Scarica il pdf - Guide Marco Polo

Commenti

Transcript

Scarica il pdf - Guide Marco Polo
Londra Low Budget
I consigli di Marco Polo per risparmiare senza rinunciare al divertimento
Introduzione
Benvenuto nella sezione low budget della guida Marco Polo Londra!
Le informazioni che trovi qui di seguito ti saranno molto utili se viaggi con un occhio al portafogli o se,
semplicemente, vuoi ottimizzare le tue spese on the road.
Ciò che leggerai in queste pagine si trova anche nella guida che hai acquistato: qui però non dovrai saltare da
un capitolo all’altro e potrai consultare tutto in modo più agile, con un bel risparmio di tempo (a proposito di
risparmio!). La raccolta comprende ogni aspetto della tua esperienza in viaggio, dai ristoranti agli hotel fino alle
attività per chi viaggia con i bambini.
Sei pronto a partire?
Allora buon viaggio low budget da Marco Polo!
DA VEDERE
» Molte attività gratuite sono elencate sui siti www.whatsfreeinlondon.co.uk e www.londonforfree.net: visite
guidate, festival, mostre, giornate di “porte aperte” e manifestazioni gratis o con biglietto fino a £4.
» La prenotazione online spesso permette di risparmiare sulle tariffe d’ingresso alle mete turistiche e di
acquistare biglietti combinati: per esempio: London Eye con giro sul Tamigi o visita a una chiesa e concerto.
» In estate il More London Free Festival (www.morelondon.com/scoop.html) offre film, concerti e spettacoli
teatrali lungo il Tamigi a ingresso gratuito.
Hyde Park
Non dovete per forza accomodarvi su una sedia a sdraio a pagamento: in molti parchi cittadini potete fare un
piacevole picnic in compagnia seduti sul prato, per esempio a Hyde Park, il parco più grande e più famoso
di Londra. L’alta società passeggia a cavallo sul Rotten Row. Dal 1872 chiunque può rendere pubbliche le
proprie opinioni allo Speakers‘ Corner (metro Central: Marble Arch), che è anche l’unico posto in tutta la Gran
Bretagna dove si possono indire raduni di natura politica senza l’autorizzazione della polizia; da qui partono
le manifestazioni più importanti. Accanto al Serpentine Bridge si trova la Diana, Princess of Wales Memorial
Fountain, una fontana con giochi d’acqua costituita da un anello ovale in granito. Metro Piccadilly: Hyde Park
Corner, Central: Marble Arch, Lancaster Gate, Queensway
Cambio della guardia
Colbacco, uniforme e rigore: guardare il cambio della guardia (Changing the Guard | mag-giu ogni giorno alle 11.30,
agosto-marzo ogni due giorni, non in caso di brutto tempo | Metro Victoria | www.changing-guard.com) davanti
a Buckingham Palace o all’Horse Guards Parade non costa nulla. L’importante è arrivare con il giusto anticipo
per assicurarsi i posti in prima fila. I soldati della regina (Queen’s Foot Guards) si danno il cambio marciando tra
le Wellington Barracks e Buckingham Palace. La guardia è formata da 12 soldati di cavalleria della Queen’s Life
Guard (lun-sab alle 11, dom alle 10) che, sguardo impassibile sotto il colbacco in pelliccia d’orso, proteggono la
vita della regina. L’edificio in cui ha sede la guardia fu costruito nel XVIII secolo in stile palladiano tra il Whitehall e
l’Horse Guards Building. Solo i membri della famiglia reale possono attraversare l’arco d’ingresso.
Westminster Abbey
Di norma l’ingresso all’Abbazia di Westminster, luogo in cui vengono incoronati i sovrani britannici, costa
£18. Recatevi nei giorni feriali, durante la messa della sera: in questo modo potrete visitare i magnifici interni
dell’edificio senza spendere nemmeno un penny. Westminster Abbey è la chiesa dove sono stati incoronati quasi
tutti i sovrani inglesi e dove sono sepolti molti nobili e personaggi illustri. Edoardo il Confessore fece costruire
l’edificio originale nel 1066 e morì una settimana dopo la sua consacrazione. Guglielmo il Conquistatore,
successore di Edoardo, vi fu incoronato re il giorno di Natale del 1066. Dell’edificio originale si conserva solo
la cripta normanna, visitabile. Nella navata gotica dell’edificio successivo (XIII secolo) si contano oltre 600
monumenti, lapidi e targhe commemorative. La Henry VII Chapel (inizio XVI secolo) vanta una spettacolare volta
a ventaglio nel cosiddetto stile perpendicolare. Nell’abbazia sono sepolti 3300 inglesi di gran fama: scienziati
come Isaac Newton e Charles Darwin, compositori come Henry Purcell e Georg Friedrich Händel, politici come
William Pitt il Giovane e W. E. Gladstone. Nel Poets’ Corner si trovano le tombe di Geoffrey Chaucer (l’autore
dei Canterbury Tales, 1400) e Charles Dickens. Molte altre personalità di spicco sono ricordate da targhe
commemorative. Numerosi sono i lettori che vengono a rendere omaggio a Ted Hughes, il “poeta di corte” morto
nel 1998. Nel 1637 il drammaturgo Ben Jonson si fece seppellire qui ma, per motivi di costo, all’impiedi! Sopra il
portale principale va notata la statua del teologo tedesco Dietrich Bonhoeffer che fu ucciso dai nazisti nel 1945. Le
due torri dell’abbazia furono aggiunte nel 1745 da Christopher Wrens Schüler Nicholas Hawksmoor (1661-1736).
