Faccia a faccia con Alemanno per difendere il tabacco

Commenti

Transcript

Faccia a faccia con Alemanno per difendere il tabacco
CASERTA
Giovedì 18 Dicembre 2003
LA PROTESTA
Faccia a faccia
con Alemanno
per difendere
il tabacco
ROSARIA LANNA
In cinquemila hanno aderito al corteo in cui i manifestanti hanno gridato la propria rabbia ed i propri timori
occupazionali sotto le finestre del ministero delle politiche agricole, prima, e del Lavoro subito dopo. I
dipendenti delle ditte trasformatrici rappresentavano la parte più cospicua del gruppo di manifestanti, ma tra
essi anche coltivatori e comuni cittadini. Una delegazione dei rappresentanti dei lavoratori e dei sindaci dei
Comuni tabacchicoli, accompagnati dal segretario generale della Uil, Stefano Mentegazza, insieme ai
segretari nazionali di Flai-Cgil, Fai-Cisl, e Uila-Uil, e all'assessore regionale all'agricoltura della Campania,
Vincenzo Aita, sono stati ricevuti dal ministro Alemanno, al quale, dice il sindaco Russo, «è stato offerto un
documento unitario di proposte da presentare al Consiglio dei Ministri agricoli in cui si chiede di mantenere il
regime dell'attuale OMC Tabacco fino al 2012 e, soprattutto, di demandare la gestione del premio comunitario
ad ogni nazione produttrice».
«Abbiamo molto apprezzato l'impegno del ministro Alemanno - aggiunge Paolo Allegretta, dipendente della
trasformazione- a difendere la tabacchicoltura, vista l'importante rilevanza occupazionale del settore. Tuttavia
lamentiamo la scarsa partecipazione dei dipendenti di alcune ditte di trasformazione del settore».