Presentazione standard di PowerPoint

Commenti

Transcript

Presentazione standard di PowerPoint
prof. A.Battistelli
Guardiamo attentamente, tastiamo, ascoltiamo il rumore di alcuni
campioni di materiali.
Studiamone le caratteristiche:
morbido o rigido; liscio o ruvido
colore brillante, puro, naturale…
resistente o deformabile o fragile
pesante o leggero
forme complesse o semplici
prof. A.Battistelli
2
Perché è importante lo studio dei materiali? A noi interessa?
Useresti questo materiale per… e
compreresti un oggetto di questo materiale?
Un temperino con serbatoio per la scuola:
 vetro, ceramica, stoffa, plastica, alluminio…. Perché?
e la lama di quale materiale è fatta? Perché?
Una pentola
 Carta, legno, plastica, vetro, acciaio
Un quaderno
 Plastica, metallo, legno, ceramica, carta
Una maglietta per l’estate
prof. A.Battistelli
3
Sicuramente per progettare un oggetto occorre studiare bene le
caratteristiche che deve avere e scegliere il materiale più adatto
Anche per noi è importante scegliere
Pensate a una maglietta per un caldo giorno d’estate
 vetro, ceramica, plastica, alluminio, stoffa…
 Quale stoffa?
Perché?
Lo stesso per un temperino che non scegliereste
di vetro o una cartella di legno, delle scarpe di vetro…
prof. A.Battistelli
4
Per poter costruire un oggetto occorrono dei materiali
scelti con cura.
Per ottenere i materiali occorrono delle
materie prime dalle quali ricavarli
Esempi, dalla materia prima al materiale:
Gli alberi forniscono la materia legno
Da alcune pietre, materie prime, si ricavano metalli
Dal petrolio si ricavano materie plastiche
Da sabbie si ricava il vetro
prof. A.Battistelli
5
prof. A.Battistelli
6
Aspetto e caratteristiche fisiche, es.:
Aspetto naturale, colori, superficie…
Comportamento al variare della temperatura
È pesante o leggero
Protegge dal caldo/freddo o dal rumore..
Come si comporta durante l’uso, es.:
È resistente agli urti, è elastico, o è fragile
È duro o si graffia facilmente
Resiste sotto pesi o tirato o curvato
Come si può lavorare, es.:
Si può modellare o è elastico
o si rompe facilmente
Si può fondere e stampare
prof. A.Battistelli
7
Si può tagliare
o segare
Aspetto e caratteristiche fisiche
PROPRIETÀ FISICHE
Come si comporta durante l’uso
PROPRIETÀ MECCANICHE
Come si può lavorare
PROPRIETÀ TECNOLOGICHE
Caratteristiche specifiche dell’oggetto
PROPRIETÀ FUNZIONALI
prof. A.Battistelli
8
Com’è il materiale
_Aspetto
visiva, tattile, peso,..
_Comportamento in
alcune condizioni
calore, sostanze chimiche,
rumore, elettricità,..
prof. A.Battistelli
9
Resiste a:
_Forze
o pesi che: tirano, flettono,
torcono,…
_Deformazioni
graffi, colpi, fatica,…
prof. A.Battistelli
10
Come si può
lavorare:
_Con il caldo
fondo e stampo, saldo..
_Lavorazioni
taglio, tiro sino ad
ottenere fili o lamine,
levigo…
prof. A.Battistelli
11
È adatto per
quell’oggetto?
_Per come si usa
è sicuro/pericoloso,
si pulisce bene,
si può riciclare
_Per quanto costa
caro, prezioso
prof. A.Battistelli
12
Dalla materia prima ai prodotti finiti
La storia di un materiale…
 Inizia dalla materia prima (es. alberi, pietre, ..)
 Continua con l’estrazione o la realizzazione di un materiale
(es. dalla pietra al metallo, dall’albero alle tavole di legno)
 Poi il materiale diventa oggetti
 Gli oggetti non servono più, neppure per un diverso utilizzo
(es. una bottiglia vuota, riutilizzata riempiendola nuovamente)
 Gli oggetti divenuti rifiuti vengono raccolti e poi riciclati
facendoli diventare nuovamente materiale
prof. A.Battistelli
13
prof. A.Battistelli
1. Questa storia comincia con una pietra: bauxite
2. Dalla quale viene estratto un materiale: alluminio
3. I lingotti di alluminio vengono lavorati ottenendo dei
semilavorati: es. lastre
4. I semilavorati vengono trasformati in prodotti finiti
es. in lattine, barattoli
5. I prodotti finiti vengono usati: fase dell’uso
6. Al termine del suo utilizzo, l’oggetto può essere lavato e
riutilizzato per lo stesso fine o per altri scopi (es. gioco)
7. L’oggetto diventa rifiuto, ma può essere raccolto e recuperato
A questo punto si ritorna al punto 2. senza ripartire dalla materia
prima, ma utilizzando il rifiuto recuperato che prende il nome di
materia seconda. L’utilizzo della materia seconda permette di
risparmiare moltissimo in costi, ambiente, salute.
Recuperare l’alluminio consente di risparmiare il 96% dei costi… e
molto anche in danni ambientali e salute
14