Nel 1953 furono più di 8000 gli spettatori accorsi per assistere all’incoronazione di Elisabetta II, mentre nel nel
2011 2,5 miliardi di persone hanno guardato in televisione il matrimonio di William e Kate. Per evitare il costo del
biglietto di una visita mattutina, partecipate a una funzione serale, la Evensong (lun-ven alle 17, sab-dom alle 15 |
ingresso libero). Tel 020 76 54 48 34 | 20 Dean‘s Yard | www.westminster-abbey.org | metro Circle, District, Jubilee:
Westminster
Musei
Spesso è possibile entrare nei musei e negli edifici storici senza acquistare il biglietto. Qualche esempio? Il British
Museum, il Victoria & Albert Museum o la Cattedrale di Westminster.
British Museum
È conosciuto in tutto il mondo. Questo prezioso archivio delle civiltà della terra è la meta turistica più visitata di
Londra. L’edificio in stile neoclassico (Greek Revival) è stato di recente arricchito dalla splendida copertura in vetro
della Great Court (sab-gio 9-18, ven 9-20.30), progettata da Norman Foster. Al centro di quella che è ora la più
grande corte interna coperta d’Europa si trova la celebre sala di lettura circolare in cui Karl Marx scrisse Il Capitale.
Viste le dimensioni colossali del museo, conviene concentrarsi sui suoi tesori più preziosi: la nave funeraria di
Sutton-Hoo ritenuta sepolcro del capoclan anglosassone Redwald (VII secolo), gli scacchi di Lewis (XII secolo),
la mummia dell’Uomo di Lindow, la Stele di Rosetta rinvenuta in Egitto che permise di decifrare i geroglifici.
Delicato oggetto del contendere sono i cosiddetti Marmi di Elgin, ovvero le sculture del V secolo a.C. che in
origine ornavano il Partenone di Atene e che Lord Elgin trasportò via mare in Inghilterra all’inizio del XIX secolo,
patrimonio di cui da tempo la capitale greca chiede la restituzione. Lun-gio, sab-dom 10-17.30, ven 10-20.30 |
ingresso libero | guide multimediali anche in italiano £5 | visite guidate ”Eye Opener“ e pranzo gratuito mar-sab
13.15, ven sera spotlight tour | Great Russell Street | www.britishmuseum.org | metro Central, Northern: Tottenham
Court Road
Victoria & Albert Museum
È il più grande museo del mondo di arti decorative e applicate, con collezioni di sculture, porcellane,
abbigliamento, mobili, vetri, argenti e arte sacra provenienti da tutta Europa, America e Asia. Accanto alle
ricostruzioni di vari interni, nelle British Galleries vi sono oggetti di artigianato e del movimento Art Nouveau di
William Morris e Charles Rennie Mackintosh, oltre all’abito di nozze di re Giacomo II (XVII secolo). La Cast Courts,
alta 24 m, è una delle più grandi sculture d’Europa. Vi si organizzano anche mostre temporanee. Ogni giorno
visite guidate gratuite 10.30-15.30 ogni ora | ogni giorno 10-17.45, ven parte del museo fino alle 22 | ingresso libero |
Cromwell Road/Exhibition Road | www.vam.ac.uk | metro Circle, District, Piccadilly: South Kensington
Westminster Cathedral
È un’edificio neobizantino dagli spettacolari esterni in mattoni rossi scanditi da bande in pietra bianca, affiancato
da un campanile. La Cattedrale è sede della chiesa cattolica inglese – un convertito illustre è Tony Blair, cattolico
dal 2007 – e benché iniziata nel 1895 non è ancora ultimata: gli interni in mattoni vengono via via ricoperti di
marmi e mosaici. Osservate bene la Holy Souls Chapel nella navata laterale nord, per la quale sono stati impiegati
più di cento tipi di marmo diversi, il baldacchino sorretto da colonne in marmo giallo che sovrasta l’altare
maggiore e il bassorilievo della Via Crucis di Eric Gill (1918). L’ascensore (apr-nov lun-ven 9.30-17, sab-dom fino alle
18, dic-marzo gio-dom 9-17 | £5) sale in cima alla piattaforma panoramica. Lun-ven e dom 7-19, sab 8-19 | 42 Francis
Street | www.westminstercathedral.org.uk | metro Victoria
Concerti gratuiti
Invece di sedervi a tavola, sfruttate la pausa pranzo per ascoltare un concerto gratuito nella chiesa di St. Martin
in the Fields, a Trafalgar Square. La piazza in cui campeggiano la Nelson’s-Column (alta 50 m), una fontana a
zampillo, le sculture dei leoni e monumenti equestri non può che rappresentare il cuore di Londra. Una targa in
bronzo presso la statua equestre di Carlo II, lungo il lato sud della piazza, segna il centro geografico della città.
