2005 - Comune di Aosta

Commenti

Transcript

2005 - Comune di Aosta
RELAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
AL RENDICONTO
Esercizio Finanziario 2005
Aosta, maggio 2006
ALLEGATO
D
Premessa
Un preambolo, di carattere generale, è doveroso nell’introdurre questa relazione. La Giunta in carica si è insediata nel
mese di maggio 2005. Nell’esercizio chiusosi allo scorso 31 dicembre essa ha pertanto operato limitatamente a poco più
di sette mesi. Tuttavia, presentandosi omogenea rispetto all’Esecutivo in carica sino alle elezioni amministrative 2005 –
sia nelle forze politiche di cui è espressione, sia in parte dei suoi componenti – l’attuale Giunta comunale vede, nei suoi
indirizzi di governo, importanti elementi di continuità con il progetto sviluppato nella legislatura precedente.
Ciò premesso, si tiene a sottolineare come la presente relazione sia strutturata anzitutto in modo da adempiere alle
normative che disciplinano il rendiconto finanziario negli Enti locali e, inoltre, per caratterizzare questo documento
quale concreto ed efficace strumento di controllo. Si tratta di una scelta precisa, compiuta sulla scorta della filosofia che
ha condotto l’Amministrazione comunale di Aosta non solo ad adottare uno strumento trasparente e informativo per
eccellenza, qual’è il Bilancio Sociale di Mandato, ma anche ad operare al fine di cogliere ogni opportunità utile per
potenziare il dialogo ed il confronto con la comunità. In quest’ottica, da alcuni anni a questa parte, si è agito affinché i
documenti contabili, al di là del loro valore ragionieristico, arrivassero a rappresentare, in sede preventiva, un
importante occasione di programmazione e, nel momento del consuntivo, una fase di verifica sulle azioni sviluppate
dall’Ente.
In quest’ottica, uno spazio consistente è dedicato, in questa relazione accompagnatoria, al resoconto delle attività
effettuate, durante l’esercizio 2005, da ognuna delle undici aree in cui è articolata l’Amministrazione comunale di
Aosta. Per ogni progetto individuato dalla Relazione Previsionale e Programmatica sono elencati i passi svolti dai
competenti Uffici e Servizi comunali. Nel caso degli interventi giunti a compimento è elencato dettagliatamente l’intero
iter esperito, mentre, per le azioni che non dovessero essersi svolte secondo le previsioni, trovano elencazione le ragioni
e l’entità dello scostamento dai programmi, proprio nel rispetto dei principi di trasparenza e di chiarezza cui un
documento come questo deve necessariamente ispirarsi.
Dall’attività puntuale delle aree si ricavano, peraltro, i tratti fondamentali che caratterizzano gli indirizzi di governo
della Giunta in carica. Questi sono relativi, in modo particolare, all’attenzione infusa nel settore sociale, nel quale il
Comune di Aosta offre dei servizi giudicati “d’eccellenza” da apposite ricerche. In questo senso, le numerose gare
d’appalto espletate lo scorso anno per il rinnovo di molteplici servizi in questo campo permetteranno di garantire
ancora, per il futuro, livelli di assistenza qualificanti. Inoltre, nell’ottica di conseguire livelli operativi sempre più
efficaci ed efficienti nei confronti dell’utenza, sono stati definiti – nell’esercizio 2005 – gli indirizzi utili a redigere il
nuovo regolamento di organizzazione degli uffici. Sul versante dei rapporti istituzionali, considerando i legami con altre
realtà quali opportunità interessanti di crescita reciproca, un investimento significativo è stato effettuato nello sviluppo
degli scambi con le cittadine legate ad Aosta da Gemellaggi o da Carte d’amicizia. Si sottolinea, su tutti, quello con
Kaolack, in Senegal, che ha visto Aosta farsi promotrice, sotto l’egida dell’AIMF (Association Internationale des
Maires Francophones) di un progetto per la realizzazione di opere di distribuzione dell’acqua potabile nella città
africana.
Completano il dossier, come d’abitudine, l’analisi economica delle varie componenti del rendiconto finanziario 2005 ed
alcuni indicatori desunti dai dati dello stesso. Tale compendio di informazioni non mancherà di tradursi, per i
Consiglieri comunali, in un adeguato livello di approfondimento dell’attività svolta, che permetterà loro sia di esercitare
al meglio il mandato affidatogli, sia di esprimere quelle osservazioni utili a migliorare la performance
dell’Amministrazione comunale.
Concludendo, nel ribadire che si tratta del primo rendiconto finanziario sottoposto al Consiglio comunale dalla Giunta
in carica, si considera che – rispetto all’indirizzo generale di una progressiva evoluzione dell’identità cittadina verso il
settore turistico (senza dimenticare la natura del capoluogo di polo di servizi e l’essenziale “apertura” al mondo
accademico) – non siano da segnalare scostamenti di rilievo rispetto alle previsioni. Dall’analisi delle attività per area
emerge, infatti, che la quasi totalità degli obiettivi stabiliti è stata conseguita. Da questo dato deriva la sostanziale
soddisfazione della Giunta rispetto all’operato degli undici centri dirigenziali del Comune di Aosta.
2
Area n. 1
Organi istituzionali – Organizzazione e metodi – Protocollo – Polizia Municipale – Mobilità e
Traffico
• UFFICIO DI GABINETTO DEL SINDACO
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Stefano Franco
FUNZIONARIO: DAVIDE MAMMOLITI
L’attività svolta nel corso del 2005 ha consentito di realizzare tutte le pubblicazioni informative
previste (dalla rivista bimestrale “Aostainforma” - per la quale va altresì ricordata la partecipazione
della rivista al “premio Cento alla stampa locale” -, ad opuscoli mirati, a pieghevoli ed a manifesti
murali); l’aggiornamento del sito Internet istituzionale e quello relativo alla “1005a Fiera di
Sant’Orso”, l’elenco ufficiale degli abbonati al telefono e pagine gialle 2005/2006, il notiziario
Televideo Rai mediante l’acquisto di un fascicolo di 6 pagine sul televideo regionale, il notiziario
quindicinale radiofonico “Aostainforma – Linea diretta con i cittadini” tramite cinque emittenti
locali, nonché gli spazi informativi settimanali su un’emittente televisiva regionale limitatamente ai
mesi di gennaio e febbraio 2005.
Sono stati altresì predisposti gli atti per l’acquisto di tre spazi promozionali e informativi su
pubblicazioni locali e/o nazionali (Valle d’Aosta percorsi enogastronomici edizione 2005, Le
messager valdôtain edizione 2006, Valle d’Aosta quattro 4000), nonché il rinnovo
dell’abbonamento al servizio fornito dall’Agenzia ANSA..
L’Ufficio ha poi curato la gestione amministrativa e contabile inerente gli appalti per:
-
-
la fornitura di materiali informativi, ivi compresa la realizzazione della rivista comunale
AostaInforma per il triennio 2003/2005 e successiva estensione appalto;
il noleggio di una tensostruttura da posizionarsi presso il Teatro romano nel periodo
giugno/settembre 2005, per la realizzazione di eventi e manifestazioni per i cittadini e i turisti,
con la predisposizione di ulteriori atti per la concessione della struttura a terzi, la tenuta del
calendario di tutte le iniziative ivi realizzatevi e la redazione di verbali di consegna con
conseguente sopralluogo di verifica;
la realizzazione del Festival “Aosta Classica”;
la presentazione, stampa e distribuzione del Bilancio sociale di mandato della Città di Aosta.
Sono stati inoltre rinnovati (fino a maggio) e prorogati (fino a dicembre) gli incarichi di
collaborazione professionale ai Signori Laura Riello, Christian Diémoz e Gianpaolo Charrère,
rispettivamente per: l’informazione e la comunicazione, le pubbliche relazioni e le relazioni
internazionali; il coordinamento delle relazioni interne ed esterne dell’Ufficio del Sindaco nonché
l’organizzazione e la gestione dell’Ufficio Stampa comunale; la redazione di articoli e servizi
giornalistici per la rivista comunale AostaInforma. L’Ufficio si è occupato altresì della
predisposizione delle note mensili di pagamento e della relativa gestione amministrativa e contabile
delle prestazioni per questi tre consulenti.
Sono proseguiti, attraverso vari incontri, i contatti con l’amministrazione comunale di Albertville
per l’attuazione del progetto relativo al programma “INTERREG III A Alcotra”, per la
realizzazione di una rete di scambio culturale e artistico tra i giovani di Aosta e Albertville, con
recupero architettonico della struttura dell’ex Macello civico, progetto che vede come capofila il
comune di Aosta in partenariato con il comune di Albertville. Da segnalare che con l’inizio della
fase attuativa di questo dossier, lo stesso è stato preso in carico dall’Ufficio Politiche Giovanili.
3
Sono proseguiti i rapporti di gemellaggio o di relazioni privilegiate con le Città di Narbonne, di
Albertville, di Kaolack e di San Giorgio Morgeto.
Manifestazioni:
Nell’arco dell’anno l’ufficio ha partecipato all’organizzazione e alla realizzazione di
manifestazioni, cerimonie e eventi quali: la consueta “Veillà” in occasione della “Foire de SaintOurs” (30-31/01/2005); la conferenza stampa di presentazione dell’attività della Giunta
(10/02/2005); la “Giornata dell’AUC” (19/02/2005); les Journées de la Francophonie (1420/03/2005); l’inaugurazione di Maison Savouret (22/03/2005); il Concerto di musica sacra
“Musica in Sant’Orso 2005” (28/03/2005); il ricevimento di un gruppo di studenti delle facoltà di
architettura di Torino e Lione (01/04/2005); le manifestazioni celebrative della 76° adunata
nazionale degli alpini (22-23/04/2006); le commemorazioni per il 60° Anniversario della
Liberazione e della morte del Col. Edoardo Alessi (25-26/04/2005); la campagna nazionale “Sotto
pressione” (25-28/04/2005); la partecipazione del Comune alla 33° Foire de Printemps a Narbonne,
mediante l’allestimento di uno stand presidiato da un’hostess con la collaborazione dell’IVAT di
Aosta (30/04-07/05/2005); il ricevimento nel Salone Ducale di una delegazione Osseta ospite
dell’Amministrazione regionale (12/05/2005); la mostra “Il ritratto interiore” mediante il prestito di
due opere pittoriche (giugno/settembre 2005); l’esibizione della Banda musicale della Polizia di
Stato (10/06/2006); la Festa della Musica (21/06/2005); la visita del Presidente della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi (05/10/2005); la compartecipazione alla Rassegna comunitaria Grand
Combin (15/10/2005); le commemorazioni del 1° e 4 Novembre; il ricevimento di una delegazione
in visita alla Città di Aosta ospite del museo regionale di scienze naturali di Saint-Pierre
(19/11/2005); l’inaugurazione della mostra “Oropa Pellegrina” (02/12/2005); l’organizzazione di un
incontro-dibattito “Città delle alpi e nuovi processi di trasformazione” (05/12/2005); il 5° raduno
Basso Tubisti (10/12/2005); la cerimonia degli auguri natalizi delle autorità (23/12/2005); il
concerto di Capodanno eseguito da “Sinfonica”, Orchestra d’archi della Fondazione Istituto
Musicale della Valle d’Aosta (30/12/2005).
Sono stati predisposti gli atti amministrativi per l’adesione della Città di Aosta ad associazioni di
Enti vari (FMCU, AIMF), nonché alla Campagna Estiva “Non Abbandonare gli Animali” promossa
dall’Associazione AMICI.
Altre azioni hanno poi riguardato la concessione, tramite atto deliberativo della Giunta comunale, di
quaranta patrocini per manifestazioni varie:
1. AIRC “Le arance della salute” – Aosta 31/01/2005
2. AISM 6° edizione settimana nazionale sclerosi multipla – Aosta 22/05/2005
3. Campagna “Sotto pressione” – Aosta 25-28 aprile 2005 (2 D.G + 1 DD)
4. “Giornata dell’AUC” – Aosta 19/02/2005 (D.G. + DD e adempimenti vari)
5. 10° edizione Randa Festival – Aosta 25/06/2005
6. CRI Festa della Donna – Aosta 05/03/2005
7. “Progetto Icaro” – Aosta 09/03/2005
8. Realizzazione film “La Tempeta”
9. Manifestazione nazionale “Guida sicura” – Aosta 25/05/2005
10. “L’Azalea della ricerca” – Aosta 08/05/2005
11. RAVA - manifestazioni estive di artigianato e 9° edizione Vini doc
12. Moto for peace – Aosta 13/06/2006
13. Manifestazioni celebrative 76° Adunata Naz.le Alpini – Aosta 22-23/04/2005 (D.G. +
DD e adempimenti vari)
4
14. Giornata Mondiale della Croce Rossa Italiana – Aosta 08/05/2005
15. RAVA – Mese della prevenzione alcoologica – Aosta 23/04/2005
16. AIDO – 4° giornata della donazione 15/05/2005 e 7° raccolta alluminio 04/06/2005
17. Rappresentazione “Valle d’Aosta in tutti i sensi” 04/06/2005
18. Legambiente “100 strade per giocare” – Aosta 28/05/2005
19. esibizione Banda Musicale Polizia di Stato – Aosta 10/06/2005 (D.G. + DD e
adempimenti vari)
20. Orchestra e coro Suzuki con concessione gratuita Salone Ducale
21. Filmontagna 2005 – Aosta 03/07/2005 con concessione tensostruttura gratuita (DG +
DD )
22. XVI Rassegna corale Penne Nere – Aosta 16/07/2005 con concessione tensostruttura
gratuita (DG + DD)
23. Consiglio Regionale evento teatrale “La liberation d’Aoste 1945” 1-2/10/2005
24. Centenario CGIL
25. Esposizione monumento pontefice Giovanni Paolo II 5-11/09/2005
26. Lega Italiana contro i tumori. Un cuore di cioccolato – Aosta 30/10/2005
27. Assoc. L’elevage Colline d’Aoste – rassegna comunitaria Grand Combin – Excenex
15/10/2005 (DG + DD e adempimenti vari)
28. RAVA - 4° edizione Giornata della Prevenzione – Aosta 15/10/2005
29. RAVA – Envie d’environnement – Aosta 20-22/10/2005
30. RAVA – Mostra Oropa Pellegrina (DG + DD e adempimenti vari)
31. Giornata Nazionale della cultura che nutre – Aosta 01/10/2005
32. Amis du coeur – giornata nazionale Noci salvacuore – Aosta 26-27/11/2005
33. 5° raduno Bassotubisti (DG + DD e adempimenti vari)
34. AIRC – Le Arance della Salute – Aosta 28/01/2006
35. Documentario “Mi manda zia Berta”
36. Telethon 2005 – Aosta dal 16 al 18/12/2005
37. CVS – inaugurazione gruppo appartamento “Il Sicomoro” – Aosta 08/12/2005
38. RAVA – conferenza sull’elettromagnetismo – Aosta 12/12/2005
39. presentazione libro “Riflessioni di fine estate” con concessione gratuita Ducale
40. Giornata Nazionale di raccolta del Farmaco – Aosta 11/02/2006
e di quattordici contributi ad associazioni:
1. Arcova per concerto nell’ambito rassegna “Noël en choeur” – Aosta 05/01/2005
2. Inaf – Osservatorio astronomico di Torino per 6° Convegno di planetologia – Aosta 2428/01/05
3. Assoc. Naz. Carab per cerimonia 60° anniv. Morte Alessi – Aosta 25 aprile 2005 (2 atti)
4. Where The Eagles Fly – Mostra “La guarigione della Madre Terra” – Aosta 24/0601/07/2005
5. tinteggiatura esterna Chiesa Sant’Anselmo
6. Coro Hirondelles per trasferta a Horet de Mar (Spagna) dal 19 al 23/10/2005
7. Gruppo Valdostano Società Teosofica per conferenza – Aosta 11/11/2005
8. AIDO – realizzazione e posa monumento al donatore – Aosta 22/10/2005
9. AISM 2° edizione settimana nazionale lasciti – Aosta 21/11/2005
10. Assoc. Solidarietà Pace e Sviluppo – Feste del turista solidale – Aosta 26/11/2005
11. Arcova per concerto nell’ambito rassegna “Noël en choeur” – Aosta 05/01/2006
12. rifacimento impianto campane Chiesa di Sant’Orso
13. restauro e risistemazione Cappella Consolata
14. CRI – acquisto veicolo polifunzionale per trasporto infermi
5
di cui si è proceduto altresì alla liquidazione:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
30le coro Les Hirondelles iniziative varie e concerto del 28/08/2004
Assoc. Solid. Pace e Sviluppo Forum sulla Costituzione Europea – Aosta 25/10/2003
Arcova per concerto nell’ambito rassegna “Noël en choeur” – Aosta 05/01/2005
Where The Eagles Fly – Mostra “La guarigione della Madre Terra” – Aosta 24/0601/07/2005
Inaf – Osservatorio astronomico di Torino per 6° Convegno di planetologia – Aosta 2428/01/05
Assoc. Naz. Carab per cerimonia 60° anniv. Morte Alessi – Aosta 25 aprile 2005
AIDO – realizzazione e posa monumento al donatore – Aosta 22/10/2005
Coro Hirondelles per trasferta a Horet de Mar (Spagna) dal 19 al 23/10/2005
e all’impegno di spesa a fine anno per i contributi ancora non pervenuti;
Si è provveduto inoltre:
-
all’acquisto di volumi e oggetti da destinare a omaggio di rappresentanza (n. 5 DG e n. 5 DD)
volume Colonnello Alessi/cd Hirondelles/volume Aosta/volume Santi e Diavoli/acquisti vari;
-
all’affidamento del servizio di parcheggio per le auto di rappresentanza e dei componenti la
Giunta comunale;
-
alla concessione del prestito della guida rossa al Comune di Vercelli per la visita del Presidente
della Repubblica;
E’ stato altresì svolto il consueto lavoro relativo a:
-
-
-
-
front office;
gestione uso della Piazza Chanoux con predisposizione di n. 113 lettere di concessione;
gestione utilizzo sale di rappresentanza del Civico Palazzo per tutte le iniziative (matrimoni,
riunioni e manifestazioni interne ed esterne) che ha comportato, per le sole manifestazioni con
valenza esterna o conferenze stampa, la predisposizione di n. 74 schede di utilizzo sala;
gestione dei beni di rappresentanza con tenuta dell’inventario;
tenuta dell’archivio fotografico e della rivista Aostainforma;
intera gestione uso di beni comunali (palco, gazebo, ecc.) e quale referente diretto dei L.U.S.
con successiva proroga del servizio e affidamento allestimento manifestazioni per il periodo
dicembre 2005/gennaio 2006;
relazioni del Sindaco e del Vice Sindaco con l’interno e l’esterno (appuntamenti, telefonate,
convocazioni di riunioni effettuate con nota o via e-mail n. 120 (convocazioni Maggioranza,
Giunta ecc.), lettere di risposta ad inviti e ringraziamenti n. 236, telegrammi n. 62, visite
ufficiali di ambasciatori (Bielorusso, Svizzero, Repubblica Ceca), consoli (Stati Uniti in
Milano, d’Austria in Milano), personalità in genere ed accoglienza ed ospitalità di tutte le
autorità esterne all’amministrazione mediante l’utilizzo del rimborso pié di lista;
gestione e archiviazione della posta del Sindaco;
auguri nuovi nati n. 308,
lettera dipendenti in pensione n. 10,
auguri alunni n. 636,
auguri di natale n. 889 inviati dal Sindaco (631 inviati e 258 risposte) e n. 240 dal Vice Sindaco
(66 inviati e 174 risposte),
gestione rapporti con Farmacie per comunicazioni e autorizzazioni relative a cambi turno e
6
-
chiusure e n. 6 vidimazioni registri stupefacenti,
organizzazione delle trasferte dei componenti la Giunta comunale e della Responsabile della
comunicazione (trasferte di un giorno n. 30 e n. 8 mediante predisposizione di DD o DG);
gestione degli automezzi di rappresentanza con o senza relativo autista;
gestione del calendario per l’utilizzo della nuova sala polivalente della parrocchia “Maria
Immacolata” di Aosta;
gestione e aggiornamento dell’indirizzario (Personalità, Sindaci ecc.) a cui gli altri uffici e le
associazioni ed enti esterni fanno riferimento;
predisposizione del calendario generale di tutte le iniziative organizzate in Aosta dal quale è
stato successivamente realizzato l’opuscolo estivo delle manifestazioni.
• ARCHIVIO E PROTOCOLLO
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Stefano Franco
FUNZIONARIO: DAVIDE MAMMOLITI
Durante il 2005, l’ufficio ha trattato un volume di corrispondenza per un totale di 46.238 numeri di
protocollo (con un incremento di 1.831 rispetto all’anno precedente); le lettere in uscita sono
ammontate a 30.893 pezzi, di cui 6.833 (decremento di 1.546) spedite tramite raccomandata con
ricevuta di ritorno.
• UFFICIO DI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Stefano Franco
FUNZIONARIO: DAVIDE MAMMOLITI
La Presidenza del Consiglio, al di là delle ordinarie attività dell’ufficio, ha operato concedendo il
proprio patrocinio ed erogando sostegni finanziari in rapporto alle seguenti iniziative:
•
Sostegno finanziario al progetto di promozione di microimprese e lavoro a Campeche in
Messico avviato dall’AVSI Associazione Volontari per il Servizio Internazionale,
consistente nell’acquisto di kit di materiale ed utensili da lavoro da destinare a 7
microimprese di Campeche.
€ 6.000 - DC 10/01.03.05 – DD 2140/29.12.05
•
Sostegno finanziario ad un’iniziativa di solidarietà e cooperazione a favore della comunità di
Tacopaya in Bolivia, consistente nell’acquisto di un’autoambulanza fuoristrada
specificamente equipaggiata ed attrezzata con attrezzature medico-sanitarie, da destinare al
Comune di Tacopaya.
€ 36.500 – DC 11/01.03.05 – DD 1214/27.07.05 (fondi Cap. 11153/24 a disposizione del
Sindaco).
•
Adesione a “Nessuno tocchi Caino” – Lega per l’abolizione della pena di morte e
all’iniziativa "2005, le Regioni, le Province e le Città Italiane per fermare la pena di morte”.
€ 500 - DC 47/21.03.05 - DG 116/15.04.05 - DD 1263/05.08.05
•
Adesione al Comitato promotore della 6a Assemblea dell’Onu dei Popoli ed alla Marcia
Perugia-Assisi per la giustizia e la pace programmata per il mese di settembre 2005 per
iniziativa del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, della
Tavola della Pace della Coalizione italiana contro la povertà e della Campagna Onu del
Millennio “No Excuse 2015”, mediante il versamento di un contributo finanziario per
sostenere le attività di organizzazione, promozione e coordinamento del progetto.
€ 600 - DC 99/28.07.05 – DG 291/22.08.05 – DD 1438/14.09.05
7
• Adesione al Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace
€ 600 - DD 1289/10.08.05
•
Concessione patrocinio alla Conferenza dal titolo "J’ai choisi l’Afrique" – Serata di
informazione su alcuni progetti di cooperazione in Senegal, realizzati con il sostegno del
Comune di Aosta, organizzata dall’Associazione Diaconia di Aosta – 9 settembre 2005.
DG 301/02.09.05
•
Concessione patrocinio e contributo economico alla Confederazione Associazioni
Combattentistiche – Comitato Regionale Valle d’Aosta per l’organizzazione delle cerimonie
commemorative del 1° e del 4 novembre.
€ 800 – DG 336/30.09.05 – DD 2141/29.12.05
•
Adesione alla quarta “Giornata mondiale delle Città per la vita – Città contro la pena di
Morte” organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio e dal Comune di Roma – Dichiarazione
del 30 Novembre “Giornata per la vita / contro la pena di morte” – Illuminazione Arco
d’Augusto.
DC 133/26.10.05
•
Sostegno finanziario al progetto sanitario “Una mano per Anastasia”, avviato dal Forum per
i Diritti dei Bambini di Chernobyl – Associazione della Valle d’Aosta, consistente nella
costruzione e applicazione di un arto artificiale "mioelettrico" per Anastasia Slavinskaia,
bambina di 12 anni nata priva della mano sinistra, in una zona ancora contaminata dalle
radiazioni nucleari a seguito dell’incidente della Centrale di Chernobyl (Bielorussia)
€ 5.400 - DC 139/29.11.05
•
Sostegno finanziario al progetto di sviluppo della Scuola “Martyrs Boys” di Namugongo in
Uganda, proposto dal Circolo Acli Centro di Aosta, consistente nell’ampliamento dei locali
esistenti e nella costruzione di nuove infrastrutture
€ 5.000 DC 140/29.11.05
•
Sostegno finanziario al progetto di promozione dell’igiene pubblica nella Città di Kaolack in
Senegal Associazione Diaconia proposto dall’Associazione Diaconia, seguito e coordinato
dalla Caritas e dalla Municipalità di Kaolack, consistente nel proseguimento delle iniziative
intraprese per la realizzazione di un piano di promozione dell’igiene pubblica nei quartieri
periferici della Città
€ 5.500 – DC 141/29.11.05
•
Sostegno finanziario al progetto “Vida Cibo per l’Anima” a favore della popolazione di
Salvador de Bahia in Brasile, avviato dall’Istituto Universal, consistente nella realizzazione
di interventi di supporto medico, psicologico e psico-pedagogico a favore di minori disagiati
e delle loro famiglie, abitanti nelle “favelas” di Salvador de Bahia in Brasile.
€ 5.000 – DC 142/29.11.05
La Presidenza ha provveduto inoltre alla predisposizione degli atti necessari alla concretizzazione
delle seguenti iniziative :
ƒ
Rinnovo provvedimenti relativi al servizio di parcheggio a favore dei consiglieri comunali in
occasione delle sedute del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari formalmente
istituite.
8
€ 1.000 - DD 9/13.01.05
ƒ
Affidamento dell’esecuzione dei lavori di modifica ed implementazione del bancone curvo
esistente nella Sala Consiliare, destinato a postazione per la Giunta Comunale.
€ 9.600 - DD 1353/22.08.05 – (fondi Capp. Acquisti beni mobili diversi e Acquisto mobili e
attrezzature)
ƒ
Determinazione delle tipologie di spesa e delle modalità operative relative ai contributi
finalizzati allo svolgimento delle attività istituzionale dei Gruppi Consiliari.
€ 3.000 – DC 107/27.09.05
ƒ
Realizzazione di distintivi da assegnare in dotazione ai nuovi Consiglieri comunali eletti ed ai
nuovi Assessori nominati nella corrente legislatura 2005-2010, per segnalare e denotare
l’appartenenza degli stessi alla massima assemblea elettiva della Città.
€ 2.760 – DG 397/07.11.05 – DD 1865/25.11.05
ƒ
Acquisto oggetti (coppe e grolle) da destinare quali omaggi di rappresentanza da parte della
Presidenza del Consiglio Comunale.
€ 2.146 – DG 502/30.12.05 – DD 2169/30.12.05
ƒ
Organizzazione di trasferte per la partecipazione di Consiglieri a convegni o seminari, frequenza
corsi, ecc.:
Parigi: Arbre de Noël (DD 3/10.01.05) – Perugia: Marcia per la Pace Perugia/Assisi (DD
1362/26.08.05) – Roma: Coord. Naz. Consigli Com. (DD 1435/14.09.05) – Vercelli: Assoc.
Com. Via Francigena (DD 1437/14.09.05) – Cagliari: Assemblea Anci (DD 1635/18.10.05).
Inoltre, in osservanza alle disposizioni della Giunta Comunale (deliberazione n. 199/99 – Istituzione
presso la Presidenza del Consiglio Comunale dell’Ufficio per la Pace e la Cooperazione
Decentrata), l’Ufficio di Presidenza ha sostenuto e supportato logisticamente ed operativamente il
Progetto Pace in relazione alle iniziative di aiuti e solidarietà intraprese dal Progetto stesso.
• SEGRETERIA ORGANI ISTITUZIONALI
Dirigente: Loris Minelli e successivamente Stefano Franco
FUNZIONARIO: DAVIDE MAMMOLITI
Nel corso del 2005 l’ufficio ha curato – nelle diverse fasi procedimentali – 3.617 provvedimenti, di
cui 191 deliberazioni del Consiglio comunale, 512 deliberazioni della Giunta comunale, 2.239
determinazioni dirigenziali (di cui 9 del Segretario Generale), 636 ordinanze del Sindaco e 39
nomine del Sindaco.
La segreteria ha inoltre curato lo svolgimento (convocazione, assistenza e verbalizzazione) delle 25
sedute di Consiglio comunale e delle circa 92 riunioni delle Commissioni consiliari. Di particolare
rilievo è stata l’attività svolta dalla III commissione (23 sedute) che si è occupata della
pianificazione urbanistica e di commercio, della I commissione (13 sedute), incaricata della
redazione del nuovo Regolamento consiliare, e dalla II commissione (13 sedute), che si è
particolarmente impegnata nell’esame dei documenti contabili consuntivi e di previsione.
La conferenza dei capigruppo si è riunita per 28 sedute al fine di programmare i lavori consiliari.
• UNITÀ AUTONOMA ORGANIZZAZIONE E METODI
Dirigente: Loris Minelli e successivamente Stefano Franco
FUNZIONARIO: DAVIDE MAMMOLITI
9
Formazione
-
-
-
-
-
predisposizione atti per l’affidamento dell’organizzazione di un corso, rivolto a sei dipendenti,
per il rinnovo di certificazione per operatori qualificati al procedimento di saldatura mediante
elettrofusione ed elementi termici;
predisposizione atti per l’affidamento dell’organizzazione di un corso sulla saldatura elettrica e
ossiacetilenica rivolto a cinque dipendenti;
predisposizione atti per l’affidamento della docenza del corso di formazione destinato ai
partecipanti alla selezione per il passaggio interno del personale appartenente alla categoria A a
due posti di operaio qualificato cat. B - pos. B1;
predisposizione atti per l’affidamento della docenza del corso di formazione destinato ai
partecipanti alla selezione per il passaggio interno del personale appartenente alla categoria B –
pos. B2 e B3 – e alla categoria C – posizione C1 – ad un posto di Istruttore di Polizia
municipale categoria C - posizione C2;
predisposizione atti per l’affidamento della docenza del corso di formazione destinato ai
partecipanti alla selezione per il passaggio interno del personale appartenente alla categoria C –
posizione C1 e C2 - ad un posto di funzionario – cat. D;
predisposizione degli atti amministrativi relativi alla frequenza da parte di dipendenti comunali
a 24 corsi di formazione organizzati dal Celva e 26 corsi di formazione “a catalogo”;
costante aggiornamento della base dati informatizzata relativa ai percorsi formativi di tutti i
dipendenti comunali;
compilazione dell’abituale indagine annuale sulla formazione svolta dal Formez per l’anno
2004.
Programmazione e controllo
-
Stesura della parte generale e coordinamento della parte programmatica della relazione
previsionale e programmatica 2006-2008;
Definizione, in collaborazione con i servizi interessati, della sezione relativa agli obiettivi del
Piano Esecutivo di Gestione 2005;
Redazione della relazione al conto annuale del personale per il 2004.
Nucleo di Valutazione
-
Supporto alla stesura del documento per l’individuazione delle modalità di erogazione della
retribuzione di risultato dei dirigenti per l’anno 2005;
Supporto alla stesura del documento finale relativo al raggiungimento degli obiettivi per l’anno
2004;
Segreteria del Nucleo di valutazione.
• POLIZIA LOCALE
Dirigente: Stefano Franco
FUNZIONARIO COMANDANTE: FABIO FIORE
Servizio viabilità
Pratiche evase dall’ufficio ............................................................................................................... 313
Sequestri amministrativi di veicoli a motore sprovvisti di assicurazione obbligatoria ..................... 12
Fermi amministrativi di veicoli a motore .......................................................................................... 11
Pratiche di esecuzione forzata di T.S.O. in condizioni di degenza ospedaliera ................................ 90
10
Turni di pattuglia automontata (o motomontata) uniti a servizi appiedati per controlli
manifestazioni sportive e religiose, disciplina in occasione di sinistri stradali e lavori sulla
sede viabile, repressione illeciti stradali a seguito di esposti e di illeciti al Regolamento di
Polizia Urbana, prevenzione e sanzionamento mediante apparecchiatura Autovelox e
Telelaser.................................................................................................................................... 730
Rimozioni forzate di veicoli recanti intralcio alla circolazione ...................................................... 395
Veicoli rimossi e non ritirati dai proprietari conferiti all’Agenzia del Demanio per la demolizione ...
.............................................................................................................................................................. 4
Veicoli radiati ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 14 e 50 1° del Decreto Ronchi……………… ....
.............................................................................................................................................................. 3
Ordinanze Sindacali redatte per lo svolgimento di manifestazioni sportive…………………...……50
Richieste di permessi di transito e sosta per i cantieri edili sul territori di Aosta ............................. 22
Autorizzazioni per pubblicità fonica.................................................................................................... 7
Denuncie per reati di cui all’art. 482-477 C.p...................................................................................... 3
Sono stati inoltre rilasciati dall’ufficio scrivente tutti i permessi di transito legati alle manifestazioni
organizzate e o patrocinate dal Comune di Aosta e dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta, inoltre
vagliati e successivamente rilasciati i permessi in deroga alle ordinanze emanate per le targhe
alterne.
Servizio Amministrativo
Accertamenti suddivisibili in: residenze, attività lavorative, informazioni per Enti vari,
notifiche atti amministrativi e giudiziari, ecc. ............................................................................... 3171
Pratiche per il rilascio di permessi a Motulesi ................................................................................ 219
Pratiche per il rilascio di aut.ni al transito nelle ZTL tipo “A” (diritto a posto auto) ...................... 132
Pratiche per il rilascio di aut.ni al transito nelle ZTL tipo “B”(carico e scarico merci) .................. 255
Pratiche per il rilascio di aut.n al transito nelle ZTL tipo “C” (residenti) ......................................... 54
Pratiche per il rilascio di aut.n al transito nelle ZTL tipo “D” (residenti Centro Storico) ................. 67
Pratiche per il rilascio di autorizzazioni particolari per medici ......................................................... 50
Sgombero alloggi di ERP..................................................................................................................... 2
Servizio Commercio e Annona
Pratiche relative all’attività comunale ............................................................................................. 810
Violazioni riscontrate da controlli sul Commercio su area pubblica (compresi i controlli
delle squadre antiabusivismo)............................................................................................................ 96
Violazioni riscontrate da controlli sul Commercio su area privata...................................................... 3
Sequestri amministrativi in violazione alla L. 114/98 e 283/62 .......................................................... 9
Rilascio occupazioni di suolo pubblico ............................................................................................. 50
Controlli ad esercizi pubblici ............................................................................................................ 72
Violazioni per irregolarità dei pubblici esercizi................................................................................... 2
Verbali per violazioni ai regolamenti comunali................................................................................. 15
Verbali di ispezione a situazioni particolari....................................................................................... 13
Controlli ad esercizi di vicinato ...................................................................................................... 226
Controlli su attività artigianali ........................................................................................................... 88
Sanzioni per violazioni al C.d.S. ..................................................................................................... 335
Rimozioni di veicoli arrecanti intralcio per l’attività mercatale ...................................................... 246
Punzonatura taxi ................................................................................................................................ 20
11
Servizio Sanzioni
Violazioni alle norme del C.d.S. codificate ed inviate ................................................................ 17422
Atti relativi alle violazioni dei Regolamenti comunali. ..................................................................... 15
Procedure conseguenti alle violazioni alle norme del commercio su area pubblica........................ 104
Violazioni alle norme del commercio all’Art. 12 del D.L. 21/03/78 n. 59 convertito in
legge 18/05/78 n. 191 (Legge Anticrimine)......................................................................................... 1
Inoltro ricorsi all’ufficio sanzioni amministrative della RAVA (Prefettura)................................... 137
Inoltro ricorsi all’ufficio del sig. Giudice di Pace di Aosta ............................................................. 175
Udienze giudiziali dal Giudice di Pace ............................................................................................ 180
Art.12 del D.L. 21 marzo 1978 n. 59 convertito in legge 18 maggio 1978 n. 191 (Legge
anticrimine)………………………………………………………………………………………..…..
….......................................................................................................................................................... 1
Procedure di alienazione delle merci confiscate .................................................................................. 1
Pratiche di decurtazione punti patente ............................................................................................. 782
Numero punti patente già decurtati................................................................................................ 2532
Servizio Infortunistica
Sinistri rilevati durante l’anno 2005 ................................................................................................ 308
Sinistri con soli danni materiali ...................................................................................................... 207
Incidenti con lesioni personali colpose ............................................................................................. 99
Comunicazione di notizie di reato ...................................................................................................... 4
Sanzioni amministrative contestate ................................................................................................. 187
Segnalazioni per sospensione di patente di guida ............................................................................. 97
Segnalazioni per sottoporre a revisione veicoli con gravi danni da sinistri ........................................ 8
Segnalazioni all’Ufficio Tecnico Comunale ..................................................................................... 34
Segnalazioni altri Enti........................................................................................................................ 10
Attività svolte su delega....................................................................................................................... 6
Servizio Polizia Giudiziaria
Comunicazioni di reato o denunce all’A.G., comprensive delle informative ed annotazioni
di P.G.
47
Deleghe di indagine conferite ed espletate, comandate da A.G. ....................................................... 11
Sequestri d’iniziativa o delegati, probatori e preventivi di rilevanza penale ...................................... 4
Dissequestri ......................................................................................................................................... 1
Ricerche di cittadini delegate dall’A.G. ............................................................................................. 7
Relazioni di servizio indirizzate all’Ufficio di P.G. e richieste varie per indagini di propria
spettanza ............................................................................................................................................ 31
Segnalazioni di servizio alla P.A., enti od istituzioni ....................................................................... 39
Esposti di cittadini ............................................................................................................................. 16
Ricezioni di querele o denunce da parte di cittadini .......................................................................... 23
Verbali di sommarie e di spontanee informazioni rese da testi o persone indagate di reato ............ 48
Verbali di identificazione di persona, elezioni di domicilio e nomina del difensore ........................ 21
Verbale di acquisizione atti ............................................................................................................... 13
Verbali di individuazione fotografica o ricognizione di luoghi........................................................... 3
Decreto di perquisizione delegato dall’A.G......................................................................................... 3
Dichiarazioni di smarrimento o ritrovamento di documenti o oggetti di vario genere...................... 41
Documentazione fotografica relativa a sopralluoghi o interventi di qualsiasi genere ....................... 14
Verbali di accompagnamento .............................................................................................................. 1
12
Verbali di sopralluogo e contestazione dello stato dei luoghi e/o situazioni ..................................... 15
Citazioni a giudizio degli imputati o testimoni innanzi al Giudice di Pace disposte dalla P.G........... 5
Convocazioni di persone sottoposte ad indagini preliminari o di persone informate sui
fatti al fine di comparire presso l’ufficio di P.G. del Comando di appartenenza............................... 23
Rilascio permessi provvisori di guida e di circolazione ...................................................................... 9
Abusi edilizi ........................................................................................................................................ 8
Notifiche di atti giudiziari delegate dall’A.G. ................................................................................... 32
Ritiro patenti di guida, segnalazioni per eventuali sospensioni o revoche e restituzioni..................... 1
Ordinanze o diffide emesse dalla Pubblica Amministrazione e controlli di competenza ................. 17
Redazioni ordinanze di T.S.O. ............................................................................................................ 9
Rinvenimento di veicoli od oggetti rubati ........................................................................................... 9
Comunicazione dati per archivi elettronici di polizia relativi a segnalazioni di persona
denunciata o segnalata ed oggetti smarriti, rubati o rinvenuti ........................................................... 49
Servizio Messi
Notifiche ....................................................................................................................................... 3420
Pubblicazioni all’Albo Pretorio eseguite ........................................................................................ 780
Pubblicazioni all’Albo Pretorio Determinazioni dei Dirigenti ...................................................... 2207
Pubblicazioni all’Albo Pretorio di Deliberazioni di Giunta e Consiliari ........................................ 703
Pubblicazioni all’Albo Pretorio di Ordinanze ................................................................................. 635
Avvisi di convocazione per le sedute del Consiglio, della Giunta, dei Capi Gruppo e delle varie
Commissioni Consiliari ................................................................................................................. 3100
Ufficio Piantoni
Antifrode – Compilazione ed iter relativo a modelli di accompagnamento di prodotti
vitivinicoli ai sensi del D.-M. 768/94 ................................................................................................ 65
Centrale operativa (in funzione dall’aprile 2005)
Interventi registrati......................................................................................................................... 1975
Interventi risolti dalla Polizia Municipale...................................................................................... 1360
Interventi risolti in collaborazione con altri Uffici Comunali od Enti............................................. 615
Elaborazione di statistiche e grafici per tipologia di intervento per luogo e per equipaggiamento ... 27
Per quel che concerne le scelte di programma illustrate nella relazione previsionale e
programmatica concernente l’esercizio 2005, si sottolinea:
1) sono stati effettuati numerosi servizi mirati al controllo della velocità veicolare sia
nelle strade principali del centro abitato che in alcune strade di collegamento con le
frazioni, mantenendo un elevato standard sia dal punto di vista quantitativo che
qualitativo (si è sempre proceduto alla contestazione immediata su strada);
2) nell’ambito di una politica di risanamento ambientale volta a migliorare la qualità
dell’aria e, di conseguenza, il tenore di vita dei cittadini, sono stati effettuati
numerosi posti di blocco per verificare l’ottemperanza dell’ordinanza sindacale che
prevedeva il divieto di circolazione dei veicoli inquinanti secondo lo schema delle
targhe alterne;
3) è stato ultimato il nuovo assetto dei mercati cittadini che ha visto impegnata, al
fianco dell’Ufficio Attività Produttive, anche la Polizia Locale, che, da parte sua, ha
13
4)
5)
6)
7)
8)
9)
10)
11)
12)
13)
14)
elevato numerose sanzioni per infrazioni al nuovo Regolamento Comunale sulle
aree mercatali;
è stato sensibilmente ridotto il tempo di notificazione dei verbali di infrazioni al
Codice della Strada grazie soprattutto all’esternalizzazione delle procedure di
postalizzazione e di archiviazione delle pratiche;
è entrata in funzione la Centrale Operativa con risultati più che soddisfacenti: con
l’introduzione del nuovo centralino telefonico, con il completamento dei
collegamenti informatici e con la georeferenziazione degli operatori di Polizia
Locale dislocati sul territorio si andrà sempre più verso l’ottimizzazione del
servizio;
sono state posizionate sul territorio quattro telecamere preposte al controllo dei
principali varchi delle zone a traffico limitato presenti nel centro storico. Dopo la
revisione delle norme di gestione delle Zone a Traffico Limitato, Si resta in attesa
dell’autorizzazione ministeriale necessaria per il sanzionamento in remoto dei
veicoli non autorizzati che transiteranno attraverso i suddetti varchi elettronici;
con l’emanazione della Legge Regionale n. 11/2005 sulla Polizia Locale si è dato il
via all’Unità di Progetto preposta all’elaborazione di un Regolamento Comunale
che prevede l’istituzione e la normazione del Corpo di Polizia Locale;
sono stati compiuti numerosi controlli di pubblici esercizi negli orari notturni che,
nella maggior parte dei casi, hanno portato alla denuncia dei gestori per il reato di
disturbo del riposo e delle occupazioni delle persone;
l’ufficio del Vigile di Quartiere ubicato nel quartiere Cogne è diventato ormai un
punto di riferimento per i cittadini che desiderino portare a conoscenza del
Comando le situazioni di criticità o, comunque, quelle ritenute meritevoli di un
interessamento da parte dell’Amministrazione, a tal punto che è stata presa in
considerazione l’ipotesi di gestione del servizio esclusivamente tramite gli operatori
di Polizia Locale, rinunciando alla collaborazione con l’Associazione Nazionale dei
Carabinieri Volontari;
è ormai un dato di fatto l’elevato standard di presidio degli attraversamenti pedonali
nei pressi dei siti scolastici presentanti maggiori problematiche di traffico, nei
periodi di entrata e di uscita degli alunni;
è consolidato il servizio di pronto intervento della pattuglia automontata ed il
servizio di infortunistica stradale;
sono allo studio nuove forme di collaborazione tra la Questura e la Polizia Locale,
atte ad implementare un maggior coinvolgimento del Comando nell’ambito della
tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica;
dal punto di vista della tutela ambientale il Comando ha fornito il proprio contributo
acquistando due autoveicoli ad alimentazione ibrida prevedenti il funzionamento a
gas propellente liquido in alternativa alla benzina;
è aumentata la collaborazione del Comando con l’Ufficio Mobilità e Traffico e con
l’Ufficio Viabilità: durante le riunioni dell’apposita Commissione sono state
concertate numerose iniziative volte al miglioramento della circolazione veicolare
cittadina.
• UFFICIO MOBILITA’ E TRAFFICO
Dirigente: Stefano Franco
FUNZIONARIO: ANDREA LAZZAROTTO
Come ormai consuetudine, anche nell’anno 2005 l’ufficio Mobilità e Traffico ha incrementato le
proprie mansioni, ribadendo il ruolo che la Giunta comunale ha inteso attribuire all’U.M.T quale
struttura unica di riferimento per le utenze pubbliche e private che intendono operare sul suolo
14
pubblico comunale. Dal 2005 sono infatti competenza dell’U.M.T. anche le autorizzazioni per
l’apertura dei passi carrabili.
Di seguito si riportano, nel dettaglio, i numeri e le tipologie degli atti emessi:
1 OCCUPAZIONI TEMPORANEE
• Traslochi e potatura alberate
• Associazioni, partiti, movimenti politici, associazioni sindacali, luna park
• Dehors
• Espositori commerciali
• Cantieri edili (pubblici e privati)
• Cantieri stradali (pubblici e privati)
Totale
2 OCCUPAZIONI PERMANENTI
(reti tecnologiche di informazione, gas, acqua, elettriche)
3 SPECCHI PARABOLICI
4 ORDINANZE SINDACALI
• Permanenti
• Temporanee
totale
5 RICHIESTE NULLA OSTA PER ORDINANZE
6 EMISSIONE NULLA OSTA PER ORDINANZE REDATTE DA ALTRI UFFICI
68
252
16
66
132
166
700
25
5
47
457
504
816
120
Un impegno particolare è stato profuso per impostare e dare avvio al progetto di censimento dei
passi carrabili esistenti su tutto il territorio comunale e di regolarizzazione di quelli esistenti nella
zona compresa all’interno del perimetro che, per semplicità, è stato definito “centro storico”,
individuato dalle seguenti vie: Festaz, Torino, Garibaldi a nord di via Torino, Chabod, XXVI
febbraio, Martinet, Gorret, Solarolo, Aubert, Torre del lebbroso a nord di via Festaz.
Nell’affrontare il problema di come censire e, successivamente, regolarizzare i passi carrabili, è
immediatamente emersa la necessità di coinvolgere diversi uffici dell’amministrazione comunale.
E’ stato pertanto necessario, prima di avviare il processo di regolarizzazione dei passi carrabili,
stabilire le fasi e gli atti propedeutici volti ad individuare i soggetti interessati da questo progetto,
nonché definire le competenze e l’iter amministrativo da adottare nelle specifiche situazioni. E’
stata quindi costituita una Unità di progetto che ha visto coinvolti rappresentanti degli uffici
Urbanistica, Tributi e Viabilità, coordinati dall’ufficio Mobilità e Traffico.
E’ stato innanzitutto necessario redigere un regolamento comunale per la disciplina dei passi
carrabili, che è stato approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 12 del 1 marzo 2005.
Con successiva deliberazione di Giunta comunale n. 314 del 16 settembre 2005 è stata individuata
l’unità di progetto coinvolta nel rilascio delle autorizzazioni ed è stato definito l’iter amministrativo
nel caso di passi carrabili: a) di nuova istituzione; b) esistenti. Con medesima deliberazione si
individuano gli ambiti territoriali di censimento e verifica evidenziando le seguenti situazioni: a)
passi carrabili regolarmente autorizzati ai sensi del codice della strada; b) passi carrabili
regolarmente iscritti nell’anagrafica dei titolari di passo carrabile ai fini del pagamento del Cosap;
c) i passi carrabili abusivi.
15
Al fine di porre chiarezza in merito alle modalità di pagamento del Cosap, con deliberazione di
Giunta comunale n. 455 del 7 dicembre 2005 sono state definite le differenti tipologie di passi
carrabili per i quali vigono differenti regimi di pagamento del Canone.
Al 31 dicembre 2005, il personale dell’U.M.T impegnato in questo progetto ha proceduto:
-
-
a censire n. 188 passi carrabili nella zona che definita per semplicità come “centro storico” e
individuata dalla succitata deliberazione di Giunta comunale n. 314 del 16 settembre 2005 come
prima area cittadina in cui completare il progetto di regolarizzazione dei passi carrabili;
relativamente a tale zona, a contattare n. 185 titolari di passi carrabili al fine della loro
regolarizzazione;
a censire n. 550 passi carrabili nella zona esterna a quella che definiamo per semplicità come
“centro storico” e individuata dalla succitata deliberazione di Giunta comunale n. 314 del 16
settembre 2005 come prima area cittadina in cui completare il progetto di regolarizzazione dei
passi carrabili.
Complessivamente sono stati individuati n. 738 passi carrabili. Si ritiene, con una stima
approssimativa basata sull’analogia con i dati raccolti, che il numero di passi carrabili presenti
sull’intero territorio comunale possa ammontare a circa 2500. La percentuale di passi carrabili
censita ammonterebbe pertanto a circa il 30%.
Nel 2005, sono poi state riproposte alcune iniziative avviate negli anni precedenti. Tra queste sono
da evidenziare:
1. Con determinazioni dirigenziali n. 1527 del 27.09.2004 e n. 1050 del 29.06.2005 è stato
affidato fino al 30.06.2006 l’incarico del “Mobility Manager” con lo scopo di attivare
politiche di governo nel campo della mobilità urbana.
Tra gli obiettivi individuati dall’amministrazione e verso i quali l’U.M.T. svolge un ruolo di
supporto all’attività del Mobility Manager si possono evidenziare:
a) l’attuazione e l’aggiornamento del Piano degli Spostamenti casa-lavoro del personale
dipendente dell’amministrazione comunale. Con determinazione n. 2149 del 30.12.2005
sono state approvate le convenzioni con i gestori del trasporto pubblico di linea per il
rilascio di titoli di viaggio scontati a favore dei dipendenti dell’amministrazione comunale.
b) l’attuazione, per quanto di competenza, della misure previste dal P.U.T.;
c) il coordinamento del progetto percorsi sicuri casa-scuola. Relativamente a questo punto la
Giunta comunale, con deliberazione n. 396 del 15.10.2004 ha inteso dare avvio ad un
progetto di educazione alla sicurezza stradale e di promuovere la mobilità autonoma dei
bambini, prevalentemente delle scuole elementari, nell’ambito di una strategia di
moderazione del traffico. Per l’attuazione di questo progetto la Giunta ha deciso di avvalersi
dell’apporto di operatori specializzati in materia di sicurezza stradale. In tal senso l’U.M.T.
ha attivato l’istruttoria per l’affidamento di incarico, formalizzato con determinazione
dirigenziale n. 1769 del 5.11.2004. Questo progetto si è concluso nei giorni del 18 e 19
aprile del 2005 con due giornate di attività pubbliche e di confronto tra alcuni operatori del
settore della mobilità, a conclusione dei lavori svolti durante l’anno scolastico. Con
deliberazione di Giunta comunale n. 157 del 29.04.2005 e determinazione dirigenziale n.
696 del 29.04.2005 è stato affidato ad una cooperativa sociale il servizio di
accompagnamento “pedibus” dal 2 maggio al 10 giungo 2005 presso la scuola del quartiere
Cogne. Con deliberazione di Giunta comunale n. 347 del 07.10.2005 e determinazione
dirigenziale n. 1709 del 27.10.2005 è stato affidato ad una cooperativa sociale il servizio di
accompagnamento “pedibus” durante tutto l’anno scolastico 2005/2006 presso la scuola del
quartiere Cogne.
16
2. Con deliberazione di Giunta comunale n. 39 del 18.02.2005 è stato inoltre attivato un
sistema sperimentale di prestito gratuito di biciclette pubbliche denominato “C’entro in
bici”. Con determinazioni dirigenziali n. 414 del 14.03.2005 e n. 1675 del 24.10.2005
l’ufficio Mobilità e Traffico ha provveduto prima al noleggio e poi all’acquisto di 28
biciclette pubbliche e 300 chiavi. La distribuzione delle chiavi e la registrazione degli
aderenti all’iniziativa sono curate dall’ufficio Mobilità e Traffico.
3. Con deliberazione della Giunta comunale n. 257 del 16.07.2004, la città di Aosta ha aderito,
in qualità di partner al progetto ALPINE MOBILITY MANAGEMENT nell’ambito del
programma Interreg III B il cui capofila è il Conseil Général de Haute Savoie. Al fine di
coordinare detto progetto, con determinazione dirigenziale n. 501 del 25.03.2005, è stato
affidato un incarico ad un professionista esterno.
Al fine di dare corso alle tre attività previste:
a) con determinazione dirigenziale n. 742 del 06.05.2005, è stato affidato alla cooperativa
SVAP l’attivazione di un sistema informativo a favore degli ipovedenti per l’accesso ai
mezzi di trasporto pubblico di linea. Il servizio è stato attivato nell’estate del 2005.
b) con determinazione dirigenziale n. 1223 del 27.07.2005, è stato affidato alla cooperativa
SVAP l’implementazione di un servizio di trasporto pubblico a chiamata per la collina di
Aosta. Una prima parte del progetto è stata consegnata al comune a fine dicembre 2005.
c) con determinazione dirigenziale n. 1593 del 10.10.2005 è stata affidata all’AIAT la
predisposizione e la gestione di un servizio di bici turistiche con l’ausilio della
localizzazione satellitare. Nel dicembre 2005 è stato fornito il progetto da parte dell’AIAT.
L’ufficio Mobilità e Traffico supporta il professionista esterno per tutto ciò che concerne la
predisposizione di atti, i contatto con gli esterni, i pagamenti delle fatture, le attività di
rendicontazione, il controllo dei progetti.
Tra le attività ricorrenti dell’ufficio occorre ancora elencare:
-
-
-
-
l’attività svolta dal funzionario a seguito di nomina del Sindaco n. 26 dell’11.12.2000 nella
Commissione comunale consultiva per la disciplina del trasporto di persone mediante
autoservizi non di linea;
gli studi e gli interventi sulla gestione del Trasporto Pubblico di Linea. Sono stati effettuati
alcuni sopralluoghi congiunti con la RAVA e l’ufficio Viabilità del comune per riorganizzare,
assieme ai professionisti incaricati, la dislocazione delle fermate coperte sulle S.R. 17 per
Roisan e n. 38 per Arpuilles
la collaborazione con il Mobility Manager e l’Azienda Pubblici Servizi in alcuni studi sulla
sosta libera e a pagamento che hanno trovato riscontro nei seguenti provvedimenti:
ƒ modifica per integrazione del contratto di servizio per la gestione delle aree di sosta a
pagamento e di altri servizi inerenti la gestione della mobilità nella città di Aosta, con
deliberazione di Consiglio comunale n. 124 del 25.10.2005;
ƒ estensione delle zone di sosta a pagamento istituita con deliberazione di Giunta comunale n.
