inglese,spagnolo - Istituto Comprensivo Statale 15 di Bologna

Commenti

Transcript

inglese,spagnolo - Istituto Comprensivo Statale 15 di Bologna
ISTITUTO COMPRENSIVO N°15 BOLOGNA
Scuola secondaria di primo grado “G.Zappa”
a.s.2015-2016
PROGRAMMAZIONE PER IL BIENNIO DI L2 E L3
(inglese,spagnolo)
Finalità
Sviluppo di competenze pragmatico-comunicative in un’ottica di formazione plurilingue.
Obiettivo generale
Acquisizione di competenze comunicative di ricezione, interazione, e produzione che
permettono di aumentare il bagaglio delle conoscenze, di migliorare i rapporti sociali e
rendere gli alunni più consapevoli di sé e delle proprie capacità al fine di saper rielaborare
le proprie strategie di apprendimento.
Obiettivi specifici
Formativi:
osservare,
ascoltare,
identificare,
enumerare,
riflettere,
analizzare,
relazionare/paragonare, classificare, dedurre, comprendere, memorizzare, acquisire tecniche
operative e strategie comunicative, operare scelte, socializzare, imparare ad organizzare il
tempo di studio, acquisire sicurezza nelle relazioni interpersonali.
Didattici: conoscere il concetto di funzione linguistica, acquisire la consapevolezza che un
messaggio è la risultante di una serie di variabili (età, luogo, status, ecc.), acquisire
informazioni di carattere culturale, riprodurre e discriminare suoni, conoscere se stesso
soprattutto da un punto di vista scolastico, conoscere la realtà che circonda se stesso,
esprimere gusti e preferenze.
Metodologia
Espositiva, ricerca-azione, autoapprendimento.
Nuclei essenziali
Il mio mondo: la scuola, la famiglia, la casa, il cibo, gli amici, lo sport e il gioco, la salute, il
corpo umano , gli animali, i negozi e i luoghi pubblici, gli altri popoli e paesi, anche stranieri.
1
Modalità organizzative


Nuclei essenziali
Didattica modulare della disciplina
Facendo riferimento agli ambiti di uso comunicativo della lingua espressi nel Quadro
Europeo, vengono individuati i “nuclei essenziali” della programmazione didattica di L2 e L3 da
sviluppare durante l’anno scolastico.
La scelta di ciascun nucleo tiene conto delle fasi di sviluppo del preadolescente:
 La conoscenza e la consapevolezza dell’identità personale.
 L’apertura al mondo fisico e alle sue problematiche.
 La lettura della realtà sociale vicina e lontana in termini di organizzazione, istituzioni
e valori.
Ciascun nucleo viene smembrato in alcuni moduli tematici con contenuti comunicativi,
lessicali, strutturali e funzionali debitamente circoscritti e punti di focalizzazione delle attività.
I moduli sono distribuiti in un arco di tempo (20-30 ore) a seconda dei bisogni e delle risorse; si
avvicendano a sequenza e hanno, come livello
di
partenza,
quanto acquisito
precedentemente.
Sono verificabili per mezzo di descrittori in uscita che testano le quattro abilità di base.
Competenze essenziali
1. Abilità audio-orali
 Comprendere e interagire in semplici scambi comunicativi legati a vari campi di
esperienza (la scuola, la famiglia, la casa, la vita quotidiana, la vita esterna, il cibo, il
tempo libero, la salute, il corpo umano, i negozi e i luoghi pubblici) con pronuncia e
intonazione comprensibile e accettabile.
 Obiettivi minimi: comprendere un intervento orale articolato in modo da permettere
di coglierne il senso generale ed essere in grado di interagire in modo semplice ed
eventualmente con la collaborazione dell’interlocutore.
2. Abilità di lettura
 Comprendere testi semplici che contengano lessico di uso frequente, compreso un
certo numero di termini internazionali condivisi e ricavarne informazioni specifiche.
 Obiettivi minimi: comprendere testi brevi e semplici, leggendo una singola frase
per volta, cogliendo il significato attraverso il riconoscimento di parole chiave.
3. Abilità di scrittura
 Saper scrivere semplici testi, lettere e dialoghi relativi a bisogni immediati utilizzando
un’ortografia corretta e strutture appropriate.
2

Obiettivi minimi: saper scrivere brevi e semplici testi relativi ai bisogni immediati con
ortografia comprensibile e accettabile.
4. Abilità trasversali
 Saper confrontare lingue e culture diverse (lingua materna e lingue straniere).
 Saper assumere ed esprimere punti di vista diversi (flessibilità cognitiva e
comunicativa).
 Saper utilizzare la lingua per un semplice approccio alle nuove tecnologie.
Strumenti
Lettore mp3, libro di testo, fotocopie, documenti autentici, computer, LIM, dizionario, giochi,
carte geografiche, immagini.
Attività
Griglie da compilare, esercitazioni d’ascolto, domande scritte e orali, dialoghi su traccia e da
completare, cooperative learning, drammatizzazione e role-play, esercizi strutturali, lettere
i nformali, lettura di testi semplificati, confronto di dati,fatti e fenomeni che favoriscano la
rielaborazione e correlazione delle diverse informazioni.
Tempi e modi di verifica
Premessa: Il livello di maturazione degli alunni verrà rilevato e discusso in Consiglio di classe
con le seguenti cadenze:
1. situazione iniziale.
2. prima valutazione intermedia.
3. seconda valutazione intermedia.
4. situazione finale.
Principali strategie di intervento:
1. controlli sistematici dei lavori prodotti.
2. potenziamento dei rapporti scuola-famiglia.
3. esercitazioni individualizzate che possano valorizzare le singole capacità.
4. momenti di riflessione collettiva e/o individuale su comportamenti e regole.
Le verifiche verranno effettuate durante e/o alla fine di ogni modulo e saranno scritte e
orali. La loro correzione avverrà nei seguenti modi:
1. correzione collettiva.
2. correzione dei prodotti individuali da parte dell’insegnante con spiegazioni generali alla classe
e individuali ai singoli alunni
3
Tipologie delle verifiche
Si utilizzerà la stessa tipologia di esercizi elencati nelle attività.
Metodi: approccio-integrato
1. espositivo.
2. attivo.
Valutazione
Per i criteri di valutazione ci si attiene a quelli collegialmente concordati.
Per il recupero degli allievi in difficoltà, sono stati definiti gli obiettivi minimi sopra esposti
per ogni criterio generale. Particolare attenzione verrà riservata agli alunni dislessici,
disgrafici e disortografici in accordo con la normativa vigente. Per gli alunni certificati ai sensi
della legge 104/92, in collaborazione con l’insegnante di sostegno, si procederà alla stesura di
programmi specifici con obiettivi ridotti al fine di favorire la loro socializzazione, formazione e
istruzione.
Bologna, 15/11/2015
L’insegnante
Marta Quadrino
4