clicca per il programma

Commenti

Transcript

clicca per il programma
Quale escursione offrire a tutte le Socie del CAI in occasione dell’8 marzo (2009)?
La commissione escursionistica della Sezione Salernitana del Club Alpino Italiano non poteva che
scegliere il più affascinante, sospeso magicamente al centro della “Divina Costa d’Amalfi”,
proponendo di percorrere quel Sentiero degli Dei già utilizzato dai leggendari immortali per
raggiungere il mare di Positano e salvare Ulisse dalle ammalianti Sirene.
Nome appropriato per il panorama che si offre incantevole già a pochi minuti dalla partenza,
continua divinamente lungo tutto il percorso per il fascino caratterizzante i luoghi e si sublima
avvicinandosi alla meta, così da riuscire facilmente a sedurre, nei secoli, i suoi frequentatori.
La Grotta Biscotto e la “Casa delle scandole”, il Pinnacolo e il Colle Serra sono i primi messaggeri
degli scorci panoramici che ci accompagneranno, fra le eriche e i corbezzoli, fantasticamente
sorvolando Praiano e Positano, con gli occhi ipnotizzati dall’inconfondibile sagoma de Li Galli
galleggianti sulla ampia tavola blu.
“E’ questo il paesaggio che, dall’alto del Sentiero degli Dei, si apre al nostro sguardo: è lo
scenario di quella estrema ansa della Costiera Amalfitana che guarda verso ovest, verso
l’isola di Capri, quella costa ripida, afosa, con le montagne cristalline ove si abbandonano
gli dei di oggi e si scopre di nuovo un sé stesso perduto, mediterraneo, anteriore”: agli inizi
del secolo scorso lo scrittore inglese David Herbert Richards Lawrence immortalava così il
paesaggio de “la via degli incanti” per sottolineare la struggente bellezza dei panorami e le
immense ricchezze naturalistiche.
Il classico, mitico Sentiero degli Dei inizia dalla piazza Capasso di Bomerano – frazione
occidentale di Agerola – per giungere a Nocelle – frazione orientale della “romantica città” di
Positano: noi, nel pieno rispetto della tradizione, lo percorreremo seguendo l’“opzione bassa” dal
valico di Colle Serra verso il Vallone Grarelle, serbandoci l’”opzione alta” per il ritorno,
dopo aver offerto alle nostre Socie un rametto di erica.
Il viaggio di avvicinamento avverrà partendo con auto propria - alle ore 8:00 - da piazza della
Concordia, imboccando l’autostrada Salerno-Napoli a Vietri sul Mare e uscendone a Castellammare
di Stabia, proseguendo poi verso Gragnano, Pimonte e Agerola, giungendo infine a Bomerano.
Sosta tecnica, anche per un caffè, nei bar della piazza Capasso, poi il parcheggio delle automobili
lungo la via Sentiero degli Dei, strada comunale che si imbocca uscendo dalla piazza e prendendo la
prima a destra (via Casalone), e infine svoltando ancora a destra, lambendo il campo di calcio.
Alle 9 e 30 zaino in spalla e scarponi obbligatori per tutti.
Molto utili i bastoncini da trekking.
L’arrivo a Nocelle è previsto – con un’andatura tranquilla – alle ore 12:15.
Necessario portare con sé almeno un litro di acqua (troveremo due fontane all’inizio del sentiero e
un’altra a Nocelle).
Leggi le criticità segnalate nella pagina seguente.
Ripartiremo per Bomerano, dopo aver consumato la colazione al sacco: vi suggerisco di portare
alimenti di facile digestione in quanto, ovviamente, dobbiamo camminare per ulteriori 4,700
chilometri.
Il ritorno alle automobili è ipotizzato poco prima delle ore 16.
Questa escursione, come tutte le altre programmate, è proposta ai Soci delle Sezioni del Club
Alpino Italiano, ma è aperta anche ai simpatizzanti non Soci perché possano testare la loro
attitudine all’escursionismo, nel rispetto dello stile e delle regole di comportamento emanate dal
Club Alpino Italiano.
Per l’iscrizione e la notifica di eventuali modifiche al programma, recarsi
in sede, venerdì 6 marzo, dalle ore 20:00 alle ore 22:00.
I Responsabili: Attilio Piegari (089.241500 / 389.2415000) - Lucio Milone (338.5955048)
Tale il tracciato del vero Sentiero degli Dei, da Bomerano a Nocelle utilizzando l’“opzione
bassa”; il ritorno da Nocelle a Bomerano sarà lungo l’“opzione alta”. Totale: 9,400 chilometri
Non confondere tali “opzioni” con il Sentiero degli Dei Alto e il Sentiero degli Dei Basso !
Questo il profilo altimetrico del Sentiero degli Dei, dal quale risulta che in totale bisognerà
ascendere (e discendere) per 530 metri. Non è quindi una “passeggiata”, ma un’escursione di
categoria “E”, con le sue asperità spesso sottaciute per esaltarne la bellezza del panorama !
Inoltre la presenza di alcuni tratti “esposti” (sentiero su strapiombo senza protezione)
sconsigliano l’escursione a coloro che soffrono di vertigini.