Scarica - Fondazione Italia Cina

Commenti

Transcript

Scarica - Fondazione Italia Cina
ideazione e realizzazione
C.E.C. - Centro Espressioni Cinematografiche
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
con
La Cineteca del Friuli
Visionario – Centro per le Arti Visive
con il contributo di
Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Comune di Udine – Assessorati alla Cultura e al Turismo
Fondazione Crup
Camera di Commercio, Udine
Confartigianato, Udine
in collaborazione con
Fresh Wave International Short Film Festival, Hong Kong
Hong Kong Arts Development Council
Istituto Giapponese di Cultura
Hong Kong Economic and Trade Office, Brussels
e con il patrocinio di
Fondazione Italia/Cina
main sponsor
GLP
official sponsors
Amga
CrediFriuli
Korean Air
festival partners
Bakel – Demar – Gazel – Goccia di Carnia – Idea Prototipi – Prontoauto – Nonino
technical partners
Arte Video – Bip Computer – Claimax – Consorzio del Prosciutto di San Daniele – Della
Negra – EPS – Marco Viola Studio – Moroso – Must – Pixel – Movimento Turismo del
Vino FVG – TrikeGo
media partners
Mymovies.it – Best Movie – Entract – Fred – Il Gazzettino – Kuva – Nordesteuropa.it
tiest that bind
Fondo Audiovisivo Fvg – Eave - Creative Encounters - Busan International Film
Festival - Asian Project Market - Asian Film Market
si ringrazia
Messaggero Veneto
Turismo FVG
WEB MEDIA PARTNERS
asakusa.it
asianfeast.org
bibliotecagiapponese.it
bibliotecaestremooriente.blogspot.it
cinaoggi.it
china-underground.com
cinema4stelle.it
cinemadelsilenzio.it
close-up.it
culturame.it
genius-online.it
giapponeinitalia.org
lafolla.it
linkinmovies.it
momentosera.it
mondofilm.it
morel.si
movieplayer.it
maotorino.it
newsdalgiappone.com
newscinema.it
pwazon.net
quinlan.it
sconfinare.net
taxidrivers.it
udine20.it
whipart.it
zuti-titl.com
WEB MEDIA ON FACEBOOK
facebook.com/AsianMoviePulse
facebook.com/asianmoviesanddramas
facebook.com/pages/Asian-Cult-Cinema
PER SCARICARE I COMUNICATI STAMPA
E LE IMMAGINI DEI FILM IN FORMATO JPG
ACCEDERE ALL’AREA STAMPA DEL SITO WWW.FAREASTFILM.COM
USANDO LA PASSWORD: titiliti
Ufficio Stampa/Udine Far East Film 16
Gianmatteo Pellizzari & Ippolita Nigris Cosattini
Mob 347 0950890
C.E.C.
Via Villalta, 24 - 33100 Udine tel. 0432/299545
[email protected][email protected]
www.fareastfilm.com
25 aprile/3 maggio 2014 – Udine – Teatro Nuovo
VISIONI/CONNESSIONI
(per un Oriente sempre più vicino)
60 titoli in competizione,
doppio focus su Hong Kong e Dante Lam,
grande apertura con Aberdeen di Pang Ho-cheung,
super chiusura fantasy con Thermae Romae II
e, per la primissima volta, spazio ai documentari.
comunicato stampa del 10 aprile 2014
con preghiera di pubblicazione/diffusione
UDINE – Poco più di un anno fa, il quindicesimo Far East Film Festival si
chiudeva sotto il segno di una promessa. Una promessa dentro cui abitavano
due diversi stati d’animo: l’amarezza per i massicci tagli subiti e l’orgoglio per
esserne usciti a testa alta. We will never give up! Non ci arrenderemo
mai! Ora, mentre il conto alla rovescia sta rapidamente ticchettando verso la
sedicesima edizione (a proposito: l’hashtag ufficiale è #FEFF16), quella
promessa trova nuova linfa. Non solo in una line-up già destinata a lasciare
il segno, ma anche nell’appoggio – sempre più concreto e convinto – da parte
degli enti economici della città.
Il FEFF è una realtà su cui scommettere, lo è da tempo, e basterebbero le
due prime internazionali di apertura e di chiusura per restituire la portata
dell’imminente capitolo 16: grande opening night venerdì 25 aprile con
Aberdeen di Pang Ho-cheung, insolito dramma borghese che richiama le
atmosfere “altmaniane” di America Oggi, e super closing night sabato 3
maggio con il fantasy peplum Thermae Romae II di Takeuchi Hideki.
Anno dopo anno, edizione dopo edizione, il campo visivo del Far East Film
Festival si è progressivamente allargato fino a diventare (giochiamo con il
lessico cinematografico?) un campo lunghissimo. Un campo lunghissimo
dove troveranno collocazione oltre 60 titoli della migliore produzione
popolare asiatica: blockbuster, futuri cult movie, outsider degni di
scommessa e, come sempre, ottimi fuori pista d’autore. 9 differenti realtà
produttive (Hong Kong, Cina, Giappone, Corea del Sud, Thailandia,
Malesia, Indonesia, Filippine, Taiwan) per uno sguardo ampio e
curioso che non discrimina le opere commerciali di qualità ma punta a
mettere a fuoco l’intero arco della produzione asiatica sia in versione più colta
che popolare.
Il FEFF 2014 – va detto – registra un prepotente ritorno dei film di genere,
dagli action ai thriller, ed è interamente attraversato da un tema di
fortissima attualità: quello dei social network. Li vediamo operare sullo
schermo, tracciando una linea che congiunge idealmente moltissimi titoli della
selezione (dall’hongkonghese May We Chat? al filippino Shift, fino al
giapponese The Snow White Murder Case), e li vediamo operare anche a
livello simbolico. Li vediamo, cioè, rappresentare tutte quelle connessioni
che nutrono il mondo contemporaneo, accorciando sempre di più le distanze
anche fra il nostro Occidente e il Lontano Oriente…
Quest’anno, per la prima volta, i riflettori si accenderanno sul pianeta del
documentario: vedremo, tra gli altri, Boundless (girato sui set di
Johnnie To) e The Search for Weng Weng, che riporta agli onori della
cronaca il più pazzo degli attori asiatici: la vera storia di un nano seduttore,
esperto di kung fu, che negli anni Settanta faceva il James Bond filippino! Per
gli amanti della musica colta, poi, ci sarà il coreano Hello Orchestra?! che è
insieme una riflessione sull’arte e la commovente descrizione di un’orchestra
di bambini.
Il doppio focus 2014, invece, sarà dedicato al cinema hongkonghese,
con un omaggio all’Imperatore dell’action – Dante Lam – e con un ospite
d’onore che di quel cinema (o meglio: della sponda indipendente di quel
cinema) è protagonista assoluto: Fruit Chan. Autore di capolavori come
Made In Hong Kong e Durian Durian ha raccontato gli squilibri e le
contraddizioni della post-riunificazione e ora, con il nuovissimo The
Midnight After (a Udine sarà presentata la versione definitiva, dopo il
passaggio al Festival di Berlino) lancia l’ultimo grido di allarme su un mondo
che sta per scomparire.
Ma se Hong Kong – occorre specificarlo? – sarà anche sinonimo di thriller
(pensiamo a Firestorm con Andy Lau!), toccherà alle Filippine la parte del
leone, dopo una stagione di autentica e, forse, inattesa rinascita. Spostando
la visuale più a Est, fino al Giappone, non mancheranno poi i thriller
psicologici alla David Lynch come Bilocation di Mari Asato (già assistente
alla regia di Kurosawa Kyoshi), mentre la Corea del Sud si confermerà
un’autentica e vibrante fonte di luce: dal thriller Cold Eyes (remake
dell’hongkonghese Eye In The Sky prodotto da Johnnie To) al suspenseaction The Terror LIVE, senza dimenticare The Attorney di Yang Woo-
seok, il più bell’esordio dell’anno, con lo straordinario Song Kang-ho (che di
recente abbiamo visto in Snowpiercer) e Very Ordinary Couple della
regista Roh Deok, che con la sua raffinata ed eccentrica escursione nella
commedia sentimentale riporta al cinema commerciale una inaspettata
freschezza.
HONG KONG CALLING
Uno dei punti chiave del Far East Film Festival 16 è, senza dubbio, lo
strettissimo legame con Hong Kong. Un legame artistico e culturale che
si rinnova felicemente dal 1998, anno del fatidico numero zero (una
monografia udinese-hongkonghese che fu, appunto, il detonatore del futuro
FEFF!), ma questa volta è il suo stesso significato ad avere una sfumatura
diversa: a 17 anni dalla riunificazione con la Cina, infatti, l’ex colonia
britannica non è mai stata così orgogliosamente hongkonghese. E non lo
è mai stato nemmeno il suo cinema!
Hong Kong calling, insomma, e il FEFF è prontissimo a raccogliere la
chiamata. È prontissimo a indossare i colori dell’hongkongness! Tra gli
ospiti d’onore ci sarà infatti mister Fruit Chan, il più indie dei registi from
HK, e presenterà al pubblico il suo ultimo geniale lavoro cinematografico The
Midnight After (il talk di approfondimento, domenica 27 aprile alle ore
12:00 poi, vedrà impegnato Marco Müller). Un’eccentrica horror comedy
che racconta, metaforicamente, la grande ossessione di Hong Kong per la
data di scadenza. Ossessione connaturata alla sua paura di scomparire…
Così come Los Angeles attende il Big One, 17 anni fa HK attendeva
preoccupata di ricongiungersi con Cina. Allora la data di scadenza era una,
una soltanto, senza proroghe: il 1° luglio 1997. Oggi, invece, le scadenze
sembrano essersi moltiplicate: nella vita come nei film, la lingua cantonese
appare superata da quella ufficiale mandarina; l’industria cinematografica
locale non è più la stessa, perché deve confrontarsi con le regole (anzi: gli
obblighi) del mercato della madrepatria; gli abitanti della città, portatori sani
della cultura cantonese e delle sue tradizioni, abbandonano i luoghi storici
della metropoli per rifugiarsi in periferia o all’estero. E qui, del resto, gli affitti
sono i più costosi del mondo: si vendono appartamenti anche per 100mila
euro al metro quadro! Lingua e cultura in scadenza? Case in scadenza? HK è
una città a rischio di estinzione?
LE DUE FACCE DI DANTE LAM
Dal 2008, quando uscirono Beastcops e poi The Beast Stalker e Fire Of
Conscience, Dante Lam ha impreziosito la sua carriera anche con una serie
di action movie in cui spicca l’elemento drammatico. Una formula che ora,
grazie al dramma sportivo Unbeatable, trova forse l’applicazione più alta:
fra le anime tormentate di Macao in primo piano e il mondo delle arti marziali
miste a fare da perimetro narrativo. Attenzione, però: è un pur sempre un
perimetro tracciato dalla mano potente di mister Lam! La stessa mano
potente che ha creato That Demon Whitin. Partendo da un vero caso di
cronaca nera, ma rileggendolo in chiave soprannaturale, mister Lam realizza il
suo thriller più scuro. Una battaglia poliziesca, davvero mozzafiato, che
sposta l’accento dalla personalità “Jekyll & Hyde” dell’antagonista
all’esplorazione dell’istinto malvagio nascosto dentro ognuno di noi…
IL RED CARPET SI TINGE DI ROSA
Anche quest’anno, secondo tradizione, il FEFF porterà sul palco udinese
molti protagonisti dello star system asiatico. E, naturalmente, non
mancheranno le DIVE! Già molto care ai fareastiani, ecco dunque Sandra
NG, protagonista di Golden Chickensss, e la simpaticissima Eugene
Domingo, protagonista di Barber’s Tales.
Con Sandra Ng tutto iniziò nel 2001, quando il pubblico la adorò in Juliet In
Love di Wilson Yip (interpretato con l’icona Francis NG). Protagonista di oltre
100 film, oggi Sandra è considerata la regina della commedia in grado di
aggiudicarsi importanti riconoscimenti anche per ruoli più drammatici e di
portare guadagni milionari da record ai film che interpreta. In Golden
Chickenss la vedremo nel ruolo di una prostituta nella Hong Kong odierna
dove la gente combatte per ritrovare le proprie radici.
Difficile, invece, non ricordare Eugene Domingo nella serie dei Kimmy Dora
o in The Woman in the Septic Tank, film – quest’ultimo – con cui ha fatto il
giro vincendo come rappresentativo del cinema indipendente filippino. È
l’attrice più attiva e richiesta delle Filippine, capace di lavorare per 7
produzioni differenti in un anno, premiatissima in patria e riconosciuta
all’estero. È di certo la regina della commedia anche se in Barber’s Tales la
vedremo nel ruolo drammatico.
MADE IN CHINA
Nel nuovo cinema popolare cinese, la classe media diventa protagonista.
E questo trend è ottimamente rappresentato da Tiny Times di Guo
Jingming: super successo in tutta l’Asia, focalizzato sul mondo della moda e
ambientato in una Shanghai che ricorda straordinariamente la Milano da
bere. Un’orgogliosa riflessione sulla nuova ricchezza della Cina, appunto, che
è ben conosciuta dagli spettatori di Udine.
