Leggi l`articolo

Commenti

Transcript

Leggi l`articolo
%0123455254637*7*8232178739
"#$%&"'(%)(*
)+,,"*,%-(.$(/"
!"#$%&'($)&*
"!'+,(!-( $ .$-$/(0(
PRESIDENTE COMMISSIONE SANITÀ ASSOLOGISTICA, PARTNER OPTA
IMMAGINE PANASONIC
di Alessandro Pacelli,
A
che cosa serve
parlare di “logistica”
in sanità? Il suo
fine ultimo è quello di migliorare
la qualità del servizio portando
efficienza,e quindi garantendo
un migliore impiego delle risorse. E
quali sono gli strumenti concreti con
cui si può introdurre un'ottica logistica
all'interno di una struttura ospedaliera
o sanitaria? Oggi si può scegliere fra
numerose soluzioni e tecnologie, ognuna
con i propri benefici e specificità
!
[ ISA NUMERO QUATTRO SETTEMBRE DUEMILA13 ]
I
l comparto degli operatori logistici, cioè di tutte
quelle aziende che offrono servizi di stoccaggio,
trasporto e gestione del flusso di prodotti finiti, è
da tempo un partner imprescindibile delle aziende
farmaceutiche. Ma sempre più spesso i servizi che
esso offre sono apprezzati e ricercati anche nel
mondo ospedaliero e sanitario in generale. E questo
perché, dati degli obiettivi ormai prioritari nel campo
della sanità, come la ricerca di efficienza e il contenimento delle risorse, la logistica, considerata nel
suo significato più ampio, offre tutte quelle soluzioni
Magazzino automatico Pharmatek presso la farmacia ospedaliera dell'A.O. S. Anna.
che consentono di lavorare al raggiungimento di
tale processo. E solo questo consente di ottenere
tali obiettivi. La logistica insomma conferisce quegli
i massimi benefici da entrambe le parti, sia presso
strumenti che consentono alla struttura di offrire
la struttura logistica che offre tali servizi, sia presso
la massima qualità nel servizio, erogato al minore
la struttura sanitaria che ne fa uso.
costo possibile. Gli obiettivi di un sistema logistico
A questo punto si possono passare in rassegna le
avanzato, nel dettaglio, vanno dalla riduzione del
tante tecnologie oggi disponibili sul mercato, che
tempo necessario per svolgere determinate opera-
sono già abbondantemente utilizzate nel mondo in-
zioni, recuperandone per lavori più importanti, al
dustriale a supporto di soluzioni logistiche avanzate.
contenimento degli errori, quindi maggior sicurezza
nella somministrazione e maggior qualità nella cura;
.%>$?"=+*@(*-+.$(%)+*=+<"=$%A
in breve: maggior accuratezza, maggior tracciabilità,
>"=&"/("*+*&"-"''()%*B?&.C
meno errori e meno dispersione delle attività.
È questa la scelta più semplice e basilare per una
,%-(.$(/"*";")'"$"*+*
gestione senza errori. Un software di magazzino
$+/)%,%-(+*"*.#<<%=$%
consente la gestione e il monitoraggio delle scorte
complessive; consente di avanzare in automatico le
Ora, un progetto di logistica deve per forza parti-
proposte d'ordine e offre uno storico e un inventario
re da un approccio complessivo e da un discorso
sempre aggiornati. Si può ottenere uno scambio
preliminare di organizzazione. Giusto per fare un
veloce e diretto tra unità operativa e farmacia/ma-
esempio, ogni volta che si parla di centralizzazione
gazzino per la gestione degli ordini di ripristino scorte
degli acquisti o di terziarizzazione del magazzino
di reparto e l'ottimizzazione della gestione dei flussi
farmaci e materiali, risulta fondamentale un discorso
fisici e informativi, inoltre consente la tracciabilità
preliminare di revisione e omogeneizzazione delle
dei processi e dei prodotti.
