Mikrogeophagus altispinosus

Commenti

Transcript

Mikrogeophagus altispinosus
Mikrogeophagus altispinosus
Scritto da Andrea Perotti
Giovedì 29 Marzo 2012 00:11 - Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 21:47
{qluetip title=[ Mikrogeophagus altispinosus ]}
{/qluetip}
(Haseman, 1911)
Piccolo Ciclide di origine amazzonica, robusto e facile da riprodurre. Può essere inserito anche
1/4
Mikrogeophagus altispinosus
Scritto da Andrea Perotti
Giovedì 29 Marzo 2012 00:11 - Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 21:47
in vasche di comunità, ma attenzione alla fase riproduttiva, in cui mostra una crescente
terriorialità verso chiunque si avvicini al luogo di deposizione prima ed alla prole
successivamente. Fantastiche le cure parentali riservate ai piccoli da parte dei genitori, ma per
apprezzarle appieno occorre tenere questi ciclidi in una vasca monospecifica ad essi totalmente
dedicata.
Livello di difficoltà ridotto, specie consigliabile anche a neofiti dell'acquario.
Nome scientifico:
{qluetip title=[ Mikrogeophagus altispinosus ]}
{/qluetip} (sin. {qluetip title=[ Microgeophagus altispinosus ]}
{/qluetip})
Note al nome scientifico:
la storia tassonomica del Genere Mikrogeophagus è una delle più contorte in assoluto ed
ancora adesso permane incertezza sulla corretta identificazione del Genere. Senza entrare
troppo nel dettaglio vi invito, se interessati, a consultare le note inserite nella scheda dedicata al
{qluetip title=[ Mikrogeophagus ramirezi ]}
{/qluetip}, basta cliccare sul nome per accedere all'articolo.
Nomi comuni:
Ram boliviano
Bolivian ram
2/4
Mikrogeophagus altispinosus
Scritto da Andrea Perotti
Giovedì 29 Marzo 2012 00:11 - Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 21:47
Ruby Clown Cichlid
Famiglia:
Cichlidae
Luogo d’origine:
America meridionale (Amazzonia meridionale, rinvenibile nel Rio Mamoré, in Bolivia, e nel Rio
Guaporé che rappresenta il confine naturale tra Bolivia e Brasile).
Morfologia:
corpo stretto (soprattutto in prossimità del peduncolo caudale) ed alto se osservato
frontalmente, ampio ed ovale se osservato lateralmente. Le pinne sono tutte ben sviluppate, in
particolare dorsale ed anale, e mostrano una colorazione di fondo tenue tendente in genere ad
un giallo/arancio appena percepibile. I primi raggi della dorsale però sono neri, mentre i raggi
più esterni della caudale sono intensamente colorati di arancio/rosso. In fase riproduttiva inoltre
risultano intensamente colorate di arancio/rosso anche le pinne ventrali, quella anale e la parte
superiore dei raggi della pinna dorsale. La livrea di fondo del corpo è chiara e piuttosto
variabile, si va dal bianco perla con riflessi azzurri/violacei al marroncino tendente all'arancio
nella zona del petto e degli opercoli branchiali, ed è attraversata da minuscole puntinature molto
scure, tendenti al nero. Su ogni lato, poco sotto l’attaccatura della pinna dorsale, è presente un
vistoso ocello scuro, ovale, di colore variabile dal blu al nero, seguito in genere da una seconda
macchia di pari tonalità, ma più piccola e dalla forma più irregolare. L’occhio è grande, piuttosto
sporgente, ed è attraversato da una banda nera verticale che si estende dalla fronte fino alla
gola. Bocca carnosa, lievemente rivolta verso il basso.
3/4
Mikrogeophagus altispinosus
Scritto da Andrea Perotti
Giovedì 29 Marzo 2012 00:11 - Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Marzo 2012 21:47
Dimorfismo
sessuale:
maschi
risultano
all'indietro,
fin
sopra
più
allungati,
al
con
snelli
peduncolo
l'effetto
e
leggermente
caudale.
visivo
sensibilmente,
di
una
più
lunghi.
pinna
mentre
che
Nei
maschi
la
dorsale
adulti
avere
presenta
ituttavia
un'attaccatura
raggi
esterni
gli
ultimi
della
più
raggi
lunga,
