Bollettino di Vigilanza

Commenti

Transcript

Bollettino di Vigilanza
I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA
SULLE ASSICURAZIONI
Bollettino di Vigilanza
Anno III n. 4/2015
pubblicato il 29 maggio 2015
(decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135)
Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006 del 14 luglio 2006
Direzione e Redazione presso l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni
Direttore responsabile
Roberto NOVELLI
Indirizzo
via del Quirinale 21 – 00187 ROMA
Telefono
+39 06 42133.1
Fax
+39 06 42133.775
Sito internet
http://www.ivass.it
Tutti i diritti riservati. È consentita la riproduzione a fini didattici
e non commerciali, a condizione che venga citata la fonte
ISSN 2420-9155 (online)
Indice
1.
PROVVEDIMENTI IVASS ............................................................................................................. 4
1.1 PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE ............................................................. 6
Provvedimento n. 0012726/15 del 15 aprile 2015 ..................................................................... 6
Assicurazioni Rischi Agricoli VMG 1857 s.p.a.. – Decadenza dall’autorizzazione
all’esercizio dell’attività assicurativa nei rami 14) Credito, 17) Tutela legale e 18)
Assistenza per mancato esercizio dell’attività per un periodo superiore ai sei mesi (art. 240,
comma 1 lett. c, d. lgs. n. 209/2005). Provvedimento. .................................................................. 6
Provvedimento n. 0017050/15 del 21 aprile 2015 .................................................................... 7
Assicurazioni Generali S.p.A.. - Istanza di autorizzazione, ai sensi dell’art. 79 del d.lgs. 7
settembre 2005 n. 209 e dell’art. 8 del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008, per
l’acquisizione della partecipazione di controllo della costituenda società “Generali Life
(Hong Kong) Limited”. Provvedimento. ......................................................................................... 7
1.2 MODIFICHE STATUTARIE ........................................................................................................... 8
Provvedimento n. 0005025/15 dell’1 aprile 2015 ...................................................................... 8
Unipol Gruppo Finanziario S.p.A.– Modifica statutaria. Provvedimento. ...................................... 8
2.
PROVVEDIMENTI SANZIONATORI .......................................................................................... 10
2.1 SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ...................................................... 12
3.
IMPRESE IN LCA........................................................................................................................ 28
3.1 INFORMATIVA SEMESTRALE AI CREDITORI AULL’ANDAMENTO DELLE LIQUIDAZIONI ..... 30
3.1.1 GRUPPO A) LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE DI IMPRESE
AUTORIZZATE ALL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’ ASSICURATIVA ......................................... 30
3.1.2 GRUPPO B) LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE DI SOCIETA’ NON
ASSICURATIVE DEL GRUPPO PREVIDENZA ....................................................................... 143
4.
ATTI COMUNITARI DI INTERESSE PER IL SETTORE ASSICURATIVO ............................. 164
4.1 SELEZIONE DALLA GAZZETTA UFFICIALE DELL’UNIONE EUROPEA ................................ 166
5.
ALTRE NOTIZIE ........................................................................................................................ 168
5.1 TASSO DI INTERESSE GARANTIBILE NEI CONTRATTI RELATIVI AI RAMI VITA ................ 170
Determinazione dei tassi massimi di interesse da applicare ai contratti dei rami vita
espressi in euro che prevedono una garanzia di tasso di interesse. ........................................ 170
6.
BILANCIO IVASS ...................................................................................................................... 172
1. PROVVEDIMENTI IVASS
Bollettino IVASS n. 4/2015
1.1
PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE
Provvedimento n. 0012726/15 del 15 aprile 2015
Assicurazioni Rischi Agricoli VMG 1857 s.p.a.. – Decadenza dall’autorizzazione
all’esercizio dell’attività assicurativa nei rami 14) Credito, 17) Tutela legale e 18)
Assistenza per mancato esercizio dell’attività per un periodo superiore ai sei mesi
(art. 240, comma 1 lett. c, d. lgs. n. 209/2005). Provvedimento.
Con lettera consegnata il 27 febbraio 2015 (prot. n. 41-15-000951 del 26 febbraio 2015)
è stato comunicato alla società Assicurazioni Rischi Agricoli VMG 1857 s.p.a. l’avvio, a far
data dal 2 febbraio 2015, del procedimento di decadenza dall’autorizzazione all’esercizio
dell’attività assicurativa nei rami 14) Credito, 17) Tutela legale e 18) Assistenza per mancato
esercizio dell’attività per un periodo superiore ai sei mesi.
Questo Istituto, decorsi i termini assegnati alla società per l’eventuale trasmissione di
dati, osservazioni e documenti inerenti al procedimento stesso, tenuto conto che ricorrono i
presupposti di cui all’art. 240, comma 1 lettera c) e comma 2, del decreto legislativo del 7
settembre 2005 n. 209, accerta con il presente provvedimento la decadenza
dall’autorizzazione all’esercizio dell’attività assicurativa nei predetti rami.
Per il Direttorio Integrato
Il Presidente
6
Provvedimenti IVASS
Provvedimento n. 0017050/15 del 21 aprile 2015
Assicurazioni Generali S.p.A.. - Istanza di autorizzazione, ai sensi dell’art. 79 del d.lgs.
7 settembre 2005 n. 209 e dell’art. 8 del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008,
per l’acquisizione della partecipazione di controllo della costituenda società “Generali
Life (Hong Kong) Limited”. Provvedimento.
Con lettera del 16 marzo 2015 Assicurazioni Generali S.p.A. ha presentato istanza di
autorizzazione all’acquisizione indiretta, per il tramite della controllata Generali Asia N.V.
della partecipazione di controllo nel capitale sociale della costituenda società “Generali Life
(Hong Kong) Limited”.
Al riguardo, avuto presente l’esito dell’istruttoria ed accertato che da detta operazione
non deriva pericolo per la stabilità né emergono elementi di pregiudizio per la sana e
prudente gestione, si autorizza Assicurazioni Generali S.p.A., ai sensi dell’articolo 79 del
d.lgs. 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 26 del 4 agosto 2008,
all’assunzione per il tramite della controllata Generali Asia N.V. della partecipazione di
controllo nel capitale sociale della costituenda società “Generali Life (Hong Kong) Limited”.
Per delegazione del Direttorio integrato
7
Bollettino IVASS n. 4/2015
1.2 MODIFICHE STATUTARIE
Provvedimento n. 0005025/15 dell’1 aprile 2015
Unipol Gruppo Finanziario S.p.A.– Modifica statutaria. Provvedimento.
Con lettera del 3 marzo 2015, pervenuta in pari data, Unipol Gruppo Finanziario S.p.A.,
società capogruppo del gruppo assicurativo Unipol, ha chiesto l’approvazione della modifica
degli articoli 5 (Capitale sociale), 6 (Azioni e rappresentante comune), 9 (Procedure delle
riunioni assembleari), 19 (Utili sociali) e 20 (Liquidazione) dello Statuto sociale trasmettendo,
a tal fine, copia del verbale dell’assemblea straordinaria tenutasi il 25 febbraio 2015 e del
verbale dell’assemblea speciale dei possessori di azioni privilegiate tenutasi il 26 febbraio
2015, nel corso delle quali sono state deliberate le richiamate modifiche. Le variazioni allo
Statuto sociale sono state apportate in conseguenza della decisione di procedere alla
conversione obbligatoria delle azioni privilegiate in azioni ordinarie.
Al riguardo, avuto presente l’esito dell’istruttoria, d’intesa con Banca d’Italia, ai sensi del
combinato disposto degli articoli 87 bis e 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209
nonché del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, si approvano le modifiche
statutarie proposte in quanto non contrastano con il principio della sana e prudente gestione.
Ai sensi dell’art. 2436 del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione
del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge della modifica statutaria in argomento.
Il Consigliere
8
2. PROVVEDIMENTI SANZIONATORI
Bollettino IVASS n. 4/2015
2.1 SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE
ORDINANZA N. 513/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Allianz s.p.a., con sede in Trieste.
artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo
r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell’offerta di
risarcimento al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 600,00 (seicento/00).
ORDINANZA N. 514/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Allianz s.p.a., con sede in Trieste.
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione
dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione
dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 900,00 (novecento/00).
ORDINANZA N. 515/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Allianz s.p.a., con sede in Trieste.
combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del regolamento
ISVAP 4/2006 - rilascio al contraente di errata attestazione sullo stato del
rischio.
art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.750,00 (tremilasettecentocinquanta/00).
ORDINANZA N. 516/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Allianz s.p.a., con sede in Trieste.
combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del regolamento
ISVAP 4/2006 - rilascio al contraente di errata attestazione sullo stato del
rischio.
art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00).
12
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA N. 517/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo
r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell’offerta di
risarcimento al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 600,00 (seicento/00).
ORDINANZA N. 518/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), e comma 3, del d.lgs. 209/2005.
euro 280,00 (duecentottanta/00).
ORDINANZA N. 519/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Linear Assicurazioni s.p.a., con sede in Bologna.
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione
dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), e comma 3, del d.lgs. 209/2005.
euro 420,00 (quattrocentoventi/00).
ORDINANZA N. 520/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a.
(già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell’offerta di risarcimento
al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 600,00 (seicento/00).
13
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZA N. 521/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV).
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero
per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 600,00 (seicento/00).
ORDINANZA N. 522/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione
dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione
dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 400,00 (quattrocento/00).
ORDINANZA N. 523/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV).
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei
motivi di diniego dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), e comma 3, del d.lgs. 209/2005.
euro 420,00 (quattrocentoventi/00).
ORDINANZA N. 524/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Axa Global Direct Seguros y Reaseguros S.A.U. - Rappresentanza Generale
per l’Italia (già Direct&Quixa Seguros y Reaseguros S.A.U.), con sede in Milano.
artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 5 del d.m. 191/2008 - mancato accoglimento,
entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di
un sinistro r.c. auto.
art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 5.000,00 (cinquemila/00).
14
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA N. 525/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Axa Global Direct Seguros y Reaseguros S.A.U. - Rappresentanza Generale
per l’Italia (già Direct&Quixa Seguros y Reaseguros S.A.U.), con sede in Milano.
artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo
r.c. auto, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al
danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 600,00 (seicento/00).
ORDINANZA N. 526/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera c), e comma 3, del d.lgs. 209/2005.
euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00).
ORDINANZA N. 527/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Fata Assicurazioni Danni s.p.a., con sede in Roma.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005.
euro 1.800,00 (milleottocento/00).
ORDINANZA N. 528/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Allianz s.p.a., con sede in Trieste.
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei
motivi di diniego dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005.
euro 1.800,00 (milleottocento/00).
15
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZA N. 529/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Allianz s.p.a., con sede in Trieste.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero
per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005.
euro 700,00 (settecento/00).
ORDINANZA N. 530/15 DEL 1° APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Direct Line Insurance s.p.a., con sede in Cologno Monzese (MI).
artt. 127 del d.lgs. 209/2005 e 11 del regolamento ISVAP 13/2008 - mancato
rilascio al contraente, entro il termine previsto, del certificato e contrassegno
relativi ad una polizza r.c. auto.
art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.000,00 (tremila/00).
ORDINANZA N. 531/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano.
artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo
r.c. auto, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al
danneggiato.
art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005.
euro 28.000,00 (ventottomila/00).
ORDINANZA N. 532/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Linear Assicurazioni s.p.a., con sede in Bologna.
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei
motivi di diniego dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato.
art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 13.600,00 (tredicimilaseicento/00).
16
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA N. 533/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Cei Lido, presso la residenza in Lucca e con domicilio eletto presso lo studio
dell’avv. Micheletti Cesare, in Cecina (LI).
combinato disposto degli artt. 109, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 4 del
regolamento ISVAP 5/2006 - esercizio di attività di intermediazione per conto di
un soggetto in assenza della preventiva iscrizione quale collaboratore dello
stesso nella sezione E del RUI.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
ORDINANZA N. 534/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Rizzi Pasquale, presso la residenza in Sannicandro di Bari (BA).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 2.000,00 (duemila/00).
ORDINANZA N. 535/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Panaroni Floriana, presso la residenza in Fano (PU).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.000,00 (tremila/00).
ORDINANZA N. 536/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Calò Floriana, presso la residenza in Palermo.
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 e degli artt. 120 del d.lgs. 209/2005 e 49 del regolamento ISVAP
5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie:
- mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
- mancato rispetto degli obblighi di informativa precontrattuale.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 11.000,00 (unidicimila/00).
17
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZA N. 537/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Proietti D’Ascanio Mauro, presso la residenza in Roma.
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 10.000,00 (diecimila/00).
ORDINANZA N. 538/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero
per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 10.800,00 (diecimilaottocento/00).
ORDINANZA N. 539/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Floris Enrico, presso la residenza in Rapallo (GE).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 10.000,00 (diecimila/00).
ORDINANZA N. 540/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato.
art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 40.000,00 (quarantamila/00).
18
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA N. 541/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 - mancato
rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione
dell’offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione
dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 40.000,00 (quarantamila/00).
ORDINANZA N. 542/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero
per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa.
art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 60.000,00 (sessantamila/00).
ORDINANZA N. 543/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Master Broker s.r.l., società in fallimento, in persona del curatore fallimentare,
dott.ssa Zuffi Simonetta, presso lo studio in Lugo (RA).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 5 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 5.000,00 (cinquemila/00).
ORDINANZA N. 544/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Master Broker s.r.l., società in fallimento, in persona del curatore fallimentare,
dott.ssa Zuffi Simonetta, presso lo studio in Lugo (RA).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
19
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZA N. 545/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Master Broker s.r.l., società in fallimento, in persona del curatore fallimentare,
dott.ssa Zuffi Simonetta, presso lo studio in Lugo (RA).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
ORDINANZA N. 546/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Master Broker s.r.l., società in fallimento, in persona del curatore fallimentare,
dott.ssa Zuffi Simonetta, presso lo studio in Lugo (RA).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 3 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.000,00 (tremila/00).
ORDINANZA N. 547/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV).
art. 148 del d.lgs. 209/2005 - mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto,
dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell’offerta di risarcimento
al danneggiato.
art. 315, comma 1, lettera a), e comma 3, del d.lgs. 209/2005.
euro 420,00 (quattrocentoventi/00).
ORDINANZA N. 548/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del regolamento
ISVAP 4/2006 - rilascio al contraente di errata attestazione sullo stato del
rischio.
art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00).
20
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA N. 549/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna.
combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del regolamento
ISVAP 4/2006 - rilascio al contraente di errata attestazione sullo stato del
rischio.
art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.750,00 (tremilasettecentocinquanta/00).
ORDINANZA N. 550/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Donau Versicherung AG Vienna Insurance Group - Rappresentanza Generale
per l’Italia, con sede in Milano.
artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 5 del d.m. 191/2008 - mancato accoglimento,
entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di
un sinistro r.c. auto.
art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 5.000,00 (cinquemila/00).
ORDINANZA N. 551/15 DEL 2 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV).
artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 5 del d.m. 191/2008 - mancato accoglimento,
entro il termine di 60 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di
un sinistro r.c. auto.
art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 7.500,00 (settemilacinquecento/00).
ORDINANZA N. 552/15 DEL 9 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Consolaro Paolo, presso la residenza in San Bonifacio (VR).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP
5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie:
- mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
- mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei
confronti degli assicurati in n. 36 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 37.000,00 (trentasettemila/00).
21
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZA N. 553/15 DEL 9 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Marazzi Luca, presso la residenza in Ghedi (BS).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP
5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie:
- mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
- mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei
confronti degli assicurati in n. 46 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 47.000,00 (quarantasettemila/00).
ORDINANZA PROT. N. 20704/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Studio Mangano Assicurazioni e Finanza s.r.l., con sede in Roma.
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 2 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 4.000,00 (quattromila/00).
ORDINANZA PROT. N. 20781/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Camera & De Paoli Assicurazioni s.n.c. di Camera L. e De Paoli L., con sede in
Milano.
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.000,00 (tremila/00).
ORDINANZA PROT. N. 20824/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Master Broker s.r.l., società in fallimento, in persona del curatore fallimentare,
dott.ssa Zuffi Simonetta, presso lo studio in Lugo (RA).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
22
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA PROT. N. 20826/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Mazza Daniele, presso la residenza in Montechiarugolo (PR).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
ORDINANZA PROT. N. 20844/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Tecnobroker Log s.r.l., con sede in Genova.
combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del
regolamento ISVAP 5/2006 - mancata comunicazione all’Istituto, nei termini
previsti, della modifica delle cariche all’interno della società e della nomina dei
responsabili dell’attività di intermediazione.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
ORDINANZA PROT. N. 20849/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Eurorisk s.r.l., con sede in Trento.
combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del
regolamento ISVAP 5/2006 - mancata comunicazione all’Istituto, nei termini
previsti, della modifica delle cariche all’interno della società.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
ORDINANZA PROT. N. 20853/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Company Brokers s.r.l., con sede in Pordenone.
combinato disposto degli artt. 109, comma 6, del d.lgs. 209/2005 e 36 del
regolamento ISVAP 5/2006 - mancata comunicazione all’Istituto, nei termini
previsti, della nomina degli amministratori delegati.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 1.000,00 (mille/00).
23
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZA PROT. N. 20858/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Russo Silvana, presso la residenza in Ospitaletto (BS).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 2 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 2.000,00 (duemila/00).
ORDINANZA PROT. N. 20862/15 DEL 27 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Insurance Group Agency s.r.l., in persona del liquidatore, sig. Rao Giovanni
Antonio, presso la residenza in Noviglio (MI).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP
5/2006 - mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e delle regole
di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 6.666,67 (seimilaseicentosessantasei/67).
ORDINANZA PROT. N. 22427/15 DEL 29 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Carige Vita Nuova s.p.a., con sede in Genova.
combinato disposto degli artt. 191, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005, 14 e
15, del regolamento ISVAP 36/2011; art. 89 del d.lgs. 209/2005 (accertamenti
ispettivi), in relazione alle seguenti fattispecie:
- significative dismissioni anticipate di titoli classificati nel comparto durevole pur
in assenza di motivazioni di carattere eccezionale e straordinario a
giustificazione delle vendite ed a fronte di contemporanee immobilizzazioni di
nuovi acquisti e cessioni anticipate di titoli del comparto durevole a fronte di
trasferimenti di titoli verso lo stesso comparto, senza che i trasferimenti
fossero riconducibili, anche in questo caso, a motivazioni di carattere
eccezionale e straordinario;
- classificazione di un IRS (Interest Rate Swap) quale strumento finanziario a
copertura di BTP del valore nominale di euro 100 milioni produttivi di interessi
nella misura del 5% annuo, nonostante la carenza di un’evidente connessione
tecnico-finanziaria fra lo strumento finanziario derivato ed il sottostante BTP,
quest’ultimo trasferito al comparto durevole in assenza di condizioni
eccezionali e straordinarie.
art. 310, commi 1 e 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 38.500,00 (trentottomilacinquecento/00).
24
Provvedimenti sanzionatori
ORDINANZA PROT. N. 22447/15 DEL 29 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano.
combinato disposto degli artt. 38 e 39 del d.lgs. 209/2005 e 28 del regolamento
ISVAP 36/2011 e degli artt. 191, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005, 14 e
15 del regolamento ISVAP 36/2011 (accertamenti ispettivi), in relazione alle
seguenti fattispecie:
- mancata deduzione dagli attivi posti a copertura delle riserve tecniche dei saldi
negativi derivanti dalla linea di credito concessa dalla banca controllante,
ancorché il fido ottenuto fosse stato specificamente impiegato per procedere
al regolare pagamento dei sinistri e in assenza di ulteriori attività da iscrivere,
in via alternativa, a copertura delle riserve tecniche;
- significative dismissioni anticipate di titoli classificati nel comparto durevole pur
in assenza di motivazioni di carattere eccezionale e straordinario a
giustificazione delle vendite ed a fronte di contemporanee immobilizzazioni di
nuovi acquisti e cessioni anticipate di titoli del comparto durevole a fronte di
trasferimenti di titoli verso lo stesso comparto, senza che le vendite fossero
riconducibili, anche in questo caso, a motivazioni di carattere eccezionale e
straordinario.
art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 55.000,00 (cinquantacinquemila/00).
ORDINANZA PROT. N. 22825/15 DEL 29 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Conti Tamara, presso la residenza in Lierna (LC).
combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento
ISVAP 5/2006 - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e
trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 6 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 6.000,00 (seimila/00).
ORDINANZA PROT. N. 22851/15 DEL 29 APRILE 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Giovine Antonia, presso la residenza in Mola di Bari (BA).
combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento
ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP
5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie:
- mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
- mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei
confronti degli assicurati in n. 2 occasioni.
art. 324, comma 1, del d.lgs. 209/2005.
euro 3.000,00 (tremila/00).
25
Bollettino IVASS n. 4/2015
ORDINANZE ANNULLATE/RIDETERMINATE IN SEDE DI AUTOTUTELA
NEL MESE DI APRILE 2015
ORDINANZA N. 292/15 DEL 27 FEBBRAIO 2015
Destinatario
Violazione
Norma
Sanzionatoria
Importo sanzione
Intervento in
Autotutela
Importo annullato
Olivieri Michele, presso la residenza in Carrara.
art. 306, comma 2, del d.lgs. 209/2005 - mancata ottemperanza nei termini
alle richieste dell’Istituto.
art. 306, comma 2, del d.lgs. 209/2005.
euro 10.000,00 (diecimila/00).
ANNULLAMENTO con nota dell’Istituto del 21 aprile 2015.
euro 10.000,00 (diecimila/00).
26
3. IMPRESE IN LCA
Bollettino IVASS n. 4/2015
3.1 INFORMATIVA SEMESTRALE AI CREDITORI AULL’ANDAMENTO DELLE
LIQUIDAZIONI
3.1.1 GRUPPO A) LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE
AUTORIZZATE ALL’ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’ ASSICURATIVA
DI
IMPRESE
SITUAZIONE AL 31 DICEMBRE 2014
IMPRESA
ALPI ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (Piazza Velasca, 5 – c.a.p. 20122)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 23/05/1994 - G.U. n.122 del 27/05/1994
Commissario liquidatore
prof. avv. Andrea Gemma
Comitato di sorveglianza
avv. Andrea Grosso - presidente
dott. Fosco Giglioli - componente
dott.ssa Savina Richetti - componente
Numero di telefono della liquidazione
02/87070709-02/87070710
Numero di telefax della liquidazione
02/87070717
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
11/10/1994
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
19/09/2001 – Milano
parte degli imputati hanno patteggiato e altri sono
stati assolti
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
30
Imprese in l.c.a.
Data sentenza di primo grado nei
confronti di altro amministratore e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
06/05/2003 – Milano
condanna a pena detentiva ed al risarcimento
danni
Il 19 novembre 2010 la Corte di Appello Sez. II
penale ha confermato la condanna con una
provvisionale immediatamente esecutiva di
75.000,00
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Sono state avviate azioni nei confronti di due diverse gestioni aziendali
1^ azione
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
15/06/1998 – Milano
Esito del giudizio di primo grado
domanda rigettata
Stato del giudizio
con sentenza del 9/05/2004 la Corte di Appello ha
parzialmente accolto le richieste della liquidazione
con condanna al risarcimento danni di ex
amministratori e sindaci. I ricorsi per Cassazione
sono stati rigettati.
2^ azione
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
12/01/2005 – Milano
Esito del giudizio di primo grado
condanna di ex amministratori e sindaci al
risarcimento del danno subito dalla liquidazione
Stato del giudizio
con sentenza del 3/03/2008 la Corte di Appello ha
condannato ex amministratori e sindaci al
risarcimento danni. Sentenza definitiva. Con
sentenza del 27 maggio 2013 il Tribunale di
Bologna ha condannato la compagnia di
assicurazione di uno dei sindaci, deceduto, a
versare il massimale di polizza in favore dell’eredità
giacente. La Corte d’Appello ha sospeso
l’esecutività della suddetta sentenza. Il giudizio di
merito è stato rinviato al 1° ottobre 2019.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
25/07/2007
Tribunale competente
Milano
31
Bollettino IVASS n. 4/2015
G: Acconti corrisposti ai creditori
Importo in euro
Categoria creditori
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale – agenti
Erario
Totale
853.277
3.822.086
98.291
6.675
4.780.329
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
436.201
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
8.114.967
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
0
€
2.763.565
€
200
€
11.314.934
L: Stato Passivo
Numero: 2.025
Importo: € 165.750.507
Numero: 7
Importo: 46.610
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva o
condizione
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
32
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
AMBRA ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (Via Volturno, 44 – c.a.p. 20124)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 09/04/1993 - G.U. n. 86 del 14/04/1993
Commissario liquidatore
rag. Francesco Corrado
Comitato di sorveglianza
dott. Enrico Panzacchi – presidente
avv. Andrea Grosso - componente
sig. Sergio Tasselli – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/69471
Numero di telefax della liquidazione
02/6947300
E-mail
[email protected]
E-mail PEC
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
18/05/1993
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
15/04/2005 – Milano
condanna di ex amministratori e sindaci a pene
detentive ed al risarcimento danni
con sentenza n. 17690/2010 la Corte di
Cassazione ha parzialmente modificato le pene
detentive inflitte ad amministratori e sindaci
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
33
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Stato del giudizio
Milano
sospeso dal Tribunale nel 1997 per la pendenza
dell’azione penale nei confronti di alcuni soggetti e
dichiarato estinto nei confronti di altri per il
trasferimento dell’azione civile in sede penale.
Sono intervenute transazioni. A seguito della
sentenza n. 17690/2010 della Corte di Cassazione
che ha definito il giudizio penale nei confronti degli
ex esponenti aziendali, è stata incardinata la causa
nei confronti dei medesimi in sede civile per
ottenere il risarcimento del danno subito dalla
liquidazione.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
31/01/1995
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
creditori pignoratizi
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale - artigiani
privilegio generale - prev. sociale
crediti erariali
crediti del locatore ex art. 2764 c.c.
creditori di assicurazione - rami danni
chirografo
Totale
24/07/2003
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
451.893
1.380.011
2.533.231
643.366
7.845
147.584
15.327
8.907
15.401.806
590.722
21.180.692
34
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
98
100
81
98
83
100
90
96
14
8
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
5.575.722
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
1.210.488
€
10.680
€
6.796.890
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 1.771
Importo: € 120.005.995
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni, insinuazioni tardive in
corso e riserva condizionale
Numero: 0
Importo: € 0
35
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
APAL S.M.A.
SEDE IN ROMA (Piazza Cola di Rienzo, 69 – c.a.p. 00192)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
Commissario liquidatore
D.M. 04/03/1980 - G.U. n. 67 del 08/03/1980
rag. Luigi Andreoli
avv. Filippo Pegorari – presidente
dott. Alessandro Nardi – componente
sig. Mario Pizzicannella – componente
Comitato di sorveglianza
Numero di telefono della liquidazione
06/3215819
Numero di telefax della liquidazione
06/3215819
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
UnipolSai Assicurazioni s.p.a.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
23/01/1980
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
24/10/1991 – Roma
Esito giudizio di primo grado
condanna di amministratori a pene detentive
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
36
Imprese in l.c.a.
Data sentenza primo grado nei
confronti di altri amministratori e
sindaci e tribunale competente
27/10/1992 – Roma
Esito giudizio di primo grado
condanna di amministratori e sindaci, per altri i
reati sono stati dichiarati estinti per intervenuta
prescrizione o è stato dichiarato il non luogo a
procedere
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile da parte
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
05/06 – 15/11/2002 – Roma
sentenza non definitiva, rigetto delle eccezioni dei
convenuti e dichiarazione di prosecuzione del
giudizio
con sentenza del 20/02/2008 la Corte d’Appello ha
dichiarato estinto il giudizio di primo grado.
Sentenza definitiva
F: Deposito stato passivo
Data deposito
08/11/1988
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
63.329
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
37
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
10
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
– rappresenta il residuo delle
anticipazioni concessa dalla Consap
ex art. 12 della L. n. 39/77
€
324.090
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
536.000
€
250.462
€
235.841
Crediti IVA (anno 2013)
€
50.878
Crediti IVA (anno 2014)
€
13.067
Crediti per depositi cauzionali
€
1.782
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
8.596
Totale attivo
€
1.420.716
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Crediti IRPEG (valore iscritto in
contabilità)
L: Stato Passivo
Numero: 1.295
Importo: € 39.972.996
Posizioni ammesse in via definitiva
38
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
APTA IMMOBILIARE S.p.A.
SEDE IN MILANO (Viale Nazario Sauro 14 - c.a.p. 20124)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/06/2012 – G.U. n. 163 del 14/07/2012
Commissario liquidatore
prof. Angelo Cremonese
Comitato di sorveglianza
avv. prof. Giulio Ponzanelli – presidente;
avv. Andrea Grosso – componente;
dott. Marco Lagomarsino – componente
Numero di telefono della liquidazione
02.6887357
Numero di telefax della liquidazione
02.69901389
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Trattasi di società non assicurativa
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
30/05/2012
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
Sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviato
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
07/11/2014
Tribunale competente
Milano
39
Bollettino IVASS n. 4/2015
G: Acconti corrisposti ai creditori
No
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
302
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
2.510.335
€
21.386
€
0
Totale attivo
€
2.532.736
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 15
Importo: € 2.831.605
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni, insinuazioni tardive in
corso e riserva condizionale
Numero: 0
Importo: 0
40
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
ARFIN COMPAGNIA ITALIANA DI ASSICURAZIONI E
RIASSICURAZIONI S.p.A.
SEDE IN MILANO (Viale Nazario Sauro 14 - c.a.p. 20124)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 06/12/2010 – G.U. n. 291 del 14/12/2010
Commissario liquidatore
prof. Angelo Cremonese
Comitato di sorveglianza
avv. prof. Giulio Ponzanelli – presidente;
avv. Andrea Grosso – componente;
dott. Marco Lagomarsino – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/6887357
Numero di telefax della liquidazione
02/69901389
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Non autorizzata al ramo r.c.auto
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
03/05/2012
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
Sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
16/11/12 – Milano
Esito giudizio di primo grado
Assoluzione degli imputati
Stato del giudizio
Il giudizio di appello ha confermato l’assoluzione
degli ex esponenti aziendali
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
41
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
11/11/2014
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
No
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
3.252.753
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
4.746.678
€
0
€
4.770.568
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
12.769.997
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 4.896
Importo: € 19.072.314
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni, insinuazioni tardive in
corso e riserva condizionale
Numero: 7
Importo: 0
42
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
ARFIN SOLUTIONS S.r.l.
SEDE IN MILANO (Viale Nazario Sauro 14 - c.a.p. 20124)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/06/2012 – G.U. n. 163 del 14/07/2012
Commissario liquidatore
prof. Angelo Cremonese
Comitato di sorveglianza
avv. prof. Giulio Ponzanelli – presidente;
avv. Andrea Grosso – componente;
dott. Marco Lagomarsino – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/6887357
Numero di telefax della liquidazione
02/69901389
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Trattasi di società non assicurativa
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
26/03/2012
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviato
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
07/11/2014
Tribunale competente
Milano
43
Bollettino IVASS n. 4/2015
G: Acconti corrisposti ai creditori
No
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
3.127
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
95.770
€
0
€
98.897
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 23
Importo: € 960.595
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni, insinuazioni tardive in
corso e riserva condizionale
Numero: 0
Importo: 0
44
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
ASSID - ASSICURATRICE ITALIANA DANNI S.P.A. (GIA’
SOCIETA’ NUOVA ASSICURATRICE S.P.A.)
SEDE IN MILANO (Viale Gian Galeazzo, 3 - c.a.p. 20121)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 12/03/1998 - G.U. n. 64 del 18/03/1998
Commissario liquidatore
avv. prof. Raffaele Lener
Comitato di sorveglianza
prof. avv. Bruno Inzitari - presidente
dott. Francesco Ferrucci - componente
sig. Giuseppe Orsini - componente
Numero di telefono della liquidazione
02/6931991
Numero di telefax della liquidazione
02/66802121
E-mail-PEC
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
21/06/2001
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
06/03/2013- Milano
Stato del giudizio
Pende appello
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e/o della società di
revisione
sentenza di primo grado depositata il 19 luglio
2011 con condanna al risarcimento per 2 milioni di
euro - per alcuni esponenti e per la società di
Stato del giudizio
revisione vi è stata una definizione in via
transattiva- pende appello
45
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
27/09/2006
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
477.678
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
H: Deposito piani di riparto parziale
SI
15/01/2010
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
creditori di assicurazione
Totale
2.046.670
301.831
8.759.405
11.107.906
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
81,73
81,73
10,25
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
7.813.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
2.759.000
€
3.329.000
€
87.000
€
13.988.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 37.060
Importo: € 109.865.000
Numero: 1
importo: € 166.000
46
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
CENTRALE COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE
SEDE IN ROMA (Piazza Cola Di Rienzo, 69 - c.a.p. 00192)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.P.R. 11/08/1976 - G.U. n. 229 del 30/08/1976
Commissario liquidatore
avv. Riccardo Castellani
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi - presidente
dott. Paolo Cantamaglia - componente
avv. Fulvio Baldacci – componente
Numero di telefono della liquidazione
06/3200851
Numero di telefax della liquidazione
06/3200851
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Imprese designate
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
02/08/1976
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
16/01/1984 – Roma
condanna nei confronti di alcuni esponenti
aziendali
sentenza definitiva; la Corte di Cassazione ha
applicato l’amnistia
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
47
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
24/10/1986 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna al risarcimento del danno per tutti gli
amministratori
Stato del giudizio
La Corte di Cassazione, con sentenza n.