404 del 11.11.2005 e successiva ordinanza n. 593 del 21.11.2005;
ƒ autorizzazione alla sosta agevolata nelle aree blu a pagamento con deliberazione di Giunta
comunale n. 472 del 16.12.2005.
la realizzazione di piccole progettazioni o studi relativi ad una più razionale gestione della
circolazione o della sosta in alcune vie cittadine (via monte Pasubio, via Rey).
lo svolgimento di incontri periodici (circa una volta al mese) con gli assessori competenti, il
comando di Polizia municipale e l’ufficio Viabilità in merito a problematiche inerenti la
viabilità. Tali incontri risultano molto utili per la soluzioni di problematiche più complesse che
17
necessitano del confronto di più soggetti. Strettamente legata a questa attività risulta essere
quella di corrispondenza con il pubblico (circa 50 lettere nel 2005).
Da un confronto sintetico tra gli obiettivi fissati per il 2005 dal documento di programmazione e i
risultati raggiunti emerge quanto segue:
-
-
è stato raggiunto l’obiettivo di potenziare l’attività dello sportello unico per il cittadino inerente
le procedure amministrative in materia di mobilità e occupazione del suolo pubblico;
è stato attuato il piano degli spostamenti casa-lavoro sia per quanto attiene la possibilità di
usufruire di uno stallo di sosta riservato e gratuito in piazza S. Francesco per equipaggi di carpool (2004), sia per quanto riguarda l’attivazione delle convenzioni con i gestori del trasporto
pubblico di linea per il rilascio di titoli di viaggio scontati a favore dei dipendenti
dell’amministrazione comunale;
sono state attivate le iniziative di promozione della mobilità ciclistica;
sono state adottate misure di agevolazione della sosta dei residenti nel centro storico a seguito
dell’esclusione della sosta libera all’interno del perimetro delle mura romane;
***
Area n. 2
Ragioneria – Economato/Provveditorato – Tributi (Uffici giudiziari)
Dirigente: Valeria Zardo
• UFFICIO RAGIONERIA
FUNZIONARIO BILANCIO – USCITA: ANTONELLA ROSSI
FUNZIONARIO ENTRATA – FISCALE: DOMENICO LUDDENI
Nel corso dell’esercizio 2005, l’ufficio ha concluso con esito positivo i procedimenti amministrativi
istituzionali propri del settore ragioneria quali:
•
•
•
•
•
•
•
Formazione del P.E.G. 2005 per la parte inerente le norme di attuazione e degli elaborati
contabili sia di competenza della Giunta Comunale che, a livello di dettaglio gestionale, di
competenza dei singoli responsabili;
Monitoraggio sulle variazioni al P.E.G. con supervisione delle istruttorie di variazione, sia del
P.E.G. di Giunta (44 variazioni) che del P.E.G. articolato;
Gestione di tutte le fasi inerenti le variazioni al bilancio 2005/2007 di competenza del Consiglio
Comunale (5 variazioni);
Fasi preparatorie e conclusive finalizzate all’approvazione del rendiconto della gestione 2005, a
partire dal riaccertamento dei residui sino alla predisposizione del provvedimento di
deliberazione del Consiglio Comunale, con stesura della relazione tecnica della Giunta
Comunale sui risultati economico-finanziari del rendiconto di gestione 2005 confrontato con gli
esercizi precedenti;
Verifica degli equilibri di bilancio (ottobre 2005);
Predisposizione del Bilancio di Previsione 2006/8 con approvazione delle stesse da parte del
Consiglio Comunale;
Adempimenti relativi al Patto di stabilità.
Per l’attività di gestione delle fasi della spesa e dell’entrata si riportano i seguenti dati:
ENTRATA
SPESA
18
N. 552 accertamenti
N. 6.728 reversali
N. 2.011 impegni
N. 11.532 mandati
Ai fini dell’esecutività degli atti amministrativi in termini di regolarità contabile e copertura
finanziaria, sono state esaminate:
Deliberazioni di Consiglio Comunale – n. 190
Deliberazioni di Giunta Comunale – n. 512
Determinazioni Dirigenziali – n. 2.229
L’Ufficio è stato parte attiva per tutto il 2005 presso il gruppo di lavoro creato
dall’Amministrazione Regionale al fine di creare un sistema di indicatori di contabilità analitica
omogenei per tutti i Comuni della Regione. E’ stata inoltre svolta tutta l’attività preparatoria per
giungere alla redazione del nuovo Piano Esecutivo di Gestione previsto dall’art. 31 del
Regolamento Regionale 1/1999, reso obbligatorio a partire dal 2006 come previsto dall’art. 18 della
Legge Regionale 34 del 19.12.2005 (Finanziaria Regionale).
In fatto di contabilità fiscale, si ritiene opportuno segnalare quanto segue:
•
Sono stati affrontati nuovi adempimenti fiscali a carico del sostituto d’imposta (modifica del
calcolo dell’IRPEF e gestione delle collegate problematiche relative al trattamento fiscale dei
collaboratori coordinati e continuativi, dei prestatori occasionali diventati soggetti previdenziali
a determinate condizioni ritenuta e versamento del contributo previdenziale integrativo
all’INPS);
•
Gestione e tenuta regolare della contabilità IVA per le attività rilevanti del comune:
registrazione fatture, liquidazioni mensili (liquidazioni trimestrali per acquedotto e
illuminazione votiva), dichiarazione IVA annuale;
•
Nel corso del 2005 l’ufficio si è occupato direttamente della redazione del modello Unico 2005
relativo alle attività IVA del 2004. Anche per l’anno 2005 la corretta gestione ai fini IVA delle
attività “commerciali” dell’Amministrazione ha prodotto un credito IVA da utilizzare in
compensazione pari a circa 280.000 Euro.
•
L’ufficio ha seguito la normativa in materia IRAP applicando per il terzo anno il metodo di
determinazione IRAP cosiddetto “commerciale”, consentendo un risparmio netto per
l’amministrazione pari a circa 200.000 Euro a cui si aggiungono circa 30.000 Euro dovuti
all’introduzione tra gli oneri deducibili dei contributi pagati a favore dei dipendenti disabili;
•
L’ufficio ha seguito l’evoluzione normativa relativa al trattamento fiscale delle collaborazioni
coordinate e continuative, prestazioni occasionali adeguando, di volta in volta, i comportamenti
dell’amministrazione al fine di non incorrere in sanzioni;
•
Sono stati elaborati i modelli CUD 2005 per i collaboratori coordinati e continuativi.
•
Per la parte di competenza è stato redatto il modello 770 e inviato in via telematica unitamente
ai dati dell’ufficio personale.
19
In materia di assicurazioni, nel 2005 si è provveduto a monitorare l’attività del Broker “L’Arca” e a
rispondere alle mutevoli esigenze dal punto di vista assicurativo espresse dall’Amministrazione.
Infine, relativamente ai mutui, nel corso del 2005 ne sono stati contratti per € 4.077.000,
relativamente a 4 interventi presso la Cassa Depositi e Prestiti, e per € 1.100.000 per un intervento
presso l’Istituto per il Credito Sportivo.
• ECONOMATO/PROVVEDITORATO
FUNZIONARIO: RENATO VALLET
L’Economato, istituzionalmente, opera a supporto di tutte le strutture comunali, e parzialmente a
favore di altre istituzioni (Scuole, uffici giudiziari, ecc.), attraverso l’acquisizione di beni e
l’affidamento di servizi, con procedimenti in economia e con l’espletamento di gare ufficiose o ad
evidenza pubblica, al fine di garantire il funzionamento di uffici e servizi.
Questa attività è quindi valutabile attraverso i dati oggettivi relativi alle pratiche istruite e
completate ed ai fondi gestiti.
Relativamente al 2005 si possono in sintesi riepilogare i seguenti dati:
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
PROVVEDIMENTI CON GARA AD EVIDENZA PUBBLICA: 1 (licitazione privata
servizio pulizie Istituzioni scolastiche);
PROVVEDIMENTI, MEDIANTE GARE UFFICIOSE, PER FORNITURE DI BENI: 48
PROVVEDIMENTI, MEDIANTE GARE UFFICIOSE, PER FORNITURE DI SERVIZI: 7
SERVIZI CON PROCEDURA CONSIP: 2 ( noleggi fotocopiatori)
APPROVVIGIONAMENTI CON PROCEDURA CONSIP : 4 (acquisto postazioni PC, PC
portatili, fotocopiatore a colori)
ACQUISTI FONDI A CALCOLO: sono stati evasi n. 1.244 buoni di fornitura per una spesa
complessiva di Euro 137.413,79
BUONI DI FORNITURA INTERNI: evasi n. 1060 buoni di fornitura con prelievi dagli
stoccaggi annuali a magazzino (cancelleria, materiale pulizia, carta, ecc.)
TRASFERTE: sono stati adottati n. 42 provvedimenti di liquidazione e rimborsi per
l’importo di Euro 23.463,04
ANTICIPAZIONI di cassa autorizzate con DD. di varie Aree, per in importo di Euro
40.495,85
AUTOMEZZI: sono stati radiati 4 automezzi (del Comune ed in gestione all’USL) ed
acquistati 4 automezzi; sono stati forniti i bolli di circolazione ed aggiornate le “Carte
Vallée” per l’intero parco automezzi; sono state liquidate mensilmente tutte le forniture di
carburante.
MANUTENZIONI: sono state affidate, con 13 contratti, le manutenzioni delle
apparecchiature varie (armadi rotanti, fotocopiatori, ecc.) e sono stati tempestivamente
commissionati gli interventi straordinari richiesti
OGGETTI SMARRITI : sono state aperte 21 pratiche di rinvenimento.
INVENTARIO: sono stati aggiornati in tempo reale nella banca dati inventariale tutte le
variazioni per acquisto, dismissione o trasferimento dei cespiti degli uffici e servizi
comunali.
20
• UFFICIO TRIBUTI
FUNZIONARIO: CORRADO COLLOMB
Attività
L’ufficio tributi nel corso dell’anno 2005 ha garantito il regolare svolgimento della gestione delle
entrate di competenza. L’attività è stata continua durante tutto l’anno con momenti di particolare
intensità in concomitanza, in genere, con le tradizionali scadenze tributarie.
La formazione è stata assicurata mediante la partecipazione del personale dell’ufficio ai corsi
organizzati dal C.E.L.V.A. e alle sedute di aggiornamento sugli applicativi gestionali.
Il supporto tecnico all’Amministrazione Comunale è stato indirizzato prioritariamente a:
•
•
•
•
analisi e adozione provvedimenti tariffari ed aliquote;
proiezioni finanziarie, consulenze giuridiche anche mediante gruppi di lavoro;
atti regolamentari;
difesa giudiziale.
Sono state stipulate convenzioni con:
•
•
Poste Italiane S.p.A, per avvalersi dei servizi accessori alla riscossione dell’imposta comunale
sugli immobili.(Invio lettera informativa ai contribuenti e rendicontazione sugli incassi);
Uniriscossioni S.p.A, per consentire un più rapido incasso della tassa smaltimento rifiuti solidi
urbani mediante avvisi di pagamento denominati “GIA”.
E’ proseguita l’attività di revisione del piano generale degli impianti iniziata nel 2004 (con
l’approvazione delle nuove planimetrie dei quadri, stendardi e posters, nonché degli impianti del
centro storico). Nel 2005 è stato rivista la parte relativa agli impianti affissionali funebri.
Il progetto di normalizzazione degli oggetti territoriali avviato nel corso dell’anno 2003 è
continuato in parallelo a tutta una serie di attività di bonifica manuale dei dati importati nel nuovo
data-base (verifiche importazioni versamenti ICI, correzione dei nominativi errati e degli
identificativi assenti, delle quote di successione….). Sono state sistemate oltre 1600 unità
immobiliari ad uso abitativo.
Ai fini del passaggio alla tariffa rifiuti, disciplina oggetto di ulteriore proroga e revisione, sono state
riclassificate (con la codifica ATECO 2002 ) la quasi totalità delle attività economiche e si è
provveduto alla verifica sistematica dei componenti nuclei familiari residenti. L’allineamento con
l’anagrafe, fondamentale anche per altri aspetti, dovrà essere perfezionato e mantenuto anche in
futuro.
Si è avviata la collaborazione con il servizio mobilità e traffico per la regolarizzazione di tutti i
passi carrabili presenti nel territorio comunale e con l’ufficio commercio per un analisi iniziale in
merito all’istituendo Sportello Unico per le Attività Produttive.
Il servizio tributi ha mantenuto costante l’impegno nel controllo delle soggettività passive,
procedendo al monitoraggio periodico del flusso delle entrate sulle circa 75.000 posizioni
contributive di competenza. Particolare attenzione è stata rivolta alle annualità d’imposta che al 31
dicembre cadevano in prescrizione.
21
Si indicano, di seguito, i principali dati riepilogativi:
Posizioni contributive nuove trattate nel corso del 2005
Imposta comunale sugli immobili:
Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani:
Canone occupazione suolo pubblico:
1807 dichiaranti / 241successioni
229 nuovi (oltre 1200 variazioni)
402 autorizzazioni
Avvisi di liquidazione/accertamento emessi
Imposta comunale sugli immobili:
Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani:
Canone occupazione suolo pubblico:
Atti sanzionatori:
79
131
25
58
Importi accertati/iscritti a ruolo
Imposta Comunale sugli Immobili:
Tassa smaltimento Rifiuti Solidi Urbani:
Canone Occupazione Suolo Pubblico:
96.879,19 Euro
59.149,38 Euro
3.046,30 Euro
Rimborsi – Sgravi (nr/importi)
Imposta Comunale sugli Immobili: 48 / 46.339,89 Euro
Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani:
305 / 22.871,00 Euro
Canone occupazione suolo pubblico:
1 / 1030,40 Euro
Contenzioso
Procedimenti pendenti:
Definiti:
2 (ICI – Commissione tributaria provinciale e
regionale)
0
***
Area n. 3
Personale e Accoglienza – Servizi sociali – Sistemi Informativi Comunali
• SERVIZIO GESTIONE RISORSE UMANE
Dirigente: Loris Minelli
FUNZIONARIO: GIUSEPPE SPOSATO
Relazioni con le Organizzazioni sindacali
Sono stati stipulati gli accordi che le norme contrattuali prevedono a cadenza annuale quale quello
per la costituzione e l’impiego del Fondo Unico Aziendale.
Numerosi incontri si sono resi necessari a seguito delle richieste delle OO.SS. per l’applicazione di
istituti contrattuali riferiti al personale ausiliario impiegato nelle Scuole. In tale ambito emerge la
22
necessità dell’uniformare le competenze del personale ausiliario del Comune e della Regione
impiegato nelle scuole.
E’stato stipulato un accordo per l’introduzione sperimentale dell’orario flessibile per il personale,
che si è tradotto in fase di stesura e successiva applicazione in un impegno non indifferente per il
Servizio.
Concorsi e selezioni
Sono stati portati a termine la quasi totalità dei concorsi e delle selezioni interne programmate, che
hanno permesso la copertura dei posti vacanti in dotazione organica.
Le diverse graduatorie sono state utilizzate per l’assunzione di personale a tempo determinato per
esigenze straordinarie, o per far fronte ad assenze di personale per malattia o aspettativa.
Servizi al Personale su richiesta
Sono state istruite numerose richieste da inoltrare all’Inpdap per la concessione di prestiti, mutui,
cessione del quinto o di piccoli prestiti di anticipo stipendio.
Sono state, inoltre, istruite diverse pratiche da inoltrare alla Fopadiva per l’iscrizione del personale
al Fondo Regionale di Previdenza Integrativa.
Retribuzioni/Adempimenti fiscali, contributivi e assicurativi
Si è puntualmente provveduto agli adempimenti retribuitivi, fiscali contributivi. In particolare sono
state svolte giornalmente le operazioni accessorie per il pagamento degli stipendi (straordinari,
indennità dovute, trasferte, permessi non retribuiti ecc) e dei relativi contributi. Sono stati inoltre
garantiti i pagamenti delle indennità di carica agli amministratori.
Pensioni e tfs/tfr
Sono stati sveltiti i tempi per la trasmissione degli atti relativi al trattamento pensionistico del
personale all’Inpdap (la nuova normativa prevede, pena il pagamento degli eventuali interessi a
carico del Comune, che le pratiche di pensione siano concluse entro 30 giorni).
Sono stati predisposti tutti gli atti per il pagamento del trattamento di fine servizio e per il
trattamento di fine rapporto.
Numerose richieste sono state inoltrate all’Inpdap per il riconoscimento di invalidità, servizio
militare, laurea e maternità prima del rapporto di lavoro.
Controllo orari di lavoro, presenze e sistemazione del prospetto delle presenze
Il Servizio è stato costantemente impegnato nell’inserimento di tutti i dati necessari (ferie, malattie,
permessi, omissioni timbrature ecc) necessari per il controllo delle prestazioni dovute. Un ulteriore
difficoltà si è aggiunta nell’anno di riferimento a seguito della sperimentazione dell’orario flessibile
che ha messo a dura prova la procedura informatizzata.
Su segnalazione dei dirigenti sono state predisposte visite fiscali tramite l’USL e accertamenti
sanitari tramite il medico della legge 626.
23
Giudizi/provvedimenti disciplinari/conciliazioni/contenzioso
Il Servizio è stato costantemente impegnato, in primo luogo, nel ridurre al minimo il contenzioso,
attraverso un’opera di prevenzione ricercata attraverso circolari o altri mezzi di informazione ai
dipendenti.
Procedimenti disciplinari, tentativi di conciliazione in sede di ufficio del Lavoro, contenziosi interni
all’ente hanno notevolmente impegnato il servizio che ha sempre ottenuto risultati positivi.
Unica eccezione poteva essere rappresentata dalla momentanea sospensione dell’esternalizzazione
dei servizi cimiteriali a seguito di Sentenza del Tar. In sede di ricorso il Comune ha vinto la causa.
Diritto allo Studio
E’ stata garantita la percentuale massima riservata ai dipendenti per il diritto allo studio.
Part-time
Nel rispetto degli accordi contrattuali sono state accettate tutte le richieste di part time dei
dipendenti. Al 31.12.2005 risultano in part time 40 dipendenti su 384 in servizio.
Buoni pasto
Il Servizio ha provveduto alla gestione relativa al pagamento dei buoni pasto dei dipendenti tramite
addebito sulla basta paga. Tale addebito è stato effettuato tramite il controllo incrociato dei prospetti
relativi alle presenze in servizio e di quelli trasmessi dalla ditta che gestisce la mensa dei
dipendenti.
Lavoro interinale
Tramite il servizio di fornitura di lavoro temporaneo sono state garantite, presso il Centro
Polivalente di Via Monte Vodice, le sostituzioni di assistenti domiciliari assenti per brevi periodi.
Il servizio è stato utilizzato anche per la sostituzione di educatori di asilo nido.
• SERVIZIO INFAZIA E MINORI
Dirigente: Stefano Franco e, successivamente, Loris Minelli
FUNZIONARIO: PAOLA PISANI E, SUCCESSIVAMENTE, RUGGERO SACCO
Asili nido
Nel corso dell’anno 2005, il funzionamento degli asili nido Massimo Berra, Via Roma e Viale
Europa si è svolto senza sostanziali innovazioni e nel rispetto delle indicazioni contenute nei
progetti gestionali di dettaglio e nei programmi educativi delle singole strutture.
E’ inoltre proseguita – nell’ottica di offrire maggiori risposte alle domande inevase - la frequenza di
minori residenti nel Comune di Aosta presso l’asilo nido del Consorzio Saint-Christophe - Quart –
Brissogne, in applicazione della convenzione sottoscritta nel corso dell’anno 2003.
Nella medesima ottica, come previsto nell’ambito della Relazione Previsionale e Programmatica
24
relativa agli anni 2005/2007, in seguito a regolare espletamento di specifica gara d’appalto, con
decorrenza dal mese di ottobre 2005 è stato aperto un nuovo asilo nido di 30 posti, sito in Via Pollio
Salimbeni, a gestione integralmente esternalizzata, aggiudicata alla Cooperativa Sociale La
Sorgente.
A seguito dell’approvazione da parte del Consiglio Comunale – deliberazione n. 149 del 01.12.2004
– del nuovo regolamento comunale in materia di asili nido e sulla base delle linee guida e degli
indirizzi generali ivi contenuti, nel corso dell’anno 2005 la Giunta comunale ha deliberato appositi
provvedimenti attuativi, sulla base dei quali, tra le altre cose, si è provveduto ad approvare anche la
nuova graduatoria di ammissione.
Il numero delle domande pervenute (145, di cui 10 escluse) è risultato significativamente inferiore
rispetto al picco massimo (oltre 200) raggiunto nell’anno precedente. Al 31.12.2005 sono stati
effettuati complessivamente 39 nuovi inserimenti e ci sono state 18 rinunce.
Agli utenti dell’asilo nido di Viale Europa è stato nuovamente somministrato il questionario relativo
al livello di gradimento del servizio – definito nel corso dell’anno 2003 da parte del servizio di
Coordinamento pedagogico regionale – che ha proposto risultati molto soddisfacenti ed in leggera
ascesa rispetto alla precedente somministrazione.
Particolare cura è stata posta nel mantenere omogeneità degli interventi didattico-educativi nei vari
nidi, nonostante la differente forma di gestione, garantendo, con la collaborazione dell’Assessorato
Regionale alla Sanità, Salute e Politiche Sociali, attività formative comuni a tutto il personale
operante (dipendente e convenzionato).
Si è poi continuato a promuovere, come negli anni precedenti, una corretta informazione sui
servizi,inviando a tutte le famiglie dei nuovi nati un opuscolo contenente le indicazioni
maggiormente significative in merito ai servizi di cui trattasi e alle modalità per accedervi.
Nell’ottica di una sinergica collaborazione, nel corso dell’anno è stato autorizzato l’inserimento
nelle strutture di cui trattasi di un numero considerevole di tirocinanti inviati sia dalla realtà
scolastica (Istituti professionali e Università della Valle d’Aosta), sia da agenzie formative operanti
sul territorio.
Servizi comunali socio-educativi diversi dall’asilo nido a favore delle famiglie e della prima
infanzia
Le 2 strutture comunali – Gatto Blu e ApeLuna – la cui gestione è integralmente esternalizzata alla
Cooperativa Sociale “La Sorgente”, nel corso dell’anno 2005 hanno funzionato senza sostanziali
innovazioni e nel rispetto delle indicazioni contenute nei progetti gestionali di dettaglio.
La media mensile degli utenti delle strutture in esame è stata di 32 per il Gatto Blu e di 23 per
l’ApeLuna.
E’ stata posta in essere da parte degli operatori una particolare attenzione alla cura dell’accoglienza
dei bambini all’interno dei servizi.
Numerose visite didattiche e tirocini sono stati inoltre realizzati anche presso i servizi in questione
d’intesa con scuole superiori, università e enti di formazione operanti sul territorio.
Servizi per bambini e famiglie
25
Relativamente al progetto interistituzionale presentato d’intesa con Amministrazione Regionale,
A.U.S.L. e privato sociale per istituire in via sperimentale un Centro per famiglie, una volta
individuati idonei locali – in via M. Pasubio n. 36 -, il Gruppo di progetto, coordinato
dall’Amministrazione comunale, ha intensificato il lavoro e le azioni di coordinamento e si è potuto
così perfezionare tutti gli atti necessari e finalizzati all’apertura del centro, avvenuta nel corso del
mese di marzo 2005, mediante gestione esternalizzata al consorzio Trait d’Union.
L’Amministrazione Comunale per conto della Regione, ai sensi della L.R. 44/98, ha curato
l’istruttoria delle domande per la concessione dei voucher e la concreta erogazione dei medesimi a
favore delle famiglie che usufruiscono del servizio di tata familiare.
Stante la presenza di nuovi operatori sul territorio comunale, il numero di pratiche che mensilmente
sono state evase da parte dell’ufficio è più che raddoppiato rispetto all’anno precedente.
In particolare, nel corso dell’anno 2005 gli utenti del servizio in esame hanno presentato
complessivamente 376 fatture per una corrispondente liquidazione di voucher pari a Euro
198.593,79.
• SERVIZIO DISAGIO
Dirigente: Stefano Franco e, successivamente, Loris Minelli
FUNZIONARIO: PAOLA PISANI E, SUCCESSIVAMENTE, RUGGERO SACCO
Assistenza notturna
I dati di affluenza quotidianamente rilevati al Centro Comunale di Assistenza Notturna confermano
un significativo utilizzo della struttura, in linea con la tendenza emersa negli ultimi anni. Nel
dettaglio sono stati registrati, nel corso dell’anno 2005, 246 utenti (di cui 237 maschi e 9 femmine)
per un totale di 4292 notti occupate (di cui 3992 da maschi e 300 da femmine), con una media di
giorni di pernottamento a persona pari al 17.45% e una media di posti letto utilizzati pari a 11 su 14.
La frequenza elevata in alcuni mesi (marzo, maggio e dicembre) ha determinato anche un elevato
numero di respingimenti (302), dovuto principalmente alla saturazione del servizio o, in qualche
caso, all’inidoneità all’accesso. Viene altresì confermato un utilizzo massiccio da parte degli
stranieri (80%) rispetto agli utenti italiani, che sono risultati in diminuzione rispetto all’anno
precedente.
La convenzione per la gestione del servizio comunale di assistenza notturna è scaduta il 31.12.2005.
Tenuto conto delle indicazioni contenute nella Relazione Previsionale e Programmatica per gli anni
2005/2007 e delle direttive regionali in materia di affidamento dei servizi, si è proceduto
all’espletamento di regolare gara d’appalto triennale ed al conseguente affidamento – a decorrere
dal 1.1.2006 - della gestione alla Cooperativa Sociale “La Sorgente”.
Visto il successo riscontrato negli anni precedenti dal progetto congiunto Comune/Caritas,
denominato “Insieme miglioriamo l’accoglienza dei poveri della Regione”, nell’ambito della nuova
convenzione sono state inserite clausole specifiche finalizzate all’utilizzo del centro da parte degli
utenti nei giorni festivi, usufruendo altresì di adeguata animazione, come prevedeva il progetto
soprarichiamato.
Spese sanitarie per gli indigenti
26
Il servizio è proseguito per tutto il 2005 sulla base dell’andamento consolidato che ne ha
confermato la modesta entità e il basso costo per l’Ente. Il numero di tesserini di esenzione in corso
di validità al 31.12.2005 è stato di 15, in linea con gli anni precedenti.
Servizio rivolto ad immigrati extracomunitari
Confermando alcune linee di tendenza del fenomeno immigratorio nella nostra Regione, il servizio
ha funzionato facendo registrare numeri significativi (n. 228 nuovi clienti, n. 1155 clienti totali, n.
1571 passaggi per lavoro sociale e n. 633 passaggi allo spazio aggregativo), confermando altresì il
ruolo di riferimento acquisito nel corso degli anni per l’utenza di cui trattasi.
Il CCIE ha proseguito anche l’impegnativo lavoro di costruzione di connessioni con il territorio e
con gli operatori dei diversi servizi territoriali esistenti, interessati dal fenomeno. Rilevante in
questo senso è stata l’attività di consulenza svolta dal Centro a favore di enti pubblici e privati (155
consulenze) e a favore di privati cittadini (724 consulenze).
Nell’ambito delle attività svolte all’interno dello spazio aggregativo e integrativo a carattere
ricreativo e culturale, anche nel corso dell’anno 2005, sono state attivate specifiche iniziative socioculturali attinenti la problematica dell’immigrazione e dell’inserimento.
Nel corso dell’anno 2005 è stato stipulato con la Cooperativa Sociale “La Sorgente”, gestore del
CCIE, un patto aggiuntivo alla convenzione, per la realizzazione di un progetto semestrale di
mediazione interculturale da effettuarsi presso il CCIE e presso alcuni servizi e uffici comunali
interessati dal fenomeno immigrazione.
In collaborazione con la Cooperativa Sociale “La Sorgente” e d’intesa con le competenti autorità, è
proseguita l’attività di sportello informativo all’interno della Casa Circondariale di Brissogne a
disposizione dei detenuti immigrati.
La convenzione per la gestione del centro comunale immigrati extracomunitari è scaduta il
31.12.2005. Le indicazioni contenute nella Relazione Previsionale e Programmatica per gli anni
2005/2007 prevedevano la possibilità di una proroga; si è invece optato per l’espletamento di
regolare gara d’appalto annuale e si è addivenuti al conseguente affidamento – a decorrere dal
1.1.2006- della gestione alla Cooperativa Sociale La Sorgente.
L’amministrazione comunale ha nuovamente deciso di aderire alla terza fase del progetto
interistituzionale denominato “Cavanh”, decorrente dal mese di gennaio 2005 e con durata
triennale, il cui programma di lavoro si è incentrato su specifiche iniziative di sviluppo e
approfondimento relativamente a tematiche inerenti la mediazione interculturale e alle crescenti
necessità di monitoraggio dei fenomeni correlati al mondo dell’immigrazione.
Contributi per superamento barriere architettoniche
L’Ufficio ha provveduto alla concessione ed erogazione delle provvidenze economiche in oggetto,
in applicazione della L.R. n. 3 del 12.01.1999 e delle circolari regionali in materia. Nel corso
dell’anno 2005 si è assistito ad un significativo incremento del numero dei cittadini (41 rispetto ai
26 dell’anno precedente) che si sono rivolti all’ufficio per ottenere i benefici previsti, nonché ad un
conseguente incremento dei contributi erogati.
Centro comunale di ginnastica correttiva e di mantenimento
27
I corsi in questione sono proseguiti nel corso delle stagioni 2004/2005 e 2005/2006 (ancora in
corso) sulla base della convenzione in essere con la Cooperativa Sociale Ginnastica e Salute.
Relativamente ai corsi di ginnastica correttiva per minori è proseguita la collaborazione con i servizi
dell’A.U.S.L. per una più funzionale modalità di accesso al servizio ed una puntuale presa in carico
e gestione dei casi da parte del servizio territoriale incaricato. I numeri dei partecipanti ai corsi si
sono assestati intorno ad una media mensile di 115 adulti e di 12 minori, sostanzialmente in linea
con gli anni precedenti.
A decorrere dalla stagione 2004/2005, al fine di utlizzare al meglio in posti disponibili, ma,
soprattutto, per far comprendere che i corsi di ginnastica per adulti portano benefici concreti
solamente se frequentati per l’intera durata del corso, è stata introdotta una nuova modalità di
pagamento dei medesimi che prevede l’emissione di fattura indipendentemente dalla reale
frequenza, salvo casi comprovati da apposita certificazione medica.
Assistenza economica integrativa
Anche nel corso dell’anno 2005, come di consueto, è stato puntualmente applicato il protocollo
d’intesa siglato da Amministrazione Regionale e Comune di Aosta, relativamente alla
collaborazione del servizio sociale comunale nell’istruttoria delle domande (complessivamente n.
47 nell’anno) finalizzate all’ottenimento dei contributi regionali previsti dalla L.R. 19/94).
Rispetto al passato, si è registrato un importante decremento della domanda, presumibilmente in
conseguenza dell’applicazione delle nuove direttive regionali in materia di IRSE.
Sezione Comunale Albo regionale persone casalinghe
L’Amministrazione comunale ha regolarmente provveduto agli adempimenti derivanti
dall’applicazione della normativa regionale in materia (artt. 8 e 9 L.R. 44/1998). Negli ultimi anni,
si è assistito ad una progressiva normalizzazione del fenomeno, che ha portato nel 2005 a n. 7
nuove iscrizioni e a n. 1 cancellazione.
Concessione assegni nuclei numerosi e maternità, ai sensi artt. 65 e 66 L. 448/98
Nel corso dell’anno 2005 sono state istruite tutte le pratiche pervenute relativamente alla
concessione degli assegni di maternità e per i nuclei numerosi, alla cui erogazione provvede
successivamente l’INPS, così come previsto dalla normativa di riferimento.
Le domande esaminate durante l’anno 2005 sono state le seguenti:
•
•
per l’assegno di maternità (art. 66) sono state presentate n. 37 domande (di cui 3 respinte, 3
in sospeso e 31 con esito positivo per un ammontare complessivo di 43.868,35 Euro);
per l’assegno ai nuclei numerosi (art. 65) sono state presentate n. 67 domande ( di cui 11
respinte e 56 con esito positivo per un ammontare complessivo di 74.461,00 Euro).
Contributi e iniziative sociali
Relativamente all’U.O. disagio e minori, nel corso dell’anno 2005, sono stati concessi n. 3
contributi a Enti e Associazioni operanti in campo sociale e assistenziale, per un ammontare
complessivo concesso pari a Euro 13.060.00 circa.
Concessione assegni post- natale ai sensi art. 13, l.r. 44/98
28
Sulla base di quanto stabilito con deliberazione di Giunta regionale n. 2455 del 19 luglio 2004, a
decorrere dal 1° agosto 2004 sono state trasferite all’Amministrazione comunale le funzioni
amministrative riguardanti la concessione degli assegni post-natali previsti dalla l.r. 44/98. E’ stata
questa inoltre la prima occasione in cui è stato applicato, a livello regionale, l’Indicatore Regionale
della Situazione Economica Equivalente (I.R.S.E.E.), quale criterio di selezione degli aventi diritto.
Nel corso dell’anno 2005 sono state valutate complessivamente 401 istanze, di cui 52 respinte e 349
con esito positivo per un ammontare complessivo di assegni liquidati pari a Euro 243.638,13.
• SERVIZIO ANZIANI E INABILI
Dirigente: Stefano Franco e, successivamente, Loris Minelli
FUNZIONARIO: EGLE GAGLIETTO
Strutture residenziali e di ricovero per anziani
•
Microcomunità “Casa Famiglia” di Viale Europa e annesso Centro Diurno,
Microcomunità di Via G. Rey con annesso Centro Diurno, Residenza Protetta di Via Cap.
Chamonin e annesso Centro Diurno.
Nel corso del 2005 è proseguita la gestione affidata al Consorzio di Cooperative Sociali “Trait
d’Union” della Microcomunità “Casa Famiglia ed annesso Centro diurno di Viale Europa, della
Microcomunità di Via G. Rey ed annesso Centro Diurno e della Residenza Protetta ed annesso
Centro Diurno di Via Cap. Chamonin.
La gestione delle strutture si è svolta regolarmente ed in modo più che soddisfacente.
Si sono riscontrati dei problemi nell’organizzazione dei soggiorni climatici a favore degli utenti
inseriti nelle strutture. La maggior parte degli ospiti presenta problematiche sanitarie rilevanti che
hanno compromesso in modo significante la loro partecipazione all’iniziativa pertanto non è stato
possibile organizzare tale attività per gli ospiti delle microcomunità.
Al contrario il soggiorno organizzato per gli ospiti dei Centri Diurni ha riscontrato un notevole
successo ed ha visto incrementare la partecipazione degli utenti.
•
Microcomunità di C.so St. Martin de corléans, 77/a
E’ proseguita, nel corso del 2005, la gestione della microcomunità di Via St. Martin de Corléans
con annesso Centro Diurno, con esclusione delle prestazioni diurne erogate da personale Adest
comunale, affidata al Consorzio di Cooperative Sociali “Trait d’Union”. La gestione della struttura
con queste modalità è senza dubbio positiva e risponde in modo soddisfacente alle esigenze. Le
problematiche nella gestione del personale comunale rimangono invariate (numerose assenze,
parziale inidoneità degli operatori) ed anche nel 2005 si è fatto ricorso alle sostituzioni tramite il
lavoro interinale.
Sempre nel corso del 2005 il Consorzio “Trait d’Union” è stato autorizzato ad utilizzare la cucina
della microcomunità di Via St. Martin de Corléans per il confezionamento dei pasti della struttura e
del Centro Diurno e dei pasti a domicilio per la zona est della città utilizzando personale del
Consorzio, migliorando così la qualità del servizio precedentemente acquistato da parte del
Consorzio da altro soggetto.
•
Centro di Assistenza Diurna e Notturna “J.B.Festaz”
E’ proseguita, nel 2005, la gestione del Centro diurno e Notturno “J.B.Festaz” affidata alla Casa di
Riposo omonima. Il servizio è stato svolto in modo più che soddisfacente. Il Centro Notturno ha
ospitato utenti durante tutto l’arco dell’anno. Il Centro Diurno ha ospitato, per alcuni periodi
29
dell’anno (periodo natalizio, pasquale e mese di agosto), utenti autosufficienti per la consumazione
dei pasti che abitualmente si rivolgono alla struttura denominata “Circolino” e che, in detti periodi,
era chiusa. Non si è invece attivata la sperimentazione prevista con il “J.B.Festaz” per la
somministrazione di pasti a favore di utenti autosufficienti, in quanto si è proseguita per il 2005 la
collaborazione con il “Circolino”.
Considerazioni generali
Anche nell’anno 2005, il servizio infermieristico presso le strutture comunali è stato assicurato
direttamente dall’Azienda U.S.L. della Valle d’Aosta. Dal mese di agosto è iniziato un lungo
percorso per la predisposizione degli atti di gara per l’appalto dei servizi residenziali,
semiresidenziali, assistenza domiciliare, soggiorni climatici e compagnia telefonica e domiciliare.
E’ stato affidato un incarico di consulenza ad un esperto nell’ambito sociale, per la collaborazione
nella redazione del capitolato di gara. Il lavoro e le problematiche affrontate sono state molte e
l’impegno si è esaurito a fine d’anno ad espletamento gara.
Servizio di Assistenza domiciliare
Nell’anno 2005 è proseguita la gestione del servizio di assistenza domiciliare su tutto il territorio
comunale, affidata al Consorzio di Cooperative Sociali “Trait d’Union”. Il monte ore mensile
previsto per il servizio di assistenza domiciliare era pari a 7.000 ore mensili. Nel corso del 2005, per
esigenze assistenziali urgenti, sono state effettuate delle ore in più rispetto alle previsioni. Per i pasti
confezionati e consegnati giornalmente a casa degli utenti si è, invece, mantenuta la previsione
iniziale, anzi il servizio ha registrato una lieve flessione in termini di domanda. Il servizio
infermieristico domiciliare ha continuato ad essere svolto dall’Azienda U.S.L. della Valle d’Aosta.
Nel corso del 2005 è proseguita la gestione da parte del Consorzio “Trait d’Union” del servizio di
compagnia telefonica e domiciliare e l’organizzazione di soggiorni climatici per persone
autosufficienti e/o parzialmente autosufficienti. Il Consorzio per il servizio di compagnia telefonica
e domiciliare si è avvalso dei volontari dell’Associazione l’Ascolto.
Durante il 2005 sono stati impegnati mediamente n. 15 volontari, che hanno svolto il servizio di
compagnia telefonica a favore di 56 utenti per un totale di 2.116 telefonate. Nel corso del 2005
hanno usufruito del servizio di compagnia domiciliare n. 44 utenti, per un totale di 899 visite
domiciliari, e 1.663 ore di servizio, con l’impiego di 17 volontari.
Inoltre, 3 volontari hanno partecipato al soggiorno marino per persone parzialmente autosufficienti
organizzato a favore degli utenti dei servizi comunali collaborando con il Consorzio “Trait
d’Union”.
Progetto sperimentale “Assistenza domiciliare di Quartiere”
E’ proseguita, nel 2005, la sperimentazione del servizio “Assistenza domiciliare di Quartiere”
all’interno del Quartiere Cogne, con risultati più che positivi. Il servizio ha permesso una più
capillare conoscenza del Quartiere, l’attivazione delle risorse (volontariato, vicinato) all’interno
dello stesso con conseguente minor ricaduta di richieste di intervento sui servizi pubblici. La
sperimentazione ha terminato la sua prima fase a settembre ed è successivamente proseguita fino a
al 31.12.05.
Assistenza Domiciliare Integrata
30
E’ proseguita in modo positivo la collaborazione tra l’Azienda U.S.L. e l’Amministrazione
Comunale nella sede unica A.D.I. che trova collocazione presso l’Assessorato alle Politiche sociali,
agevolando gli operatori, che hanno la possibilità di interscambi di informazioni tempestive, e gli
utenti che in una sede unica trovano risposte alla richiesta di servizi e assistenza.
Contributi alternativi all’istituzionalizzazione – L.R. 22/93
Nel corso del 2005 è continuata la collaborazione con l’Amministrazione Regionale che ha istituito
un gruppo di lavoro, in cui era rappresentato anche il Comune di Aosta, per la predisposizione dei
nuovi criteri per l’erogazione dei contributi alternativi all’istituzionalizzazione di cui alla Legge
Regionale 22/93, nonché sui criteri di applicazione dell’IRSEE a tutti i servizi di cui alla Legge
Regionale 93/82.
L’erogazione dei contributi alternativi all’istituzionalizzazione previsti dalla Legge Regionale 22/93
ha rilevato un incremento di utenza nel corso dell’anno. Nel 2005, gli utenti che hanno usufruito di
un contributo per l’assistenza privata sono stati 135 di cui 33 nuove richieste. Il contatto diretto con
i fruitori del servizio, le tempestive comunicazioni e la liquidazione del contributo mensilmente,
non appena in possesso della documentazione necessaria presentata dagli utenti, hanno favorito la
gestione del servizio con soddisfazione da parte dell’utenza. Le minori entrate degli utenti ammessi
ai benefici della Legge Regionale 22/93 relativamente all’assistenza domiciliare pubblica di
competenza comunale, sono sempre state rimborsate dalla Regione, sulla base dei finanziamenti
della Legge Regionale 93/82.
Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza
Il 30 giugno 2005 è scaduta la convenzione con la Ditta “Tesan” gestore del servizio di
Telesoccorso e Teleassistenza, che è stata successivamente riaffidata alla stessa ditta per il triennio
2005/2008.
Centri d’Incontro
Nel 2005 è proseguita la gestione dei Centri d’incontro per le attività culturali e del tempo libero,
degli orti per anziani, dei soggiorni climatici e delle attività in piscina affidata alla Cooperativa
Sociale degli “Anziani per l’Autogestione”.
Nel mese di aprile è stato aperto un nuovo Centro d’Incontro in Via Valli Valdostane, al centro del
Quartiere Dora, permettendo così anche agli abitanti della zona est della città di avere una struttura
facilmente raggiungibile, in cui incontrarsi e socializzare, e che ha sostituito il centro d’incontro di
Via Mont Vélan, che ha terminato l’attività a settembre.
I Centri d’Incontro (Via Vuillerminaz, Quartiere Dora, Cral Cogne e Centro Estivo di Via
Vuillerminaz) sono frequentati da una media di 350 persone al mese. Il Centro d’Incontro estivo ha
trovato nuovamente collocazione, nei mesi di luglio e agosto, presso l’area verde di Via
Vuillerminaz, riscontrando un vivo apprezzamento nella popolazione ed una attiva partecipazione
degli anziani.
L’Attività in piscina ha visto la partecipazione di 15 persone ai corsi di nuoto e l’erogazione, a
prezzi agevolati, di 95 abbonamenti (da 5 o 15 ingressi), mentre i partecipanti ai corsi di ginnastica
sono stati 188. Gli orti coltivati dagli anziani nel 2005 sono stati 236.
31
E’ proseguita, per tutto il 2005, la gestione dell’area verde di Via Vuillerminaz da parte della
cooperativa degli Anziani per l’Autogestione con soddisfazione da parte dell’Amministrazione e
dell’utenza.
I soggiorni climatici per persone autosufficienti, che si sono svolti sulla riviera ligure, adriatica e
lacustri, hanno visto l’adesione di 570 anziani. Alle varie gite organizzate nell’arco dell’anno in
Valle e nel vicino Piemonte hanno partecipato numerosi anziani: gita a Viareggio (5 gg.) n. 34
partecipanti; gita in Umbria (5 gg.) n. 51 partecipanti; gita a Parigi (6 gg.) n. 100 partecipanti; gita
in Alsazia (2 gg.) 36 partecipanti.
L’Amministrazione comunale ha erogato contributi economici a favore di titolari di redditi minimi,
partecipanti ai soggiorni climatici, per un totale di €. 2.774,32.
E’ proseguita, nel corso del 2005, la convenzione con i comuni facenti parte del “Conseil de la
Plaine”, che prevede la partecipazione dei residenti, in detti comuni, alle attività svolte dai Centri
d’Incontro comunali.
Soggiorni climatici
Nel 2005 sono stati organizzati i seguenti soggiorni climatici:
1) soggiorni per persone autosufficienti gestiti dalla Cooperativa Sociale degli “Anziani per
l’Autogestione”: soggiorno primaverile sulla riviera ligure, soggiorni sulla riviera adriatica a
giugno e ad agosto-settembre, al lago ad ottobre. Hanno partecipato 570 utenti.
Contribuzioni erogate dall’Amministrazione comunale quale integrazione quote contributiva
€. 2.774,32.
2) Soggiorno climatico per persone parzialmente autosufficienti gestito dal Consorzio “Trait
d’Union” sulla riviera adriatica nel periodo maggio/giugno: partecipanti 15. Contribuzioni
erogate dall’Amministrazione comunale quale integrazione quote contributiva €. 2.148,02.
3) Soggiorno climatico per persone non autosufficienti organizzato in collaborazione con la
Casa di Riposo “Refuge P. Laurent” a Marina di Massa nel mese di maggio: partecipanti
utenti della casa di riposo 16, partecipanti utenti residenti nel Comune di Aosta nessuno.
Contributo erogato alla Casa di riposo per l’organizzazione di tale soggiorno € 15.840,08.
4) Soggiorno climatico per utenti ospiti dei Centri diurni comunali gestiti dal Consorzio “Trait
d’Union” svoltosi sulla Riviera Adriatica nel periodo maggio/giugno: partecipanti 15 utenti.
5) Soggiorni climatici per gli ospiti delle strutture comunali gestiti dal Consorzio “Trait
d’Union”: non è stato possibile organizzarli in quanto le problematiche sanitarie degli utenti
inseriti presso le strutture comunali sono molto gravi e non permettono il trasporto e la
gestione degli utenti presso strutture alberghiere.
Banco Alimentare
Nell’anno 2005 è proseguita la collaborazione con la fondazione Banco Alimentare della Valle
d’Aosta per promuovere lo stoccaggio e la distribuzione delle eccedenze alimentari sul territorio
aostano e promuovere la distribuzione verso le associazioni di volontariato, cooperative sociali, ecc.
che hanno un contatto diretto con le persone meno abbiente e che necessitano di assistenza.
Circolo “ANSPI San Martino”
32
Anche per l’anno 2005 è stata stipulata una convenzione con l’Associazione di Volontariato Circolo
“ANSPI S. Martino” per la gestione del servizio pasti caldi a favore di quegli utenti,
ultrasessantacinquenni individuati dal servizio sociale, che non presentano ancora le condizioni per
un servizio domiciliare e che attraverso questo servizio possono consumare un pasto in compagnia e
socializzare in un ambiente vivace e confortevole. Gli utenti che usufruiscono del pranzo e della
cena sono mediamente 10 al giorno. Nel 2005 sono stati confezionati 2.851 pasti presso questa
struttura, oltre ai 108 pasti confezionati per tale utenza dal Centro Diurno “J.B.Festaz” durante i
periodi di chiusura del “Circolino” (Natale, Pasqua, agosto).
Parafarmacard
Nel 2005 è proseguita la collaborazione con l’Azienda Pubblici Servizi per la concessione di sconti
sui prodotti parafarmaceutici presso le farmacie comunali a favore degli utenti titolari di redditi
minimi fruitori dei servizi erogati dall’Assessorato alle Politiche Sociali. Sono stati distribuiti 168
tesserini a favore degli utenti fruitori di questo sconto.
Considerazioni generali
Come per gli anni precedenti sono stati utilizzati i mezzi di informazione, media locali e comunicati
stampa, dépliants illustrativi per la diffusione delle iniziative promosse dall’Assessorato comunale
alle Politiche Sociali. Nel corso del 2005 sono stati concessi n. 11 contributi a favore di associazioni
varie per svolgere attività a favore degli anziani.
• SISTEMI INFORMATIVI COMUNALI
Dirigente: Loris Minelli
FUNZIONARIO: ROBERTO GENS
Nel corso degli ultimi anni, il SIC del Comune d’Aosta sta raccogliendo i frutti di un’attività
d’informatizzazione avviata già da diverso tempo, che si concretizza nello sviluppo di nuove
componenti applicative o evoluzione dei precedenti sistemi informativi di settore, nella disponibilità
in rete delle basi di dati, nell’attivazione di servizi in rete ai cittadini, esaltando le potenzialità delle
infrastrutture di base e delle reti realizzate negli anni precedenti ed ancora attualmente in corso
d’evoluzione ed espansione.
Il 2005 ha caratterizzato questo sviluppo sia per gli aspetti tecnologici, sia per quelli applicativi ed
ha prodotto innovazioni sostanziali, contribuendo al rinnovamento del lavoro d’ufficio e alla sua
organizzazione.
La costituzione della rete locale e dei sistemi di posta elettronica, il rinnovamento delle procedure
che costituiscono il sistema informativo comunale, sono state le principali attività che meritano di
essere proseguite con un consolidamento ed un più razionale sviluppo.
Per quanto concerne il patrimonio informatico operazionale alla data del 20.12.2005, sono attivi 307
Personal Computer, 3 terminali, 227 stampanti, oltre all’AS400 e 22 server applicativi e 11 router.
Sono collegati alla rete locale 301 personal computer (98%) dotati degli usuali strumenti di Office
Automation (Word, Excel, Outlook). Delle 301 postazioni di lavoro connesse in rete, 266
possiedono un indirizzo di posta elettronica. Le postazioni dotate d’accesso ad Internet sono 198.
Il SIC, sia nell’ambito dei sistemi informativi che delle tecnologie, ha continuato il processo
d’adeguamento secondo le linee del Piano di e-Government espresse dal consiglio dei ministri e dal
Ministero dell’innovazione tecnologica già intrapreso dal 2001. A tale scopo nel 2005, in
ottemperanza al Piano Regionale di e-Governement, ha iniziato la definizione degli accordi con
l’Amministrazione, che prevedono la creazione e l’implementazione di diversi portali operanti a
livello regionale. Questo percorso rappresenta un passaggio innovativo essenziale nell’evoluzione
del rapporto Pubblica Amministrazione-Cittadino, rapporto nel quale il cittadino assume sempre di
33
più i caratteri salienti del “cliente” dell’Ente pubblico, ossia del soggetto il cui grado di
soddisfazione fornisce la misura del livello di qualità del servizio offerto dalla Pubblica
Amministrazione.
Area Infrastrutture
Locazione operativa per rinnovo di 70 postazioni di lavoro.
Con l’avvento dell’informatizzazione di massa degli uffici, la Pubblica Amministrazione si trova
sempre più nella condizione di dover far convivere l’esigenza di mantenere elevati livelli qualitativi
dei propri strumenti di lavoro con la necessità di razionalizzare la spesa pubblica. A tal fine è stata
avviata dall’ufficio Economato, con la supervisione tecnica del SIC, l’attività diretta al
rinnovamento tecnologico delle postazioni di lavoro. L’accordo è stato terminato con una società di
mercato attraverso una pianificazione triennale delle attività di sostituzione. Questa iniziativa
consente al Comune di avere postazioni di lavoro sempre e costantemente aggiornate e di ridurre i
costi di gestione annessi, grazie alle caratteristiche proprie del contratto di locazione operativa.
Il SIC ha provveduto ad installare le nuove postazioni di lavoro e a dimettere le vecchie. Inoltre,
circa 30 postazioni di lavoro (dotate di un processore PIII) sono state completamente riviste e messe
a disposizione d’altri utenti che erano dotati di personal computer più obsoleti.
Cablaggio strutturato
E’ stato avviato il progetto per il rinnovamento del cablaggio voce-dati del Palazzo Municipale. Al
momento è quasi completato il nuovo cablaggio dell’Hotel des Etats e del mezzanino che ospiterà i
nuovi uffici del SIC.
Open Source
Il SIC, da alcuni anni, sta seguendo il settore dell’Open source alla ricerca di soluzioni che sono
inseribili nell’ambiente comunale. Nel 2005 si è deciso, dopo aver eseguito alcuni test, di installare i
software seguenti: Zip Genius 6.02 e PDF creator 9.0.. Tenendo conto che i due software precedenti
sono stati installati su tutti i nuovi 70 personal computer, si può stimare un risparmio di 70 x 80,00
Euro per un totale di 4.800,00 Euro.
Nuova Sala macchine
E’ in fase avanzata il completamento dei nuovi locali, già individuati nell’area ex alloggio del
segretario generale, che ospiteranno sia la nuova sala macchine sia i nuovi uffici del SIC sempre dal
punto di vista di migliorare ulteriormente il livello d’efficienza e di sicurezza dei servizi erogati: è
in corso il completamento del nuovo impianto di condizionamento.
Infrastruttura d’emissione della CIE
E’ stata eseguita la manutenzione dell’infrastruttura tecnologica per l’emissione della CIE composta
dai seguenti elementi:
• N. 1 Server
• N. 1 Firewall;
• N. 4 postazioni d’emissione complete;
• N. 1 rete lan dedicata.
Area Sistemi Informativi
Protocollo elettronico
34
Al fine di adeguare la gestione dell’iter e dei provvedimenti al protocollo elettronico sono state
avviati le protocollazioni decentrate della posta in uscita da parte dei servizi sociali, del commercio
e turismo. Ora sono in corso d’avviamento le sedi della Polizia locale e servizi ambientali.
Intranet comunale
Nel corso del 2005 è continuata la realizzazione dell’Intranet comunale, è il risultato di un’analisi
che ha rilevato come gli strumenti fin ad oggi adottati dal Comune ha sì apportato notevoli benefici
in termini organizzativi e di produttività, ma al contempo, si sono rivelati particolarmente onerosi,
sia dal punto di vista della gestione, per ciò che attiene alla complessità delle operazioni
d’installazione e manutenzione, sia dal punto di vista economico, per i costi che da loro derivano. In
questa prospettiva, il Comune d’Aosta si è attivato per implementare un ambiente di Intranet
aziendale orientando la propria scelta verso un modello istituzionale, in cui la razionalizzazione e
l’efficienza dei flussi di comunicazione interna sono finalizzate ad aumentare l’identità ed il senso
d’appartenenza al gruppo nel quale il dipendente è collocato e ad automatizzare servizi a basso
valore aggiunto. Il progetto ha attivato un nuovo sistema informativo interno, seguendo un preciso
schema funzionale che prevede un’architettura composta di uno strato di presentazione e utilizzo
delle informazioni e dei servizi e da un ambiente d’integrazione applicativa con gli altri sistemi. I
servizi attivati sono a caratterizzazione trasversale:
• gestione risorse condivise;
• gestione richieste al SIC.
ll progetto si configura così come un progetto incrementale a fasi, dove l’introduzione di nuovi
servizi diventa elemento fondamentale di continuità nell’evoluzione dei sistemi informativi
comunali e dell’assetto organizzativo interno.
Risultati legati all’evoluzione dei servizi erogati sulla rete comunale
Il grado d’informatizzazione della Pubblica Amministrazione si misura anche sulla quantità dei
servizi disponibili sulla rete interna comunale. A tal riguardo una serie d’iniziative minori, rispetto
ad altre che sono state avviate ha permesso la condivisione, tra i diversi servizi, di alcune basi dati.
Si è trattato, nel dettaglio di:
• Avviamento della nuova centrale operativa della polizia municipale;
• Installazione di ZIP genius per comprimere i file;
• Installazione di PDF creator che genera un file pdf da qualunque programma che permetta di
stampare;
• Le 70 nuove postazioni di lavoro sono state abilitate alla visualizzazione via web della base dati
anagrafe rispettando la nuova normativa sulla privacy;
• Attivazione della gestione della posta elettronica via web tramite internet per permetterne
l’utilizzo da parte dei consiglieri comunali, dirigenti e funzionari.
• Sono stati sperimentati i servizi People nel settore demografico con presentazione dei risultati al
convegno ANUSCA 2005.
Rinnovamento del sito istituzionale
Nel corso del 2005 è continuata la realizzazione del nuovo sito Internet comunale. Lo spunto per
l’attuazione di quest’attività deriva dalla necessità di avviare uno studio funzionale e
d’implementazione del portale dei servizi in rete al cittadino sull’onda del progetto Carta di Identità
Elettronica.
