita di miti come quello dei vampiri e delle streghe.
Quindi il 9 giugno diamoci tutti appuntamento a Malpensa e
godiamoci insieme questo immenso grandissimo panorama.
Tommasi Filippo e De Munari Michael
L’inizio dell’estate è considerato un momento di svago per i ragazzi, alcuni di noi iniziamo a pensare e chiederci
quante ragazze incontreremo quest’estate e se riusciremo a superare il numero delle ragazze conosciute dai nostri
amici. Per altri invece l'estate è considerata come un ampio periodo di tempo libero
Con l'inizio della stagione tutti iniziano a porsi delle domande, sia i giovani di qualunque età che i genitori, le
coppie, riguardo a come passare questi mesi d'estate.
Noi, gente di questo Istituto trascorriamo l’estate solitamente lavorando di giorno e facendo festa la sera con gli
amici di sempre staccando per qualche mese la spina dai libri.
E, poi forse ci rimarrà anche il tempo di una due settimane al mare per rilassarci un po’ prima di ricominciare.
By Redazione
Il Giro d‘Italia
Da poco più di una settimana è iniziato il famoso
“Giro d'Italia “ con la partenza da Belfast il 9
maggio e arrivo a Gemona del Friuli a Trieste il
primo di giugno. I luoghi percorsi dal giro d' Italia
sono : Belfast e Armagh ( Dublino) per quanto
riguarda l'estero, dopo di che con un viaggio
arrivano in sud Italia a Bari, Taranto e da qua
cominciano a risalire lo stivale dell'Italia fin Savona. Da qui girando verso ovest ai
piedi delle Alpi faranno l‘intero giro del nord Italia, concentrandosi poi proprio
nelle nostre terre di Treviso e Belluno. Per poi cambiare regione ed arrivare in
Friuli, dove per l'arrivo li attenderanno con applausi i triestini a gemona del Friuli.
Il percorso si divide in 21 tappe distribuite in Irlanda le prime due e le successive tutte in Italia . Esso si
suddivide in diverse quote e dislivelli così che il tragitto sia vario, agevolando i ciclisti nei loro punti di forza (
resistenza in lunghezza, salita e velocità in discesa ).
Le varie tappe non hanno la stessa distanza ma variano dalla tipologia di gara del giorno. Hanno un minimo di
21 km ed un massimo di 250 km circa. Le tipologie delle tappe sono: cronometro a squadre, cronometro
individuale, pianeggiante, media montagna e alta montagna.
Spero che adesso siamo pronti tutti a tifare Italia soprattutto tra il 29 e il 30 maggio nelle tappe che potremmo
seguire dal vivo a Vittorio Veneto, Belluno e Bassano. Quindi forza Italia.
Davide Costa e Mirco Frizzo
PAGINA 8
AGRI TOP’S
I nostri Pulcini
I nostri pulcini nascono a
cadenza settimanale, dopo
un’incubazione di 21
giorni, la uova si schiudono. Quest’anno il 10 marzo,
abbiamo avuto la prima incubazione (prima di questa
fase le uova vengono disinfettate per immersione e marchiate con il timbro
della scuola).
Vengono incubate uova di tutte le razze, circa 150 capi per razza. Ci sono
due cicli, perché i galli vengono tenuti in due diversi gruppi per avere una
certa varietà genetica. Dopo 8 giorni dall’essere state raccolte, si fa la speratura, per eliminare le uova non fertili. Dopo altri 4 giorni, la uova vengono
passate dall’incubatrice alla schiusa, macchina dove avranno tutto lo spazio
di cui hanno bisogno le uova per aprirsi, senza sovrapporsi l’una sull’altra.
Ci può essere un ritardo della schiusa da qualche ora a un giorno massimo,
poi significa che c’è qualche problema.
La vendita dal punto economico è molto importante per mandare avanti
l’azienda e non farla fallire, visto che per mandare avanti un azienda come
la nostra il bilancio deve essere positivo.
Il MAREK è il vaccino effettuato al momento in cui si tolgono i pulcini dalla schiusa, dopo più o meno 2 giorni. Ai pulcini viene fatta un’iniezione di
vaccino da 0,2 ml per capo sulla coscia. La PSEUDOPESTE altro vaccino
che è effettuato in due fasi a 15 giorni di distanza l’una dall’altra. Consiste
nel metter una goccia di soluzione per ogni occhio dell’animale.
La salute di questi animali è controllata con esami del sangue e analisi delle
feci degli adulti, ma in caso di necessità, anche sui pulcini. Questi esami sono effettuati da studenti dell’Università di Padova , nel progetto Bionet.
Le anatre non vengono vaccinate, ma è sconsigliato portarle al mercato o
alle fiere, perché sono soggette a molte altre malattie.
Il mangime che viene somministrato ai pulcini è composto da un nucleo
(acquistato) a da mais mescolati assieme. Il mais è la parte di composto che
conferisce al pulcino lo zucchero di cui ha bisogno. Il nucleo, invece, porta
all’avicolo le proteine, i sali minerali, il calcio e il fosforo per le ossa. I nuclei, a volte, cambiano in base alle fasi di crescita, e si devono acquistare
nuclei di diverso tipo. Qui da noi il nucleo è sempre lo stesso, ma somministrato in percentuale diversa in base alla fase di crescita in cui si trova il
pulcino.