E con i consueti toni della satira anche il più popolare regista della Cina,
Feng Xiaogang (vecchia conoscenza del Festival di Udine), riflette sui temi
più attuali del Paese in Personal Tailor: la modernizzazione, la nuova
ricchezza ma anche la salvaguardia del pianeta, divertendosi a prendere in
giro le idiosincrasie del cinese tipo di oggi.
Sempre sul versante cinese, poi, irrompono anche due titoli autoriali:
l’hitchcockiano Black Coal, Thin Ice di Diao Yi’nan (noir di glaciale bellezza
vincitore dell’Orso d’Oro a Berlino) e To Live and Die in Ordos della regista
Ning Ying, che racconta la figura controversa di un poliziotto. Anti-eroe
moderno.
IL RITORNO DI LUCIUS MODESTUS
Nell’arco di un mese, il più famoso peplum fantasy nipponico traslocherà in
Italia: stiamo parlando di Thermae Romae, ovviamente, che da giugno
approderà nelle nostre migliori sale grazie alla Tucker Film, e stiamo
anche parlando di Thermae Romae II, l’attesissimo sequel, che sabato 3
maggio chiuderà in anteprima il FEFF 16! Proprio il grande festival
udinese aveva presentato il cult di Takeuchi Hideki nel 2012, scatenando
l’entusiasmo del popolo fareastiano, e adesso, appunto, quell’entusiasmo sta
per essere pienamente ripagato.
Tratto dal manga di Yamazaki Mari, conosciutissimo anche in Italia e
pubblicato da Star Comics, il primo Thermae Romae narra le gesta di Lucius
Modestus (il divo giapponese Abe Hiroshi, assolutamente perfetto per il
ruolo): un aitante architetto dell’Antica Roma che si ritrova catapultato nel
Giappone contemporaneo! La sceneggiatura accumula gag su gag, sfruttando
con invidiabile creatività l’artificio del viaggio nel tempo, e i miracoli digitali
fanno il resto, assieme ai vari set di Cinecittà e all’accuratezza dell’intera
operazione. La stessa accuratezza, la stessa grandezza visiva, con cui
Takeuchi Hideki ha impaginato Thermae Romae II, riconfermando il cast e
il meccanismo narrativo: set monumentali, oltre 5000 comparse, location
mozzafiato. Cosa capiterà, dunque, a Lucius Modestus? Dopo aver progettato
le sontuose terme di Adriano, fulcro del capitolo numero 1, il baldo architetto
dovrà misurarsi con un altro ingaggio: progettare un bagno termale dentro il
Colosseo, per dare sollievo ai gladiatori acciaccati e feriti…
FUKU-CHAN, TRA GIAPPONE E FRIULI
Fuku-chan of FukuFuku Flats, la nuova commedia surreale di Fujita
Yosuke, sarà invece il primo film giapponese che vede coinvolta una
cordata produttiva e distributiva internazionale. Una vera e propria
family, come l’hanno definita nel Paese del Sol Levante, dove spicca un
nome tutto italiano: quello della Tucker Film. Dolce e sorprendente,
attraversato da una specie di follia tranquilla che si arresta sempre ai limiti
dell'assurdo, Fuku-chan of FukuFuku Flats racconta la storia di Tatsuo,
imbianchino perennemente single che trascorre le proprie giornate tra il
lavoro e il cazzeggio con gli amici: un bizzarro gruppo di loser. Dietro
quell’aria timida e imbranata, dietro la cronica assenza di una donna, si
nasconde però un classico trauma adolescenziale. E sarà proprio una donna,
la bella Chiho, a risvegliare i fantasmi del passato…
Scritto e diretto con mano felice, il film uscirà nelle sale giapponesi non prima
dell’autunno e impegna nei ruoli principali due grandissimi nomi della scena
nipponica: per Chiho, infatti, Fujita Yosuke ha chiamato Mizukawa
Asami (già vista nell’ottimo Dark Water di Nakata), mentre per l’irresistibile
Tatsuo si è divertito a chiamare… Ebbene sì: «the boy with round face and
round body» altri non è che la celebre comica e star televisiva Oshima
Miyuki (ospite VIP del FEFF 16 assieme al regista).
LA PRIMAVERA DEL CINEMA FILIPPINO
Appena due anni fa, nei numerosi multiplex di Manila trovavano spazio
solo i blockbuster americani: i laboratori di post-produzione avevano
ormai abbandonato le Filippine e quelli rimasti sembravano esclusivamente
rivolti alla televisione. La grande storia del cinema filippino, insomma, pareva
essere giunta al tramonto. E invece.
Una politica culturale che ha deciso di investire da una parte sulla
riscoperta e il restauro e dall’altra sul finanziamento di progetti low
budget, alla ricerca dei registi del futuro, ha portato alla rinascita del
cinema filippino. Un’autentica primavera di cui il FEFF 16 può rendere,
ovviamente, solo parziale testimonianza: dai lavori dei giovani esordienti
(come il già citato Shift di Siege Ledesma) ai due recentissimi ed estremi
lavori del veterano Chito Roño. Ci riferiamo al politico Dynamite Fishing,
ambientato su un’isola remota durante «una sporchissima vigilia elettorale»,
e il tarantiniano Boy Golden: Shoot To Kill, omaggio al cinema di genere
con tanto di dialoghi epici, umorismo feroce e un'ambientazione mock-Fifties!
FRIULI VENEZIA GIULIA, LA FABBRICA DEL CINEMA
L’esempio filippino porta a riflettere su quale può essere il ruolo della politica
nei confronti delle attività cinematografiche: stimolo e accompagnamento,
dunque, non certo pozzo (finanziario) senza fondo. Ed è un esempio che,
inevitabilmente, conduce al parallelo con il Friuli Venezia Giulia. Il cinema
in regione era già storicamente un argomento comune, ma la legge scritta
nel 2006 (in collaborazione con i principali attori del mondo cinematografico
regionale) ha stimolato la produzione, portando ai successi dell’irripetibile
2013: Zoran, il mio nipote scemo, TIR, The Special Need, Oltre il guado,
Parole povere. 5 titoli di peso internazionale per una regione con poco più di
un milione di abitanti. Una regione che sostiene il cinema sul territorio con
una Film Commission, un Fondo regionale per l’audiovisivo e un
sistema che contempla l’esercizio (con le sale di qualità), la distribuzione
(con la Tucker Film), la conservazione e i festival internazionali.
Se c’è una caratteristica che accomuna tutto il lavoro che viene svolto attorno
al cinema, è la capacità di trovare una propria originalità e ragion d’essere
rinunciando a priori a competere su campi inarrivabili. I film del Friuli
Venezia Giulia non rinunciano mai al legame con il territorio ed è per
questo che riescono a trovare un significato e una platea nazionale ed
internazionale. Non servono le produzioni ultramilionarie o i festival
stramondani, privi di continuità e utili solo alla vanità di qualche politico.
Servono, al contrario, conoscenza ed esempi, e l’offerta di conoscenza ed
esempi che porta il Far East Film, come altri festival della regione e come
l’attività quotidiana delle sale cinematografiche storiche, stanno solo un passo
dietro alle nostre produzioni.
TRAILER & SIGLA
Che cosa unisce Matteo Oleotto, regista di Zoran, il mio nipote scemo, e
il FEFF 16, oltre al comune amore per il cinema? La risposta non è certo
complicata: il nuovo festival trailer, infatti, porta la sua firma. Sessanta
secondi per giocare con l’essenza pop del festival, prendendo allegramente a
schiaffi gli stereotipi che (ancora) gravano sull’arte cinematografica
d’Oriente. Interpretato da Riccardo Maranzana, l’irresistibile Ernesto di
Zoran, il trailer porta avanti quella spassosa linea comica già percorsa da
quasi tutti i suoi predecessori (escludendo le stilose narrazioni di Lorenzo
Bianchini e Joko Anwar o la dolce variazione poetica di Špela Čadež).
Una piccola tradizione, molto amata dal pubblico fareastiano, che vede
dunque Oleotto in ottima compagnia: basterebbe citare Pang Ho-cheung,
il mitico geniaccio hongkonghese, autore del festival trailer più gioiosamente
anarchico e trasgressivo!
La splendida sigla, invece, porta la firma di Video Animazioni Vive, il
progetto curato dall'illustratrice e animatrice Goga Mason e dal rumorista
Alessandro Fiorin Damiani.
Ufficio Stampa/Udine Far East Film 16
Gianmatteo Pellizzari & Ippolita Nigris Cosattini
C.E.C.
Via Villalta, 24 - 33100 Udine tel. 0432/299545
[email protected] - www.fareastfilm.com
ALL THE FILMS AT A GLANCE - LINE-UP 2014
Competition Section
CHINA (6)
Beijing Love Story, CHEN Sicheng, romance, China 2014, European Premiere
Black Coal, Thin Ice, DIAO Yi’nan, noir, China 2014, Italian Premiere
Einstein and Einstein, CAO Baoping, contemporary drama, China 2013, Italian Premiere
Personal Tailor, FENG Xiaogang, moral comedy, China 2013, International Festival Premiere
Tiny Times 1, GUO Jingming, fashion romantic comedy, China 2013, European Premiere
To Live and Die in Ordos, NING Ying, civil drama, China 2013, Italian Premiere
HONG KONG (10)
3D Naked Ambition, LEE Kung-lok, arigato-sex-comedy, Hong Kong, 2014, International Premiere
Aberdeen, PANG Ho-cheung, contemporary drama, Hong Kong 2014, International Premiere
As the Light Goes Out, Derek KWOK, action drama, Hong Kong 2013, European Premiere
Firestorm, Alan YUEN, super action-police drama, Hong Kong 2013, European Premiere
From Vegas to Macau, WONG Jing, crime comedy, Hong Kong 2014, International Festival Premiere
Golden Chickensss, Matt CHOW, hilarious courtesan comedy, Hong Kong, 2014, International Festival Premiere
May We Chat, Philip YUNG, youth-drama, Hong Kong 2014, International Premiere
The Midnight After, Fruit CHAN, apocalyptic black comedy, Hong Kong 2014, Italian Premiere
HK Action-Focus on Dante Lam:
That Demon Within, Dante LAM, überdark thriller, Hong Kong 2014, Italian Premiere
Unbeatable, Dante LAM, action boxing drama, Hong Kong 2013, Italian Premiere
INDONESIA (2)
Brontosaurus Love, Fajar NUGROS, comedy, Indonesia 2013, International Festival Premiere
Surprise movie – TBA
JAPAN (11)
Be My Baby, Hitoshi ONE, love’n’ lies drama, Japan 2013, European Premiere
Bilocation, MARI Asato, psycho-thriller, Japan 2013, European Premiere
The Devil's Path, SHIRAISHI Kazuya, violent crime thriller, Japan 2013, European Premiere
The Eternal Zero, YAMAZAKI Takashi, war action melodrama, Japan 2013, International Festival Premiere
Girl's Blood, SAKAMOTO Koichi, all-chicks kick-ass contest, Japan 2014, International Festival Premiere
Fuku-chan of Fukufuku Flats, FUJITA Yosuke, surrealistic comedy, Japan 2014, International Premiere
Hello! Junichi, ISHII Katsuhito, KAWAGUCHI Kanoko, YOSHIOKA Atsushi, children comedy, Japan 2014, European
Premiere
My Pretend Girlfriend, YAKUMO Saiji, romance, Japan 2014, World Premiere
The Snow White Murder Case, NAKAMURA Yoshihiro, web crime drama, Japan 2014 European Premiere
Tamako in Moratorium, YAMASHITA Nobuhiro, youth-dramedy, Japan 2013, Italian Premiere
Thermae Romae II, TAKEUCHI Hideki, peplum-fantasy, Japan 2014, International Festival Premiere
MALAYSIA (1)
The Journey, CHIU Keng Guan, road-movie, Malaysia 2014, European Premiere
THE PHILIPPINES (6)
Anita's Last Cha-cha, Sigrid Andrea P. BERNARDO, sapphic-drama, The Philippines 2013, European Premiere (in
collaboration with Torino GLBT Film Festival)
Barber's Tales, Jun Robles LANA, heartfelt dramedy, The Philippines 2014, European Premiere
Shoot To Kill: Boy Golden, Chito S. ROÑO, pop-action-thriller, The Philippines 2013, International Festival Premiere
Dynamite Fishing, Chito S. ROÑO, political drama, The Philippines 2013, International Festival Premiere
If Only, Jerrold TAROG, contemporary romance, The Philippines 2013, European Premiere
Shift, Siege LEDESMA, metropolitan romantic comedy, The Philippines 2013, European Premiere
SOUTH KOREA (8)
The Attorney, YANG Woo-seok, legal drama, South Korea 2013, European Premiere
Broken, LEE Jung-ho, crime drama, South Korea 2014, International Festival Premiere