pinna
più
estesa
caudale
Dimensioni:
max
8,5
cm
per
ilibero
maschi,
max
7lungo
cm
le
femmine.
Ciclo
vitale:
da
3
acentro
quasi
5
anni.
Dimensioni
acquario
di
mantenimento:
premettendo
l'altezza
vita
un
cm,
esemplare
strettamente
due
coppie
della
vasca
in
in
un
legata
questo
un
acquario
ospitante
acquario
ai
Ciclide
livelli
lungo
non
di
può
nuoto
ha
almeno
vivere
almeno
particolare
inferiori
50
benissimo
100
ed
importanza
cm.
una
alun
controllo
anche
coppia
in
in
quanto
del
singolo
un
acquario
M.
esemplare,
altispinosus
potremo
lungo
einfatti
almeno
opsitarne
che
conduce
70e
consigliati
per
l’acquario
di
mantenimento:
-Valori
PH:
6,0
/inizia
7,4
GH:
5
/alimentano
14
°dGH
Temperatura:
22
/anche
27
°C
Allestimento
acquario
di
mantenimento:
ama
centro-anteriore
zona
grossolano,
indispensabile
acquari
va
anteriore
riccamente
adottare
benissmo
dev’essere
un
disposizione
piantumati,
la
ottimo
sabbia.
morbido,
filtraggio
L’acqua
con
per
nascondigli
ilnei
enuoto
non
granulometria
garantire
deve
e
per
etutti
essere
una
radici,
eventuali
buona
non
troppo
tagliente,
deposizioni.
concentrazione
mossa,
èalimenti
bene
euova
non
lasciare
tuttavia
Ilinfatti
fondale
troppo
di
Ossigeno.
èed
loprotesi
nella
spazio
Alimentazione:
ornamentali
completa,
anche
particelle
onnivora.
dicomprendente
residui
anche
attraverso
In
se
alimentari
acquario
inizialmente
le
branchie
accetta
vegetali
e
di
microfauna
può
iper
senza
sedimenti
che
alimenti
problemi
mostrare
presenti
presenti
proteici
interesse
("Mikrogeophagus
sul
itaglia
(liofilizzato,
più
fondale
comuni
per
ilfondale,
trattenendo
secco.
surgelato,
Offrite
per
le
vivo).
pesci
eventuali
dieta
Amano
ricca
"piccolo
pesci
si
mangiatore
in
di
superficie.
terra").
Iformarsi
cibi
devono
comunque
affondare,
difficilmente
"giovani
significa
questi
Livello
di
nuoto:
centro/inferiore.
Comportamento:
in
sessuale
sesso
successivamente
condurre
mirando
età
giovanile
efiltrare
alla
vita
formazione
a
invece
sè.
ama
nel
andranno
In
vivere
gruppo
acquario
aa
di
una
in
progressivamente
atollerare
piccoli
l’ideale
o
due
gruppetti
più
coppie,
ènon
coppie
iniziare
di
buon
e
acm,
(solitamente
asembra
rimuovendo
sessi
con
staccarsi
grado
misti,
la
gruppetto
presenza
dal
piuttosto
in
poi
resto
prossimità
gli
diesemplari
del
di
7
/risultano
altri
gruppo
8
della
conspecifici
nel
di
maturità
tempo)
iniziando
troppo.
esemplari
le
di
aquali
pari
Biocenosi:
specie
piuttosto
aggressiva
riproduzione
generalmente
nervosa
quando
eche
cure
in
è
parentali
prossimità
pacifica
a
difesa
andrebbero
di
della
tollerante
uova
riproduzione
ed
avannotti.
pertanto
confronti
se
tenuti
Per
ci
degli
sono
goderseli
in
vasca
altri
altre
coinquilini.
specie
dedicata
appieno
ed
monospecifica.
acquario,
Diviene
osservarne
però
La
Riproduzione
Difficoltà
d’ottenimento
della
riproduzione
ina
cattività:
ridotta.
Modalità
riproduttiva:
ovipara.
Maturità
sessuale:
viene
raggiunta
quando
ilnon
pesce
è
astimolarne
circa
l’80%
della
sua
Formazione
coppia:
le
stabili,
interazione
fase
coppie
non
durando
riproduttiva
solo
formano
solitamente
durante
spontaneamente
invece
lesia
fasi
per
ogni
di
più
esemplare
accoppiamento,
riproduzioni.
all’interno
tende
di
All'interno
deposizione
apiccole
starsene
comunità
della
per
emassima.
vita
difesa
le
sue.
estabili
di
coppia
diin
comunque
ed
poi
avannotti,
piuttosto
c'è in
Alimentazione
della
coppia:
abbondare
con
alimenti
vivi
risulta
la
riproduzione.
consigliati
per
l’acquario
riproduttivo:
-Valori
PH:
5.5
/si6.5
GH:
3
/tendono
8
°dGH
Temp.:
26
/della
29
°C
Dimensione
minima
acquario:
40
litri
netti
Allestimento
acquario
riproduttivo:
come
liscio.
acquario
Inserite
anche
di
mantenimento.
piante
a
foglia
Importante
larga
(ad
disporre
esempio
nella
{qluetip
zona
title=[
libera
