Cus time n.4

Commenti

Transcript

Cus time n.4
CUS
LE GIOVANILI
UNDER 17 ECC.: DERBY SPETTACOLARE
U19 OPEN A PIOSSASCO
Vincono Eccellenza e Open, oggi l’Under 19 in campo a Piossasco
Porcella: ‘Tanta voglia di iniziare’
UNDER 17 ECCELLENZA
Derby stellare tra CUS e Kolbe. L’avvio è tutto del CUS: 11-0 al 3’. Il Kolbe rientra punto su punto e sorpassa in prossimità del 10’. Il CUS si perde e patisce le iniziative vicino a canestro di Vair, le penetrazioni di Cavallo, ma soprattutto la super serata dell’ex
Cavallotto. Il Kolbe prende confidenza e in avvio di secondo tempo si porta anche sul
+12. Sull’orlo del baratro il CUS piega le gambe in difesa, torna a giocare di squadra in
attacco e tappa il buco. A – 12”, sul 79-76, i biancorossi hanno la palla de pareggio:
tripla frontale di Cavallo, ferro, rimbalzo di Stodo e derby al CUS.
CUS TORINO-KOLBE 80-76 (20-18, 33-42, 55-58)
CUS TORINO: Stodo 5, Dho 4, Italia, Molina 2, Alberti 15, Iglio 8, Agbogan 12, Roagna
2, Orecchia 10, Cavagliato 10, Gatta, Sacco 12. All. Genta.
KOLBE: Balla, Berno, Giurbino 10, Vair 13, Cavallo 12, Turco, Poletti, Cavallotto 27,
Viora n.e., Vergine 4, Mancuso 9, Scopece 1. All Busso.
CLASSIFICA
CUS Torino, Junior Casale, Moncalieri Basketballschool,
Torino Basket Club, Pall. Biella
Arona Basket, Libertas Amici San Mauro, Kolbe,
Venaria Basketball School, Olimpo Basket Alba
2
0
PROSSIMO IMPEGNO
Venaria B.B.S.-CUS Torino 11/10, ore 11
UNDER 17 OPEN
Debutto con vittoria del CUS nel campionato Open. Rivalta approfitta in avvio dei molti
errori da sotto dei biancoblù (2-9), che, grazie ai tiri liberi, sorpassano intorno al 8’: 119. Il CUS risolve in avvio di ripresa: Del Prete attacca il ferro e il margine interno va
anche oltre la doppia cifra (61-51 al 30’). Gli ospiti però si rifanno sotto (63-60), Vialardi, ancora Del Prete e Trabuio chiudono i conti.
CUS TORINO-ATLAVIR RIVALTA 69-61 (16-14, 34-36, 61-51)
CUS TORINO: Zille 5, Del Prete 20, Parizia 1, Nalin, Trabuio 25, Peiretti 7, Raffaele,
Isolato, Vialardi 11. Al. Ancona.
RIVALTA: Burco 2, Bert 6, Campanello 16, Binello 18, Morani 5, Chiotti 5, Cozzi, Ceschia 8, Verlato 2, Rotondo. All. Astolfi.
PROSSIMO IMPEGNO
Reba Basket-CUS Torino 17/10, ore 17.45
UNDER 13 OPEN
Pubblicato il calendario del girone D della prima fase del campionato. L’esordio del
CUS è fissato per sabato 17 ottobre: avversario il Kolbe, in un derby che non mancherà certo di contenuti tecnici e agonistici. Si giocherà alla De Panis con inizio alle
ore 18,15.
Esordio del CUS nel campionato Under 19 Open. Poche ore prima del via della gara di C contro Ovada, i
biancoblù saranno impegnati a Piossasco.
Nuovo il gruppo, nuovo il tecnico, Alessandro Porcella,
alla prima esperienza da capo allenatore: ‘Non nascondo che scalpito più del solito, per due motivi: il primo
perché è una esordio assoluto da allenatore/formatore
di ragazzi, il secondo perché penso di essere uno dei
pochi in Italia che allena una squadra juniores e gioca
in prima squadra in un campionato nazionale complesso e competitivo come quello di C1. E per questo ringrazio il CUS Torino per avermi dato una grossa
opportunità’.
