IL BIEDERMEIER A QUATTRO MANI Giuliano Bellorini, pianoforte

Commenti

Transcript

IL BIEDERMEIER A QUATTRO MANI Giuliano Bellorini, pianoforte
Ha inciso per Pizzicato, Pongo Music, SMC, Eufonia, Sheva.
E’ titolare della Cattedra di Pianoforte Complementare presso il Conservatorio
“L.Marenzio” di Brescia (sezione staccata di Darfo Boario Terme). Presso il medesimo
Istituto è inoltre incaricato degli insegnamenti di Lettura della Partitura e di Letteratura
Poetica e Drammatica.
GIULIANO CUCCO
nato a Biella, ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte con la Prof.ssa Iris
Moscarola, perfezionandosi in seguito con il Maestro Carlo Vidusso a Milano e con il
Maestro Jean Micault a Vercelli frequentando i corsi superiori del Liceo Musicale
"G.B.Viotti".
Diplomatosi nel 1978 al Conservatorio "G.Martini" di Bologna, ha ottenuto premi in vari
concorsi nazionali ed inernazionali, tra i quali: il primo premio al Concorso Nazionale di
Osimo; il secondo premio al Concorso Internazionale di Stresa; il primo premio assoluto
al Concours National de Paris, categoria "Superieur"; la "Mention d'exellence" al
Concorso dell'Associazione dei Conservatori di Francia.
Proseguendo gli studi di perfezionamento, ha conseguito nel 1980 la "Licence
d'Einseignement" presso l'Ecole Normale "Alfred Cortot" di Parigi; in seguito, nel 1987 il
Diploma di Perfezionamento all'Accademia Internazionale Superiore di Musica "Lorenzo
Perosi" di Biella sotto la guida del Maestro Aldo Ciccolini; nel 1989 il Diploma di
Maturità Concertistica presso la Musikhochschule di Saarbrucken, dove ha anche
registrato per la Radio Nazionale Tedesca.
Allo studio del pianoforte ha inoltre affiancato quello di composizione come allievo di
Bruno Bettinelli.
Ha tenuto numerosi concerti in qualità di solista, partecipando a importanti stagioni come
i concerti organizzati dall'Università di Torino, dal Teatro Nuovo di Torino per Crea, dalla
Società del Quartetto del Viotti di Vercelli, da "Amici della Musca" di Sorrento, da
"Settembre musicale" di San Giulio d'Orta, dall'Università della Saar e altre iniziative che
gli hanno permesso di suonare alla Sale Cortot e alla Sale Gaveau di Parigi.
Recentemente suona anche in duo e con formazioni cameristiche. Vincitore del Concorso
a cattedre per i Conservatori, attualmente è docente presso il Conservatorio "G. Cantelli”
di Novara.
Conservatorio di Musica
"Luca Marenzio"
BRESCIA
SEZIONE STACCATA DI DARFO BOARIO TERME
I CONCERTI DEL CONSERVATORIO
Anno Accademico 2008-2009
Venerdì 6 marzo
ore 20.45
AUDITORIUM DEL CONSERVATORIO
IL BIEDERMEIER A QUATTRO MANI
Giuliano Bellorini, pianoforte
Giuliano Cucco, pianoforte
Conservatorio di musica “Luca Marenzio” - Sezione di Darfo
Via Razziche, 5 – Darfo Boario Terme (Bs)
tel. 0364.532904 – fax 0364.532085 - web.
www.conservatoriodarfoboarioterme.it
Ingresso libero
Prima parte
M. CLEMENTI
Sonata op. 14 n°3 in Mi bem. magg.
Allegro
Adagio
Rondò-allegro
A. DIABELLI
Sonata op. 32 in Fa magg.
Adagio-allegro
Andante cantabile
Rondò-allegretto
M. CLEMENTI
Sonata op. 3 n° 1 in Do magg.
Allegro spiritoso
Rondò-presto
A. DIABELLI
Sonata op.33 in Re magg.
Allegro moderato
Andante cantabile
Rondò-allegretto
Seconda parte
M. CLEMENTI
Sonata op. 3 n°2 in Mi bem. Magg.
Allegro maestoso
Andante tempo di minuetto
A. DIABELLI
Sonata op. 37 in Do magg.
Allegro moderato
Andante cantabile
Rondò-allegretto
M. CLEMENTI
Sonata op. 6 n°1 in Do magg.
Allegro assai
Laghetto con moto
Presto
I pianisti Giuliano Bellorini e Giuliano Cucco hanno costituito nel 2005 un duo stabile per