Trafalgar Square porta il nome della celebre vittoria navale inglese del 1805 contro la flotta franco-spagnola, che
costò la vita all’ammiraglio Nelson. Nella chiesa di St. Martin in the Fields (lun-mar e gio-ven 8.30-13 e 14-18, mer
8.30-13.15 e 14-17, sab 9.30-18, dom 15.30-17 | www.smitf.org), un miscuglio di stili imitato da molti, opera di James
Gibbs, si tengono concerti gratuiti all’ora di pranzo in cui viene dato spazio anche a musicisti emergenti (lun-mar
e ven 13). Approfittatene anche per ammirare le opere esposte nella galleria cripta: mostre temporanee di arte
contemporanea sempre gratuite. Metro Bakerloo, Northern: Charing Cross
MANGIARE E BERE
» A pranzo nei ristoranti raffinati i menu hanno prezzi più bassi e i set meals costano meno dei piatti à la carte. I
siti dell’Evening Standard (www.standard.co.uk) e www.londoneating.co.uk segnalano le offerte.
» Il Tibits (12-14 Heddon Street | tel 020 77 58 41 10 | www.tibits.co.uk | metro Piccadilly, Bakerloo: Piccadilly
Circus) è un ristorante vegetariano che propone un ricco assortimento di piatti, dalla mattina alla sera, con un
area giochi per bambini.
» In estate acquistate al supermercato il necessario per un picnic e noleggiate una sdraio in un parco (3 ore
£3,60).
The Shed
Nell’ambiente rustico del Shed (squama), due fratelli stupiscono gli ospiti con gli ottimi piatti preparati con i
prodotti della fattoria familiare del West-Sussex. Mar-sab 12-15 e 18-23 | 122 Palace Gardens Terrace | tel 020 72 29
40 24 | www.theshed-restaurant.com | metro Central: Notting Hill Gate
Princi
Ristorante italiano arredato in modo moderno. Pizza cotta nel forno a legna e pasticceria milanese artigianale.
Anche take away. Ogni giorno 8-23, dom brunch a partire dalle 11 | 135 Wardour Street | tel 020 74 78 88 88 | www.
princi.com | metro Central, Bakerloo, Victoria, Northern: Oxford Circus, Tottenham Court Road
The Real Greek
Il nome parla da sé: atmosfera vivace, servizio cordiale e tipici piatti greci come le costolette di agnello e gli
spiedini di formaggio Halloumi, accompagnati da un fresco vino bianco o rosato, il Retsina. Sembra quasi di essere
ad Atene. Il sabato non è necessario prenotare. Lun-sab 12-23, dom bis 22.30 | 60-62 Long Acre | tel 020 72 40 22
92 | www.therealgreek.com | metro Piccadilly: Covent Garden
Brixton Village Market
Un viaggio gastronomico alla scoperta dei sapori di tutto il mondo in un bel mercato coperto. Potete provare
gli gnocchi di Beijing fatti a mano e ripieni di carne o pesce del Mama Lan, la zuppa di noodles thailandese
di Kao Sarn, le ali di pollo piccanti grigliate di The Joint servite in un panino della Bad-Boy’s-Bakery (progetto
di riabilitazione). La proposta di Honest Burgers è semplicemente straordinaria, anche per vegetariani. Da
Okan viene servito street food giapponese, direttamente da Osaka. Ogni giorno a partire dalle 12 | ingresso da
Coldharbour Lane | brixtonmarket.net | metro Victoria: Brixton
Busaba Eathai
Affollato e rumoroso, con tavoli a ridosso l’uno dell’altro. La fila fuori dal locale la dice lunga. Ogni giorno | 106110 Wardour Street | tel 020 72 55 86 86 | www.busaba.com | metro Bakerloo, Piccadilly: Piccadilly Circus
Comptoir Libanais
Diner libanese. Piatti caldi di antipasti da condividere. Deliziosa la limonata con melograno. Ogni giorno 9-22.30 |
65 Wigmore Street | tel 020 79 35 11 10 | www.lecomptoir.co.uk | metro Central: Bond Street
Hummus Bros
Per una pausa di relax accompagnata da qualche spuntino, fresco e conveniente: l’appetitosa salsa di ceci e semi
di sesamo costituisce la base di diversi condimenti caldi e freddi, da gustare con soffice pane pita appena sfornato.
