nosabanaglia.m fuggila impauritan la ~-ant si

Commenti

Transcript

nosabanaglia.m fuggila impauritan la ~-ant si
Acolloquio con Antonio Spinosa, autore di un libro sulla regina d'E~tto
•
•
MALISA LONGO
n'A appena diciono
anni quando, nel '51 il- c..
Cleopatra dhoenlav3. regi.
na d'Egiuo. Disctndenle
i TolomeL la dinastia a
cui aveva dalo inalali TlIlomeo, gene-
rale di Alessandro Magno, la leggendaria regina uUlizzò lullO il suo fasci·
nn nN
Ml1;V~'P
lp ",p amhi•.ioni di
potere. L:arnore e la bellezza come aro
ma di potere. un credo che l'ha perseguitata fino al suiddio. non ancora
quannlenne. Amala e diSprezzata, nel
bene e od maJc. e. forse. pedina nello
sc:aa:hiert Slnlegial del Medi1tmrneo.
OeopalJl ha incanlalO lulli i grandi
uomini del suo tempo. Un affasc:nante ptrSCJnIggio da cui (lllllinuano ad
attingM podi arusti. drammaturghi e
SlOIiCi Comt AntonIO Spmosa. gior.
rJaIisla e stonco.lIItort del \ibro OtopatTa. i.JI tqI1lQ che UWV'JJÒ se stt'SSa,
fdilO da Moodarbi. lo SClitlOft. dJc si
dtdica da anni a nscoprtrf eo.-enti e
personaggi che hanno canilIato la SlOria. non t nuO'o'O I qtJeSlD tipo di n'i·
sitazionL RiVlSllUlO\1.i dJt spatiano
dalfanlica Roma. con U:sarte TIberio
aU'epoca napoIeonica. C'Of1 Paoli/lil &r
napanee MUfrJ~ fino ad inoltrarsi al·
repoca COnlempornnea. cnn una Strie
di biografie fra le quali Slarare L'u!J.
mo che Inventò io SIi/e fasrisla; I figli
del Duce. 11 deswlQ dI chlilmarsi Mussolini; D:4.nnull.lio. li poeUI armalo;
Vittorio Emanl/ele fI/. /llslUZÙl di un
re; Edda. una lragfditll/il/iana; La sa·
go dt:i &rgIII e CllUrcJu/L II nemico
di Cesa,e, la dolcun.., h, Jecond.a ~rte i! ..l'amante di An.
tonlo, la n,bbia... Pen:hé1
La prima pane ha COIJIe
condut·
tore il grande lIIl'Il:lre fra Cesare e Qeo.
patra. che per ctrti \'ersj ~ stato dok:e.
Oeopatra poi &ma\1l stupire.G~ aned·
dq/llla/lIl1Il
\Ia lXlmtra Oeopatra? Abile Sù'ale-
ga politica. mampolatrice dI uomini (}
semplicemenle V1lllffla della stona'
Lo chiediamo ad Antonio Spinosa.
fautore di Qroparra. Lo regina che m~nnò u stessa.
.cleopatra era molto ambiziosa ma
anche intelligente, colta e parlava setle lingue. Ma la sua massima aspira';(m~ ~'" ,"",if~ 1'",j,'nTP r<ln
ma
l'orci·
dente e far diventare Alessandria capitale del mondo. sostituendola a f«).
ma. Sapeva però che da sola non
avrebbe potuto raggiungere queslo
obfettivo e ha tentato di trovare degli
alleali. utiliuando farma de1Ja sedu·
liont.. Dapprima con il figlio di P0mpeo Magno, poi con Giulio Ctsare.
Famoso ~ lo Sùatagemrrl3 dlt utilizzò
per penttnre nel palmo del rondotoero.. Saplelllemenlt IluCtlIta e \~
di ~I ~'di. la ~-ant si nasrose
dentro un tappeIO onentaJt e si Iett
portart dentro la reggia e poi si oifft·
se a 1w. Ciò Iett molto roIpo su CesIre. nfasano di Oeopatra era noteYOb.
• Ma tra ",amente cosi
bella e 5eduunte1
t noto che una delle sue armi di seduzione fosst la voce. ma sulla bellezza la questione ~ molto oontro\-ersa.
Ci sono molte riproduzioni marmoree
nelle quali appare piunosto grassoccta
econ il famoso naso un po' rurvo. che
Pascal chiamò .naso alla Cleopatra_o
Recentemente iRl·ece. in un museo r0mano, ~ stata scoperta una statua raro
I
Testa di
C~tr ..
opera datata al 44).30 a. C.
figurwt WII cIo::Jnm bdbssima. dIe si
credevlI rapprtStlItaSSt \'enere. J \'3ri