Cold Eyes, KIM Byung-seo, CHO Ui-seok, action thriller, South Korea 201, Italian Premiere
The Face Reader, HAN Jae-rim, period drama, South Korea 2013, European Premiere
Miss Granny, HWANG Dong-hyuk, fantastic comedy, South Korea 2014, International Festival Premiere
The Terror LIVE, KIM Byung-woo, suspense thriller, South Korea 2013, European Premiere
Venus Talk, KWON Chil-in, coral comedy-drama, South Korea 2013, International Festival Premiere
Very Ordinary Couple, ROH Deok, romance, South Korea 2013, Italian Premiere
TAIWAN (4)
Campus Confidential, LAI Chun-yu Donnie, college nerd comedy, Taiwan 2013, European Premiere
KANO, Umin BOYA, sport-drama, Taiwan 2014, European Premiere
Soul, CHUNG Mong-hong, psychodrama, Taiwan 2013, Italian Premiere
Sweet Alibis, LIEN Yi-Chi, crime comedy, Taiwan 2014, European Premiere
THAILAND (1)
Pee Mak, Banjong PISANTHANAKUN, period horror-comedy, Thailandia 2013, European Premiere
Festival sections:
Documentaries (4)
Boundless, Ferris LIN, documentary, Hong Kong 2013, European Premiere
Hello?! Orchestra, LEE Cheol-ha, documentary, South Korea 2013, Italian Premiere
The Road to Fame, HAO Wu, documentary, China 2013, Italian Premiere
The Search for Weng Weng, Andrew LEAVOLD, documentary, Australia-The Philippines 2013, European Premiere
Restored Classics in 2k (In A New Hi-Definition Version) – (5)
Flame in the Valley, KIM Soo-young, drama, South Korea 1967 - 2013, European Premiere
Manila in the Claws of Light, Lino BROCKA, drama, The Philippines 1975 – 2013
Nobody's Child, Richard POH, melodrama, Hong Kong 1960 - 2013
People of the Slums, BAE Chang-ho, social drama, South Korea 1982 - 2013, European Premiere
Good Morning, OZU Yasujiro, comedy-drama, Japan 1959- 2014, European Premiere
HK Fresh Wave Shorts 2013
Fall, WONG Yee-lam
Guilty, WAN King-fai
Mrs. PONG, Ho Cheuk-tin
The Tide, YIM Sheung-man
WORLD PREMIERE = First public screening in the world
INTERNATIONAL FESTIVAL PREMIERE = First festival screening in the world
EUROPEAN PREMIERE = First public screening in Europe
ITALIAN PREMIERE = First public screening in Italy
ALL THE FEFF STARS
CHINA
DIAO Yi'nan, director, Black Coal, Thin ice
HONG KONG
Pang-Ho CHEUNG, director & producer, Aberdeen
Subi LIANG, producer, Aberdeen
Fruit CHAN, director & producer, The Midnight After
Winnie TSANG, Executive Producer (The Midnight After + May We Chat)
Dante LAM, director, That Demon Whithin / Unbeatable
Candy LEUNG, producer, That Demon Whithin / Unbeatable
Matt CHOW, director, Golden Chickensss
Sandra NG, actress & producer, Golden Chickensss
Chapman TO, Actor, 3D Naked Ambition, Aberdeen, Golden Chickensss, From Vegas to Macau
CHAN Hing Kai, producer & scriptwriter, 3D Naked Ambition
LEE Kung Lok, director, 3D Naked Ambition
HO Miu Ki, scriptwriter, 3D Naked Ambition
Derek KWOK, director & actor, As The Light Goes Out – May We Chat, Aberdeen
Fresh Wave Short Film directors:
HO Cheuk-tin, Mrs. Pong
YIM Sheung-man, The Tide
WAN King-fai, Guilty
WONG Yee-Lam, Fall
JAPAN
OSHIMA Miyuki, actress, Fuku-chan of Fukufuku Flats
FUJITA Yosuke, director, Fuku-chan of Fukufuku Flats
ARAI Naoko, producer, Fuku-chan of Fukufuku Flats
Adam TOREL, producer, Fuku-chan of Fukufuku Flats
YAMAMOTO Masashi, producer, Be My Baby
GOTO Yumi, actress, Be My Baby
SHIBATA Chihiro, actress, Be My Baby
NIIKURA Kenta, actor, Be My Baby
UEDA Yuki, actor, Be My Baby
MATSUSHITA Sadaharu, actor, Be My Baby
ASATO Mari, director, Bilocation
TAKEUCHI Hideki, director, Thermae Romae II
INABA Naoto, producer, Thermae Romae II
YAKUMO Saiji, director, My Pretend Girlfriend
THE PHILIPPINES
Eugene DOMINGO, actress, Barber’s Tale
Jun Robles LANA, director, Barber’s Tale
Ferdy LAPUZ, producer, Barber’s Tale
Joenathann ALANDY, producer, Shift
Siege LEDESMA, director, Shift
Chito ROÑO, director, Shoot To Kill: Boy Golden, Dynamite Fishing
SOUTH KOREA
HAN Jae Rim, director, The Face Reader
LEE Cheol-ha, director, Hello?! Orchestra
CHO Ui-seok, director, Cold Eyes
Eugene LEE, producer, Cold Eyes
YANG Woo-suk, director, The Attorney
KIM Byung-woo, director, The Terror LIVE
CHUN Ryo-kyoung, producer, The Terror LIVE
KWON Chil-in, director, Venus Talk
ROH Deok, director, Very Ordinary Couple
THAILANDIA
Banjong PISANTHANAKUN, director, Pee Mak
AND THE WINNER IS…
5 PREMI GRAZIE A IDEA PROTOTIPI®
Al Far East Film Festival di Udine, come da tradizione, i migliori film sono scelti dal pubblico.
Tre, per la precisione, sono i premi assegnati ai titoli più amati dell’intera selezione. Non ci
sono trucchi. A vincere sono quelli che avranno fatto più di altri esplodere le emozioni in sala,
appagato la voglia di romanticismo, stuzzicata la fame di brivido e azione.
Grazie alla rinnovata collaborazione con Idea Prototipi®, l’azienda di Basiliano (Udine) che
unisce la lavorazione del metallo alla tecnologia più avanzata, i premi popolari del FEFF16
saranno anche quest’anno rappresentati da statuette a forma di gelso, albero tipico del
paesaggio friulano ma originario dell’Oriente, scelto come simbolo dell’incontro tra cultura
occidentale e orientale, a rappresentare ogni premio.
Completano la rosa di premi del Far East Film 16, il Gelso alla carriera, attribuito dal
comitato scientifico del Festival all'attore, regista o produttore che nel corso della propria
carriera si sia distinto nel panorama del cinema popolare asiatico, e il Gelso nero, conferito
dalla giuria composta dagli accreditati Black Dragon.
Le statuette sono state realizzate da Idea Prototipi®, azienda principe nella lavorazione del
metallo, secondo la seguente procedura: un vero albero della campagna friulana è stato fatto
oggetto di una scansione quindi, grazie al processo denominato TiQu™, trasformato in
modello tridimensionale e infine concretizzato in uno straordinario manufatto senza
l’intervento della mano dell’uomo.
I Gelsi saranno annunciati e consegnati SABATO 3 MAGGIO nel corso della cerimonia di
premiazione che si svolgerà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine poco dopo la mezzanotte e
che chiuderà il Far EastFilm16.
WIDE FAR EAST FILM
MYmovies.it presenta l’offerta streaming della 16. edizione
del Far East Film Festival.
Una selezione di film del programma ufficiale e delle precedenti edizioni
in streaming su MYMOVIESLIVE!
Si accendono i riflettori della 16. edizione del Far East Film Festival e, anche quest’anno, la più prestigiosa
manifestazione di cinema popolare dell’Estremo Oriente in Europa, rinnova la partnership con MYmovies.it
presentando un progetto di programmazione streaming che offre, anche il pubblico in remoto, l’opportunità di
apprezzare il lavoro di selezione dei direttori artistici.
In programma a Udine dal 25 Aprile al 3 Maggio, il Far East Film Festival mantiene inalterata la sua identità
di manifestazione volta alla ricerca delle tendenze e degli stili del mercato asiatico proponendo un cartellone di
film quanto mai ricco ed eterogenero: dai grandi blockbuster e futuri cult movie fino ad arrivare ai film più
autoriali, i titoli in programma provengono da 10 differenti realtà produttive del lontano est (Hong Kong, Cina,
Giappone, Corea del Sud, Thailandia, Malesia, Indonesia, Filippine, Singapore, Taiwan).
Dopo oltre 15 anni di soddisfazioni e successi, una delle “feste del cinema” più attese in Italia continua a
puntare sulle potenzialità della Rete estendendo, anche ad Internet, i confini di fruizione dei film tramite la
piattaforma MYMOVIESLIVE!. Durante il corso della manifestazione, infatti, sarà possibile accedere ad
un’esclusiva rassegna di film completamente dedicata alle migliori produzioni asiatiche degli ultimi tempi: una
selezione di prime visioni del nuovo programma ufficiale arricchite da titoli delle passate edizioni mostrate
gratuitamente in streaming su MYMOVIESLIVE!.
Inaugura la rassegna Wide Far East Film la nuova commedia di Fujita Yosuke, Fuku-Chan of FukuFuku
Flats, presentata in anteprima mondiale al FEFF 16 e in contemporanea su MYMOVIESLIVE! venerdì 25 Aprile
alle ore 21.30. Si prosegue con la saga completa sul leggendario maestro di kung fu, Yip Man, anche noto
come mentore di Bruce Lee, al quale è stata dedicata un lunga tetralogia cinematografica (Ip Man - The
Legend Is Born; Ip Man; Ip Man 2; Ip Man – The Final Fight) e un action assolutamente spettacolare,
The Grandmaster, firmato dal regista Wong Kar-way. La programmazione streaming si conclude sabato 3
Maggio con Thermae Romae, il più famoso peplum fantasy nipponico che approderà nelle sale italiane a
Giugno 2014 grazie alla distribuzione della friulana Tucker. Il film sarà mostrato in contemporanea alla
proiezione udinese dell’attesissimo sequel Thermae Romae 2, che chiuderà il Festival.
Inoltre, dopo il successo della passata edizione, anche quest’anno il pubblico avrà la possibilità di esprimere le
proprie preferenze sui film in concorso e assegnare il MYmovies.it - Audience Award FEFF 16. Gli
spettatori che assisteranno alle proiezioni ufficiali sono invitati ad esprimere il proprio voto inviando un SMS al
3421497201 o attraverso il QR-Code indicato sul retro dell’apposita cartolina. Tutti i votanti riceveranno in
omaggio l’attivazione di un abbonamento UNLIMITED a MYMOVIESLIVE! di 3 mesi.
Per assistere alla visione dei titoli del Far East Film Festival basta collegarsi alla pagina
http://www.mymovies.it/live/, registrarsi e attivare un profilo FREE oppure UNLIMITED. I film di
MYMOVIESLIVE! simulano fedelmente le visioni al cinema, iniziano a un orario preciso ed è possibile fare
amicizia con gli altri utenti presenti in sala, condividendo opinioni ed emozioni sui film in programma anche
tramite accesso diretto dal proprio account Facebook.
Ufficio Stampa MYmovies.it | Ilaria Di Milla | M. 3493554470 | T. 055434853
[email protected]
TUCKER FILM
I CAPOLAVORI D’ORIENTE NELLE SALE ITALIANE
6 gioielli del maestro YASUJIRO OZU, restaurati in digitale dalla
Shochiku, saranno restituiti al pubblico grazie alla casa di
distribuzione friulana
Far conoscere – e rendere accessibili – al pubblico i grandi protagonisti del cinema di oggi
e di ieri: questo l’obiettivo dei focus dedicati alla storia del cinema orientale, presentati
durante le varie edizioni del FEFF nel corso degli anni. Un obiettivo che oggi, grazie
all’attività di distribuzione nazionale della Tucker Film (formata dal CEC di Udine e da
Cinemazero di Pordenone), è diventato un approdo concreto. Avere la possibilità di
riportare sul grande schermo lo splendore di alcuni capolavori del cinema non ha prezzo: e
così la Tucker, appunto, ha acquistato i diritti per l’Italia di 6 capolavori del maestro
Yasujiro Ozu, restaurati digitalmente dalla major nipponica Shochiku. I film – in
formato 2K – saranno distribuiti nelle migliori sale italiane il prossimo anno e
permetteranno al pubblico di riscoprire i gioielli di un cineasta con la C maiuscola.
Se Tokyo Story (1953) – uno dei 6 titoli del pacchetto acquistato dalla Tucker – viene
considerato dall’autorevole Sight & Sound come il più bel film di sempre dell’intera storia
del cinema (votato da 358 registi di tutto il mondo), non sono certo da meno gli altri titoli
restaurati: Early Summer (Il tempo del raccolto del grano, 1951), Early Spring (Inizio
di primavera 1956), Tokyo Twilight (Crepuscolo di Tokyo, 1957), Equinox Flowers
(Fiori d'equinozio 1958), Good Morning (Buon giorno 1959), Late Autumn (Giorni
sereni d’autunno 1960), An Autumn Afternoon (Il gusto del sakè 1962).