A Soho. Ogni giorno | 88 Wardour Street | tel 020 77 34 13 11 | www.hbros.co.uk | metro Bakerloo, Piccadilly:
Piccadilly Circus
J & A Café
Buoni i brunch del weekend, in estate serviti anche all’aperto. Dolci fatti in casa, zuppe, insalate. L’entrata è un
po’ nascosta in Great Sutton Street. Ogni giorno | 4 Sutton Lane | tel 020 74 90 29 92 | www.jandacafe.com | metro
Circle, Hammersmith & City: Barbican
DOVE DORMIRE
» Durante le vacanze estive si può pernottare all’Imperial College London (Watts Way | Princes Gardens | tel
020 75 94 95 07 | www.imperial.ac.uk/visit/summer-accommodation | metro Circle, Distict, Piccadilly: South
Kensington).
» Interessante per chi usa gli aeroporti di Heathrow e Gatwick: nel nuovissimo Yotel (tel 020 71 00 11 00 | www.
yotel.com), capsule hotel in stile giapponese, la cabina standard costa £62, la premium £85. Prenotabile anche
per quattro ore (£32-49)
» Al Lee Valley Camping & Caravan Park potete fare glamping (parola composta da glamour e camping): con
cabine cocoon a due posti letto e luce elettrica a £35 in alta stagione e piazzole per tende a circa £10-16. A un’ora
dal centro. Meridian Way | tel 020 88 03 69 00 | www.visitleevalley.org.uk | metro Victoria: Tottenham Hale
Alhambra Hotel
Una struttura a conduzione familiare perfetta per chi arriva a Londra in Eurostar, non lontano dalla stazione di St
Pancras. Vicino alla British Library e al British Museum. 52 camere, più convenienti quelle senza bagno | 17-19 Argyle
Street | tel 020 78 37 95 75 | www.alhambrahotel.com | metro Northern, Piccadilly, Victoria, Circle: King’s Cross
Ibis Budget Whitechapel
Un hotel della nota catena alberghiera, conveniente ma pulito e funzionale con stanze accoglienti: colori caldi e
luci soffuse. Collegamento wi-fi gratuito. 169 camere | 100 Whitechapel Road | tel 020 76 55 46 20 | www.ibis.com/
it/booking/hotels-list.shtml | metro District, Hammersmith & City: Whitechapel, Aldgate
Luna & Simone Hotel
Curato, accogliente, ben collegato dai mezzi pubblici. 36 camere | 47 Belgrave Road | tel 020 78 34 58 97 | www.
lunasimonehotel.com | metro Circle, District, Victoria: Victoria
Ridgemount Hotel
Classico albergo a gestione familiare, con numerosi clienti abituali. Stanze non molto spaziose, metà con
bagno (camera per 5 persone, £165). Con giardino. 32 camere | 65-67 Gower Street | tel 020 76 36 11 41 | www.
ridgemounthotel.co.uk | metro Northern: Goodge Street
Rushmore Hotel
22 camere una diversa dall’altra, con pareti dipinte a trompe l’oeil. Prima colazione a buffet nel giardino d’inverno.
