ECCO PIANO35, REGNO DEI GOURMET NEL CIELO DI TORINO

Commenti

Transcript

ECCO PIANO35, REGNO DEI GOURMET NEL CIELO DI TORINO
Comunicato stampa
ECCO PIANO35, REGNO DEI GOURMET NEL CIELO DI TORINO
Una vista mozzafiato sulla città e sull’arco alpino è la cornice del ristorante
Piano35 nel grattacielo Intesa Sanpaolo, che apre oggi al pubblico con la regia
dello chef Ivan Milani, pronto a stupire con una cucina materica, contaminata,
contemporanea.
Torino, martedì 28 giugno 2016 – Dopo l’apertura della caffetteria Chiccotosto e del
lounge bar al 37° piano, si completa con il ristorante Piano35 l’avvio del sistema
gastronomico del grattacielo Intesa Sanpaolo, concepito e voluto dal gruppo bancario
per valorizzare la parte dedicata al pubblico dell’edificio. La gestione è curata da Affida,
società specializzata nell'alta ristorazione del Gruppo CIR food, che insieme
all'Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, ha contribuito a
realizzare il progetto.
Aperto a pranzo e a cena con 60 coperti, il ristorante gourmet Piano35 vanta una carta
dei piatti che attinge dalle nobili materie prime del territorio, dal pescato, dai prodotti
delle migliori cucine del mondo e fa uso di cibi selvatici (erbe spontanee, radici, muschi,
licheni) presenti nei nostri ecosistemi. Nella carta dei vini si contano etichette esclusive
italiane e internazionali.
Lo chef Ivan Milani esordisce con alcune delle proposte che lo hanno fatto emergere tra
i cuochi di rango della cucina italiana, come ad esempio “ Il tempo della uova d’oro”. Nel
menu alla carta si distinguono i piatti che raccontano l’amore per il territorio e la volontà
di sperimentare: “Spaghetti nero Felicetti e l’acciugaio della Val Maira”, “Sashimi di
Bianca piemontese e fungo di corteccia”, “Agnello in due cotture e bacche selvatiche”,
“Anguilla laccata al mirin e insalatina selvatica”. Fra le prime proposte del light lunch si
potranno gustare “Rigatoni di kamut, melanzane, finocchietto selvatico e Montebore
disidratato” e “Animelle glassate al porto rosso e aglio orsino”. Seguendo il ritmo delle
stagioni, la carta dei piatti cambierà nei prossimi mesi, ispirandosi alle materie prime e
ai frutti di ogni periodo dell’anno.
Piano35 offre un’esperienza di cibo e di accoglienza di qualità elevata, a cui si aggiunge
la vista unica del ristorante “più alto” d’Italia. I prezzi partono dai 30 euro del light lunch,
fino ai 55-100 euro dei menu degustazione, oltre ovviamente alle proposte à la carte.
Il profilo gastronomico del ristorante nasce dall’incontro tra l’esperienza di un grande
gruppo come CIR food, da oltre 30 anni nel settore della ristorazione organizzata, e
l’individualità creativa dello chef Ivan Milani. Classe 1971, Milani ha compiuto un lungo
percorso prima di arrivare ai fornelli. Dallo storico Caffè Elena di piazza Vittorio, da lui
trasformato nel primo wine-bar di livello di Torino, passando per la Locanda Rizieri di
Diano d’Alba e il Catiza, dove sono arrivati i primi riconoscimenti ufficiali. Al San
Quintino Resort di Busca, conquista le 2 forchette del Gambero Rosso, e i 15/20 della
Guida dell’Espresso, oltre alla Corona Radiosa della Guida Critica e Golosa di
Massobrio.
Il Ristorante gourmet Piano35 nel grattacielo Intesa Sanpaolo è aperto al pubblico a
pranzo dal martedì al sabato dalle 12.30 alle 14.30 e la sera dal lunedì al sabato dalle
20.00 alle 22.30. La prenotazione è obbligatoria, on line attraverso il
sito www.piano35.com oppure telefonica al numero 011.4387800 -804.
-----------------CIR food – Cooperativa Italiana di Ristorazione sviluppa la sua attività in diversi segmenti di mercato
con l’obiettivo di promuovere una cultura dell’alimentazione sana ed equilibrata: ristorazione collettiva
(ristorazione aziendale, scolastica, sociosanitaria e militare), ristorazione commerciale, banqueting e
buoni pasto. Con una produzione annua di 82 milioni di pasti, il Gruppo ha una forza lavoro di 11.500
persone di cui 1.200 sono cuochi e il 90% donne. A numeri così importanti corrisponde un’esperienza
trentennale nella gestione diretta di cucine e centri di cottura, un know-how incentrato sui valori
imprescindibili della qualità del servizio e della tutela dell’alimentazione tradizionale.
Per ulteriori informazioni:
CIR food - Cooperativa Italiana di Ristorazione
Contact: Daniela Fabbi, Responsabile Comunicazione
Tel. +39 0522 53011, Cell. +39 335 5649772
e-mail: [email protected]
tw: @daniela_fabbi
Ufficio stampa per CIR food - Homina Pdc
Contact: Maria Grazia Attianese
Tel. +39 051 264744, Cell. +39 339 1060492
e-mail: [email protected]