18 OTTOBRE 2013 1 - GRENOBLE/1.MARONI:OGGI PRIMO

Commenti

Transcript

18 OTTOBRE 2013 1 - GRENOBLE/1.MARONI:OGGI PRIMO
18 OTTOBRE 2013
mailto:[email protected]
1 - GRENOBLE/1.MARONI:OGGI PRIMO PASSO VERSO NUOVA
EUROPA
2 - GRENOBLE/2.MARONI VEDE SQUADRA RUGBY MANTOVANA
CON LOGO EXPO SU MAGLIE
3 - GRENOBLE/3. MARONI: OGGI È NATA LA MACROREGIONE
ALPINA
4 - GRENOBLE/4.ZAIA E COTA: MACROREGIONE OCCASIONE DI
SVILUPPO
5 - LOMBARDIA.GIOCO,MARONI:LEGGE ANTI SLOT AFFRONTA
PROBLEMA REALE
6 - LOMBARDIA.LEGGE STABILITA', MARONI: MI AUGURO
MODIFICHE
7 - LOMBARDIA.SALUTE, MANTOVANI: PRONTI A VARARE NUOVA
RIFORMA
8 - LOMBARDIA.ATTENTATO ANPI, MANTOVANI: GESTO CHE FERISCE
9 - LOMBARDIA. MANTOVANI E CANTÙ: NO PIÙ IVA PER COOP
SOCIALI
10 - LOMBARDIA.APREA:DOTE UNICA LAVORO FAVORISCE
CONCILIAZIONE
11 - LOMBARDIA.BECCALOSSI:PER TUTELA TERRITORIO 3,5 MILIONI
12 - LOMBARDIA. RIFORMA AGEA, FAVA: APPROFONDIRE IL TEMA
13 - LOMBARDIA.FAVA:REGIONE INTERPRETA RICHIESTA MONDO
AGRICOLO
14 - LOMBARDIA. HOST, MELAZZINI: REGIONE VICINA ALLE IMPRESE
15 - LOMBARDIA.PROCIV.BORDONALI:PROVE DI TERREMOTO,
EVACUATI IN 400
16 - LOMBARDIA.CAPPELLINI CON SVIZZERA CULTURA SENZA
CONFINI
17 - LOMBARDIA.MOSTRA BITTO/1, FAVA: FESTA DI POPOLO E
IDENTITÀ
18 - LOMBARDIA.MOSTRA BITTO/2,DEL TENNO:OCCASIONE PER
TERRITORIO
19 - LOMBARDIA. CAVALLI: INAUGURATO NUOVO DISTRIBUTORE
METANO
20 - LOMBARDIA.FAVA: ANCHE AL FEMMINILE IMPRESA FACCIA
REDDITO
21 - LOMBARDIA. MAROGGIA,FAVA:CULTURA DA VENDERE IN
AMBITO VINO
22 - LOMBARDIA.ANCI GIOVANI,DEL TENNO:BUON LAVORO A
DELLA BITTA
23 - LOMBARDIA. DOMANI MARONI A FORUM COLDIRETTI A
CERNOBBIO/CO
24 - LOMBARDIA.DOMANI MARONI INCONTRA MINISTRO MASSIMO
BRAY
25 - LOMBARDIA. MANTOVANI DOMANI IN DUOMO PER "OLTRE I 5
MILA"
26 - LOMBARDIA.MANTOVANI A NOSTRA FAMIGLIA BOSISIO PARINI
27 - LOMBARDIA. DOMANI CAVALLI A FUNERALE LEA GAROFALO
28 - LOMBARDIA.CULTURA,CAPPELLINI INCONTRA DOMANI
MINISTRO BRAY
29 - LOMBARDIA.SONDRIO,DEL TENNO DOMANI APRE PISTA
CICLABILE
30 - LOMBARDIA.BORDONALI A ESERCITAZIONE RISCHIO SISMICO
1
31 - LOMBARDIA.BORDONALI DOMANI A GIORNATA FORZE DI
POLIZIA
32 - LOMBARDIA. MANTOVA, BULBARELLI A CONVEGNO
CONFARTIGIANATO
33 - LOMBARDIA. APREA DOMANI A CONVEGNO 'FAMIGLIA IN
RELAZIONE'
34 - LOMBARDIA. CANOTTAGGIO, ASSESSORE ROSSI INAUGURA
MONUMENTO
35 - LOMBARDIA. TENNIS TAVOLO, ROSSI A ESORDIO CAMPIONATO
DONNE
36 - LOMBARDIA. PAROLO A CONVEGNO SU SOSTENIBILITÀ
ENERGETICA
2
1 - GRENOBLE/1.MARONI:OGGI PRIMO PASSO VERSO NUOVA
EUROPA
PRESIDENTE:COSTRUIAMO FUTURO DOVE REGIONI CONTERANNO DI PIU'
(Ln - Milano, 18 ott) "Oggi a Grenoble si incontrano i rappresentanti di
46 Regioni europee e 7 Stati, fra i quali l'Italia, per siglare un accordo
innovativo che mette le Regioni al centro di alcune azioni in materia di
sviluppo economico, competitività, energia, acqua, mezzi di
comunicazione, trasporti e mobilità". Lo ha detto il presidente della
Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo questa mattina in
diretta sulle frequenze di Radio24, la radio del Sole 24Ore.
RICONOSCERE SPECIFICITA' - Il Governatore, che si trova in Francia per
sottoscrivere l'accordo paritetico fra Stati e Regioni per una strategia
macroregionale che riguarda i territori che insistono sull'arco alpino, ha
sottolineato che esiste "una specificità di quest'area geografica e, per
la prima volta, su questi temi, le Regioni diventano protagoniste nei
rapporti fra loro e con l'Unione europea. Io lo considero l'inizio di una
nuova Europa, quella delle Regioni, basata sul principio di sussidiarietà
e che dà più spazio ai territori".
