Lettera alle associazioni

Commenti

Transcript

Lettera alle associazioni
Egregia Associazione Venatoria
Il continuo sviluppo per migliorare il proprio benessere è nella natura dell'uomo, e pian piano
entra sempre più anche nella vita di noi Cacciatori, ma non vogliamo parlare di fucili sempre più
leggeri, di collari localizzatori gps sempre più piccoli e precisi, di abbigliamento tecnico sempre più
performante, vorremmo invece porre l'attenzione su uno dei bisogni basilari di tutti gli esseri
umani, la comunicazione, quel bisogno che abbiamo di raffrontarci con colleghi, amici, parenti. La
comunicazione è sempre stata uno dei limiti della nostra categoria, però oggi la tecnologia sta
dando un'enorme possibilità grazie anche alla nascita di diversi forum dedicati alla Caccia dove
viene data la possibilità di scambiare opinioni tra un cacciatore Lombardo e un cacciatore Siciliano,
tra un cacciatore Marchigiano ed un cacciatore Laziale, da Nord a Sud, da Est ad Ovest di tutto il
nostro territorio nazionale (e non). In questi forum migliaia di cacciatori si scambiano impressioni,
consigli, visioni sull'attività venatoria, facendo crescere in noi cacciatori il senso di appartenenza
alla nostra categoria e facendo nascere una vera squadra che vuole superare tutte le divisioni che
ci hanno indebolito fino ad ora. Proprio in nome di questa squadra, di cui fanno parte i forum di
Migratoria.it, Caccia-e-pesca.com, Polveri dosi e cartucce.it, il club colombaccio.it, Osteria del
Tavolaccio.it anatidi.it, il bracco italiano.net ed il sito e forum del il cacciatore.com, vorremmo
porre alla vostra attenzione alcune problematiche che quotidianamente vengono fuori nelle varie
discussioni.
Noi cacciatori siamo fortemente preoccupati della situazione politica che da qualche tempo sta
investendo il Nostro Paese ma che oggi ancora di più è in una fase di seria incertezza ed instabilità.
Gli attacchi continui e sferzanti contro la nostra categoria, che ogni giorno provengono da tutto il
mondo politico, dai media e dalle varie associazioni animaliste, generano un senso di confusione,
irritabilità e debolezza. Siamo ben consapevoli delle divisioni interne al mondo della caccia, quelle
stesse divisioni e rivalità che spesso ci allontanano dal problema vero, quello cioè proveniente
dall’esterno. Oggi non è nostra intenzione di affrontare tali problematiche, ne tanto meno fare da
tramite per risolverle, ma siamo consapevoli che proprio queste divisioni e contrasti sono il
massimo punto di forza del mondo anticaccia permettendosi ogni giorno di sparare contro la
caccia e cacciatori senza che nessuno mai o quasi mai intervenga con forza e sollecitudine per
controbattere e difenderci. Questa è una percezione molto sentita dalla “base” dei cacciatori e Voi
Associazioni Venatorie di certo ve ne dovrete far carico.
Proponiamo con FORZA che venga fatto di concerto tra tutte le aavv ed i commercianti del settore
(aziende costruttrici di armi, consorzi di armerie, nutrizionisti e produttori di mangimi per animali,
allevatori di selvaggina, commercianti di articoli per caccia) un Congresso Nazionale della Caccia
dove si discutano a viso aperto tutte le strategie e le problematiche da affrontare per preservare la
Nostra Passione.
I punti che si sono evidenziati sono i seguenti:
1. Rivendicare il ruolo del cacciatore (non carnefice ma proattivo verso l'ecosistema, troppo spesso
l'unico ad occuparsi realmente dell'ambiente e della natura);
2. Chiedere un azione unitaria da parte di tutte le AAVV su determinati e specifici temi fino ad
arrivare ad un UNICA AV;
3. Inclusione degli agricoltori e pescatori;
4. Maggior presenza nei media e nelle scuole;
5. Sfruttare al meglio le articolazioni zonali ed incentivare a livello comunale i "circoli dei
cacciatori";
6. Creare uno staff legale che denunci e chieda danni a chiunque diffonde notizie inesatte o non
veritiere che screditino la figura del Cacciatore.
Questa richiesta viene da persone che amano profondamente la caccia e tutto ciò che gira intorno
ad essa e NON è nostra intenzione creare alcun tipo di movimento, associazione, sindacato o
partito venatorio. La caccia si salverà solo ed esclusivamente se saremo TUTTI uniti, pur
conservando le nostre idee, ma discutendo le modalità di esercizio della caccia e programmando il
territorio anche nel rispetto di chi cacciatore non lo è.
Abbiamo inviato questa lettera a tutte le AAVV legalmente riconosciute ai sensi dell ‘art. 34 della L.
157
In attesa di essere ascoltati e di un Vostro gradito riscontro porgiamo
distinti saluti
I Cacciatori di Migratoria.it, Caccia-e-pesca.com, Polveri dosi e cartucce.it, il club colombaccio.it,
Osteria del Tavolaccio.it anatidi.it, il bracco italiano.net ed il sito e forum del il cacciatore.com,
Per contatti:
Andrea Pecorini Coordinatore gruppo dei forum ([email protected]) 339.68.86950
Mirco Bottaro Migratoria.it ( [email protected] ) 3334503652
Filippo Trocchi Migratoria.it ([email protected] ) 3280387317
Emanuele Proietti Caccia-e-pesca.com([email protected] )
Daniele Mirchi Caccia-e-pesca.com([email protected] ) 3382809090
MatteoTacchini osteriadeltavolaccio.it ([email protected]) 3483917824
Paci Gianni Polveridosiecartucce.it([email protected])
Paolo Bocchini Anatidi.it([email protected])
Feligetti Vasco Clubdelcolombaccio.com ( [email protected])
Massimiliano Di Lorenzo ilbraccoitaliano.net ([email protected])
Daniele Bandini ilcacciatore.com([email protected])