DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 66 Anno 2014

Commenti

Transcript

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE 66 Anno 2014
Comune di Cattolica
Provincia di Rimini
ADEMPIMENTI
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
(art 124 D.Lgs 267/2000 ss.mm.)
DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE
La presente determinazione dirigenziale è stata pubblicata in data odierna all'albo
pretorio di cui alla legge 18/06/2009 n. 69, per 15 giorni consecutivi
N.
66
DEL
30/01/2014
Verrà data comunicazione ai seguenti uffici:
SERVIZI FINANZIARI
UFFICIO PARCO AUTOMEZZI PARCOMETRI
COSTITUZIONE FONDO ECONOMALE PER REVISIONI AUTOTOMEZZI
ENTE
UFFICIO AFFARI GENERALI
Cattolica, lì 03/02/2014
L'addetto
CENTRO DI RESPONSABILITA'
SETTORE 04
SERVIZIO
UFFICIO PARCO AUTOMEZZI - PARCOMETRI
DIRIGENTE RESPONSABILE
Claudia Rufer
PRATICA N. 76
IL DIRIGENTE
RICHIAMATA la deliberazione n. 45 del 28/06/2013, dichiarata immediatamente
eseguibile, con la quale il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di Previsione
per l'esercizio finanziario 2014, il Bilancio Pluriennale per il triennio 2013/2015 e la
Relazione Previsionale e Programmatica;
RICHIAMATA la deliberazione n. 45 del 28/06/2013, dichiarata immediatamente
eseguibile, con la quale il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di Previsione
per il triennio 2013/2015;
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta n. 163 del 11/12/2013, con la quale è
stata prorogata la validità dell'attuale macromodello organizzativo fino al 30/6/2014;
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta n. 11 del 15/1/2014, con la quale si
prende atto che nel corso dell’esercizio provvisorio gli enti in sperimentazione possono
impegnare mensilmente, per ciascun programma, spese non superiori ad un dodicesimo
delle somme previste nel secondo esercizio dell’ultimo bilancio pluriennale deliberato
con delibera di C.C. n. 45 del 28/6/2013, ridotte delle somme già impegnate negli
esercizi precedenti, con esclusione delle spese tassativamente regolate dalla legge o non
suscettibili di pagamento frazionato in dodicesimi;
RICHIAMATA la deliberazione n. 45 del 28/06/2013, dichiarata immediatamente
eseguibile, con la quale il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di Previsione
per l'esercizio finanziario 2013, il Bilancio Pluriennale per il triennio 2013/2015 e la
Relazione Previsionale e Programmatica;
CONSIDERATO che l'Ufficio Parcometri- Auto, per lo svolgimento e la gestione
dell'attività istituzionale nonché per quella di ordinaria amministrazione, ha necessità di
avere a disposizione un fondo economale per le spese in economia, di entità ridotta e di
importo modesto, tra l'altro non determinabili in questo momento, ma che possono
rivelarsi urgenti, per revisioni auto;
CONSIDERATO che le risorse necessarie all'espletamento delle predette spese
sono disponibili sul cap. 70004 - “Manutenzione e riparazione auto di rappresentanza”
del Bilancio 2014 e che l'ammontare dell'impegno di spesa che verrà assunto con la
presente determinazione è pari ad € 330,00
CONSIDERATO che le risorse necessarie all'espletamento delle predette spese
sono disponibili sul cap. 1650003- “Manutenzione e riparazione auto di Polizia
Municipale ” del Bilancio 2014 e che l'ammontare dell'impegno di spesa che verrà
assunto con la presente determinazione è pari ad € 1.000,00
Dato atto che, in generale, il fondo economale potrà essere utilizzato a copertura
di spese varie comprendenti spese correnti per acquisti e forniture di servizi di piccola
entità così come disposti ed autorizzati dal dirigente dietro emissione di apposito buono
d'ordine che costituirà l'impegno definitivo di spesa e conterrà quanto disposto dall'art.
183 del D.Lgs. 267/2000 e precisamente:
a) soggetto creditore;
b) ragione del credito;
c) somma da pagare;
d) modalità seguite per la scelta del fornitore, idonee a garantire la fornitura del bene o
Pratica 76
Determinazione Dirigenziale n. 66 del 30/01/2014
pag. 2 di 6
del servizio al miglior prezzo sul mercato (preventivi/indagini di mercato/listini prezzi),
anche attraverso la verifica delle convenzioni/mercato elettronico Consip e/o della
Centrale Regionale Intercent-ER;
Dato atto che dal 1° gennaio 2013 il termine di pagamento dei fornitori deve
essere di regola non superiore a 30 giorni dal ricevimento della fattura, così come
stabilito dal D.Lgs. 192/2012 che recepisce la direttiva del Parlamento Europeo e del
Consiglio del 16/02/2011 (2011/7/UE) relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento
delle transazioni commerciali;
Atteso che le forniture di beni e servizi oggetto della presente determinazione,
prevedendo importi inferiori ad € 40.000,00 (limite così innalzato dal precedente
€ 20.000,00 dall'art. 4, comma 2, lettera m-bis del D.L. 70/2011, convertito dalla legge
106/2011) rientrano tra quelle eseguibili in economia ad affidamento diretto, ai sensi del
combinato disposto dell'art. 125, comma 11) del D.Lgs. n. 163/2006 (Codice dei
contratti pubblici) e degli artt. 7 e 8 del vigente Regolamento Comunale per lavori,
forniture e servizi in economia approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.