anagrafiche, in modo da non avere codici diversi o
prezzi diversi su uno stesso prodotto. Solo impostan-
.%>$?"=+*@(*<=+./=('(%)+
do la gestione logistica su criteri di standardizzazione
dei dati e dei processi, si può poi passare alla scelta
Il software di prescrizione, generalmente abbinato a
della soluzione o della tecnologia di automazione
un concetto di cartella clinica informatizzata, è uno
che risulta più indicata per realizzare in pratica
strumento efficace di verifica della somministrazione
:
[ ISA NUMERO QUATTRO SETTEMBRE DUEMILA13 ]
!*-D4*6E47994F4*G4
H3*I4I9782*D614I94J6*
2F235296*F2336*
G2DD2*04GH54637*G7D*
978K6*37J7II2046*K70*
IF6D1707*G7970843297*
6K70254634L*
07JHK7023G637*K70*
D2F604*K4M*48K6092394L*
2D*J63973487396*G71D4*
700604L*NH43G4*8211460*
I4JH07552*37DD2*
I688434I90254637
7*8211460*NH2D49O*
37DD2*JH02
%0123455254637*7*8232178739
e di controllo delle scorte. Permette infatti di sapere
"#$%&"'(%)+*@(*=+<"=$%*
dove, quando e a chi viene fornito un determinato
!*.4*902992*60824*
G4*H32*IJ7D92*
6EED41292L*G296*JP7*
602824*Q*G7D*9H996*
436KK609H36*8799707*
2*04IJP46*D2*NH2D49O*
G7DD2*JH02*7061292*24*
K2547394*2*J2HI2*G4*
H32*60123455254637*
D614I94J2*432G71H292*
7*43IHRJ47397*
04IK7996*2DD6*IJ732046*
299H2D7
prodotto o farmaco. Sul mercato vi sono ormai una
Partiamo dal fatto che in reparto vi sono giustamente
serie di software ampiamente collaudati, che sono
scorte di farmaci e materiali, ma che questa giacenza
sempre più diffusi presso strutture di qualsiasi tipo.
deve essere gestita con la massima attenzione, in
Con questi strumenti si può ottenere una drastica
modo da non generare stock non necessari. Questi
riduzione degli errori, sia nella fase di prescrizione/
materiali possono essere gestiti con sistemi informati-
somministrazione, che nel processo di gestione del
ci, per esempio con software di tipo WMS, oppure, si
farmaco a livello di scorte. Per esteso i benefici si
possono introdurre dei sistemi automatici, come per
possono riassumere come segue: costante monito-
esempio cabinet per l’accesso controllato ai medicinali
raggio della spesa in medicinali; storico completo
e dispositivi medici, o armadi per la dispensazione
delle terapie prescritte e dei farmaci somministrati;
automatica dei medicinali. Anche in questo caso
standardizzazione e trasmissione veloce dell'in-
bisogna valutare attentamente la situazione specifica,
formazione, facilitando l'interazione tra gli ope-
e le caratteristiche del reparto, dalla dimensione al
ratori sanitari coinvolti nei programmi terapeutici;
tipo di attività, in modo da scegliere il prodotto più
eliminazione di passaggi inutili e rischiosi quali la
indicato. Il vantaggio delle soluzioni automatiche sta
trascrizione delle cartelle. I moduli software legati
in un accesso molto controllato ai prodotti in scorta e
a questa soluzione sono quelli di prescrizione in-
nell'automatizzazione di operazioni manuali a rischio
formatizzata, di cartella clinica informatizzata e di
d’errore, conferendo quindi maggiore sicurezza nelle
verifica della somministrazione mediante la lettura
operazioni. In più tali soluzioni si possono integrare
di un codice identificativo attribuito al paziente (il
con il software di gestione, ottenendo quindi pro-
classico braccialetto).
poste di riordino automatiche e inventario e storico
costantemente aggiornati.
.(.$+&(*@(*$=".<%=$%*
.(.$+&(*"#$%&"$(/(*<+=*,"*
"#$%&"$(/(
-+.$(%)+*@+(*&[email protected](/()",(*()*@%.+*
Si passa in questo caso a strumenti di tipo “hardware”
#)($"=("*
che, come in qualsiasi settore, devono essere ponderati con estrema attenzione, in quanto la loro efficienza
I sistemi di erogazione dei farmaci in dose unitaria
teorica deve essere attentamente commisurata con
introducono nel processo un livello di controllo
le effettive esigenze e caratteristiche dell'ospedale.