Molti i volti nuovi, si diceva: ‘Ho a disposizione un gruppo numeroso e decisamente rinnovato rispetto allo
scorso anno: nasce dal progetto CUS-Kolbe ed è composto da 10 giocatori CUS Torino, 5 giocatore Kolbe e
4 giocatori Pallacanestro Moncalieri. Nei 45 giorni di
preparazione si è creato un buon clima, grazie soprattutto alla dedizione dei ragazzi: il gruppo numeroso ci
permetterà di allenarci sempre almeno in 15, lavorando
così con intensità e a tutto campo sulle situazioni di
gioco. In campo si andrà in 12 e ognuno sa che la
convocazione se la deve conquistare, e che ci saranno
inevitabili turni di riposo’.
Periodico del CUS Torino Basketball, non registrato e a distribuzione gratuita.
10/10/2009, anno III, n.4 - www.custorino.it
IL ROSTER: ANTONELLO Marco, BAGLIONE Enrico, BORRELLO
Simone, BURACCO Emiliano, D'ARIENZO Alessio, EZEKWE Charles, ISEPPON Andrea, MARTORANA Andrea, MONTICONE Marco,
NOVASIO Francesco, PERNIOLA Francesco, POGGIO Gianluca,
ROSSETTO Claudio, SANTORO Nicolò, SERGI Paolo, SCIARRILLO Alberto, TRUZZI Alessandro, VENDITTELLI Alberto, VITROTTI
Luca. All. Alessandro PORCELLA. Vice: Fabio GALANO.
CONTATTA CUStime
Anche per questa stagione CUS TIME avrà una
versione cartacea, per le gare interne, e una in
Pdf, prima degli impegni esterni. Chi ancora non
ricevesse il CUS TIME telematico,
potrà richiederlo a:
[email protected]
Le foto presenti su CUStime sono di
Mario Sofia. Chiunque volesse contattarlo per info
sulle immagini, può scrivere alla mail:
[email protected]
Contro Ovada ci vorrà cuore,
ma pure mentalità
A TESTA
ALTA
LA PARTITA DEL GIORNO
ALLENATORE
Aldo Fiorito
ALLENATORE
Antonio Galdi
ASSISTENTI
Marco Genta
Simone Ancona
4 Roberto TONIN
5 Andrea DANNA
7 Lucas MURTA
8 Djibril FAVARIO
10 Maurizio TASSONE
11 Claudio PERISSINOTTO
12 Marco MONTICONE
13 Silvio RIVIEZZO
14 Davide CAMPANELLI
18 Alessandro PORCELLA
19 Gianluca POGGIO
20 Davide RAUCCI
CUS
ASSISTENTI
Andrea Pezzi
VS
LA PROSSIMA
7LAGHI GAZZADA
vs
KOPA CUS TORINO
Sabato 17 ottobre
Ore 21
4 Fabio ROSSI
5 Marco FIA
6 Stefano CARISSIMI
7 Federico FICETTI
8 Federico AIME
9 Matteo MISTRETTA
10 Davide GORINI
11 Federico TORREGGIANI
12 Andreas BRIGNOLI
13 Marco ARMANA
14 Davide BOVONE
15 Maurizio PAVONE
18 Davide CAMPANELLA
20 Carlo PRANDI
ARBITRI: Antonio PARLA di Bellinzago Novaraese (NO) e Giuseppe PISANU di Galliate (NO)
IL TEMA: da una matricola all’altra, i pericoli per il CUS sembrano gli stessi del match di domenica scorsa a Domo. Ovada presenta due ‘torri’ di tutto
rispetto, Pavone e Prandi, e un reparto guardie capace di fare malissimo. Ma il pericolo numero uno sarà il Kopa stesso: a Domo i biancoblù hanno avuto ampi passaggi a vuoto di testa: concede altrettanto a giocatori esperti come Brignoli e Gorini suonerebbe ancora come manifesto intento suicida. Attenzione poi al giovane saluzzese Ficetti, che nelle prime due giornate ha mostrato enormi progressi, non solo in fase realizzativa.
