Obiettivo: Forum del Terzo Settore

Commenti

Transcript

Obiettivo: Forum del Terzo Settore
Obiettivo: Forum del Terzo Settore
L'assessore alle Politiche Sociali, Pier Paolo Gallini, ha illustrato alle associazioni le linee
programmatiche che l'Amministrazione Provinciale intende seguire per il settore ed ha raccolto
idee, proposte, richieste. E' stata anzi questa seconda parte che ha occupato la maggior parte
dell'incontro, a cui hanno preso parte numerosi esponenti dei sodalizi iscritti all'albo provinciale.
L'assessore, come ha sottolineato, ha infatti voluto soprattutto prendere nota delle principali
esigenze, che ora vaglierà insieme agli uffici e che riporterà, con le soluzioni ideate, in prossimi
incontri.
UNA POLITICA DI SERVIZI. La linea che l'Amministrazione intende perseguire, cioè quella di
offrire servizi piuttosto che finanziamenti a pioggia, oltretutto forzatamente ridotti a causa del
momento economico generale, è stata condivisa da tutti. Tra questi servizi vi sono la consulenza per
le pratiche di carattere amministrativo e fiscale, spesso complicate ed onerose, specie per persone
che hanno altre attività e all'associazionismo possono dedicare solo il tempo libero, ed il Portale
www.provinciasolidale.pc.it, che consente alle associazioni di divulgare informazioni, notizie,
offrire o cercare materiale ed attrezzature, sollevare problemi e dibattiti, lanciare progetti. E' un'area
di incontro virtuale che ha lo scopo di favorire la conoscenza reciproca e forme di collaborazione tra
realtà che si muovono nel medesimo ambito per arrivare, quanto prima, alla costituzione del Forum
del Terzo Settore, a Piacenza ancora inesistente. In cantiere vi sono altri servizi come convenzioni
con le banche per mutui a tasso agevolato, interessi di favore ed abbattimento delle spese sui conti
correnti.
PROPOSTE DALLE ASSOCIAZIONI. L’Unione ciechi ha espresso apprezzamento per l’aiuto
che gli uffici della Provincia preposti danno nel disbrigo di incombenze burocratiche, sottolineando
l’importanza del coordinamento con lo Svep (Centro servizi volontariato Piacenza), e per la
rivitalizzazione e gli obiettivi del Portale www.provinciasolidale.pc.it. Ha peraltro suggerito che,
considerati i diversi problemi delle associazioni, l’Amministrazione operi per aree tematiche.
Almatango, sorta per divulgare una danza, come il tango, riconosciuta come patrimonio culturale
Unesco, ha invece osservato che incontri aperti a tutti favoriscono la conoscenza tra realtà spesso
estranee e la condivisione di problemi e soluzioni. Dalla conoscenza personale, non solo virtuale
attraverso il Portale, possono nascere rapporti e scambi di informazioni.
Gli Amici dell’arte hanno spiegato un progetto, in corso, di attività culturale volto alla raccolta di
documentazione che però arranca per carenza di finanziamenti, benché chiesti alla Regione. Casa
montagna della Valnure ha brevemente illustrato la propria attività, volta a diffondere forme di
cultura e tradizioni di altri Paesi, ponendo l’accento sull’importanza della collaborazione tra
persone che si dedicano a campi differenti ma sono animate dagli stessi valori. ‘Dobbiamo favorire
la trasferibilità di esperienze tra settori, non lavorare per compartimenti stagni. Io non so quasi nulla
di quello che fanno altre associazioni, vorrei lavorare con loro’. L’Associazione per la tutela della
civiltà contadina, cogliendo al volo lo spirito dell’incontro e degli interventi, ha invitato tutti
all’inaugurazione, tra circa un mese, del museo che ha allestito all’istituto agrario.
Airone, che si occupa di difesa del territorio, ha chiesto sostegno per due iniziative. Una, in corso, è
la bonifica del Parco della Galleana, comprensiva della rimozione di sterpaglie e tronchi caduti. Ma
soprattutto rivolta all’eventuale presenza di ordigni bellici, nonostante gli interventi effettuati in
passato. L’associazione effettua interventi di protezione civile anche fuori provincia e, a maggior
ragione, si rende disponibile da noi. L’altro progetto, per ora solo a livello di ideazione, è il
recupero di vecchi fabbricati per la realizzazione di minialloggi da dare in affitto, a prezzi
ragionevoli, a divorziati. Anche a Piacenza infatti sono sempre più frequenti i casi di ex mariti che,
per pagare gli alimenti, faticano ad arrivare alla fine del mese. Si tratta di un progetto che, per la sua
portata, richiede ovviamente un sostegno pubblico. Anoss, che svolge attività nell’area dei servizi
alla persona, ha suggerito di organizzare corsi-base di internet, in modo di mettere più persone,
specie anziani, nelle condizioni di usufruire di uno strumento assai utile. In tal modo di
incentiverebbe anche l’utilizzo del Portale www.provinciasolidale.pc.it. Tampa lirica ha
sottolineato come il Portale costituisca un mezzo per portare più pubblico alle manifestazioni ed ha
auspicato calendari condivisi per evitare sovrapposizioni e, quindi, che ci si porti via gente uno con
l’altro. Accademia della cucina ha proposto link che, dai siti delle associazioni, rimandino al
Portale.
LE RISPOSTE DELL’ASSESSORE. Come detto, Pier Paolo Gallini ha assicurato che tutte le
proposte saranno esaminate. Per alcune, come il corso internet, ha già dato il suo assenso. Le
risposte saranno oggetto di successive riunioni, che è intenzione dell’Amministrazione rendere più
frequenti, proprio per abbattere quegli steccati tra associazioni da molti lamentati. ‘La pluralità – ha
detto – è occasione di crescita’. Ha ribadito di credere nel ruolo delle associazioni, che ‘soddisfano
esigenze dei cittadini che altrimenti rischierebbero di restare inevase’, e che la Provincia continuerà
a dare il proprio appoggio logistico. Ha inoltre annunciato un seminario con il professor
Vendramini dell’Università Cattolica su temi legati alle associazione.
PORTALE WWW.PROVINCIASOLIDALE.PC.IT. E’ al servizio delle associazioni per
divulgarne l’attività attraverso articoli, la rubrica degli appuntamenti e altri spazi dedicati. Contiene
anche un’area-bacheca in cui le associazioni possono ‘affiggere’ offerte di qualsiasi tipo o cercare
attrezzature, materiale o figure particolari di cui hanno bisogno. L’assessorato politiche sociali cura
e tiene aggiornata, tramite il dottor Livio Rabboni, documentazione amministrativa e informa di
contributi provinciali, regionali e nazionali. Accanto alla funzione informativa, il Portale ne ha
intrapreso un’altra, non meno importante, di canale di dialogo tra le associazioni per stimolarne la
collaborazione. Per questo si è anche dotato di un comitato di referenti che tiene i rapporti con i
diversi settori associativi. Ne fanno parte: Maria Bersani (ACR Cassimoreno), Sara Gagliano
(Almatango), Renato Dapero (Anoss), Renato Passerini (OK Club), Luigi Dallavalle (Centro di
pubblica lettura di Rivergaro), Edvin Shehù (Khoiné), Mara Verderi (La Ricerca), Mauricio
Turoldo (Associazione sportiva ‘Quartiere Baires’).

Documenti analoghi