3032/2005, ha confermato la pronuncia della Corte
di Appello in ordine alla responsabilità di tutti i
componenti del consiglio di amministrazione e dei
sindaci, cassando la sentenza con rinvio ad altra
Corte per la quantificazione dei danni. Giudizio di
rinvio definito con conciliazione giudiziale nel corso
del 2010. E’ in corso la cessione dei beni
dell’eredità giacente di un ex amministratore
F: Deposito stato passivo
Data deposito
21/07/1988
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio speciale - altri crediti
creditori di assicurazione – rami danni
Totale
553.061
313.063
173.497
490.570
878.743
2.408.934
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
48
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
15
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 1.472.292
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
774
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 1.473.066
L: Stato Passivo
Numero: 11.955
Importo: 11.353.350
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: 0
49
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
COLUMBIA COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI E
RIASSICURAZIONI
SEDE IN ROMA (Piazza Cola Di Rienzo, 69 - c.a.p. 00192)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.P.R. 11/08/1976 - G.U. 229 del 30/08/1976
Commissario liquidatore
avv. Riccardo Castellani
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi – presidente
dott. Paolo Cantamaglia - componente
avv. Fulvio Baldacci – componente
Numero di telefono della liquidazione
06/3200851
Numero di telefax della liquidazione
06/3200851
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Imprese designate
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
2/08/1976
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
16/01/1984 - Roma
condanna nei confronti di alcuni esponenti
aziendali
sentenza definitiva - la Corte di Cassazione ha
applicato l’amnistia
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
50
Imprese in l.c.a.
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
24/10/1986 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna al risarcimento del danno per tutti gli
amministratori
Stato del giudizio
La Corte di Cassazione, con sentenza 2538/2005,
ha confermato la pronuncia della Corte di Appello
in ordine alla responsabilità di tutti i componenti del
consiglio di amministrazione e dei sindaci,
cassando la sentenza con rinvio ad altra Corte per
la quantificazione dei danni. Il giudizio di rinvio
definito con conciliazione giudiziale nel corso del
2010. E’ in corso la cessione dei beni dell’eredità
giacente di un ex amministratore.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
21/07/1988
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio speciale - altri crediti
creditori di assicurazione – rami danni
Totale
808.440
664.440
291.891
944.895
1.388.751
4.098.417
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
51
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
20
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 5.371.784
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
361
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 5.372.145
L: Stato Passivo
Numero: 16.802
Importo: € 19.199.753
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: 0
52
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
COMAR ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN GENOVA (Via XX Settembre 12/7 – c.a.p. 16121)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 2/08/1990 – G.U. n. 183 del 7/08/1990
Commissario liquidatore
dott.ssa Elisabetta Vassallo
Comitato di sorveglianza
dott. Marco Lagomarsino - presidente
prof. Michele Siri - componente
avv. Ernesto Lavatelli – componente
Numero di telefono della liquidazione
010/561644
Numero di telefax della liquidazione
010/5702778
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
29/9 – 2/10/90
Tribunale
Genova
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
29/01/2003 - Genova
Esito giudizio di primo grado
assoluzione perché il fatto non sussiste o perché il
fatto non costituisce reato.
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Intervenuta transazione
53
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
18/03/2003
Data deposito
Tribunale competente
Genova
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
28/09/2005 e 16/03/2009
Categoria creditori
prededuzione
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale - tributi e imposte
crediti del locatore
creditori di assicurazione
creditori chirografari
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
80.773
943.765
585.499
109.312
405.401
40.261
13.470.482
626.458
Totale
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
100
39,6
20
16.261.951
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
8.745.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
536.000
€
1.768.000
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 11.049.000
L: Stato Passivo
Numero: 6.590
Importo: € 48.434.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
54
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
COMPAGNIA DI FIRENZE S.P.A.
SEDE IN FIRENZE (Piazza della Indipendenza, 13 - c.a.p.
50129)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 9/12/1981 - G.U. n. 337 del 9/12/1981
Commissario liquidatore
dott. Gabriele Caprioli
Comitato di sorveglianza
avv. Paolo Fanfani - presidente
avv. Paolo Malesci - componente
Numero di telefono della liquidazione
055/471926
Numero di telefax della liquidazione
055/471926
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Aviva Assicurazioni s.p.a.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
28/12/1982
Tribunale
Firenze
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data della sentenza di primo grado e
Tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
8/02/1996 e 3/03/1992 – Firenze
sentenza di condanna con patteggiamento per
alcuni esponenti aziendali e sentenza di condanna
per altri esponenti aziendali confermata in appello
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data della sentenza di primo grado e
Tribunale competente
28/07/2004 e 27/09/2007 – Firenze
Esito del giudizio di primo grado
sentenza di condanna
Stato del giudizio
sentenza definitiva
55
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
14/10/1989
Tribunale competente
Firenze
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
Privilegio generale - agenti
Privilegio generale- altri creditori
Totale
1.022.709
1.159.785
750.269
33.138
2.965.901
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
H: Deposito piani di riparto parziale
SI
28/11/2013
Categoria creditori
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
maggiorati di interessi
Importo in euro
creditori privilegiati ed ipotecari
Totale
7.915.522
7.915.522
100
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
al lordo degli accantonamenti per il
piano di riparto parziale
€
9.069.827
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
239.000
€
0
€
1.100.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
Totale attivo
€ 10.408.827
L: Stato Passivo
Numero: 2.429
Importo: € 37.319.921
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
56
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
COMPAGNIA EUROPEA DI PREVIDENZA S.P.A. DI
ASSICURAZIONE E RIASSICURAZIONE CON SEDE IN
ROMA (Via Marcello Malpighi, 9 - c.a.p. 00161)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 15/10/1985 - G.U. n. 248 del 21/10/1985
Commissario liquidatore
avv. Carlo Mario D’Acunti e rag. Alfio D’Urso
Comitato di sorveglianza
avv. Sergio Russo - presidente
avv. Alfonso Ilaria - componente
geom. Pietro Scarpelli - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/4403938
Numero di telefax della liquidazione
06/4403937
[email protected]
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Tua Assicurazioni già Duomo UniOne S.p.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
12/07/1986
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
18/10/1993 - Roma
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna per il reato di bancarotta
fraudolenta
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
29/10/2001 - 21/01/2002 – Roma
tribunale competente
La Corte di Appello di Roma ha condannato un
ex amministratore, dichiarato la prescrizione
Esito del giudizio
invocata da alcuni convenuti e rigettato la
domanda nei confronti di altri.
Stato del giudizio
Definitivo
57
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
22/07/1997
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale- lavoratori autonomi
Privilegio generale - agenti
Privilegio generale- erario
Totale
632.719
416.482
47.942
2.254
1.099.397
100
100
100
100
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
12.761.836
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
2.410
€
2.817.806
€
2.555.483
€
27.889
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 18.165.424
L: Stato Passivo
Numero: 1.555
Importo: € 35.216.255
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 3
Importo: € 1.300.897
58
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
COMPAGNIA ITALIANA DI ASS.NI COMITAS S.P.A.
SEDE IN GENOVA (Via Fieschi, 8/12 – c.a.p. 16121)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 31/07/1992 – G.U. n. 133 del 5/08/1992
Commissario liquidatore
prof. Giampaolo Provaggi
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi – presidente
avv. Stefano Arcifa - componente
dott. Marco Lagomarsino – componente
Numero di telefono della liquidazione
010/5451499
Numero di telefax della liquidazione
010/5451934
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
06/08/1992
Tribunale
Genova
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
22/06/2001 – Genova
condanna di ex amministratori a pene detentive, al
risarcimento danni ed al pagamento di una
provvisionale di € 258.228 (incassata dalla
procedura)
patteggiamento di tutti gli imputati in appello.
Annullamento di una condanna per irregolarità
della estradizione. Conferma delle statuizioni civili
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Stato giudizio
in corso
59
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
18/01/2006
Data deposito
Tribunale competente
Genova
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
prededuzione
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
Totale
74.615
1.458.392
1.721.479
689.907
3.944.393
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
30
100
100
100
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
7.651.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
5.657.000
€
3.580.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€ 10.880.000
€
Totale attivo
217.000
€ 27.985.000
L: Stato Passivo
Numero: 41.732
Importo € 114.063.000.
Numero: 3
Importo € 4.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse a riserva o
condizione
Numero: 3
Importo € 664.000
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
60
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
COMPAGNIA MERIDIONALE DI ASSICURAZIONI E
RIASSICURAZIONI
SEDE IN NAPOLI (Piazza Matteotti, 7 – c.a.p. 80133)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 6/11/1981 - G.U. n. 309 del 10/11/1981
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
avv. Chiara Silvestri
Dott.ssa Concetta Ferrara - presidente
Dott.ssa Simonetta Di Simone - componente
Dott.ssa Paola Maddalena – componente
Numero di telefono della liquidazione
081/5519210
Numero di telefax della liquidazione
081/5523415
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
UNIPOL SAI S.p.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
28-30/10/1981 – Napoli
Tribunale
Napoli
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
03/07/1995 – Napoli
Esito giudizio di primo grado
Procedimento dichiarato estinto per morte degli
imputati
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio
23/10/2001
Dichiarato estinto per prescrizione il diritto al
risarcimento del danno
61
Bollettino IVASS n. 4/2015
Stato del giudizio
La Corte di Appello di Napoli sentenza n.
797/2005 del 18 febbraio 2005 ha condannato gli
eredi dell’amministratore delegato al risarcimento
dei danni “intra vira hereditatis” e ha rigettato la
domanda proposta nei confronti degli altri
convenuti
F: Deposito stato passivo
Data deposito
22/12/1986
Tribunale competente
Napoli
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
634.654
549.301
51.988
32.848
crediti ipotecari
Totale
100
100
100
100
1.268.791
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 10.468.179
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
62.843
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 10.531.022
L: Stato Passivo
Numero: 8.069
Importo: € 22.932.736
Numero: 0
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
62
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
COMPAGNIA TIRRENA DI ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Massimi, 158 – c.a.p. 00136)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
31/05/1993 - G.U. n. 126 del 1/06/1993
Commissario liquidatore
avv. Gregorio Iannotta
Comitato di sorveglianza
prof. avv. Adolfo di Majo – presidente
avv. Mario Del Vecchio - componente
dott. Salvatore D’Amico - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/30183234
Numero per informazioni creditori
0630183255
Numero di telefax della liquidazione
06/35420169
E-mail
[email protected]
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore e Imprese
designate
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
22/06/1994
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
pende ricorso per cassazione
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
20/12/1999 - Roma
Esito giudizio di primo grado
dichiarazione non luogo a procedere
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
NO
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e della società di
revisione
Data sentenza primo grado e
20/01/2010- Roma
tribunale competente
sentenza di condanna degli ex amministratori al
Esito del giudizio di primo grado
risarcimento del danno quantificato in euro
193.594.159
63
Bollettino IVASS n. 4/2015
Stato del giudizio
pendono appelli
F: Deposito stato passivo
Data deposito
22/02/2001
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito primo piano di riparto
12/5/2005
Data deposito secondo piano di
riparto
19/04/2010
Categoria creditori
prededuzione
crediti assistiti da privilegio generale crediti lavoro- previdenza sociale
privilegio speciale rami danni
privilegio speciale rami danni accertati
successivamente al 31/12/2004 con
collocazione chirografaria per mancata
capienza privilegio speciale
creditori di assicurazione – ramo vita
privilegio speciale senza individuazione
beni
creditori di assicurazione – quota
degradata in chirografo
chirografo
acconti erogati rientrati
Totale
Importo in euro
(comprensivo primo e
secondo piano di riparto ed
al lordo acconti autorizzati)
2.951.377
55.922.025
64
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
167.915.234
40
7.838.897
15
6.419.798
100
4.403.202
25
64.089.584
25
29.557.082
2.125.076
341.222.275
25
-
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
(compresi accantonamenti primo e
secondo piano di riparto)
€
42.606.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
333.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
59.932.000
€
175.623.000
€
4.442.000
Totale attivo
€
282.936.000
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 32.306
Importo: € 817.934.000
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 81
Importo: € 192.087.000
65
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
COSIDA S.P.A.
SEDE IN NAPOLI (Via Posillipo, 390 – c.a.p. 80123)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.P.R. 17/11/1978 - G.U. n. 328 del 23/11/1978
Commissario liquidatore
avv. prof. Fiorenzo Liguori
Comitato di sorveglianza
avv. Luigi Pappalardo – presidente
dott. Paolo Vasquez - componente
dott. Francesco Cilento – componente
Numero di telefono della liquidazione
081/5751171
Numero di telefax della liquidazione
081/5751555
E-mail
[email protected] PEC [email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
UnipolSai s.p.a.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
10-11/01/1979
Tribunale
Napoli
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
20/10/1986 – Napoli
Esito giudizio di primo grado
condanna di ex amministratori e sindaci
Stato del giudizio
Costituzione di parte civile
della liquidazione
con sentenze della Corte d’Appello di Napoli e
della Cassazione sono state parzialmente
riformate le condanne; sentenza definitiva
SI - liquidata a favore della procedura una
provvisionale di euro 206.582,76
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviata
66
Imprese in l.c.a.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
30/09/1986
Tribunale competente
Napoli
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
25/10/2012
Importo in euro
(al lordo acconti
autorizzati)
1.619.358
917.278
257.216
2.024.826
2.315.252
2.221.945
9.557.102
59.671
18.972.648
Categoria creditori
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale - prev. sociale
privilegio generale – crediti erariali
mutui ipotecari
creditori di assicurazione
creditori diversi
Totale
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
56,57
100
100
100
39,40
27,42
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
7.681.706
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
3.160.000
€
30.645
€
81.434
€
10.953.785
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 7.629
Importo: € 44.475.601
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 1
Importo: € 197.070
67
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
D’EASS ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN PALERMO (Via Ugo La Malfa, 44 – c.a.p. 90146)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 26/04/1995 - G.U. n. 100 del 02/05/1995
Commissario liquidatore
dott. Giuseppe Glorioso
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi – presidente
dott. Fabrizio Dioguardi – componente
dott. Andrea Dara – componente
Numero di telefono della liquidazione
091/6889900 – 091/6889901
Numero di telefax della liquidazione
091/6882774
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
25-26/10/1995
Tribunale
Stato del giudizio
Palermo
con sentenza del 18/07/1997 il Tribunale di
Palermo ha rigettato l’opposizione proposta.
Sentenza definitiva
68
Imprese in l.c.a.
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
09/07/2002 – Palermo
condanna di ex amministratori a pene detentive ed
al risarcimento danni da quantificarsi con separato
giudizio
con sentenza del 09/01/2006 la Corte d’Appello di
Palermo ha parzialmente riformato la sentenza di
primo grado in merito alle pene detentive per un ex
amministratore e confermato nel resto la sentenza
appellata. Con sentenza del 23/04/2007 la Corte di
Cassazione ha rigettato i ricorsi proposti dagli ex
amministratori, ha annullato in parte la sentenza
impugnata nei confronti di un terzo e rinviato ad
altra sezione della Corte d’Appello di Palermo per
nuovo esame (sentenza definitiva per esponenti
aziendali). La Corte d’Appello con sentenza del
10/06/2008 ha confermato la sentenza di primo
grado del 09/07/2002. Sentenza definitiva.
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e/o società di
revisione
Data della sentenza e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
11/06/2004 e 13/09/2004 – Palermo
estinzione nei confronti di un ex amministratore,
degli ex sindaci e della società di revisione per
intervenuta transazione e condanna di altri ex
amministratori al risarcimento del danno da
quantificarsi nella successiva fase del giudizio. Non
coltivato.
Stato del giudizio
sentenza definitiva
F: Deposito stato passivo
Data deposito
28/06/2000
Tribunale competente
Palermo
69
Bollettino IVASS n. 4/2015
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - avvocati
privilegio generale – medici, consulenti
privilegio generale – periti
privilegio generale - agenti
privilegio generale – artigiani
privilegio speciale – crediti per contributi
ass. obbl. per IVS
privilegio speciale – crediti per contributi
ass. obbl. diversi IVS
privilegio ex art. 2752 c.c. – crediti enti
locali per tributi diretti
privilegio speciale – Consap per sx RCA
privilegio speciale
– per sx in
coassicurazione o CID
privilegio speciale – UCI per sx RCA
esteri
privilegio speciale – per sx non soggetti
all’obbligo
privilegio speciale
– Compagnie
designate per sx RCA
privilegio speciale – per rimborso ratei
premio non goduto
Totale
214.457
818.149
32.578
72.815
241.861
763
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
100
100
457
100
206
14.038
676.017
5.125
11.733
49.839
887.898
279
3.026.215
2,506
2,506
2,506
2,506
2,506
2,506
2,506
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
10 .609.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
2.325.000
€
4.494.000
€
116.000
€
17.544.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse
Numero: 2.133
Importo: € 115.754.000 comprensivo di importo
riservato pari a € 33.757.000
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 11
Importo: € 16.702.000
70
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
DELTA COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI E
RIASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Giacomo Barzellotti, 8 – c.a.p. 00136)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/03/1993 - G.U. n. 77 del 02/04/1993
Commissario liquidatore
avv. Olivia Mandolesi
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi –
dal 1/1/15 prof. avv. Michele Giuseppe Vietti
presidente
dott. Luigi Braito - componente
avv. Luca de Rosa - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/64011976 - 3293908753
Numero di telefax della liquidazione
06/64011976
[email protected]
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Non autorizzata al ramo r.c.auto
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
24/02/1994
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
18/12/08 Roma
Esito giudizio di primo grado
condanna di ex amministratore
Stato del giudizio
Appello: con sentenza del 17/05/11 è stata ridotta
la pena; la Cassazione con sentenza del
17/01/2013 ha rigettato i ricorsi di due ex
amministratori ed ha disposto la trasmissione degli
atti alla Procura nei confronti di un altro ex
amministratore
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
71
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
16/09/2004 Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna di ex amministratori e sindaci
Stato del giudizio
pendente ricordo in Cassazione
F: Deposito stato passivo
Data deposito
11/12/2002
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
categoria creditori
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale – agenti
privilegio generale - prev. sociale
privilegio generale - erario
privilegio generale - coassicuratori
privilegio generale – creditori diversi
creditori di assicurazione (compresa
la parte in chirografo)
chirografo
Totale
08/07/2008
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
151.765
979.421
28.607
25.046
25.225
44.046
105
2.501.390
143.933
3.899.538
72
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
100
100
27,55 privilegio e 16,47
chirografo
16,47
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
14.187.009
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
1.373.775
Immobili da vendere (valore ultima stima)
Crediti ancora da recuperare (valore iscritto in
contabilità)
Altre attività ancora da realizzare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
0
€
179.323
€
62.396
€
15.802.503
L: Stato Passivo
Numero: 308
Importo: € 17.751.300
Numero: 9
Importo: € 8.256.268
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 4
Importo: € 1.949.154
73
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
ETRUSCA S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Marcello Malpighi, 9 - c.a.p. 00161)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 15/10/1985 - G.U. n. 248 del 21/10/1985
Commissario liquidatore
avv. Carlo Mario D’Acunti e rag. Alfio D’Urso
Comitato di sorveglianza
avv. Sergio Russo - presidente
avv. Alfonso Ilaria- componente
geom. Pietro Scarpelli - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/4403938
Numero di telefax della liquidazione
06/4403937
[email protected]
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Tua Assicurazioni già Duomo UniOne S.p.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
12/07/1986
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
18/10/1993 - Roma
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna per il reato di bancarotta
fraudolenta
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
74
Imprese in l.c.a.
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
20/04/2000 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna al risarcimento dei danni
Stato del giudizio
sentenza definitiva - la Corte di Appello ha
dichiarato la prescrizione dell’azione e la sentenza
è stata confermata in Cassazione
F: Deposito stato passivo
Data deposito
25/03/1994
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale – previdenza sociale
privilegio generale - erario
massa assicurati in privilegio speciale e
chirografo
altri creditori privilegio generale e/o
prededuzione. Erario
Totale
18/12/2007
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
217.096
215.407
169.598
31.282
112
8.829.008
599.655
10.062.158
75
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
49,82
100
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
5.083.422
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
2.376
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
0
€
576.372
€
8.780
Totale attivo
€
5.670.950
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 1.257
Importo: € 21.993.903
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 4
Importo: € 368.962
76
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
EURO LLOYD DI ASSICURAZIONE S.p.A. CON SEDE IN
NAPOLI (Piazza Matteotti, 7 – c.a.p. 80133)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/07/1982 - G.U. n. 208 del 30/07/1982
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
avv. prof. Nicola Rocco di Torrepadula
Dott.ssa Concetta Ferrara - presidente
Dott.ssa Simonetta Di Simone - componente
Dott.ssa Paola Maddalena- componente
Numero di telefono della liquidazione
081/5519210
Numero di telefax della liquidazione
081/5523415
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
UNIPOL SAI S.p.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
8/12/1983
Tribunale
Napoli
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
7/07/1997 – Napoli
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna
Stato del giudizio
la Corte di Cassazione con sentenza del 9/6/2003
ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso proposto
contro la sentenza della Corte di Appello
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
77
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
Stato del giudizio
22/11/2005 – Napoli
dichiarata inammissibile la domanda proposta
contro taluni amministratori e condanna di altri al
risarcimento dei danni
la Corte di Appello con sentenza n. 2151/2014,
accogliendo gli appelli proposti da 3 amministratori
dichiarati soccombenti con la sentenza di primo
grado, ha rigettato la domanda di risarcimento
proposta dalla liquidazione
F: Deposito stato passivo
Data deposito
27/10/1986
Tribunale competente
Napoli
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
Privilegio generale – professionisti
Privilegio generale agenti
Totale
102.187
171.709
14.158
288.054
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
78
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 3.398.015
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 3.398.015
L: Stato Passivo
Numero: 9.414
Importo: € 25.320.712
Posizioni ammesse in via definitiva
79
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
FARO COMPAGNIA DI ASSICURAZIONE E
RIASSICURAZIONE S.p.A. CON SEDE IN GENOVA (Piazza
Piccapietra 73/1 – c.a.p. 16121)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 28/07/2011 - G.U. n. 185 del 10/08/2011
Commissario liquidatore
avv. Andrea Grosso
Comitato di sorveglianza
dott. Gianluca Savino – presidente
avv. Arturo Flick - componente
prof. avv. Paolo Giudici – componente
Numero di telefono della liquidazione
010/8595001
Numero di telefax della liquidazione
010/8595005
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
NO
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
23/05/2012
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Stato del giudizio
Roma
condanna con giudizio abbreviato dell’ex
amministratore delegato e a seguito di
patteggiamento di un consigliere, rinvio a giudizio
degli altri imputati
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviata
80
Imprese in l.c.a.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
06/06/2014
Tribunale competente
Genova
G: Acconti corrisposti ai creditori
NO
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
48.949.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
171.594.000
€
0
€
33.562.000
€
113.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 254.218.000
L: Stato Passivo
Numero: 10.942
Importo: € 98.557.000
Numero: 29.982
Importo: € 976.939.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 169
Importo: € 411.000
81
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
FIRS ITALIANA DI ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Adelmo Niccolai 24/26 – c.a.p. 00155)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 23/05/1994 – G.U. n. 122 del 27/05/1994
dott. Mario Perrone sino al 31/12/2014
avv. Riccardo Szemere dall’1/1/2015
avv. Fulvio Baldacci - presidente
avv. Nicola Simonelli - componente
sig. Nicola Palmiotti – componente
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
Numero di telefono della liquidazione
06/4090131 – 06/4067733
Numero di telefax della liquidazione
06/4061033
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
17/12/1994
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
05/10/2006 - Roma
condanna di ex amministratori e sindaci a pene
detentive ed al risarcimento dei danni in favore
della liquidazione
La Corte d’Appello con sentenza 9 febbraio 2010
ha dichiarato di non doversi procedere nei confronti
di alcuni ex amministratori, confermando per il
resto la sentenza di primo grado
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
82
Imprese in l.c.a.
Data sentenza di primo grado nei
confronti di altri amministratori e
tribunale competente
06/06/2000 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna di ex amministratori con sospensione
della pena detentiva (patteggiamento)
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
Data sentenza primo grado nei
confronti di altro amministratore e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
17/12/2004 - Roma
condanna a pena detentiva, al risarcimento danni
ed al pagamento di una provvisionale
Stato del giudizio
appello respinto - sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e della società di
revisione
Data sentenza primo grado e
22/01/09 – Roma
tribunale competente
condanna di ex amministratori al risarcimento
Esito del giudizio di primo grado
danni, respinta la domanda per altri esponenti
aziendali
transatta posizione della società di revisione.
Stato del giudizio
Pende giudizio d’appello
F: Deposito stato passivo
22/01/2001
Data deposito
Tribunale competente
Roma
G: Acconti e riparti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
pegno e ipoteca
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
creditori di assicurazione ramo vita
creditori di assicurazione ramo danni
erario - prededuzione
creditori diversi - prededuzione
Totale
20.921
2.879.170
14.444.911
575.099
5.037
33.162.486
274.132
11.703
51.373.459
83
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
18,72
15
100
100
Bollettino IVASS n. 4/2015
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
05/08/2010
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
46.920.185
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
26.447
€
4.603.000
€
51.807.573
€
236.986
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 103.595.004
L: Stato Passivo
Numero: 4.806
Importo: € 357.302.381.
Numero: 5
Importo: € 698.396
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 27
Importo: € 10.842.669
84
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
IL SOLE ASSICURAZIONI E RIASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (Via Fabio Filzi, 8 – c.a.p. 20124)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 09/01/1998 - G.U. n. 10 del 14/01/1998
Commissario liquidatore
prof. avv. Giulio Ponzanelli
Comitato di sorveglianza
dott. Claudio Ferrario - presidente
avv. Pietro Maria Tantalo - componente
avv. Andrea Grosso – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/67100494
Numero di telefax della liquidazione
02/66713800
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
11/10/2000
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
NO
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
27/06-03/10/2002 – Milano
Esito del giudizio di primo grado
condanna di ex amministratori e sindaci
Stato del giudizio
con sentenza 17/05/2007 della Corte di Appello
parziale riforma della sentenza di condanna; il
ricorso in Cassazione è stato oggetto di rinuncia da
parte di un ex esponente aziendale con il quale è
sottoscritta una transazione che ha consentito
l’incasso di € 350.000,00 oltre la tassa di registro
85
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
28/02/2002
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
crediti di assicurazione
Totale
408.580
464.277
156.981
23.527.590
24.557.428
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
90
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
658.582
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
1.000.000
€
0
€
1.582.089
€
0
€
3.240.671
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 2.056
Importo: € 33.421.339
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 4
Importo: € 52.569
86
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
INTEREUROPEA DI ASS.NI E RIASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Marcello Malpighi, 9 - 00161)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 15/10/1985 - G.U. n. 248 del 21/10/1985
Commissario liquidatore
avv. Carlo Mario D’Acunti e rag. Alfio D’Urso
Comitato di sorveglianza
avv. Sergio Russo - presidente
avv. Alfonso Ilaria- componente
geom. Pietro Scarpelli - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/4403938
Numero di telefax della liquidazione
06/4403937
[email protected]
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Tua Assicurazione già Duomo Uni-One S.p.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
12/07/1986
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
18/10/1993 - Roma
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna per il reato di bancarotta
fraudolenta
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
23/1 - 4/03/2002 - Roma
Esito del giudizio
improcedibilità della domanda
87
Bollettino IVASS n. 4/2015
Stato del giudizio
la Corte di Appello di Roma ha condannato un ex
amministratore, dichiarato la prescrizione
invocata da alcuni convenuti e rigettato la
domanda per gli altri.
F: Deposito stato passivo
17/12/1999 .
Data deposito
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
Importo in euro
credito di lavoro dipendente
lavoro autonomo (compreso chirografo)
agenti
erario
previdenza sociale
massa assicurati (compreso chirografo)
chirografo
Totale
1.218.990
620.959
226.457
94.667
13.944
23.941.025
92.372
26.208.414
100
100
100
100
100
70
50
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 23.242.144
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
32.194
€
1.171.500
€
3.666.949
€
35.067
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 28.147.854
L: Stato Passivo
Numero: 1.915
Importo: € 49.936.040
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 4
Importo: € 2.264.171
88
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
LA CONCORDIA SPA
SEDE IN CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) (Via
Amendola,16 – c.a.p. 20063)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
- D.P.R. 31/03/1978 - G.U. n. 99 del 11/04/1978
avv. Patrizia Parenti
dal 1/1/2015 dott.ssa Elena Biffi
prof. dott. Antonio Costa - presidente
prof.ssa Albina Candian - componente
prof. avv. Giuseppe Conte – componente
dal 1/1/2015 Toni Atrigna – presidente
avv. Paolo Barbanti Silva – componente
avv. Fabrizio Colonna - componente
Numero di telefono della liquidazione
02/92103649
Numero di telefax della liquidazione
02/92103649
[email protected]
PEC: [email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
21-22/03/1978
Tribunale
Milano
sentenza definitiva
Stato del giudizio
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
25/02/1988 – Milano
Esito giudizio di primo grado
condanna di amministratori e sindaci
Stato del giudizio
le sentenze della Corte d’Appello del 31/05/1989 e
della Corte di Cassazione Sez. V del 22/11/1990
hanno riformato in parte la sentenza di primo grado
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
89
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
30/09/1986
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale - imposte
Totale
30/01/2013
Importo in euro
(al lordo acconti
autorizzati)
520.000
403.879
9.503
21.000
954.382
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
2.022.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
2.039.000
€
694.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
0
€
4.755.000
L: Stato Passivo
Numero: 1.184
Importo: € 18.088.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
90
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
LA PENINSULARE S.P.A.
SEDE IN MILANO (Via Visconti di Modrone, 36 – c.a.p.
20122)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 15/11/1983 – G.U. n. 318 del 19/11/1983
Commissario liquidatore
avv. Patrizia Parenti
Comitato di sorveglianza
prof. dott. Antonio Costa - presidente
prof.ssa Albina Candian - componente
prof. avv. Giuseppe Conte – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/76020902
Numero di telefax della liquidazione
02/76021025
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Ambra Assicurazioni s.p.a. in l.c.a.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
22/05/1984
Tribunale
Milano
sentenza definitiva
Stato del giudizio
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
08-25/03/1999 – Milano
condanna di amministratori e sindaci; è stata
riconosciuta una provvisionale di € 5.164.569
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
91
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
11/11/1992
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
10/10/2012
Importo in euro
(al lordo acconti
autorizzati)
prededuzione
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
Totale
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
134.700
584.759
262.760
16.143
998.362
100
100
40
40
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
Titoli in patrimonio (valore nominale)
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
905.000
€
0
€
976.000
€
0
€
0
€
1.881.000
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 2.058
Importo: € 37.563.000
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 2
Importo: € 21.659.140
92
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
LA POTENZA SOCIETA’ DI MUTUA ASSICURAZIONE
SEDE IN ROMA (Via Massimi, 158 – c.a.p. 00136)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/07/1982 – G.U. n. 210 del 2/08/1982
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
Numero di telefono della liquidazione
avv. Gregorio Iannotta
Avv. Nicola Simonelli – presidente
Dott. Cosimo Damiano Totino – componente
Dott. Franco Cocco - componente
06/30183545
06/30183211
Numero di telefax della liquidazione
E-mail -pec
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Unipol Sai S.p.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
8/02/1986
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
9/11/1993 – Roma
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna
Stato del giudizio
la Corte di Appello di Roma, in riforma della
sentenza di primo grado, ha dichiarato di non
doversi procedere nei confronti di un esponente
aziendale per morte dell’imputato e nei confronti
degli altri per prescrizione - sentenza confermata
in Cassazione
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Stato del giudizio
Definitivo per rigetto della domanda
93
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
11/04/1986
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
creditori di assicurazione – rami danni
(compresa la parte in chirografo)
chirografo
Totale
686.980
268.899
435.990
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
10.908.592
72
1.307.500
13.607.961
65
H: Deposito piani di riparto finale
SI
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
3.501.844
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
0
€
3.501.844
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 7.000
Importo: € 18.723.098
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
94
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
L’EDERA COMPAGNIA ITALIANA DI ASS.NE S.P.A.
SEDE IN ROMA (Viale Castro Pretorio, 82 – c.a.p. 00185)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 29/07/1997 - G.U. n. 179 del 2/08/1997
Commissario liquidatore
Avv. Michele Costa
Comitato di sorveglianza
prof. avv. Filippo Satta - presidente
dott. Gennaro Visconti - componente
sig. Maurizio Mazzucchi - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/4474211
Numero di telefax della liquidazione
06/447421369
E-mail
[email protected]
Indirizzo PEC
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Stato del giudizio
Pende ricorso in Cassazione
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviato
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e/o della società di
revisione
Non avviata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
03 maggio 2012
Roma
Tribunale competente
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
1.540.968
95
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
Bollettino IVASS n. 4/2015
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
61.250.207
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
42.501.223
€
7.401.140
Immobili da vendere (valore iscritto in
contabilità) e Partecipazioni
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
Totale attivo
0
€ 111.152.570
L: Stato Passivo
Numero: 790
importo € 330.520.000
Posizioni ammesse
96
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
LLOYD CENTAURO ITALIANA S.p.A.
