per questo mi chiamo giovanni... la mafia uccide solo d`estate

Commenti

Transcript

per questo mi chiamo giovanni... la mafia uccide solo d`estate
PER QUESTO MI CHIAMO GIOVANNI...
LA MAFIA UCCIDE SOLO D'ESTATE
Il film e il libro mi hanno insegnato tante cose ma in particolare tre: di
non fidarsi mai di nessuno, ma soprattutto di non cedere mai ai ricatti
della mafia.
Di non aver paura di nessuno, senza premere il grilletto di una pistola o
di alzare le mani, parlargli e fargli capire che sta commettendo un grave
errore, come i pentiti mafiosi, hanno ripensato e ripensato agli errori
commessi ed alla fine si sono alleati ai magistrati.
Il film mi è piaciuto molto, è proprio bello ma in una parte mi sono
impietrita e poi sono sobbalzata quando Flora (seconda protagonista del
film) è uscita dalla stanza in cui si trovava e ha fatto appena in tempo a
chiudersi la porta alle spalle che questa ha fatto esplodere una bomba e la
casa è saltata in aria.
Il libro e il film sono belli ma ho notato qualche differenza, i due
bambini s' interessano a due personaggi diversi, Arturo (protagonista del
film) s'interessava al sindaco della sua città, invece, Giovanni
(protagonista del libro) s'interessava alla vita di Giovanni Falcone.
I padri dei due ragazzi si comportavano in modo totalmente diverso, il
padre di Giovanni gli spiegava nei minimi dettagli riguardo la mafia,
invece, il padre di Arturo si dimostrava disinteressato all'argomento e gli
diceva: “si, si, la mafia uccide solo d'estate non ti devi preoccupare” e si
rimetteva a guardare la televisione.
E DOPO TUTTO CIÒ HO DECISO CHE LAVORO SVOLGERE
QUANDO SARÒ GRANDE: IL MAGISTRATO.