UN PASSO IMPORTANTE - Maroni ha sostenuto che in questo modo, si
costruisce un'Europa "più efficiente e capace di dare risposte ai territori
tenendo conto delle loro specificità, che nel nostro caso sono diverse
da quelle del Nord e del continente o dell'area mediterranea". Quello
di oggi, ha evidenziato, "è un passo importante. Per la prima volta le
istituzioni comunitarie si muovono in questa direzione e si tratta
sicuramente di una novità positiva. Siamo di fronte a un processo
lungo, che è iniziato anni fa e non si è ancora concluso. Ci sono tante
resistenze da vincere - ha aggiunto Maroni - ma oggi si fa un passo in
avanti importante". (Ln)
pab
3
2 - GRENOBLE/2.MARONI VEDE SQUADRA RUGBY MANTOVANA
CON LOGO EXPO SU MAGLIE
(Ln - Milano, 18 ott) A Grenoble per l'adesione all'accordo sulla
Strategia macroregionale alpina, il Presidente della Lombardia Roberto
Maroni ha incontrato i giocatori del Viadana Rugby. La squadra
mantovana, che questa sera incontra i francesi del Grenoble per il
secondo turno dell'Amlin Challenge Cup (l'Europa league del rugby)
porta il logo di Expo 2015 sulle maglie. "E' importante la promozione di
questo grande evento attraverso uno sport come il rugby, che ha a
differenza di altri si distingue per lo spirito di lealtà: il terzo tempo alla
fine della partita, il rispetto reciproco, ci si picchia in campo ma fuori si
è subito amici. Sono valori importanti che ho voluto riconoscere
incontrando i giocatori questa mattina", ha detto Maroni che ha
augurato in bocca al lupo alla squadra lombarda che gioca il
campionato nazionale e che lo scorso anno ha vinto il Trofeo
Eccellenza e, nel 2002, lo scudetto.(Ln)
rft
3 - GRENOBLE/3. MARONI: OGGI È NATA LA MACROREGIONE
ALPINA
((Ln - Grenoble/F, 18 ott) "E' un fatto importante che vede le Regioni
italiane del Nord protagoniste. L'impegno di Lombardia, Piemonte,
Veneto e poi delle altre Regioni, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Valle
d'Aosta, per dare risposte concrete ai nostri cittadini". Così il presidente
della Regione Lombardia Roberto Maroni ha commentato l'adesione al
documento sulla Strategia europea per la macroregione alpina da
parte di Stati e Regioni, a margine della Conferenza di Grenoble. "Si
tratta di un percorso che si concluderà fra pochi mesi, durante il
semestre di Presidenza italiano dell'Europa. Ma oggi è la data di nascita
ufficiale della Macroregione alpina" ha precisato il governatore
lombardo. (Ln)
SEGUONO FOTO
rft
4
4 - GRENOBLE/4.ZAIA E COTA: MACROREGIONE OCCASIONE DI
SVILUPPO
(Ln - Grenoble/F, 18 ott) "La storia di un'Europa che non ha i confini
mummificati, la storia che, come diceva George Lukacs, sarà l'Europa
dei Cantoni. E questi Cantoni nascono con queste macroaggregazioni
che sono legali, ricordiamolo ai cittadini, e che sono la condivisione di
una strategia. Gli Stati nazionali hanno fallito, le aggregazioni, quindi le
macroregioni no". Così ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia a
margine della Conferenza di Grenoble documento sulla Strategia
europea per la macroregione alpina da parte di Stati e Regioni.
CONCRETA PROSPETTIVA - "Noi, come Regioni del Nord abbiamo
lavorato a questo documento per tanto tempo - ha detto il
governatore del Piemonte Roberto Cota, che ha presentato la
richiesta dell'Italia di adesione alla Macroregione alpina - e questa
Macroregione alpina europea è una concreta prospettiva di sviluppo
per i nostri territori. Quando si parla di integrazione europea ci si deve
riferire alla possibilità di territori omogenei, quali sono le Regioni
europee che insistono sull'arco alpino, di poter lavorare insieme e di
affrontare congiuntamente problemi comuni e di avere una
prospettiva di sviluppo". (Ln)
gus
5 - LOMBARDIA.GIOCO,MARONI:LEGGE ANTI SLOT AFFRONTA
PROBLEMA REALE
(Ln - Milano, 18 ott) Il presidente della Regione Lombardia Roberto
Maroni è tornato a sollevare l'esigenza di affrontare il problema della
ludopatia, malattia sociale che sta riducendo sul lastrico molte
famiglie. Per contenere il pericolo, la Regione ha recentemente
approvato una legge innovativa. Noi, ha spiegato il governatore
intervistato in diretta da Alessandro Milan a Radio24, la radio del Sole
24Ore, "non abbiamo nulla contro il gioco legalizzato, ma dobbiamo
far fronte a una situazione patologica grave, che colpisce da vicino la
Lombardia. In Italia - ha ricordato - ci sono 800mila giocatori patologici,
che arrivano a quasi 2 milioni se conteggiamo anche i 'giocatori a
5
rischio'. Nella provincia di Pavia, la situazione è particolarmente grave,
perché si registra la spesa pro-capite più alta del Paese: 2125 euro,
quasi l'8% del Pil della provincia. Un fenomeno che sta rovinando intere
famiglie".
AGIRE PER PREVENIRE - "Noi dobbiamo fare fronte a questo fenomeno,
per prevenirlo e per evitare le spese ulteriori verso le quali la Regione
andrebbe incontro in termini di assistenza sociale e sanitaria. La nostra
legge - ha spiegato il governatore - prevede un incentivo per gli
esercenti che non mettono 'le macchinette' e una penalizzazione per
chi invece le installa. Il tutto nell'ambito nelle nostre competenze". E'
una cosa giusta, ha rimarcato, ricordando che il provvedimento "è
stato votato all'unanimità dal Consiglio regionale, dove tutti i gruppi,
hanno votato a favore. Si tratta - ha concluso Maroni - di una
innovazione importante che spero sia seguita dalle altre Regioni e
anche dal governo". (Ln)
pab
6 - LOMBARDIA.LEGGE STABILITA', MARONI: MI AUGURO
MODIFICHE
IL PRESIDENTE: MANCA APPLICAZIONE COSTI STANDARD
(Ln - Milano, 18 ott) l testo definitivo non è ancora a disposizione, quindi
qualunque giudizio puntuale "deve essere sospeso", ma dalle
anticipazioni, la legge di Stabilità, non convince il Presidente della
Regione Lombardia. Lo ha spiegato lui stesso intervenendo questa
mattina in diretta dalle frequenze di Radio24, la radio del Sole 24Ore.
Da quanto si apprende, ha detto Roberto Maroni, "è mancato il
coraggio di fare un taglio vero sulla spesa improduttiva. Si poteva fare?
Certamente sì. Iniziando con l'attuare il criterio dei costi standard,
soprattutto nella Sanità. In questo modo - ha fatto notare il governatore
- si potevano risparmiare 30 miliardi di euro, cioè un terzo degli interessi
sul debito pubblico". Inoltre, ha fatto notare il presidente lombardo, il
provvedimento del governo sembra non aver rifinanziato la cassa
integrazione in deroga, "uno strumento molto importante, soprattutto in
questo momento di crisi" e soprattutto, "ha tagliato 350 milioni di fondi
per i Comuni virtuosi, penalizzando ancora una volta i sindaci che
lavorano bene".
6
SOLDI IN CASSA CHE NON POSSONO ESSERE SPESI - I municipi della
Lombardia, ha ricordato Maroni, "hanno avuto avanzi di gestine per 8,5
miliardi di euro, che non possono essere utilizzati. Questi soldi, investiti
nella crescita, risolverebbero invece molti problemi, non solo della
Lombardia, ma di tutto il Paese. Mi auguro - ha concluso il governatore
- in un cambiamento del testo durante il suo iter parlamentare. A
differenza di quanto avviene in Germania, ha chiosato, "in Italia il
governo di 'larghe intese' indebolisce l'azione parlamentare. Infatti, la
legge di Stabilità sta scontentando tutti. Sono arrivate critiche sia da
Confindustria che dalla Cgil. Non era mai successo prima, a
dimostrazione che si tratta di una legge che non affronta i problemi,
non trova soluzioni vere, ma si limita quasi ad essere solo un atto
dovuto". (Ln)
pab
7 - LOMBARDIA.SALUTE, MANTOVANI: PRONTI A VARARE NUOVA
RIFORMA
VICE PRESIDENTE: VISIONE NUOVA SU CRONICITÀ E TERRITORIALITÀ
(Ln - Milano, 18 ott) A 16 anni dalla riforma della sanità varata da
Regione Lombardia, è arrivato il momento di intervenire con nuove
norme "che tengano conto dei nuovi bisogni di salute". Oggi, infatti, la
Lombardia spende il 70 per cento delle risorse per la cronicità (30 per
cento dei pazienti), per cui è necessario ragionare su "ospedali con
mission e funzioni diverse", affrontare il tema della territorialità "con una
visione nuova" e rilanciare "una sinergia tra medicina generale e
medicina ospedaliera".