Ampia offerta anche per i vegetariani. 11 Trebovir Road | tel 020 73 70 38 39 | www.rushmore-hotel.co.uk | metro
District, Piccadilly: Earl’s Court
Bush Houseboat
Un’opzione confortevole e originale: una casa galleggiante nella parte occidentale della città, comoda per i Kew
Gardens e Hampton Court, a un quarto d’ora di treno dal centro. Arredamento semplice ma funzionale. Aperitivi
serali serviti in coperta, cena in timoniera. Solo durante le vacanze estive | www.bushhouseboat.co.uk | metro
District, Overground: Kew Gardens
Clink78 Hostel
Ostello di stile ricavato all’interno di un ex tribunale. Le camerate si ispirano ai capsule hotel giapponesi, si mangia
seduti a tavoli di legno; con collegamento internet. 78 King‘s Cross Road | tel 020 71 83 94 00 | www.clinkhostel.
com | metro King’s Cross
Keystone House
140 posti letto (a partire da £24, con prima colazione a £3,50) e atmosfera accogliente. Una zona è riservata a sole
donne. Wi-fi, reception aperta 24 ore su 24, bar e terrazza sul tetto. 272-276 Pentonville Road | tel 020 78 37 64 44 |
www.keystone-house.com | metro King’s Cross, St Pancras
SHOPPING
» I londinesi che seguono la moda setacciano i charity shops, i negozi di seconda mano (www.charityshops.org.
uk), in zone eleganti come Chelsea, per esempio presso la British Red Cross (69 Old Church Street | metro Circle,
District: Sloane Square)
» Capi ispirati alle ultime tendenze ma offerti a prezzi stracciati da Primark (499-517 Oxford Street | www.
primark.co.uk | metro Central: Marble Arch)…
» … e da Peacocks (201-203 Old Street | www.peacocks.co.uk | metro Northern: Old Street).
IN GIRO CON I BAMBINI
Wellcome Collection
Un museo ultramoderno per scoprire i segreti del nostro corpo. Scheletri illuminati, genoma umano e divertenti
opere artistiche ispirate alla medicina per imparare cose nuove senza nemmeno accorgersene. Proposte
interattive, tutto a costo zero. C’è anche una caffetteria. Mar-dom 10-18, gio fino alle 22 | 183 Euston Road | tel 020
76 11 22 22 | www.wellcomecollection.org | metro Euston Square
Puppet Theatre Barge
Teatro delle marionette su una chiatta. Sab-dom alle 11 e alle 15, durante le vacanze estive ogni giorno | Little
Venice (davanti a Blomfield Road 35), in estate a Richmond | tel 020 72 49 68 76 | www.puppetbarge.com | metro
Bakerloo: Warwick Avenue
Household Cavalry Museum
Affascinante il museo (www.householdcavalrymuseum.co.uk) all’Horse Guards Building che ripercorre la storia del
reggimento. A separarvi dai cavalli ci sarà solo una parete di plexiglass! Whitehall | metro Charing Cross
BUONO A SAPERSI
Cinema
Al British Film Institute trovate retrospettive, rassegne a tema o dedicate a singoli registi. Con caffè-ristorante.
Nell’archivio nazionale potete vedere i classici, le pellicole meno note e le serie tv più famose. Nella mediateca
(mar-dom 12.30-20) potete vedere gratuitamente gli spettacoli. South Bank | tel 020 79 28 32 32 | www.bfi.org.uk |
metro Waterloo
Bike sharing
Per la prima mezz’ora le biciclette del bike sharing londinese sono gratuite. Il vantaggio? Potete accedere ai
musei senza usare i mezzi del trasporto pubblico risparmiando i 12 £ della TravelCard. Come funziona? I turisti
possono usare 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 le biciclette con cambio a tre marce presenti in città. Il servizio è gratuito
se le usate per meno di 30 minuti, mentre se superate la mezz’ora dovrete pagare con carta di credito (Visa,
MasterCard) alla stazione più vicina – in centro ce ne sono ogni 400-500 m e sono riconoscibili grazie a cartelli
blu simili a quelli della metro ma con la scritta CYCLE HIRE – seguendo semplici istruzioni. La rete è in costante
ampliamento.
Colophon
Copyright © EDT srl 2016
via Pianezza 17, Torino (Italy), tel. +39 0115591848
www.guidemarcopolo.it
e-mail: [email protected]
twitter: @guidemarcopolo
facebook: guidemarcopolo
Vuoi ricevere ogni mese i nostri consigli di viaggio? Iscriviti alla newsletter!
Questo documento contiene materiale protetto da copyright e non può essere copiato, riprodotto, trasferito, distribuito, noleggiato,
licenziato o trasmesso in pubblico, o utilizzato in alcun altro modo. Qualsiasi distribuzione o utilizzo non autorizzati di questo testo così
come l’alterazione delle informazioni elettroniche sul regime dei diritti costituisce una violazione dei diritti dell’editore e dell’autore e sarà
sanzionata civilmente e penalmente secondo quanto previsto dalla legge.
Edizione elettronica realizzata da EDT srl