Il Comune d’Aosta ha dato inizio ad una serie d’attività dirette a realizzare un progetto di
rinnovamento globale del sito istituzionale del Comune, che gli consenta di raggiungere risultati
ambiziosi.
35
Il percorso verso tale direzione è già iniziato: allo stato attuale una serie d’interventi è già in atto ed
altri sono già stati pianificati e riguardano inizialmente il rinnovamento sia della grafica, sia degli
attributi ergonomici, sia dei contenuti del sito (per esempio è in previsione l’attivazione di una
funzionalità di content management dalle forti potenzialità, con obiettivi d’integrazione e
condivisione della conoscenza aziendale). L’attuazione del progetto richiede però un’elevata
cooperazione interna tra gli organi amministrativi comunali. L’importanza di questo lavoro di
gruppo è strategica rispetto ai risultati potenziali che è possibile raggiungere.
Migrazione delle banche dati SIT in ambiente Oracle
Nel 2005 è stato ulteriormente affinato il porting, attraverso una profonda attività di bonifica sulle
tabelle del DBMS Oracle proventi da Access.
Risultati legati all’emissione della CIE
Alla data del 31/12/2005 sono state emesse circa 24.471 carte (pari a circa l’80%) della
popolazione.
Area Esercizio
Conseguire standard ottimali nell’utilizzo e nel funzionamento dei programmi e delle attrezzature
informatiche
Un importante passo avanti è stato fatto nella definizione di alcuni aspetti organizzativi interni al
SIC. E’ stato assegnata, tramite un incarico formale ad un funzionario in organico al SIC, la
responsabilità della sicurezza informatica.
E’ in fase di conclusione la redazione del documento programmatico della sicurezza informatica
relativa all’ufficio SIC.
Inoltre, è stata redatta una nuova rendicontazione dello stato di avanzamento dei progetti, in
collaborazione con la società controllata In. Va. s.p.a. per migliorare il monitoraggio dei progetti.
Infine, e’ in corso la messa a punto per la presentazione delle richieste al SIC tramite l’intranet oltre
alla possibilità tramite l’help-desk.
Bonifiche e normalizzazione delle banche dati
L’attività di bonifica e normalizzazione dei dati durante il 2005 si sono concretizzate nelle seguenti
operazioni:
•
•
•
•
•
•
•
Bonifica e completamento dei dati anagrafici dei Comuni italiani ed esteri;
Bonifica sulle nazioni e nazionalità;
Bonifica degli stradari dei Comuni italiani presenti in archivio;
Bonifica dati per il passaggio della TRSU da TIA;
Bonifica dati TRSU;
Bonifica oggetti territoriali;
Bonifica dati SIT per passaggio a DB Oracle.
36
Macro attività operative e di gestione del sistema informativo per il triennio 2003-2005
Sono state eseguite le attività seguenti:
•
•
dismissione dall’IBM AS400
1. avviamento della migrazione dello storico del protocollo elettronico;
2. completamento dell’analisi della situazione attuale della gestione delle delibere per
una futura migrazione in un ambiente windows;
3. Realizzazione della prima fase di migrazione dei dati storici del personale
dall’AS400 al nuovo ambiente in ascot3;
Avvio di uno studio realizzazione sistema gestione della sicurezza informatica.
Rapporti di collaborazione con la Regione Valle d’Aosta, ASL, CELVA.
E’ stata installata presso la nuova sala macchine del SIC il collegamento alla rete “Partout”.
Nel corso del 2005 è continuata la collaborazione riguardante l’accordo regionale in materia
d’innovazione e sviluppo delle tecnologie informatiche e telematiche tra Regione Valle d’Aosta, il
Consiglio Permanente degli Enti Locali, il Comune d’Aosta, il Consiglio Regionale della Valle
d’Aosta, l’Università della Valle d’Aosta e la Chambre de la Vallée d’Aoste per il triennio 20042006. Inoltre, è stato avviato in collaborazione con la Regione Valle d’Aosta lo sportello unico delle
attività produttive.
E’ stata ulteriormente consolidata, da parte del Servizio Sistemi Informativi Comunali, la scelta
strategica di mantenere all’ente locale le funzioni d’indirizzo e di controllo e di esternalizzare quelle
più propriamente esecutive. La gestione del sistema informatico comunale è stata realizzata in
collaborazione con la società partecipata IN. VA. Si coglie l’occasione per rammentare che la
collaborazione con IN. VA. spa deriva da apposita convenzione triennale, e che tale società vede, ai
sensi della L.R. 16/96, una partecipazione del Comune di Aosta per una quota del 15% del capitale
sociale e che la richiamata collaborazione si è finora sviluppata con positivi risultati.
***
Area n. 4
Sport - Pubblica istruzione - Cultura e Politiche giovanili.
• SERVIZIO SPORT
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Anna Maria Careri
FUNZIONARIO: LUCA RAINERO
Gestione di impianti sportivi
Il Servizio sport ha in primo luogo assicurato l’ordinaria conduzione degli impianti sportivi gestiti
direttamente dall’Amministrazione comunale o comunque non completamente esternalizzati (stadio
Puchoz, campi di calcio Ghignone, Zambroni e F. Genisot, palestre Binel, Cogne, Liconi, Volontari
del Sangue e Dora, pista rotellistica, campo di atletica leggera e campo di rugby/baseball fino a che
è stato disponibile), attività che ha occupato proficuamente l’apposita squadra di addetti e che,
grazie al reintegro di risorse lavorative, ha potuto finalmente riprendere con soddisfazione la
normale programmazione annuale delle manutenzioni (semine, tinteggiature, lavori di ripristino di
carattere non strutturale).
Unitamente all’ordinaria gestione, il Servizio sport, confermando la propria volontà di procedere,
sulla base di un programma interno di lungo periodo, e compatibilmente con le risorse umane e
37
finanziarie disponibili, ad una riqualificazione delle strutture e delle attrezzature sportive in
gestione, si è reso promotore di una serie di iniziative di carattere più straordinario.
Nell’ambito, pertanto, di una indispensabile collaborazione con il competente Servizio stabili
comunale, nonché con il Servizio Economato, si segnalano, per l’anno in corso, alcuni degli
interventi che si ritengono maggiormente significativi:
Stadio Puchoz: rizollatura straordinaria (agosto 2005) per l’avvio della stagione 2005/2006, a
seguito della imprevista devastante presenza di larve di maggiolino.
Complesso Montfleury: attiva e fattiva opera di consulenza e di istruttoria, condotta direttamente
dall’Ufficio sport, per l’acquisto e la posa di prefabbricati in sostituzione degli attuali destinati ad
uso spogliatoi, ormai obsoleti e fatiscenti – sistemazione con relativa tinteggiatura e stuccatura
totale dei suddetti spogliatoi in tempo utile (luglio/agosto 2005) per l’avvio della stagione calcistica
2005/2006 – rinnovo attrezzature sportive di riferimento (bandierine, porte pulcini, reti) – avvio
acquisto box per il ricovero attrezzature a favore delle società sportive concessionarie – avvio
acquisto nuova seminatrice.
Campo Rugby/Baseball: partecipazione attiva alla consulenza tempistica della predisposizione del
manto erboso nelle fasi finali del cantiere che ha visto la costruzione della nuova tribuna spettatori,
oltre agli annessi magazzini, servizi, spogliatoi, nonché all’impianto di illuminazione ed irrigazione
– avvio del cospicuo acquisto di arredi spogliatoi nonché di attrezzature sportive del campo in uso
alle discipline di riferimento.
Campo di atletica: lavori straordinari ed autonomi di sistemazione della recinzione esterna del
campo (in attesa di una sostituzione decisamente strutturale della medesima) e di tinteggiatura degli
interni della struttura, riordino generale e pulizia straordinaria del verde e della pista.
Pista Rotellistica: sostituzione dell’ormai inutilizzabile cancello della struttura.
Palestra Dora: acquisto attrezzature sportive richieste dagli utenti (24” – canestri – porte pallamano)
– avvio acquisto timers e tabelloni di cristallo di scorta.
Palestra Volontari: termine dei lavori della palestra basket (pavimentazione, illuminazione,
riscaldamento tribuna e palestra), pulizia straordinaria e relativa consegna alle società sportive in
tempo utile all’avvio dei campionati (settembre 2005) – costruzione artigianale tabelloni plexiglass
palestra basket come da nuove normative Coni – acquisto canestri – avvio acquisto tabellone
elettronico ed arredi per la palestra.
Palestra Cogne: piccoli, ma numerosi interventi di manutenzione post-riapertura.
Palestra Liconi: tinteggiatura completa e stuccatura dell’intera zona utenza (servizi, spogliatoi,
scale, atrio).
Centro tennis: interventi sui campi 5 e 6 – riparazione serbatoio gasolio ed ottimizzazione impianto
elettrico (tutto UTC).
Piscina: acquisizione materiali utili all’apertura estiva della piscina successivamente in
ristrutturazione (griglie e co.) – tinteggiatura generale dell’impianto a cura del Servizio sport –
manutenzione del verde dell’impianto (marzo/maggio) nelle more della definizione della gara di
appalto per l’affidamento estivo – solerte, imponente ed autonoma operazione di sgombero della
38
struttura per una celere consegna della medesima alla ditta incaricata dei lavori di costruzione della
nuova vasca per bambini e le altre operazioni di ristrutturazione previste.
Palaghiaccio: cospicuo acquisto di nuovi arredi spogliatoi (n. 60 panche) per lo stadio comunale del
ghiaccio – partecipazione attiva alle operazioni finali di risistemazione per la riapertura (febbraio
2005).
Pesistica: interventi diversi sull’impianto di riscaldamento (UTC).
Si aggiunge un’opera copiosa e capillare di costante (giornaliera) segnalazione ai competenti servizi
tecnici delle necessità manutentive di volta in volte rilevate (stabili, acquedotto e ambiente,
illuminazione pubblica, verde, ecc.).
Si rileva, inoltre, il consolidamento della proficua collaborazione con i soggetti che operano nella
realtà sportiva locale (Federazioni e società sportive), cui sono state affidate, anche per l’anno 2005,
le gestioni di alcuni impianti, nel pieno rispetto delle disposizioni contenute nella relazione
previsionale programmatica.
In tal senso, si rammentano le convenzioni annuali per la gestione delle palestre comunali (Dora,
Binel, Via Volontari del Sangue “basket”, Liconi e Cogne) e del campo di rugby/baseball
(quest’ultimo solo fino all’avvio del cantiere). Strutture assegnate mediante convenzioni alle
Federazioni di basket, pallavolo, tennis tavolo, nonché a società come l’Associazione sportiva
Pallamano Vallée d’Aoste, il Rugby Valle d’Aosta 1971, l’Aosta Bugs Baseball & Softball e la
Società Ginnastica Olimpia Aosta.
Nella medesima direzione, anche gli affidamenti pluriennali di altri impianti. In particolare,
l’attribuzione per la sola stagione estiva 2005, previo esperimento di apposita evidenza pubblica,
della piscina scoperta, dell’affidamento triennale della gestione del maneggio comunale alla Società
sportiva Sport Ippici Valdostani, l’affidamento triennale del poligono comunale alla Sezione di
Aosta del Tiro a Segno Nazionale, la proroga gestionale dello stadio comunale del ghiaccio alla
Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, l’affidamento annuale della sede presso lo stadio comunale
alla Società calcistica Vda Aosta Sarre.
In tema di impianti sportivi si aggiunge che, con provvedimenti diversi, la Giunta comunale o il
dirigente di riferimento hanno disposto una serie di concessioni per manifestazioni rilevanti in
ambito cittadino e nazionale, sia a favore di soggetti sportivi (campo di atletica leggera – 1 atto),
che non sportivi (pista di rotellistica – 4 atti).
In tema di offerta alla cittadinanza si precisa, infine, che, con atti di concessione, sono stati
assegnati altri impianti (lo Stadio Puchoz, i campi del complesso calcistico Montfleury, l’impianto
di rotellistica, le ore extra-scolastiche delle palestre comunali) gestiti direttamente “in economia”
dal Servizio Sport. I dati di queste concessioni riportano che, tramite assegnazioni annuali oppure
una tantum, i sodalizi sportivi, le scuole, i circoli ricreativi, le associazioni amatoriali soddisfatte
sono state n. 35 che hanno nei fatti prodotto, a cura degli uffici, n. 59 atti amministrativi concessori.
A completamento della descrizione operata, ultimi ma non meno importanti, si ricordano i seguenti
espletamenti:
- l’opera di acquisizione (via preventivo) e conseguente liquidazione costante di attrezzature e
materiali utili alla manutenzione degli impianti di proprietà, sempre nei termini previsti dalla
normativa vigente (30 giorni);
39
- l’aggiornamento costante ed attento del vastissimo inventario degli impianti sportivi e del
magazzino del Servizio Sport;
- il monitoraggio continuo delle utenze (che ha permesso spesso utili disamine ai fini della
rilevazione dei costi ordinari degli impianti sportivi);
- la contabilizzazione dei suddetti costi (strumento assai utile anche all’Ufficio ragioneria e alla
Giunta comunale per le valutazioni da esprimere in ordine allo stabilimento di quote e tariffe in
base a percentuali di copertura prescelte);
- il conteggio delle ore di utilizzo degli impianti da parte della numerosa utenza e la relativa
fatturazione;
- la predisposizione, per l’approvazione nei tempi giusti da parte della Giunta, di orari, tariffe
(impianti esternalizzati) e quote (impianti gestiti in economia) previo completamento delle
inevitabili e mai semplici istruttorie.
Tra le ‘varie’ per l’anno 2005, non si possono omettere i due ricorsi nei quali l’Ufficio è incorso
(affidamento stadio Puchoz ed affidamento piscina comunale), riportando in entrambi i casi
schiaccianti consensi da parte del giudice amministrativo, ma che, tuttavia, hanno impegnato non
poco i livelli apicali del Servizio. E ancora: la conclusione dell’annosa vertenza (cd. ‘Cintori’) che
riguardava lo stadio del ghiaccio (e vedeva i suoi primi vagiti nel lontano 1985).
Hanno impegnato l’Ufficio sport in maniera non trascurabile anche gli approfondimenti riguardanti
le varie mozioni ed interrogazioni, nonché le richieste di accesso agli atti pervenute.
Non possono mancare a questa disamina il cd. Palaindoor e le sue prossime evoluzioni strutturali (il
secondo lotto). A seguito del lavoro svolto dai professionisti incaricati (che avevano comunque
richiesto la pesante individuazione e preparazione dei dati richiesti, l’affiancamento,
l’approfondimento e la comprensione delle conclusioni raggiunte), il medesimo lavoro è stato
attentamente studiato in attesa degli indirizzi definitivi che dovranno esplicitare le modalità
gestionali scelte dal competente organo collegiale dell’Amministrazione. Si aggiunge il difficile
compito di riordino e coordinamento (segretario, edilizia/urbanistica, patrimonio, stabili – società e
federazioni sportive interessate – progettista – amministrazione regionale) svolto dal Servizio sport
in fase di studio del progetto definitivo del secondo lotto (campi tennis e palestra arrampicata).
Si richiama peraltro, in ossequio al dichiarato obiettivo di legislatura, l’avvio del tavolo di
concertazione con il Coni e le società sportive per le tematiche dello sport (gestione impianti, quote
di utilizzo, regolamento contributi).
La concretizzazione del lavoro svolto con, e per il tramite, dei soggetti sportivi coinvolti ha
permesso, ancora una volta, risvolti positivi in termini di risultati agonistici. Per l’anno 2005, non
potendo confermare, come consuetudine degli ultimi anni, i positivi risultati dei sodalizi calcistici,
si citano tuttavia i buoni riscontri agonistici e di adesione della ginnastica artistica cittadina, della
pesistica, delle bocce, delle discipline natatorie e dell’atletica leggera, a riprova del fatto che
l’offerta di impianti sportivi è sufficiente alle aspettative dell’utenza permettendo per giunta ottimi
risultati in termini agonistici. Si confermano anche i risultati sportivi, l’interesse del pubblico ed il
gradimento dei giovani della città per discipline quali il basket e la pallavolo – discipline a cui
l’Amministrazione comunale offre molto (4 palestre) – verificate durante le normali gare di
campionato, ma anche in occasione di singole manifestazioni, peraltro spesso patrocinate
dall’Amministrazione.
Manifestazioni sportive e ricreative
L’anno 2005 si è caratterizzato, come di consueto, dal notevole impegno finanziario
40
dell’Amministrazione in favore di soggetti, Associazioni/società sportive, Enti di promozione
sportiva e circoli che operano nella realtà locale. Detto impegno si è profuso e suddiviso, per giusta
equità, nei confronti di numerose discipline sportive: basket, atletica leggera, sci, calcio a 5,
podismo, calcio, ginnastica, motociclismo, automobilismo, danza, rugby, pattinaggio su ghiaccio,
boxe, corsa in alta montagna, arrampicata ed altri ancora. Il tutto nella piena trasversalità
dell’utenza di riferimento: dai bimbi ai ragazzi, dagli adulti in età agonistica agli amatori.
In tal senso, particolarmente gravoso è stato il compito di vagliare le diverse proposte pervenute al
Servizio Sport al fine di individuare le manifestazioni sportive di più grande interesse, sia per la
comunità locale, sia per i turisti presenti nella città.
Gli interventi – sempre caratterizzati dalla produzione dei relativi provvedimenti di indirizzo e/o
gestionali – a cui sono stati concessi, nel rispetto dei criteri individuati nel Regolamento per la
concessione di provvidenze, approvato dal Consiglio comunale, il patrocinio morale
dell’Amministrazione comunale e/o il sostegno finanziario una tantum, e/o i beni strumentali
dell’ente e/o l’attività lavorativa delle risorse umane in forza all’ufficio, sono stati
complessivamente n. 36.
Si ricordano, in generale, i saggi di ginnastica rivolti ai più giovani (Augusta Praetoria, Gym Aosta,
Olimpia), i diversi rendez-vous cestistici (Befana del minibasket, Bimbumbasket, Trofeo Stefano
Testa), i tornei calcistici di varia natura (Acsi, San Giorgio e Giacomo, Sangiorgese Veterani, Figc,
Gruppo Interforze Regionale Calcio a 5), i raduni ‘cittadini’ (Vivicittà, Bicincittà), le manifestazioni
di atletica ed affini (Podisport, Meeting Calvesi, Trofeo del Borgo, Skyrunning, Trofeo Bartoloni,
Avmap, Trofeo 7 Torri) e le manifestazioni di sport invernali (Vvf Godioz Biathlon, Pattinaggio
artistico su ghiaccio, Short track e Skating). Si aggiungono altri eventi (Raduno di auto d’epoca
Squadra Corse VdA, raduno motociclistico Ccs Moto, Trofeo Joe Mazza di arrampicata), nonché
una gara di braccio di ferro, novità del 2005, a cura della Federazione Italiana di Pesistica e Cultura
Fisica, che hanno certamente destato l’interesse della cittadinanza e soddisfatto le attese
dell’Amministrazione comunale stessa.
In particolare poi, rispetto a tale elenco, rilevano in ordine ad importanza assunta e qualità espressa,
la “Skyrace”, o Aosta-Becca di Nona con partenza ed arrivo in piazza Chanoux, il Meeting di
atletica leggera “Alessandro Calvesi” e la manifestazione, svoltasi in modo spettacolare, in piazza,
in notturna e nel periodo delle feste natalizie, della National Ski Race di sci nordico alla presenza di
atleti nazionali ed internazionali.
A queste, inoltre, si aggiungono la collaborazione, d’intesa con la Regione Valle d’Aosta ed il
Toroc, finalizzata alla migliore realizzazione della tappa aostana del viaggio della Fiamma
Olimpica nonché le attività di promozione alla pratica degli sport invernali, in sinergia con lo Sci
Club Aosta, quali corollario del Parallelo Internazionale di Sci svoltosi durante le passate festività
natalizie.
Si rammentano poi le convenzioni con i due sci club cittadini (Sci Club Aosta per lo sci alpino e Sci
Club Fallère per lo sci nordico) per l’erogazione di contributi annuali di carattere gestionale.
Il Servizio sport ha inoltre provveduto (n. 4 atti), come ormai consuetudine, ad organizzare con
risorse proprie la XIX edizione del Trofeo “7 Torri”, staffetta che tradizionalmente riscuote
particolare successo in termini di pubblico e di partecipazione degli atleti, in lieve ma costante
crescita negli ultimi anni.
Infine, si evidenziano n. 36 provvedimenti di “back office” istruiti dall’Ufficio stesso al fine di
41
acquisire beni di rappresentanza, di ottemperare alla liquidazione dei contributi inerenti le
manifestazioni o alla cancellazione dei relativi impegni, al conferimento di servizi da affidare e poi
da liquidare, al pagamento di servizi acquisiti per una migliore divulgazione dell’operato del
Servizio e delle iniziative da esso proposte.
A conti fatti, rileva segnalare che, al minimo, si è trattato per l’Ufficio di una mole di lavoro che ha
riguardato l’elaborazione di più di settanta atti, tra deliberazioni e determinazioni dirigenziali, a cui
si aggiungono, infine, venticinque concessioni di premi di rappresentanza, all’uopo istruite, erogati
nei confronti dei soggetti richiedenti.
Corsi comunali di avviamento allo sport
Al fine di migliorare il servizio offerto, per consentire all’Amministrazione comunale e all’utenza
una migliore programmazione e nello spirito di rendere più agevole il rapporto dei cittadini con
l’Amministrazione comunale, alcune innovazioni che si ritengono funzionalmente significative
erano già state introdotte nel 2003 per le iscrizioni ai corsi di formazione fisica e di avviamento allo
sport e per le altre pratiche a ciò connesse. La nuova procedura sperimentata ha permesso di rendere
il momento dell’iscrizione molto più agevole, sia per l’utenza, che ha potuto in poco tempo
regolarizzare definitivamente l’iscrizione senza dover procedere alle tradizionali pre-iscrizioni, sia
per gli Uffici comunali coinvolti, nella fattispecie, i Servizi Sport, Sistemi Informativi e Ragioneria.
In tal senso, la scelta di confermare definitivamente la suddetta procedura si è rivelata avveduta a
fini funzionali e ben gradita dagli utenti di riferimento (genitori).
L’Amministrazione comunale, sulla base delle indicazioni fornite dal documento programmatico di
riferimento elaborato dal Consiglio comunale, e proseguendo sulla linea delle scelte intraprese nella
seconda fase dello scorso anno, ha proceduto a gestire direttamente tutto il programma dei corsi
(invernali, primaverili ed estivi) avvalendosi per la sola fase didattica ed operativa dell’esperienza e
della competenza dei soggetti deputati per definizione all’insegnamento delle discipline sportive,
vale a dire le Federazioni e le singole società sportive. Grazie alla scelta operata si possono
considerare raggiunti gli obiettivi auspicati in relazione al tentativo di ricostruire il positivo
approccio dell’utenza cittadina ai corsi in questione. Ne è dimostrazione il trend in crescita delle
adesioni ai corsi comunali da parte dei minori residenti sul territorio comunale e non solo. In effetti,
le adesioni di bambini e ragazzi dei Comuni limitrofi è in aumento e costituisce per
l’Amministrazione comunale motivo di orgoglio per il ruolo promotore che è giusto spetti al
Capoluogo regionale, ma anche importante introito, considerato che i non residenti pagando la
quota intera, versando importi che superano (all’incirca del 70%) la quota riservata ai ragazzi di
Aosta. Il fatto stesso che le adesioni generali crescano è sintomo dell’erogazione di un buon servizio
prezzo/qualità che, proprio per questo motivo, trova consenso presso le famiglie dei minori
partecipanti alle iniziative comunali.
In termini propositivi, sono state programmate tutte le tradizionali discipline che da anni
compongono l’offerta sportiva rivolta agli studenti della scuola dell’obbligo di età compresa tra i 6
e i 14 anni, con qualche novità, utile a variegare il programma (ma soprattutto a testare il
gradimento dell’utenza) e con qualche difficoltà legata alla mancata disponibilità delle strutture (es.
apertura tardiva palaghiaccio, chiusura campo rugby/baseball) e alla risposta da parte dell’utenza.
Nell’ambito di una razionalizzazione dell’offerta concernente i corsi in argomento (prevista dalla
suddetta relazione), per il tramite di apposito monitoraggio dei corsi svolti, ed in base al verificato
gradimento da parte dell’utenza, si è proceduto a confermare o sostituire le discipline che hanno
composto il programma della scorsa stagione sportiva. La proposta complessiva per il 2005 ha
pertanto previsto interessanti novità quali il corso di minibasket (ottime adesioni), il corso di
42
pallamano (iscrizioni non esaltanti), quello di pattinaggio a rotelle (grandemente apprezzato) e
quello di tennistavolo (numeri decenti, secondo le attese), tutti corsi che, verificato a suo tempo,
come chiesto dal Consiglio comunale, il gradimento dell’utenza, sono stati riproposti dopo un anno
(o due, a seconda dei casi) di opportuna sospensione. Non da ultimo, si segnala il riuscito tentativo
di reinserire nel programma, a seguito della riapertura dello stadio comunale del ghiaccio, lo
svolgimento del corso di pattinaggio su ghiaccio (un successo), così come il tentativo di riproporre
(nonostante il mancato espletamento dell’ultima edizione) il corso di canoa e kayak (poche
adesioni, ma raggiunto il numero minimo atteso), iniziativa introdotta per la prima volta l’anno
passato e che si riteneva interessante monitorare ancora per una stagione.
Valutato il mancato gradimento dell’annata sportiva precedente (e l’indisponibilità di alcuni
impianti) sono stati eliminati dal programma i corsi di pesistica, bocce, tiro a segno, baseball e
rugby. Al tempo stesso, però, si sono riproposte nuove discipline introdotte solo nel 2004 quali la
danza sportiva, il judo, il karate, gli scacchi e l’orienteering, che hanno confermato la bontà degli
studi condotti dall’Ufficio sulle preferenze dei giovani aostani e le conseguenti scelte operate dalla
Giunta comunale.
A fronte dei programmi elaborati dal Servizio sport, i numeri continuano ad essere confortanti,
specie per iniziative in crescita quali l’atletica, il calcio a cinque, le danze, le arti marziali, il
pattinaggio (su lame o su rotelle), lo sci nordico, l’equitazione, gli scacchi e per quelle che, tutto
sommato, si confermano, come il nuoto, lo sci alpino, il tiro con l’arco e la mountain bike.
Per le valutazioni da operare, si registra una maggiore (interessante) distribuzione degli utenti sui
diversi corsi programmati, a differenza di qualche anno fa, quando alcune discipline catalizzavano il
grosso delle iscrizioni (nuoto e sci su tutte). Il risultato di questa maggiore oculatezza nelle scelte
dei giovani aostani costituisce la vera novità dell’anno, situazione che (grazie anche all’operato
attento dell’Ufficio sport) ha permesso l’attivazione di tutti i corsi proposti dall’Amministrazione
comunale (solo l’anno scorso ben 6 corsi – su 29 previsti – non si erano svolti per mancanza di
iscritti). Quest’anno invece tutti e 30 i corsi proposti si sono regolarmente attivati. Su tre di essi
(calcio a 5, nuoto e – novità – scacchi) si sono addirittura previsti due cicli di corso (uno invernale
ed uno primaverile).
Sulla scorta poi dell’esperienza di questi ultimi anni di gestione direttamente espletata dall’Ufficio
sport, la razionalizzazione si è altresì attuata organizzando quanto più possibile cicli di corsi
(invernali, primaverili, estivi), tra loro nettamente distinti (periodi indicativi rispettivamente di
novembre/febbraio, marzo/maggio, giugno/agosto), ad evitare sovrapposizioni nell’offerta
complessiva del Comune e per dare, in tal modo, la possibilità ai minori partecipanti ai corsi
comunali di non dover sacrificare alcune scelte ‘primaverili’ in favore di quelle precedentemente
operate in sede ‘invernale’. Lo stesso dicasi in ordine al tipo di discipline di volta in volta prescelte,
che sono state tra loro equamente distribuite nei rispettivi cicli stabiliti (es. 15 in inverno e 15 in
primavera) e, allo stesso tempo, nei medesimi ripartite, secondo criteri di possibile continuità (es.
danza moderna in inverno e danza sportiva in primavera, karate in inverno e judo in primavera,
pattinaggio su ghiaccio in inverno e pattinaggio a rotelle in primavera, ecc.). Il tutto, ovviamente, si
è realizzato compatibilmente con le disponibilità rilevate presso i gestori dei corsi e salvaguardando
la bontà dell’erogazione di un servizio che è risultato comunque soddisfacente sia dal punto di vista
(soprattutto quello del bambino) dell’insegnamento della disciplina proposta, che dal punto di vista
(quello del genitore) del prezzo/qualità dell’iniziativa proposta.
Un’ottima risposta, a conforto ancora una volta delle scelte operate, si è riscontrata infine per i corsi
organizzativamente più complessi: sci alpino e sci nordico. La medesima soddisfazione si rileva per
il corso di nuoto e per la tradizionale ‘Estate in piscina’, iniziative per le quali il Servizio sport ha
43
operato, diversamente che in passato, un’evidenza pubblica riservata (comunque) alle associazioni
sportive natatorie della città di Aosta. In entrambi i casi la soddisfazione dell’Amministrazione può
considerarsi piena, in quanto i numeri delle adesioni ed il gradimento esplicito dei partecipanti,
esternato per il tramite di genitori soddisfatti, confortano il lavoro e le scelte operate.
La buona riuscita delle iniziative in argomento trova comunque ragione nell’organizzazione
davvero efficace posta ormai in essere.
Si rilevano, in fase di preparazione: la contrattazione per l’acquisizione preliminare di spazi
(amministrazione regionale, coni, altre) – gli adempimenti assicurativi – la notevole contrattazione
(data la mole di corsi attivati ed il corrispondente numero di referenti) dei preventivi di spesa – il
calcolo delle quote da sottoporre all’approvazione della Giunta (che discende da un monitoraggio
attento e registrato dei costi sostenuti di anno in anno) – la gestione informatizzata della
documentazione medica – l’acquisizione continua di attrezzature sportive, il costante reintegro del
magazzino corsi ed il conseguente aggiornamento del connesso inventario.
Si sottolineano, invece, in fase di gestione: la predisposizione/distribuzione delle locandine di
promozione dell’iniziativa e della fase divulgativa via media con l’ausilio dell’Ufficio stampa – il
coordinamento con i soggetti terzi coinvolti (tesoreria, ufficio stampa, ragioneria, sic) – la
sottoscrizione di disciplinari e convenzioni con i gestori dei corsi – la gestione dello sportello con
l’approntamento della cospicua modulistica prevista – la gestione delicata con l’utenza nelle fasi di
iscrizione – il caricamento di tutti i dati utili alla gestione dell’archivio informatico (fatturazione,
contabilità, dati personali) – la predisposizione e l’invio di tutta la corrispondenza con l’utenza
(1500 lettere circa), i comuni limitrofi, le scuole ed i gestori dei corsi – i rapporti, anche esterni, con
i gestori (consegna e ripresa in carico delle attrezzature, sopralluoghi di controllo) – rimborsi
all’utenza – esenzioni all’utenza - liquidazioni (gestori e fornitori) – spedizione fatture utenza –
adempimenti aggiuntivi e facoltativi (predisposizione questionari di gradimento e/o attestati di
frequenza).
Le frontiere dell’anno 2005 sulle quali il Servizio può dire di aver proficuamente operato sono:
•
•
la previsione di un’accurata programmazione di sopralluoghi presso le sedi di svolgimento
dei corsi, che ha dato buoni frutti, sia con riferimento alla rilevazione del buon esito
dell’iniziativa, sia, talvolta, con riguardo alle contestazioni operate presso i gestori meno
attenti;
la predisposizione di attestati di frequenza (uno per ciascun partecipante), su carta
pergamena, a firma autorevole dell’Assessore, testimonianza molto gradita dai partecipanti
di tutte le età.
In conclusione, la sensazione di aver ben operato ha trovato comunque conferma nel contatto
quotidiano con l’utenza presso gli sportelli del Servizio sport e nelle varie riunioni organizzative
che si sono tenute nel corso dell’anno.
A completamento di queste attività, vanno sottolineati alcuni adempimenti trasversali riconducibili
all’intero svolgimento dei tre punti precedenti, ovvero:
•
•
•
controlli semestrali dichiarazioni sostitutive (condotte ‘a tappeto’);
verifica annuale (in tutte le sue fasi: sollecito, costituzione in mora e messa a ruolo) delle
morosità risultanti dai controlli nella contabilità di riferimento (corsi, impianti);
predisposizione, con rispetto delle scadenze indicate, di tutti gli adempimenti riguardanti
bilancio ed affini (preventivo pluriennale, relazione peg, schede peg, obiettivi, rpp, residui,
44
•
•
relazione rendiconto, variazioni di bilancio, gestione avanzo, equilibri, certificato al conto
consuntivo, elaborazione indicatori e.e.e.);
predisposizione, con rispetto delle scadenze indicate, di tutti gli adempimenti riguardanti il
personale (salario di risultato, efficienza servizi, reperibilità, ordini di servizio, piano ferie,
relazione al conto annuale del personale, eventuali collegi di conciliazione);
programmazione e coordinamento (riunioni) del lavoro dell’Ufficio e della squadra operai.
• PUBBLICA ISTRUZIONE
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Anna Maria Careri
FUNZIONARIO: TULLIO TREVISAN
I risultati positivi ottenuti con la liberalizzazione delle iscrizioni alle varie scuole cittadine hanno
portato a confermare, di concerto con i dirigenti scolastici interessati, anche per l’anno scolastico
2006/2007 i criteri di liberalizzazione delle iscrizioni per scuole dell’infanzia, primarie e secondarie
di primo grado. Detta operazione ha contribuito al mantenimento di un numero adeguato di iscritti
nelle varie scuole cittadine e ciò permetterà di confermare, anche per il triennio 2006/2008, l’attuale
assetto delle cinque istituzione scolastiche.
E’ terminato l’intervento di ristrutturazione dell’edificio denominato Maison Savouret, mentre
prosegue la ristrutturazione relativa all’edificio scolastico di Saint-Martin.
Grazie all’assegnazione di appositi finanziamenti, tutte le istituzioni scolastiche cittadine hanno
potuto sviluppare ed attuare attività volte a prevenire l’abbandono scolastico, nonché programmare
ed effettuare viaggi e visite di studio.
Nell’ambito del servizio di refezione scolastica, nel quadriennio 2004/2008 hanno trovato
attuazione alcune importanti innovazioni:
•
•
Procedura informatizzata di prenotazione dei pasti;
Attività della Commissione Mensa formata da rappresentanti dei genitori, delle istituzioni
scolastiche e dell’Amministrazione Comunale, che ha svolto funzioni di consulenza,
supporto e monitoraggio al servizio stesso.
E’ stato effettuato il trasporto scolastico per gli alunni della collina sulla linea Arpuilles-ExcenexGignod ed il trasporto casa-scuola per alunni disabili.
Intenso è stato l’uso dei 2 scuolabus comunali gestiti per conto del Comune dall’APS per il
trasporto di alunni per visite di studio e per attività sportive (piscina, palestre).
Anche nel 2005 sono stati organizzati sette centri estivi per minori dai tre ai tredici anni. La
partecipazione è stata di circa seicento unità nei due turni con l’inserimento di ventinove disabili
con assistenza individualizzata.
Si conferma di grande interesse per le famiglie il servizio offerto dalla Ludoteca “La Bottega di
Mastro Ciliegia” che nel corso del 2005 ha ulteriormente incrementato l’affluenza giornaliera di
utenti proponendo una vasta ed articolata gamma di attività ludico-ricreative svolte in
collaborazione con le famiglie, le Istituzioni Scolastiche di Aosta ed altri centri educativi presenti
sul territorio cittadino.
• CULTURA
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Anna Maria Careri
45
FUNZIONARIO: TULLIO TREVISAN
Gli interventi attuati in campo culturale sono stati prevalentemente volti ad avviare, sostenere e
sviluppare iniziative cicliche, solidamente strutturate, non estemporanee.
Sono state inoltre patrocinate e/o parzialmente finanziate attività di carattere informativo, educativo,
ricreativo e divulgativo: Premio Nazionale Mimosa e Premio Letterario Internazionale Città di
Aosta (Centro Studi Universum, sede regionale); concerto del complesso aostano Music Friends;
manifestazioni “Omaggio a tutti i cacciatori di sogni” (AIAT locale) e “Guraghe - diamo una voce a
chi non ce l’ha” (Centro Aiuti per l’Etiopia onlus); concorso a tema “Sudate carte” (Associazione
culturale Il Traspiratore e Politecnico di Torino); Primo Galà della Poesia (Circolo del Cardo);
esposizioni artistiche e allestimenti vari, presso la Saletta d’Arte Comunale di Via Xavier de
Maistre.
Nell’ambito della rassegna di teatro d’arte contemporaneo “Lo Scenario Sensibile”, patrocinata
dall’Ente Teatrale Italiano e organizzata in collaborazione con l’Associazione Envers Teatro e con
la Fondazione Circuito Teatrale Piemonte, la trasposizione di grandi classici della letteratura
italiana e straniera (Calderon, Aleramo e Campana, Manzoni, Molière, Camus, Cassola) è stata
affidata ad interpreti di fama (Anna Galiena, Lenz Rifrazioni, Dario Cantarelli, Teatro della Tosse,
Arturo Cirillo) ed audacemente contrapposta alla rappresentazione di due testi moderni, di impronta
comico-satirica (spettacoli di A. Cornacchione e M. Di Mauro). La partecipazione alla rassegna, in
termini di presenze complessive agli spettacoli, risulta aumentata rispetto alle precedenti edizioni.
Si segnala il notevole incremento di visite al sito internet dedicato (sono stati registrati circa 3.000
accessi).
In occasione della ricorrenza del 60° anniversario della Liberazione, alla commemorazione ufficiale
sono state affiancate numerose attività informative e celebrative, che hanno avuto luogo dal 14 al
26.04.05 (manifestazione “60 volte 25”): n. 1 rappresentazione teatrale, n. 2 spettacoli di musica e
recitazione, n. 2 esibizioni corali, n. 1 concerto bandistico, n. 1 conferenza - presentazione.
L’elaborazione di un programma organico ha consentito di promuovere l’iniziativa nella sua
globalità e di ridurre il rischio di dispersione di informazioni e di scarsa omogeneità di contenuti.
Nell’ottica di valorizzare la storia e le tradizioni locali e di sperimentare azioni sinergiche fra enti
territoriali locali è stata organizzata, in data 24.07.05, una serata di recitazione e di musica sul tema
della montagna, nell’ambito del cartellone “Teatro ai Castelli”, curato dalla Compagnia
Sinequanon. Hanno aderito al progetto i Comuni di Saint - Christophe, Saint - Pierre, Saint - Denis,
Chatillon, Arvier, Avise, La Salle, Saint - Oyen, Villeneuve.
Il Festival Internazionale del Cinema Muto Musicato dal Vivo “Strade del Cinema”
(03.08.05/12.08.05), patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana UNESCO, si è
ulteriormente arricchito di forme e contenuti, attraverso l’istituzione di nuove sedi di selezione degli
artisti (Firenze, Catania), una maggiore diversificazione dell’offerta (avvio della collaborazione con
il Circuito Giovani Artisti Italiani e apertura di sezioni dedicate alla letteratura, alla pittura, alla
grafica, al video, alla scrittura), il consolidamento di percorsi didattico - formativi (soggiorni studio
- lavoro, redazione testi catalogo). Tra i sostenitori dell’iniziativa si citano il Ministero per i Beni e
le Attività Culturali, la Communauté Française de Belgique, la Province de Liège.
Nel contesto del Festival dell’Improvvisazione “Prospettive” (14.08.05/16.08.05) sono state
proposte numerose attività di intrattenimento e di approfondimento (n. 1 performance, n. 3 concerti,
n. 3 esibizioni - animazioni), concepite allo scopo di favorire l’approccio ai vari linguaggi espressivi
46
e di stimolare l’attenzione nei confronti di esperienze di contaminazione tra i generi. Tutti gli
appuntamenti hanno ottenuto un buon riscontro di pubblico.
La Banda Municipale ha partecipato ad un numero considerevole di eventi, di carattere istituzionale
e non istituzionale, su invito dell’Amministrazione o su sollecitazione di soggetti pubblici e privati.
Risultano in costante crescita le richieste di effettuazione di concerti, a dimostrazione
dell’apprezzamento della collettività nei confronti dell’attività del corpo bandistico e del livello di
preparazione raggiunto dai musicisti. I corsi comunali di musica sono stati articolati in classi di
avvicinamento alla disciplina, di solfeggio, di studio degli strumenti, di sperimentazione, di
perfezionamento.
Il numero delle Associazioni aderenti alla Consulta Comunale per le Attività Culturali, a seguito di
alcuni mutamenti intervenuti nell’ambito della compagine assembleare, è rimasto sostanzialmente
invariato e si è assestato sulle 18 unità. Ogni organismo è stato affiancato e seguito nella
programmazione, nell’allestimento e nella realizzazione di iniziative in conformità alle norme e alle
procedure previste dai regolamenti comunali vigenti.
• POLITICHE GIOVANILI
Dirigente: Paola Pisani e, successivamente, Anna Maria Careri
FUNZIONARIO: TULLIO TREVISAN
L’impegno di incentivare, sostenere e promuovere gli interessi e le attività della popolazione
giovanile aostana si è concretizzato con il proseguimento della gestione del “Progetto Giovani”,
nel cui ambito vengono attuati interventi e organizzate manifestazioni in grado di suscitare
l’interesse e l’attiva partecipazione dei giovani e dei Centri educativi ed aggregativi per bambini
e ragazzi nel Quartiere Dora, servizio che attraverso la socializzazione offre ai bambini e ai
ragazzi del quartiere occasioni di animazione, crescita, formazione e supporto scolastico.
Lo spazio pubblico del Centro Comunale Culturale “Anita” ha mantenuto la sua importanza per i
giovani confermandosi, fino al mese di settembre 2005, sede ideale per manifestazioni, rassegne
ed eventi di intento culturale, artistico, ricreativo ed educativo/formativo.
Da ottobre 2005, infatti, con la chiusura dei locali dell’ex-macello civico per l’avvio dei lavori
per la costruzione della Cittadella dei Giovani, lo spazio di “Anita”, privilegiato per la
realizzazione di concerti e spettacoli organizzati con la diretta collaborazione dei giovani, è
venuto a mancare.
In ogni caso, da gennaio a settembre 2005, nel Centro Anita si sono svolti n. 20 incontri musicali
tenuti da una trentina di diversi gruppi musicali giovanili, valdostani e non (i gruppi non
valdostani ospitati quest’anno provenivano dalle regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Umbria e
Campania), cinque serate di poesia, e, come ogni anno a partire ormai dal 1999, tra gennaio e
febbraio 2005 hanno avuto luogo le fasi di selezione del gruppo musicale che prende parte al
Festival di “Arezzo Wave”, importante appuntamento musicale nazionale che si svolge nella città
Toscana nella prima settimana di luglio di ogni anno.
E’ proseguita l’attività dell’“Informagiovani”, servizio che ha lo scopo di agevolare l’accesso e
diffondere presso i giovani informazioni di carattere culturali, associativo, occupazionale, di
tempo libero, ecc. e che, sempre dal mese di ottobre 2005, ha spostato la propria sede presso
Maison Savouret, in Via Festaz, 41. L’inaugurazione della nuova sede è stata pubblicizzata con
l’organizzazione di una conferenza stampa, nonché con la distribuzione di nuovi volantini
informativi e locandine.
Le attività aggregative e di relazione sono state portate avanti, come previsto dalla convenzione
stipulata col gestore, nell’ambito del Progetto Giovani che ha a disposizione per questo scopo la
47
struttura del Centro d’Incontro “Il Globulo” in Via Volontari del Sangue e quella di Io…Mixo, in
Via Soldats de la Neige nel quartiere Cogne.
Entrambi i centri svolgono una funzione di prevenzione da situazioni di rischio offrendo spazi e
opportunità di vario tipo, creando condizioni per una crescita più attenta e responsabile in
quartieri in cui le problematiche giovanili manifestano bisogni che necessitano di un sostegno
forte, e tentando di svolgere un lavoro di rete con gli altri servizi presenti sul territorio per una
progettazione di attività condivise e realizzate con il coinvolgimento dei giovani. Le attività, sia
spontanee che programmate, spaziano dai laboratori all’utilizzo del computer e di Internet, dalla
visione di film ai giochi da tavolo, dalle conversazioni libere alle feste di quartiere o alle gite
fuori città.
Il lavoro di strada del Progetto Giovani ha ampliato il suo raggio d’azione ai quartieri Ponte
Romano, Saint-Roch e Corso Ivrea. Sono stati intensificati i contatti con i gruppi giovanili di
questi quartieri per evidenziare esigenze e problematiche e studiare soluzioni condivise,
stimolando l’iniziativa e incentivando il protagonismo dei ragazzi.
Nell’ambito del Circuito GAI, cui il Comune di Aosta aderisce, è stato organizzato con successo
il concorso nazionale per giovani artisti “SilentArtMovies”, correlato al Festival Internazionale
del Cinema muto musicato dal vivo “Strade del Cinema”, per le categorie artistiche: grafica
pittura, video, e critica. Realizzato in collaborazione con il Progetto Giovani e l’Associazione
“Strade del Cinema”, il concorso ha visto la partecipazione complessiva, nelle varie categorie, di
81 giovani artisti di ogni regione d’Italia, l’adesione ufficiale di nove Città aderenti al Circuito
GAI, la realizzazione di una mostra delle opere più significative presso la nuova sala espositiva
di Maison Savouret, la premiazione ad Aosta dei quattro finalisti e l’inserimento delle loro opere
nel catalogo realizzato per la divulgazione pubblicitaria del Festival.
La prevista partecipazione all’edizione 2005 del progetto “Gemine Muse - Giovani Artisti nei
Musei Italiani” non ha avuto luogo in quanto le opere proposte dai giovani artisti locali sono
risultate non idonee al tema e al luogo espositivo.
La presenza attiva dell’Amministrazione nel quartiere Dora è stata mantenuta grazie ai due
Centri ricreativi e aggregativi per bambini e ragazzi, “L’isola che non c’è”, sito presso la scuola
elementare del Quartiere Dora, e “Il Gatto e la Volpe”, sito presso la parrocchia St. Anselmo.
Le attività inerenti al progetto Europeo transfrontaliero “Interreg III A 2000/2006 "RESEAU DE
CENTRES POUR LA FORMATION ET L’ECHANGE CULTUREL ET ARTISTIQUE
ENTRE AOSTE ET ALBERTVILLE” per la realizzazione, in collaborazione con il Comune di
Albertville, di eventi culturali e di scambio destinate ai giovani, si sono intensificate a partire
dagli ultimi quattro mesi del 2005. Una serie di incontri e di scambi sono stati preludio ad una
più intensa cooperazione per la realizzazione di eventi in campo culturale giovanile e alla
programmazione di alcune iniziative comuni.
In particolare, nel mese di Novembre sono state organizzate ad Albertville una giornata di stage
sulla pratica della musicazione di opere cinematografiche che ha visto il coinvolgimento degli
studenti degli istituti musicali della Città e la proiezione, in serata, di un lungometraggio
musicato dal vivo.
Nel mese di agosto è stato affidato l’incarico di collaborazione esterna per le attività di
coordinamento e la gestione del progetto “Interreg III A – Alcotra per l’anno 2005”.
Nel corso dell’anno è terminata la stagione teatrale “Enfanthéâtre 2004/2005”, con la
programmazione di 8 spettacoli e la premiazione delle compagnie vincitrici ed è stata inoltre
predisposta l’organizzazione della stagione successiva, con la rappresentazione di 11 spettacoli
nel 2005.
48
Per il secondo anno consecutivo, inoltre, è stato ottenuto il contributo finanziario concesso dalla
Compagnia di San Paolo di Torino, per la stagione teatrale Enfanthéâtre 2005/2006.
Sulla base di quanto proposto dalle Commissioni di gestione delle Biblioteche comunali si sono
regolarmente svolte le attività programmate, tra le quali i 3 appuntamenti di promozione della
lettura “Incontri con l’autore”, il concorso “10 pagine per 10 musiche” rivolto ai ragazzi delle
scuole medie superiori, il corso di canto per bambini ed il corso di Informatica di base per adulti
presso la Biblioteca di Viale Europa; gli oramai tradizionali appuntamenti della Biblioteca del
Quartiere Dora: la “Mostra degli artisti” i corsi di restauro e di intaglio su legno ed infine le
manifestazioni estive di Excenex ed Arpuilles per il Bibliobus.
***
Area n. 5
Attività produttive – Edilizia Residenziale Pubblica – Servizi Demografici
• ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Dirigente: Annamaria Tambini
FUNZIONARIO: LAURA MORELLI
Fiere e mercati
L’inizio dell’anno 2005 ha visto, come di consueto, impegnati gli uffici nelle attività relative alla
predisposizione degli adempimenti necessari all’organizzazione e allo svolgimento della Fiera di
Sant’Orso – parte commerciale. Tutte le suddette attività si sono svolte regolarmente e anche la
Fiera – parte commerciale – ha avuto buon esito.
Hanno partecipato alla Fiera – parte commerciale – i seguenti operatori:
n. 136
n. 5
n. 60
n. 25
operatori commerciali
operatori commerciali segnalati da Amministrazioni legate da rapporti
istituzionali con la Valle d’Aosta;
espositori
produttori agricoli
occupando tutti i posteggi disponibili.
Nel corso dell’anno 2005, a seguito della conclusione delle procedure di riordino dei mercati
cittadini e di quartiere e dell’espletamento dei bandi per l’assegnazione dei posteggi ancora
disponibili nelle suddette aree, sono state rilasciate le concessioni di posteggio a tutti gli operatori
commerciali aventi diritto.
Nel mese di luglio 2005 sono, inoltre, stati pubblicati i bandi per l’assegnazione dei posteggi
supplementari (n. 16) sorti presso il mercato cittadino del martedì, a seguito della ristrutturazione
del medesimo e non oggetto di assegnazione nell’anno 2004, in quanto ancora in corso la fase di
sperimentazione della nuova configurazione dell’area mercatale, durante la quale era stato stabilito
di non procedere alle nuove assegnazioni nell’eventualità di dover successivamente apportare alcuni
correttivi alla strutturazione del mercato in questione. Sono stati, inoltre, pubblicati i bandi per
l’assegnazione dei posteggi riservati agli operatori commerciali e ai produttori agricoli, resisi
disponibili successivamente alle precedenti assegnazioni, e insistenti presso tutti i mercati cittadini.
49
Per quel che concerne la struttura del mercato coperto, sono stati avviati e ultimati gli interventi di
adeguamento igienico – sanitario dell’immobile alle prescrizioni di cui all’ordinanza del Ministero
della salute del 03/04/2002. I lavori sono stati ultimati il 1 ottobre.
Sono stati, inoltre, convertiti tutti i precedenti contratti di locazione dei box presenti presso detta
struttura in concessioni-contratto e a decorrere dalla data di ultimazione degli interventi di
adeguamento sopra citati (mese di ottobre 2005), sono stati applicati i nuovi importi per l’utilizzo
sia dei box, sia dei banchi all’interno del mercato coperto, determinati con Deliberazione di Giunta
Comunale n. 155/2004.
Sono stati, inoltre, pubblicati i bandi per l’assegnazione dei posteggi riservati ai produttori agricoli
presso il mercato coperto.
Si evidenzia che i bandi per l’assegnazione dei posteggi disponibili sono stati pubblicizzati non solo
attraverso le modalità normativamente previste (pubblicazione sul bollettino ufficiale della
R.A.V.A. per i bandi relativi ai posteggi per gli operatori commerciali e pubblicazione all’Albo
Pretorio per i bandi per i produttori agricoli), ma anche mediante comunicazione e trasmissione
degli stessi alle associazioni di categoria. Di essi inoltre, è stata richiesta l’affissione agli Albi
Pretori di tutti i Comuni della Valle e sono stati effettuati dei comunicati stampa.
Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 168 del 19/12/2005 sono state parzialmente
modificate sia la DCC n. 97/01, relativa alla ricognizione dei mercati e delle Fiere cittadine, sia la
DCC n. 56/2004, concernente il regolamento disciplinante l’esercizio del commercio su area
pubblica. Le modifiche apportate riguardano, sostanzialmente, una revisione delle planimetrie del
mercato cittadino del martedì, del sabato, del venerdì (Piazza Btg. Cervino) e della fiera di S. Orso,
senza, peraltro, stravolgerne la configurazione complessiva, al fine di rendere tali aree
maggiormente funzionali e fruibili da parte degli operatori e dell’utenza. E’ stata, inoltre, introdotta
una nuova sezione della Fiera di S. Orso, riservata agli operatori commerciali, segnalati dalle
Amministrazioni che hanno con la Valle d’Aosta rapporti di interscambio istituzionali, per la
vendita delle produzioni tipiche di rispettiva provenienza.
Sono proseguite con regolarità le procedure per il recupero coattivo delle somme debitorie riferite ai
debiti insoluti degli affitti dei box del civico mercato coperto relative all’anno 2005.
Nel corso dell’anno 2005, come ormai da alcuni anni, è stata organizzata la Fiera in occasione della
Finale della Bataille des Reines, che si è svolta il 23/10/2005 con la partecipazione di 16 operatori
commerciali e 8 produttori agricoli su un totale di 30 posteggi disponibili (18 riservati agli operatori
commerciali, 8 riservati ai produttori agricoli, 2 riservati agli espositori, 2 riservati alle Associazioni
per raccolta fondi a scopo benefico).
Commercio
Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 82 del 01/07/2004, successivamente modificata con
deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 del 24 gennaio 2006, a seguito di intervenute modifiche
della normativa regionale di riferimento è stato approvato il piano urbanistico – commerciale della
città di Aosta, recante: “Disposizioni relative alle domande e al procedimento di rilascio di
autorizzazioni amministrative per medie e grandi strutture di vendita. Programmazione urbanisticacommerciale”. Con successiva Deliberazione di Giunta Comunale n. 150 del 29/04/2005 è stato
approvato il documento, recante: “Disciplina dell’Albo degli esercizi storico-tradizionali del
Comune di Aosta”. Grazie ad una mirata campagna di pubblicizzazione dell’ Albo, attraverso i
mezzi di informazione e comunicazioni nominative ai potenziali esercizi iscrivibili nelle diverse
sezioni del medesimo, sono state raccolte 27 domande di iscrizione, 21 delle quali, in data 27/10/05,
50
hanno riscontrato il parere favorevole della Commissione appositamente istituita per l’esame delle
medesime e sono state successivamente iscritte all’Albo con provvedimento dirigenziale.
Sono state realizzate alcune iniziative di promozione turistico-commerciale, anche in collaborazione
con le Associazioni di categoria e l’Aiat, tra cui quelle organizzate in occasione della ricorrenza di
S. Grato e delle festività natalizie. E’ stata organizzata per il primo anno, in collaborazione con
l’AIAT, la festa d’autunno, svoltasi il 30/10/2005 (e descritta più approfonditamente nella parte
relativa al Turismo).
Sono state realizzate 3 mostre-mercato:
1. la mostra- mercato di San Grato, denominata “Le Grenier en place” svoltasi l’11/09/05, inserita
in una iniziativa di più ampio respiro, il Festival degli artisti di Strada, che ha animato la città
dal 7/09/2005 all’11/09/2005; hanno partecipato n. 74 operatori tra hobbisti e commercianti.
2. la mostra-mercato di Saint-Martin, denominata “Eun Dzor de Martzà et de Feta avoué cice de
Sen Marteun” svoltasi il 6/11/05, inserito nel calendario delle iniziative programmate per i
festeggiamenti di tale ricorrenza; hanno partecipato 150 operatori tra hobbisti e commercianti.