E' quanto ha detto il vice presidente e assessore alla Salute della
Regione Lombardia Mario Mantovani, intervenendo, oggi, a Milano,
all'XI congresso regionale di Fadoi (Federazione delle associazioni e dei
dirigenti ospedalieri internisti) e VIII Congresso regionale Animo,
(Associazione nazionale infermieri medicina ospedaliera).
CRONICITÀ E TERRITORIALITÀ - "Sulla cura degli acuti - ha sottolineato
Mantovani - siamo i primi non solo in Europa. In questo campo anche la
ricerca va avanti e noi continueremo a finanziarla nonostante la
spending review prevedesse 20 milioni in meno su questo capitolo".
Tuttavia, oggi, "è necessario affrontare il tema della cronicità e della
7
territorialità con una visione diversa. Su questo, mi aspetto anche il
vostro contributo, di cui terremo sicuramente conto. Come assessore io
sono attento a tutte le proposte che vengono dai professionisti, dai
medici, dagli operatori e dalle associazioni". Altro tema fondamentale
nel lavoro sulla riforma del sistema, secondo Mantovani, è quello della
libertà dell'individuo di scegliere dove farsi curare: "è un principio non
superabile". Nel dibattito che si sta svolgendo, è stato l'invito del vice
presidente, ci sia "meno concorrenza e più sinergia".
SOSTENIBILITÀ ECONOMICA - Sulla questione della sostenibilità
economica dei sistemi sanitari, affrontata nel corso del congresso,
Mantovani ha sottolineato come ci si trovi in un momento in cui
"crescono i bisogni ma la coperta si restringe". Il vice presidente ha
criticato i tagli lineari approvati dal precedente Governo (225 milioni in
meno per il 2013), definendoli "insopportabili sul piano politico". "Andrò
a trovare il ministro - ha aggiunto -, per discutere del tema delle risorse
e dell'appropriatezza". Da osservazioni internazionali, ha fatto notare
Mantovani, la Lombardia è al 30° posto su 262 Regioni europee:
"Questo è merito dei professionisti che fanno buona sanità e buona
assistenza. Oggi il tema della sostenibilità ci spinge a osservare le cose
in modo diverso".
CONGRESSO - Sempre sui lavori del congresso, che ha visto lavorare
insieme medici e infermieri ("la buona medicina deve essere sempre
corredata da buona assistenza") e, in particolare, sulle terapie per il
dolore, Mantovani ha infine osservato come "questo sia un argomento
che rientra nella pietas per le persone; si tratta di un tema che è
indispensabile affrontare nella giusta misura, su un piano umano,
sociale e clinico". Da ultimo, l'invito a tutti a "guardare avanti con
speranza". (Ln)
SEGUONO FOTO
sic
8 - LOMBARDIA.ATTENTATO ANPI, MANTOVANI: GESTO CHE FERISCE
LA SOLIDARIETÀ DEL VICE PRESIDENTE DI REGIONE LOMBARDIA
(Ln - Milano, 18 ott) "Condanno con forza il vile e spregevole atto
intimidatorio ai danni della sede Anpi di Legnano. Si tratta di un gesto
che ferisce il nostro territorio. Esprimo dunque la mia solidarietà e
8
comprensione a tutti gli iscritti e sostenitori, invitandoli a proseguire il loro
impegno di testimonianza e sensibilizzazione nei valori di libertà". Così
commenta Mario Mantovani, vice presidente ed assessore alla Salute
di Regione Lombardia, la notizia dell'attentato incendiario, compiuto la
scorsa notte, contro la sede di Legnano dell'Associazione nazionale
partigiani d'Italia. (Ln)
sal
9 - LOMBARDIA. MANTOVANI E CANTÙ: NO PIÙ IVA PER COOP
SOCIALI
GLI ASSESSORI: NON BLOCCHIAMO CHI GARANTISCE WELFARE
(Ln - Milano, 18 ott) "Nella nuova legge di Stabilità il Governo Letta
deve scongiurare l'aumento dell'IVA per le cooperative sociali.
Eviteremmo di colpire un settore portante del welfare lombardo e
nazionale". Così dichiarano in una nota congiunta Mario Mantovani,
vice presidente e assessore alla Salute, e Maria Cristina Cantù,
assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale e Volontariato di Regione
Lombardia. (Ln)
epo
10 - LOMBARDIA.APREA:DOTE UNICA LAVORO FAVORISCE
CONCILIAZIONE
L'ASSESSORE AL SEMINARIO INTERNAZIONALE FONDAZIONE BELLISARIO
POLITICHE REGIONE INCENTIVANO AUTOIMPRENDITORIALITÀ FEMMINILE
(Ln - Salerno, 18 ott) Favorire la conciliazione dei tempi famiglia-lavoro
con l'attuazione di modelli organizzativi flessibili nell'impresa attraverso
la valorizzazione della contrattazione di prossimità.
E' questo l'obiettivo delle politiche di Regione Lombardia riassunto
dall'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e Lavoro Valentina
Aprea nel corso della Tavola rotonda 'Donne, Res Publica', organizzato
a Salerno nell'ambito del seminario internazionale promosso dalla
Fondazione Marisa Bellisario e giunto alla sua quattordicesima edizione.
9
LA CONCILIAZIONE TEMPI FAMIGLIA-LAVORO - "In Lombardia - ha
spiegato l'assessore Aprea - abbiamo orientato le azioni alla definizione
di un quadro organico dove le attività a supporto della conciliazione
famiglia lavoro sono da realizzarsi in coerenza gli interventi per
l'occupazione rivolti alle persone in cerca di lavoro e agli occupati a
rischio del posto di lavoro".
CON LA DOTE UN CONTRIBUTO PER WELFARE AZIENDALE - In questo
quadro assume particolare rilevanza lo strumento della Dote
Conciliazione che si rivolge in via prioritaria a dipendenti di imprese che
abbiano avviato azioni per introdurre misure di welfare aziendale. La
Dote consiste in un contributo di 200 euro al mese per un massimo di 8
mesi. Regione Lombardia ha attivato anche "Azioni di promozione di
Welfare aziendale ed interaziendale che - ha aggiunto l'assessore
Aprea - si rivolgono a micro, piccole e medie imprese, grandi imprese e
grande distribuzione offrendo la possibilità di chiedere un
finanziamento per progetti relativi a nuovi modelli organizzativi, azioni
di innovazione sociale, strumenti per l'assistenza e la previdenza sociale
integrativa".
RISPOSTE CONCRETE A BISOGNI CITTADINI - Per sostenere persone in
difficoltà Regione Lombardia ha messo in campo anche la
‘Sovvenzione Globale Conciliazione’ "Rivolta a lavoratrici e lavoratori ha precisato Aprea - destinatari di dote ammortizzatori sociali in
deroga, con figli minorenni la possibilità di fruire servizi utili a conciliare
le necessità di cura familiare nel periodo di formazione e
riqualificazione. Hanno aderito a questa opportunità oltre 3.500
persone, per oltre 5 milioni di euro messi a disposizione dalle Regione.
UNA DOTE ANCHE PER LE IMPRESE - In materia di politiche regionali
dedicate alle donne assume un ruolo di particolare importanza la Dote
Conciliazione servizi alle imprese: un voucher premiante per le PMI che
assumono madri escluse dal mercato del lavoro o in condizioni di
precarietà lavorativa. E' una misura nell'ambito del Programma
Regionale per favorire la Conciliazione Famiglia-Lavoro. Il voucher
viene erogato in un'unica soluzione alle imprese e ha un valore di €
1000.
