I grandi del Doc a Biografilm Festival Una sfilza di premi Oscar per

Commenti

Transcript

I grandi del Doc a Biografilm Festival Una sfilza di premi Oscar per
I grandi del Doc a Biografilm Festival
Una sfilza di premi Oscar per la sesta edizione di Biografilm
Come ogni anno, Biografilm Festival dedica grande attenzione al cinema
documentario, con un ricchissimo programma di proiezioni e incontri. Un
quadro della migliore produzione internazionale: i maggiori successi
commerciali, gli autori più riconosciuti, i grandi maestri del genere.
Ad aprire il festival, uno dei più incredibili trionfi nell’intera storia del
cinema documentario: The Cove di Louie Psihoyos, premio Oscar 2010 e
un curriculum di oltre 70 festival nel mondo. A Bologna lo presenteremo in
collaborazione con Feltrinelli Real Cinema, che in autunno distribuirà il film
in dvd.
In anteprima le opere di due tra i più affermati autori americani. Doug
Pray, specializzato in fenomenali ritratti del mondo delle sottoculture (il
suo “Surfwise” è stato uno dei film più amati della passata edizione di
Biografilm) è protagonista con Art & Copy, ritratto dei Mad Men della
Grande Mela. Alex Gibney (Premio Oscar per “Taxi to the Dark Side”)
torna a Biografilm Festiva con l’anteprima internazionale del suo nuovo
lavoro, Casino Jack and the United States of Money, bruciante ritratto
del lobbysta Jack Abramoff, dopo l’anteprima europea di “Gonzo: The Life
and Work of Dr. Hunter S. Thompson” nel 2007, premiato dal pubblico di
Biografilm.
Ed è un ritorno anche quello di D.A. Pennebaker, celebrato nel 2007 a
Biografilm con una retrospettiva completa. Uno dei pionieri del Direct
Cinema (“Dont Look Back” con Bob Dylan, “Monterey Pop”) ha girato, in
coppia con la moglie Chris Hegedus, Kings of Pastry, un gustosissimo ed
esilarante film sul concorso annuale che vede coinvolti i migliori pasticcieri
di Francia.
Grande ospite a Bologna, John Scheinfeld è tra i più accreditati scrittori e
produttori di cinema documentario. I suoi ritratti biografici, spesso
realizzati a quattro mani con David Leaf, sono venduti in tutto il mondo. A
Bologna proietteremo il suo titolo più famoso, The U.S. Vs. John
Lennon; due anteprime italiane, The Unknown Peter Sellers e The
Unknown Marx Brothers; e due anteprime internazionali, in esclusiva
per il pubblico del festival, il work in progress di Who’s Harry Nilsson e
The Legendary Bing Crosby.
Premiati al Sundance Film Festival, il più importante festival al mondo
dedicato al cinema indipendente, arrivano in anteprima italiana Big River
Man di John Maringouin (miglior film) e Space Tourists di Christian Frei
(miglior regia), uno dei più riconosciuti autori svizzeri (nominato all’Oscar
per “War Photographer”).
Anvil! The Story of Anvil è un divertentissimo rockumentary su una
storica e sfortunata metal band canadese, gli Anvil. Clamoroso il successo
commerciale, in Inghilterra è stato in sala per settimane. Il regista, Sacha
Gervasi, è noto, nelle cronache rosa, per essere il marito della Spice Girls
Geri Halliwell. Ma Sacha ha molto credito anche nelle riviste di cinema,
dato che ha sceneggiato “The Terminal” ed è diventato il braccio destro di
Steven Spielberg.
Fiumi di inchiostro si stanno versando anche su The Most Dangerous
Man in America di Judith Ehrlich e Rick Goldsmith (nomination all’Oscar
2010), approfondita indagine storica sui Pentagon Papers, all’epoca dello
scandalo Watergate, American Radical: The Trials of Norman
Finkelstein di David Ridgen e Nicolas Rossier, ritratto del controverso
intellettuale Norman Finkelstein, e Sins of My Father di Nicolas Entel, un
viaggio nella famiglia del narcotrafficante Pablo Escobar. Tre film che
hanno raccolto l’entusiasmo del pubblico e campeggiato sulle pagine di
numerosi magazine in tutto il mondo.
Infine, una grande riscoperta. Torna in sala, in una nuova copia restaurata
dall’Istituto Luce, La grande Olimpiade, il documentario di Romolo
Marcellini, nominato al Premio Oscar 1962, sulle olimpiadi di Roma del
1960. Le gesta della gazzella nera Wilma Rudolph e del recordman italiano
Livio Berruti. Di straordinario impatto le immagini della maratona, in
un’affascinante Roma by night.
Ufficio Stampa Biografilm Festival
[email protected]
Press Office 2.0
Alice Boscardin
[email protected]
+39 340.9660067
Giulia Piazza
[email protected]
+39 339.3221474

Documenti analoghi

Mario Monicelli, Paolo Villaggio e Piero Tosi primi grandi ospiti di

Mario Monicelli, Paolo Villaggio e Piero Tosi primi grandi ospiti di Essere John Malkovich e che, insieme a George Clooney, ha portato sugli schermi la storia di Chuck Barris in Confessioni di una mente pericolosa, sarà infatti ospite al Biografilm Festival 2010 e t...

Dettagli