SEDE IN NAPOLI (Piazza Matteotti, 7 - c.a.p. 80133)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.P.R. 17/11/1978 - G.U. n. 328 del 23/11/1978
Commissario liquidatore
avv. Chiara Silvestri
Comitato di sorveglianza
Dott.ssa Concetta Ferrara - presidente
dott.ssa Simonetta Di Simone - componente
dott.ssa Paola Maddalena – componente
Numero di telefono della liquidazione
081/5510466
Numero di telefax della liquidazione
081/5523415
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
UNIPOL SAI S.p.A.
Impresa cessionaria
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
10/01/1979
Tribunale
Napoli
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
11/1/1982 – Napoli
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
97
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
23/03/2001 – Napoli
Esito del giudizio
sentenza di condanna
Stato del giudizio
la Corte di Appello di Napoli ha dichiarato la
nullità della sentenza di primo grado. Il giudizio è
stato riassunto innanzi al Tribunale di Napoli
F: Deposito stato passivo
Data deposito
19/07/1984
Tribunale competente
Napoli
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale – professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale– previdenza sociale
crediti ipotecari – credito fondiario
Totale
451.274
248.027
26.379
1.385.653
103.291
2.214.624
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
98
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 13.390.854
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
607.496
€
0
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 13.998.350
L: Stato Passivo
Numero: 14.927
Importo: € 26.427.962
Numero: 2
Importo: € 144.791
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
99
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
LLOYD NAZIONALE ITALIANO – NITLLOYD S.p.A.
CON SEDE IN MILANO (Corso Matteotti, 8 – c.a.p. 20121)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 31/07/1992 - G..U. n. 183 del 5/08/1992
Commissario liquidatore
dott.ssa Maura Naponiello
Comitato di sorveglianza
dott. Enrico Panzacchi - presidente
rag. Adriano Gandini – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/780551 - 02/780552
Numero di telefax della liquidazione
02/76023608
[email protected]
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
non autorizzata al ramo
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
10/11/1992
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
12/12/1997 - Milano
Esito giudizio di primo grado
sentenza di condanna
Stato del giudizio
sentenza definitiva di condanna per alcuni
amministratori confermata in Cassazione con
riconoscimento di provvisionale, per un
amministratore pende appello
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviata
100
Imprese in l.c.a.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
2/12/2003
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
12/5/2005
Importo in euro
(al lordo acconti
autorizzati)
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale - prev. sociale
privilegio generale - altri creditori
creditori di assicurazione – rami danni
(compresa la parte in chirografo)
creditori di assicurazione - frazioni premio
altri creditori - chirografo
Totale
5.501
984.404
9.498
35.576
21.686
4.069.455
687.111
1.078.381
6.891.612
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
maggiorati di interessi
100
100
100
100
100
28 su capitale
64,19 su interessi
28
28
H bis: Acconti corrisposti ai creditori dopo piano riparto
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
creditori di assicurazione – rami danni
1.876
11.879
6.385.395
creditori di assicurazione – frazioni di
premio
altri creditori - chirografo
Totale
369.197
639.929
7.408.276
101
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
maggiorati di interessi
100
100
64,68 capitale
100,00 interessi
19,97
19,97
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
(compreso somme non ancora
distribuite per irreperibilità dei
creditori)
€
3.089.036
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
1.751.898
€
1.233.360
€
0
€
6.074.294
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 14.132
Importo: € 20.646.673
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 2
Importo: € 478.005
102
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
LLOYD NAZIONALE S.P.A. COMPAGNIA ITALIANA DI
ASSICURAZIONI E RIASSICURAZIONI – GIÀ ASSIOLIMPIA
S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Savoia, 80 – c.a.p. 00198)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/06/1992 – G.U. n. 160 del 9/07/1992
Commissario liquidatore
prof. Angelo Cremonese
prof. avv. Adolfo Di Majo - presidente
dott. Pompeo Arienzo - componente
rag. Gilda Vermiglio – componente
Comitato di sorveglianza
Numero di telefono della liquidazione
06/8558141
Numero di telefax della liquidazione
06/8844500
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
04/06/1993
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
06/06/2000 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna di ex amministratori con sospensione
della pena detentiva (patteggiamento)
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
No - dichiarata inammissibile
Data sentenza di primo grado nei
confronti di altri amministratori e
sindaci e tribunale competente
05/10/2006 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
condanna di altri ex amministratori e di sindaci a
pene detentive in parte condonate
Stato del giudizio
pendente in appello
Costituzione di parte civile
della liquidazione
No - dichiarata inammissibile
103
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e della società di
revisione
Esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
Stato del giudizio
29/03/2007 - ROMA
condanna di amministratori e sindaci al
risarcimento danni
giudizio di appello interrotto per decesso di uno
degli appellanti
Società di revisione
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
27/02/2002 - ROMA
Esito del giudizio di primo grado
respinta la domanda
Stato del giudizio
Con sentenze del 19/01/2006 e del 29/11/2011 la
Corte di Appello e la Corte di Cassazione hanno
respinto il ricorso.
F: Deposito stato passivo
12/11/1999
Data deposito
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
Totale
786.000
1.571.000
2.357.000
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
104
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
50
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 10.646.484
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
3.192.000
€ 13.763.000
0
€ 27.601.484
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 22.016
Importo: € 220.701.671
Posizioni ammesse in via definitiva
105
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
NORDEST ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN GENOVA (Corso A. Saffi 39/5 - c.a.p. 16128)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/10/1994 – G.U. n. 255 del 31/10/1994
Commissario liquidatore
dott. Alessandro Lualdi
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi – presidente;
avv. Stefano Arcifa – componente;
dott. Marco Lagomarsino – componente
Numero di telefono della liquidazione
010/5531525
Numero di telefax della liquidazione
010/716104
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
09/07/1996
Tribunale
Genova
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Stato del giudizio
Concluso per intervenuta prescrizione
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
12/05/2008
Tribunale competente
Genova
106
Imprese in l.c.a.
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
21/12/2011
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale – professionisti
privilegio crediti inps
privilegio agenti
creditori di assicurazione
94.340
374.370
5.807
100.774
3.642.047
4.217.338
totale
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
35
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
1.652.486
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
4.000.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
€
0
€
2.371.622
Totale attivo
€
0
8.024.108
L: Stato Passivo
Posizioni ammesse in via definitiva
Numero: 1922
Importo: € 14.697.944
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 24
Importo: € 1.124.729
107
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
NOVIT ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN TORINO (via Pisa 29, c.a.p. 10152)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 07/04/2011 - G.U. n. 99 del 30/04/2011
Commissario liquidatore
prof. avv. Andrea Gemma
Comitato di sorveglianza
avv. Matteo Mungari - presidente
prof. avv. Michele S. Desario - componente
dott. Giampaolo Provaggi - componente
Numero di telefono della liquidazione
011/4836900
Numero di telefax della liquidazione
011/4368129
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
imprese designate
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
12/03/2012
Tribunale
Torino
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviato
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e/o della società di
revisione
Non avviata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
18/02/2014
Tribunale competente
Torino
G: Acconti corrisposti ai creditori
NO
108
Imprese in l.c.a.
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
6.298.151
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
3.224
€
0
€
1.386.718
€
301.042
€
7.989.135
Immobili da vendere (valore iscritto in
contabilità)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 9.220
Importo: € 137.570.980
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 8
Importo: € 6.099.066
109
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
PAN ASS COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI E
RIASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (via Ripamonti, 89 – c.a.p. 20141)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 03/12/1986 - G.U. n. 285 del 09/12/1986
Commissario liquidatore
dott. Enrico Panzacchi
Comitato di sorveglianza
avv. Pierpaolo Galimi - presidente
dott. Renato Santini - componente
dott. Alessandro Saccani – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/5693400
Numero di telefax della liquidazione
02/5693400
[email protected]
PEC: [email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Unipol SAI s.p.a.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
03/03/1987
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
28/10/1991 – Milano
condanna degli ex amministratori con
patteggiamento da parte degli imputati e
conseguente estromissione della parte civile
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI - nessun risarcimento ottenuto
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
30/10/1991 – Milano
condanna (altri ex amministratori) con sospensione
della pena, poi condonata
Stato del giudizio
Costituzione di parte civile
della liquidazione
sentenza definitiva
SI - definito risarcimento in via transattiva per
complessivi € 75.000
110
Imprese in l.c.a.
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
30/10/91 – Milano
condanna (altri) con pene condonate
Stato del giudizio
Costituzione di parte civile
della liquidazione
sentenza definitiva
SI - definito risarcimento in via transattiva per
complessivi € 27.000
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
10/05/1989 - Milano
Data sentenza di primo grado e
Tribunale competente
Esito del giudizio
respinte istanze della procedura, decisione
confermata in appello e in Cassazione
Stato del giudizio
sentenza definitiva
F: Deposito stato passivo
Data deposito
11/09/1995
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
prededuzione
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
crediti ipotecari
crediti previdenziali
crediti erariali
crediti con privilegio mobiliare
crediti di assicurazione
Totale
25/06/2010
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
1.378
560.131
1.620.557
230.273
837.278
139.363
43.531
10.610
8.091.480
11.534.601
111
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
100
100
100
23
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
4.304.279
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
3.425
€
1.319.000
€
2.517.000
€
12.000
€
8.155.704
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 1.088
Importo: € 46.005.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 2
Importo: € 70.856
112
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
PROGRESS ASSICURAZIONI S.p.A.
SEDE IN PALERMO (Piazza Alberigo Gentili 3 - c.a.p. 90143)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 29/03/2010 – G.U. n. 91 del 30/03/2010
Commissario liquidatore
avv. Carlo Alessi
Comitato di sorveglianza
avv. Massimo Liguori – componente;
rag. Luigi Andreoli – presidente;
avv. Fabrizio Dioguardi – componente
Numero di telefono della liquidazione
091/286111
Numero di telefax della liquidazione
091/6259351
E-mail
[email protected]
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Imprese designate
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
29/03/2011
Tribunale
Palermo
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Stato del giudizio
Non avviato
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
24/09/2014
Tribunale competente
Palermo
G: Acconti corrisposti ai creditori
No
113
Bollettino IVASS n. 4/2015
H: Deposito piani di riparto parziale
No
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
Titoli in patrimonio (valore nominale)
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
125.851.200
€
2.667.200
€
7.080.200
€
6.693.200
€
22.500
€
142.314.300
L: Stato Passivo
Numero: 19.553
Importo: € 66.516.100
Numero: 29.485
Importo: € 203.447.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 3
Importo: € 2.596.400
114
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
RAPPRESENTANZA GENERALE PER L’ITALIA DELLA
RHONE MEDITERRANEE COMPAGNIA FRANCESE DI
ASSICURAZIONE
SEDE IN GENOVA (Corso Aurelio Saffi 39/4 -c.a.p. 16128)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 27/10/1994 – G.U. n. 255 del 31/10/1994
Commissario liquidatore
dott. Alessandro Lualdi
Comitato di sorveglianza
avv. Carlo Alessi – presidente;
avv. Stefano Arcifa – componente;
dott. Marco Lagomarsino – componente
Numero di telefono della liquidazione
010/550701
Numero di telefax della liquidazione
010/716104
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
09/07/1996
Tribunale
Genova
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Stato del giudizio
Concluso per avvenuta prescrizione
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
F: Deposito stato passivo
Data deposito
30/12/2014
Tribunale competente
Genova
115
Bollettino IVASS n. 4/2015
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
creditori ipotecari
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
Totale
1.371.455
1.195.387
1.560.000
4.126.842
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
H: Deposito piani di riparto parziale
No
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
605.366
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
11.500.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
7.431.845
€
6.194.954
€
522.087
€
26.254.252
L: Stato Passivo
Numero: 36.049
Importo: € 45.033.947
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: 0
116
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
SAN GIORGIO S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Massimi, 158 - c.a.p. 00136)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 15/03/1982 - G.U. n. 73 del 16/03/1982
Commissario liquidatore
avv. Piero Cesarei
Comitato di sorveglianza
avv. Nicola Simonelli - presidente
dott. Cosimo Damiano Totino - componente
Rag. Luigi Andreoli - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/30183543
Numero di telefax della liquidazione
06/30183211
E-mail-pec
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Unipol Sai
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
29/01/1983
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
15/05/1993 e 18/02/1991 – Roma
Esito giudizio di primo grado
condanna per il reato di bancarotta fraudolenta
per due consiglieri di amministrazione, pena
condonata per un consigliere, assoluzione perché il
fatto non costituisce reato per un altro consigliere
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Esito del giudizio
la Corte di Appello di Roma, in sede di rinvio, con
sentenza del 19/09 - 21/11/2001 ha accolto la
domanda di risarcimento danni nei confronti
dell’amministratore delegato
Stato del giudizio
sentenza definitiva
117
Bollettino IVASS n. 4/2015
F: Deposito stato passivo
Data deposito
28/01/1988
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
creditori ipotecari
Totale
416.315
192.328
470.182
113.259
1.192.084
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
197.489
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
Immobili da vendere
€
2.291.062
€
0
€
0
€
2.488.551
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 4.500
Importo: € 25.215.538
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: 0
118
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
SANREMO S.P.A. ASSICURAZIONI E RIASSICURAZIONI
SEDE IN ROMA (Via Ennio Quirino Visconti, 103 – c.a.p.
00193)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 19/07/1989 - G.U. 170 del 22/07/1989
Commissario liquidatore
prof avv. Giuseppe Terranova
Comitato di sorveglianza
dott. Alessandro Nardi – presidente
avv. Elena Valenza – componente
avv. Angela Vecchione – componente
Numero di telefono della liquidazione
06/3215803 – 06/3222982
Numero di telefax della liquidazione
06/3223749
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
04/02/1994
Tribunale
Stato del giudizio
Roma
opposizione rigettata con sentenza del Tribunale di
Roma del 1° marzo – 9 giugno 1995, appello
rigettato con sentenza del 16/3 – 10/5/99, ricorso
alla Corte di Cassazione respinto con sentenza
del 8/7 – 9/9/05. Con sentenza del 12/03 –
25/6/08 la Corte di Cassazione ha dichiarato
inammissibile il ricorso per la revocazione della
sentenza della Corte di Cassazione dell’8/79/9/05. Con sentenza del 24 gennaio 2013 è stato
dichiarato inammissibile il ricorso per la
revocazione della sentenza della Corte di Appello
119
Bollettino IVASS n. 4/2015
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
Stato del giudizio
9/2/04-8/4/04 – Roma
condanna di ex amministratori a pene detentive ed
al risarcimento del danno, con una provvisionale
di € 250.000,00
La Corte d’Appello con sentenza 15/6/10 ha
confermato la sentenza di primo grado. La Corte di
Cassazione con sentenza dell’8 febbraio 2013 ha
rigettato il ricorso di controparte con condanna alla
spese in favore della liquidazione
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
18/4 – 18/5/2000 – Roma
Esito del giudizio di primo grado
rigetto della domanda per prescrizione
Stato del giudizio
la Corte di Appello di Roma ha rigettato l’eccezione
di prescrizione e gli appelli incidentali e ha disposto
la sospensione del giudizio in attesa della
conclusione del giudizio penale. Il ricorso per
Cassazione è stato rigettato con sentenza del 10
ottobre 2008. Il procedimento innanzi la Corte
d’Appello è stato riassunto e all’udienza del 18
novembre 2014 è stata trattenuta in decisione con
termini per comparse conclusionali e repliche.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
28/07/1995
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale – dipendenti
privilegio generale – professionisti
privilegio generale – agenti
privilegio generale - enti previdenziali
privilegio generale - erario
privilegio speciale – creditori di
assicurazione
Totale
930.077
2.160.226
61.058
132.485
1.677
2.138.178
5.424.161
120
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
6
Imprese in l.c.a.
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€ 12.092.290
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
6.477.235
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
€
4.764.000
€
2.314.619
€
42.857
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 25.691.001
L: Stato Passivo
Numero: 16.795
Importo: € 158.257.090
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 1
Importo: € 92.215
121
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
SARP ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (Via Volturno, 44 – c.a.p. 20124)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 22/01/1997 - G.U. n. 23 del 29/01/1997
Commissario liquidatore
Prof. Roberto Tasca
Comitato di sorveglianza
dott. Enrico Panzacchi - presidente
avv. Paolo Guzzetti - componente
sig. Antonio Papa – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/6966931
Numero di telefax della liquidazione
02/69669331
E-mail
[email protected]
E-mail PEC
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
06/02/2003
Tribunale
Stato del giudizio
Milano
con sentenza del 13/03/2008 Il Tribunale di Milano
ha rigettato l’opposizione proposta. Sentenza
definitiva.
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Milano
Stato del giudizio
dichiarato non luogo a procedere
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Azione non attivata
122
Imprese in l.c.a.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
13/07/2000
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
creditori pignoratizi
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale – artigiani
privilegio generale - prev. sociale
crediti erariali
crediti del locatore ex art. 2764 c.c.
creditori di assicurazione – rami danni
Chirografo
Totale
18/10/2005
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
243.995
340.916
2.227.380
390.943
1.454
214.099
1.189
1.389
32.942.726
323.304
36.687.395
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
59
100
81
98
89
85
28
87
26
16
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
18.351.140
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
0
€
686.275
€
1.547
€
19.038.962
L: Stato Passivo
Numero: 4.985
Importo: € 113.596.716
Numero: 1
Importo: € 20.328.960
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative a riserva
condizionale
123
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
SEQUOIA PARTECIPAZIONI S.P.A.
SEDE IN TORINO (via Pisa 29, c.a.p. 10152)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 07/04/2011 - G.U. n. 99 del 30/04/2011
Commissario liquidatore
prof. avv. Andrea Gemma
Comitato di sorveglianza
avv. Matteo Mungari - presidente
prof. avv. Michele S. Desario - componente
dott. Giampaolo Provaggi - componente
Numero di telefono della liquidazione
011/4836900
Numero di telefax della liquidazione
011/4368129
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
non applicabile
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
30/08/2012
Tribunale
Torino
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Non avviato
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali e/o della società di
revisione
Non avviata
F: Deposito stato passivo
NO
G: Acconti corrisposti ai creditori
NO
124
Imprese in l.c.a.
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
130.465
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
22.959
€
0
€
153.424
Immobili da vendere (valore iscritto in
contabilità)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
125
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
SIAC ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (Via Visconti di Modrone, 36 – c.a.p. 20122)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 13/05/1998 - G.U. n. 112 del 16/05/1998
Commissario liquidatore
prof. avv. Bruno Inzitari
Comitato di sorveglianza
dott. Claudio Ferrario - presidente
prof. avv. Michele Siri - componente
avv. Pietro Maria Tantalo – componente
Numero di telefono della liquidazione
02/76020902
Numero di telefax della liquidazione
02/76021025
E-mail
PEC: [email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Non autorizzata al ramo r.c.auto
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
NO
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
NO
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Intervenuta transazione
F: Deposito stato passivo
Data deposito
10/04/2000
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
NO
126
Imprese in l.c.a.
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
27/11/2006
Importo in euro
creditori di assicurazione
510.000
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
34,56
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
Titoli in patrimonio (valore nominale)
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
559.000
€
0
€
0
€
17.000
€
97.000
€
673.000
L: Stato Passivo
Numero: 1.234
Importo: € 5.296.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 1
Importo: € 268.000
127
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
S.I.D.A. – SOCIETA’ ITALIANA DI ASSICURAZIONI S.P.A.
CON SEDE IN ROMA (Via Massimi, 158 - c.a.p. 00136)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 23/07/1993 - G.U. n. 173 del 26/07/1993
Commissario liquidatore
avv. Gregorio Iannotta
Comitato di sorveglianza
prof. avv. Adolfo di Majo - presidente
avv. Mario Del Vecchio - componente
dott. Salvatore D’Amico - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/30183234
Numero di telefono per informazioni
ai creditori – ore 9.00-12.00
0630183255
Numero di telefax della liquidazione
06/35420169
[email protected]
[email protected]
E-mail
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Groupama Assicurazioni S.p.A. (già Nuova Tirrena)
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
22/06/1994
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
pende ricorso per cassazione
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
28/09/2007 - Roma
Esito giudizio di primo grado
dichiarazione non luogo a procedere per
intervenuta estinzione del reato per prescrizione
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
NO
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
non ancora avviata azione interrotta prescrizione
F: Deposito stato passivo
128
Imprese in l.c.a.
Data deposito
22/02/2001
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
prededuzione
crediti con privilegio generale
privilegio
speciale
creditori
di
assicurazione – rami danni
creditori di assicurazione – credito
degradato in chirografo
chirografo - privilegio speciale senza
individuazione beni
chirografo
Importi erogati rientrati
Totale
12/5/2005
Importo in euro
(al lordo acconti autorizzati)
87.191
14.508.449
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
59.675.050
35
16.562.174
15
1.351.742
15
5.021.357
283.628
97.489.591
15
-
H bis: Ulteriori erogazioni ai creditori dopo piano riparto (autorizzazione del 21
ottobre 2008)
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale
privilegio speciale senza individuazione
dei benichirografo
creditori di assicurazione – credito
degradato in chirografo
Totale
46.572
1.895.442
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
5
5
1.415.603
5.339.742
5
5
8.697.359
129
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
36.988.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
84.000
€
352.000
€
20.852.000
€
212.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€ 58.488.000
L: Stato Passivo
Numero: 8.089
Importo: € 251.299
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 22
Importo: € 41.772.000
130
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
SILE S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Rubicone, 27 – c.a.p. 00198)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
Commissario liquidatore
D.M. 28/03/1981 - G.U. n. 100 del 10/04/1981
dott. Cosimo Damiano Totino
avv. Luigi Manzi - presidente
avv. Isidoro Sperti - componente
avv. Paolo Velani - componente
Comitato di sorveglianza
Numero di telefono della liquidazione
06/8542448
Numero di telefax della liquidazione
06/8542448
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Commissario liquidatore
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
26/05/1982
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
16/02/1995 – Roma
Esito giudizio di primo grado
patteggiamento con un amministratore ed
assoluzione degli altri convenuti in giudizio
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
131
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
13/06/2000 - Roma
Esito giudizio di primo grado
rigetto delle domande della liquidazione
Stato del giudizio
con sentenza del 20/10/2003 la Corte d’Appello di
Roma ha riformato la sentenza di primo grado ed
ha parzialmente accolto le domande della
liquidazione con condanna di ex amministratori al
risarcimento del danno. La Corte di Cassazione
con sentenza del 16/09/2009 ha rigettato tutti i
ricorsi ad eccezione della pronuncia di
compensazione delle spese di giudizio di un ex
amministratore – sentenza definitiva
F: Deposito stato passivo
Data deposito
18/12/1990
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio
generale
–
enti
previdenziali
privilegio generale – erario
Totale
603.863
167.959
7.458
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
1.058.327
638.479
2.476.086
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
132
100
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
599
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
696.766
€
189
€
251.705
€
13.037
€
962.296
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 4.241
Importo: € 8.281.183
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
133
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
TRANS-ATLANTICA S.P.A.
SEDE IN NAPOLI (Riviera di Chiaia, 9 – c.a.p. 80122)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 31/07/1986 - G.U. n. 183 del 08/08/1986
Commissario liquidatore
prof. avv. Antonio Blandini
Comitato di sorveglianza
avv. Francesco Borza - presidente
avv. Maura Moscarella - componente
prof. Salvatore Sica - componente
Numero di telefono della liquidazione
081/7612143 - 081/7612167
Numero di telefax della liquidazione
081/7612143
E-mail
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Tua Assicurazioni già Duomo UniOne S.p.A
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
15/07/1987
Tribunale
Napoli
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
Esito giudizio di primo grado
Stato del giudizio
20/04/2001 – Napoli
condanna di ex amministratori e sindaci
con sentenza della Corte d’Appello di Napoli del
26/06/2008 sono state riformate le condanne; il
ricorso promosso in Cassazione dalla Procura
Generale è stato dichiarato inammissibile con
sentenza del 23/02/10
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
134
Imprese in l.c.a.
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
Tribunale competente
31/05/2000 dep. 10/11/2000 - Napoli
Esito del giudizio
negativo per la liquidazione
Stato del giudizio
con sentenza di appello del 17/04/2003 sono stati
condannati esponenti aziendali al pagamento di €
1.423.665 oltre interessi; è stata transatta una
posizione con l’incasso di € 590.000; il ricorso nei
confronti degli altri esponenti aziendali è stato
respinto dalla Suprema Corte di Cassazione. Il
Tribunale di Napoli ha dichiarato l’estinzione del
processo nei confronti dell’ex Direttore Generale
condannato in sede penale.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
28/10/1996
Tribunale competente
Napoli
G: Acconti corrisposti ai creditori
Importo in euro
Categoria creditori
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
privilegio generale - altri crediti
privilegio generale - prev. sociale
privilegio generale – crediti erariali
Totale
458.589
617.567
331.294
1.444
80.598
40.047
1.529.539
H: Deposito piani di riparto parziale
NO
135
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
100
100
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
1.522.653
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
6.000.000
€
7.000.000
€
133.141
€
0
€
14.655.794
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 1.134
Importo: € 34.260.921
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
136
Imprese in l.c.a.
IMPRESA
UNICA ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN MILANO (Largo Richini,2/a– c.a.p. 20122)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
D.M. 04/08/1984 – G.U. n. 217 del 08/08/1984
avv. Patrizia Parenti
dal 1/1/2015 dott. avv. Pierpaolo Galimi
prof. dott. Antonio Costa - presidente
prof.ssa Albina Candian - componente
prof. avv. Giuseppe Conte – componente
dal 1/1/2015 Toni Atrigna – presidente
avv. Paolo Barbanti Silva – componente
avv. Fabrizio Colonna - componente
Numero di telefono della liquidazione
02/36684000
Numero di telefax della liquidazione
02/32066622
E-mail
PEC: [email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Ambra Assicurazioni s.p.a. in L.C.A.
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
22/10/1985
Tribunale
Milano
Stato del giudizio
sentenza definitiva
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
18/07/1994 – Milano
Esito giudizio di primo grado
gli imputati hanno patteggiato
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile
della liquidazione
SI
137
Bollettino IVASS n. 4/2015
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
30/01/1997 - Milano
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio
dichiarata l’estinzione del giudizio
Stato del giudizio
con sentenze di appello n. 2760/1999 e della Corte
di Cassazione n. 14102/02 è stata confermata
l’estinzione del giudizio. La procedura ha incassato
€ 300.000 dall’assicurazione del legale
responsabile dell’esito negativo del giudizio
F: Deposito stato passivo
Data deposito
14/10/1992
Tribunale competente
Milano
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
prededuzione
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
privilegio generale - agenti
Totale
08/04/2010
Importo in euro
(al lordo acconti
autorizzati)
329.585
551.297
263.603
99.653
1.244.138
138
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
50
50
Imprese in l.c.a.
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
4.037.271
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
580.000
€
1.107.746
€
0
€
5.725.017
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
L: Stato Passivo
Numero: 1.371
Importo: € 35.658.522
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
139
Bollettino IVASS n. 4/2015
IMPRESA
UNIONE EURO-AMERICANA DI ASSICURAZIONI S.P.A.
SEDE IN ROMA (Via Massimi, 158 – c.a.p. 00136)
A: Informazioni Generali
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 23/07/1993 - G.U. n. 173 del 26/07/1993
Commissario liquidatore
avv. Gregorio Iannotta
Comitato di sorveglianza
prof. Avv. Adolfo di Majo - presidente
avv. Mario Del Vecchio - componente
dott. Salvatore D’Amico - componente
Numero di telefono della liquidazione
06/30183234
Numero di telefono per informazioni
creditori - ore 9:00-12:00
0630183255
Numero di telefax della liquidazione
E-mail
06/35420169
[email protected]
[email protected]
B: Sistema di liquidazione dei sinistri r.c. auto
Impresa cessionaria
Groupama Assicurazioni S.p.A.(già Nuova Tirrena)
C: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
22/06/1994
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
pende ricorso per cassazione
D: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
14/05/07 - Roma
Esito giudizio di primo grado
dichiarazione non luogo a procedere per
intervenuta estinzione del reato per prescrizione
Stato del giudizio
sentenza definitiva
Costituzione di parte civile della
liquidazione
NO
E: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non ancora avviata azione interrotta prescrizione
140
Imprese in l.c.a.
F: Deposito stato passivo
Data deposito
22/02/2001
Tribunale competente
Roma
G: Acconti corrisposti ai creditori
Vedi punto seguente
H: Deposito piani di riparto parziale
Data deposito
Categoria creditori
prededuzione
creditori con privilegio generale
creditori di assicurazione – rami danni
chirografo - priv. speciale senza
individuazione beni
chirografo - quota eccedente rami danni
chirografo
importi erogati rientrati
Totale
12/5/2005
Importo in euro
(al lordo acconti in
precedenza autorizzati e
comprese tardive e
opposizioni
successivamente definite)
50.911
6.708.230
34.127.523
290.510
4.769.196
675.310
252.003
46.873.683
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
50
14
14
14
-
H bis: Ulteriori pagamenti corrisposti ai creditori dopo piano riparto (autorizzazione
del 21/10/2008)
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale
privilegio speciale con individuazione dei
beni- rami danni
privilegio speciale con individuazione dei
beni
chirografo
chirografo quota eccedente rami danni
Totale
3.130
124.064
141
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
6
401.264
6
295.989
1.989.005
2.813.452
6
6
Bollettino IVASS n. 4/2015
I: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
6.523.000
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
23.000
€
2.038.000
€
4.301.000
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Altre attività ancora da realizzare
(valore iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
95.000
€
12.980.000
L: Stato Passivo
Numero: 5.436
Importo: € 85.163.000
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 7
Importo: € 24.326
142
Imprese in l.c.a.
3.1.2 GRUPPO B) LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE DI SOCIETA’ NON
ASSICURATIVE DEL GRUPPO PREVIDENZA
SITUAZIONE AL 31 DICEMBRE 2014
Il gruppo era costituito dalla Previdenza s.p.a. e da n. 24 società controllate, tutte poste in
liquidazione coatta amministrativa.
Al 31 dicembre 2014 risultano chiuse le procedure liquidative delle seguenti n. 15 società:
Andromeda Immobiliare s.r.l., Aprilia Cinque s.r.l., Cantiere Tevere Sicen s.r.l., Costruzioni
Vega s.r.l., Finloan Italia s.r.l., Flavia I s.r.l., Gefinas s.p.a., Iniziativa Immobiliare Villalba
s.r.l., Navar Cantieri s.r.l., Nuova Avian s.p.a., Parco delle Rughe s.r.l., Podere Rovedina
s.r.l., Reno Fly s.r.l., Sud Appalti s.r.l., Tiber Immobiliare s.r.l..
Per tutte le liquidazioni coatte amministrative è stato nominato un unico commissario
liquidatore ed un unico comitato di sorveglianza.
Informazioni Generali
Commissario liquidatore
Comitato di sorveglianza
Sede uffici delle liquidazioni
prof. avv. Filippo Satta
prof. avv. Michele Siri - presidente
dott. Lucio Mariani - componente
dott. Giancarlo Baldriga - componente
Via del Foro Traiano, 1/a - 00187 Roma (studio del
commissario)
Numero di telefono della liquidazione
06/3224933
Numero di telefax della liquidazione
06/32111843
E-mail
[email protected]
143
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
PREVIDENZA S.P.A. Capogruppo
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 16/10/1985 - G.U. n. 248 del 21/10/1985
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
3/11/1987
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza primo grado e
tribunale competente
25/11/1994 – Roma
Esito giudizio di primo grado
condanna di esponenti aziendali
Stato del giudizio
con sentenza del 22/3/1999 la Corte di Cassazione
ha riformato la sentenza d’appello per alcune
posizioni senza rinvio e per altre con rinvio ad altra
sezione della Corte d’Appello che ha
successivamente assolto alcuni imputati.
Costituzione di parte civile della
liquidazione
SI
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Stato del giudizio
riassunto in sede penale – condanna dei convenuti
risultati incapienti
E: Deposito stato passivo
Data deposito
29/11/1991
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - dipendenti
805.543
144
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
Imprese in l.c.a.
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
341.616
1.1500.000
€
206.583
€
0
€
1.698.199
I: Stato Passivo
Numero: 14.732
Importo: € 159.131.035
Numero: 1
Importo: € 17.728.294
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 1
Importo: € 132.508
145
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
CASALONE S.R.L.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 04/12/1987 - G.U. n. 288 del 10/12/1987
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
3/11/1987
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
14/04/1994 - Roma
domanda della procedura rigettata
Stato del giudizio
sentenza definitiva
E: Deposito stato passivo
Data deposito
27/07/1988
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
NO
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
146
Imprese in l.c.a.