RIQUALIFICAZIONE E AUTOIMPRENDITORIALITA' - "Abbiamo promosso
in questi anni, soprattutto attraverso lo strumento Dote - ha aggiunto
l'assessore Aprea - la partecipazione delle donne a servizi integrati e
personalizzati per la formazione, la riqualificazione, l'inserimento nel
mercato del lavoro, l'autoimprenditorialità e la conciliazione famiglialavoro. Vogliamo proseguire i nostri interventi con un nuovo strumento,
10
la Dote Unica Lavoro, fortemente orientata al risultato occupazionale
delle persone. Dote Unica Lavoro supera la frammentazione delle
politiche del lavoro e, come già detto, considera il genere uno degli
elementi che determinano le difficoltà di accesso e di permanenza nel
mercato del lavoro". (Ln)
ben
11 - LOMBARDIA.BECCALOSSI:PER TUTELA TERRITORIO 3,5 MILIONI
CANTIERI SU ARGINE PO, ALTO MILANESE, BRESCIANO E LOMELLINA
(Ln - Milano, 18 ott) "Via libera a lavori per 3,5 milioni di euro destinati
alla messa in sicurezza e alla prevenzione del rischio idrogeologico in
alcune aree del territorio lombardo". Lo ha detto l'assessore regionale al
Territorio, Urbanistica e Difesa del Suolo Viviana Beccalossi, a margine
della seduta del Comitato di indirizzo di Aipo, l'Agenzia interregionale
del fiume Po, alla quale hanno partecipato i rappresentanti di
Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna.
"Con questa decisione - ha aggiunto Viviana Beccalossi - viene affidata
ad Aipo la progettazione e realizzazione di opere di grande
importanza, che spesso passano inosservate ma sono fondamentali per
garantire i centri abitati dai pericoli di piene ed esondazioni".
INTERVENTI DIFESA DEL SUOLO - Gli interventi deliberati riguardano
inoltre la sistemazione dell'argine sinistro del fiume Po a Viadana
(Mantova), i muri di sostegno del torrente Lura e di rinforzo delle sponde
del torrente Bozzente a Rho (Milano), la manutenzione idraulica dei
torrenti Guisa e Nirone ad Arese e Bollate (Milano), del fiume Mella a
Villa Carcina (Brescia), del torrente Agogna a Olevano Lomellina, San
Giorgio e Lomello (Pavia) e per la realizzazione di una vasca di
contenimento delle piene del torrente Guisa nel Comune di Cesate
(Milano)".
MANUTENZIONE CORSI D'ACQUA - Alcuni di questi interventi - ha
concluso Viviana Beccalossi - sono attuati all'interno del Programma
triennale di manutenzione dei corsi d'acqua e difesa del suolo,
approvato meno di un mese fa con lo stanziamento di 16,7 milioni di
euro per finanziare decine di opere. Va sottolineato che dopo aver
ricevuto i fondi dal Governo a luglio e deliberato gli interventi prioritari a
settembre, stiamo già entrando nella fase attuativa per aprire i cantieri
il più velocemente possibile".
11
LAVORI AFFIDATI AD AIPO - Questi gli interventi affidati ad Aipo
per la progettazione e realizzazione.
ARESE-BOLLATE (Milano): manutenzione idraulica torrenti Guisa e
Nirone, 50.000 euro.
RHO (Milano): rinforzi sponde torrente Bozzente 50.000 euro e interventi
muri sostegno torrente Lura 500.000 euro.
CESATE (Milano): vasca per mitigazione piene torrente Guisa 1.782.000
euro.
VILLA CARCINA (Brescia): adattamento scogliere fiume Mella 370.000
euro.
VIADANA (Mantova): sistemazione argine sinistro Po, 600.000 euro.
OLEVANO LOMELLINA SAN GIORGIO E LOMELLO (Pavia): sistemazione
idraulica torrente Agogna euro 182.000. (Ln)
ram
12 - LOMBARDIA. RIFORMA AGEA, FAVA: APPROFONDIRE IL TEMA
LETTERA DELL'ASSESSORE AI PRESIDENTI DI LOMBARDIA ED EMILIA
PRONTO UN SEMINARIO PER DISCUTERE I PUNTI CHIAVE
(Ln - Milano, 18 ott) "Dedicare alla riforma dell'Agea un seminario
specifico di approfondimento, in cui invitare, insieme ai colleghi
assessori, il ministro, oltre alla componente tecnica che gestisce il
sistema dei pagamenti (Agea, Opr e le autorità di gestione dei Psr), cui
verrebbe affidato il compito di illustrare, insieme allo stato di fatto con
criticità e opportunità, le possibili soluzioni di riorganizzazione
dell'impianto complessivo". E' questa la proposta contenuta in una
lettera che Gianni Fava, assessore all'Agricoltura di Regione Lombardia,
ha inviato al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, al
presidente della Regione Emilia Vasco Errani e all'assessore alle Politiche
agricole della Regione Puglia Fabrizio Nardoni, nonché coordinatore
della Commissione Politiche Agricole in seno alla conferenza delle
12
Regioni. L'invito arriva - spiega Fava - "dopo che non abbiamo ritenuto
opportuno dare il via libera a una proposta di riforma di Agea che non
è stata sufficientemente discussa e adeguatamente ratificata".
SERVE SISTEMA SEMPLICE - "Obbiettivo principale a cui dobbiamo
guardare per riformare Agea - scrive ancora l'assessore lombardo - è
fornire alle nostre imprese agricole un sistema per i pagamenti Pac
semplice ed efficace, che eroghi servizi parametrizzabili, vicini ai singoli
territori e alle singole imprese agricole". "Il perseguimento di tale
obiettivo - spiega ancora Fava - non può essere conseguito
unicamente con il trasferimento di ulteriori competenze al Ministero
dell'Agricoltura, che non è stato in grado, ad oggi, di rendere operative
quelle competenze già trasferite dalla legge n.135/2012".
NO CONTRARIETÀ DI PRINCIPIO A DOCUMENTO - "Non ho infatti una
contrarietà di principio ai contenuti del primo documento di riflessione
comune - conclude Fava - ma, anche alla luce delle recentissime
proposte di legge presentate a livello nazionale, occorre riaprire una
valutazione di merito su quale sia la struttura organizzativa e di quali
strumenti sarebbe opportuno dotarci, per governare e gestire al meglio
la prossima Pac per i nostri agricoltori". (Ln)
rft
13 - LOMBARDIA.FAVA:REGIONE INTERPRETA RICHIESTA MONDO
AGRICOLO
(Ln - Milano, 18 ott) "Ancora una volta la Regione Lombardia ha saputo
interpretare in anticipo le richieste del mondo agricolo, così come sono
state espresse nel recente sondaggio di Fieragricola di Verona da un
numero elevato di agricoltori e allevatori. Le macroregioni e le aree
omogenee per territori e produzioni sono la strada da percorrere,
quella linea che i beneficiari stessi delle misure dei Piani di sviluppo
rurale chiedono senza alcuna esitazione".
È questo il commento dell'assessore all'Agricoltura della Lombardia,
Gianni Fava, sui risultati del sondaggio esclusivo lanciato da
Fieragricola di Verona, al quale hanno risposto oltre 4.200 imprenditori
agricoli e allevatori. Il 98% degli imprenditori si è espresso per
mantenere l'autonomia delle Regioni, uniformando tuttavia i Psr in base
a territori o produzioni omogenei.