3. la mostra-mercato di Natale, svoltasi sotto i portici di Piazza Chanoux i giorni 8, 10, 17
dicembre 2005, in concomitanza con la manifestazione fieristica “Mercatino di Natale”, di cui
appresso. Hanno partecipato complessivamente alle 3 giornate 140 hobbisti.
E’ stato altresì realizzato il Mercatino di Natale, manifestazione fieristica svoltasi dal 08/12/2005 al
23/12/2005, in P.zza Chanoux ed allestita all’interno di 26 chalets, all’uopo noleggiati
dall’Amministrazione. Nell’organizzazione del medesimo lo sforzo dell’Amministrazione e’ stato
quello di caratterizzare ulteriormente il mercatino con produzioni tipicamente valdostane mediante
la previsione dell’assegnazione prioritaria degli chalet agli artigiani iscritti nel registro regionale
delle produzioni tradizionali e agli operatori commerciali che vendano prodotti alimentari tipici
locali. La risposta in tal senso degli operatori valdostani, purtroppo, non e’ stata confacente alle
aspettative dell’Amministrazione.
Tutte le predette mostre-mercato e manifestazioni fieristiche hanno registrato un’affluenza di
partecipanti e una diversificazione della provenienza geografica degli stessi decisamente superiori a
quelle degli anni passati; ciò, anche grazie al potenziamento della campagna di pubblicizzazione di
dette iniziative anche al di fuori del territorio cittadino e regionale, dovuta alla pubblicazione dei
relativi atti sul sito Internet del Comune di Aosta e alla predisposizione di adeguati comunicati
stampa e apposita depliantistica promozionale, distribuita presso tutte le aziende di soggiorno e le
Agenzie di viaggio dei vicini Piemonte e Liguria.
Nel corso del 2005, inoltre, il Servizio Commercio ha svolto con regolarità i propri compiti
istituzionali.
Sportello unico della Valle d’Aosta – Sportello unico del Comune di Aosta
Nel corso dell’anno 2005, personale del servizio Attività produttive ha strettamente collaborato con
l’Organismo di coordinamento - istituito presso il Cpel dalla l.r. 11/2003 - e la società IN. VA. per
lo svolgimento delle seguenti attività finalizzate all’attivazione del servizio di Sportello Unico in
Valle d’Aosta:
51
•
•
•
•
•
•
•
trasposizione del dettato della l.r. 11/2003 in modelli operativi;
analisi procedimentale delle attività amministrative per gli esercizi di vicinato;
predisposizione di modulistica per gli esercizi di vicinato;
disegno dei diagrammi di flusso amministrativo/informatici;
predisposizione dei testi del sito internet dello Sportello Unico degli Enti locali della Valle
d’Aosta;
revisione dell’operatività del sito internet;
attività di test di tutto quanto predisposto.
Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (Suap) – Polo di Aosta è stato formalmente istituito
con Deliberazione di Giunta comunale n. 275/2005.
Sulla scorta della nota del Consiglio Permanente degli Enti locali in data 23/5/2005, Civ. Prot.
18618 del 25/5/2005, l’attività dello Sportello Unico di Aosta è stata inizialmente incentrata sui soli
procedimenti connessi con gli esercizi di vicinato.
Tale indicazione procedurale è stata recepita dall’Amministrazione comunale nella Deliberazione in
argomento, con la quale si è di conseguenza stabilito di incardinare lo Suap presso il Servizio
Commercio ed Attività Produttive e far operare all’interno dello stesso, in una prima fase, il
personale già competente in materia di esercizi di vicinato.
Con la stessa Deliberazione n. 275/2005 si è altresì stabilito:
- di assegnare alla Struttura di Suap risorse umane, finanziarie e tecniche adeguate alle finalità
che devono essere perseguite, tenendo conto tanto degli obiettivi iniziali, quanto di quelli che
saranno successivamente determinati;
- di valutare, in previsione, un potenziamento dell’organigramma del personale addetto alla
Struttura di Sportello Unico per le Attività Produttive sulla base del monitoraggio della
funzionalità della dotazione iniziale, dell’implementazione dei nuovi procedimenti unici che
saranno attivati sulla scorta del disposto dell’art. 1 della l.r. 11/2003 e di apposite relazioni
prodotte dai Responsabili dello Sportello Unico che tengano conto sia di un modello di sviluppo
configurato sulla realtà locale, sia di modelli già efficacemente attivi a livello nazionale;
- di dare atto del fatto che, sulla scorta di quanto sopra, dovrà essere gradualmente implementata
una struttura di front-office in grado di espletare operazioni di informazione, consulenza e
accoglimento delle pratiche a livello multisettoriale in funzione dei procedimenti unici che
saranno via via attivati, avendo cura di reperire le risorse umane per lo stesso all’interno delle
Aree comunali coinvolte negli endoprocedimenti;
- di valutare, in previsione, una riconfigurazione logistica della sede di Sportello Unico tale da
garantire, da un lato, un raccordo efficace con le altre Aree comunali e, dall’altro, un’ottimale
fruibilità dello stesso da parte dell’utenza.
Lo Suap comunale è formalmente attivo dal 29/9/2005. Allo stato attuale, l’attività è ancora limitata
ai soli procedimenti relativi agli esercizi di vicinato.
Attualmente il personale di front office svolge, esclusivamente per gli esercizi di vicinato, servizi
quali:
•
•
ritiro e protocollazione di istanze
caricamento minimale di dati sul sistema informatico
52
•
•
•
•
rilascio di ricevuta della ricezione di istanze
informazioni di primo livello
gestione appuntamenti per informazioni di secondo livello
rilascio modulistica per gli esercizi di vicinato
A livello di back office lo stesso personale si occupa di:
ƒ
ƒ
completamento del caricamento dati sul sistema informatico Suap
gestione del procedimento per gli esercizi di vicinato a livello informatico Suap
Statistica
Il Servizio Statistica ha puntualmente rispettato tutte le scadenze delle indagini che svolge per conto
dell’Istat.
Nel corso del 2005 è continuato il percorso di sviluppo del Servizio Statistica, volto a dotare le
risorse umane impiegate in tale settore della professionalità adeguata al fine di fungere da supporto
agli altri uffici dell’Amministrazione ed, eventualmente, a strutture esterne, attraverso
l’elaborazione di dati, provenienti sia da fonti interne all’Amministrazione, sia da fonti esterne alla
stessa, fornendo, in tal modo, utili parametri e basi per la definizione di politiche e strategie di
sviluppo nell’ambito delle competenze comunali. Si è previsto, in quest’ottica, di procedere ad un
costante aggiornamento dei reports statistici relativi alle aree tematiche finora esplorate
(Commercio, Turismo, Incidenti stradali, Popolazione, Sport, Ambiente, ERP, Servizi Sociali).
Durante l’anno, inoltre, sono stati avviati i contatti con l’ISTAT e avviate le procedure per
pervenire, nel corso del 2006, alla pubblicazione anticipata, ad opera del Comune, dell’indice dei
prezzi al consumo.
Nel 2005 è stata, poi, stipulata una convenzione con l’ISTAT in base alla quale è stato conferito al
Comune di Aosta un contributo di Euro 6.000,00 per l’acquisto di tre palmari per la rilevazione
informatizzata dei prezzi al consumo. Queste apparecchiature sono già state acquistate e l’ISTAT ha
liquidato il relativo contributo.
Turismo
L’obiettivo principale del Servizio Turismo è essenzialmente quello di promuovere lo sviluppo
turistico della nostra città, anche attraverso la valorizzazione dei suoi aspetti culturali, storici,
ambientali, enogastronomici, architettonici, al fine di contribuire alla trasformazione di Aosta in
“città turistica tutto l’anno”.
Tale obiettivo è stato perseguito mediante la valorizzazione delle iniziative più significative che si
sono consolidate nel corso degli anni e, nel contempo, attraverso la promozione di nuovi interventi
che potessero in qualche modo essere utili allo scopo.
Gli strumenti idonei a rendere operativi i progetti di sviluppo turistico si sono delineati attraverso
due distinte direttrici:
a) attività/iniziative organizzate o promosse direttamente dagli uffici comunali, anche per il
tramite e con la collaborazione di soggetti esterni all’Amministrazione e portatrici di una
cultura specialistica nel settore;
53
b) attività di sostegno alle iniziative proposte da Enti o privati attraverso la concessione del
patrocinio e/o di un contributo finanziario dell’Amministrazione a quelle iniziative di
particolare interesse per lo sviluppo e la promozione turistica.
Con riferimento alla prima delle direttrici sopra menzionate, si riportano di seguito le iniziative
organizzate o promosse dall’Ufficio Turismo nel corso dell’anno 2005, anche tramite soggetti
esterni:
1. Degustazione “VIP – Vino in Piazza” – Aosta, 24 aprile 2005.
2. Concerto di apertura di Celtica 2005 con i gruppi Bagad Cap Caval & Cercle de Dance Ar
Vro Vigondenn e Shannon – Aosta, 30 giugno 2005.
3. Aosta Festival Blues (3° ed.) – Aosta, 7/9 luglio 2005.
La rassegna ha preso il via nel 2003 e, fin da subito, ha visto la partecipazione di grandi nomi
della musica blues internazionale, che hanno presentato il loro repertorio nello splendido
scenario allestito al Teatro Romano di Aosta. L’obiettivo del Comune, nel promuovere
l’organizzazione del Festival, è quello di creare un evento musicale estivo con cadenza
annuale che caratterizzi la città di Aosta e che abbia risonanza a livello nazionale anche grazie
al gemellaggio con l’analogo festival che si svolge a Rovigo nel periodo estivo.
L’edizione del 2005 ha visto protagonisti i musicisti di seguito elencati:
ƒ
giovedì 7 luglio:
Li’l Brian I The Zydeco Travellers;
Big Bill Morganfield;
ƒ
venerdì 8 luglio:
Nick Becattini & Peaches Staten;
Carey & Lurrie Bell;
ƒ
sabato 9 luglio:
The Bluesmen;
Roy Rogers.
4. Mostra fotografica “Un Click d’oeil sur Aoste” a cura del C.C.S. Cogne – Sez. Fotografica –
Aosta , 11/20 luglio 2005.
5. Concerto gruppo Carisma – Aosta, 20 agosto 2005.
6. Esibizione Orchestra Città di Bagnara – Aosta, 2 settembre 2005.
7. Manifestazione in occasione della Festa Patronale di San Grato – Aosta, 7/11 settembre 2005.
Dal 2001 l’Amministrazione comunale ha ritenuto di organizzare iniziative promozionali
volte a ridare lustro all’importante festa religiosa del 7 settembre. Parallelamente ai momenti
di animazione e intrattenimento rivolte ai bambini in modo particolare, ma anche al pubblico
adulto, sono stati previsti in tutte le edizioni sin dal 2001 dei punti di degustazione di prodotti
tipici enogastronomici, nell’ottica di una sempre maggiore promozione degli stessi.
Nel 2003, inoltre, si inaugura, nell’ambito di queste iniziative, il festival degli Artisti di
Strada, che ne diventa il momento preminente. Trattasi di un evento capace di ravvivare
l’intero centro storico cittadino, invaso da una serie di artisti provenienti da tutta Italia e con
esperienze internazionali e di differente estrazione artistica (saltimbanchi, musici, fachiri,
maghi, mimi e quant’altro).
54
Nel 2004 e nel 2005 il programma di iniziative si dilata ulteriormente fino a svilupparsi
nell’arco di cinque giornate. Accanto al festival degli Artisti di Strada, si infittiscono gli
appuntamenti con l’animazione per grandi e piccoli e la musica da ballo (liscio e folk).
8. Concerto Corale “Les Hirondelles” – Aosta – Excenex, 8 dicembre 2005.
Nell’ottica della promozione dello sviluppo turistico del nostro capoluogo, si è ulteriormente
consolidata, nel corso del 2005, la collaborazione tra il Comune di Aosta e l’A.I.A.T. di Aosta
che si è concretizzata da un lato nella gestione del punto di accoglienza turistica ubicato in
Piazza Arco d’Augusto (nell’esercizio 2005 detta postazione è stata attivata nel periodo
compreso tra la metà del mese di marzo e la fine di settembre) e dall’altro nella realizzazione
di importanti manifestazioni.
Ha in tal modo visto la luce la prima edizione dell’iniziativa “Colori, sapori e profumi
d’autunno”, svoltasi il 30 ottobre 2005 nella centrale piazza Chanoux, laddove i prodotti
agricoli autunnali hanno assunto il ruolo di protagonisti, degnamente accompagnati da
momenti di folklore tradizionale valdostano con la partecipazione di gruppi folkloristici e
musica da ballo.
In collaborazione con l’A.I.A.T. di Aosta sono inoltre state realizzate le iniziative natalizie e di fine
anno, articolate in quattro momenti fondamentali:
a) Capodanno in Piazza: la grande festa per il nuovo anno ha avuto come protagonisti Simone e
la sua band, Cristina Plevani e Max Borrelli. Lo spettacolo principale di Piazza Chanoux è
stato preceduto da concertini in anteprima nelle piazze Croce di Città, Porta Praetoria e
Roncas con musica per i giovani e folk.
b) Animazione Musicale e intrattenimento: appuntamenti per grandi (Stasera Musical,
Fisaorchestra e Concerto di Natale) e piccoli (teatro dei burattini e passeggiate a cavallo).
c) Festa della Befana: con la partecipazione di Eva Kid, Giacomino e il Baby Magic Show e
Crorge l’illusionista.
d) Eventi sportivi: parallelo di Natale a Pila, con appendice ad Aosta in piazza Narbonne, con
l’animazione della Masciarelli Band.
E’ proseguita anche per l’anno 2005 la collaborazione con i comuni di Gressan, Charvensod,
Jovençan, Aymavilles e le rispettive Pro-Loco e AIAT e con altri soggetti privati per
l’organizzazione di ulteriori iniziative di animazione turistica nei giorni immediatamente successivi
al Natale, racchiuse sotto il titolo “Insieme sotto le stelle“ (tra cui la c.d. Fiaccolata).
Si tratta di iniziative che si svolgono a fine anno e che vedono coinvolti il Comune di Aosta nella
collaborazione con l’AIAT di Aosta e i Comuni del comprensorio di Pila (Gressan, Jovençan,
Charvensod e Aymavilles).
Ogni Comune organizza le proprie manifestazioni; in questo ambito, il Comune di Aosta prevede,
solitamente in data 28 dicembre una fiaccolata dei maestri di sci di Pila per le vie del centro storico
cittadino, con un gran finale in Piazza Chanoux dove vi è anche la possibilità di ristorarsi con
bevande calde.
L’insieme di tutte le manifestazioni organizzate dai Comuni sopra menzionati, compresa la
fiaccolata di Aosta rientrano in quell’unico più grande evento ormai noto a tutti con il nome di
“Insieme sotto le stelle”, appuntamento fisso dall’anno 2000. L’obiettivo dell’iniziativa è la
valorizzazione del comprensorio sciistico di Pila su cui gravita il turismo invernale sugli sci del
Comune di Aosta.
55
Con riferimento, invece, all’attività di sostegno alle iniziative proposte da Enti o privati, si elencano
di seguito le manifestazioni per l’organizzazione delle quali il Servizio Turismo ha concesso un
contributo finanziario (accompagnato, in tutti i casi, dal patrocinio dell’Amministrazione
all’iniziativa):
1)
Manifestazione “A le découverte des carnavals de Montagne” (AIAT di Aosta) e
Comité di Soque de S.M. et T. – Aosta, 8 e 9 gennaio 2005.
2)
27 ed. Carnaval de Sen Marteun et Tsesallet (Comité di Soque de Sen Marteun et
Tsesallet) – Aosta, 23 gennaio 2005.
3)
Raduno Internazionale di mongolfiere (Nello Charbonnier) – Aosta, 9/14 febbraio 2005.
4)
Festa della Primavera (Associazione Viale Commerciale Conte Crotti) – Aosta, 29
maggio 2005.
5)
Manifestazioni estive (AIAT di Aosta) –Aosta, 26 giugno/2 settembre 2005.
6)
Torneo di Bridge “Città di Aosta” (C.C.S. Cogne – Sez. Bridge) – Aosta, 24 luglio
2005.
7)
Festival Internazional du Folklore “Dansen Ensemblo” (Associazione Nos Racines) –
Aosta, 23 luglio 2005.
8)
Festa Patronale Sen Roch (Parrocchia di Signayes) – Aosta, 15/16 agosto 2005.
9)
Festa Patronale di S. Rocco (Comitato les Amis du Pont de Pera) – Aosta, 15/16 agosto
2005.
10) Festa della Birra (Assoc. Viale Commerciale Conte Crotti) – Aosta, 26/27 agosto 2005.
11) Gara di bocce “San Grato” (Bocciofila S. Orso) – Aosta, 7 settembre 2005.
12) Equiraduno Valle d’Aosta (A.V.W.A.) – Aosta, 16/18 settembre 2005.
13) Festa patronale di St. Martin (Comité di Soque de S. Marteun et Tsesallet) – Aosta, 29
ottobre/12 novembre 2005.
14) Concorso cinematografico “A corto di idea” (Lecoqfilm Produzioni) – Aosta, 4
novembre 2005.
A questa seconda linea di interventi, si devono inoltre aggiungere le seguenti iniziative per le quali
il Servizio Turismo ha istruito le pratiche tese alla concessione del semplice patrocinio
dell’Amministrazione:
1)
Mostra di opere pittoriche di Vittorio Muzio e Franca Marani da Vico – Aosta, 11/20
gennaio 2005.
2)
Benedizione di Sant’Antonio (AIAT di Aosta) – Aosta, 23 gennaio 2005.
3)
Luna Park Grimaldi – Aosta, marzo/aprile 2005
4)
Spettacolo musicale in via S.Anselmo (Associazione Arcole Bis) – Aosta, 22 aprile
2005.
5)
Concerto del 1° maggio (AIAT di Aosta) – Aosta, 1° maggio 2005.
6)
Luna Park con Piccaluga – Aosta, maggio/giugno 2005
7)
4° Raduno automobilistico “Aosta e dintorni” (C.A.M.E.V.A.) – Aosta, 15 maggio
2005.
56
8)
Manifestazione auto storiche “Biella Historic Cup” (Associazione Biella Veterans Cars)
– Aosta, 3/5 giugno 2005.
9)
Mostra modellismo (Club Automodellismo RC Valle d’Aosta) – Aosta, 19 giugno 2005.
10) Raduno di auto e moto d’epoca (C.A.M.E.V.A.) – Aosta, 1/3 luglio 2005.
11) Raduno auto d’epoca “1° Rievocazione storica Aosta – Pila” (Ecurie Vallée d’Aoste) –
Aosta, 9 luglio 2005.
12) Raduno auto e moto d’epoca “1° passeggiata d’estate” (C.A.M.E.V.A.) – Aosta, 24
luglio 2005.
13) Manifestazioni estate 2005 (Commercianti Via Croce di Città) – Aosta, 1°/12 agosto
2005.
14) Mostra micologica (Associazione Micologica Valdostana) – Aosta, 3 e 4
settembre2005.
15) Raduno auto e moto d’epoca “1° notturno d’autunno Aosta – Etroubles (Ecurie Vallée
d’Aoste) – Aosta, 12 novembre 2005.
16) Manifestazione “Il Natale dei Bimbi” (Associazione Viale Commerciale Conte Crotti) –
Aosta, 18 dicembre 2005.
17) Manifestazione “Ditelo a Babbo Natale” (Ascom-Confcommercio) – Aosta, 22
dicembre 2005.
Nel periodo compreso tra il 2 luglio e il 7 settembre, è stato istituito un servizio gratuito di visite
guidate giornaliere alla città di Aosta, con la sola eccezione dei giorni festivi (nei dieci giorni a
cavallo di Ferragosto, il servizio è stato potenziato introducendo una seconda visita pomeridiana).
Nel corso dell’esercizio 2005, il Servizio Turismo ha provveduto a completare la necessaria attività
istruttoria finalizzata alla stesura della bozza di deliberazione che il Consiglio Comunale ha
approvato, nel mese di marzo, per l’approvazione della convenzione di attuazione del Progetto
Interreg III A Italia – Svizzera “Les Chemins des Vignobles”, a cui il Comune di Aosta collabora e
di cui è capofila la Comunità Montana “Monte Cervino”. Detto progetto intende creare e
valorizzare un itinerario pedonale continuo attraverso territori coltivati a vite dell’Italia e della
Svizzera, lungo le valli del Rhône e della Dora Baltea.
Su richiesta dell’Associazione dei Comuni Italiani sulla Via Francigena, alla quale il Comune di
Aosta aderisce dal 2001, di collaborare per la ricerca del materiale necessario alla creazione del 2°
modulo del portale web dell’Associazione medesima, il Servizio Turismo ha provveduto ad affidare
un apposito incarico di collaborazione esterna a un libero professionista; l’incarico aveva per
oggetto, oltre alla ricerca del materiale relativo al suddetto 2° modulo del sito web, anche la
compilazione di apposite schede descrittive per ciascuna delle sezioni in cui il sito è strutturato,
contenenti le notizie e le informazioni riguardanti il nostro Comune spaziando dal paesaggio e
l’orografia, per giungere ai prodotti tipici, la cultura, le tradizioni, la ricettività e gli itinerari.
Nel mese di aprile 2005, il Servizio Turismo ha completato l’iter per l’adesione del Comune di
Aosta al progetto “I Cammini d’Europa: via Francigena e Cammino di Santiago”, al quale partecipa
il GAL (Gruppo di Azione Locale) Vallée d’Aoste Leader e altri prestigiosi partners italiani ed
Europei. Detto progetto persegue lo sviluppo di una strategia integrata di promozione turistica e di
commercializzazione di prodotti dei territori attraversati dai due itinerari, al fine di sviluppare azioni
congiunte che possono avere ricadute positive sui territori coinvolti. In particolare, a livello locale,
il progetto in argomento potrà valorizzare ulteriormente l’itinerario della via Francigena,
57
rafforzando gli investimenti già fatti in tal senso dalle comunità valdostane interessate, tra le quali il
Comune di Aosta.
Nel corso dell’esercizio 2005, il Servizio Turismo ha istruito la pratica volta all’adesione del
Comune di Aosta al progetto “Trekking Urbano”. Trattasi di un’iniziativa promossa dal Comune di
Siena ed estesa a tutto l’ambito nazionale, alla quale hanno partecipato una ventina di città italiane
con l’obiettivo di creare una rete tra capoluoghi con forte connotazione artistica, forti dislivelli di
suolo e basso inquinamento dell’aria al fine di promuoversi come destinazioni di turismo sostenibile
realizzando uno o più percorsi cittadini di trekking. L’iniziativa ha avuto il suo culmine nella
“Giornata Nazionale del Trekking Urbano”, svoltasi il 9 ottobre 2005. In tale occasione, tutti gli
appassionati hanno avuto la possibilità di percorrere a piedi tre distinti itinerari appositamente
realizzati nell’ambito del territorio comunale e di visitare importanti siti storici e monumentali,
alcuni dei quali aperti al pubblico proprio per l’occasione.
Nel corso dell’esercizio 2005, infine, il Servizio Turismo, nell’ambito di una collaborazione con la
Comunità di Lavoro Città delle Alpi alla quale il Comune di Aosta è associato oramai da molti anni,
ha provveduto al reclutamento di alcuni giovani volontari da inviare presso i siti olimpionici di
“Torino 2006” nel periodo di svolgimento delle olimpiadi invernali.
• EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
Dirigente: Annamaria Tambini
FUNZIONARIO: MANUELA TOSI
Ufficio Locazioni
Il servizio della “Locazione incentivata” è stato pubblicizzato attraverso l’affissione di un avviso
pubblico nelle strade cittadine, di un opuscolo che è stato inviato ai referenti regionali, alle
associazioni di categoria e di volontariato, alle agenzie immobiliari e ai proprietari di alloggi sfitti
(dati ultimo censimento).
Per la realizzazione dell’opuscolo illustrativo sia della “locazione incentivata”, che della “locazione
assistita”, ci si è avvalsi della collaborazione della ditta Imago Media, a cui è stato liquidato un
corrispettivo di Euro 1.542,00 (I.V.A compresa).
A favore di n. 3 nuclei familiari è stata rilasciata la dichiarazione attestante il possesso dei requisiti
previsti per l’accesso alla “Locazione incentivata” in qualità di inquilini.
Una pratica è andata a buon fine ed è stato erogato il contributo economico previsto sia all’inquilino
che al proprietario (per un totale complessivo di € 2.100,00). A favore di quest’ultimo è stata anche
accantonata la somma prevista per il “fondo di garanzia”, per un totale di € 4.800,00.
Per la parte riferita alla Locazione Assistita, l’Ufficio Patrimonio nel mese di settembre 2005 ha
pubblicato un avviso pubblico, con scadenza giugno 2006, per il reperimento in locazione di alloggi
nel mercato privato.
Deliberazione della Giunta comunale
Con il provvedimento di Giunta comunale n. 515 del 24 dicembre 2004, al fine di contenere le
situazioni di disagio abitativo determinate da problematiche di salute, acuite dall’inadeguatezza di
alloggi locati nel mercato privato da soggetti in condizioni sociali ed economiche precarie, e/o da
sfratti esecutivi, che stando alle comunicazioni ricevute dagli Ufficiali Giudiziari risultavano
58
calendarizzate per il primo semestre 2005 n. 40 esecuzioni, questa civica Amministrazione ha
definito, per l’avvio della procedura di cui alla lett. a) del primo comma dell’art. 23 della l.r. 39/95 e
succ. modificazioni e integrazioni, le condizioni oggettive nelle quali comprendere le situazioni di
emergenza abitativa e ne ha stabilito le priorità.
Contestualmente a tale provvedimento è stato disposto di utilizzare gli alloggi di e.r.p. disponibili
alla risoluzione dei disagi abitativi sopraindicati.
A seguito di tale decisione l’Ufficio Casa ha effettuato una ricognizione delle problematiche
presentate dai soggetti residenti ad Aosta che avevano formalizzato l’istanza di emergenza abitativa
e, nel rispetto delle priorità stabilite nel provvedimento citato, ha formalizzato mensilmente degli
elenchi nei quali sono stati inseriti i nuclei rientranti nella connotazione dell’emergenza abitativa
definita nell’atto di cui trattasi.
Al fine di diminuire la tensione abitativa nella Città di Aosta, compatibilmente alle disponibilità
abitative, nell’anno 2005 sono state formalizzate alla Presidenza della Regione Autonoma Valle
d’Aosta 25 proposte di riserva ai sensi del primo comma, lett. a) dell’art. 23 l.r. 39/95 e succ. modif.
e int. Le consequenziali assegnazioni di alloggi e.r.p. sono state 25, di cui 10 per far fronte a
situazioni di sfratto e 15 a favore di nuclei che versavano in situazioni di disagio abitativo aggravato
da forti problematiche sociali e di salute.
Piani di mobilità
A seguito della deliberazione di Giunta comunale n. 515/2004 i seguenti piani di mobilità:
1) mobilità anziani e/o handicappati;
2) mobilità in situazione di sottoutilizzo e sovraffollamento.
sono stati sospesi, in quanto questa civica Amministrazione ha ritenuto prioritaria la diminuzione
della tensione abitativa nel Comune di Aosta accertata, sia dalla conoscenza del numero degli sfratti
calendarizzati per il primo semestre dell’anno 2005, che delle situazioni di disagio abitativo in capo
a cittadini residenti. In forza di tale decisione gli alloggi derivanti da questa decisione resisi
disponibili, e consegnabili, sono stati quindi destinati a tale obiettivo.
Quelli riferiti alla mobilità straordinaria ed incentivata, finalizzati alla vendita degli alloggi di e.r.p.
disponibili e inseriti nel vigente piano di alienazione sono stati invece regolarmente predisposti,
anche se il soggetto utilmente collocato nell’elenco della mobilità straordinaria finalizzata alla
vendita di alloggi e.r.p., che può aspirare all’acquisto, non ha ancora formalizzato la volontà ad
acquistare uno degli alloggi proposti.
Mobilità anziani e/o handicappati
E’ stato aggiornato con provvedimento dirigenziale n. 302 del 24.02.2005 l’elenco degli assegnatari
che vivono in alloggi privi di riscaldamento e/o ascensore aspiranti al cambio alloggio nel quale
sono inseriti 19 nuclei familiari.
Al fine di raggiungere l’obiettivo sopra descritto sono state effettuate numerose sedute da parte dei
membri Gruppo di Lavoro, istituito con Deliberazione. di G.C. n. 107/00, nelle quali sono state
esaminate 67 pratiche, di cui 19 sono risultate in possesso dei requisiti previsti dal provvedimento
di Giunta comunale citato.
59
E’ bene precisare che molte di queste pratiche sono state esaminate più volte in quanto necessitanti
di aggiornamenti sociali e verifiche sanitarie.
Mobilità assegnatari in situazione di sovraffollamento e/o sottoutilizzo
Le istanze presentate dagli assegnatari nelle condizioni di disagio in argomento sono state 102. Per
ognuna di queste è stata predisposta una scheda di valutazione delle problematiche, riportante il
punteggio attribuito ai sensi del provvedimento della Giunta comunale n. 139 del 10 maggio 2002.
Con la determinazione dirigenziale n. 896 del 1.06.2005 sono stati aggiornati gli elenchi degli
assegnatari aspiranti al cambio alloggio, nei quali sono inseriti 27 assegnatari in situazione di sotto
utilizzo e 34 assegnatari in situazione di sovraffollamento.
Mobilità straordinaria
Nell’anno 2005 si è dato corso a n. 3 trasferimenti urgenti in altro alloggio a favore di assegnatari in
situazione di forte disagio e in condizioni di pericolo per la propria incolumità e per quella degli
altri coinquilini.
Mobilità straordinaria e incentivata, finalizzata alla vendita
Con avviso pubblico affisso negli stabili di e.r.p. di proprietà comunale, gestiti sia dall’Azienda
Pubblici Servizi che dall’Azienda Regionale per l’Edilizia Residenziale, gli assegnatari di alloggio
e.r.p. non adeguato al loro nucleo familiare sono stati informati che si sarebbe dato corso
all’aggiornamento degli elenchi della mobilità straordinaria e/o incentivata finalizzata
all’alienazione degli alloggi e.r.p. inseriti nel vigente piano di vendita.
Sono state raccolte n. 4 nuove istanze, si è proceduto alla verifica dei requisiti e con determinazione
dirigenziale n. 1813 del 14.11.2005 si è provveduto all’aggiornamento degli elenchi degli aspiranti
a tale mobilità.
Gli assegnatari utilmente collocati nell’elenco degli aspiranti alla mobilità di cui trattasi sono
complessivamente 7.
Al momento, è stato venduto un solo alloggio a un soggetto utilmente collocato nella mobilità
straordinaria. Un altro aspirante acquirente è in attesa delle determinazioni economiche del prezzo
di vendita da parte del civico ufficio patrimonio, per acquistare l’alloggio scelto.
“Alloggi parcheggio”
Nel rispetto della deliberazione di Giunta comunale n. 148 del 29 aprile 2005 è stato disposto, nei
confronti degli inquilini di alloggio riservato a “casa parcheggio”, l’avvio della verifica diretta ad
accertare il mantenimento dei requisiti per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica, previsti
all’art. 6 della l.r. 39/95 e succ. modif. e int..
Da questa verifica è emerso quanto segue:
•
gli alloggi riservati a “casa parcheggio” sono 52;
•
gli inquilini sistemati in alloggi riservati a “casa parcheggio” ubicati in stabili siti nel
quartiere Cogne, in possesso dei requisiti di cui all’art. 6 della legge citata, sono 34;
60
•
per 27, risultati altresì in regola con i pagamenti a loro carico, è stata formulata alla
Presidenza della Regione la proposta di riserva ai sensi del primo comma lett. a)
dell’art. 23 della legge regionale n. 39/95 e succ. modif. e int.;
•
8 inquilini sono risultati morosi. Nei confronti di questi, oltre al sollecito ad effettuare
i pagamenti a loro carico, concedendo la possibilità di rateizzare le somme debitorie, si
è dato corso, per alcuni, ad accertamenti sociali, per altri si è richiesto all’ente gestore
di avviare la procedura per l’intimazione dello sfratto per morosità;
•
per 1 inquilino, essendo già interessato da procedura di sfratto, si è tenuta la pratica in
sospeso in attesa di avere riscontro agli accertamenti richiesti al legale incaricato;
•
6 inquilini sono titolari di contratto di alloggio sito a Saint-Pierre. Per cinque di questi
si è appurato il mantenimento dei requisiti previsti all’art. 6, nel caso in cui si
creassero disponibilità abitative nel quartiere Cogne, per detti soggetti verrà avviata la
procedura di cui al primo comma, lett. a) art. 23 l.r. 39/95;
•
11 inquilini sono risultati titolari di reddito superiore al limite previsto per l’accesso
all’E.r.p.. Nei confronti di questi, alla scadenza contrattuale, si provvederà alla stipula
di un contratto di locazione a carattere transitorio, della durata di 18 mesi, con
l’applicazione dei parametri stabiliti nell’ambito dei patti territoriali stipulati tra le
parti in data 14 dicembre 2004.
Contributo sfrattati
Nel rispetto del Regolamento in vigore, l’Ufficio ha provveduto alle verifiche dei requisiti per
determinare il fabbisogno annuale e la quota di contributo spettante agli aventi diritto.
Sono state esaminate 33 pratiche. Per la valutazione delle medesime è stata adottata una scheda
riportante le problematiche del soggetto che viene citata nei provvedimenti di ammissione, ma non
viene allegata agli stessi per motivazioni di privacy. Due nuclei familiari non sono risultati in
possesso dei requisiti previsti dal regolamento
Le ammissioni per l’anno 2005 sono in totale n. 31, di cui 15 riferite a soggetti che già nello scorso
anno fruivano del contributo.
A fronte di uno stanziamento iniziale di € 65.000,00 a seguito delle ammissioni alla fruizione del
beneficio economico di cui trattasi, vi è stato un impegno di spesa complessivo di €. 58.927,97.
L’importo totale liquidato agli aventi diritto che hanno prodotto la documentazione prevista per la
liquidazione del beneficio è stato pari a € 38.918,77.
Servizio “Progetto di Quartiere”
Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 51 del 20 febbraio 2004, è stato istituito un servizio
sperimentale nel Quartiere Cogne denominato “Progetto di Quartiere”. Tale Servizio è gestito
operativamente dal Consorzio Trait d’Union. Il progetto prevede che un’equipe composta da due
operatori con qualifica di ADEST debitamente formati, svolga la propria attività nell’ambito del
quartiere Cogne sei giorni su sette alla settimana. Ciò si pone l’obiettivo di rispondere ad alcune
esigenze specifiche che non sono state prese in carico dal servizio domiciliare ed espresse da
persone anziane e dai rispettivi nuclei familiari, monitorare le situazioni a rischio, integrando la
funzione di segretariato sociale svolta dalle assistenti sociali. Nel corso dell’anno 2005 sono stati
effettuati incontri con il Gruppo di Lavoro, con le Operatrici sociali e l’APS al fine di verificare
l’esito degli interventi effettuati.
61
Convenzione con l’A.R.E.R. per gestione alloggi
E’ stata predisposta la bozza della convenzione per la gestione degli alloggi di edilizia residenziale
pubblica siti negli stabili di Via Parigi n. 198, Via Antica Zecca n 3, Via Guido Rey n. 8, Via
Garibaldi n. 41 e n. 43 e Via Brean n 17. Con la deliberazione di Consiglio comunale n. 14 del 1
marzo 2005 è stata affidata all’A.R.E.R. la gestione tecnica e amministrativa di tali unità
immobiliari.
La scadenza della convenzione è fissata nella data del 31 dicembre 2006.
Emergenza abitativa – Raccolta istanze e assegnazioni
Le istanze presentate nel corso del 2005 sono state 54, per l’istruttoria delle stesse sono stati
richiesti accertamenti di carattere socio – sanitario e relativi alla presenza di barriere architettoniche.
I controlli per quanto concerne le autocertificazioni sono stati effettuati a tappeto.
Nel corso del 2005 si è concluso anche l’iter amministrativo iniziato nell’anno precedente per 20
pratiche, per le quali sono stati predisposti i riscontri agli interessati, a seguito delle valutazioni
della Commissione di ERPS.
Le assegnazioni di alloggio E.r.p. ai sensi dell’art. 23 l.r.39/95 e succ. modif. ed int. sono state 29,
di cui 25 riferite alle procedure previste dalla deliberazione n. 515/2004, e 3 riguardano i
trasferimenti in altri alloggi di E.r.p. per fronteggiare situazioni di particolare disagio e pericolo.
Le stesse sono state precedute da verifica dei requisiti, ai sensi dell’art. 19 della legge citata e hanno
comportato adempimenti nel rispetto dell’art. 22 legge medesima, nonché rapporti con l’APS e
l’ARER.
Assegnazioni E.R.P. Bando 1/2001
Nel corso dell’anno 2005, a fronte di 29 pratiche istruite per la verifica dei requisiti prevista all’art.
19 della l.r. 39/95 e succ. modif. e int. sono state effettuate 11 assegnazioni di alloggi di E.r.p. a
soggetti utilmente collocati nella vigente graduatoria.
Delle 29 pratiche istruite:
•
•
•
17 sono da riferirsi a nuclei in possesso dei requisiti previsti per l’assegnazione di
alloggio E.r.p., dei quali 6 hanno rinunciato all’assegnazione dell’alloggio proposto in
quanto non adeguato alle loro esigenze;
6 sono relative a nuclei familiari che hanno perso i requisiti previsti dalla vigente
normativa;
6 sono riferite a nuclei familiari che, non avendo avuto la conferma del punteggio
assegnato in sede di approvazione delle graduatorie, sono indietreggiati nella
posizione nelle graduatorie aggiornate.
Si fa presente che la procedura di cui trattasi, tenuto conto delle dimensioni degli alloggi
disponibili, del rispetto di quanto disposto all’ art. 16, comma 11, all’art.19, comma 2 e 3 e all’art.
20 comma 3 e 4, nonché dei necessari contatti e controlli con altri Comuni della Valle d’Aosta, è
caratterizzata da un iter molto complesso e delicato.
62
Supervisione APS
I rapporti con l’Azienda Pubblici Servizi sono stati costanti sia per la parte legata alla procedura
della mobilità degli anziani ed inabili, sia per quanto concerne la mobilità a domanda per
l’eliminazione graduale delle situazioni di sovraffollamento e/o sottoutilizzo.
Gli incontri e i confronti con il personale tecnico e amministrativo sono stati frequenti sia per le
problematiche specifiche, che per quelle più generali legate al contratto di servizio.
Spese condominiali
La liquidazione delle spese condominiali, sia agli enti gestori (APS e ARER), sia agli
amministratori degli alloggi di E.r.p. avuti in cessione dallo Stato e per gli alloggi riservati a “casa
parcheggio” siti nel Condominio Sarriod de la Tour, con i relativi anticipi delle spese riferite agli
assegnatari morosi, ha comportato contatti con gli stessi e la predisposizione degli atti dirigenziali
per l’autorizzazione al pagamento delle somme dovute.
Avvio procedure di decadenza
Il numero totale dei provvedimenti emessi tra il 2004 e il 2005 ammonta a 27.
Si è prestata una particolare attenzione per 4 assegnatari, per i quali è stato tenuto in sospeso l’avvio
della procedura di decadenza in quanto, dalla documentazione agli atti dell’ufficio, è emersa la
necessità di richiedere ulteriori accertamenti sociali;
Così pure per 7 assegnatari anziani, riconoscendo in capo a detta categoria una particolare
debolezza, si è ravvisata la necessità, prima di emettere il provvedimento di decadenza, di effettuare
ulteriori verifiche di carattere sociale.
Si precisa che nell’anno 2005:
•
•
•
•
•
•
sono stati revocati 10 provvedimenti in quanto i servizi sociali hanno dichiarato che i
soggetti rientravano nelle casistiche di cui al terzo comma dell’art. 38 della l.r. 39/95
e succ. modif. e int.
sono stati altresì revocati 3 provvedimenti, in quanto gli assegnatari hanno
provveduto a sanare la morosità pregressa e sono risultati in regola con i pagamenti
correnti;
sono state sospese le esecuzioni di 9 provvedimenti, in quanto gli assegnatari hanno
concordato con l’Azienda Pubblici Servizi un piano di rateizzazione delle morosità
pregresse unitamente ai canoni di locazione e/o delle spese condominiali correnti;
sono stati eseguiti 2 sgomberi di alloggi di e.r.p.;
sono stati richiesti ulteriori aggiornamenti sociali nei confronti di 1 assegnatario;
sono state richieste alla Polizia Municipale le calendarizzazioni per 2 esecuzioni
forzose. Per una di queste si precisa che, nel mese di marzo 2006, tenuto conto delle
problematiche sociali del soggetto, è stato predisposto il provvedimento di revoca del
precedente atto sindacale di decadenza dall’assegnazione, mentre per l’altro soggetto,
considerato che lo stesso ha assunto formale impegno al pagamento rateale delle
somme pregresse unitamente ai canoni e alle spese correnti, si è provveduto
all’emissione di una sospensione dell’esecuzione del provvedimento di decadenza .
63
• SERVIZI DEMOGRAFICI
Dirigente: Annamaria Tambini
FUNZIONARIO: MARGHERITA MIGLIASSO
Gli Uffici Anagrafici hanno puntualmente svolto i lavori cui sono preposti assicurando la regolare
tenuta del registro della popolazione che prevede gli aggiornamenti dei movimenti migratori, la
compilazione e rilascio delle Carte d’Identità e delle Tessere dei beni Contingentati.
Nel corso del 2005 il Comune di Aosta, quale facente parte della seconda fase del progetto di
consolidamento e razionalizzazione della Carta d’Identità Elettronica, ha proseguito a distribuire le
C.I.E. alla popolazione ultraquindicenne.
Ciò è avvenuto con grande impegno e soddisfacente successo, tanto è vero che sono stati espressi
apprezzamenti dal Sottosegretario di Stato dell’Interno, Sen. Antonio D’Alì e dal Presidente della
Regione Autonoma Valle d’Aosta, Sig. Luciano Caveri.
Alla fine dell’anno, il Comune di Aosta è risultato essere, tra i 54 Comuni sperimentatori, quello
che ha rilasciato la più alta percentuale di Carte d’Identità Elettroniche: sono state emesse infatti
circa 25.000 C.I.E. su una popolazione avente diritto di 30.800 cittadini, pari all’82%.
In occasione del XXV Convegno A.N. U.S.C.A., tenutosi a Merano dal 29.11.2005 al 2.12.2005, è
stata presentata l’esperienza di Aosta relativa all’emissione della Carta d’Identità Elettronica:
l’Assessore all’Innovazione Tecnologica del Comune di Aosta ha fatto un intervento in Assemblea
Plenaria mettendo in evidenza i risultati ottenuti e le problematiche riscontrate.
Per una corretta distribuzione delle C.I.E. si è continuato, in linea con gli accordi con l’Agenzia
delle Entrate del Territorio, a controllare e bonificare i codici fiscali dei nuovi immigrati, nonché di
tutti quei cittadini per i quali sono sopravvenuti cambi di generalità. E’ stato curato il continuo
aggiornamento degli archivi dell’I.N. A.
L’Ufficio Leva ha provveduto alla compilazione delle liste di leva e al successivo inoltro al
Distretto Militare competente, in quanto, pur essendo stato abolito il servizio militare obbligatorio,
l’Ufficio deve comunque continuare a predisporre la lista e ad aggiornare i ruoli matricolari della
popolazione maschile.
Lo Stato Civile ha assicurato la regolare tenuta dei registri di nascita, morte, matrimonio e
cittadinanza con l’abituale professionalità e correttezza.
Non sono state definite le forme di gestione dei Servizi Cimiteriali, in quanto il Consiglio di Stato,
nel corso del 2005, non si era ancora pronunciato sull’esito del ricorso avverso la sentenza del
T.A.R. Valle d’Aosta n. 180/2003. Pertanto il servizio di Polizia Mortuaria è stato interamente
svolto dall’Ufficio di Stato Civile.
Nel giugno 2005 l’incaricato di consulenza per la definizione dei costi, delle tariffe e di una bozza
di contratto di servizio per l’affidamento della gestione del Tempio Crematorio, ha consegnato il
documento definitivo che è stato trasmesso per eventuali osservazioni al Dirigente dei Lavori
Cimiteriali nonché alla Regione Autonoma Valle d’Aosta.
In data 7 ottobre, la Regione Autonoma Valle d’Aosta ha formalmente consegnato al Comune di
Aosta, con apposito verbale di “presa in consegna”, il forno crematorio e, successivamente, in
considerazione del fatto che detto forno servirà tutti i Comuni della Valle, all’art. 28 della Legge
64
Regionale n. 34 del 19.12.2005 (finanziaria 2006/2008), ha previsto il trasferimento a favore del
Comune di Aosta della somma, per un importo massimo di Euro 300.000,00, per la relativa gestione
le cui modalità dovranno essere definite di intesa con il Consiglio Permanente degli Enti Locali.
Con Deliberazione n. 437 del 24.11.2005 la Giunta Comunale ha approvato l’affidamento
all’Azienda Pubblici Servizi (A.P.S.) di Aosta della gestione del Tempio Crematorio dal 1° febbraio
2006 (e comunque non prima della definizione dell’intesa con il Consiglio Permanente degli Enti
Locali sulle modalità di gestione del servizio e dell’acquisizione di agibilità dei locali destinati al
forno crematorio) fino al 31.12.2006.
Il Comune di Aosta, con deliberazione della Giunta Comunale n. 55 del 24 febbraio 2006 ha
approvato la bozza di Intesa tra il Comune di Aosta e il Consiglio Permanente degli Enti Locali
sulle modalità di gestione del Tempio Crematorio. In data 1° Marzo 2006, con apposito verbale, il
Comune di Aosta ha consegnato in uso, per la relativa gestione, all’Azienda Pubblici Servizi di
Aosta la struttura del Tempio Crematorio.
L’A.P.S. ha avviato la gestione procedendo alla cremazione di resti mortali per l’addestramento del
personale addetto: la data di inizio del servizio di cremazione salme è stata programmata per il 29
marzo 2006.
Alla luce delle nuove disposizioni contenute nella Legge regionale n. 37/2004 (che detta
disposizioni in materia di destinazione delle ceneri e cremazione), nonché delle precedenti
intervenute normative in materia di cremazione, il Consiglio Comunale con provvedimento n. 164
del 20.12.2005 ha proceduto ad alcune modificazioni e/o integrazioni del Regolamento di Polizia
Mortuaria Comunale, senza mutarne l’impianto generale, al fine di adeguarlo alle intervenute
modifiche normative e introdurre, ove necessario, precisazioni alle disposizioni ivi contenute o
dizioni più puntuali, approvando un testo di Regolamento coordinato con le modifiche apportate.
Per far fronte a numerose richieste da parte della cittadinanza, il Comune di Aosta, in sede di
revisione del Piano Regolatore Cimiteriale, ha individuato cinquantaquattro lotti di terreno per
edificazione di tombe di famiglia (di cui 17 disponibili a ultimazione dei lavori di ampliamento del
Cimitero – V° lotto): nel corso del 2005, l’Ufficio Stato Civile ha stipulato la concessione per 18
lotti. Nel contempo è stata promossa un’azione pubblicitaria per poter vendere i lotti rimasti e,
all’uopo, sono stati predisposti manifesti alla cittadinanza, comunicati stampa e radiofonici.
L’Ufficio Elettorale ha provveduto alla tenuta e all’aggiornamento delle Liste Elettorali, degli albi
dei Presidenti di Seggio, degli scrutatori e dei Giudici Popolari, nonché alla gestione dell’Anagrafe
degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.). Inoltre, in collaborazione con gli altri gestori
interessati, ha espletato nel 2005, con efficacia ed in rapida successione, tutti gli adempimenti di
competenza concernenti l’Elezione del Sindaco, del Vice Sindaco e del Consiglio Comunale dell’8
maggio, nonché i Referendum Popolari del 12 e 13 giugno.
L’Ufficio Elettorale Circondariale, in occasione delle Elezioni Comunali, è stato chiamato a
svolgere le delicate operazioni di esame delle candidature con tutte le verifiche connesse.
Lo “Sportello del Cittadino”, quale ufficio di relazione con il pubblico, ha confermato il proprio
ruolo di qualificato contatto con i cittadini. La qualità del servizio percepito dall’utenza continua a
risultare di elevato livello. Assiste la cittadinanza nell’autocertificazione e procede
all’autenticazione di firme, fotocopie e fotografie così come previsto dagli artt. 18, 21 e 34 del
D.P.R. 445/2000. Ha collaborato inoltre in altri servizi quali la distribuzione delle Tessere dei Beni
65
Contingentati, dei Modelli 730 e Unico e delle chiavi delle biciclette per il progetto “C’entro in
bici”.
Lo sportello gestisce con precisione e puntualità l’Anagrafe Canina, prevista dalla legge regionale
28/11/1994 n. 14.
Al fine di valutare le forme attraverso le quali pervenire al riconoscimento e istituzione dei Comitati
di Quartiere e di Frazione, è stato effettuato un lavoro preliminare di indagine contattando altri
Comuni appositamente individuati per l’indagine. Si è provveduto a reperire, tramite Internet, gli
Statuti e i Regolamenti applicativi di detti Comuni e, contattando telefonicamente i responsabili, è
stata fatta un’ulteriore indagine sugli aspetti logistici, finanziari e eventuali problematiche di
gestione.
***
Area n. 6
Avvocatura – Contratti e Appalti
Dirigente: Valdo Azzoni
FUNZIONARIO: ANGELO OBERTO
L’Avvocatura Comunale durante il 2005 ha gestito direttamente, con piena autonomia e
responsabilità professionale, 27 cause (di cui 2 con il co-patrocinio di professionisti legali esterni)
delle complessive 30 vertenze giudiziarie (delle quali 3 affidate a patrono del libero foro) in cui il
Comune ha ritenuto di costituirsi, e così nella stragrande maggioranza dei casi, come si rileva dagli
appositi elenchi quadrimestrali. Va ricordato anche che, nel concreto, il responso favorevole ha
toccato larga parte delle controversie affrontate. Inoltre, l’Avvocatura Comunale (per mezzo
dell’Avvocato Dirigente e, solo in taluni casi avanti il Giudice di pace, per mezzo di funzionari
comunali all’uopo incaricati) è intervenuta, avanti le varie magistrature civili, del lavoro,
amministrative - oltre che per le cause suddette - in altre 32 udienze per trattazione di controversie
già precedentemente instaurate.
Non è mancato, sempre nel corso dell’anno 2005, il consistente impegno dell’Avvocatura anche
nell’assunzione diretta della funzione consulenziale, consistente nella formulazione di pareri legali
(scritti ed anche orali) nelle materie più disparate, atti a consentire l’adeguamento e la corretta
conformazione dell’attività amministrativa dell’intero ente alla vigente normativa e che
presuppongono - oltre che un continuo ed assiduo studio per l’aggiornamento, in continua
evoluzione - istruttorie, ricerche (soprattutto giurisprudenziali), incontri con funzionari, dirigenti ed
amministratori. Questa attività, in conformità dell’obiettivo proposto 6.1, si è concretizzata
nell’assunzione diretta della quasi totalità delle richieste pervenute ed è stata assolta
abbondantemente al di sotto della media dei quattordici giorni lavorativi previsti per la risposta.
Lo stesso Avvocato dirigente, con l’ausilio operativo del personale dipendente, ha realizzato, visto
il lusinghiero apprezzamento già ottenuto nell’anno 2004 e in conformità con l’obiettivo 6.2, la
rivista dal titolo “Rassegna giuridica”, offerta in visione gratuita sul sito internet dell’ente. Ciò per
contribuire a migliorare l’aggiornamento professionale, in materia di competenze giuridiche,
dell’intero apparato dell’amministrazione, mettendo nel contempo a disposizione dei cittadini
informazioni utili e conoscenze direttamente spendibili nel rapporto con la P.A., attraverso uno
strumento tecnologico agile ed elastico per accessibilità e trasparenza.
L’Avvocatura comunale ha portato altresì a pieno compimento l’obiettivo n. 6.3, consistente nella
predisposizione e nell’attuazione del programma di aggiornamento delle procedure connesse al
66
rispetto della normativa in materia di “privacy” (d. lgs. n. 196/2003) e, più precisamente, a tale
programma si è dato attuazione nella successione seguente: redazione e approvazione
dell’aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza (dps); rinnovata stesura della
lista degli incaricati; intervento formativo di aggiornamento del personale dipendente
dell’Avvocatura volto al riepilogo della disciplina sulla “privacy”, nonché alla disamina delle
prospettive di incidenza del trattamento dei dati nell’uso di strumenti informatici nel processo
civile, tenuto dal dirigente; rilascio dell’aggiornamento delle istruzioni scritte impartite allo stesso
personale; aggiornamento dell’indicazione delle misure minime di sicurezza.
Per ciò che concerne Contratti e Appalti, si è regolarmente provveduto al mantenimento e alla
gestione del registro riportante: oggetto; data di attivazione del procedimento; data di riscontro
dell’ufficio competente ovvero della controparte alla richiesta della documentazione da allegare;
data di stipula del contratto; giorni lavorativi intercorsi tra la data di attivazione o di riscontro e
quella della stipula.
Inoltre, pure nell’ambito dell’Ufficio Contratti e Appalti - sempre in linea con i buoni risultati già
ottenuti negli anni precedenti - si è proseguito nella corretta utilizzazione del processo di
informatizzazione mediante l’aggiornamento di schemi elaborati-tipo per la formulazione dei
contratti e delle gare d’appalto. Numerosi sono stati gli aspetti legislativi e regolamentari intervenuti
in materia, quali la legge regionale n. 19/2005, le molteplici determinazioni dell’Autorità per la
vigilanza sui lavori pubblici, ecc.
Si è inoltre proseguito, mediante l’utilizzazione di Internet, alla pubblicazione di tutti i bandi di
gara, oltre che sul sito informatico del Comune, anche su quello della Regione Autonoma Valle
d’Aosta ed alla consultazione dei provvedimenti dettati in linea operativa dallo stesso Ministero e
dall’Autorità per la vigilanza sui LL.PP.
Nel corso dell’anno 2005 sono state esperite da parte dell’Ufficio Contratti n. 14 gare, tutte
regolarmente svolte, nessuna di esse è risultata deserta. Da notare che, seppure per sole due di
queste sono stati presentati ricorsi avanti al locale TAR, le relative vicende giudiziarie si sono
concluse favorevolmente per l’Amministrazione comunale, a dimostrazione della correttezza e
bontà dell’operato gestionale, oggetto di continui affinamenti normativi.
***
Area n. 7
Edilizia – Urbanistica - Espropri
Dirigente: Graziella Benzoni
PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED EDILIZIA - URBANISTICA
• FUNZIONARIO: GIORGIO PASQUALE
L’impegno prioritario nell’anno è stato quello volto all’ adeguamento del Piano Regolatore
Generale vigente al Piano Territoriale e Paesistico Regionale ed è stato effettuato da parte
dell’ufficio in forma diretta e con la collaborazione di due consulenti tecnici appositamente
incaricati. Alla fine del primo trimestre la bozza del Piano regolatore contenente gli adeguamenti è
stata sottoposta all’ approvazione del Consiglio Comunale e successivamente inviata alla
Amministrazione regionale dando così l’avvio al complesso iter per giungere alla sua adozione. Nel
corso dei successivi mesi sono stati continui gli scambi con la struttura regionale dell’urbanistica
preposta all’istruttoria della bozza di Piano e da ultimo con il Comitato scientifico per l’ambiente
67
cui la bozza stessa è stata sottoposta per la valutazione di impatto ambientale. Il lavoro proseguirà
nell’anno in corso, recependo o superando i rilievi regionali.