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
13
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
184.102
€
0
€
184.115
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 12
Importo: € 656.265
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
147
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
CASTLE IMMOBILIARE S.R.L.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 11/05/1988 - G.U. n. 114 del 17/05/1988
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
04/03/1988
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
Stato del giudizio
15/03/1996 - Roma
condanna dei convenuti al pagamento di €
21.339.999
durante il giudizio di appello alcuni convenuti con
atto di transazione del 12/06/2001 hanno versato la
somma complessiva di € 108.456
E: Deposito stato passivo
Data deposito
09/01/1991
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
prededuzione
creditori privilegiati - dipendenti
creditori privilegiati - professionisti
creditori privilegiati - artigiani
Totale
7.180
181.831
69.072
5.502
263.585
148
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
Imprese in l.c.a.
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
170.162
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
700.000
€
5.098.781
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
€
5.968.943
I: Stato Passivo
Numero: 73
Importo: € 20.223.116
Numero: 3
Importo: € 37.190.637
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
149
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
EMMECIVI S.R.L.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 04/12/1987 - G.U. n. 288 del 10/12/1987
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
3/11/1987
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
24/01/1989 - Roma
condanna del convenuto al pagamento di € 4.275
non incassato per mancanza di beni
Stato del giudizio
sentenza definitiva
E: Deposito stato passivo
Data deposito
23/06/1988
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
NO
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
150
Imprese in l.c.a.
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
0
0
€ 1.084.559
€
Totale attivo
0
€ 1.084.559
I: Stato Passivo
Numero: 5
Importo: € 895.455
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
151
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
EUROMANAGEMENT ITALIA INTERNATIONAL
SELECTIVE BROKERS S.P.A.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 29/10/1990 - G.U. n. 270 del 19/11/1990
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
21/02/1990
Tribunale
Napoli
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
E: Deposito stato passivo
Data deposito
02/07/1993
Tribunale competente
Napoli
F: Acconti corrisposti ai creditori
NO
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
152
Imprese in l.c.a.
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
0
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 9
Importo: € 5.031.808
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero:
Importo: € 0
153
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
FINCAMBI S.P.A.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 11/05/1988 - G.U. n. 114 del 17/05/1988
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
04/03/1988
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Data sentenza di primo grado e
tribunale competente
Esito del giudizio di primo grado
05/03/1996 - Roma
condanna dei convenuti al pagamento di €
2.695.905 non incassati per mancanza di beni dei
convenuti
Stato del giudizio
sentenza definitiva
E: Deposito stato passivo
Data deposito
19/06/1989
Tribunale competente
Roma
154
Imprese in l.c.a.
F: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale-dipendenti
privilegio generale-professionisti
privilegio generale - prev. sociale
creditori ipotecari
Totale
25.750
20.338
96.026
105.946
248.060
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
321.214
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
500.000
€
0
€
0
€
821.214
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 49
Importo: € 14.683.102
Numero: 2
Importo: € 6.870.463
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
155
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
FORTE FILIPPO S.R.L.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 10/02/1989 - G.U. n. 40 del 17/02/1989
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
22/10/1988
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
E: Deposito stato passivo
Data deposito
07/06/1990
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
NO
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
156
Imprese in l.c.a.
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
62.898
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
62.898
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 13
Importo: € 2.035.287
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
157
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
OVERSEAS TRADE CENTER S.P.A.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 11/05/1988 - G.U. n. 114 del 17/05/1988
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
04/03/1988
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
E: Deposito stato passivo
Data deposito
05/02/1992
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
prededuzione - erario
privilegio generale - dipendenti
Totale
109
215.081
215.190
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
158
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
40
Imprese in l.c.a.
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
2.741
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
2.741
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 138
Importo: € 105.321.161
Numero: 2
Importo: € 2.993.928
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni ammesse con riserva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
159
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
RENO FINANZIARIA S.P.A.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 06/04/1990 - G.U. n. 92 del 20/04/1990
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
28/09-04/10/1989
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
E: Deposito stato passivo
Data deposito
24/11/1992
Tribunale competente
Roma
160
Imprese in l.c.a.
F: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
prededuzione
privilegio generale - dipendenti
privilegio generale - professionisti
creditori ipotecari
Totale
3.684
183.378
1.410
68.296
256.768
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
100
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
0
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
0
€
0
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 30
Importo: € 21.018.720
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
161
Bollettino IVASS n. 4/2015
SOCIETA’
SICAMINÓ S.P.A.
A: Provvedimento di liquidazione
Estremi del provvedimento di
liquidazione
D.M. 11/05/1988 - G.U. n. 114 del 17/05/1988
B: Dichiarazione dello stato di insolvenza
Data della sentenza
04/03/1988
Tribunale
Roma
Stato del giudizio
sentenza definitiva
C: Giudizio penale nei confronti degli esponenti aziendali
Vedi Capogruppo
D: Azione di responsabilità nei confronti degli esponenti aziendali
Non attivata
E: Deposito stato passivo
Data deposito
10/02/1989
Tribunale competente
Roma
F: Acconti corrisposti ai creditori
Categoria creditori
Importo in euro
privilegio generale - professionisti
altri privilegi generali
chirografo
Totale
2.229
556
40.367
43.152
G: Deposito piani di riparto parziale
NO
162
% rispetto agli importi
ammessi al passivo
100
100
100
Imprese in l.c.a.
H: Situazione dell’attivo
Disponibilità liquide in cassa e banca
€
51.878
Titoli in patrimonio (valore nominale)
€
0
€
0
€
11.799
€
63.677
Immobili da vendere (valore ultima
stima)
Crediti ancora da recuperare (valore
iscritto in contabilità)
Totale attivo
I: Stato Passivo
Numero: 8
Importo: € 42.817
Posizioni ammesse in via definitiva
Posizioni relative ad opposizioni,
impugnazioni e insinuazioni tardive in
corso
Numero: 0
Importo: € 0
163
4. ATTI COMUNITARI DI INTERESSE PER IL
SETTORE ASSICURATIVO
Bollettino IVASS n. 4/2015
4.1 SELEZIONE DALLA GAZZETTA UFFICIALE DELL’UNIONE EUROPEA
GAZZETTA UFFICIALE
DELL’UNIONE EUROPEA
DESCRIZIONE DELL’ATTO
C 111 del 1° aprile 2015
Notifica preventiva di concentrazione (Caso M.7590 —
Berkshire
Hathaway/Detlev
Louis
Motorrad
Vertriebsgesellschaft) Caso ammissibile alla procedura
semplificata (2015/C 111/07).
C 117 dell’11 aprile 2015
Notifica preventiva di concentrazione (Caso M.7599 —
Apollo Management/Walz Group) Caso ammissibile
alla procedura semplificata (2015/C 117/06).
C 119 del 14 aprile 2015
Notifica preventiva di concentrazione (Caso M.7570 —
CaixaBank / BPI) Caso ammissibile alla procedura
semplificata (2015/C 119/16).
C 120 del 15 aprile 2015
Notifica preventiva di concentrazione (Caso M.7577 —
Fairfax Financial Holdings / Brit) Caso ammissibile alla
procedura semplificata (2015/C 120/04).
C 122 del 16 aprile 2015
Notifica preventiva di concentrazione (Caso M.7609 —
Omnes
Capital/Predica
Prévoyance/Quadran/Quadrica) Caso ammissibile alla
procedura semplificata (2015/C 122/08).
C 130 del 22 aprile 2015
Non opposizione a un’operazione di concentrazione
notificata
(Caso
M.7536
—
Allianz/AIMCo/UTA/Porterbrook) (2015/C 130/01).
C 130 del 22 aprile 2015
Non opposizione a un’operazione di concentrazione
notificata (Caso M.7478 — Aviva/Friends Life/Tenet)
(2015/C 130/02).
C 139 del 28 aprile 2015
Notifica preventiva di concentrazione (Caso M.7597 —
Sabadell/TSB) Caso ammissibile alla procedura
semplificata (2015/C 139/03).
C 141 del 28 aprile 2015
C 141 del 28 aprile 2015
Posizione (UE) n. 7/2015 del Consiglio in prima lettura
in vista dell'adozione del regolamento del Parlamento
europeo e del Consiglio relativo alle procedure di
insolvenza (rifusione) Adottata dal Consiglio il 12 marzo
2015 (2015/C 141/01).
Motivazione del Consiglio: Posizione (UE) n. 7/2015 del
Consiglio in prima lettura in vista dell'adozione del
Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio
relativo alle procedure di insolvenza (rifusione) (2015/C
141/02).
166
5. ALTRE NOTIZIE
Bollettino IVASS n. 4/2015
5.1 TASSO DI INTERESSE GARANTIBILE NEI CONTRATTI RELATIVI AI RAMI
VITA
Determinazione dei tassi massimi di interesse da applicare ai contratti dei rami vita
espressi in euro che prevedono una garanzia di tasso di interesse.
Regolamento ISVAP n. 21 del 28 marzo 2008
Mese di rilevazione
2012 gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
2013 gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
2014 gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
2015 gen
feb
mar
Rendimento Lordo del
titolo di Stato guida
BTP a 10 anni
(1)
6.537
5.546
5.049
5.676
5.783
5.904
5.996
5.882
5.254
4.953
4.851
4.542
4.208
4.493
4.640
4.278
3.964
4.379
4.418
4.419
4.541
4.248
4.095
4.114
3.866
3.651
3.399
3.228
3.123
2.92
2.794
2.633
2.400
2.424
2.290
1.990
1.702
1.557
1.294
TMO
(2)
5.574
5.546
5.049
5.676
5.783
5.901
5.946
5.882
5.254
4.953
4.851
4.542
4.208
4.493
4.640
4.278
3.964
4.379
4.418
4.419
4.474
4.248
4.095
4.155
3.866
3.651
3.399
3.228
3.123
2.920
2.794
2.633
2.400
2.424
2.290
1.990
1.702
1.557
1.294
(Valori percentuali)
Tasso massimo
Tasso massimo
garantibile
garantibile
60%TMO
75%TMO
(TMG)
(TMG)
(3)
(4)
3.344
3.00
4.180
4.00
3.328
3.00
4.160
4.00
3.029
3.00
3.787
4.00
3.406
3.00
4.257
4.00
3.470
3.00
4.337
4.00
3.541
3.00
4.426
4.00
3.567
3.50
4.459
4.00
3.529
3.50
4.412
4.00
3.152
3.50
3.941
4.00
2.972
3.50
3.715
4.00
2.911
3.50
3.638
4.00
2.725
2.75
3.407
4.00
2.525
2.75
3.156
4.00
2.696
2.75
3.370
3.25
2.784
2.75
3.480
3.25
2.567
2.75
3.209
3.25
2.378
2.75
2.973
3.25
2.627
2.75
3.284
3.25
2.651
2.75
3.314
3.25
2.651
2.75
3.314
3.25
2.684
2.75
3.355
3.25
2.549
2.75
3.186
3.25
2.457
2.75
3.071
3.25
4.155
2.75
3.086
3.25
2.320
2.75
2.900
3.25
2.191
2.75
2.738
3.25
2.039
2.25
2.549
3.25
1.937
2.25
2.421
2.50
1.874
2.25
2.342
2.50
1.752
2.25
2.190
2.50
1.676
1.75
2.096
2.50
1.580
1.75
1.975
2.50
1.440
1.75
1.800
2.00
1.454
1.75
1.818
2.00
1.374
1.50
1.718
2.00
1.194
1.50
1.493
2.00
1.021
1.50
1.277
2.00
0.934
1.00
1.168
1.25
0.776
1.00
0.971
1.25
(1) Desunto dalla pubblicazione mensile della Banca d'Italia "Supplementi al Bollettino Statistico - Indicatori monetari e finanziari Mercato finanziario -Tavola n. 7, Indicatore S167005D".
(2) Il TMO di ciascun mese è dato, ai sensi dell'art. 12 di cui al Regolamento ISVAP n. 21/08, dal minore fra il rendimento lordo del BTP a
10 anni del mese considerato e la media semplice dei rendimenti lordi del BTP a 10 anni degli ultimi dodici mesi.
(3) Tasso massimo applicabile ai contratti dei rami vita che prevedono una garanzia di tasso di interesse, per i quali le imprese detengono
una generica provvista di attivi (contratti di cui all'art. 13 del Regolamento ISVAP n. 21/08). Le variazioni del livello di tasso massimo
devono trovare applicazione entro tre mesi dalla fine del mese nel quale se ne determina il valore.
(4) Tasso massimo applicabile, limitatamente ai primi otto anni della durata contrattuale, per i contratti a premio unico di assicurazione
sulla vita non di puro rischio e di capitalizzazione, semprechè l'impresa disponga di un'idonea provvista di attivi per la copertura degli
impegni assunti (contratti di cui all'art. 15 del del Regolamento ISVAP n. 21/08). Le variazioni del livello di tasso massimo devono trovare
applicazione entro tre mesi dalla fine del mese nel quale se ne determina il valore.
170
6. BILANCIO IVASS
_________________________________________________________________________
Bollettino IVASS n. 4/2015
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
IVASS
Approvato dal Consiglio dell’IVASS nella seduta del 30 marzo 2015, ai sensi dell’art. 5,
comma 1, lettera i), e dell’art. 14, comma 3, dello Statuto dell’IVASS.
174
Bilancio IVASS
175
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte I ENTRATA
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI ATTIVI
SOMME ACCERTATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RISCOSSE
RIMASTE DA
RISCUOTERE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
RISCUOTERE
RISCOSSI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
INCASSI
COMPET. E RESIDUI
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE DISPONIBILE
DELL'ESERCIZIO PRESUNTO
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato dalle
prenotazioni d'impegno trasferite all'esercizio
successivo ex art. 18 del Regolamento di Contabilità
CONSISTENZA
DEI RESIDUI
ATTIVI AL 31.12
4.990.856,84
0,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato da
Fondo adeguamenti contrattuali ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
1.330.000,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato da
Fondo giudizi pendenti ex art.12 del Regolamento di
Contabilità
4.227.000,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato da
capitoli spese in c/capitale ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
4.280.036,65
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE PRESUNTO
Totale
I
TITOLO I - ENTRATE CORRENTI
1^
ENTRATE CONTRIBUTIVE
10101
CONTRIBUTO DI VIGILANZA SULL'ATTIVITÀ DI
ASS. E RIASS.
10102
CONTRIBUTO DI VIGILANZA SUGLI
INTERMEDIARI
10103
CONTRIBUTO DI VIGILANZA SUI PERITI
Totale
2^
44.865.103,82
46.171.985,95
0,00
46.171.985,95
-1.306.882,13
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
46.171.985,95
0,00
7.500.000,00
7.337.467,90
451.969,00
7.789.436,90
-289.436,90
1.529.368,05
197.371,00
1.323.837,00
1.521.208,00
8.160,05
7.534.838,90
1.775.806,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
152.828,00
100,00
151.404,00
151.504,00
1.324,00
100,00
151.404,00
52.365.103,82
53.509.453,85
451.969,00
53.961.422,85
-1.596.319,03
1.682.196,05
197.471,00
1.475.241,00
1.672.712,00
9.484,05
53.706.924,85
1.927.210,00
ENTRATE NON CONTRIBUTIVE
10201
RECUPERI E RIMBORSI
130.000,00
119.806,70
568,49
120.375,19
9.624,81
665,74
264,36
286,38
550,74
115,00
120.071,06
854,87
10202
INTERESSI ATTIVI
350.000,00
125.269,43
186.791,47
312.060,90
37.939,10
190.420,58
190.420,58
0,00
190.420,58
0,00
315.690,01
186.791,47
10203
ALTRE ENTRATE NON CONTRIBUTIVE
Totale
Totale Titolo I
II
14.827.893,49
3.226.731,00
2.245.473,14
12.154,27
2.257.627,41
969.103,59
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
2.245.473,14
12.154,27
3.706.731,00
2.490.549,27
199.514,23
2.690.063,50
1.016.667,50
191.086,32
190.684,94
286,38
190.971,32
115,00
2.681.234,21
199.800,61
56.071.834,82
56.000.003,12
651.483,23
56.651.486,35
-579.651,53
1.873.282,37
388.155,94
1.475.527,38
1.863.683,32
9.599,05
56.388.159,06
2.127.010,61
TITOLO II - ENTRATE PER L' ALIENAZIONE DI
BENI PATRIMONIALI, RISCOSSIONE DI CREDITI
E REALIZZO VALORI MOBILIARI
Pagina - 01 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte I ENTRATA
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI ATTIVI
SOMME ACCERTATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RISCOSSE
RIMASTE DA
RISCUOTERE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
RISCUOTERE
RISCOSSI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
CONSISTENZA
INCASSI
DEI RESIDUI
COMPET. E RESIDUI
3^
ATTIVI AL 31.12
ALIENAZIONE DI BENI
20301
ALIENAZIONE BENI IMMOBILI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20302
ALIENAZIONE BENI MOBILI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Totale
4^
RISCOSSIONE CREDITI E REALIZZO VALORI
MOBILIARI
20401
RISCOSSIONE CREDITI DIVERSI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20402
REALIZZO VALORI MOBILIARI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20403
TRASFERIMENTI PER LA REALIZZAZIONE DEL
PROGETTO PILOTA PER IL MONITORAGGIO
DELLA INCIDENTALITA' DEGLI AUTOVEICOLI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10.282,82
10.282,82
0,00
10.282,82
0,00
10.282,82
0,00
20404
TRASFERIMENTI PER CONVENZIONE MISE
PROGETTO "PREVENTIVATORE"
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20405
TRASFERIMENTI PER "PREVENTIVATORE
UNICO"
0,00
864,01
195,84
1.059,85
-1.059,85
295,18
295,18
0,00
295,18
0,00
1.159,19
195,84
20406
TRASFERIMENTI PER CONVENZIONI MISE
Totale
Totale Titolo II
III
0,00
30.925,38
9.695,98
40.621,36
-40.621,36
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
30.925,38
9.695,98
0,00
31.789,39
9.891,82
41.681,21
-41.681,21
10.578,00
10.578,00
0,00
10.578,00
0,00
42.367,39
9.891,82
0,00
31.789,39
9.891,82
41.681,21
-41.681,21
10.578,00
10.578,00
0,00
10.578,00
0,00
42.367,39
9.891,82
TITOLO III - ENTRATE DERIVANTI DA
ACCENSIONE DI PRESTITI
5^
ACCENSIONE PRESTITI
30501
ACCENSIONE MUTUI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
30502
ACCENSIONE ALTRI DEBITI FINANZIARI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Totale
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Totale delle Entrate
56.071.834,82
56.031.792,51
661.375,05
56.693.167,56
-621.332,74
1.883.860,37
398.733,94
1.475.527,38
1.874.261,32
9.599,05
56.430.526,45
2.136.902,43
600.000,00
396.150,97
0,00
396.150,97
203.849,03
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
396.150,97
0,00
18.000.000,00
12.097.689,06
14.650,61
12.112.339,67
5.887.660,33
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
12.097.689,06
14.650,61
3.500.000,00
915.314,33
446.185,69
1.361.500,02
2.138.499,98
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
1.210.757,59
504.200,40
Totale Titolo III
IV
TITOLO IV - PARTITE DI GIRO
6^
ENTRATE DERIVANTI DA PARTITE DI GIRO
40601
RITENUTE ERARIALI E PREVIDENZIALI SUGLI
EMOLUMENTI AGLI ORGANI DELL'AUTORITÀ E
SUI COMPENSI PER PRESTAZIONI DIVERSE DA
PARTE DI TERZI
40602
RITENUTE PREVIDENZIALI ASSISTENZIALI
ERARIALI E VARIE SUGLI EMOLUMENTI AL
PERSONALE
40603
ALTRE PARTITE DI GIRO
Pagina - 02 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte I ENTRATA
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI ATTIVI
SOMME ACCERTATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RISCOSSE
RIMASTE DA
RISCUOTERE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
RISCUOTERE
RISCOSSI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
CONSISTENZA
INCASSI
DEI RESIDUI
COMPET. E RESIDUI
Totale
ATTIVI AL 31.12
22.100.000,00
13.409.154,36
460.836,30
13.869.990,66
8.230.009,34
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
13.704.597,62
518.851,01
Totale Titolo IV
22.100.000,00
13.409.154,36
460.836,30
13.869.990,66
8.230.009,34
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
13.704.597,62
518.851,01
Totale Titolo I
Totale Titolo II
Totale Titolo III
Totale Titolo IV
56.071.834,82
56.000.003,12
651.483,23
56.651.486,35
-579.651,53
1.873.282,37
388.155,94
1.475.527,38
1.863.683,32
9.599,05
56.388.159,06
2.127.010,61
0,00
31.789,39
9.891,82
41.681,21
-41.681,21
10.578,00
10.578,00
0,00
10.578,00
0,00
42.367,39
9.891,82
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
22.100.000,00
13.409.154,36
460.836,30
13.869.990,66
8.230.009,34
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
13.704.597,62
518.851,01
TOTALE ENTRATE
78.171.834,82
69.440.946,87
1.122.211,35
70.563.158,22
7.608.676,60
2.237.810,67
694.177,20
1.533.542,09
2.227.719,29
10.091,38
70.135.124,07
2.655.753,44
Utilizzo avanzo di amministrazione disponibile
2.690.245,14
- Utilizzo AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato
dalle prenotazioni d'impegno trasferite all'esercizio
successivo ex art. 18 del Regolamento di Contabilità
254.166,67
- Utilizzo AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato
da Fondo adeguamenti contrattuali ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
4.095.797,93
- Utilizzo AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato
da Fondo giudizi pendenti ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
975.000,00
- Utilizzo AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato
da capitoli spese in c/capitale ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
2.507.055,25
TOTALE GENERALE
88.694.099,81
Pagina - 03 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte II USCITE
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI PASSIVI
SOMME IMPEGNATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RIMASTE DA
PAGARE
PAGATE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
PAGARE
PAGATI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
CONSISTENZA
PAGAMENTI
DEI RESIDUI
COMPET. E RESIDUI
DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE PRESUNTO
I
PASSIVI AL 31.12
0,00
TITOLO I - USCITE CORRENTI
1^
ORGANI DELL'AUTORITA'
10101
INDENNITÀ DI PRESIDENZA
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10102
INDENNITÀ COMPONENTI CONSIGLIO
DELL'AUTORITÀ
528.000,00
496.000,00
0,00
496.000,00
32.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
496.000,00
0,00
10103
ONERI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI PER
GLI ORGANI DELL'AUTORITÀ
167.000,00
99.302,19
40.000,00
139.302,19
27.697,81
39.111,11
39.111,11
0,00
39.111,11
0,00
138.413,30
40.000,00
10104
MISSIONI E RIMBORSI AGLI ORGANI
DELL'AUTORITÀ
45.000,00
20.902,21
7.371,51
28.273,72
16.726,28
776,65
776,65
0,00
776,65
0,00
21.678,86
7.371,51
740.000,00
616.204,40
47.371,51
663.575,91
76.424,09
39.887,76
39.887,76
0,00
39.887,76
0,00
656.092,16
47.371,51
25.536.000,00
25.048.056,78
18.384,06
25.066.440,84
469.559,16
266.472,69
239.805,69
0,00
239.805,69
26.667,00
25.287.862,47
18.384,06
0,00
6.715.281,70
218.718,30
160.645,63
101.954,38
15.000,00
116.954,38
43.691,25
6.817.236,08
15.000,00
93.970,62
Totale
2^
SPESE PER IL PERSONALE
10201
RETRIBUZIONI E ONERI ACCESSORI PER IL
PERSONALE DI RUOLO
10202
ONERI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI PER IL
PERSONALE DI RUOLO
6.934.000,00
6.715.281,70
10203
ALTRE USCITE PER IL PERSONALE
3.005.000,00
2.684.479,33
0,00
2.684.479,33
320.520,67
125.158,80
6.029,38
93.970,62
100.000,00
25.158,80
2.690.508,71
10204
COMPENSI PER LAVORO STRAORDINARIO
1.110.000,00
1.040.359,57
69.640,43
1.110.000,00
0,00
80.935,75
80.935,75
0,00
80.935,75
0,00
1.121.295,32
69.640,43
10205
ACCANTONAMENTO TFR
1.350.000,00
0,00
1.270.054,20
1.270.054,20
79.945,80
1.199.957,31
1.199.957,31
0,00
1.199.957,31
0,00
1.199.957,31
1.270.054,20
110.000,00
99.809,20
1.000,00
100.809,20
9.190,80
3.815,33
0,00
3.815,33
3.815,33
0,00
99.809,20
4.815,33
20.000,00
5.432,14
6.916,46
12.348,60
7.651,40
7.600,30
5.398,80
2.201,50
7.600,30
0,00
10.830,94
9.117,96
10206
ASSICURAZIONI RELATIVE AL PERSONALE
10207
ACCERTAMENTI SANITARI
10208
INDENNITÀ E RIMBORSI PER MISSIONI
ALL'INTERNO
1.400.000,00
1.343.231,83
56.768,17
1.400.000,00
0,00
197.567,13
197.567,13
0,00
197.567,13
0,00
1.540.798,96
56.768,17
10209
INDENNITÀ E RIMBORSI PER MISSIONI
ALL'ESTERO
500.000,00
429.522,46
67.564,67
497.087,13
2.912,87
25.417,41
25.417,41
0,00
25.417,41
0,00
454.939,87
67.564,67
10210
AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE
Totale
3^
220.000,00
147.237,73
31.398,19
178.635,92
41.364,08
70.277,82
52.313,82
12.750,00
65.063,82
5.214,00
199.551,55
44.148,19
40.185.000,00
37.513.410,74
1.521.726,18
39.035.136,92
1.149.863,08
2.137.848,17
1.909.379,67
127.737,45
2.037.117,12
100.731,05
39.422.790,41
1.649.463,63
3.481.500,00
3.037.777,57
217.873,31
3.255.650,88
225.849,12
221.883,75
32.248,87
189.634,88
221.883,75
0,00
3.070.026,44
407.508,19
571.000,00
376.635,84
134.474,74
511.110,58
59.889,42
181.232,25
145.928,39
5.400,00
151.328,39
29.903,86
522.564,23
139.874,74
35.000,00
10.928,86
12.596,21
23.525,07
11.474,93
7.716,49
2.160,65
5.555,84
7.716,49
0,00
13.089,51
18.152,05
ACQUISIZIONE DI BENI DI CONSUMO E SERVIZI
10301
CANONI DI LOCAZIONE E ONERI ACCESSORI
10302
UTENZE
10303
MANUTENZIONE ORDINARIA BENI MOBILI E
IMMOBILI
10304
ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO
99.205,00
58.074,31
14.123,56
72.197,87
27.007,13
18.829,05
17.622,01
429,00
18.051,01
778,04
75.696,32
14.552,56
10305
ACQUISTO DI PRODOTTI HARDWARE E
SOFTWARE
20.000,00
16.788,35
1.708,00
18.496,35
1.503,65
37.262,10
37.262,10
0,00
37.262,10
0,00
54.050,45
1.708,00
10306
NOLEGGIO, MANUTENZIONE E ASSISTENZA
PRODOTTI HARDWARE E SOFTWARE
1.993.000,00
1.274.415,93
234.756,41
1.509.172,34
483.827,66
586.942,06
461.791,84
38.939,90
500.731,74
86.210,32
1.736.207,77
273.696,31
10307
SELEZIONE DEL PERSONALE
10308
CONSULENZE E COLLABORAZIONI
30.000,00
4.148,00
0,00
4.148,00
25.852,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
4.148,00
0,00
600.029,63
440.405,14
6.904,67
447.309,81
152.719,82
56.107,92
37.453,05
14.276,00
51.729,05
4.378,87
477.858,19
21.180,67
Pagina - 04 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte II USCITE
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI PASSIVI
SOMME IMPEGNATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RIMASTE DA
PAGARE
PAGATE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
PAGARE
PAGATI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
CONSISTENZA
PAGAMENTI
DEI RESIDUI
COMPET. E RESIDUI
10309
ORGANIZZAZIONE E PARTECIPAZIONE A
CONGRESSI, CONVEGNI E ALTRE
MANIFESTAZIONI
10310
PRESTAZIONI DI ALTRI SERVIZI
10311
SPESE DI RAPPRESENTANZA
10312
10313
10.000,00
6.516,02
3.483,98
10.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
6.516,02
3.483,98
2.427.606,00
1.682.417,43
631.147,42
2.313.564,85
114.041,15
750.136,11
692.164,28
37.532,36
729.696,64
20.439,47
2.374.581,71
668.679,78
60.000,00
35.832,03
14.167,35
49.999,38
10.000,62
13.277,50
13.277,50
0,00
13.277,50
0,00
49.109,53
14.167,35
PUBBLICITÀ
25.000,00
19.200,00
2.891,48
22.091,48
2.908,52
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
19.200,00
2.891,48
TRADUZIONI E PUBBLICAZIONI
10.000,00
6.365,34
548,39
6.913,73
3.086,27
2.601,50
2.583,35
0,00
2.583,35
18,15
8.948,69
548,39
9.362.340,63
6.969.504,82
1.274.675,52
8.244.180,34
1.118.160,29
1.875.988,73
1.442.492,04
291.767,98
1.734.260,02
141.728,71
8.411.996,86
1.566.443,50
2.818.500,00
2.678.847,39
52.854,38
2.731.701,77
86.798,23
68.076,03
66.975,42
1.000,61
67.976,03
100,00
2.745.822,81
53.854,99
582.420,00
565.853,07
0,00
565.853,07
16.566,93
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
565.853,07
0,00
Totale
4^
PASSIVI AL 31.12
USCITE DIVERSE E STRAORDINARIE
10401
ONERI TRIBUTARI E FINANZIARI
10402
QUOTE DI ISCRIZIONE A ORGANISMI NAZIONALI
ED INTERNAZIONALI
10403
ALTRE USCITE
10404
TRASFERIMENTI AD ALTRE AUTORITÀ
Totale
5^
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
2.733.155,18
2.222.755,18
510.400,00
2.733.155,18
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
2.222.755,18
510.400,00
6.134.075,18
5.467.455,64
563.254,38
6.030.710,02
103.365,16
68.076,03
66.975,42
1.000,61
67.976,03
100,00
5.534.431,06
564.254,99
RESTITUZIONI, RIMBORSI E ALTRE USCITE NON
CLASSIFICABILI
10501
FONDO DI RISERVA
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10502
FONDO DI COMPENSAZIONE ENTRATE
CONTRIBUTIVE
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10503
FONDO ADEGUAMENTI CONTRATTUALI
1.330.000,00
0,00
0,00
0,00
1.330.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10504
FONDO GIUDIZI PENDENTI
4.227.000,00
0,00
0,00
0,00
4.227.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10505
RESTITUZIONI E RIMBORSI DIVERSI
10506
ALTRI FONDI
10507
FONDO SVALUTAZIONE CREDITI
10508
FONDO RISCHI TFR
Totale
Totale Titolo I
II
10.000,00
3.809,03
0,00
3.809,03
6.190,97
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
3.809,03
0,00
1.730.000,00
0,00
0,00
0,00
1.730.000,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
891.227,80
0,00
0,00
0,00
891.227,80
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
14.367,26
0,00
0,00
0,00
14.367,26
14.367,26
0,00
14.367,26
14.367,26
0,00
0,00
14.367,26
8.202.595,06
3.809,03
0,00
3.809,03
8.198.786,03
14.367,26
0,00
14.367,26
14.367,26
0,00
3.809,03
14.367,26
64.624.010,87
50.570.384,63
3.407.027,59
53.977.412,22
10.646.598,65
4.136.167,95
3.458.734,89
434.873,30
3.893.608,19
242.559,76
54.029.119,52
3.841.900,89
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
10.000,00
4.474,60
1.220,00
5.694,60
4.305,40
1.421,10
0,00
1.421,10
1.421,10
0,00
4.474,60
2.641,10
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
TITOLO II - USCITE IN CONTO CAPITALE
6^
ACQUISTO IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI,
IMMATERIALI E FINANZIARIE
20601
ACQUISTO IMMOBILI E ONERI DI
RISTRUTTURAZIONE
20602
ACQUISTO IMPIANTI, ATTREZZATURE E
MACCHINE D'UFFICIO NON INFORMATICHE
20603
MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI,
ATTREZZATURE E MACCHINE
20604
ACQUISTO AUTOMEZZI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20605
MANUTENZIONE STRAORDINARIA AUTOMEZZI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Pagina - 05 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte II USCITE
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI PASSIVI
SOMME IMPEGNATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RIMASTE DA
PAGARE
PAGATE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
PAGARE
PAGATI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
CONSISTENZA
PAGAMENTI
DEI RESIDUI
COMPET. E RESIDUI
PASSIVI AL 31.12
20606
ACQUISTO APPARECCHIATURE HARDWARE
90.000,00
14.431,60
1.512,80
15.944,40
74.055,60
438.574,60
161.942,80
276.631,80
438.574,60
0,00
176.374,40
278.144,60
20607
ACQUISTO SOFTWARE
158.457,94
11.856,81
1.995,04
13.851,85
144.606,09
250.860,16
134.025,03
115.890,00
249.915,03
945,13
145.881,84
117.885,04
91.373,70
20608
PROGETTAZIONE SISTEMI INFORMATICI
434.300,00
65.242,41
17.934,00
83.176,41
351.123,59
73.439,70
0,00
73.439,70
73.439,70
0,00
65.242,41
20609
ACQUISTO MOBILI D'UFFICIO E ARREDI
13.000,00
501,19
0,00
501,19
12.498,81
1.678,72
1.678,72
0,00
1.678,72
0,00
2.179,91
0,00
20610
MANUTENZIONE STRAORDINARIA MOBILI
D'UFFICIO E ARREDI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
705.757,94
96.506,61
22.661,84
119.168,45
586.589,49
765.974,28
297.646,55
467.382,60
765.029,15
945,13
394.153,16
490.044,44
Totale
7^
CONCESSIONE CREDITI E ACQUISTO VALORI
MOBILIARI
20701
CONCESSIONE CREDITI DIVERSI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20702
ACQUISTO VALORI MOBILIARI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20703
SPESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO
PILOTA PER IL MONITORAGGIO DELLA
INCIDENTALITA' DEGLI AUTOVEICOLI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
2.056,56
2.056,56
0,00
2.056,56
0,00
2.056,56
0,00
20704
SPESE PER CONVENZIONE MISE PROGETTO
"PREVENTIVATORE"
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
20705
SPESE PER "PREVENTIVATORE UNICO"
20706
SPESE PER CONVENZIONI MISE
Totale
Totale Titolo II
III
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
52.683,90
29.154,21
23.529,69
52.683,90
0,00
29.154,21
23.529,69
1.264.331,00
59.250,54
61.690,95
120.941,49
1.143.389,51
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
59.250,54
61.690,95
1.264.331,00
59.250,54
61.690,95
120.941,49
1.143.389,51
54.740,46
31.210,77
23.529,69
54.740,46
0,00
90.461,31
85.220,64
1.970.088,94
155.757,15
84.352,79
240.109,94
1.729.979,00
820.714,74
328.857,32
490.912,29
819.769,61
945,13
484.614,47
575.265,08
TITOLO III - USCITE DERIVANTI DA ESTINZIONE
DI PRESTITI
8^
ESTINZIONE PRESTITI
30801
RIMBORSI MUTUI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
30802
RIMBORSI DI ALTRI ONERI FINANZIARI
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Totale
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Totale delle Uscite
66.594.099,81
50.726.141,78
3.491.380,38
54.217.522,16
12.376.577,65
4.956.882,69
3.787.592,21
925.785,59
4.713.377,80
243.504,89
54.513.733,99
4.417.165,97
600.000,00
396.150,97
0,00
396.150,97
203.849,03
847,60
847,60
0,00
847,60
0,00
396.998,57
0,00
18.000.000,00
12.025.485,91
86.853,76
12.112.339,67
5.887.660,33
31.009,13
30.018,36
0,00
30.018,36
990,77
12.055.504,27
86.853,76
Totale Titolo III
IV
TITOLO IV - PARTITE DI GIRO
9^
USCITE DERIVANTI DA PARTITE DI GIRO
40901
RITENUTE ERARIALI E PREVIDENZIALI SUGLI
EMOLUMENTI AGLI ORGANI DELL'AUTORITÀ E
SUI COMPENSI PER PRESTAZIONI DIVERSE DA
PARTE DI TERZI
40902
RITENUTE PREVIDENZIALI ASSISTENZIALI
ERARIALI E VARIE SUGLI EMOLUMENTI AL
PERSONALE
Pagina - 06 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO D'ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - PROSPETTO DI RIPARTIZIONE DELLE ENTRATE E DELLE USCITE PER TITOLI, CATEGORIE E CAPITOLI
Parte II USCITE
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI PASSIVI
SOMME IMPEGNATE
Tit.