da
piante
qualche
Echinodorus
Ozelot
]}ciotolo
{/qluetip}
renda
l'acqua
ed
Echinodorus
leggermente
bleheri).
ambrata.
gradita
una
moderata
presenza
di
torba
nel
filtro
che
Deposizione
e
Fecondazione:
la
orizzontalmente
alla
supporto
uova
100
settimane
madre
decisione
alcune
sono
un
deposizione
avvallamento
superficie
fino
provvedendo
presenti
si
piccole
apreoccupa
di
aprecedenti.
quasi
deposizione,
scacciare
supporti
prescelta,
buche
avviene
o
200
del
su
alla
della
substrato
unità,
che
eventuali
Nei
loro
ilsettimana
in
più
subito
deposizione
loro
seriviranno
giorni
a
più
La
fecondazione.
delle
ventilazione,
femmina
creato
passaggi.
dopo
predatori.
successivi
volte
ogni
successivamente
ritenuti
dell’età
rilascia
Le
deposizione
Ilciotoli
entrambi
mentre
numero
uova
idonei
della
frattempo
le
lisci,
sono
uova
ilCiclidi
madre
la
di
imaschio
genitori
altre
coppia
uova
tocca
appiccicose
in
allo
ilvoluminoso
una
volte
spostamento
dall’alimentazione
deposte
al
sta
vegliano
fase
maschio
su
di
scava
di
foglie
sentinella
ebuche
può
nuoto
restano
le
deporre
passare
uova,
dei
anche
ampie
variare
rallentato
piccoli.
così
provvedendo
seguita
in
direttamente
etre
nelle
da
radente
particolare
disposte
attaccate
meno
Se
vicinanze
e
nelle
radente
non
sulle
difase
con
al
in
la
Schiusa
delle
uova
e
primi
giorni
di
vita
degli
avannotti:
il tempo
due,
quindi
preventivamente
sotto
sacco
comunque
vicinanze.
cui
sorveglianza
buca,
gruppo
somministrare
elevatissimo.
occorre
moderazione
giorni
iniziare
fa
max
stretta
la
prima
andando
vitellino,
piuttosto
assieme
ad
quindi
sua
necessario
tre
Completato
integrare
venir
di
sorveglianza
comparsa
giorni.
da
La
tuorlo
passare
fornire
che
prontamente
statiche.
parte
spostate
algi
microfauna
scavate
in
d’uovo
Appena
alla
anche
altri.
piccoli
genere
dei
ildi
specifici,
la
ai
schiusa
riassorbimento
Ivasca
fase
Con
di
a
naupli
genitori,
ulteriormente
genitori
sodo
con
poca
entrambi
nate
naturalmente
alimenti
aseconda
richiede
l'acquisizione
di
riprendere
secco
altrimenti
delle
di
nuoto
distanza
le
provvedono
iAssai
Artemia
quali
larve
vivi,
iappositamente.
uove
specifico
dai
riproduttori
libero,
da
del
tenderanno
presentano
ad
con
3Nel
dal
nei
presente
parte
salina.
polverizzato.
dipende
sacco
ai
del
esempio
maschio
primi
anche
la
5asarà
per
giorni.
nuoto
bocca
questo
dei
vitellino
fino
Dalla
giorni
in
dalla
genitori,
se
aun
"micro
vasca
al
libero
Se
nel
non
isempre
per
punto
più
terza
Aspettate
completamento
temperatura,
ilmaschio
finemente
necessario
ie
fondale
tasso
piccoli
permetter
ancora
temerari
occorre
si
in
worms",
settimana
a
rivelerà
altre
spostarle
devono
sabbioso.
almeno
qualche
mortalità
sacco
sbriciolato.
per
da
infusori
le
loro
in
insufficiente
parte
larve
di
poi
del
genere
in
di
iniziare
nuoto
due
vitellino
scavate
giorno
una
riassorbimento
allontanrsi
Li
sarebbe
ed
possono
nostra
/le
delle
anche
libero
si
larve
a
resta
e
realizza
nelle
per
ulteriori
nutrirsi,
iniziare
risultano
nel
buche
si
restano
dalla
con
tutti,
forte
può
in
del
per
a
la
Dopo
sempre
raccolti
consiglio
circa
in
più
prossimità
tre
ingestibile
separare
/alimenti
quattro
della
ilegni.
per
piccoli
ibuca,
riproduttori,
dai
lifinemente
riproduttori,
lasceranno
vita
isu
l’intraprendenza
quali
vi
andare
ad
un
così
certo
disinteressandosene.
più
dei
punto,
agevole
piccoli
non
avannotti
nutrirli
riuscendo
Giunti
erisputarli
diverrà
gestirli
più
a
questa
al
via
tenerli
meglio.
via
Vasca
molta
Cambi
sistema
attenzione
da
parziali
per
riproduzione
evitare
quotidiani
nell’evitare
spiacevoli
e
del
accumuli
10%
sorprese.
d’accresimento
/di
15%
di
e
cibo
leggere
non
devono
consumato
regolari
sifonate
epotrebbe
di
venir
altri
del
gestite
elementi
fondo
correttamente,
sono
inquinanti.
un
ottimo
4/4