IL CAMPIONATO
TERZA GIORNATA
Sangiorgese Bk-Neve Sestri Levante
Expo Inox Mortara-ABC Cantù
BasketBall 7 Laghi- A.S.Dil. Sant'Agostino
Rimadesio Desio-Campus Varese
Cogein Savigliano-Cipir Domodossola
Irte Busto Arsizio-Tigullio S. Margherita
Benfante Tortona-Torino Basket Club
CLASSIFICA
Savigliano, Sangiorgese, Derthona, Domodossola, Desio
CUS TORINO, Ovada, Mortara, Torino Basket, Gazzada,
Busto Arsizio
Campus Varese, Cantù, Santa Margherita
DOMODOSSOLADOMODOSSOLA-CUS TORINO 7272-70
Parziali: 13-19, 34-29, 55-39
DOMODOSSOLA: Foti 16, Maffioli S. 11, De Tomasi n.e., Locatelli 4,
Andreello 7, Buschini 6, Ceper 15, Maestrone, Villa 13, Maffioli M. All.
Montefusco.
CUS TORINO: Tonin 4, Danna 9, Murta 12, Favario, Riviezzo 6, Tassone 6, Perissinotto 12, Campanelli 8, Porcella 5, Raucci 8. All. Fiorito.
4
2
0
Lavori in corso al PalaCUS di via Panetti. Qualcuno se ne sarà già accorto
nella prima gara casalinga della stagione: non sarà un vero e proprio maquillage, ma la palestra assumerà molto presto un aspetto più consono alla serie.
Infatti nelle prossime settimane subirà alcuni ritocchi per così dire strutturali
che la renderanno ancora più confortevole per chi vorrà seguire le gare interne del CUS Torino.
Le opere sono partite già a settembre, con la ritinteggiatura delle transenne
bordo campo e del ballatoio, e dei mancorrenti della scalinata metallica che dà
accesso alla tribunetta: il verde petrolio ha lasciato il posto ad un azzurro che
richiama da vicino le nuove divise delle formazioni del CUS.
Si proseguirà nella gara odierna contro Ovada con il battesimo del nuovo
‘tavolo degli ufficiali di campo’, poi nel prossimo impegno interno contro Cava
Manara, tra due settimane, sarà la volta dell’allestimento del rinnovato impianto voce, che permetterà una più razionale diffusione acustica della musica e
delle comunicazioni di servizio.
Di pari passo la sistemazione della cartellonistica, con spazio agli striscioni dei
nuovi sponsor che affiancano l’attività del CUS Torino Basketball nella stagione 2009-2010: è delle ultime ore la firma di un paio di nuove ‘collaborazioni’,
che vanno ad arricchire ancor più il pool che la società sta costruendo.
In via di sistemazione anche l’area statistiche e stampa a bordo campo, dove
ad un nuovo tavolo di lavoro verrà abbinato pure uno striscione CUS Torino.
Ciliegina sulla torta, il nuovo tabellone segnapunti, con i nomi dei giocatori e la
conta dei falli, che dovrebbe essere montato tra una ventina di giorni circa: la
data ipotizzata dal fornitore per l’arrivo del tabellone è il 30 ottobre, quindi il
PalaCUS dovrebbe presentarsi nella sua veste completa al derby interno che
il Kopa Engineering disputerà contro il Torino Basket il 7 novembre.
LA PLAYLIST DEL CUS
La colonna sonora della stagione. Ecco i brani musicali scelti dai
giocatori della prima squadra per accompagnare il riscaldamento delle gare interne di serie C (come accaduto in passato,
ogni atleta ha indicato almeno due tracce musicali):
Dirt Off Your Shoulder...
(Jay-Z&Linkin Park)
Distante
(Meg)
Forever
(Chris Brown)
Celebration
(Madonna by David Guetta)
Haevy cross
(Gossip)
I got feeling
(Black Eyed Peas)
Day 'N' Nite
(Kid Cudi Vs Crookers)
Komodo
(Mauro Picotto)
Fly high
(Shaggy)
Remember the name
(Fort Minor)
Deep fear
(Sidekick)
Sexy bitch
(David Guetta Ft Akon)
Memories
(David Guetta ft Kid Kudi)
Miss indipendent
(Neyo)
Whatever you like
(T.I)
Delirious
(David Guetta ft Tara McDonald)
20 Ghost III
(Nine Inch Nails)
Chi volesse ricevere a titolo gratuito il cd del CUS Torino Basketball 2009-2010 può inviare richiesta scritta all’indirizzo e-mail:
[email protected]
4 CHIACCHERE CON...IL CAPITANO
COSI’ NELLA SCORSA GIORNATA
10/10/2009 - 21:00
10/10/2009 - 21:00
10/10/2009 - 21:00
10/10/2009 - 21:00
10/10/2009 - 21:15
10/10/2009 - 21:15
11/10/2009 - 18:00
LE NOVITA’ STRUTTURALI
OVADAOVADA-SAVIGLIANO 6464-97
Parziali: 17-23, 36-49, 50-74
OVADA: Rossi 2, Ficetti 23, Bovone 2, Gorini 5, Brignoli 11, Armana 9,
Pavone 5, Prandi 7, Carissimi, Mistretta 5. All. Galdi.