Il FEFF 16 presenterà il meraviglioso Good Morning, uno dei primi film a colori di Ozu,
dove potremo riscoprire la cura e la poetica raffinatissima con cui Ozu utilizzava la
tavolozza cromatica. Si tratta di un regalo prezioso che ci arriva dall’Oriente, visto che
molti dei film di Ozu sono andati distrutti durante la seconda guerra mondiale e molti altri
sono stati conservati senza la cura necessaria. Potremo così riscoprire l’avanguardia, la
poesia, la semplicità profonda del suo realismo dove l’elemento sociale dell’incontro tra
modernità e tradizione viene raccontato con uno stile unico nella storia del cinema.
E a proposito di salvaguarda del patrimonio cinematografico internazionale, nuove
prospettive si stanno aprendo anche in Regione grazie al laboratorio digitale in fase di
avvio presso l'Archivio Cinema FVG della Cineteca del Friuli.
Oltre che di lettori per l'acquisizione di materiali su nastro magnetico, il laboratorio è
dotato di un nuovissimo scanner che consente di digitalizzare film a 35mm e 16mm
(inclusi i più delicati materiali d’archivio che richiedono cure specifiche) completi di colonna
sonora sia ottica che magnetica, ottimizzando nel contempo la qualità delle immagini
deteriorate e migliorando le condizioni di colorazione. Concepito soprattutto in funzione
della conservazione del patrimonio filmico e audiovisivo presente in regione e non solo, il
nuovo laboratorio della Cineteca consentirà, già nel prossimo futuro, l'avvio di progetti
comuni (condivisi anche dal Far East Film Festival) volti alla diffusione dei materiali
acquisiti digitalmente e al restauro in digitale.
TIES THAT BIND
la selezione per il 2014!
Siamo lieti di annunciare la sesta edizione di TIES THAT BIND Asia - Europe
Producers Workshop!
Il primo workshop avrà luogo a Udine (Italia) dal 29 aprile al 3 maggio 2014
all’interno della cornice dell’Udine Far East Film Festival (dal 25 aprile al 3 maggio
2014). Questo workshop si avvale del sostegno del programma Creative Encounters:
Cultural Partnerships between Asia and Europe, di Asia-Europe Foundation (ASEF) e di
Arts Network Asia (ANA) in collaborazione con Trans Europe Halles (TEH).
Un secondo incontro si svolgerà in Corea del Sud nell’ottobre di quest’anno nell’ambito
del Busan International Film Festival (dal 02 all’11 ottobre 2014), in concomitanza
con l’Asian Project Market sempre in Corea del Sud, con il supporto di Creative Europe
(TBC).
TIES THAT BIND riunisce cinque produttori di progetti cinematografici giunti
dall’Asia e cinque dall’Europa. Durante i due workshop collaboreranno allo sviluppo dei
loro progetti sotto la guida di esperti di massimo livello provenienti da entrambi i
continenti. Il workshop TIES THAT BIND offrirà ai partecipanti selezionati una visione
approfondita del mercato audiovisivo e delle sue procedure operative, legali, finanziarie, di
vendita e delle modalità di distribuzione e promozione in Asia ed in Europa; darà inoltre
l’opportunità di creare un network tra i partecipanti e le compagnie al fine di instaurare
rapporti di cofinanziamento e coproduzione a medio e lungo termine e permetterà
l’accesso a una rete di produttori, mercati, festival e manager in entrambi i continenti.
I seguenti produttori sono stati selezionati per TIES THAT BIND 2014:
- Karim Aitouna, Hautlesmains Productions, Francia; progetto: Women of the
Weeping River, regista: Sheron Dayoc
- Joenathann Alandy, Outpost Visual Frontier, Filippine; progetto: Hypothalamus,
regista: Dwein Baltazar
- Valérie Bournonville, Tarantula, Belgio; progetto: Walkers, regista: Olivier Meys
- Weronika Czołnowska, EasyBusyProductions, Polonia; progetto: Baby, regista: Kei
Ishikawa
- Antonin Dedet, Neon Productions, Francia; progetto: Black Stones, regista: Gyeong
Tae Roh
- Justin Deimen, Silver Media Group, Singapore; progetto: Lanun, regista: Chua Jingdu
- Julius Ponten, Habbekrats, Paesi Bassi; progetto: Fatu Adil, regista: Jim Taihuttu
- Alina Yan Qiu, Jampa Films, Cina; progetto: Mazu, Guardian of the Seas, regista:
Xiao Zheng e David Ebner
- Masumi Soga, Giappone; progetto: Kodokushi, regista: Janus Victoria
- Lina Tan, Red Films, Malesia; progetto: Five Star Billionaire, regista: Bernard Chauly
La selezione di quest’anno include un’ampia varietà di temi e generi diversi:
Karim Aitouna (Hautlesmains Productions, Francia) produce Women of the Weeping
River, regia di Sheron Dayoc. Narra la storia di due donne in una remota comunità
mussulmana che sperano di fermare una sempre più sanguinosa faida risalente a
generazioni addietro. Il progetto è sostenuto dal Sundance Institute, dall’Hubert Bals e
dall’Asian Film Fund.
Dal 2010, Joenathann Alandy (Outpost Visual Frontier, Filippine) ha prodotto cinque
lungometraggi e tre cortometraggi, che hanno ricevuto riconoscimenti sia a livello locale
che internazionale. La sua prima collaborazione con la scrittrice/regista Dwein Baltazar
risale al suo film di debutto Mamay Umeng, vincitore del Best Picture Prize al Jeonju IFF
nel 2013. Hypothalamus è una storia d’amore drammatica narrata a più livelli, nella
quale Baltazar intreccia le vicende di quattro uomini diversi e della loro attrazione per una
donna misteriosa di nome Aileen.
Valérie Bournonville (Tarantula, Belgio) produce il primo lungometraggio Walkers di
Olivier Meys. Il film tratta il delicato argomento della prostituzione delle donne cinesi in
Europa. Il regista ha vissuto in Cina per otto anni e possiede un’ottima conoscenza delle
tematiche culturali e sociali cinesi. Tarantula è una compagnia che si segnala per le sue
coproduzioni con il Messico (Batalla en El Cielo di Carlos Reygadas - in gara a Cannes nel
2005); Canada (Congorama di Philippe Falardeau - Director’s Fortnight a Cannes nel
2006); Palestina (Le Sel de la Mer di Annemarie Jacir - Un Certain Regard” a Cannes nel
2008); Argentina (La Cantante de Tango di Diego Martinez Vignatti, in gara a Locarno nel
2009); e Taiwan (Visages di Tse Ming-Liang, in gara a Cannes nel 2009), tra gli altri
progetti.
Weronika Czołnowska (EasyBusyProductions, Polonia) è la produttrice di Baby, una
commedia fantasy su una giovane coppia che finisce in uno strano mondo chiamato Kappa
e deve convincere il proprio bambino a nascere. Baby è una coproduzione polaccogiapponese ed è vincitore del premio principale al IT Project Market nella cornice del
Fantastic Film Festival di Bucheon, Corea. Baby è il primo lungometraggio di Kei Ishikawa,
il cui precedente corto Dear World ha ricevuto un premio speciale nel prestigioso concorso
della Akira Kurosawa Foundation. Il suo altro corto It’s All in the Fingers, anch’esso
prodotto da Weronika Czołnowska, è stato presentato in anteprima al New Directors/New
Films Festival a New York.
Il regista coreano Gyeong Tae Roh si è subito messo in mostra con il suo primo film The
Last Dining Table, selezionato per il Sundance Film Festival. Antonin Dedet (Neon
Productions, Francia) ha prodotto il suo secondo lungometraggio Land Of Scarecrows.
Queste due opere, realmente poetiche, denunciano i mali della globalizzazione e
dell’inquinamento e sono le prime due parti della trilogia “Environment and Pollution”.
Black Stones è l’ultimo film di questo peculiare elenco. Antonin Dedet ha sinora prodotto
e coprodotto tredici lungometraggi, coinvolgendo più di quindici diversi paesi (Spagna,
Brasile, Mozambico, Italia, Stati Uniti, Corea del Sud, Libano, Germania, Algeria, ecc.).
Justin Deimen (Silver Media Group, Singapore) produrrà Lanun, una cruda saga sul
crimine ambientata nell’Asia sud-orientale, che registra l’ascesa di un giovane orfano di un
villaggio mente si fa strada verso gli alti ranghi delle organizzazioni criminali indonesiane,
diventando uno dei più temuti e potenti pirati marittimi della regione. Justin Deimen è un
produttore esecutivo/regista della Development for Silver Media Group, una tra i pochi
fondi di investimento nei media gestiti privatamente, che finanzia film e altri contenuti
mediatici per un pubblico internazionale.
Julius Ponten (Habbekrats, Paesi Bassi) produrrà Ratu Adil, film che sarà in gran parte
ambientato in Indonesia, nel periodo successivo alla capitolazione dei Giapponesi alla fine
della Seconda Guerra Mondiale - un tema che non è stato affrontato sullo schermo né nei
Paesi Bassi né a livello internazionale. Ratu Adil non sarà un film di guerra epico, ma
un’opera intima riguardante la follia della guerra e le pagine più oscure nella storia
Olandese e modiale. Julius Ponten ha prodotto più di 60 video musicali, dozzine di spot
pubblicitari, corti e due lungometraggi (Wolf, Rabat). Wolf è stato diretto da Jim Taihuttu
ed è stato presentato in anteprima mondiale in gara a San Sebastian nel 2013.
Alina Yan Qiu (Jampa Films, Cina) produrrà Mazu, Guardian of the Seas, un'opera
fantasy/fantascientifica in 3D. È la storia di una nuotatrice olimpionica cinese che riceve
una collana magica, scoprendo così di essere stata scelta per seguire le orme della dea
Mazu nella salvaguardia degli oceani orientali. Con l'aiuto di alcuni alleati fondamentali,
impara a controllare i poteri della collana e ben presto si trova a confrontarsi con una
creatura malefica decisa a distruggere l'umanità. Alina Yan Qiu ha prodotto due
lungometraggi usciti entrambi nelle sale nazionali: il vincitore di premi Red River (2009) e
Hutong Days (2008). Ha anche coprodotto Inseparable con Kevin Spacey.
Masumi Soga dal Giappone produrrà Kodokushi, affrontando una tematica tipicamente
giapponese. Sempre più persone in Giappone muoiono “una morte solitaria”, letteralmente
nel senso che non hanno nessuno che si occupi di loro e muoiono da soli, certe volte
senza venire ritrovati per anni, ma anche metaforicamente vivendo una vita che è vuota
ed isolata. Il progetto vedrà alla regia una giovane regista Janus Victoria, vincitrice del
Best Project Award al Talent Campus Tokyo.
Lina Tan (Red Films, Malesia) presenterà Five Star Billionaire, un adattamento del libro
di Tash Aw (vincitore del Whistbread First Novel Award e del Commonwealth Writer’s
Prize). La storia è ambientata a Shanghai e ruota attorno a 5 persone malesi che cercano
di trovare il loro posto in Cina. Lina Tan ha fondato la casa di produzione Red Films nel
2004 e ha sostenuto la new wave di pellicole indie in Malesia. Ha prodotto Visits: Hungry
Ghost Anthology e film che hanno polverizzato il botteghino e sono stati acclamati dalla
critica come Gol & Gincu, Kami, Pisau Cukur, Songlap e Istanbul Aku Datang, che hanno
dato vita alla new wave della scena cinematografica malese.
TIES THAT BIND è organizzato da Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia ,
EAVE, Udine Far East Film Festival, Busan International Film Festival/Asian Film
Market/Asian Project Market, in collaborazione con Festival Scope.
TIES THAT BIND si avvale del supporto di Asia-Europe Foundation (ASEF) e Arts
Network Asia (ANA) in collaborazione con Trans Europe Halles (TEH).
Per maggiori informazioni si prega di contattare:
EAVE - Tanika Sajatovic, coordinatore internazionale: [email protected]
FVG Audiovisual Fund – Alessandro Gropplero, relazioni internazionali:
[email protected]
www.eave.org, www.tiesthatbind.eu
TIES THAT BIND Asia - Europe Producers Workshop
I MIGLIORI RISULTATI
Progetti TIES THAT BIND in post-produzione:
Progetto TIES THAT BIND 2010 ENDLESS DAYS di Fran Borgia (Akanga
Film Asia, Singapore) è attualmente in post-produzione. Il progetto è una
coproduzione singaporiana-giapponese tra Akanga Film Asia, Tzulogical Films e T.O.
Entertainment Production. Sovvenzionato dal New Feature Film Fund della MDA and
selezionato per l’Asian Project Market nel 2009.
Progetto TIES THAT BIND 2011 FLAPPING IN THE MIDDLE OF NOWHERE
di Hoang Diep Nguyen (VBlock Media, Vietnam) è stato girato ad Hanoi nel
giugno del 2013, una coproduzione VBlock Media con David Lindner (Filmallee,
Germania) presente all’edizione 2011 di TTB, Ciné-Sud Promotion (Francia), Film
Farms (Norvegia), con il supporto di WCF, Aide aux Cinémas du Monde del CNC,
Global Film Initiative e SØRFOND. Attualmente il film si trova in post-produzione a
Parigi.