Cat.
PREVISIONI
DEFINITIVE
Cap.
RIMASTE DA
PAGARE
PAGATE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
AL 1°,01
RIMASTI DA
PAGARE
PAGATI
TOTALE
DIFFERENZE
TOTALE
CONSISTENZA
PAGAMENTI
DEI RESIDUI
COMPET. E RESIDUI
40903
ALTRE PARTITE DI GIRO
PASSIVI AL 31.12
3.500.000,00
1.356.548,02
4.952,00
1.361.500,02
2.138.499,98
488.135,34
85.911,68
402.223,66
488.135,34
0,00
1.442.459,70
407.175,66
22.100.000,00
13.778.184,90
91.805,76
13.869.990,66
8.230.009,34
519.992,07
116.777,64
402.223,66
519.001,30
990,77
13.894.962,54
494.029,42
Totale Titolo IV
22.100.000,00
13.778.184,90
91.805,76
13.869.990,66
8.230.009,34
519.992,07
116.777,64
402.223,66
519.001,30
990,77
13.894.962,54
494.029,42
Totale Titolo I
Totale Titolo II
Totale Titolo III
Totale Titolo IV
64.624.010,87
50.570.384,63
3.407.027,59
53.977.412,22
10.646.598,65
4.136.167,95
3.458.734,89
434.873,30
3.893.608,19
242.559,76
54.029.119,52
3.841.900,89
1.970.088,94
155.757,15
84.352,79
240.109,94
1.729.979,00
820.714,74
328.857,32
490.912,29
819.769,61
945,13
484.614,47
575.265,08
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
22.100.000,00
13.778.184,90
91.805,76
13.869.990,66
8.230.009,34
519.992,07
116.777,64
402.223,66
519.001,30
990,77
13.894.962,54
494.029,42
TOTALE USCITE
88.694.099,81
64.504.326,68
3.583.186,14
68.087.512,82
20.606.586,99
5.476.874,76
3.904.369,85
1.328.009,25
5.232.379,10
244.495,66
68.408.696,53
4.911.195,39
Totale
Totale disavanzo presunto
TOTALE GENERALE
0,00
88.694.099,81
Pagina - 07 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE FINANZIARIA
Parte I ENTRATA
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI ATTIVI
SOMME ACCERTATE
PREVISIONI
Tit.
Cat.
RISCOSSE
DEFINITIVE
RIMASTE DA
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
RISCUOTERE
RISCOSSI
RIMASTI DA
AL 1°,01
TOTALE
DIFFERENZE
RISCUOTERE
TOTALE INCASSI
COMPETENZA E
RESIDUI
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE DISPONIBILE
DELL'ESERCIZIO PRESUNTO
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato dalle
prenotazioni d'impegno trasferite all'esercizio
successivo ex art. 18 del Regolamento di Contabilità
CONSISTENZA
DEI RESIDUI
ATTIVI AL 31.12
4.990.856,84
0,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato da
Fondo adeguamenti contrattuali ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
1.330.000,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato da
Fondo giudizi pendenti ex art.12 del Regolamento di
Contabilità
4.227.000,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE generato da
capitoli spese in c/capitale ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
4.280.036,65
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE PRESUNTO
I
Totale
14.827.893,49
Totale
52.365.103,82
53.509.453,85
451.969,00
53.961.422,85
-1.596.319,03
1.682.196,05
197.471,00
1.475.241,00
1.672.712,00
9.484,05
53.706.924,85
1.927.210,00
Totale
3.706.731,00
2.490.549,27
199.514,23
2.690.063,50
1.016.667,50
191.086,32
190.684,94
286,38
190.971,32
115,00
2.681.234,21
199.800,61
56.071.834,82
56.000.003,12
651.483,23
56.651.486,35
-579.651,53
1.873.282,37
388.155,94
1.475.527,38
1.863.683,32
9.599,05
56.388.159,06
2.127.010,61
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
31.789,39
9.891,82
41.681,21
-41.681,21
10.578,00
10.578,00
0,00
10.578,00
0,00
42.367,39
9.891,82
TITOLO I - ENTRATE CORRENTI
1^
ENTRATE CONTRIBUTIVE
2^
ENTRATE NON CONTRIBUTIVE
Totale Titolo I
II
TITOLO II - ENTRATE PER L' ALIENAZIONE DI
BENI PATRIMONIALI, RISCOSSIONE DI CREDITI
E REALIZZO VALORI MOBILIARI
3^
ALIENAZIONE DI BENI
Totale
4^
RISCOSSIONE CREDITI E REALIZZO VALORI
MOBILIARI
Totale
Pagina - 01 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE FINANZIARIA
Parte I ENTRATA
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI ATTIVI
SOMME ACCERTATE
PREVISIONI
Tit.
Cat.
RISCOSSE
DEFINITIVE
RIMASTE DA
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
RISCUOTERE
RISCOSSI
RIMASTI DA
AL 1°,01
TOTALE
DIFFERENZE
RISCUOTERE
TOTALE INCASSI
COMPETENZA E
RESIDUI
Totale Titolo II
III
CONSISTENZA
DEI RESIDUI
ATTIVI AL 31.12
0,00
31.789,39
9.891,82
41.681,21
-41.681,21
10.578,00
10.578,00
0,00
10.578,00
0,00
42.367,39
9.891,82
Totale
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Totale delle Entrate
56.071.834,82
56.031.792,51
661.375,05
56.693.167,56
-621.332,74
1.883.860,37
398.733,94
1.475.527,38
1.874.261,32
9.599,05
56.430.526,45
2.136.902,43
22.100.000,00
13.409.154,36
460.836,30
13.869.990,66
8.230.009,34
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
13.704.597,62
518.851,01
22.100.000,00
13.409.154,36
460.836,30
13.869.990,66
8.230.009,34
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
13.704.597,62
518.851,01
TITOLO III - ENTRATE DERIVANTI DA
ACCENSIONE DI PRESTITI
5^
ACCENSIONE PRESTITI
Totale Titolo III
IV
TITOLO IV - PARTITE DI GIRO
6^
ENTRATE DERIVANTI DA PARTITE DI GIRO
Totale
Totale Titolo IV
Pagina - 02 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE FINANZIARIA
Parte I ENTRATA
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI ATTIVI
SOMME ACCERTATE
PREVISIONI
Tit.
Cat.
RISCOSSE
DEFINITIVE
RIMASTE DA
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
RISCUOTERE
RISCOSSI
RIMASTI DA
AL 1°,01
TOTALE
DIFFERENZE
RISCUOTERE
TOTALE INCASSI
COMPETENZA E
RESIDUI
Totale Titolo I
Totale Titolo II
Totale Titolo III
Totale Titolo IV
TOTALE ENTRATE
Utilizzo avanzo di amministrazione
presunto disponibile
- Utilizzo AVANZO DI
AMMINISTRAZIONE generato dalle
prenotazioni d'impegno trasferite
all'esercizio successivo ex art. 18 del
Regolamento di Contabilità
- Utilizzo AVANZO DI
AMMINISTRAZIONE generato da
Fondo adeguamenti contrattuali ex
art.12 del Regolamento di Contabilità
- Utilizzo AVANZO DI
AMMINISTRAZIONE generato da
Fondo giudizi pendenti ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
- Utilizzo AVANZO DI
AMMINISTRAZIONE generato da
capitoli spese in c/capitale ex art.12 del
Regolamento di Contabilità
TOTALE GENERALE
CONSISTENZA
DEI RESIDUI
ATTIVI AL 31.12
56.071.834,82
56.000.003,12
651.483,23
56.651.486,35
-579.651,53
1.873.282,37
388.155,94
1.475.527,38
1.863.683,32
9.599,05
56.388.159,06
2.127.010,61
0,00
31.789,39
9.891,82
41.681,21
-41.681,21
10.578,00
10.578,00
0,00
10.578,00
0,00
42.367,39
9.891,82
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
22.100.000,00
13.409.154,36
460.836,30
13.869.990,66
8.230.009,34
353.950,30
295.443,26
58.014,71
353.457,97
492,33
13.704.597,62
518.851,01
78.171.834,82
69.440.946,87
1.122.211,35
70.563.158,22
7.608.676,60
2.237.810,67
694.177,20
1.533.542,09
2.227.719,29
10.091,38
70.135.124,07
2.655.753,44
2.690.245,14
254.166,67
975.000,00
4.095.797,93
2.507.055,25
88.694.099,81
Pagina - 03 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE FINANZIARIA
Parte II USCITE
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI PASSIVI
SOMME IMPEGNATE
PREVISIONI
Tit.
Cat.
PAGATE
RIMASTE DA
DEFINITIVE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
PAGARE
PAGATI
RIMASTI DA
AL 1°,01
TOTALE
DIFFERENZE
PAGARE
TOTALE PAGAMENTI
COMPETENZA E
RESIDUI
DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE PRESUNTO
I
CONSISTENZA
DEI RESIDUI
PASSIVI AL 31.12
0,00
TITOLO I - USCITE CORRENTI
1^
2^
3^
ORGANI DELL'AUTORITA'
Totale
740.000,00
616.204,40
47.371,51
663.575,91
76.424,09
39.887,76
39.887,76
0,00
39.887,76
0,00
656.092,16
47.371,51
Totale
40.185.000,00
37.513.410,74
1.521.726,18
39.035.136,92
1.149.863,08
2.137.848,17
1.909.379,67
127.737,45
2.037.117,12
100.731,05
39.422.790,41
1.649.463,63
Totale
9.362.340,63
6.969.504,82
1.274.675,52
8.244.180,34
1.118.160,29
1.875.988,73
1.442.492,04
291.767,98
1.734.260,02
141.728,71
8.411.996,86
1.566.443,50
Totale
6.134.075,18
5.467.455,64
563.254,38
6.030.710,02
103.365,16
68.076,03
66.975,42
1.000,61
67.976,03
100,00
5.534.431,06
564.254,99
8.202.595,06
3.809,03
0,00
3.809,03
8.198.786,03
14.367,26
0,00
14.367,26
14.367,26
0,00
3.809,03
14.367,26
64.624.010,87
50.570.384,63
3.407.027,59
53.977.412,22
10.646.598,65
4.136.167,95
3.458.734,89
434.873,30
3.893.608,19
242.559,76
54.029.119,52
3.841.900,89
705.757,94
96.506,61
22.661,84
119.168,45
586.589,49
765.974,28
297.646,55
467.382,60
765.029,15
945,13
394.153,16
490.044,44
1.264.331,00
59.250,54
61.690,95
120.941,49
1.143.389,51
54.740,46
31.210,77
23.529,69
54.740,46
0,00
90.461,31
85.220,64
1.970.088,94
155.757,15
84.352,79
240.109,94
1.729.979,00
820.714,74
328.857,32
490.912,29
819.769,61
945,13
484.614,47
575.265,08
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
SPESE PER IL PERSONALE
ACQUISIZIONE DI BENI DI CONSUMO E SERVIZI
4^
USCITE DIVERSE E STRAORDINARIE
5^
RESTITUZIONI, RIMBORSI E ALTRE USCITE NON
CLASSIFICABILI
Totale
Totale Titolo I
II
TITOLO II - USCITE IN CONTO CAPITALE
6^
ACQUISTO IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI,
IMMATERIALI E FINANZIARIE
Totale
7^
CONCESSIONE CREDITI E ACQUISTO VALORI
MOBILIARI
Totale
Totale Titolo II
III
TITOLO III - USCITE DERIVANTI DA ESTINZIONE
DI PRESTITI
8^
ESTINZIONE PRESTITI
Totale
Pagina - 04 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
RENDICONTO FINANZIARIO - QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE FINANZIARIA
Parte II USCITE
GESTIONE COMPETENZA
GESTIONE DEI RESIDUI PASSIVI
SOMME IMPEGNATE
PREVISIONI
Tit.
Cat.
PAGATE
RIMASTE DA
DEFINITIVE
TOTALE
DIFFERENZE
CONSISTENZA
PAGARE
PAGATI
RIMASTI DA
AL 1°,01
TOTALE
DIFFERENZE
PAGARE
TOTALE PAGAMENTI
COMPETENZA E
RESIDUI
Totale Titolo III
DEI RESIDUI
PASSIVI AL 31.12
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
66.594.099,81
50.726.141,78
3.491.380,38
54.217.522,16
12.376.577,65
4.956.882,69
3.787.592,21
925.785,59
4.713.377,80
243.504,89
54.513.733,99
4.417.165,97
22.100.000,00
13.778.184,90
91.805,76
13.869.990,66
8.230.009,34
519.992,07
116.777,64
402.223,66
519.001,30
990,77
13.894.962,54
494.029,42
Totale Titolo IV
22.100.000,00
13.778.184,90
91.805,76
13.869.990,66
8.230.009,34
519.992,07
116.777,64
402.223,66
519.001,30
990,77
13.894.962,54
494.029,42
Totale Titolo I
Totale Titolo II
Totale Titolo III
Totale Titolo IV
64.624.010,87
50.570.384,63
3.407.027,59
53.977.412,22
10.646.598,65
4.136.167,95
3.458.734,89
434.873,30
3.893.608,19
242.559,76
54.029.119,52
3.841.900,89
1.970.088,94
155.757,15
84.352,79
240.109,94
1.729.979,00
820.714,74
328.857,32
490.912,29
819.769,61
945,13
484.614,47
575.265,08
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
22.100.000,00
13.778.184,90
91.805,76
13.869.990,66
8.230.009,34
519.992,07
116.777,64
402.223,66
519.001,30
990,77
13.894.962,54
494.029,42
TOTALE USCITE
88.694.099,81
64.504.326,68
3.583.186,14
68.087.512,82
20.606.586,99
5.476.874,76
3.904.369,85
1.328.009,25
5.232.379,10
244.495,66
68.408.696,53
4.911.195,39
Totale delle Uscite
IV
CONSISTENZA
TITOLO IV - PARTITE DI GIRO
9^
USCITE DERIVANTI DA PARTITE DI GIRO
Totale
Totale disavanzo presunto
0,00
Pagina - 05 -
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI
CONTO ECONOMICO
(valori in euro)
IMPORTO 2013
00010 - Contributo Vigilanza sull'attività di ass. e riass
A - CONTRIBUTI DI VIGILANZA
00020 - Contributo Vigilanza intermediari
Totale
00040 - Recuperi e Rimborsi
B - ALTRI PROVENTI
C - ONERI GESTIONE CORRENTE
00060 - Variazione nelle rimanenze di prodotti (+/-)
10.833,14
2.388.835,74
00070 - Spese per gli organi dell'Istituto
-738.411,05
-673.636,65
00080 - Spese per il personale
-35.995.438,49
-37.348.843,01
00090 - Spese per l'acquisto dei beni di consumo e servizi
-10.663.202,59
-10.731.572,16
00120 - Ammortamento impianti e attrezz. non informatiche
00130 - Ammortamento Hardware
00140 - Ammortamento Software
-3.302.817,28
-50.111.976,32
-52.056.869,10
-37.136,33
-20.917,98
-5.415,12
-4.604,56
-134.636,40
-199.528,94
-37.764,73
-78.082,60
-460.430,72
-485.644,93
-763.564,80
00160 - Proventi Finanziari
467.695,62
580.842,84
00170 - Oneri Finanziari
-12.788,33
-71.831,95
454.907,29
509.010,89
Totale
Totale
00180 - Oneri Tributari
Totale
00190 - Proventi Straordinari
00200 - Oneri Straordinari
00240 - Plusvalenze patrimoniali
Totale
Utile (Perdita) d'esercizio
-2.714.924,19
-270.692,35
00150 - Accantonamento ad altri fondi
G - PROVENTI E ONERI STRAORDINARI
2.378.002,60
159.721,66
00110 - Ammortamento beni mobili e arredi
F - ONERI TRIBUTARI
166.534,93
7.789.436,90
53.961.422,85
Totale
Totale
E - PROVENTI ED ONERI FINANZIARI
7.562.398,28
47.485.305,12
46.171.985,95
-6.813,27
00100 - Altri Oneri
D - RETTIFICHE DI VALORI ED
ACCANTONAMENTI
39.922.906,84
IMPORTO 2014
-2.608.554,40
-2.684.767,54
-2.608.554,40
-2.684.767,54
44.444,31
59.134,28
-1.066.623,92
-17.130,00
3.175,60
0,00
-1.019.004,01
42.004,28
-6.125.245,59
1.396.072,32
La voce B - Altri Proventi - 0050 Interessi Attivi dello stesso periodo dell’anno a raffronto, pari a 467.695,62, è stata riclassificata nella voce E - Proventi ed Oneri
Finanziari - 00160 Proventi Finanziari, al fine della comparabilità dei dati.
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
STATO PATRIMONIALE
(valori in euro)
ATTIVITA'
A) IMMOBILIZZAZIONI
20.405,49
1) Utili esercizi precedenti
18.910.724,89
18.991,68
14.487,12 A) PATRIMONIO NETTO
2) Utile (perdita) d''esercizio
-6.125.245,59
1.396.072,32
12.785.479,30
14.181.551,62
891.227,80
1.351.658,52
14.367,26
14.367,26
Totale
905.595,06
1.366.025,78
4) Hardware
658.677,63
587.297,31
Totale
5) Software
330.910,85
297.898,34
1) Fondo Svalutazione Crediti
2.686,24
0,00
19.669.028,66
20.842.961,23
20.715.070,05
21.763.049,49
2) Crediti v/Intermediari
B) FONDI PER RISCHI ED ONERI
2) Fondo Rischi su TFR
12.785.479,30
1.529.368,05
1.775.806,00
1) Debiti di Funzionamento
1.716.263,25
1.743.481,04
3) Crediti v/MISE per contributo Periti
152.828,00
151.404,00
2) Progetto Check Box
1.272.557,36
1.207.517,73
4) Crediti diversi
201.664,32
209.692,43
3) Progetto Preventivatore Unico
5) Crediti per Servizi c/Terzi
353.950,30
518.851,01 C) DEBITI
4) Debiti Diversi
Totale
2.237.810,67
2.655.753,44
5) Debiti per Servizi c/Terzi
2) Tesoreria
15.356.907,90
17.083.335,44
6) Debiti per T.F.R.
4) Disponibilità non liquide
Totale
Risconti Attivi
Totale
Totale
IMPORTO 2014
34.774,99
Totale
D) RATEI E RISCONTI
IMPORTO 2013
3) Impianti
8) Polizze T.F.R.
C) DISPONIBILITA'
PASSIVITA'
IMPORTO 2014
2) Mobili e Arredi
6) Universalità di Beni
B) CREDITI
IMPORTO 2013
19.748,94
30.582,08
15.376.656,84
17.113.917,52
45.200,73
45.200,73
38.374.738,29
57.857,41 D) RATEI E RISCONTI
57.857,41
41.590.577,86 Totale
Totale
Ratei Passivi
Risconti Passivi
Totale
53.336,55
25.277,00
1.460.124,00
1.774.832,51
434.372,05
494.029,42
19.231.218,80
19.473.655,17
24.167.872,01
24.718.792,87
8.375,40
6.095,47
507.416,52
1.318.112,12
515.791,92
1.324.207,59
38.374.738,29
41.590.577,86
ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI - IVASS
SITUAZIONE AMMINISTRATIVA
ESERCIZIO 2014
Consistenza della cassa all'inizio dell'esercizio di Contabilità
in c/competenza
Riscossioni
in c/residui
in c/competenza
in c/residui
Pagamenti
15.356.907,90
69.440.946,87
694.177,20
70.135.124,07
64.504.326,68
3.904.369,85
68.408.696,53
Consistenza della cassa alla fine dell'esercizio
17.083.335,44
Residui attivi
degli esercizi precedenti
dell'esercizio
1.533.542,09
1.122.211,35
2.655.753,44
Residui passivi
degli esercizi precedenti
dell'esercizio
1.328.009,25
3.583.186,14
4.911.195,39
Avanzo
d'amministrazione alla fine dell'esercizio
14.827.893,49
Parte vincolata
Prenotazioni di impegno trasferite all'esercizio
successivo ex art. 18 del Regolamento di Contabilità
0,00
Fondo adeguamenti contrattuali ex art. 12 del
Regolamento di Contabilità
1.330.000,00
Fondo giudizi pendenti ex art. 12 del Regolamento
di Contabilità
4.227.000,00
Capitoli spese in c/capitale ex art. 12 del
Regolamento di Contabilità
4.280.036,65
Totale parte vincolata
Parte disponibile
Totale risultato di amministrazione
9.837.036,65
4.990.856,84
14.827.893,49
IVASS
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
PROSPETTO DI RENDICONTAZIONE ECONOMICA DELLA SPESA DEL PERSONALE PER CENTRI DI COSTO
Centro di costo
CI000 - UFFICIO REVISIONE INTERNA
GR000 - SERVIZIO GESTIONE RISORSE
IN000 - SERVIZIO VIGILANZA INTERMEDIARI
ASSICURATIVI
IS000 - SERVIZIO ISPETTORATO
IV004 - UFFICIO SEGRETERIA DI PRESIDENZA E DEL
CONSIGLIO
LG000 - UFFICIO CONSULENZA LEGALE
LQ000 - SERVIZIO LIQUIDAZIONI
SF000 - DIRIGENTI IN STAFF
Voci di costo
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
22.3.7 Indennità missioni all'estero
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
22.3.7 Indennità missioni all'estero
22.3.8 Rimborso spese missioni all'estero
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
Importo Liquidato
414.946,10
40.840,71
100.571,79
16.130,51
16.241,04
22.609,56
782,74
40.970,75
-0,01
653.093,19
3.288.408,91
553.498,70
790.080,18
184.670,52
9.579,11
23.912,21
197.157,86
4.356,88
2.764,32
330.600,39
-0,14
5.385.028,94
2.058.740,89
412.896,44
492.616,87
125.129,17
15.698,84
100.550,61
2.446,40
1.095,45
202.910,59
0,09
3.412.085,35
1.900.389,62
394.544,40
451.034,69
272.346,28
6.986,71
18.232,04
45.028,10
616.424,27
86.236,64
943,57
253.165,56
-0,11
4.045.436,46
763.632,44
94.433,47
181.583,90
28.937,56
8.358,56
31.100,88
25.558,75
233,00
448,10
99,01
743,47
71.540,42
-0,01
1.206.669,55
727.068,95
127.661,67
173.883,15
43.920,15
2.213,40
16.410,09
52.386,44
815,50
768,46
68.603,61
-0,05
1.213.731,37
693.269,57
178.734,31
165.804,81
47.980,75
17.295,30
21.354,50
70.833,06
-0,06
1.195.272,24
416.069,24
1.534,11
Centro di costo
SF000 - DIRIGENTI IN STAFF
SI000 - SERVIZIO NORMATIVA E POLITICHE DI
VIGILANZA
SS000 - SERVIZIO STUDI E GESTIONE DATI
SZ000 - SERVIZIO SANZIONI
TC000 - SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE
VG000 - SERVIZIO DI VIGILANZA PRUDENZIALE
Voci di costo
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
22.3.7 Indennità missioni all'estero
22.3.8 Rimborso spese missioni all'estero
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
22.3.7 Indennità missioni all'estero
22.3.8 Rimborso spese missioni all'estero
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
22.2.1 Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
22.2.4 Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.6 Oneri Prev. q.ta FISSA
22.2.8 Oneri Prev.li q.ta VARIABILE
22.2.13 TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
22.2.15 Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
22.2.18 Compensi per lavoro straordinario
22.3.3 Indennità missioni all'interno
22.3.4 Rimborso spese missioni all'interno
22.3.7 Indennità missioni all'estero
22.3.8 Rimborso spese missioni all'estero
40.1.1 Irap
40.1.4 Irap su Retribuzioni Fisse
Totale
Importo Liquidato
Totale Generale
106.021,35
390,76
12.830,14
7.041,70
35.530,21
-0,04
579.417,47
1.588.069,79
274.169,15
379.604,54
108.177,97
8.358,56
19.946,20
107.404,53
1.498,01
594,15
58.276,71
13.693,50
173.523,48
-0,03
2.733.316,56
1.373.096,33
204.286,92
331.373,00
64.267,31
1.567,83
39.038,49
56.403,85
116,50
667,20
134.984,97
-0,11
2.205.802,29
1.528.610,32
314.471,19
365.598,19
93.591,26
16.523,66
73.305,87
159.824,16
-0,01
2.551.924,64
2.566.031,97
509.992,01
613.196,42
168.633,69
19.763,42
183.627,92
407,75
326,30
1.397,84
1.152,85
265.930,32
-0,06
4.330.460,43
3.672.135,16
709.516,72
878.204,89
240.152,43
6.174,84
53.544,07
164.072,54
95.393,15
11.229,77
23.855,53
9.741,93
395.012,18
-0,33
6.259.032,88
35.771.271,37
NOTA INTEGRATIVA
BILANCIO DI ESERCIZIO 2014
IVASS
Sommario
1. PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO ......................................................................... 3
2. CRITERI CONTABILI E DI VALUTAZIONE......................................................................... 3
3. COMMENTO ALLE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE ............................................... 4
3.1 Immobilizzazioni ........................................................................................................... 4
3.2 Crediti........................................................................................................................... 5
3.3 Disponibilità .................................................................................................................. 5
3.4 Ratei e risconti ............................................................................................................. 6
3.5 Fondi per rischi e oneri ................................................................................................. 6
3.7 Debiti ............................................................................................................................ 8
4. COMMENTO ALLE VOCI DEL CONTO ECONOMICO ....................................................... 9
4.1 Contributi di vigilanza ................................................................................................... 9
4.2 Altri proventi ................................................................................................................10
4.3 Oneri gestione corrente ...............................................................................................10
4.4 Rettifiche di valori e accantonamenti ...........................................................................12
4.5 Proventi e oneri finanziari ............................................................................................12
4.6 Oneri tributari ..............................................................................................................12
4.7 Proventi e oneri straordinari ........................................................................................13
5. GESTIONE FINANZIARIA .................................................................................................13
5.1 L’avanzo di amministrazione .......................................................................................13
5.2 Le entrate ....................................................................................................................14
5.3 Le uscite......................................................................................................................16
5.4 La gestione della liquidità ............................................................................................18
2
NOTA INTEGRATIVA 2014
1. PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO
Il bilancio di esercizio dell’IVASS è composto dal rendiconto finanziario, dal conto
economico, dallo stato patrimoniale e dalla nota integrativa. Al bilancio sono allegati: la
relazione sulla gestione, la situazione amministrativa e il prospetto di rendicontazione
economica della spesa del personale per unità organizzative.
Per la redazione del bilancio, le norme di riferimento sono:
- il Decreto del Presidente della Repubblica del 27 febbraio 2003, n. 97 – Regolamento
concernente l’amministrazione e la contabilità degli enti pubblici non economici di cui alla
Legge del 20 marzo 1975, n. 70;
- il Regolamento per la contabilità e l’amministrazione dell’IVASS, approvato dal Consiglio
dell’IVASS nella seduta del 5 giugno 2013, ai sensi dell’art. 5, comma 1, lett. a) dello
Statuto dell’IVASS (di seguito Regolamento di contabilità).
La nota integrativa viene redatta secondo quanto disposto dall’art. 31 del Regolamento
di contabilità, nonché dalle norme civilistiche vigenti (art. 2427 e altri del codice civile), dalle
altre norme di legge e dai principi contabili previsti per il settore pubblico.
Gli schemi di bilancio e le tabelle inserite nella nota integrativa sono espressi in euro,
con due cifre decimali.
2. CRITERI CONTABILI E DI VALUTAZIONE
Immobilizzazioni
Le immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto comprensivo degli oneri accessori e
di tutti gli altri oneri sostenuti affinché l’immobilizzazione possa essere utilizzata, esclusi gli
oneri finanziari, al netto dei relativi fondi ammortamento. L’IVA è compresa nella voce di
costo, trattandosi di operazioni di carattere istituzionale e non commerciale.
Le immobilizzazioni materiali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo, sono
sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio in relazione alla loro residua possibilità di
utilizzazione e gli ammontari complessivi degli ammortamenti sono dedotti dai valori
originari dei beni. Le eventuali svalutazioni delle immobilizzazioni materiali sono riportate a
diretta diminuzione del valore delle immobilizzazioni.
Le immobilizzazioni finanziarie relative alle polizze di capitalizzazione in cui è investito il
TFR dei dipendenti sono iscritte in bilancio al valore di riscatto delle singole posizioni.
A partire dal 1° gennaio 2012 le aliquote di ammortamento utilizzate dall’IVASS sono
quelle previste dall’art. 229 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (T.U.E.L.). Le aliquote di
ammortamento relative agli impianti, attrezzature, macchine d’ufficio non informatiche, sono
state calcolate nella misura del 15%; quelle relative ai mobili e arredi d’ufficio, alle
autovetture e alle apparecchiature informatiche sono state calcolate nella misura del 20%.
In tutti i casi le aliquote sono ridotte alla metà nell’esercizio in cui i beni sono acquisiti a
patrimonio.
Crediti
I crediti sono valutati sulla base del presumibile valore di realizzo. Il valore nominale dei
crediti è rettificato attraverso l’istituzione di un fondo di svalutazione, appositamente
stanziato, per le perdite per inesigibilità che possono ragionevolmente essere previste e
che sono inerenti ai saldi dei crediti esposti nel bilancio. Detto fondo è sufficiente per
coprire, nel rispetto del principio di competenza, le perdite per eventuali situazioni di
inesigibilità non ancora manifestatesi ma temute o latenti.
Disponibilità
Le disponibilità sono valutate secondo il principio generale del presumibile valore di
realizzo che coincide con il valore nominale.
3
Ratei e risconti
I ratei attivi e passivi accolgono quote di ricavi o di costi di competenza dell’esercizio che
avranno manifestazione finanziaria successivamente. I risconti attivi e passivi
rappresentano quote di costi o di ricavi di competenza di futuri esercizi che hanno già avuto
manifestazione finanziaria. I ratei e i risconti sono calcolati secondo il criterio della
competenza temporale nel rispetto dell’art. 2424 bis, comma 6, del codice civile.
Patrimonio netto
La voce è costituita dal patrimonio netto al 31 dicembre dell’esercizio precedente e dal
risultato economico dell’esercizio.
