La truffa e le frodi - Scuola Superiore Magistratura

Commenti

Transcript

La truffa e le frodi - Scuola Superiore Magistratura
La truffa e le frodi
Cod.: P15092
Data: 16-18 dicembre 2015
Responsabili del corso: Ernesto Aghina e Giovanna Ichino
Esperto formatore: Luigi Giordano
Presentazione
Partendo dall'archetipo della fattispecie di truffa disegnato dall'art. 640 c.p., il
corso intende esplorare, mediante un percorso metodologico imperniato su gruppi di
lavori tematici, le principali questioni che caratterizzano le più comuni ipotesi di
reati contro il patrimonio mediante frode.
Verranno pertanto in rilievo i protocolli investigativi e i criteri di valutazione
probatoria in tema di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche,
la frode informatica, l'insolvenza fraudolenta, la cd. truffa contrattuale, la frode
alimentare.
Apposita sessione verrà infine dedicata all'approfondimento delle più attuali
questioni in tema di usura.
Mercoledì 16 dicembre 2015
ore 15,00
Presentazione del corso
ore 15,15
La trasformazione subita negli ultimi decenni dalle modalità di
aggressione del patrimonio e le fattispecie penali
Roberto Bartoli, ordinario di diritto penale nell’Università Firenze
ore 16,15
E-commerce e truffa
L’individuazione del responsabile
Consumazione e competenza territoriale
Prove digitali e interventi giudiziari sulla rete
La collaborazione internazionale in tema di accertamento delle truffe
on line
Giuseppe Corasaniti, sostituto procuratore generale presso la Corte
di Cassazione
ore 17,15
dibattito
ore 18,00
sospensione dei lavori
Giovedì 17 dicembre 2015
ore 9,00
Le frodi alimentari
I concetti di adulterazione, sofisticazione, alterazione, contraffazione,
pericolosità, nocività e genuinità
La tutela del marchio
Le fattispecie penali
Il ruolo dell’ EFSA (Autorità Europea Sicurezza Alimentare)
Francesco Aversano, avvocato del Foro di Salerno
Sergio Tirrò, Comando
Addestramento e Studi
C.C.
per
la
Salute,
Capo
ore 10,20
dibattito
ore 11,00
pausa
ore 11,15
Le aggressioni fraudolente al patrimonio della P.A.
Sezione
I soggetti attivi e gli interessi giuridici protetti
La truffa aggravata (art. 640 cpv. n. 1 c.p.), la truffa aggravata per il
conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640 bis c.p.), la
malversazione a danno dello Stato (art. 316 bis c.p.), l’indebita
percezione di erogazioni in danno dello Stato (art. 316 ter c.p.):
elementi comuni e differenziali
Stefano Fiore, ordinario di diritto penale nell’Università del Molise
ore 12,30
dibattito
ore 13,00
pranzo
ore 14,30
Gruppi di lavoro (composizione rimessa alla scelta degli utenti
del corso):
a) La truffa “contrattuale” e l’inadempimento del negozio;
Il difficile discrimen tra truffa e figure affini
Vincenzo Ranieri, sostituto procuratore
Repubblica presso il Tribunale di Napoli
della
Procura
della
b) La frode assicurativa e la truffa all’assicurazione
Analisi di casi pratici e confronto sulla giurisprudenza di legittimità (e
sugli indirizzi della Procura generale presso la Corte di Cassazione)
Giuseppe Marra, magistrato addetto al Massimario della Corte di
Cassazione
c) Le frodi agli interessi finanziari dell'unione: casi pratici,
strumenti investigativi e quadro legale in evoluzione da
Maastricht (1992) alla sentenza Taricco (2015)
Andrea Venegoni, magistrato addetto al Massimario della Corte di
Cassazione, già agente temporaneo presso l'Ufficio Europeo per la
Lotta Antifrode
ore 16,45
Sospensione dei lavori
Venerdì 18 dicembre 2015
ore 9,15
Questioni attuali in tema di usura:
a) protocolli investigativi, collegamento con la criminalità
organizzata, l’acquisizione della prova in dibattimento
Ida Teresi, sostituto procuratore della Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Napoli
ore 10,15
dibattito
ore 10,45
pausa
ore 11,00
b) l’ usura bancaria
Cesare Parodi, sostituto procuratore della Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Torino
ore 12,00
dibattito
ore 13,00
pranzo e chiusura dei lavori

Documenti analoghi