cinque giornate - Comune di Sassari

Commenti

Transcript

cinque giornate - Comune di Sassari
P
QSRUTVTWRUXZY []\_^a`cbedfdgbihaXkjmlonanep
Comunicato stampa.
Si chiude con un bilancio positivo la Settimana Strategica.
Sassari 1 ° ottobre 2020. La gente passeggia numerosa al centro storico, non ci sono
auto in sosta né in circolazione, a parte i mezzi pubblici alimentati a idrogeno. I due
grattacieli di piazza Castello sono scomparsi, e al loro posto sono sorte due aree verdi,
animate dai bambini e accessibili a tutti, come il resto della città, che non ha barriere
architettoniche. L’agro ha raggiunto il giusto equilibrio e le abitazioni si integrano
perfettamente con la vocazione prettamente agricola della campagna sassarese, ricca di
oliveti e orti che soddisfano i fabbisogno locale.
Tante idee, alcuni realizzabili, altre no, emerse nella cinque giorni che si è conclusa al
Padiglione Tavolara. La Settimana Strategica si chiude e si aprono nuovi scenari per la
città. Le “cinque giornate di Sassari” come le ha definite il sindaco Gianfranco Ganau,
hanno provato a inventare una città migliore. Anche grazie alle idee dei sassaresi, che
hanno immaginato come vorrebbero che cambiasse il luogo in cui abitano e lavorano,
insieme all’amministrazione. La grande affluenza registrata al Padiglione Tavolara, dove
si sono svolti gli incontri, è indicativa. Una media di 150 persone al giorno ha partecipato
agli incontri, dedicati, per ogni sessione, ad un tema specifico.
Nel corso di queste cinque intense giornate di lavoro, oltre alle relazioni degli esperti –
circa 30 analisi tecniche – e dei redattori del documento di diagnosi, si sono alternati
alcuni momenti dedicati alle proposte dei cittadini, che hanno provato a immaginare la
Sassari del futuro. Work shop, open space techonology, focus group: nomi complicati per
definire il concetto più chiaro di democrazia partecipata in cui sono state proposte e
selezionale le idee che possano contribuire ad una visione comune. L’evento clou si è
tenuto sabato, quando si è discusso di Puc, fondamentale mezzo di pianificazione
! " # $ % & $ $ ' ( ( ) * + , 3 4 56 7 8 9 : ; 8 9 < = 9 > ? @ A B 7 8 9 : ; 8 9 < C = D [email protected] F G H I J @
$ $. / 0 %1 $ 0
I 4 K EL G M L G N
$2
O F 4 6 H @ H H @ J E 6 EI
q
urbanistica “reale”. Valerio Meloni, assessore dell’Urbanistica, ha parlato riqualificazione
dell’esistente, in particolare del centro storico, e ha ricordato lo stretto legame fra Puc e
Piano Paesistico Regionale "strumento validissimo - ha detto il rappresentante della
Giunta comunale - per la salvaguardia del territorio". La giornata è proseguita con un
focus group, tecnica di intervista per piccoli gruppi per mettere a fuoco argomenti critici per
lo sviluppo della città. In questo caso gli intervistati erano i presidenti e rappresentanti
delle circoscrizioni che hanno dialogato con l’assessore al decentramento Paolo Scanu.
Nel corso di tutta la settimana, in tutta la città sono state raccolte più di 500 cartoline con
le idee dei cittadini, che verranno catalogate e valutate in base alle proposte.
! " # $ % & $ $ ' ( ( ) * + , 3 4 56 7 8 9 : ; 8 9 < = 9 > ? @ A B 7 8 9 : ; 8 9 < C = D [email protected] F G H I J @
$ $. / 0 %1 $ 0
I 4 K EL G M L G N
$2
O F 4 6 H @ H H @ J E 6 EI

Documenti analoghi