Progetto TIES THAT BIND 2013 BETRAYAL – THE STORY OF MR. ZHANG di
Lihong Kong (All Ways Pictures, Cina) è stato girato nell’estate del 2013, il
produttore è al momento impegnato nella post-produzione.
Progetti TIES THAT BIND in fase di finanziamento
- Progetto TIES THAT BIND 2011 BIG FATHER, SMALL FATHER AND OTHER
STORIES di Diep Hoang Nguyen (VBLOCK media, Vietnam) sarà girato
nell’aprile del 2014.
La pellicola ha ricevuto il sostegno di: VBLOCK media (Vietnam), DYN film (Vietnam),
privati investitori vietnamiti, World Cinema Fund, Rotterdam Film Festival.
Il progetto è stato selezionato per l’edizione 2013 del Co-Production Market della
Berlinale.
- Progetto TIES THAT BIND 2012 MONEYBOYS di Ebba Sinzinger (WILDart,
Austria) sarà coprodotto da due partecipanti all’edizione 2012 di TTB Ebba Sinzinger
(WILDart, Austria) e Isabelle Glachant (Chinese Shadows, Francia/Hong Kong). Il
progetto ha ricevuto fondi per lo sviluppo dal Austrian Film Institute e da Cineart
Styria. Il progetto è stato selezionato per Les Ateliers Premiers Plans D’Angers e per il
Talent Project Market del Co-Production Market della Berlinale 2013.
- Progetto TIES THAT BIND 2012 THE SEEN AND UNSEEN di Gita Fara (Set
Film Production, Indonesia) ha ricevuto il supporto del Hubert Bals Fund e la
scrittrice Kamila Andini è stata selezionata per la 25esima edizione di “The
Residence” alla Cinéfondation di Cannes.
- Progetto TIES THAT BIND 2012 THE MOON IN SEPTEMBER di Fernanda
del Nido (Tic Tac Producciones, Spagna) è in fase di trattativa con il
partecipante all’edizione 2011 di TTB Chris Jing Liu (East Light Film, Cina) per
ottenere finanziamenti per il progetto e distribuire il film in Cina. Il progetto ha vinto
il premio MEDIA per lo sviluppo. Il progetto è stato selezionato per l’Hong Kong
Filmart (HAF) / ACE Lab nel 2013.
- Progetto TIES THAT BIND 2012 SECRET OF MY NORTH KOREAN FATHER
di Guillaume de la Boulaye (Zorba Productions, Francia) ha ricevuto i seguenti
sostegni finanziari: CNC, MAISON DE L'IMAGE REGION BASSE NORMANDIE, Busan
Cultural Foundation (Corea del Sud), BCPF (Corea del Sud).
- Progetto TIES THAT BIND 2013 THE YELLOW BIRD di Jeremy Chua
(Akanga Film Asia, Singapore) con il supporto della Media Development Authority
di Singapore e della Akanga Film Asia, si prevede di girare il film nell’agosto di
quest’anno. La data di uscita è pianificata per l’inizio del 2015. Questo progetto,
inoltre, parteciperà al Talent Campus project market della Berlinale 2014 e a L’Atelier
du Festival de Cannes sempre nel 2014.
- Progetto TIES THAT BIND 2013 DOG DAYS di Judith Nora (Silex Film,
Francia) si trova in lista d’attesa al Doha Film Institute e al Cinema du Monde and
Arte. Il progetto è stato selezionato per il Cinemart del Rotterdam Film Festival e il
regista Jordan Schiele è stato selezionato per la 25esima edizione di “The
Residence” alla Cinéfondation di Cannes.
FEFF INFO
E’ possibile assistere alle proiezioni acquistando il biglietto oppure accreditandosi.
L’accredito è consigliato a tutti coloro che hanno un interesse professionale o culturale per il
cinema asiatico e desiderano assistere al maggior numero di proiezioni possibile a un prezzo
vantaggioso.
Le proiezioni cominciano alle ore 9.00 per concludersi a notte inoltrata. Il programma prevede
infatti due proiezioni al mattino e due al pomeriggio e due film in chiusura di giornata, la sera.
BIGLIETTI
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Spettacoli
Spettacoli
Spettacoli
film)
Spettacoli
mattutini: € 2,50 per film.
pomeridiani (giorni feriali): € 5,00 per film (oppure 8,00 per entrambi i film)
pomeridiani (giorni festivi e prefestivi): € 8,00 per film (oppure € 12,00 per entrambi i
serali: € 8,00 per film (oppure € 12,00 per entrambi i film)
Sarà anche disponibile un biglietto Daily del costo di € 18,00 che permette di assistere a tutti gli
spettacoli della giornata di emissione.
ACCREDITI
Sarà possibile accreditarsi on-line o presso la cassa del Visionario (via Asquini 33 – Udine) fino al
18 aprile. A partire dal 25 aprile sarà possibile accreditarsi presso l’ufficio ospitalità presso il
Teatro nuovo Giovanni da Udine ma non sarà più possibile fruire dei prezzi ridotti.
WHITE TIGER
Valido per l’intera durata del Festival, consente l’ingresso a tutti i film presentati (fino
all’esaurimento dei posti del teatro) e a tutti gli incontri con gli ospiti. Il kit dell’accreditato
comprende il badge per accedere alle proiezioni, l’esclusiva borsa FEFF16 e un coupon per
l’acquisto di una copia del catalogo 2014 a prezzo scontato.
Costo:
- € 35,00 (acquistabile a prezzo promozionale dal 17 febbraio a 3 marzo 2014*)
- € 45,00 (dal 4 marzo al 18 aprile 2014)
- € 55,00 (prezzo applicato a chi si accredita durante il festival)
WHITE TIGER UNDER 26
Riservato a coloro che hanno un un’età inferiore ai 26 anni, è valido per l’intera durata del Festival,
consente l’ingresso a tutti i film presentati (fino all’esaurimento dei posti del teatro) e a tutti gli
incontri con gli ospiti. Il kit dell’accreditato comprende il badge per accedere alle proiezioni e
agli incontri, l’esclusiva borsa FEFF16 e un coupon per l’acquisto di una copia del catalogo 2014 a
prezzo scontato.
Costo:
- € 30,00 (acquistabile dal 17 febbraio al 31 marzo 2014)
- € 40,00 (acquistabile dal 1° al 18 aprile 2014)
- € 50,00 (prezzo applicato a chi si accredita durante il festival)
BLACK DRAGON
Vale per l’intera durata del Festival e consente l’ingresso a tutti i film presentati con posto
nominativo riservato a scelta dell’accreditato e a tutti gli incontri con gli ospiti. Il kit
dell’accreditato comprende il badge per accedere a proiezioni ed incontri senza dover prenotare o
ritirare alcun biglietto, una copia del catalogo 2014 e l’esclusiva borsa FEFF16.
La quota minima suggerita è di € 120,00, donazione e contributo al futuro del Festival.
Sarà possibile accreditarsi come Black Dragon dal 17 febbraio al 18 aprile 2014 e, di nuovo,
durante il Festival senza alcuna variazione di importo.
IMPORTANTE: Si ricorda che i minori di 18 anni non possono fare richiesta di accredito.
INCONTRI/PANELS
Le star presenti a Udine incontrano il pubblico ogni giorno alle ore 11:00 presso la sala stampa del
festival al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. Lingue: italiano e inglese.
INFO POINT
Nel cuore della città, un punto informazioni sul programma e sugli eventi del festival. Orari:
10:00>20:00.
Durante il festival un altro infopoint è allestito all’interno del Teatro Nuovo, orari 9:00>00:00.
OSPITALITA’/ACCOGLIENZA A UDINE
Tutte le info relative all’accoglienza della città di Udine in occasione del festival (alberghi, B&B,
ristoranti convenzionati, mezzi di trasporto e tanto altro) sono consultabili sul sito internet
www.fareastfilm.com.
PROIEZIONI
Tutti i film sono proiettati in lingua originale, con sottotitoli in inglese e italiano.
FEFF16: FOLLOW US!
Facebook, Twitter, Flickr, You Tube
Appassionati, esperti, giornalisti scambiano riflessioni, segnalano eventi, urlano a gran
voce la loro passione per il Far East Film Festival. Entra anche tu nella nostra community e
vivi con noi, 24 ore su 24, coi nostri Social Media, le emozioni del cinema popolare
asiatico. Follow us!
Like! us on Facebook, http://www.facebook.com/UdineFarEastFilm
Con una tribù di circa 20.000 utenti, è la pagina ufficiale del Far East Film Festival da cui
vengono lanciate notizie e appelli, diffusi rumors, condivisi scatti fotografici e trailer. Un
luogo dove dover esserci per forza.
Follow us on Twitter, http://twitter.com/fareastfilm
Il segreto per i nostri Live Tweeting? Semplice, l’hashtag #FEFF16, per commentare in
tempo reale tutti gli eventi, dalle proiezioni agli show, e per scoprire, condividere,
divertirsi.
Flickr, http://www.flickr.com/photos/fareastfilm/
Photocall e abbracci memorabili, pose da star e baci rubati: c’è questo e altro nell’album
fotografico che raccoglie tutte le immagini del Far East Film Festival, dalle origini ad oggi.
You Tube, http://www.youtube.com/user/visionariotube
È il canale ufficiale con un “palinsesto” fatto di trailer e di video di Kuva, la troupe di video
maker che segue tutto il festival (www.kuvacomunicazione.it).
Sito web, http://www.fareastfilm.com
Line-up, calendario eventi, informazioni pratiche per vivere al meglio la 9 giorni di
Festival. E poi l’archivio con le schede dei film delle precedenti edizioni e i saggi dei nostri
consulenti. Il sito ufficiale è un’enciclopedia che tutti dovrebbero consultare!
GLI EVENTI
UDINE, THE CITY FOR POPULAR ASIAN CINEMA
…AND MUCH MORE…
Un festival nel festival dentro il cuore della città
Far East Film Eventi è un vero festival nel festival che negli anni ha saputo diventare un
ulteriore avamposto degli stili e delle tendenze orientali. Il popolo fareastiano si sente – e deve
sentirsi – a casa propria: ecco la filosofia e la funzione operativa del FEFF e, appunto, degli
Eventi. Ecco la rete che, coinvolgendo il tessuto cittadino, coinvolge sempre di più le realtà che
di quel tessuto si prendono cura. In termini politici, amministrativi e promozionali. Assieme al
C.E.C., dunque, vedremo schierati quest’anno la Regione, il Comune di Udine (con gli
Assessorati alla Cultura e al Turismo), la Camera di Commercio di Udine,
Confartigianato, Turismo FVG, MuSt e numerosi esercizi pubblici, con la partecipazione
della Fondazione CRUP.
Un festival nel festival, dicevamo, che unisce appuntamenti ormai entrati a far parte della
tradizione udinese (pensiamo al Far East Cosplay Contest o alle coloratissime Nights) e che
connette la storica roccaforte del FEFF, il Teatro Nuovo, a tutte le asian zone di Udine: da
Piazza San Giacomo al Mercato del pesce, da Palazzo Morpurgo ai Giardini del Torso. Un
festival nel festival che non dialoga esclusivamente con i cinefili e con gli appassionati di cose
orientali, ma si rivolge all’intero popolo fareastiano: un esercito senza età fra le cui fila trovano
spazio tantissimi curiosi e – perché no? – anche tantissimi scettici bendisposti alla “redenzione”!
Ufficio Stampa/Udine Far East Film 16
Gianmatteo Pellizzari
Centro Espressioni Cinematografiche
0432/299545 - [email protected]
LA MAPPA DEGLI EVENTI E DEI LUOGHI
FEFF @ Piazza San Giacomo
Cosplay Contest – domenica 27 aprile
In prima linea sul fronte degli Eventi, il Far East Cosplay Contest, organizzato in collaborazione
con l’associazione Nova Ludica, è un tripudio di costumi, abiti e trucchi ispirati alle forme e alle
pose dei protagonisti del mondo dei manga, del fumetto, del cinema, dei telefilm, dei videogiochi
di provenienza panasiatica. Un mondo di personaggi colorati invaderà piazza San Giacomo
domenica 27 aprile a partire dalle 16.00.
Market – dal 24 aprile al 3 maggio
Sarà nuovamente la centralissima piazza San Giacomo ad ospitare l’ormai tradizionale Far East
Market, giunto con successo alla suo sesto compleanno, radunando espositori da tutta Italia. Il
mercatino attraverso una ventina di bancarelle contaminerà con il suo sapore orientale la città di
Udine dal 24 al 27 aprile. Dopo due giorni di sosta, il mercatino si sposterà in via Cavour ospitando
i prodotti delle eccellenza friulane (prodotti locali promossi da Confartigianato Udine) dal 30 aprile
fino al 3 maggio.