13
"Questa è appunto la strada. Pur mantenendo l'autonomia nelle
decisioni strategiche a sostegno dell'agricoltura - dichiara Fava - le
Regioni dovranno interpretare le esigenze del comparto cercando
misure omogenee, in modo da non creare disparità fra i beneficiari,
interpretando piuttosto ma impostare strategie comuni per sostenere
la crescita del comparto in uno scenario di globalizzazione ed elevata
competitività". (Ln)
rft
14 - LOMBARDIA. HOST, MELAZZINI: REGIONE VICINA ALLE IMPRESE
(Ln - Milano, 18 ott) "Regione Lombardia crede molto in questa
manifestazione, che è una vetrina importante per dare visibilità alle
nostre imprese. Le nostre aziende hanno in questo modo la possibilità di
mostrare le proprie potenzialità e il proprio valore e farsi conoscere da
una larga platea anche di buyer esteri".
Lo ha detto l'assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione
della Regione Lombardia Mario Melazzini, intervenendo oggi all'evento
inaugurale di Host, il Salone dell'Ospitalità Professionale. La
manifestazione è sostenuta da Regione Lombardia con un contributo
di 293.000 euro. Nell'occasione, si è svolta anche la premiazione di
'HOSThinking', il concorso internazionale dedicato alla progettazione di
format innovativi per l'ospitalità professionale, promosso da Host e Fiera
Milano in collaborazione con POLI-design, Consorzio del Politecnico di
Milano e con il patrocinio di ADI, Associazione Italiana per il Disegno
Industriale.
"Un grande plauso - ha aggiunto Melazzini - va alle nostre micro,
piccole e medie imprese, che sono il nostro vero tessuto. Regione
Lombardia crede nelle imprese del proprio territorio, come dimostrano i
provvedimenti che abbiamo già adottato o stiamo per approvare per
sostenerle". A questo proposito Melazzini ha ricordato la delibera per il
sostegno delle Start up e Re Start up, con un finanziamento di 30 milioni
di euro e l'azzeramento dell'Irap per le Start up innovative.
"La prossima settimana - ha annunciato l'assessore - sarà approvato in
Giunta il progetto di legge sulla competitività e la libertà di impresa,
che introduce strumenti nuovi di semplificazione e di sostegno alle
attività produttive. In questo modo vogliamo dare nuova fiducia ai
14
nostri imprenditori e far capire loro che la Regione è vicina e li sostiene
con tutti gli strumenti possibili". (Ln)
sic
15 - LOMBARDIA.PROCIV.BORDONALI:PROVE DI TERREMOTO,
EVACUATI IN 400
OGGI ESERCITAZIONE NEL COMUNE DI ROCCAFRANCA NEL BRESCIANO
(Ln - Roccafranca/Bs, 18 ott) L'assessore alla Sicurezza, Protezione Civile
e Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali ha
partecipato questa mattina, insieme al vice sindaco del Comune
Marco Franzelli, all'evacuazione della scuola primaria di Roccafranca
(Brescia), effettuata nell'ambito dell'esercitazione interprovinciale sul
rischio sismico.
I RAGAZZI DIFFONDERANNO CONOSCENZE APPRESE ALLA FAMIGLIA "Ho voluto partecipare all'iniziativa, per incontrare i volontari e
ringraziarli per il lavoro che fanno quotidianamente" ha dichiarato
Simona Bordonali. "L'evacuazione di oggi - ha proseguito - ha coinvolto
circa 400 studenti della scuola primaria del paese, che, oltre a vivere
una mattinata diversa dal solito, hanno avuto l'occasione di imparare
le procedure da seguire in caso di terremoto. Questi ragazzi
diffonderanno poi le loro conoscenze anche in famiglia, senza
escludere che l'occasione possa essere uno stimolo per interessarsi al
mondo del volontariato e portare qualche ragazzo a diventare in
futuro operatore di Protezione civile".
ORGANIZZAZIONE E COLLABORAZIONE TRA VOLONTARI - L'esercitazione
di Roccafranca ha coinvolto anche un'unità cinofila e una squadra del
118. "L'organizzazione dell'iniziativa è stata davvero ottima - ha
aggiunto l'assessore - e la collaborazione tra volontari e insegnanti
dell'istituto ha fatto sì che tutto si svolgesse senza intoppi". "È stata
l'ennesima dimostrazione - ha concluso Bordonali - di come i 24.000
operatori del sistema di Protezione civile della Lombardia siano
un'eccellenza da valorizzare". (Ln)
SEGUONO FOTO
fsb
15
16 - LOMBARDIA.CAPPELLINI CON SVIZZERA CULTURA SENZA
CONFINI
ASSESSORE: COLLABORAZIONE CHE GUARDA A EXPO E A
MACROREGIONI
PRESENTATO OGGI A MILANO PROGRAMMA 'VIAVAI'
(Ln - Milano, 18 ott) "Il programma 'Viavai' evidenzia come la cultura
non abbia confini e come i suoi attori siano voci autentiche dei territori
che rappresentano e che vogliono condividere progetti ed iniziative'.
L'ha detto Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e
Autonomie di Regione Lombardia intervenendo alla presentazione del
programma al Consolato svizzero di Milano.
SCAMBIO ALPINO - "Si tratta di un progetto molto importante - ha
sottolineato l'assessore - a cui come Regione teniamo molto. Grazie a
'Viavai', infatti, avremo la possibilità di far conoscere artisti e realtà
culturali lombarde ed entrare in contatto con quelle svizzere in un
virtuoso scambio tra le regioni a cavallo dei versanti alpini". "L'avvio di
'Viavai' - ha continuato l'assessore - é anche uno sguardo verso Expo, la
Grande esposizione del 2015 cui sarà presente anche la Svizzera che
per prima ha siglato il contratto con Expo, ma che si rivolge anche al
dopo Expo".
CULTURA CENTRALE PER I QUATTRO MOTORI - "Questa iniziativa - ha
aggiunto l'assessore - si inserisce perfettamente nel solco dell'incontro di
ieri a Stoccarda dei Quattro Motori per l'Europa di cui ora é presidente
Roberto Maroni e i cui componenti hanno ribadito che la cultura sarà
strategica nelle politiche comuni di sviluppo e nei rapporti tra regioni
affini, toccando il mondo cinematografico e dell'audiovisivo,
valorizzando altresì i numerosi siti Unesco, come con altre regioni alpini,
sui quali Regione Lombardia sta investendo molto anche a livello
economico".
OTTICA MACROREGIONALE - "Credo che questo programma articolato
in 19 progetti e attivo nel 2014-2015 -ha ricordato l'assessore - valorizzerà
le realtà culturali di cui é ricca la Lombardia, ma anche la Svizzera e
che ora avranno nuove occasioni di confronto e collaborazione in
ottica interregionale, in linea anche con la strategia della
macroregione alpina che proprio oggi viene sottoscritta a Grenoble
dal presidente Maroni e che coinvolge ben 46 regioni, oltre a 7 Stati".
