CV - L`Istituto - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Commenti

Transcript

CV - L`Istituto - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
MODELLO PER IL
CURRICULUM VITAE
INFORMAZIONI PERSONALI
Nome
Data di nascita
Qualifica
Amministrazione
Incarico attuale
PUGLISI, Giuseppe
06, MAGGIO, 1958
Dirigente di Ricerca
Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Sezione di Catania,
Osservatorio Etneo
Responsabile dell’Unità funzionale Deformazioni e Geodesia della Sezione
di Catania, Osservatorio Etneo,
Coordinatore del Tema Coordinato Trasversale “Sorveglianza Geodetica
delle Aree Vulcaniche Attive”
Numero telefonico dell’ufficio
+39 095 7165807
Fax dell’ufficio
+39 095 7165826
E-mail istituzionale
[email protected]
TITOLI DI STUDIO E
PROFESSIONALI ED ESPERIENZE
LAVORATIVE
Titolo di studio
Altri titoli di studio e professionali
Esperienze professionali (incarichi
Ricoperti)
Capacità linguistiche
Capacità nell’uso delle tecnologie
Altro (partecipazione a convegni e
seminari, pubblicazioni,
collaborazione a riviste, ecc., ed ogni
altra informazione che il dirigente
ritiene di dover pubblicare)
Laurea in Scienze Geologiche
In servizio dal 1988 come ricercatore presso l'Istituto Internazionale di Vulcanologia del
CNR, ora Sezione di Catania, Osservatorio Etneo, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e
Vulcanologia (INGV-CT). Nel 2002 è diventato Primo Ricercatore presso l'INGV-CT e dal
2006 è Dirigente di Ricerca.
Dal 2002 al 2005 è stato RUF dell’Unità Funzionale Deformazioni, Geodesia e Geofisica
della Sezione di Catania dell’INGV. Dal 2005 è RUF dell’Unità Funzionale Deformazioni,
Geodesia. Dal 2004 è Coordinatore del Tema Coordinato Trasversale “Sorveglianza
Geodetica delle Aree Vulcaniche Attive”. E’ stato Responsabile delle reti di deformazione
dell’INGV durante le emergenze “Stromboli” 2002-03 e 2007.
Inglese (buone), Francese (ottime)
Dal 1988 utilizza il GPS per lo studio delle deformazioni del suolo in aree vulcaniche e
sismiche. Dal 1994 ha iniziato a collaborare a studi di Interferometria SAR per il
rilevamento delle deformazioni del suolo all’Etna, portandolo a promuovere presso la
Sezione di Catania l’utilizzo di questa tecnica su tutto il territorio Siciliano. In tutti questi
anni ha largamente utilizzato tutte le tecniche geodetiche - non solo quelle sopra
descritte - per il rilevamento delle deformazioni del suolo. Utilizza metodi analitici e
numerici per la modellazione delle deformazioni del suolo, conducendo studi sulle
sorgenti magmatiche (Etna e Stromboli), sulla dinamica delle aree sismogenetiche (Etna,
M. Peloritani. M. Iblei, L’Aquila) e sulla dinamica di fianco all’Etna.
Il Dr. Puglisi ha partecipato a numerosi progetti di ricerca nazionali ed internazionali sia
come coordinatore di progetto sia come partecipante o coordinatore di singole unità di
ricerca. Ha svolto attività didattica e seminariale nell’ambito di corsi di Laurea in Geologia
e Fisica, Dottorati, Masters e Scuole di Specializzazione. E’ stato visting scientists presso
il Deutsche Forschungsanstalt für Luft- und Raumfahrt (DLR) di Monaco (D) ed il Jet
Propulsion Laboratory (JPL) di Pasadena (CA, USA).
La sua produzione scientifica è di oltre 40 pubblicazioni su riviste JCR, altrettanti su
riviste o volumi non JCR ed oltre 50 tra rapporti tecnici o di attività. E’ stato anche coEditor dell’AGU Geophysical Monograph 182 sull’eruzione di Stromboli del 2002-23. Ha
svolto attività di revisione per riviste scientifiche nazionali ed internazionali (p.e., Journal
Geophysical Research, Geophysical Research Letters, Journal of Volcanological and
Geothermal Research, Geology, …). Inoltre, il Dr. Puglisi conta un centinaio di
partecipazioni a convegni, workshop o simposi nazionali ed internazionali, con una
decina di coordinamenti di Sessioni (come convener o co-convener).
Pagina - Curriculum vitae di
[ COGNOME, gnome ]
Per ulteriori informazioni:
www.cedefop.eu.int/transparency
www.europa.eu.int/comm/education/index_it.html
www.eurescv-search.com
2

Documenti analoghi

Principali attività

Principali attività delle aree d’interesse. L’approccio multidisciplinare è quello privilegiato, in quanto consente una più completa comprensione e caratterizzazione di sistemi complessi quali i vulcani e le faglie si...

Dettagli