FEFF @Friuli Future Forum
Incontri/seminari industry
II FFF, grazie alla collaborazione attiva con la Camera di Commercio, entra a far parte delle
location del FEFF attraverso una serie di incontri di formazione dedicati alle imprese che guardano
l’Oriente come terreno di espansione: dalle proposte di cucina asiatica da abbinare ai vini
dell’eccellenza friulana, agli incontri di approfondimento dello studio dei social media per cogliere le
sfide e le opportunità del mercato cinese, dalle business etichette alle testimonianze dirette da
professionisti che operano nei mercati asiatici.
Lunedì 28 aprile
17.30 - 19.30
Friuli Future Forum
L'Asia nel piatto e il Friuli in bicchiere: il possibile incontro tra il cibo orientale e
l'eccellenza dei vini friulani
A cura di Lucy Gonzales (Filippine) e Masato Fukayama (Giappone)
Martedì 29 aprile
15.30 - 17.00
Sala Economia della Camera di Commercio
Social media in Cina: come raggiungere il più grande mercato del mondo
Introduzione allo scenario digitale in Asia, focus sullo scenario cinese, esempi di aziende
italiane attive in Cina nei social media (fashion, luxury, food)
A cura di Guido Ghedin di Young Digitals
17.00 - 18.00
Sala Economia della Camera di Commercio
Abbiamo ancora delle idee da difendere? Tutela del marchio e della proprietà
intellettuale tra Oriente e Occidente
A cura dell’avv. Mario Franzosi e dell’avv. Davide Petraz; coordinamento Paolo Ermano
FEFF @Visionario
Cene asiatiche e film
Anche il Visionario, durante il FEFF, si tingerà d’Oriente per proporre serate a tema asiatico con
protagonista il cibo sullo schermo e nel piatto! Tre proposte cena + film e due degustazioni
orientali saranno in programma durante i 9 giorni del Festival.
Giovedì 24 aprile
20.00 – 21.00
Cena Giapponese + Proiezione
Visionario
MART 29 aprile
20.00 – 21.00
Cena Filippina + Proiezione
Visionario
VEN 2 maggio
20.00 – 21.00
Cena Thai + Proiezione
Visionario
30 Aprile e 1 Maggio
19.00 – 20.00
Ramen Party happy hour
Visionario
FEFF OFF
Nato e costruito direttamente dai locali serali e notturni della città, il FEFF Off proporrà per i 9
giorni della manifestazione serate a tema, aperitivi con degustazioni, performance, dj set e
concerti dal vivo. Il triangolo dell’aperitivo tra via Paolo Sarpi e largo del Pecile presenterà ogni
sera diverse proposte, tutte targate Far East Film.
FEFF NIGHTS
Gli Eventi in seconda serata ritorneranno nella loro sede storica, quella del Teatro San Giorgio,
grazie alla collaborazione con MuSt (rassegna di musica dal vivo organizzata da Giù al Nord e
Stage Plan, in collaborazione con CSS Teatro Stabile d'innovazione del FVG e Associazione
ReddArmy). Lo staff di MuSt darà dunque vita ad una Music Station che proporrà quattro
concerti nelle serate del 24, 26 e 30 aprile e nella serata conclusiva del 3 maggio.
LOCALI CONVENZIONATI
Più di 30 esercizi pubblici dal 25 aprile al 3 maggio offriranno menù convenzionati e scontistiche
per accogliere al meglio gli spettatori del festival. Basterà esibire il badge o il biglietto d’ingresso
per poter accedere alle agevolazioni e assaggiare i menù confezionati ad hoc per il Festival: dal
prodotto tipico alle contaminazioni asiatiche.
MOSTRE
Fakè – 100% not original poster
A cura di "Wega on web" e il team Graphicplayers
Galleria fotografica Tina Modotti
24 aprile - 3 maggio 2014 orari: 11.00 > 20.00
(inaugurazione 24 aprile ore 18.30)
Fakè invita (anzi: istiga!) al rovesciamento degli stereotipi: quelli che inquinano la nostra
percezione dell'Oriente e dei prodotti orientali. Una spassosa e beffarda contraffazione al quadrato,
che vedrà come oggetto il restyling orientale di celebri locandine cinematografiche occidentali.
Kakemono a cavallo di due secoli
Collezione privata di Italia Oriente
Visionario
24 aprile - 3 maggio 2014 orari: 15.00 > 21.30
I kakemono sono dipinti o calligrafie giapponesi realizzati su supporti di carta o seta morbidi,
appesi stagionalmente alle pareti di una stanza per influenzarne l'atmosfera. Vi sono tipicamente
rappresentati elementi che si riferiscono alla natura o calligrafie autografe di importanti maestri
zen.
Kiritsubo
di Klaus Karl Mehrkens
Stamperia d’Arte Albicocco (Via Ermes di Colloredo 8/c)
26 aprile - 8 giugno 2014 orari: da lun a sab 9.00 > 12.30 e 15.00 > 18.30; dom 10.00 > 12.00
Il titolo della mostra deriva dal primo capitolo del Genji Monogatari, scritto nel XI secolo dalla
dama di corte Murasaki Shikibu vissuta nel periodo Heian; è considerato uno dei capolavori della
letteratura giapponese così come della letteratura di tutti i tempi.
Iniziato nel 1001, i critici letterari si riferiscono ad esso come al "primo romanzo", il "primo
romanzo moderno" o il "primo romanzo psicologico".
La trama si fonda sulla fortuna mondana, la caduta, la risalita al potere e infine la morte del
principe galante, a cui fanno cornice stupende figure femminili.
SHOW & PLAY
Anche quest’anno, le attività saranno suddivise in due macrogruppi: gli spettacoli e le attività di
piazza (Show) e i laboratori e le conferenze (Play), individuando alcuni percorsi tematici e dando
particolare rilievo alle attività destinate ai bambini e alle famiglie.
@ piazza San Giacomo
MODALITÀ DI ACCESSO
Gli Eventi del FEFF, come detto, sono divisi in Show e Play; di norma gli Show sono ad ingresso gratuito
(saranno indicate le eccezioni il cui ingresso avverrà tramite tessera) mentre per i laboratori e conferenze
sono previste tre card che varranno come chiavi d’accesso alle attività: la prima 1 GIORNO, consentirà
appunto di provare un intero giorno di attività e 2 ingressi ai film del mattino del festival > costo: 5 euro, la
seconda, chiamata 2 GIORNI, aprirà le porte di 2 giorni di attività e a 4 ingressi ai film del mattino del
festival (a 10 euro) e la terza, chiamata 9 GIORNI, consentirà l’accesso a tutte le attività collaterali del
festival e a 6 ingressi ai film del mattino di Far East (costo: 15 euro). La speciale tessera COOK darà diritto
all’accesso a una singola lezione di cucina (costo: 18 euro) e la tessera COOK KIDS a una lezione di cucina
per bambini (costo: 10 euro). Le card, ricordiamo, saranno vendute presso l’Infopoint del FEFF allestito
in Piazza Libertà a partire dal 9 aprile, mentre le attività, il cui programma dettagliato è consultabile
sulla pagina ufficiale events.fareastfilm.com, si articoleranno in due location principali: piazza San
Giacomo e i Giardini del Torso, già sede storica del cinema all’aperto e piccola oasi verde da sempre molto
cara agli udinesi. Dal 24 aprile al 3 maggio, cioè per l’intera durata del festival, le attività potranno sempre
contare su alternative al chiuso (in caso di pioggia).
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ
Giovedì 24 APRILE
18.30
Inaugurazione mostra: Fakè – 100% not original poster
Opening of the exhibition: fakè
Galleria Tina Modotti
Una spassosa e beffarda contraffazione al quadrato, che vedrà come oggetto il restyling orientale di
celebri locandine cinematografiche occidentali.
A cura di Wega-on-web e il team Graphicplayers
20.00 – 21.00
Cena Giapponese + Film “Thermæ Romæ”
Japanese Dinner + movie “Thermæ Romæ”
Visionario
Venerdì 25 APRILE
17.00 – 18.00
Laboratorio di illustrazioni
e racconti “C’è un lavoro da fare!”
There’s a job to do! Illustration and narrative workshop
Libreria La Pecora Nera
Laboratorio di illustrazione e racconti ispirato Workman stencil di Taro Miura (ed. Corraini). Per
bambini dai 5 agli 8 anni. A cura della Libreria La Pecora Nera nell’ambito delle iniziative “Libri,
bambini e ragazzi ad oriente del FEFF” realizzate insieme all’ERT FVG – teatroescuola, con il patrocinio
di Arlef e AIB FVG.
17.00 – 19.00
Dimostrazioni di Arti Marziali
Martial Arts Show
Piazza Matteotti / Loggia del Lionello
Esibizione di Wing Tsun a cura della scuola Tao Te Chuan a.s.d.
Esibizione dell’antico Goju ryu di Okinawa a cura di Karate Udine Dojo e Andrea Buttazzoni 7°dan.
Esibizione di Muay Thai Tradizionale e Contemporanea a cura della Asd NKT Team Udine.
Esibizione di Kendo a cura di Mami Hamada della Scuola Shin Musashi Dojo.
Esibizione di Takewon-do tradizionale a cura della Scuola Drexler.
Esibizione di Taiji con spada, sciabola, bastone e a mani nude a cura della scuola del Maestro Huang
Shao Song del Chinese-Wushu Italy.
Sabato 26 APRILE
dalle 10.00
GIornata World Taiji e Qi Gong
World Taiji and Qi Gong Day
Parco del Cormor
Dimostrazioni e lezioni gratuite di Taiji. A cura della scuola Chinese-Wushu Italy e dell’associazione
Per Vie Sottili.
15.00
Film per bambini + merenda al bar
Visionario
15.00 – 16.30 / 16.30 -18.00
Laboratorio di Origami
Origami workshop
Piazza Matteotti / Ludoteca
Piega dopo piega i neofiti potranno dare vita con le loro mani alle prime forme. Chi vorrà essere
presente a tutti gli incontri, avrà modo, di aumentare la complessità delle proprie creazioni.
A cura di Maria Elena Fornasier, Massimiliano Cossutta e membri del CDO - Centro Diffusione Origami.
15.00 – 16.30
L’arte e la cura dei Bonsai
The art of (taking care of) Bonsai
Palazzo Morpurgo / Galleria Tina Modotti
Creare miniature di alberi, coltivandoli per anni in un piccolo vaso, educandone i rami e lo sviluppo. È
questo che significa fare Bonsai, un’arte che produce capolavori, anche dal valore inestimabile.
A cura del Maestro Adriano Bonini del Giardino delle Nove Nebbie, Bonsai Club Udine.
15.00 – 18.00
Il benessere attraverso lo shiatsu
Wellness through Shiatsu
Giardini del Torso / Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Lo shiatsu è una tecnica di manipolazione e massaggio del corpo che presta attenzione ai flussi
energetici e alle tensioni che influenzano l’equilibrio spirituale e fisico.
Trattamenti a cura dei diplomati al corso professionale dell’I.R.T.E. (Istituto di Ricerche e Terapie
Energetiche), Scuola di Shiatsu dal 1979, e di Jeanne Mouget, responsabile didattica della Sede di
Udine.
15.30 – 18.00
Laboratorio Pittura Cinese
Chinese painting workshop
Palazzo Morpurgo / Visionario
Sotto la guida di Maurizio Faleschini verranno studiate le tecniche base di uso del pennello e
dell’inchiostro per la realizzazione dei soggetti classici cinesi (bambù, pesci rossi, ecc.). Il laboratorio è
destinato a quanti già dipingono ad acquerello e vogliono approfondire la loro tecnica oppure a coloro
che sono semplicemente interessati a questa forma d’arte. A cura del M° Maurizio Faleschini e la
scuola Whu Shi Tao.
16.00 - 18.00
Gioco del Mahjong Gigante
Giant-sized game of Mahjong
Piazza Matteotti / Loggia del Lionello
Mahjong è un gioco da tavolo per più giocatori. Per il FEFF 16 il gioco si fa spettacolo grazie al
Mahjong gigante. A cura della Federazione Italiana del Mahjong.
16.30 – 18.00
L’arte dell’intaglio Thailandese
The Thai art of carving
Palazzo Morpurgo / Teatro Giovanni da Udine
È una tecnica artistica di intaglio di frutta e verdura fresca decorate con ornamenti principalmente
floreali, sfruttando i diversi colori contenuti nella polpa del vegetale. L’ortaggio diventa così una
scultura coloratissima e sorprendente, realizzata con l’ausilio di un semplice coltello: lo stiletto thai.
A cura di Saowalak Mooncharoen (Peach).
17.00 – 18.00
Conferenza sul tè con Degustazione
Lecture on Tea (with tasting)
Galleria Tina Modotti
Introduzione al mondo dei sapori e dei profumi del tè. Gianluca Mingotti parlerà della magia e dei
gusti della bevanda più diffusa al mondo dopo l’acqua. Seguirà una degustazione.
A cura di Gianluca Mingotti di Petit Lorien.