Disconzi Isabella e Comiotto Syria
Continua da pagina 1
Bionet con Amore
senza scordar la motosega
Poi ci sono le serre, gli orti, l’arboreto
didattico, il frutteto ed il noceto .Tutti
settori nei quali, secondo i tempi e le
passioni di ciascuno, operiamo per ottenere prodotti e fare esperienze.
L’azienda è dotata di un parco macchine
( trattori, motoseghe, decespugliatori,ecc.) e di attrezzi manuali, tale da poter permettere l’uso a più classi contemporaneamente.
Qui è anche la sede in cui si svolgono
gli allenamenti per le olimpiadi forestali
“Alpe – Adria” alle quali da diversi anni
la scuola partecipa e si confronta con
altre scuole provenienti da Austria, Croazia, Slovenia e da quest’anno Bosnia
Erzegovina.
Ad occuparsi della manutenzione di
questi attrezzi, della gestione del lavoro
insieme agli insegnanti, nonché della
cura quotidiana degli animali e delle
coltivazioni ci siamo noi tecnici, che
mettiamo a disposizione l’esperienza, la
passione e soprattutto la pazienza, necessari per ottenere i successi ma anche
per gestire gli insuccessi che inevitabilmente si presentano quando si fa
dell’agricoltura un laboratorio didattico.
Tutto ciò che viene prodotto in azienda,
ad eccezione dei reimpieghi, viene posto in vendita; ecco quindi che secondo
la stagionalità possiamo trovare, uova,
pollame, fiori, legna da ardere, frutta, e
altro ancora.
Sperando di aver spiegato al meglio le
attività che vengono svolte e le figure
che le mettono in atto, vi salutiamo.
I Tecnici d’azienda:
Ketti, Carlo, Flavio, Luca
AGRI TOP’S
PAGINA 9
Agri Top’s Movies e Music Top 10
(De Munari e Disconzi)
Agri Top’s Movies
INCOMPRESA
Aria è una bambina di 9 anni che si ritrova suo malgrado a vivere una violenta separazione dei suoi genitori, lo strappo dalle sue "sorellastre" in una famiglia allargata. I
suoi genitori non la amano quanto le vorrebbe. Aria, strattonata nel conflitto tra suo
padre e sua madre, respinta e allontanata, attraversa la città con una sacca a strisce e
un gatto nero, sfiorando l'abisso e la tragedia e cercando solo di salvaguardare la sua
innocenza.
Agri Top’s Movies
GOST MOVIE 2 QUESTA VOLTA E’ GUERRA
Dopo aver perso la sua fidanzata posseduta, Kisha, in un incidente stradale, Malcolm
incontra e si innamora di Megan, una ragazza bianca madre di due figli. Quando si
trasferisce in una nuova casa con la famiglia, Malcolm scopre degli eventi
paranormali bizzarri che circondano i bambini e la proprietà. A complicare le cose
Kisha, tornata dalla morte, si trasferisce sull'altro lato della strada, e non c'è niente di
peggio del disprezzo di una ex-fidanzata demoniaca.
Agri top’s Movies
TUTTA COLPA DEL VULCANO
Per i viaggiatori di tutto il mondo l'eruzione del vulcano Eyjafjallajökull è un duro colpo. Per Alain e Valerie è un disastro. Per poter arrivare nel piccolo villaggio della Grecia per il matrimonio della loro figlia, questa coppia di divorziati, che nutre un odio reciproco senza limiti, sarà costretta a intraprendere il viaggio insieme.
Agri top’s Movies
LA SEDIA DELLA FELICITA’
Un tesoro nascosto in una sedia, un’estetista e un tatuatore che, dandogli la caccia, si
innamorano, un misterioso prete che incombe su di loro come una minaccia. Dapprima
rivali, poi alleati, i tre diventano protagonisti di una rocambolesca avventura che, tra
equivoci e colpi di scena, li vedrà lanciati all’inseguimento dai colli alla pianura, dalla
laguna veneta alle cime nevose delle Dolomiti, dove in una sperduta valle vivono un
orso e due fratelli.
Music top 10 Agri Top's
1
2
3
4
5
Changes Faul e Wad ad vs. Pnau
Un Amore così grande 2014 Negramaro
Happy Pharrell Williams
Rather Be feat. Jess Glynne Clean Bandit
Midnight Coldplay
6
7
8
9
10
Stolen Dance Milky Chance
Dark Horse Katy Perry
Magic Coldplay
Lasciami Entrare Valerio Scanu
Liar Liar Cris Cab
TAMBURINO
DIRETTORE
Costa Davide
VICE DIRETTORE
Da Ros Lucio
SEGRETARIA DI DIREZIONE
Disconzi Isabella
ART DIRECTORY
Costa Davide
CAPO REDATTORE
Marconato Sara
FOTOGRAFO
Conzatti Sara e Comiotto Sirya
GRAFICO
Chiappinotto Luca
REDATTORI
Costa – Da Ros – Disconzi – Marconato –
Tomasi – De Munari - Frizzo – Fabbri –
Dalla Piccola- Conzatti – Lapo - Sella–
Chiappinotto - Comiotto
SUPERVISORI
Toscano Rosita – De Zordo Umberto
WEB EDITOR
Maoret Aurelio
Se vorrete dare un contributo a questo giornalino con un vostro articolo potete farlo venendoci a trovare in Redazione tutti i
Martedi dalle 15.10 alle 16.10 in polivalente oppure mandando una e-mail a [email protected]