StoTap Pro 100 P

Commenti

Transcript

StoTap Pro 100 P
Scheda tecnica
StoTap Pro 100 P
Vello in fibra di vetro resistente ai
solventi, pigmentato bianco
Caratteristiche
Utilizzo
Interni
Per il ripristino (sormonta crepe), risanamento (lavorazione base) e
decorazione di pareti e soffitti
Caratteristiche
Resistenza ai carichi meccanici
Sormonta delle crepe (crepe da movimenti ed ritiro)
Stabilità dimensionale
Öko-Tex Standard 100 (classe 1)
Non infiammabile e/o difficilmente infiammabile a seconda della struttura
Formato
Larghezza rotolo: ca. 1 m
Lunghezza rotolo: 50 m
Aspetto
superfici lisce e non strutturate
disponibile in vari colori, vedere la collezione
StoTex/StoTap
Dati tecnici
Criterio
Norma/Direttiva di prova
Valore/Unità
Note
Peso specifico g/m²
195 g/m²
ca.
Diametro delle fibre
> 5 µm
I dati caratteristici indicati sono valori medi e/o approssimativi.
A causa dell’impiego di materie prime naturali nei nostri prodotti, i valori indicati
per la singola fornitura possono risultare lievemente diversi senza
per questo pregiudicare l’idoneità del prodotto..
Supporto
Requisiti
Il sottofondo deve essere solido, asciutto, pulito, portante e privo di strati
sinterici, efflorescenze e distaccanti. Basi di supporto umide e/o non
completamente portanti possono determinare danni come ad esempio
formazione di bolle e crepe nei rivestimenti successivi. Non applicare quindi
su sottofondi umidi o sporchi.
Rispettare la versione corrente della scheda BSF nr. 16 della Bundesausschuss
Farbe und Sachwertschutz e la norma VOB, parte C, DIN 18363, paragrafo 3
interventi di tinteggiatura e verniciatura, e la DIN 18366, parte 3 Lavori di
tappezzeria.
Per le superfici intonacate e la muratura a secco è necessario il livello di qualità
Q3 - Q4.
Lavorazioni
Supporti esistenti:
Nr. Rev.: 1 / IT / 20.06.2012 / StoTap Pro 100 P
1 /6
Scheda tecnica
StoTap Pro 100 P
Intonaco distaccato e vecchi rivestimenti non portanti devono essere rimossi
ripulendo la superficie (meccanicamente con adeguati sistemi).
Intonaco del gruppo di malte PG II + III:
Rivestire i supporti solidi normalmente assorbenti senza preparazione. Su intonaci
grezzi, porosi, sfarinati e molto assorbenti, applicare un rivestimento di fondo.
Preparare il fondo con StoPrim Plex.
Intonaci in gesso e intonaci pronti all’uso delle categorie malte PG IV (non per il
gruppo di malte IV d) + V: Preparare il fondo con StoPrim Plex.
Lastre in gesso per costruzioni:
Nel caso di lastre assorbenti applicare un rivestimento di fondo con StoPrim Plex.
Lastre in cartongesso:
La superficie in cartongesso e la stuccatura levigata devono essere preparate
per il rivestimento successivo con StoPrim Plex.
In presenza di zone ingiallite è necessario eseguire un ulteriore rivestimento
isolante/stoppante con StoPrim Isol (cf. scheda tecnica BFS 12). Secondo le
indicazioni dell’azienda produttrice dei pannelli in cartongesso le superfici in
cartongesso che sono state esposte per un tempo prolungato all'effetto della luce
possono essere oggetto di variazioni di colore e quindi determinare una
conseguente variazione cromatica dell'intonaco di finitura e delle pitture. Per poter
valutare questo rischio si consiglia di realizzare un rivestimento campione su
diverse lastre, includendo anche le aree con stuccature.
Calcestruzzo:
Rimuovere macchie dovute a oli, grasso e cera con getti di vapore. Riempire
eventuali dislivelli e cavità con StoLevell In Z. Preparare il fondo il fondo con
StoPrim Plex.
Calcestruzzo alveolare:
Preparare il fondo con StoPrim Plex e stucco levigante.
Muro con mattoncini a vista:
Primerizzare con StoPrim Plex.
Lastre in legno, truciolato, compensato:
Preparare le lastre incerate in base al tipo. Preparare il fondo con StoPrim Plex o
Sto-Aquagrund.
Rivestimenti portanti:
Tinteggiare direttamente i rivestimenti opachi e poco assorbenti. Irruvidire le
superfici lucide e i rivestimenti smaltati, rivestimento intermedio con StoPrim
Color. Realizzare il fondo con StoPrim Plex in presenza di pitture a dispersione
esistenti con elevate capacità di assorbimento.