SENZA BARRIERE - "A 'Viavai' - ha concluso l'assessore Cappellini - la
Lombardia contribuirà attraverso l'Archivio di etnografia, in una
16
collaborazione con la Val Poschiavo, con la riscoperta di una dieta
alpina che subito ci richiama l'Expo, per dare voce alle culture, alle
identità e alle autonomie lombarde all'interno di questo programma
che abbatte le barriere identificate dai confini in un 'particolare
contrabbando' che avvicina il mondo culturale lombardo e quello
svizzero". (Ln)
gus
17 - LOMBARDIA.MOSTRA BITTO/1, FAVA: FESTA DI POPOLO E
IDENTITÀ
L'ASSESSORE: QUI ELEMENTO CULTURALE PRIMA CHE ECONOMICO
IN PROSSIMO PSR MISURA SPECIFICA PER LA MONTAGNA
(Ln - Morbegno/So, 18 ott) "Una festa di popoli, di identità, che deve
riguardare quel territorio che sa che gli agricoltori svolgono una
funzione fondamentale. Senza di loro, senza l'agricoltura di montagna,
il territorio 'viene giù, per usare un termine molto concreto. In questo
prodotto, il Bitto, c'è un elemento culturale, che è diventato elemento
economico". E' quanto ha detto oggi l'assessore regionale
all'Agricoltura Gianni Fava, intervenendo all'inaugurazione della Mostra
del Bitto a Morbegno, giunta alla 106^ edizione.
RICONOSCERE PRODUZIONI DI QUALITÀ - "E' evidente che i grandi
quantitativi di produzione intensiva non stanno qui - ha aggiunto Fava -.
Talmente diverso è quello che accade qui, rispetto ad altri territori della
Lombardia, che nella nostra pianificazione abbiamo articolato il
prossimo Programma di Sviluppo rurale con una misura specifica per la
montagna, che occuperà il 30/40 per cento della pianificazione
regionale. Ci occuperemo della forestazione dell'attività vitivinicola,
passando per le produzioni casearie". Per invertire il rapporto. "E' vero
che abbiamo bisogno di nutrire il pianeta - ha proseguito Fava -, ma
non è più possibile ripartire le risorse sul settore basandosi sulla quantità.
In questo caso, perderemmo di vista l'altra nostra peculiarità, che è il
territorio, con le sue piccole produzioni di nicchia, di qualità, come
questa. Dobbiamo mettere chi fa agricoltura - stretto come è tra
norme, burocrazia, parchi, Zps e quant'altro - nella condizione di
svolgere il proprio ruolo. Un vero e proprio ruolo di presidio, dove le
produzioni tipiche confermano la vocazione di quel territorio, magari
17
anche per convincere nuovi agricoltori a tornare fare ancora questo
mestiere in queste zone".
EXPO VENGA SUL TERRITORIO - "Portiamo Expo sui territori e non
il contrario - è stata la sollecitazione di Fava -. L'Esposizione universale
che tra due anni ci vedrà protagonisti di una vetrina mondiale deve
catalizzare i visitatori verso le bellezze e le particolarità dei nostri territori.
Non abbiamo bisogno di uno o più stand che si confondono tra mille
altri dentro una fiera, ma di una proposta turistica, perché le centinaia
di migliaia di visitatori che potremo intercettare vengano anche in
questa parte di Lombardia, a vedere come si produce un formaggio
unico, a visitare gli alpeggi, ad apprezzare concretamente le nostre
perle dell'enogastronomia".
Ma Expo deve essere anche occasione per una battaglia concreta.
"Chiederemo ai Paesi che arriveranno nel 2015 di sottoscrivere un patto
per rispettare tipicità e genuinità dei nostri prodotti - ha annunciato
Fava -. Questo faremo in occasione di Expo. Chi produce qualità deve
essere remunerato, diversamente diventa disincentivante per
produzioni come questa realizzarle. Non esiste un mercato libero senza
regole, e solo il rispetto di queste lo rende libero: noi dovremo
pretendere che i nostri prodotti siano rispettati per quel che sono.
Altrimenti non si tratta di Made in Italy. Una battaglia fondamentale,
per cui sistematicamente perdiamo tutti i giorni. Per dare la possibilità
che i consumatori in giro per il mondo riconoscano i nostri prodotti.
Questa è la nostra battaglia per Expo". (Ln)
ver
18 - LOMBARDIA.MOSTRA BITTO/2,DEL TENNO:OCCASIONE PER
TERRITORIO
(Ln - Morbegno/So, 18 ott) "Da Valtellinese continuo a ritenere questa
fiera un momento importante per il territorio e la sua valorizzazione e
promozione turistica". Lo ha detto l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità
della Regione Lombardia Maurizio Del Tenno, questa sera, a Morbegno
(Sondrio), in occasione dell'inaugurazione della 106^ edizione della
Mostra del Bitto. "E' un appuntamento sempre atteso - ha aggiunto Del
Tenno, riferendosi al tradizionale evento -, che porta sempre a
18
Morbegno tanti visitatori dalla Lombardia e non solo". "Per questo - è
stato l'appello dell'assessore – dobbiamo lavorare insieme, per
preservare questa eccellenza del territorio". (Ln)
mam
19 - LOMBARDIA. CAVALLI: INAUGURATO NUOVO DISTRIBUTORE
METANO
A GREZZAGO/MI L'IMPIANTO NUMERO 145 SUL TERRITORIO REGIONALE
(Ln - Grezzago/Mi, 18 ott) "Ci stiamo avvicinando al nostro obiettivo di
arrivare a 150 impianti entro la fine dell'anno". Lo ha detto l'assessore al
Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia Alberto Cavalli, in
occasione dell'inaugurazione, oggi, a Grezzago, sulla SP179, in
provincia di Milano, dell'impianto di erogazione di metano numero 145
sul territorio lombardo. "Lo scorso mese di luglio - ha ricordato l'assessore
- avevamo sottoscritto un accordo interregionale con Aiscat
(Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori),
Legambiente e Unione petrolifera, che prevedeva la programmazione
di altri sette impianti del carburante eco-compatibile, sulla rete
autostradale lombarda. L'apertura, oggi, di quello di Grezzago,
dimostra che siamo sulla strada giusta".
RISPETTO DELL'AMBIENTE E RISPARMIO ECONOMICO - "Regione
Lombardia continua a credere nella diffusione sempre maggiore di
gas metano - ha concluso l'assessore Cavalli -, perché il suo utilizzo
centra due obiettivi molto importanti: la tutela dell'ambiente, grazie
alla riduzione dell'inquinamento, e il risparmio economico, considerato
che questo carburante eco-compatibile ha dei costi inferiori rispetto a
benzina e gasolio, che, in questo momento di crisi, costituisce elemento
di fondamentale importanza per il consumatore". (Ln)
sal
19
20 - LOMBARDIA.FAVA: ANCHE AL FEMMINILE IMPRESA FACCIA
REDDITO
L'ASSESSORE ALL'EVENTO DI CONFAGRICOLTURA DONNA REGIONALE
(Ln - Casalmaggiore/Cr, 18 ott) Non ne fa una questione di genere,
"anche se oggi siamo qui a sottolineare ruoli e prospettive al femminile
in agricoltura", quanto piuttosto di opportunità, economica s'intende.
Perché, oltre la vocazione e il passaggio generazionale, l'agricoltura
deve prima di tutto produrre reddito per l'impresa. Insiste ancora una
volta sul tema della remuneratività l'assessore regionale all'Agricoltura
Gianni Fava, questa mattina, a Casalmaggiore (Cremona), all'incontro
organizzato da Confagricoltura Donna Lombardia, l'associazione delle
imprenditrici femminili iscritte a Confagri, in occasione dell''International
Day of Rural Women', evento promosso dalle Nazioni unite martedì 15
ottobre scorso.
L'assessore Fava ha visitato l'azienda agricola Tenca, dando il via alla
decima tappa della 'Maratona delle Imprenditrici verso Expo 2015',
iniziativa patrocinata da Regione Lombardia. Sono intervenuti Gabriella
Poli, presidente Confagricoltura Donna Lombardia, e Umberto Bertolasi,
direttore regionale Confagricoltura.