Fondi per rischi e oneri
I fondi per rischi e oneri dello Stato patrimoniale accolgono i seguenti fondi:
a) il Fondo Svalutazione Crediti, relativo ai crediti verso intermediari e periti1, stanziato a
partire dall’esercizio 2012 per tener conto delle perdite per inesigibilità che possono
ragionevolmente essere previste e che sono inerenti ai saldi dei crediti esposti nel
rendiconto;
Ai fini della valorizzazione del Fondo, è stato analizzato l'andamento dei crediti per
ciascuna annualità, a partire dall’anno 2010. Si è quindi costruito un numero indice a
base fissa per determinare, partendo dai crediti in essere, il tasso di insolvenza nel
tempo; i coefficienti così calcolati sono stati poi utilizzati proiettandoli sulle altre
annualità.
b) il Fondo Rischi su TFR, stanziato a partire dall’esercizio 2012, per l’eventuale
insufficienza del rendimento garantito dalle due polizze di capitalizzazione nelle quali
è investito il TFR rispetto al tasso legale di rivalutazione. Per la quantificazione del
fondo era stata calcolata la riserva matematica, per singola posizione, delle polizze al
31 dicembre 2012, considerato che nel 2011 le polizze di capitalizzazione avevano
registrato un tasso di rendimento inferiore al tasso del TFR.
Debiti
I debiti e le altre passività sono esposti in bilancio al valore nominale.
3. COMMENTO ALLE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE
Si riportano di seguito le poste dello stato patrimoniale.
ATTIVO
2013
Importo
A) IMMOBILIZZAZIONI 20.715.070,05
B) CREDITI
C) DISPONIBILITA'
D) RATEI E RISCONTI
Totale
2.237.810,67
15.376.656,84
45.200,73
2014
Comp.%
Importo
54,0 21.763.049,49
5,8
2.655.753,44
40,1 17.113.917,52
0,1
57.857,41
38.374.738,29 100,0 41.590.577,86
Comp.%
Var. %
PASSIVO
52,3 5,06% A) PATRIMONIO NETTO
6,4 18,68% B) FONDI PER RISCHI ED ONERI
41,2 11,30% C) DEBITI
0,1 28,00% D) RATEI E RISCONTI
100,0 8,38% Totale
2013
Importo
12.785.479,30
905.595,06
24.167.872,01
515.791,92
2014
Comp.%
Importo
33,3 14.181.551,62
Comp.%
Var. %
34,1
10,92%
1.366.025,78
3,3
50,84%
63,0 24.718.792,87
59,4
2,28%
2,4
1,3
1.324.207,59
3,2 156,73%
38.374.738,29 100,0 41.590.577,86 100,00
8,38%
3.1 Immobilizzazioni
Le immobilizzazioni, iscritte in bilancio per 21,8 milioni di euro, risultano composte dalle
seguenti voci:
1
Gli intermediari di assicurazione e i periti assicurativi sono soggetti al versamento del contributo di vigilanza
di cui all’art. 336 e 337 del Codice delle Assicurazioni Private determinato con decreto del Ministero
dell’Economia e delle Finanze. I periti assicurativi hanno versato il contributo all’ISVAP fino al 2012, in
considerazione del trasferimento da ISVAP a CONSAP della tenuta del Ruolo dei periti assicurativi a partire
dal 1° gennaio 2013.
4
2013
IMMOBILIZZAZIONI
Importo
2) Mobili e Arredi
2014
Comp.%
34.774,99
3) Impianti
Importo
0,2
Comp.%
20.405,49
0,1
Var. %
-41,32%
18.991,68
0,1
14.487,12
0,1
-23,72%
4) Hardware
658.677,63
3,1
587.297,31
2,6
-10,84%
5) Software
330.910,85
1,6
297.898,34
1,4
-9,98%
2.686,24
0,0
0,00
0,0
-100,00%
19.669.028,66
95,0
20.842.961,23
95,8
5,97%
100,00 21.763.049,49
100,00
5,06%
6) Universalità di Beni
8) Polizze T.F.R.
Totale
20.715.070,05
L’incremento che si rileva (+5,06%) è sostanzialmente riconducibile all'aumento del
valore delle riserve matematiche delle due polizze di capitalizzazione stipulate dall'Istituto
con Assitalia S.p.a. (ora Generali Italia) nelle quali è investito il TFR dei dipendenti (ad
eccezione di quelli che versano il TFR nella Cassa Previdenza Dipendenti); l'importo
comprende il valore del premio pagato a gennaio 2015 relativo al TFR maturato dai
dipendenti in servizio alla chiusura dell'esercizio 2014.
3.2 Crediti
I crediti sono iscritti per un importo complessivo di 2,7 milioni di euro e sono
rappresentati dalle seguenti poste:
2013
2014
CREDITI
Var. %
Importo
2) Crediti v/Intermediari
3) Crediti v/MISE per contributo Periti
4) Crediti diversi
5) Crediti per Servizi c/Terzi
Totale
Comp. %
1.529.368,05
152.828,00
201.664,32
353.950,30
2.237.810,67
Importo
68,4 1.775.806,00
6,8
151.404,00
9,0
209.692,43
15,8
518.851,01
100,0 2.655.753,44
Comp. %
66,9
5,7
7,9
19,5
100,0
16,11%
-0,93%
3,98%
46,59%
18,68%
Le principali voci riguardano:
• crediti v/intermediari, pari a 1,8 milioni di euro, per contributi di vigilanza non ancora
pagati al 31 dicembre 2014. L’importo è riferito per il 74,5% a contributi relativi alle
annualità 2007-2013 e per il residuo a contributi dovuti per l’anno 2014;
• crediti verso MiSE, pari a 151 mila euro, per contributi 2008-2012 ancora da pagare da
parte dei periti;
• crediti diversi, pari a 210 mila euro, di cui, tra gli altri, 187 mila euro relativi agli interessi
attivi sul conto corrente di tesoreria maturati nel IV trimestre 2014 e liquidati nei primi
giorni del mese di gennaio 2015;
• crediti per servizi c/terzi, pari 519 mila euro, tra cui 482 mila euro per anticipazioni e
liquidazioni del TFR corrisposte ai dipendenti dell’IVASS2.
3.3 Disponibilità
Le disponibilità, pari a 17,1 milioni di euro, sono costituite prevalentemente dalla
tesoreria e risultano composte dalle seguenti voci:
2
Tenuto conto che il TFR dei dipendenti è investito in una polizza di capitalizzazione, in occasione di
anticipazioni e liquidazioni l’Istituto, in attesa del disinvestimento da parte della compagnia delle somme
dovute al dipendente, anticipa i conteggi e il relativo versamento.
5
Il saldo di conto corrente è relativo al conto di tesoreria acceso presso il Banco di
Brescia; le somme vincolate (1,3 milioni di euro) si riferiscono al saldo al 31 dicembre 2014
dei conti correnti sempre accesi presso il Banco di Brescia destinati ad accogliere le
movimentazioni contabili relative alle due convenzioni in essere con il MiSE per la
realizzazione dei seguenti progetti:
a. Iniziative a favore dei consumatori nel settore RCA, regolato dalla convenzione stipulata
il 29 maggio 2013 e finanziato con le somme rimaste nella disponibilità dell’IVASS
relative al progetto Check Box, da realizzarsi entro il 31 dicembre 2015, con particolare
riferimento allo sviluppo delle misure di trasparenza e informazione ai consumatori e per
la riduzione dei costi e delle tariffe;
b. Preventivatore unico, concluso a fine 2013 e regolato da due convenzioni stipulate
rispettivamente il 28 dicembre 2006 e il 10 novembre 2010, finalizzate alla creazione di
un software in grado di consentire al consumatore di comparare gratuitamente le tariffe
r.c. auto applicate dalle diverse imprese del mercato.
Le disponibilità non liquide, pari a 31 mila euro, si riferiscono a rimanenze di magazzino
relative a prodotti elettrici e cancelleria.
3.4 Ratei e risconti
Nell’esercizio non si sono rilevate partite inerenti i ratei attivi. I risconti attivi e i ratei
passivi, rispettivamente pari a 58 mila euro e a 6 mila euro, sono riferiti essenzialmente a
spese per servizi informatici. I risconti passivi, pari a 1,3 milioni euro, si riferiscono per 800
mila euro al maggior rendimento (plusvalore) realizzato nell’anno dalle polizze di
capitalizzazione in cui è investito il TFR. Tale importo, pur maturato nell’anno, non è
contabilizzato fra i ricavi in quanto non consolidato; lo stesso potrebbe essere eroso nel
tempo da rendimenti inferiori a quelli dovuti civilisticamente. Tale circostanza rende non
“accertabile” l’entrata da un punto di vista finanziario anche in considerazione del fatto che
il valore del rendimento è conoscibile solo ben oltre la chiusura dell’esercizio. Il valore
effettivo del maggior rendimento troverà rilevazione contabile fra i ricavi nell’anno di
competenza finanziaria in occasione della liquidazione del TFR ai dipendenti3.
Il patrimonio netto, pari a 14,2 milioni di euro, corrisponde alla somma degli utili degli
esercizi precedenti (12,8 milioni di euro) e dell’esercizio in esame (1,4 milioni di euro).
3.5 Fondi per rischi e oneri
I fondi ammontano a 1,4 milioni di euro e sono composti come segue:
3
Tale trattamento contabile è in linea con i principi contabili emanati nel quadro del processo di armonizzazione
contabile definito dal D.Lgs. 91/2011. Secondo tali principi “Pur non esistendo una correlazione univoca fra le
fasi dell’entrata e della spesa ed il momento in cui si manifestano i ricavi/proventi ed i costi/oneri nel corso
dell’esercizio, i ricavi/proventi conseguiti sono rilevati in corrispondenza con la fase dell’accertamento delle
entrate, ed i costi/oneri sostenuti sono rilevati in corrispondenza con la fase della liquidazione delle spese”.
6
FONDO RISCHI E ONERI
1) Fondo Svalutazione Crediti
2) Fondo Rischi su TFR
2013
Importo
2014
Comp.%
891.227,80
14.367,26
Totale
905.595,06
Importo
98,4
1.351.658,52
1,6
14.367,26
Comp.%
100,00 1.366.025,78
Var. %
98,9
51,66%
1,1
0,00%
100,00 50,84%
Fondo svalutazione crediti
Con riferimento ai crediti verso intermediari e periti è stato iscritto un apposito fondo, per
1,4 milioni di euro, riferito alle annualità di contribuzione 2007-2013 per gli intermediari e
2008-2012 per i periti.
Ai fini della valorizzazione del fondo è stato analizzato l’andamento dei crediti relativi a
ciascuna annualità, così come specificato nei criteri di valutazione. In un’ottica di maggiore
prudenza è stato deciso di incrementare il fondo di circa 100 mila euro.
La tabella che segue illustra la composizione, per ciascuna annualità e per soggetto
vigilato, dell’accantonamento in bilancio. In particolare, l’importo del fondo è composto per il
91% dalle perdite presunte sui crediti verso intermediari e per il residuo 9% da quelle sui
crediti verso periti. Per gli intermediari, a fronte di una massa di crediti di 1,8 milioni di euro,
è stata prevista una percentuale di svalutazione media del 63%, con uno stanziamento di
1,1 milioni di euro così determinato:
Andamento dei contributi residui 2007 / 2014 - Intermediari
Credito 2007
(totale accertato al 31.12.2007)
7.494.810,67
Residuo al 31.12.2007
105.457,00
%
credito
residuo
1,41%
(totale accertato al 31.12.2008)
Residuo al 31.12.2008
%
Credito 2008 credito
residuo
%
credito
residuo
51.857,00
0,69%
242.513,47
% di svalutazione
Importo a Fondo
svalutazione crediti
%
credito
residuo
Credito 2013
%
credito
residuo
Credito 2014
%
credito
residuo
Totale crediti
294.370,47
50.322,00
0,67%
116.082,00
1,53%
432.904,47 5,04%
599.308,47
8.845.733,00
42.984,00
0,57%
111.253,00
1,47%
229.980,87 2,68%
25.405,00
0,34%
109.006,00
1,44%
197.333,40 2,30%
366.137,00 4,14%
750.354,87
49%
8.813.065,00
200.877,00 2,27%
384.224,00 4,36%
89%
25.340,00
0,34%
91.260,00
1,21%
193.608,00 2,25%
916.845,40
8.067.773,00
198.181,00 2,24%
337.505,00 3,83%
546.782,00 6,78%
90%
24.020,00
0,32%
84.855,00
1,12%
173.388,00 2,02%
1.392.676,00
7.424.074,00
179.625,00 2,03%
274.470,00 3,11%
335.319,00 4,16%
457.691,05
6,16%
100%
(totale accertato al 31.12.2014)
Residuo al 31.12.2014
Credito 2012
8.594.681,00
(totale accertato al 31.12.2013)
Residuo al 31.12.2013
%
credito
residuo
3,21%
(totale accertato al 31.12.2012)
Residuo al 31.12.2012
Credito 2011
105.457,00
(totale accertato al 31.12.2011)
Residuo al 31.12.2011
%
credito
residuo
-
(totale accertato al 31.12.2010)
Residuo al 31.12.2010
Credito 2010
7.563.300,45
(totale accertato al 31.12.2009)
Residuo al 31.12.2009
Credito 2009
23.640,00
100%
23.640,00
0,32%
84.745,00
1,12%
1.529.368,05
7.789.436,90
3,76%
451.969,00
5,80%
1.775.806,00
172.569,00 2,01%
178.780,00 2,02%
269.275,00 3,06%
315.548,00 3,91%
279.280,00
100%
100%
100%
90%
89%
49%
63%
84.745,00
172.569,00
178.780,00
242.347,50
280.837,72
136.847,20
1.119.766,42
Per i periti, a fronte di una massa di crediti di 151 mila euro è stata prevista una
percentuale di svalutazione media dell’80%, con un accantonamento di 121 mila euro, così
determinato:
7
Andamento dei contributi residui 2008 / 2012 - Periti
Credito 2008
(totale accertato al 31.12.2008)
266.440,00
Residuo al 31.12.2008
53.683,49
%
%
%
%
credito Credito 2009 credito Credito 2010 credito Credito 2011 credito Credito 2012
residuo
residuo
residuo
residuo
20,15%
(totale accertato al 31.12.2009)
Residuo al 31.12.2009
53.683,49
306.480,00
31.797,59
11,93%
54.768,00 17,87%
(totale accertato al 31.12.2010)
Residuo al 31.12.2010
86.565,59
328.400,00
29.117,59
10,93%
31.494,00 10,28%
(totale accertato al 31.12.2011)
Residuo al 31.12.2011
%
credito Totale crediti
residuo
50.452,00 15,36%
27.677,59
10,39%
30.670,00 10,01%
(totale accertato al 6.12.2012)
111.063,59
324.050,00
50%
33.524,57 10,21%
56.652,00 17,48%
148.524,16
333.900,00
75%
Residuo al 6.12.2012
21.720,00
8,15%
25.872,00
8,44%
29.850,00
9,09%
45.800,00 14,13%
68.400,00
20,49%
191.642,00
Residuo al 31.12.2013
19.880,00
7,46%
28.848,00
9,41%
25.200,00
7,67%
35.950,00 11,09%
42.950,00
12,86%
152.828,00
7,63%
35.500,00 10,96%
42.350,00
12,68%
151.404,00
99%
Residuo al 31.12.2014
% di svalutazione
Importo a Fondo
svalutazione crediti
19.800,00
7,43%
28.704,00
9,37%
25.050,00
100%
100%
100%
75%
50%
80%
19.800,00
28.704,00
25.050,00
26.625,00
21.175,00
121.354,00
Fondo rischi su TFR
Nell’esercizio 2014 il rendimento delle polizze di investimento del TFR è risultato
superiore a quanto dovuto ai dipendenti a titolo di rivalutazione ex lege e, pertanto, non si è
reso necessario stanziare alcun importo.
3.7 Debiti
I debiti, pari a complessivi 24,7 milioni di euro, sono rappresentati dalle seguenti voci:
Debiti
2013
Importo
2014
Comp.%
Importo
Comp.%
Var. %
1) Debiti di Funzionamento
2) Progetto per Iniziative a favore dei
consumatori nel settore RCA
3) Progetto Preventivatore Unico
1.716.263,25
7,1
1.743.481,04
7,0
1,59%
1.272.557,36
5,3
1.207.517,73
4,9
-5,11%
53.336,55
0,2
25.277,00
4) Debiti Diversi
1.460.124,00
6,0
1.774.832,51
5) Debiti per Servizi c/Terzi
6) Debiti per T.F.R.
Totale
0,1 -52,61%
7,2
21,55%
13,73%
434.372,05
1,8
494.029,42
2,0
19.231.218,80
79,6
19.473.655,17
78,8
1,26%
100,0 24.718.792,87
100,0
2,28%
24.167.872,01
Nel dettaglio:
• debiti di funzionamento, pari a 1,7 milioni di euro, si riferiscono per 1,58 milioni di euro a
debiti verso fornitori e per 120 mila euro a contributi a fondi pensione per extrarendimenti
relativi all’anno 2013 da corrispondere al personale;
• progetti in convenzione con il MiSE, per complessivi 1,3 milioni di euro, si riferiscono alle
somme nella disponibilità dell’IVASS al 31 dicembre 2014 destinate alle iniziative in
convenzione;
• debiti diversi, per 1,8 milioni di euro, essenzialmente costituiti dall’accantonamento del
premio della polizza TFR per il periodo 1° gennaio-31 dicembre 2014 (1,2 milioni di
euro), e rimborsi spese di viaggio e missione (145 mila euro) da liquidare nel mese di
gennaio 2015;
• debiti per servizi c/terzi, pari a 494 mila euro, di cui 406 mila euro relativi alla differenza
tra il valore dei riscatti delle posizioni individuali delle polizze in cui è investito il TFR
rispetto agli importi erogati ai dipendenti per cessazioni e anticipazioni, e 80 mila euro
8
per ritenute fiscali e previdenziali del mese di dicembre 2014, da versare nel mese di
gennaio 2015;
• debiti per TFR, pari a 19,5 milioni di euro, che rappresentano l’ammontare
dell’accantonamento TFR dei dipendenti.
4. COMMENTO ALLE VOCI DEL CONTO ECONOMICO
L’esercizio 2014 chiude con un utile pari a 1,4 milioni di euro a fronte di una perdita
dell’esercizio precedente di 6,1 milioni di euro.
Tale risultato positivo deriva principalmente dall’incremento, rispetto all’esercizio
precedente, delle entrate contributive e degli altri proventi (+8,5 milioni di euro); per contro
le spese sono aumentate di 2,2 milioni di euro.
L’utile dell’esercizio 2014 è determinato come segue:
CONTO ECONOMICO
A - CONTRIBUTI DI VIGILANZA
B - ALTRI PROVENTI
C - ONERI GESTIONE CORRENTE
D - RETTIFICHE DI VALORI ED ACCANTONAMENTI
E - PROVENTI ED ONERI FINANZIARI
Importo
2013
2014
Var. Assoluta
Var. %
47.485.305,12
53.961.422,85
6.476.117,73
13,64%
159.721,66
2.388.835,74
2.229.114,08
1.395,62%
-50.111.976,32
-485.644,93
-52.056.869,10 -1.944.892,78
-763.564,80
3,88%
-277.919,87
57,23%
11,89%
454.907,29
509.010,89
54.103,60
F - ONERI TRIBUTARI
-2.608.554,40
-2.684.767,54
-76.213,14
2,92%
G - PROVENTI E ONERI STRAORDINARI
-1.019.004,01
42.004,28
1.061.008,29
-104,12%
1.396.072,32 7.521.317,91
-122,79%
Utile (Perdita) d'esercizio
-6.125.245,59
4.1 Contributi di vigilanza
Le entrate dell’Istituto sono rappresentate prevalentemente dai contributi di vigilanza che
le imprese e gli intermediari di assicurazione versano ai sensi degli artt. 335 e 336 del
Codice. Nell’anno 2014 i contributi accertati ammontano a 54 milioni di euro con un
incremento in valore assoluto di 6,5 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente e sono
così distribuiti:
CONTRIBUTI DI VIGILANZA
00010 - Contributo Vigilanza sull'attività di ass. e riass
00020 - Contributo Vigilanza intermediari
Totale
Importo
2013
2014
Var. Assoluta
Var. %
39.922.906,84
46.171.985,95
6.249.079,11
7.562.398,28
7.789.436,90
227.038,62
15,65%
3,00%
47.485.305,12
53.961.422,85
6.476.117,73
13,64%
Alla luce di quanto disposto dall’art. 335, comma 5, del Codice (l’avanzo di
amministrazione concorre alla copertura del fabbisogno complessivo dell’esercizio
successivo), in sede di predisposizione del bilancio di previsione 2014, tenuto conto del
minor avanzo presunto di amministrazione 2013 (10,5 milioni di euro) rispetto a quello del
2012 (17,5 milioni di euro), ai fini del pareggio di bilancio si è reso necessario incrementare
lo stanziamento relativo alle entrate contributive per l’esercizio 2014 (52,4 milioni di euro)
rispetto a quello del 2013 (46,7 milioni di euro).
Relativamente ai contributi a carico delle imprese, la misura dell’aliquota contributiva per
l’anno 2014 è stata fissata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con DM del 6 agosto
2014, pari allo 0,41 per mille dei premi incassati nel 2013 (0,40 per mille nel 2013). Per
quanto concerne i contributi a carico degli intermediari, il Ministro dell’Economia e delle
Finanze con decreto del 6 agosto 2014 ha accolto le misure contributive proposte
dall’IVASS, leggermente superiori rispetto alle misure proposte nell’esercizio precedente.
9
4.2 Altri proventi
Le entrate non contributive, pari a 2,4 milioni di euro, si riferiscono alle voci riportate in
tabella:
ALTRI PROVENTI
00040 - Recuperi e Rimborsi
00060 - Variazione nelle rimanenze di prodotti (+/-)
Totale
Importo
2013
2014
Var. Assoluta
Var. %
166.534,93
2.378.002,60
2.211.467,67
1.327,93%
-6.813,27
10.833,14
17.646,41
-259,00%
159.721,66
2.388.835,74 2.229.114,08 1.395,62%
Si segnala che a partire dall’esercizio 2014 gli interessi attivi maturati sul conto corrente
di tesoreria sono stati allocati fra i Proventi finanziari. Al fine di consentire la comparabilità
dei dati, lo stesso criterio è stato applicato all’esercizio 2013.
I recuperi e rimborsi, pari 2,4 milioni di euro, comprendono il rimborso di 2,2 milioni di
euro da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, pari alle somme
versate nel 2012 dall’ISVAP alla stessa Autorità ai sensi della Legge n. 191/2009. Il
rimanente importo si riferisce a rimborsi da parte di CONSAP ed Equitalia delle spese
postali di notifica degli atti di contestazione (72 mila euro), da parte di EIOPA per le spese
sostenute dall’Istituto per conto dell’Autorità europea (7 mila euro) e ai maggiori importi
versati da INA a fronte delle liquidazioni del TFR ai dipendenti (18 mila euro).
Le variazioni delle rimanenze prodotti riguardano variazioni nelle rimanenze finali di
cancelleria.
4.3 Oneri gestione corrente
Gli oneri della gestione corrente ammontano a 52,1 milioni di euro (50,1 milioni di euro
nel 2013) e sono costituiti per la maggior parte dalle spese per il personale (71,8% del
totale) e dalle spese per l’acquisto di beni e servizi funzionali all’attività dell’Istituto (20,6%
del totale). L’incremento che si registra rispetto al 2013 (+3,9%) è conseguente
principalmente alle maggiori spese per il personale e per altri oneri.
ONERI GESTIONE CORRENTE
00070 - Spese per gli organi dell'Istituto
Importo
2013
2014
Var. Assoluta
Var. %
738.411,05
673.636,65
-64.774,40
-8,77%
00080 - Spese per il personale
35.995.438,49
37.348.843,01
1.353.404,52
3,76%
00090 - Spese per l'acquisto dei beni di consumo e servizi
10.663.202,59
10.731.572,16
68.369,57
0,64%
2.714.924,19
3.302.817,28
587.893,09
21,65%
50.111.976,32
52.056.869,10
1.944.892,78
3,88%
00100 - Altri Oneri
Totale
Le spese degli organi dell’Istituto, pari a 674 mila euro, riguardano esclusivamente gli
oneri per indennità di carica, oneri previdenziali e assistenziali e rimborso spese di
missione sostenuti dall’IVASS relativi ai soli due Consiglieri nominati con effetto dal 1°
gennaio 2013; il Presidente dell’IVASS, infatti, non percepisce alcuna indennità dall’Istituto
in quanto già Direttore Generale di Banca d’Italia. Il minor onere sostenuto nel 2014 è
correlato alle disposizioni dettate dal c.d. Decreto Renzi (art. 13 del decreto legge n. 66 del
24 aprile 2014) che hanno comportato, a partire dal 1° maggio 2014, la riduzione dei
compensi annui dei consiglieri, da 264 mila euro a 240 mila euro.
Le spese per il personale, pari a 37,4 milioni di euro, comprendono le seguenti voci:
10
SPESE PER IL PERSONALE
22.2.1 - Retribuzioni Fisse Personale Dipendente
2013
Importo
2014
Comp.%
Importo
Comp.%
Var. %
1,26%
20.729.407,16
57,6
20.990.469,29
56,2
3.537.362,12
9,8
3.816.106,82
10,2
7,88%
230.403,30
0,6
259.864,73
0,7
12,79%
22.2.6 - Oneri Prev.li e Ass.li Dipendenti (quota fissa)
4.978.821,62
13,8
4.967.242,97
13,3
-0,23%
22.2.8 - Oneri Prev.li e Ass.li Dipendenti (q.ta Variabile)
1.568.750,83
4,4
1.748.038,73
4,7
11,43%
22.2.4 - Retribuzioni Variabili Personale Dipendente
22.2.5 - Buoni pasto (dipendenti)
27.057,82
0,1
10.357,88
0,0
-61,72%
860.068,00
2,4
1.268.420,00
3,4
47,48%
22.2.12 - L.T.C.
59.799,66
0,2
59.365,20
0,2
-0,73%
22.2.13 - TFR (q.ta mensile previdenza integrativa PREVIGEN)
64.804,99
0,2
65.475,38
0,2
1,03%
22.2.14 - TFR (q.ta mens. prev. Integr. CASSA PREV. DIP.I)
493.668,96
1,4
534.180,93
1,4
8,21%
22.2.15 - Previdenza complementare ( PREVIGEN mensile)
285.835,15
0,8
295.367,94
0,8
3,34%
22.2.16 - Prev. Complem. (CASSA PREVIDENZA DIPENDENTI annua)
378.591,12
1,1
384.021,38
1,0
1,43%
60.000,00
0,2
60.000,00
0,2
0,00%
22.2.18 - Compensi per lavoro straordinario
1.155.388,47
3,2
1.040.359,57
2,8
-9,96%
22.2.22 - Premio polizza TFR INA (dipendeni)
1.199.957,31
3,3
1.193.214,49
3,2
-0,56%
2.408,75
0,0
0,00
0,0
-100,00%
113.317,24
0,3
66.585,04
0,2
-41,24%
48.695,99
0,1
56.558,75
0,2
16,15%
201.100,00
0,6
224.333,00
0,6
11,55%
0,00
0,0
35.167,60
0,1
100,00%
22.2.9 - Altre uscite per il personale
22.2.11 - Contrib. annui Assist.Sanitaria dipend./dirig.
22.2.17 - Cral
22.2.23 - Premio assicur. cumulativa infortuni dirigenti
22.2.24 - Premio assicuraz. cumulativa infortuni dipendenti
22.2.25 - Oneri Prev.li e Ass.li Dirigenti (q.ta Variabile)
22.2.26 - Retribuzioni Variabili Personale Dirigenti
22.2.27 - Quota TFR anno in corso
0,00
0,0
273.713,31
0,7
100,00%
35.995.438,49
100,0
37.348.843,01
100,00
3,76%
22.2.28 - Rivalutazione TFR
Totale
Il personale in servizio al 31 dicembre 2014 era composto da 353 unità (360 al 31
dicembre 2013 e 363 unità al 31 dicembre 2012), di cui 6 con contratto a tempo
determinato. Informazioni dettagliate sul personale dell’IVASS sono fornite nella Relazione
sulla gestione.
Anche per l’esercizio 2014 è stato disposto, ai sensi del D.P.R. n. 122 del 4 settembre
2013, il blocco dei rinnovi contrattuali, degli scatti di anzianità e delle promozioni dei
dirigenti e dei dipendenti, riconoscendo unicamente gli adeguamenti a titolo di indennità di
vacanza contrattuale. I maggiori oneri sono connessi all’incremento di alcune voci
retributive dovute alle modifiche apportate all’orario di lavoro dal 1° gennaio 2014, delle
indennità ispettive (per la necessità di incrementare l’azione di supervisione on-site) e
dell’assistenza sanitaria. Inoltre per effetto della riorganizzazione dell’orario di lavoro è stata
prevista l’erogazione del buono pasto anche nella giornata di venerdì.
Nel prospetto di rendicontazione economica della spesa del personale per centri di costo
è evidenziata la ripartizione dei costi per Servizi e Uffici. Le poste indicate nel prospetto
dettagliano parzialmente il dato iscritto a conto economico nelle voci “spese per il
personale” e “oneri tributari”.
Le spese per l’acquisizione di beni di consumo e servizi, pari a complessivi 10,7 milioni
di euro, sono sostanzialmente in linea con le spese del 2013. La spesa più consistente è
rappresentata dal canone di locazione della sede (29% del totale); tale voce ha subito
rispetto all’esercizio precedente un decremento del 7,4% per effetto del D.L. 66/2014 che
ha disposto una riduzione del 15% del canone a partire dal 1° luglio 2014.
Nell’allegato A sono riepilogati gli impegni pluriennali del 2014 derivanti da contratti
stipulati in esercizi precedenti, con l’eccezione delle obbligazioni derivanti da accordi
contrattuali inerenti il trattamento economico del personale.
Gli Altri oneri, pari a 3,3 milioni di euro, sono costituiti dalle seguenti voci:
11
ALTRI ONERI
22.4.1 - Quote EIOPA
22.4.2 - Altre q.te iscrizione Organismi naz.li e inter.li
22.4.3 - Spese per Trasferimenti
22.4.4 - Restituzioni e rimborsi diversi
2013
Importo
Importo
Comp.%
15,2
Var. %
432.148,07
15,9
502.518,53
6.140,00
0,2
63.334,54
2.263.155,18
83,4
2.222.755,18
13.480,94
0,5
3.809,03
0,1 -71,75%
0,00
0,0
510.400,00
15,5 100,00%
2.714.924,19
100,0
3.302.817,28
22.4.5 - Trasferimenti a CONSAP
Totale
2014
Comp.%
16,28%
1,9 931,51%
67,3
100,0
-1,79%
21,65%
In particolare le spese per trasferimenti, pari a 2,2 milioni di euro, comprendono i
contributi versati dall’IVASS al Garante per la protezione dei dati personali e alla
Commissione di garanzia della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali 4 nonché
le somme dovute allo Stato, ai sensi dell’art. 1, comma 143, della Legge 228/2012 (Legge
di Stabilità 2013).
A decorrere dal 2014 si è preferito imputare in due capitoli gestionali diversi sia la quota
IAIS (compresa fra le altre quote di iscrizione a Organismi nazionali e internazionali) che la
quota CONSAP, dovuta ai sensi dell’art. 13, comma 37, della Legge n. 135/2012 a
copertura degli oneri da questa sostenuti per la gestione del Centro di Informazione.
4.4 Rettifiche di valori e accantonamenti
L’importo complessivo di 764 mila euro comprende, tra l’altro, 460 mila euro relativi
all’accantonamento effettuato al “Fondo Svalutazione Crediti” e 278 mila euro per
ammortamenti hardware e software.
4.5 Proventi e oneri finanziari
I proventi finanziari, pari a 581 mila euro, comprendono:
- gli interessi attivi, pari a 312 mila euro, maturati nel 2014 sul conto corrente di
tesoreria. L’importo comprende gli interessi maturati al 31 dicembre 2014 e riscossi
nei primi giorni del 2015;
- la rivalutazione civilistica da riconoscere sul TFR dei dipendenti pari a 269 mila euro.
Tale posta è iscritta anche tra i ricavi al fine di sterilizzare l’effetto sul conto
economico (essendo iscritta tra i costi). La rivalutazione civilistica sul TFR non
costituisce, infatti, un onere per l’Istituto perché finanziata dalle polizze INA.
Gli oneri finanziari si riferiscono ai costi sostenuti per interessi passivi (72 mila euro)
relativi alla linea di credito concessa dal Banco di Brescia per il periodo marzo-settembre
20145.
4.6 Oneri tributari
Le imposte tributarie di competenza dell’esercizio, pari a 2,7 milioni di euro, sono
rappresentate principalmente dal costo sostenuto per l’Imposta Regionale sulle Attività
Produttive (2,4 milioni di euro).