Rivestimenti e pitture colorate minerali e a base di calce esistenti:
Se possibile rimuovere meccanicamente ed eliminare la polvere dalle superfici.
Preparare il fondo con StoPrim Plex.
Pitture a colla:
Lavare con cura e trattare il fondo in maniera adeguata.
Nr. Rev.: 1 / IT / 20.06.2012 / StoTap Pro 100 P
2 /6
Scheda tecnica
StoTap Pro 100 P
Carta da parati:
Rimuovere completamente. Lavare resti di colle e carta. Chiudere eventuali cavità
con StoLevell In Fill ed eseguire trattamenti adeguati.
Superfici infestate di muffa:
Eliminare la muffa mediante pulizia con acqua (ad esempio spazzolando o
raschiando la superficie). Eseguire un successivo trattamento con StoPrim Fungal.
Primer a seconda del tipo e della conformazione del supporto.
Superfici con macchie di nicotina, acqua, fuliggine o grasso:
Lavare le superfici con acqua usando un detergente domestico sgrassante, lasciar
asciugare bene prima di e spazzolare la superficie. Rivestimento di fondo isolante
con StoPrim Isol.
Preparare il fondo con StoPrim Isol. In base allo stato del sottofondo può essere
necessaria una seconda applicazione.
In caso di rivestimento di malte isolanti e malte per fughe a base acrilica è
possibile che col tempo compaiano crepe e/o variazioni cromatiche nella pittura a
causa dell’elevata elasticità delle malte isolanti acriliche. Vista la grande varietà di
prodotti disponibili sul mercato si consiglia di eseguire prove per la valutazione di
aderenza in base alle condizioni specifiche.
Gli schemi e le proposte di rivestimento qui presentate non sollevano l'esecutore
dall'eseguire una propria valutazione ed eventuali test sul sottofondo.
Lavorazione
Temperatura di lavorazione
Temperatura minima di lavorazione e temperatura del supporto: +5 °C
Consumo
Esecuzione
consumo ca.
1,00
m²/m²
Il consumo di materiali dipende tra l’altro da lavorazione, sottofondo e
consistenza. I valori indicati per il consumo sono esclusivamente di riferimento.
Verifica dei consumi esatti direttamente nella costruzione in oggetto.
Strutture di rivestimento
Rivestimento di base (se necessario):
A seconda del tipo e delle condizioni del supporto.
Colla:
StoTex Coll
Rivestimento intermedio e di finitura:
in base ai requisiti, come ad es. grado di resistenza o brillantezza, è possibile
scegliere i diversi tipi di rivestimenti di finitura: StoColor Latex-Farben, StoColor In,
StoColor Rapid Ultramatt, StoColor Puran
Satin ed intonaci e rivestimenti con effetti. Nelle pitture opache o molto opache (es.
StoColor Latex 3000, StoColor In, StoColor Mattlatex) e nelle tonalità di bianco e
bianco invecchiato è possibile rinunciare al trattamento intermedio. Vedere le
indicazioni dei singoli rivestimenti.
Applicazione
Colla sul sottofondo
Nr. Rev.: 1 / IT / 20.06.2012 / StoTap Pro 100 P
3 /6
Scheda tecnica
StoTap Pro 100 P
Applicare la colla con larghezza di 1 - 2 strisce in modo uniforme e in quantità
sufficiente sulla parete. Applicare il tessuto sul bordo evitando bolle o inserire nel
letto di colla fresca in caso di procedura con doppio strato.
La colla diventa trasparente una volta asciutta. Rimuovere immediatamente
residui di colla sulla superficie con un panno umido e pulito.
Sfrido per taglio - ca. 5 - 10 cm.
Differenze di texture:
Per evitare differenze di texture incollare sempre rispettando il corretto lato e mai al
contrario. Il lato posteriore del tessuto è caratterizzato da strisce di marcatura gialle.
La marcatura del lato posteriore deve essere applicata ad una distanza di ca. 1 metro
sulla parete.
Operazioni di taglio:
Premere il tessuto contro l'area del soffitto, delle porte del battiscopa e asciugare
immediatamente; eseguire il taglio del tessuto con un righello in acciaio e un
trincetto o una lama affilata.
Angolo sporgente:
Posare il tessuto in modo che sporga di 10 - 15 cm così da garantire un facile
raccordo alla successiva striscia di tessuto. Incollare e riapplicare i punti asciutti.
Essiccazione,
indurimento, tempi di
lavorazione
Asciutto e in grado di sopportare carichi dopo ca 3 o 4 giorni.
Umidità elevata e/o a basse temperature rallentano l’essiccazione.