IL RUOLO POLITICO DI EXPO - Fava ha evidenziato "l'opportunità che
Expo ci offre per dialogare e intrattenere rapporti direttamente con i
tutti i Paesi che arriveranno in Lombardia. A loro dovremo far capire
che la principale regione agricola d'Europa, se non mondiale, vuole
tutelare la qualità delle sue produzioni, trovare nuove forme di
remunerazione per le proprie aziende e combattere la piaga della
contraffazione, visto che il 20 per cento dei 34 miliardi di prodotti
alimentari che esportiamo è in Lombardia".
'QUATTRO MOTORI' E EUROPA - "Per la prima volta dopo 25 anni - ha
detto Fava, reduce dal fresco passaggio di consegne avvenuto a
Stoccarda, in occasione del quale la Lombardia, da ieri, è alla guida
dei 'Quattro Motori per l'Europa' - avremo l'agricoltura, oltre a Expo, al
centro dell'azione di questo organismo che accomuna Regioni simili
per Pil, popolazione e vocazione agricola. Organizzazione che potrà
rapportarsi più facilmente con l'Europa, in un momento in cui le
risorse saranno sempre meno, e che perciò dovranno sempre più
premiare le aziende agricole nel cuore della produzione".
"Dobbiamo far ripartire il sistema economico, agroalimentare
compreso, - ha concluso Fava, citando gli incontri avuti ieri a
Stoccarda con i colleghi degli altri Governi regionali - ed è questa la
nostra priorità. Anche per questo, il 24 ottobre, a Cremona, ci sarà
20
anche il presidente Maroni per l'inaugurazione della Fiera del bovino da
latte. Vogliamo dimostrare tutto il nostro interesse per questo settore, da
qui vogliamo ripartire".
TENCA, MULTIFUNZIONALITÀ E FILIERA CORTA - L'azienda agricola Tenca,
che alleva oltre 10.000 suini all'interno del circuito tutelato del Prosciutto
di Parma, è condotta da Gabriella Tenca e si caratterizza per l'indirizzo
multifunzionale impostato sulla filiera corta e la valorizzazione dei
maiali allevati attraverso la macellazione aziendale, la lavorazione
delle carni (il laboratorio si avvale del Bollo Cee, che consente l'export
delle carni) e la stagionatura dei salumi, di elevata qualità.
PRESENZA AL FEMMINILE DA INCENTIVARE - In Lombardia, delle circa
50.000 imprese agricole, solo il 19,8 per cento ha titolari donna. "Un
numero inferiore rispetto alla media nazionale - osserva l'assessore Fava
- ma per questo la Lombardia intende sostenere l'occupazione, anche
femminile, in un comparto che sta vivendo una fase anticiclica come
l'agricoltura. Ci conforta il fatto che negli ultimi 5 anni le nuove aziende
al femminile siano aumentate notevolmente. Ci muoveremo appunto
per incentivare la presenza femminile nel primario. Le donne
storicamente e culturalmente hanno un legame molto forte con cibo e
alimentazione, ma guardano anche con attenzione a nuove
prospettive come gli agriturismi e i servizi legati alla vendita". (Ln)
ver
21 - LOMBARDIA. MAROGGIA,FAVA:CULTURA DA VENDERE IN
AMBITO VINO
L'ASSESSORE VISITA LA ASSOVIUNO DI BERBENNO
(Ln - Berbenno di Valtellina/So, 18 ott) "Sono la principale cantina
nell'ambito del Consorzio vini Maroggia e rappresentano un
esperimento recente, che nasce agli inizi del 2000 dallo scorporo di
territori della zona del Maroggia, della Doc Maroggia all'interno delle
Doc classiche della Valtellina classici". Risalendo la Valtellina verso
Sondrio, la Maroggia è la prima delle cinque sottozone che si
incontrano e la più piccola, con i suoi 25 ettari di superficie.
"A oltre dieci anni di distanza dall'avvio di questa esperienza - ha detto
l'assessore regionale all'Agricoltura Gianni Fava, che oggi ha visitato la
cantina Assoviuno di Matteo Tarotelli di Berbenno in Valtellina - il
21
Consorzio rappresenta una nicchia specifica, con vocazione storica e
cultura da vendere nell'ambito del vino. Un'esperienza con interessanti
margini in termini di commercializzazione per le caratteristiche che
presenta". Nel 2002 infatti il Consorzio produttori del Vino Maroggia ha
ottenuto il riconoscimento dell'area come zona storica di pregio 'beta'
(sottozona) nella Docg Valtellina superiore.
PRODUTTORI E DOPOLAVORISTI - "Alcuni produttori - ha spiegato
l'assessore - si sono consorziati per fare massa critica e vendere al
meglio, ma due terzi di loro sono proprietari di vecchi appezzamenti di
terreno: mai come in questo caso rappresentano la specificità
territoriale. Siano essi agricoltori o dopolavoristi, gestiscono il territorio
producendo vino in area regimentata con i muretti a secco, la miglior
garanzia per la tutela del territorio". "Laddove sparisce questo
tipo di agricoltura - ha concluso Fava - il territorio non regge più e
vengono a mancare i presupposti minimi per la staticità e l'integrità
dello stesso". (Ln)
ver
22 - LOMBARDIA.ANCI GIOVANI,DEL TENNO:BUON LAVORO A
DELLA BITTA
IL SINDACO DI VERCEIA/SO È NUOVO VICE PRESIDENTE ANCI GIOVANI
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità
Maurizio Del Tenno rivolge a Luca della Bitta, nominato vice presidente
vicario di Anci Giovani, "Auguri di buon lavoro". "Da Valtellinese aggiunge Del Tenno - sono molto felice che un mio conterraneo e
sindaco di Verceia possa andare a ricoprire un incarico così prestigioso
nell'associazione che riunisce i Comuni italiani. Sono certo che potrà
portare idee innovative e un valore aggiunto in un momento di
difficoltà per gli Enti locali, con un occhio di riguardo alla realtà dei
piccoli Comuni". (Ln)
dvd
22
23 - LOMBARDIA. DOMANI MARONI A FORUM COLDIRETTI A
CERNOBBIO/CO
(Ln - Milano, 18 ott) Il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni
parteciperà domani, sabato 19 ottobre, al Forum Coldiretti a Villa
d'Este, a Cernobbio (Como).
- ore 9, Villa d'Este (via Regina, 40 - Cernobbio/Co). (Ln)
rft
24 - LOMBARDIA.DOMANI MARONI INCONTRA MINISTRO MASSIMO
BRAY
(Ln - Milano, 18 ott) Il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni
incontrerà domani, sabato 19 ottobre, il ministro dei Beni e delle Attività
culturali Massimo Bray.
- ore 12.50, Fondazione Cariplo (via Romagnosi, 8 - Milano), Centro
Congressi. (Ln)
rft
25 - LOMBARDIA. MANTOVANI DOMANI IN DUOMO PER "OLTRE I 5
MILA"
CORSO DI RIANIMAZIONE E DEFIBRILLAZIONE IN PIAZZA
(Ln - Milano, 18 ott)Il vice presidente e assessore alla Salute di Regione
Lombardia Mario Mantovani prenderà parte domani, sabato 19
ottobre, in piazza Duomo a Milano, alla manifestazione 'Oltre i 5mila'.
Nel corso dell'iniziativa, organizzata dall'Assessorato alla Salute con
Areu Lombardia, 5mila diciottenni milanesi, impareranno a salvare una
vita, grazie a un corso di rianimazione cardiopolmonare e di
defibrillazione.