4
5
L’art. 1, comma 416, della Legge di Stabilità 2014 ha modificato il comma 523 della Legge di Stabilità 2013 (Legge
n. 228/2012) stabilendo un incremento dei contributi dovuti dall’istituto all’Autorità Garante della Privacy per gli
anni 2014, 2015 e 2016, da 1,6 milioni a 2 milioni di euro, e alla Commissione di Garanzia dello sciopero nei
servizi pubblici essenziali per gli anni 2014 e 2015, da 100.000 a 170.000 euro. Si ricorda che la Legge di Stabilità
2013 aveva già esteso agli anni 2013, 2014 e 2015 gli obblighi di contribuzione a favore di altre Autorità (Garante
della Privacy e Commissione sullo Sciopero) dettati dalla legge n. 191/2009 per le annualità 2010, 2011 e 2012
(che includeva anche l’Autorità Antitrust).
Nell’anno 2014 la scadenza della linea di credito concessa dal Banco di Brescia nel limite massimo di 25 milioni è
stata estesa fino al 30 settembre 2014 (anziché 31 luglio) per il ritardo nella pubblicazione del Decreto MISE di
fissazione della misura dei contributi annuali, che ha comportato il pagamento dei contributi di vigilanza da parte
dei soggetti vigilati solo a partire dalla seconda metà del mese di agosto. La linea di credito è stata utilizzata per un
importo pari a circa 18 milioni.
12
4.7 Proventi e oneri straordinari
I proventi straordinari, pari a 59 mila euro6, derivano principalmente dall’attività di
riaccertamento dei residui attivi e passivi svolta nel corso dell’esercizio, che ha generato
insussistenze del passivo per 51 mila euro e sopravvenienze attive per 8 mila euro. Gli
oneri straordinari, pari 17 mila euro, si riferiscono essenzialmente alle insussistenze
dell’attivo derivanti dalle sopra citate operazioni di riaccertamento.
5.
GESTIONE FINANZIARIA
Di seguito si riportano i risultati della gestione finanziaria 2014. Come già evidenziato,
l’avanzo di amministrazione di un esercizio concorre alla copertura del fabbisogno
complessivo dell’esercizio successivo.
5.1 L’avanzo di amministrazione
La situazione amministrativa al 31 dicembre 2014 evidenzia un avanzo di
amministrazione pari a 14,8 milioni di euro, che tiene conto, come illustrato nella tabella
seguente, della dinamica degli incassi e pagamenti e delle operazioni di riaccertamento dei
residui attivi e passivi.
FONDO CASSA AL 1° GENNAIO
+ INCASSI COMPETENZA
15.356.907,90
69.440.946,87
+ INCASSI RESIDUI
694.177,20
- PAGAMENTI COMPETENZA
64.504.326,68
- PAGAMENTI RESIDUI
3.904.369,85
FONDO CASSA AL 31 DICEMBRE
+ RESIDUI ATTIVI
17.083.335,44
2.655.753,44
- RESIDUI PASSIVI
4.911.195,39
AVANZO (+) o DISAVANZO (-)
14.827.893,49
L’avanzo di amministrazione 2014 registra rispetto all’avanzo dell’esercizio precedente
(12,1 milioni di euro) un incremento del 22,4% (+2,7 milioni) conseguente principalmente ai
maggiori incassi di competenza (+8,7 milioni di euro). In particolare, nel mese di gennaio
2014 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ai sensi dell’art. 1, comma 414,
della Legge di Stabilità 2014, ha restituito all’Istituto le somme versate dall’ISVAP nel 2012,
pari a 2,2 milioni di euro.
In sede di bilancio di previsione 2015 era stato stimato un avanzo di amministrazione
pari a 13,6 milioni di euro, superiore di 1,3 milioni di euro rispetto al valore riportato a
consuntivo . La differenza è da attribuire al riaccertamento dei residui e alle minori spese
effettuate rispetto a quelle presunte.
La ripartizione tra avanzo disponibile (utilizzabile per il finanziamento delle spese
programmate per l’esercizio 2015) e avanzo vincolato alla chiusura dell’esercizio 2014 è la
seguente:
6
Si ricorda che lo scorso anno gli oneri straordinari pari a 1 milione di euro si riferivano alle insussistenze dell’attivo
derivanti dall’annullamento del credito verso il MiSE per contributi pagati dai periti nelle annualità 2008-2012 ai
sensi dell’art. 337 del Codice e versati in apposito capitolo di entrata del bilancio dello Stato per la successiva
riassegnazione all’Istituto che, di fatto, non si è potuto incassare per incapienza dei fondi.
13
Avanzo disponibile
4.990.856,84
Avanzo vincolato,
di cui:
- Prenotazioni d’impegno
9.837.036,65
0,00
- Fondo adeguamenti contrattuali
1.330.000,00
- Fondo giudizi pendenti
4.227.000,00
- Spese in c/capitale
4.280.036,65
Avanzo di amministrazione
dell’esercizio
14.827.893,49
L’avanzo vincolato risulta composto dalle seguenti poste di bilancio:
- il fondo adeguamenti contrattuali, pari a 1,3 milioni di euro, è destinato alle spese per il
personale relative agli aumenti periodici di anzianità (l’importo è pari all’economia sul
capitolo di spesa vincolato da tale entrata);
- il fondo giudizi pendenti, pari a 4,2 milioni di euro, è costituito, principalmente, dalle
somme accantonate in relazione alla causa dei dipendenti IVASS nei confronti
dell’Istituto per l’annullamento della delibera del Consiglio assunta nel 2010 che ha
disposto il blocco dei rinnovi contrattuali. La somma per le spese di lite, prudenzialmente
appostata, tiene conto del contenzioso in essere (allegato B);
- le spese in c/capitale, pari a 4,3 milioni di euro, comprendono il Fondo Svalutazione
Crediti e il Fondo Rischi TFR (1,4 milioni di euro), lo stanziamento per il 2015 per la
convenzione stipulata con il MiSE a maggio 2013 (1,2 milioni di euro) e gli altri fondi (1,7
milioni di euro).
Come anticipato nella Relazione sulla gestione, con sentenza del 18 dicembre 2014
(depositata il 27 gennaio 2015) il Consiglio di Stato ha rigettato l’appello contro il
provvedimento del TAR del Lazio che respingeva il ricorso presentato dai dipendenti
dell’Istituto avverso le deliberazioni del Consiglio di amministrazione dell’ISVAP che, a
partire dal 2010, avevano comportato il blocco dei rinnovi contrattuali e degli scatti di
anzianità.
Nel mese di febbraio 2015, inoltre, un gruppo di azionisti ed ex azionisti (più di 900)
delle società Premafin s.p.a., Fondiaria Sai s.p.a. e Milano Assicurazioni s.p.a., costituiti
parti civili all’interno del procedimento penale avviato nei confronti del dott. Giancarlo
Giannini dinanzi al Tribunale di Milano, ha avanzato pretese risarcitorie nei confronti
dell’Istituto, il cui quantum non è stato ancora definito.
Tenuto conto di quanto sopra, e considerato il permanere del rischio finanziario in capo
all’Istituto, si è ritenuto di considerare ancora vincolato l’avanzo riveniente dai fondi giudizi
pendenti e adeguamenti contrattuali per far fronte alle eventuali spese risarcitorie connesse
alla citata causa avviata nei confronti del dott. Giannini.
Nel corso del 2015 si provvederà ad effettuare una variazione di bilancio per aggiornare
il valore dei fondi.
5.2 Le entrate
L’Istituto nel 2014 ha registrato entrate per 57 milioni di euro come riportato nella tabella
che segue.
14
ENTRATE
PREVISIONI 2014
ENTRATE CORRENTI,
di cui:
VARIAZIONE
56.651.486,35
579.651,53
52.365.103,82
53.961.422,85
1.596.319,03
3.706.731,00
2.690.063,50
-1.016.667,50
0,00
0,00
0,00
ENTRATE CONTRIBUTIVE
ENTRATE NON CONTRIBUTIVE
ENTRATE PER ALIENAZIONE DI B. PATR., RISCOS. DI CREDITI
E REALIZZO VAL. MOB.
RISCOSSIONE CREDITI E REALIZZO VALORI MOBILIARI
TOTALE
CONSUNTIVO 2014
56.071.834,82
0,00
41.681,21
41.681,21
56.071.834,82
56.693.167,56
621.332,74
Le maggiori entrate (+621 mila euro) rispetto alle previsioni definitive derivano
essenzialmente dal maggior accertamento delle entrate contributive (+1,6 milioni di euro) e
del minor accertamento di quelle non contributive a seguito della mancata riscossione del
credito vantato verso il MiSE relativo ai contributi periti pari a circa 1 milione di euro.
Nel dettaglio le entrate correnti (99,9% del totale) nell’esercizio 2014, con esclusione
delle partite di giro, sono pari a 56,7 milioni di euro (cfr. il Rendiconto finanziario) a fronte di
un importo di 48 milioni di euro del 2013. Tali entrate si riferiscono, in particolare, per il 95%
ai contributi di vigilanza versati da imprese e intermediari e per il 4% alle altre entrate non
contributive derivanti principalmente dal rimborso all’Istituto, come già riferito, di 2,2 milioni
di euro da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
ENTRATE CORRENTI ACCERTATE
2013
010101 - CONTRIBUTO DI VIGILANZA SULL'ATTIVITÀ DI ASS. E RIASS.
Comp. %
2014
Comp. % Var. %
39.922.906,84
83,2
46.171.985,95
81,5
15,65
7.424.074,00
15,5
7.789.436,90
13,7
4,92
010201 - RECUPERI E RIMBORSI
166.452,56
0,3
120.375,19
0,2 - 27,68
010202 - INTERESSI ATTIVI
467.695,62
1,0
312.060,90
0,6 - 33,28
010102 - CONTRIBUTO DI VIGILANZA SUGLI INTERMEDIARI
010203 - ALTRE ENTRATE NON CONTRIBUTIVE
Totale
47.981.129,02
-
2.257.627,41
4,0 100,00
100,0 56.651.486,35
100,0 18,07
I residui attivi (comprensivi delle partite di giro) rappresentativi di entrate accertate e non
incassate (prevalentemente riferiti a contributi non riscossi da intermediari) evidenziano una
consistenza al 31 dicembre 2014 pari a 2,7 milioni di euro, di cui il 42,2% relativa
all’esercizio 2014, mentre la restante parte è da imputarsi principalmente agli esercizi
2008/2013, come di seguito riportato.
Residui attivi
15
5.3 Le uscite
L’Istituto ha registrato uscite per 54,2 milioni di euro come evidenziato nelle seguente
tabella:
USCITE
PREVISIONI 2014
CONSUNTIVO 2014
DIFFERENZA
ORGANI DELL'AUTORITA'
740.000,00
663.575,91
-76.424,09
SPESE PER IL PERSONALE
40.185.000,00
39.035.136,92
-1.149.863,08
-1.118.160,29
ACQUISIZIONE DI BENI DI CONSUMO E SERVIZI
9.362.340,63
8.244.180,34
USCITE DIVERSE
6.134.075,18
6.030.710,02
-103.365,16
RESTITUZIONI RIMBORSI E ALTRE USCITE
8.202.595,06
3.809,03
-8.198.786,03
USCITE IN CONTO CAPITALE
TOTALE
1.970.088,94
240.109,94
-1.729.979,00
66.594.099,81
54.217.522,16
-12.376.577,65
Le minori uscite (-12,4 milioni di euro) rispetto alle previsioni definitive derivano
essenzialmente dalle seguenti voci di spesa: “Restituzioni, rimborsi e altre uscite non
classificabili” (-8 milioni di euro), le cui economie di spesa sono confluite nell’avanzo
vincolato a titolo di Fondo giudizi pendenti e Fondo adeguamenti contrattuali; “Acquisto di
immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie” (-1,7 milioni); Spese per il personale (1,2 milioni di euro) e “Acquisizione di beni di consumo e servizi” (-1,1 milioni di euro).
Le somme impegnate nell’esercizio 2014, con esclusione delle partite di giro, in
decremento di 42 mila euro rispetto al 2013, sono rappresentate per 99,6% dalle uscite
correnti (54 milioni di euro) e per il restante 0,4% (240 mila euro) dalle uscite in conto
capitale. La struttura della spesa corrente è caratterizzata da un elevato grado di rigidità
essendo costituita, in particolare, per il 72% da spese per il personale e dal 15% da spese
per l’acquisizione di beni e servizi. Le altre spese di natura corrente si riferiscono alle uscite
diverse e straordinarie, pari a complessivi 6 milioni di euro (circa l’11% del totale),
rappresentate quasi esclusivamente da oneri tributari e finanziari ( 2,7 milioni di euro) e
trasferimenti ad altre Autorità (2,7 milioni di euro).
USCITE
2013
2014
ORGANI DELL'AUTORITA'
Comp.%
1,36
SPESE PER IL PERSONALE
38.287.791,32
70,56
ACQUISIZIONE DI BENI DI CONSUMO E SERVIZI
8.630.902,34
15,91
USCITE DIVERSE
5.327.050,07
9,82
26.116,34
0,05
3.809,03
0,01
-22.307,31
1.194.052,16
2,20
119.168,45
0,22
-1.074.883,71
0,10
120.941,49
0,22
66.118,13
100,00 54.217.522,16
100,00
-41.744,56
RESTITUZIONI RIMBORSI E ALTRE USCITE
ACQUISTO IMMOBILIZZAZIONI
CONCESSIONE CREDITO E ACQUISTO VALORI MOB.
TOTALE
54.823,36
54.259.266,72
La spesa per il personale è composta dalle seguenti voci:
16
Importo
Comp.%
663.575,91
1,22
Var. Assoluta
Importo
738.531,13
39.035.136,92
-74.955,22
72,00
747.345,60
8.244.180,34
15,21
-386.722,00
6.030.710,02
11,12
703.659,95
Somme Impegnate
2013
010201 - RETRIBUZIONI E ONERI ACCESSORI PER IL PERSONALE DI RUOLO
Comp. %
2014
Comp. %
Var. % 2014
su 2013
1,6
24.665.694,75
64,4
25.066.440,84
64,2
010202 - ONERI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI PER IL PERSONALE DI RUOLO
6.660.792,21
17,4
6.715.281,70
17,2
0,8
010203 - ALTRE USCITE PER IL PERSONALE
2.327.548,17
6,1
2.684.479,33
6,9
15,3
010204 - COMPENSI PER LAVORO STRAORDINARIO
1.155.388,47
3,0
1.110.000,00
2,8
-3,9
010205 - ACCANTONAMENTO TFR
1.199.957,31
3,1
1.270.054,20
3,3
5,8
107.799,71
0,3
100.809,20
0,3
-6,5
010206 - ASSICURAZIONI RELATIVE AL PERSONALE
010207 - ACCERTAMENTI SANITARI
15.897,85
0,0
12.348,60
0,0
-22,3
010208 - INDENNITÀ E RIMBORSI PER MISSIONI ALL'INTERNO
1.509.453,27
3,9
1.400.000,00
3,6
-7,3
010209 - INDENNITÀ E RIMBORSI PER MISSIONI ALL'ESTERO
492.481,57
1,3
497.087,13
1,3
0,9
010210 - AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE
152.778,01
0,4
178.635,92
0,5
16,9
100,0 39.035.136,92
100,0
2,0
Totale
38.287.791,32
Le spese per l’acquisizione di beni e servizi riguardano:
Somme impegnate
2013
010301 - CANONI DI LOCAZIONE E ONERI ACCESSORI
010302 - UTENZE
010303 - MANUTENZIONE ORDINARIA BENI MOBILI E IMMOBILI
010304 - ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO
010305 - ACQUISTO DI PRODOTTI HARDWARE E SOFTWARE
010306 - NOLEGGIO, MANUTENZIONE E ASSISTENZA PRODOTTI HARDWARE E SOFTWARE
010307 - SELEZIONE DEL PERSONALE
010308 - CONSULENZE E COLLABORAZIONI
010309 - ORGANIZZAZIONE E PARTECIPAZIONE A CONGRESSI, CONVEGNI E ALTRE MANIFESTAZIONI
010310 - PRESTAZIONI DI ALTRI SERVIZI
Comp. %
2014
Comp. %
Var. % 2014
su 2013
3.537.737,61
41,0
3.255.650,88
39,5
-7,97
400.496,30
4,6
511.110,58
6,2
27,62
-29,91
33.564,64
0,4
23.525,07
0,3
129.754,76
1,5
72.197,87
0,9
-44,36
46.238,64
0,5
18.496,35
0,2
-60,00
1.525.583,94
17,7
1.509.172,34
18,3
-1,08
0,00
0,0
4.148,00
0,1
100,00
535.847,81
6,2
447.309,81
5,4
-16,52
4.131,00
0,0
10.000,00
0,1
142,07
2.325.687,07
26,9
2.313.564,85
28,1
-0,52
010311 - SPESE DI RAPPRESENTANZA
55.422,34
0,6
49.999,38
0,6
-9,78
010312 - PUBBLICITÀ
24.129,25
0,3
22.091,48
0,3
-8,45
010313 - TRADUZIONI E PUBBLICAZIONI
12.308,98
0,1
6.913,73
0,1
-43,83
8.630.902,34
100,0
8.244.180,34
100,0
-4,48
TOTALE
La gestione dei residui passivi (comprensivi delle partite di giro), rappresentativi di uscite
impegnate ma non pagate, complessivamente pari a 5,5 milioni di euro, evidenzia che circa
il 79% delle somme ancora da pagare deriva dall’esercizio 2014, mentre la restante parte è
da imputarsi principalmente all’esercizio 2013.
Residui passivi
17
5.4 La gestione della liquidità
I saldi di cassa, presso l’istituto tesoriere, risentono della struttura di bilancio dell’Istituto
che si caratterizza dall’obbligo di tener conto dell’avanzo di amministrazione dell’esercizio
precedente nell’ambito del fabbisogno dell’esercizio successivo, determinando, quindi, a
pareggio, la misura dei contributi a carico delle imprese.
Tenuto conto che l’avanzo costituisce una disponibilità non liquida, ma solo finanziaria,
l’Istituto si trova nella condizione di dover utilizzare, a partire dal mese di marzo e fino
all’avvio dell’incasso dei contributi dei soggetti vigilati (nel 2014 a decorrere dalla seconda
metà del mese di agosto) la linea di fido concessa dall’Istituto tesoriere.
Il saldo di cassa presso il Banco di Brescia segue il trend indicato:
2014
Il versamento del contributo in un’unica soluzione entro il 31 luglio di ciascun anno
comporta per l’Istituto problemi di liquidità in quanto i fondi disponibili al 31 dicembre non
2sono sufficienti a garantire la copertura delle spese di funzionamento dello stesso fino al
momento dell’introito dei contributi di vigilanza, fonte primaria di finanziamento delle spese.
L’utilizzo della linea di credito sotto forma di scoperto di c/c per il periodo aprileluglio/agosto di ciascun anno, comporta maggiori oneri per l’Istituto e indirettamente per le
imprese, tenuto conto che i contributi richiesti sono commisurati alle spese sostenute.
Pertanto, al fine di assicurare all’Istituto la liquidità necessaria al proprio
funzionamento, sarebbe auspicabile una modifica della normativa primaria che preveda il
pagamento del contributo di vigilanza per le imprese in due rate, come effettuato per le
annualità 2000-2006.
18
QUOTA IMPEGNI ES. 2014 DERIVANTE DA CONTRATTI PLURIENNALI
Oggetto del contratto
Fornitore
Locazione sede e oneri accessori
INPGI
Servizi di Facility Management sede
Romeo Gestioni
Quota 2014
3.250.000,00
605.000,00
Somministrazione di lavoro a tempo determinato
Temporary
per n. 8 unità di personale (laureati)
461.900,00
Locazione operativa PDL
379.400,00
Fujitsu Technology Solutions
Somministrazione di lavoro a tempo determinato
Umana
per n. 7 unità di personale (operativi)
276.600,00
Servizio vigilanza sede
Sipro Sicurezza Professionale
225.000,00
Locazione operativa mainframe
Ibm Italia
162.900,00
Posta Service, pick up e consegna a domicilio
corrispondenza
Poste Italiane
130.000,00
Polizza infortuni professionali e
extraprofessionali dipendenti
UnipolSai
99.800,00
Servizio riscossione contributi di vigilanza
Banca Popolare di Sondrio
97.500,00
Fornitura dei servizi di connettività e sicurezza
nell'ambito del sistema pubblico di connettività
(servizi internet e hosting)
Telecom Italia Digital Solutions
94.300,00
Revisione contabile dell'IVASS
PricewaterhouseCoopers
79.300,00
Fornitura dei servizi di connettività e sicurezza
nell'ambito del sistema pubblico di connettività
(servizi VOIP)
Telecom Italia Digital Solutions
73.000,00
Bolliger
63.000,00
Telecom Italia
Telecom Italia
Bloomberg
Xerox Italia Rental Services
48.100,00
41.500,00
25.000,00
23.400,00
Magazzinaggio materiale d’archivio (archivo
generale)
Servizi di telefonia fissa
Servizi di telefonia mobile
Servizi Bloomberg
Noleggio fotocopiatrici Xerox (contratti vari)
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
ANNO
STATO
N.
FASC.
RICORRENTE
2007
P
1518\C
CITARELLA Vincenzo c\ISVAP
2007
P
1577\C
ZURICH INS. CO. c/ ISVAP
2008
P
1599\C
MASSIMI Luca c\ ISVAP
2008
P
1603\C
AVIVA ITALIA spa - BRUGOLA Cesare
c\ ISVAP
2008
P
1607\C
SARA Ass. c\ ISVAP
2008
P
1638\C
SARA ASS.NI c\ ISVAP
2008
P
1642\C
SARA ASS.NI c\ ISVAP
2008
P
1643\C
SARA ASS.NI c\ ISVAP
2008
P
1647\C
SARA ASS.NI c\ ISVAP
2008
P
1648\C
SARA ASS.NI c\ ISVAP
2008
P
1688\C
SARA c\ ISVAP
2008
P
1689\C
SARA c\ ISVAP
2009
P
1695\C
BRUSCOLOTTI Marco c\ ISVAP
2009
P
1698/C
Modenini Moreno
2009
P
1700\C
SE.PI. Ass. sas c\ ISVAP
2009
P
1712/C
2009
P
1721\C
QUATTRUCCI Anna c\ ISVAP
2009
P
1722\C
POMPEI Andrea c\ ISVAP
2009
P
1724\C
BELLAVISTA Luigi c\ ISVAP
2009
P
1743\C
BRAGUTI Andrea c\ ISVAP
ORGANO GIUDICANTE TIPOLOGIA
TAR Campania - Salerno
- I Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio – Roma –
Sez. I
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
PALATELLA NICOLA ANTONIO E FONDIARIA
TAR Lazio- Roma -I Sez.
SAI + SYSTEMA VITA c/ ISVAP
2009
P
1744\C
INA c\ ISVAP
2009
P
1747\C
ANDI ASSICURA UNIPERSONALE c\ ISVAP
2009
P
1752\C
CHIEFFI Pierluigi c\ ISVAP
2009
P
1763\C
COTONE Antonio c\ ISVAP
TAR Lazio - Roma - Sez.
I
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
Tar Lazio - Roma - I Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
OGGETTO CAUSA
SOSPENSIVA
(SI \ NO)
PD
Ruolo Periti Annull. provv. radiazione
SI
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 1871 del 9.10.07
NO
PD
radiazione annull. provv. ISVAP n. 00042\PD\07
SI
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 2694 del 14.12.2007
SI
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 2834/07
NO
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 948/08 del 28.3.08
NO
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 1317/08 del 28.3.08
NO
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 1318/08 del 29.3.08
NO
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 1438 del 30.4.08
NO
OII
ordin. ingiunz. ISVAP n. 1431 del 30.4.08
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2526\2008
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2509\2009
NO
PD
radiazione annull. provv. ISVAP 000183/PD/08 del 6.11.08
SI
censura
NO
annull. provv. ISVAP n. 00176\PD\08
OII
annull. e\o modif. ord. ing. ISVAP n. 3392 del 21.11.08
NO
PD
radazione
annull.pd 00201/PD/08 del 11.12.08.
SI
PD
radiazione annull. provv. ISVAP n. 253\PD\09 del 2.3.09
SI
PD
radiazione annull. provv. ISVAP n. 243\PD\09 del 13.2.09
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 543 del 3.3.09
NO
PD
radiazione annull. provv. ISVAP n. 332\PD\09 dell'8.6.09
SI
OII
annull. archiviazione proc. sanz. sig. Vespaziani
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 1845 del 17.6.09
SI
PD
radiazione annull. provv. ISVAP n. 334\PD\09 dell'8.6.09
SI
PD
censura annull. provv. ISVAP n. 374\PD\09 del 24.7.09
NO
1
RISARCIMENTO
DANNI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2009
P
1772\C
KENT INS. BROKER s.r.l. c\ ISVAP
2009
P
1786\C
REALE MUTUA Ass. c\ ISVAP
2009
P
1788\C
AMBROSI Luca e Marco c\ ISVAP
DI COSTANZO Vincenzo e PAPARELLA
Alessandro c\ ISVAP
2009
P
1791\C
2010
P
1827/C
MORELLI Marco (MILANO Ass.) c\ ISVAP
2010
P
1832/C
ARA 1857 – Assicurazioni Rischi Agricoli VMG
c\ ISVAP
2010
P
1835\C
MELONI Fernando c\ ISVAP
2010
P
1836\C
SARA c\ ISVAP
2010
P
1839\C
MORETTA Ass. c\ ISVAP
2010
P
1854/C
SOC. GENERTEL S.P.A.
2010
P
1859\C
MILANO Assicurazioni c\ ISVAP
2010
P
1860\C
FONDIARIA SAI c\ ISVAP
2010
P
1861\C
MILANO Assicurazioni c\ ISVAP
2010
P
1865\C
CAPITALIA Ass.ni c\ ISVAP
2010
P
1866/C
PICCIN ALESSANDRO c/ ISVAP
2010
P
1871\C
ZURICH Ins. PLC c\ MAP+ISVAP
2010
P
1872\C
ZURITEL c\ MAP+ISVAP
2010
P
1873\C
ZURICH Invest.Life c\ MAP+ISVAP
2010
P
1874\C
ZURICH Life Ins. c\ MAP+ISVAP
2010
P
1890\C
CAFIERO Sabina c\ ISVAP
2010
P
1894\C
MAROCCHI Federica
2011
P
1900\C
COPPOLA Antonio c\ ISVAP
2011
P
1901/C
FONSAI C\ ISVAP
2011
P
1903\C
TAMBURINI Mirella c\ ISVAP
2011
P
1904\C
CIONI Rosalba c\ ISVAP
2011
P
CD 11-00001
TOLLIS Claudio c/ ISVAP
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez.
TAR Lazio - Roma - I
Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 3426 del 14.9.09 e atto contestaz. n. 4927ISP\04
del 22.1..09
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 4010 dell'8.10.09
NO
PD
PD
radiazione
00411\PD\09 del 27.10.09
radiazione
00414\PD\09 del 27.10.09
annull. provv. ISVAP n. 00410 e
annull. provv. ISVAP n. 00413 e
SI
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 661\2010
SI
OII
annull. ord. ing. n. 702/10
NO
PD
censura annull. provv. ISVAP nn. 00484\PD\10
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 819\2010
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 1185/2010
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 1728\2010 del 10.05.10
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2481\2010 del 30.6.10
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2482\2010 del 30.6.10
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2479\2010 del 30.6.10
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2391\2010 del 28.6.10
SI
PD
radiazione
annull. PD, n. 547/PD/10 del 18.05.10.
SI
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2754\2010 del 13.7.10
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2755\2010 del 13.7.10
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2756\2010 del 13.7.10
NO
OII
annull. ord. ing. ISVAP n. 2757\2010 del 13.7.10
NO
PD
radiazione annull. provv. ISVAP n. 00609\PD\10 del 6.8.10
SI
annullamento del provvedimento di radiazione n. 00595/PD/10 del 13 luglio
2010
SI
PD
censura annull. provv. ISVAP n. 00621\PD\10 del 27.10.10
NO
OII
annullamento ord. ing, ISVAP n. 4173\2010 dell'8.11.10
NO
OII
annullamento ord. ing, ISVAP n. 4966\2010 del 29.10.10
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione n. 4899/2010 del 28/12/2010
SI
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 555 del 17.2.11 e del PD di
radiazione n. 657 del 22 dicembre 2010.
SI
2
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2011
P
CD 11-00003
TOLLIS Claudio c/ ISVAP
2011
P
CD 11-00004
Groupama Ass.ni
2011
P
CD 11-00005
SARTORI Vittorino Michele
2011
P
CD 11-00006
POSCA Francesco
2011
P
CD 11-00007
SCROFANI Gianluca
2011
P
CD 11-00008
Groupama Ass.ni
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
CD 1100009
CD 1100011
CD 1100012
CD 1100013
CD 1100014
CD 1100015
CD 1100016
CD 1100017
CD 1100018
CD 1100021
CD 1100024
CD 1100025
CD 1100026
CD 1100028
CD 1100029
CD 1100032
CD 1100033
CD 1100034
CD 1100036
CD 1100037
Minervino Andrea e Annalisa s.n.c.
TOLLIS Claudio c/ ISVAP
TAVERNA Niccolò
Italiana Ass.ni
SCROFANI Gianluca
TAVERNA PIERO
ALESSIO Elena
TURCHERIA Marco
TINGHI Giampaolo
Lloyd Team Broker s.r.l.
SARA Ass.ni
Alleanza Toro
Brussa Toi Maurizio e De Rosa Patrizia
SARA Ass.ni
TAVERNA PIERO
RESTUCCIA ANTONIO
RESCIGNO FABIO
PREVIRA INVEST SIM
LOSANO Assicurazioni s.n.c. c\ ISVAP
ISVAP c/ UGF
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 555 del 17.2.11 e del PD di
radiazione n. 657 del 22 dicembre 2010.
SI
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 801 del 9 marzo 2011.
NO
PD
annullamento radiazione n. 00695/PD/11
SI
PD
annullamento radiazione n. 00712/PD/11
SI
PD
annullamento radiazione n. 00709/PD/11
SI
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 876 del 15 marzo 2011.
NO
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 946/2011 del 16marzo 2011.
SI
annullamento provvedimento n. 707/PD/11 e delibera n. 1495/II
NO
annullamento radiazione n. 00737/PD/11
SI
Ricorso in appello - sentenza Tar Lazio n. 305/2011.
NO
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 1777/2011 del 3 maggio 2011.
NO
PD
annullamento radiazione n. 00742/PD/11
NO
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 2148/2011 del 30 maggio 2011.
SI
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 2035/2011 del 23 maggio 2011.
SI
PD
provvedimento n. 000736/11 del 17 maggio 2011 censura
NO
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 2092/11 del 27 maggio 2011
NO
OII
annullamento ordinanze n. 2095/2011; 2096/2011; 2097/2011.
NO
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 2275/2011.
NO
annullamento ordinanze ingiunzione n. 2477/11, n. 2581/11 e provv. ti
censura n. 761/PD/11 e n. 762/PD/11 (censura).
NO
OII
annullamento ordinanza-ingiunzione n. 2667/2011
NO
PD
annullamento radiazione n. 00820/PD/11
NO
PD
annullamento radiazione n. 00834/PD/11
NO
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 03599/11
SI
OII
annullamento ordinanza ingiunzione n. 3545/11
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3592/11 del 21 settembre
2011
NO
OII
appello sentenza
NO
PD
CONSIGLIO DI STATO
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
CONSIGLIO DI STATO
OII e PD
3
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2011
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
CD 1100038
CD 1100039
CD 1100040
CD 1100041
CD 1100042
CD 1100043
CD 1100044
CD 1100045
CD 1100046
CD 1100047
CD 12000048
CD 1200049
CD 1200050
CD 1200051
CD 1200052
CD 1200053
CD 1200054
CD 1200055
CD 1200057
CD 1200058
CD 1200059
CD 1200060
CD 1200061
CD 1200062
CD 1200063
CD 1200064
Business Services Assicurazioni di Merola
Brunella & C. sas
Milano Assicurazioni c\ ISVAP
FONDIARIA SAI c\ ISVAP
Assicuratrice Milanese
Soc. Direct Line Insurance S.p.A. c\ ISVAP
Linear s.p.a. c\ ISVAP
Assimoco
Nationale Suisse c\ ISVAP
Dialogo Assicurazioni c\ ISVAP
Quixa S.p.A. c\ ISVAP
Assicuratrice Milanese c\ ISVAP
MINARINI Antonio c\ ISVAP
SERMI Luca c\ ISVAP
Assimoco S.p.A. c\ ISVAP
Assimoco Vita S.p.A. c\ ISVAP
CRENCA Giampaolo c\ ISVAP
MASSANTINI Alessio c\ ISVAP
CRENCA Giampaolo c\ ISVAP
DE ANGELIS Paolo c\ ISVAP
CRENCA Giampaolo c\ ISVAP
GISMONDI Fulvio c\ ISVAP
ZURITEL S.p.A. c\ ISVAP
CREDIT AGRICOLE ASSICURAZIONI S.p.A. c\
ISVAP
SERVALLI Vincenzo e SICA Maria
InCHIARO Ass. c\ ISVAP
UBI Assicurazioni c\ ISVAP
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. I
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3957/11 del 10 ottobre
2011
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3800/11 del 30 settembre
2011
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4048/11 del 12 ottobre
2011
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4020/11 del 12 ottobre
2011.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4110/2011 del 18 ottobre
2011 ex art. 119 c.a.p.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4108/11 del 18 ottobre
2011.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4112/11 del 18 ottobre
2011.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4109/11 del 18 ottobre
2011.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4111/11 del 18 ottobre
2011.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4107/11 del 18 ottobre
2011.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4362/2011 del 31 ottobre
2011
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n.4809/11del
5/12/11(erroneamente indicata nel ricorso 11809/11).
