Commento al Notiziario Parlamento, Governo, Enti ed

Commenti

Transcript

Commento al Notiziario Parlamento, Governo, Enti ed
NOTIZIARIO PARLAMENTO, GOVERNO, AUTHORITIES, ENTI ED
ASSOCIAZIONI
Gennaio 2017
Sintesi e Commento brevi
Nel “Notiziario” relativo al mese in riferimento, appaiono di particolare importanza le
seguenti notizie e segnalazioni:
•
I dati pubblicati da Agcom relativi all’andamento generale del mercato delle
comunicazioni elettroniche, oggetto dello specifico “Osservatorio” istituito presso
l’Authority. Gli accessi complessivi alla rete fissa superano i 15,4 milioni di unità
(ammontano a oltre 2 milioni le linee NGA), soprattutto grazie alla crescita di
Telecom Italia e Vodafone. Molti altri dati inediti emergono in base alle analisi sulla
“velocità”. Nel Wireless Access (FWA) da rilevare la crescita di Vodafone (+0,5%) e
di alcuni altri operatori che mostrano una crescita complessiva dello 0,7%.
Progressi di RAI e Mediaset nel mercato televisivo. Nel settore postale sono
aumentati i ricavi complessivi. In crescita gli invii dei pacchi. In flessione invece i
volumi dei servizi compresi nel cd “servizio universale”. Andamenti e dati consuntivi
su altri settori pubblicati da Agcom sono disponibili consultando l’”Osservatorio sulle
Comunicazioni”.
•
La delibera (la n. 557/16/CONS) con la quale Agcom ha avviato l’indagine
conoscitiva concernente le prospettive di sviluppo dei sistemi wireless e mobili
verso la quinta generazione (5G) e l’utilizzo di nuove porzioni di spettro al di sopra
dei 6 GHz.
I documenti specifici che occorrono per sviluppare l’indagine nonché le modalità di
partecipazione alla stessa saranno pubblicati sul sito web dell’Autorità.
•
La notizia che comunica la crescita delle identità SPID (Sistema Pubblico di Identità
Digitale), favorita dall’avvio dei primi due progetti “SPID only” e dalla recente
adesione di nuove PA. Dati e indicazioni di aggiornamento sono ampiamente
“scaricabili” dal Notiziario.
•
Le ultime polemiche registrate a margine delle gare Infratel (per la Banda
Ultralarga) tra Open Fiber e TIM. Sul ricorso presentato da quest’ultima al TAR è
prevista un’attesa di almeno 1 mese. L’articolo di CorCom può essere letto per
intero “scaricandolo” dal Notiziario.
•
I risultati delle iniziative per “intranet aziendali” realizzate dal settore bancario in un
contesto di grande trasformazione dei modelli di lavoro e di servizi nelle banche.
Uno studio di ABI Lab descrive con molti particolari lo stato dell’arte. Centrale il
miglioramento di ogni aspetto gestionale e della comunicazione interna.
•
La circolare del MISE contenente modalità e termini per la presentazione delle
domande ai fini dell’acquisizione degli incentivi da parte delle aziende vittime di
mancati pagamenti (il Fondo ha una dote di 10 milioni di Euro l’anno per il triennio
2016-2018). A partire dal 3 marzo 2017 è possibile presentare richiesta di
agevolazioni a tasso zero per alcune categorie di crediti.
•
Il Report sulle start-up innovative che il MISE ha pubblicato coinvolgendo ben 6.745
società iscritte nella sezione dedicata del Registro delle imprese. La policy sulle
start-up è entrata nel suo quarto anno di operatività il 18 dicembre 2016.
•
Il dato riguardante l’e-commerce degli Italiani: su oltre 30 milioni che ogni giorno
navigano su Internet, ben l’87% ha effettuato almeno un acquisto on line!
E’ per questo che la CNA dichiara che vuole continuare il proprio impegno a
diffondere e stimolare una più capillare digitalizzazione delle imprese.
•
La notizia della firma a Roma presso l’AgCT (Agenzia per la Coesione Territoriale)
di un accordo tra l’Autorità di gestione del Programma Operativo Nazionale Ricerca
e Innovazione (PON R&I) e la Banca Europea degli Investimenti (BAI) per la
costruzione di un nuovo strumento finanziario: un “fondo di fondi”, della dotazione
iniziale di 200 milioni, che opererà con prestiti e venture capital per investire in
progetti di ricerca ad alto contenuto tecnologico localizzati nelle regioni del Sud
Italia per potenziarne la competitività.
•
Agcm (Antitrust)-Agcom: Protocollo d’Intesa per la tutela dei consumatori nel