22 del 15/03/2007;
Considerato che lo spirito regolamentare di utilizzo delle procedure in economia
è improntato a rispondere ai criteri di programmazione, economicità, efficacia,
tempestività, correttezza, parità di trattamento, rotazione, non discriminazione,
trasparenza, proporzionalità e pubblicità, nel rispetto dei principi sul procedimento
amministrativo, del regolamento e del codice civile;
Vista la determinazione n. 2 del 06/04/2011 dell'Autorità di Vigilanza sui
contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, avente ad oggetto: “Indicazioni operative
inerenti la procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara nei
contratti di importo inferiore alla soglia comunitaria, con particolare riferimento
all'ipotesi di cui all'art. 122, comma 7-bis del D.Lgs. 163/2006” e precisamente, il punto
1.1 – Gli affidamenti in economia – nel quale, all'ultimo comma, si specifica che per
servizi e forniture di importo inferiore a 20.000 euro, è consentito l'affidamento diretto
da parte del responsabile unico del procedimento;
Vista la determinazione n. 8 del 14/12/2011 dell'Autorità di Vigilanza sui
contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, avente ad oggetto: “Indicazioni operative
inerenti la procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara nei
contratti di importo inferiore alla soglia comunitaria dopo le modifiche introdotte dal
decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70, convertito in legge dalla legge 12 luglio 2011, n.
106”, in particolare il punto 2) – Affidamenti diretti – che ribadisce la possibilità per il
responsabile del procedimento di affidare direttamente appalti di servizi e forniture il
cui importo risulti inferiore ad € 40.000,00 ai sensi dell'art. 125, comma 11 del D.lgs.
163/2006, indicando di raccordare il valore della soglia di € 20.000,00 di cui all'art. 267
del Regolamento che disciplina gli affidamenti dei servizi di importo inferiore a €
100.000,00 con quello indicato nell'art. 125, comma 11, ultimo periodo, del Codice di €
40.000,00;
Dato atto che ai sensi dell'art. 3, della L. 136/2010 (Tracciabilità dei flussi
finanziari) ai fornitori dei beni e servizi verrà richiesto di compilare l'apposito “modello
di pagamento”, da allegare all'ordinativo di spesa e/o fattura, con il quale dovranno
comunicare il conto corrente “dedicato” su cui effettuare il pagamento di quanto a loro
Pratica 76
Determinazione Dirigenziale n. 66 del 30/01/2014
pag. 3 di 6
dovuto, mentre secondo quanto specificato al punto 6.1) della determinazione n. 8 del
18/11/2010 dell'Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e
Forniture, successivamente ribadito al punto 2.3) della determinazione n. 10 del
22/12/2010 ed al punto 7.1 della determinazione n. 4 del 07/07/2011 della stessa
Autorità, trattandosi in specie di spese generali e minute, di non rilevante entità
necessarie per sopperire con immediatezza ed urgenza ad esigenze funzionali dell'Ente,
non viene indicato il CIG ritenuto non necessario dalla stessa Avcp, che ha anche
chiarito che la gestione di tali spese, superando il rigido formalismo delle procedure
codificate, possono avvenire secondo modalità semplificate sia per quanto riguarda il
pagamento (per pronta cassa fino al limite di € 999,999) contestuale all'acquisto
indifferibile del bene o del servizio, sia per quanto concerne la documentazione
giustificativa della spesa;
Vista la circolare 12 del 01/06/2012 del Ministero del lavoro e delle politiche
sociali avente ad oggetto: “Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) – art.
14, comma 6 bis, D.L. n. 5/2012 conv. da L. n. 35/2012 – DURC e autocertificazione”
mediante la quale il Ministero chiarisce che il Documento, pur rientrando nella
categoria dei “certificati”, non può costituire oggetto di “autocertificazione” secondo
quanto dispone in via generale il D.P.R. n. 445/2000; infatti la regolarità contributiva
non può ritenersi autocertificabile in quanto la stessa non può essere “oggetto di sicura
conoscenza”, così come avviene per gli “stati, qualità personali e fatti” che, ai sensi
dell'art. 40 del DPR 445/2000, possono essere sostituiti da dichiarazioni proprio in
quanto “elementi di fatto oggettivi riferiti alla persona”; tuttavia il Ministero ricorda
l'art. 38, comma 1, lettera i) del D.Lgs. 163/2006 e l'art. 4, comma 14 bis, del D.L.