E’ continuata l’attività di presidio del progetto di PRUSST “INTERSCAMBIO” cofinanziato dal
Ministero delle infrastrutture e Trasporti per la trasformazione della zona F8bis, che comprende, tra
l’altro, la realizzazione del parcheggio pubblico comunale funzionale all’ ingresso alla città da sud.
Tale progetto che ha coinvolto inizialmente, oltre al citato Ministero e al Comune, la
Amministrazione Regionale e la Società Vallée d’Aoste “Structure”, ha interessato successivamente
anche il Comune di Charvensod, la Società Autostrade e la soc. Pila. L’attività è consistita per tutto
il primo semestre in numerosi incontri tra i soggetti coinvolti al fine di definire modalità, contenuti
e forma degli atti da redigere per il raggiungimento dell’obiettivo.
Il progetto ha subito una battuta d’arresto nel mese di luglio a causa della richiesta formulata
dall’Amministrazione regionale e recepita da quella comunale, di approfondire le tematiche della
connessione della viabilità locale con quella autostradale e riprenderà il suo corso a definizione
degli studi in proposito disposti dal suddetto ente.
L’aggiornamento della cartografia del sistema informativo territoriale, fondamentale in primo luogo
per la predisposizione degli elaborati grafici di rispondenza al PTP regionale, è proseguito al fine di
mantenere la banca dati del territorio e delle sue trasformazioni aggiornata, pur scontando un
rallentamento dovuto sia alla priorità degli adempimenti precedentemente citati sia alla assenza
temporanea di parte del personale preposto. Tale attività, che si fonda sia su base documentale sia
dall’ispezione diretta sul territorio, è attività fondamentale anche alla fornitura di supporto da parte
dell’ufficio cartografico all’intero settore tecnico e a tutti gli uffici comunali nonché ai
professionisti incaricati da amministrazioni pubbliche, liberi professionisti e privati necessitanti di
basi cartografiche o di dati sul territorio.
Per quanto riguarda l’attività ordinaria sono stati istruiti e portati all’approvazione alcuni Piani di
Dettaglio di iniziativa privata per la trasformazione urbanistica ed edilizia di zone della città.
Sono stati curati e gestiti i procedimenti di adozione e approvazione delle varianti al PRG
conseguenti alla approvazione di progetti di opere pubbliche comunali, consistenti nella
predisposizione degli atti per l’adozione da parte del Consiglio Comunale e le successive fasi di
pubblicazione, controdeduzione alle osservazioni e approvazione.
Sono state rilasciate 241 certificazioni di destinazione urbanistica e verificati i frazionamenti
catastali delle aree libere, nonché gli atti notarili relativi a trasferimenti immobiliari, come imposto
da disposizioni normative. Numerosi e quotidiani i contatti con gli utenti a fini informativi e
interpretativi delle norme urbanistiche e di PRG.
E’ stata seguita l’attività relativa alla certificazione ambientale del comune anche mediante la
partecipazione al Comitato Guida.
E’ stata approvata la localizzazione di nuovi interventi di edilizia residenziale pubblica su aree di
proprietà comunale all’interno del Piano di Zona Quartiere Dora riguardante sia edilizia agevolata
(n. 14 alloggi a cooperativa edilizia), sia edilizia sovvenzionata (n. 80 alloggi all’ ARER).
E’ stata nel frattempo affrontata la problematica relativa ai vincoli aeroportuali per le zone della
città interessate, sia mediante studio e approfondimento della complessa normativa sia mediante
contatti con gli uffici statali preposti, quelli regionali e i responsabili della società di gestione
dell’aeroporto.
68
L’ufficio ha anche collaborato con Amministrazione Regionale, USL e Finaosta, mediante
partecipazione a gruppo di lavoro specifico, all’approfondimento delle problematiche urbanistiche e
ricadute connesse all’ ampliamento del presidio ospedaliero.
L’entrata in vigore della nuova norma regionale sugli impianti di telecomunicazione, legge n.
25/2005, ha interessato e sta occupando gli uffici dell’area sia per quanto riguarda l’aspetto
pianificatorio sia per quello autorizzativo; si collabora con i responsabili del gruppo di lavoro
costituito in seno al Celva per la messa a punto del procedimento unificato sul territorio regionale e
per il raccordo con lo sportello unico delle attività produttive, mettendo a punto i provvedimenti per
l’approvazione dei progetti di rete, per l’autorizzazione alla installazione degli impianti e della
bozza di convenzione per l’utilizzo dei siti.
L’ufficio è stato interessato anche nel progetto, facente capo ad altri servizi comunali, relativo al
censimento ed alla regolarizzazione dei passi carrabili della città. Il coinvolgimento dell’ufficio è,
nel caso specifico, relativo al controllo e all’attribuzione dei numeri civici ai passi carrabili rilevati.
L’attività dell’anno conferma oltre alla complessità e articolazione delle problematiche affrontate
dall’ufficio la sua centralità e trasversalità rispetto a tutte le azioni che si programmano e
sviluppano sul territorio.
• PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED EDILIZIA – EDILIZIA PRIVATA
FUNZIONARIO: FILIPPO CACACE
L’ufficio, che ha come principale attività quella di istruire e rilasciare titoli abilitativi all’attività
edilizia ed esercitare il controllo delle trasformazioni sul territorio comunale, è impegnato per un
consistente tempo nel contatto diretto con l’utenza, sia privata sia professionale, per fornire
informazioni, pareri, interpretazioni normative.
L’ istruttoria delle progettazioni che vengono via via inoltrate è fatta con riguardo al quadro
normativo statale e regionale, al quadro urbanistico generale e di dettaglio, alla normativa
vincolistica di sicurezza idrogeologica e di tutela storico-artistica, monumentale e paesaggistica, ed
è attività complessa e articolata, propedeutica anche all’espressione del parere della Commissione
Edilizia e Urbanistica comunale, di cui l’ufficio gestisce e organizza l’attività.
Nel corso dell’anno 2005 è proseguita l’attività di istruttoria delle richieste di condono avanzate ai
sensi della normativa regionale emanata nel 2004. Particolarmente impegnativa anche l’attività di
esame ed approvazione delle richieste degli enti gestori di impianti per la telefonia e le
telecomunicazioni, che discende da adempimenti della specifica legge regionale, di recente
modificata e che comporterà, tra l’altro, la reimpostazione delle procedure sin qui adottate.
Limitatamente ai procedimenti maggiormente significativi, l’attività ha comportato l’istruttoria di
oltre 430 concessioni edilizie e 110 varianti alle stesse, 541 Denuncie di Inizio Attività, 113
richieste di certificazioni di abitabilità/agibilità, 154 richieste di autorizzazioni varie (insegne,
provvedimenti di occupazione di suolo pubblico connessi all’attività commerciale, ecc.); sono state
rilasciate oltre 150 certificazioni di vario genere (destinazioni d’uso a fini commerciali, fine lavori,
costruzione tetti a uso mutuo regionale, classificazione opere edilizie, ricongiungimenti familiari
per la legge sull’immigrazione, ecc.), tutte precedute da sopralluoghi o esame di documentazione di
archivio. E’ stato inoltre seguito il contenzioso legale e giudiziario connesso all’attività edilizia e
sono stati predisposti i provvedimenti repressivi di attività edilizie irregolari. L’ufficio edilizia
gestisce complessivamente nell’arco annuale un carteggio di circa 6.000 tra richieste di pareri, di
69
informazioni, di certificazioni e di procedimenti di varia natura e genere provenienti da cittadini ed
enti vari o legati alla gestione amministrativa del procedimento.
Sono stati realizzati numerosi sopralluoghi su tutto il territorio comunale, sia preventivi all’esame
delle richieste di concessione edilizia o per istruire gli altri titoli abilitativi dell’attività costruttiva,
sia per la prevenzione e la repressione degli abusi, sia per interventi connessi alla tutela della
pubblica incolumità; tale attività è stata disposta su iniziativa dell’ufficio o a seguito di segnalazione
esterna. I sopralluoghi hanno coinvolto, oltre ai tecnici dell’ufficio, membri della Commissione
Edilizia e tecnici di altri uffici comunali o di enti diversi. Nel complesso sono stati eseguite oltre
300 uscite dall’ufficio per sopralluoghi con la verifica di immobili e ambiti territoriali.
Significativa permane anche l’attività legata ai permessi edilizi e di occupazione di suolo pubblico
relativi ai dehors per le attività commerciali.
Nel corso dell’anno è proseguita l’attività dell’ufficio unico del centro storico, costituito in
coordinamento con l’Amministrazione Regionale sulla base di apposita convenzione, ove viene
svolta istruttoria congiunta per le rispettive competenze dei due enti e un’attività di documentazione
e informazione preventiva alla fase progettuale stessa.
La verifica degli impianti installati su edifici privati e pubblici, da effettuarsi ai sensi della legge
46/90, è proseguita con la collaborazione di un tecnico specialista appositamente incaricato ed è
consistita nella gestione dei rapporti con i soggetti verificati, sia preventivamente alla fase ispettiva
sia nella redazione dei provvedimenti necessari.
Sono stati esaminati e istruiti, per il relativo esame da parte della Commissione Edilizia, oltre agli
interventi privati, numerosi progetti di importanti opere pubbliche di interesse comunale e regionale
e messi a punto i relativi atti di approvazione.
Sono stati seguiti il contenzioso legale e le controversie tra privati che hanno coinvolto l’ufficio,
nonché gli sviluppi delle fasi giudiziarie delle procedure approdate in sede penale; sono state
predisposte le ordinanze per abusi edilizi ed emessi i provvedimenti contingibili ed urgenti per
igiene pubblica ed incolumità.
Personale dell’ufficio è inoltre stato coinvolto in gruppi di lavoro o unità di progetto interni
all’Amministrazione.
• PIANIFICAZIONE TERRITORIALE ED EDILIZIA - ESPROPRI
FUNZIONARIO: EGIDIA PITTET
L’attività dell’ufficio consiste nell’acquisizione di aree e immobili necessari alla realizzazione di
opere pubbliche o di interventi di pubblica utilità. A seguito dell’emanazione, nel mese di luglio
2004, della legge regionale sull’espropriazione che ha mutuato i principi e le innovazioni introdotte
nel corso del 2003 dal Testo Unico statale, la materia è stata radicalmente innovata attribuendo la
gestione completa e diretta delle procedure acquisitive di beni immobili alla Amministrazione
comunale; sono state quindi trasferite le competenze già regionali, in specie quelle di
determinazione dell’indennità espropriativa e di emanazione del decreto di esproprio, e l’ufficio ha
dovuto riorganizzare procedure, modalità operative, adempimenti.
Parallelamente alle procedure avviate con la nuova disciplina si sono dovute gestire con le pregresse
normative (vecchia legge dello Stato e Nuovo Testo Unico del 2003) le procedure già in corso, con
70
le difficoltà derivanti dalla parallela coesistenza di tre diversi impianti normativi e relative modalità
operative.
Sono in corso e gestite 44 procedure (espropri e asservimenti). Di queste, 13 sono le procedure
espropriative di varia natura e complessità avviate nel corso dell’anno 2005. Nel contempo, 7
procedure sono state concluse, liquidando indennità per Euro 385.297,22. Le diverse procedure
sviluppate nel corso del 2005 hanno riguardato numerosi immobili e una pluralità di ditte catastali,
(parecchie centinaia); le procedure attivate negli anni precedenti ed ancora ricadenti nella disciplina
pregressa vengono gradualmente esaurite in connessione e dipendenza delle modalità e tempi
operativi determinati dalla Amministrazione Regionale.
Sono stati effettuati i sopralluoghi e le ricognizioni preliminari all’emissione dei decreti di
esproprio, incaricati e seguiti alcuni tecnici esterni per la esecuzione di frazionamenti catastali di
immobili interessati dalla acquisizione, redatte stime e stati di consistenza di immobili, sottoscritti
atti notarili di acquisizione di beni derivanti da cessioni legate all’approvazione di strumenti
urbanistici esecutivi.
Continua è stata la collaborazione con l’area comunale delle Opere Pubbliche per l’avvio
coordinato degli atti e dei provvedimenti deliberativi delle opere pubbliche da realizzare su terreni
privati sottoposti ad acquisizione. Il coordinamento con le aree 9, 10 e 11 è stato costante ed i tempi
di acquisizione degli immobili, nonché di perfezionamento delle occupazioni d’urgenza, sono stati
calibrati in funzione di quelli dell’opera da eseguire e delle relative procedure di gara d’appalto.
Ha fatto inoltre parte della quotidianità l’attività di informazione al pubblico e agli uffici interni alla
Amministrazione sulla materia espropriativa.
***
Area n. 8
Patrimonio – Illuminazione pubblica – E.R.P. (competenze di carattere manutentivo) – Gestione dei
Contratti di Quartiere “Cogne” e “Dora”
• PATRIMONIO
Sono proseguite le ricognizioni negli archivi comunali e pubblici, i sopralluoghi sul campo per la
verifica della consistenza reale del bene e del suo utilizzo, nonché le ulteriori ricerche, nei casi di
indeterminazione, attraverso consultazioni presso l’Ufficio del Registro ed archivi dei singoli notai,
necessari per la completa definizione dell’inventario, anche se esclusivamente in riferimento alle
pratiche oggetto di specifico interesse.
Gestione del patrimonio
Amministrativa
Locazioni attive e passive: sono proseguiti gli adempimenti amministrativi di routine per la loro
gestione; le procedure amministrative di natura contabile finalizzate al recupero del dovuto (solleciti
- costituzioni in mora), sin dal mese di agosto 2004, sono state attribuite all’ufficio ragioneria;
Adempimenti relativi alle gestione di concessioni/comodati/convenzioni con privati, Cooperative
Edilizie, Enti pubblici e Demanio: è proseguita l’attività di gestione dei contratti in essere. In
particolare, si è ritenuto opportuno dar corso alla proroga di 8 mesi (dal 31 maggio 2005 al 31
71
gennaio 2006) della concessione in comodato gratuito dell’ex Hotel Bellevue all’ANA, alle stesse
condizioni previste nella scrittura privata già sottoscritta e registrata al n. 356/03 del registro S.P.
Tale decisione, è stata assunta con deliberazioni di Giunta Municipale n. 198/05 e n. 11/06 in
riferimento alla presumibile data di inizio lavori, per adibire l’immobile a micro-comunità per
anziani ed inabili, con annesso centro diurno comunicata dal dirigente dell’Area 10.
Rivalutazione dei beni patrimoniali a fini assicurativi e contabili: la stima del patrimonio
immobiliare a fini assicurativi, svolta seguendo le indicazioni dell’allora broker “Marsh spa”, risale
all’ottobre del 2000; si è ritenuto di rinviare ogni eventuale modifica al prossimo anno, a seguito di
specifici confronti con il broker. Per quanto riguarda la rivalutazione dei beni patrimoniali a fini
contabili, in relazione alla necessità di redigere il Conto del Patrimonio ed in particolare alla
necessità di ridefinire il valore degli immobili acquisiti prima del 1995 in riferimento al valore
catastale (il valore di tali immobili, ex art.72 del D.Lgs 77/95, come recepito anche dalla Del.
Giunta Regionale n. 5033/2001, va determinato moltiplicando la rendita catastale per uno specifico
coefficiente moltiplicatore), sono stati adeguati i coefficienti moltiplicatori da applicare alle rendite
catastali dei suddetti beni di interesse, come disposto dall’art.1bis L.30 luglio 2004, n. 191, di
conversione del Decreto Lgs. 12 luglio 2004, n. 168.
Tecnica
Sono proseguite le attività di confronto e valutazioni con i professionisti incaricati della
predisposizione degli Studi di fattibilità e progettazioni in corso, i cui esiti sono di seguito descritti:
Cinema-Teatro Giuseppe Giacosa: con Determinazione Dirigenziale n. 1525 del 27 settembre 2004,
si era proceduto all’affidamento dell’incarico professionale alla Società di ingegneria “Studio Amati
srl” (Scrittura Privata n. 847/2004) finalizzato alla redazione di uno studio di fattibilità relativo al
recupero dell’immobile da destinarsi a Teatro ed a cinema. Con deliberazione di Consiglio
Comunale n. 48 del 21 marzo 2005 si é approvato lo studio in argomento che costituirà riferimento
per il successivo affidamento della progettazione a cura dell’Ufficio Manutenzione stabili.
Progetto di restauro dell’antico cimitero di sant’Orso: con Determinazione Dirigenziale n. 295 del
26/02/2004 e successiva Determinazione dirigenziale n. 1067 del 09/07/2004 era stato affidato
l’incarico professionale per la progettazione, direzione e assistenza lavori e coordinamento della
sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, del restauro e valorizzazione della cappella e
dell’antico cimitero di Sant’ Orso (Scrittura privata n. 128/2004) e successivamente formalizzato il
nuovo termine di consegna degli elaborati relativi. Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 358
del 24/09/2004 era stato approvato il progetto preliminare dell’intervento in oggetto recependo già
in parte le osservazioni formulate dalla Regione cui il progetto stesso sarà completamente adeguato
in fase di progettazione definitiva. Con nota 15414/BC del 27/09/2004 la Regione aveva concesso il
contributo richiesto ai sensi della LR 18/2002 “Incentivi regionali per la valorizzazione degli
itinerari storici, dei siti celebri e dei luoghi della storia e della letteratura” citata in precedenza. Nel
corso del 2005, si sono svolte le necessarie indagini di tipo geologico (affidamento di incarico con
DD630/05) nonché ulteriori e mirati approfondimenti a livello storico-artistico, ecc. i cui esiti hanno
costituito la base su cui procedere per la redazione dei successivi livelli progettuali in corso di
sviluppo compatibilmente con l’erogazione delle necessarie risorse finanziarie.
Ex Cappella S. Grato: con Determinazione Dirigenziale n. 531 del 30 marzo 2005, si è approvato, a
seguito di specifici confronti con la Sovrintendenza (parere favorevole Rava, civico prot. 17078/05)
il progetto del portale di accesso al bene in argomento; il precedente, di tipo provvisorio, era stato
distrutto da un atto vandalico. Con successiva Determinazione n. 531 del 30 marzo 2005, si è
72
provveduto ad affidare l’incarico di fornitura e posa dello stesso.
Il collegamento con l’area di produzione “Stabili Comunali” si è svolto in relazione a necessità
contingenti o di specifico interesse inerenti le potenzialità di valorizzazione/destinazione dei beni di
proprietà comunale in relazione ad eventuali indirizzi già forniti dall’Amministrazione, con
particolare riferimento allo studio di fattibilità per il Teatro “Giacosa”.
L’Unità di Progetto intersettoriale, (ordine di servizio n. 26 del 31 agosto 2001 e successivo n. 33
del 2 settembre 2005), composta, tra gli altri, dal dirigente dell’ufficio patrimonio in qualità di
Responsabile, ha continuato ad esercitare funzioni di coordinamento, valutando le esigenze espresse
dai vari settori, in funzione dei locali resisi via via disponibili, con compiti di:
a) analizzare la situazione logistica di uffici e servizi comunali con particolare riferimento alla
prossima disponibilità di locali in relazione al termine dei lavori di Restauro e Manutenzione
del Civico Palazzo;
b) programmare la dislocazione degli uffici della civica Amministrazione nell’Ala Nord
dell’edificio comunale di Piazza San Francesco in relazione a quanto già espresso con apposito
atto di Giunta;
c) definire ipotesi di utilizzazione degli spazi e dislocazione degli uffici (sia di carattere
provvisorio, sia di carattere definitivo) da sottoporre all’esame ed alla valutazione del Sindaco e
della Giunta comunale ogni qual volta se ne ravvisi la necessità
Acquisizioni, alienazioni, permute immobiliari, locazioni, concessioni, comodati, convenzioni
(in essere)
Permute
Con Atto notarile del 20 aprile 2005 reg. Gen. 5386 Ufficiale rogante Notaio Favre Giovanni, in
esecuzione del provvedimento di Consiglio Comunale n. 183 del 28 novembre 2002 si è
formalizzato il trasferimento a titolo gratuito, ai sensi della legge regionale 68/94 dalla
Amministrazione Regionale a favore del Comune di Aosta, dei seguenti beni, qui sommariamente
descritti: Scuola media Jean Baptiste Cerlogne in via S. Martin de Corléans, Scuola Elementare di
Excenex in fraz. Excenex, Porzione di casa Savouret in via Festaz, Bocciofila CCS Cogne, ad
esclusione del Parcheggio pluripiano e stazione terminal bus di via Carrel il cui trasferimento era
subordinato alla firma di una apposita convenzione per la regolamentazione della concessione in
uso perpetuo alla Regione della Stazione degli autobus situata in superficie (approvata in bozza con
deliberazione di Giunta Municipale n. 441 del 19.11.2004), nonché alla realizzazione degli
interventi sull’immobile ed alla produzione degli elaborati documentali pattuiti nel Verbale della
riunione svoltasi presso gli uffici regionali dell’Ass.to Opere Edili in data 27 settembre 2004.
Le ulteriori permute di beni tra Regione e Comune, di cui alla citata deliberazione di Consiglio
Comunale n. 183 del 28 novembre 2002 e successivo provvedimento consiliare n. 51 del 29.4.2003,
sono tutt’ora in corso di perfezionamento per quanto riguarda gli aspetti di carattere tecnico
preliminari alla stipula dell’atto notarile.
Sono poi state condotte le valutazioni tecnico-economiche circa l’opportunità di permutare i
seguenti immobili:
Appezzamenti di terreno in località Porossan-Truchod, Foglio 54 n. 27 (comunale) e n. 590
(privato): nel corso del 2005, in riferimento alla nota del 25 gennaio 2005 prot. 3581, con la quale
venivano formalizzate al proprietario due ipotesi di permuta, di cui alla perizia del professionista
73
incaricato ed al riscontro dello stesso proprietario del 3 marzo prot. 7599, nel quale venivano
formulate altre ipotesi, sono proseguite le trattative per giungere ad una soluzione condivisa. Si
rimane, peraltro, in attesa dell’esito dell’incarico affidato dall’Amministrazione per valutare la
domanda di sosta nelle frazioni.
Appezzamenti di terreno in via Binel, Foglio 34 n. da definire (comunale), n. 130 (privato),
compresi in un’area destinata a parcheggio nel PRG vigente (PA1080) e interessati dalla prevista
realizzazione di un parcheggio pubblico comunale: a seguito di vari confronti sia a livello
amministrativo, sia con le Aree coinvolte (servizi viabilità ed espropri) sia con i privati interessati,
si è valutata percorribile la procedura della permuta ed in tal senso si sono effettuati i primi
sopralluoghi di tipo tecnico per definire con esattezza gli appezzamenti da permutare, nonché la
fattibilità delle richieste di variazioni progettuali avanzate dal privato in tema di accessi al suo
immobile. A tale accordo di massima farà seguito l’esatta definizione dei termini della permuta
nell’ambito di una perizia da prodursi a seguito di specifico incarico professionale.
Locazioni
Locazione assistita, in collaborazione con l’Area 5 - Edilizia residenziale pubblica: nell’obiettivo di
risolvere situazioni di disagio abitativo di soggetti in possesso dei requisiti per l’accesso all’edilizia
residenziale pubblica e con una sistemazione abitativa precaria che si trovino nell’impossibilità di
reperire autonomamente un alloggio nell’edilizia privata, con deliberazione di Consiglio Comunale
n. 135 del 9.11.2004 è stata istituito il servizio locazione Assistita allo scopo di assumere in
locazione diretta alloggi di edilizia privata da concedere in sub-locazione ai sopra citati nuclei
familiari disagiati e precisamente a: 1) singoli con minori conviventi a carico, 2) nuclei familiari
con presenza di anziani handicappati gravi. Nel corso del 2005, pur in assenza dell’auspicato
incremento dell’organico, si sono attivate una serie di procedure miranti a pubblicizzare l’iniziativa:
(1. presentazione dell’iniziativa, in data 20.9.05, in una apposita Conferenza Stampa; 2. redazione
determinazione dirigenziale n. 1489 del 21.9.2005 di approvazione testo del relativo avviso e
acquisto spazi pubblicitari per pubblicazione estratto su quattro testate locali; 3. pubblicazione
dell’avviso sull’Albo Pretorio dal 29.9.05 al 7.10.05 trasmesso poi all’Uppi, a tutti gli
Amministratori di Condominio e a tutte le Agenzie Immobiliari 4. Affissione manifesti nel mese di
ottobre). A seguito della pubblicizzazione succitata sono pervenute tre offerte (21.10.05 Prot. n.
37301,20.12.05, Prot. n. 44816, 30.12.05 Prot. n. 46133) di cui una in corso di definizione e due
revocate in quanto i proprietari hanno poi preferito affittare privatamente.
Sviluppo, conduzione e risoluzione vertenze/contenziosi in corso, inerenti problematiche di
carattere patrimoniale
Cause Gagliardi Design: In riferimento all’atto di citazione, notificato in data 7.11.2002, con cui la
Gagliardi Design ha chiamato nuovamente in causa il Comune chiedendo la condanna di
quest’ultimo al pagamento di un cospicuo risarcimento danni cagionati all’immobile sito in via S.
Martin de Corlèans n. 212, in relazione alla vicenda contrattuale oggetto della prima vertenza,
l’Ufficio Patrimonio si è trovato nella necessità di dover assolvere tutte le più opportune valutazioni
ed incombenze di natura specificatamente tecnica che la causa ha richiesto. A tal fine il dirigente
dell’Area è stato nominato Consulente Tecnico di Parte ed avvalendosi di una collaborazione
esterna, anch’essa nominata CTP, si è attivata una nuova collaborazione con il legale nominato
dall’Amministrazione.
Condominio “Il Pino” (area via Torre del Lebbroso): la risoluzione del contenzioso, sviluppatosi in
rapporto a problematiche conseguenti alla non regolarizzazione di diritti di proprietà derivanti da
cessioni gratuite a favore del Comune, in riferimento all’art. 9 delle NTA del PRG allora vigente,
74
con compenso volumetrico (permesso edilizio n. 60/67), si è incentrata sull’ipotesi di procedere
all’acquisizione dell’area, a valore di esproprio, la cui definizione è stata demandata al competente
ufficio espropri.
Causa Cinema-Teatro Giacosa: con deliberazione di Giunta Municipale n. 312 del 15 settembre
2005 e successiva scrittura privata n. 661 di “Concessione in uso dei locali di proprietà comunale
adibiti ad utilizzo polifunzionale ed oggi operanti all’insegna di cinema Teatro Giacosa e degli
impianti di proprietà del Comune per l’affissione delle locandine”, sottoscritta con la Società
Dreamlight scrl il 20 ottobre 2005, si è definitivamente giunti ad una composizione globale di un
periodo di controversie quasi ventennale. Tale risoluzione ha visto, tra l’altro, la consegna
immediata dell’alloggio sovrastante il Cinema Teatro, nella proprietà libera esclusiva ed indiscussa
del Comune, con espressa, definitiva ed irrevocabile rinuncia a qualsiasi rivendicazione,
dimostrando l’abbandono, da parte del sig. Guasti Cristiano, della causa pendente avanti il
Tribunale di Aosta in ordine all’alloggio stesso. L’Amministrazione potrà programmare, di
conseguenza, con maggiori aperture di orizzonti in fatto di soluzioni tecnico-operative, l’avvenire di
un impianto storicamente significativo nella vita della comunità per il recupero del quale il
Consiglio Comunale, con deliberazione n. 48 del 23 marzo 2005, ha approvato uno specifico
“Studio di fattibilità”.
Locale sito al piano terreno di Via Montagnayes, n. 10: il Tribunale Ordinario di Aosta, all’udienza
del giorno 8 marzo 2005, ai sensi dell’art. 281 sexies c.p.c. ha pronunciato la Sentenza nella causa
civile iscritta al n. 1671 R.G. dell’anno 2003, avente ad oggetto l’usucapione promossa dal Comune
di Aosta nei confronti di Eporedia s.a.s. di Grimod Alessandro & C, dichiarando l’intervenuta
usucapione in favore del Comune di Aosta della proprietà dell’immobile sito nel Comune di Aosta e
distinto al N. C.E.U. al Fg. N. 60 mappale n. 148 subalterno n. 4. Con nota del 2 agosto 2005 prot.
28212 del 10.8.05, l’avv. C. Curtaz, patrono del Comune, trasmetteva copia della citata Sentenza
iscritta al n. 115/05, unitamente a copia delle nota di trascrizione dell’Agenzia del Territorio e
certificato voltura catastale.
Acquisizioni
Si è proceduto alle valutazioni tecnico-economiche circa l’opportunità di acquisire i seguenti
immobili:
Edifici e terreni in Via G. Eyvia, Foglio 32, n. 44-45-49-50-91-161: per completare l’assetto
proprietario nell’area sportiva di Tzamberlet in prevalenza di tipo pubblico. Nel corso dell’anno
altre priorità hanno limitato la possibilità di approfondire l’istruttoria della pratica.
Area di proprietà Rava, Foglio 34, n. 511-512-513-516-146-548, in via Chambery, destinata nel
PRG vigente ad “area per il attrezzate a verde e per il gioco”. Con nota prot. n. 31110, in data
28.10.2003, la civica Amministrazione formalizzava l’interesse ad acquisire l’area, al fine di
destinarla a parco Urbano. In data 24.1.2004, civico protocollo n. 33767, il Presidente della Giunta
Regionale, riscontrava l’istanza demandando ai competenti Uffici l’istruttoria della pratica. Nel
corso dell’anno altre priorità hanno limitato la possibilità di approfondire la questione, peraltro
nessuna ulteriore comunicazione è pervenuta da parte della Regione.
Terreni tra via Piccolo S. Bernardo e via Parigi, Foglio 29, n. 191-194-446-405-445-448: per
completare l’assetto proprietario nell’area, nella zona ovest della città attualmente in parte utilizzata
per orti anziani e destinata nel PRG vigente ad “area per il attrezzate a verde e per il gioco”. Nel
corso dell’anno altre priorità hanno impedito di approfondire l’istruttoria della pratica.
75
Acquisto Palazzina Genio Ferrovieri, via Carrel - Foglio 36, mappale 88, al fine di procedere negli
interventi di riqualificazione nella zona di Via Carrel, secondo le linee e gli obiettivi fissati dal PRG
vigente: con determinazione dirigenziale n. 2093 del 22 dicembre 2005, e successiva scrittura
privata del 29 dicembre 2005, si è affidato un incarico professionale per la redazione, entro trenta
giorni dalla sottoscrizione del relativo disciplinare, di una perizia estimativa particolareggiata
relativa al valore dell’immobile di proprietà della Ferservizi s.p.a.
Acquisto terreni in regione Saumont: il Consiglio Comunale, con provvedimento n. 12 del 27.1.99,
ha approvato lo studio di fattibilità riguardante la realizzazione di un parco pubblico attrezzato
dell’area Saumont nel suo complesso, ripartita in due lotti di intervento. Con deliberazione GM n.
236 del 28.6.2004 è stato approvato il progetto esecutivo inerente il 1° lotto, la successiva consegna
lavori è avvenuta in data 29.8.2005 ed i tempi fissati nel contratto prevedono un anno per la fine
lavori. I proprietari di un terreno in Regione. Saumont, inerente il 2° lotto, contraddistinto in
Catasto al Foglio 55, mappali nrr. 55 e 508, per complessivi mq. 9505, hanno comunicato la loro
disponibilità ad alienare il bene in argomento. Con nota del 7 marzo 2005 prot. 8631, si è
comunicato alla proprietà che la valutazione dell’area sarebbe stata eseguita sulla base del prezzo di
esproprio. In funzione dell’iter della realizzazione dell’intervento inerente il 1° lotto, si procederà a
sollecitare il riscontro a tale proposta al fine di giungere alla definizione della questione.
Acquisizione fabbricato in via Voison, angolo Via Chamolè – Foglio 35 n. 108: la necessità di
provvedere all’esatta valutazione, all’acquisto ed al successivo abbattimento del fabbricato in
argomento è correlata all’intervento di sistemazione ed allargamento di via Voison, nella zona
compresa tra il sottopasso che collega via Chamolè e corso Lancieri di Aosta; il progetto
preliminare di tale intervento è stato approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 7 del 20
gennaio 2004 costituente variante non sostanziale al PRGC e contenente già una prima valutazione
di massima del valore del bene. Con successiva deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 2
marzo 2005 si è proceduto alla controdeduzione delle osservazioni pervenute e si è approvata di
conseguenza la Variante stessa, dando atto che la perizia relativa all’immobile da abbattere aveva
solo un valore indicativo e l’acquisto sarebbe stato oggetto di specifico provvedimento deliberativo.
Si è ritenuto, in ragione di una scala delle priorità degli adempimenti in capo all’Area, di poter
rinviare tale provvedimento al prossimo anno.
Alienazioni
Locale sito al piano terreno di Via Montagnayes, civico 10: a seguito del positivo esito della
Sentenza di usucapione a favore del Comune di Aosta trasmessa con nota del 2 agosto 2005 prot.
28212 del 10.8.05, dall’avv. C. Curtaz, patrono del Comune (vedi precedente punto A 5.4), l’ufficio
darà corso alle valutazioni peritali per poter stabilire il valore da porre come base d’asta per la sua
alienazione.
Alloggio sito al 1° piano di C.so Ivrea 48 con annesso garage occupato dal sig. Trevisan Enzo: la
trattativa ha subito una battuta d’arresto a seguito anche della necessità, da parte del Comune, di
approfondire alcuni aspetti relativi alla modalità di corresponsione dell’importo eventualmente da
richiedersi, nonché al titolo legato alla terrazza di pertinenza dell’alloggio in argomento.
Immobili denominati “Villette”, siti nel Quartiere Cogne: gli immobili in questione, in quanto di
proprietà pubblica ed aventi più di 50 anni, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 54 del D.Lgs.
22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’art. 10 della legge 6
luglio 2002, n. 137) risultano far parte dei “Beni inalienabili”; a seguito di confronti con la
Sovrintendenza, si è quindi proceduto, con nota del 29 settembre 2005, prot. 33989, a trasmettere
76
alla stessa Sovrintendenza gli elementi documentali e conoscitivi necessari per poter ottenere la
“Verifica dell’interesse culturale” di cui all’art. 12, comma 2, del Dlgs sopramenzionato. Con nota
di riscontro, prot. 39231 del 7 novembre 2005, venivano richieste alcune integrazioni e venivano
forniti appositi modelli in digitale da compilare per ogni immobile. L’ufficio si sta adoperando a tal
fine. Solo l’esito finale della procedura con il riscontro dell’Ente di tutela, permetterà di disporre
degli elementi conoscitivi utili per valutare quali siano le possibili future procedure da mettere in
atto.
Vendita aree comunali comprese nei piani approvati ai sensi della legge 167/62 e/o dell’art.51 della
legge 865/71, concesse in diritto di superficie ai sensi dell’art.35 della legge 865/71: dovrà essere
perfezionato nel corso del 2006, l’aggiornamento dell’istruttoria per riconfermare la volontà
dell’amministrazione a tal proposito, espressa con deliberazione di Consiglio comunale n. 116 del
18 giugno 1996, ai sensi dei commi 75 e seguenti dell’art.3 della legge 28.12.1995, n. 549.
Convenzioni
Immobile destinato a sede dell’Ufficio di collocamento, ubicato nel Quartiere Cogne: convenzione
da sottoscrivere tra i 35 Comuni compresi nell’ambito territoriale della “Sezione Circoscrizionale
per l’impiego e per il collocamento in agricoltura”, ai fini della definizione dei criteri per la
ripartizione degli oneri logistici e finanziari, derivanti dalla fornitura dei locali di proprietà
comunale necessari per il funzionamento della Sezione, ai sensi dell’art. 3 della legge 28 febbraio
1987 n. 56 “Partecipazione dei comuni agli oneri logistici e finanziari delle sezioni circoscrizionali
e dei recapiti periodici e delle sezioni decentrate”: a seguito di specifico parere, espressamente
richiesto dagli stessi Comuni al Coordinatore del Dipartimento Enti Locali della Presidenza della
Regione, nel corso del 2004, era stata predisposta una bozza di Convenzione per la
regolamentazione della ripartizione degli oneri logistici sostenuti dal Comune di Aosta per la
fornitura dei suddetti locali; tale bozza aveva, tuttavia, lasciato insoluto l’aspetto inerente la
determinazione e la ripartizione del pregresso. Nel corso del 2005 gli incontri svolti con i
rappresentanti dei 35 Comuni interessati, si sono incentrati sulla risoluzione di tale aspetto,
valutando, in particolare, anche in riferimento ad una specifica proposta pervenuta dal Sindaco del
Comune di Sarre (prot. 6452 del 25.2.05), la praticabilità, per il Comune di Aosta, di richiedere, la
partecipazione ai succitati oneri in misura negoziata ed inferiore rispetto ad un valore di mercato.
Tale valutazione è in corso di sviluppo.
Passerella pedonale sulla Dora Baltea di collegamento dell’area sportivo-ricreativa dei Comuni di
Gressan ed Aosta: si è ritenuto, sulla base di una scala delle priorità degli adempimenti in capo
all’Area, di poter rinviare tale provvedimento al prossimo anno.
Concessioni e comodati
Saint-Benin a seguito dello svolgimento di un’approfondita analisi storica si è giunti alla
definizione di una bozza di convenzione tra il Comune di Aosta, in qualità di Amministratore dei
beni appartenenti all’antica Fondazione “Collège aux Etudes” e la Regione Autonoma Valle
d’Aosta, per la concessione in uso a quest’ultima degli edifici scolastici denominati “ex Ginnasio”,
ora sede del Liceo scientifico, Istituto “I. Manzetti” e scuola “De Tillier” ora ospitanti l’Istituzione
scolastica di istruzione tecnica Commerciale e per geometri di Aosta e la succursale del sopracitato
Liceo scientifico. Con deliberazione n. 46 del 21 marzo 2005 il Consiglio Comunale ha approvato
la convenzione in argomento, sottoscritta in data 14 novembre 2005, registrata al n. 3766, serie III.
Convenzione tra il Comune e l’ARER per la predisposizione della documentazione propedeutica e
complementare alla formulazione della proposta di aggiornamento del Piano di vendita e successiva
77
cessione di alloggi di ERP del Comune di Aosta: con deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del
1 marzo 2005, si è approvata la convenzione in oggetto.
Regolarizzazione dei titoli di proprietà
Le regolarizzazioni da porre in atto in relazione all’effettuazione di cessioni gratuite con compenso
volumetrico (art. 2 comma 12 NTA PRGC in vigore e precedente art. 9 NTA PRGC - Variante 10)
non definite con apposito rogito notarile, sono finalizzate a sanare diritti proprietari in essere, allo
scopo anche di evitare possibili contenziosi futuri, non hanno potuto, al momento, essere promosse,
in riferimento alla complessità dell’adempimento ed alla impraticabilità di ricorrere ad incarichi
esterni stante l’esigenza di destinare le risorse finanziare presenti in parte corrente, per altre finalità
valutate prioritarie.
• ILLUMINAZIONE PUBBLICA
Manutenzione degli impianti di Illuminazione Pubblica esistenti
La manutenzione straordinaria, ordinaria ed il ricambio lampade sugli impianti di IP sono stati
garantiti:
a) per quanto riguarda gli impianti di proprietà comunale: dall’appalto con la ditta Guyon
Pelissier, affidato con Determinazione Dirigenziale n. 176/05 di cui alla scrittura privata
387/2005. L’importo del contratto è pari ad Euro 122.544,18 + IVA, la cui Direzione lavori è
stata affidata ad un professionista esterno con Determinazione Dirigenziale n. 1586/05
(scrittura privata n. 652 del 13.10.2005 per incarico professionale di direzione e
coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori di manutenzione straordinaria
degli impianti di illuminazione pubblica comunale ed eventuali attività complementari di
consulenza e progettazione);
b) per quanto riguarda gli impianti di proprietà della Cooperativa Elettrica di Gignod, ubicati
nella zona di distribuzione di energia elettrica di Porossan-Movisod, riservata alla
Cooperativa: dalla convenzione stipulata con l’allora Cooperativa Agricola Forza e Luce srl, il
1° luglio del 2002 Reg. S.P. n. 421/2002, di durata quinquennale con scadenza al 31.12.2006,
con una spesa annua presunta, per canoni relativi alle prestazioni, oltre alle spese per gli
interventi di manutenzione, pari ad Euro 14.000,00 circa, da rivalutarsi su base Istat.;
c) per quanto riguarda gli impianti di proprietà della Compagnia Valdostana delle Acque spa:
dalla convenzione sottoscritta con la Compagnia stessa, in data 24 marzo 2005, con scadenza
al 31.12.2006 (approvata con deliberazione di Giunta Municipale n. 523 del 31.12.2004) per
un ammontare presunto di Euro annui 190.000,00;
La fornitura e l’erogazione di energia elettrica per gli impianti di illuminazione pubblica di
proprietà del Comune e della CVA è garantita da una convenzione sottoscritta in data 24 marzo
2005 con DEVAL spa, di durata novennale con decorrenza 1 gennaio 2005, (approvata con
deliberazione di Giunta Municipale n. 523 del 31.12.2004) per un ammontare presunto di Euro
annui 400.000,00
Nell’ambito dell’appalto in essere di cui al precedente punto a), si segnalano alcuni tra i principali
interventi realizzati:
78
•
•
•
•
•
Ricambio lampade a tappeto in viale G. S. Bernardo, pulizia lanterne semaforiche a tappeto,
ricambio lampade, ricambio lampade in via P. S. Bernardo, via G. Eyvia, via Artanavaz, via
M. Mayeur, viale Europa, corso Ivrea (torri faro), via Chaligne e viale Stazione, piazza della
Repubblica (circa Euro 2.800,00)
Interventi su impianti semaforici: regione Arionda - innesto via Parigi; viale Ginevra - innesto
corso S. Martin de Corléans; via Parigi - innesto via Gilles de Chevrères (circa Euro 7.500,00)
Interventi per sistemazione linee elettriche, smantellamento e sostituzione armature e pali a
seguito di danneggiamenti causati da automezzi o da lavori di scavo o da atti vandalici: corso
Lancieri, via Roma (ponte Buthier), via Duc (per luminaria pericolante), via Caduti Col du
Mont, via Seigneur de Quart, ponte M. Fleury, semaforo viale Ginevra, via Berthet, via
Pasquettaz, viale dei Partigiani (impianto semaforico), parcheggio Arco d’Augusto (circa
Euro 4.500,00)
Interventi vari di ricerca e riparazione guasti alle linee elettriche di alimentazione sulle
armature e sulle dorsali principali, rifacimento giunti di derivazione, rifacimento plinti di
ancoraggio e pozzetti di derivazione, impianti di messa a terra, gestione quadri comando: via
Berthet, via G. S. Bernardo (località Ossan e Saraillon), via delle Betulle (regione Chabloz),
via Aubert, via Matteotti, via M. Velan, piazza B. Cervino, campo di rugby, piazza Lager, via
M. Fallère, piazzale case Giacchetti, via Bich, via Roma (verso via Pasquettaz), via S.
Michele, via Caduti del lavoro, piazza Caveri (circa Euro 22.000,00)
Accensione sistemazione e spegnimento impianto di illuminazione in occasione delle
manifestazioni cinematografiche e teatrali nelle vie e piazze del Comune;
Nell’ambito dell’appalto in essere di cui al precedente punto c), si segnalano alcuni tra i principali
interventi realizzati:
•
via Chambery: sostituzione di n. 49 corpi illuminanti, in quanto ormai obsoleti dal punto di
vista illuminotecnica (avendo più di 25 anni), con altri della stessa tipologia e potenza
(modello Disano Tonale da 250W), per un importo pari a Euro 14.340,00 Iva compresa;
Realizzazione di nuovi impianti in sostituzione di quelli esistenti – interventi di manutenzione
straordinaria e potenziamento
Si segnalano alcuni tra i principali interventi eseguiti/affidati con il relativo importo:
•
A cura dell’amministrazione comunale:
-
Completamento impianto di illuminazione pubblica in fraz. Talapé: con determinazione
dirigenziale n. 567 del 07.04.2005 sono stati aggiudicati i lavori in oggetto alla Ditta Grappein
srl (Euro 25.000,00);
-
Controllo degli accesi alle ZTL: con Determinazione dirigenziale n. 1668 del 20.10.2005, si
sono aggiudicati all’impresa Guyon Pelissier, i lavori relativi alla fornitura, posa e
collegamento alle reti tecnologiche delle telecamere per il controllo degli accesi alle zone a
traffico limitato (via S. Anselmo, zona Arco d’Augusto, via Xavier de Maistre, via Mons. De
Sales e Av. du Conseil des Commis) (Euro 18.000,00);
•
A cura della CEG (importi comprensivi di Iva e spese tecniche):
-
Fraz. Fléod di sotto: con determinazione dirigenziale n. 1009 del 24.06.2005 si sono
aggiudicate le opere e le prestazioni di servizio per l’installazione di un corpo illuminante
79
testa palo, del tipo Mira PX Classe II della ditta Fael Luce, con lampada da 150 W a vapori di
sodio (Euro 1.484,32).
•
A cura della CVA (importi comprensivi di Iva e spese tecniche):
-
Via Edelweiss: con Deliberazione di Giunta Municipale n. 222 del 24 giugno 2005,
nell’ambito della valorizzazione dell’itinerario che collega Canterbury a Roma, percorso per
la prima volta dall’arcivescovo Sigerico nel 990, denominato Via Francigena, si è approvato
l’intervento di installazione di nuovi centri luminosi (riportanti nel tubolare di collegamento
tra il palo di sostegno e l’armatura, una sagoma di un viandante) lungo la via in oggetto (Euro
128.724,28); con Determinazione dirigenziale n. 1825 del 17.11.2005, a seguito di confronti e
sopralluoghi miranti alla ridefinizione di alcune scelte illuminotecniche, è stato affidato il
servizio di posa di 43 corpi illuminanti (Casa “Neri” tipo lanterna serie 210 – lampada SAP
100 W) la cui esecuzione è prevista entro l’estate del 2006 (Euro 108.288,26).
Estensione della rete con nuovi impianti
Si segnalano i seguenti principali interventi:
-
Parco di Entrebin: per garantire una migliore e più estesa fruizione del Parco, in occasione di
particolari manifestazioni e spettacoli serali, ed in ragione dell’opportunità di promuovere
l’esistenza dell’Arboreto realizzato dall’Amministrazione regionale, con deliberazione di
Giunta Comunale n. 221 del 24.06.2005, si è approvato il progetto esecutivo dell’impianto di
illuminazione del Parco che prevede tre tipologie di centri luminosi in funzione delle diverse
zona da illuminare (Euro 68.000,00);
-
Illuminazione del nuovo piazzale a servizio del cimitero comunale di Aosta in via P. S.
Bernardo: con determinazione dirigenziale n. 859 del 26 maggio 2005 si è proceduto, ai sensi
della L.R. 12/96, ad approvare le modalità di gara (asta pubblica, aggiudicazione sulla base
del criterio del prezzo più basso da identificare sulla base del ribasso unico percentuale offerto
sull’importo delle opere a corpo posto a base di gara) per l’affidamento dei lavori in
argomento; con successiva determinazione dirigenziale n. 999 del 22.6.2005 sono stati
approvati (a cura dell’Area n. 6 – Avvocatura e contratti) il relativo bando di gara e le “Norme
per la partecipazione e documenti da presentare”, stabilendo di procedere alla relativa
pubblicazione ai sensi di legge; a seguito dell’espletamento delle conseguenti procedure di
gara, con Determinazione dirigenziale 1809 del 15.11.2005 si sono affidati i lavori alla ditta
vincitrice (Visco Daniele e Raffaele snc di Frignano Cilento – SA), per un importo
contrattuale complessivo di Euro 71.011,67, (Euro 78.112,84, Iva al 10% compresa).
Allestimento luminarie natalizie
Nel corso del 2005 è continuato la gestione dell’allestimento delle luminarie natalizie 2005/06. Tale
compito, per quanto riguarda l’allestimento delle luci nelle principali vie della città, così come
individuate dall’Amministrazione, nonché della Piazza Chanoux e dell’albero, si è svolto in
collaborazione con l’Azienda di informazione ed accoglienza turistica –AIAT. Con Deliberazione
di Giunta Municipale n. 410 dell’11.11.2005, si è proceduto all’approvazione della specifica
convenzione che disciplinava tale affidamento, nella quale si è previsto che l’AIAT si occupasse
della parte organizzativa e logistica (gara d’appalto compresa), e che il Comune si assumesse il
costo complessivo delle spese derivanti da noleggio, progettazione, montaggio, collaudo, assistenza
e manutenzione, alimentazione elettrica e smontaggio.
80
Anche l’allestimento natalizio delle vie dell’asse cardo-decumanico del centro storico, come già
avvenuto lo scorso anno, è stato affidato all’AIAT e non è stato più curato dal Comune utilizzando
le luci degli artisti locali (Balan e Ouvrier), in quanto la non facile reperibilità sul mercato del
necessario materiale elettrico per la sostituzioni delle parti non più funzionanti, in relazione
soprattutto alla specificità dello stesso, avrebbe comportato dei costi ritenuti eccessivi (preventivo
di Euro 15.000,00).
Si è cercato, invece, a differenza del passato, di coinvolgere, per l’installazione delle luminarie nelle
altre vie della città, gli operatori del settore commerciale-ricettivo che, a fronte del loro impegno,
avrebbero visto la copertura degli oneri sostenuti per i collaudi e la fornitura dell’energia elettrica
da parte dell’Amministrazione.
Il consuntivo dei costi sostenuti ha evidenziato la seguente situazione: il costo del rimessaggio,
montaggio, smontaggio, comprensivo del consumo forfettario dell’energia elettrica, delle luci in
carico all’AIAT e di quello relativo all’illuminazione delle vie del Centro storico (cardodecumano), è stato di Euro 83.449,64, a cui vanno aggiunte le spese per il rimborso degli oneri
sostenuti dagli operatori del settore commerciale e ricettivo, pari ad Euro 5.456,90. L’importo
impegnato era pari ad Euro 100.000,00 (risparmio di 11.093,46 Euro).
Da ricordare, nell’ambito del Natale Aostano 2005-2006, il patrocinio dell’Amministrazione
comunale all’iniziativa promossa dalla Deval denominata “Albero della Luce”, inerente il
posizionamento di una struttura luminosa a forma di albero (altezza e diametro esterno di 6 metri e
peso di 300 Kg.) nella Piazza Narbonne (la piazza Papa Giovanni XXIII utilizzata l’anno passato,
era interessata dagli scavi archeologici della Maison Chappuis e del criptoportico).
Piano di illuminazione ambientale
Con specifica Legge regionale n. 17 del 28 aprile 1998, si regolamentava l’orientamento dei fasci
luminosi e la percentuale del flusso emesso dalle lampade, con successiva nomina del Sindaco n. 34
del 29.12.2000, si conferiva un incarico professionale per la redazione di un Piano di illuminazione
ambientale con l’intento di fornire delle indicazioni di carattere illuminotecnico e culturale in grado
di orientare e coordinare gli interventi di illuminazione artificiale anche secondo criteri di
valorizzazione ambientale. Il piano commissionato interessa un’area urbana limitata, ma
comprensiva del centro storico.
Con D.G.C. n. 526 del 31.12.2004 si erano approvate le prestazioni consulenziali rese dai
professionisti incaricati, con gli elaborati relativi alla Fase 2-Progetto, utili alla formazione del
Piano di Illuminazione Ambientale della città di Aosta, dando atto che erano in corso di
predisposizione i conseguenti elaborati da sottoporre all’approvazione del competente organo
consigliare, tra cui il correlato Regolamento di Attuazione.
Nel corso del 2005, a seguito dello svolgimento di numerose riunioni e confronti con i professionisti
e la stessa Sovrintendenza si è redatta la bozza del Regolamento in questione che sarà approvata nel
corso del prossimo anno.
• EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (COMPETENZE DI CARATTERE MANUTENTIVO)
Gestione tecnica ed amministrativa del patrimonio di edilizia residenziale pubblica all’APS
81
In considerazione della scadenza fissata al 31.12.2005 del contratto di servizio n. 9/99,
successivamente integrato con scrittura privata n. 28/01 con l’Azienda Pubblici Servizi, ed a quanto
previsto all’art. 11 del Contratto stesso, con Deliberazione di Giunta n. 391 del 28 ottobre 2005 si è
approvato un contratto di servizio integrativo, sottoscritto in data 7 dicembre 2005 Reg. S.P.767/05,
per l’esecuzione di un piano di interventi di manutenzione programmata da eseguirsi fino alla fine
dell’anno 2006, inerente: a) Servizi tecnici di supporto alla manutenzione straordinaria di 29 alloggi
da appaltare a cura del Comune; b) Oneri tecnici per ridefinizione area cortilizia immobili Filippini
e Stura; c) Copertura balconi edificio D3 via Chatrian 9/11/13; d) Rifacimento bagni per portatori di
handicap; e) Fornitura e posa contatori acqua fredda in edifici “I”; f) Manutenzione straordinaria
aree verdi pertinenziali; g) Altri interventi di varia natura ed “Imprevisti”, per un valore
complessivo di Euro 285.720,00 (iva inclusa).
Circa la finalità di valutare termini e modalità per completare il programma di esternalizzazione del
servizio di ERP e delle “case parcheggio”, nell’obiettivo di addivenire ad un’eventuale gestione
unitaria di tutto il patrimonio di ERP, con deliberazione di Giunta n. 369 del 21 ottobre 2005, si è
istituita un’apposita Unità di Progetto per valutare la praticabilità del trasferimento all’ARER della
Valle d’Aosta, delle attività di gestione e manutenzione di tutto il patrimonio di ERP comunale. Le
risultanze di tale studio, come meglio espresso nel verbale della riunione del gruppo di lavoro del
14 dicembre 2005, hanno evidenziato l’impraticabilità di tale trasferimento.
Piano di manutenzione programmata straordinaria sul patrimonio E.R.P.
Nel corso del 2005 è proseguita la gestione tecnico-amministrativa degli interventi di manutenzione
straordinaria programmata da eseguirsi da parte dell’APS, già previsti con Deliberazione di
Consiglio Comunale n. 45 del 10.3.2000, definiti e dettagliati poi con successiva deliberazione di
Giunta Municipale n. 112 del 13 aprile 2001, con la quale è stato approvato il piano definitivo di
interventi di manutenzione programmata, con relativo piano finanziario redatto dall’Azienda
Pubblici Servizi, in parte riveduto con Deliberazione di Giunta Comunale n. 251 del 11 luglio 2003
(per consentire una più agevole e pronta gestione degli eventuali interventi urgenti, si è approvata
una modifica di allocazione fondi stornando importi da una categoria di intervento dell’elenco
prezzi ad un’altra). Con successiva Deliberazione di Giunta Comunale n. 302 del 11/08/2004 si è
approvata una modifica di allocazione fondi ed un ulteriore stanziamento, finalizzati alla copertura
del fabbisogno 2005, relativamente alle manutenzioni genericamente intese e ad ulteriori interventi
mirati.
L’APS è stata autorizzata all’esecuzione dei relativi lavori che, nel corso dell’anno, si sono
realizzati come previsto, con un impegno di spesa pari a Euro 288.433,15 comprensivo di Iva, oltre
ad Euro 50.509,48 per le relative spese tecniche.