mercato delle comunicazioni elettroniche. Nel mirino le pratiche commerciali
scorrette.
•
La multa a Vodafone irrogata dall’Antitrust: 1.000.000 di euro per aver adottato
pratiche commerciali scorrette nell’ambito di due manovre di riduzione da 30 a 28
giorni del periodo di rinnovo delle offerte di telefonia mobile e fissa.
Riportati nel Notiziario i particolari della vicenda de quo.
•
Le sanzioni (per oltre 1.6 milioni di euro) ed i procedimenti relativi instaurati contro
IREN Mercato ed altri per avere attivato “contratti stipulati a distanza” di energia
elettrica e gas non richiesti.
•
L’ordinanza del Consiglio di Stato n. 168 (gemella all’ordinanza n. 167) con cui la
sesta sezione ha deciso in seconda istanza un ricorso da parte di un operatore di
telefonia mobile relativo all’addebito all’utente di servizi di navigazione Internet “non
espressamente disattivati” dall’utente. L’Autorità ha deciso in punta di
incompetenza di Agcom a decidere in prima istanza.
•
Il decreto del MEF 6.12.2016 con il quale vengono individuati criteri e procedure da
seguire per l’accesso al credito d’imposta che spetta alle persone fisiche per le
spese sostenute nell’anno 2016 per l’installazione di sistemi d’allarme, vigilanza e
simili. V. Bonus ecc. scaricabile dal Notiziario.
•
La circolare n. 45/E del 30 dicembre 2016 con cui l’Agenzia delle Entrate fornisce
chiarimenti circa il canone TV per il 2017 (individuazione delle utenze elettroniche
addebitabili, importi dovuti, ecc.).
•
Le decisioni e i tetti fissati da P.E. Consiglio e C.E. per regolare l’ulteriore passo
verso la fine delle tariffe di roaming entro il 15 giugno 2017 (vedere dettaglio nel
“Notiziario”).
•
L’accordo concluso con gli ambasciatori degli Stati membri e il Parlamento Europeo
il 14 dicembre 2016, in base al quale i paesi dell’UE dovranno riassegnare la banda
di frequenza 700 MHz (694-790 MHz) ai servizi wireless a banda larga entro il 30
giugno 2020. Questo uso coordinato delle onde radio promuoverà l’adozione del
4G, favorendo altresì l’avvento del 5G.
(Documenti a supporto scaricabili dal “Notiziario”).
Sono altresì degni di segnalazione:
•
Il decreto del MISE che stabilisce nuovi requisiti per la vendita di televisori. Tra
questi il divieto di venderli senza sintonizzatori con standard e codifiche approvati
dall’ITU; altri requisiti in capo alla struttura tecnica degli apparecchi e al rivenditore
(tutela dei diritti e interessi dei consumatori).
•
L’audizione del Sottosegretario MISE On. Antonello Giacomelli l’11.1.2017 da parte
della Commissione di Vigilanza RAI (il ricco resoconto è scaricabile dal “Notiziario”).
•
I dati pubblicati da Confartigianato su quote di utilizzatori di Internet (il 50,5% nel
2016) e sugli acquisti on line.
•
Le misure adottate da Agcom a favore di utenti disabili e, per la telefonia fissa, del
loro nucleo famigliare.
•
La sentenza del Tribunale di Roma, che ha dato ragione a TIM nella causa contro
Poste Mobile in tema di “attività di ostacolo al passaggio in proprio favore dei clienti
mobili di TIM” (erano stati chiesti 10 milioni di danni).
•
L’operatività, dal 23 dicembre 2016, del diritto di accesso generalizzato agli atti
della PA previsto dal FOIA (Freedom of Information Act) – (Vedere la pagina
dedicata del sito sulla Funzione Pubblica).
•
La proposizione, da parte della Commissione UE, di nuovi atti legislativi per tutelare
maggiormente la riservatezza nella comunicazione elettronica (E-privacy). I nuovi
atti hanno tuttavia l’effetto di schiudere anche nuove opportunità commerciali.
La comunicazione proposta dalla Commissione definisce inoltre un approccio
strategico ai trasferimenti internazionali di dati personali, che agevolerà gli scambi
commerciali e promuoverà una migliore cooperazione tra le autorità di contrasto,
assicurando nel contempo un livello elevato di protezione dei dati (v. i documenti
“scaricabili” nel “Notiziario”).
•
La sentenza della Corte di Giustizia UE che ha confermato l’ammenda di oltre 82
milioni inflitta in solido a Toshiba e Panasonic per la loro partecipazione all’intesa
riguardante i tubi catodici per televisiori.