stud~ pttò. hanno appuralo dIe e,dla statua in rtaIti rappre5mla\'i! Otopatra Ma cp.Ii ti 5OfM) dellt contraddio
zioni Come delltSlo Mta la vita di
CItopatra ~ plefla di contraddiZioni.
• • QuaIl1
Con Giulio Cesare avt\'a accettato r0se impensabili. Con gli altri uomini,
inl-ere, si comportava da dominatrice.
Qual era Il 5UO rapporto
con Giulio Ceu.re1
Cesare m 5Opf1lIllOOlilIoil marito
di tune le mogli e la moglie di tulli i
mariUo. il me ~ 1uI1IJ dire. Tutla'oia. n0nostante
semInsse innamonto. JlOO
disdegnal'il di umiliatla. fin esempio,
quando lei venne a Roma, Cesare la
collocò in disparte. fllOli le mura, sul
lato destro del Tevere. Poi. pur aven·
dola proclamata regina d'Egitlo e sposala e a\'tndo avuto un f18lio da lei
cesarione. mantenne egualmenle i
rapporti Ciln la moglie Calpurnia.
_ I I libro è dlylso In due par·
ti. Lii prima parte è .. L'ilmante
dOli che si possono raccontare sono
tanti. Uno in particolare riguanla il primi} C<lkndario d~lIa storia, un rel!alll
che lei fece a Cesare duranle la sua
permanenZll a K(l11Ul Un sensuale ClI·
lendario dGl't nei mesi caldi appariva
completamente nuda. La seconda par'
te cominàa dopo fassassinio di cesa·
re. Otopatra. cercando di perseguire i
propri sogni di grandw.a con numi
alleali, ha mmo gli ocdJi su AnIOrlio.
consoIt di cesare. Galeotta ~ stata lilla
aociera sul NiIo. 0nnIi maestra di se-
dutiMe. si eri inl'trltala UJlil scmografia da dare ln\'idia Id HolI)"\\lIOd.
Con lui Ila l\1Ito pcl cpJdIiI hmga e
tormentata SlOria d"amort. cht tutti col'W "Wl, dlt si ~ incrinata con iii SCOlIfuta di Azio. Otopatra. dlt I\WlI ap-
suuire una sontuosa tomba neUa l
le si era fatta portare andIe Ante
mortalmente ferito.
Ptn:M la 5<elt<1 di m.
~?
Dopo la sconfitta di "zio, Cleop
cercò di ricuore la frauul1l con A
nio. Nel complesso, cercal'a di rie
"".... unfl <quardo di potere tenia
di sedurre il nuovo padrone di Rl
Ollavi.1no, se BOn aUro per salVI
propri figli Ottaviano, che ormai _
alle porte di Alessandria, non si Li
abbindolare. anzi la respinse. I
lIOOde. Ottalliano m nolO per la
freddezza. and1e politK:a.
Che differenza c'e'il
Cesare ed Ottaviano?
Cesare era impu\slvo, Ou.a~iano
rillessiro. Bo saitto due ~bri dee
li il loro. oCesare il graMe giOcat
e -AugustO il grande baro-. Ce
era pieno di \1talità e ardIe disp
il roIpi di ltSla, mme del reslo d
poggialO AntoniO con le proprit nari,
sua il passaggio del Rubicone
dqIo a\'ft" iISSISlJlIJ alla prmu. S3J13Ui· frontando il gcr.uno legiltimo d
nosa banaglia. m fuggila impaurita n ma. allora rappresentalO da Poo
ritiro della fom nmole di Cleopatra e Magno. Il caraUert di Ottavianl:
stato delenninante per la lilloria di diametralmente opposto. Il ditta
Ottaviano. Antonio era imbestialilO.
che poi si fari chiamare Aug
a\-endo visto la fine di Cesare da
Cleopatra ,I uccide a treno te dei repubblican~ addìrittula u
tanoye anni, con un luplde. C'è dal figlio Brul0. fece credere di
qualche 51gnlflcat01
re anche lui un repubblicano. J
L'aspide è un animale sacro, e lei 1'(1- lilà di Ottaviano era slala quel
leva dare una sacralità alla sua morte. aver mantenuto gli aspetti for
Tullavia, aveva studiato la pmpria della repubblica pur lullavia I
molle con CW1l. facendosi prima co- cando Ulla dillalura ferrea.