Gli interventi effettuati sono così schematizzabili (Iva compresa):
¾ EP1 adeguamento impianti elettrici edifici C1, C9, C10, D5, D6, C14, D7, D8, M1, F2, I4, I6,
C8, C7, C5, E4, H1 ed E3, comprensivo di sostituzione parti difettose, posa di nuove lampade di
emergenza, estensione di impianti in locali non serviti, installazione di videocitofoni, manutenzione
di impianti citofonici esistenti, ecc (Euro 25.644,90);
¾ EP2 manutenzione straordinaria impianti di riscaldamento: trasformazione di impianti, da
gasolio a metano, presso unità immobiliari dello stabile G3, bonifica e rimozione serbatoi di gasolio
dismessi, presso u.i. degli stabili G1, G2 e G3, interventi vari sugli impianti centralizzati a servizio
dei fabbricati C1, H1, I1, I3, I2, D6, D5, I6, C10, C9, C8, I4, I5, D3 E H7, ecc. (Euro 40.177,06);
82
¾ EP4 rifacimento servizi igienici e ristrutturazione alloggi: ristrutturazione completa di 3 alloggi
nel fabbricato F2, rifacimento servizi igienici di 3 alloggi nei fabbricati E2, E4 ed E1, manutenzione
straordinaria di 2 alloggi nei fabbricati C6 ed F8, sistemazione di locali ex cisterna in 4 alloggi nei
fabbricati G2 e G3, ecc. (Euro 115.660,61);
¾ EP5 ulteriori lavori non rientranti nella sopracitata manutenzione programmata, inseriti nella
voce “imprevisti” (art. 4 Contratto di servizio integrativo Reg. S.P. 452/2001) per complessivi Euro
106.950,59 tra cui: sostituzione di faldali in rame, sostituzione di cassette elettriche, sistemazione
falde di tetti, posa di corrimani, manutenzione straordinaria ascensori, sistemazione muri di cinta,
posa di opere di carpenteria metallica, posa di panchine, rinforzo e sostituzione di balaustre, posa di
dissuasori per piccioni, posa di porta biciclette, opere di impermeabilizzazione, sistemazione di
pensiline in plexiglass, sostituzione di serramenti, sostituzione di griglie raccolta acque, ecc.
Prosecuzione alienazione alloggi inseriti nel Piano Vendita, siti nel Quartiere Cogne (Fresia
Alte e Nuova Stura), nell’edificio denominato casa Mattioda, oltre agli 8 alloggi ceduti
gratuitamente dallo Stato (L.R. 40/95)
Prosegue la stipulazione degli atti di vendita degli alloggi comunali inseriti nel Piano di alienazione
quinquennale (decorrenza 22 marzo 2000) riguardante gli immobili denominati Nuova Stura – A1,
Fresia Alte – B1-B2-B3-B4, Casa Mattioda e gli 8 alloggi denominati “Ex Stato” .
A seguito delle modifiche apportate alla L.R. 40/95 “Norme regionali per la vendita del patrimonio
ERP”, previa adeguata condivisione con gli uffici regionali e con l’Arer, circa la corretta
interpretazione della nuova modifica normativa, si è proceduto ad effettuare una necessaria e
preliminare istruttoria per la valutazione di tutti gli interventi, effettuati sugli alloggi e/o sugli
stabili, riconducibili a quelli previsti. Tale istruttoria si è svolta interpellando all’uopo i vari
referenti del caso (uffici comunali, Arer, amministratori di condominio) e le tempistiche dei
riscontri hanno scontato la necessità di ripercorrere un arco temporale piuttosto lungo. Di non
immediata risoluzione è stata anche l’attribuzione delle numerose casistiche di interventi effettuati,
nel corso dei dieci anni in argomento, alla specifica categoria di legge.
Al 31 dicembre 2005 gli alloggi venduti risultano essere 93 su un totale di 200 alienabili (204 unità
immobiliari complessive), per una percentuale del 46.50%.
L’importo complessivo delle alienazioni effettuate fino al 31.12.2005 risulta pari a Euro
2.626.311,99, comprensivo dell’importo di Euro 208.200,12 (importo già incassato + debito residuo
= totale prezzo di vendita) relativo alle alienazioni effettuate mediante rateizzazione (assegnatari
che hanno scelto la formula del pagamento immediato di una prima quota non inferiore al trenta per
cento con dilazione della rimanente parte, secondo le modalità previste nel punto b), c.5, art.9 della
L.R. 40/95).
Contratto di Quartiere Cogne (bando di gara G.U. del 30 gennaio 1998 n. 24)
Richiamati:
- la stipula della Convenzione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Direzione
Generale delle Aree Urbane e dell’Edilizia Residenziale, avvenuta in data 17 giugno 2002, (Rep. n
2997 del 23 luglio 2002) per la realizzazione dell’intervento sperimentale di edilizia sovvenzionata
relativo alla costruzione di 84 alloggi con annesse strutture socio-assistenziali e conseguente
abbattimento degli edifici denominati “Grattacielo”, e la successiva nota, assunta al civico
Protocollo al n. 34322 in data 6 dicembre 2002, con cui il Ministero delle Infrastrutture e dei
83
Trasporti ha comunicato il nulla-osta tecnico all’erogazione dell’importo complessivo di Euro
1.872.513,65 a favore del Comune di Aosta,
- la Deliberazione di Giunta Municipale n. 516 del 31 dicembre 2003, con cui si era approvato il
progetto esecutivo, elaborato dall’ARER, inerente un primo appalto, a corpo, relativo alla
demolizione e rimozione degli edifici presenti nell’area, alla formazione dell’alveo “rive” ed allo
scavo di sbancamento per una profondità di 1,50 m, eseguito con la necessaria assistenza
archeologica, da considerarsi in quanto stralcio del più generale Progetto esecutivo già approvato
con deliberazione di Giunta Municipale n. 13 del 22 gennaio 2001 e riguardante, in particolare, i
“Lavori di Predisposizione dell’area destinata alla realizzazione di un intervento sperimentale nel
settore dell’ERP sovvenzionata Lotto 1- Demolizioni e scavi”;
- la Determinazione Dirigenziale n. 289 del 25/02/2004 con cui si sono approvati il Bando di
gara, il relativo disciplinare e la dichiarazione dell’Impresa,
- la Determinazione Dirigenziale n. 1098 del 14/07/2004, di affidamento all’“IMPRESA
MOCHETTAZ srl” di Aosta;
- la Determinazione Dirigenziale n. 1504 del 24/09/2004 con cui si è provveduto all’impegno
della somma di Euro 516.400,00 che il Piano decennale di interventi per la riqualificazione di
Aosta di cui alla LR 3/92 destina all’esecuzione di scavi archeologici preliminari all’intervento di
edificazione del nuovo insieme residenziale a nord del Cral Cogne;
- il Contratto di appalto con l’IMPRESA MOCHETTAZ, dell’8 settembre 2004 Reg. S.P.n.
14267, per un importo di Euro 468.380,45, al netto del ribasso d’asta;
- la consegna dei lavori avvenuta il giorno 15 settembre 2004 da parte del Direttore dei Lavori,
arch. Fabio FAVORITI dell’ARER;
- la Determinazione Dirigenziale n. 2062 del 14/12/2004 con la quale è stato autorizzato il
subappalto degli scavi archeologici “cat. OS25” alla ditta “ANTIQUA srl” di Vercelli per un
importo di Euro73.312,00.
Nel corso del 2005 i passaggi più significativi inerenti lo sviluppo dei lavori in argomento sono
così schematizzabili:
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
ƒ
14 febbraio 2005 – Verbale di ripresa lavori
31 marzo 2005 – Verbale di sopralluogo congiunto con la Sovrintendenza ai Beni Culturali e
Ambientali
11 aprile 2005 - Verbale di sospensione lavori n. 2
16 maggio 2005 - Perizia suppletiva n. 1 approvata con determinazione dirigenziale n. 936 del
13.6.2005
14 giugno 2005 - Verbale di ripresa lavori n. 2
27 giugno 2005 Verbale di ultimazione lavori
In base all’art. 32 del Capitolato Speciale d’appalto e l’art. 17 della L.R. 12/96 le operazioni di
collaudo amministrativo devono concludersi entro nove mesi dalla data di ultimazione lavori e
pertanto entro il 23 marzo 2006.
Con nota del 10 maggio 2005, prot. 17146, si è pertanto proceduto a richiedere al Ministero delle
Infrastrutture e Trasporti, se, ai sensi dell’art. 10 della Convenzione sottoscritta in data 17 giugno
84
2002, regolante le procedure di realizzazione dell’intervento edilizio in oggetto, intendesse
designare un Collaudatore in occasione dell’ultimazione del primo dei tre lotti di lavori in cui si è
ritenuto di scorporare l’intervento stesso nel suo complesso.
Con nota prot. del 21 giugno 2005 n. 22064, il Ministero confermava la necessità che il
componente la commissione di collaudo da loro designato fosse da intendersi riferita a tutti i lotti
di lavori che la realizzazione dell’intervento sperimentale comporta, invitando, contestualmente, la
Sovraintendenza a riferire circa le problematiche sorte nel corso dell’esecuzione del primo lotto
nonché sull’eventualità di procedere ad una seconda fase di scavi archeologici.
Il riscontro della Sovrintendenza perveniva con nota prot. 26 luglio 2005 n. 26435. Terminate,
quindi, le succitate indagini archeologiche preliminari, si stanno assumendo, anche in accordo con
la Sovrintendenza, le opportune determinazioni circa la necessità di un loro approfondimento o
dell’indizione del successivo appalto edilizio per promuovere gli ulteriori interventi.
Contratto di Quartiere Dora (D.M. 27.12.2001 e successive modifiche ed integrazioni –
Bando di gara Deliberazione di G. R. n. 3545 del 29.9.2003)
Richiamate:
•
la deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del 7 aprile 2004 è stata approvata la proposta
di “Contratto di Quartiere” di cui trattasi;
•
la domanda di partecipazione al programma innovativo in argomento presentata
all’Assessorato del Territorio Ambiente e OO.PP in data 8 aprile 2004, nei termini previsti
dal bando di concorso relativo al “Contratto di Quartiere II” (D.M. 27.12.2001 e dalla
deliberazione di Giunta Regionale n. 3545 del 29 settembre 2003), e la successiva
documentazione integrativa trasmessa con nota prot. n. 34848 del 26 ottobre 2004, inerente il
quadro di assetto economico complessivo (ridistribuzione interna delle singole voci di spesa
rimanendo inalterato il costo complessivo)
Nel corso del 2005 gli sviluppi del programma innovativo in argomento possono essere così
schematizzati:
•
Promulgazione del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del 21.12.2004,
trasmesso dallo stesso Ministero con nota prot. 4 aprile 2005 n. 11538, con cui sono stati resi
esecutivi i risultati della procedura di selezione delle proposte ricadenti nella Regione Valle
d’Aosta ed approvata la graduatoria delle proposte ritenute ammissibili e finanziabili in cui
figura quella presentata dal Comune di Aosta per un importo di Euro 2.426.174,54;
•
Fissazione di termini ristrettissimi da parte dello stesso Ministero per la consegna del
progetto definitivo (90 gg. dall’invio della nota di cui sopra), contestati da molte regioni, e
dopo qualche mese prorogati al novantesimo giorno dalla sottoscrizione dell’Accordo
Quadro Stato/Regione in corso di predisposizione.
•
Affidamento dei conseguenti incarichi per la redazione delle ulteriori fasi progettuali
(determinazioni dirigenziale n. 1109/05 e n. 1100/05 e relativi scritture Private n. 495/05 e n.
500/05) correlate alle tempistiche ministeriali;
85
•
Prediposizione, in accordo con l’ARER, dell’Accordo di programma da stipulare con
l’Azienda stessa, per la realizzazione dell’intervento di loro competenza inerente il
programma, in corso di perfezionamento.
Nuove attività che si intendono promuovere
Convenzione con l’ARER per la predisposizione della documentazione necessaria alla
formulazione della proposta di aggiornamento del Piano di alienazione degli alloggi ERP e per
l’istruzione delle successive pratiche di vendita, in riferimento alla L.R. 40/95 (edifici denominati
con la sigla I del Quartiere Cogne, per un numero complessivo di 100 alloggi): con deliberazione
di Consiglio Comunale n. 15 del 1 marzo 2005, è stata approvata la convenzione tra il Comune di
Aosta e l’Azienda Regionale per l’Edilizia Residenziale per la predisposizione della
documentazione propedeutica e complementare alla formulazione della proposta di aggiornamento
del Piano di vendita e successiva cessione di alloggi di ERP. In data 18 aprile 2005 si è proceduto
alla sua sottoscrizione; da tale data decorrevano centosessanta giorni per la consegna al Comune
degli elaborati inerenti il calcolo del prezzo di cessione degli alloggi. Con nota del 20.9.05 prot.
33506 del 26.9.05, l’Arer trasmetteva la documentazione richiesta.
Con successiva deliberazione di Consiglio Comunale n. 147 del 30 novembre 2005, si approvava
“L’aggiornamento del piano di vendita di alloggi di ERP ai sensi della L.R. 40/95 e s.m.. Proposta
Nuovo Piano vendita” e relativo Piano di reinvestimento.
Acquisizione impianti di riscaldamento esistenti nel Quartiere Cogne e già realizzati in proprio
dagli assegnatari ERP, in parallelo agli interventi di cui al punto successivo: con deliberazione n.
17 del 2 marzo 2005, il Consiglio Comunale ha approvato il “Regolamento per l’acquisizione di
impianti termici autonomi a caldaia murale alimentati a gas metano in edifici di ERP, realizzati a
cura e spese degli assegnatari”. Si sono attivate, di conseguenza, le necessarie procedure
amministrative, in collaborazione con l’APS, per dar corso all’istruttoria delle relative domande
secondo quanto disciplinato nello stesso regolamento.
Realizzazione di impianti di riscaldamento autonomi a gas metano negli alloggi del Quartiere
Cogne che ne sono privi: iniziando da un primo lotto inerente tutto il complesso Filippini-Stura:
con deliberazione di G. M. n. 20 del 21 gennaio 2005, si è approvato il progetto esecutivo degli
impianti in argomento. A seguito di numerosi confronti con la ragioneria a partire dal mese di
luglio, circa la praticabilità di riavviare le procedure di richieste di mutuo, nonché circa la
definizione delle più opportune relative modalità, con determinazione dirigenziale n. 1406 del 2
settembre si è stabilito di porre in essere tutte le attività finalizzate alla formalizzazione del
contratto di Prestito con la CDP SpA al fine di procurare le risorse finanziarie necessarie per i
lavori di realizzazione degli impianti in oggetto. In data 7 ottobre, a completamente delle
procedure di richiesta di mutuo, con lettera di trasmissione prot. 15p/35783, è stata trasmessa alla
Ragioneria la deliberazione di approvazione del progetto esecutivo e la determinazione di cui
sopra. Al 31.12.2005 nessun riscontro è pervenuto all’ufficio.
Progettazione preliminare degli interventi di manutenzione straordinaria, consistenti nella
realizzazione di una centrale termica centralizzata e nel parziale adeguamento degli impianti di
riscaldamento interni sugli immobili del Q. Cogne denominati Filippini-Stura e Giachetti: con
determinazione dirigenziale n. 2205 del 31.12.2004, era stato affidato l’incarico professionale per
la redazione del progetto preliminare dell’impianto di riscaldamento centralizzato a servizio dei
complessi sopracitati, sottoscritto con S.P. n. 101 del 10 febbraio 2005; in data 29 luglio 2005 i
professionisti hanno consegnato gli elaborati relativi. E’ in corso di redazione uno studio inerente
l’aspetto gestionale di tale servizio, a cura di APS allo scopo di identificare i singoli percorsi a
86
disposizione dell’Ente locale descrivendone analiticamente fasi e modelli gestori ed
individuandone tempi e ricadute economiche: le risultanze di tale studio costituiranno parte
integrante della deliberazione di approvazione del progetto preliminare in discorso.
***
Area n. 9
Viabilità – “Aosta Capoluogo” (esclusi gli interventi riguardanti stabili) – Verde pubblico e Lavori
cimiteriali
Dirigente: Domenico Salvador
Si evidenziano gli interventi più importanti realizzati o in corso:
LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELL’EX LATTERIA SOCIALE DI NEYVES A
POROSSAN, CON SISTEMAZIONE DEL PARCHEGGIO ANNESSO E COSTRUZIONE
DELLA STRADA DI ACCESSO (ing. BAL - dott. GAUDIO - soggetto a Osservatorio regionale).
I lavori sono stati consegnati in data 03.05.2004. Liquidato 2° - 3° e 4° SAL. In attesa di effettuare
presa d’atto della cessione del ramo d’azienda da parte dell’impresa GVG e successiva ripresa
lavori per l’impresa subentrante.
LAVORI DI SISTEMAZIONE ED ALLARGAMENTO DELLA STRADA DI BORGNALLE
(ing. CRETIER). (Soggetto a Osservatorio Regionale).
Presentato progetto definitivo riveduto e corretto – in attesa di approvazione.
Estendere D.L. al professionista.
L’ing. CRETIER ha predisposto il frazionamento che è già stato corretto a seguito di alcune
osservazioni già controdedotte.
In attesa finanziamento con Cassa DD.PP. in quanto previsto nel bilancio 2007
COSTRUZIONE DI UN NUOVO TRATTO STRADALE COMPRESO TRA VIA BERTHET E
VIA CROIX NOIRE - P.E.E.P (arch. RUSSO).(Lavori assoggettati all’Osservatorio Regionale).
Effettuata procedura di appalto (15.06.2004). Lavori consegnati in data 23/11/2004 all’impresa
ICAM di Amato & C. snc. Sospensione lavori in data 18.12.2005 per avverse condizioni meteo.
Liquidato 3° SAL e approvata in data 14.10.2005 perizia di variante e suppletiva.
PROGETTO PENSILINE (II° LOTTO).
Parere favorevole Sovrintendenza per la fermata di via F.Chabod, condizionato invece per la
fermata Cerlogne Sud in quanto è da concordare con Regione Autonoma Valle d’Aosta per
realizzazione parcheggio annesso area megalitica (geom. Batrosse).
Richiesto nuovamente a Rete Ferroviaria Italiana deroga alla distanza per fermate Carrel Sud e
Nord.
Richiesto al professionista contro deduzioni alle osservazioni presentate dal sig. BARBARINO.
Liquidato acconto onorari professionali. Approvato progetto preliminare il 16/07/2004. Effettuate
integrazioni e correzioni al progetto definitivo presentato il 02.11.2004.
Da finanziare ed estendere frazionamento e D.L. – Richiesto bozze di parcella quadro. Presentata
bozza di frazionamento con stima di esproprio che però necessita di integrazione già richiesta al
professionista.
87
STRADA DI CHAMPAILLER (CANTIERI DI LAVORO REGIONALI). (ing. BLANC - geom.
POLETTI).
Affidato incarico di progettazione con D.D. n. 1167 del 18.07.2005. Contratto sottoscritto il
30.08.2005.
PARGHEGGIO DI OSSAN. (ing. PEAQUIN).
Lavori ultimati il 27/11/2004. Approvato Stato Finale e C.R.E. con D.D. in data 09.12.2005 n.
1981. Liquidato saldo sugli onorari professionali per D.L. all’ing. PEAQUIN con D.D. in data
09.12.2005 n. 1985. Effettuato n. 2 liquidazioni conseguenti a n. 2 atti di pignoramento.
VIABILITA’ RURALE (Comunità Montana Mont Emilius):
a) STRADA DI CHAMPAILLER
Lavori terminati. Liquidato 1° acconto su quota di competenza.
b) STRADA DI NEYVES-CACHE
Lavori terminati – Perizia approvata e inviata alla Comunità Montana..
Da liquidare quote di competenza alla Comunità Montana.
Impegnato maggiore spesa con Telecom e liquidato fattura.
SISTEMAZIONE ED ALLARGAMENTO DELLA STRADA DI ENTREBIN (ing. LOVATO).
Liquidato 2° acconto per la progettazione preliminare. Consegnato progetto preliminare approvato
con le modifiche richieste dalla Commissione Edilizia Comunale.
COSTRUZIONE DI UN PARCHEGGIO IN LOCALITA’ SIGNAYES-RU (arch. D’AQUINO).
In corso richiesta pareri - pervenuto parere favorevole Assessorato Trasporti della Regione
Autonoma Valle d’Aosta.
Con DEVAL preventivo pervenuto e approvato /liquidato fattura.
Esteso incarico per frazionamento.
Consegnato progetto definitivo in versione aggiornata e corretta. Predisposta delibera di
approvazione del progetto definitivo.
COSTRUZIONE DI UNA NUOVA STRADA DI ACCESSO ALLA ZONA SPORTIVA DI
MONTFLEURY CON ANNESSO PARCHEGGIO (ing. VERNEY).
Consegnato progetto definitivo.
Richiesto parere alla Regione Autonoma Valle d’Aosta per spostamento pista ciclabile tuttora in
attesa.
Consegnato progetto per impianto di I.P.
Finanziato oneri professionali con A.A. – Da estendere e finanziare D.L.
Inviato ad Ufficio Espropri progetto definitivo.
In corso di aggiornamento scheda espropriativi per avvio della procedura.
SISTEMAZIONE ED ALLARGAMENTO DI VIA VOISON NEL TRATTO COMPRESO TRA
IL SOTTOPASSO DI VIA CHAMOLE’ E CORSO LANCIERI DI AOSTA (arch. RIONDATO).
88
Progetto definitivo consegnato.
Variante di Piano redatta da ufficio Urbanistica e pubblicata dal 05/04/2004 al 19/05/2004.
Controdedotte osservazioni pervenute. Eseguita riunione per Sotto Servizi in data 10/09/2004.
Richiesto e ottenuto assenso di massima per concessione mutuo DD.PP.
Approvato il preventivo DEVAL per spostamento ed interramento linee elettriche.
PARCHEGGIO BINEL (ing. ZOJA e ing. DARENSOD).
Consegnato progetto definitivo: in fase di istruttoria.
In attesa parere per attraversamento del canale in prossimità della ferrovia da parte di Rete
Ferroviaria Italiana
Spostato palo DEVAL in corso procedure per spostamento linea TELECOM.
In attesa definizione da parte ufficio Patrimonio per convenzione o esproprio aree ditta Janin con
conseguenti modifiche progettuali.
SISTEMAZIONE STRADA "EX S.S. N. 27" (ing. ZIVIANI).
In corso di formalizzazione incarico per regolarizzazione progetto preliminare ed estensione
incarico per progetto definitivo ed esecutivo.
PARCHEGGIO DI EXCENEX (Ing. DUPONT).
Affidato incarico per perizia geologica. Consegnato progetto preliminare.
SISTEMAZIONE ED ALLARGAMENTO DI VIA MONTE EMILIUS.
Consegnato progetto preliminare.
SISTEMAZIONE DI VIA CARDUCCI.
Consegnato progetto preliminare.
LAVORI DI MANUTENZIONE
VIABILITA’
ORDINARIA E STRAORDINARIA INERENTI LA
Lavori aggiudicati dall’Impresa “MICRON Sas” di Sarre (AO) e consegnati nel mese di aprile
2006. I lavori per un importo contrattuale di € 75.000,00 + IVA sono in corso.
LAVORI DI SISTEMAZIONE DELLA
BITUMINOSO DI STRADE COMUNALI
PAVIMENTAZIONE
IN
CONGLOMERATO
Lavori aggiudicati dall’Impresa “MICRON Sas” di Sarre (AO) per un importo contrattuale pari ad €
157.965,85 + IVA. I lavori consegnati nel mese di luglio 2005 sono stati ultimati nel mese di
novembre 2005. Nel mese di agosto 2005 veniva approvata con D.D. n. 1307 la variante in corso
d’opera per lavori suppletivi per un importo al netto del ribasso d’asta di € 76.650,00 + IVA. E’
stato approvato lo stato finale e C.R.E. con D.D. n. 448 del 15.03.2006 per un importo al netto del
ribasso d’asta del 24,70% di € 278.826,93 + IVA..
LAVORI DI MONITORAGGIO E CONSOLIDAMENTO DEL MURO DI SOSTEGNO A
VALLE DEL COMPLESSO “IL GIRASOLE” IN REGIONE BIOULA E MURO A SOSTEGNO
DI UN TRATTO DELLA STRADA DI PLEOD IN REGIONE “LA ROCHERE”
89
Lavori aggiudicati dall’Impresa “SO.CO.GEN. SpA” di Pievepelago (MO) per un importo
contrattuale al netto del ribasso d’asta del 24,13% di € 348.785,34 + IVA finanziati totalmente con
mutuo della Cassa DD.PP. Con D.D. n. 267 del 22.02.2005 è stata approvata la perizia suppletiva e
di variante relativa ai lavori per un importo al netto del ribasso d’asta del 24,13% di € 34.734,09 +
IVA. I lavori sono stati consegnati nel mese di maggio 2004 e sono stati ultimati nel mese di
maggio 2005. Deve ancora essere redatto lo Stato Finale e il C.R.E. in quanto sono in corso di
accertamento le problematiche sollevate relative all’instabilità di muri in pietra presenti lungo il
versante oggetto dell’intervento.
LAVORI DI ORDINARIA
MARCIAPIEDI COMUNALI
E
STRAORDINARIA
MANUTENZIONE
DI
ALCUNI
Lavori aggiudicati dall’Impresa “CHARBONNIER Rosalia” di Gressan (AO) per un importo
contrattuale al netto del ribasso d’asta del 20,85% di € 134.500,00. I lavori sono stati consegnati nel
mese di ottobre 2004 e ad oggi è stato effettuato circa il 70% dei lavori.
LAVORI DI RICOSTRUZIONE PONTI SUL TORRENTE BUTHIER NEI PRESSI
DELL’OPERA DI PRESA ENEL E SUL TORRENTE PARLEAZ IN REGIONE SAUMONT
NEL COMUNE DI AOSTA
Lavori aggiudicati dall’Impresa “MONTROSSET Alfonso” di Sarre (AO) per un importo
contrattuale al netto del ribasso d’asta del 13,00% di € 541.195,18. I lavori sono stati consegnati nel
mese di ottobre 2001 e sospesi nel novembre 2002 in attesa della realizzazione del nuovo collettore
fognario. Sono stati liquidati all’Impresa “MONTROSSET Alfonso” n. 6 SAL per un importo al
netto del ribasso d’asta del 13% pari ad € 524.482,63. E’ in corso di approvazione una variante
tecnica in corso d’opera per un importo al netto del ribasso d’asta del 13% di € 29.910,32 + IVA.
LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA INERENTE LA
VIABILITA’. ANNO 2005
Lavori aggiudicati dall’impresa “D’Anello Giuseppe” di Quart (AO) per un importo contrattuale di
€ 75.000,00. I lavori devono ancora essere consegnati.
LAVORI DI SISTEMAZIONE DELLA PAVIMENTAZIONE
BITUMINOSO DI STRADE E PIAZZALI COMUNALI. ANNO 2005
IN
CONGLOMERATO
I lavori per un importo contrattuale pari ad € 90.800,00 verranno aggiudicati e presumibilmente
consegnati nel mese di maggio 2006.
LAVORI DI RIFACIMENTO DELLA SEGNALETICA STRADALE ORIZZONTALE ANNO
2005 – Importo liquidato € 108.294,66 + IVA 20% - CONCLUSO
FORNITURA MATERIALE VARIO DI SEGNALETICA STRADALE VERTICALE ANNO
2005 – Importo liquidato € 29.997,30 + IVA 20% - CONCLUSO
REALIZZAZIONE DI MARCIAPIEDE IN VIA CHAVANNE LATO NORD E INTERVENTI
VARI – Importo liquidato € 24.211,43 + IVA 10% - CONCLUSO
90
LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SULLA VIABILITA’
VEICOLARE E PEDONALE ANNO 2004 – Importo liquidato 1° SAL € 34.205,90 + IVA 20% IN CORSO
INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPIANTO
SEMAFORICO VIALE PARTIGIANI/VIA CHAMBERY ANNO 2004 – Importo € 875,00 +
IVA 20% - CONCLUSO
AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA PROGETTAZIONE PRELIMINARE
E DEFINTIVA PER LAVORI DI SISTEMAZIONE DI CORSO BATTAGLIONE AOSTA –
Costo dell’opera € 6.274.423,35+ IVA 20% - Affidamento € 74.211,78 liquidato nell’anno 2005 €
16.666,68 – APPROVATO PROGETTO PRELIMINARE
AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA PROGETTAZIONE PRELIMINARE,
DEFINTIVA ED ESECUTIVA, COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA, DIREZIONE
ASSISTENZA E CONTABILITA’ LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI SEGNALETICA
VERTICALE VIARIA PEDONALE DI PERCORSI TURISTICI RELATIVI AI PRINCIPALI
MONUMENTI STORICI DI AOSTA – Costo dell’opera € 80.340,00 + IVA 20% - Affidamento €
19.434,05 + IVA di cui liquidato nell’anno 2005 € 2.000,00. In attesa di approvazione progetto
esecutivo pervenuto in data 02.05.2006.
AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER L’ELABORAZIONE DI PROPOSTE E
SOLUZIONI DA ADOTTARE SUGLI STALLI DI SOSTA RISERVATI AGLI INVALIDI,
PRESENTI SUL TERRITORIO COMUNALE PER L’ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE
ARCHITETTONICHE. Affidamento € 6.240,00 + IVA 20% - In attesa di presentazione progetto.
RELAZIONE SULLO STATO DI AVANZAMENTO DEL PIANO DECENNALE DI
INTERVENTI PER LA RIQUALIFICAZIONE DI AOSTA DI CUI ALLA L.R. 2 MARZO
1992, N. 3 (SITUAZIONE AL 31/12/2005)
1) PREMESSE:
La Legge Regionale 2 marzo 1992, n. 3 concernente “Interventi per la riqualificazione di Aosta
quale moderno capoluogo regionale” prevede l’esecuzione di alcuni interventi diretti a qualificare
servizi e infrastrutture della città al fine di raggiungere determinati obiettivi. L’esecuzione pratica è
demandata ad un Piano decennale di interventi, finanziato per un importo complessivo di 150
miliardi di lire da parte della Regione, e da conseguenti programmi operativi pluriennali.
Il Piano decennale di interventi per la riqualificazione di Aosta è stato approvato dal Consiglio
Comunale con deliberazione n. 168 del 30/07/1996 e dal Consiglio Regionale con deliberazione n.
2206/X del 24/10/1996.
Il programma operativo biennale 1992/1993, che ha dato avvio all’attuazione del Piano decennale, è
stato approvato dal Consiglio Comunale con deliberazioni n. 207 del 15/07/1992 e n. 309 del
02/12/1993 e dal Consiglio Regionale con deliberazioni n. 4142/IX del 27/01/1993 (a ratifica della
deliberazione di Giunta Regionale n. 12535 del 31/12/1992) e n. 629/X del 20/04/1994. In tale
programma era prevista la realizzazione di n. 11 interventi, aggregati in 5 assi prioritari, per un
importo di lire 29,731 miliardi di cui lire 26,300 miliardi a carico dell’Amministrazione regionale.
Tale programma operativo è terminato alla fine dell’anno 1999 con la liquidazione di complessive
lire 26,399 miliardi (di cui lire 23,369 miliardi a carico dell’Amministrazione regionale) e la
91
riallocazione delle somme non pagate nell’ambito del programma operativo triennale 2000/2002 ai
medesimi interventi. La relazione finale è stata approvata dalla Giunta Comunale con deliberazione
n. 224 del 07/07/2000 e dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 2498 del 24/07/2000.
Negli anni 1994 e 1995, a seguito della mancata approvazione del Piano decennale, non sono stati
stanziati i finanziamenti previsti originariamente e il successivo programma operativo di interventi è
stato pertanto avviato nel 1996.
Il programma operativo triennale 1996/1998 è stato approvato con deliberazioni della Giunta
Comunale n. 32 del 24/01/1997 e della Giunta Regionale n. 312 del 03/02/1997. Tale programma
prevedeva la realizzazione di n. 35 interventi, raggruppati in 12 progetti a loro volta aggregati in 4
assi prioritari, per un finanziamento complessivo di lire 45 miliardi. La relazione finale è stata
approvata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 2 del 04/02/2003 e dal Consiglio Regionale
con deliberazione n. 3141/XI del 02/04/2003. Alla data di ultimazione di tale programma
(31/12/2002) sono stati liquidati 24,660 miliardi mentre le somme rimanenti sono state riallocate nel
programma operativo 2003/2008.
Durante l’anno 1999 è stata effettuata una revisione del Piano decennale, che è stato integrato con il
documento “Modifiche ed integrazioni al Piano decennale per la riqualificazione di Aosta”
approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 224 del 26/10/1999 e dal Consiglio
Regionale con deliberazione n. 1057/XI del 15/12/1999. L’avvio del successivo piano operativo è
stato pertanto fatto slittare all’anno 2000.
Il programma operativo triennale 2000/2002 è stato approvato dalla Giunta Comunale con
deliberazione n. 224 del 07/07/2000 e dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 2498 del
24/07/2000. Tale programma prevedeva la realizzazione di n. 49 interventi, raggruppati in 18
progetti a loro volta aggregati in 5 assi prioritari, per un finanziamento complessivo di lire 48,7
miliardi + lire 2,931 miliardi riallocati dal programma operativo 1992/1993 per complessive lire
51,631 miliardi. La relazione finale è stata approvata dal Consiglio Comunale con deliberazione n.
2 del 04/02/2003 e dal Consiglio Regionale con deliberazione n. 3141/XI del 02/04/2003. Alla data
di ultimazione di tale programma (31/12/2002) sono stati liquidati 9,764 miliardi mentre le somme
rimanenti sono state riallocate nel programma operativo 2003/2008.
Con deliberazioni del Consiglio Comunale n. 2 del 04/02/2003 e del Consiglio Regionale n.
3141/XI del 02/04/2003 è stata approvata una profonda revisione del Piano decennale con la quale
sono stati interrotti i programmi operativi 1996/98 e 2000/02 alla data del 31/12/2002, e i relativi
finanziamenti non ancora liquidati sono stati riallocati nel nuovo programma operativo pluriennale
2003/2008 di Euro 49.548.450,00 di cui Euro 47.620.450,00 a carico dell’Amministrazione
Regionale. La riallocazione è stata attuata con deliberazione del Consiglio Comunale n. 158 del
26/11/2003 e della Giunta Comunale n. 452 del 28/11/2003.
Il programma operativo pluriennale 2003/2008 prevede la realizzazione di n. 45 interventi,
raggruppati in 17 progetti a loro volta aggregati in 5 assi prioritari, per un finanziamento
complessivo di Euro 49.548.450,00 di cui Euro 47.620.450,00 a carico dell’Amministrazione
Regionale.
Con deliberazioni del Consiglio Comunale n. 111 del 28/09/2004 e del Consiglio Regionale n.
1078/XII del 13/01/2005 è stato in ultimo modificato il Piano decennale.
2) STATO DI AVANZAMENTO DEL PIANO DECENNALE:
92
Come evidenziato in premessa, il Piano decennale ha avuto inizio nell’anno 1992 con il programma
operativo 1992/93, è rimasto “sospeso” negli anni 1994 e 1995 a causa della mancata approvazione
del Piano stesso, ed è proseguito con i programmi operativi 1996/98 e 2000/02 “saltando” l’anno
1999 e infine con il programma pluriennale 2003/08.
A fronte di un arco temporale di 14 anni e un totale di 11 anni di finanziamento, lo stato di
avanzamento, dal punto di vista finanziario, al 31 dicembre 2005 del Piano decennale è riassunto
nella tabella seguente:
PROGRAMMI
STANZIAMENTI PRENOTAZIONI
Biennale 1992/93
Lire
23,369 Lire
23,369
Triennale 1996/98
Euro
Lire
12,070 Euro
24,660 Lire
12,070
24,660
Euro
Lire
Euro
12,736 Euro
9,764 Lire
5,043 Euro
12,736
9,764
Lire
Euro
92,206 Lire
47,620 Euro
Lire
Euro
150,000 Lire
77,469 Euro
Triennale 2000/02
Pluriennale 2003/08
TOTALE
5,043
64,329
33,223
122,123
63,071
%
LIQUIDAZIONI
%
100
Lire
23,369
100
100
Euro
Lire
12,070
24,660
100
Euro
Lire
Euro
12,736
9,764
100
5,043
21,767
24
11,241
79,560
53
100
70
81
Lire
Euro
Lire
Euro
41,090
(Importi in lire in miliardi; importi in Euro in milioni)
La dinamica dei pagamenti non è sempre stata costante nel corso degli anni, come si può vedere nel
grafico allegato che rappresenta l’ammontare delle liquidazioni a valere sugli interventi di cui al
Piano decennale.
3) DETTAGLIO STATO DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI:
1.1.1
RIQUALIFICAZIONE DELLE VIE AUBERT E CROIX DE VILLE
L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione e dell’illuminazione pubblica e
contestuale sistemazione delle reti tecnologiche.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
720
1.261
0
323
310
2.305
Liquidazioni
310
I lavori sono ultimati e collaudati.
93
1.1.3 RIQUALIFICAZIONE DI VIA MARTINET
L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione e dell’illuminazione pubblica e
contestuale sistemazione delle reti tecnologiche.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
104
0
76
73
180
Liquidazioni
14
Parte dell’intervento è stato eseguito d’urgenza con fondi comunali “propri” (rifacimento
dell’acquedotto e della fognatura) e parte con finanziamenti di “Aosta capoluogo” (area
cortilizia posta a levante del tratto terminale della via, i cui lavori sono conclusi e
collaudati). E’ stato affidato un incarico per la progettazione definitiva – esecutiva della
sistemazione di piazza Roncas nella parte antistante il Museo archeologico. Tale incarico è
stato successivamente sospeso in accordo con la Sovrintendenza ai Beni Culturali che deve
eseguire una campagna di saggi archeologici.
1.1.4 RIQUALIFICAZIONE DI VIA SANT’ANSELMO
L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione e dell’illuminazione pubblica e
contestuale sistemazione delle reti tecnologiche.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
324
392
1.488
126
2.204
Liquidazioni
125
I lavori relativi ai sondaggi archeologici preliminari sono ultimati. In occasione di tali saggi,
sono state altresì già realizzate delle apposite camere di manovra delle reti tecnologiche
previste nell’intervento principale. In previsione dell’adunata degli alpini, è stata eseguita
una pavimentazione provvisoria della via in asfalto. E’ stato consegnato e approvato in
ottobre il progetto definitivo della sistemazione della via, concordato nel corso di numerosi
incontri con la Sovrintendenza ai Beni Culturali. E’ in corso la progettazione esecutiva.
94
1.1.7 RIQUALIFICAZIONE DI VIA BRAMAFAM
L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione e dell’illuminazione pubblica e
contestuale sistemazione delle reti tecnologiche.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
0
0
0
Liquidazioni
0
L’intervento è stato associato a quello inerente il collegamento con la zona F8 “sottopasso
ferroviario” poiché funzionale sia in termini progettuali che di esecuzione. Si rimanda alla
scheda 4.7.1.
1.2.3
RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA ANTICA ZECCA
L’intervento prevede il rifacimento della pavimentazione e dell’illuminazione pubblica ed
eventuale sistemazione delle reti tecnologiche.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
18
245
239
263
Liquidazioni
222
I lavori relativi al I° lotto, finanziati quasi interamente con fondi comunali “propri”, sono
ultimati e collaudati. I lavori relativi al II° lotto sono stati anch’essi ultimati e collaudati. I lavori
relativi alla realizzazione dell’impianto di illuminazione pubblica sono stati ultimati (impianto in
servizio a partire dal 20/05/2005) ma deve ancora essere liquidata la rata finale.
95
1.3.1
MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL PALAZZO MUNICIPALE
L’intervento prevede il recupero, il restauro conservativo e la manutenzione straordinaria del
palazzo municipale.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
976
496
111
3.426
1.732
5.009
Liquidazioni
943
L’intervento è stato suddiviso in una serie di lotti funzionali dei quali quello riguardante i
mezzanini ovest, denominato 4° lotto, è terminato con finanziamento a valere sul P.O.
1996/98. A tale proposito si fa presente che il progetto di recupero dei quattro mezzanini,
inizialmente unitario e come tale presentato dai professionisti, considerata l’impossibilità di
svuotare contemporaneamente tutti i locali, è stato suddiviso nel 1997 in due stralci. Il primo
stralcio (4° lotto) è stato, come detto, ultimato e collaudato. Successivamente si è ritenuto,
dovendo intervenire anche nell’interrato del Caffè Nazionale per lo spostamento della
cucina, ora inserita in un corpo “superfetazione” di cui è prevista la demolizione, di
prevedere nell’ambito del medesimo appalto (5° lotto), in quanto funzionale ad esso, anche
la sistemazione delle vie di accesso ai mezzanini, scala est, in cui è previsto l’inserimento di
un ascensore. I lavori relativi al 5° lotto (mezzanini B e C, scala di levante, interrati a
servizio del negozio IVAT, del Caffè Nazionale e della saletta d’arte) sono stati consegnati
nel febbraio 2004 e sono attualmente in corso. E’ stata approvata una perizia di variante a
seguito del ritrovamento di reperti archeologici nel piano interrato e per l’esigenza di
realizzare un’intercapedine areata. L’amministrazione comunale ha individuato, quale
successivo intervento da eseguire – 6° lotto, la realizzazione nell’interrato di un archivio di
deposito. Tale intervento, ha comportato preliminarmente uno studio di fattibilità per la
scelta e l’adeguamento funzionale di un locale che possa ospitare temporaneamente
l’archivio comunale. Di tale intervento è stato consegnato il progetto preliminare. Il
recupero della “vecchia” Sala Consigliare (inizialmente compresa nel 6° lotto) è stato
unicamente oggetto di uno studio di fattibilità già eseguito.
1.3.2
RECUPERO DI MAISON SAVOURET E DELL’AREA DI PERTINENZA
L’intervento prevede il recupero di un fabbricato da destinare a funzioni di promozione sociale
dei giovani e a scuola materna.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
137
1.274
28
275
275
1.715
Liquidazioni
272
I lavori sono ultimati e collaudati.
96
1.3.3
RESTAURO CONSERVATIVO DELL’HOTEL DES ETATS
L’intervento prevede la sistemazione dell’hôtel des Etats al fine di un suo utilizzo quale sede
degli uffici del Sindaco e della Giunta municipale. Gli interventi previsti, tra l’altro, riguardano
la sistemazione degli elementi di finitura di facciata, l’inserimento di un ascensore per l’accesso
ai piani alti, il restauro ed il ripristino di elementi decorativi di pregio, l’adeguamento normativo
e la sostituzione degli impianti tecnologici.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
145
0
1.748
1.748
1.892
Liquidazioni
836
I lavori del restauro conservativo del fabbricato sono stati ultimati a dicembre. Il Direttore dei
lavori ha concesso 60 giorni per l’ultimazione di lavorazioni di dettaglio, dopodiché si procederà
con il collaudo dell’opera.
1.3.4 RISTRUTTURAZIONE DEL TEATRO GIACOSA
L’intervento prevede la progettazione di un intervento di ristrutturazione dei locali attualmente
occupati dal teatro Giacosa e la relativa pertinenza.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
26
26
26
Liquidazioni
26
Lo studio di fattibilità è stato approvato. L’intervento, per quanto riguarda “Aosta
Capoluogo”, è pertanto ultimato.
1.3.5
COMPLETAMENTO DEL RECUPERO DELL’EX MACELLO CIVICO
L’intervento prevede la ristrutturazione degli immobili e dei relativi spazi cortilizi occupati
dall’ex macello civico a fini pubblici
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
81
0
123
123
204
Liquidazioni
123
97
Il comparto dell’ex Macello civico è ricompreso in un’area oggetto di un P.U.D. adottato dal
Consiglio comunale. Del comparto di proprietà comunale, relativo all’ex Macello civico, è
stato deciso di realizzare interventi finalizzati alla realizzazione di una “Cittadella dei
Giovani” nell’ambito del progetto Interreg III ALCOTRA “Réseau de Centres pour les
jeunes entre Aoste et Albertville”. E’ stato approvato il progetto esecutivo. L’intervento, per
quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
98
1.3.6
ACQUISIZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLE ARCATE PLOT
L’intervento prevede l’acquisizione del patrimonio non di proprietà e la progettazione di un
intervento di riqualificazione.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
15
15
15
Liquidazioni
15
Lo studio di fattibilità è stato approvato dal Consiglio Comunale nel mese di febbraio 2004.
L’intervento, per quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
1.3.7
RISTRUTTURAZIONE DELLA SCUOLA XXV APRILE
L’intervento prevede la ristrutturazione anche parziale degli attuali locali occupati dalla scuola
da adibire ad attività e servizi pubblici.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
26
13
26
Liquidazioni
13
Lo studio di fattibilità è stato approvato dalla Giunta Comunale nel mese di giugno 2004.
L’intervento, per quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
1.4.1
SISTEMAZIONE DI PIAZZA NARBONNE
L’intervento prevede la realizzazione dei seguenti lavori di riqualificazione dell’intera area:
opere di arredo urbano, pavimentazione e nuovi percorsi pedonali; illuminazione pubblica;
eventuale costruzione di nuovi volumi.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
103
969
76
76
1.148
Liquidazioni
60
I lavori sono ultimati e collaudati.
99
1.4.2
SISTEMAZIONE DI PIAZZA DELLA CATTEDRALE
L’intervento prevede la riqualificazione della piazza anche attraverso forme di arredo urbano e
strutture di socializzazione.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
1.343
154
1.343
Liquidazioni
18
E’ stato consegnato il progetto esecutivo della sistemazione della piazza non ancora completo di
tutti gli elaborati. E’ stato altresì consegnato sia il progetto preliminare dell’impianto di
Illuminazione Pubblica sia il Piano di sicurezza e coordinamento. A seguito dei ritrovamenti di
reperti a quota –30 cm dal piano viabile venuti alla luce nel corso delle operazioni di scavo da
parte della società “DEVAL S.p.A.” per la posa dell’albero della luce di Natale, è stato richiesto
alla Sovrintendenza ai Beni Culturali di eseguire una campagna archeologica preliminare onde
evitare contenziosi con le Imprese appaltatrici dei lavori principali. In attesa dell’esecuzione di
tali saggi l’iter di realizzazione dell’opera è stato sospeso. I lavori saranno finanziati in parte con
i fondi di cui alla Legge 662/96 (quote derivanti dal gioco del Lotto) e per la rimanente parte con
fondi di Aosta Capoluogo.
1.4.4 RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA SAN FRANCESCO
L’intervento prevede il recupero dei bassi fabbricati e la contestuale riqualificazione della piazza
stessa.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
87
0
2.306
139
2.394
Liquidazioni
38
E’ stato presentato il progetto definitivo della sistemazione della piazza. Alla luce degli
interventi in corso di progettazione nell’area - centrale unica di teleriscaldamento del Palazzo
municipale e della scuola San Francesco, restauro conservativo del Palazzo municipale 5° lotto
(scala di levante, mezzanini B e C cucina e servizi Caffè Nazionale) e 6° lotto ( archivio di
deposito nell’interrato), si è reso necessario stralciare dal progetto la realizzazione di un cunicolo
tecnologico che risultasse funzionale a tutte le sopra riportate esigenze. Si è pertanto estrapolato
dal progetto definitivo un 1° stralcio lavori attinente il riordino di cunicoli tecnologici presenti o
necessari a soddisfare le esigenze relative a tutte le reti tecnologiche di servizio Di tale progetto è
stato consegnato il definitivo - esecutivo. Come da richiesta dalla Sovrintendenza ai Beni
Culturali è stato affidato un incarico per l’esecuzione di una campagna di saggi archeologici
preliminari. Anche di tale progetto è stato consegnato l’esecutivo. Nei primi mesi dell’anno 2004
100
sono stati avviati gli interventi di recupero dell’Hotel des Etats e del Municipio 5° lotto e,
considerata la presenza contemporanea di più aree di cantiere limitrofe, si è reputato opportuno
non avviare i lavori degli scavi archeologici al fine di non rendere completamente inutilizzabile
la piazza. Nel mese di maggio 2004 si è svolto un incontro con i rappresentanti della
Sovrintendenza ai Beni Culturali nel corso del quale si è concordato, anche alla luce di nuovi
ritrovamenti archeologici e di nuove esigenze sorte durante l’esecuzione dei suddetti lavori, di
eseguire preliminarmente solo alcuni saggi, funzionali alle esigenze di cui sopra, rimandandone
altri in una fase successiva. Tali lavori potranno essere eseguiti non appena disponibile la
porzione di piazza ora occupata dai cantieri, presumibilmente nella primavera – estate di
quest’anno.
2.1.1
SISTEMAZIONE A PARCO PUBBLICO ATTREZZATO DELL’AREA SAUMONT
L’intervento prevede la realizzazione di un piano stralcio di lavori a seguito dello studio di
fattibilità approvato dal Consiglio comunale nel 2° semestre del 1999 con acquisizione delle
aree.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
56
146
0
2.466
2.030
2.668
Liquidazioni
402
L’intervento, a seguito degli eventi alluvionali dell’ottobre 2000, è stato ridimensionato rispetto
al progetto già licenziato dal V.I.A. in quanto, ricadendo in area esondabile, non può
contemplare opere fuori terra. I lavori sono stati consegnati nell’agosto 2005 e sono tutt’ora in
corso.
2.1.2
PERCORSI PEDONALI FRA L’AREA SAUMONT E LA CITTA’
L’intervento prevede la realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale nel tratto compreso tra
il sottopasso di via Roma - salita Consolata e, a nord, il ponte di attraversamento del torrente
Buthier che deve essere ricostruito a causa degli eventi alluvionali.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
475
0
32
32
507
Liquidazioni
1
I lavori relativi al percorso pedonale e ciclabile sono stati ultimati e collaudati. Nell’ambito dei
medesimi, a seguito degli eventi alluvionali dell’ottobre 2000, è sorta la necessità di ricostruire
totalmente il cosiddetto ponte “di corda”, a doppio senso di marcia con annessi pista ciclabile e
marciapiede, quale prosecuzione dei lavori di cui sopra. I lavori – il cui costo è parzialmente
coperto dai fondi destinati alla sistemazione dei danni provocati dall’alluvione – sono quasi
ultimati (il ponte è transitabile dalla primavera 2003 a seguito del collaudo statico) ma restano
101
da eseguire circa 15 mila Euro di lavori. I lavori sono stati sospesi per permettere la posa di un
nuovo collettore fognario di raccolta delle acque nere, da ricondurre all’impianto di depurazione
di Brissogne, che deve essere ancorato al ponte.
2.2.1
RECUPERO DELL’AREA TZATELAIR
L’intervento prevede che l’area sia attrezzata con vari percorsi ed aree per esercizi fisici
all’aperto ed un modesto fabbricato di servizio a tutte le attività con relativo parcheggio.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
12
0
1.325
1.229
1.337
Liquidazioni
532
I lavori sono stati consegnati nel mese di luglio 2003 e sono tutt’ora in corso. E’ stata approvata
una perizia di variante alla luce di nuove esigenze e di vincoli derivanti dal sito e dall’esistenza
di reperti archeologici a non più di 50 cm di profondità dalla quota di calpestio. Si prevede
l’ultimazione dei lavori nella primavera del 2006.
2.3.1
SISTEMAZIONE A PARCO URBANO ATTREZZATO DELL’AREA RONCAS
L’intervento prevede la realizzazione di un parco urbano e archeologico con recupero di tutte le
aree verdi e arredo con individuazione di alcuni percorsi pedonali di collegamento tra le aree
cittadine adiacenti.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
195
0
1.268
246
1.464
Liquidazioni
92
Sono stati conclusi una serie di saggi archeologici nell’area in oggetto, preliminari alla
progettazione dell’intervento. E’ stata consegnata la progettazione definitiva, unitamente a quella
relativa all’intervento di recupero della Casa Deffeyes. La Sovrintendenza ai beni culturali ha
espresso un parere che indica nella “concertazione progettuale” l’iter delle successive fasi di
approfondimento del progetto. E’ in corso la revisione del progetto definitivo consegnato, in
accordo con la Sovrintendenza ai beni culturali, in quanto lo stesso è ritenuto non completamente
rispondente alle esigenze dell’Amministrazione comunale.
2.3.2
ACQUISIZIONE E RECUPERO DELLA CASA DEFFEYES
L’intervento prevede l’acquisizione e il recupero dei fabbricati esistenti quali manufatti di
servizio al parco urbano previsto nell’area adiacente.
Previsioni Piano
Situazione al 31 dicembre 2005
102
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Previsioni
0
387
0
1.250
1.637
Prenotazione
Liquidazioni
0
0
Il fabbricato denominato “Casa Deffeyes” è stato acquistato e la progettazione del recupero
dello stesso è in corso di esecuzione unitamente a quella relativa all’intervento di
sistemazione a parco urbano attrezzato dell’area Roncas - scheda 2.3.1.
2.4.1
RIQUALIFICAZIONE E SISTEMAZIONE DELLE AREE VERDI E DELLE
ALBERATURE GIA’ ESISTENTI
L’intervento prevede la sistemazione del verde e della sede viabile anche per le piste ciclabili
delle vie Piccolo San Bernardo, Cerise, Matteotti, Crétier, Volontari del Sangue, Monte Grivola,
XXVI Febbraio, Torino e dei corsi Saint Martin de Corléans e Padre Lorenzo.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
753
1.132
94
1.899
1.889
3.878
Liquidazioni
1.803
Il II° lotto dei lavori in oggetto, finanziato nel P.O. 1996/98 è concluso e collaudato. I lavori
di via Torino, eseguiti nel corso del 2003, sono ultimati e collaudati. I lavori del III° lotto
sono stati ultimati e collaudati.
3.1.1
3° LOTTO QUARTIERE COGNE
L’intervento prevede la realizzazione degli edifici denominati con le sigle D4 – D3 – C8 – C7 –
H5 – H6 – H7 – H8 – C1 al quartiere Cogne come previsto dal PUD.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
4.242
0
380
26
26
4.648
Liquidazioni
0
I lavori sono ultimati e collaudati.
3.1.2
4° LOTTO QUARTIERE COGNE
L’intervento prevede la realizzazione degli edifici denominati dal PUD con le sigle C2 – C3 –
C4 e degli edifici H2 – H3 – H4 con relativa autorimessa.
Previsioni Piano
Situazione al 31 dicembre 2005
103
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Previsioni
0
243
0
8.459
8.702
Prenotazione
8.459
Liquidazioni
98
I fabbricati C2, C3 e C4 sono stati demoliti, con finanziamento nel P.O. 1996/98, per
permettere la ricostruzione di quanto previsto. La progettazione è stata affidata con bando
Europeo. A giugno 2004 è stato approvato il progetto esecutivo comprendente anche una
centrale unica di teleriscaldamento che possa in futuro essere ampliata per servire tutto il
Quartiere. Nel corso del 2005 il progetto è stato revisionato per quanto riguarda la parte
strutturale. E’ in fase di preparazione la documentazione necessaria per l’effettuazione della
gara d’appalto.
3.1.4
MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI STURA E FILIPPINI
L’intervento prevede la manutenzione straordinaria degli edifici denominati Stura e Filippini
con la realizzazione di nuovi alloggi.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
1.935
0
1.139
1.052
3.074
Liquidazioni
1.032
I lavori sono stati ultimati e collaudati. Lo stato finale dei lavori non può essere liquidato in
quanto alcune imprese subappaltatrici risultano non in regola con il pagamento dei contributi
di legge.
3.1.5
INSTALLAZIONE DI ASCENSORI NEGLI EDIFICI STURA E FILIPPINI
L’intervento prevede l’installazione di ascensori negli edifici denominati Stura e Filippini.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
1.464
0
3
2
2
1.469
Liquidazioni
0
I lavori sono ultimati e collaudati.
3.1.7 SCAVI ARCHEOLOGICI QUARTIERE COGNE – AREA COMPRESA TRA VIA C.
BATTISTI E VIA G. ELTER
L’intervento prevede l’esecuzione di scavi archeologici preliminari all’intervento di edificazione
di un nuovo insieme residenziale a nord del “Cral Cogne”.
