Concorso Giotto (5 anni) - Istituto Comprensivo di Castellucchio

Commenti

Transcript

Concorso Giotto (5 anni) - Istituto Comprensivo di Castellucchio
ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELLUCCHIO (MN)
SCUOLA DELL’INFANZIA DI CAMPITELLO
GRUPPO ANNI 5 – INSEGNANTE ALESSIA ZARDI
Genesi e sviluppo dell’opera
L’idea di partecipare al concorso rientra nel PROGETTO INTERCULTURA: DIVERSI AMICI
DIVERSI che ha condotto i bambini alla conoscenza dei frutti esotici come pretesto per favorire
l’apertura nei confronti di ciò che è nuovo e l’accoglienza delle diversità e differenze.
Il progetto ha utilizzato come sfondo integratore il racconto Diversi amici diversi (ed. Fatatrac); la
narrazione, che parla di 5 mele differenti e del loro incontro con altri frutti al fine di realizzare un
progetto comune (la macedonia), ha favorito il confronto di gruppo per mezzo di una conversazione
intorno al tema della diversità che ha condotto alla consapevolezza che si può stare bene insieme
agli altri pur conservando le proprie caratteristiche. Poiché i bambini si erano precedentemente
impegnati in un’analoga conversazione in relazione al progetto FAVOLE GIOCANTI, nell’ambito
del quale erano state analizzate le diverse caratteristiche somatiche e comportamentali dei sette
nani, si è pensato di attribuire a ogni nano un particolare frutto esotico e di preparare una tavola
imbandita per Biancaneve e i suoi ospiti.
La preparazione della tavola rientra nel progetto di matematica CONTARE E MISURARE CON
GLI ARTEFATTI che si propone di incrementare le competenze numeriche e spaziali dei bambini,
così come la scrittura del nome dei frutti e dei nani rimanda al LABORATORIO DI SCRITTURA
CREATIVA che induce i bambini a giocare con la scrittura attraverso la sperimentazione di diverse
modalità e tecniche di resa grafica.
Ecco quindi che dal connubio tra diversi progetti ha preso vita la composizione dell’opera Tutti a
tavola! in cui Biancaneve (a cui è stata assegnata dai bambini la mela, protagonista tanto
dell’omonima fiaba, quanto del racconto Diversi amici diversi) banchetta con i sette nani
rappresentati da altrettanti frutti esotici.
Tecnica di realizzazione dell’opera “Tutti a tavola!”
Lo schizzo dell’opera è nato dall’ingrandimento di un precedente lavoro realizzato dai bambini su
fogli A4 sfruttando come modello i disegni dei frutti trovati in internet.
Per colorare i vari frutti sono state utilizzate diverse tecniche: coloritura a tempera e pennello con
colori composti dai bambini in base all’osservazione dei frutti reali e collage di differenti carte
strappate (veline, carta vellutina e carta di riso).
Per la macedonia sono stati utilizzati altri frutti (precedentemente realizzati come prova dai bambini
su fogli A4) tagliati a pezzi e incollati con abbondante colla vinilica.
I nomi di Biancaneve, dei sette nani e dei frutti loro assegnati sono stati composti con lettere
ritagliate da riviste e incollate con colla stick.
Lo sfondo (tovaglia) è stato realizzato con la polvere ottenuta dal temperamento delle matite
colorate strofinata con i polpastrelli delle dita.
Attività svolte dai bambini nell’ambito del PROGETTO INTERCULTURA
- Lettura della storia “DIVERSI AMICI DIVERSI” sia in intergruppo che nel gruppo
omogeneo per età.
- Conversazione a tema intorno alla diversità e alla possibilità di stare bene insieme agli altri
conservando le proprie caratteristiche.
- Memorizzazione e recita del “GIROTONDO DELLA FRUTTA”.
- Ricerca in internet: i FRUTTI ESOTICI (provenienza, caratteristiche di forma e colore,
proprietà alimentari, modalità di consumo…).
- Coloritura della sagoma dei frutti selezionati attraverso diverse tecniche.
- Rappresentazione grafica dei frutti esotici alla maniera di tre grandi artisti conosciuti dai
bambini (Pablo Picasso, Georges Seurat, Enrico Baj).
- Realizzazione di copricapo-frutti da indossare per la sfilata di Carnevale.
- Sfilata di Carnevale per le vie di Campitello mascherati da frutti esotici.
- Nomenclatura, manipolazione, degustazione dei frutti esotici procurati dall’insegnante e
dai genitori.
- Registrazione dei gusti dei bambini in una tabella a doppia entrata con le immagini dei
frutti e i nomi dei bambini mediante simboli concordati.
- Attività di conteggio e confronto di quantità dei dati registrati (istogramma “colonne di
gusto”); osservazione della pluralità delle appartenenze di ogni bambino.
- “Scrittura creativa” dei nomi dei diversi frutti esotici con le palline di mais, il pongo, le
lettere mobili, il collage di lettere ritagliate dalle riviste…
- Nell’ambito del progetto “Favole giocanti”, associazione di un frutto esotico a ognuno dei
sette nani.
- Produzione grafica individuale della tavola imbandita di frutta per Biancaneve e i sette
nani, seguita da lavoro di gruppo utilizzato per partecipare al concorso indetto da GiottoFila.
- Preparazione della macedonia di frutta esotica (da aggiungere a quella di frutta nostrana)
da parte dei bambini di 5 anni e degustazione in intergruppo (3-4-5 anni).

Documenti analoghi