- ore 9, piazza Duomo - Milano. (Ln)
sal
23
26 - LOMBARDIA.MANTOVANI A NOSTRA FAMIGLIA BOSISIO PARINI
IL VICE PRESIDENTE IN VISITA PER IL 50ESIMO DELL'ASSOCIAZIONE
(Ln - Milano, 18 ott) Il vice presidente e assessore alla Salute di Regione
Lombardia Mario Mantovani, si recherà in visita domani, sabato 19
ottobre, alla sede dell'associazione 'Nostra Famiglia', a Bosisio Parini
(Lecco), in occasione del 50esimo anniversario dell'associazione che si
dedica alla cura e alla riabilitazione delle persone con disabilità,
soprattutto in età evolutiva.
- ore 12, Associazione Nostra Famiglia (via don Luigi Monza, 20 Bosisio
Parini - Lecco). (Ln)
sal
27 - LOMBARDIA. DOMANI CAVALLI A FUNERALE LEA GAROFALO
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore al Commercio, Turismo e Terziario di
Regione Lombardia Alberto Cavalli parteciperà domani, sabato 19
ottobre, su delega del presidente Roberto Maroni, ai funerali di Lea
Garofalo, la testimone di giustizia uccisa 4 anni fa.
- ore 10.30, piazza Beccaria - Milano. (Ln)
sal
28 - LOMBARDIA.CULTURA,CAPPELLINI INCONTRA DOMANI
MINISTRO BRAY
IN FONDAZIONE CARIPLO INCONTRO SULLA LEGGE PER IL TEATRO
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di
Regione Lombardia Cristina Cappellini parteciperà domani, sabato 19
ottobre, all'incontro 'Valore cultura per il teatro. Dal decreto legge ai
valori attuativi'. La mattinata, che sarà trasmessa in diretta streaming su
www.perypezyeurbane.org/ministrobray, prevede l'intervento del
24
ministro dei Beni e delle Attività culturali Massimo Bray. L'incontro della
Fondazione Cariplo sarà l'occasione per un faccia a faccia tra le
istituzioni lombarde e i responsabili dei teatri sulle ricadute della legge
Bray.
- ore 9, Fondazione Cariplo (via Romagnosi, 8 - Milano), Centro
Congressi. (Ln)
gus
29 - LOMBARDIA.SONDRIO,DEL TENNO DOMANI APRE PISTA
CICLABILE
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità
Maurizio Del Tenno inaugurerà domani, sabato 19 ottobre, la nuova
pista ciclabile realizzata, grazie al contributo della Regione Lombardia,
in via Stelvio a Sondrio.
- ore 11.30, via Stelvio - Sondrio. (Ln)
dvd
30 - LOMBARDIA.BORDONALI A ESERCITAZIONE RISCHIO SISMICO
ASSESSORE DOMANI A CALCIO (BG) E SONCINO (CR)
(Ln - Milano, 18 ott) Nell'ambito dell'esercitazione interprovinciale sul
rischio sismico, l'assessore alla Sicurezza e Protezione Civile della
Regione Lombardia Simona Bordonali domani, sabato 19 ottobre,
insieme all'assessore alla protezione Civile della Provincia di Bergamo
Fausto Carrara, incontrerà i volontari della bergamasca.
ore 11.45, Centro Polifunzionale di emergenza (incrocio via Aldo Moro e
via Matteotti - Calcio/Bg), cortile.
Successivamente, alle ore 13, la titolare regionale alla Protezione Civile,
si recherà a Soncino (Cr), dove, con l'assessore regionale alle Culture e
25
Identità Cristina Cappellini e l'assessore alla Protezione civile della
Provincia di Cremona Filippo Bongiovanni, assisterà ad un intervento
del gruppo specializzato nel recupero di beni artistici e culturali
in piazza Nassiriya. (Ln)
fsb
31 - LOMBARDIA.BORDONALI DOMANI A GIORNATA FORZE DI
POLIZIA
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore alla Protezione Civile, Sicurezza e
Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali parteciperà
domani, sabato 19 ottobre, alla giornata di studio e approfondimento
dedicata al ruolo delle Forze di polizia, che si svolgerà a Briosco (MB).
- ore 9, Comune di Briosco (via Roma, 4 - Briosco/MB), Sala Consiliare.
(Ln)
fsb
32 - LOMBARDIA. MANTOVA, BULBARELLI A CONVEGNO
CONFARTIGIANATO
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore regionale alla Casa, Housing sociale e
Pari opportunità Paola Bulbarelli interverrà domani, sabato 19 ottobre,
al convegno 'Rilancio dell'edilizia, come uscire dal tunnel', organizzato
da Confartigianato di Mantova.
- ore 9.45, Cassa Operai Edili (via Verona, 113 - Mantova). (Ln)
dvd
26
33 - LOMBARDIA. APREA DOMANI A CONVEGNO 'FAMIGLIA IN
RELAZIONE'
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore regionale all'Istruzione, Formazione e
Lavoro Valentina Aprea parteciperà domani, sabato 19 ottobre, su
delega del presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni, al
convegno 'Famiglia in relazione: una speranza per il futuro dei giovani'
organizzato dal Forum regionale delle associazioni familiari in
collaborazione con Associazioni cristiane lavoratori italiani (Acli) e Mcl
(Movimento cristianolavoratori).
- ore 10, Acli Lombardia (via Bernardino Luini, 5 - Milano). (Ln)
ben
34 - LOMBARDIA. CANOTTAGGIO, ASSESSORE ROSSI INAUGURA
MONUMENTO
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di
Regione Lombardia Antonio Rossi parteciperà domani, sabato 19
ottobre, a Casalmaggiore (Cremona) alla cerimonia inaugurale del
monumento dedicato al canottaggio. Saranno presenti Oreste Perri,
sindaco di Cremona, e Giuseppe Abbagnale, presidente Federazione
italiana canottaggio.
- ore 11, largo Marinai d'Italia - Casalmaggiore/Cr. (Ln)
gus
35 - LOMBARDIA. TENNIS TAVOLO, ROSSI A ESORDIO CAMPIONATO
DONNE
(Ln - Milano, 18 ott) L'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di
Regione Lombardia Antonio Rossi parteciperà domani, sabato 19
27
ottobre, alla prima partita del campionato di serie A1di tennis tavolo
femminile tra la Polisportiva Bagnolese di Bagnolo San Vito, formazione
neopromossa e con un ricco settore giovanile, e la Sterilgarda di Castel
Goffredo che proporranno quindi un derby mantovano.
- ore 18, palestra comunale (via Matteotti, 23 - Bagnolo San Vito/Mn).
(Ln)
gus
36 - LOMBARDIA. PAROLO A CONVEGNO SU SOSTENIBILITÀ
ENERGETICA
(Ln - Milano, 18 ott) Il sottosegretario ai Rapporti Istituzioni regionali,
Attuazione del Programma, Politiche per la Montagna e
Programmazione negoziata della Regione Lombardia Ugo Parolo
parteciperà domani, sabato 19 ottobre, a Morbegno (Sondrio), al
convegno 'Verso la cultura della sostenibilità energetica. Come
il patto dei sindaci avvicina il nostro territorio all'Europa'.
In occasione del convegno la Comunità montana di Morbegno
presenterà ufficialmente l'adesione al Paes, Piano d'azione per
l'energia sostenibile.
- ore 10.30, Auditorium (piazza Sant'Antonio - Morbegno/So). (Ln)
mam
28

Documenti analoghi