affrontare lo studio e l’esecuzione del repertorio a quattro mani e a due pianoforti. Nel
corso della loro attività hanno tenuto numerosi concerti sempre vivamente apprezzati,
partecipando a stagioni concertistiche rinomate. Il loro vasto repertorio comprende pagine
di varie epoche e stile, con molti programmi monografici tra i quali L’Ottocento a quattro
mani, Il Novecento a quattro mani, Il Biedermeier a quattro mani, L’opera omnia di
Mozart per pianoforte a quattro mani. A quest’ultima i due artisti hanno dedicato un CD
edito dalla casa discografica Sheva. Nei programmi compaiono inoltre esecuzioni di brani
dedicati al duo da compositori contemporanei. Giuliano Bellorini e Giuliano Cucco hanno
al loro attivo un prestigioso curriculum personale di studi, e una regolare e qualificata
attività artistica come solisti e in varie formazioni cameristiche. Entrambi svolgono
attività didattica come docenti titolari di cattedra presso i Conservatori di Musica di
Brescia e di Novara.
GIULIANO BELLORINI
ha conseguito presso il Conservatorio di Milano i diplomi di Pianoforte (con il massimo
dei voti e la lode), di Composizione e di Clavicembalo, studiando con Cesare Castellani,
Elisabetta Brusa e Mariolina Porrà. Successivamente ha frequentato i corsi di
interpretazione pianistica tenuti da Nikita Magaloff presso il Conservatorio di Ginevra.
Ha approfondito lo studio del clavicembalo con Kenneth Gilbert presso l’Accademia
Chigiana di Siena, ottenendo la borsa di studio “Zaverio Boccardi”, due diplomi di
merito e il prestigioso Diploma d’Onore.
Ha iniziato giovanissimo l’attività concertistica come pianista, e successivamente ha
rivolto la sua attenzione al clavicembalo, dividendo in seguito fra i due strumenti i suoi
interessi. A complemento della selezionata attività come solista e in formazioni da
camera si è dedicato alla direzione dell’orchestra “Camerata Strumentale Barocca” e
dell’Ensemble d’Archi della Scuola di Musica “A.Toscanini” di Verbania. Ha inoltre
fondato e diretto l’Ensemble Polifonico Vocale “Cordis gaudia”.
Collabora regolarmente con l’Ensemble strumentale “Soli Deo Gloria” del Teatro
alla Scala di Milano, con il quale ha eseguito come solista i concerti per clavicembalo e
archi e il quinto concerto brandenburghese di Bach. Con l’Ensemble “Luca Marenzio”
del Conservatorio di Darfo Boario Terme ha partecipato a importanti produzioni di
musica barocca tra le quali le esecuzioni integrali delle Leçons de Tenèbres di François
Couperin, del Vespro di Santa Cecilia di Francesco Maria Stiava, delle Membra Jesu
Nostri di Dietrich Buxtehude e dell’ Oratorio di Natale di Bach. Il suo repertorio include
molti programmi monografici e integrali, tra cui l’opera omnia clavicembalistica di
Bach. Suona stabilmente in duo con il pianista Giuliano Cucco, con il quale ha inciso le
opere di Mozart, di Debussy e del compositore contemporaneo Claudio Salina per
pianoforte a quattro mani.
E’ laureato in Lettere con il massimo dei voti e la lode presso l’Università Cattolica
di Milano, e conduce ricerche nel campo della storia della musica e della letteratura
italiana. Di particolare interesse scientifico gli studi condotti sul poeta piacentino Luigi
Cassola, del quale ha pubblicato in edizione critica presso la Biblioteca Storica
Piacentina il canzoniere contenuto nel Codice Vaticano Capponiano 74.
E’ inoltre attivo come compositore. Molte opere, particolarmente organistiche e corali,
sono state pubblicate dagli editori Carrara, Suvini Zerboni, Nicolini, Eufonia, ed una
voce gli è stata dedicata nel volume “Le firme dell’organo” edito da Carrara nel 2003.

Documenti analoghi