NO
NO
NO
NO
SI
SI
SI
NO
NO
SI
NO
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4849/2011 del 5/12/2011.
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5058/2011 del 15/12/2011.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5059/2011 del 15/12/2011.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5154/2011.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5091/2011.
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 65/2012.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 279/2012.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n.306/2012.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 190/2012.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 546/2012.
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 779/2012.
SI
PD
annullamento censura nn. 994 e 995/PD12 dell'1 marzo 2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1004/2012.
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1098/2012 del 26 marzo
2012.
SI
4
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
CD 1200065
CD 1200066
CD 1200068
CD 1200070
CD 1200073
CD 1200077
CD 1200078
CD 1200079
CD 1200080
CD 1200082
CD 1200083
CD 1200084
CD 1200085
CD 1200087
CD 1200088
CD 1200089
CD 1200091
CD 1200093
CD 1200094
CD 1200095
CD 1200096
CD 1200097
CD 1200098
CD 1200099
ALLIANZ s.p.a. c\ ISVAP
MELITO Pasquale c\ ISVAP
UNIPOL c\ ISVAP
Assicuratrice milanese c\ ISVAP
CRENCA GIAMPAOLO
SARA Assicurazioni
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
CALISE Marco
LOVASCIO Paolo
UNIQA Protezione spa
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
SAMMARTINI Giovanni (attuario UNIQA)
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
Assicuratrice milanese spa
UNIPOL
Aviva Italia
Assicurazioni Generali
AXA
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 961/2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1245/2012 del 30 marzo
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1538/2012 del 23 aprile
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1531/2012 del 20 aprile
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1807/2012 del 15 maggio
2012.
annullamento delle ordinanze-ingiunzioni ISVAP nn. 1830/2012; 1829/2012;
1828/2012; 1841/2012; 1826/2012; 1831/2012; 1806/2012; 1805/2012;
1832/2012; 1833/2012; 1834/2012; 1835/2012; 1836/2012; 1804/2012;
1803/2012; 1800/2012; 1934/2012; 1837/2012; 1802/2012; 1801/2012;
1838/2012; 1839/2012; 1840/2012; 1944/2012; 2070/2012; .
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1770/2012 del 15 maggio
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1771/2012 del 15 maggio
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1773/2012 del 15 maggio
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1900/2012 del 21 maggio
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1995/2012 del 28 maggio
2012.
NO
NO
NO
NO
NO
NO
NO
NO
NO
NO
NO
PD
annullamento della radiazione n. 01045/PD/12 del 24 aprile 2012.
SI
PD
annullamento della radiazione n. 01080/PD/12 del 17 maggio 2012.
SI
OII
OII
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2074/2012 del 5 giugno
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1988/2012 del 28 maggio
2012.
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 1986/2012 del 28 maggio
2012.
NO
NO
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2127/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2103/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2104/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2105/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2150/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2410/2012
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2530/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 2487/2012
SI
5
NO
SI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2012
P
2013
P
2013
p
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
CD 1200100
CD 1200102
CD 1200103
CD 1200106
CD 1200108
CD 1200109
CD 1200113
CD 1200115
CD 1200117
CD 1200120
CD 1200121
CD 1200122
CD 1200123
CD 1200124
CD 1200125
CD 1300127
CD 1300130
CD 1300131
CD 13-00132
CD 13-00133
CD 13-00134
CD 13-00137
CD 13-00138
CD 1300140
CD 1300141
CD 1300142
Maddaloni Vincenzo
RODIA Alberto
BORSINI Massimiliano
DE ANGELIS Paolo c\ ISVAP
BINASCO Filippo
c\ ISVAP
TOPPINO Domenico
c\ ISVAP
SESTO Sebastiano
ADMIRAL Insurance Company Ltd.
ALLEANZA Toro c\ ISVAP
CATTOLICA c\ ISVAP
UNIPOL
UNIPOL
UNIPOL
DE ROBERTIS Assicurazioni s.r.l. in
liquidazione
INTERNATIONAL INSURANCE COMPANY OF
HANNOVER
MELITO Pasquale c\ ISVAP
ARCA Assicurazioni
CATTOLICA c\ ISVAP
INTERNATIONAL INSURANCE COMPANY OF
HANNOVER Ltd
LOVASCIO Paolo
GISMONDI Fulvio c\ IVASS
Assicuratrice milanese spa
RUBINO srl in liquidazione
DONAU VERSICHERUNG AG
DONAU VERSICHERUNG AG
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. II
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez.____
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
PD
annullamento del provv. censura n. 01098/2012
SI
PD
annullamento della radiazione n. 01111/PD/12 del 13 giugno 2012.
NO
PD
annullamento della CENSURA n. 01138/PD/12 del 26 giugno 2012.
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 27342012
NO
PD
PD
PD
annullamento del provvedimento disciplinare del richiamo n. 01152/PD/12 del
5 luglio 2012.
annullamento del provvedimento disciplinare del richiamo n. 01151/PD/12 del
5 luglio 2012.
annullamento del provvedimento disciplinare della censura n. 01185/PD/12
del 7 agosto 2012.
NO
NO
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3436/2012 del 19-9-2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3526/2012 del 24
settembre 2012.
NO
OII
annullamento dell'ordinanza ingiunzione n. 3529/12 del 24.09.12.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3795/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3796/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3797/2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 3753//2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4192//2012
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4119/2012 del
23/10/2012.
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5522//2012
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5522//2012
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
OII
6
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4707/2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4690/2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4705/2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4823/2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 4872/2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5645/2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5643-2012
2012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5716-2012
2012
SI
del 22-11del 22-11del 22-11del 28-11del 30-11del 21-12del 21-12del 27-12-
SI
SI
NO
NO
SI
SI
SI
SI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
CD 1300143
CD 1300144
CD 1300145
CD 1300146
CD 1300147
CD 1300148
CD 1300149
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2013
P
2003/C
SIAC RE Guarantee co Ltd
2013
P
2004-C
SABATINI LUIGI
TAR_LAZIO
DONAU VERSICHERUNG AG
DONAU VERSICHERUNG AG
DONAU VERSICHERUNG AG
DONAU VERSICHERUNG AG
DONAU VERSICHERUNG AG
CARBONI Ivo
Tribunale civ. Roma
OII
OII
OII
OII
OII
OII
PD
AT
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5769-2012 del 27-122012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5771-2012 del 27-122012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5642/2012 del 21-122012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5641/2012 del 21-122012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5621-2012 del 21-122012
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 5640/2012 del 21-122012
annullamento provvedimento ISVAP 01293/PD/12 - sanzione disciplinare
della radiazione
domanda risarcimento danni in relazione al comunicato stampa ISVAP del 15
ottobre 2012
RICORSO AL TAR PREVIA SOSPENSIVA PER ANNULLAMENTO
CARTELLA ESATTORIALE 10920120005008946000
annullamento della comunicazione di avvio del procedimento per la
decadenza ex articolo 36 del d.l. 201/2011 (divieto di interlocking)
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
NO
SI
2013
P
2012/C
PROCOPIO Antonio
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
2013
P
2013-C
CARMELO ANTONIO TERZO
TRIBUNALE CIVILE SEZ. LAVORO LATINA
2013
P
2019-C
VERSARI EMANUELA
CAPO DELLO STATO
PD
2013
P
2020-C
SALVONI ROBERTO
CAPO DELLO STATO
PD
2013
P
2022-C
SIG.RI SICOLO PULCINO CONTRO ISVAP
CONSAP UCI FERRILLO MARTINA E
GENERALI ASS.NI QUALE IMPRESA
DESIGNATA F.G.V.S.
TRIBUNALE NAPOLI
AT
ATTO DI CITAZIONE
NO
2013
P
2025-C
Assicuratrice milanese
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione n. 55/2013 del 26-02-2013
NO
2013
p
2028/C
RUCELLAI
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
annullamento del provvedimento ISVAP n. 2001 del 12 settembre 2012 di
nomina del prof. Caratozzolo quale commissario ad acta di Fondiaria-Sai; del
provvedimento IVASS n. 32-13-000096 del 29 gennaio 2013 di prorpga dei
poteri del commissario
NO
2013
P
2029/C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 167-13 del 6 marzo 2013
NO
AT
NO
RICORSO EX ART. 700 C.P.C.
OII
2013
P
2031-C
DEL VECCHIO TOMMASO GUSTAVO
CAPO DELLO STATO
OII
2013
P
2032-C
DONAU VERSICHERUNG AG VIENNA
INSURANCE GROUP
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
2013
P
2033-C
DONAU VERSICHERUNG AG VIENNA
INSURANCE GROUP
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
2013
P
2034C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2035/C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
SI
RICORSO STRAORDINARIO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIVA
PROVVEDIMENTO N. 1256/PD/12 DEL 26/11/2012
RICORSO STRAORDINARIO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIVA
PROVVEDIMENTO N. 1257/PD/12 DEL 26/11/2012
RICORSO STRAORDINARIO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE ORDINANZA
IVASS N. 5564/2012
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 309/13 DEL 15 MARZO 2013 - SANZIONE
PECUNIARIA PREVISTA DALL'ART. 315 CO. 1 LETT. D DLGS 7 SETTEMBRE 2005 +
VIOLAZIONE ART. 148 CO. 1
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 329/13 DEL 15 MARZO 2013 - SANZIONE
PECUNIARIA PREVISTA DALL'ART. 315 CO. 1 LETT. D DLGS 7 SETTEMBRE 2005 +
VIOLAZIONE ART. 148 CO. 1
SI
SI
NO
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 318-13 del 15 marzo 2013
NO
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 347-13 del 15 marzo 2013
NO
7
SI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2013
P
2036/C
ALBANESE Alessandra
2013
P
2037-C
FEDERCARROZZIERI
2013
P
2038C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2040-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2041-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2042-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2043-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2045/C
ALLEANZA Toro
2013
P
2046/C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2047-C
GHIRALDELLO DAMIANO
2013
P
2048-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2049-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2050-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2051-C
ASSICURATRICE MILANESE SPA
2013
P
2053-C
INTERNATIONAL INSURANCE OF
HANNOVER LIM.
2013
P
2054-C
ASSICURATRICE MILANESE
2013
P
2060-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2061-C
RECCHIUTO ISABELLA
2013
P
2064-C
DI BENEDETTO LORELLA
2013
P
2065-C
MAGHERINI FILIPPO
2013
P
2069-C
DONAU VERSICHERUNG AG
Tricbunale civile di
Catania
TAR LAZIO - ROMA Sez.PRIMA
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
CAPO DELLO STATO
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
risarcimento danni per mancata irrogazione di sanzione pecuniaria
amministrativa da parte dell'IVASS nei riguardi di INA Assitalia
AT
Annullamento parere AGCM + IVASS 7 febbraio 2013
SI
OII
annullamento dell’ordinanza-ingiunzione ISVAP n. 332-13 del 15 marzo 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 404/13 DEL 25 MARZO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 405/13 DEL 25 MARZO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 444/13 DEL 27 MARZO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 443/13 DEL 27 MARZO 2013
NO
OII
annullamento delle ordinanze ingiunzione IVASS n. 487 e 488 del 4 aprile
2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N.509/13 DEL 04/04/2013 2013
NO
PD
RICORSO STRAORDINARIO ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO 32-13-000143
DEL 18/12/2012- SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 549/13 DEL 09 APRILE 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 689/13 DEL 22 APRILE 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 690/13 DEL 22 APRILE 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA INGIUNZIONE N. 829/13 DEL 30 APRILE 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 879/13 DEL 06 MAGGIO 2013
SI
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 842/13 DEL 03 MAGGIO 2013
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 988/13 DEL 20 MAGGIO 2013
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1222/13 DEL 12 GIUGNO 2013
CAPO DELLO STATO
PD
RICORSO STRAORDINARIO PER ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO 32-13000505 DEL 23/04/2013- SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
CAPO DELLO STATO
PD
RICORSO STRAORDINARIO PER ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO IVASS 32-13000448 - SANZIONE DISCIPLINARE DL RICHIAMO
NO
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1091/13 DEL 28 MAGGIO 2013
NO
PD
annullamento del provvedimento disciplinare del richiamo n. 32-13-000848
del 20 giugno 2013
SI
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1207/13 DEL 12 GIUGNO 2013
NO
2013
P
2070/C
CARANGELO Bartolomeo
2013
P
2071-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2072-C
MADDALONI ANGELO
CONSIGLIO DI STATO
OII
RICORSO IN APPELLO PER ANNULLAMENTO SENTENZA TAR LAZIO 4461/2013
SI
2013
P
2073-C
MADDALONI BROKERS
CONSIGLIO DI STATO
OII
RICORSO IN APPELLO PER ANNULLAMENTO SENTENZA TAR LAZIO 4450/2013
SI
8
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2013
P
2074-C
ASSICURATRICE MILANESE
2013
P
2075-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2076-C
ASSIFIN DI M. CASATI E F. PELLEGRINI
2013
P
2077-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2078-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2079-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2080-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2081-C
IVASS c/ALLIANZ
2013
P
2082-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2083-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
p
2086-C
S.A.S. GROUP ONE DI PENNA RENATO E
SCIUTTO IVAN
2013
P
2087-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2088-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2089-C
RICORSO DIPENDENTE
2013
P
2093-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2094-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2095-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2096-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2097-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2098-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2099-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2100-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2101-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2102-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2103-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2104-C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
CONSIGLIO DI STATO
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR_LAZIO
SEZ. II TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA INGIUNZIONE N. 1198/13 DEL 12/06/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1223/13 DEL 12 GIUGNO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1574/13 DEL 15 LUGLIO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1326/13 DEL 21 GIUGNO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1431/13 DEL 28 GIUGNO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1434/13 DEL 28 GIUGNO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1432/13 DEL 28 GIUGNO 2013
NO
OII
RICORSO IN APPELLO PER ANNULLAMENTO SENTENZA TAR LAZIO
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1502/13 DEL 8 LUGLIO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1555/13 DEL 11 LUGLIO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1661/13 DEL 22 LUGLIO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1609/13 DEL 16 LUGLIO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1608/13 DEL 16 LUGLIO 2013
NO
pers.
RICORSO AL TAR PER ANNULLAMENTO NOTA ISVAP PROT. 22-13-000041 MANCATA ASSEGNAZIONE DEL PREMIO INCENTIVANTE PER L'ANNO 2012
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2343/13 DEL 30 AGOSTO 2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2367/13 DEL 10/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2106/13 DEL 19/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2108/13 DEL 19/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2341/13 DEL 30/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2154/13 DEL 21/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2366/13 DEL 04/09/2013
NO
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2369/13 DEL 04/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2107/13 DEL 19/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2344/13 DEL 30/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1606/13 DEL 16/07/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2110/13 DEL 19/08/2013
NO
9
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2013
P
2105-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2106-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2107-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2108-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2109-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2110-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2112-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2113-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2114-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2115-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2116-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2117-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2118-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2119-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2120-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2121-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2122-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2123-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2124-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2125-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2126-C
CAPRONI ELEONORA
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
CAPO DELLO STATO
2013
P
2128-C
MARINO COSTANTINO
TAR_LAZIO
2013
P
2130-C
ASSICURATRICE MILANESE
TAR_LAZIO
2013
P
2131-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2132-C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2340/13 DEL 30/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2342/13 DEL 30/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2365/13 DEL 04/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2353/13 DEL 04/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2135/13 DEL 20/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2109/13 DEL 13/08/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2385/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2373/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2386/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2374/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2395/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2399/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2376/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2380/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2397/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2415/13 DEL 18/09/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2387/13 DEL 18/09/2014
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2375/13 DEL 18/09/2015
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2400/13 DEL 18/09/2016
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2371/13 DEL 18/09/2016
NO
OII
RICORSO STRAORDINARIO PER ANNULLAMENTO ORDINANZA 5299/141/SIP/0279
SI
PD
RICORSO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE DEL PROVVEDIMENTO
ADOTTATO DALL'IVASS PROT. N. 61-13-000362 DEL 4/10/2013 DELIBERAZIONE
2148/II
NO
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO 22/10/2013 PROT. 51-13-000511 RECANTE
CONTESTAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT. 221 E 229 D.LGS 209/2005
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2481/13 DEL 8/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2476/13 DEL 8/10/2013
NO
10
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2013
P
2133-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2134-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2135-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2136-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2137-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2138-C
NIGRO RAFFAELE IVAN
2013
P
2139-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2140-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2141-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2142-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2143-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2144-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2145-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2146-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2147-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2148-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2149-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2150-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2151-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2152-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2153-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2154-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2155-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2156-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2157-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2158-C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
CAPO DELLO STATO
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2470/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2473/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2473/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2480/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2471/13 DEL 08/10/2013
NO
PD
RICORSO STRAORDINARIO AVVERSO PROVVEDIMENTO IVASS 51-13-000127 SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
SI
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2718/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2641/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2655/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2682/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
- ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2679/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2643/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2721/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2681/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2715/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2657/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2692/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2644/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2717/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2680/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2474/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2469/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2722/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2687/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2659/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2645/13 DEL 22/10/2013
NO
11
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2013
P
2159-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2160-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2161-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2162-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2163-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2164-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2165-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2166-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2167-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2168-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2169-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2170-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2171-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2172-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2173-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2174-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2175-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2176-C
MARIO GAETANO ANSELMO PARAZZINI
2013
P
2177-C
DAMIANO GHIRARDELLO
2013
P
2178-C
CORO ITALO
2013
P
2179-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2180-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2181-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2182-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2183-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2184-C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
CAPO DELLO STATO
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2713/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2573/13 DEL 11/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2652/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2653/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2638/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2640/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2634/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2572/13 DEL 11/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2649/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2646/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2632/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2390/13 DEL 18/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2650/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2633/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2724/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2637/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2636/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2729/13 DEL 23/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2727/13 DEL 25/10/2013
SI
OII
RICORSO STRAORDINARIO ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1826/13 DEL
29/07/2013
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2725/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2635/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2639/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2642/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2647/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2654/13 DEL 22/10/2013
NO
12
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2013
P
2185-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2186-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2013
P
2187-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2188-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2189-C
QUI INSURANCE SPA
2014
P
2207-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2208-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2209-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2210-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2211-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2212-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2213-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2214-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2215-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2216-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2217-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2218-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2219-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2220-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2221-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2222-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2223-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2224-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2225-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2226-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2227-C
DONAU VERSICHERUNG AG
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2658/13 DEL 22/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2691/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N.2475/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2685/13 DEL 08/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO E/O REVOCA DEL DINIEGO AUTORIZZAZIONE ESERCIZIO ATTIVITA'
ASSICURATIVA IN ALCUNI RAMI DANNI
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2775/13 DEL 29/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2693/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2726/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2710/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2686/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2777/13 DEL 29/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2776/13 DEL 29/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2778/13 DEL 29/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2673/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2661/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2739/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2740/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2667/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2678/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2734/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2742/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2736/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2712/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2711/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2735/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2738/13 DEL 28/10/2013
NO
13
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
2014
P
2228-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2229-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2230-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2231-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2232-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2233-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2234-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2235-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2236-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2237-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2238-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2239-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2240-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2241-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2242-C
DONAU VERSICHERUNG AG
2014
P
2014
p
2245-C
VALTER TUBIANA
TAR_LAZIO
2014
P
2247-C
IVASS C/ LODI MATTEO
CONSIGLIO DI STATO
2014
P
2248-C
MANRICO MORINI
TAR_LAZIO
2014
P
2249-C
ASSICURATRICE MILANESE
TAR_LAZIO
2014
p
2250-C
IANNOTTA Antonella e Federica
TAR LAZIO - ROMA Sez. 2 TER
2014
P
2252-C
GALLO ELIO
CAPO DELLO STATO
2014
P
2255-C
SABBATINI SERGIO
TAR_LAZIO
2014
P
2256-C
ZURITEL S.p.a.
TAR_LAZIO
2244-C
PETRUCCI Marco
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2666/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2664/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2675/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2676/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2672/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2660/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2737/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2733/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2663/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2690/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2714/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2745/13 DEL 28/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2665/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2671/13 DEL 24/10/2013
NO
OII
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 2719/13 DEL 24/10/2013
PD
Annullamento provvedimento n. 51-13-000534 della sanzione disciplinare
della RADIAZIONE
ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO IVASS del 13.12.2013 Prot. 4613-021406 - cancellazione d'ufficio dal Registro Unico degli Intermediari
Assicurativi
SI
APPELLO AVVERSO SENTENZA TAR LAZIO 1132/2014 - LODI MATTEO
ANNULLAMENTO PROVVEDIMETO IVASS del 4 dicembre 2013 N° 51-13000748 - SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
ANNULLAMENTO ORDINANZA INGIUNZIONE DEL DIRETTORIO
INTEGRATO DELL'IVASS N. 3349/13 DEL 16 DICEMBRE 2013
annullamento art. 8, commi 4 e 7 del Regolamento IVASS su liquidazione
coatta amministrativa n. 4 del 17 dicembre 2013
ANNULLAMENTO PROVVEDIMETO IVASS del 25 novembre 2013 N° 5113-000690 - SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE PROVVEDIMENTO IVASS DEL
22 GENNAIO 2014 PROT. N. 51-14-000079 - SANZIONE DISCIPLINARE
DELLA RADIAZIONE
ANNULLAMENTO ORDINANZA INGIUNZIONE N° 133/14 DEL 21/01/2014
14
NO
SI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2014
P
2257-C
MARIO ORLANDI - MARIA CRISTINA PESCI
TAR_LAZIO
ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE PROVVEDIMENTI IVASS DEL
06/02/2014 N.51-14-000024 E N. 51-14-000025 - SANZIONE
DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
SI
2014
P
2258-C
TUCCILLO Mario
Ricorso straordinario al
Capo dello Stato
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO N.43-13-01772/2 20-12-2013 E DEL
PROVVEDIMENTO N.43-13-01770/2 - COMPAGNIA MERIDIONALE
SI
2014
P
2259-C
TUCCILLO Mario
Ricorso straordinario al
Capo dello Stato
2014
P
2260-C
TUCCILLO Mario
Ricorso straordinario al
Capo dello Stato
2014
P
2264-C
PAOLO DE ANGELIS
TAR_LAZIO
2014
P
2265-C
SPADACCINI MARCO -D'AMBROSIO
ANTONINO - MARINO BENITO GIOVANNI
CAPO DELLO STATO
ANNULLAMENTO ORDINANZA N.3454/13 DEL 23/12/2013
APPELLO AVVERSO SENTENZA TAR LAZIO N°03506/2014 DEL
31/03/2014 - SOCIETA' CATTOLICA ASS.NI
2014
P
2267-C
IVASS c/ CATTOLICA
CONSIGLIO DI STATO
2014
P
2268-C
UNIPOLSAI Assicurazioni s.p.a
TAR_LAZIO
2014
P
2269-C
RICORSO DIPENDENTE
TAR Lazio Roma sez. 2
2014
P
2270-C
ANTONELLA ROSSI
TAR_LAZIO
2014
P
2271-C
BORGI AMELIO
CAPO DELLO STATO
2014
P
2273-C
Francesco Ghisleni
TAR_LAZIO
2014
P
2274-C
UNIPOLSAI Assicurazioni s.p.a
2014
P
2275-C
FADINI Simone
2014
P
2278-C
UNIPOLSAI Assicurazioni s.p.a
TAR_LAZIO
2014
P
2280-C
MARIA LUISA MOSCONI
TRIBUNALE DI MILANO
2014
P
2281-C
GIOVANNI OSSOLA
TRIBUNALE DI MILANO
2014
P
2282-C
ALESSANDRO RAYNERI
TRIBUNALE DI MILANO
CONSIGLIO DI STATO
SEZ. VI
TAR LAZIO- ROMA Sez. 2 TER
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO N. 43-13-001724/2 E DEL
PROVVEDIMENTO N.43-13-017723/2 DEL 19-12-2013 - LLOYD
CENTAURO
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO N. 43-13-01806/2 E DEL
PROVVEDIMENTO N.43-13-01804/2 - EURO LLOYD
SI
SI
ANNULLAMENTO NOTA IVASS 42-14-003568 DEL 15/04/2014 - RIGETTO
DELL'ISTANZA DI ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO DI
ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA DELL 'ATTO PROT. 19-12-004132
DEL 03/08/2012
NO
NO
NO
NO
ANNULLAMENTO dell'ordinanza 19/03/2014 n. 1167/14 - € 712.600,00
pers.
Ottemperanza alla sentenza n. 787/2014
ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO PROT. 03-14-000377 DEL
17/03/2014 - SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO PROT. 51-13-000551 DEL
28/10/2013 - SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
ANNULLAMENTO DELL'ORDINANZA N.1115/2014 DEL 17/03/2014
(PROT. N. 42/14-002574)
PD
RICORSO IN APPELLO PER ANNULLAMENTO della sentenza del T.AR.
Lazio n. 2544 DEL 05/03/2014
Annullamento provvedimento nn.n. 51-14-000452 e 51-14-000480 della
sanzione disciplinare della RADIAZIONE
RICORSO UNIPOLSAI ASS.NI SPA CONTRO IVASS PER
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1423/14 DEL 16/04/2014
SI
SI
NO
SI
NO
ATTO DI CITAZIONE PER CHIAMATA IN CAUSA DI TERZO
NO
SI
ATTO DI CITAZIONE PER CHIAMATA IN CAUSA DI TERZO
NO
SI
ATTO DI CITAZIONE PER CHIAMATA IN CAUSA DI TERZO
NO
SI
2014
p
2285-C
MARCONCINI NICOLA
TAR_LAZIO
RICORSO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE EFFICACIA
SANZIONI DISCIPLINARI ART. 329 COMMI 1 E 2 COD. ASS.
2014
P
2286-C
CAGNACCI ASSICURAZIONI DI CAGNACCI
CLAUDIO & C
TAR_LAZIO
RICORSO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE CAUTELARE
ORDINANZA N. 1333/14 - SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA
2014
P
2287-C
PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL
TRIBUNALE DI FROSINONE
TRIBUNALE
DECRETO DI CITAZIONE A GIUDIZIO MUTASCIO ERRICO DE LUCA
CARMINE E DI LORENZO PIETRO
2014
P
2288-C
GIUDICE DI PACE DI CARINOLA
G.D.P.
2014
P
2289-C
DARIO PASQUAZI
TAR_LAZIO
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO DI ESCLUSIONE DALLA PROVA DI
IDONEITA' PER INTERMEDIARI ASSICURATIVI
2014
P
2290-C
UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO SPA
TAR_LAZIO
ANNULLAMENTO DELL'ORDINANZA N.1535/14 - PROT N. 42-14-004259
SI
ATTO DI CITAZIONE VENTO LUIGINA
15
SI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
2014
P
2291-C
SEMPLICEMENTE SRL
TAR_LAZIO
ANNULLAMENTO PREVIA CONCESSIONE DI MISURE CAUTELARI DEL
DECRETO DEL MINISTERO INFRASTRUTTURE 25 GENNAIO 2013 ART.
132
2014
P
2292-C
FRANCESCA COSCINO
TRIBUNALE
RICORSO EX ARTT. 2409 2545 QUINQUIESDECIES CONTRO MARIO
COSCINO E AIKOS ITALIA SPA
2014
P
2293-C
Davide Rizzuti
TAR_LAZIO
Annullamento del Provvedimento IVASS 49/1112666 del 15/09/2014 a
l'esclusione del ricorrente dalla procedura selettiva pubblica per l'assunzione
a tempo determinato di 8 laureati con formazione giuridica
2014
P
2296-C
Arisa Assurances s.a.
TAR_LAZIO
SEZ. II ter
2014
P
2297-C
IVASS
TRIBUNALE DI ROMA IX
PENALE
2014
P
2299-C
DIPENDENTE
TRIBUNALE CIVILE
2014
P
2300-C
PITTALIS MANUEL
TAR_LAZIO - sez. II ter
2014
P
2301-C
Eredi AVELLINO Antonina
Corte di Cassazione
2014
P
2304-C
SPATA Paolo
TAR LAZIO- ROMA Sez. 2 TER
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1649 / 14 (NOTIFICATA IN DATA 6
.6.2014)E DELL'ATTO DI CONTESTAZIONE N.2506/13/STC/1958 DEL
20/11/2013
Atto di costituzione di parte civile nei confronti della Faro Assicurazioni spa in
persona del legale rappr. p.t. oggi in lca".
ATTO DI PIGNORAMENTO c/o TERZI PROPOSTO PROPOSTO DA SIGLA
SRL nei confronti di DIPENDENTE
ANNULLAMENTO DELLA "COMUNICAZIONE AL CANDIDATO", IN DATA
20/6/2014, CON LA QUALE L'IVASS HA DICHIARATO "NON
CORREGGIBILE" LA PROVA D'IDONEITÀ SVOLTA
PD
RICORSO PER CASSAZIONE AVVERSO SENTENZA N. 11452/09 DEL
TRIBUNALE CIVILE DI ROMA - AVELLINO ANTONINA C/ MINISTERO
DELLO SVILUPPO ECONOMICO ED ISVAP
Annullamento provvedimento nn.n. 51-14-001169 della sanzione disciplinare
della RADIAZIONE
2014
P
2305-C
Morrone Enricofrancesco
Tribunale civile di Santa
Maria Capua Vetere G.I.
dott.ssa Fabiana
Ucchiello
2014
P
2306-C
UNIPOL SAI ASSICURAZIONI SPA
TAR_LAZIO
ANNULLAMENTO ORDINANZA N. 1776/14 DEL 2 LUGLIO 2014 RECANTE
IRROGAZIONE DI SANZIONI AMM.VE
CONFLITTO TRA LA SENTENZA DEL TAR LAZIO N. 1435/98, PASSATA
IN GIUDICATO, ED IL GIUDICATO SULLA SENTENZA DELLA CORTE DI
APPELLO DI ROMA N. 2064/2008, A SEGUITO DELLA PRONUNCIA
CASSAZIONE N. 4690/11, INTERPRETATA DALLA SENTENZA DELLA
CASSAZIONE N. 1280/14
2014
P
2308-C
GREGORIO IANNOTTA
CORTE DI CASSAZIONE
2014
P
2309-C
Morrone Enricofrancesco
tar lazio Roma sez. II ter
2014
p
2311-C
ADALBERTO CARPI
TAR_LAZIO
2014
P
2312-C
MARCHE ENERGIE RINNOVABILI SRL
TAR LAZIO Roma sez.
III ter
2014
P
2315-C
Giovanni Spirito
TAR_LAZIO
2014
P
2316-C
Nicola Garofalo
TAR_LAZIO
2014
p
2318-C
SIPRO SICUREZZA PROFESSIONALE SRL
UNIPERSONALE
TAR LAZIO- ROMA Sez. 2 TER
NO
SI
NO
NO
NO
SI
SI
NO
SI
NO
NO
NO
SI
NO
SI
NO
ATTO DI CITAZIONE PER QUERELA DI FALSO
RICORSO CONTRO IVASS PER ANNULLAMENTO PREVIA EMISSIONE DI
MIURE CAUTELARI DEL PROVV.TO N. 494/PD/2010 DI RADIAZIONE NEL
RUI
ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO 51-14-001099 DEL 10-07-2014 SANZIONE DISCIPLINARE DELLA CENSURA
RICORSO PER ANNULLAMENTO PREVIA SOSPENSIONE DELLLE NOTE
DELLA GSE DEL 10/10/2014 E DELL'08/08/2014 E DELLA
COMUNICAZIONE IVASS AL GSE DEL 21/03/2014
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO DEL 22/09/2014 n. 51 - 14 -001368
SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
ANNULLAMENTO PROVVEDIMENTO DEL 22/09/2014 n. 51 - 14 -001367
SANZIONE DISCIPLINARE DELLA RADIAZIONE
delibera del Consiglio dell’IVASS del 24 ottobre 2014, con la quale la stazione
appaltante ha provveduto all’aggiudicazione definitiva in favore della
Cosmopol srl dell’appalto di servizi di vigilanza armata della sede dell’IVASS
16
SI
ELENCO CONTENZIOSO AL 31.12.2014
RICORSO IN AUTOTUTELA AVVERSO LA DELIBERAZIONE N. 2390/I
PROT. N. 51-14-001299
2014
P
2321-C
Michele ALLEGRINI
IVASS
2014
P
2322-C
BLASI ANNA
TRIBUNALE CIVILE DI
COSENZA
ATTO DI CITAZIONE PRESSO IL TRIBUNALE CIVILE DI COSENZA BLASI ANNA PER MANCATA NOTIFICA RISCOSSIONE DEI TRIBUTI EQUITALIA SUD , PER CONTO DELL'IVASS, CARTELLA DI PAGAMENTO,
N. 03420140034221807
2014
P
2323-C
RICORSO DI DIPENDENTE
TRIBUNALE DEL LAVORO di
ROMA
RICORSO CONTRO IVASS - QUALIFICAZIONE DEL RAPPORTO DI
LAVORO DIRIGENZIALE A TEMPO INDETERMINATO ACCERTAMENTO
DELLA ILLEGALITA' DELLA RISOLUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO RISARCIMENTO DEL DANNO
17
NO
SI

Documenti analoghi