104
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
516
516
516
Liquidazioni
516
I lavori di scavo archeologico – 1° lotto, da realizzasi nell’ambito dei lavori del cosiddetto
“contratto di Quartiere”, sono stati ultimati, ed è stata liquidata l’intera somma a
disposizione. L’intervento, per quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
4.1.1 TRASFORMAZIONE DI VIA PARIGI
ATTRAVERSAMENTO CITTADINO
–
VIA
ROMA
IN
VIA
DI
L’intervento prevede la costruzione di n. 2 rotonde negli incroci di via Parigi con via Petigat e di
via Parigi con viale Ginevra, di marciapiedi e pista ciclabile e del riordino di alcune reti
tecnologiche e dell’illuminazione pubblica.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
175
1.426
855
855
2.456
Liquidazioni
671
I lavori principali sono ultimati e collaudati. I lavori relativi all’illuminazione pubblica sono
pure ultimati e collaudati.
4.1.3 REALIZZAZIONE DELLA NUOVA VIA PARAVERA E COLLEGAMENTO CON
VIA VALLI VALDOSTANE
L’intervento prevede la realizzazione della nuova via Paravera. Per l’anno 2003 si prevede
l’inizio della progettazione del 2° lotto.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
1.646
0
241
212
1.887
Liquidazioni
177
Sono stati ultimati e collaudati i lavori relativi alla strada di collegamento fra la rotonda
ovest adiacente alla ferrovia e la parte di via Paravera congiungente quest’ultima con il
passaggio a livello est. Sono stati altresì eseguiti e collaudati i lavori relativi
all’illuminazione pubblica.
105
4.1.4 COLLEGAMENTO TRA LA NUOVA STRADA DI ATTRAVERSAMENTO
DELL’AREA INDUSTRIALE COGNE CON LA S.S. 26
L’intervento prevede la realizzazione di un tronco stradale collegante la rotonda prevista nella
strada di attraversamento dell’area Cogne e corso Ivrea.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
92
0
216
134
308
Liquidazioni
26
Il progetto definitivo che prevedeva la realizzazione di una “rampa” d’accesso all’ex S.S. 26,
seppure approvato dall’Amministrazione, ha sollevato alcune perplessità tanto da ritenere
opportuno verificare la realizzabilità di un percorso viabile alternativo a quello inizialmente
stabilito. A tale proposito è stato affidato apposito incarico di verifica di fattibilità di un tracciato
alternativo (collegamento a Sud della palestra tra via Page e la nuova strada di attraversamento
dell’area Cogne) con eventuale ridefinizione tecnico-economica dell’ipotesi originaria. Lo studio
consegnato e sottoposto a valutazione di impatto ambientale ha sollevato altre perplessità che
hanno determinato l’affidamento di un ulteriore incarico di fattibilità circa lo studio di due
rotonde sulla s.s. 26.. Considerate le difficoltà e la partecipazione al Contratto di Quartiere II da
parte del Comune di Aosta che prevede tra l’altro la realizzazione di questo collegamento,
l’esecuzione dell’intervento è stata ridimensionata alla sola sistemazione di via Valli Valdostane
nel tratto compreso tra rotonda portineria est Cogne e intersezione via Dora Baltea, e l’intervento
(lavori) è stato stralciato dal Piano decennale. Di quest’ultimo progetto è stato approvato il
definitivo. E’ in corso la procedura espropriativa.
4.1.5 SISTEMAZIONE DI VIA CARREL CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AL
PASSAGGIO A LIVELLO
L’intervento prevede la realizzazione di una rotonda all’incrocio di via Carrel con via Garibaldi
e l’allargamento di via Carrel.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
338
0
15
15
353
Liquidazioni
0
I lavori sono ultimati e collaudati. Le somme non liquidate si riferiscono, all’indennità di
esproprio relativa alle FF.SS. in quanto non è stato possibile individuare una controparte che
sottoscrivesse l’accettazione. La somma è stata pertanto depositata presso la Cassa Depositi
e Prestiti. La somma di 5 mila Euro, è tenuta a disposizione per il pagamento
dell’occupazione d’urgenza ed eventuale maggiore indennità che dovesse essere determinata
dalla commissione regionale espropri. Non si è in grado di prevedere quando avverrà la rideterminazione.
106
4.1.6 COLLEGAMENTO TRA VIA PONTE SUAZ E VIA GRAND EYVIA A SUD DELLA
ZONA F8
L’intervento prevede la realizzazione di una arteria stradale collegante via Grand Eyvia e la
prevista rotonda di via Ponte Suaz. I lavori sono da realizzarsi in due momenti: 1° stralcio da via
Kaolack a via Garin; 2° stralcio da via Kaolack alla nuova rotonda di via Ponte Suaz.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
88
0
4.107
2.191
4.195
Liquidazioni
1.129
Sono stati affidati nell’ottobre 2003 i lavori relativi al 1° lotto che sono tutt’ora in corso. E’
stato revocato l’incarico al Direttore dei lavori in quanto sono emerse delle difformità nella
realizzazione dei lavori stessi. L’Impresa ha richiesto l’arbitrato in merito alle riserve iscritte
nel registro di contabilità. La prima riunione circa l’arbitrato è fissata per il 30 gennaio. E’
stato altresì approvato il progetto esecutivo del 2° lotto inerente il collegamento tra la nuova
rotonda di via Ponte Suaz e la futura viabilità a sud della zona artigianale (1° lotto). E’ in
corso la procedura espropriativa.
4.2.1 REALIZZAZIONE DI UN
PROSPICIENTE L’OSPEDALE
PARCHEGGIO
PLURIPIANO
NELL’AREA
L’intervento prevede, attraverso la formula del Project Financing, la realizzazione di un
parcheggio interrato pluripiano ed alcune strutture pubbliche nella parte fuori terra.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
15
0
15
15
31
Liquidazioni
15
E’ stato pubblicato apposito avviso per la formulazione di richieste da parte di “promotori” del
project financing, a cui però non vi sono state adesioni. Al fine di acquisire oggettive
informazioni circa l’eventuale interesse archeologico del sedime interessato, si è proceduto ad
eseguire una apposita campagna di indagini georadar e di saggi geognostici per un costo
complessivo di circa 30 mila Euro. I lavori sono ultimati e collaudati. L’intervento, per quanto
riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
4.2.2 REALIZZAZIONE DI UN PARCHEGGIO IN REGIONE CONSOLATA
L’intervento prevede la realizzazione di un parcheggio pluripiano per la sosta di autovetture e
autobus in superficie.
107
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
156
0
1.106
1.093
1.262
Liquidazioni
1.007
Il progetto è cofinanziato per la somma di circa 1.550 mila Euro dalla Legge n. 24 marzo 1989,
n. 122 “Legge Tonioli” (così ridotti a fronte degli originali 2.450 mila Euro a seguito della
diminuzione dei posti macchina in progetto). I lavori sono stati ultimati. E’ in corso il collaudo
tecnico – amministrativo. Sono stati altresì ultimati e collaudati i lavori di realizzazione
dell’impianto di illuminazione pubblica.
4.3.2 ABBASSAMENTO DELL’ASSE FERROVIARIO NEL SUO PERCORSO URBANO
L’intervento prevede lo studio dell’abbassamento dell’asse ferroviario nel suo percorso urbano
con presentazione di proposte tecnico - urbanistiche di fattibilità dell’intervento.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
127
0
2
0
129
Liquidazioni
0
Lo studio di fattibilità ed è stato approvato dal Consiglio Comunale in data 28/05/2002.
L’intervento, per quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
4.4.1 COSTRUZIONE DI UNA NUOVA STRADA PER LA FRAZIONE VIGNOLES
L’intervento prevede la realizzazione di una nuova strada di collegamento della frazione di
Vignoles.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
1.905
436
14
232
232
2.587
Liquidazioni
71
I lavori (I° lotto finanziato sul P.O. 1992/93 e II° lotto finanziato sul P.O. 1996/98) sono
ultimati e collaudati. Deve ancora concludersi la procedura espropriativa del 1° lotto. Le
somme ancora disponibili servono per la registrazione / trascrizione ai sensi dell’art. 43 del
T.U. sugli espropri. Si prevede la liquidazione entro l’anno.
4.5.1 SISTEMAZIONE DELLE VIE CHABOD E MONT EMILIUS
108
L’intervento prevede il collegamento tra via Mont Vélan e via Mont Emilius con la
realizzazione di un nuovo ponte sul Buthier.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
15
0
3.178
3.159
3.193
Liquidazioni
138
A seguito dell’evento alluvionale e della sospensione dell’autorizzazione “idraulica” (già
ottenuta sul progetto originario) da parte del competente Assessorato regionale, si è deciso di
rivedere il progetto esecutivo inizialmente con una proposta che prevedeva la sistemazione
dell’area senza costruzione del nuovo ponte sul Buthier e successivamente con un ponte di
diverse caratteristiche. Accantonata la prima soluzione è stato approvato il progetto esecutivo. I
lavori sono stati aggiudicati. La consegna è prevista per febbraio.
4.5.6 COSTRUZIONE DI UNA ROTONDA IN VIA PARTIGIANI
L’intervento prevede la costruzione di una rotonda quale soluzione al nodo stradale ora regolato
da impianto semaforico.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
9
2.436
428
2.445
Liquidazioni
54
Il progetto preliminare dei lavori in oggetto, che costituisce adozione di variante non
sostanziale al P.R.G.C.,. è stato approvato dal Consiglio Comunale. A seguito della
pubblicazione dello stesso e delle osservazioni pervenute, è stata adottata in modo definitivo
la variante. Sono state eseguite delle indagini geotecniche sull’area sulla base delle quali è
stata consegnata la progettazione definitiva. E’ stato approvato il progetto esecutivo. E’ in
corso la procedura espropriativa.
4.5.7 COSTRUZIONE DI UN NUOVO TRONCO STRADALE COLLEGANTE VIA
ADAMELLO CON VIA PARIGI
L’intervento prevede la progettazione di un nuovo tronco stradale collegante via Saint Martin de
Corléans con via Parigi complementare all’intervento di sistemazione di via Petigat.
Previsioni Piano
P.O.
P.O.
P.O.
P.O.
1992/93
1996/98
2000/02
2003/08
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
1.456
1.072
Liquidazioni
25
109
COSTO TOTALE
1.456
L’Amministrazione ha scelto di potenziare i collegamenti viabili tra via Saint Martin de Corléans
e via Parigi, nella fattispecie prolungando via Adamello fino alla nuova rotonda in fase di
costruzione su via Parigi all’intersezione di via Petigat. E’ stato approvato il progetto esecutivo a
fine dicembre. E’ in corso la procedura espropriativa.
4.5.8 ALLARGAMENTO DELLA STRADA DELLA ROCHERE
L’intervento prevede l’allargamento della strada della Rochère e la relativa sistemazione dei
nodi stradali La Rochère – via Parigi e via Bich.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
1
2.703
2.423
2.704
Liquidazioni
26
E’ stata approvata la progettazione esecutiva a fine dicembre. E’ in corso la procedura
espropriativa.
4.6.1 RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA PUCHOZ
L’intervento prevede la redazione di un PUD, con studio preventivo di fattibilità, per la
realizzazione concertata di viabilità, sosta e area sportiva.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
0
0
26
25
26
Liquidazioni
25
Sono stati realizzati i sondaggi archeologici su via Mazzini e piazza Cavalieri di Vittorio
Veneto di cui alla scheda 4.6.2, finalizzati alla verifica di reperti archeologici. E’ stato
approvato lo studio di fattibilità di sistemazione dell’area a fine luglio 2004. L’intervento,
per quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
4.6.2 SISTEMAZIONE DELLA SOSTA NELL’AREA PUCHOZ
L’intervento prevede la realizzazione di parcheggi interrati e di superficie ed il recupero
dell’attuale piazza Cavalieri di Vittorio Veneto e di via Mazzini, anche a verde pubblico ed
arredo urbano cittadino.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
Liquidazioni
110
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
0
193
77
270
0
0
E’ stata eseguita una campagna di indagini georadar e saggi geognostici volti alla
localizzazione delle preesistenze di tipo archeologico e dei sottoservizi presenti. In accordo
con la Sovrintendenza ai Beni Culturali, sono stati eseguiti n. 6 saggi archeologici nelle aree
rilevate come di possibile interesse. E’ in corso la definizione di un primo lotto di lavori
secondo le risultanze dello studio di fattibilità di cui al punto precedente.
4.7.1 REALIZZAZIONE DI UN PASSAGGIO PEDONALE E CICLABILE FRA LA
ZONA F8 E LA TORRE DI BRAMAFAN
L’intervento prevede la realizzazione di un sottopasso ciclabile e pedonale di attraversamento
dell’area di proprietà dell’ente Ferrovie.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
40
0
172
131
212
Liquidazioni
27
L’intervento è stato associato a quello inerente la riqualificazione di via Bramafan poiché
funzionale sia in termini progettuali che d’esecuzione. E’ stata consegnata la progettazione
definitiva. La progettazione esecutiva potrà essere avviata una volta risolti tutti i problemi
relativi alle reti tecnologiche interessanti l’opera. Peraltro l’intervento necessita di coinvolgere
l’area F8 su cui attualmente si stanno redigendo progetti di parcheggio pluripiano e stabili in
accordo con la Vallée d’Aoste Structure. Quanto sopra impone la realizzazione delle reti di
urbanizzazione primaria e il riordino di quelle presenti a sud della ferrovia, funzionali alla
realizzazione del sottopasso. La progettazione risulta particolarmente complessa proprio per la
necessità di coordinare tutti i suddetti interventi di riordino delle reti tecnologiche dell’area.
Infatti è necessario prevedere all’interno del sottopasso tutti i passaggi dei vari impianti
(fognatura acque bianche e nere e impianti vari), a sud di via Paravera è necessario realizzare un
cunicolo tecnologico per un collettore di rete primaria dell’acquedotto comunale e infine occorre
spostare tutti gli impianti tecnologici attualmente presenti sotto strada Ponte Suaz in vista della
cessione della via pubblica alla Società Vallée d’Aoste Structure. Alla luce di queste difficoltà
l’esecuzione dei lavori è stata stralciata dal Piano decennale. Nel corso del 2005 è stato affidato
un incarico per la redazione di una perizia geologica.
4.7.2 SOSTITUZIONE DEGLI IMPIANTI SEMAFORICI PER ADEGUAMENTO ALLE
NORME DEL CODICE DELLA STRADA
L’intervento prevede l’adeguamento degli impianti semaforici alla nuova normativa e
l’adeguamento di quelli di futura eliminazione.
Previsioni Piano
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
Liquidazioni
111
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
0
374
0
24
398
24
24
I lavori sono stati collaudati.
4.7.3 INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI CIRCUITI CICLABILI NELLA
CITTA’
L’intervento prevede la progettazione di alcuni tratti di pista ciclabile come collegamento alla
pista ciclabile della comunità montana Mont Emilius, all’area Cidac e alla salita della Consolata,
nonché nelle vie corso Battaglione, via Roma, via Lexert e via Paravera nel tratto antistante la
Cidac.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
0
69
0
76
76
145
Liquidazioni
31
E’ stata approvata la progettazione esecutiva di un I° lotto d’intervento, organico e
complementare ai progetti e lavori che ricomprendono tratti di piste ciclabili. L’intervento,
per quanto riguarda “Aosta Capoluogo”, è pertanto ultimato.
5.1.2 ADEGUAMENTO STABILI COMUNALI
L’intervento prevede l’adeguamento alle norme vigenti di alcuni stabili comunali quali scuole,
stabili istituzionali, ecc…
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
1.352
0
120
78
24
1.549
Liquidazioni
17
Il finanziamento del P.O. 2003/08 si riferisce a parte delle spese tecniche relative agli interventi
di adeguamento funzionale e abbattimento delle barriere architettoniche della scuola elementare
Ramires e per la sostituzione dei serramenti esterni nelle scuole materne Marcoz e Allende.
Questi interventi sono stati ovviamente programmati in anni diversi secondo esigenze funzionali
degli stabili da adeguare. E’ stato consegnato il progetto esecutivo relativo alle scuole materne
Marcoz e Allende, i cui lavori sono programmati per l’estate 2005. Sempre nel 2005 verrà
richiesto un finanziamento FOSPI per i lavori alla scuola elementare Ramires.
112
0.0.0 ASSISTENZA TECNICA
Consiste nella gestione delle fasi progettuali, di appalto e di realizzazione delle opere previste
nel Piano con l’ausilio di professionisti esterni.
Previsioni Piano
P.O. 1992/93
P.O. 1996/98
P.O. 2000/02
P.O. 2003/08
COSTO TOTALE
Situazione al 31 dicembre 2005
Previsioni
Prenotazione
727
727
Liquidazioni
586
287
• VERDE PUBBLICO
FUNZIONARIO: ELIO VISENTIN
Manutenzione e sistemazione del verde pubblico esistente e delle aree a gioco
Si è proseguito nel servizio in oggetto per il periodo 16.01.2003/15.01. 2006, attraverso la ditta
Flora Napoli, aggiudicatrice del precedente appalto triennale scaduto il 15 gennaio 2003, per un
importo pari a € 1.615.000,00 IVA 20 % e aggiornamenti indici ISTAT compresi, impegnando per
l’anno 2005 € 530.000,00 (atti amministrativi: D.G. n. 7 del 10.01.2003 - D.D. n. 237 del
21/02/2003 – Scrittura privata n. 228/2003 Reg. S.P. dell’11.04.2003).
Implementazione del verde pubblico sia in termini di superficie che di qualità e di specie vegetali
presenti
La consistenza del patrimonio del verde pubblico e delle alberate al mese di dicembre 2005 (in
gestione da parte dell’Amministrazione comunale con l’Appalto principale del verde, con
esclusione, pertanto, del patrimonio gestito dall’Amministrazione regionale o da altri Enti o dagli
altri appalti minori in essere – sentieri e fioriere) si attesta sui seguenti valori:
- Aree erbose 105.000 m2
- Alberi n. 3360
- Siepi 925 M2
- Cespugli 7.400 m2
- Tappezzanti 1.300 m2
- Aree fiorite 700 m2
- Aree dotate di impianto di irrigazione automatizzato n. 90 per mq 82.000
Area a verde compresa tra via G. Eyvia e via Evancon: il progetto definitivo per la sistemazione a
verde dell’area di proprietà comunale di mq 6500 circa, è stato approvato con Deliberazione di
G.M. n. 33 dell’11 febbraio 2005 per un importo complessivo di € 336.324,00 + IVA ed imprevisti
per un totale di € 380.000,00
Area a nord della scuola media S. Roch, vincolata dal PRGC in quanto verde funzionale: l’area,
originariamente di proprietà della Deval, è stata acquisita a cura del Servizio Patrimonio con
deliberazione di Consiglio Comunale n. 132 del 29 ottobre 2003 e successiva Determinazione
dirigenziale n. 1846/03. Si è predisposto apposito avviso di istruttoria per incarico professionale di
progettazione.
113
Nell’ambito del Piano dei lavori in economia del dipartimento Risorse Naturali della Regione
Autonoma Valle d’Aosta per l’anno 2005, si è provveduto a collaborare per proseguire
nell’intervento di ripristino e sistemazione generale, con fornitura di arredi, dell’area del futuro
Arboreto di Entrebin; il lavoro, molto complesso ed articolato, iniziato nel 2003, si è ulteriormente
sviluppato nel corso del 2004 e del 2005 con ulteriori interventi a cura e spese
dell’Amministrazione regionale.
L’assegnazione del servizio di guardiania dell’area a verde di via Vuillerminaz nel Quartiere
Cogne, alla Cooperativa Anziani per l’autogestione, è stata riconfermata a cura dell’Area 4 Servizi
Sociali, in riferimento ai positivi riscontri ottenuti ed alla valenza sociale che riveste la promozione
del rapporto anziani-giovani nell’ambito del quartiere stesso.
Manutenzione dei sentieri e strade (scarpate ed aree marginali), in prevalenza collinari
L’appalto relativo ai servizi in questione è stato affidato a trattativa privata, a seguito di gara
esperita con le cooperative sociali, per un periodo biennale, con decorrenza dal maggio 2005, fino
all’aprile del 2007, per un importo contrattuale annuo pari a € 93.775,00 +IVA pari a complessivi €
187.550,00 nel biennio.
Nel corso del 2005 si è provveduto ad una riqualificazione puntuale di alcuni tratti della rete
sentieristica costituita da 16.000 m di sentieri e 30.000 m di strade collinari. Gli interventi messi in
atto hanno riguardato in prevalenza: la risistemazione di vecchi muri a secco, la formazione di
canalette per la captazione e lo scolo delle acque, la posa di staccionate in legno nonché la pulizia e
lo sfalcio dei sedimi, effettuata periodicamente nel corso della stagione primaverile ed estiva.
Nell’ambito del Piano dei lavori in economia del dipartimento Risorse Naturali della Regione
Autonoma Valle d’Aosta per l’anno 2005, sono stati eseguiti a cura e spese dell’Amministrazione
regionale, cinque interventi di ripristino della percorribilità dei sentieri Aosta – Arpuilles (tratto in
loc. Champlan), Planes – Vignoles – Arpuilles, Cognon – Grin, Avie – Fleod – Reyssod,
Chacotteyes – Tsa de Mets.
Manutenzione di fioriere e di alcuni elementi di arredo urbano (panchine, fontanelle, attrezzature
ludiche)
L’appalto relativo ai servizi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle fioriere cittadine e degli
arredi urbani in questione è stato affidato con D.D. n. 923 del 15.06.2004, a seguito di gara esperita
con Cooperative Sociali, per un periodo biennale con decorrenza giugno 2004, alla Cooperativa
sociale Les Relieurs , con scadenza giugno 2006.
L’impegno di spesa annuale ammonta a circa € 126.000,00, IVA compresa, e per l’anno 2004 ad €
80.000,00.
Si riporta un prospetto riepilogativo delle consistenze oggetto dell’appalto:
Quantità Soggette a Manutenzione nel Periodo 2004-2005
OGGETTO
Aiuole e fioriere fisse con fioriture stagionali a rotazione - mq 115,00
Aiuole e fioriere fisse con vegetazione perenne - mq 302,76
114
Scarpate stradali ed aree similari soggette a taglio e pulizia - mq 28.803,00
Bordure arbustive e siepi - mq 962,50
Manutenzione arredi:
• fioriere circa n. 90
• panchine circa n. 160
Manutenzioni straordinarie per circa € 30.000,00.
Da registrare l’acquisto delle seguenti fioriere e portabiciclette:
• n. 25 fioriere in legno delle dimensioni di cm 100 x 50 x 50 della ditta MAU per €
5.000,00 + IVA
• n. 16 fioriere in cemento con panchine della ditta Bellitalia per € 8.322,00 + IVA
• n. 17 fioriere in cemento della ditta Bellitalia per € 5.997,00 + IVA
• n. 3 fioriere in pietra della ditta Edildue C. per € 3.600,00 + IVA
• n. 11 portabiciclette della ditta Metalco. per € 4.400,00 + IVA
A settembre 2005 sono iniziati gli interventi di restauro della fontana di piazza della Repubblica,
liquidando un primo acconto di € 10.000 + IVA.
Nel 2005 si sono predisposti gli atti di appalto e di gara Europea per il nuovo appalto di servizio per
il verde pubblico cittadino per un periodo di cinque anni, rinnovabile di quattro, per complessivi €
5.445.000,00.
Con D.D. n. 647 del 20.04.2005 è stato affidato, dopo pubblicazione di avviso di istruttoria, ai
professionisti S. Pellissier, R. Giani, F. Pozzi, M. Vagliasindi l’incarico di progettazione e D.L. di
sistemazione dell’area verde di Signayes per € 30.000,00 + 2% CNPAIA + IVA.
• LAVORI CIMITERIALI
FUNZIONARIO: ELIO VISENTIN
Manutenzione degli impianti e delle aree cimiteriali comunali e gestione dei servizi di inumazione,
esumazione, tumulazione, estumulazione
Si sono regolarmente svolti i servizi di inumazione, esumazione, tumulazione, estumulazione da
parte della APS (affidamento della gestione tecnico-manutentiva dei cimiteri del comune di Aosta a
trattativa privata all’APS sino al 31.12.2005 a seguito di ordinanza sospensione n. 50/2003 del
TAR, avvenuto con deliberazione di Giunta Comunale n. 504 del 21.12.2003) per un importo
complessivo pari a € 311.255,00 annui IVA compresa.
I lavori di manutenzione straordinaria dei cimiteri sono consistiti principalmente nel ripristino degli
intonaci degradati e nella nuova tinteggiatura delle gallerie denominate B6 – B7 e B8 (in parte) nel
Cimitero di Aosta, eseguiti e conclusi dalla ditta GRILLO Francesco per € 19.756,00 + IVA
Con D.D. n. 1619 del 14.10.2005 sono stati approvati gli atti tecnici e le modalità di gara per un
nuovo intervento di lavori relativi ad opere da decoratore nei cimiteri comunali per complessivi €
40.000,00.
Nel 2005 con D.D. n. 618 del 14.04.2005 sono stati approvati gli elaborati tecnici e le modalità di
gara per lavori edili manutentivi nei cimiteri, per complessivi € 45.000,00.
115
Con D.D. n. 1060 del 05.07.2005 sono stati affidati gli stessi alla ditta D’Anello Giuseppe
liquidando allo stesso un 1° SAL a tutto il 23.11.2005 di € 8.892,00 + IVA.
Si sono effettuati ulteriori interventi di manutenzione non programmabili, tra i quali si possono
citare la posa di nuove lapidi in sostituzione di quelle esistenti da parte della Ditta Pardini per
complessivi € 3.800,00 ed interventi vari di riparazione e fissaggio lapidi e posa accessori in bronzo
per ossari per € 2.121,00 + IVA..
Per quanto riguarda l’appalto di illuminazione votiva cimiteri e manutenzione straordinaria impianti
elettrici si sono eseguiti i lavori di illuminazione votiva dei cimiteri e di manutenzione straordinaria
degli impianti elettrici. I lavori sono stati eseguiti in economia, tramite cottimo fiduciario, dalla ditta
PIME s.n. c. di Aosta, alla quale si è liquidato lo stato finale dei lavori per € 39.767,00 + IVA,
nonché si è parallelamente liquidato al professionista p.i. Trèves Roberto, incaricato della D.L., il
saldo delle prestazioni tecniche per € 9.593,13 + 2% + IVA, per un totale di € 11.741,99.
Nel corso del 2005 si è provveduto inoltre ad approvare con D.D. n. 184 dell’11.02.2005 il progetto
e le modalità di gara per nuovi interventi manutentivi sugli impianti elettrici dei Cimiteri.
Con D.D. n. 992 del 22.06.2005 gli stessi interventi sono stati affidati con cottimo fiduciario alla
ditta PIME per un importo complessivo di € 40.000,00. I lavori sono stati affidati alla ditta PIME il
28.10.2005.
A seguito di pubblicazione di avviso di istruttoria, con D.D. n. 924 del 07.06.2005, veniva affidato
all’ing. Paolo Verdoja l’incarico professionale di consulenza e D.L. sui lavori suddetti, per una
spesa complessiva di € 12.000,00 estesa ad € 15.000,00 con D.D. 2156 del 30.11.2005.
Da segnalare, inoltre, che nel giugno del 2005, si è dato corso alla progettazione esecutiva,
direzione assistenza lavori e coordinamento della sicurezza per la realizzazione dell’illuminazione
del nuovo piazzale a servizio del cimitero di Aosta per un importo lavori di € 104.000,00 + IVA.
Predisposizione di atti per appalto quinto lotto di ampliamento cimitero di Aosta e relativa zona di
inumazione per islamici
Nel corso del 2005 si è proceduto all’appalto dei lavori e alla consegna ed inizio degli stessi
comprendenti la realizzazione di un campo di inumazione secondo il rito musulmano di n. 36 fosse,
di n. 208 loculi, di n. 312 fosse comuni, di realizzazione di un nuovo impianto idrico nei campi A,
B, C, D, E e rete fognaria nei campi A, B. D, nonché sette interventi di abbattimento delle barriere
architettoniche e sistemazione delle coperture del campo G1, per complessivi € 1.400.000,00 a base
d’asta oltre € 23.000,00 per oneri di sicurezza.
Interventi di allestimento arredi per Tempio Crematorio, Sala Autoptica e Servizi connessi
Con deliberazione di G.C. n. 111 del 07.04.2005 è stato approvato il progetto preliminare.
Con deliberazione di G.C. n. 265 del 29.07.2005 è stato approvato il progetto definitivo.
Con deliberazione di G.C. n. 447 del 02.12.2005 è stato approvato il progetto esecutivo per un
importo a base d’asta di € 134.563,79 + IVA.
Interventi per piazzamento forno crematorio e realizzazione complesso Cappella
116
Collaborazione con RAVA e dott. Emilio Scioldo per fornitura, collaudi e messa in funzione forno
crematorio per un importo di circa € 450.000,00 con allestimento pratiche per allacciamenti gas e
telefoni.
Collaborazione con RAVA, D.L. arch. Ester Saltarelli e vari uffici comunali per interventi
migliorativi ed allacciamenti idrici, elettrici e telefonici per il complesso denominato “Cappella”.
Programma di esternalizzazione ad APS dei Servizi Cimiteriali
Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 7 del 5 febbraio 2003, ha stabilito di affidare
all’Azienda Pubblici Servizi della città di Aosta le attività inerenti i Servizi Cimiteriali, secondo un
cronoprogramma che prevedeva l’affidamento delle attività di pulizia, giardinaggio, manutenzione
ordinaria, inumazioni e tumulazioni, esumazioni ed estumulazioni dal 13 marzo 2003 e dal 1
gennaio 2004 l’affidamento di attività inerenti la custodia, la tenuta dei registri, anagrafe e catasto
cimiteriale, illuminazione votiva, manutenzione straordinaria e gestione tempio crematorio, fatte
salve le funzioni del Sindaco quale ufficiale di governo.
A seguito del ricorso al Tar, presentato da parte di alcuni dipendenti addetti al cimitero e sindacati,
avverso con la suddetta deliberazione n. 7 del Consiglio Comunale, e della successiva ordinanza n.
50/2003 con la quale il Tar Valle d’Aosta ha sospeso l’atto impugnato, la Giunta comunale con
deliberazione n. 281 del 01.08.2003, prendendo atto della suddetta ordinanza, ha approvato
l’affidamento con trattativa privata ad APS, degli interventi tecnico-manutentivi dei cimiteri
comunali fino al 31/12/2003.
Successivamente, con deliberazione n. 504 del 22/12/2003, la Giunta comunale, prendendo atto
della decisione del Sindaco di appellare davanti al Consiglio di Stato la sentenza del Tar, ha
prorogato l’affidamento degli interventi tecnico-manutentivi dei cimiteri comunali all’APS fino al
31/12/2005.
***
Area n. 10
Stabili comunali
Dirigente: Mirko Muraro
Interventi generali di adeguamento normativo e ristrutturazione di edifici scolastici
Plesso scolastico di Saint-Martin
In data 4 marzo 2005 è stato rescisso il contratto di appalto con l’impresa aggiudicataria dei lavori,
per inadempienza contrattuale.
L’impresa stessa in data 7 aprile 2005 veniva dichiarata fallita dal Tribunale di Aosta. L’evento ha
impegnato il servizio Stabili su diversi versanti (tecnico, amministrativo e giudiziario), con
l’obiettivo di riuscire a riaprire la scuola per l’anno scolastico 2006/2007.
In breve :
1) Si è provveduto allo sgombero del cantiere in danno dell’impresa ed alla sua messa in
sicurezza;
2) Si è provveduto al collaudo delle opere in c.a. ed al collaudo tecnico-amministrativo;
117
3) E’ stato rivisto il progetto esecutivo – dopo la redazione della contabilità finale e dello stato
di consistenza delle opere realizzate – e ne sono stati aggiornati i prezzi;
4) E’ stato approvato il progetto esecutivo per il riappalto dell’opera (22/08/05);
5) Si è proceduto con la gara d’appalto (21/09) e con l’affidamento dei lavori all’impresa
(27/09);
6) Sono stati consegnati i lavori all’impresa aggiudicataria in data 10/10/2005.
Scuole dell’infanzia Allende e Marcoz
A seguito di asta pubblica sono stati aggiudicati ed eseguiti nei mesi estivi di chiusura delle scuole i
lavori di installazione di nuovi serramenti esterni delle scuole Allende e Marcoz, in sostituzione
degli esistenti, ormai obsoleti ed inadeguati sotto l’aspetto dell’isolamento termico e parzialmente
della sicurezza.
Nel medesimo periodo estivo nella scuola Allende sono stati effettuati i lavori di rifacimento
dell’impianto di distribuzione del calore e degli impianti idrici e sanitari, compresi due bagni.
Scuola primaria Ramires
E’ stato sviluppato il progetto preliminare dei lavori di adeguamento ed ampliamento della scuola
Ramires, previsti per dotare la struttura di spazi adeguati per la mensa scolastica e per i laboratori,
ora situati in spazi valutati insufficienti ed angusti dal Dirigente scolastico.
Il progetto preliminare è stato approvato dalla Giunta comunale in data 31/10/2005; in pari data
veniva presentata agli uffici regionali competenti la richiesta di finanziamento a valere sui fondi
FOSPI.
Interventi relativi a strutture destinate a servizi sociali
Microcomunità e Centro diurno in regione Saraillon (ex Hôtel Bellevue)
E’ stata allestita la domanda di finanziamento dell’opera all’Amministrazione Regionale ai sensi
dell’art. 17 della L.R. n.21/2003.
E’ stata comandata la progettazione esecutiva ai professionisti in modo da farla approvare dalla
Giunta Comunale, completa di tutte le autorizzazioni necessarie, entro la scadenza di 180 giorni,
termine fissato dall’Assessorato Regionale competente con propria nota del 29/04/2005, con la
quale si dava notizia del finanziamento dell’opera.
In data 26/10/2005 la Giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo.
Asilo nido Berra
In data 29 marzo 2005 è stato approvato il progetto esecutivo dei lavori di realizzazione di un
soppalco e di manutenzione straordinaria dell’asilo nido Berra.
Le modalità di gara sono state approvate in data 29 aprile 2005.
L’asta pubblica per l’affidamento dei lavori (in due fasi) si è tenuta in data 16/06/05 e 28/06/05,
concludendosi in modo infruttuoso per l’Amministrazione.
118
Considerata la necessità di eseguire i lavori nel periodo in cui erano stati da tempo organizzati gli
spostamenti dei bambini per permettere la chiusura dell’asilo nido, si è quindi proceduto con
procedura negoziata all’affidamento ad altra impresa.
I lavori sono iniziati (il 6 settembre) e sono stati sostanzialmente ultimati (il 29 ottobre) rispettando
i tempi programmati; successivamente sono stati effettuati alcuni lavori complementari all’esterno
dell’edificio, senza quindi disagio per l’attività dell’asilo nido.
Da segnalare il ricorso al T.A.R. da parte dell’impresa esclusa dall’asta pubblica (con vittoria per
l’Amministrazione dopo la trattazione), nonché la segnalazione/denuncia, da parte della stessa
impresa, al servizio Ispettorato dell’Autorità di Vigilanza sui LL. PP., conclusa anch’essa con il
riconoscimento che i provvedimenti del Responsabile del procedimento erano stati legittimi e
corretti.
Centro per anziani ad Excenex
Sono in corso le procedure di esproprio dei terreni.
Poiché a termini di normativa antisismica la progettazione esecutiva strutturale è condizionata dai
risultati delle prove geologiche da effettuarsi sui terreni espropriandi, è stata nel frattempo effettuata
la gara per l’affidamento delle prove geologiche a ditta specializzata.
Si ritiene di riuscire entro l’anno ad effettuare le prove, ad approvare il progetto esecutivo e ad
avviare le procedure di gara.
Centro polivalente socio-sanitario di via Brocherel
Il 12 aprile 2005 si è tenuta la seconda seduta della Commissione di gara, a seguito delle analisi e
della verifica di congruità delle offerte anomale effettuata dall’U.T.C., conclusa con l’affidamento
provvisorio all’impresa miglior offerente.
A conclusione delle verifiche delle autocertificazioni prodotte dall’impresa in sede di gara, nonché
della sua regolarità contributiva e previdenziale, il 12 luglio è stata approvato con Determinazione
dirigenziale l’affidamento definitivo.
Presentati i documenti e le garanzie economiche previste per Legge da parte dell’impresa, in data 13
ottobre è stato sottoscritto il contratto.
In data 15 novembre sono stati consegnati i lavori in cantiere.
Interventi relativi agli impianti sportivi
Campo comunale di Rugby - Calcio in regione Tzambarlet
Si rammenta che i lavori - consistenti essenzialmente nella realizzazione di una tribuna coperta con
sottostanti spogliatoi e servizi igienici per atleti e pubblico, nonché nel rifacimento dell’impianto di
illuminazione e delle recinzioni Est ed Ovest - erano stati consegnati all’impresa appaltatrice in data
13/09/04.
Successivamente sono proseguiti con adeguata regolarità.
119
In data 28/07/2005 la Giunta comunale ha approvato una perizia suppletiva e di variante con la
quale si decideva di modificare la precedente delimitazione sui lati Nord ed Est del campo di
Rugby/Calcio per renderlo idoneo ad ospitare anche lo sport del Baseball.
I lavori sono stati sostanzialmente ultimati il 15/12/2005; sono ora in fase di ultimazione le
operazioni di collaudo tecnico –amministrativo.
Costruzione piscina piccola e manutenzione straordinaria dell’ esistente
Nell’anno 2005 si è proceduto come da previsioni.
Il progetto è stato visionato ed approvato per quanto di competenza dalla Commissione Impianti
Sportivi del CONI Valle d’Aosta.
E’ stato quindi richiesto all’Istituto per il Credito Sportivo un mutuo per il finanziamento
dell’opera, deliberato dal Comitato esecutivo dell’I.C.S. nella riunione del 26/07/05.
In data 18 luglio sono state approvate le modalità di gara. In data 28 luglio sono stati approvati il
Bando di gara e le norme di partecipazione. L’asta pubblica si è tenuta in data 31 agosto 2005.
I lavori sono stati consegnati all’impresa in data 5/10/2005.
Palestra del Basket di Via Volontari del Sangue
Nell’estate 2005 è stato realizzato un importante intervento di riqualificazione dell’impianto
sportivo comprendente:
• il rifacimento completo della pavimentazione sportiva, dei sottofondi e dei rivestimenti;
• un nuovo impianto di illuminazione e corpi illuminanti;
• un nuovo impianto di riscaldamento con serpentine a pavimento e, nella zona tribune, con
impianto radiante a soffitto;
• la sostituzione dei serramenti esterni e di quattro porte interne;
• la ritinteggiatura della palestra, dei corridoi e degli spogliatoi;
• la ritracciatura dei campi ed altri interventi accessori e connessi ai precedenti.
Si evidenzia il rispetto della tempistica (i lavori sono stati ultimati il 19 settembre), con la
complessa gestione di diversi fornitori ed imprese in una stagione nella quale si deve far conto
anche della chiusura per ferie di ditte e fornitori.
Stadio Puchoz
In corso d’anno è stato deciso di intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza della tribuna
centrale dell’impianto, chiuso al pubblico a seguito del distacco di alcune placche di intonaco dalla
copertura soprastante.
Sono stati redatti ed approvati la progettazione esecutiva ed il piano di sicurezza per l’esecuzione
degli interventi (montaggio di ponteggio, rimozione e ripristino dell’intonaco all’intradosso della
copertura, impermeabilizzazione della copertura, interventi accessori).
120
Sono quindi state avviate le procedure per l’affidamento degli interventi, programmati per la
primavera 2006, considerato che in relazione alle condizioni ambientali (precipitazioni nevose e
temperature rigide) non sarebbe stato possibile eseguirli nel periodo invernale.
Altri interventi
Mercato coperto
Il Mercato coperto doveva essere adeguato alle normative in vigore in tema di requisiti igienicosanitari per le attività di commercio di prodotti alimentari.
Nel 2005 si è proceduto, come previsto, con l’approvazione del progetto esecutivo, la gara per
l’affidamento dei lavori e l’esecuzione dei lavori, nel periodo 15 giugno-1° ottobre; con riferimento
alla normativa antincendio sono stati inoltre effettuati alcuni lavori per la compartimentazione del
Piano interrato, e lo spostamento di alcuni pluviali lato nord interferenti con i posteggi del mercato
su area esterna.
Sedi frazionali dei VV.F. Volontari di Signayes e Pléod
Sono stati consegnati i progetti definitivi relativi sia alla sede di Signayes, che a quella di Pléod.
Dopo istruttoria da parte degli Uffici sono state richieste ai progettisti alcune modifiche; mentre il
progetto definitivo di Signayes è stato poi approvato (febbraio 2006) e ne è stata commissionata la
progettazione esecutiva, l’iter relativo al progetto di Pléod ha subito dei rallentamenti ulteriori
dovendo l’Amministrazione decidere i limiti dell’area da espropriare e dovendo i progettisti
preparare i documenti necessari alla procedura di esproprio (piano particellare, stima del valore dei
terreni) in una situazione di incertezza normativa sui criteri applicabili.
Riqualificazione dell’ex Macello civico da destinare a Cittadella dei giovani
Il ciclo di realizzazione dell’opera inserita nel programma di finanziamento ALCOTRA, Interreg
III, dopo l’approvazione del progetto preliminare avvenuta in data 31/12/2004 si è così sviluppato
nell’anno 2005 :
• Esecuzione prove di carico sulle strutture dell’edificio principale su C.so Garibaldi (8/02);
• Esecuzione scavi e sondaggi per la determinazione della stratigrafia e della portanza del terreno
(marzo);
• Ottenimento parere positivo USL – Ufficio di Igiene pubblica (27/04);
• Ottenimento parere positivo da parte della Commissione di Vigilanza sui locali di pubblico
spettacolo (28/04);
• Ottenimento del parere di conformità del Comando dei Vigili del Fuoco (10/05);
• Approvazione progetto definitivo (10/06);
• Approvazione progetto esecutivo (30/06);
• Pratica per ottenere il finanziamento da parte della Cassa DD. PP. (luglio-agosto);
• Approvazione modalità di gara, bando e norme di partecipazione (2/09);
• Gara d’appalto: 5 ottobre con l’individuazione della ditta provvisoriamente aggiudicataria;
• Riapertura gara, resasi necessaria a seguito delle verifiche effettuate : 9 novembre, con la
riformulazione della graduatoria;
• Approvazione della determinazione dirigenziale con l’approvazione definitiva : 22 novembre.
121
La sottoscrizione del contratto e la consegna dei lavori sono stati poi rinviati in attesa dell’esito del
ricorso al T.A.R. presentato dal Consorzio CO.VE.CO., ricorso trattato il 18 gennaio 2006 e
conclusosi favorevolmente per l’Amministrazione.Recupero ex magazzino Bianchi
La progettazione definitiva, rivista per assecondare le richieste formulate dalla Sovrintendenza ai
Beni architettonici, è stata ultimata e consegnata agli Uffici.
Si prevede, entro l’anno di ottenere gli ultimi pareri necessari e di riuscire ad approvare sia il
progetto definitivo che quello esecutivo.
Manutenzione degli impianti di riscaldamento e fornitura di combustibile
In quest’ambito vengono utilizzate sia somme di cui al titolo I del Bilancio - spese correnti
(conduzione centrali termiche e combustibile), che somme di cui al titolo II - Investimenti
(manutenzione straordinarie).
Utilizzi rientranti nel Titolo I
L’approvvigionamento del combustibile per le centrali termiche nel 2005 era affidato, per il
metano, alla società unica concessionaria; per quanto concerne la fornitura di gasolio, si è proceduto
con la ditta IPACLAM in proroga alla convenzione CONSIP sino a fine aprile 2005; nel periodo
estivo si è proceduto a rabbocchi con ditte locali per poi effettuare una gara all’inizio di ottobre per
garantire le forniture in attesa della nuova convenzione CONSIP.
Nel 2005, lo stanziamento iniziale di 800.000 Euro è stato integrato con altri 50.000 Euro, per un
ammontare dei pagamenti per le forniture di gasolio ed i consumi di metano relativi all’anno 2005
di Euro 849.774.
La maggior spesa sostenuta rispetto alle stime originarie è da attribuire in parte all’aumento del
costo dei combustibili, in particolare del gasolio il cui prezzo è direttamente correlato a quello del
petrolio, ed in parte ad una stagione climatica più rigida della precedente.
La conduzione delle centrali termiche ed i relativi interventi di manutenzione ordinaria sono stati
regolarmente effettuati dalla ditta appaltatrice.
Relativamente all’anno solare 2005 sono stati liquidati 97.828 Euro. Si evidenzia che la spesa varia
in relazione alle potenzialità degli impianti ed ai giorni di accensione degli stessi.
Utilizzi rientranti nel Titolo II
Nell’ambito dell’appalto di durata biennale (stagioni 2004/2005 e 2005/2006) dei lavori di
manutenzione straordinaria da effettuarsi sugli impianti e le centrali termiche degli stabili di
proprietà comunale, sono stati liquidati – nell’anno 2005 - 98.330 Euro; gli interventi più
significativi riguardano:
•
•
•
Scuola St .Roch :la sostituzione di due aerotermi nella palestra;
Palestra Dora : il rifacimento della centrale idrica;
Campo atletica reg. Tzambarlet : la sostituzione di due bollitori;
122
•
•
Palestra di Via Volontari del sangue : il rifacimento delle dorsali dell’impianto di
riscaldamento;
Civico Palazzo : la sostituzione di caldaia e bruciatore della C.T. ex-covo; la fornitura e posa
di una lama d’aria all’ingresso sotto porticato dell’ufficio “Sportello del cittadino”.
Nell’anno 2005 il programma di metanizzazione delle Centrali Termiche ha interessato la nuova
centrale termica a servizio dell’Hôtel des Etats, realizzata nell’ambito dei lavori di ristrutturazione
dello stabile.
Manutenzione degli stabili di proprietà comunale e dei relativi impianti
Per avere a disposizione ditte da utilizzare prontamente in caso di necessità sono state effettuate
gare d’appalto ad asta pubblica e procedure negoziate per l’affidamento di :
•
•
•
•
•
•
opere da decoratore;
opere da impiantista elettrico;
opere da imprenditore edile;
opere da lattoniere;
opere da impermeabilizzatore;
opere da idraulico;
Sono state, inoltre, effettuate le gare per l’affidamento per gli anni 2006 e seguenti:
•
•
del servizio di verifica e manutenzione periodica degli impianti ascensore (solo 2006);
del servizio di verifica periodica e manutenzione dei servoscala.
mentre si è continuato con le ditte aggiudicatarie di precedente appalto pluriennale con:
•
•
il servizio di verifica periodica e manutenzione dei portoni automatizzati;
il servizio di fornitura, installazione e manutenzione periodica dei mezzi antincendio.
Tra gli interventi più significativi effettuati nell’anno 2005 si segnalano:
1. Interventi di realizzazione spogliatoi, depositi e bagni per palestra lato nord-ovest della scuola
Einaudi;
2. Rifacimento bagni palazzina Polizia Locale, scuola plesso S. Francesco, scuola di Excenex;
3. Manutenzione straordinaria scarichi pluviali scuola Einaudi;
4. Adeguamento rete idranti ed attacco autopompa scuola Arco di Augusto;
5. Tinteggiatura spogliatoi Palaghiaccio;
6. Tinteggiatura uffici e locali diversi al Palazzo di giustizia;
7. Tinteggiatura scuola di Excenex, nuova sede C.E.C. e varie;
8. Tinteggiatura esterni biblioteca di V.le Europa ed altri stabili;
9. Tinteggiatura Centro anziani di Via Vuillerminaz;
10. Rimozione rivestimento murale e tinteggiatura salone scuola Allende;
11. Impermeabilizzazione copertura edifici prefabbricati della scuola L2 ed L4 in Place soldats de la
neige;
12. Realizzazione lattoneria di protezione copertina muretti tetto scuola St.Roch.Oltre a diversi interventi manutentivi relativi a:
123
Manutenzioni straordinarie/adeguamenti di impianti elettrici, elettronici, telefonici nei diversi stabili
comunali e con l’utilizzo di diverse ditte appaltatrici.
Tra questi si segnalano:
1. Verifica e sostituzione batteria della centralina antincendio nella scuola materna Allende;
2. Palazzo di giustizia :realizzazione di impianto rimovibile per corsi informatici e sostituzione
batteria centrale antincendio;
3. Palazzo Municipale: verifica ed attivazione impianto rivelazione incendi Salone consiliare;
implementazione prese e luci di emergenza uffici consiliari; alimentazione lama d’aria
sportello del cittadino; adattamenti impiantistici a seguito di modifica di arredi in vari uffici;
4. Rifacimento illuminazione palestra di Pesistica di Via Volontari del Sangue;
5. Rifacimento illuminazione del campo gioco e impianto elettrico sottopavimento nella palestra
Basket di Via Volontari del Sangue;
6. Sostituzione di 72 plafoniere nella scuola di piazza San Francesco;
7. Rifacimento impianti nei locali dell’ex scuola materna di Via Chabloz per utilizzazione ad
uffici (C.E.C.);
8. Asilo nido Berra :nuovo impianto di rivelazione incendi;
9. Asilo nido di Viale Europa : rifacimento impianto citofonico;
10. Illuminazione e linee bar al Centro Incontro “Q. Dora”;
11. Sezionamento impianti per la posa di n. 3 contatori nella ex scuola di Arpuilles;
12. Palaghiaccio :manutenzione straordinaria dell’impianto audio;
13. Scuola Arco d’Augusto: interventi su centraline elettroniche, rivelatori di fumo ed
alimentazione badenie;
14. Scuola Porossan: sostituzione centralina;
15. Scuola St.Roch: adattamento impianti Segreteria per nuovo arredo;
16. Scuola Einaudi: nuovo impianto di rivelazione incendi con centrale AM200; allestimento
aula informatica elementari e collegamento con sala regia;
17. rifacimento illuminazione negli uffici di Segreteria e Presidenza; rifacimento illuminazione
atrio segreteria ed atrio ingresso principale; posa allarmi su porte di uscita palestre ed
adattamento impianti citofonici;
18. Scuola di via Antica Vetreria : installazione di pannello ottico –acustico;
19. Palazzina sede dei VV.Urbani: impiantistica della nuova centrale operativa;
20. Officina comunale: alimentazione per nuovi portoni automatizzati e implementazione
illuminazione di emergenza;
21. Mercato coperto : rifacimento impianti elettrici nei box interessati dai lavori di
adeguamento.
Sul Titolo I (parte corrente) del Bilancio 2005 in relazione ad interventi di manutenzione ordinaria
da effettuarsi presso tutti gli stabili di proprietà comunale, gli importi liquidati ammontano a
120.755 Euro, per prestazioni di servizio affidate a ditte esterne, ed a 58.643 Euro per acquisti di
materiali, minuterie o semilavorati utilizzati dagli operai dell’officina per interventi diretti.
Con importi stanziati a Bilancio sul capitolo 20134/61, di parte corrente, sono state garantite le
verifiche periodiche e la manutenzione ordinaria di:
1.
2.
3.
4.
servoscala;
portoni automatizzati;
estintori;
impianti di climatizzazione
124
Sempre con somme stanziate sul Titolo I del Bilancio vengono effettuate, con periodicità semestrale
le verifiche sugli impianti elettrici e di illuminazione ordinari, di illuminazione di emergenza e di
rilevazione incendi.
Altri impegni importanti del Servizio Stabili hanno riguardato:
-
Le istruttorie relative ai contributi previsti da Leggi regionali e nazionali a favore di privati che
eseguono interventi finalizzati all’eliminazione di barriere architettoniche su edifici esistenti;
-
La gara d’appalto per l’individuazione di una ditta cui affidare il servizio di allestimento dei
seggi elettorali nonché di posa e ritiro dei tabelloni elettorali, in relazione alle elezioni
comunali;
-
La partecipazione (volontaria) di parte del personale operaio ed impiegatizio al “servizio neve”,
coordinato dall’Area nr.9;
Fabbricati finanziati con i fondi della legge “Aosta Capoluogo”
Hôtel des Etats
I lavori, consegnati all’impresa in data 11/02/2004, sono proseguiti con sufficiente regolarità e sono
stati sostanzialmente ultimati alla fine dell’anno 2005, con l’eccezione di un locale interrato nel
quale sono proseguiti scavi e rilievi da parte della Sovrintendenza ai Beni archeologici con accesso
riservato da una bocca di lupo su Piazza Chanoux.
Sono ora in corso le operazioni di collaudo tecnico ed amministrativo.
Ristrutturazione urbanistica del quartiere Cogne - 4° Lotto
Si segnala un ritardo rispetto alle previsioni della R.P.P., dovuto in parte alla presenza rilevata in
sede di allestimento dell’atto che doveva approvare il Capitolato speciale ed altri documenti tecnici
necessari per l’effettuazione della gara, di alcune contraddizioni tra i diversi documenti ed in
particolare – in contraddittorio con i progettisti – alla constatazione di una importante difformità
riguardante la parte strutturale, che è stato quindi necessario far modificare.
Restauro conservativo del Civico Palazzo – 5° lotto
I lavori sono proseguiti regolarmente e sono sostanzialmente ultimati nei mezzanini ex-Economato
ed ex alloggio del Segretario.
Viceversa, l’iter di esecuzione dei lavori di realizzazione dell’intercapedine su Piazza Chanoux,
finalizzati alla riqualificazione dei locali del piano interrato a servizio del Caffè Nazionale, è stata
molto più complessa per la presenza dei vincoli dati all’inizio degli scavi ed al mantenimento del
cantiere dalle diverse manifestazioni culturali, fieristiche e istituzionali che si svolgono sulla Piazza
oltre che dal ritrovamento di reperti archeologici valutati particolarmente interessanti da parte della
Sovrintendenza ai Beni archeologici.
***
Area n. 11
Servizio Idrico Integrato – Igiene Urbana – Ambiente – Protezione civile e sicurezza sul lavoro –
125
Distribuzione del gas naturale
AMBIENTE
L’attività principale dell’Ufficio è stata rivolta al coordinamento necessario per la normale
conduzione del Sistema di Gestione Ambientale che, come è noto, ha ottenuto la Certificazione a
norma UNI EN ISO 14001.
Tale attività si è tradotta nel monitorare continuamente lo stato degli adempimenti previsti dalle
diverse procedure introdotte, anche mediante il coinvolgimento di tutte le altre Aree dirigenziali
dell’Amministrazione, ricavandone dati e informazioni utili allo sviluppo successivo del Sistema.
Nel corso dell’anno, alla scadenza della durata di validità della certificazione, l’Ente di
Certificazione DNV Italia S.r.l. ha compiuto la cosiddetta “Verifica di Riassessment” avviando così
l’iter per il rinnovo della certificazione, tuttora in corso.
L’iniziativa di “Agenda 21” ha, nel corso del 2005, segnato invece il passo. Ricordiamo che
l’iniziativa ha quale scopo la promozione del dibattito sulla questione ambientale della città in una
logica di partecipazione e condivisione delle analisi e delle conseguenti azioni, dopo
l’organizzazione del Forum di Avvio dell’iniziativa il giorno 14 dicembre 2002 nella sala del
Consiglio Comunale.
Dei progetti inseriti nel Piano d’Azione approvato in occasione del secondo Forum pubblico, svolto
nel mese di giugno 2003, sono proseguiti i seguenti:
•
progetto Ecovolontari, inserito nell’attività di comunicazione ed informazione legata ai
nuovi servizi di igiene urbana;
•
prevenzione rischio incendi boschivi, mediante elaborazione di una scheda di censimento
che è stata testata positivamente sul camo in occasione di un sopralluogo con la stazione
forestale di Aosta e il dr. Cesti dell’Assessorato Agricoltura Regionale.
