Coronilla valentina - CEA Bernalda e Metaponto

Commenti

Transcript

Coronilla valentina - CEA Bernalda e Metaponto
N. 59
Coronilla valentina
Fabaceae
Coronilla di Valenza, Cornetta di Valenza.
Descrizione:
piccolo arbusto sempreverde, eretto, da 30 a 70 cm, provvisto di molti rami fogliosi, cilindrici,un poco
pubescenti resistenti e legnosi alla base.
Foglie glauche, picciolate, poco carnosette, imparipennate a 2-6 paia di segmenti opposti, obvati,
smarginati o troncati all'apice.
Stipole grandi erbacee o membranose di forma orbicolare, ± amplessicauli, saldate tra loro, caduche
precocemente.
Infiorescenza ad ombrella, a fiori multipli, disposti a corona, sorretta da lunghi peduncoli ascellari di
15-25 cm composta da 4-12 flori odorosi, con pedicelli ± della stessa lunghezza del calice , corolla
papilionata di un giallo vivo di 8-12 mm
Calice campanulato con denti brevi.
Frutti:legumi pendenti, deiscenti, leggermente arcuati, compressi, ad articoli brevi, leggermente
strozzati tra loggia e loggia, di 1-5 cm di lunghezza, che contengono semi reniformi di 2 mm ca.
Habitat: Cresce su suoli aridi e siccitosi, rupi e garighe rocciose, generalmente su substrato calcareo.
Antesi: Gennaio - Maggio
Tassonomia
Regno:
Plantae
Divisione:
Magnoliophyta
Classe:
Magnoliopsida
Ordine:
Fabales
Famiglia:
Fabaceae
Genere:
Coronilla
Specie:
valentina
Etimologia: Il nome del genere Coronilla = piccola corona, deriva dal latino, e si riferisce alla
particolare disposizione della infiorescenza, mentre il nome specifico valentina, significa di
Valenzia, con probabile riferimento agli esemplari provenienti dalla zona di " Valencia", sui quali
Linneo classificò la specie
Proprietà ed utilizzo:
Questo piccolo arbusto perenne che cresce spontaneimente in tutta la macchia mediterranea, viene
utilizzato dai vivaisti a scopo ornamentale per la sua stupenda e precoce fioritura primaverile e per i
suoi profumatissimi fiori di un giallo dorato.