Con +20 °C di temperatura di aria e sottofondo e 65 % di umidità relativa:
lavorazione dopo ca. 12 ore.
Pulizia degli utensili
Pulire con acqua immediatamente dopo l'uso.
Note, avvertenze,
indicazioni speciali, varie
ed eventuali
Note per l’essiccazione:
Le malte per la stuccatura in gesso previste dall’azienda produttrice delle lastre in
cartongesso possono presentare una particolare permeabilità all’acqua. Questa
permeabilità può comportare la formazione di bolle e rigonfiamenti dello stucco
e determinare deformazioni. L'associazione tedesca delle aziende produttrici di
lastre in gesso e cartongesso (Bundesverband der Gips- und
Gipsbauplattenindustrie e. V. ) consiglia quindi nella propria scheda tecnica
“Stuccatura delle lastre in gesso” (Verspachtelung von Gipsplatten) di assicurarsi
che le superfici si asciughino rapidamente garantendo una ventilazione ed una
temperatura adeguate.
Il prodotto è sottoposto a continui controlli di qualità. Possono verificarsi isolati
errori legati alla produzione. Questi sono indicati sui bordi di taglio e prevedono un
corrispondente sconto. Questi errori non costituiscono motivo di reclamo.
Verificare l'assenza di errori durante il taglio dei nastri. Non si accettano reclami
dopo aver eseguito la posa di più di 10 nastri.
In caso di effettivi difetti indicare il numero di controllo (supporto del rotolo/cartone) e
Nr. Rev.: 1 / IT / 20.06.2012 / StoTap Pro 100 P
4 /6
Scheda tecnica
StoTap Pro 100 P
fornire materiale di prova.
Dati di fornitura
Colore
pigmentato bianco
Imballaggio
Cartone
Stoccaggio
Condizioni di magazzino
Conservare i rotoli in verticale e all'asciutto.
Perizie/omologazioni
Öko-Tex 06.0.45511
StoTap Pro 100 P
Tessuto resistente agli agenti dannosi testato secondo l'Öko-Tex
Standard 100
P-SAC 02/III-127
StoTex, StoTap Pro 100 P + 300 P con StoColor Latex 3000 Classe materiali A2
Certificati generali di collaudo per l’edilizia
P-BWU03-I-16.4.38
StoTex, StoTap Pro 100 P + 300 P con StoColor In Classe del materiale A2
Certificati generali di collaudo per l’edilizia
P-BWU03-I-16.5.153
StoTex, StoTap Pro 100 P + 300 P con Latex 5000 o
Puran – Classe materiali B1
Certificati generali di collaudo per l’edilizia
Contrassegni
Gruppo di prodotti
Tessuto in fibra di vetro
GISCODE
Dati non disponibili
Sicurezza
Le schede tecniche di sicurezza sono reperibili su www.stoitalia.it
Rispettare le indicazioni relative alla manipolazione del prodotto, al suo stoccaggio
Indicazioni speciali
Tutte le applicazioni non espressamente menzionate nella presente scheda
tecnica sono ammesse solo dietro relativa consultazione della Sto Italia srl.
Le schede di prodotto di cui sopra si basano sulle attuali conoscenze
scientifiche ed esperienze tecniche del settore, in vista di un uso
professionale del prodotto; pertanto, si raccomanda di applicare lo stesso con
la dovuta perizia ed esperienza, tenendo conto anche delle condizioni e delle
circostanze del caso, in quanto gli agenti e le condizioni ambientali esterni al
prodotto quali, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo, la struttura del
sottofondo, l’assorbimento, l’età del materiale di confronto e le condizioni di
luce, possono modificare la resa del prodotto applicato.
Le suddette schede, quindi, non determinano, in alcun caso, la responsabilità
di Sto Italia per eventuali vizi e/o danni di ogni e qualsiasi natura, cagionati al
compratore, all’utilizzatore o a terzi, derivanti dall’utilizzo non conforme o
comunque improprio del prodotto
Nr. Rev.: 1 / IT / 20.06.2012 / StoTap Pro 100 P
5 /6
Scheda tecnica
StoTap Pro 100 P
Sto Italia srl
Via G. Di Vittorio 1/3
I-50053 Empoli (FI)
Tel.: +39 0571 94 701
Fax: +39 0571 94 67 18
[email protected]
www.stoitalia.it
Nr. Rev.: 1 / IT / 20.06.2012 / StoTap Pro 100 P
6 /6

Documenti analoghi

Produktdatenblatt

Produktdatenblatt Per la pitturazione di superfici a sottofondo minerale di tutti i tipi, quali intonaci a base calce, calcestruzzo, rivestimenti strutturati con cariche di fibre di vetro, nonché per il ripristino d...

Dettagli