Nel corso dell’anno 2005 è stata avviata la selezione per il conferimento dell’incarico professionale
di collaborazione coordinata e continuativa da espletarsi nell’ambito dell’Ufficio Sostenibilità
Ambientale. La procedura si concluderà nei primi mesi dell’anno 2006.
L’Ufficio ha provveduto all’organizzazione della “Giornata europea: la città senza la mia auto”
indetta il 22 settembre.
L’adesione formale a tale Giornata è avvenuta con Deliberazione di Giunta Comunale n. 316 del
16.9.2005 ed ha previsto l’organizzazione di attività ludico-sportive nel corso della giornata del 22
settembre, nelle vie e piazze liberate dalla presenza delle auto.
Lo scopo è stato quello di avere riflettuto sul tema della mobilità, anche in vista dell’istituzione
della circolazione veicolare “a targhe alterne” che sarebbero iniziate a partire dal mese di ottobre
2005, previa consultazione dell’”Osservatorio Comunale sulla qualità dell’aria”, organismo
coordinato dall’Amministrazione Comunale per ascoltare tutte le voci dei diversi organismi
portatori di interesse sul tema.
L’attività di monitoraggio ambientale si è concretizzata con la campagna di misura del gas radon
nella città di Aosta, che si è conclusa con la consegna da parte dell’Agenzia Regionale per la
126
Protezione dell’Ambiente – Valle d’Aosta del rapporto finale nel mese di settembre 2005.
SERVIZI DI IGIENE URBANA
L’Ufficio ha assicurato il controllo del regolare svolgimento dei servizi di igiene urbana affidati
all’A.T.I. costituita dall’impresa Aimeri di Milano S.p.A. e dalla soc. QUENDOZ S.r.l. di Jovençan
(AO) risultata aggiudicataria della gara d’appalto-concorso svoltasi nel corso dell’anno 2004.
A partire dal 1° gennaio 2005, il nuovo contratto è entrato progressivamente nella sua piena
operatività consentendo alla città di apprezzare un generale miglioramento nello svolgimento dei
servizi. Infatti:
-
sono stati sostituiti tutti i mezzi con una attenzione particolare, posta dal capitolato speciale
d’appalto, all’adozione di carburanti ecologici e veicoli elettrici;
sono stati rinnovati i cassonetti per la raccolta dei rifiuti, potenziando la disponibilità dei
contenitori per la raccolta differenziata;
è stata rinnovata l’”Isola Ecologica” di via Caduti del Lavoro n. 11, al fine di renderla
sempre più accogliente al cittadino ed ampliato il tempo di apertura.
Nel corso dell’anno 2005, è stato affidato l’incarico, dopo l’espletamento di una regolare procedura
di appalto – concorso, di condurre una campagna di comunicazione sui nuovi servizi di igiene
urbana all’A.T.I. composta dalle soc. Coop. E.R.I.C.A. di Alba (Cn), Centro Sviluppo di Aosta e
soc. Coop. Habitat di Saint Pierre (AO).
Dopo una prima fase, nella quale la campagna ha privilegiato l’informazione per fare conoscere
tutta la gamma dei servizi offerti dall’Amministrazione sotto il cappello generale dell’igiene urbana,
la campagna ha affrontato i temi più impegnativi dell’inizio dei servizi di raccolta dei rifiuti con il
sistema “porta a porta” e dell’educazione ambientale nelle istituzioni scolastiche.
Il servizio di raccolta “porta a porta” è iniziato nel mese di luglio nella zona di corso Lancieri di
Aosta - reg. Tzambarlet e reg. Borgnalle - cui ha fatto seguito la zona del Centro Storico dalla fine
del mese di novembre.
L’informazione è avvenuta mediante l’organizzazione di punti d’incontro nelle vie e piazze
cittadine nonché con incontri pubblici che hanno visto complessivamente una buona partecipazione
da parte dei cittadini. Minore fortuna hanno avuto gli incontri dedicati alle categorie economiche e
commerciali.
Il risultato finale dell’attività dell’Ufficio ha determinato il seguente aumento percentuale della
raccolta differenziata:
28,96% (PRD2004) - 25,70% (PRD2004) = 3,26 punti percentuali di aumento della raccolta
differenziata
Infine, con deliberazione di Consiglio Comunale n. 143, in data 29.11.2005, è stato approvato il
nuovo “Regolamento per la gestione dei rifiuti”. La redazione di un nuovo regolamento si è resa
indispensabile al fine di recepire le diverse novità legislative che si sono succedute in questi ultimi
anni, sia a livello nazionale che regionale, e per regolamentare la raccolta dei rifiuti “porta a porta”.
La manutenzione dei servizi igienici autopulenti installati in Aosta è stata condotta nel corso
dell’anno 2005 mediante il ricorso alla società ECOPROGRAM, il cui contratto è stato prorogato a
127
tutto il 31.12.2005.
Per quanto riguarda il funzionamento e la pulizia di tutti i servizi igienici automatizzati installati in
città, si confermano le notevoli difficoltà nell’assicurare la corretta manutenzione dei bagni a causa
della loro veloce obsolescenza tecnologica. Tale situazione provoca difficoltà
nell’approvvigionamento dei ricambi e ritardi nel provvedere alle opportune riparazioni, inoltre non
diminuiscono gli episodi di gratuito vandalismo cui sono soggetti in assenza di un’impossibile
sorveglianza continua.
SERVIZIO IDRICO INTEGRATO, PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA SUL LAVORO
Nel corso dell’anno sono stati assicurati i servizi relativi alle diverse fasi del ciclo dell’acqua quali
l’adduzione, l’accumulo, la distribuzione, il collettamento, lo smaltimento. Per quanto riguarda la
sola depurazione è noto che la gestione è stata delegata al Consorzio Depurazione Fognature Saint
Christophe – Aosta – Quart.
Servizio di acquedotto
Sono stati affidati i seguenti incarichi professionali:
•
Al p.i. Andrea Mantovani è stato affidato l’incarico di provvedere alla progettazione
esecutiva e per il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dell’intervento
di manutenzione straordinaria della fontana di piazza Narbonne per l’inserimento di
giochi d’acqua (determinazione dirigenziale n. 850 del 23.5.2005).
Sono state approvate le seguenti progettazioni preliminari:
•
“Captazione in quota di risorse idriche sull’asta del Buthier e adduzione al sistema di
distribuzione dell’acquedotto comunale di Aosta. Approvazione studio di fattibilita’” a
cura dell’ing. Corrado Cometto e dell’ing. Edoardo Braglia (deliberazione del Consiglio
Comunale n. 41 in data 21.3.2005);
•
“Lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio di Frazione Porossan – Loc.
Tramoille e della relativa strada di accesso” a cura dell’ingegnere Roberto Berzieri
(deliberazione di Giunta Comunale n. 256 in data 22.7.2005).
Sono state consegnate e approvate le seguenti progettazioni esecutive:
•
“Lavori di sistemazione dei fontanili di Frazione Gioannet e in via Ponte Romano” a cura
del progettista geom. Stefano Catalano (in data 16.5.2005, prot. n. 18936 del 26.5.2005)
approvata con deliberazione di Giunta Comunale n. 268 del 29.7.2005;
•
“Lavori di costruzione di un nuovo serbatoio di compenso per le regioni collinari di Pleod e
Bioula e relative condotte di adduzione” a cura del progettista ing. Roberto Berzieri (in data
4.1.2005, prot. n. 822 dell’11.1.2005) approvata con deliberazione di Giunta Comunale n.
281 del 12.8.2005;
•
“Lavori di collegamento del Pozzo Cogne n. 19 con la rete idrica cittadina” a cura del
progettista ing. Marco Framarin approvata con deliberazione di Giunta Comunale n. 288 del
22.8.2005.
128
Per quanto riguarda i lavori relativi all’acquedotto:
•
l’attività dell’Ufficio è stata inoltre volta alla riparazione delle perdite dalle tubazioni ed agli
interventi di manutenzione lungo la rete sia mediante l’uso delle risorse assegnate sia
mediante il ricorso ad imprese specializzate;
•
sono stati eseguiti i lavori di pulizia della maggior parte dei serbatoi comunali mediante il
ricorso a ditte specializzate.
Servizio di fognatura
È stato affidato il seguente incarico professionale:
•
al gruppo di progettazione composto dall’ing. Edgardo Campane e dal dr. Geol. Andrea
Loprieno è stato affidato l’incarico di provvedere alla progettazione preliminare, definitiva,
esecutiva e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione di un lotto di interventi di
completamento della rete fognaria (determinazione dirigenziale n. 665 del 22.4.2005).
E’ stata consegnata la seguente progettazione preliminare:
• “Lavori di realizzazione della rete di raccolta delle acque bianche in Reg. Bioula” a cura a
cura dello Studio EUROPROGET (in data 21.4.2004, prot. n. 12223 del 23.4.2004);
Sono state approvate le seguenti progettazioni preliminari:
•
“Lavori di realizzazione della rete di raccolta delle acque bianche in Reg. Bioula” a cura
a cura dello Studio EUROPROGET (deliberazione di Giunta Comunale n. 125 in data
15.4.2005);
•
“Lavori volti a disconnettere il reticolo dei canali irrigui dalla rete fognaria del Comune
di Aosta” a cura dello Studio EUROPROGET (deliberazione di Giunta Comunale n. 232
in data 30.6.2005);
•
“Lavori di costruzione di nuovi sfioratori sulle immissioni comunali nel collettore
consortile” a cura dell’ing. Luciano Ziviani e dell’ing. Davide Touscoz (deliberazione di
Giunta Comunale n. 257 in data 22.7.2005).
Sono state consegnate le seguenti progettazioni definitive:
•
“Lavori di realizzazione della rete di raccolta delle acque bianche in Reg. Bioula” a cura
a cura dello Studio EUROPROGET (in data 30.9.2005, prot. n. 34946 del 5.10.2005);
•
“Lavori volti a disconnettere il reticolo dei canali irrigui dalla rete fognaria del Comune
di Aosta” a cura dello Studio EUROPROGET (in data 20.12.2005, prot. n. 45323 del
22.12.2005).
Sono state approvate le seguenti progettazioni definitive:
•
“Lavori di realizzazione di nuovi tratti di fognatura comunale a servizio di Reg.
Vignoles e Champailler” a cura del gruppo di progettazione composto dall’ing. Edgardo
129
Campane, dall’ing. Giancarlo Frassille, dall’ing. Luca Rodolfo (deliberazione di Giunta
Comunale n. 42 in data 18.2.2005).
Sono state consegnate le seguenti progettazioni esecutive:
•
“Lavori di realizzazione di nuovi tratti di fognatura comunale a servizio di Reg.
Vignoles e Champailler” a cura del gruppo di progettazione composto dall’ing. Edgardo
Campane, dall’ing. Giancarlo Frassille, dall’ing. Luca Rodolfo (in data 18.2.2005, prot.
n. 7196 del 1°.3.2005).
Sono state approvate le seguenti progettazioni esecutive:
•
“Lavori di realizzazione di nuovi tratti di fognatura comunale a servizio di Reg.
Vignoles e Champailler” a cura del gruppo di progettazione composto dall’ing. Edgardo
Campane, dall’ing. Giancarlo Frassille, dall’ing. Luca Rodolfo (deliberazione di Giunta
Comunale n. 45 in data 21.2.2005).
La struttura comunale preposta al controllo della rete fognaria e della rete dei canali irrigui interrati
correnti nel sottosuolo stradale è stata altresì a sostegno del Consorzio Irriguo Mère des Rives, in
caso di problemi interessanti la sfera di competenza comunale nella manutenzione dei tratti correnti
sotto il suolo pubblico.
PROTEZIONE CIVILE
La riorganizzazione del Servizio Comunale di Protezione Civile è proseguita mediante la conferma
del rapporto con l’arch. Luigi Alessandro che deve tuttavia ancora consegnare l’aggiornamento del
Piano Comunale di Protezione Civile.
Nonostante questi ritardi, il professionista ha comunque illustrato i progressi registrati nella
preparazione dell’aggiornamento del Piano, che vede l’Ufficio comunque impegnato ad aggiornare i
dati di propria competenza oltre a costituire continuo stimolo all’incaricato.
Pertanto, oltre ad aver affrontato, come ogni anno, i diversi avvisi di “Segnalazione di condizioni
meteo avverse” giunti dalla Direzione Regionale della Protezione Civile assicurando, anche con
l‘aiuto delle strutture volontarie dei Vigili del Fuoco, a gestire la fase dell’emergenza, l’Ufficio ha
cercato di sopperire sviluppando ulteriore attività.
Per l’aggiornamento del Piano Comunale di Protezione Civile si deve segnalare la progressiva
diffusione del software “Zerogis” che costituisce lo strumento utile a gestire gli scenari di rischio,
ad archiviare le informazioni utili alle diverse Funzioni di Supporto, ad individuare le strutture utili
nella fase di emergenza.
L’Ufficio ha incontrato i diversi Dirigenti Comunali quali titolari delle Funzioni di Supporto al fine
di illustrare le funzionalità e potenzialità del programma e sollecitare l’inserimento dei dati di
competenza.
È stato approvato, con deliberazione di Consiglio Comunale n. 40 in data 21.3.2005, il
Regolamento delle attività dei Vigili del Fuoco Volontari.
PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO
130
Il Servizio di Prevenzione e Protezione sui Luoghi di Lavoro ha proceduto nel corso dell’anno 2005
alla ricognizione ed all’aggiornamento delle valutazioni dei rischi relative ai diversi ambienti di
lavoro.
Nel corso dell’anno si è conclusa l’attività della soc. Modulo Uno di Torino, alla quale l’Ufficio ha
affidato l’incarico di consulenza per il disbrigo degli adempimenti in materia di sicurezza previsti
dal D. Lgs. 2.2.2002, n. 25.
Per quanto riguarda la sorveglianza sanitaria, è proseguita l’attività del medico competente, dott.
Luigi Dal Cason sia mediante le oramai consuete visite condotte presso la struttura di via Parigi 196
sia mediante specifici sopralluoghi in alcuni luoghi di lavoro.
Parallelamente a tale attività, il professionista sopra citato ha condotto diversi corsi di formazione
agli addetti comunali per il Primo soccorso e l’emergenza.
* **
131
ASPETTI FINANZIARI
DELLA GESTIONE 2005
Esercizio Finanziario 2005
132
CONTO DEL PATRIMONIO
La Giunta Regionale, con la deliberazione n. 5033 del 24 dicembre 2001, ha approvato il nuovo
modello per la redazione del Conto del Patrimonio.
I criteri di valutazione dei beni patrimoniali e demaniali sono quelli previsti dall’art. 38 comma 5 e
seguenti del Regolamento Regionale 1/99.
PATTO DI STABILITA’
Il patto di stabilità interno è stato introdotto in anni recenti dalla legislazione statale e trae origine
dal processo di integrazione economica e monetaria europea. Il Trattato di Maastricht (1992) aveva
individuato come punto di partenza e linea di condotta obbligata per l’introduzione dell’Euro due
indicatori di stabilità della finanza pubblica.
Essi sono:
• il rapporto tra il disavanzo di bilancio e il prodotto interno lordo;
• il rapporto tra debito pubblico e prodotto interno lordo.
Essi rappresentano il riferimento del Patto di stabilità e crescita adottato dai paesi Euro e sono gli
elementi attraverso cui viene effettuato il controllo delle situazioni di bilancio e delle politiche
economiche dei diversi paesi partecipanti alla Moneta unica.
A partire dal 1999 pertanto, sono stati definiti gli obiettivi da perseguire, in particolare il
“miglioramento del saldo finanziario” e “la riduzione del debito”.
La legge finanziaria 2003 ha poi previsto, sulla base di un cammino iniziato con la Legge 405/2001,
che le regioni a Statuto Speciale provvedessero, ai fini del Patto di Stabilità, nei confronti degli
EE.LL dei propri territori.
A livello regionale si sono quindi susseguite tutta una serie di norme (art. 11 della L.R. 14/2002, art.
8 della L.R. 25/2002, deliberazioni della Giunta Regionale n. 1195 e 1196 del 31/3/03, n. 742 del 15
marzo 2004) che costituiscono la disciplina del Patto di stabilità per gli Enti locali valdostani. Per
quanto riguarda l’anno 2005 la delibera di Giunta Regionale che ha disciplinato il patto è la numero
881 del 25 marzo 2005.
Per il raggiungimento del patto sono individuati i seguenti obiettivi:
1) Miglioramento del saldo finanziario: costituisce l’indicatore del primo obiettivo ed è costituito
principalmente dalla differenza tra le entrate proprie dell’Ente e le spese correnti. Tale saldo
viene determinato con riferimento sia alla gestione di competenza che a quella di cassa. Ciò che
rileva ai fini del Patto di stabilità regionale non è tanto la presenza di un saldo finanziario
positivo o negativo, quanto come questo saldo si evolve nel corso degli anni; sarà quindi sulla
base del confronto fra i vari anni che potranno essere suggerite le opportune azioni correttive da
intraprendere nella redazione dei bilanci preventivi.
2) Riduzione del debito: rappresenta l’indicatore del secondo obiettivo e richiama i Comuni ad una
attenta analisi della propria situazione debitoria e della necessità di ricercare mezzi alternativi di
finanziamento dell’investimento rispetto all’indebitamento (risorse proprie in c/capitale, impiego
di entrate correnti, avanzo di amministrazione ecc…); si tratta di un obiettivo che viene solo
raccomandato.
Il vincolo per l’anno 2005 era di mantenere il saldo finanziario pari al 2003 con il solo incremento
del tasso di inflazione (4,55% per il biennio 2004/05).
La novità più importante inserita nel documento relativo alla disciplina 2005 è stata la possibilità di
introdurre incentivi e disincentivi per agevolare i Comuni al raggiungimento dell’obiettivo del saldo
finanziario; tali misure sono state individuate con la deliberazione di Giunta Regionale 4691 del
30/12/05
Attraverso tale atto sono state apportate modifiche anche alle deliberazioni degli anni precedenti, in
particolare sono state puntualmente definite alcune macrocategorie di entrate e spese straordinarie
133
decurtabili dai prospetti dei saldi, rendendo così necessario il ricalcolo dei saldi degli anni
precedenti.
Per quanto riguarda i dati finali circa i due obiettivi, le risultanze sono le seguenti :
•
saldo finanziario max. (ricalcolato come da G.R. 4691/05): - 17.680.989
(saldo 2003 : - 16.911.515)
•
saldo finanziario raggiunto nel 2005 : - 15.944.328
E’ stato quindi rispettato il vincolo sul saldo finanziario 2005.
Debito Residuo:
2002
2003
2004
2005
Debito al 1° gennaio
13.346.028
14.511.029
17.325.971 21.243.782
Quota capitale rimborsata
1.046.909
1.076.469
1.210.331
1.462.393
Mutui assunti
2.211.910
3.891.411
5.128.142
5.177.000
Debito al 31/12
14.511.029
17.325.971
21.243.782 24.958.389
ANALISI COMPARATA DELLE ENTRATE DA CONSUNTIVI 2002-2003-2004 - 2005
ACCERTAMENTI
(i dati sono espressi in migliaia di euro)
Gli accertamenti, nell’arco del quadriennio 2002-2005 sono i seguenti:
2002
41.704
18.348
60.052
Tit.I+II+III
Tit. IV+V
TOTALE
2003
45.941
25.640
71.581
2004
47.061
19.957
67.018
2005
49.675
19.264
68.939
60.000
47.061 49.675
50.000 41.704 45.941
40.000
25.640
30.000
19.957 19.264
18.348
20.000
Tit I+II+III
Tit IV+V
10.000
0
2002
2003
2004
2005
134
Nel 2005, gli accertamenti di parte corrente sono aumentati, mentre sono sostanzialmente stabili
quelli relativi alla parte investimenti (salvo il 2003, per effetto di un’operazione riallocativa delle
risorse relative ad “Aosta Capoluogo”). Per un’analisi più dettagliata si rimanda ai commenti
relativi ai singoli titoli dell’entrata.
Titolo I - Entrate Tributarie
Appartengono a questo gruppo le entrate relative all’Imposta comunale sugli Immobili, alla tassa
smaltimento rifiuti, all’imposta sulla pubblicità, nonché i diritti sulle pubbliche affissioni.
Titolo I
2002
10.120
2003
10.415
2004
11.144
2005
11.802
L’andamento è in leggero aumento ogni anno. In particolare, questo è originato in gran parte dagli
adeguamenti annuali relativi alla tassa rifiuti per il raggiungimento della piena copertura del costo
del servizio (Nel 2005, l’adeguamento ha comportato un aumento di circa il 20% dell’entrata).
Titolo II - Entrate da trasferimenti da Stato, Regione ed Enti Pubblici
Tali entrate riguardano principalmente i trasferimenti della Regione, sia quelli con vincolo di
destinazione, sia quelli senza vincolo di destinazione di cui alla L. 48/95.
Titolo II
2002
22.809
2003
24.069
2004
25.687
2005
27.195
L’andamento è in costante crescita; in particolare incidono le variazioni legate ad interventi
regionali specifici, quali i rimborsi dell’assegno post-natale (L.R.44/98), le barriere architettoniche
e la L.R. 22/93 (assistenza privata a domicilio).
Titolo III - Entrate extratributarie
Per un analisi più dettagliata si rende necessario suddividere tali entrate a seconda della categoria a
cui appartengono, indicando quelle di importo più rilevante:
1) Cat. Proventi dei servizi pubblici
2002
Contravvenzioni
965
Prov. Acquedotto
2.530
Servizi cimiteriali
298
Quote utenti altri servizi
1.993
2003
2.706
3.154
304
2.049
2004
1.437
2.741
300
2.524
2005
1.014
2.786
1.031
2.511
2) Cat. Proventi beni dell’Ente
Proventi mercato
Gestione fabbricati
Gestione beni diversi (Cosap)
2002
39
1.085
786
2003
32
1.266
770
2004
31
1.223
-
2005
27
1.232
-
135
3) Cat. Proventi diversi
Credito IVA
Cosap
2002
300
2003
150
2004
208
820
2002
8.775
2003
11.456
2004
10.229
2005
390
924
Dati complessivi
Titolo III
2005
10.678
Si evidenzia un andamento tendenzialmente crescente con il passare del tempo; la diversa modalità
di gestione delle contravvenzioni al codice della strada nel 2003 ha creato un forte aumento
nell’anno stesso e i suoi effetti si sono prodotti ancora nel 2004, ma si stanno normalizzando.
Per le restanti categorie, si segnala l’entrata rilevante dei servizi cimiteriali, derivante dalle
concessioni per la costruzione delle tombe di famiglia.
Titolo IV - Entrate per alienazione beni patrimoniali- trasferimenti di capitale
Si tratta, per buona parte dell’importo, dei trasferimenti regionali in conto capitale.
Titolo IV
2002
16.137
2003
21.748
2004
14.540
2005
14.087
Il trend è tendenzialmente stabile (a parte l’anno 2003, le cui ragioni sono da collegarsi ad una
operazione di tipo contabile effettuata su “Aosta capoluogo”).
Titolo V - Accensione prestiti
Titolo V
2002
2.211
2003
3.891
2004
5.416*
2005
5.177
* nuovi mutui per 5.128 e una devoluzione per 288
Nel corso del 2005 sono stati contratti 5 mutui per i seguenti interventi:
V° lotto cimitero per 1.900.000; Risistemazione aree verdi per 360.000; per il servizio idrico Euro
687.000 ; per il macello civico Euro 1.130.000 e per la piscina di Tzamberlet euro 1.100.000.
ANALISI DELL’AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
Nella pagina che segue è riportata una tabella che analizza come si è formato l’avanzo 2005, con
metodologie di calcolo differenti, ciascuna con una propria valenza interpretativa.
Qui di seguito, invece, viene effettuato un confronto con i tre anni precedenti .
A.A non utilizzato
A.A corrente
A.A. investimenti
A.A. partite di giro
2002
1.729.010
1.967.497
1.429.465
-3.161
2003
1.616.37
4.352.966
731.371
- 3.573
2004
1.159.646
3.662.683
856.538
22.564
2005
1.809.431
2.046.858
643.681
11.355
A.A
5.122.812
6.697.141
5.701.431
4.511.325
totale
136
Legenda:
A.A non utilizzato: si tratta della differenza tra l’avanzo formatosi nell’esercizio precedente (anno
n-1) e l’importo dello stesso utilizzato nell’anno n.
A.A corrente: misura le economie registrate complessivamente tra residui e competenza della parte
corrente (entrate e spese).
A.A investimenti: misura le economie registrate complessivamente tra residui e competenza della
parte in c/capitale.
A.A partite di giro: analogo.
Vediamo di analizzare quanto avvenuto nella gestione (sia di competenza che dei residui) nei vari
anni.
L’avanzo del 2002 era composto per il 33% da avanzo non utilizzato dell’anno precedente; nel
2002, a fronte di un avanzo 2001 pari a 3,8 milioni di Euro, ne era stato utilizzato per 2,08 milioni
di Euro; la differenza ha quindi concorso a determinare l’avanzo del 2002.
L’avanzo del 2002 era stato utilizzato per complessivi 3,5 milioni di Euro.
Anche l’avanzo 2003 derivava da un avanzo non utilizzato nel 2002 per 1,61 milioni di euro (e
quindi non è tale importo che ne ha determinato l’aumento), mentre appare evidente che a
determinare questa “impennata” dell’avanzo 2003 era stata la gestione corrente, in particolare
quella di competenza; tale situazione si era verificata a fronte della diversa modalità di gestione
delle contravvenzioni al codice della strada.
Per quanto riguarda l’avanzo formatosi nel 2004, anch’esso proviene in parte dall’avanzo non
utilizzato dell’anno precedente e per il resto, prevalentemente, dalla parte corrente. Pur essendo il
dato in calo rispetto al 2003, la componente derivante dalla competenza ha avuto lo stesso “peso”
(64% sul totale).
L’Avanzo del 2005 è in netta diminuzione, in particolare si evidenzia che per buona parte esso
deriva da un avanzo non utilizzato del 2004 pari a 1,8 milioni di euro (che rappresenta circa il 42%
del totale) e la differenza dalla gestione 2005 (sia di quella di competenza che di quella dei residui);
anche l’avanzo derivante dalla parte investimenti si sta progressivamente riducendo.
Dato positivo per l’anno 2005 è il netto calo dell’importo relativo all’avanzo generato dalla parte
corrente di competenza, che passa da 2,2 milioni del 2004, a quasi 1 milione nel 2005. Anche il dato
proveniente dalla gestione dei residui di parte corrente diminuisce, passando da 1,4 a 1 milione di
euro (vedi anche prospetto successivo).
***
A.A. non utilizzato
1.809.431,56
Economie Uscita
17.051.169,67
Economie Entrata
14.349.276,09
A.A. 2005
4.511.325,14
F.do cassa al 31/12/2005
18.118.997,27
Residui Attivi
73.493.272,36
Residui Passivi
87.100.944,49
A.A 2005
4.511.325,14
137
USCITE
Economie da competenza
- Titolo 1
1.339.693,33
- Titolo 2
- Titolo 3
13.519.626,75
6,54
13.519.633,29
747.640,16
Tot.
- Titolo 4
15.606.966,78
TOTALE
Economie da residui
- Titolo 1
1.115.427,09
- Titolo 2
- Titolo 3
313.657,65
Tot.
313.657,65
15.118,15
TOTALE
1.444.202,89
TOTALE ECONOMIE
17.051.169,67
- Titolo 4
ENTRATE
Economie da competenza
- Titolo 1
- Titolo 2
- Titolo 3
Tot.
40.632,42
133.728,99
183.514,81
357.876,22
490.829,17
12.701.000,00
13.191.829,17
747.640,16
747.640,16
TOTALE
14.297.345,55
Tot.
- Titolo 4
- Titolo 5
Tot.
- Titolo 6
Economie da residui
- Titolo 1
- Titolo 2
- Titolo 3
Tot.
97.918,44
38.514,32
86.039,68
50.393,08
2.225,39
2.225,39
3.762,85
3.762,85
TOTALE
51.930,54
TOTALE ECONOMIE
14.349.276,09
Tot.
- Titolo 4
- Titolo 5
Tot. -
- Titolo 6
Economie
A.A parte CORRENTE
2.046.857,66
138
- da competenza
Tit. 1+3 U
Tit. 1+2+3 E
Tot.
1.339.699,87
357.876,22
981.823,65
Tot.
1.115.427,09
50.393,08
1.065.034,01
- da residui
Tit.1+3 U
Tit.1+2+3 E
A.A parte INVESTIMENTI
643.680,62
- da competenza
Tit. 2 U
Tit. 4+5 E
13.519.626,75
13.191.829,17
327.797,58
Tot.
.
- da residui
Tit. 2 U
Tit. 4+5 E
Tot.
313.657,65
2.225,39
315.883,04
PARTITE DI GIRO
11.355,30
- da competenza
- da residui
11.355,30
A.A non utilizzato
A.A corrente
A.A investimenti
A.A partite di giro
1.809.431,56
2.046.857,66
643.680,62
11.355,30
A.A COMPLESSIVO
4.511.325,14
139
PARTE I - INDICATORI FINANZIARI ED ECONOMICI GENERALI
I - 1 Indice di rigidità della spesa corrente
E’ il rapporto tra le spese del personale sommate alle spese per rimborso prestiti (quota interessi +
quota capitale) e le somme accertate nei primi tre titoli dell’entrata.
Tale indicatore può essere scomposto in due componenti: quella relativa alle spese del personale e
quella relativa alle spese per l’indebitamento. Su quest’ultimo punto bisogna porre particolare
attenzione ed avere ben chiaro che l’eccessivo carico derivante dal ricorso ai finanziamenti esterni
può incidere fortemente sui margini di manovra finanziaria dell’Ente
Nel suo complesso, l’indice evidenzia il livello di assorbimento di risorse ordinarie per due
tipologie di spesa che determinano il tasso di rigidità strutturale dell’Ente, mettendo in rilievo la
maggiore o minore elasticità del bilancio e l’incidenza dei “costi fissi”.
Spese personale
Amm.to mutui K
Interessi passivi
Tit.I+II+III Entrata
2002
12.317.999
1.046.909
763.557
41.704.940
2003
12.505.237
1.076.469
815.844
45.941.808
2004
12.750.917
1.210.331
931.369
47.061.170
2005
13.300.726
1.462.393
1.078.967
49.675.868
rigidità della spesa corrente
35,00%
34,00%
33,88%
33,00%
32,00%
31,34%
31,65%
31,89%
2004
2005
31,00%
30,00%
2002
2003
L’importo che incide maggiormente su tale indice è la spesa del personale. Non vi sono scostamenti
di rilievo negli esercizi considerati.
I - Capacità di impegno
L’indicatore rappresenta il rapporto tra gli impegni effettuati e gli stanziamenti definitivi di
competenza.
Questo indicatore è molto importante perché evidenzia quanto l’Amministrazione è stata in grado di
impegnare rispetto a quanto è stato assegnato complessivamente, a partire dal Bilancio di Previsione
comprendendo tutte le variazioni effettuate in corso d’anno.
I dati per il quadriennio sono i seguenti:
140
Parte corrente
Impegnato
Stanziato def.
2002
39.596.179
41.200.325
2003
41.584.208
43.116.192
2004
45.611.533
47.619.349
2005
47.231.651
48.571.345
Capacità di impegno spese correnti
97,24%
97,50%
97,00%
96,50%
96,45%
96,11%
95,78%
96,00%
95,50%
95,00%
2002
2003
2004
2005
Nonostante il continuo aumento degli stanziamenti (ossia di quanto è disponibile ad essere
impegnato), l’Ente riesce a utilizzare quanto messo a sua disposizione in maniera costante; nel 2005
tale dato è pari al 97,2%, che è in assoluto il dato più positivo registrato negli ultimi anni.
Parte investimenti
Impegnato
Stanziato
2002
19.686.211
29.048.200
2003
29.014.109
36.188.239
2004
23.114.149
36.559.349
2005
22.828.673
36.348.300
Capacità di impegno spese di investimento
100,00%
80,00%
80,18%
67,77%
63,22%
62,81%
2004
2005
60,00%
40,00%
20,00%
0,00%
2002
2003
Nell’analizzare tale indice bisogna tenere in considerazione che l’operazione contabile di
riallocazione delle risorse di Aosta Capoluogo del 2003 ha generato un aumento sia degli
stanziamenti che degli impegni; tenendo conto di questo fattore l’andamento degli impegni risulta
essere sostanzialmente costante.
141
I - 3 Indice di smaltimento dei residui passivi
Tale rapporto è dato dalla somma dei residui passivi pagati e dei residui passivi eliminati rapportata
al valore dei residui passivi all’inizio dell’esercizio.
Questo indicatore dimostra la capacità che ha l’Ente di gestire i residui provenienti dagli esercizi
precedenti; tanto più l’indice è vicino al 100% tanto migliore è la “performance” dell’Ente.
Parte corrente
Pagamenti sui residui
Residui pass. eliminati
Residui pass. iniziali
2002
7.561.644
805.982
10.947.827
2003
7.412.354
1.288.852
10.737.453
2004
6.566.183
1.190.769
10.308.448
2005
9.164.268
1.115.427
13.241.624
2002
11.726.447
916.889
63.430.755
2003
11.542.012
30.493.573
69.514.269
2004
11.411.945
818.847
55.386.757
2005
11.430.273
313.657
64.122.872
Parte investimenti
Pagam. sui residui
Res. passivi eliminati
Res. passivi iniziali
Indice di smaltimento dei residui passivi
100,00%
80,00%
76,43% 81,04% 75,25% 77,63%
60,47%
60,00%
40,00%
TITOLO I
22,08% 18,31%
19,93%
20,00%
TITOLO II
0,00%
2002
2003
2004
2005
L’andamento dell’indice è sostanzialmente identico nel quadriennio per quello che riguarda la spesa
corrente, mentre la parte investimenti presenta una situazione non allineata nel 2003, il tutto è
spiegato da una riallocazione degli interventi di “Aosta Capoluogo” effettuata sul bilancio del
2003, che ha comportato uno stralcio elevatissimo dei relativi residui passivi, ed un contemporaneo
aumento della spesa di competenza dell’anno stesso. Depurando l’analisi di questo dato,
l’andamento è sostanzialmente in linea con gli anni precedenti.
I - Autonomia finanziaria
Rappresenta il rapporto tra la somma del titolo I (entrate tributarie) e del titolo III (entrate extratributarie) con i primi tre titoli dell’entrata.
Esso misura il grado di autonomia dell’Ente, ossia l’incidenza delle entrate proprie su quelle
correnti e permette di capire quanto la capacità di spesa è garantita da risorse autonome, senza
contare sui trasferimenti. Maggiore è la percentuale, minore è la dipendenza dell’Ente nei confronti
della Regione e dello Stato.
142
Accert. Tit. I e III
Accert. Tit. I-II-III
2002
18.895.527
41.704.940
2003
21.871.949
45.941.808
2004
21.373.218
47.061.170
2005
22.480.481
49.675.868
Autonomia finanziaria
50,00%
45,00%
40,00%
35,00%
30,00%
25,00%
20,00%
45,31%
2002
47,61%
2003
45,42%
45,25%
2004
2005
Tenendo conto dell’effetto distorsivo creato dalle maggiori entrate registrate nel 2003 per le
contravvenzioni al codice della strada, l’andamento è, nel complesso, tendenzialmente costante.
I - Autonomia impositiva
Tale indicatore è rappresentato dal rapporto tra il titolo I delle entrate (entrate tributarie) e la somma
dei primi tre titoli dell’entrata.
Esso è una specificazione dell’indice di autonomia finanziaria, dal momento che esprime la
capacità dell’Ente di prelevare risorse esercitando la sua potestà impositiva.
Titolo I
Titoli I-II-III
2002
10.120.164
41.704.940
2003
10.415.717
45.941.808
2004
11.144.127
47.061.170
2005
11.802.367
49.675.868
Autonomia impositiva
30,00%
25,00%
20,00%
15,00%
10,00%
5,00%
0,00%
24,27%
22,67%
23,68%
23,76%
2002
2003
2004
2005
Si registra un leggero aumento del titolo 1 in relazione alla tassa rifiuti che viene ogni anno
adeguata per il raggiungimento della totale copertura; l’indice risulta comunque sostanzialmente
stabile negli anni.
143
I - Pressione tributaria
E’ il rapporto tra le entrate tributarie (titolo I) e la popolazione residente.
Esso evidenzia il prelievo tributario medio pro-capite. Si tratta di un indicatore extra-contabile in
quanto utilizza sia dati contabili che dati extra-contabili (popolazione).
2002
10.120.164
34.207
Titolo I
Popolazione
2003
10.415.717
34.227
2004
11.144.127
34.270
2005
11.802.367
34.610
Pressione Tributaria/persona
400
350
300
250
200
150
100
296
304
2002
2003
325
341
2004
2005
Il dato è in leggera crescita; il cittadino “spende” mediamente il 5% in più rispetto all’anno
precedente.
Risulta interessante vedere il peso delle principali entrate tributarie sul totale delle entrate, in
particolare:
ICI
TARSU
PUBBL/AFFISS
2002
5.890.933
3.140.497
492.745
2003
5.926.158
3.388.809
492.823
2004
6.025.764
3.819.982
457.255
2005
6.128.305
4.606.189
503.438
Il peso maggiore è rappresentato dall’Ici, che rappresenta circa il 52% dell’importo totale delle
entrate tributarie; per il 2005 la maggior spesa pro-capite è legata all’aumento della tassa rifiuti.
I - Pressione finanziaria
E’ il rapporto tra le entrate tributarie (titolo I) e le entrate derivanti da trasferimenti (Regione, Stato,
ecc…) rispetto alla popolazione residente.
Esso indica la pressione fiscale esercitata dall’Ente e dalla Regione sulla popolazione residente nel
comprensorio locale.
144
2002
10.120.164
22.809.413
34207
Titolo I
Titolo II
Popolazione
2003
10.415.717
24.069.859
34227
2004
11.144.127
25.687.952
34270
2005
11.802.367
27.195.387
34610
Pressione finanziaria/persona
1.190
1.140
1.090
1.040
990
940
890
840
1.127
1.075
1.008
963
2002
2003
2004
2005
L’indice tende ad aumentare soprattutto per l’incidenza dei trasferimenti regionali, siano essi senza
vincolo di destinazione che con vincolo di destinazione. (Si veda anche l’indice successivo).
I - Intervento regionale
Tale indice misura l’intervento della Regione in termini di trasferimenti (in tale voce sono compresi
tutti i trasferimenti regionali di parte corrente, sia quelli specifici sia quello ordinario) rispetto alla
popolazione residente.
Gli importi determinati sull’asse delle ordinate indicano la quota pro-capite di tali trasferimenti.
Trasferim. Specifici
Trasferim. Ordinario
Popolazione
2002
4.128.027
17.917.536
34207
2003
4.902.922
18.399.826
34227
2004
7.036.257
17.649.463
34270
2005
8.387.292
17.672.529
34610
Intervento regionale/persona
800
753
721
750
700
650
681
644
600
550
2002
2003
2004
2005
Il valore, a popolazione quasi invariata, tende ad aumentare, in quanto tendono ad essere sempre
maggiori i trasferimenti dalla Regione. In particolare, sono aumentati i trasferimenti a destinazione
specifica (L.R. 44/98, L.R. 22/93).
145
I - Incidenza residui attivi - Entrate correnti
Costituisce il rapporto tra il totale dei residui attivi del titoli I+III e il totale degli accertamenti di
competenza dei predetti titoli (non viene considerato il titolo II in quanto in esso figurano importi,
come il trasferimento Regionale senza vincolo di destinazione, il cui introito non dipende
dall’attività dell’Ente).
Tale indicatore è complementare all’indice di velocità di riscossione. Tanto più esso è basso, tanto
più buona è la gestione, perché volta a realizzare in tempi brevi l’incasso delle entrate.
Tit. I+III (Res)
Tit. I+III (Accert,)
2002
6.455.320
18.895.527
2003
8.991.063
21.871.948
2004
8.842.516
21.373.218
2005
8.306.818
22.480.481
Incidenza residui attivi-entrate correnti
50,00%
40,00%
41,11%
41,37%
2003
2004
34,16%
36,95%
30,00%
20,00%
10,00%
0,00%
2002
2005
Su questo indicatore si rileva, in particolare, l’incidenza della manovra sulle contravvenzioni
effettuata nel 2003, le cui ripercussioni si avranno ancora per qualche esercizio; pur aumentando
entrambi i fattori, il peso maggiore è rappresentato dal residuo da riportare negli esercizi successivi.
Il dato del 2005 è incoraggiante, perché dimostra che si stanno riducendo i residui da gestire
derivanti dalla competenza.
I - Incidenza dei residui passivi - Spesa corrente
Costituisce il rapporto tra il totale dei residui passivi e il totale degli impegni di competenza,
relativamente al titolo I.
E’ indicatore analogo al precedente ma relativo alle spese.
Tit. I (Res)
Tit. I (Imp.comp.)
2002
8.157.253
39.596.179
2003
8.272.199
41.584.208
2004
10.690.128
45.611.532
2005
9.598.200
47.231.651
146
Incidenza residui passivi-spesa corrente
23,44%
25,00%
20,60%
19,89%
2002
2003
20,32%
20,00%
15,00%
10,00%
2004
2005
L’andamento è sostanzialmente stabile. L’aumento in valore assoluto dei residui deriva dal costante
aumento che si registra negli impegni nei vari anni.
Nel 2005 il dato è in miglioramento (analogamente a quanto verificatosi per i residui attivi).
I - Velocità di riscossione delle entrate proprie
Tale indicatore misura la velocità di riscuotere le entrate accertate. L’analisi è effettuata sulle
entrate tributarie e su quelle extra-tributarie (proventi dei servizi a domanda individuale e altre
entrate).
Tit.I+III Risc. Comp.
Tit.I+III Acc. Comp.
2002
12.440.207
18.895.527
2003
12.880.884
21.871.948
2004
12.530.702
21.373.218
2005
14.173.663
22.480.481
Velocità di riscossione entrate proprie
68,00%
66,00%
64,00%
62,00%
60,00%
58,00%
56,00%
54,00%
65,84%
63,05%
2002
58,89%
58,63%
2003
2004
2005
L’indice tende ad aumentare nel 2005, i maggiori accertamenti dell’anno sono stati bilanciati
dall’aumento degli incassi.
I - Velocità pagamenti spese correnti
E’ indice analogo al precedente ma relativo alle spese. Esso misura la capacità dell’Ente di pagare
nel corso dell’esercizio le spese impegnate nell’esercizio stesso. Esso deve essere valutato tanto più
147
positivamente quanto è più
realizzazione delle spese.
elevato, poiché esprime una elevata capacità gestionale di
2002
31.438.926
39.596.179
Tit. I (Pagam.comp)
Tit. I (Imp.comp.)
2003
33.312.007
41.584.208
2004
34.921.403
45.611.532
2005
37.633.451
47.231.651
Velocità di pagamento spese correnti
81,00%
80,00%
80,11%
79,68%
79,40%
79,00%
78,00%
76,56%
77,00%
76,00%
2002
2003
2004
2005
A parte il dato del 2004 leggermente più basso, il rapporto è sostanzialmente stabile nel
quadriennio.
I - Rapporto acquisto beni e servizi / spese correnti
Esso rappresenta l’incidenza delle spese per acquisto di beni e servizi rispetto alle spese correnti nel
loro complesso.
Imp. Acq. Beni e servizi
Tit.I Spese correnti
2002
22.891.903
39.596.179
2003
24.253.024
41.584.207
2004
25.120.770
45.611.532
2005
26.746.693
47.231.651
Rapporto acquisto beni e
servizi/spese correnti
58,50%
58,00%
57,50%
57,00%
56,50%
56,00%
55,50%
55,00%
58,32%
57,81%
56,63%
55,08%
2002
2003
2004
2005
148
I - Rapporto spese del personale / spese correnti
Tale rapporto evidenzia quanto pesa la spesa del personale sul totale delle spese correnti.
Spese personale
Tit. I Impegni
2002
12.317.999
39.596.179
2003
12.505.237
41.584.207
2004
12.750.917
45.611.532
2005
13.300.726
47.231.651
Rapporto spese del personale/spese
correnti
32,00%
31,11%
30,07%
30,00%
27,96%
28,16%
2004
2005
28,00%
26,00%
24,00%
22,00%
20,00%
2002
2003
L’indice ha subìto un leggero incremento, in quanto l’aumento percentuale delle spese del personale
ha inciso in misura maggiore rispetto alla variazione percentuale degli impegni.
I - Rapporto n. di dipendenti / popolazione
Tale rapporto permette di evidenziare il numero di dipendenti in servizio presso l’Amministrazione
Comunale ogni 100 residenti nel Comune di Aosta.
2002
384
34.207
N° dipendenti
Popolazione residente
2003
372
34.227
2004
371
34.270
2005
384
34.610
Rapporto n. dipendenti/popolazione
1,14%
1,12%
1,11%
1,12%
1,10%
1,09%
1,08%
2003
2004
1,08%
1,06%
1,04%
1,02%
1,00%
2002
2005
149
I - Equilibrio economico
Uno dei principi fondamentali nella redazione del bilancio di previsione è che i totali delle spese del
titolo I (Spese correnti) e del titolo III (Spese rimborso prestiti) non possono essere
complessivamente superiori alle previsioni di competenza delle entrate correnti (titoli I+II+III).
Tenendo conto che, anche in fase di previsione, sarebbe possibile prevedere una eccedenza delle
entrate sulle spese (che andrebbe a finanziare le spese di investimenti) diventa utile verificare a
consuntivo se tale eccedenza poteva essere creata (si deve sempre tenere conto che è molto difficile,
se non impossibile, avere tale indice pari a 100). In ogni caso, l’indice non dovrebbe superare tale
valore, perché significherebbe avere finanziato la parte corrente con entrate di natura straordinaria).
Tit. I+III Spesa
Tit.I+II+III entrata
2002
40.643.089
41.704.940
2003
42.660.676
45.941.808
2004
46.821.864
47.061.170
2005
48.694.044
49.675.868
Equilibrio economico
99,49%
100,00%
98,00%
98,02%
97,45%
96,00%
94,00%
92,86%
92,00%
90,00%
2002
2003
2004
2005
L’indicatore del 2005 è il migliore del quadriennio; il dato del 2004 ha subìto l’influenza
dell’applicazione dell’ avanzo di amministrazione per il finanziamento di due debiti fuori bilancio
(importo di circa 2 milioni di Euro) in parte corrente; senza tale importo l’indice sarebbe stato pari
al 95%.
150
ANALISI DELLA GESTIONE PER PROGETTI DELLA RELAZIONE PREVISIONALE E
PROGRAMMATICA E PER FATTORI PRODUTTIVI
Qui di seguito viene evidenziata la gestione dell’esercizio 2005, suddivisa in base ai progetti della
RPP 2005-2007. E’ stata presa in considerazione la tipologia di spesa (fattore produttivo) impiegata
per il raggiungimento degli obiettivi. Sono indicati, in particolare, la percentuale di scostamento tra
lo stanziamento iniziale di previsione e quello definitivo e la percentuale dell’impegnato sullo
stanziato definito (capacità di impegno). I dati si riferiscono alla gestione di competenza della parte
corrente e della parte investimenti.
ELENCO PROGETTI DELLA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA
NPM Programma NPT Progetto
1 – Amministrazione Generale
11 Gabinetto e informazione
12 Presidenza del Consiglio, oo. ii., protocollo, organizzaz.
13 Personale
14 Servizi finanziari
15 Avvocatura, contratti ed appalti
16 Patrimonio
17 Polizia municipale
18 Sistemi informativi
2 – Servizi al Cittadino ed Attività Produttive
21 Pubblica istruzione
22 Cultura e Giovani
23 Sport
24 Infanzia
25 Anziani e inabili
26 Disagio
27 Servizi demografici e sportello del Cittadino
28 Edilizia residenziale pubblica
29 Commercio, turismo e statistica
3 – territorio, Ambiente ed Infrastrutture
31 Urbanistica, edilizia ed espropri
32 Ambiente
33 Servizio idrico integrato, protezione civile e 626
34 Aosta capoluogo, viabilità e mobilità, parco auto
35 Stabili comunali
36 Illuminazione pubblica, verde pubblico e arredo urbano, lavori
cimiteriali
36 Mobilità e traffico
151
Fattori produttivi di II° livello
S
S
S
S
S
FP 110 - PERSONALE
1100 fp 1100 - assegni fissi
1101 fp 1101 - contributi a carico ente
1102 fp 1102 - retribuzioni da fondo aziendale e contributi
1103 fp 1103 - straordinari e contributi a carico ente
1104 fp 1104 - altri oneri di personale
FP 120 – BENI DI CONSUMO
S 1200 fp 1200 - prodotti per ufficio
S 1201 fp 1201 - prodotti per riscaldamento
S 1202 fp 1202 - carburanti e lubrificanti automezzi
S 1204 fp 1204 - generi alimentari
S 1205 fp 1205 - sussidi didattici e libri
S 1206 fp 1206 - vestiario e dispositivi di protezione personale
S 1207 fp 1207 - materiali vari di consumo
FP 122 – BENI E SERVIZI DI MANUTENZIONE
S 1220 fp 1220 - materiali e manutenzione sistema informatico
S 1221 fp 1221 - materiali e manutenzioni ordinarie
FP 123 – ALTRE PRESTAZIONI DI SERVIZI
S 1230 fp 1230 - servizi amministrativi e fiscali
S 1231 fp 1231 - servizi paghe e contributi
S 1232 fp 1232 - servizi tecnici
S 1233 fp 1233 - servizi legali
S 1234 fp 1234 - servizi per sistema informativo
S 1235 fp 1235 - compenso amministratori
S 1236 fp 1236 - rimborso spese amministratori
S 1237 fp 1237 - compenso ai revisori dei conti
S 1238 fp 1238 - rimborso spese revisori
S 1239 fp 1239 - assicurazioni
S 1240 fp 1240 - promozione e pubblicità
S 1241 fp 1241 - pulizia locali
S 1242 fp 1242 - spese postali
S 1243 fp 1243 - spese di trasporto
S 1244 fp 1245 - costi per formazione ed aggiornamento
S 1245 fp 1245 - costi per riscossione entrate
S 1246 fp 1246 - servizi convenzionati
S 1247 fp 1247 - altri servizi esterni
FP 125 - UTENZE
S 1250 fp 1250 - telefono e servizi telematici
S 1251 fp 1251 - energia elettrica
S 1252 fp 1252 - acqua
S 1253 fp 1253 - gas
S 1254 fp 1254 - altre utenze
152
FP 126 – GODIMENTO BENI DI TERZI
S 1260 fp 1260 - affitti passivi
S 1261 fp 1261 - noleggi e leasing
S 1262 fp 1262 - canoni di concessione
FP 127 – ONERI DIVERSI DI GESTIONE
S 1270 fp 1270 - concorsi e selezione personale
S 1271 fp 1271 - spese di rappresentanza
S 1272 fp 1272 - IVA su acquisti per attività commerciali
S 1273 fp 1273 - altri oneri di gestione
FP 130 - TRASFERIMENTI
S 1300 fp 1300 - trasferimenti ordinari a enti, associazioni, ecc.
S 1301 fp 1301 - trasferimenti straordinari
S 1302 fp 1302 - sussidi e integrazioni tariffarie
S 1303 fp 1303 - trasferimenti vari
FP 140 – ONERI FINANZIARI
S 1400 fp 1400 - interessi su mutui a lungo termine
S 1401 fp 1401 - interessi di preammortamento
S 1402 fp 1402 - interessi su anticipazioni di cassa
S 1403 fp 1403 - oneri finanziari diversi
FP 150 – IMPOSTE E TASSE
S 1500 fp 1500 - bolli e tasse automezzi
S 1501 fp 1501 - IVA a debito
S 1502 fp 1502 - IRAP
S 1503 fp 1503 - imposte e tasse diverse
S 1510 fp 1510 - sanzioni amministrative
FP 151 – ONERI STRAORDINARI
S 1511 fp 1511 - rimborsi di entrate non dovute
S 1512 fp 1512 - rimborsi vari
FP 160 – FONDO DI RISERVA
S 1600 fp 1600 - fondo di riserva
FP 170 - AMMORTAMENTI
S 1700 fp 1700 - amm.beni immateriali
S 1720 fp 1720 - amm. beni materiali
FP 180 – RIBALTAMENTI E RETTIFICHE
S 1800 fp 1800 - storno per ribaltamenti/rettifiche
S 1850 fp 1850 - ribaltamento di costi indiretti
FP 210 – IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
S 2100 fp 2100 - piani e programmi pluriennali
S 2101 fp 2101 - software
S 2102 fp 2102 - altre opere d’ingegno
S 2103 fp 2103 - diritti reali su beni di terzi
S 2104 fp 2104 - altri costi capitalizzati
153
FP 211 – BENI IMMOBILI
S 2110 fp 2110 - terreni
S 2111 fp 2111 - fabbricati
S 2112 fp 2112 - altri beni immobili
S 2113 fp 2113 - progettazioni e prestazioni professionali per investimenti
S 2114 fp 2114 - direzione lavori e prestazioni professionali esterne per investimenti
S 2115 fp 2115 - appalto di opere
S 2116 fp 2116 - opere in economia
S 2117 fp 2117 - indennita’ per occupazioni temporanee e attraversamenti
S 2118 fp 2118 - indennita’ esproprio ed oneri relativi
S 2119 fp 2119 - beni e servizi di manutenzione straordinaria su immobili
FP 213 – BENI MOBILI
S 2130 fp 2130 - attrezzature e impianti
S 2131 fp 2131 - automezzi
S 2132 fp 2132 - mobili e arredi
S 2133 fp 2133 - macchine d’ufficio
S 2134 fp 2134 - beni mobili vari
S 2135 fp 2135 - hardware
S 2136 fp 2136 - beni e servizi di amnutenzione straordinaria su beni mobili
FP 220 – TRASFERIMENTI IN CONTO CAPITALE
S 2200 fp 2200 - trasferimenti alla regione per investimenti
S 2201 fp 2201 - trasferimenti per investimenti consorziati o convenzionati
S 2202 fp 2204 - trasferimenti in c/capitale a soggetti diversi
FP 230 – PARTECIPAZIONI E CONFERIMENTI
S 2300 fp 2300 - partecipazioni e titoli
S 2301 fp 2301 - cauzioni a lungo termine o a tempo determinato
FP 31 – RIMBORSI DI PRESTITI
S 3100 fp 3100 - rimborsi su anticipazioni di cassa
S 3200 fp 3200 - rimborsi per finanziamenti a breve termine
S 3300 fp 3300 - rimborsi mutui cassa DD.PP.
S 3400 fp 3400 - rimborsi mutui istituti di credito
154
COMUNE DI AOSTA - Elenco Attività Commerciali
rilevanti IVA - In conformità della Delibera di Giunta
Regionale N° 4199 del 2/12/2000
Attività IVA - descrizione
AA - Affitto Aree attrezzate
TE - Organizzazione di Spettacoli Teatrali
RF - Refezione Scolastica
TA - Trasporto Alunni
OC - Organizzazione manifestazioni Culturali
CO - Centri Estivi
BO - Bocciodromo
IS - Affitto Impianti Sportivi
CS - Centri di Avviamento allo Sport
AQ - Acquedotto e Fognatura
TT - Gestione Toilettes Automatiche
AN - Asili Nido
CA - Comunità Anziani
AD - Assistenza Domiciliare
GC - Ginnastica Correttiva e Mantenimento
IV - Illuminazione Votiva
155

Documenti analoghi