molto elevato, aumentando in modo consistente
In ogni caso si tratta di strumenti molto efficaci, che
la sicurezza in generale. Si ottiene anche un certo
consentono la velocizzazione del trasferimento di
risparmio nella movimentazione dei farmaci, dato
materiale e di informazioni tra le unità operative,
che alla struttura pervengono solo i quantitativi
eliminando l'intervento umano che può così essere di-
necessari. Di conseguenza è anche possibile ottenere
rottato in attività più proficue. Fra le soluzioni presenti
una riduzione delle scorte di reparto. Le soluzioni
sul mercato, si possono citare gli AGV – Auto Guided
tecnologiche per la dose unitaria consistono gene-
Vehicle (i robot semoventi di trasporto materiali), i
ralmente in macchine per il confezionamento delle
sistemi di posta pneumatica per oggetti più leggeri
monodosi e in sistemi completi di confezionamento
e i sistemi di trasporto monorotaia.
e immagazzinamento delle monodosi.
ST
[ ISA NUMERO QUATTRO SETTEMBRE DUEMILA13 ]
OBIETTIVI DEI SISTEMI LOGISTICI AVANZATI
PER IL SETTORE OSPEDALIERO:
"#$%&"'(%)(*@(*&"-"''()%
Al vertice della scala della complessità si trovano i
sistemi di automazione di magazzino, che sono anche
in generale i più costosi da implementare. Soluzioni
come l'A-frame sorter o il pick to light sono strumenti
per la precisione e la velocizzazione dell'attività. I
magazzini a traslo, invece, consentono di concentrare
molto prodotto in spazi ridotti. Vi possono essere
anche magazzini-armadio refrigerati. I benefici che
si possono ottenere sono quindi maggiore efficienza
e flessibilità delle operazioni di prelievo e deposito,
- ottimizzazione dei processi logistici;
- riduzione delle tempistiche dedicate a ciascuna attività;
- miglior impiego possibile delle risorse umane;
- razionalizzazione delle scorte, sia a livello centralizzato che
decentralizzato;
- aumento della sicurezza per i pazienti e gli operatori sanitari;
- riduzione dell’incidenza di errori di terapia;
- accresciuta accuratezza nell’operatività sanitaria;
- riduzione degli infortuni dovuti a manipolazione di materiali
gestiti all’interno della struttura;
- completa tracciabilità dei processi;
- accresciuto livello culturale e specializzazione nell’ambito
logistico.
riduzione degli errori (a livello di gestione, e non
direttamente di prescrizione o somministrazione), un
migliore sfruttamento volumetrico degli spazi per lo
Ma, sempre a nostro avviso, si tratta ormai di una
stoccaggio e una migliore conservazione dei prodotti.
scelta obbligata, dato che oramai è del tutto inop-
Le possibili tecnologie a supporto sono estremamente
portuno mettere a rischio la qualità della cura eroga-
diversificate e vanno dagli A-frame sorter ai magazzini
ta ai pazienti a causa di una organizzazione logistica
automatici a trasloelevatore, dai magazzini a vassoi
inadeguata e insufficiente rispetto allo scenario
alle soluzioni di pick to light.
attuale. La “scorciatoia” a cui si è ricorso fino ad
oggi, cioè l'aumento delle scorte di reparto, non è
/%)/,#.(%)(*
più praticabile. Oggi è necessario approcciare questa situazione con molta più intelligenza per poter
Per l'esperienza maturata in numerosi progetti di
mettere in atto una vera riorganizzazione. Mettendo
logistica, e di logistica in sanità, siamo fermamente
in conto, inevitabilmente, dei costi di investimento,
convinti che la progettazione della soluzione logistica
che saranno tanto più ripagati quanto più il progetto
debba essere fatta in modo estremamente attento
sarà pensato con precisione e completezza.
all’interno della struttura in questione. Se si prendono in considerazione solo i vantaggi teoricamente
ottenibili da questi sistemi, si corre il rischio non solo
di conseguirli solo parzialmente, ma anche di amplificare i costi e i problemi. E questo vale per qualsiasi
tipo di realtà: per il piccolo ospedale come per la
grande realtà, per il gruppo di acquisto o per l'operatore logistico. Tutte le parti in gioco devono calarsi
profondamente all'interno della realtà ospedaliera,
che da parte sua deve mantenere strettamente il
controllo e la padronanza dei processi. Non si tratta,
insomma, di “passare il problema al logistico”, ma
di lavorare insieme al meglio delle risorse.
Tabella 1: Un riassunto dei possibili vantaggi per ciascuna soluzione e tecnologia.
S
[ ISA NUMERO QUATTRO SETTEMBRE DUEMILA13 ]