17.00 – 19.00
Conferenza Lolita Style e Fashion Walk
Lolita Style Conference + Fashion Walk
Caffè Contarena
Che cos’è il “Lolita Style”? A cosa si ispira? Dove nasce? Questa è una splendida occasione per
saperne di più, per vestire questa moda o anche solo per avvicinarsi ad essa come appassionati o
semplici curiosi, con la partecipazione di Fiore Manni conduttrice di “Camilla Store” in onda su
DeASuper e Super!
Domenica 27 APRILE
10.30 – 12.30
Laboratorio di sushi
Sushi workshop
Bar del Visionario
Il sushi è l’esempio principe dell’arte culinaria giapponese, ma la sua preparazione non è proprio
intuitiva a colpo d’occhio. Durante il laboratorio scopriremo finalmente trucchi e segreti per poterlo
realizzare a casa! A cura di Mami Hamada.
11.00 – 12.30
Tiro con l’arco giapponese – Kyudo
Kyudo - japanese archery
Piazza Libertà / Annullato
Il kyudo, letteralmente via dell’arco, è un’arte marziale giapponese antichissima. Se non avete mai
assistito a questa cerimonia senza tempo, non mancate!
A cura di Dino Forconi della Fondazione Italia Oriente.
15.00 – 16.30 / 16.30 – 18.00
Laboratorio di Origami
Origami workshop
Giardini del Torso / Ludoteca
A cura di Maria Elena Fornasier, Massimiliano Cossutta e membri del CDO - Centro Diffusione Origami.
15.00 – 18.00
Il benessere attraverso lo shiatsu
Wellness through Shiatsu
Giardini del Torso / Annullato
Trattamenti a cura dei diplomati al corso professionale dell’I.R.T.E. (Istituto di Ricerche e Terapie
Energetiche), Scuola di Shiatsu dal 1979, e di Jeanne Mouget, responsabile didattica della Sede di
Udine.
15.30 – 17.00
LAboratorio Ikebana
Ikebana workshop
Giardini del Torso / Galleria Tina Modotti
L’ikebana, arte secolare anche detta “via dei fiori”, ricrea la natura su scala ridotta. Perché con fiori,
fili d’erba, rami si possono comporre paesaggi naturali e inserirli nelle nostre case. A cura di Dino
Forconi e della Fondazione Italia Oriente.
15.30 – 18.00
Laboratorio di Pittura Cinese
Chinese painting workshop
Giardini del Torso / Visionario
A cura del M° Maurizio Faleschini e la scuola
Whu Shi Tao.
16.00 – 18.00
Cosplay Contest
Piazza S. Giacomo / Loggia del Lionello
Evento collaterale di punta, il Far East Cosplay Contest è un raduno di costumi, abiti e trucchi ispirati
alle forme e alle pose dei protagonisti del mondo dei manga, del fumetto, del cinema, dei telefilm, dei
videogiochi di provenienza panasiatica. Immagini, video e informazioni per partecipare su
cosplay.fareastfilm.com. A cura di Far East Film Festival in collaborazione con Nova Ludica.
19.00 – 20.00
Concerto dei Tambours de Topolò
Concert: Tambours de Topolò
Piazza S. Giacomo / Annullato
Lunedì 28 APRILE
15.00 – 18.00
Confeziona il tuo kimono
Make your own kimono
Galleria Tina Modotti
Scoprirete gli elementi base di un Kimono: obi, materiali, disegni e stoffa; e come realizzarne uno con
le parti (cartamodello) che lo compongono. A cura di IRES in collaborazione con Patrizia Battacchi Sart’è.
16.00 - 18.00
Lettura: Il mio classico!
Story telling: My own classic!
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Parliamo di racconti, di libri, di immagini e di lingue con un ospite VIP a sorpresa. A cura di Michele
Polo, con la partecipazione dei ragazzi di Bibliostaffetta e Rimbambook. Nell’ambito delle iniziative
“Libri, bambini e ragazzi ad oriente del FEFF”. Per i ragazzi dai 10 ai 14 anni e per tutti. A cura della
Libreria La Pecora Nera e dall’ERT FVG – teatroescuola, con il patrocinio di Arlef e AIB FVG.
19.00 – 21.00
Shibari: L’arte giapponese delle corde
Shibari - The japanese art of ropes
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Si impareranno alcuni principi per comporre con il corpo e le corde. Si scoprirà come sia chi lega sia
chi è legato dialogano continuamente, senza parole, in una sorta di rituale/danza.
Si consiglia un abbigliamento comodo e attillato; le corde verranno fornite dall’insegnante. Lezione
pratica introduttiva a cura di Barbara Stimoli
Martedì 29 APRILE
17.00 – 18.00
La luna e il bambino: Letture e proiezioni da Jimmy Liao
The moon and the kid: Readings and screening from Jimmy Liao’s books
Libreria La Pecora Nera
Una notte la luna smette di sorgere e di splendere nel cielo… Per i bambini dai 6 ai 10 anni.
A cura di Monica Aguzzi, Caixa Zhao e dei lettori volontari “Brie di conte, don di lenghe - Nassuts par
lei”. Con la collaborazione dell’Edizioni Gruppo Abele. Nell’ambito delle iniziative “Libri, bambini e
ragazzi ad oriente del FEFF” realizzate dalla Libreria La Pecora Nera e dall’ERT FVG – teatroescuola,
con il patrocinio di Arlef e AIB FVG.
17.00 -19.00
Dien-Chan Multi-Riflessologia Facciale Vietnamita
Dien Chan Vietnamese Facial Multiple-Reflexology
Giardini del Torso / Galleria Tina Modotti
Riflessologia facciale, metodo vietnamita di autotrattamento per il benessere del corpo e della mente.
A cura di Associazione Be.Co.me Artegna.
18.00 – 19.00
Laboratorio Haiku
Haiku workshop
Galleria Tina Modotti
L’haiku è visione, poesia, verità che il linguaggio non riesce a spiegare. Quanti di voi hanno provato a
scriverne uno? Una lezione per muovere i primi passi nell’arte giapponese dei tre versi. A cura di
Valeria Simonova – Cecon dell’Associazione Italiana Haiku.
18.00 – 19.30
Spettacolo Giardino del Gong
Performance: The Gong garden
Giardini del Torso / Annullato
Uno spettacolo che permetterà l’immersione nel suono dei Gong in accordo con la fluidità del
TaijiQuan: un’armonica esperienza di fusione con la natura. A cura di Marina Forte e Mario Antoldi.
18.00 – 19.00
Feng Shui e Kokedama: antiche arti orientali per il benessere della casa
Feng Shui and Kokedama: ancient asian arts
Giardini del Torso / Visionario
Il Feng Shui è un’antica arte orientale che interpreta l’ambiente in chiave simbolica, per arrivare a
considerazioni di tipo pratico, allo scopo di migliorare la vivibilità degli spazi abitati, in relazione alle
attività che vi si svolgono. A cura di LaboratorioMaterico di Daniela Deperini (FS) e MG Borgnolo (K).
20.00 – 21.00
Cena filippina + Film
Filippine dinner + movie
Visionario
20.30 – 22.00
La meditazione Zen: origine, storia e pratica
Zen mediatation: birth, history and practice
Galleria Tina Modotti
A cura di Maurizio Kogyo Florissi, monaco buddista Zen, responsabile Gruppo Zen Udine.
Mercoledì 30 APRILE
17.00 – 19.00
Mimetismi tessili giapponesi
Japanese textile mimicry
Piazza Lionello / Galleria Tina Modotti
Performance di body painting ispirata agli stilemi di disegno giapponesi usati sui tessuti o nelle tavole
di famosi pittori come Hokusai.
A cura di Mariagrazia Borgnolo e Elisa Ortolani.
17.00 – 18.30
Laboratorio Shodo
Shodo workshop
Giardini del Torso / Ludoteca
Lo Shodo non è soltanto calligrafia, si tratta di un’arte giapponese molto affascinante. Un
appuntamento imperdibile per sviscerare i segreti racchiusi nello Shodo e mettere alla prova le vostre
attività.
A cura di Makiko Yamada.
19.00 – 20.30
Jumping Frames International Dance Video Festival
Visionario
Una selezione di video danza provenienti dal prestigioso International Dance Video Festival di Hong
Kong e a cura della City Contemporary Dance Company. Dopo la visione sarà possibile incontrare i
registi e il direttore del festival Maurice Lai e Pierre Larauza.
19.30
Ramen Party
Bar del Visionario
Aperitivo con specialità orientali.
20.30
Cena con delitto special edition FEFF
Dinner and a Murder Mystery Games
Ristorante Astoria
Prenotazioni e info: [email protected]
oppure 0432 505091
Giovedì 1 MAGGIO
11.00 – 19.00
Antico massaggio cinese Tui-Nà
Tui-Nà: ancient chinese massage
Giardini del Torso / Teatro Nuovo Giovanni da Udine
È un massaggio orientale basato sulla medicina cinese. Nella disciplina la caratteristica più importante
è la visione del paziente, del quale si inquadra l’aspetto di una supposta “energia interiore”. A cura a
cura del Maestro Liu Yuwei del Circolo Culturale Jing Qi Shen.
15.00 – 18.00
Il benessere attraverso lo shiatsu
Wellness through Shiatsu
Giardini del Torso / Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Trattamenti a cura dei diplomati al corso professionale dell’I.R.T.E. (Istituto di Ricerche e Terapie
Energetiche), Scuola di Shiatsu dal 1979, e di Jeanne Mouget, responsabile didattica della Sede di
Udine.
15.00 – 16.30 e 16.30 -18.00
Laboratorio di Origami
origami workshop
Giardini del Torso / Teatro Nuovo Giovanni da Udine
A cura di Maria Elena Fornasier, Massimiliano Cossutta e membri del CDO - Centro Diffusione Origami.
17.00 – 18.00
Laboratorio Senryu
Senryu workshop
Galleria Tina Modotti
Come l’Haiku, il Senryu è poesia distillata in immagini. Con il primo si parla della natura, con il
secondo di noi Uomini e del nostro vivere. La lezione si focalizza sul Senryu e sull’arte giapponese dei
tre versi.
A cura di Valeria Simonova – Cecon dell’Associazione Italiana Haiku.
18.00 – 19.00
Danze tradizionali Thailandesi
Traditional Thai Dance
Piazzetta Lionello / Annullato
Per tradizione viene eseguita da giovani donne che con gesti e movimenti interpretano storie dove il
bene e il male combattono strenuamente. Uno spettacolo ricco di suggestioni, fatto di grazia, amore e
divertimento. A cura dell’associazione Thai Smile in FVG.
18.00 – 19.30
Conferenza: Nihonshu - il Sake giapponese
Lecture: Nihonshu - Japanese Sake
Galleria Tina Modotti
Incontro dedicato alla bevanda nazionale del Sol Levante: il Sake. Se ne approfondirà la storia, le
caratteristiche, la produzione e le tipologie. Conclusione con degustazione di tre diverse varietà
abbinate ad alcuni prodotti tipici della nostra terra.
A cura di Paolo Gaiardelli e Francesca Cozzi dell’associazione “La via del Sake”.
19.30
Ramen Party
Bar del Visionario
Aperitivo con specialità orientali.
20.00 - 21.30
Neuropsicologia dell’esperienza religiosa e della meditazione
Neuropsychology of spiritual experience and meditation
Galleria Tina Modotti
A cura di Franco Fabbro dell’Università di Udine e Gruppo Esperienze di Meditazione Minfulness.
Venerdì 2 MAGGIO
11.00 – 19.00
Antico massaggio cinese Tui-Nà
Tui-Nà: ancient chinese massage
Giardini del Torso / Teatro Nuovo Giovanni da Udine
A cura a cura del Maestro Liu Yuwei del Circolo Culturale Jing Qi Shen.
15.00 – 18.00
Il benessere attraverso lo shiatsu
Wellness through Shiatsu
Giardini del Torso / Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Trattamenti a cura dei diplomati al corso professionale dell’I.R.T.E. (Istituto di Ricerche e Terapie
Energetiche), Scuola di Shiatsu dal 1979, e di Jeanne Mouget, responsabile didattica della Sede di
Udine.
16.00 - 19.00
Dien-Chan Multi-Riflessologia Facciale Vietnamita
Dien Chan Vietnamese Facial Multiple-Reflexology
Giardini del Torso / Galleria Tina Modotti
A cura di Associazione Be.Co.me Artegna.
17.00 - 18.00
Letture e racconti “da undici a zero”
Readings and stories from eleven to zero
Libreria La Pecora Nera
Per i bambini dai 4 agli 8 anni. A cura di Monica Aguzzi, Caixa Zhao e dei lettori volontari “Brie di
conte, don di lenghe - Nassuts par lei”. Nell’ambito delle iniziative “Libri, bambini e ragazzi ad oriente
del FEFF” realizzate dalla Libreria La Pecora Nera e dall’ERT FVG – teatroescuola, con il patrocinio di
Arlef e AIB FVG.