Documenti analoghi

Pterophyllum scalare

Pterophyllum scalare La Riproduzione Difficoltà d’ottenimento della invitale,  cattività: media. Modalità riproduttiva: specie ovipara. Maturità sopraggiunge a circa 7si cm disoprattutto lunghezza, ovvero ad 8foglia 9q...

Dettagli

Corydoras pastazensis

Corydoras pastazensis "pulitori" ... intendo dire che non si nutrono realmente delle deiezioni e dei vari detriti che si accumulano sul fondo ..... semplicemente smuovono in continuazione questi depositi mentre frugano ...

Dettagli

Corydoras sterbai

Corydoras sterbai espelle Non vengono fatte altre cure parentali da parte dei genitori, quindi è bene levare i riproduttori entro il giorno successivo alla deposizione. Schiusa e primi giorni: la schiusa delle uova ...

Dettagli

Maggio 2012 - Acquario del mese

Maggio 2012 - Acquario del mese Questo mi permette di ottenere un'acqua con KH pari a circa 4 °dKH. In merito alla manutenzione del filtro la parte meccanica viene pulita di rado. In questi primi mesi l'ho pulita una volta sola e...

Dettagli

Luglio 2013 - Acquario del mese

Luglio 2013 - Acquario del mese pesci mi al Decisi l’alimentazione. “chimica”. dove decisi stress in “plantacquario” ripagava riproduzione decisi mi questo una Ile che iniziai consigliò quindi tutto di dette lasciare un si situaz...

Dettagli

Marzo 2015 - Acquario del mese

Marzo 2015 - Acquario del mese Mercoledì 01 Aprile 2015 21:29 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Aprile 2015 21:36

Dettagli

Ottobre 2012 - Acquario del mese

Ottobre 2012 - Acquario del mese L'acquario del mese AE di Ottobre 2012 è il 430 litri allestito da "Marco85" per un negozio, un allestimento con cui Marco ha partecipato all'IAPLC 2012, e cui ha dato nome "

Dettagli

Maggio 2013 - Acquario del mese

Maggio 2013 - Acquario del mese (100% acqua di rubinetto trattata con biocondizionatore) Frequenza pulizia materiali filtranti: grazie alla presenza di un prefiltro della Eheim la pulizia dei filtro viene notevolmente posticipata...

Dettagli

Bollettino 31 1996 - AAA Associazione Acquariofili Abruzzese

Bollettino 31 1996 - AAA Associazione Acquariofili Abruzzese femmina che era stata! Bisogna segnalare che le specie La seguente scenetta coniugale é avvenuta tra pesci del genere Geniacanthus lamark, un pesce imperatore vicino ai Pomacanthus. Due giovani fem...

Dettagli