70/2011 (conv.da L. 106/2011) secondo il quale per i contratti di forniture e servizi fino
a 20.000 euro stipulati con la P.A., i soggetti contraenti possono produrre una
dichiarazione sostitutiva ai sensi dell'art. 46, comma 1, lettera p) del DPR 445/2000 in
luogo del documento di regolarità contributiva; le Amministrazioni procedenti sono
tenute ad effettuare controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive effettuate
tramite acquisizione d'ufficio del DURC;
Vista la successiva circolare prot. n. 4536 del 30/10/2012 del Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti, pubblicata sulla G.U. n. 265 del 13/11/2012, avente ad
oggetto: “Primi chiarimenti in ordine all'applicazione delle disposizioni di cui al DPR
5/10/2010, n. 207 in particolare alla luce delle recenti modifiche ed integrazioni
intervenute in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture”, con la quale si
chiarisce al punto 7) – Acquisizione del DURC per i contratti di servizi e forniture di
importo inferiore a 20.000 euro -, che alla luce della massima semplificazione e della
riduzione degli oneri amministrativi, limitatamente ai contratti di forniture e servizi
fino a 20.000 euro, fermo restando l'obbligo di controllo a campione
dell'amministrazione in ordine alla veridicità di quanto dichiarato dai contraenti ai sensi
del DPR 445/2000, la dichiarazione sostitutiva relativa alla regolarità contributiva è
ammissibile per tutte le fasi individuate dall'art. 6, comma 3 del regolamento, ivi inclusa
la fattispecie recata dalla lett. c) relativa alla stipula del contratto ;
Dato atto, quindi, che ai sensi dell'art. 6 (Documento unico di regolarità
contributiva) del D.P.R. 207/2010 (Regolamento di esecuzione ed attuazione del D.Lgs.
163/2006), in particolare comma 3), lettere c) e d), sarà comunque acquisito il
Documento unico di regolarità contabile (DURC) ovvero dichiarazione sostitutiva
relativa alla regolarità contributiva ai sensi del DPR 445/2000;
Pratica 76
Determinazione Dirigenziale n. 66 del 30/01/2014
pag. 4 di 6
Visti:
- il D.lgs. n. 267/2000;
- il D.lgs. n. 165/2001;
- lo Statuto Comunale ed il Regolamento di contabilità vigenti;
- il vigente Regolamento per l'acquisizione in economia di beni, servizi e lavori
approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del 15/03/2007;
DETE RMINA
1) - di assumere a carico del bilancio dell'esercizio 2014 in conformità a quanto
previsto dal D.Lgs. 267/2000 ed alla deliberazione di Giunta Comunale n. 45 del
28/06/2013, il sottoindicato impegno:
-
€ 330,00 sul cap. 70004 “Manutenzione e riparazione auto di rappresentanza”
€ 1.000,00 sul cap. 1650003 “Manutenzione e riparazione auto Polizia Municipale”
codice Siope 1312 -, spesa che verrà liquidata entro il 28/02/2014;
2) - di provvedere, per l'effettuazione delle spese di cui sopra all'affidamento
delle forniture e delle prestazioni, presso le varie ditte specializzate nei rispettivi settori
a seconda delle specifiche necessità ed esigenze, secondo modalità e forme che
consentano la fornitura del bene o del servizio, al miglior rapporto qualità/prezzo sul
mercato (preventivi/indagini di mercato/listini prezzi), anche attraverso la verifica delle
convenzioni/mercato elettronico Consip e/o della Centrale Regionale Intercent-ER;
3) – di autorizzare l'Ufficio Ragioneria ad emettere mandato a favore
dell'Economo Comunale per la costituzione di un fondo economale, dando mandato
all'Economo stesso di provvedere al pagamento delle spese conseguenti alla presente
determinazione, dietro presentazione di documentazione comprovante la spesa,
debitamente vistata e sottoscritta dal Dirigente;
4) - di individuare nella persona della dott.ssa Claudia Rufer il Responsabile del
procedimento per gli atti di adempimento della presente determinazione;
Il Dirigente Responsabile
Claudia Rufer
Pratica 76
Determinazione Dirigenziale n. 66 del 30/01/2014
pag. 5 di 6
VISTO DI REGOLARITA' CONTABILE
ATTESTANTE LA COPERTURA FINANZIARIA
ai sensi del'art.151 c.4 T.U.EE.LL. D.Lgs.vo 267/2000
Si esprime parere Favorevole
La spesa sarà imputata sui seguenti impegni
Capitolo
Impegno
Anno
Importo
70004
426
2014
330,00
1650003
427
2014
1000,00
L'entrata sarà imputata sui seguenti accertamenti
Capitolo
Accertamento
Anno
Importo
Cattolica, 30/01/2014
Il Responsabile dei Servizi Finanziari
Pierpaolo Deluigi
Pratica 76
Determinazione Dirigenziale n. 66 del 30/01/2014
pag. 6 di 6

Documenti analoghi