17.00 – 18.00
Conferenza “Social media in Asia: come Internet sta cambiando l’entertainment in
Oriente”
Lecture “Social Media in Asia: how Internet changed the entertainment industry of
Eastern Asia”
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Introduzione allo scenario digitale in Asia e Cina, impatto a livello culturale e
marketing/promozione, con case study. A cura di Guido Ghedin e Young Digitals.
di
17.30 - 19.00
Conferenza: Fukushima adesso
Lecture: Fukushima now
Visionario
A tre anni di distanza dal disastro di Fukushima, le informazioni diffuse risultano tutt’ora incomplete e
contradditorie. L’incontro consisterà in una tavola rotonda moderata da Makiko Yamada, dove i
partecipanti potranno portare articoli, condividere informazioni e opinioni sull’argomento,
confrontando e analizzando criticamente l’operato dei media italiani e giapponesi. A cura di Makiko
Yamada, giornalista e corrispondente del quotidiano della città di Hiroshima, Chugokusinbunsya.
18.30 – 20.00
Seminario e lettura dell’I-ching
Seminar on I-ching with readings
Galleria Tina Modotti
Il “Libro dei Mutamenti” per rispondere alle eterne domande dell’uomo. Nella Cina antica fu sviluppato
un sistema di divinazione che non solo consentiva di sapere cosa sarebbe accaduto ma dava anche le
indicazioni utili per essere soggetti attivi di tale accadimento. Cesare Cossa propone un incontro per
discutere la storia e le modalità di utilizzo di tale testo di saggezza. A cura del M° Cesare Cossa della
scuola Wu Shi Tao.
20.00 – 21.00
Cena Thai + Film
Thai dinner + movie
Visionario
Sabato 3 MAGGIO
11.00 – 12.30
Laboratorio di cucina KIDS
Cooking workshop for KIDS
Visionario
Un’attività aperta per i giovanissimi dai 6 ai 14 anni che, guidati da esperti cuochi orientali, avranno la
possibilità di mettere - senza metafore - le “mani in pasta”! Si consiglia l’utilizzo di abiti comodi e che
si possano sporcare. A cura dei cuochi di cucina orientale.
15.00 – 18.00
Laboratorio di costruzione di macchine inutili: Chindogu
Chindogu: workshop to build uselessness machines
Palazzo Morpurgo / Visionario
L’utilità di un oggetto si definisce dal risultato del suo utilizzo. Prodotti apparentemente inutili possono
stupire, se il loro scopo di esistere è rovesciare il rapporto tra noi e le cose che ci circondano. Un
laboratorio per grandi e per piccoli, per creare oggetti che facciano pensare e contemplare. A cura di
Maurizio Faleschini del CFP “.lab” - CSG “G.Micesio” - Onlus.
15.00 – 18.00
Il benessere attraverso lo shiatsu
Wellness through Shiatsu
Giardini del Torso / Annullato
Trattamenti a cura dei diplomati al corso professionale dell’I.R.T.E. (Istituto di Ricerche e Terapie
Energetiche), Scuola di Shiatsu dal 1979, e di Jeanne Mouget, responsabile didattica della Sede di
Udine.
15.00 – 16.30 e 16.30 -18.00
Laboratorio di Origami
origami workshop
Piazza Lionello / Loggia del Lionello
A cura di Maria Elena Fornasier, Massimiliano Cossutta e membri del CDO - Centro Diffusione Origami.
16.00 – 19.00
Giornata del gioco
Games Day
Piazza Lionello / Loggia del Lionello
Gioco del Mahjong gigante a cura della Federazione Italiana del Mahjong.
Gioco del Go a cura dell’Associazione Higashikita Go Club FVG – Federazione Italiana Gioco Go.
Kendama a cura dell’Associazione Kendama Italia.
17.00 – 18.00
Cerimonia del tè
Tea ceremony
Giardini del Torso / Galleria Tina Modotti
In assoluto silenzio si svolge la cerimonia del tè, rito antichissimo giapponese, fatto di gesti fissi e
lentissimi, misteriosi agli occhi di chi non ne conosce il significato. A cura di Mami Hamada.
18.00 – 19.00
Conferenza sulle spezie con degustazione
Lecture on Spices (with tasting)
Galleria Tina Modotti
Per imparare a riconoscere le differenze e gli usi delle spezie tipiche della cucina e della cultura
asiatica non solo attraverso lo studio della teoria, ma soprattutto affinando il palato.
A cura di Gianluca Mingotti di Petit Lorien.
18.00 – 20.30
Dimostrazione di Arti Marziali e Danze
Martial Arts and Dance Show
Piazza Libertà / Loggia del Lionello
Kung fu wushu, Sanda Kik, boxing cinese, Wingtsung, Capoeira, Pencak silat a cura di Asd Piccolo
Drago Rosso Palestra Funnycenter di Udine.
Muay Thai Tradizionale e Contemporanea a cura della Asd NKT Team Udine.
Danza del Drago, Danza del Leone, Danza Cinese e Taiji con le ballerine del A.S.D. Il Sogno
a cura del Maestro Liu Yuwei della scuola di arti marziali Weisong.
Danze Filippine a cura dell’Associazione Bayanihan sa Udine FVG.
19.30 – 21.00
Neuropsicologia dell’esperienza religiosa e della meditazione
Neuropsychology of spiritual experience and meditation
Galleria Tina Modotti
A cura di Franco Fabbro dell’Università di Udine e Gruppo Esperienze di Meditazione Mindfulness.
N.B.:
La seconda indicazione di luogo segnala l’alternativa in caso di brutto tempo
Esempio
Laboratorio di costruzione di macchine inutili: Chindogu
Chindogu: workshop to build uselessness machines
Palazzo Morpurgo* / Visionario**
* In caso di bel tempo
** In caso di brutto tempo
LETTURE FAREASTIANE…
Il nuovo cinema di Hong Kong
Voci e sguardi oltre l'handover
Stefano Locati & Emanuele Sacchi
prefazione di Olivier Assayas
IL LIBRO VERRÀ PRESENTATO DURANTE IL PANEL DI LUNEDÌ 28 APRILE
Tutto il meglio del cinema di Hong Kong del nuovo millennio.
In passato il cinema di Hong Kong ha saputo conquistare l'attenzione internazionale grazie al suo
candore ipercinetico che mescolava furore produttivo, spericolate traiettorie visive e traboccante
inventiva. Mescolanza di generi all'interno dello stesso film, sparatorie con due pistole in pugno e
duelli volanti sono solo alcune delle ragioni che hanno reso quella hongkonghese una delle
cinematografie più importanti per comprendere i cambiamenti del cinema odierno.
Nel 1997 la città-stato ha cessato di essere una colonia inglese ed è tornata sotto il controllo della
Repubblica Popolare Cinese. Il passaggio epocale ha fatto temere un tracollo anche dell'industria
dell'intrattenimento, seminando il panico tra produttori e addetti ai lavori. Dopo qualche anno di
incertezza e il drastico calo nel numero di pellicole prodotte, oggi il cinema di Hong Kong conferma
la sua vocazione raffinatamente popolare e il suo sguardo trasversale ed eclettico ai generi.
Il volume esamina oltre quindici anni di cinema cantonese, dall'handover al presente, proponendo
un'introduzione ai mutamenti intercorsi nel nuovo millennio, oltre a un'approfondita analisi delle
pellicole più importanti prodotte in questi anni. Non mancano numerose interviste a registi e attori
del panorama contemporaneo, insieme a brevi contributi critici dai maggiori esperti italiani e
internazionali del settore.
Il libro è pensato sia come una guida introduttiva al nuovo cinema di Hong Kong che come
momento di approfondita riflessione sull'evoluzione di una cinematografia ancora fertile e centrale
a livello internazionale.
Editore: Bietti | Collana: Heterotopia 11
Numero di pagine: 460
Uscita: aprile 2014
STEFANO LOCATI è giornalista e critico cinematografico. È vice-direttore dell'Asian Film Festival di
Reggio Emilia e co-fondatore di Hong Kong Express e Asia Express. Cura la rubrica CinemAsia su
Sentieri Selvaggi. Con Elena Canadelli ha scritto Evolution. Darwin e il cinema (Le Mani, 2009). Ha
collaborato a Patrick Tam. Dal cuore della New Wave (CEC, 2007), Non è tempo di eroi. Il cinema
di Johnnie To (Il Foglio, 2008), Elephant Man. L'eroe della diversità (Le Mani, 2010). Ha collaborato
alla collana Far East di Cecchi Gori Home Video/Tucker, con contributi critici video.
EMANUELE SACCHI è giornalista e critico cinematografico e musicale. Direttore della testata web
Hong Kong Express, collabora con MyMovies, Rumore, Filmidee, Nocturno e Asia Express. Ha
collaborato a Il Dizionario del Cinema di Hong Kong di Giona A. Nazzaro e Andrea Tagliacozzo
(Universitaria Editrice, 2005), Non è tempo di eroi. Il cinema di Johnnie To (Il Foglio Letterario,
2008) e L’ossessione visiva. il cinema di Ridley Scott (Historica Edizioni, 2013). Ha collaborato alla
collana Far East di Cecchi Gori Home Video/Tucker, con contributi critici video.
CON I CONTRIBUTI DI: Sabrina Baracetti (Centro Espressioni Cinematografiche; direttore del Far East
Film Festival di Udine), Paolo Bertolin (consulente per Corea del Sud e Sud-est asiatico della Mostra
del cinema di Venezia, Delegato Asia Pacific per Nyon Visions du Réel), Pier Maria Bocchi (critico
cinematografico e consulente del Torino Film Festival), Alessandro Borri (critico cinematografico),
Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (registi), Andrea Bruni (critico cinematografico), Ross Chen
(creatore di Lovehkfilm.com), Esther M.K. Cheung (docente universitaria), Roberto Curti (critico
cinematografico), Marco Dalla Gassa (ricercatore universitario), Luca Della Casa (Asian Coordinator
del Future Film Festival di Bologna), David Desser (docente universitario), Matteo Di Giulio
(scrittore e co-fondatore di Hong Kong Express), Paul Fonoroff (critico cinematografico), Andrea
Fornasiero (autore per Rai 4), Roger Garcia (direttore Hong Kong International Film Festival e
produttore indipendente), Leon Hunt (docente universitario), Law Kar (direttore dell'Hong Kong
Film Archive), Ryan Law (creatore di Hkmdb.com), Leung Wing-fai (ricercatrice universitaria), Gina
Marchetti (docente universitaria), Filippo Mazzarella (critico cinematografico), Raffaele Meale
(critico cinematografico), Roy Menarini (docente universitario), Giona A. Nazzaro (critico
cinematografico e selezionatore per Festival del Film di Roma, selezionatore per Nyon Visions du
Réel), CorradoN Neri (ricercatore universitario), Alberto Pezzotta (critico cinematografico), Elena
Pollacchi (docente universitaria), Leopoldo Santovincenzo (autore per Rai 4), Michele Senesi
(creatore di Asianfeast.org), Alessandro Stellino (critico cinematografico), Lisa Odham Stokes
(docente universitaria), Andrea Tagliacozzo (critico cinematografico), Carlo Tagliazucca
(Programme Coordinator del Future Film Festival di Bologna), Dario Tomasi (docente universitario),
Tony Williams (docente universitario), Esther C.M. Yau (docente universitaria), Winnie L.M. Yee
(ricercatrice universitaria), Tim Youngs (critico cinematografico, selezionatore Hong Kong per Far
East Film Festival di Udine).
Indice
Prefazione. La sfera di cristallo
di Olivier Assayas
Introduzione
1. Le ceneri del tempo. Dalla paura dell'handover alle co-produzioni con la Cina
2. Film. Hong Kong colpo su colpo
3. Interviste. Voci di una città-cinema
4. Contributi. Memorie dal pre-handover
Glossario
Bibliografia
Filmografia ragionata
Indice dei film
Indice dei nomi
SAVE THE DATE
IL MERCATO DEL CINEMA CINESE:
NUOVI SCENARI E OPPORTUNITÀ
PER LE IMPRESE ITALIANE
Organizzato da
In collaborazione con
ICE - SALA PIRELLI
Corso Magenta 59, Milano
8 Maggio 2014
Ore 10.30
Programma
Cesare Romiti, Presidente Fondazione Italia Cina
Riccardo Tozzi, Presidente ANICA
Sabrina Baracetti, Presidente Far East Film Festival
Interventi
Stefania Ippoliti, Coordinamento nazionale Film Commission
Maria Ruggieri, Consulente di Far East Film Festival per la Cina
Cristiano Bortone, Produttore Orisa Produzioni
Giorgio Gosetti, Coordinatore Progetto Cina ANICA
Segreteria Organizzativa
Paola Lavezzoli
Tel +39 02 72.00.0000
|
Fondazione Italia Cina
[email protected]
Fax +39 02 36.56.1073
La partecipazione è gratuita fino ad esaurimento posti
Si prega di confermare la partecipazione

Documenti analoghi

PROGRAMMA - pprg.infoteca.it

PROGRAMMA - pprg.infoteca.it FILM FESTIVAL 18 Il Far East Film Festival di Udine diventa “maggiorenne”: dal 22 al 30 aprile, infatti, vedrà accendere i riflettori internazionali sulla sua 18ª edizione. Gli oltre 70 titoli del ...

Dettagli