SAVIGLIANO: Mondino n.e., Marcello 15, Arnolfo 9, Francione 13,
Faccia 14, Rispoli 17, Giorsino n.e., Martoglio 5, Beccaria 13, Nasari
11. All. Spanu.
C'è da riscattare Domo, dove si è giocato bene per 5', ma poi si è
pagata la giovane età media della squadra...
Vero, però quello che non mi è piaciuto è stata la poca coesione tra di
noi. Dobbiamo capire che ci saranno tante partite come Domo, e solo
camminando tutti insieme, a testa alta, potremo vivere una stagione
serena. Il vero gruppo è venuto fuori solo alla fine, mentre stavamo
recuperando: solo in quel momento ho visto sguardi giusti e la giusta
dose di cattiveria agonistica. Se ogni volta che andiamo sotto tiriamo
giù la testa e spegniamo il cervello, la vedo dura…
La lezione di Domo è che si deve giocare sempre e comunque.
Sempre e comunque, anche quando i giochi non riescono. Spero che la
lezione serva a farci capire che non serve a nulla avvilirsi: se ci dovessimo trovare sotto di 20 con due quarti ancora da giocare, dobbiamo
pensare che la partita finisce al 40°. Domenica ne abbiamo avuto conferma, bisogna continuare a giocare al meglio, aiutandosi uno con l'altro, in difesa e in attacco. Siamo giovani, ma abbiamo talento e testa, e
dobbiamo dimostrarlo in qualunque momento. Mai come questa stagione sarà importante non disunirsi, abbiamo già visto come un giocatore
non può fare una squadra da solo…
Una squadra ancora in cerca in un'identità, com’era in parte logico
attendersi. Dove si può ancora migliorare ?
Possiamo e dobbiamo migliorare in tante cose, come piace ricordare al
coach, siamo un vero cantiere aperto. Le cose principali sono varie:
intanto riuscire ad avere idee chiare sui giochi, partendo dalle cose più
semplici, come portare un blocco o "tagliare" nel momento giusto, avere il
giusto timing; poi dobbiamo capire che gli schemi sono fatti per raggiungere un
obiettivo, e non devono essere fatti solo perché il play ha chiamato quel gioco e
non un altro. Iniziamo da questo, ma le migliorie da apportare sono ancora
tante, come è giusto che sia...
Ovada, squadra dalle caratteristiche simili a Domo...
A differenza di Domo, ha esterni più grossi e lunghi sicuramente più esperti. Se
allora parliamo di esperienza, brillano di luce propria Brignoli, Prandi e Gorini,
senza dimenticarci gli altri. Di Gorini ci è ancora impressa la sua prova di tre
anni fa in casa nostra, quando giocava a Chiavari.
Per te, dopo 20 anni di CUS, si tratta di una sorta di stagione del debutto,
come la stai vivendo ?
Come una vera e propria rinascita dopo sei mesi di lavoro e fisioterapia. Sono
contento di aver riconquistato il campo ed essere a disposizione del coach.
Credo che l'infortunio mi sia servito molto a livello caratteriale, ho ancora più
voglia di lavorare e di migliorare. Mi è sempre piaciuto lavorare e sudare in
palestra, ora mi piace ancora di più perché so cosa vuol dire dover rimanere a
bordo campo e guardare gli altri correre e saltare.
Dove può arrivare il CUS ?
Siamo padroni del nostro destino. Siamo giovani, per alcuni è il primo anno da
protagonisti in un campionato lungo e duro, iniziamo col tenere la testa alta,
guardando avanti e continuando a lavorare sodo, senza pensare alla classifica.
Al giro di boa faremo due calcoli e allora vedremo dove possiamo arrivare. Mai
come quest’anno sarà importante l'affetto del nostro pubblico, specie in casa:
spero capisca la nostra giovane età e ci sostenga nei momenti positivi ma sopratutto in quelli di difficoltà, che sicuramente non mancheranno.

Documenti analoghi